Giuda ITALIANO :24 Pagina 1 INDICE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giuda ITALIANO 21-07-2006 12:24 Pagina 1 INDICE"

Transcript

1

2 Giuda ITALIANO :24 Pagina 1 INDICE 2 INTRODUZIONE pag. 2 3 PERCHE INSTALLARE Denis Lift pag. 2 4 RIFERIMENTI LEGISLATIVI pag. 2 5 NOTE IMPORTANTI pag. 2 6 CARATTERISTICHE IMPIANTO pag. 3 7 VANO DI CORSA pag. 3 8 LOCALE MACCHINA O ARMADIO pag. 3 8.a CARATTERISTICHE DI BASE pag. 4 8.b INSTALLAZIONE ED APPARECCHIATURE ELETTRICHE LOCALE APPARATO MOTORE pag. 4 9 IMPIANTO ELETTRICO PER Denis Lift pag. 4 9.a LOCALE MACCHINA O ARMADIO pag. 4 9.b VANO ASCENSORE pag. 5 9.c VARIE pag DISPOSIZIONE LOCALE CENTRALINA O ARMADIO pag CENTRALINA OLEODINAMICA pag a ARMADIO PER Denis Lift pag. 6/7 11.b QUADRO DI MANOVRA pag CONTATORE 220 V MONOFASE POTENZA MOTORE POMPA Kw 1,8-2,5 pag CONTATORE 380 V TRIFASE POTENZA MOTORE POMPA Kw 1,5-3,3 pag DISPOSITIVI DI SICUREZZA DELLA PIATTAFORMA ELEVATRICE Denis Lift pag DESCRIZZIONE PIATTAFORMA Denis Lift pag SEZIONE VERTICALE VANO IN MURATURA E INCASTELLATURA pag ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON VANO IN MURATURA pag. 12/19 18 ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON INCASTELLATURA pag. 20/27 19 CALCOLO DELLE DIMENSIONI IN PIANTA CON ACCESSO SINGOLO pag CALCOLO DELLE DIMENSIONI IN PIANTA CON ACCESSO OPPOSTO pag CALCOLO DELLE DIMENSIONI IN PIANTA CON ACCESSO ADIACENTE pag PONTEGGI VANO CORSA pag TABELLA RIASSUNTIVA DELLA PIATTAFORMA pag DenisLift

3 Giuda ITALIANO :24 Pagina 2 Italiano 2_INTRODUZIONE Questo manuale tecnico e rivolto a tutti coloro che sono interessati ad installare una piattaforma elevatrice Denis Lift in edifici preesistenti o di nuova costruzione. La Guida alla progettazione costituisce per il Committente, il Progettista, il Costruttore e l Impresa edile un riferimento sintetico per il corretto dimensionamento dei locali e degli spazi destinati ad ospitare gli impianti elevatori negli stabili, una volta fissate le dimensioni della cabina e le caratteristiche desiderate del propio elevatore. In caso di edifici preesistenti, la guida puo essere utilizzata per determinare la migliore soluzione per l installazione, in base alle dimensioni degli spazi disponibili nel fabbricato. 3_PERCHE INSTALLARE Denis Lift Denis Lift è l alternativa ideale all ascensore per muoversi all interno di un appartamento distribuito su più piani, in una villa, in un ufficio o in un negozio senza ricorrere all intervento di grandi opere murarie. La piattaforma Denis Lift è realizzata secondo caratteristiche tecniche/tecnologiche che ne garantiscono la massima sicurezza. È inoltre certificata da un Organismo Notificato ed ogni piattaforma viene contrassegnata con il marchio CE. Consuma la stessa quantità di corrente di un forno o di un ferro da stiro con spese di manutenzione molto ridotte. 4_RIFERIMENTI LEGISLATIVI La piattaforma elevatrice Denis Lift risponde ai seguenti requisiti normativi: alle disposizioni, ad essa applicabile della Direttiva: Macchine 98/37/CE (recepita con DPR n. 459 del 24 luglio 1996). ai requisiti, ad essa applicabili delle Direttive: Direttiva bassa tensione 73/23/CE e successive modifiche ed integrazioni 93/68/CEE (recepita dalla Legge 18 ottobre 1997 n. 791). Direttiva Compatibilità Elettromagnetica 89/336/CEE e successive modifiche ed integrazioni 93/31/CEE (recepita con D.L. 4 dicembre 1993 n. 476). alle norme di riferimento ad essa applicabili: ISO/DIS /98 Piattaforma elevatrice per disabili. Pr EN 81.41: novembre 2004 Piattaforme verticali destinate all uso di persone con mobilità limitata. UNI EN 81-2:1999 Regole di sicurezza per la costruzione e l installazione degli ascensori e dei montacarichi idraulici (relativamente a componenti di sicurezza ed aspetti specifici). D.M. 236/89 per le dimensioni di sbarco ai piani. 5_NOTE IMPORTANTI Per la realizzazione ed installazione della piattaforma elevatrice, sia l azienda che l acquirente devono adempiere a degli obblighi amministrativi. L azienda deve: Preparare il fascicolo tecnico e realizzare la piattaforma elevatrice in ottemperanza alla Direttiva Macchine. Preparare la dichiarazione di conformità dell impianto ed apporre la marcatura CE. Preparare il libretto dell impianto. Il proprietario deve: Provvedere a siglare un contratto con una ditta abilitata (legge 1415/1942) a cui affidare la manutenzione della piattaforma elevatrice. Provvedere a siglare un contratto con un azienda certificata e abilitata, a cui affidare l esecuzione delle verifiche biennali. L azieda certificata non potrà essere la ditta installatrice. Inviare la seguente documentazione al Sindaco del comune dove è ubicato l edificio in cui si installa il Denis Lift per ottenere automaticamente la licenza di impianto: - Indirizzo dello stabile in cui si installa la piattaforma elevatrice. - Portata, corsa e numero delle fermate dell elevatore. - Ragione sociale della ditta incaricata all installazione della piattaforma. DenisLift 2

4 Giuda ITALIANO :24 Pagina 3 N.B. In caso la piattaforma elevatrice vada installata all esterno dell edificio con un incastellatura metallica, il proprietario deve presentare il progetto al comune di pertinenza per ottenere il nulla osta. Inviare la seguente documentazione all organismo notificato per ottenere la Licenza di impianto: - Indirizzo dello stabile in cui si installa la piattaforma elevatrice. - Portata, corsa e numero delle fermate. - Dichiarazione di conformità CE della ditta costruttrice, ai sensi della Direttiva macchine. - Indicazione della ditta incaricata di effettuare la manutenzione della piattaforma elevatrice. L organismo notificato invierà così al cliente la dichiarazione di accettazione. Funzioni dell organismo notificato Ogni due anni, partendo dalla data di messa in esercizio della piattaforma, l organismo notificato provvede a svolgere le visite periodiche ed a redigere un verbale sull esito delle verifiche. Se con esito positivo la licenza di esercizio si intende automaticamente rinnovata. Se con esito negativo l Organismo è tenuto a inoltrare il verbale al Sindaco del comune dove è installato l impianto che provvederà a disporre il fermo dell impianto. 6_CARATTERISTICHE IMPIANTO Portata da 250 a 400 Kg Persone in base alla tipologia di impianto Velocità 0.15 m/s max Potenza impiegata 1,8-2,2-3,3 kw Tensione 220 V monofase / 380 V trifase Fermate max 8 Corsa max mm Testata minima 2250 mm Fossa 180 mm Per fossa inferiore contattare il nostro ufficio tecnico. 7_VANO DI CORSA Il vano di corsa è l alloggiamento della piattaforma elevatrice che può essere realizzato in cemento armato o muratura oppure con un incastellaura metallica. Cemento armato o muratura Le sue dimensioni devono rispettare il progetto con una tolleranza di + 2 cm. La parete portante (quella del lato della meccanica) deve essere in grado di sopportare i carichi e le spinte esercitate dalla piattaforma (vedi tabella riassuntiva pag. 32). Incastellatura metallica L incastellatura metallica è la soluzione più adatta quando non è possibile ricavare un vano in cemento armato all interno dell edificio e può essere posizionata sia all interno del vano scale, sia all esterno dell edificio. Il castelletto autoportante può essere tamponato sui 4 lati con vetro stratificato o pannelli in lamiera verniciata e/o coibentata. Fossa La fossa deve avere una profondità di 180 mm realizzata per sopportare i carichi trasmessi dalla piattaforma elevatrice e deve essere trattata con materiale antipolvere. Se l impianto prevede un incastellatura metallica, la fossa deve avere una misura di 2 cm più grande per ogni lato rispetto alle misure esterne della struttura metallica. Testata La testata è da intendersi come la misura dell altezza dell ultimo piano più alto, dal pavimento al soffitto. 8_LOCALE MACCHINA O ARMADIO Se il locale del macchinario o l armadio non è adiacente al vano corsa, le tubazioni idrauliche ed i cavi elettrici devono essere disposti in condotti o canali riservati appositamente a questo scopo. Il locale del macchinario o l armadio non devono essere accessibili a persone non autorizzate. Per garantire un corretto funzionamento, la temperatura di lavoro della centralina e del quadro di manovra, deve essere compresa tra 0 e 40 C. 3 DenisLift

