STATUTO Articolo 1 DENOMINAZIONE E' costituito un Consorzio con attività esterna denominato Consorzio Regionale per l'energia e la Tutela Ambientale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STATUTO Articolo 1 DENOMINAZIONE E' costituito un Consorzio con attività esterna denominato Consorzio Regionale per l'energia e la Tutela Ambientale"

Transcript

1 STATUTO Articolo 1 DENOMINAZIONE E' costituito un Consorzio con attività esterna denominato Consorzio Regionale per l'energia e la Tutela Ambientale in sigla CRETA (di seguito Consorzio) tra enti e imprese. Gli enti sono quelli di cui all'art. 1 comma 2 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n.165 e successive modifiche ed integrazioni. Articolo 2 SEDE Il Consorzio ha sede legale e sede operativa per i rapporti con i terzi presso il Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica dell'università della Calabria, via Pietro Bucci, cubo 42 C - 7 piano, Arcavacata di Rende (Cosenza). Con deliberazione dell'assemblea dei Consorziati potrà essere modificata la sede consortile e/o esserne istituite sedi secondarie, uffici o recapiti, sia in Italia che all'estero. Articolo 3 SCOPO E OGGETTO 3.1. Il Consorzio non ha scopo di lucro. Esso si propone, per conto dei Consorziati o di terzi che ne facciano richiesta, nei limiti e nel rispetto della normativa tempo per tempo vigente, di coordinare le attività di acquisto, approvvigionamento, distribuzione, erogazione di ogni fonte di energia, nonché la prestazione di servizi e consulenze funzionali all'ottimizzazione dell'utilizzo di fonti energetiche e della tutela dell'ambiente. Il Consorzio può altresì vendere, fatti salvi i limiti di legge, ogni tipo di energia anche assumendo la forma di grossista In particolare il Consorzio ha per oggetto, sempre entro i limiti e nel rispetto della normativa tempo per tempo vigente: a) l'acquisto collettivo per i Consorziati di energia elettrica ai sensi del Decreto Legislativo 16 Marzo 1999 n. 79; b) la prestazione di servizi di assistenza e di consulenza tecnica per l'acquisto di energia in qualsiasi forma e per il suo utilizzo ottimale; c) stabilire, intrattenere e coordinare tutti i contatti che si ritengono proficui con istituzioni, associazioni, e gruppi che operano nel settore energetico e della tutela ambientale, sia nell'ambito nazionale che internazionale, al fine di promuovere le conoscenze, le tecniche e le realizzazioni relative all'uso razionale dell'energia; d) consulenza, progettazione, realizzazione e gestione di sistemi nonché lo sviluppo di nuove tecniche e tecnologie miranti al risparmio energetico e alla tutela ambientale; e) consulenza sulla valutazione dell'impatto ambientale dei sistemi di produzione, trasporto e

2 utilizzo dell'energia in qualsiasi forma; f) consulenza, progettazione e sviluppo di piani energetici aziendali, comunali, provinciali, regionali e nazionali; g) consulenza e progettazione di piani regolatori per lo sviluppo e la realizzazione di reti tecnologiche per il trasporto e la distribuzione dell'energia, con particolare riferimento ai centri urbani; h) consulenza, progettazione e sviluppo di sistemi di trasporto elettrici e/o ibridi funzionanti con fonti convenzionali e/o alternative e/o rinnovabili; i) verifica della compatibilità ambientale di sistemi per produzione di energia sotto qualsiasi forma e da qualsiasi fonte; j) consulenza, ricerca, progettazione, sviluppo, utilizzo, e verifica della compatibilità ambientale di sistemi elettrici per la produzione di energia mediante Generazione Distribuita prodotta da qualsiasi fonte: solare, eolica, termoelettrica ecc., con particolare attenzione alle aree rurali e ai piccoli comuni; k) consulenza, progettazione, sviluppo e utilizzo di dispositivi innovativi per la conversione di energia elettrica in meccanica e viceversa; l) consulenza per la localizzazione di impianti per la produzione e la distribuzione di energia di qualsiasi tipo; m) la costituzione o la partecipazione ad organismi (associativi, consortili, societari) con soggetti aventi le stesse finalità; n) il coordinamento della propria attività con quella di altri organismi aventi il medesimo oggetto; o) progettazione, realizzazione e gestione di impianti per la produzione di energia sotto qualsiasi forma e da qualsiasi fonte; p) la richiesta, l'acquisizione e la gestione di finanziamenti sia pubblici che privati utili al raggiungimento dell'oggetto consortile; q) svolgere attività formative nel settore energetico ambientale; r) svolgere attività di ricerca anche finalizzata al miglioramento del funzionamento dei Sistemi Elettrici di generazione, trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica; s) la richiesta, l'acquisizione e la gestione di finanziamenti nazionali ed internazionali sia pubblici che privati e di finanziamenti relativi a ricerche di sistema gestiti dal CERSE ai sensi del D.L. 26 Gennaio 2000 utili al raggiungimento dell'oggetto consortile; t) Svolgere tutte le attività proprie delle ESCO (Energy Service Company) per l'acquisizione e la commercializzazione nella Borsa all'uopo costituita dal Gestore del Mercato Elettrico (GME) o tramite contratti bilaterali dei TEE (Titoli di Efficienza Energetica) ai sensi del

3 Decreto del Ministero delle Attività Produttive 20 Luglio 2004; u) ogni altra attività pattuita tra il consorziato ed il Consorzio in materia energetica e tutela ambientale Il Consorzio può compiere tutte le operazioni e gli atti, instaurare rapporti ed in genere tutto quanto sia necessario od utile per il raggiungimento dell'oggetto sociale. Articolo 4 DURATA 4.1. La durata del Consorzio è fissata fino al (trentuno dicembre duemilatrenta), salvo proroghe o anticipato scioglimento che dovranno essere approvati dalla assemblea dei Consorziati secondo le maggioranze previste per le modifiche del presente statuto. Articolo 5 CONSORZIATI FONDATORI E CONSORZIATI ORDINARI AMMISSIONE DI NUOVI CONSORZIATI 5.1. I Consorziati che aderiscono al Consorzio all'atto della costituzione hanno la qualifica di Consorziati fondatori. Il Consorzio è altresì aperto all'adesione di enti e imprese che intendono aderire successivamente all'atto della costituzione. In tal caso hanno la qualifica di Consorziati ordinari Non possono in ogni caso essere ammesse le imprese con procedure concorsuali in atto e gli enti pubblici in condizione di dissesto finanziario I soggetti che intendano entrare a far parte del Consorzio debbono rivolgere domanda scritta al Consiglio Direttivo. Nella domanda dovranno dichiarare di essere a conoscenza di tutte le disposizioni del presente statuto, dei regolamenti e delle deliberazioni già assunte e di accettarle integralmente, compresi gli obblighi che da queste scaturiscono; la domanda dovrà essere corredata dalla documentazione ritenuta necessaria dallo stesso Consiglio Sulla domanda di ammissione delibera l'assemblea dei Consorziati, come previsto all'art. 9 del presente Statuto Il nuovo consorziato, pena la decadenza dalla qualifica, deve versare la quota di partecipazione consistente nei contributi: iniziale, annuale e straordinario, secondo quanto previsto dall'art. 7 del presente Statuto. Articolo 6 RECESSO ED ESCLUSIONE 6.1. La dichiarazione di recesso deve essere comunicata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al Consiglio Direttivo con preavviso di almeno sei mesi (fa fede il timbro postale), e comunque con effetto solo dalla scadenza del contratto di fornitura collettivo stipulato nell'ambito consortile, salvo che il Consiglio Direttivo autorizzi un'efficacia

