Decreto Determinazione dei livelli essenziali e requisiti di eleggibilità delle prestazioni per il diritto allo studio universitario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Decreto Determinazione dei livelli essenziali e requisiti di eleggibilità delle prestazioni per il diritto allo studio universitario"

Transcript

1 Decreto Determinazione dei livelli essenziali e requisiti di eleggibilità delle prestazioni per il diritto allo studio universitario Commento a cura della RUN. Ha collaborato alla stesura del commento Giuseppe Macoretta Con questo decreto si rende strutturale il sotto-finanziamento del diritto allo studio a cui ci ha abituato il governo Berlusconi negli ultimi tre anni: dopo il taglio dei fondi, ora si passa al taglio degli studenti idonei, introducendo criteri più stringenti in termini di ISEE e di requisiti di merito. Tutto ciò va fermato prima che diventi il quadro normativo del DSU dei prossimi anni e che escluda dall'accesso all'università una fascia rilevante degli studenti italiani. Nell'analisi del diritto allo studio va tenuto fermo un concetto ben espresso nella nostra Costituzione: esso è lo strumento che garantisce ai figli delle famiglie meno abbienti la possibilità di accedere agli studi universitari e di provare a costruirsi un futuro migliore, e deve essere un investimento a fondo perduto dello stato; le borse vanno mantenute per merito, ma non ha alcun senso incrementare i requisiti in termini di CFU per darle solo agli studenti particolarmente meritevoli, se non quello di nascondere dietro ciò la volontà di ridurre le risorse destinate a questo capitolo. Questi sono i punti su cui verte la nostra critica al decreto. 1) Aumento dei CFU necessari alla conferma della borsa di studio Per i corsi di laurea triennale ANNO Requisiti attuali Nuovi requisiti Differenza Ulteriore semestre Inoltre per la conferma della borsa per il secondo anno il termine per conseguire i CFU passa dal 31 settembre al 10 agosto. Per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico Anno Requisiti attuali Nuovi requisiti Differenza Ulteriore semestre

2 Per i corsi ad accesso programmato i limiti possono essere innalzati dalle regioni in misura pari alla media dei crediti conseguiti dagli studenti. Per i corsi di laurea magistrale Anno Requisiti attuali Requisiti nuovi Differenza Ulteriore semestre In ogni caso, se l organizzazione dei corsi prevede la presenza di corsi a carattere annuale, i requisiti di merito sono ridotti di 2 crediti per ogni corso di tale tipologia attivato nell anno accademico di riferimento. 2) Taglio dei Bonus Anno Bonus attuali Con il nuovo decreto Differenza Anni successivi Attualmente: La quota bonus non utilizzata nell'anno accademico di riferimento può essere utilizzata negli anni successivi; Con il nuovo decreto: La quota bonus non utilizzata nell'anno accademico di riferimento non può più essere utilizzata negli anni successivi. 3) Requisiti economici I requisiti economici attuali sono nella forbice di ISEE tra ,72 e ,63 Con il nuovo decreto, l'ipotesi A lascia alle regioni la scelta nell'intervallo tra e di ISEE, mentre l' ipotesi B fissa una soglia di (al di sotto della media della soglia usata ora dalle regioni, in Toscana è ). 4) Revoca integrale della borsa Si prevede che se lo studente non consegue 30 CFU entro il 30 novembre deve restituire le quote monetarie percepite e l'importo monetario corrispondente al valore dei servizi goduti. Uno studente fuori sede al minimo di ISEE arriva a dover restituire fino a Ora invece in Toscana, ad esempio, in caso di revoca al 30 novembre, gli studenti devono restituire solo la quota monetaria ricevuta e non l'intero costo dei servizi fruiti. Con questo provvedimento, si avvicina sempre più la borsa di studio ad un prestito d'onore, scoraggiando gli studenti meno abbienti dal provare ad iscriversi all'università con la