5 Giuda ITALIANO :24 Pagina 4 Quando la temperatura ambiente è meno di 0 o + di 40 C debbono essere installati apparecchi come riscaldatori o refrigeranti. Prevedere in alternativa un rilevatore elettrico della temperatura che qualora superi i parametri fissati, consenta alla piattaforma di fermarsi al piano più vicino per l uscita dei passeggeri, arrestando il macchinario. Il ritorno automatico in servizio della piattaforma elevatrice, può avvenire solo dopo un assestamento della temperatura. 8.a_CARATTERISTICHE DI BASE Ubicazione Deve essere posto all esterno del vano di corsa in un luogo di facile accesso, oppure in un armadio metallico con distanza dal gruppo cilindro-pistone non superiore ai 10 metri. Modo di accesso L accesso al locale macchine o armadio deve essere diretto, agevole e sicuro, senza richiedere il passaggio attraverso luoghi privati. Illuminazione accessi Lungo il percorso che porta al luogo dove sono posti armadio e centralina deve esserci un illuminazione fissa lungo tutto il percorso. Dimensioni minime locale Per consentire di lavorare in sicurezza e con facilità su tutte le apparecchiature, in particolare su quelle elettriche: Altezza minima 2 metri sulle superfici di lavoro. Davanti al quadro elettrico profondità 0,7 m e larghezza 0,5 m o larghezza del quadro se maggiore di 0,5 m. Superficie 0,5 x 0,6 m per la manutenzione ed ispezione delle parti in movimento e per la manovra manuale di emergenza da effettuare sulla centralina oleodinamica. Dimensioni minime porta armadio Deve essere sufficiente ad eseguire i lavori attraverso la porta con le dimensioni minime precedenti. L apertura esterna deve essere provvista di blocco a chiave che consente la richiusura senza l uso di quest ultima. Ventilazione Il locale macchina o armadio deve essere sufficientemente ventilato nel rispetto delle norme antincendio eventualmente applicabili. Spostamento del materiale Per permettere il sollevamento del materiale pesante è previsto un gancio sopra il quadro di manovra con l indicazione della portata massima ammessa. 8.b_INSTALLAZIONE ED APPARECCHIATURE ELETTRICHE LOCALE APPARATO MOTORE Illuminazione locale o armadio L illuminazione del locale macchinario o armadio deve essere fissa, con una potenza di 200 lux a pavimento e con un interruttore sul lato battuta porta (se locale chiuso) ad un altezza appropriata. Presa di corrente All interno del locale macchinario o armadio deve essere prevista una presa di corrente, un altra deve essere in corrispondenza della porta di accesso alla fossa. Il cavo di alimentazione e le relative prese devono essere protette contro le sovracorrenti. Interruttore per l illuminazione All interno del locale macchinario o del quadro è previsto un interruttore che consente l illuminazione elettrica del vano corsa. Un altro interruttore deviatore è previsto in corrispondenza della porta di accesso alla fossa. 9_IMPIANTO ELETTRICO PER Denis Lift 9.a_Locale macchina o armadio Impianto di illuminazione minimo 200 lux, con prese di sicurezza, aventi coperchio a molla per lampada portatile. L interruttore luce IL deve essere disposto all interno del locale macchine in prossimità dell accesso dal lato battuta porta e/o all interno dell armadio. Se l accesso del locale macchine è ottenuto mediante botola, l interruttore IL deve essere sistemato prima della botola stessa. Quadretto posto in prossimità dell accesso, sul lato battuta porta e/o all interno dell armadio comprendente: I1 - interruttore magnetotermico per alimentazione motore, Imn = 0.03 A - 25 A con contatto ausiliario NO, lucchettabile. I2 - interruttore magnetotermico differenziale Imn = 0.03 A Generale luce da 20A. I3 - interruttore automatico per resisteza riscaldaolio da 10 A alimentato da I1. I4 - interruttore automatico luce locale macchina/armadio da 10 A con presa di corrente a 220 V 10 A. I5 - interruttore automatico per luce vano con deviatore 10 A. I6 - interruttore automatico per luce cabina 6A. DenisLift 4

6 Giuda ITALIANO :24 Pagina 5 Linea trifase + Neutro + Terra o monofase, di sezione adeguata alla potenza in Kw dell impianto, dal contatore ENEL, protetta dall interruttore generale magnetotermico differenziale IS I n = 0.03 A posto sul Vostro quadretto nel locale macchina. Luce di emergenza locale (opzionale) lampada portatile del tipo di sicurezza con manico isolato in gomma e spina di sicurezza adatta alla presa isolata. Assicurarsi che la temperatura ambiente sia nei limiti Min 5 C e Max 40 C. 9.b_Vano ascensore Linea massa a terra in fondo fossa. Presa in fondo fossa da 10 A Deviatore luce, posto all interno vano corsa alla quota dello sbarco più basso. n 1 lampada in alto a 0.5 m sotto la soletta della testata. n 1 lampada posta a 0.5 m sopra il fondo fossa. n X lampade sulla lunghezza della corsa, posta ad ogni spacco porta di piano, per ottenere minimo 50 Lux di luminosità in ogni punto del vano corsa. L interruttore dovrà essere comandato dall interruttore I5 posto sul quadretto del locale macchina e/o armadio e dalla deviata. 9.c_Varie Linea allarme piani. Gli ambienti dove sono disposti gli accessi ai piani, i corridoi, e le scale di accesso al locale macchinario devono essere provvisti di idoneo impianto di illuminazione. Tipo dell interruttore generale dell illuminazione elettrica e prese L alimentazione dell illuminazione elettrica della piattaforma, del vano di corsa, del locale macchinario o armadio è indipendente dall alimentazione del macchinario sia mediante un altro circuito sia mediante connessione al circuito che alimenta il macchinario a monte dell interruttore generale. Inoltre, l alimentazione elettrica del macchinario e dell illuminazione generale (piattaforma, vano di corsa e del locale macchinario o armadio), oltre ad essere indipendenti tra di loro e garantire la selettività delle protezioni, devono essere indipendenti da altre linee o servizi dello stabile (garage, cancelli, vasi di espansione, scale condominiali, ecc.). Quadro elettrico in locale macchinario o in armadio L alimentazione del circuito del riscaldamento olio, con il proprio interruttore di protezione, è connesso a valle del generale dell alimentazione della piattaforma. In tal modo aprendo il circuito generale si garantisce la sicurezza elettrica dell operatore che interviene sulla centralina. Questo interruttore non interrompe i circuiti che alimentano: l illuminazione della piattaforma. le prese di corrente nel locale del macchinario o armadio e nella fossa. l illuminazione del vano di corsa. il dispositivo di allarme interrompe i circuiti che alimentano: - la resistenza dell olio. - il dispositivo di riporto al piano più basso della piattaforma in assenza dell energia elettrica normale. 5 DenisLift