4 anticipata. E' fatta salva la facoltà del Consiglio Direttivo di emettere un provvedimento di diniego temporaneo che può prevedere lo spostamento della decorrenza del recesso fino ad un massimo di due esercizi successivi alla ordinaria decorrenza del recesso come sopra stabilita nei seguenti casi: - per effetto del recesso, la variazione dei consumi complessivi del Consorzio provochi una sensibile riduzione del potere contrattuale del Consorzio nei confronti dei fornitori; - per i Consorziati fondatori, cioè firmatari dell'atto costitutivo, il recesso non potrà comunque decorrere anteriormente alla scadenza di un biennio successivo all'esercizio in cui è avvenuta la costituzione del Consorzio L'esclusione può essere deliberata nei confronti del consorziato che abbia perduto anche uno soltanto dei requisiti indicati all'art. 5, prescritti per l'ammissione, o che non sia più in grado di contribuire al raggiungimento degli scopi consortili o che si sia reso inadempiente alle obbligazioni derivanti dal presente Statuto, dai regolamenti o dalle deliberazioni consortili o a quelle assunte per suo conto dal Consorzio, o che si trovi nelle condizioni indicate all'art. 5 comma 5.2. L'esclusione è deliberata dal Consiglio Direttivo. La decisione ha effetto immediato In caso di recesso o di esclusione il consorziato non avrà diritto alla liquidazione del contributo iniziale, né ad alcun rimborso od indennizzo su contributi versati. Il contributo iniziale del consorziato receduto o escluso si accresce proporzionalmente a quelle degli altri. Permane, comunque, l'obbligo del Consorziato al pagamento del saldo del contributo annuale di gestione In ogni caso il consorziato receduto od escluso si obbliga a rispondere in proprio degli impegni assunti dal Consorzio a suo nome e/o a suo conto prima della data di esclusione o recesso e per la parte di sua pertinenza, sino al completo soddisfacimento degli impegni medesimi. A partire dalla data di esclusione o recesso il consorziato perde ogni diritto o beneficio derivatogli dall'appartenenza al Consorzio. Articolo 7 FONDO CONSORTILE - CONTRIBUTI INIZIALI - ANNUALI E STRAORDINARI - CORRISPETTIVI - FIDEIUSSIONI 7.1. Il fondo consortile è formato da contributi iniziali, annuali e straordinari nonché dall'importo delle penalità che eventualmente saranno pagate dai Consorziati per inadempienza ai patti consortili, da proventi per prestazioni rese ai Consorziati e a terzi non consorziati e da finanziamenti pubblici. Possono essere fonte di finanziamento donazioni di qualsiasi tipo, la cui accettazione deve essere deliberata dall'assemblea su proposta del Consiglio Direttivo sentito il parere obbligatorio del Comitato Tecnico Scientifico di cui

5 all'art Ogni Consorziato deve versare una quota di partecipazione consistente in: contributo iniziale, contributo annuale, per i Consorziati che aderiscono successivamente alla costituzione del Consorzio anche un eventuale contributo straordinario una tantum. Gli importi di tutti i contributi previsti nel presente comma, sono disciplinati dal Regolamento Consortile Generale (RGC). Per quanto non espressamente indicato dal RGC, le modalità di versamento dei contributi di cui al presente comma e di tutti gli apporti al fondo consortile sono disciplinati da appositi provvedimenti del Consiglio Direttivo Gli importi dei contributi di cui al punto 7.2 possono essere aggiornati mediante apposita modifica del Regolamento Generale Consortile, approvata dalla Assemblea dei Consorziati, su proposta del Consiglio Direttivo (art. 10 comma 10.6 lettera b)) che deve acquisire il parere obbligatorio del CTS, sulla base del conto preventivo disposto dallo stesso Consiglio, salvo conguaglio a consuntivo. Per la definizione della proposta di aggiornamento dell'importo del contributo straordinario una tantum, il Consiglio Direttivo dovrà tenere conto dell'attività svolta dal Consorzio sino a quel momento e dal vantaggio sia economico sia patrimoniale che il nuovo Consorziato acquisisce entrando a far parte del Consorzio stesso L'Assemblea potrà deliberare altresì contributi straordinari ove il fondo consortile sia insufficiente per la realizzazione degli scopi dello Statuto Il singolo consorziato dovrà al Consorzio quanto previsto per l'esecuzione di specifiche prestazioni da lui richieste e di cui abbia individualmente beneficiato; ogni specifica prestazione deve essere preceduta dalla costituzione di apposita cauzione o polizza fideiussoria, con beneficio del vincolo dell'escussione immediata Nei contributi iniziali e nei contributi annuali sono compresi esclusivamente le attività di cui all'art. 3 comma 3.2 lettera a) e precisamente: analisi dei diagrammi di prelievo e/o di immissione di energia elettrica, tutte le attività amministrative e di gestione relative all'acquisto di energia tramite contratti bilaterali (art 2 comma 9; art. 6 D. Lgs. 79/99). Ogni altra attività di cui all'oggetto sociale, nonché altra pattuita dal Consorzio con il singolo consorziato implicherà dei costi aggiuntivi, rispetto ai contributi iniziali e annuali, definiti da appositi accordi Per tutta la durata del Consorzio i Consorziati non potranno chiedere la divisione del fondo Il contributo iniziale al fondo consortile è incedibile ed intrasferibile a qualsiasi titolo e per qualsiasi causa. I creditori particolari dei Consorziati non possono far valere i loro diritti sul fondo medesimo (art Codice Civile), parimenti non è consentita la costituzione di

6 pegno e/o ipoteca della quota di partecipazione o il suo assoggettamento ad altro vincolo Il Consorziando che richiede una analisi preliminare per l'adesione al Consorzio per l'acquisto collettivo di energia sarà tenuto a pagare l'apposita consulenza fornita dal Consorzio mediante il Comitato Tecnico Scientifico. Qualora il Consorziando di fatto opterà per l'adesione e questa sarà deliberata dal Consorzio, tale importo dovrà essere considerato al fine della copertura parziale o totale degli importi relativi ai vari contributi previsti per l'adesione al Consorzio ed eventualmente anche a copertura di uno o più contributi annuali o parte di essi. Articolo 8 ORGANI DEL CONSORZIO Sono organi del Consorzio: a) l'assemblea dei Consorziati; b) il Consiglio Direttivo; c) il Presidente; d) il Collegio dei Revisori; e) il Comitato Tecnico Scientifico. L'elenco degli organi consortili di cui al presente articolo è fisso e può essere modificato da variazioni statutarie assunte con consenso unanime. Articolo 9 ASSEMBLEA DEI CONSORZIATI 9.1 Ogni consorziato nomina un proprio rappresentante nell'assemblea dei Consorziati (di seguito Assemblea) secondo le proprie regole di nomina delle rappresentanze esterne. L'Assemblea è costituita da tutti i rappresentanti dei Consorziati. Ciascun rappresentante ha diritto a un voto, non ha diritto di intervento né di voto il rappresentante del consorziato inadempiente agli obblighi statutari. Ciascun consorziato può farsi rappresentare in Assemblea dal rappresentante di un altro consorziato (purché adempiente agli obblighi statutari) mediante delega scritta. Nessun rappresentante può avere più di due deleghe, per un massimo di tre voti. Dell'Assemblea fa parte il Presidente del Consorzio che la presiede con diritto di voto. 9.2 L'Assemblea è convocata dal Presidente del Consorzio almeno due volte all'anno, mediante lettera raccomandata da spedirsi ai Consorziati almeno 10 giorni prima della data fissata per la riunione; in caso di urgenza mediante telegramma. L'invito dovrà contenere l'ordine del giorno, l'indicazione della data e dell'ora stabilita per la prima e la seconda convocazione ed il luogo in cui si svolgerà la riunione, che potrà essere diverso dalla sede consortile purché in Italia. La seconda convocazione non potrà essere fissata prima di 24

7 (ventiquattro) ore dalla prima convocazione. In prima convocazione, l'assemblea è validamente costituita con la presenza di un numero di rappresentanti che comprese le deleghe ad essi attribuite possano esprimere un numero di voti pari alla metà più uno dei Consorziati e delibera con un voto pari alla metà più uno di quelli esprimibili dai rappresentanti presenti (deleghe comprese) e, in seconda convocazione, l'assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei rappresentati presenti e delibera con voto pari alla metà più uno di quelli esprimibili dai rappresentanti presenti ( deleghe comprese); fanno eccezione le materie per le quali il presente Statuto dispone diversamente. La votazione avviene sempre con voto palese. 9.3 Le deliberazioni dell'assemblea devono constare da verbale, sottoscritto dal Presidente e dal segretario e trascritte in apposito libro di cui i Consorziati possono prendere visione ed ottenere estratti. Il ruolo del Segretario è svolto dal Direttore del Consorzio; in caso di assenza o inadempimento, il Presidente può designare un membro dell' Assemblea a svolgere tale compito o, se necessario, può nominare anche soggetti esterni all'assemblea. 9.4 L'Assemblea è competente a: a) determinare il numero dei membri del Consiglio Direttivo; b) eleggere i membri del Consiglio Direttivo ad esclusione del membro del Comitato Tecnico Scientifico di cui all'art. 10; c) nominare, tra i membri del Consiglio Direttivo, il Presidente ed il vice Presidente del Consorzio; d) nominare i membri del Collegio dei Revisori; e) determinare gli eventuali compensi del Presidente del Consorzio, del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori; f) approvare il bilancio annuale, relative variazioni e/o ratificare le stesse nel rendiconto di gestione; g) deliberare sulla eventuale modifica della sede consortile e/o di istituirne delle secondarie; h) deliberare sull'ammissione dei nuovi Consorziati; i) deliberare in merito ai possibili sistemi di acquisto di energia diversi dai contratti bilaterali; j) emanare direttive al Consiglio Direttivo per il miglior raggiungimento degli scopi consortili; k) deliberare l'eventuale regolamento di funzionamento delle Assemblee e, su proposta del Consiglio Direttivo, deliberare sull'approvazione e/o modifiche degli altri regolamenti consortili. Per i regolamenti di natura tecnica, quale ad es. il Regolamento Consortile per l'acquisto di Energia Elettrica nel mercato libero (RECAEE), deve essere acquisito il parere vincolante del CTS;