3 preoccupazione che se non raggiungeranno la quota di 30 cfu, la metà dei crediti dell'anno quindi, dovranno restituire un importo dello stesso ordine di grandezza dell'isee familiare. 5) Cambio dell'erogazione della quota monetaria Per il primo anno dei corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico, attualmente la quota monetaria viene erogata nella misura del 60 % entro dicembre e del 40 % entro il 10 agosto (al conseguimento di 20 CFU, in Toscana) Con il nuovo decreto la quota monetaria viene erogata nella misura del 20% entro il 10 novembre, del 30% al raggiungimento di 10 CFU (purché entro il 28 febbraio) ed il restante 50 % al raggiungimento di 30 CFU (purché entro il 10 agosto). In questo modo una parte sempre maggiore della borsa di studio, viene erogata in base a requisiti di merito anche al primo anno. Per il primo anno dei corsi di laurea magistrale attualmente il 50% della quota monetaria viene erogata entro il mese di dicembre ed il restante 50% entro il mese di giugno, con il decreto la prima rata della borsa, in misura pari al 30% del totale, è corrisposta entro il 10 novembre, la seconda rata della borsa è corrisposta al conseguimento di 35 crediti, purché conseguiti entro il 10 agosto. 6) Mancata previsione della figura degli studenti indipendenti Nel nuovo decreto viene eliminata ogni previsione nazionale della figura dello studente indipendente dal nucleo familiare, lasciando alle regioni la possibilità di considerare in via eccezionale la condizione di studente indipendenti per chi dimostri di avere una residenza esterna all'unità abitativa della famiglia di origine da almeno due anni e la presenza di un adeguata capacità di reddito. Si finisce per colpire i lavoratori che decidano di iscriversi all'università, dal momento che si può accedere alle borse fino a 35 anni. Solo per il dottorato il nucleo familiare del richiedente i benefici è formato esclusivamente dallo stesso soggetto, dal coniuge, dai figli e dai soggetti a loro carico ai fini IRPEF, indipendentemente dalla residenza anagrafica. 7) Il nodo dei finanziamenti e dell'aumento delle tasse In un quadro di cronico sotto-finanziamento del diritto allo studio, che oggi non riesce ad erogare la borsa al 20% degli idonei, il governo vuole ridurre ulteriormente la spesa. Al contrario, è sufficiente un confronto con Francia e Germania per capire quanto sia necessario un aumento dei finanziamenti. I fondi destinati complessivamente al DSU in Italia sono circa un terzo di quanto destinato da Germania e Francia, che hanno all'incirca lo stesso numero di studenti, ma garantiscono la borsa al 24% degli studenti contro 8,4% del nostro paese (dati ). E questi negli ultimi anni di crisi, hanno aumentato il numero degli studenti beneficiari di borsa. Rispetto allo scorso anno, per il 2012 sono previsti 50 milioni di euro in più sul Fondo nazionale integrativo per la concessione di borse di studio e prestiti d'onore, 150 milioni contro i 101 milioni di euro del 2011, riportando il fondo all'incirca allo stesso valore precedente l'ultimo governo Berlusconi, 10 milioni in meno, ma mancano ancora 100 milioni rispetto al 2009, anno in cui comunque sono rimasti senza borsa molti studenti idonei, circa il 17%.

4 Se le regioni non dovessero integrare con ulteriori fondi propri, si ridurrebbe notevolmente la quota dei fondi per il diritto allo studio. I fondi mancanti, dovuti alla volontà del ministro Gelmini e di tutto il governo Berlusconi di abbandonare il sistema basato sulle borse di studio, non possono essere trovati con l'aumento della tassa regionale pagata dagli studenti non borsisti, che dai 110 di media di oggi, verrebbe portata ad un intervallo tra 120 e 200 in base al reddito, arrivando a fornire un gettito di circa 250 milioni di euro. Un aumento della tassa regionale è possibile, ma andrebbe destinato alla copertura di ulteriori servizi (assistenza sanitaria, carta di cittadinanza) o all'estensione della fascia ISEE in cui si ricevono le borse di studio o ad estendere le agevolazioni per chi ha un ISEE superiore a ma comunque inferiore ad una quota che comprenda il ceto medio. Il nodo dei finanziamenti è cruciale ed la trattativa tra stato e regioni non può vertere sulla volontà di scaricare sull'altro la copertura dei servizi e sulla diminuzione degli idonei. La causa di ciò è da trovarsi in buona misura dal taglio di circa 10 miliardi che le regioni hanno subito negli ultimi due anni a seguito delle due manovre estive di Tremonti, che hanno scaricato sulla riduzione dei servizi il peso della sistemazione dei conti pubblici italiani. Le altre novità sono: 1) Mancata rivalutazione della borsa 2) Extra borsa per gli studenti che vivono in una città metropolitana Per gli studenti fuori sede iscritti a corsi di istruzione superiore con sede nei comuni di Bologna, Firenze, Milano, Roma e Venezia, per i quali le indagini sui costi di mantenimento hanno evidenziato spese più rilevanti per l alloggio, gli importi della borsa di studio di cui al comma precedente sono incrementati di euro se l ISEEU è minore o uguale ai due terzi del livello massimo, e di 700,00 euro se l ISEEU è maggiore dei due terzi del livello massimo, qualora non beneficino di un posto letto in residenza universitaria, in relazione al maggiore costo dell alloggio. 3) Premio per gli studenti in pari Lo studente che consegua il titolo di studio di laurea magistrale e di laurea magistrale a ciclo unico entro la durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici beneficia di un'integrazione della borsa pari alla metà di quella ottenuta nell'ultimo anno di corso. 4) Borsa per periodi di studio all'estero Gli studenti beneficiari di borsa di studio hanno diritto per una sola volta per ciascun corso di istruzione superiore ad una integrazione della borsa per la partecipazione a programmi di mobilità internazionale a condizione che il periodo di studio e/o tirocinio abbia un riconoscimento accademico in termini di crediti nell'ambito del proprio corso di studi in Italia, anche se ai fini della predisposizione della prova conclusiva. A tal fine le regioni e le province autonome concedono una integrazione della borsa di importo minimo pari a 600 euro su base mensile per la durata del periodo di permanenza all'estero, sino ad un massimo di dieci mesi. Dall'importo è dedotto l'ammontare della borsa concessa a valere sui fondi dell'unione Europea o su altro accordo bilaterale anche non comunitario. Il rimborso delle spese di viaggio di andata e ritorno è

5 concesso sino all'importo di 100 euro per i paesi europei e sino all'importo di 500 euro per i paesi extraeuropei. L'importo della borsa è maggiore rispetto a quanto previsto sinora (+100 ), tuttavia non è più previsto l'obbligo di anticipare una parte della borsa prima della partenza, con ovvi problemi per gli studenti.