7 Giuda ITALIANO :24 Pagina 6 10_DISPOSIZIONE LOCALE CENTRALINA O ARMADIO 11_CENTRALINA OLEODINAMICA Caratteristiche Applicazione speciale per impianti a bassa velocità, massimo comfort e silenziosità. Centraline con gruppo valvole ridotto, quindi minima perdita di pressione. Possibilità di scelta 1 o 2 velocità (V1/V2). Motore elettrico immerso monofase o trifase 50/60Hz. Le centraline oleodinamiche sono state progettate appositamente per impianti di piccole dimensioni e basse velocità, dove è importante ridurre gli ingombri, ridurre la rumorosità senza alterare il comfort di marcia. Il loro utilizzo è quindi particolarmente vantaggioso in abitazioni private, uffici, negozi, ecc.. 11.a_ARMADIO PER Denis Lift Armadio ad un anta in lamiera verniciata. Chiusura a chiave. Corpo luminoso fluorescente. Accessori e viteria. Schema di montaggio. A richiesta Colori personalizzati. Lamiera in acciaio inox. DenisLift 6

8 Giuda ITALIANO :24 Pagina 7 SERIE 50/S SERIE 50 Dimensione armadio centralina 350x700xH.1550 mm. Dimensione armadio centralina 400x600xH.850 mm. 7 DenisLift

9 Giuda ITALIANO :24 Pagina 8 11.b_QUADRO DI MANOVRA Tensione di alimentazione: 8.5 Vca 17 Vca. Tensione di manovra: Vcc o 110 Vca. Tensione lampade di segnalazione: 24 Vcc. Uscita lampade di posizione: 24 Vcc - 3W per linea (comune positivo). Uscita lampade di occupato: 24 Vcc - 3W per linea (comune positivo). Uscita lampade di in arrivo: 24 Vcc - 3W per linea (comune positivo). Uscite per contatori di manovra: contatto di relè. Ingressi per test dei dispositivi di sicurezza: optoisolati. Ingressi di funzione: attivi con chiusura verso 0V scheda. Temperatura di funzionamento: da 0 a +40 C. Montaggio scheda: su distanziali. Dimensioni scheda madre: 220 x 150 mm. Dimensione scheda piani: 100 x 150 mm. Elaborazione dati: con microprocessore. Ritenzione dati in memoria: circa un anno a quadro spento. Durata batteria ricaricabile: circa 5 anni. 12_CONTATORE 220 V MONOFASE POTENZA MOTORE POMPA Kw 1,8-2,5 DenisLift 8

10 Giuda ITALIANO :24 Pagina 9 13_CONTATORE 380 V TRIFASE POTENZA MOTORE POMPA Kw 1,5-3,3 14_DISPOSITIVI DI SICUREZZA DELLA PIATTAFORMA ELEVATRICE DENIS LIFT Serrature elettromeccaniche di sicurezza con contatti elettrici a distacco obbligato. Dispositivo elettromeccanico per la sostituzione funi. Dispositivo elettromeccanico (puntone) per accedere in fondo fossa. Dispositivo valvola paracadute sul pistone. Dispositivo apparecchi sicurezza anticaduta a presa istantanea. Quadro di manovra completo di circuito di sicurezza elettromeccanico. Dispositivo di prova del paracadute di cabina. Specchi e vetri di sicurezza porte di piano, cabina e vano corsa. Barriere a fotocellula installate sullo stipite di accesso alla piattaforma a tutta altezza. Eventuali porte di piano rei Discesa di emergenza in caso di mancanza di corrente con riapertura porte. Discesa a mano tramite dispositivo sulla centralina con scarico dell olio. 9 DenisLift

11 Giuda ITALIANO :24 Pagina 10 15_DESCRIZIONE PIATTAFORMA Denis Lift Denis Lift 1 Piattaforma elevatrice in edifici con accesso pubblico. Per utente su sedia a rotelle tipo A e tipo B con accompagnatore o per utenti in piedi. Dimensioni: larghezza variabile da 900 a 1100 mm con profondità 1400 mm. La luce delle porte e degli accessi in cabina sono: Minimo 900 mm per edifici con accesso pubblico. Minimo 800 mm per edifici con accesso privato. Larghezza Profondità Accessi Portata minima Capienza massima Singoli o contrapposti sui lati Da 900 a 1100 mm 1400 mm 400 Kg corti, adiacenti se L = 1100 mm Un utente su sedia a rotelle tipo A e tipo B con accompagnatore o n 5 utenti in piedi Denis Lift 2 Piattaforma elevatrice in edifici con accesso privato. Per utente su sedia a rotelle senza accompagnatore o per utenti in piedi. Dimensioni: larghezza variabile da 800 a 1200 mm con profondità 1250 mm. La luce delle porte e degli accessi in cabina sono: Minimo 800 mm per edifici con accesso privato. Larghezza Profondità Accessi Portata minima Capienza massima Da 800 a 1000 mm Da 1000 a 1200 mm 1250 mm Singoli o contrapposti sui lati corti, adiacenti se L = 1100 mm 325 Kg 375 Kg Un utente su sedia a rotelle tipo A e tipo B con accompagnatore o n 4 utenti in piedi Un utente su sedia a rotelle tipo A e tipo B con accompagnatore o n 4 utenti in piedi Denis Lift 3 Piattaforma elevatrice in edifici con accesso privato. Per utenti in piedi. Dimensioni: larghezza variabile da 650 a 1200 mm con profondità variabile da 650 a 1200 mm. La luce delle porte e degli accessi in cabina sono: Minimo 650 mm per persone. Larghezza Profondità Accessi Portata minima Capienza massima Da 650 a 800 mm Da 650 a 800 mm 250 Kg n 3 utenti in piedi Da 800 a 1000 mm Da 850 a 1200 mm Singoli o contrapposti sui lati 325 Kg n 4 utenti in piedi Da a 1200 mm Da 650 a 800 mm 250 Kg n 3 utenti in piedi DenisLift 10

12 Giuda ITALIANO :24 Pagina 11 16_SEZIONE VERTICALE VANO IN MURATURA E INCASTELLATURA 11 DenisLift

13 Giuda ITALIANO :24 Pagina 12 17_ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON VANO IN MURATURA DenisLift 12

14 Giuda ITALIANO :24 Pagina DenisLift

15 Giuda ITALIANO :24 Pagina 14 ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON VANO IN MURATURA - EDIFICI PUBBLICI E PRIVATI 1 utente su sedia a rotelle con accompagnatore oppure 5 utenti in piedi TAV. 1 Cabina 900x1400 mm TAV. 2 Cabina 1100x1400 mm TAV. 3 Cabina 900x1400 mm TAV. 4 Cabina 1100x1400 mm DenisLift 14

16 Giuda ITALIANO :24 Pagina 15 TAV. 5 Cabina 1100x1400 mm TAV. 6 Cabina 1100x1400 mm TAV. 7 Cabina 900x1400 mm TAV. 8 Cabina 1100x1400 mm 15 DenisLift

17 Giuda ITALIANO :24 Pagina 16 ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON VANO IN MURATURA - EDIFICI PRIVATI TAV. 9 Cabina 650x650 mm TAV. 10 Cabina 800x1250 mm TAV. 11 Cabina 1000x1250 mm TAV. 12 Cabina 1100x1400 mm DenisLift 16

18 Giuda ITALIANO :24 Pagina 17 TAV. 13 Cabina 650x650 mm TAV. 14 Cabina 800x1250 mm TAV. 15 Cabina 1000x1250 mm TAV. 16 Cabina 1100x1400 mm 17 DenisLift

19 Giuda ITALIANO :24 Pagina 18 ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON VANO IN MURATURA - EDIFICI PRIVATI TAV. 17 Cabina 660x680 mm TAV. 18 Cabina 1000x1250 mm TAV. 19 Cabina 1200x1250 mm TAV. 20 Cabina 1100x1400 mm DenisLift 18