8 l) nominare i liquidatori determinandone i poteri; m) deliberare sulle modifiche del presente Statuto. Per le materie di cui ai punti l), e m), l'assemblea delibera con voto superiore ai due terzi dei voti esprimibili da tutti i rappresentanti dei Consorziati in prima convocazione, e superiore ad un terzo in seconda convocazione, fatte salve le diverse maggioranze imposte inderogabilmente dalla legge e/o dal presente statuto. 9.5 I costi connessi alla partecipazione dei rappresentanti dei Consorziati alle riunioni dell'assemblea (gettoni di presenza, rimborso spese di viaggio, assicurazioni etc.) sono a carico dei Consorziati che vi faranno fronte ognuno secondo le proprie disposizioni interne. 9.6 All'Assemblea si applicano, in quanto compatibili, le norme del Codice Civile che disciplinano l'assemblea delle Società a Responsabilità Limitata. Articolo 10 CONSIGLIO DIRETTIVO Il Consiglio Direttivo è composto da un numero dispari variabile da tre a sette membri compreso il Presidente del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) o suo delegato. Con l'esclusione del Presidente del CTS (che è nominato dal DEIS), i restanti membri vengono eletti tra soggetti designati dagli organi dei Consorziati deputati alla nomina delle proprie rappresentanze esterne e ciascun Consorziato potrà esprimere un numero di voti pari al numero dei membri da eleggere, non potrà comunque essere espresso più di un voto per ciascun candidato. Risulteranno eletti i soggetti risultati più votati. Non possono essere designati a far parte del Consiglio Direttivo i membri dell'assemblea dei Consorziati. Ad eccezione del Presidente del Consorzio, i membri del Consiglio Direttivo non possono far parte dell'assemblea dei Consorziati. Il Consiglio è investito di tutti i poteri necessari per la gestione del Consorzio, salvo i poteri spettanti all'assemblea Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente del Consorzio di cui all'art I Consiglieri durano in carica tre anni e sono rieleggibili In caso di dimissioni o di decadenza di un consigliere, il Consiglio Direttivo può sostituirlo per cooptazione nel caso in cui non venga meno la maggioranza dello stesso, in tale ultimo caso la nomina verrà effettuata dall'assemblea. Gli amministratori nominati mediante cooptazione restano in carica fino alla successiva Assemblea, che provvederà eventualmente a rinnovare il mandato fino alla scadenza del triennio in corso o ad eleggere un nuovo consigliere, tuttavia i consiglieri restano in carica fino alla data della successiva elezione. La decadenza avviene per morte o a seguito di tre assenze consecutive e ingiustificate del consigliere Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente a mezzo di raccomandata, telegramma,

9 telefax o posta elettronica, da inviare almeno tre giorni prima della riunione, in caso di urgenza la convocazione deve essere inviata almeno ventiquattro ore prima. Le deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti, in caso di parità prevale il voto del Presidente. La votazione avviene con voto palese su tutti gli argomenti Il Consiglio Direttivo si esprime, attraverso delibere, sulle seguenti materie: a) variazioni di bilancio e rendiconto di gestione, approvando la relativa proposta da sottoporre all'assemblea per l'approvazione definitiva; b) modalità di versamento e proposte di modifica degli importi dei contributi iniziale, annuale e straordinario di cui all'art. 7 comma 7.1 del presente Statuto; c) atti di ordinaria e straordinaria amministrazione del Consorzio, salvo quelli riservati, per legge o per disposizione del presente Statuto, alla competenza di altri organi; d) domande di recesso, ed esclusione dei Consorziati; e) proposte deliberative per l'assemblea relativamente all'accesso nella Borsa dell'energia da parte del Consorzio, acquisito il parere obbligatorio del Comitato Tecnico Scientifico; f) provvedimenti e misure delle penalità nei confronti del consorziato che commetta infrazioni alle disposizioni del contratto o dei regolamenti e/o alle delibere degli organi consortili; g) proposte di eventuali modifiche da apportare ai regolamenti consortili; h) delibera su un eventuale regolamento interno di funzionamento del Consiglio Direttivo; i) aggiornamento degli importi previsti per la copertura dei costi del CTS di cui all'articolo 14 comma 14.3 qualora detti importi non siano stabiliti dal Regolamento Consortile Generale (RCG) Comunica l'oggetto delle delibere adottate ai Consorziati. Le delibere devono constare da verbale sottoscritto dal presidente e dal segretario e trascritte in apposito libro di cui i Consorziati possono prendere visione ed ottenere estratti. Articolo 11 PRESIDENTE E VICE PRESIDENTE DEL CONSORZIO Il Presidente ed il Vice Presidente del Consorzio sono eletti tra i membri del Consiglio Direttivo dall'assemblea e durano in carica tre anni e sono rieleggibili Al Presidente spetta la rappresentanza legale e processuale del Consorzio, la presidenza dell'assemblea e del Consiglio Direttivo. Egli è competente a: a) rilasciare quietanze liberatorie delle somme di denaro, da chiunque ed a qualsiasi titolo, versate al Consorzio; b) convocare e presiedere l'assemblea e le riunioni del Consiglio Direttivo; c) dare disposizioni per l'esecuzione delle delibere degli organi consortili;

10 d) eseguire gli incarichi espressamente conferitigli dall'assemblea o dal Consiglio Direttivo; e) vigilare sulla tenuta e la conservazione dei documenti e dei libri del Consorzio In caso di assenza dichiarata, di impedimento, o su esplicita delega del Presidente del Consorzio le funzioni del Presidente sono esercitate dal vice Presidente, la cui firma fa fede, nei confronti dei terzi Il Presidente, qualora venga a conoscenza di qualche infrazione alle disposizioni del contratto o dei regolamenti o delle deliberazioni degli organi consortili, invita il consorziato inadempiente a presentare per iscritto le eventuali giustificazioni e convoca immediatamente il Consiglio Direttivo per deliberare consequenziali provvedimenti ed eventualmente determinare la misura delle penalità. La deliberazione del Consiglio Direttivo sarà comunicata dal Presidente al consorziato interessato a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento. Articolo 12 DIRETTORE DEL CONSORZIO Il Direttore del Consorzio è un membro del Comitato Tecnico Scientifico (CTS), di cui all'art. 14, ed è nominato dal Presidente dello stesso CTS Il Direttore del Consorzio svolge le seguenti funzioni: a) partecipa senza diritto di voto alle adunanze dell'assemblea e del Consiglio Direttivo fungendo da segretario; b) redige i verbali di seduta degli organi consortili (Assemblea, Consiglio Direttivo e CTS); c) coordina tra loro i vari organi consortili e le interazioni; d) assiste il Presidente del Consorzio nell'esecuzione delle delibere del Consiglio Direttivo; e) assiste il Consiglio Direttivo nella predisposizione del bilancio preventivo e consuntivo; f) dirige tutta l'attività degli uffici e dei servizi consortili, presta assistenza alle eventuali modifiche ai regolamenti. Su proposta del Presidente del Consorzio, previo parere favorevole deliberato dal Consiglio Direttivo, il Direttore può assumere i poteri di rappresentanza ed amministrazione Il Direttore cura altresì la stesura dei bandi di gara da sottoporre al Consiglio Direttivo per l'approvazione. Ne cura inoltre la pubblicità. Articolo 13 COLLEGIO DEI REVISORI Qualora l'assemblea lo ritenga opportuno, può essere nominato il Collegio dei Revisori che si compone di tre membri eletti dall'assemblea stessa, la quale nomina anche il Presidente del Collegio Alla attività del Collegio dei Revisori si applicano, in quanto compatibili, le norme del