Analisi della Bozza Decreto D.S.U.

Analisi della Bozza Decreto D.S.U. Analisi della Bozza Decreto D.S.U. Analizziamo in questo documento la bozza dello Schema di Decreto Ministeriale Determinazione dei livelli essenziali e requisiti di eleggibilità delle prestazioni per

Dettagli

Art.1 I benefici a concorso

Art.1 I benefici a concorso Art.1 I benefici a concorso E indetto il concorso per l assegnazione delle borse di studio agli studenti iscritti all'università IUAV di Venezia, per l anno accademico 2015-2016. La borsa di studio è costituita

Dettagli

Scheda tecnica sul nuovo decreto per il diritto allo studio universitario

Scheda tecnica sul nuovo decreto per il diritto allo studio universitario Scheda tecnica sul nuovo decreto per il diritto allo studio universitario Analisi tecnica dello schema di decreto legislativo recante revisione della normativa di principio in materia di diritto allo studio

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E AD INTERIM MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E AD INTERIM MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA !"# IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E AD INTERIM MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA VISTI gli articoli 3 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana; VISTA

Dettagli

D.P.C.M. 9 aprile 2001

D.P.C.M. 9 aprile 2001 D.P.C.M. 9 aprile 2001 Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell'articolo 4 della legge 2 dicembre 1991, n. 390" registrato alla Corte dei Conti il 6.6.2001 reg. 7, fg.

Dettagli

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO GLOSSARIO ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 SEZIONE 1

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 7 BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO EROGATE DALL DI - ANNO ACCADEMICO 2014/2015-1. OGGETTO DEL CONCORSO 1.1 L E.r.s.u. di Macerata, in attuazione dell art. 23 della Legge Regionale

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO EROGATE DALL E.R.S.U. DI MACERATA - ANNO ACCADEMICO 2015/2016 -

BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO EROGATE DALL E.R.S.U. DI MACERATA - ANNO ACCADEMICO 2015/2016 - 9.06.015 7 BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO EROGATE DALL DI - ANNO ACCADEMICO 015/016-1. OGGETTO DEL CONCORSO 1.1 L E.r.s.u. di Macerata, in attuazione dell art. 3 della Legge

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA BORSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO 2015/2016

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA BORSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 D.D. N. 736 / 2015 Prot. N. 36879 - V/5 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA BORSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 - Definizioni...2 Art. 2 - Finalità del bando...2

Dettagli

BORSE DI STUDIO. Lo studente beneficiario di borsa di studio ha diritto a particolari benefici:

BORSE DI STUDIO. Lo studente beneficiario di borsa di studio ha diritto a particolari benefici: BORSE DI STUDIO La borsa di studio è un beneficio erogato parte in denaro e parte in servizi agli studenti iscritti ai corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato di ricerca. La borsa di studio che

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA BORSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO 2014/2015

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA BORSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 D.D. N. 562 / 2014 Prot. N. 28981 - V/5 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA BORSA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Art. 1 - Definizioni... 2 Art. 2 - Tipologie di studenti

Dettagli

domanda di iscrizione per la prima volta a ciascun corso di studi

domanda di iscrizione per la prima volta a ciascun corso di studi Relazione L articolo 5, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 ha previsto una revisione delle modalità di determinazione e dei campi

Dettagli

Un confronto tra le prestazioni di alcune Regioni nel settore DSU: le borse di studio a.a. 2006/07

Un confronto tra le prestazioni di alcune Regioni nel settore DSU: le borse di studio a.a. 2006/07 Osservatorio Regionale per il Diritto allo Studio Universitario Un confronto tra le prestazioni di alcune Regioni nel settore DSU: le borse di studio a.a. 2006/07 Nota di lavoro n. 2/2007 Bozza per la

Dettagli

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012

UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI A.A. 2011/2012 Per l'anno accademico 2011/2012 l'università ha stabilito le norme relative alla tassazione e alla contribuzione universitaria secondo

Dettagli

2014/2015. a.a. Bando per la concessione di:

2014/2015. a.a. Bando per la concessione di: a.a. 2014/2015 Bando per la concessione di: Borse di studio Servizi residenziali Servizi ristorativi Contributi di mobilità internazionale Interventi straordinari Interventi a favore di studenti disabili

Dettagli

Acquisito il parere favorevole e conforme espresso dalla VI Commissione Consiliare nella seduta del 21 aprile 2015.