20 Giuda ITALIANO :24 Pagina 19 TAV. 21 Cabina 650x700 mm TAV. 22 Cabina 800x1250 mm TAV. 23 Cabina 1000x1250 mm TAV. 24 Cabina 1100x1400 mm 19 DenisLift

21 Giuda ITALIANO :24 Pagina 20 18_ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON INCASTELLATURA DenisLift 20

22 Giuda ITALIANO :24 Pagina DenisLift

23 Giuda ITALIANO :24 Pagina 22 ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON INCASTELLATURA - EDIFICI PUBBLICI E PRIVATI 1 utente su sedia a rotelle con accompagnatore oppure 5 utenti in piedi TAV. 25 Cabina 900x1400 mm TAV. 26 Cabina 1100x1400 mm TAV. 27 Cabina 900x1400mm TAV. 28 Cabina 1100x1400 mm DenisLift 22

24 Giuda ITALIANO :24 Pagina 23 TAV. 29 Cabina 1100x1400 mm TAV. 30 Cabina 1100x1400 mm TAV. 31 Cabina 900x1400 mm TAV. 32 Cabina 1100x1400 mm 23 DenisLift

25 Giuda ITALIANO :24 Pagina 24 ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON INCASTELLATURA - EDIFICI PRIVATI TAV. 33 Cabina 650x650 mm TAV. 34 Cabina 800x1250 mm TAV. 35 Cabina 1000x1250mm TAV. 36 Cabina 1100x1400 mm DenisLift 24

26 Giuda ITALIANO :24 Pagina 25 TAV. 37 Cabina 650x650 mm TAV. 38 Cabina 800x1250 mm TAV. 39 Cabina 1000x1250 mm TAV. 40 Cabina 1100x1400 mm 25 DenisLift

27 Giuda ITALIANO :24 Pagina 26 ESEMPI DI REALIZZAZIONE CON INCASTELLATURA - EDIFICI PRIVATI TAV. 41 Cabina 710x710 mm TAV. 42 Cabina 1000x1250 mm TAV. 43 Cabina 1200x1250mm TAV. 44 Cabina 1100x1400 mm DenisLift 26

28 Giuda ITALIANO :24 Pagina 27 TAV. 45 Cabina 650x700 mm TAV. 46 Cabina 800x1250 mm TAV. 47 Cabina 1000x1250 mm TAV. 48 Cabina 1100x1400 mm 27 DenisLift

29 Giuda ITALIANO :24 Pagina 28 19_CALCOLO DELLE DIMENSIONI IN PIANTA CON ACCESSO SINGOLO LV: Larghezza vano netto PV: Profondità vano netto A: Luce porta / apertura cabina (minimo 650 mm) PC: Profondità interno cabina LC: Larghezza interno cabina G: Spacco porta SX: Mazzetta sinistra DX: Mazzetta destra S: Spessore pareti cabina 30 mm H/I: Distanza cabina-vano (minimo 60 mm) LV = 230+S+LC+S+H= mm PV = 80+PC+S+I= mm Telaio porte standard 120 mm (misura minima telaio 80 mm). Per qualsiasi informazione contattare il nostro ufficio tecnico. DenisLift 28

30 Giuda ITALIANO :24 Pagina 29 20_CALCOLO DELLE DIMENSIONI IN PIANTA CON ACCESSO OPPOSTO LV: Larghezza vano netto PV: Profondità vano netto A/A1: Luce porta/apertura cabina (minimo 650mm) PC: Profondità interno cabina LC: Larghezza interno cabina G/G1: Spacco porta SX/SX1: Mazzetta sinistra DX/DX2: Mazzetta destra S: Spessore pareti cabina 30mm H/I: Distanza cabina-vano (minimo 60 mm) LV = 230+S+LC+S+H = mm PV = 80+PC+80= mm Telaio porte standard 120 mm (misura minima telaio 80 mm). Per qualsiasi informazione contattare il nostro ufficio tecnico. 29 DenisLift

31 Giuda ITALIANO :24 Pagina 30 21_CALCOLO DELLE DIMENSIONI IN PIANTA CON ACCESSO ADIACENTE LV: Larghezza vano netto PV: Profondità vano netto A/A1: Luce porta/apertura cabina (minimo 650mm) PC: Profondità interno cabina LC: Larghezza interno cabina G/G1: Spacco porta SX/SX1: Mazzetta sinistra DX/DX1: Mazzetta destra S: Spessore pareti cabina 30 mm H/I: Distanza cabina vano (Minimo 60 mm) LV = 230+S+LC+80 = mm PV = 80+PC+S+I = mm Telaio porte standard 120 mm (misura minima telaio 80 mm). Per qualsiasi informazione contattare il nostro ufficio tecnico. DenisLift 30

32 Giuda ITALIANO :24 Pagina 31 22_PONTEGGI VANO CORSA All interno del vano deve essere installato un ponteggio che permetta il montaggio dell impianto in condizioni di sicurezza. Il ponteggio dovrà avere un piano di lavoro situato a circa cm al di sotto di tutte le fermate della piattaforma. Nel caso che il livello dell interpiano superi i 4/5 m e opportuno prevedere un piano di lavoro intermedio. La base che compone il piano di appoggio non deve distare piu di 30/40 cm dalle pareti del vano corsa. 31 DenisLift

33 Giuda ITALIANO :24 Pagina 32 23_TABELLA RIASSUNTIVA DELLA PIATTAFORMA Legenda: Q Portata impianto Pc Peso cabina + peso arcata max T Tipo di guide usate S Distanza massima ancoraggi C Corsa massima D.M.C. Dimensioni massime della cabina Pt Carico che agisce sotto il pistone R1/R2 Carico che agisce sotto le guide per intervento del paracadute Sx/Sy Spinte statiche che agiscono sulle guide DenisLift 32 BREMI S.r.l. - stampato: gennaio 2006

34 Bremi S.r.l. Via G. Terzi di S. Agata, Brembate Sopra (BG) Tel Fax

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI INTRODUZIONE Le dimensioni delle cabine degli ascensori devono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti, dipendenti dalla particolare

Dettagli

Indice GUIDA ALLA PROGETTAZIONE Scopo della ''Guida Alla Progettazione...2 Organizzazione della Guida...2 Campo di Applicazione della Guida...3 Riferimenti Legislativi...3 Elenco Schede Tecniche...4 Sezione

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Caratteristiche previste per gli elevatori pag. 3. Norme di prevenzione incendi per ascensori pag. 3. Ascensori per nuovi edifici residenziali pag.

Caratteristiche previste per gli elevatori pag. 3. Norme di prevenzione incendi per ascensori pag. 3. Ascensori per nuovi edifici residenziali pag. 1/30 INDICE CATALOGO PROGETTAZIONE SEZ.: ELEVATORI OLEODINAMICI Introduzione al catalogo progettazione pag. 3 Caratteristiche previste per gli elevatori pag. 3 Riferimenti normativi pag. 3 Norme di prevenzione

Dettagli

IMPIANTI ASCENSORI PAG. 1

IMPIANTI ASCENSORI PAG. 1 Cap. XII IMPIANTI ASCENSORI PAG. 1 12.2 OPERE COMPIUTE I prezzi comprendono fornitura dei materiali, trasporto in cantiere, prestazioni di tecnico specializzato montatore; gli accessori ed il fissaggio

Dettagli

Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro

Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro Amministrazione Provinciale di Catanzaro Piazza Rossi,1-88100 Catanzaro PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE ISTITUTO SCOLASTICO OGGETTO D INTERVENTO LICEO SCIENTIFICO L. SICILIANI - CATANZARO CODICE MECCANOGRAFICO:

Dettagli

Conquistate i vostri spazi con i nostri mini elevatori.