11 Codice Civile che disciplinano il Collegio Sindacale delle Società per Azioni. Articolo 14 COMITATO TECNICO SCIENTIFICO (CTS) 14.1 Il Comitato Tecnico Scientifico (CTS), nominato dal Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica (DEIS) dell'università della Calabria, è costituito da 5 esperti in materia energetica. IL CTS ha un Presidente ed un Coordinatore che sono compresi tra i membri dello stesso CTS. Il DEIS, nomina altresì il Presidente del CTS che deve essere un Professore Ordinario oppure Associato oppure un Ricercatore, tutti del Raggruppamento Scientifico Disciplinare ING-IND/33. Il Presidente del CTS nomina il Coordinatore e il Direttore del Consorzio A tale organo consortile sono affidati i seguenti compiti: a) analizza i prelievi/immissioni di energia, sulla base di dati storici di ciascun consorziato, per la predisposizione della scheda tecnica di cui all' art. 2 del Regolamento Consortile per l'acquisto di Energia Elettrica nel mercato libero (RECAEE); b) redige il Disciplinare di gara per l'acquisto di energia elettrica da sottoporre ai produttori e distributori nel mercato libero; c) dà pareri vincolanti, in materia energetica, su tutte le attività del Consorzio. L'eventuale decisione contraria al parere, deve essere debitamente motivata dall'organo che la assume; d) svolge la funzione di commissione nelle gare d'appalto; e) fornisce le attività di consulenza di cui all'art. 3, avvalendosi se necessario, di collaborazioni esterne; f) analizza i prelievi/immissioni di energia, sulla base di dati storici, di terzi non Consorziati che ne facciano richiesta ai fini della valutazione di una eventuale adesione al Consorzio o ne facciano semplicemente richiesta; 14.3 I costi di funzionamento del CTS per le attività relative al precedente comma 14.2, sono finanziati dal Consorzio: per le attività di cui alle lettere a), b) e c), mediante una quota percentuale dei contributi annuali versati da ciascun consorziato e, per le attività di cui alle lettere da d) ad f), da proventi derivanti dalle singole attività svolte dal CTS per conto del Consorzio. Il Consorzio verserà gli importi relativi ai costi di funzionamento del CTS al Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica (DEIS) dell'università della Calabria che provvederà alla relativa copertura. Articolo 15 OBBLIGHI DEI CONSORZIATI 15.1 Ogni consorziato può avvalersi dei servizi connessi all'acquisto collettivo di energia elettrica di cui all'articolo 3 comma 3.2 lettera a) e si impegna, in tal caso, a comunicare al

12 Consiglio Direttivo le eventuali variazioni nel proprio fabbisogno di energia elettrica Il consorziato che sia Ente Pubblico Territoriale si impegna a reinvestire parte dei risparmi conseguiti dall'accesso al mercato libero rispetto alle condizioni relative al contratto da cliente vincolato, in iniziative finalizzate al risparmio energetico ed alla tutela ambientale rispetto alle attività connesse con la produzione, la distribuzione e l'uso dell'energia; tale obbligo non sussiste per gli altri consorziati. Articolo 16 BILANCIO Gli esercizi annuali si chiudono al 31 dicembre di ogni anno: alla fine di ogni anno solare il Consiglio Direttivo predisporrà un bilancio da sottoporre al controllo del Collegio dei Revisori, se nominato, e all'approvazione dell'assemblea dei Consorziati L'eventuale residuo attivo risultante dal bilancio non può essere diviso fra i Consorziati ma deve essere destinato all'incremento del fondo consortile o reinvestito per il raggiungimento dello scopo del Consorzio di cui all'art Il deposito del bilancio consuntivo dovrà avvenire rispettando le norme al proposito esistenti. Articolo 17 SCIOGLIMENTO Il Consorzio può essere sciolto, prima di quanto previsto all'art. 4, nell'ipotesi in cui il numero dei Consorziati si riduca in modo tale da rendere impossibile il rispetto dei requisiti minimi stabiliti dalla normativa vigente o negli altri casi previsti dalla legge. In caso di scioglimento del Consorzio l'assemblea nominerà uno o più liquidatori determinandone i poteri Le attività residuate dopo l'estinzione delle eventuali passività saranno divise tra i Consorziati secondo le modalità fissate dall'assemblea. Articolo 18 CONTROVERSIE E FORO COMPETENTE E' esclusa la clausola arbitrale. In caso di contenziosi l'autorità legittimata a dirimerli è l'autorità giudiziaria competente per valori. Il Foro competente è quello in cui ricade la sede legale del Consorzio Le deliberazioni che non sono prese in conformità alle disposizioni di questo articolo o a quelle del contratto possono essere impugnate davanti all'autorità giudiziaria entro trenta giorni. Per i Consorziati assenti il termine decorre dalla comunicazione o, se si tratta di deliberazione soggetta ad iscrizione, dalla data di questa (art Codice Civile).

... STATUTO CONSORZIO G.A.L.A.

... STATUTO CONSORZIO G.A.L.A. .......................... STATUTO CONSORZIO G.A.L.A. AGGIORNATO CON DELIBERA DELL ASSEMBLEA DEI CONSORZIATI TRIESTE, 11 DICEMBRE 2012 AGGIORNATO CON DELIBERA DELL ASSEMBLEA DEI CONSORZIATI ROMA, 21 FEBBRAIO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE OPTION PLAYER. Titolo I Costituzione e scopi

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE OPTION PLAYER. Titolo I Costituzione e scopi STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE OPTION PLAYER Titolo I Costituzione e scopi Art. 1 - E' costituita un'associazione culturale denominata OPTION PLAYER. L Associazione ha sede in Massa, Via Beatrice

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA. Articolo I

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA. Articolo I ALLEGATO A STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA Articolo I E costituita, ai sensi delle legge 383/00, l'associazione di promozione sociale denominata che persegue

Dettagli

STATUTO Art. 1 Denominazione e sede SPIN SPORT INSIEME Art. 2 Durata Art. 3 Finalità e scopi

STATUTO Art. 1 Denominazione e sede SPIN SPORT INSIEME Art. 2 Durata Art. 3 Finalità e scopi STATUTO Art. 1 Denominazione e sede E' costituito fra Intesa Sanpaolo S.p.A., Banca Prossima S.p.A. (di seguito definiti anche ''Consorziati Finanziatori ) e UISP - Unione Italiana Sport per Tutti, CSI

Dettagli

STATUTO SCUOLA SCIENZE AZIENDALI

STATUTO SCUOLA SCIENZE AZIENDALI STATUTO SCUOLA SCIENZE AZIENDALI Art. 1 DENOMINAZIONE Su iniziativa del Comune di Firenze, della Provincia di Firenze, dell'associazione degli Industriali della Provincia di Firenze e della Camera di Commercio,

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CONFERENZA DEI COLLEGI UNIVERSITARI DI MERITO

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CONFERENZA DEI COLLEGI UNIVERSITARI DI MERITO STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE CONFERENZA DEI COLLEGI UNIVERSITARI DI MERITO Art. 1 Denominazione, sede e durata È costituita ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile, l Associazione denominata

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE STATUTO

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE STATUTO ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE Si dichiara di voler costituire un'associazione che svolga attività in ambito... L'associazione sarà denominata "." ed avrò la sua sede in via n.. Il patrimonio sociale

Dettagli

STATUTO (Approvato dall'assemblea degli associati il 3 giugno 2014) DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO DELL'ASSOCIAZIONE

STATUTO (Approvato dall'assemblea degli associati il 3 giugno 2014) DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO DELL'ASSOCIAZIONE STATUTO (Approvato dall'assemblea degli associati il 3 giugno 2014) DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO DELL'ASSOCIAZIONE Articolo 1 E' costituita l'associazione denominata "ASSOCIAZIONE NOTARIATO MILANESE PER

Dettagli

Statuto dell'associazione Italiana di Scienza e Tecnologia delle Macromolecole

Statuto dell'associazione Italiana di Scienza e Tecnologia delle Macromolecole Statuto dell'associazione Italiana di Scienza e Tecnologia delle Macromolecole Art. 1 - Denominazione E' costituita l'associazione culturale di carattere scientifico senza scopo di lucro diretto o indiretto

Dettagli

ALLEGATO A AL N. DI REP. N. ASSOINTERPRETI STATUTO. Art. 1) E' costituita un'associazione ai sensi degli "ASSOINTERPRETI

ALLEGATO A AL N. DI REP. N. ASSOINTERPRETI STATUTO. Art. 1) E' costituita un'associazione ai sensi degli ASSOINTERPRETI ALLEGATO A AL N. DI REP. N. PROGR. ASSOINTERPRETI STATUTO Art. 1) E' costituita un'associazione ai sensi degli artt. 36 e seguenti del Codice Civile denominata: "ASSOINTERPRETI Associazione Nazionale Interpreti

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE EDITUM TITOLO I

STATUTO ASSOCIAZIONE EDITUM TITOLO I STATUTO ASSOCIAZIONE EDITUM TITOLO I Art. 1 Costituzione E costituita una Associazione denominata "Editum", con sede in Ariccia (RM) L Associazione è senza fine di lucro e con divieto di distribuzione

Dettagli

STATUTO. Costituzione. Finalità

STATUTO. Costituzione. Finalità STATUTO Costituzione Art. 1: È costituita in Milano Via Giovanni Cantoni 4 un associazione denominata Milano oggi, domani e dopodomani (dicitura in inglese Milano becoming) di seguito detta Associazione.

