Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008"

Transcript

1 Nota trimestrale novembre 2008 Il lavoro in somministrazione nel terzo trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e INPS. Occupati, giornate retribuite e missioni avviate nel terzo trimestre 2008 Nel terzo trimestre 2008 l insieme degli indicatori del lavoro interinale (in somministrazione) mostra un andamento negativo pressoché generalizzato. I lavoratori, individuati negli assicurati netti presso l INAIL 1, sono diminuiti del 7,6% rispetto al terzo trimestre del La riduzione ha riguardato in misura maggiore la componente italiana (-8,6%) rispetto a quella straniera (-4,6%). Come è possibile notare dalla tabella 1, gli avviamenti al lavoro interinale, rappresentati dalle nuove missioni, mostrano, nel 2008, una maggiore variabilità rispetto al numero di lavoratori impiegati. Le missioni avviate nel terzo trimestre 2008 hanno subito, infatti, una riduzione ben superiore, pari al -21,3% in ragione d anno. La variazione congiunturale delle missioni avviate nel trimestre, rispetto, cioè, al trimestre precedente, è stata negativa nella misura del 19% circa, contro il +2,8% conseguito nel Una variazione positiva si registra, invece, per le giornate retribuite nel terzo trimestre 2008 rispetto allo stesso trimestre del 2007 (+9,8%, tab.2). A questo risultato ha contribuito un uso più intensivo 2 del lavoro interinale come mostra la crescita, seppure a tassi ridotti rispetto al primo semestre 2008, del numero medio di giornate retribuite mensilmente, in aumento tendenziale del 4,4% nel terzo trimestre Figura 1 Missioni di lavoro interinale avviate per trimestre, I trim II trim III trim IV trim I trim II trim III trim Gli assicurati netti sono le persone, contate una sola volta, che nel periodo di riferimento (anno, trimestre) hanno lavorato almeno un giorno. Nel caso di lavoratori con più rapporti di lavoro nel periodo considerato, per l'attribuzione del settore economico e del luogo di svolgimento delle missioni, i dati INAIL fanno riferimento al primo rapporto di lavoro del periodo. 2 Questo risultato può essere dovuto a una serie di fattori che in questa nota non è possibile descrivere dettagliatamente. Si può, tuttavia, presumere che il decremento dell occupazione interinale abbia interessato in primo luogo la sostituzione dei lavoratori con missioni brevi e ad alto tasso di turn over. La mancata sostituzione di questi lavoratori può aver lasciato in produzione i lavoratori con le missioni più lunghe e con un maggior numero di giornate retribuite nella media mensile. 1

2 Figura 2 Lavoratori interinali assicurati all'inail, dati trimestrali Figura 3 Giornate retribuite di lavoro interinale: totale per trimestre (scala sinistra) e media mensile per occupato (scala destra). Dati trimestrali Giornate lavorate mensilmente (scala destra) Giornate retribuite (scala sinistra) 17,5 17,0 16, ,0 15, , ,5 Itrim II trim III trim IV trim Itrim II trim III trim I trim II trim III trim IV trim I trim II trim III trim ,0 Tabella 1 - Lavoratori interinali assicurati all'inail e missioni avviate per trimestre, 2008 ( variazioni rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente) Interinali INAIL Var. rispetto al trimestre corrispondente 2007 Missioni avviate Var. rispetto al trimestre corrispondente 2007 I trim ,9% ,1% II trim ,7% ,6% III trim ,6% ,3% Tabella 2 - Giornate retribuite di lavoro interinale: totale e media mensile per trimestre 2008 Giornate retribuite Variazione rispetto al trimestre corrispondente 2007 Media mensile giornate retribuite Variazione rispetto al trimestre corrispondente 2007 I trim ,1 19,1% 17,0 11,3% II trim ,1 15,7% 16,6 5,3% III trim ,1 9,8% 16,4 4,4% Fonte: elaborazioni su dati INPS 2

3 I dati regionali Osservatorio Nazionale L analisi regionale mostra che soltanto due Regioni mostrano una variazione tendenziale positiva delle missioni avviate nel terzo trimestre Si tratta della Liguria e della Sicilia che rappresentano meno del 6% delle missioni avviate nel periodo. Particolarmente forte appare la riduzione per il Friuli, il Molise e il Trentino Alto Adige, dove il decremento delle missioni avviate supera il 30%. Queste regioni rappresentano poco più del 3% delle assunzioni effettuate nel trimestre. Anche nelle Regioni che esprimono quote rilevanti della domanda del lavoro interinale si registrano variazioni negative ben superiore al dato medio nazionale. È il caso delle regioni Toscana, Lazio, Veneto, Emilia Romagna e la Puglia che, insieme, hanno rappresentato oltre il 35% del totale nazionale delle missioni avviate. Figura 4 Missioni di lavoro interinale avviate nel terzo trimestre 2007 e Variazioni per regione. LIGURIA 43,7% SICILIA 17,7% -4,1% SARDEGNA -18,5% -18,7% -19,2% -20,5% -20,6% -21,3% -21,3% -22,6% -23,6% -26,0% -27,6% -27,8% -28,7% -31,4% -35,3% -15,3% -15,3% CAMPANIA VALLE D'AOSTA ABRUZZO PIEMONTE UMBRIA CALABRIA BASILICATA LOMBARDIA Media nazionale TOSCANA LAZIO VENETO PUGLIA EMILIA ROMAGNA MARCHE TRENTINOALTO ADIGE MOLISE -40,6% FRIULI V. G. 3

