CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO POLIVALENTE SPAZIO 180 PER IL PERIODO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO POLIVALENTE SPAZIO 180 PER IL PERIODO 01.01.2012 31.12.2014"

Transcript

1 CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO POLIVALENTE SPAZIO 180 PER IL PERIODO Art. 1 - Oggetto dell appalto Oggetto dell appalto è l affidamento della gestione del Centro Polivalente Spazio 180 del Comune di Calenzano, via Petrarca, 180, secondo le indicazioni contenute nel presente capitolato. Art. 2 Importo e durata dell appalto L importo dell appalto posto a base di gara, per il periodo , è stimato in ,00 I.V.A. esclusa, di cui ,00 soggetti a ribasso e 1.500,00, relativi agli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Tali importi sono onnicomprensivi di tutte le prestazioni che l aggiudicatario effettuerà nell ambito dello svolgimento dell incarico oggetto del presente capitolato. Il Comune di Calenzano ha facoltà, nel corso della vigenza del rapporto contrattuale, di richiedere, e l aggiudicatario assume l obbligo di corrispondere alla richiesta, una variazione delle prestazioni richieste fino ad una percentuale del 20% in aumento o in diminuzione, ivi compresa la possibilità di estendere, nell ambito della percentuale di cui sopra, le stesse prestazioni con riferimento a servizi diversi ma di natura analoga a quelli oggetto della presente gara. Alla scadenza del contratto l aggiudicatario si impegna a proseguire il servizio agli stessi patti e condizioni, fino all espletamento delle procedure per un nuovo appalto e almeno fino all affidamento del servizio. Ai sensi dell art.9 della direttiva n. 2004/18/CE del e del Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs.163/2006), il Comune di Calenzano si riserva - ove la normativa vigente al momento della scadenza del contratto lo consenta - la facoltà di procedere al rinnovo o alla ripetizione del contatto a suo insindacabile giudizio valutato il servizio fornito nel suo complesso, le ragioni di pubblico interesse e ogni altro elemento ritenuto utile e/o necessario a tale valutazione. Art. 3 Requisiti di partecipazione, scelta del contraente e modalità di affidamento dell appalto La presente selezione, ai sensi dell art. 20, comma 1, del D.Lgs. 163/2006, non è soggetta alla disciplina del Codice dei contratti pubblici in quanto trattasi di servizi rientranti tra quelli esclusi di cui all allegato II B dello stesso. Il servizio sarà affidato tramite procedura aperta con il criterio dell offerta qualitativamente ed economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art. 12 della Legge Regionale della Toscana del , n. 87 e della deliberazione C.R.T. n. 199 del 31/10/2001 avente ad oggetto Approvazione direttive transitorie per l affidamento dei servizi alla persona punto 4 e sulla base degli elementi di valutazione specificati all articolo 13 del presente capitolato. E consentita la partecipazione alla gara da parte degli operatori economici in possesso dei seguenti requisiti: Iscrizione C.C.I.A.A ovvero se trattasi di soggetti stabiliti in altri Stati membri dell Unione Europea, iscrizione nei corrispondenti registri professionali o commerciali dello Stato di residenza ai sensi dell art. 39 del D.Lgs. 163/2006, con indicazione dei nominativi delle persone designate a rappresentare legalmente la Società; Inesistenza delle cause di esclusione dalla partecipazione alle gare di appalto previste dall art. 38 del D.Lgs 163/2006; 1

2 Ottemperanza alla normativa in materia di diritto al lavoro dei disabili ai sensi della L.68/1999 ovvero non assoggettamento agli obblighi di assunzione obbligatoria previsti dalla predetta legge; Inesistenza di alcun rapporto di controllo di cui all art del C.C con altre imprese concorrenti, fatto salvo quanto previsto dall art. 38, comma 2, del D.Lgs. n. 163/2006; Applicazione a favore dei propri lavoratori dipendenti delle condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai vigenti contratti di lavoro (CCNL) e dagli accordi locali integrativi degli stessi applicabili, alla data dell offerta, alla categoria e nella località in cui si svolge la fornitura con il preciso obbligo, in caso di aggiudicazione, di rispettare dette condizioni per tutta la durata del contratto; Avere preso integrale e accurata visione del disciplinare di gara, del Capitolato Speciale d'appalto e di tutta la documentazione di gara ed accettare tutte le clausole e prescrizioni ivi contenute; Possesso di certificazione della qualità riferita alla gestione dei servizi in oggetto (Centri giovani e CIAF); Aver gestito negli ultimi 3 (tre) anni almeno un servizio rivolto all adolescenza ed ai giovani della durata continuativa di almeno 6 mesi presso una Pubblica Amministrazione. Inoltre i partecipanti devono essere costituiti in una delle seguenti forme giuridiche e possedere la relativa iscrizione agli Albi (o idonei requisiti): a) cooperative