Conquistate i vostri spazi con i nostri mini elevatori. Conquistate i vostri spazi con i nostri mini elevatori. L esperienza insegna. Garaventa Lift Leader nell accessibilità. La leadership tecnologica Garaventa arriva dall alto. Dalle vette più impegnative

Dettagli

Guida Alla Progettazione

Guida Alla Progettazione Guida Alla Progettazione GUIDA ALLA PROGETTAZIONE Indice SCOPO DELLA GUIDA ALLA PROGETTAZIONE...2 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA...2 CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA GUIDA...3 RIFERIMENTI LEGISLATIVI...3 ELENCO

Dettagli

Da un piano all altro con un dito. Piattaforma Elevatrice Oleodinamica

Da un piano all altro con un dito. Piattaforma Elevatrice Oleodinamica Da un piano all altro con un dito Piattaforma Elevatrice Oleodinamica HELEVA Liberi di muoversi PRATICA Basta premere un pulsante. La piattaforma elevatrice HELEVA, è la soluzione ideale per il superamento

Dettagli

Tecnologie in elevazione. Linea ascensori idraulici ASCENSORE OLEODINAMICO

Tecnologie in elevazione. Linea ascensori idraulici ASCENSORE OLEODINAMICO Atlantis è un ascensore oleodinamico conforme alla normativa in vigore per il trasporto di persone e cose. Un ascensore versatile e personalizzabile a seconda delle esigenze sia estetiche che strutturali.

Dettagli

Capitolo 20 ASCENSORI SM2 CON TESTATA E/O FOSSA RIDOTTE (IN DEROGA)

Capitolo 20 ASCENSORI SM2 CON TESTATA E/O FOSSA RIDOTTE (IN DEROGA) Capitolo 20 ASCENSORI SM2 CON TESTATA E/O FOSSA RIDOTTE (IN DEROGA) Moris Italia s.r.l. Via Per Cadrezzate, 21/C 21020 Brebbia (VA) Italy Tel. ++39 0332 984211 Fax ++39 0332 984280 e mail moris@moris.it

Dettagli

MANUALE D ESECUZIONE DEI LAVORI RELATIVI AGLI ASCENSORI

MANUALE D ESECUZIONE DEI LAVORI RELATIVI AGLI ASCENSORI Per rendere più efficiente la collaborazione, per essere i più chiari e rapidi possibili abbiamo riassunto le principali regole di esecuzione dei lavori relativi agli ascensori. MANUALE DI COSTRUZIONE

Dettagli

ASCENSORE ELETTROMECCANICO

ASCENSORE ELETTROMECCANICO ASCENSORE ELETTROMECCANICO Supermec è l ascensore rivoluzionario anti black-out a trazione elettromeccanica con alimentazione a batteria - 230 V. Molteplici vantaggi fra i quali: Dispositivo anti black-out

Dettagli

COMUNE DI FAGNANO CASTELLO (Provincia di Cosenza) Committente

COMUNE DI FAGNANO CASTELLO (Provincia di Cosenza) Committente . ing. Marina Ivano Corso Garibaldi, 42/C 87050 Piane Crati Tel. 0984 422789 Studio Professionale COMUNE DI FAGNANO CASTELLO (Provincia di Cosenza) Committente PROGRAMMA STRAORDINARIO STRALCIO DI INTERVENTI

Dettagli

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice Easy Move -E07- Sistema di sollevamento per persona con limitata capacità motoria

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice Easy Move -E07- Sistema di sollevamento per persona con limitata capacità motoria Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice Easy Move -E07- Sistema di sollevamento per persona con limitata capacità motoria Omologazioni Omologazione TÜV per il paracadute; Omologazione TÜV per le serrature;

Dettagli

Capitolato Piattaforma elevatrice My Lift

Capitolato Piattaforma elevatrice My Lift Capitolato Piattaforma elevatrice My Lift Le piattaforme elevatrici sono costruite a regola d arte per permettere il superamento di un dislivello alle persone anche con mobilità ridotta o impedita. Tali

Dettagli

Incastellature metalliche Arcate

Incastellature metalliche Arcate GRUPPO Incastellature metalliche rcate abine La piattaforma elevatrice è un prodotto mirato a soddisfare le molteplici richieste di mercato grazie alla progettazione e alla realizzazione di una meccanica

Dettagli

GUIDA ALLA PROGETTAZIONE Indice GUIDA ALLA PROGETTAZIONE Scopo della ''Guida Alla Progettazione...2 Organizzazione della Guida...2 Campo di Applicazione della Guida...3 Riferimenti Legislativi...3 Elenco

Dettagli

La piattaforma elevatrice residenziale

La piattaforma elevatrice residenziale La piattaforma elevatrice residenziale La piattaforma elevatrice residenziale Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo

Dettagli

Sistemi di controllo idraulici ed elettronici garantiscono un maggior comfort di marcia ed un preciso livellamento ai piani della cabina.

Sistemi di controllo idraulici ed elettronici garantiscono un maggior comfort di marcia ed un preciso livellamento ai piani della cabina. MINIASCENSORE DE 07 ACCESSIBILITÀ E SOLUZIONI Quando i vincoli di un edifi cio non consentono l installazione di un tradizionale ascensore e quando la necessità di abbattere le barriere architettoniche

Dettagli

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo Il sistema informatico prevede la firma elettronica pertanto l'indicazione delle strutture e dei nominativi delle persone associate certifica l'avvenuto controllo. Elaborato del 24/06/2015 Pag. 1 di 11

Dettagli

Ascensore idraulico LA MYLIFT S.R.O. SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE LE PRESENTI SCHEDE SENZA DARE ALCUN PREAVVISO

Ascensore idraulico LA MYLIFT S.R.O. SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE LE PRESENTI SCHEDE SENZA DARE ALCUN PREAVVISO Ascensore idraulico ASCENSORE OLEODINAMICO INDIRETTO PORTATA - 4 PERSONE PORTE DA 0 CENTRALI VELOCITA MA 1 mt/s 4..2C.H FOSSA 1 mm TESTATA 3400 mm 1650 VANO MINIMO 1660 3400 1 0 325 0 1000 325 CARICHI

Dettagli

INDICE. Pag. 3. Certificazioni di qualità. Pag. 7. Presentazione. Pag. 9. Legge 13 / DPR 384. Pag. 10. Ascensori per edifici preesistenti

INDICE. Pag. 3. Certificazioni di qualità. Pag. 7. Presentazione. Pag. 9. Legge 13 / DPR 384. Pag. 10. Ascensori per edifici preesistenti INDICE Certificazioni di qualità Presentazione Legge 13 / DPR 384 Ascensori per edifici preesistenti Ascensori per nuova edificazione residenziale Ascensori per nuova edificazione non residenziale Ascensori

Dettagli

OSPEDALE SAN LEOPOLDO MANDIC -MERATE PROGETTO DEFINITIVO COMPUTO METRICO ELEVATORI

OSPEDALE SAN LEOPOLDO MANDIC -MERATE PROGETTO DEFINITIVO COMPUTO METRICO ELEVATORI AENDA OSPEDALIERA OSPEDALE DI LECCO REGIONE LOMBARDIA Programma pluriennale degli investimenti in Sanità ex art. 20L. 67/1988 IV Atto integrativo dell accordo di programma quadro in sanità del 3/3/1999.