Acquisito il parere favorevole e conforme espresso dalla VI Commissione Consiliare nella seduta del 21 aprile 2015. REGIONE PIEMONTE BU17S1 30/04/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 27 aprile 2015, n. 20-1348 L.R. 16/92 s.m.i., art. 6 bis. Criteri per la pubblicazione, da parte dell'edisu, dei bandi di concorso

Dettagli

ESU Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario

ESU Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario ALLEGATO A al Decreto del Direttore n. 128 del 08.07.2013 ESU Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI DELL ESU DI VERONA,

Dettagli

3 - Requisiti di MERITO e REDDITO

3 - Requisiti di MERITO e REDDITO Azienda regionale per il diritto allo studio universitario Via dell Artigliere, 9 79 Verona - P.IVA: 070 Tel: 0-808 Fax: 0-8080 E-mail: segreteria@esu.vr.it Internet: http://www.esu.vr.it ALLEG ATO (B)

Dettagli

A relazione dell'assessore Molinari:

A relazione dell'assessore Molinari: REGIONE PIEMONTE BU28 11/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 17 giugno 2013, n. 23-5963 L.R. 18 marzo 1992 n. 16, art. 6. Criteri per l'elaborazione e la pubblicazione da parte dell'edisu Piemonte

Dettagli

Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2015/2016

Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2015/2016 Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2015/2016 INDICE Art. 1 Finalità del Bando... Art. 2 Chi può accedere e durata di fruibilità del

Dettagli

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell Umbria Perugia Via Benedetta, 14

Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell Umbria Perugia Via Benedetta, 14 Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell Umbria Perugia Via Benedetta, 14 Bando di concorso per l assegnazione di borse di studio e servizi per il diritto allo studio universitario A.A.2013/2014

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI a.a. 2015-2016 SOMMARIO 1 - Tassa di iscrizione 1.1 - Modalità di calcolo per gli immatricolati 1.2 - Modalità di calcolo per gli anni successivi

Dettagli

LA RETTRICE D E CRET A REGOLAMENTO TASSE UNIVERSITARIE, CONTRIBUTI, RIDUZIONI ED ESONERI DELL'UNIVERSITA' PER STRANIERI DI SIENA NORME GENERALI

LA RETTRICE D E CRET A REGOLAMENTO TASSE UNIVERSITARIE, CONTRIBUTI, RIDUZIONI ED ESONERI DELL'UNIVERSITA' PER STRANIERI DI SIENA NORME GENERALI Decreto n. 383.14 Prot. n. 9360 Università per Stranieri di Siena LA RETTRICE - Viste le leggi sull Istruzione Universitaria; - Viste la legge 2/12/1991 n. 390; - Vista la Legge 24.12.1993 n. 537; - Vista

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Diritto allo Studio Universitario. Bando di concorso a.a. 2012/13. Borse di studio Borse servizi Posti alloggio

Diritto allo Studio Universitario. Bando di concorso a.a. 2012/13. Borse di studio Borse servizi Posti alloggio Diritto allo Studio Universitario Bando di concorso a.a. 2012/13 Borse di studio Borse servizi Posti alloggio Luglio 2012 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini

Dettagli

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1 AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 008/009 - ARTICOLO OGGETTO DEL BANDO. Il presente bando disciplina il conferimento

Dettagli

I benefici del presente intervento sono concessi nel limite delle risorse assegnate annualmente con deliberazione della Giunta provinciale.

I benefici del presente intervento sono concessi nel limite delle risorse assegnate annualmente con deliberazione della Giunta provinciale. 3.b) Alta formazione all estero Soggetto competente: Opera Universitaria 1. FINALITA DELL INTERVENTO L intervento ha l obiettivo di sostenere la formazione universitaria di eccellenza all estero, mettendo

Dettagli

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2001 - Atti Ministeriali... Pagina 1 di 11

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2001 - Atti Ministeriali... Pagina 1 di 11 Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 aprile 2001 - Atti Ministeriali... Pagina 1 di 11 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Cerca Home» Atti Ministeriali» Anno

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI A CARICO DEGLI STUDENTI PER L A.A. 2014/2015 (Delibera Consiglio di Amministrazione n. 266/15743 del 26/05/2014) Modalità di determinazione della situazione economica dello

Dettagli

1. INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE PERCORSI DI ECCELLENZA

1. INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE PERCORSI DI ECCELLENZA 1. INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE PERCORSI DI ECCELLENZA 3.a) Alta formazione Soggetto competente: Opera Universitaria 1. FINALITA DELL INTERVENTO L intervento ha l obiettivo di incentivare la partecipazione

Dettagli

GUIDA ALLA BORSA DI STUDIO ISU BOCCONI

GUIDA ALLA BORSA DI STUDIO ISU BOCCONI ISU BOCCONI Piazza Sraffa 11 Centro per il Diritto 20136 Milano allo Studio Universitario tel +39 025836.2147 isuborse@unibocconi.it www.unibocconi.it/isu GUIDA ALLA BORSA DI STUDIO ISU BOCCONI In questo

Dettagli

ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE

ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO DI ATENEO A STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA, LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E LAUREA MAGISTRALE ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE Visto il Decreto

Dettagli

Diritto allo Studio Universitario. Bando di concorso a.a. 2011/12. Borse di studio e posti alloggio

Diritto allo Studio Universitario. Bando di concorso a.a. 2011/12. Borse di studio e posti alloggio Diritto allo Studio Universitario Bando di concorso a.a. 2011/12 Borse di studio e posti alloggio Luglio 2011 Progetto editoriale: Servizio Comunicazione DSU Toscana Redazione testo: Servizi Interventi