sociali e consorzi costituiti come società cooperative iscritti nell Albo Regionale della Regione Toscana Sezione A o C ai sensi delle L , n. 381, artt. 8 e 9 e L.R.T , n. 87 articolo 3 e seguenti; b) cooperative sociali e consorzi costituiti come società cooperative con sede legale in altra regione purché iscritti nei rispettivi Albi Regionali, sezione A o C secondo la rispettiva normativa di riferimento; c) cooperative sociali e consorzi costituiti come società cooperative sezione A o C con sede legale in Regioni nelle quali non siano istituiti gli Albi Regionali ai sensi dell art. 9 della L , n Nel caso di cui al punto c) sono richiesti, in sostituzione all iscrizione agli Albi Regionali istituiti ai sensi dell art. 9 della L , n. 381, i requisiti previsti dalla L.R.T. del , n. 87 per l iscrizione nelle sezioni A (articolo 5) e C (articolo 6) dell Albo Regionale. Tali requisiti potranno anche essere autocertificati in fase di risposta all avviso di gara mentre tutta la documentazione prevista dovrà essere allegata all offerta per rendere la stessa valida. In particolare i requisiti richiesti sono i seguenti: - esplicita attestazione, all interno degli statuti, dell assenza di fini di lucro e previsione di finalità solidaristiche per il perseguimento dell interesse generale della comunità, esclusivamente attraverso l esercizio di una delle attività di cui all art. 1, comma 1, lettere a) e b) della L , n. 381; - effettiva autonomia tecnica, organizzativa ed economica, in relazione alla tipologia di attività da svolgere; - essere state costituite almeno sei mesi prima della data di emissione del presente bando; - applicazione per i lavoratori della normativa contrattuale vigente per il settore; - rispetto, per quanto riguarda i soci volontari delle disposizioni di cui all art. 2, commi 2 e 5 della L , n. 381; - nel caso di consorzi, questi devono essere costituiti da cooperative sociali in possesso dei requisiti previsti nei punti precedenti. 2

3 Sempre per quanto riguarda le cooperative e i consorzi di cui al punto c) la documentazione da allegare all offerta in sostituzione dell iscrizione agli Albi Regionali è la seguente: - copia dell atto costitutivo e dello statuto vigente; - certificato di iscrizione nella sezione cooperazione sociale del registro prefettizio di cui all art. 13 del D. Lgs C.P.S. del , n.1577 Provvedimenti per la cooperazione come modificato dall art. 6 della L , n. 381; - certificato di iscrizione alla Camera di Commercio di data non anteriore a mesi tre; - elenco dei soci, dei soci volontari e dei soci sovventori; - copia dell ultimo bilancio approvato, ivi incluse la nota integrativa, le relazioni del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, di cui agli artt. 2428, 2429 del Codice Civile in conformità di quanto dispone l art dello stesso; - dichiarazione del legale rappresentante della cooperativa che attesti la regolare assunzione di tutti i lavoratori ed il rispetto della normativa contrattuale vigente; - dichiarazione del legale rappresentante della cooperativa attestante il possesso da parte dei lavoratori, dei soci o dei dipendenti della cooperativa dei titoli di studio o degli attestati professionali richiesti dalla normativa regionale e nazionale vigente; - relazione concernente le modalità organizzative delle attività svolte nell anno precedente e di quelle in programma, con l indicazione di ogni elemento utile a valutare la sussistenza del requisito di effettiva autonomia tecnica, organizzativa ed economica, in relazione alla tipologia di attività da svolgere; I soggetti che risulteranno in possesso dei requisiti richiesti possono rimettere la loro offerta tramite la presentazione di un progetto - offerta del servizio che dovrà essere redatto nel rispetto di quanto previsto dal presente capitolato e dalla normativa sopra citata. Anche in sede di gara l Amministrazione si riserva di chiedere chiarimenti e integrazioni sulla documentazione presentata. L affidamento del servizio sarà effettuato a favore del soggetto che avrà presentato l offerta qualitativamente ed economicamente più vantaggiosa sulla base dei criteri indicati dal successivo articolo 13. L aggiudicazione del servizio si intende vincolante per la cooperativa o consorzio aggiudicatario, mentre lo diventa per il Comune di Calenzano con la stipulazione del contratto. Non si procederà alla stipula del contratto in caso di mancato riscontro positivo da parte del Comune dei requisiti oggetto di autocertificazione, fatte salve le ulteriori conseguenze che la legge prevede in caso di dichiarazioni mendaci. In tal caso il servizio verrà aggiudicato al concorrente che risulterà secondo nella graduatoria redatta nel verbale di gara. L incarico sarà svolto dal soggetto aggiudicatario sulla base del proprio progetto di organizzazione e di gestione, da redigere tenendo conto delle indicazioni contenute negli articoli seguenti. Art. 4 Finalità del servizio Il Centro Polivalente - Spazio 180, situato in Calenzano, via Petrarca n. 180, di proprietà comunale, è uno spazio polivalente finalizzato prevalentemente allo svolgimento di attività rivolte ai giovani, con lo scopo di contribuire a fornire maggiori opportunità di realizzazione personale, di inserimento sociale e di aggregazione socioculturale all interno della comunità allargata (locale, nazionale, europea) anche attraverso la messa a disposizione di adeguati e aggiornati strumenti informativi e formativi. 3