4 Figura 5 Lavoratori interinali assicurati all'inail: Variazioni regionali terzo trimestre UMBRIA LIGURIA SARDEGNA PUGLIA 10,5% 9,2% 7,9% 6,8% TOSCANA SICILIA VALLE D'AOSTA 1,3% 1,2% 0,8% -1,9% CALABRIA -2,1% PIEMONTE -5,1% MOLISE -7,6% -7,9% -8,2% -9,6% -9,6% -10,9% -10,9% Media nazionale EMILIA ROMAGNA ABRUZZO LOMBARDIA TRENTINO ALTO ADIGE LAZIO CAMPANIA -14,1% -12,9% VENETO MARCHE -18,7% -19,2% FRIULI V. G. BASILICATA Il rapporto occupati nuove missioni e il saldo assunzioni - cessazioni Un indicatore utile per valutare le prospettive del settore almeno nel breve periodo, è costituito dal rapporto fra gli occupati netti in un trimestre e le missioni avviate nello stesso periodo. Se nel terzo trimestre 2007 occupati interinali e missioni avviate mostravano un sostanziale equilibrio, con uno scarto dello 0,8%, nel stesso trimestre 2008 lo scarto fra occupati e missioni avviate è pari al 15% a sfavore delle seconde (fig. 6). L analisi regionale mostra come la differenza fra occupati e nuove missioni appare particolarmente forte in Calabria (nuove missioni inferiori del 58% circa rispetto agli occupati nel trimestre); in Umbria (-44%); Friuli V.G. (-39%) ed Emilia Romagna (-38%). Regioni importanti in termini di quote di lavoratori interinali impiegati, come la Lombardia e il Piemonte, mostrano una differenza negativa fra nuove missioni e occupati superiore alla media nazionale (-24 e -17% rispettivamente). Nel terzo trimestre 2008 la differenza fra missioni avviate e cessazioni presenta una saldo negativo di 60 mila unità (pari al 25% delle missioni avviate nel periodo). Nello stesso trimestre del 2007 il saldo era positivo, con un numero di assunzioni superiore di circa 7 mila rispetto alle cessazioni. Il saldo cumulato per i primi tre trimestri del 2008 risulta ancora positivo con numero di assunzioni superiore a poco di 20 mila rispetto alle cessazioni contro una scarto positivo di circa 90 mila nei primi tre trimestri del I saldi appaiono negativi in tutte le regioni (fig. 9). Confrontando le differenze fra missioni avviate e cessazioni, espresse in percentuale delle missioni avviate nel trimestre, è possibile operare un confronto fra le diverse regioni. Fra le regioni con i maggiori saldi negativi vi sono l Umbria, 4

5 con una differenza del 48%, il Friuli (-41%) e l Emilia Romagna (-39%). Figura 6 Scarto fra missioni avviate e occupati interinali. dati trimestrali ,9% 12,0% 1,9% -0,6% I trim II trim III trim IV trim I trim II trim III trim -4,2% -7,6% ,3% Figura 7 Scarto fra missioni avviate e occupati interinali (assicurati netti INAIL). Dati regionali, terzo trimestre ,5% -43,7% -38,8% -38,3% -37,3% -35,4% CALABRIA UMBRIA FRIULI V. G. EMILIA ROMAGNA MOLISE SARDEGNA -24,6% -23,6% -19,3% VALLE D'AOSTA PIEMONTE TOSCANA -17,3% ABRUZZO -16,9% LOMBARDIA -16,2% MARCHE -15,3% Media nazionale -11,9% VENETO -7,6% TRENT. A.A. LAZIO LIGURIA CAMPANIA 1,0% 6,8% 13,1% PUGLIA 30,3% BASILICATA 61,5% SICILIA 108,6% -60,0% -40,0% -20,0% 0,0% 20,0% 40,0% 60,0% 80,0% 100,0% 120,0% 5