Dettagli

STATUTO SOCIALE TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - SEDE DURATA

STATUTO SOCIALE TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - SEDE DURATA STATUTO SOCIALE TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - SEDE DURATA Art. 1 - E' costituita in Napoli un'associazione denominata "A.I.R.F.A. - Associazione Italiana per la Ricerca sull'anemia di Fanconi (in seguito

Dettagli

STATUTO DI QUILTING TUSCIA

STATUTO DI QUILTING TUSCIA STATUTO DI QUILTING TUSCIA Articolo 1. E costituita l associazione culturale denominata Quilting Tuscia. L' associazione è apolitica e non ha scopo di lucro. La durata della associazione è illimitata e

Dettagli

S T A T U T O DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE AGORA MEDITERRANEA. Articolo 1. Costituzione, denominazione sede e durata

S T A T U T O DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE AGORA MEDITERRANEA. Articolo 1. Costituzione, denominazione sede e durata S T A T U T O DELL'ASSOCIAZIONE CULTURALE AGORA MEDITERRANEA Articolo 1 Costituzione, denominazione sede e durata E' costituita l'associazione Culturale denominata Agorà Mediterranea con sede legale in

Dettagli

Statuto dell'associazione ARTEMUSICA CULTURA

Statuto dell'associazione ARTEMUSICA CULTURA Statuto dell'associazione ARTEMUSICA CULTURA Art. 1 - Denominazione E' costituita l'associazione culturale senza scopo di lucro denominata ARTEMUSICA CULTURA. Essa è retta dal presente statuto e dalle

Dettagli

Associazione Centro Negozi Le Torrette STATUTO * * *

Associazione Centro Negozi Le Torrette STATUTO * * * Associazione Centro Negozi Le Torrette STATUTO * * * CAPITOLO I: COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI Costituzione e Sede Articolo 1. E' costituita l'associazione denominata Centro Negozi le Torrette con

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE SENZA SCOPO DI LUCRO NON RICONOSCIUTA

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE SENZA SCOPO DI LUCRO NON RICONOSCIUTA ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE SENZA SCOPO DI LUCRO NON RICONOSCIUTA L anno 2014, il giorno 01 del mese di Aprile in Roma si sono riuniti i presenti Signori: CAPRA SIMONE, nato a Roma il 04/05/1978

Dettagli

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi

Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Regolamento dell Associazione Noi del Tosi Disposizioni preliminari Art. I Con questo regolamento interno l Associazione Noi dell Enrico Tosi intende darsi un insieme di norme pratiche atte a favorire

Dettagli

Associazione Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia STATUTO

Associazione Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia STATUTO Art. 1 Denominazione, sede e durata È costituita un Associazione denominata Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia con sede in Milano. Essa può costituire uffici esterni con le modalità che verranno

Dettagli

ALLEGATO A. È costituita in Firenze l Associazione fotografica di carattere culturale denominata. DIAFRAMMA APERTO - Codice Fiscale

ALLEGATO A. È costituita in Firenze l Associazione fotografica di carattere culturale denominata. DIAFRAMMA APERTO - Codice Fiscale ALLEGATO A STATUTO DELL ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA DIAFRAMMA APERTO Art. 1 Denominazione e sede È costituita in Firenze l Associazione fotografica di carattere culturale denominata DIAFRAMMA APERTO - Codice

Dettagli

FONDO INTEGRATIVO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE STATUTO

FONDO INTEGRATIVO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE STATUTO SICURASSIEME FONDO INTEGRATIVO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE STATUTO 1 ART. 1 COSTITUZIONE E DENOMINAZIONE È costituito come Associazione Non Riconosciuta ai sensi degli Artt. 36 e seguenti cod. civ.,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO EL COMEDOR ESTUDIANTIL GIORDANO LIVA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO EL COMEDOR ESTUDIANTIL GIORDANO LIVA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO EL COMEDOR ESTUDIANTIL GIORDANO LIVA COSTITUZIONE ART. 1 Costituzione E costituita l organizzazione di volontariato denominata "El Comedor Estudiantil Giordano

Dettagli

"ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DRAGHI GORLAZY"

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DRAGHI GORLAZY "ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DRAGHI GORLAZY" 1. COSTITUZIONE - SEDE E' costituita una associazione sportiva dilettantistica denominata "ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DRAGHI GORLAZY".

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK

STATUTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK STATUTO ASSOCIAZIONE NON PROFIT NETWORK Articolo 1: COSTITUZIONE Ai sensi degli artt. 14 ss. del Codice Civile e della Legge 11 agosto 1991, n.266, è costituita, con sede legale a Trento, l Associazione

Dettagli

CASACLIMA NETWORK - SEZIONE FERMO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata

CASACLIMA NETWORK - SEZIONE FERMO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata CASACLIMA NETWORK - SEZIONE FERMO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata Art. 2: Scopo dell associazione Comunicazioni esterne Utilizzo del logo 2.1 Scopo dell associazione

Dettagli

DELIBERA. Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Trento emanato con DR. N. 167 del 23 aprile 2012;

DELIBERA. Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Trento emanato con DR. N. 167 del 23 aprile 2012; DELIBERA ORGANO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE del 18 settembre 2014 Via Calepina, 14 - Trento Struttura proponente Ufficio Partecipazioni ad Organismi Esterni N. ordine del giorno 07 Oggetto Documentazione

Dettagli

Allegato A) ai nn. 66457/20896 di rep. e racc. notaio Pezzi Maria STATUTO DI ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA TITOLO I COSTITUZIONE E SCOPO ART.

Allegato A) ai nn. 66457/20896 di rep. e racc. notaio Pezzi Maria STATUTO DI ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA TITOLO I COSTITUZIONE E SCOPO ART. Allegato A) ai nn. 66457/20896 di rep. e racc. notaio Pezzi Maria STATUTO DI ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA TITOLO I COSTITUZIONE E SCOPO ART. 1 COSTITUZIONE E' costituita, per iniziativa di un gruppo di amici

Dettagli

UNAC è stata fondata il 19 febbraio 1997. Le successive modifiche statutarie sono state deliberate dall Assemblea Straordinaria del 18 settembre 2002.

UNAC è stata fondata il 19 febbraio 1997. Le successive modifiche statutarie sono state deliberate dall Assemblea Straordinaria del 18 settembre 2002. STATUTO UNAC c/o Federazione ANIMA 20133 Milano - Via L. Battistotti Sassi 11/B - Tel. 02 7397324 - Fax 02 7397842 e-mail: unac@anima-it.com - URL: http://www.associazioneunac.it UNAC è stata fondata il

Dettagli

STATUTO CONFARTIGIANATO AUTO-BUS OPERATOR

STATUTO CONFARTIGIANATO AUTO-BUS OPERATOR 1 STATUTO CONFARTIGIANATO AUTO-BUS OPERATOR TITOLO 1- Denominazione e scopi Art. 1 - E' operante nell'ambito della Confederazione Generale Italiana dell'artigianato, di seguito definita "CONFARTIGIANATO,

Dettagli

NONSOLO15 ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E IL SOSTEGNO DI FAMILIARI E AMICI DI PERSONE AFFETTE DA SINDROME INVDUP15 (IDIC15)

NONSOLO15 ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E IL SOSTEGNO DI FAMILIARI E AMICI DI PERSONE AFFETTE DA SINDROME INVDUP15 (IDIC15) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLOTARIATO DENOMINATA NONSOLO15 ASSOCIAZIONE PER LA RICERCA E IL SOSTEGNO DI FAMILIARI E AMICI DI PERSONE AFFETTE DA SINDROME INVDUP15 (IDIC15) ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA

Dettagli

3 SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE

3 SCOPI DELL'ASSOCIAZIONE STATUTO Associazione ROSPO Art. 1 DENOMINAZIONE - E' costituita nel rispetto del codice civile e della L. 383/ 2000 l'associazione R.O.S.P.O. (Rivista e Osservatorio Statistico per la Percezione e le Opinioni).