4 Art. 5 Descrizione degli spazi Il Centro Polivalente è già predisposto e attrezzato per la realizzazione di diverse attività. Gli spazi dedicati allo svolgimento delle attività poste a base di gara del seguente capitolato sono i seguenti: Al piano terreno: l ingresso, i servizi igienici e un grande salone, divisibile attraverso l utilizzo di pannelli già in posa in tre grandi ambienti, utilizzabili per attività separate. Nel salone trova sede un palco composto da pedane PAV e da un impianto audio e video per concerti, conferenze e altri eventi. Sono inoltre presenti nel salone sedie e tavolini. Tali ambienti sono a disposizione del soggetto aggiudicatario della presente gara negli orari di apertura del Centro Polivalente. Per lo svolgimento delle attività di cui all art. 6 il soggetto gestore ha a disposizione, in via esclusiva, al piano superiore i seguenti locali: numero destinazione attività locali 2 Ufficio operatori e punto informativo descrizione allestimento Completamente arredato e dotato di tutte le attrezzature informatiche hardware e software necessarie all attività. 1 Sala Internet e multimediale Completamente arredato e dotato di tutte le attrezzature informatiche hardware e software necessarie all attività. 1 Sala artistica Completamente arredata e dotata di tutte le attrezzature necessarie all attività. 1 Sala polivalente Completamente arredato e dotato di tutte le attrezzature necessarie all attività. Presso l Area Servizi alla Persona sono disponibili ed in visione le planimetrie generali dei 2 piani della struttura. Art. 6 Servizi da gestire e tipologia di attività da realizzare L aggiudicatario dovrà gestire direttamente almeno le seguenti attività: 1. Organizzazione di attività tese a realizzare le finalità indicate nel precedente articolo 4, in particolare: a. Attività di aggregazione libera, socializzazione, promozione della creatività giovanile, predisposte in accordo con i giovani utenti del centro, volte a favorire la crescita del protagonismo giovanile e a rafforzare le azioni di sostegno educativo (partendo da un attenta lettura dei bisogni); progettazione di interventi educativi rispetto al vissuto giovanile, sia a livello individuale che di gruppo. Le attività minime da prevedere sono attività di accoglienza e di ascolto dei giovani frequentatori anche attraverso la realizzazione di laboratori. Particolare attenzione deve essere destinata per creare un clima di attenzione e di accoglienza della persona, (del singolo e/o del gruppo) e per sviluppare relazioni positive e collaborative nonché di rispetto delle regole. b. Attività per i ragazzi che frequentano il Centro con eventuale utilizzazione delle strumentazioni presenti nelle struttura relativamente, ad esempio, ai seguenti ambiti (elenco meramente esemplificativo e non esaustivo): 4

5 i. Sviluppo di esperienze musicali ed aggregative (percorsi musicali, laboratori); ii. Sviluppo di attività relative al cinema, alla comunicazione visiva, al video-making e alle tecniche multimediali come strumento di espressione e comunicazione; iii. Realizzazione di un laboratorio redazionale e di attività ed azioni indirizzate all impiego dei mezzi di comunicazione innovativi e tradizionali; iv. Sviluppo di attività creative e realizzazione di laboratori artistici relativi ad esempio a graffiti, pittura, fotografia; v. Realizzazione di laboratori espressivi, anche in collaborazione con le realtà presenti sul territorio; Per l organizzazione di tali attività il Gestore potrà avvalersi della collaborazione di tecnici e associazioni presenti sul territorio, in possesso delle necessarie competenze. 2. Organizzazione ogni anno di almeno 5 eventi culturali di interesse giovanile da tenersi nel salone al piano terra in orario serale, nel week-end. 3. Attività di informazione per coloro che frequentano lo Spazio 180, indicativamente nei settori relativi a Istruzione e Formazione, Servizi sociali e sanitari, Nuovo Servizio Civile Nazionale e Servizio Volontario Europeo, Socialità, cultura e tempo libero, Programmi europei rivolti ai giovani soggiorni studio, Esperienze di scuole o stages formativi per l apprendimento di lingue straniere; 4. Realizzazione di corsi a pagamento rivolti a tutta la cittadinanza da tenersi nelle sale attrezzate come descritte nella tabella sopra indicata. (Il gestore è autorizzato ad incassare i proventi derivanti dall organizzazione di tali corsi). La tipologia