La borsa di studio in Piemonte:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La borsa di studio in Piemonte:"

Transcript

1 La borsa di studio in Piemonte: l impatto sulle performance accademiche dei beneficiari Federica Laudisa, Laura Maneo Giugno 2012

2 Le domande dell indagine Quanti studenti mantengono la borsa nel corso degli anni quanti ottengono la seconda rata al 1 anno? a quanti viene revocata la borsa? quanti ottengono la borsa al 2 e 3 anno? quali fattori incidono sul mantenimento della borsa? La borsa di studio incide sulle performance accademiche incentiva alla prosecuzione degli studi? influenza il numero di crediti conseguiti? velocizza i tempi di conseguimento della laurea? Conclusioni 2

3 Quanti ottengono la seconda rata al 1 anno? /1 Tab 1 - La percentuale di borsisti in Piemonte iscritti al primo anno di un corso di laurea, vincitori della 2 rata di borsa, a.a. 2007/08 N vincitori 1 rata di borsa di studio di cui vincitori 2 rata % v.a. Laurea Triennale/CU , Laurea Magistrale ,0 798 Totale , Tra i borsisti iscritti al primo anno di un corso di laurea triennale o ciclo unico circa il 30% non consegue al 10 agosto i crediti necessari per ottenere la seconda rata di borsa. Tra i borsisti iscritti al primo anno di un corso di laurea magistrale la percentuale di chi non beneficia della 2 rata scende al 9%. 3

4 Quanti ottengono la seconda rata al 1 anno? /2 Tab 2 - La percentuale di beneficiari di 2 rata sul totale dei borsisti in Piemonte, distinta per corso di studio, cittadinanza e residenza, a.a. 2007/08 Laurea Triennale e Ciclo Unico Laurea Magistrale beneficiari 2 rata % beneficiari 1 rata v.a. beneficiari 2 rata % beneficiari 1 rata v.a. Italiani, di cui 67, ,5 790 In sede 60, ,3 112 Pendolari 67, ,6 428 Fuori sede 77, ,6 250 Stranieri 69, ,1 67 Beneficiano in percentuale maggiore della 2 rata di borsa gli studenti: Fuori sede; Diplomati con un voto pari almeno a 70/100 Totale 67, ,0 857 Tab 3 - La percentuale di beneficiari di 2 rata sul totale dei borsisti in Piemonte, distinta per voto di maturità, a.a. 2007/08 % beneficiari 2 rata sul totale dei vincitori di 1 rata voto diploma <70/100 voto diploma >=70/100 Totale Questi risultati sono particolarmente evidenti nel gruppo degli immatricolati puri, ovvero iscritti ad un corso di primo livello o ciclo unico. Laurea Triennale/CU 53,5 72,9 67,6 Laurea Magistrale 89,0 91,9 91,6 NOTA: I valori nella colonna Totale non coincidono con quelli indicati nelle tabelle 4 e 5 perché la variabile voto di diploma presenta dei dati mancanti nei database degli atenei. NOTA: Si è scelto come soglia un voto di maturità pari a 70/100, corrispondente al precedente 42/60, poiché nel D.P.C.M. del 30 aprile 1997 era un requisito di merito necessario per conseguire l idoneità alla borsa di studio al primo anno di immatricolazione. 4

5 Quanti ottengono la seconda rata al 1 anno: tre coorti a confronto I risultati sono piuttosto stabili negli anni, è quello che si evince dal confronto con studi precedenti. Nei diversi anni accademici si conferma, inoltre, l influenza del voto di diploma e della condizione di studente fuori sede sull ottenimento della seconda rata di borsa al 1 anno della laurea di primo livello/cu. Tab 4 La percentuale di beneficiari di 2 rata al primo anno di un corso di laurea triennale o ciclo unico, distinti per voto di maturità, a.a. 2003/ /10 Laurea Triennale/CU beneficiari della 1 rata beneficiari della 2 rata di cui con voto < 42/60 o 70/100 con voto >= 42/60 o 70/100 coorte 2009/ ,7 52,0 77,0 coorte 2007/ ,9 53,5 72,9 coorte 2003/ ,0 51,7 75,9 Tab 5 La percentuale di beneficiari di 2 rata al primo anno di un corso di laurea magistrale, a.a. 2003/ /10 Laurea Magistrale beneficiari della 1 rata di cui: beneficiari della 2 rata coorte 2009/ ,2 coorte 2007/ ,0 coorte 2003/ ,8 NOTA: Per ciò che concerne la coorte 2003/04, sebbene il dato venga indicato in tabella, va ricordato che i primi immatricolati a corsi di laurea magistrale in possesso di un titolo di laurea triennale sono presenti in tutti gli atenei piemontesi dall a.a. 2004/05 e che gli immatricolati analizzati sono probabilmente iscritti esclusivamente al Politecnico, dove la riforma venne introdotta dal 2000/01. Per tale motivo sono in numero esiguo. 5