Dettagli

STATUTO (approvato Assemblea 26 maggio 2015)

STATUTO (approvato Assemblea 26 maggio 2015) STATUTO (approvato Assemblea 26 maggio 2015) Edizione Maggio 2015 TITOLO I DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA Art. 1 - Denominazione E' costituita una Società di Mutuo Soccorso con denominazione Fondi di Assistenza

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DIVERLIBERO STATUTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DIVERLIBERO STATUTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DIVERLIBERO STATUTO Art.1 Costituzione, denominazione e sede E' costituita con sede in Bologna (BO), Via Castellaccio n. 9, l'associazione di volontariato denominata

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI SOLIDARIETA' FAMILIARE "SPAZIO FAMIGLIA"

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI SOLIDARIETA' FAMILIARE SPAZIO FAMIGLIA STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI SOLIDARIETA' FAMILIARE "SPAZIO FAMIGLIA" Art. 1 Principi di organizzazione e durata. 1. L'Associazione di solidarietà familiare denominata "Spazio Famiglia", costituita in

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. Filò Sant'Andrea

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE. Filò Sant'Andrea STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE Filò Sant'Andrea Parte I - Costituzione e scopi Art. 1 - Denominazione e sede 1. è costituita, nel rispetto del codice civile e della normativa in materia,

Dettagli

CASA DEL VOLONTARIATO STATUTO

CASA DEL VOLONTARIATO STATUTO CASA DEL VOLONTARIATO STATUTO Art. 1 Denominazione - Sede - Durata E' costituita l'associazione denominata CASA DEL VOLONTARIATO, in seguito chiamata per brevità "associazione", con sede legale in Monza,

Dettagli

Il Consorzio opera senza fini di lucro e svolge attività strumentale ai soci pubblici, ai sensi della normativa vigente

Il Consorzio opera senza fini di lucro e svolge attività strumentale ai soci pubblici, ai sensi della normativa vigente STATUTO DELL AGENZIA DI ACCOGLIENZA E PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TORINO Art. 1 - DENOMINAZIONE E costituito ai sensi dell art. 2602 Codice Civile il Consorzio con attività esterna

Dettagli

Statuto Federazione Regionale Confapi Marche

Statuto Federazione Regionale Confapi Marche Statuto Federazione Regionale Confapi Marche Ancona, 11.04.2011 TITOLO I DEFINIZIONE E SCOPI DELL ASSOCIAZIONE Art. 1 In adempimento alle prescrizioni di cui all'art. 4 dello Statuto della Confederazione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA

STATUTO ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA Articolo 1 Denominazione STATUTO ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA E costituita a tempo indeterminato l associazione di promozione sociale denominata Lacumbia Film, di seguito indicata come Associazione. L

Dettagli

BOZZA STATUTO. COOPERATIVA s.r.l. - ONLUS

BOZZA STATUTO. COOPERATIVA s.r.l. - ONLUS BOZZA STATUTO COOPERATIVA s.r.l. - ONLUS TITOLO I Art. 1 E costituita, nella forma di società cooperativa a responsabilità limitata, una società cooperativa denominata Società cooperativa a responsabilità

Dettagli

STATUTO Associazione Nazionale Libertà e Progresso

STATUTO Associazione Nazionale Libertà e Progresso STATUTO Associazione Nazionale Libertà e Progresso Via Gino Funaioli 54/56, 00151 Roma Cod.fiscale 97726250588 Email: info@anlep.it Tel.: 327 8745150 Numero del conto corrente postale: 001011017454 Intestato

Dettagli

Allegato "B" al n. 63137/22298 di repertorio STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE È costituita l'associazione Italiana Investor Relations "AIR". ART.

Allegato B al n. 63137/22298 di repertorio STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE È costituita l'associazione Italiana Investor Relations AIR. ART. Allegato "B" al n. 63137/22298 di repertorio STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE È costituita l'associazione Italiana Investor Relations "AIR". ART. 2 - SEDE L'Associazione ha sede legale a Milano e può istituire

Dettagli

Allegato C al n. 8.475/4.355 di rep. STATUTO. della società per azioni. Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO

Allegato C al n. 8.475/4.355 di rep. STATUTO. della società per azioni. Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO Allegato C al n. 8.475/4.355 di rep. STATUTO della società per azioni Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova S.p.A. DENOMINAZIONE, SEDE, OGGETTO DURATA La società è denominata: Art. 1 - Denominazione

Dettagli

STATUTO Associazione. LA MAGNOLIA -Amici del Liceo Musicale del Conservatorio G.Verdi di Milano

STATUTO Associazione. LA MAGNOLIA -Amici del Liceo Musicale del Conservatorio G.Verdi di Milano STATUTO Associazione LA MAGNOLIA -Amici del Liceo Musicale del Conservatorio G.Verdi di Milano Articolo 1 - Denominazione ed oggetto sociale È costituita l Associazione LA MAGNOLIA - Amici del Liceo Musicale

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SANTA CATERINA ONLUS. Art. 1 DENOMINAZIONE E costituita l Associazione AMICI DELLA SANTA CATERINA O.N.L.U.S.

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SANTA CATERINA ONLUS. Art. 1 DENOMINAZIONE E costituita l Associazione AMICI DELLA SANTA CATERINA O.N.L.U.S. STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE AMICI DELLA SANTA CATERINA ONLUS Art. 1 DENOMINAZIONE E costituita l Associazione AMICI DELLA SANTA CATERINA O.N.L.U.S. Art. 2 DURATA L Associazione è un organizzazione non lucrativa

Dettagli

Federazione Italiana per la Cremazione. Fac-simile di Statuto per la costituzione di una Società per la Cremazione

Federazione Italiana per la Cremazione. Fac-simile di Statuto per la costituzione di una Società per la Cremazione Federazione Italiana per la Cremazione Fac-simile di Statuto per la costituzione di una Società per la Cremazione COSTITUZIONE E SCOPO Art. 1 Costituzione e Denominazione E costituita la Associazione per

Dettagli

Consorzio TOP-IX Statuto. Rev. 2013.05

Consorzio TOP-IX Statuto. Rev. 2013.05 STATUTO Articolo 1 - Denominazione Viene costituito un Consorzio con attività esterna denominato: "CONSORZIO TOPIX - TORINO E PIEMONTE EXCHANGE POINT" Articolo 2 - Sede La sede legale del Consorzio è fissata

Dettagli

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE NOI DEL TOSI GAS (GRUPPO DI ACQUISTO SOLIDALE) Costituzione - Denominazione Sede

REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE NOI DEL TOSI GAS (GRUPPO DI ACQUISTO SOLIDALE) Costituzione - Denominazione Sede REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE NOI DEL TOSI GAS (GRUPPO DI ACQUISTO SOLIDALE) Costituzione - Denominazione Sede Art. 1. All interno dell Associazione di Promozione Sociale Noi del Tosi

Dettagli

Presa d atto con Delibera di Giunta n.266 del 08/11/2013

Presa d atto con Delibera di Giunta n.266 del 08/11/2013 NUOVO STATUTO SOCIETA VALORE IMMOBILIARE Presa d atto con Delibera di Giunta n.266 del 08/11/2013 Art. 1) DENOMINAZIONE SOCIALE 1. Ai sensi dell'art. 2463 cod. civ. e dell art. 84 della Legge 27 dicembre

Dettagli

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche)

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) 1. Denominazione 1.1 L associazione è denominata: World Vision Italia ONLUS 1.2 Il nome e il logo di World Vision Italia ONLUS

Dettagli

1 DENOMINAZIONE "ASSOCIAZIONE CASE FUNERARIE FUNERAL HOME: ECCELLENZA FUNERARIA ITALIANA"

1 DENOMINAZIONE ASSOCIAZIONE CASE FUNERARIE FUNERAL HOME: ECCELLENZA FUNERARIA ITALIANA STATUTO Articolo 1 DENOMINAZIONE È costituita una Associazione legalmente riconosciuta, senza fini di lucro, denominata "ASSOCIAZIONE CASE FUNERARIE FUNERAL HOME: ECCELLENZA FUNERARIA ITALIANA", in sigla

Dettagli

STATUTO. Art. 1 - Denominazione - Sede - Durata. 1. È costituita l «UNIONE COMMERCIALISTI ED ESPERTI

STATUTO. Art. 1 - Denominazione - Sede - Durata. 1. È costituita l «UNIONE COMMERCIALISTI ED ESPERTI STATUTO Art. 1 - Denominazione - Sede - Durata 1. È costituita l «UNIONE COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI di CASERTA», enunciabile in sigla UNAGRACO CASERTA, con sede sociale in Aversa (CE) alla via

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE SOLARTE 1. COSTITUZIONE.... 2 2. SEDE.... 2 3. OGGETTO E SCOPO.... 2 4. ASSOCIATI.... 3 5. AMMISSIONE, ESCLUSIONE E RECESSO... 3 6. ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE.... 4 7. ASSEMBLEA

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz)

STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz) STATUTO ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI AZIENDALI (ANVAz) ART. 1 Denominazione e sede E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della normativa in materia e del Codice deontologico veterinario, l

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA REVENUE MANAGEMENT

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA REVENUE MANAGEMENT STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA REVENUE MANAGEMENT ART. 1 COSTITUZIONE SEDE E DENOMINAZIONE E' costituita, ai sensi delle disposizioni vigenti, l'associazione denominata AIRM Associazione Italiana Revenue

Dettagli

Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Perl.it

Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Perl.it Statuto dell'associazione di Promozione Sociale Perl.it Art. 1 DENOMINAZIONE È costituita nel rispetto del codice civile e della L. 383/2000 l'associazione di promozione sociale Perl.it. Art. 2 SEDE L'Associazione