indicativa dei corsi dovrà essere indicata nel progetto di gara. Per l organizzazione dei corsi, il Gestore dovrà provvedere a coordinarsi con il Servizio Cultura del Comune di Calenzano, al fine di ampliare l offerta culturale e formativa rivolta alla cittadinanza, evitando il sovrapporsi o il ripetersi di iniziative simili. Art. 7 Orari minimi di apertura e personale impiegato Per l effettuazione di quanto sopra deve essere garantita l apertura minima dello Spazio 180 per 10 mesi l anno, con eventuale interruzione nel mese di luglio e agosto, con la seguente articolazione oraria minima di funzionamento del Centro: dal lunedì al giovedì ore Il numero minimo di operatori presenti presso il Centro Polivalente Spazio 180 in orario di apertura è fissato in 2 (due) operatori. In tali orari il gestore deve garantire, a propria cura, l apertura, chiusura, sorveglianza, custodia e pulizia dei locali assegnati. Art. 8 Funzioni e compiti dell aggiudicatario L aggiudicatario provvederà alla progettazione, programmazione, realizzazione, verifica e monitoraggio dei servizi e delle attività di cui al precedente punto 6, da effettuare sulla base di quanto previsto dal progetto presentato in fase di gara e dal presente capitolato e di cui si assume la completa responsabilità. L aggiudicatario dovrà garantire, oltre alla corretta esecuzione di quanto sopra e delle eventuali ulteriori prestazioni individuate nel progetto - offerta, lo svolgimento dei seguenti compiti e funzioni: a) Coordinamento dell intera attività e referenza costante con l Assessorato alle Politiche Giovanili e l apparato tecnico dell Amministrazione; b) collaborazione con le realtà istituzionali e dell associazionismo presenti sul territorio per la promozione 5

6 della conoscenza reciproca e dell integrazione e per la risoluzione di eventuali problematiche che si presentino in ordine all universo giovanile; c) assunzione a proprio carico della pulizia dei locali assegnati. Per il salone e i servizi igienici del piano terra, la pulizia dei locali verrà eseguita per i giorni e per gli orari nei quali la struttura è assegnata al soggetto aggiudicatario della presente gara, mentre per le sale del piano superiore indicate nell art. 5, la pulizia è ad esclusivo carico del soggetto aggiudicatario della presente gara. E a carico del soggetto aggiudicatario della presente gara anche la pulizia dei servizi igienici posti al piano superiore, delle scale e dell ingresso alla struttura. d) assunzione a proprio a carico della manutenzione ordinaria (ad esclusione della manutenzione ordinaria degli estintori) dei locali assegnati ad esclusione del salone. e) assunzione a proprio carico delle spese relative alle utenze telefoniche, compresa la linea ADSL e al contratto di voltura, delle spese di pubblicizzazione delle iniziative e della SIAE relative alle iniziative organizzate nell ambito dell attività prevista dal progetto, per il materiale necessario al funzionamento delle attività previste nel progetto. f) dovrà, inoltre, munire il proprio personale di tessera di riconoscimento corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l'indicazione del Datore di lavoro in osservanza di quanto disposto dall'art. 26, comma 8 del D. Lgs. 81/2008. Per la gestione dell emergenza: all atto di assegnazione del servizio l Amministrazione Comunale fornirà il Piano delle Emergenze; lo stesso Piano dovrà: essere oggetto di informazione e formazione alla totalità del personale, dandone evidenza con dichiarazione di effettuata attività; essere oggetto di coordinamento con le altre Associazioni o Enti presenti nell immobile, in occasione di eventi o comunque di momenti in cui presenti più Associazioni e/o Enti, dandone evidenza, su richiesta di questa Amministrazione, mediante verbali di coordinamento. In particolare in occasione di eventi o attività, anche in orario serale, dovrà essere garantita la presenza di personale in grado di intervenire nella gestione delle emergenze, in possesso quindi delle necessarie conoscenze attestate da dichiarazione di frequenza agli specifici corsi di formazione (incendio, primo soccorso, evacuazione). L amministrazione Comunale garantisce la presenza di mezzi mobili (estintori) per combattere un principio di incendio, il cui impiego deve essere riservato al personale adeguatamente formato ed istruito. Eventuali gravi violazioni di tali obblighi costituiscono motivo di immediata risoluzione del rapporto contrattuale da parte dell amministrazione committente, nonché motivo di denuncia alle competenti autorità; Allo stato attuale si rileva la presenza di interferenze e, pertanto, viene redatto il DUVRI di cui all allegato B) facenti parte integrante del presente capitolato. Le misure volte a eliminare le interferenze non hanno costi, in quanto le medesime misure sono da ricercarsi nella professionalità richiesta dalla prestazione. Il soggetto gestore provvederà ad integrare e aggiornare il DUVRI. In sede di aggiudicazione provvisoria, la stazione appaltante verificherà che vengano rispettati gli adempimenti di cui al D. Lgs. 81/2008 e successive modificazioni. A tal fine, il soggetto aggiudicatario dovrà dare evidenza: dell idoneità tecnico professionale di cui al punto 2 lettera a) comma 1 art. 26 D.Lgs. 81/2008; della nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione; della effettuata valutazione dei rischi; 6