6 A quanti viene revocata la borsa? /1 Tab 6 - La percentuale di borsisti del 1 anno al quale è revocata la borsa di studio, distinta per corso di laurea, a.a. 2007/08 Non vincitori di 2 rata v.a. % sui vincitori di 1 rata N revoche % sui non vincitori di 2 rata Laurea Triennale/CU ,7 74,0 759 Laurea Magistrale 79 6,0 67,1 53 v.a. Totale ,9 73,6 812 Su quattro studenti non beneficiari di seconda rata, iscritti ad un corso di laurea triennale o ciclo unico, tre non riescono a conseguire i 20 crediti necessari a non subire la revoca della prima rata neanche entro novembre. Se si rapporta il dato a tutti coloro che hanno ricevuto la prima rata, la percentuale di studenti ai quali viene revocata la borsa risulta pari al 24% - un borsista su quattro. Nettamente inferiore è la percentuale di borsisti ai quali è revocata la borsa ad un corso di laurea magistrale, soltanto il 6%. 6

7 A quanti viene revocata la borsa? /2 Tab. 7 La revoca della 1 rata ai borsisti del 1 anno di un corso di laurea triennale o ciclo unico, distinta per cittadinanza e residenza, a.a. 2007/08 Revoche della 1 rata sui beneficiari di 1 rata % v.a. Italiani, di cui 23,4 597 In sede 29,7 167 Pendolari 22,9 355 Fuori sede 17,2 75 Stranieri 25,2 144 Totale 23,8 741 In modo esattamente speculare ai risultati sui beneficiari di 2 rata, la borsa è revocata in percentuale minore a: gli studenti fuori sede, seguiti dai pendolari; i diplomati con voto di maturità pari o superiore a 70/100 Tab. 8 La revoca della 1 rata ai borsisti del primo anno di un corso di laurea triennale o ciclo unico, tre coorti a confronto, 2001/ /10 N di revoche Revoche sul totale dei non vincitori di 2 rata % Revoche sul totale dei vincitori di 1 rata % coorte 2009/ ,7 23,1 coorte 2007/ ,1 23,8 coorte 2003/ ,4 24,4 La percentuale dei borsisti ai quali è revocata la borsa è simile nel corso degli anni: intorno al 24% in rapporto al totale dei vincitori di prima rata. 7

8 Quanti ottengono la borsa al 2 anno?/1 La quasi totalità dei beneficiari di borsa al primo anno, la richiede anche al secondo e l 86% la vince. Tab 9 - La percentuale di borsisti del 1 anno di un corso di laurea che richiede e riceve la borsa al 2 anno di iscrizione N borsisti 1 anno 07/08 Di cui: richiedenti la borsa nel 08/09 Di cui: Vincitori borsa 2 anno (08/09) Vincitori su richiedenti la borsa nel 08/09 % v.a. % % Università di Torino , ,0 93,0 Politecnico di Torino , ,4 94,1 Piemonte Orientale , ,1 89,6 Altri istituti 72 90, ,9 90,8 Totale , ,7 93,1 NOTA: L analisi sul mantenimento della borsa al 2 anno non ha messo in luce particolari differenze tra i corsi di laurea di 1 livello e di 2 livello, pertanto sono stati analizzati insieme. 8