Dettagli

Delibera del Consiglio di Amministrazione n.8 del 19 giugno 2014

Delibera del Consiglio di Amministrazione n.8 del 19 giugno 2014 BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI STUDIO E DI POSTI ALLOGGIO A STUDENTI CON DISABILITÀ A.A. 2014/2015 Delibera del Consiglio di Amministrazione n.8 del 19 giugno 2014 Decreto del Presidente

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 7 BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO EROGATE DALL DI - ANNO ACCADEMICO 2013/2014-1. OGGETTO DEL CONCORSO 1.1 L E.r.s.u. di Macerata, in attuazione dell art. 23 della Legge Regionale

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 6 NORME REGOLAMENTARI PER L EROGAZIONE DI SUSSIDI STRAORDINARI A. A. 2014/2015 1. OGGETTO DEL CONCORSO L'ERSU di Macerata istituisce, per l'anno accademico 2014/2015 sussidi straordinari destinati a studenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E LE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E LE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE E LE MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLE TASSE E DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ISCRIZIONE AI CORSI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA - A.A. 2014/2015 CAP I : CONTRIBUZIONE IMMATRICOLAZIONE

Dettagli

CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2013/2014

CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2013/2014 CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2013/2014 E bandito dall Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana il concorso per la concessione

Dettagli

SEZIONE 2 - ASSEGNAZIONE SERVIZI

SEZIONE 2 - ASSEGNAZIONE SERVIZI SEZIONE 2 - ASSEGNAZIONE SERVIZI -----------------------------------------------------------------------------------------------------------14 Capo 1 - Destinatari e ripartizione dei posti letto ----------------------------------------------------------------------------------------14

Dettagli

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO GLOSSARIO ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 SEZIONE 1

Dettagli

I.S.E. - I.S.E.E. - I.S.E.E.U.

I.S.E. - I.S.E.E. - I.S.E.E.U. CAAF FABI - VERONA Vicolo Ghiaia, 5-37122 Verona Tel. 045 8006114 - Fax 045 8009165 e-mail: sab.vr@fabi.it I.S.E. - I.S.E.E. - I.S.E.E.U. Il CAAF Fabi Verona è in grado di provvedere alla compilazione

Dettagli

A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli

A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli A. Di. S. U. Azienda di Diritto allo Studio Universitario della Seconda Università degli Studi di Napoli REGOLAMENTO Contributo per spese di trasporto Articolo n. 1 OGGETTO Il contributo per spese di trasporto

Dettagli

L' ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Catania,

L' ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Catania, Bando di concorso per la concessione di Prestiti Fiduciari Anno Accademico 2008/2009 L' ERSU (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario) di Catania, vista la Legge n. 390 del 2/12/1991; visto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI a.a. 2012-2013 SOMMARIO 1 - Tassa di iscrizione 1.1 - Modalità di calcolo per gli immatricolati 1.2 - Modalità di calcolo per gli anni successivi

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE. AVVISO PUBBLICO per l attivazione del progetto Prestiti fiduciari agli studenti

PROVINCIA DI LECCE. AVVISO PUBBLICO per l attivazione del progetto Prestiti fiduciari agli studenti PROVINCIA DI LECCE AVVISO PUBBLICO per l attivazione del progetto Prestiti fiduciari agli studenti In esecuzione della deliberazione della G.P. n. 131 del 9.6.2011, dichiarata immediatamente eseguibile,

Dettagli

Registrato il 27.06.2012 N. Repertorio 1803/2012 N. Protocollo 17543 Titolo V Classe 5 UOR: DSUMI

Registrato il 27.06.2012 N. Repertorio 1803/2012 N. Protocollo 17543 Titolo V Classe 5 UOR: DSUMI Registrato il 27.06.2012 N. Repertorio 1803/2012 N. Protocollo 17543 Titolo V Classe 5 UOR: DSUMI IL DIRIGENTE VISTO il Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 109 e successive modifiche e integrazioni, recante

Dettagli

Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2014/2015

Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2014/2015 Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2014/2015 INDICE Art. 1 Finalità del Bando... Art. 2 Chi può accedere e durata di fruibilità del

Dettagli

Diritto allo studio universitario: quale riforma? di Federica Laudisa

Diritto allo studio universitario: quale riforma? di Federica Laudisa Diritto allo studio universitario: quale riforma? di Federica Laudisa La riforma del diritto allo studio universitario è contenuta in questo schema di decreto legislativo approvato l 11 novembre 2011 ultimo

Dettagli

Proposte per il potenziamento del diritto allo studio universitario

Proposte per il potenziamento del diritto allo studio universitario Proposte per il potenziamento del diritto allo studio universitario Con il presente documento ci proponiamo di contribuire, come negli anni passati, alla redazione del prossimo bando per il diritto allo

Dettagli

ART. 2 REQUISITI GENERALI

ART. 2 REQUISITI GENERALI E.R.S.U. di Ancona Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario V.lo della Serpe, 1 60121 ANCONA Tel. 071-227411 - Fax 071-57516 P.IVA 00510240427 www.ersu-ancona.it ALLEGATO A BANDO DI CONCORSO

Dettagli

Il diritto allo studio universitario: un malato senza speranza?