7 della designazione degli addetti alla gestione delle emergenze e della relativa formazione (incendio, primo soccorso, evacuazione di cui al D.M. 10/03/1998 e D.M. 388/2003); della nomina, eventuale, del Medico competente, o dichiarazione della non obbligatorietà; della assolta informazione e formazione del proprio personale in materia di sicurezza e salute. dovrà effettuare, per le sale dell'immobile affidate alla sua gestione, l integrazione alla valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, dandone evidenza. Art. 9 Ulteriori obblighi dell aggiudicatario L aggiudicatario dovrà inoltre: a) presentare annualmente, entro il 31 gennaio di ogni anno, un report delle attività svolte nell anno precedente. L Amministrazione si riserva, sulla base di proprie insindacabili valutazioni, di chiedere, nel corso della gestione, modifiche o integrazioni al programma delle attività indicate in sede di gara, nel caso ritenga opportuno adeguarlo ad eventuali mutate esigenze. b) assumere a proprio carico: b 1) tutti gli obblighi e gli oneri assicurativi antinfortunistici, assistenziali e previdenziali per il personale impiegato nello svolgimento del servizio, di cui rimane l unico e solo responsabile; b 2) la responsabilità civile verso terzi (incluso il committente), per la quale risponderà direttamente dei danni alle persone o alle cose comunque provocati nell esecuzione del servizio, inclusi quelli provocati dagli utenti, restando a suo completo ed esclusivo carico qualsiasi risarcimento, senza diritto di rivalsa verso il committente, salvi gli interventi in favore dell aggiudicatario da parte di società assicuratrici. L aggiudicatario dovrà dotarsi di apposita polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi con un massimale minimo di ,00 In caso di danni ad attrezzature o ad arredi di proprietà dell Amministrazione comunale da chiunque prodotti l aggiudicatario dovrà provvedere al corretto ripristino degli stessi nel termine indicato dal competente Servizio comunale. Qualora l aggiudicatario non provveda in tal senso entro tale termine il committente procederà alla richiesta di risarcimento in misura corrispondente all entità del danno, rapportato al valore di mercato del bene danneggiato, anche detraendo il relativo importo dal corrispettivo ancora dovuto per il servizio, o se necessario, dalla cauzione prestata a garanzia di cui all art. 19. Rimane salvo il risarcimento del maggior danno; c) di obbligarsi ad attuare, nei confronti del personale comunque impiegato nelle prestazioni oggetto del presente capitolato, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle dei contratti collettivi di lavoro vigenti al momento e per le località in cui si svolgerà il servizio; d) di dare immediata comunicazione al Servizio comunale competente per ogni eventuale impedimento e/o difficoltà e/o inconveniente tecnico imprevisti o imprevedibili che dovessero o potrebbero compromettere o impedire il corretto svolgimento del servizio; e) di assumere la qualifica di assegnatario e custode degli arredi e delle attrezzature presenti nei locali del Centro polivalente affidati alla sua gestione, di cui viene redatto verbale relativo alle attrezzature e relativo stato di conservazione, sottoscritto dalle parti contraenti, restando responsabile del rispetto e della buona conservazione di quanto ad essa concesso; Art. 10 Gestione banche dati L aggiudicatario, dal momento in cui stipula con l Amministrazione comunale il contratto per l affidamento della gestione del Centro polivalente, assume il ruolo di titolare del trattamento dei dati (ai sensi dell art. 28 del 7

8 Decreto Legislativo 196/2003) impegnandosi a svolgere gli adempimenti ad esso connessi. I dati relativi agli utenti dovranno essere utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità strettamente connesse alle attività oggetto dell'appalto. Art. 11 Personale Tutte le prestazioni, le attività e le iniziative oggetto della presente gara saranno effettuate dal gestore, tramite proprio personale, adeguatamente preparato e formato a svolgere i compiti previsti dal presente capitolato e dal progetto presentato in sede di gara. L aggiudicatario è tenuto ad indicare il numero ed i nominativi di coloro che opereranno nel servizio. L aggiudicatario dovrà inoltre individuare un responsabile per i necessari compiti di coordinamento tecnico - organizzativo e per l efficace ed efficiente gestione dei servizi affidati, che risponderà dei collegamenti con il Servizio comunale