9 Quanti ottengono la borsa al 2 anno?/2 Tab 12 - La percentuale di borsisti del 1 anno che mantengono la borsa di studio al 2 anno, distinta per cittadinanza e residenza, a.a. 2008/09 Vincitori borsa al 2 anno sui borsisti del 1 anno % v.a. Italiani, di cui 83, In sede 85,5 376 Pendolari 73, Fuori sede 100,0 625 Stranieri 95,6 434 Totale 85, Mantengono la borsa al secondo anno soprattutto gli stranieri (96%) e gli studenti italiani fuori sede (100%): ciò è plausibile in considerazione del loro maggior investimento personale e finanziario. Diventa ininfluente, invece, il voto del diploma: l 86% dei borsisti mantiene il diritto alla borsa al secondo anno indipendentemente dal voto conseguito alla maturità: l erogazione della 2 rata sembra scremare gli studenti più bravi da quelli meno bravi. 9

10 Gli esclusi dalla borsa al 2 anno: quali i motivi? Una percentuale esigua di studenti, pari al 7%, ha richiesto e non ottenuto la borsa al 2 anno. Per quale motivo? La principale causale di esclusione è legata alle condizioni economiche, ovvero al superamento dei limiti ISEE e ISPE (50%); il 33% è escluso per motivi amministrativi, quali ad esempio l aver presentato la domanda incompleta oppure oltre i termini di scadenza; infine il 18% non ha conseguito i 25 crediti necessari per l ottenimento della borsa. Tab 11 - Causali di esclusione dei borsisti al 2 anno, a.a. 2008/09 Motivo esclusione % di studenti esclusi reddito/patrimonio 50,3 merito 17,5 altri motivi 32,8 N studenti esclusi (183) NOTA: il totale percentuale non risulta 100 poiché c è un esiguo numero di studenti che presenta due causali di esclusione; per esempio, oltre a non aver rispettato il requisito economico, non ha neanche soddisfatto quello di merito. 10

11 Perché non è richiesta la borsa al 2 anno? La maggior parte di coloro che non fa richiesta di borsa pari soltanto all 8% del totale borsisti del 1 anno non soddisfa i requisiti necessari per beneficiarne: il 61% non rientra nei criteri, in particolare in quello economico (71%). Tab 10 La condizione dei borsisti del 1 anno che non richiedono la borsa al 2 anno, a.a. 2008/09 Non più iscritti nel 2008/09 30,0 Iscritti nel 2008/09, di cui % 70,0 senza requisito ISEE/ISPE 71,4 senza requisito di merito 15,3 senza entrambi i requisiti 13,3 N borsisti del 1 anno non richiedenti la borsa al 2 anno (230) 11

12 Quanti ottengono la borsa al 3 anno? Tab 13 - N di richiedenti e borsisti iscritti al 3 anno di un corso di laurea triennale o ciclo unico, per Ateneo, a.a. 2009/10 Laurea triennale/ciclo unico N borsisti 2 anno 08/09 di cui: richiesta la borsa nel 09/10 % di borsisti del 2 anno che ha richiesto la borsa al 3 anno v.a. di cui: vincitori di borsa nel 09/10 % di borsisti su % di borsisti del 2 anno richiedenti la che mantengono la borsa borsa al 3 anno al 3 anno v.a. Università di Torino , ,9 63,7 789 Politecnico , ,7 65,0 293 Piemonte Orientale , ,2 66,0 68 Altri istituti 42 78, ,9 71,4 30 Totale , ,1 64, Su borsisti iscritti al 2 anno nel 2008/09, il 64% ha la conferma di borsa anche il 3 anno. Differentemente, nel passaggio tra il 1 e il 2 anno manteneva la borsa l 86% degli studenti. La difficoltà di conservare la borsa al 3 anno è legata al più stringente requisito di merito: sono richiesti 80 cfu, 55 in più rispetto l anno precedente (contro i 5 crediti in più necessari per mantenere la borsa nel passaggio tra il 1 ed il 2 anno). Ciò è confermato dal fatto che NOTA: Il mantenimento della borsa nel passaggio dal 2 al 3 anno è stato analizzato soltanto per i borsisti di un corso di laurea triennale o ciclo unico. 12