Il diritto allo studio universitario: un malato senza speranza? Il diritto allo studio universitario: un malato senza speranza? Federica Laudisa Padova, 1 ottobre 2010 Sommario Il quadro normativo (stabile) Le risorse (scarse) La (dis)uniformità di trattamento E gli

Dettagli

VISTI gli artt. 3, secondo comma, e 34, terzo comma, della Costituzione;

VISTI gli artt. 3, secondo comma, e 34, terzo comma, della Costituzione; Area Servizi agli Studenti e ai Dottorandi Il Dirigente Milano, 26 giugno 2013 Prot. N 19156 N. Repertorio 1853/2013 Titolo V Classe 5 Fascicolo VISTI gli artt. 3, secondo comma, e 34, terzo comma, della

Dettagli

Esenzione/riduzione tariffe comunali

Esenzione/riduzione tariffe comunali Esenzione/riduzione tariffe comunali Per l'accesso ai servizi comunali a tariffe agevolate, si fa riferimento al "Regolamento Comunale per l'applicazione dell'indicatore della situazione economica". Per

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2012/2013 RIFERIMENTI NORMATIVI! REGOLAMENTO NORME SULLA CONTRIBUZIONE EMANATO CON DECRETO RETTORALE N. 1147/2010

Dettagli

Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2013/2014

Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2013/2014 Università degli Studi di Verona BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO REGIONALI A.A. 2013/2014 INDICE Art. 1 Finalità del Bando... Art. 2 Chi può accedere e durata di fruibilità del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI a.a. 2015-2016

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI a.a. 2015-2016 REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI a.a. 2015-2016 SOMMARIO Art. 1 Tassa di Iscrizione 1.1 Modalita di calcolo per gli immatricolati 1.2 Modalita di calcolo per gli anni successivi

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2011/2012 PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA LA CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA E COSTITUITA DA UNA PARTE

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

ERASMUS + Programma Erasmus BANDO DI CONCORSO A BORSE DI STUDIO PER L'ESTERO ANNO ACCADEMICO 2014/2015

ERASMUS + Programma Erasmus BANDO DI CONCORSO A BORSE DI STUDIO PER L'ESTERO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 ERASMUS + Programma Erasmus BANDO DI CONCORSO A BORSE DI STUDIO PER L'ESTERO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Nell Anno Accademico 2014-2015 partirà il nuovo programma comunitario Erasmus plus che sostituirà

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

IL DIRIGENTE. VISTA la Legge 2 dicembre 1991, n. 390 «Norme sul diritto agli studi universitari»;

IL DIRIGENTE. VISTA la Legge 2 dicembre 1991, n. 390 «Norme sul diritto agli studi universitari»; Registrato il 18.06.2010 N. Repertorio 1710/2010 N. Protocollo 16862 Titolo V Classe 5 UOR: DSUMI IL DIRIGENTE VISTA la Legge 2 dicembre 1991, n. 390 «Norme sul diritto agli studi universitari»; VISTO

Dettagli

1. CALENDARIO DELLE SCADENZE 3 2. TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI A.A.2015/2016 4 3. MODALITÀ E TERMINI PER L IMMATRICOLAZIONE E L ISCRIZIONE 8

1. CALENDARIO DELLE SCADENZE 3 2. TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI A.A.2015/2016 4 3. MODALITÀ E TERMINI PER L IMMATRICOLAZIONE E L ISCRIZIONE 8 P a g. 2 1. CALENDARIO DELLE SCADENZE 3 2. TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI A.A.2015/2016 4 2.1 VALUTAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE 4 2.2 DETERMINAZIONE DELLE FASCE DI MERITO 5 2.2.1 STUDENTI CHE SI

Dettagli

RELAZIONE AL PROGETTO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA LEGGE SUL DIRITTO ALLO STUDIO

RELAZIONE AL PROGETTO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA LEGGE SUL DIRITTO ALLO STUDIO RELAZIONE AL PROGETTO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA LEGGE SUL DIRITTO ALLO STUDIO Ecc.mi Capitani Reggenti, On.li Membri del Consiglio Grande e Generale Con il provvedimento che sottoponiamo al Consiglio Grande

Dettagli

Borse di studio Sovvenzioni straordinarie

Borse di studio Sovvenzioni straordinarie Borse di studio Sovvenzioni straordinarie foto Andrea Aschedamini per EDUCatt 2012 Interventi per la realizzazione del diritto allo studio Anno accademico 2015-2016 Riferimenti degli UFFICI AGEVOLAZIONI

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2015/2016

ANNO ACCADEMICO 2015/2016 ANNO ACCADEMICO 2015/2016 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI: BORSE DI STUDIO E SERVIZI ABITATIVI PRESSO LE RESIDENZE UNIVERSITARIE CONTRIBUTI PER MOBILITÀ INTERNAZIONALE Decreto del Presidente del

Dettagli

REQUISITI DI MERITO PER L AMMISSIONE ANNUALE AL PRESTITO (PERIODO MASSIMO TRE ANNI) 135 crediti al 10/08/2009

REQUISITI DI MERITO PER L AMMISSIONE ANNUALE AL PRESTITO (PERIODO MASSIMO TRE ANNI) 135 crediti al 10/08/2009 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO E LE OPPORTUNITÀ ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI TRIESTE BANDO DI CONCORSO PER L EROGAZIONE DI PRESTITI FIDUCIARI A.A. 009 00 APPROVATO