competente con il quale concorda riunioni per la verifica comune del corretto sviluppo dell'attività programmata. Tutto il personale dovrà essere idoneo dal punto di vista fisico, morale e professionale. In sede di formulazione dell offerta tecnica dovrà essere specificato il profilo professionale e il livello di inquadramento contrattuale del personale che l aggiudicatario impiegherà nel servizio. Sono necessari almeno due anni di esperienza qualificata nel settore. Durante l espletamento del servizio dovrà essere garantita l immediata sostituzione degli operatori assenti dal servizio con altri operatori di pari qualifica professionale nonché di quelli che, per giudizio discrezionale del Comune dovessero risultare non idonei allo svolgimento delle prestazioni e/o non adatti al raggiungimento degli obiettivi preposti. Art. 12 Obblighi dell Amministrazione comunale Sono a carico dell Amministrazione Comunale, e per essa della Calenzano Comune s.r.l. a cui è affidata la gestione dei beni immobili del Comune, la manutenzione straordinaria dell immobile e degli impianti, la manutenzione del verde esterno, l assicurazione relativa a furto e incendio, le spese per le utenze (a titolo esemplificativo energia elettrica, acqua, riscaldamento e condizionamento, vigilanza, gestione dell ascensore) ad esclusione di quelle telefoniche, la manutenzione ordinaria dell ascensore, dell impianto d allarme e dell impianto antincendio. Art. 13 Criteri di valutazione L amministrazione comunale aggiudicherà l incarico al concorrente che avrà presentato l offerta economicamente più vantaggiosa determinata dalla somma totale del punteggio attribuito al progetto tecnicoorganizzativo (PUNTEGGIO MASSIMO 70 PUNTI) e all offerta economica (PUNTEGGIO MASSIMO 30 PUNTI). L appalto sarà aggiudicato all impresa che avrà presentato l offerta che otterrà il punteggio più elevato su un totale di 100 punti complessivamente da attribuire. 8

9 PROGETTO TECNICO-ORGANIZZATIVO (PUNTEGGIO MASSIMO 70 PUNTI): Il progetto tecnico organizzativo dovrà essere strutturato come segue: Merito Tecnico organizzativo - punti 35, di cui: a. Sistema organizzativo del servizio punti 25 b. Collaborazione con la rete informale e istituzionale punti 10 Qualità dell offerta punti 35, di cui: c. Progetto descrittivo di gestione - punti 25 d. Formazione/aggiornamento professionale punti 10 Merito Tecnico organizzativo: a) Indicazione del modello organizzativo del servizio in relazione ai compiti descritti nel presente capitolato: in particolare dovranno essere specificati l organizzazione delle risorse umane, gli operatori impiegati e la loro qualifica, il sistema di relazione interno e le modalità operative in relazione alle attività svolte: punti da 0 a 25; b) Rispondenza del progetto alle caratteristiche dell utenza, in relazione alla qualità dei fini da perseguire. Sarà valutato il rapporto del concorrente con il territorio nel quale viene svolto il servizio; in particolare, dovranno essere descritte l insieme delle sinergie da realizzarsi con gli altri operatori del territorio (famiglie, associazionismo, volontariato), durante la vigenza contrattuale. A tal proposito, dovranno essere presentati accordi documentati, o lettere di adesione, sottoscritti dal legale rappresentante: punti da 0 a 10. Qualità dell offerta: c) Descrizione della gestione complessiva. In coerenza e nel rispetto dei criteri specificati nel presente capitolato, si dovranno esporre organicamente gli obiettivi ed i risultati attesi, indicando il programma dettagliato delle attività: punti da 0 a 25. d) Indicazione delle attività di formazione/aggiornamento professionale destinate agli operatori da impiegare nel servizio, prodotte direttamente dal soggetto interessato o partecipate dall esterno, nell area specifica dei servizi educativi per adolescenti e giovani, programmate per il periodo di vigenza del contratto: punti da 0 a 10. Tale progetto deve essere debitamente sottoscritto dal legale rappresentante del concorrente e verrà valutato in base ai seguenti elementi di valutazione: 9

10 ELEMENTI DI VALUTAZIONE PUNTEGGIO a Il sistema organizzativo del servizio in relazione ai compiti descritti nel presente capitolato Dovranno essere specificati l organizzazione delle risorse umane, gli operatori impiegati e la loro qualifica, il sistema di relazione interno e le modalità operative in relazione alle attività svolte. MERITO TECNICO ORGANIZZATIVO max punti 35 DA 0 A 25 PUNTI 0 punti = Proposta non esplicitata 5 punti = proposta poco sviluppata o generica 10 punti = proposta sviluppata, ma insufficiente o inidonea allo scopo 15 punti = Proposta sviluppata in maniera sufficientemente articolata e adeguata allo scopo 25 punti = proposta di ottima qualità in cui vengono esplicitati chiaramente tutti gli aspetti del progetto b Collaborazione con la rete informale e istituzionale DA 0 A 10 PUNTI Sarà valutata la rispondenza del progetto alle caratteristiche dell utenza, cioè il rapporto del concorrente con il territorio nel quale viene svolto il servizio. In particolare, dovranno essere descritte l insieme delle sinergie da realizzarsi con gli altri operatori del territorio (famiglie, associazionismo, volontariato), durante la vigenza contrattuale. A tal proposito, dovranno essere presentati accordi documentati, o lettere di adesione, sottoscritti dal legale rappresentante. 