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Dislessia Discalculia Lodi"

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Dislessia Discalculia Lodi Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Dislessia Discalculia Lodi" Art. 1 - Costituzione e Sede E costituita l Organizzazione di Volontariato denominata Associazione Dislessia Discalculia

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE Indice generale Art.1 Costituzione e sede...1 Art.2 Durata dell Organizzazione...1 Art.3 Carattere dell Organizzazione...1 Art.4 Scopi dell Organizzazione...1 Art.5 Requisiti dei soci...2 Art.6 Ammissione

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE "AMICI DI NOSTRA SIGNORA DEL BUON CONSIGLIO Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale" Costituzione

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE AMICI DI NOSTRA SIGNORA DEL BUON CONSIGLIO Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale Costituzione STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE "AMICI DI NOSTRA SIGNORA DEL BUON CONSIGLIO Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale" Costituzione Art.1 - E' costituita l'associazione "AMICI DI NOSTRA SIGNORA DEL BUON

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO dell'associazione AMICI SENZA CONFINI ONLUS

REGOLAMENTO INTERNO dell'associazione AMICI SENZA CONFINI ONLUS REGOLAMENTO INTERNO dell'associazione AMICI SENZA CONFINI ONLUS (Redatto dal Consiglio Direttivo in data 15 marzo 2013 ed approvato dall'assemblea dei Soci nella riunione del 28 marzo 2013) Art. 1 Approvazione

Dettagli

COPIA INTEGRALE DELLO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. (Denominazione) Art. 1 É costituita l Associazione Sportiva Dilettantistica,

COPIA INTEGRALE DELLO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. (Denominazione) Art. 1 É costituita l Associazione Sportiva Dilettantistica, COPIA INTEGRALE DELLO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA (Denominazione) Art. 1 É costituita l Associazione Sportiva Dilettantistica, L Associazione, in quanto non riconosciuta, è disciplinata

Dettagli

SOCIETÀ GENERALE DI MUTUO SOCCORSO BASIS ASSISTANCE STATUTO DI SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO

SOCIETÀ GENERALE DI MUTUO SOCCORSO BASIS ASSISTANCE STATUTO DI SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO 1 SOCIETÀ GENERALE DI MUTUO SOCCORSO BASIS ASSISTANCE STATUTO DI SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO INDICE TITOLO I...1 DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA...1 Art. 1 Denominazione...1 Art. 2 Sede...1 Art. 3 Durata...1

Dettagli

STATUTO di VENICE INTERNATIONAL UNIVERSITY

STATUTO di VENICE INTERNATIONAL UNIVERSITY STATUTO di VENICE INTERNATIONAL UNIVERSITY ART. 1 Costituzione 1. E' costituita in Venezia a iniziativa dell'università Ca' Foscari di Venezia, dell'università IUAV di Venezia, della Provincia di Venezia,

Dettagli

ALLEGATO B STATUTO MUTUA NUOVA SANITA

ALLEGATO B STATUTO MUTUA NUOVA SANITA ALLEGATO B ART. 1 Denominazione STATUTO MUTUA NUOVA SANITA E costituita una società di Mutuo Soccorso con la denominazione di "MUTUA NUOVA SANITÀ " che nel presente statuto viene indicata, per brevità,

Dettagli

S F I R S Società Finanziaria Industriale Rinascita Sardegna Società per Azioni d'interesse nazionale Sede in Cagliari STATUTO TITOLO I

S F I R S Società Finanziaria Industriale Rinascita Sardegna Società per Azioni d'interesse nazionale Sede in Cagliari STATUTO TITOLO I S F I R S Società Finanziaria Industriale Rinascita Sardegna Società per Azioni d'interesse nazionale Sede in Cagliari STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE - SEDE - OGGETTO - DURATA Articolo 1 Denominazione

Dettagli

STATUTO Art. 1 - Costituzione "Veterinari Italiani Diplomati dei Colleges Europei" (VIDiCE). Art. 2 Finalità e Scopi sociali

STATUTO Art. 1 - Costituzione Veterinari Italiani Diplomati dei Colleges Europei (VIDiCE). Art. 2 Finalità e Scopi sociali STATUTO Art. 1 - Costituzione 1.1 - È costituita l associazione "Veterinari Italiani Diplomati dei Colleges Europei" (VIDiCE). 1.2 - La durata dell associazione è illimitata. 1.3 - L associazione ha sede

Dettagli

STATUTO DELLA. "Associazione MODA E MODI. per una cultura della moda e per una moda di cultura" --==oo0oo==-- TITOLO I. Art. 1. Denominazione e sede

STATUTO DELLA. Associazione MODA E MODI. per una cultura della moda e per una moda di cultura --==oo0oo==-- TITOLO I. Art. 1. Denominazione e sede Allegato "A" al n. STATUTO DELLA "Associazione MODA E MODI per una cultura della moda e per una moda di cultura" o più brevemente: "Associazione MODA E MODI" --==oo0oo==-- TITOLO I Art. 1 Denominazione

Dettagli

STATUTO TITOLO I ART. 1 DENOMINAZIONE

STATUTO TITOLO I ART. 1 DENOMINAZIONE STATUTO TITOLO I ART. 1 DENOMINAZIONE E costituita la Società di Mutuo Soccorso MUTUAPIU (di seguito indicata come Mutua). La Mutua acquisisce personalità giuridica ai sensi della legge 15 aprile 1886

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

Statuto. Articolo 2 - Sede Il Fondo ha sede in Milano.

Statuto. Articolo 2 - Sede Il Fondo ha sede in Milano. STATUTO DEL FONDO UNICO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO I RISCHI DI NON AUTOSUFFICIENZA DEI DIPENDENTI DEL SETTORE ASSICURATIVO (in breve: Fondo unico nazionale l.t.c.) Statuto premesso che - le Parti,

Dettagli

STATUTO SOCIALE. Art. 1 ) - Costituzione, denominazione e sede. 1.1 Nella circoscrizione territoriale del COLLEGIO PROVINCIALE GEOMETRI E

STATUTO SOCIALE. Art. 1 ) - Costituzione, denominazione e sede. 1.1 Nella circoscrizione territoriale del COLLEGIO PROVINCIALE GEOMETRI E ALLEGATO C STATUTO SOCIALE Art. 1 ) - Costituzione, denominazione e sede 1.1 Nella circoscrizione territoriale del COLLEGIO PROVINCIALE GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI ASTI è costituita una associazione

Dettagli

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace

Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace STATUTO AIAS (approvato nell Assemblea Straordinaria dell 11/12/12 presso Aula Morandi FAST Milano) Art. 1 Costituzione e denominazione 1. L Associazione Italiana fra Addetti alla Sicurezza, denominata

Dettagli

ASSOCIAZIONE ".AMICI DEL MADAGASCAR" -.ONLUS -

ASSOCIAZIONE .AMICI DEL MADAGASCAR -.ONLUS - ASSOCIAZIONE ".AMICI DEL MADAGASCAR" -.ONLUS - 1 STATUTO COSTITUZIONE - DENOMINAZIONE - SEDE ART. 1 E' costituita con Sede in Brissago V. Via Martiri n. 3, l'associazione di Volontariato denominata "Amici

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CLUB OF FLORENCE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CLUB OF FLORENCE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CLUB OF FLORENCE Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, SCOPO, DURATA Art. 1) Fra tutti coloro che aderiscono al presente statuto è costituita una associazione con la denominazione "Club

Dettagli

STATUTO DELL AGENZIA DI ACCOGLIENZA E PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TORINO

STATUTO DELL AGENZIA DI ACCOGLIENZA E PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TORINO STATUTO DELL AGENZIA DI ACCOGLIENZA E PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI TORINO Art. 1 - DENOMINAZIONE E costituito ai sensi dell art. 2602 Codice Civile il Consorzio con attività esterna

Dettagli

LO STATUTO. Fondazione Banca San Paolo di Brescia. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE

LO STATUTO. Fondazione Banca San Paolo di Brescia. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE È istituita la Fondazione denominata "Fondazione Banca San Paolo di Brescia" al fine di assicurare, con un nuovo strumento adeguato alla vigente legislazione, la prosecuzione

Dettagli

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO

Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO Comitato civico cittadino CENTRO STORICO Genzano di Roma STATUTO ART. 1 Costituzione - Denominazione - Sede È costituito un Comitato civico cittadino denominato Centro Storico, di seguito chiamato anche

Dettagli

Statuto dell Associazione di Promozione Sociale GRATI AL LICEO LUSSANA

Statuto dell Associazione di Promozione Sociale GRATI AL LICEO LUSSANA Statuto dell Associazione di Promozione Sociale GRATI AL LICEO LUSSANA Art.1 - Denominazione, sede e durata E' costituita, ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383, l'associazione di promozione sociale