13 Chi non richiede la borsa e chi non la ottiene al 3 anno: le ragioni Tab I motivi di esclusione dalla borsa per gli studenti che la richiedono al terzo anno, a.a. 2009/10 % di studenti esclusi per: merito 77,9 reddito/patrimonio 16,7 altri motivi 10,3 N studenti esclusi (204) la motivazione principale di perdita del beneficio è la mancanza del requisito di merito: il 78% è stato escluso perché non ha conseguito 80 crediti (mentre nel passaggio dal 1 al 2 anno la principale causale di esclusione è il reddito). Tab. 15 La condizione dei borsisti del 2 anno che non richiedono la borsa al 3 anno, a.a. 2009/10 Non più iscritti nel 2008/09 16,4 Iscritti nel 2008/09, di cui % 83,6 senza requisito di reddito 8,1 senza requisito di merito 78,4 senza entrambi i requisiti 13,5 N borsisti del 2 anno non richiedenti la borsa al 3 anno (439) Ed è anche la ragione più plausibile per cui il 24% del totale dei borsisti al 2 anno non presenta neppure domanda al 3. Nota: il totale delle percentuali nelle tabelle 14 e 15 non è pari a 100 poiché c è un esiguo numero di studenti che presenta più causali di esclusione. 13

14 Quanti ottengono la borsa al 3 anno?/2 Tab 16 - La percentuale di borsisti del 2 anno che mantengono la borsa di studio al 3 anno, distinta per cittadinanza e residenza, a.a. 2009/10 beneficiari al 3 anno % v.a. Italiani, di cui 62,7 887 In sede 54,2 155 Pendolari 60,6 474 Fuori sede 74,4 258 Stranieri 69,6 263 Totale 64, Mantengono la borsa al terzo anno in percentuale maggiore: gli stranieri (70%) rispetto agli italiani (63%), e fra questi soprattutto i fuori sede (74%) seguiti dai pendolari ed infine dagli studenti in sede: solo uno su due mantiene la borsa nei tre anni consecutivi; i borsisti con un voto di maturità pari o superiore a 70/100 (80,8% contro il 72% di coloro con un voto inferiore). 14

15 Quali fattori incidono sul mantenimento della borsa? Tab 17 - I fattori che incidono sul mantenimento Le variabili che influiscono sull ottenimento della borsa di studio al secondo anno, a.a. 2008/09 della borsa al 2 anno sono: Probabilità di mantenere la borsa al 2 anno % Maschio (vs Femmina) -8,7 Età -0,5 Straniero (vs Italiano) 10,0 Pendolari (vs In sede) 3,7 Fuori sede (vs in sede) 19,9 Laurea Magistrale (vs Triennale o ciclo unico) 22,6 Liceo Scientifico (vs altri istituti) 9,3 Liceo Classico (vs altri istituti) 14,2 Voto > = 70 (vs voto < 70) 13,7 Politecnico (vs Università) -2,1 Piemonte orientale (vs Università) 3,5 Ambito Scientifico (vs Ambito umanistico) -0,7 Isee<=2/3 (vs isee>2/3) 2,9 Nota: sono evidenziati in corsivo e violetto i risultati statisticamente significativi. il genere: i maschi hanno una probabilità inferiore del 9% rispetto alle donne di conservare la borsa; la cittadinanza: gli stranieri mantengono il diritto alla borsa con una probabilità del 10% in più rispetto gli italiani; la condizione abitativa: i fuori sede conservano la borsa con una probabilità del 20% in più rispetto ai borsisti in sede (tra pendolari e in sede non vi sono differenze significative); il corso di laurea: i borsisti della laurea magistrale hanno una probabilità maggiore di quasi il 23% di mantenere la borsa al 2 anno rispetto a quelli della laurea triennale/ciclo unico. Discrimina il mantenimento della borsa anche la carriera scolastica pregressa. Ha una propensione maggiore a mantenere la borsa: chi ha un diploma di maturità classica o scientifica rispetto a chi ha frequentato un altro tipo di istituto; chi ha conseguito un voto di diploma pari o superiore a 70/

16 L effetto della borsa sulle performance accademiche: come è stato valutato? Per valutare l impatto della borsa sulle performance accademiche degli studenti sono stati messi a confronto i borsisti con un gruppo di controllo, che teoricamente differisce solo per l assenza di intervento. Il gruppo di confronto consente di ricostruire cosa sarebbe successo ai borsisti se non avessero beneficiato di borsa. Poiché la borsa al primo anno viene concessa (inizialmente) soltanto sulla base del valore ISEE, sono stati confrontati i due gruppi che si collocano intorno alla soglia economica di ammissibilità all intervento-borsa, pari a euro nel 2007/08. Nello specifico, tenendo conto della numerosità e delle analogie (rispetto ad una serie di caratteristiche) dei due gruppi, si è scelto di confrontare: Gruppo borsisti: borsisti con un valore ISEE di poco inferiore alla soglia di ammissibilità, compreso tra i euro e i ,00 euro vs Gruppo di controllo: non borsisti con un valore ISEE di poco superiore alla soglia, compreso tra ,00 euro e euro 16