0 punti = nessuna sinergia con il tessuto sociale 5 punti = limitate sinergie con il tessuto sociale 10 punti = buone sinergie con il tessuto sociale QUALITA DELL OFFERTA max punti 35 c Il progetto descrittivo di gestione DA 0 A 25 PUNTI Il progetto, in coerenza e nel rispetto dei criteri specificati nel presente capitolato, dovrà esporre organicamente gli obiettivi, i risultati attesi, indicando il programma dettagliato delle attività. 0 punti = Proposta non esplicitata 5 punti = proposta poco sviluppata o generica 10 punti = proposta sviluppata, ma insufficiente o inidonea allo scopo 15 punti = Proposta sviluppata in maniera sufficientemente articolata e adeguata allo scopo 25 punti = proposta di ottima qualità in cui vengono esplicitati chiaramente tutti gli aspetti del progetto d La formazione/aggiornamento professionale DA 0 A 10 PUNTI Dovranno essere specificate le attività di formazione/aggiornamento professionale destinate agli operatori da impiegare nel servizio, prodotte direttamente dal soggetto interessato o partecipate dall esterno, nell area specifica dei servizi educativi per adolescenti e giovani, programmate per il periodo di vigenza del contratto. 0 punti = fino a 20 ore annue di formazione 5 punti = da 21 ore a 25 ore annue di formazione 10 punti = oltre 26 ore annue di formazione Il punteggio complessivo di 70 punti, per il criterio progetto tecnico-organizzativo, verrà attribuito secondo i sotto elencati sub elementi: Merito Tecnico organizzativo, punteggio massimo attribuibile, punti 35/100, di cui: a) Sistema organizzativo del servizio punti 25; b) Collaborazione con la rete informale e istituzionale punti 10. Un punteggio inferiore a 21/35 relativo al merito tecnico organizzativo comporta l esclusione dell offerta. All offerta che, tra quelle presentate, consegue il punteggio più alto, purché uguale o superiore a 21/35, viene assegnato il massimo punteggio attribuibile, pari a 35/100. Qualità dell offerta punteggio massimo attribuibile, punti 35/100 di cui: c) Progetto descrittivo di gestione punti 25; 10

11 d) Formazione/aggiornamento professionale punti 10. Un punteggio inferiore a 21/35 relativo alla qualità dell offerta comporta l esclusione dell offerta. All offerta che, tra quelle presentate, consegue il punteggio più alto, purché uguale o superiore a 21/35, viene assegnato il massimo punteggio attribuibile, pari a 35/100. OFFERTA ECONOMICA (PUNTEGGIO MASSIMO 30 PUNTI) La valutazione dell economicità delle offerte avverrà attribuendo un punteggio a crescere in rapporto all entità del ribasso, secondo quanto previsto dalla Deliberazione C.R. n 199 del 31/10/2001, fino ad un massim o di 30 punti. I soggetti dovranno effettuare l offerta al netto dell IVA. La valutazione della economicità dell offerta - espressa in cifre e in lettere - avverrà attribuendo zero punti in assenza di ribasso, 30 punti a ribasso pari o oltre il 5,5%; i punteggi intermedi verranno attribuiti in proporzione alla percentuale di ribasso attuata. L aggiudicazione sarà effettuata a favore del soggetto che riporterà complessivamente il punteggio più alto, fino ad un massimo di 100 punti. In caso di parità di punteggio complessivo finale, l appalto verrà aggiudicato alla cooperativa o consorzio che avrà praticato/ottenuto il punteggio più elevato nell OFFERTA TECNICA. In caso di ulteriore parità, si procederà mediante sorteggio. Si potrà procedere all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta, purché ritenuta valida. L Amministrazione si riserva di non procedere all espletamento della gara o all aggiudicazione senza che i soggetti partecipanti abbiano nulla da pretendere. Art. 15 Divieto di cessione del servizio L aggiudicatario può svolgere parte dell attività avvalendosi di altri soggetti, previa autorizzazione del Comune. E vietata la cessione totale o parziale del contratto salvo espressa autorizzazione del Comune. Art. 16 Recesso unilaterale Il Comune di Calenzano si riserva il diritto di recedere in ogni tempo dal contratto per sopravvenuti motivi di pubblico interesse. Art. 17 Risoluzione del contratto Il contratto potrà essere oggetto di risoluzione da parte del Comune per ogni inadempienza degli oneri e/o obblighi e/o modalità di espletamento del servizio risultanti dal presente capitolato, e del contratto di appalto stipulato, tale da compromettere la funzionalità degli interventi, previa diffida scritta entro congruo termine e sempre che questo sia decorso senza esito positivo o senza che siano state fornite appropriate giustificazioni. In ogni caso, pur in presenza di disdetta, l aggiudicatario è comunque tenuto ad ottemperare agli obblighi contrattuali, fino alla data di scadenza naturale della, qualora non possa essere assicurato il subentro di un altro gestore per l espletamento dei servizi. 11