Dettagli

Amici di Italia 61 Associazione culturale www.italia61.it info@italia61.it

Amici di Italia 61 Associazione culturale www.italia61.it info@italia61.it STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE SENZA FINALITA ECONOMICHE AMICI DI ITALIA 61 Art.1 È costituita una Associazione denominata Amici di Italia 61. L Associazione è regolata dalla normativa civilistica

Dettagli

Statuto CasaClima Network Sezione ABRUZZO

Statuto CasaClima Network Sezione ABRUZZO Statuto CasaClima Network Sezione ABRUZZO Art. 1: Denominazione Sede - Durata - Scopo 1.1 Nome 1.2 Sede 1.3 Durata Art. 2: Scopo dell associazione Comunicazioni esterne Utilizzo del logo 2.1 Scopo dell

Dettagli

STATUTO BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO - ONLUS

STATUTO BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO - ONLUS STATUTO del BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO - ONLUS Registrazione esente da imposta di registro (art. 8 L. 266/91) e bollo (art. 17 D.Lgs. 460/1997) BANCO DI SOLIDARIETA DI COMO ONLUS Via Oltrecolle, 139

Dettagli

ASSOCIAZIONE SOCIO-CULTURALE V.E.R.I. Verità Emancipazione Rispetto - Impegno STATUTO. Art. 1 (Denominazione,sede)

ASSOCIAZIONE SOCIO-CULTURALE V.E.R.I. Verità Emancipazione Rispetto - Impegno STATUTO. Art. 1 (Denominazione,sede) ASSOCIAZIONE SOCIO-CULTURALE V.E.R.I. Verità Emancipazione Rispetto - Impegno STATUTO Art. 1 (Denominazione,sede) 1. E costituita, nel rispetto della Costituzione, del Codice Civile e della Legge 266/91,

Dettagli

Atto Costitutivo e Statuto Associazione No Profit. - oooooo - "Cloud Security Alliance Italy Chapter"

Atto Costitutivo e Statuto Associazione No Profit. - oooooo - Cloud Security Alliance Italy Chapter Atto Costitutivo e Statuto Associazione No Profit - oooooo - Titolo I Articolo 1 Denominazione - Sede - Durata - Scopi Denominazione e sede È costituita una Associazione senza scopo di lucro denominata

Dettagli

STATUTO P.F.PROGRESSO FONTANA BOLOGNA ASD

STATUTO P.F.PROGRESSO FONTANA BOLOGNA ASD STATUTO P.F.PROGRESSO FONTANA BOLOGNA ASD (aggiornato alle modifiche dell'art.90 L.289/02 e succ.ve modifiche). Art. 1 - Denominazione e sede E' costituita l'associazione non riconosciuta, ai sensi degli

Dettagli

Allegato A ad atto rep. N.7984/3857 Notaio Olivia Barresi STATUTO DI ASSOCIAZIONE CRAZY FOR DIGITAL MARKETING. Articolo 1 COSTITUZIONE

Allegato A ad atto rep. N.7984/3857 Notaio Olivia Barresi STATUTO DI ASSOCIAZIONE CRAZY FOR DIGITAL MARKETING. Articolo 1 COSTITUZIONE Allegato A ad atto rep. N.7984/3857 Notaio Olivia Barresi È costituita l'associazione denominata STATUTO DI ASSOCIAZIONE CRAZY FOR DIGITAL MARKETING Articolo 1 COSTITUZIONE CRAZY FOR DIGITAL MARKETING

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE LABORATORIO MONDO Art. 1 Denominazione - Sede E' costituita, nello spirito della Costituzione della

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE LABORATORIO MONDO Art. 1 Denominazione - Sede E' costituita, nello spirito della Costituzione della STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE LABORATORIO MONDO Art. 1 Denominazione - Sede E' costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana, ai sensi degli art. 36 e seguenti

Dettagli

Associazione di Volontariato La Dimora Accogliente STATUTO

Associazione di Volontariato La Dimora Accogliente STATUTO Associazione di Volontariato La Dimora Accogliente STATUTO Art. 1 Costituzione 1. E costituita l Associazione di volontariato denominata La Dimora Accogliente, che in seguito sarà denominata l Organizzazione:

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ORCHESTRA DEI GIOVANI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ORCHESTRA DEI GIOVANI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ORCHESTRA DEI GIOVANI TITOLO I - Denominazione - sede ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed ai sensi degli artt. 36 e segg. del Codice

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l associazione di promozione sociale, ai sensi della L. 383/2000 e della L.R. 9/2004, denominata SGUINZAGLIATI L associazione

Dettagli

STATUTO della S.M.S. POLIZIA MUNICIPALE GENOVA

STATUTO della S.M.S. POLIZIA MUNICIPALE GENOVA STATUTO della S.M.S. POLIZIA MUNICIPALE GENOVA TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA Art. 1 - Denominazione L Associazione Operaia di Mutuo Soccorso fra gli Agenti della Polizia Municipale di Genova, fondata

Dettagli

ART.1 - E' costituita in Catania l'associazione culturale di. volontariato sociale denominata "Associazione Studentesca

ART.1 - E' costituita in Catania l'associazione culturale di. volontariato sociale denominata Associazione Studentesca Statuto Associazione Studentesca degli Informatici Catanesi TITOLO I (Denominazione, Scopo, Patrimonio Sociale) ART.1 - E' costituita in Catania l'associazione culturale di volontariato sociale denominata

Dettagli

Articolo 1 E' costituita, con durata illimitata, la Società Italiana di Patologia e Medicina Orale (S.I.P.M.O.).

Articolo 1 E' costituita, con durata illimitata, la Società Italiana di Patologia e Medicina Orale (S.I.P.M.O.). NUOVO STATUTO SIPMO SOCIETA ITALIANA DI PATOLOGIA E MEDICINA ORALE I. Denominazione, scopi, sede e durata Articolo 1 E' costituita, con durata illimitata, la Società Italiana di Patologia e Medicina Orale

Dettagli

FONDAZIONE CASA DI ENZO FERRARI - MUSEO. Art.1 Costituzione

FONDAZIONE CASA DI ENZO FERRARI - MUSEO. Art.1 Costituzione STATUTO FONDAZIONE CASA DI ENZO FERRARI - MUSEO Art.1 Costituzione E costituita una Fondazione denominata "Fondazione Casa di Enzo Ferrari Museo", con sede a Modena, Via Scudari n. 20. La Fondazione risponde

Dettagli

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA')

CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni STATUTO TITOLO I (FINALITA') Art. 1 Art. 1 Denominazione e finalità dell'associazione CamMiNo Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e

Dettagli

Statuto. Art 1. L Associazione di volontariato, fondata nel 1987 dai Lions del Distretto 108 Ib

Statuto. Art 1. L Associazione di volontariato, fondata nel 1987 dai Lions del Distretto 108 Ib Statuto Art 1 L Associazione di volontariato, fondata nel 1987 dai Lions del Distretto 108 Ib e sostenuta dai Lions Club dei Distretti Lions lombardi (108 Ib1, Ib2, Ib3 ed Ib4), assume la denominazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE StoriaMemoria.EU

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE StoriaMemoria.EU STATUTO DELL ASSOCIAZIONE StoriaMemoria.EU Titolo I Denominazione, sede e durata Art. 1 - E' costituita l'associazione denominata StoriaMemoria.EU. Art. 2 - L'associazione ha sede legale in Bologna. L

Dettagli

Statuto Associazione ONLUS PARCO I GORGHI

Statuto Associazione ONLUS PARCO I GORGHI Statuto Associazione ONLUS PARCO I GORGHI Via Lamborghini, Renazzo (FE) Art. 01 - Costituzione, denominazione e sede E' costituita l'associazione denominata PARCO I GORGHI, organizzazione non lucrativa

Dettagli

Statuto dell Associazione CA FOSCARI ALUMNI 28/10/2011

Statuto dell Associazione CA FOSCARI ALUMNI 28/10/2011 Statuto dell Associazione CA FOSCARI ALUMNI 28/10/2011 ART. 1. COSTITUZIONE E costituita, ai sensi dell art. 36 e seguenti del Codice Civile, l Associazione denominata: CA FOSCARI ALUMNI L Associazione

Dettagli

ARTICOLO 5 SCOPI E FINALITA' Il fondo ha lo scopo di garantire, ai lavoratori iscritti, trattamenti di assistenza sanitaria integrativa.

ARTICOLO 5 SCOPI E FINALITA' Il fondo ha lo scopo di garantire, ai lavoratori iscritti, trattamenti di assistenza sanitaria integrativa. S T A T U T O FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL SETTORE VIGILANZA PRIVATA ARTICOLO 1 COSTITUZIONE In attuazione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per

Dettagli