6 Figura Saldo missioni avviate - cessazioni, dati trimestrali 2007 e 2008 (differenze in numero) I trim II trim III trim IV trim I trim II trim III trim Figura 9 Saldo missioni avviate - cessazioni per regione (in percentuale delle missioni avviate). Terzo trimestre % UMBRIA -41% FRIULI V. G. -39% EMILIA ROMAGNA -35% -35% MARCHE CALABRIA -28% -28% -28% -27% -26% -25% -23% -23% -22% TOSCANA PIEMONTE VENETO ABRUZZO TRENTINOALTO ADIGE Media nazionale SARDEGNA LOMBARDIA MOLISE -19% CAMPANIA -17% -16% LAZIO VALLE D'AOSTA -13% -12% -10% LIGURIA PUGLIA SICILIA -8% BASILICATA 6

7 Gli andamenti per settore produttivo Nel terzo trimestre 2008 si riscontrano forti differenze fra i diversi settori produttivi per ciò che riguarda le variazioni degli occupati con contratto di lavoro in somministrazione rispetto allo stesso trimestre del A fronte della riduzione media del 7,6% si registrano variazioni positive nel settore agricolo, nei servizi non altrove classificati, come, per esempio i servizi forniti alle famiglie, nelle Costruzioni e nel settore dell elettricità, gas e acqua (tab.5). Complessivamente in questi settori, che incidono per il 4,5% dell occupazione interinale, il numero di somministrati cresce, nel terzo trimestre 2008, del 27% su base annua. manifatturiera si passa da una differenza positiva di oltre 5 mila nel 2007 a un saldo negativo rappresentato da un numero di missioni avviate inferiore di 40 mila rispetto alle cessazioni nel In rapporto alle missioni avviate, saldi negativi della stessa entità si riscontrano per la Pubblica Amministrazione (saldo pari a -27% in rapporto alle missioni avviate nel trimestre) e i servizi alle imprese (saldo negativo pari al 23% delle missioni avviate). Variazioni negative degli occupati superiori alle media si osservano per l industria manifatturiera (53% degli occupati nel terzo trimestre 2008) e nel settore dei trasporti (4% degli occupati). Variazioni prossime o inferiori alla media si riscontrano per il Commercio, alberghi e ristoranti e per la Pubblica Amministrazione, che nel terzo trimestre 2008 pesano, rispettivamente, per il 16 e l 8% dell occupazione interinale. L analisi dei dati di flusso per settore mostra sensibili riduzioni delle missioni avviate nei principali settori utilizzatori di lavoro in somministrazione. Nell industria manifatturiera la riduzione è pari al 30% (tab.6). Nel Settore dei servizi alle imprese si riscontra una riduzione delle missioni avviate del 20% a fronte, peraltro, di una sostanziale stabilità del numero di occupati. La differenza fra missioni avviate e cessazioni dei rapporti di lavoro mostra un peggioramento in tutti i settori nel terzo trimestre 2008 rispetto allo stesso periodo del 2007 (tab.7). In particolare, nell industria 7

8 Tabella 5 - Lavoratori interinali per settore produttivo (Assicurati netti INAIL). Variazioni terzo trimestre Settore Var. in % Agricoltura, pesca, ind. Estrattiva 38,6% Altri servizi e attività non determinate 136,7% Commercio, alberghi, ristoranti -7,7% Costruzioni 5,1% Credito, servizi alle imprese, informatica -0,5% Elettricità, gas acqua 8,9% Industria manifatturiera -11,5% Pubblica amministrazione, sanità, istruzione -5,7% Trasporti -8,6% Totale complessivo -7,6% Tabella 6 - Variazioni delle Missioni di lavoro interinale avviate, terzo trimestre Dati per settore produttivo Settore Var. in % Agricoltura, pesca, ind. Estrattiva 15,4% Altri servizi e attività non determinate 122,8% Commercio, alberghi, ristoranti -13,9% Costruzioni 3,7% Credito, servizi alle imprese, informatica -20,0% Elettricità, gas acqua 31,5% Industria manifatturiera -30,6% Pubblica amministrazione, sanità, istruzione -20,0% Trasporti 2,6% Totale complessivo -21,3% 8

9 Tabella 7 - Saldo missioni avviate cessazioni terzo trimestre 2007 e 2008 Settore 2007 Saldo in % delle missioni avviate 2008 Saldo in % delle missioni avviate Agricoltura, pesca, ind. Estrattiva 48 10,5% 19 3,6% Altri servizi e attività non det ,6% 50 1,6% Commercio, alberghi, ristoranti 224 0,3% ,0% Costruzioni 97 2,0% ,1% Credito, serv. alle imprese, inform ,5% ,1% Elettricità, gas acqua ,3% ,2% Industria manifatturiera ,4% ,2% Pubb.ca amm., sanità, istruzione 764 5,1% ,0% Trasporti ,6% ,8% Totale ,2% ,8% 9