17 Probabilità di abbandonare gli studi al primo anno La borsa incentiva alla prosecuzione degli studi? Tab 18 - I fattori che influenzano l interruzione degli studi al primo anno di un corso di laurea triennale o ciclo unico, a.a. 2007/08 % Femmina (vs Maschio) -3,9 Età 0,6 Straniero (vs Italiano) -5,9 Pendolari (vs In sede) 2,6 Fuori sede (vs in sede) 7,9 Liceo Scientifico (vs altri istituti) -10,0 Liceo Classico (vs altri istituti) -2,3 Voto > = 70 (vs voto < 70) -0,3 Politecnico (vs Università) 2,0 Piemonte orientale (vs Università) 1,1 Beneficiario borsa -14,9 Nota: sono evidenziati in corsivo e violetto i risultati statisticamente significativi. I risultati ottenuti evidenziano che gli studenti beneficiari di borsa al primo anno di corso con minor probabilità abbandonano gli studi. I non borsisti hanno una probabilità di abbandonare l università superiore del 15% rispetto ai borsisti. Incidono positivamente sulla prosecuzione degli studi anche: essere studentessa; la giovane età: all aumentare di un anno di età la probabilità di abbandonare gli studi aumenta dello 0,6%; essere studente in sede; possedere un diploma di maturità scientifico; avere un alto voto di maturità: all aumentare di un punto della votazione finale, l attitudine ad abbandonare gli studi diminuisce dello 0,3%. NOTA: Poiché non si dispone dell informazione sulla condizione abitativa per gli studenti che non richiedono la borsa di studio, è stata calcolata nel seguente modo: in sede, sono gli studenti che risiedono nella città sede di studio; pendolari sono gli studenti residenti in Piemonte, ma in una città differente da quella sede di studio; fuori sede sono gli studenti che non risiedono in Piemonte. 17

18 La borsa influenza il numero di crediti conseguiti? Tab 19 - Media e deviazione standard dei crediti conseguiti distinte nei due gruppi, a.a. 2007/08 Media Crediti conseguiti ad agosto 08 Media voti Borsisti 46,2 25,1 Non borsisti 31,4 24,6 Tab 20 L impatto marginale di alcune caratteristiche degli studenti sul conseguimento dei crediti al primo anno di un corso di laurea triennale o ciclo unico, a.a. 2007/08 I borsisti nell arco di 11 mesi ottengono un numero di crediti nettamente superiore rispetto ai non borsisti, a parità di media dei voti: lo scarto è di 15 crediti. L analisi di regressione conferma che, a parità di una serie di caratteristiche: Crediti Femmina (vs Maschio) 3,8 Età 0,3 Straniero (vs Italiano) 0,3 Pendolari (vs In sede) -3,0 Fuori sede (vs in sede) -2,6 Liceo Scientifico (vs altri istituti) 2,7 Liceo Classico (vs altri istituti) 4,2 Voto > = 70 (vs voto < 70) 0,4 Politecnico (vs Università) -2,0 Piemonte orientale (vs Università) 4,0 Beneficiario borsa 10,0 Nota: sono evidenziati in corsivo e violetto i risultati statisticamente significativi. i borsisti sono più bravi dei loro colleghi non beneficiari di borsa: conseguono in media 10 crediti in più; Inoltre le studentesse acquisiscono in media circa 4 crediti in più rispetto agli studenti; ogni 10 punti in più del voto di diploma, si conseguono in media 4 crediti in più. gli studenti in sede hanno in media al loro attivo 3 crediti in più rispetto ai pendolari. NOTA: Si è scelto come data il 10 agosto poiché è entro tale data che i borsisti del primo anno devono conseguire i 20 cfu per ricevere la seconda rata della borsa; se li conseguono entro il 30 novembre mantengono il diritto alla prima rata, in caso contrario sono tenuti a restituire l importo di borsa ricevuto. 18