Dettagli

ENTE REGIONALE PRO SU DERETU A S ISTUDIU UNIVERSITARIU DE CASTEDDU ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI

ENTE REGIONALE PRO SU DERETU A S ISTUDIU UNIVERSITARIU DE CASTEDDU ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI STUDIO E DI POSTI ALLOGGIO A STUDENTI CON DISABILITÀ A.A. 2015/2016 Delibera del Consiglio di Amministrazione n.21 del 1 luglio 2015 Determinazione del

Dettagli

CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E L ASSEGNAZIONE DI POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2011/2012

CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E L ASSEGNAZIONE DI POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E L ASSEGNAZIONE DI POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2011/2012 E bandito dall Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana il concorso

Dettagli

BANDO ADISU PER ASSEGNAZIONE BORSE DI STUDIO PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015. RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI PER ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO.

BANDO ADISU PER ASSEGNAZIONE BORSE DI STUDIO PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015. RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI PER ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO. BANDO ADISU PER ASSEGNAZIONE BORSE DI STUDIO PER L ANNO ACCADEMICO 2014 2015. RIASSUNTO DEI PUNTI PRINCIPALI PER ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO. SEDE BARI Anno Accademico 2014/2015 La procedura per la compilazione

Dettagli

DPCM 30 aprile 1997 Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari

DPCM 30 aprile 1997 Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari DPCM 30 aprile 1997 Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari ai sensi dell'art. 4 della legge 2 dicembre 1991, n. 390. registrato dalla Corte dei Conti in data 30 maggio 1997 (reg.

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA. Azienda Regionale. per il Diritto agli Studi Superiori dell Emilia Romagna

DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA. Azienda Regionale. per il Diritto agli Studi Superiori dell Emilia Romagna DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA Gui da a a.a. i 200 B 9 /20 and 10 i Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell Emilia Romagna I bandi di concorso si possono consultare e scaricare dal sito

Dettagli

Anno accademico 2015/2016 Tasse universitarie: importi, modalità e scadenze

Anno accademico 2015/2016 Tasse universitarie: importi, modalità e scadenze Anno accademico 2015/2016 Tasse universitarie: importi, modalità e scadenze Gli studenti contribuiscono alla copertura del costo dei servizi offerti dalle Università mediante il pagamento, a favore delle

Dettagli

Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus. borse di mobilità per soggiorni di studio all estero

Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus. borse di mobilità per soggiorni di studio all estero Settore Unità Relazioni Internazionali Programma Lifelong Learning sotto programma Erasmus borse di mobilità per soggiorni di studio all estero bando delle borse e criteri di selezione anno accademico

Dettagli

Reddito da lavoro dipendente

Reddito da lavoro dipendente Reddito da lavoro dipendente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Detrazioni fiscali: cosa sono e a chi spettano La legge prevede delle riduzioni dell'imposta sui redditi in favore dei contribuenti che si trovano in determinate

Dettagli

CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2014/2015

CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI BORSE DI STUDIO E POSTI ALLOGGIO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 E bandito dall Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana il concorso per la concessione

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee - sanzoni. modalità di applicazione

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee - sanzoni. modalità di applicazione Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario isee - sanzoni modalità di applicazione Sanzione Art.38 L.122/2010 A tutti coloro che in ragione del maggior reddito accertato,

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

SCHEDA SINTETICA "Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo" ART. 65, 66 LEGGE 448/1998

SCHEDA SINTETICA Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo ART. 65, 66 LEGGE 448/1998 SCHEDA SINTETICA "Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo" ART. 65, 66 LEGGE 448/1998 SCOPO E OBIETTIVO La legge in esame, in particolare l art. 65 e 66, concerne l erogazione di

Dettagli

Regolamento e Procedure di immatricolazione e di iscrizione per l A.A. 2014-15

Regolamento e Procedure di immatricolazione e di iscrizione per l A.A. 2014-15 Regolamento e Procedure di immatricolazione e di iscrizione per l A.A. 2014-15 Informazioni generali Tutti gli studenti sono tenuti ad effettuare i pagamenti delle tasse e dei contributi accademici dovuti,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 22 del 11 Febbraio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Bonus 80 euro e bonus bebé: le agevolazioni riconosciute dalla legge di stabilità 2015 Gentile cliente, con la presente

Dettagli

Bando di concorso per il conferimento di borse di studio per l anno accademico 2015/2016 per studenti iscritti all Università degli Studi di Teramo

Bando di concorso per il conferimento di borse di studio per l anno accademico 2015/2016 per studenti iscritti all Università degli Studi di Teramo Bando di concorso per il conferimento di borse di studio per l anno accademico 2015/2016 per studenti iscritti all Università degli Studi di Teramo 1 INDICE Art. 1 Concorso Art. 2 Requisiti generali -

Dettagli

Regione Toscana. Borsa di Studio e Posto Alloggio A.A. 2015/2016

Regione Toscana. Borsa di Studio e Posto Alloggio A.A. 2015/2016 Regione Toscana Borsa di Studio e Posto Alloggio A.A. 2015/2016 Luglio 2015 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi Interventi Monetari