Dettagli

S I N T E S I. L ascensore amico del sole

S I N T E S I. L ascensore amico del sole S I N T E S I L ascensore amico del sole Da oltre 60 anni il Gruppo Ceam si evolve ricercando la migliore tecnologia al vostro servizio, per garantire efficienza ed affidabilità. Una storia segnata dal

Dettagli

CERTIFICAZIONE SISTEMI QUALITÁ AZIENDALI MINIASCENSORE* Mod. OPLÁ PIATTAFORMA ELEVATRICE CON DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ

CERTIFICAZIONE SISTEMI QUALITÁ AZIENDALI MINIASCENSORE* Mod. OPLÁ PIATTAFORMA ELEVATRICE CON DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ CERTIFICAZIONE SISTEMI QUALITÁ AZIENDALI MINIASCENSORE* Mod. OPLÁ PIATTAFORMA ELEVATRICE CON DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ MINIASCENSORE* OPLÁ sistema di sollevamento verticale senza vano per persone sistema

Dettagli

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Più sicuri Via C. Perazzi, 54-28100 Novara Tel. 0321 467313 Fax 0321 491434 Mail: info@allegraimpianti.it www.allegraimpianti.it In ascensore con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Decreto 23

Dettagli

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice Easy Move -E07- Sistema di sollevamento per persona con limitata capacità motoria

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice Easy Move -E07- Sistema di sollevamento per persona con limitata capacità motoria Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice Easy Move -E07- Sistema di sollevamento per persona con limitata capacità motoria Omologazioni Omologazione TÜV per il paracadute; Omologazione TÜV per le serrature;

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI PROGETTO ESECUTIVO

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI PROGETTO ESECUTIVO ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI LECCE LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI IMMOBILI ERP, SITI IN CASARANO IN CONTRADA BOTTE E VIA UNGARETTI. IBU 01208 01209 01210 01210 PROGETTO

Dettagli

Le Piattaforme elevatrici!

Le Piattaforme elevatrici! Le Piattaforme elevatrici Milo Patruno Ascensori www.miloascensori.it info@miloascensori.it INDICE Prefazione 4 La piattaforma elevatrice 4 Introduzione 4 La legislazione 4 Le caratteristiche del prodotto

Dettagli

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina Programma Save Programma SAVE Ascensori senza locale macchina IGV progetta e produce ascensori e componenti dal 1966 mettendo il cliente al centro della propria missione. Passione e competenza degli uomini

Dettagli

La piattaforma elevatrice residenziale

La piattaforma elevatrice residenziale La piattaforma elevatrice residenziale Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno

Dettagli

FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO

FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO FOGLIO RIEPILOGATIVO PER MAGAZZINO COMMESSA N.: AAAA IMPIANTO N.: AAAA N 2 Colonne guide tipo complete Fornitore Monteferro Tipo T 82/A (82,5 x 68,25 x 9mm) Lunghezza cad. colonna 25 m Composte complessivamente

Dettagli

L ascensore compatto

L ascensore compatto L ascensore compatto L ascensore compatto Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all

Dettagli

A c c e s s i b i l i t à U n a s o l u z i o n e p e r o g n i b a r r i e r a. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy

A c c e s s i b i l i t à U n a s o l u z i o n e p e r o g n i b a r r i e r a. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy A c c e s s i b i l i t à U n a s o l u z i o n e p e r o g n i b a r r i e r a Le piattaforme elevatrici Silver Steppy Silver Accessibilità senza problemi, con i migliori standard di sicurezza e flessibilità

Dettagli

ELEVATORI VANO CHIUSO LINEA MOBILITY

ELEVATORI VANO CHIUSO LINEA MOBILITY ELEVATORI VANO CHIUSO LINEA MOBILITY Elevatori vano chiuso Mobility Care offre soluzioni ottimali per il superamento delle barriere architettoniche, con miniascensori ed elevatori. Le soluzioni possono

Dettagli

VANI ASCENSORI E MONTACARICHI

VANI ASCENSORI E MONTACARICHI VANI ASCENSORI E MONTACARICHI 2015 ilario.mammone@ordineingegneripisa.it ing. ilario mammone 1 NORMATIVA DPR 1497 DEL 29/05/63 APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER ASCENSORI E MONTACARICHI D.M. 246 DEL 16/05/87

Dettagli

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina

Programma Save. Programma SAVE. Ascensori senza locale macchina Programma Save Programma SAVE Ascensori senza locale macchina IGV progetta e produce ascensori e componenti dal 1966 mettendo il cliente al centro della propria missione. Passione e competenza degli uomini

Dettagli

DESCRIZIONE IMPIANTO. IMPIANTO MONTAUTO A PANTOGRAFO Modello DUO BOX Mod. PB1 con persona a bordo

DESCRIZIONE IMPIANTO. IMPIANTO MONTAUTO A PANTOGRAFO Modello DUO BOX Mod. PB1 con persona a bordo DESCRIZIONE IMPIANTO Ascensore per auto a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche per traslazione di autovetture tra piani definiti a pantografo senza coperchio di chiusura fossa e CON PERSONA

Dettagli

Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi

Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi Edificio 03 Scuola elementare Barbusi Quadro sinottico delle attività Mese di Giugno Anno 2015

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA del / / Periodica Straordinaria (DPR 162/99, Artt. 13-14)

VERBALE DI VERIFICA del / / Periodica Straordinaria (DPR 162/99, Artt. 13-14) ON n. 1791 VERBALE DI VERIFICA del / / Periodica Straordinaria (DPR 162/99, Artt. 13-14) 99999 precedente verifica con esito negativo a seguito di incidente modifiche costruttive PRD n 0138B Membro degli

Dettagli

OTIS Homelift, la piattaforma elevatrice che migliora la qualità della tua vita!

OTIS Homelift, la piattaforma elevatrice che migliora la qualità della tua vita! Homelift Superare le barriere architettoniche e i vincoli d installazione di un ascensore tradizionale è possibile, grazie a Otis Homelift, la piattaforma elevatrice che si distingue per sicurezza, flessibilità,

Dettagli

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec Sistema di sollevamento per persone con limitata capacità motoria Omologazioni Omologazione TÜV per il paracadute Omologazione TÜV per le serrature

Dettagli

Lavori di installazione di n. 6 impianti ascensore negli immobili ubicati in Reggio Calabria Viale Europa n. 49 e Via Sbarre Superiori lotto 2/D

Lavori di installazione di n. 6 impianti ascensore negli immobili ubicati in Reggio Calabria Viale Europa n. 49 e Via Sbarre Superiori lotto 2/D INDICE: 1 PREMESSA... 2 2 INQUADRAMENTO e DESCRIZIONE dei LUOGHI OGGETTO di INTERVENTO 2 3 RIFERIMENTI NORMATIVI... 7 4 SCELTE E CRITERI PROGETTUALI... 8 5 BARRIERE ARCHITETTONICHE: VINCOLI PROGETTUALI...

Dettagli

catalogo ascensori La Qualità 10 e lode.

catalogo ascensori La Qualità 10 e lode. T e c n o l o g i e i n e l e v a z i o n e catalogo ascensori La Qualità 10 e lode. catalogo ascensori SUPERMEC Ascensore Elettromeccanico ATLANTIS Ascensore Oleodinamico La E.P. Elevatori Premontati

Dettagli

Verifiche Periodiche di Ascensori e Montacarichi D.P.R. 162/99 Linee Guida per gli adempimenti di Legge

Verifiche Periodiche di Ascensori e Montacarichi D.P.R. 162/99 Linee Guida per gli adempimenti di Legge SERVIZIO PREVENZIONE E RISCHIO TECNOLOGICO Verifiche Periodiche di Ascensori e Montacarichi D.P.R. 162/99 Linee Guida per gli adempimenti di Legge a cura del Servizio Prevenzione e Rischio Tecnologico

Dettagli

La piattaforma elevatrice residenziale

La piattaforma elevatrice residenziale La piattaforma elevatrice residenziale Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno

Dettagli

Acessibilità Una soluzione per ogni barriera. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy

Acessibilità Una soluzione per ogni barriera. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy Acessibilità Una soluzione per ogni barriera Le piattaforme elevatrici Silver Steppy Silver Accessibilità senza problemi, con i migliori standard di sicurezza e flessibilità La piattaforma elevatrice Silver

Dettagli

La Piattaforma Elevatrice a vano aperto

La Piattaforma Elevatrice a vano aperto Originale dal design unico, si adatta a qualsiasi edificio con armonia estetica. Ottimale per raggiungere balconi o pianerottoli nel rispetto dell equilibrio architettonico degli edifici. La Piattaforma

Dettagli

La piattaforma elevatrice residenziale

La piattaforma elevatrice residenziale La piattaforma elevatrice residenziale Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno

Dettagli

Il piccolo montacarichi

Il piccolo montacarichi Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno di quello spazio. Per due dimensioni

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE BOLOGNA CAPITOLO 16

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE BOLOGNA CAPITOLO 16 ANA REPV BBLICA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE BOLOGNA ITALI CAPITOLO 16 IMPIANTI ASCENSORI MONTACARICHI MONTALETTIGHE

Dettagli

PIATTAFORME. progettazione costruzione installazione manutenzione assistenza tecnica

PIATTAFORME. progettazione costruzione installazione manutenzione assistenza tecnica PIATTAFORME progettazione costruzione installazione manutenzione assistenza tecnica 1 LA CARTA D IDENTITÀ È nata da due fratelli la DUE.BI. ASCENSORI, azienda che opera nel settore degli impianti di elevazione

Dettagli

PROGETTARE PER TUTTI SENZA BARRIERE - 10 CORSO DI FORMAZIONE POST LAUREAM A.A. 2001 2002

PROGETTARE PER TUTTI SENZA BARRIERE - 10 CORSO DI FORMAZIONE POST LAUREAM A.A. 2001 2002 Titolo: Elevatori per il superamento di barriere architettoniche Ing. David Rossi, Ceteco Elevatori per il superamento di barriere architettoniche Possibili soluzioni Ascensori Apparecchio che collega

Dettagli

LA NUOVA LINEA DI MINILIFT VILLA DI MAGIONE CATALOGO PIATTAFORME ELEVATRICI

LA NUOVA LINEA DI MINILIFT VILLA DI MAGIONE CATALOGO PIATTAFORME ELEVATRICI LA NUOVA LINEA DI MINILIFT VILLA DI MAGIONE CATALOGO PIATTAFORME ELEVATRICI PAG.2 Affidabilità Tecnologia Qualità Tutta italiana Esserci da molto tempo, esserci sempre: questo è il significato che diamo

Dettagli

Silver-Steppy. piattaforme elevatrici

Silver-Steppy. piattaforme elevatrici Silver-Steppy piattaforme elevatrici SEMPLICI DA USARE VERSATILI SICURE SILVER La piattaforma elevatrice Silver rappresenta la soluzione ideale per assicurare l ACCESSIBILITÀ a: Strutture private (banche,

Dettagli

L Elevatore a vano chiuso

L Elevatore a vano chiuso Muoversi agevolmente su più piani nella tranquillità della propria indipendenza. Migliorare il prestigio e la comodità di una casa, di un ufficio o di luoghi aperti al pubblico. L Elevatore a vano chiuso

Dettagli

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec Sistema di sollevamento per persona adatto per persone con limitata capacità motoria

Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec Sistema di sollevamento per persona adatto per persone con limitata capacità motoria Dati Tecnici Piattaforma Elevatrice elettrica E10 ECOVimec Sistema di sollevamento per persona adatto per persone con limitata capacità motoria Omologazioni Omologazione TÜV per il paracadute Omologazione

Dettagli

Reset. Piattaforma elevatrice

Reset. Piattaforma elevatrice Reset Reset Piattaforma elevatrice Reset Liberi dalle scale La piattaforma elevatrice RESET nasce per soddisfare le esigenze di mobilità e di abbattimento delle barriere architettoniche nelle case, nei

Dettagli

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA Comune di Livorno UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA OGGETTO: NUOVA SEDE SCUOLA MATERNA PESTALOZZI IMPIANTI ELETTRICI

Dettagli

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE:

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Pag. 1 Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Alla semplicità strutturale si accompagnano soluzioni avanzate che fanno una macchina molto versatile utilizzabile in tutte

Dettagli

Accessibilità Una soluzione per ogni barriera. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy

Accessibilità Una soluzione per ogni barriera. Le piattaforme elevatrici Silver Steppy Accessibilità Una soluzione per ogni barriera Le piattaforme elevatrici Silver Steppy Silver Accessibilità senza problemi, con i migliori standard di sicurezza e flessibilità La piattaforma elevatrice

Dettagli

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP Stazione di stoccaggio e pressurizzazione idrica per impianti antincendio IBRIDA composto da riserva idrica da interro vano tecnico con installato gruppo di pressurizzazione

Dettagli

ASCENSORI ELETTRICI E IDRAULICI

ASCENSORI ELETTRICI E IDRAULICI P E R L A P R O G E T T A Z I O N E ASCENSORI ELETTRICI E IDRAULICI Progettazione installazione, collaudo e manutenzione II edizione di GIACOMO GUERRIERO INDICE GENERALE Presentazione...11 CAPITOLO 1 PRINCIPALI

Dettagli

Il montacarichi industriale

Il montacarichi industriale Il montacarichi industriale Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno di quello

Dettagli

Codice Descrizione u.m. Prezzo %m.d'o.

Codice Descrizione u.m. Prezzo %m.d'o. L.21 ASCENSORI L.21.10 IMPIANTI ELEVATORI L.21.10.10 Ascensore automatico, idoneo anche per disabili, per edifici caratteristiche: Portata 525 kg, Persone n. 7, Fermate n. 6 compreso la prima, Corsa 15

Dettagli

Il montacarichi industriale

Il montacarichi industriale Il montacarichi industriale Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno di quello

Dettagli

Specifica tecnica di capitolato

Specifica tecnica di capitolato Specifica tecnica di capitolato La seguente specifica di capitolato fa riferimento ad un impianto standard; per ottenere una descrizione personalizzata di particolari opzioni e/o configurazioni Vi preghiamo

Dettagli

L Elevatore a vano chiuso

L Elevatore a vano chiuso Muoversi agevolmente su più piani nella tranquillità della propria indipendenza. Migliorare il prestigio e la comodità di una casa, di un ufficio o di luoghi aperti al pubblico. L Elevatore a vano chiuso

Dettagli

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007

INSIEL S.p.A. OGGETTO. LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica. Minishelter. Data: 28 marzo 2007 LIVELLO PROGETTUALE: Specifica Tecnica Data: 28 marzo 2007 OGGETTO GGETTO: Minishelter Integrazioni: 27 marzo 2009 Riferimento: INSIEL_ ST_MINISHELTER_09 INDICE Indice... 2 Indice delle figure... 2 1 Generalità...

Dettagli

Opere di completamento per nuova sede E.S.A. S.p.A. PROGETTISTA OGGETTO CLIENTE INDICE 1 OGGETTO... 3 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Opere di completamento per nuova sede E.S.A. S.p.A. PROGETTISTA OGGETTO CLIENTE INDICE 1 OGGETTO... 3 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... INDICE 1 OGGETTO... 3 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 4 3 DESCRIZIONE DELLE STRUTTURE E CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO... 5 4 CRITERI DI SICUREZZA ADOTTATI... 6 4.1 PROTEZIONE CONTRO SOVRACCARICHI

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazione: TT, TN Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500

Dettagli

Piattaforma Elevatrice Orion. Manuale di predisposizione installazione PRE-OR04-IT-03. ThyssenKrupp Encasa

Piattaforma Elevatrice Orion. Manuale di predisposizione installazione PRE-OR04-IT-03. ThyssenKrupp Encasa Piattaforma Elevatrice Orion Manuale di predisposizione installazione Opere murarie ed accessorie da realizzare a cura del Cliente per predisporre l installazione della Piattaforma Elevatrice ORION PRE-OR04-IT-03

Dettagli

Entra nel mondo Daldoss

Entra nel mondo Daldoss Entra nel mondo Daldoss Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda, come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno di quello

Dettagli

adeguamenti e Modernizzazioni

adeguamenti e Modernizzazioni adeguamenti e Modernizzazioni Oggi dotare il vostro condominio di ascensore o sostituire il vecchio impianto con uno nuovo è ancora più conveniente. Dalla Ricerca e Sviluppo SELE nasce una linea di ascensori

Dettagli

INDICE MANUALE ! ATTENZIONE

INDICE MANUALE ! ATTENZIONE PIATTAFORMA IDRAULICA UNIKA MANUALE DI USO E MANUTENZIONE INDICE MANUALE 1) dati di identificazione macchina e costruttore pag. 03 2) servizio assistenza pag. 03 3) descrizione della macchina pag. 04 4)

Dettagli

s t i l e L ascensore amico del sole

s t i l e L ascensore amico del sole s t i l e L ascensore amico del sole Da oltre 60 anni il Gruppo Ceam si evolve ricercando la migliore tecnologia al vostro servizio, per garantire efficienza ed affidabilità. Una storia segnata dal profondo

Dettagli

OGGETTO: offerta per l installazione di un elevatore di costruzione AGOSTINETTO.