19 La borsa velocizza i tempi di conseguimento della laurea? Tab 21 - I fattori che influenzano il rischio di conseguire la laurea entro quattro anni, a.a. 2007/ % Exp(B) Femmina (vs Maschio) 0,271 1,312 Età 0,002 1,002 Straniero (vs Italiano) -0,340 0,712 Pendolari (vs In sede) -0,208 0,812 Fuori sede (vs in sede) -0,221 0,802 Liceo Scientifico (vs altri istituti) 0,377 1,458 Liceo Classico (vs altri istituti) 0,125 1,134 Voto > = 70 (vs voto < 70) 0,032 1,032 Politecnico (vs Università) 0,104 1,110 Piemonte orientale (vs Università) 0,257 1,293 Beneficiario borsa 0,688 1,990 Nota: sono evidenziati in corsivo e violetto i risultati statisticamente significativi. I borsisti hanno una probabilità di conseguire la laurea in quattro anni, esattamente pari al doppio di chi non l ha ricevuta. Altri fattori che influiscono positivamente sul rischio di uscita dal sistema universitario, ovvero sulla probabilità di laurearsi nell arco di 4 anni sono: essere studentessa, una volta e mezzo in più rispetto agli uomini; avere un diploma di maturità scientifica; avere un voto di diploma più alto: ogni 10 punti in più il rischio di uscita aumenta di circa una volta e mezzo; essere studente in sede aumenta la probabilità di uscita di 1,2 rispetto ai pendolari. Nota: è stato calcolato quanti studenti si sono laureati dall anno di prima iscrizione (settembre 2007) a dicembre

20 Conclusioni Considerati pari a 10 gli studenti immatricolati nel 2007/08 che hanno ricevuto la prima rata di borsa, quasi 7 beneficiano di borsa anche al secondo anno e solo 4 anche al terzo; la maggior parte delle mancate conferme della borsa tra il 1 e 2 anno è dovuta al non soddisfacimento del requisito economico, mentre nel passaggio dal 2 al 3 anno di iscrizione gli studenti perdono la borsa soprattutto a causa della mancanza del requisito di merito; le studentesse, gli stranieri, gli studenti italiani fuori sede, quanti hanno un diploma di maturità classica o scientifica, chi si è diplomato con un voto non inferiore a 70/100, gli studenti iscritti ad un corso di laurea magistrale, mantengono con più probabilità la borsa tra il 1 e 2 anno; chi beneficia di borsa al primo anno di corso ha una probabilità di abbandonare gli studi inferiore del 15% rispetto a chi non la riceve; i borsisti acquisiscono nel corso del primo anno un maggior numero di crediti: conseguono in media 10 crediti in più rispetto ai non borsisti, a parità di media dei voti; i beneficiari di borsa hanno una probabilità di laurearsi in quattro anni esattamente pari al doppio di chi non l ha ricevuta, in altre parole escono prima dal sistema universitario con il diploma di laurea in tasca. 20

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15

BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA. ANNO ACCADEMICO 2014/15 2 BANDO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO, SERVIZIO ABITATIVO E PREMIO DI LAUREA A.A. 2014/15

Dettagli

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO

IL RETTORE. il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; VISTO Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.1072 del 10/07/2015 IL RETTORE il decreto del 01 aprile 2014 n.608 con il quale è stato aggiornato lo statuto di ateneo; il decreto del 6 febbraio

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI 2011/2012 2012/2013 2013/2014 Iscritti I anno I volta Iscritti totali

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it Bando unico dei concorsi a.a. 2014/2015 1 Gentile studente, il Bando unico che segue registra significative modifiche e novità rispetto agli anni precedenti. Frutto di un percorso di ascolto promosso da

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

Guida ai Bandi a.a. 2014/2015

Guida ai Bandi a.a. 2014/2015 DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA Guida ai Bandi a.a. 2014/2015 Disegni di Oretta Giorgi Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell Emilia Romagna Comunicare con l Azienda I bandi di concorso

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Le ragazze e le carriere scientifiche

Le ragazze e le carriere scientifiche Le ragazze e le carriere scientifiche La cittadinanza subalterna delle donne nelle carriere scientifiche Perché le donne sono tanto poco rappresentate ai vertici delle carriere scientifiche, sia nel settore

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Bando Tipologia A (20 tirocini)

