ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 2 ) DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 04-08-2011 (punto N. 2 ) DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE"

Transcript

1 REGIONE TOSCN GIUNT REGIONLE ESTRTTO DL VERBLE DELL SEDUT DEL (punto N. 2 ) Delibera N.723 del Proponente DNIEL SCRMUCCI DIREZIONE GENERLE DIRITTI DI CITTDINNZ E COESIONE SOCILE Pubblicita /Pubblicazione: tto soggetto a pubblicazione integrale (PBURT/BD) Dirigente Responsabile:Lorenzo Roti Estensore: Lorenzo Roti Oggetto: Procedure per l'applicazione della DGRT 722 del 4 gosto pprovazione dell'adeguamento del Nomenclatore Tariffario regionale delle prestazioni specialistiche ambulatoriali di diagnostica strumentale e di laboratorio Presenti: ENRICO ROSSI SLVTORE LLOCC NN RIT BRMERINI LUC CECCOBO NN MRSON CRISTIN SCLETTI DNIEL SCRMUCCI GINFRNCO SIMONCINI ssenti: RICCRDO NENCINI GINNI SLVDORI STELL TRGETTI LLEGTI N : 1 LLEGTI: Denominazione Pubblicazione Tipo di trasmissione Riferimento 1 Si Cartaceo+Digitale llegato

2 Note:

3 L GIUNT REGIONLE Visto l art. 17, comma 6, del DL 6 luglio 2011, n. 98 Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria, convertito con modificazioni dalla legge 15 luglio 2011, n.111; Vista la propria deliberazione n. 229 del 3 marzo 1997, pprovazione nomenclatore tariffario regionale delle prestazioni specialistiche ambulatoriali di diagnostica strumentale e di laboratorio, e successive modifiche e integrazioni; Richiamata la propria deliberazione n. 722 del 4 agosto 2011 Iniziative connesse alla entrata in vigore del D.L. 98/2011, come convertito dalla Legge 111/2011 Misure alternative di partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie ; Evidenziato che fra le ree di intervento per il recupero del gettito oggetto del Decreto Ministeriale del 26 luglio u.s. è stata inserita la revisione del Nomenclatore tariffario; Esplicitato che la revisione del Nomenclatore di che trattasi - il cui ultimo aggiornamento risale al consiste nel prevedere, di norma, l eliminazione delle cifre decimali mediante il criterio dell arrotondamento per difetto o per eccesso all unità più vicina e nella rivalutazione della tariffa delle visite specialistiche; Tenuto conto altresì della semplificazione che comporta anche per le strutture che incassano direttamente il ticket dovuto, un arrotondamento all'intero con eliminazione delle cifre decimali; Rilevato, quanto alla modalità di rivalutazione delle tariffe delle visite specialistiche, che quelle attualmente in vigore sono rispetto alla gran parte delle altre Regioni sotto valorizzate; Ritenuto pertanto che la rivalutazione adottata in relazione alle stesse possa essere immediatamente adottata e ritenuta congrua e tale da non richiedere l applicazione di procedure di rilevazione dei costi; Ritenuto di considerare l incremento tariffario conseguito come sopra evidenziato quale introito aggiuntivo ai fini del recupero delle somme oggetto di Decreto Ministeriale del 26.7, come esplicitato nella delibera di Giunta n. 722 del 4 gosto 2011; Ritenuto di dover indicare come data per l entrata in vigore del presente atto, al fine di consentire l allineamento delle procedure informative, il giorno 10 agosto 2011; voti unanimi 1. Di rideterminare, a far data dal 10 agosto 2011, e comunque dalla effettiva operatività dei sistemi informativi aziendali che dovranno recepirla, le tariffe delle prestazioni specialistiche ambulatoriali di diagnostica strumentale e di laboratorio secondo i valori, arrotondati o adeguati, riportati nell allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente atto, che sostituisce integralmente quello precedentemente approvato, di cui alla propria Deliberazione n. 229 del 3 marzo 1997, e successive modifiche e integrazioni. 2. Di stabilire che il maggior introito sia conteggiato ai fini della documentabilità della somma da raggiungere per l applicazione delle disposizioni finanziarie;

4 Il presente atto è soggetto a pubblicazione integrale sul BURT ai sensi dell art.5, comma 1, lettera f) della L.R. n. 23/2007 e sulla banca dati degli atti amministrativi della G.R. ai sensi dell art.18, comma 2, della medesima L.R. n. 23/2007. Il Dirigente Responsabile LORENZO ROTI SEGRETERI DELL GIUNT IL DIRETTORE GENERLE NTONIO DVIDE BRRETT Il Direttore Generale BETRICE SSSI

5 NOMENCLTORE TRIFFRIO REGIONLE DELLE PRESTZIONI SPECILISTICHE MBULTORILI PRTE PRIM 1. INTERVENTI SUL SISTEM NERVOSO (03-05) 03 INTERVENTI SUL MIDOLLO SPINLE E SULLE STRUTTURE DEL CNLE VERTEBRLE H R 03.8 INIEZIONE DI FRMCI CITOTOSSICI NEL CNLE VERTEBRLE Iniezione endorachide di antiblastici H N INIEZIONE DI NESTETICO NEL CNLE VERTEBRLE PER NLGESI Iniezione peridurale Escluso: il caso in cui l' anestesia sia effettuata per intervento LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- 52,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco 103,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco H N INIEZIONE DI LTRI FRMCI NEL CNLE VERTEBRLE 103,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco Iniezione intratecale [endorachide] di steroidi Escluso: Iniezione di liquido di contrasto per mielogramma, Iniezione di farmaco citotossico nel canale vertebrale (03.8) 04 INTERVENTI SUI NERVI PERIFERICI S RESEZIONE O SPORTZIONE DEI NERVI PERIFERICI 51,00 Curettage, sbrigliamento, resezione di nervo periferico (o di relativa lesione) sportazione di neuroma periferico Escluso: Biopsia di nervo periferico ( ) N BIOPSI [PERCUTNE][GOBIOPSI] DEI NERVI PERIFERICI 51,00 IR S LIBERZIONE DEL TUNNEL CRPLE 290,00 GR 268/2002 IR S LIBERZIONE DEL TUNNEL TRSLE 290,00 GR 268/2002 H H INIEZIONE DI NESTETICO IN NERVO PERIFERICO PER NLGESI Blocco del Ganglio di Gasser e dei suoi rami Escluso: le anestesie per intervento INIEZIONE DI NESTETICO IN NERVO PERIFERICO PER NLGESI Blocco degli intercostali Escluso: le anestesie per intervento 05 INTERVENTI SUI NERVI O SUI GNGLI SIMPTICI Escluso: Denervazione uterina paracervicale H N INIEZIONE DI NESTETICO NEI NERVI SIMPTICI PER NLGESI Blocco simpatico regionale arto superiore o inferiore Blocco del Ganglio celiaco Blocco del Ganglio stellato Blocco del simpatico lombare la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. 52,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco 16,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco 77,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco - 1 -

6 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- H N INIEZIONE DI GENTI NEUROLITICI NEI NERVI SIMPTICI 129,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco 2. INTERVENTI SUL SISTEM ENDOCRINO (06) 06 INTERVENTI SULL TIROIDE E SULLE PRTIROIDI CH SPIRZIONE NELL REGIONE TIROIDE 61,00 Drenaggio eco-guidato percutaneo della regione tiroidea lcolizzazione noduli tiroidei CI BIOPSI [PERCUTNE] [GOBIOPSI] DELL TIROIDE 43,00 Biopsia di materiale agoaspirato della tiroide CHI BIOPSI [PERCUTNE] [GOBIOPSI] DELL TIROIDE 61,00 Biopsia eco-guidata di materiale agoaspirato della tiroide H C BIOPSI DELLE PRTIROIDI incluso eventuale guida ecografica 67,00 GR 207/99 3. INTERVENTI SULL'OCCHIO (08-16) 08 INTERVENTI SULL PLPEBR Mediante laser CO2 Incluso: Interventi sul sopracciglio P INCISIONE DEL MRGINE PLPEBRLE 14,00 Incluso: Incisione di ascesso palpebrale P PERTUR DI BLEFRORRFI 14,00 P LTR INCISIONE DELL PLBEBR 14,00 Riapertura anchiloblefaron P BIOPSI DELL PLPEBR 14,00 P SPORTZIONE DI CLZIO 28,00 P SPORTZIONE DI LTR LESIONE MINORE DELL PLPEBR 28,00 sportazione di verruca, papilloma, cisti, porro, condiloma P SPORTZIONE DI LESIONE MGGIORE DELL PLPEBR, NON TUTTO SPESSORE 28,00 sportazione che include un quarto o più del margine palpebrale a spessore parziale Xantelasma P SPORTZIONE DI LESIONE MGGIORE DELL PLPEBR, TUTTO SPESSORE 45,00 sportazione che include un quarto o più del margine palpebrale a tutto spessore Resezione a cuneo della palpebra P DEMOLIZIONE DI LESIONE DELL PLPEBR 35,00 Intervento per blefarocalasi P RIPRZIONE DI ENTROPION O ECTROPION CON TERMOCOGULZIONE 41,00 P RIPRZIONE DI ENTROPION O ECTROPION CON TECNIC DI SUTUR 41,00 P RIPRZIONE DI ENTROPION O ECTROPION CON RESEZIONE CUNEIFORME 68,00 H P RIPRZIONE DI ENTROPION O ECTROPION CON RICOSTRUZIONE DELL PLPEBR 155,00 Riparazione di ectropion con innesto o lembo P BLEFRORRFI 41,00 Cantorrafia, Tarsorrafia H P 08.6 RICOSTRUZIONE DELL PLPEBR CON LEMBO O INNESTO 310,00 Escluso: quelle associate con riparazione di entropion o ectropion (08.44) P RIPRZIONE LINERE DI LCERZIONE DELL PLPEBR E DELLE SOPRCCIGLI 35,00-2 -

7 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- P RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL PLPEBR INTERESSNTE IL MRGINE PLPEBRLE, NON TUTTO 35,00 SPESSORE P LTR RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL PLPEBR, NON TUTTO SPESSORE 35,00 P RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL PLPEBR INTERESSNTE IL MRGINE PLPEBRLE, 68,00 TUTTO SPESSORE P DEPILZIONE ELETTROCHIRURGIC DELL PLPEBR 23,00 P DEPILZIONE CRIOCHIRURGIC DELL PLPEBR 23,00 P INFILTRZIONE DI NGIOM PLPEBRLE 14,00 La tariffa non è comprensiva del costo del farmaco 09 INTERVENTI SULL' PPRTO LCRIMLE P 09.0 INCISIONE DELL GHINDOL LCRIMLE 35,00 Incisione di cisti lacrimale (con drenaggio) P BIOPSI DELL GHINDOL LCRIMLE 57,00 P BIOPSI DEL SCCO LCRIMLE 41,00 P LTRE PROCEDURE DIGNOSTICHE SULL'PPRTO LCRIMLE 41,00 GR 207/99 Test di Schirmer escluso: test di Schirmer quando eseguito come parte di una visita specialistica Escluso: Dacriocistogramma per contrasto (87.05), Rx del tessuto molle del dotto naso-lacrimale P SPORTZIONE DI LESIONE DELL GHINDOL LCRIMLE 57,00 Escluso: Biopsia della ghiandola lacrimale (09.11) P SPECILLZIONE DEL PUNTO LCRIMLE 14,00 P SPECILLZIONE DEI CNLICOLI LCRIMLI 16,00 Incluso: Rimozione di calcolo, dilatazione (Per ciclo terapeutico) P SPECILLZIONE DEL DOTTO NSO-LCRIMLE 57,00 Incluso: Rimozione di calcolo, dilatazione (Per ciclo terapeutico) P INCISIONE DEL PUNTO LCRIMLE 35,00 P INCISIONE DEI CNLICOLI LCRIMLI 35,00 P INCISIONE DEL SCCO LCRIMLE 35,00 P LTR INCISIONE DELLE VIE LCRIMLI 35,00 Incisione (drenaggio) di dotto nasolacrimale NS H P 09.6 SPORTZIONE DEL SCCO E DELLE VIE LCRIMLI 258,00 Escluso: Biopsia del sacco lacrimale (09.12) P CORREZIONE DI EVERSIONE DEL PUNTO LCRIMLE 57,00 H P RIPRZIONE DEI CNLICOLI 207,00 10 INTERVENTI SULL CONGIUNTIV P BIOPSI DELL CONGIUNTIV 16,00 P SPORTZIONE DI LESIONE O TESSUTO DELL CONGIUNTIV 28,00 sportazione di anello congiuntivale attorno alla cornea Escluso: Biopsia della congiuntiva (10.21) P DEMOLIZIONE DI LESIONE DELL CONGIUNTIV 28,00 Escluso: sportazione di lesione (10.31), Termocauterizzazione per entropion (08.41) P LTRI INTERVENTI DI DEMOLIZIONE DELL CONGIUNTIV 28,00 Rimozione di follicoli di tracoma P 10.4 CONGIUNTIVOPLSTIC 91,00 P 10.6 RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL CONGIUNTIV 45,00-3 -

8 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- P INIEZIONE SOTTOCONGIUNTIVLE 12,00 La tariffa non è comprensiva del costo del farmaco 11 INTERVENTI SULL CORNE P TRSPOSIZIONE DELLO PTERIGIUM 57,00 P SPORTZIONE DELLO PTERIGIUM CON INNESTO DELL CORNE 91,00 P LTR SPORTZIONE DELLO PTERIGIUM 57,00 P TERMOCUTERIZZZIONE DI LESIONI DELL CORNE 23,00 P CRIOTERPI DI LESIONE DELL CORNE 29,00 RI P TRPINTO DI CORNE 880,00 GR 268/2002 RI P CHERTOPLSTIC LMELLRE CON LSER D ECCIMERI 1.050,00 GR 268/2002 RI P CHERTOPLSTIC LMELLRE SENZ LSER D ECCIMERI 980,00 GR 268/2002 P CHERTOTOMI RCIFORME 289,00 P TTUGGIO DELL CORNE 35,00 P PPLICZIONE TERPEUTIC DI LENTE CONTTTO 16,00 * P CORREZIONE DEI VIZI DI REFRZIONE 413,00 Con laser a eccimeri (PRK) con tecnica di ablazione standard (o di superficie) comprensiva di tre visite specialistiche di controllo successive all'intervento GR 561/99 GR 603/2009 la prestazione è indicata nei casi: 1) anisometropia sup. a 4 diottrie di equivalente sferico, non secondaria a chirurgia refrattiva, limitatamente all'occhio più ametrope con il fine della isometropizzazione dopo aver verificato, in sede pre-operatoria, la presenza di visione binoculare singola, nei casi in cui sia manifesta e certificata l'intolleranza all'uso di lente a contatto corneale; 2) astigmatismo uguale o superiore a 4 diottrie; 3) ametropie conseguenti a precedenti interventi di oftalmochirurgia non refrattiva, limitatamente all'occhio operato, al fine di bilanciare i due occhi; 4) PTK per opacità corneali, tumori della cornea, cicatrici, astigmatismi irregolari, distrofie corneali, esiti infausti di chirurgia refrattiva; 5) esiti di traumi o malformazioni anatomiche tali da impedire l'applicazione di occhiali, nei casi in cui sia manifesta e certificata l'intolleranza all'uso di lente a contatto corneale la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale in anestesia generale (del CR 221/99). la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. alla prestazione si accede previa dichiarazione da parte del paziente di consenso informato P CORREZIONE DI LTERZIONI CORNELI 413,00 GR 561/99 Con laser a eccimeri (PTK) comprensiva di tre visite specialistiche di controllo successive all'intervento I * P CORREZIONE DEI VIZI DI REFRZIONE 516,00 Con laser a eccimeri con tecnica LSIK o lamellare comprensiva di tre visite specialistiche di controllo successive all'intervento GR 561/99 GR 603/2009 La prestazione è indicata nei casi di: 1) anisometropia sup. a 4 diottrie di equivalente sferico, non secondaria a chirurgia refrattiva, limitatamente all'occhio più ametrope con il fine della isometropizzazione dopo aver verificato, in sede pre-operatoria, la presenza di visione binoculare singola, nei casi in cui sia manifesta e certificata l'intolleranza all'uso di lente a contatto corneale; alla prestazione si accede previa dichiarazione da parte del paziente di consenso informato - 4 -

9 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- corneale; 2) astigmatismo uguale o superiore a 4 diottrie; 3) ametropie conseguenti a precedenti interventi di oftalmochirurgia non refrattiva, limitatamente all'occhio operato, al fine di bilanciare i due occhi; 4) PTK per opacità corneali, tumori della cornea, cicatrici, astigmatismi irregolari, distrofie corneali, esiti infausti di chirurgia refrattiva; 5) esiti di traumi o malformazioni anatomiche tali da impedire l'applicazione di occhiali, nei casi in cui sia manifesta e certificata l'intolleranza all'uso di lente a contatto corneale RI P CROSS LINKING CORNELE 600,00 DGR 444/ INTERVENTI SULL' IRIDE, SUL CORPO CILIRE, SULL SCLER E SULL CMER NTERIORE P IRIDECTOMI 91,00 Iridectomia (basale) (periferica) (totale) (iridectomia mediante laser) Escluso: Iridectomia associata a: estrazione di cataratta (13.64), rimozione di lesione (12.41) P RIMOZIONE DI LESIONE DEL SEGMENTO NTERIORE DELL'OCCHIO, NS 114,00 P DEMOLIZIONE DI LESIONE DELL' IRIDE, NON ESCISSIONLE 91,00 Demolizione di lesione dell'iride per mezzo di: cauterizzazione crioterapia fotocoagulazione laser RI P 12.5 INTERVENTI PER FVORIRE L CIRCOLZIONE INTROCULRE escluso la prestazione ,00 GR 268/2002 H I P RGONLSER - TRBECULOPLSTIC 57,00 GR 207/ FISTOLIZZZIONE SCLERLE RI P INTERVENTO DI GLUCOM: trabeculectomia con antimetaboliti 510,00 GR 268/2002 La prestazione è indicata nei pazienti affetti da cheratocono che presentano le seguenti condizioni: - pazienti di età compresa tra i 10 e i 40 anni. Nessuna limitazione di età nelle ectasie post Lasik; - cheratocono allo stadio 1 o 2; - cheratocono in peggioramento clinico e strumentale negli ultimi 6-12 mesi; - pachimetria (spessore corneale) uguale o superiore a 400 micron; - pazienti con cornea trasparente (assenza di cicatrici e/o opacità dello stroma corneale); - assenza di concomitanti: sindrome dell occhio secco, patologie autoimmuni, infezioni oculari in atto, alterazione dell endotelio corneale, stato di gravidanza, sottoposizione a terapie favorenti la procreazione negli ultimi 6 mesi. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista.la prestazione include le procedure di cui ai codici dell'icd-ix-cm: 12.51, 12.52,12.53, 12.54,12.55 la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista

10 RI P INTERVENTO DI GLUCOM: trabeculectomia senza antimetaboliti 470,00 GR 268/2002 RI P REVISIONE POSTOPERTORI DI INTERVENTI DI FISTOLIZZZIONE DELL SCLER 420,00 GR 268/2002 RI P LTRI INTERVENTI DI FISTOLIZZZIONE DELL SCLER 510,00 GR 268/2002 RI P 12.7 RI P RI P LTRI INTERVENTI CHIRURGICI PER RIDURRE L'IPERTONO OCULRE 12.8 INTERVENTI SULL SCLER 12.9 INTERVENTO DI GLUCOM: trabeculectomia con sclerotomia profonda viscocanalostomia con impianti INTERVENTO DI GLUCOM: trabeculectomia con sclerotomia profonda viscocanalostomia senza impianti LTRI INTERVENTI SULL'IRIDE, SUL CORPO CILIRE E SULL CMER NTERIORE P SVUOTMENTO TERPEUTICO DELL CMER NTERIORE Paracentesi della camera anteriore 13 INTERVENTI SUL CRISTLLINO 410,00 GR 268/ ,00 GR 268/ ,00 GR 268/2002 RI P 13.1 INTERVENTO DI CTRTT senza impianto di lente intraoculare 525,00 GR 268/2002 P CPSULOTOMI YG-LSER PER CTRTT SECONDRI Separazione di membrana secondaria (dopo cataratta) 13.7 INSERZIONE DI PROTESI ENDOCULRE RI* P INSERZIONE DI CRISTLLINO RTIFICILE SI 1.250,00 GR 268/ ,00 80,00 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- la prestazione viene eseguita esclusivamente in occhi fachici con elevate ametropie la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. La prestazione include le procedure di cui ai codici dell'icd-ix- CM:12.71,12.72, 12.73,12.74,12.79 la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista.la prestazione include le procedure di cui ai codici dell'icd-ix-cm:[ 13.11; 13.19;13.2;13.3;13.41;13.42;13.43;13.51;13.59] la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatorialesenza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. RI P INTERVENTO DI CTRTT con impianto di lente intraoculare comprensiva delle seguenti prestazioni: visita specialistica pre intervento, visita anestesiologica, esami diagnostici oculistici necessari all'esecuzione della prestazione, visita specialistica post intervento 900,00 GR 268/2002 la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. La prestazione include le procedure di cui al codice13.1 RI P IMPINTO SECONDRIO DI CRISTLLINO RTIFICILE 615,00 GR 268/2002 la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista

11 RI P P I P I P I P RI P IMPINTO SECONDRIO DI CRISTLLINO RTIFICILE FISSZIONE SCLERLE INTERVENTI SULL RETIN, SULL COROIDE, SUL CORPO VITREO E SULL CMER POSTERIORE TRTTMENTO DI LESIONE RETINIC E COROIDELE incluso trattamento di corioretinopatia o lesione isolata corioretinica DEMOLIZIONE DI LESIONE CORIORETINIC MEDINTE CRIOTERPI FOTOCOGULZIONE PNRETINIC comprensiva dell'intero trattamento con minimo di tre sedute TERPI LSER E TTT DELLE PTOLOGIE VSCOLRI RETINICHE TERPI LSER E TTT DELLE PTOLOGIE TUMORLI RETINO- COROIDELI TERPI FOTODINMIC LSER PER IL TRTTMENTO DELLE MEMBRNE NEOVSCOLRI SOTTORETINICHE RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL RETIN incluso riparazione di difetto retinico P RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL RETIN MEDINTE DITERMI P RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL RETIN MEDINTE CRIOTERPI P RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL RETIN MEDINTE FOTOCOGULZIONE CON XENON (LSER) P RIPRZIONE DI LCERZIONE DELL RETIN MEDINTE FOTOCOGULZIONE CON RGON (LSER) RI P 14.4 RIPRZIONE DI DISTCCO RETINICO MEDINTE INDENTZIONE SCLERLE CON O SENZ IMPINTO 730,00 GR 268/ ,00 225,00 GR 268/ ,00 GR 268/ ,00 GR 268/ ,00 GR 268/ ,00 57,00 57,00 57,00 P PNEUMORETINOPESSI 28,00 980,00 GR 268/2002 RI P INIEZIONE INTRVITRELE DI SOSTNZE TERPEUTICHE 105,00 GR 1264/2009 RI P 15.0 RI P INTERVENTI SUI MUSCOLI EXTROCULRI PROCEDURE DIGNOSTICHE SU MUSCOLI E TENDINI EXTROCULRI INTERVENTI SU UN MUSCOLO EXTROCULRE CHE RICHIEDONO DISTCCO TEMPORNEO DEL BULBO 400,00 GR 268/ ,00 GR 268/2002 RI P 15.2 LTRI INTERVENTI SU UN MUSCOLO 340,00 GR 268/2002 RI P 15.3 INTERVENTI SU DUE O PIÙ MUSCOLI EXTROCULRI CHE RICHIEDONO DISTCCO TEMPORNEO DL BULBO, UNO O ENTRMBI GLI OCCHI 510,00 GR 268/2002 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita dalle strutture individuate con delibera di Giunta Regionale La tariffa è comprensiva del costo del farmaco la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. La prestazione include le procedure di cui ai codici dell'icd-ix-cm:14.41,14.49 la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista La prestazione include le procedure di cui ai codici dell'icd-ix-cm:15.01,15.09 include le procedure di cui ai codici dell'icd-ix-cm: 15.11,15.12,15.13,15.19 la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale. Deve essere garantita la presenza di un anestesista (del CR 221/99). La prestazione include le procedure di cui ai codici dell'icd-ix- CM:15.21,15.22,15.29 la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista

12 RI P 15.4 RI P 15.5 LTRI INTERVENTI SU DUE O PIÙ MUSCOLI EXTROCULRI, UNO O ENTRMBI GLI OCCHI TRSPOSIZIONE DI MUSCOLI EXTROCULRI 540,00 GR 268/ ,00 GR 268/2002 RI P 15.6 REVISIONE DI CHIRURGI SU MUSCOLO EXTROCULRE 400,00 GR 268/2002 RI P 15.7 RIPRZIONE DI LESIONI DEL MUSCOLO EXTROCULRE 440,00 GR 268/2002 RI P 15.9 LTRI INTERVENTI SU MUSCOLI E TENDINI EXTROCULRI 400,00 GR 268/ INTERVENTI SULL' ORBIT E SUL GLOBO OCULRE P GOBIOPSI ORBITRI 45,00 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. la lettera R indica che la prestazione può essere eseguita da strutture autorizzate ad effettuare interventi di chirurgia ambulatoriale senza anestesia generale (del CR 221/99). Deve essere garantita la presenza di un anestesista. H P INIEZIONE RETROBULBRE DI SOSTNZE TERPEUTICHE 36,00 La tariffa della prestazione è comprensiva del costo del farmaco Escluso: Iniezione di sostanza per contrasto radiografico, Iniezione otticociliare 4. INTERVENTI SULL'ORECCHIO (18-20) 18 INTERVENTI SULL'ORECCHIO ESTERNO Incluso: Interventi su canale uditivo esterno, cute e cartilagine del padiglione auricolare e del meato U INCISIONE DEL CNLE UDITIVO ESTERNO E DEL PDIGLIONE URICOLRE 12,00 Escluso: Rimozione di corpo estraneo intraluminale (98.11) U BIOPSI DELL'ORECCHIO ESTERNO 13,00 I* D SPORTZIONE DI SENO PREURICOLRE 215,00 GR 268/2002 I D SPORTZIONE RDICLE DI LESIONE DELL'ORECCHIO ESTERNO 230,00 GR 268/2002 U SPORTZIONE O DEMOLIZIONE DI LTR LESIONE DELL'ORECCHIO ESTERNO 15,00 Cauterizzazione, coagulazione, criochirurgia, curettage, elettrocoagulazione, enucleazione, sportazione di: residuo (appendice) preauricolare, polipi, cisti Escluso: Biopsia dell'orecchio esterno (18.12), Rimozione di cerume (96.52) 20 LTRI INTERVENTI SULL'ORECCHIO MEDIO E SULL'ORECCHIO INTERNO U 20.0 MIRINGOTOMI 20,00 U ELETTROCOCLEOGRFI 54,00 U BIOPSI DELL'ORECCHIO MEDIO 22,00 U OTOEMISSIONI CUSTICHE 10,00 SOE, TEOE, DPOE U 20.8 INTERVENTI SULL TUB DI EUSTCHIO 13,00 Cateterismo, Insufflazione (acido borico, acido salicilico), Intubazione, Politzerizzazione la prestazione è indicata in caso trattasi di malformazione congenita od acquisita quale esito di patologia - 8 -

13 5. INTERVENTI SU NSO, BOCC E FRINGE (21-29) 21 INTERVENTI SUL NSO Incluso: Interventi su osso o cute del naso U CONTROLLO DI EPISTSSI MEDINTE TMPONMENTO NSLE NTERIORE H U CONTROLLO DI EPISTSSI MEDINTE TMPONMENTO NSLE POSTERIORE (E NTERIORE) 13,00 24,00 U CONTROLLO DI EPISTSSI MEDINTE CUTERIZZZIONE (E TMPONMENTO) 17,00 (Cura completa) U BIOPSI DEL NSO 22,00 U SPORTZIONE O DEMOLIZIONE LOCLE DI LESIONE INTRNSLE 22,00 U RIDUZIONE CHIUS DI FRTTUR NSLE NON CIELO PERTO 22,00 Incluso: Contenzione e sua rimozione I H* D SETTOPLSTIC 400,00 GR 268/2002 U LISI DI DERENZE DEL NSO 22,00 Sinechia nasale 22 INTERVENTI SUI SENI NSLI U PUNTUR DEI SENI NSLI PER SPIRZIONE O LVGGIO 22,00 Drenaggio mascellare per via diameatica Q CHIUSUR DI FISTOL ORONTRLE immediata o differita 64,00 23 ESTRZIONE E RICOSTRUZIONE DI DENTI CR163/2003 Q ESTRZIONE DI DENTE DECIDUO 22,00 CR163/2003 Q ESTRZIONE DI DENTE PERMNENTE 43,00 CR163/2003 Estrazione di altro dente NS Incluso: odentoctomia revisione della cavità e sutura Q ESTRZIONE DI RDICE RESIDU 43,00 CR163/2003 Incluso: odentoctomia revisione della cavità e sutura Q LTR ESTRZIONE CHIRURGIC DI DENTE O RDICE 64,00 CR163/2003 dente incluso o semincluso, lembo mucoperiosteo incluso:revisione della cavità e sutura I Q INCPPUCCIMENTO DIRETTO DELL POLP E OTTURZIONE PROVVISORI 15,00 CR163/2003 LLE SPECIFICHE INDICZIONI CLINICO- la prestazione è indicata in caso di insufficiente flusso aereo narinale non associata a rinoplastica la prestazione è erogata ai cittadini residenti. Si applica una partecipazione alla spesa come da normativa vigente. la prestazione è erogata ai cittadini residenti. Si applica una partecipazione alla spesa come da normativa vigente. la prestazione è erogata ai cittadini residenti. Si applica una partecipazione alla spesa come da normativa vigente. la prestazione è erogata ai cittadini residenti. Si applica una partecipazione alla spesa come da normativa vigente. la prestazione è erogata ai cittadini residenti. Si applica una partecipazione alla spesa come da normativa vigente. la prestazione è erogata ai cittadini residenti. Si applica una partecipazione alla spesa come da normativa vigente. Q RICOSTRUZIONE DI DENTE MEDINTE OTTURZIONE Fino a due superfici iincluso: Otturazione carie, Otturazione carie con incappucciamento indiretto della polpa 45,00 GR 508/97 CR163/2003 GR 234/2007 Qualora eseguita contestualmente viene tariffata in aggiunta anche la prestazione che segue il regime previsto dal secondo livello. CRITERI DI CCESSO:condizioni di tipo sociale legate a basso reddito ( nucleo familiare inferiore a ,05) e a condizioni di marginalità e/o esclusione sociale;- condizioni di tipo sanitario in cui la condizione odontoiatrica aggrava o interferisce con la patologia tutelata (patologie croniche o rare); -soggetti non collaboranti (handicap) o a rischio. I medesimi soggetti sono tenuti a corrispondere una partecipazione alla spesa come da normativa vigente se non esenti. I rimanenti cittadini sono tenuti a corrispondere l'intera tariffa - 9 -

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi

Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi Dott. Mauro Rota Medico Chirurgo Iscritto all Albo dei Medici e Chirurghi STUDIO MEDICO DENTISTICO ROTA - Ripa - 20800 - BASIGLIO (MI) Tel: 02 90753222 Fax: 02 90753222 E-mail:maurorota2002@libero.it P.IVA

Dettagli

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA CERTIFICATO DEFINITIVO PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE Allegato 5 FONDO ASSISTENZA SANITARIA DIRIGENTI AZIENDE FASDAC COMMERCIALI Via Eleonora Duse, 14/16-00197 Roma PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE FORMA DIRETTA Spazio per l etichetta con il codice a barre (a cura

Dettagli

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Allegato 1 Elenco Prestazioni Vigenti con tariffa 1. INTERVENTI SUL SISTEMA NERVOSO (03-05) 03. INTERVENTI SUL MIDOLLO

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive

AREA AFFARI GENERALI Ufficio Attività Produttive 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO Manuale degli Operatori del Numero Verde e di Front Office

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

DIFETTI VISIVI NEI BAMBINI AFFETTI DALLA SINDROME DOWN

DIFETTI VISIVI NEI BAMBINI AFFETTI DALLA SINDROME DOWN DIFETTI VISIVI NEI BAMBINI AFFETTI DALLA SINDROME DOWN DADDY FADEL OPTOMETRISTA Nel 1866 John Langdon Down ha descritto per la prima volta la sindrome che porta il suo nome. Nel 1959 Lejeune et al. hanno

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

LA CHIRURGIA CORNEALE LAMELLARE AUTOMATIZZATA

LA CHIRURGIA CORNEALE LAMELLARE AUTOMATIZZATA LA CHIRURGIA CORNEALE LAMELLARE AUTOMATIZZATA COMPAGNIA ITALIANA OFTALMOLOGICA Piazzale Lunardi, 13/A 43100 Parma Tel. +39 0521 483123 Fax +39 0521 483472 info@cioitalia.com ALTK Automated Lamellar Therapeutic

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Oggetto SEZIONE O «ONDE. Muscoli. ciliare. Cornea. Retina. Nervo ottico. Umore acqueo. A Figura 1. Gli elementi fondamentali dell'occhio

Oggetto SEZIONE O «ONDE. Muscoli. ciliare. Cornea. Retina. Nervo ottico. Umore acqueo. A Figura 1. Gli elementi fondamentali dell'occhio SEZIONE O «ONDE Cornea Umore acqueo Muscolo ciliare Retina Nervo ottico A Figura 1. Gli elementi fondamentali dell'occhio umano. La luce entra nell'occhio attraverso la cornea e il cristallino. Viene fecalizzata

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati

Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati Protesi removibile ancorata su barra con utilizzo di attacchi calcinabili micro Introduzione Carlo Borromeo Oggi l odontoiatra si confronta con pazienti informati che sempre più spesso arrivano con richieste

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE Unità operativa BAISI DOTT. BENIAMINO LP0972 (AGO) BIOPSIA PROSTATA ECOGUIDATA 206,71 LP8141 ASPORTAZIONE CONDILOMI O ALTRA LESIONE DEL PENE 160,00 LP8108 ASPORTAZIONE

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE 1 di 10 07/02/2013 13:12 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 ottobre 2012 Modalita' per l'esportazione o l'importazione di tessuti, cellule e cellule riproduttive umani destinati ad applicazioni sull'uomo.

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di L ecografia delle anche: una review Giuseppe Atti Centro Marino Ortolani per la diagnosi e la terapia precoce della Lussazione Congenita delle Anche Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara email:

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

Che cosa c è di nuovo MedDRA Versione 17.0

Che cosa c è di nuovo MedDRA Versione 17.0 Che cosa c è di nuovo MedDRA Versione 17.0 Riconoscimenti RICONOSCIMENTI Il marchio MedDRA è proprietà di IFPMA per conto di ICH. Dichiarazione di responsabilità e copyright Questo documento è protetto

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

COMUNICAZIONE E IMMAGINE

COMUNICAZIONE E IMMAGINE COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE La Neurofisiologia Elettromiografia Elettroencefalogramma Potenziali Evocati m IRCCS MultiMedica m1 1 2 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

La Terapia con Bifosfonati

La Terapia con Bifosfonati Capire La Terapia con Bifosfonati International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (United States and Canada) 818-487-7455 FAX: 818-487-7454

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

VET 30 6.1 03/2015-IT. Minilaparoscopia. per animali di peso inferiore ai 10 kg

VET 30 6.1 03/2015-IT. Minilaparoscopia. per animali di peso inferiore ai 10 kg VET 30 6.1 03/2015-IT Minilaparoscopia per animali di peso inferiore ai 10 kg Ristabilimento e guarigione più rapidi Un set di strumenti fondamentali per ogni veterinario operante in zoo, in laboratori

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn Regione del Veneto Azienda Ospedaliera di Padova Chirurgia Generale Direttore : Prof. R. Bardini GUIDA INFORMATIVA SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

LASER Holmium CALCULASE II 20 W:

LASER Holmium CALCULASE II 20 W: URO 32 10.0 05/2015-IT LASER Holmium CALCULASE II 20 W: Campi di applicazione ampliati LASER Holmium CALCULASE II 20 W CALCULASE II rappresenta la concreta possibilità di effettuare, rapidamente e con

Dettagli

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO?

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? Allestimento e produzione dell opuscolo da parte di Mediscope AG. www.mediscope.ch Indice 1. Prefazione Prof. Dr. Dr. med. Walter A. Wuillemin, ematologo,

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

Testata. Data Aprile 2015. Sezione La stanza dell esperto

Testata. Data Aprile 2015. Sezione La stanza dell esperto Testata Data Aprile 2015 Sezione La stanza dell esperto EQUA di Camilla Morabito S.R.L. Via del Babuino, 79 00187 Roma T [+39] 06 3236254 F [+39] 06 32110090 www.equa.it - info@equa.it Partita Iva e Codice

Dettagli

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione E.O Ospedali Galliera Genova DIREZIONE SANITARIA Direttore Sanitario: Dott. Roberto Tramalloni S.S.D. CURE DOMICILIARI Dirigente Medico Responsabile Dott. Alberto Cella PICC e MIDLINE Indicazioni per una

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo

Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 2 n 4, 1998 Microchirurgia apicale Parte I: Preparazione del paziente. Incisione e sollevamento atraumatico del lembo JOHN J. STROPKO, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Introduzione Per eseguire un attenta dissezione nella maggior parte delle fasi operative in laparoscopia, si utilizza

Dettagli

AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO. Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale - Milano. Occhi e Urgenze

AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO. Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale - Milano. Occhi e Urgenze AO FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale - Milano Occhi e Urgenze Copyright 2010 I.N.C. Innovation-News-Communication s.r.l. ISBN... Editore I.N.C. Innovation-News-Communication

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Direttore Dr. Agostino Dossena Crema, lì 06/03/2013 ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Il presente documento contiene le indicazioni principali

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

OFTALMOLOGIA PEDIATRICA

OFTALMOLOGIA PEDIATRICA OFTALMOLOGIA PEDIATRICA A. De Gregorio, E. Pedrotti, M. Pedrotti L occhio è la nostra finestra sul mondo, la vista è, infatti, la più importante via conoscitiva per la mente e di gran lunga il più evoluto

Dettagli