OGGETTO: offerta per l installazione di un elevatore di costruzione AGOSTINETTO. Cuneo lì, 29 agosto 2012 RIF.:12.08.57/INC Spett.le STUDIO CUNEO INGEGNERIA Alla c.a. geom. Andrea Asselle Alla c.a. geom. P. Politano OGGETTO: offerta per l installazione di un elevatore di costruzione

Dettagli

Università degli studi di Parma. Lavori in copertura su edifici campus Universitario (accessi parapetti percorsi protetti lucernari) Relazione Tecnica

Università degli studi di Parma. Lavori in copertura su edifici campus Universitario (accessi parapetti percorsi protetti lucernari) Relazione Tecnica Università degli studi di Parma Lavori in copertura su edifici campus Universitario (accessi parapetti percorsi protetti lucernari) Relazione Tecnica 0. NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.Lgs 81/2008 Testo Unico

Dettagli

AGENZIA PER LA MOBILITA METROPOLITANA DI TORINO

AGENZIA PER LA MOBILITA METROPOLITANA DI TORINO Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale di lavoro autonomo per l espletamento promemoria VERBALE PROVE SCALE MOBILI IDENTIFICAZIONE Scala Mobile situata presso N matricola

Dettagli

LISTINO IM - IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO

LISTINO IM - IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO IM.380.30 ASCENSORI PER EDIFICI PRIVATI, per nuove costruzioni non residenziali IM.380.30.10 ASCENSORE PER EDIFICI PRIVATI, per nuove costruzioni non residenziali PER EDIFICI PRIVATI, per nuove costruzioni

Dettagli

adeguamenti e Modernizzazioni

adeguamenti e Modernizzazioni adeguamenti e Modernizzazioni Oggi dotare il vostro condominio di ascensore o sostituire il vecchio impianto con uno nuovo è ancora più conveniente. Dalla Ricerca e Sviluppo SELE nasce una linea di ascensori

Dettagli

La sicurezza antincendio negli uffici

La sicurezza antincendio negli uffici G. Varisco C.T. ANIE AssoAscensori giovanni.varisco@kone.com Convegno La sicurezza antincendio negli uffici 13 marzo 2008 Istituto Superiore Antincendio Roma Le varie tipologie di ascensori previste dal

Dettagli

dislivelli Per superare

dislivelli Per superare Per superare dislivelli Soluzioni ad hoc per ogni necessità con costi, vincoli installativi e di portata diversi. Ideali per l eliminazione delle barriere architettoniche Antonella Pirovano Le diverse

Dettagli

Miglioramento della sicurezza per gli ascensori esistenti

Miglioramento della sicurezza per gli ascensori esistenti Miglioramento della sicurezza per gli ascensori esistenti Ascensoristi 1INDICE DELLE SCHEDE 1 2 3 4 5 6 7 8 Possibile apertura porta, con cabina non al piano Assenza del dispositivo contro la velocità

Dettagli

Narrow. Ascensore con fossa e testata ridotte

Narrow. Ascensore con fossa e testata ridotte Narrow Narrow Ascensore con fossa e testata ridotte Narrow La fossa e la testata hanno dimensioni ridotte rispetto agli ascensori tradizionali. L elevatore è conforme al progetto di norma armonizzata EN

Dettagli

PROGRAMMA D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA MANUTENZIONE DEGLI ASCENSORI E DEI MONTACARICHI PROVINCIA DI LECCO

PROGRAMMA D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA MANUTENZIONE DEGLI ASCENSORI E DEI MONTACARICHI PROVINCIA DI LECCO PROGRAMMA D ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALLA MANUTENZIONE DEGLI ASCENSORI E DEI MONTACARICHI PROVINCIA DI LECCO 1. PREMESSA Il candidato deve dimostrare di avere conseguito per suo studio

Dettagli

Contabilizzazione, riscaldamento e raffrescamento e produzione acqua calda sanitaria

Contabilizzazione, riscaldamento e raffrescamento e produzione acqua calda sanitaria 58.0-10 Contabilizzazione, riscaldamento e raffrescamento e produzione acqua calda sanitaria Dima con tubi di lavaggio Idraulica Modulo completo di portella DESCRIZIONE DIATECH SR è un Modulo Satellite

Dettagli

L ascensore e il suo vano in un solo prodotto

L ascensore e il suo vano in un solo prodotto L ascensore e il suo vano in un solo prodotto Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente

Dettagli

METALCARRELLI CARRELLI TERMICI

METALCARRELLI CARRELLI TERMICI METALCARRELLI 5 CARRELLI TERMICI PIANI CALDI Piano in lamiera di acciaio inox AISI 304 Riscaldamento con resistenza elettrica Interruttore di accensione con spia luminosa Termostato regolabile da + 30

Dettagli

L ascensore compatto. Daldoss Elevetronic. muove la terza dimensione

L ascensore compatto. Daldoss Elevetronic. muove la terza dimensione L ascensore compatto Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno di quello spazio.

Dettagli

MiniLift : massimo comfort in minimi spazi

MiniLift : massimo comfort in minimi spazi MiniLift : massimo comfort in minimi spazi MinilLift è la soluzione ideale per muoversi con maggiore libertà, nella propria abitazione o in qualsiasi luogo pubblico, nata come piattaforma elevatrice per

Dettagli

Il piccolo montacarichi

Il piccolo montacarichi Montacarichi per sole cose con portate da 12 kg a 300 kg Struttura portante di serie per agevolare e rendere veloce l installazione in qualsiasi contesto abitativo Soluzione ideale per l ottimazione della

Dettagli

Schindler 3100 Semplice e pratico. Il nostro ascensore per piccoli edifici residenziali vi stupirà.

Schindler 3100 Semplice e pratico. Il nostro ascensore per piccoli edifici residenziali vi stupirà. Schindler 3100 Semplice e pratico. Il nostro ascensore per piccoli edifici residenziali vi stupirà. Ascensori Schindler Manteniamo le nostre promesse. E promettiamo molto. Una scelta pratica State cercando

Dettagli

L ascensore e il suo vano in un solo prodotto

L ascensore e il suo vano in un solo prodotto L ascensore e il suo vano in un solo prodotto L ascensore è sempre fornito con la struttura portante di serie, il che significa una minima dipendenza dai lavori di muratura e un installazione più facile

Dettagli

CATALOGO TECNICO ASCENSORI ELETTRICI MRL GEARLESS VIMA ASCENSORI WWW.ASCENSORIVIMA.IT

CATALOGO TECNICO ASCENSORI ELETTRICI MRL GEARLESS VIMA ASCENSORI WWW.ASCENSORIVIMA.IT CATALOGO TECNICO ASCENSORI ELETTRICI MRL GEARLESS VIMA ASCENSORI WWW.ASCENSORIVIMA.IT INDICE Caratteristiche principali pag. 3 Riferimenti normativi abbattimento delle barriere architettoniche pag. 4 Riferimenti

Dettagli

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA Oggetto della presente relazione è la progettazione relativa all illuminazione di servizio e di emergenza della zona tecnica della piscina

Dettagli

L ascensore compatto

L ascensore compatto L ascensore compatto Pensiamo per un momento allo spazio che ci circonda come se per descriverlo bastassero i tre assi cartesiani. Ora lasciamo che un uomo si muova liberamente all interno di quello spazio.

Dettagli