10 Appendice statistica 10

11 Missioni avviate e cessazioni per sezione produttiva. Terzo trimestre Terzo trimestre 2007 Terzo trimestre 2008 Sezione produttiva Missioni avviate Cessazioni Saldo Missioni avviate Cessazioni Saldo A AGRICOLTURA B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE DB INDUSTRIA TESSILE DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO DE INDUSTRIA DELLA CARTA DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA DH INDUSTRIA DELLA GOMMA DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE DJ INDUSTRIA DEI METALLI DK INDUSTRIA MECCANICA DL INDUSTRIA ELETTRICA DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO DN ALTRE INDUSTRIE E ELETTRICITA' GAS ACQUA F COSTRUZIONI G50 COMMERCIO E RIPARAZIONI DI AUTO G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO H ALBERGHI E RISTORANTI I TRASPORTI J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA K INFORMATICA E SERVIZI ALLE IMPRESE L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE M ISTRUZIONE N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE O SERVIZI PUBBLICI P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE X ATTIVITA' NON DETERMINATE Totale

12 Lavoratori in somministrazione per sezione produttiva. Terzo trimestre 2007 e 2008 Terzo trimestre 2007 Terzo trimestre 2008 Sezione produttiva Italiani Stranieri Totale Italiani Stranieri Totale A AGRICOLTURA B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE DB INDUSTRIA TESSILE DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO DE INDUSTRIA DELLA CARTA DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA DH INDUSTRIA DELLA GOMMA DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE DJ INDUSTRIA DEI METALLI DK INDUSTRIA MECCANICA DL INDUSTRIA ELETTRICA DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO DN ALTRE INDUSTRIE E ELETTRICITA' GAS ACQUA F COSTRUZIONI G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO H ALBERGHI E RISTORANTI I TRASPORTI J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA K INFORMATICA E SERVIZI IMPRESE L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE M ISTRUZIONE N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE O SERVIZI PUBBLICI P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE X ATTIVITA' NON DETERMINATE Totale

13 Lavoratori in somministrazione per Regione e provenienza. Terzo trimestre 2007 e 2008 Terzo trimestre 2007 Terzo trimestre 2008 Regione Italiani Stranieri Totale Italiani Stranieri Totale ABRUZZO BASILICATA CALABRIA CAMPANIA EMILIA ROMAGNA FRIULI V. G LAZIO LIGURIA LOMBARDIA MARCHE MOLISE PIEMONTE PUGLIA SARDEGNA SICILIA TOSCANA TRENTINO ALTO A UMBRIA VALLE D'AOSTA VENETO Totale

14 Missioni avviate e cessazioni per regione. Terzo trimestre 2007 e 2008 Terzo trimestre 2007 Terzo trimestre 2008 Regione Missioni avviate Cessazioni Saldo Missioni avviate Cessazioni Saldo ABRUZZO BASILICATA CALABRIA CAMPANIA EMILIA ROMAGNA FRIULI V. G LAZIO LIGURIA LOMBARDIA MARCHE MOLISE PIEMONTE PUGLIA SARDEGNA SICILIA TOSCANA TRENTINO ALTO ADIGE UMBRIA VALLE D'AOSTA VENETO Totale

Nota trimestrale marzo Il lavoro in somministrazione nel

Nota trimestrale marzo Il lavoro in somministrazione nel Nota trimestrale marzo 2009 - Il lavoro in somministrazione nel quarto trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e FORMATEMP Nel quarto trimestre 2008 gli indicatori del lavoro interinale (in

Dettagli

Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [Febbraio 2011] Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Nel terzo trimestre del 2010 il numero di lavoratori che hanno svolto almeno una missione di lavoro interinale

Dettagli

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [marzo 2011] Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Il 2010 si è chiuso con un incremento del occupazione interinale del 12,7%. Il risultato positivo fa seguito

Dettagli

Il lavoro interinale nel terzo e quarto trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP.

Il lavoro interinale nel terzo e quarto trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP. [Febbraio 2010] Il lavoro interinale nel terzo e quarto trimestre attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP. SINTESI Nel quarto trimestre del il numero di lavoratori impiegati come interinali è stato pari

Dettagli

Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006

Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006 Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006 Ottobre 2007 Il numero di lavoratori interinali e la componente straniera La distribuzione per settore economico

Dettagli

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [ 2010] Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Nel primo trimestre del 2010 il numero di lavoratori che hanno svolto almeno una missione di lavoro interinale (assicurati

Dettagli

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e una prima anticipazione dei risultati del I trimestre 2010

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e una prima anticipazione dei risultati del I trimestre 2010 [ 2010] Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e una prima anticipazione dei risultati del I trimestre 2010 SINTESI Nel quarto trimestre del 2009 il numero di lavoratori

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale Su dati amministrativi INAIL e INPS [Digitare il nome della società] Aprile 2007 Avvertenza Il dettaglio regionale dei

Dettagli

MONTE RETRIBUTIVO, OCCUPATI E ORE LAVORATE NEL LAVORO INTERINALE 1.

MONTE RETRIBUTIVO, OCCUPATI E ORE LAVORATE NEL LAVORO INTERINALE 1. gen-08 mar-08 mag-08 lug-08 set-08 nov-08 gen-09 mar-09 mag-09 lug-09 set-09 nov-09 gen-10 mar-10 mag-10 lug-10 set-10 nov-10 gen-11 mar-11 mag-11 lug-11 set-11 nov-11 mar-12 mag-12 lug-12 set-12 nov-12

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2008 E nel primo trimestre 2009

OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2008 E nel primo trimestre 2009 2008 Osservatorio Nazionale OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2008 E nel primo trimestre 2009 Attraverso i dati INAIL e INPS OSSERVATORIOE.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro

Dettagli

MONTE RETRIBUTIVO, OCCUPATI E ORE LAVORATE NEL LAVORO INTERINALE 1.

MONTE RETRIBUTIVO, OCCUPATI E ORE LAVORATE NEL LAVORO INTERINALE 1. -08-08 -08-08 -08-08 -09-09 -09-09 -09-09 -10-10 -10-10 -10-10 -11-11 -11-11 -11-11 -12-12 -12-12 -12-12 -13-13 -13-13 -13-13 -14-14 -14-14 Osservatorio Nazionale MONTE RETRIBUTIVO, OCCUPATI E ORE LAVORATE

Dettagli

Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d Roma

Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d Roma LE ATTIVITÀ DI FONDIMPRESA novembre 2013 Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d - 00171 Roma Piani e finanziamenti del Conto Formazione 2006 2007 2009 2010 2011 2012 2013

Dettagli

Maggio OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel Attraverso i dati amministrativi INAIL e INPS

Maggio OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel Attraverso i dati amministrativi INAIL e INPS 2008 OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2007 Attraverso i dati amministrativi INAIL e INPS OSSERVATORIOE.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 [Digitare qui il sunto

Dettagli

Il lavoro interinale nel 2007

Il lavoro interinale nel 2007 2008 news maggio 2008 OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2007 Attraverso i dati amministrativi INAIL e INPS OSSERVATORIOE.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 [Digitare

Dettagli

OCCUPATI EQUIVALENTI CESSAZIONI TOTALI. Anno9 /Trimestre. Descrizione ASSUNZIONI TOTALI OCCUPATI NETTI. Descrizione Informazione ANNO

OCCUPATI EQUIVALENTI CESSAZIONI TOTALI. Anno9 /Trimestre. Descrizione ASSUNZIONI TOTALI OCCUPATI NETTI. Descrizione Informazione ANNO ASSICURATI - INTERINALI - OCCUPATI NETTI, OCCUPATI EQUIVALENTI, ASSUNZIONI TOTALI, ASSUNZIONI NETTE, NUOVI ASSUNTI, CESSAZIONI TOTALI, CESSAZIONI NETTE Distribuzione per Anno,Trimestre - Italia, Macroregione,

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2008 12 dicembre 2008 Nel periodo gennaio-settembre 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato, rispetto al corrispondente periodo

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio giugno 2008 17 settembre 2008 Nel periodo gennaio-giugno 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un incremento del 5,9 per cento rispetto

Dettagli

FOCUS Luglio Dinamica del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato, sulla base delle comunicazioni obbligatorie.

FOCUS Luglio Dinamica del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato, sulla base delle comunicazioni obbligatorie. trimestre, pertanto il dato a livello nazionale può non corrispondere alla somma dei lavoratori di ciascuna regione. Fonte dei dati. Ministero del Lavoro. SISCO (Sistema Informativo Statistico Comunicazioni

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2006 14 marzo 2007 Nel periodo gennaio-dicembre 2006 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 9 per cento rispetto allo

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2007 12 dicembre 2007 Nel periodo gennaio-settembre 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 11,5 per cento rispetto

Dettagli

Il lavoro interinale nel secondo e terzo trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP.

Il lavoro interinale nel secondo e terzo trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP. [Dicembre 2009] Il lavoro interinale nel secondo e terzo trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP. SINTESI Nel terzo trimestre del 2009 si assiste a una attenuazione della caduta dell occupazione

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2007 13 marzo 2008 Nel 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 8 per cento rispetto al 2006 (più 6,1 per cento verso

Dettagli

Il lavoro interinale nel 2008: un primo bilancio e un confronto con il 2007

Il lavoro interinale nel 2008: un primo bilancio e un confronto con il 2007 Il lavoro interinale nel 2008: un primo bilancio e un confronto con il 2007 Ricorso al lavoro interinale e andamento del PIL nel 2008 Il lavoro interinale nel contesto dell occupazione nazionale Le nuove

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Secondo Rapporto Annuale 2000