Bando Tipologia A (20 tirocini) Bando Tipologia A (20 tirocini) Destinazioni e periodo di realizzazione dei tirocini: Irlanda - 5 tirocini Regno Unito - 2 tirocini Spagna - 8 tirocini Germania - 3 tirocini Francia - 2 tirocini L'esperienza

Dettagli

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Allegato 2) REGIONE TOSCANA P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze FORMULARIO Area Istruzione e educazione

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

AlmaLaurea: XV Profilo dei laureati italiani "Scelte, processi, esiti nell'istruzione universitaria"

AlmaLaurea: XV Profilo dei laureati italiani Scelte, processi, esiti nell'istruzione universitaria AlmaLaurea Working Papers ISSN 2239-9453 ALMALAUREA WORKING PAPERS no. 71 Febbraio 2015 AlmaLaurea: XV Profilo dei laureati italiani "Scelte, processi, esiti nell'istruzione universitaria" Servizi per

Dettagli

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo.

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. Le risposte negative vengono memorizzate con i valori 1 e 2. Le risposte positive

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007 A STATISTICA (A-K) a.a. 007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 007 STESS N.O. RD 00 GORU N.O. RD 006 ) La distribuzione del numero degli occupati (valori x 000) in una provincia

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università

Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università Università degli Studi di Milano - Bicocca Nucleo di Valutazione Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università Alessandra Caserini

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 Immatricolazione e Iscrizione ai Corsi di studio di cui ai DD.MM. 03.11.1999 n.509 (G.U. 04.01.2000), 04.08.2000 (G.U.

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 2 - ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO 1. Devo iscrivermi al secondo anno (anni successivi, anni fuori corso) del Corso di Laurea in Giurisprudenza, come devo fare? Nei termini stabiliti dall Ateneo

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n. 2 (Procedure per l iscrizione, l accesso ai risultati e lo scorrimento della graduatoria) 1. Ciascun candidato deve presentare la richiesta di partecipazione al test selettivo per l accesso

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d informazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel mondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

Comunicazioni obbligatorie e altri archivi amministrativi: dati e indicatori sul buon lavoro Luigi Fabbris

Comunicazioni obbligatorie e altri archivi amministrativi: dati e indicatori sul buon lavoro Luigi Fabbris Comunicazioni obbligatorie e altri archivi amministrativi: dati e indicatori sul buon lavoro Luigi Fabbris Università di Padova Comstat Schema della presentazione 1. Il progetto PLUG_IN 2. Il buon lavoro

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

Guida alla Lingua Inglese. Anno Accademico 2013/2014

Guida alla Lingua Inglese. Anno Accademico 2013/2014 Guida alla Lingua Inglese Anno Accademico 2013/2014 Redazione e coordinamento: Area Servizi agli Studenti e ai Dottorandi Servizio Segreterie Studenti Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2014 Tutti gli studenti

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO Fino al 6 maggio 2011 è possibile presentare la domanda per accedere ai contributi a sostegno delle famiglie per le spese di istruzione

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA

ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA Stefania Naddeo (anno accademico 4/5) INDICE PARTE PRIMA: STATISTICA DESCRITTIVA. DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA E FUNZIONE DI RIPARTIZIONE. VALORI CARATTERISTICI

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

DENTRO IL LABIRINTO. Roma, aprile 2011. La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10)

DENTRO IL LABIRINTO. Roma, aprile 2011. La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10) Roma, aprile 2011 DENTRO IL LABIRINTO La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10) di Emanuela Stefani e Vincenzo Zara DENTRO IL LABIRINTO. LA SOSTENIBILITA'

Dettagli

In caso di mancato inserimento, lo studente sarà collocato d'ufficio nella fascia massima di contribuzione.

In caso di mancato inserimento, lo studente sarà collocato d'ufficio nella fascia massima di contribuzione. Gli studenti immatricolati ed iscritti in corso e fuori corso che ritengono di essere nelle condizioni economiche per poter ottenere la riduzione delle tasse possono rivolgersi gratuitamente agli uffici

Dettagli

Scuola di Ingegneria e Architettura

Scuola di Ingegneria e Architettura Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Bando per l ammissione ai Corsi di laurea a numero programmato - Anno Accademico 2014/2015 Il presente bando, congiunto tra la Scuola di Ingegneria e Architettura

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli