5-3-01. Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia. : Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- : 23-05-2013

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
: RONDANINA-MONTE SOPRA PROPATA(pendici)-CASA DEL ROMANO-CAPANNE DI CARREGA-MONTE CARMO-CAPAN NE DI CARREGA-CASA DEL ROMANO-CAPRILE

: ARENZANO-PASSO GAVETTA-PASSO GAVA-P. TARDIA CREVARI-CAMPENAVE-VOLTRI :

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

Itinerario n Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

Itinerario n La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

Azzerare il contachilometri

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

TI04 - L'Ipposidra, la ex-ferrovia a cavallo

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

Fig. 1 : La piazzetta di San Costantino,punto di partenza e di arrivo dell anello 7. Ref. : ap-2217.

Rifugio Alpino Luigi Vaccarone Località Lago dell Agnello - Comune di Giaglione Quota 2743 m s.l.m. (Tel )

Percorso Zona Orientale

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

La notte è ormai prossima e, a metà percorso, occorre accendere le luci.

GROTTA BORTOLOMIOL SCHEDA D ARMO. a cura di Federico Battaglin Grotta Bortolomiol. Località: Borri. Valdobbiadene (Tv)

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

Sistemi Informativi Territoriali. Paolo Mogorovich

TREKKING IN VAL MASTALLONE

Da sasso a eremo di San Valentino

La Via Francigena. Tappa TO04 Da Avenza a Pietrasanta

Esplorando i Sentieri del Linas in MTB

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

ITINERARIO ANELLO di CASTELFRANCO

VALNONTEY - RIFUGIO "SELLA" CASOLARI DELL'HERBETET (giro ad anello)

Attraverso la valle del Cogena- Comunalie interessate : Gorro. Lunghezza: Durata media:4 ore e 30 minuti Livello di difficoltà: Medio

C.A.I. PONTE S. PIETRO

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

17 Luglio Monte Croce con traversata val d Ayas Valtournenche

INDIRIZZO: ASSOCIAZIONE CULTURALE FORZA VITALE - Regione Castignolio 6/A Netro (BI)

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

Sentiero dei Quattro Parchi della Brianza

visita il nostro sito

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

La Via Francigena. Tappa LA02 Da Bolsena a Montefiascone

LA VALLE DI PALANFRÈ

SV02 - La ciclovia dei Parchi

La Via Francigena. Tappa TO11 Da Monteriggioni a Siena

PV-01 La Lomellina tra Pavia e Vigevano

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

PERCORSI IN BICI. Percorso No. 1 CHIANTI - Radda e Volpaia

Dal S.Gottardo all Oberland Bernese. di Paolo Castellani

Le passeggiate di GAVI NANA a cura di Fabio Mesti e Roberto Recati

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

TREKKING DEL "SELLARONDA"

BE-01 Il Naviglio di Bereguardo

Da Nebbiuno a Fosseno percorso nr 1

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna

Cinque Terre Traversata da Riomaggiore a Portovenere

Passeggiandoinbicicletta.it

Trekking nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

10 Maggio 2015 Rapallo (Santuario Caravaggio)

Rio Storto - Tratto 2 - Laghetti - Confluenza

COMUNE DI SAN MARCELLO ASSESSORATO AL TURISMO Le passeggiate di MARESCA. a cura del GRUPPO TREKKING MONTAGNA PISTOIESE

Escursione sulla Montagna dei Fiori

CAI - ALPINISMO GIOVANILE. Primo Corso Di Avvicinamento Alla Montagna Segnaletica

Il percorso verso sud

Percorso Sardegna Centrale

Viaggio in macchina circa 4 ore. In auto

La Via Francigena. Tappa LA06 Da Sutri a Campagnano

Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda

Porte di accesso e percorsi di collegamento

Spineto-Santuario Cà del Bello-Borghetto Borbera. : Serravalle-Stazzano-Santuario di Monte. : (aggiunto variante P07 il )

Monterosso al mare Santuario Madonna di Soviore (465 m) Santuario Madonna del Reggio (317 m) Vernazza Monterosso al mare

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

Il taccuino dell esploratore

Distelgrube Faltmaralm

Ciclabile della Val di Sole

COMUNE DI BRENO PROVINCIA DI BRESCIA BRENO E I SUOI SENTIERI

Descrizione Percorsi Trekking e Passeggiate

GUIDA PER IL PUBBLICO

Vesio, maneggio (m 680) bivio Bocca Sospiri (m 1.000) Piazzale con traliccio (m 1.305) Val Cerese (m 1.266).

Ferrata Siggioli & Pizzo D Uccello

Esperti di passi e di sentieri

Club Alpino Italiano. Monte Rotondo dal Santuario di Macereto. Monti Sibillini. Ussita m 15 km. 5 h (senza soste)

Via Alpinistica del 92 Congresso SAT, ad Arco

CIASPOLATA NEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO LAZIO E MOLISE

LY N A A RALLY GUIDE PS 3/6 FUSEA/LAUCO

Advertisement
Transcript:

: Arquata Scrivia-Sentiero E1-C. Lavaggi- Pratolungo-Sentiero 299-C. Praga-Sent E1-Sant. Montaldero-Arquata Scrivia 5-3-01 : 23-05-2013 : Da Genova Brignole con treno delle 8.20 e arrivo a Arquata Scrivia alle ore 9.00. Prezzo biglietto chilometrico da 50 Km: 4,70 : Da Arquata Scrivia con treno delle 16.58 (feriale) e arrivo a Genova Brignole alle ore 18 circa. Prezzo biglietto chilometrico da 50 Km: 4,70. 105. : 1) carta Le Vie del Sale foglio F7, edizione SCI numero di catalogo 1) LUNGHEZZA DEL PERCORSO : Km. 16,100 2) DISLIVELLO IN SALITA : m. 476 3) KM SFORZO : Kmsf. 20,860 4) DURATA DELLA GITA : ore 7 min 20 5) DURATA DELLA MARCIA : ore 6 min 00 6) VELOCITA DELLA GITA : Kmsf/ora 2,846 7) VELOCITA DELLA MARCIA : Kmsf/ora 3,476 8) PENDENZA MEDIA IN SALITA : 476/ 6600 = 7,21 % 9) INCIDENZA SALITA SU TOTALE : 41 % 5-3-01 P01: (Da Arquata FSVia Carrara, attacco sentiero E1) Marcia 15 minuti Arrivati ad Arquata Scrivia, quota 260 metri, si esce dalla stazione andando diritto e attraversando piazza della Repubblica. Si continua fino alla rotonda spartitraffico, situata all angolo dell importante Via Roma e si va ancora diritto per un breve tratto, svoltando a sinistra in Via Libarna (o Interna), strada parallela a Via Roma ma più stretta e con meno traffico. Si procede diritto verso il centro storico di Arquata, seguendo una strada che più avanti si restringe notevolmente. Arrivati in Piazza San Rocco, si piega a destra trovando il punto d inizio del sentiero E1, una freccia e il segnavia, all angolo di Via Carrara, una stretta viuzza in lieve salita. Siamo a quota 260 metri, dopo 15 minuti di marcia dalla stazione di Arquata. 5-3-01 P02: (Da Arquata-angolo Via CarraraCostruzione cintata dell acquedotto) Marcia 20 minuti Da Arquata Scrivia angolo di Via Carrara, a destra di Piazza San Rocco, quota 260 metri, si risale la stradina asfaltata tra le case, piegando poi a destra quando si arriva ad uno snodo di strade ormai in aperta campagna. Si continua seguendo una larga sterrata a tratti asfaltata, in leggera salita e affiancata da alti alberi. Ad un bivio si piega a sinistra su E1, incontrando una casa isolata a destra e arrivando subito dopo su un poggio panoramico, dove la carrozzabile asfaltata finisce. Sull area pianeggiante si trova una costruzione chiusa e recintata, che ha l aria di essere una cisterna o un locale per la depurazione dell acqua. Siamo a quota 360 metri circa dopo 35 minuti di marcia da Arquata stazione, nei pressi del Santuario indicato sulla cartina ma non individuato. Da notare che anche il percorso del sentiero E1 nella realtà è fin qui completamente diverso da quello segnalato sulla cartina F7 delle Vie del Sale.

Figura 1: Arquata-Panaroma da sent E1 Figura 2: Costruzione lungo il sent E1 5-3-01 P03: (Da Costruz cintata dell acquedottoconfl su sterrata da tornante) Marcia 35 minuti Dalla fine della carrozzabile asfaltata, presso una costruzione isolata dell acquedotto, quota 360 metri, si continua a sinistra della struttura in leggera salita, su una mulattiera a fondo roccioso e infossato, arrivando su un poggio dove sorge un alto traliccio di un elettrodotto ad alta tensione. Si passa sotto una seconda linea elettrica e si continua a salire sullo spartiacque panoramico tra Valle Scrivia e Valle Lemme. Arrivati ad un bivio con diramazione in discesa verso destra, si piega a sinistra in leggera discesa, seguendo una bella mulattiera ombreggiata e a mezza costa segnata con E1, riprendendo a salire e arrivando in vicinanza di un traliccio dell alta tensione. In breve e in leggera discesa, si confluisce su un ampia sterrata in corrispondenza di un tornante nel bosco. Siamo a quota 375 metri, dopo un ora e 10 minuti di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P04: (Da confl su sterrata da tornantedeviazione a destra per Pratolungo) Marcia 5 m Dalla confluenza del sentiero E1 sulla larga sterrata proveniente dal Santuario di Montaldero, in corrispondenza di un tornante, quota 375 metri, si piega a destra in salita, continuando sulla strada diritta e polverosa, arrivando su una sella aperta e calanchiva, trovando a destra una stradina evidente ma senza alcuna marcatura, che scende ripida nel bosco. Siamo a quota 395 metri, dopo un ora e 15 minuti di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P05: (Dall uscita dal percorso E1Fonte Canagin) Marcia 15 minuti Sulla sella aperta di quota 395 metri, si lascia il percorso E1, deviando a destra in ripida discesa, su una mulattiera senza marcatura, che s inoltra in un cupo bosco. Più in basso a destra, s incontra il massiccio rudere di C.na Lavaggio che appare spettrale in una radura. Si piega a destra passando davanti al rudere e continuando su una sterrata inizialmente poco visibile, che scende per un buon tratto molto ripida e diritta sotto un fitto bosco. Poco dopo, una freccia indica la deviazione a sinistra per la Fonte Canagin. Si svolta seguendo un breve stretto sentiero a mezza costa, scendendo leggermente verso il fondo di un oscuro e freddo fosso, trovando la copiosa fonte ai piedi di un vecchio e contorto albero di carpino bianco. Siamo a quota 330 metri, dopo un ora e mezzo di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P06: (Da Fonte Canaginincontro percorso 299A) Marcia 15 minuti Dalla Fontana Canagin, quota 330 metri, si ritorna sulla sterrata evitando lo scivoloso sentiero segnato con la marasca del CAI, che segue in discesa il corso del rio. Sulla strada sassosa si piega a sinistra in discesa, descrivendo un ampio giro in ambiente aperto e contornando una valletta solcata da un rio. Arrivati sul piano si scopre a sinistra una freccia, indicante la direzione in salita verso Masseria Praga del sentiero 299A, che ha inizio su una mulattiera ghiaiosa invasa dall acqua, più simile all alveo di un ruscello che un percorso escursionistico. Per le difficoltà di attraversamento si evita la deviazione e si

prosegue diritto in piano. Siamo a quota 300 metri, dopo un ora e 45 minuti di marcia da Arquata stazione. Figura 3: C.na Lavaggio Figura 4: Pratolungo sup-mad. Delle Grazie 5-3-01 P07: (Da incontro sent 299APratolungo Madonna della Neve) Marcia 30 minuti Dalla deviazione a sinistra per Masseria Praga sul sentiero 299A, quota 300 metri, si prosegue diritto e in piano, seguendo una sterrata carrozzabile parallela ad un corso d acqua (Rio Pratolungo). Dopo una barra la strada supera il rio su un ponticello, continuando in piano tra i prati, passando tra C. Vignaresi e Casalunga (a destra) e Madonna delle Grazie a sinistra. Il percorso è identificato come sentiero 299A fino a Pratolungo inferiore. Si attraversa ancora una volta il rio su un ponticello, arrivando al bivio per Pratolungo superiore e continuando la marcia su strada asfaltata. Si passa oltre la diramazione a destra per Arquata e in breve si arriva sotto la chiesa di Pratolungo inferiore, dedicata alla Madonna della Neve. Siamo a quota 269 metri, dopo due ore e 15 minuti di marcia da Arquata stazione. Figura 5: Pratolungo inf. Chiesa Mad della Neve Figura 6: Mass.a Cappelletta 5-3-01 P08: (Da Pratolungo Madonna della NeveInnesto sentiero E1) Marcia un ora e 15 minuti Dalla chiesa di Pratolungo inferiore, dedicata alla Madonna della Neve, quota 269 metri, si attraversa il giardino pubblico alberato, arrivando sulla piazzetta asfaltata antistante alla Pro Loco e trovando all angolo una freccia che indica la direzione del percorso 299. Si piega a sinistra in salita, passando accanto all area giochi e imboccando a sinistra un ripido e stretto sentiero, che risale una zona calanchiva tra boschetti di orniello, rovere e ginestre. Si rimane a lungo presso la linea di crinale sempre in decisa salita, superando anche alcuni tratti infossati. Dopo circa mezz ora di marcia il percorso si allarga proseguendo in piano e a mezza costa sotto un fitto bosco, che tende a diventare più rado. A 45 minuti di cammino da Pratolongo si arriva in leggera discesa ad un incrocio multiplo detto La Crociera (quota 419

metri), dove si deve proseguire in salita sul sentiero 299. Qui la mulattiera di sinistra scende a Pratolungo inferiore. Si arriva ad un nuovo incrocio sul passo boscoso denominato Ceighetto, dove si piega a sinistra su una buona e larga mulattiera, che in leggera salita contorna una valle ampia. Si percorre una breve trincea in salita, seguita da una rampa in discesa e da un modesto guado. Dopo poche decine di metri ci s immette sul percorso E1, a quota 520 metri circa, dopo tre ore e 30 minuti di marcia da Arquata stazione. Svoltando a destra, dopo breve tratto, si arriva all area ombreggiata di Masseria Cappelletta, adatta per la sosta pranzo. 5-3-01 P09: (Da Masseria Cappellettabivio sentiero 299A) Marcia 20 minuti Da Masseria Cappelletta, quota 520 metri circa, si continua seguendo il percorso E1 a destra (verso nord), ritornando dopo breve tratto al punto di confluenza con il sentiero 299. In leggera salita si risale diritto una valletta in buona parte prativa, arrivando su un passo boscoso a quota 535 metri circa, dal quale si va avanti in discesa e tortuosamente, contornando una valletta alberata. Subito dopo un pendio soggetto al taglio periodico, s incontra a sinistra la deviazione per Pratolungo Superiore segnata come sentiero 299A. Siamo a quota 520 metri, dopo tre ore e 50 minuti di marcia da Arquata stazione. Figura 7 & 8: Masseria Praga 5-3-01 P10: (Da bivio sentiero 299AMasseria Praga) Marcia 10 minuti Dalla diramazione sul sentiero 299A, quota 520 metri, si prosegue diritto sul percorso E1 affrontando una discesa molto ripida e infossata, che cala in un fitto bosco in prossimità di un crinale, spesso con fondo roccioso. Si esce dal bosco e si attraversa in piano un area aperta e incolta, aprendoci un varco tra l erba altissima, fino ad arrivare davanti al maestoso rudere di Masseria Praga. Siamo a quota 500 metri, dopo quattro ore di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P11: (Da Masseria Pragadiramazione per Fonte Canagin e Pratolungo) Marcia 35 minuti Dalla Masseria Praga, quota 500 metri, si prosegue in discesa tra prati e boschetti, seguendo una mulattiera che ben presto diventa una larga sterrata. Si percorre un tratto diritto sul ciglio di un dirupo, che si affaccia panoramico su un ampia valle disabitata e boscosa (Rio Lavandaia). Si piega poi bruscamente a sinistra (quota 450 metri), su una strada più stretta senza indicazioni evidenti, lasciando a destra la sterrata che continua a scendere diritta verso Rigoroso. Si sale in trincea, arrivando rapidamente su un passo tra le rocce, quota 470 metri, continuando poi in discesa su un fondo sassoso. Si passa da un punto panoramico, che da una rupe domina la Valle Scrivia, proprio sopra l abitato di Rigoroso. A mezza costa e in leggera discesa, si attraversano boschetti e zone aperte, passando sotto i fili di un elettrodotto in prossimità del traliccio. Si scende con pendenza elevata su un sentiero stretto, che in seguito si allarga diventando infido a causa di pietre instabili e buche. Dopo un breve crinale di natura calanchiva, ma circondato dal fitto bosco, si arriva sulla sella terrosa dove si trova la deviazione a sinistra in discesa, per la Fonte Canagin e Pratolungo. Siamo a quota 395 metri, dopo quattro ore e 35 minuti di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P12: (Da diramazione per Fonte Canagin e Pratolungouscita da E1) Marcia 5 minuti

Dalla deviazione a sinistra per la Fonte Canagin (non segnalata), a quota 395 metri sulla sella calanchiva, si prosegue diritto su una larga sterrata in discesa e a mezza costa, arrivando rapidamente su una curva a tornante. Qui si abbandona il percorso E1, svoltando a destra sulla sterrata in discesa, lasciando l E1 su una strada più stretta e pianeggiante al centro della curva. Siamo a quota 375 metri, dopo quattro ore e 40 minuti di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P13: (Da uscita da E1bivio per Santuario Montaldero) Marcia 15 minuti Dalla curva a tornante della sterrata, a quota 375 metri, si lascia il percorso E1 deviando a destra in discesa e proseguendo sulla larga strada non segnata. Si cammina in ambiente prevalentemente ombreggiato, sempre in leggera discesa, contornando almeno tre modeste valli solcate da altrettanti ruscelli. Arrivati in un area aperta in corrispondenza di un contrafforte sul quale la strada si allarga, si lascia il percorso più importante piegando a destra in salita in direzione della Santuario della Madonna di Montaldero. Siamo a quota 350 metri, dopo quattro ore e 55 minuti di marcia da Arquata stazione. Figura 9: Santuario di Montaldero Figura 10: Una via di Arquata 5-3-01 P14: (Dal bivio per Santuario Montaldero Santuario Montaldero) Marcia 10 minuti Dal bivio tra sterrata larga e diramazione per il Santuario della Madonna di Montaldero, quota 350 metri, si svolta a destra risalendo uno stradone diritto. Più avanti si descrivono due tornanti nel bosco, seguiti da un altro tratto rettilineo e da due ulteriori tornanti. Infine si esce nella piazza panoramica davanti alla regolare chiesetta del Santuario della Madonna di Moltaldero, quota 405 metri, dopo cinque ore e 5 minuti di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P15: (Dal Santuario Montaldero ritorno al bivio su sterrata) Marcia 10 minuti Dalla piazza panoramica davanti alla regolare chiesetta del Santuario della Madonna di Moltaldero, quota 405 metri, si riprende lo stradone, descrivendo due tornanti in discesa, seguiti da un tratto diritto. Dopo altri due tornanti e un ulteriore tratto diritto sempre in discesa, si confluisce sulla sterrata che da un lato si collega al percorso E1 e dall altro scende all estremità sud di Arquata. Siamo a quota 350 metri, dopo cinque ore e 15 minuti di marcia da Arquata stazione. 5-3-01 P16: (Dal ritorno al bivio su sterrata Maneggio, inizio asfalto) Marcia 15 minuti Dalla confluenza dello stradone proveniente dal Santuario di Montaldero, sulla sterrata principale, a quota 350 metri, si svolta a destra continuando in discesa in ambiente prevalentemente aperto. Si contornano un paio di modeste vallette, incontrando poche case coloniche sparse apparentemente non abitate in modo continuativo. Arrivati a fianco di un vasto maneggio recintato, quasi alla fine della discesa, il fondo diventa asfaltato e il percorso piega repentinamente a sinistra. Siamo a quota 275 metri, dopo cinque ore e 30 minuti di marcia da Arquata stazione.

5-3-01 P17: (Dal Maneggio, inizio asfaltovia Carrara, Pza San Rocco di Arquata) Marcia 15 minuti Dalla fine della larga sterrata, a quota 275 metri, davanti a un maneggio, si continua in piano verso destra, su strada asfaltata, passando in mezzo a ville e giardini fino a raggiungere una zona urbana fittamente alberata. Si svolta a sinistra in Viale Rimembranza,.percorrendolo completamente fino a confluire in Via Libarna. Si piega a sinistra arrivando in breve in Piazza San Rocco, davanti a Via Carrara (a sinistra) dalla quale inizia il percorso E1. Siamo a quota 260 metri, dopo cinque ore e 45 minuti di marcia dall inizio. 5-3-01 P18: (Da Via Carrara, Pza San RoccoStazione di Arquata) Marcia 15 minuti Arrivati ad Arquata, Piazza San Rocco, davanti a Via Carrara da dove inizia il percorso E1, quota 260 metri, si prosegue diritto per Via Libarna. Gradatamente la strada si allarga tra le case arrivando ad un incrocio importante, sul quale si svolta a destra in Viale Italia. Si attraversa l importante Via Roma incontrando un incrocio con rotonda, arrivando subito dopo in Piazza della Repubblica prospiciente la stazione ferroviaria di Arquata. Siamo a quota 260 metri, dopo sei ore di marcia dall inizio. SVILUPPO DELLA GITA

ALTIMETRIA DELLA GITA