Secondo Rapporto Annuale 2000 Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Secondo Rapporto Annuale 2000 Statistiche Indice Pag. Premessa e glossario VII PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO DENUNCIATI ALL INAIL

Dettagli

La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro

La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro Modena, 7 ottobre 2010 Workshop La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro Gravità e dimensione del fenomeno a cura di Claudio Calabresi (Inail) 1953 1977 1979 1981 1983 1985

Dettagli

I dati Namea regionali

I dati Namea regionali Workshop Conti Namea regionali delle emissioni atmosferiche Istat, Conti economici nazionali integrati con conti ambientali vetrella@istat.it Roma, 13 ottobre 2009, Istat Finalità principale della Namea

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2008 12 marzo 2009 Nel 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un leggero incremento (più 0,3 per cento) rispetto all anno precedente,

Dettagli

1 TRIMESTRE 2016: LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA. Nati-mortalità delle imprese giovanili (*) in Liguria

1 TRIMESTRE 2016: LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA. Nati-mortalità delle imprese giovanili (*) in Liguria 1 TRIMESTRE 2016: LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA Nei primi 3 mesi, 800 giovani hanno deciso di aprire un attività in proprio Nonostante il tasso di disoccupazione giovanile in Liguria nel 2015 sia sceso

Dettagli

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI 1 - TOT Anno 2018 EXTR 527 4439 4966 28582 65265 93847 14436 22139 36575 15068 22474 37542 9557727 19675376 29233103 Lazio 912 219.840 411.696 140.452 331.490 360.292 743.186 Lombardia 903 145.687 275.986

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO QUALI LE DINAMICHE DAL 2008 AL 2009 STUDIO DELLE DIFFERENZE ASSOLUTE DEGLI OCCUPATI Distinzioni per Posizione nella professione Classi di età Genere Macroarea

Dettagli

RAPPORTO SVIMEZ 2017 DOCUMENTAZIONE STATISTICA SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO. Roma, 7 novembre Camera dei Deputati

RAPPORTO SVIMEZ 2017 DOCUMENTAZIONE STATISTICA SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO. Roma, 7 novembre Camera dei Deputati RAPPORTO SVIMEZ 2017 SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO DOCUMENTAZIONE STATISTICA Roma, 7 novembre 2017 Camera dei Deputati 1. CONTI ECONOMICI TERRITORIALI Tab. A1. Conto economico delle risorse e degli impieghi

Dettagli

Evoluzione e andamento delle esportazioni marchigiane. Evoluzione della quota di esportazioni regionali

Evoluzione e andamento delle esportazioni marchigiane. Evoluzione della quota di esportazioni regionali DEI DATI ANNUALI 2006 Evoluzione e andamento delle esportazioni marchigiane in milioni di euro 12.000 11.000 10.000 9.000 8.000 7.000 6.000 5.000 4.000 3.000 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004

Dettagli

Le Marche e le altre regioni

Le Marche e le altre regioni DEI DATI ANNUALI Le Marche e le altre regioni Ammontare di esportazioni e variazioni rispetto all'anno precedente Export Export anno anno mln euro Variazione mln euro % Piemonte 31.768 31.257 1,6 Valle

Dettagli

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO Automobile Club d'italia - Distribuzione Parco Veicoli (esclusi rimorchi) per Anno, Regione, Norma Euro e Alimentazione Categorie: AV elaborazione del 16-11-2018 2017 PIEMONTE EURO 0 47 183.851 12.184

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Toscana Basilicata 2 Molise 3 9,2 Abruzzo

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Sicilia 1 7 Campania 1 7 Emilia Romagna 1 5 Veneto 8, 4 Basilicata 3 Calabria 3 Liguria 3 Piemonte 3 Valle d'aosta 2 Trentino Alto Adige 2 Puglia 2 Abruzzo 1 Sardegna 1 Lazio 1 Friuli Venezia Giulia 0

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 216 Saldi positivi per giovani e stranieri, in calo le donne Nel 216 il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese giovanili

Dettagli

ALLEGATO TABELLE. Tabella 1MN Distribuzione delle PAT per Comparto Produttivo

ALLEGATO TABELLE. Tabella 1MN Distribuzione delle PAT per Comparto Produttivo ALLEGATO TABELLE Tabella 1MN Distribuzione delle PAT per Comparto Produttivo Comparto Produttivo 2000 2001 2002 2003 TOTALE Missing 406 416 422 454 1698 01 Agrindustria e pesca 371 368 379 391 1509 02

Dettagli

A Agrindustria B Pesca C Estrazione di minerali

A Agrindustria B Pesca C Estrazione di minerali Tav. 19 - INTERINALI (1) - Infortuni sul lavoro avvenuti nel periodo 2005-2007 e denunciati all'inail per settore di attività economica e anno - INDUSTRIA E SERVIZI SETTORE TOTALE INFORTUNI MORTALI DI