Dettagli

Servizi Offerti agli Studenti Anno Accademico 2010/2011

Servizi Offerti agli Studenti Anno Accademico 2010/2011 Servizi Offerti agli Studenti Anno Accademico 2010/2011 BORSA DI STUDIO PREMIO DI LAUREA SERVIZIO ABITATIVO SERVIZIO RISTORAZIONE SOVVENZIONI STRAORDINARIE ASSISTENZA STUDENTI DISABILI ORIENTAMENTO AL

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI A SOSTEGNO DI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI ANNO ACCADEMICO 2014/2015

BANDO PER INTERVENTI A SOSTEGNO DI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 BANDO PER INTERVENTI A SOSTEGNO DI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 BANDO PER INTERVENTI A SOSTEGNO DI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 1 ART.. 1 OGGETTO Gli interventi,

Dettagli

La borsa di studio in Piemonte:

La borsa di studio in Piemonte: La borsa di studio in Piemonte: l impatto sulle performance accademiche dei beneficiari Federica Laudisa, Laura Maneo Giugno 2012 Le domande dell indagine Quanti studenti mantengono la borsa nel corso

Dettagli

POSSO COMPILARE LA DOMANDA ON-LINE PER IL BANDO IN QUALSIASI MOMENTO?

POSSO COMPILARE LA DOMANDA ON-LINE PER IL BANDO IN QUALSIASI MOMENTO? DOMANDA ON-LINE POSSO COMPILARE LA DOMANDA ON-LINE PER IL BANDO IN QUALSIASI MOMENTO? La domanda di benefici Erdisu (borsa di studio, posto alloggio, contributo alloggio e contributo di mobilità internazionale)

Dettagli

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Disciplinare delle procedure di verifica delle dichiarazioni sostitutive dei requisiti generali, di merito ed economici presentate dagli studenti universitari A.A. 2014/2015 AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO

Dettagli

Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario

Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario BANDO DI CONCORSO PER L Attribuzione di borse di studio e di posti alloggio a studenti con disabilità anno Accademico 2011/2012 SOMMARIO CAPO I DESTINATARI

Dettagli

PER LA CONCESSIONE DEI PRESTITI SULL ONORE

PER LA CONCESSIONE DEI PRESTITI SULL ONORE C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Comuni di: Rivoli Rosta Villarbasse REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PRESTITI SULL ONORE Approvato dall Assemblea Consortile con deliberazione n.

Dettagli

ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI

ENTE REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI CAGLIARI BANDO DI CONCORSO PER L ATTRIBUZIONE DI BORSE DI STUDIO E DI POSTI ALLOGGIO A STUDENTI CON DISABILITÀ A.A. 2013/2014 Sede operativa e legale Corso Vittorio Emanuele II, n.68, CAGLIARI C.F. 80018410920

Dettagli

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO Disciplinare delle procedure di verifica delle dichiarazioni sostitutive dei requisiti generali, di merito ed AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO sede legale Viale A. Gramsci, 36

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria DIREZIONE REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE PRESSO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - P E RUGIA

REPUBBLICA ITALIANA DELLA. Regione Umbria DIREZIONE REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE PRESSO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - P E RUGIA Supplemento ordinario al «Bollettino Ufficiale» - Serie Avvisi e Concorsi - n. 28 del 14 luglio 2015 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO DELLA UFFICIALE Regione Umbria SERIE AVVISI E CONCORSI PERUGIA - 14 luglio

Dettagli

Bando di concorso per Misure compensative straordinarie ISEE 2015 anno accademico 2015/2016

Bando di concorso per Misure compensative straordinarie ISEE 2015 anno accademico 2015/2016 Bando di concorso per Misure compensative straordinarie ISEE 2015 anno accademico 2015/2016 ai sensi della Determinazione del Direttore n. 165 del 16/11/2015 SOMMARIO Oggetto art. 1 Condizione per l'erogazione

Dettagli

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como Anno Accademico 2014-2015 Bando di concorso per l assegnazione delle borse di studio D.S.U.

Conservatorio di Musica G. Verdi di Como Anno Accademico 2014-2015 Bando di concorso per l assegnazione delle borse di studio D.S.U. Conservatorio di Musica G. Verdi di Como Anno Accademico 2014-2015 Bando di concorso per l assegnazione delle borse di studio D.S.U. 1 Indice 1) Numero delle borse di studio 2) Condizioni generali di partecipazione

Dettagli

INDIRIZZI ALL AZIENDA REGIONALE DSU PER LA REDAZIONE DEI BANDI FINALIZZATI ALL EROGAZIONE DI BENEFICI DSU

INDIRIZZI ALL AZIENDA REGIONALE DSU PER LA REDAZIONE DEI BANDI FINALIZZATI ALL EROGAZIONE DI BENEFICI DSU INDIRIZZI ALL AZIENDA REGIONALE DSU PER LA REDAZIONE DEI BANDI FINALIZZATI ALL EROGAZIONE DI BENEFICI DSU ALLEGATO A 1. BORSA DI STUDIO Per l attribuzione delle borse di studio regionali istituite ai sensi

Dettagli