Dettagli

GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE

GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE INDICE Quadro generale PAG. Graf. 1 - Andamento degli infortuni nelle Marche e in Italia - Anni 1999-2003 1 Tab.1 - Infortuni sul lavoro denunciati all'

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Giugno 2018

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Giugno 2018 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Giugno 2018 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso

Dettagli

Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio**

Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio** IL LAVORO ACCESSORIO 2008-2015 Profili delle aziende e dei DOSSIER STATISTICO Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio** * Inps, Coordinamento generale statistico attuariale

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Osservatorio sui lavoratori dipendenti 1 privato del settore 1. NUMERO LAVORATORI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Campania

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Molise

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Liguria Marche 8 7,0

Dettagli

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni Tabella 1 - Persone (valori assoluti in migliaia e Intervalli di Confidenza al 95%) che nei tre mesi precedenti l intervista hanno subito incidenti in ambiente domestico e tassi di incidenti domestici

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Agosto 2018

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Agosto 2018 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Agosto 2018 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA 2017 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso dell

Dettagli

RAPPORTO SINTETICO FORMA.TEMP 2008

RAPPORTO SINTETICO FORMA.TEMP 2008 Osservatorio Nazionale RAPPORTO SINTETICO FORMA.TEMP 2008 A cura di Antonio Ruda Per Forma.Temp hanno collaborato alla redazione del Rapporto: Francesca Romana Cartolano del Nucleo Tecnico di Valutazione

Dettagli

LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA NEL 3 TRIMESTRE 2014

LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA NEL 3 TRIMESTRE 2014 LE IMPRESE GIOVANILI IN LIGURIA NEL 3 TRIMESTRE 2014 Crisi: poco più di 650 giovani hanno risposto mettendosi in proprio Su 2.019 aziende nate, una su tre è under 35 Gli ultimi dati Istat, relativi al

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Giugno 2017

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Giugno 2017 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Giugno 2017 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE GIUGNO 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE GIUGNO 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE GIUGNO 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Valle d'aosta Sicilia Lazio

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE OTTOBRE 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE OTTOBRE 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE OTTOBRE 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Fondazione CENSIS Dialogo sociale e politiche attive del lavoro nella programmazione FSE Fenomeni e tendenze del mercato del lavoro

Fondazione CENSIS Dialogo sociale e politiche attive del lavoro nella programmazione FSE Fenomeni e tendenze del mercato del lavoro Fondazione CENSIS Dialogo sociale e politiche attive del lavoro nella programmazione FSE 2014-2020. Fenomeni e tendenze del mercato del lavoro Maurizio Sorcioni Italia Lavoro Argomenti 1. Occupati e disoccupati:

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016 Quasi 10mila in più nel 2016 Commercio, agricoltura, turismo, servizi, manifattura: ecco lo zoccolo duro del fare impresa delle donne Roma, 7 marzo 2017 Quasi 10mila in più nel 2016, con una variazione

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Ottobre 2017

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Ottobre 2017 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Ottobre 2017 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Aprile 2017

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Aprile 2017 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Aprile 2017 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso

Dettagli

Osservatorio Nazionale. Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei

Osservatorio Nazionale. Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei Osservatorio Nazionale Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei Rapporto sintetico FORMA. TEMP. 2008 L attività di FORMATEMP nel 2008: I progetti, gli allievi coinvolti, le risorse impiegate Nel

Dettagli

Gennaio-Novembre 2018

Gennaio-Novembre 2018 1 - TOT CONSISTENZA RICETTIVA E RILEVATI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI Gennaio-Novembre 2018 EXTR 528 4398 4926 28617 65025 93642 14456 22060 36516 15090 22403 37493 8785278 18138949 26924227 Lazio 912 196.079

Dettagli

Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2008

Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2008 Osservatorio Nazionale Le prestazioni EBITEMP per i lavoratori in somministrazione nel 2008 I prestiti personali Le prestazioni in caso di infortunio sul lavoro La Tutela Sanitaria Integrativa 1 I prestiti

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici 1 Nel 2014 sono stati trasmessi 11.494.805

Dettagli

Ciclo economico e produttività nelle regioni italiane di Cristina Brasili

Ciclo economico e produttività nelle regioni italiane di Cristina Brasili di Cristina Brasili Presidente dell Associazione RegiosS e docente dell Università di Bologna 1 Sommario 1. Crescita economica e produttività del lavoro 2. La produttività del lavoro nelle regioni italiane

Dettagli

L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi ESTRATTO DALL'OSSERVATORIO

Dettagli

I numeri sulla sicurezza nell economia TAC

I numeri sulla sicurezza nell economia TAC I numeri sulla sicurezza nell economia TAC 1 U n a f o t o g r a f i a s t a t i s t i c a d e l f e n o m e n o d e g l i i n f o r t u n i e d e l l e m a l a t t i e p r o f e s s i o n a l i n e l

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Aprile 2018

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Aprile 2018 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Aprile 2018 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Emilia Romagna 4,5% 2 Lombardia 4,5% 2 Sicilia 2,0% 0 Campania 8 Piemonte 7,2% 6 Veneto 6,0% 5 Basilicata 4,8% 4 Calabria 4,8% 4 Trentino

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Lombardia 4,% 6 Emilia Romagna 3,2% 5 Sicilia 9,6% Campania 7,9% 9 Veneto 6,% 7 Basilicata 4 Trentino Alto Adige 4 Abruzzo 4 Calabria 4 Liguria 4 Puglia 4 Lazio 4 Umbria 3 Marche 3 Toscana 3 Valle d'aosta

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

L andamento congiunturale in Emilia-Romagna

L andamento congiunturale in Emilia-Romagna L andamento congiunturale in Emilia-Romagna Secondo trimestre 2016 Quadro internazionale Futuro (2016-2018) Elaborazione Unioncamere Emilia- Romagna su dati Fondo Monetario Internazionale(5 ottobre 2016)

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio - giugno 2004 17 settembre 2004 Nel primo semestre 2004 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 5,7 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 07: aggiornamento al 30//07 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/6/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/6/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/6/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2018: aggiornamento al 30/4/2018 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2018: aggiornamento al 30/4/2018 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 01: aggiornamento al 30/4/01 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Parte seconda AVVERTENZE

Parte seconda AVVERTENZE Parte seconda Infortuni sul lavoro e malattie professionali definiti e indennizzati dall INAIL AVVERTENZE In questa sezione sono riportate le statistiche relative ai casi di infortunio avvenuti e le malattie

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Agosto 2017

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Agosto 2017 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Agosto 2017 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 208: aggiornamento al //208 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane 14 marzo 2003 Le esportazioni delle regioni italiane Anno 2002 Nel 2002 le esportazioni italiane hanno registrato una diminuzione in valore del 2,8 per cento rispetto al 2001. La contrazione, pur interessando

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE AGOSTO 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE AGOSTO 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE AGOSTO 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni

Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni Indicatore sintetico: frequenza e gravità degli infortuni Analisi delle variabili ESAW negli infortuni Utilizzo

Dettagli

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 IL PART-TIME IN ITALIA Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 PANEL DATA P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE

SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE Dicembre 2017 - n 23 Direzione Generale dei Sistemi Informativi, Innovazione Tecnologica, Monitoraggio dati e Comunicazione SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE ATTIVAZIONI Nel terzo trimestre 2017

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno 0 - Dati nazionali aggiornati al 3 dicembre (pubblicati il /0/3) Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia ordinati per indice di incidenza Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza

Dettagli

Il sistema economico della provincia di Roma

Il sistema economico della provincia di Roma Il sistema economico della provincia di Roma "14ª Giornata dell Economia" Aula Giunta - Camera di Commercio di Roma 23 maggio 2016 1 Il sistema produttivo 2015: confronto ROMA / ITALIA IL SISTEMA PRODUTTIVO

Dettagli

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L imprenditoria femminile in Liguria conta 36.170 imprese a fine 2014 e il suo peso sull intero tessuto imprenditoriale è pari al 22,1%, superiore di mezzo punto percentuale

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LE CAMERE DI COMMERCIO - III TRIMESTRE 2006 L estate raffredda la voglia d impresa Rallenta l espansione

Dettagli

APPENDICE STATISTICA

APPENDICE STATISTICA APPENDICE STATISTICA Fig.1. Tassi di crescita annuali e cumulati del PIL in termini reali (%) (a) Paesi 1996-2001- 2008-2008- 1996-2014 2015 2000 2007 2014 2015 2015 Mezzogiorno 10,5 4,5-13,2-1,2 1,0-12,3

Dettagli

Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro

Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro SICUREZZA SUL LAVORO: L analisi dei dati a supporto delle azioni di prevenzione e di tutela Per la sicurezza nei

Dettagli

Caratteri stazionali Capitolo 16 - L'esposizione. INFC - Le stime di superficie

Caratteri stazionali Capitolo 16 - L'esposizione. INFC - Le stime di superficie Tabella 16.10 - Estensione delle categorie forestali dei Boschi alti, ripartite per classi di esposizione (parte 29 di 34) Leccete Nord Nord - Est Est Sud - Est Sud Sud - Ovest superficie ES superficie

Dettagli

Per ulteriori informazioni:

Per ulteriori informazioni: Tab. 1 - Persone nate in paesi non-ue per tipologia di carica Dati al 31 marzo 2016 Carica Persone Amministratore 141.748 Socio* 54.934 Titolare 357.152 Altre cariche 14.915 568.749 * La carica di socio

Dettagli