12 Il contratto è, altresì, automaticamente risolta, con effetto immediato, qualora si verifichi la cancellazione della cooperativa o consorzio dall'albo Regionale di cui alla L. R.T. del , n. 87 o agli omologhi Albi Regionali. Con la risoluzione è fatto comunque salvo ogni ulteriore risarcimento del danno causato al Comune dal gestore. Art. 18 Fatturazione e pagamenti Il compenso stabilito nell offerta rimarrà fisso e invariabile per tutto il periodo contrattuale, salvo richiesta da parte dell aggiudicatario di adeguamento annuale, a far data dal secondo anno di incarico, del prezzo sulla base dell indice ISTAT (costo della vita delle famiglie di operai e impiegati). Il pagamento avverrà a seguito di fatturazione mensile posticipata, previo riscontro della corrispondenza delle prestazioni rese con quelle riportate in fattura, entro 90 giorni dalla data di arrivo al protocollo del Comune della fattura. L importo dovuto verrà calcolato rapportando l importo offerto in sede di gara ai mesi di attività. Il corrispettivo è soggetto ad aliquota I.V.A. prevista ai sensi di Legge, attualmente al 4%. Ogni altro onere fiscale (eccetto l I.V.A.) resta a carico dell aggiudicatario. La stazione appaltante subordina il pagamento del corrispettivo dovuto al gestore mensilmente, alla verifica della regolarità contributiva previdenziale e assicurativa obbligatoria per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei dipendenti, attraverso l acquisizione del documento unico di regolarità contributiva (D.U.R.C.). Per la sospensione o ritardo di pagamento dovuta alla mancata regolarità contributiva, il soggetto gestore non potrà opporre eccezioni, né avrà titolo a risarcimento dei danni, né a pagamento di interessi. Art. 19 Cauzioni Sono dovute le cauzioni provvisoria pari al 2 per cento dell importo posto a base di gara, e definitiva pari al 10 per cento dell importo complessivo del contratto. Il concorrente dovrà presentare, in sede di gara, una cauzione provvisoria pari al 2 per cento dell importo posto a base di gara, valida almeno 180 giorni dalla data di scadenza del termine di presentazione dell offerta. L aggiudicatario, prima della stipula del contratto (convenzione), a garanzia degli obblighi contrattuali è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria del 10 per cento dell importo contrattuale. La cauzione definitiva sarà svincolata, dietro richiesta dell aggiudicatario, al termine dell affidamento del servizio ed alla definizione di tutti i rapporti di inadempienza, anche parziale. Le garanzie provvisoria e definitiva potranno essere costituite anche a mezzo di fideiussione bancaria o polizza assicurativa e dovranno prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, e la rinuncia all eccezione di cui all art co. 2 del Codice Civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante. Art Preavviso e interruzioni del servizio In caso di sciopero del personale dell aggiudicatario che determini l impossibilità di garantire il servizio, lo stesso sarà tenuto ad avvisare il Servizio comunale competente, con almeno 48 ore di anticipo. Il committente ha facoltà di quantificare l eventuale entità del danno ed a rivalersi, a titolo di risarcimento del medesimo, in primo luogo sul corrispettivo eventualmente ancora da corrispondere e, se ciò non fosse sufficiente, sulla cauzione prestata, facendo salvo, in ogni caso, il risarcimento del maggior danno. Art. 21 Penalità In caso di inosservanza nell espletamento degli obblighi e/o degli adempimenti previsti nel presente capitolato 12

13 e/o nel progetto offerta si applicano le seguenti penali: a) per ogni giorno di accertata inadempienza agli obblighi contrattuali riguardanti anche una parte delle attività: da un minimo di 250,00 ad un massimo di 2.000,00 al giorno a seconda della gravità e della frequenza della disfunzione e considerato anche il danno all immagine; b) non sostituzione entro 15 giorni dalla richiesta scritta del Comune, del personale non idoneo:. 250,00 al giorno per ogni giorno di mancata sostituzione; c) mancata indicazione di un referente organizzativo di cui all'art.11: 250,00; d) inadempienza agli altri obblighi previsti dal presente capitolato d appalto: da un minimo di 250,00 ad un massimo di 2.000,00 a seconda della gravità dell inadempienza e considerato anche il danno all immagine. In ogni caso il committente provvederà a quantificare l entità del danno ed a rivalersi, a titolo di risarcimento del medesimo, in primo luogo sul corrispettivo eventualmente ancora da corrispondere e, se ciò non fosse sufficiente, sulla cauzione prestata, facendo salvo, in ogni caso, il risarcimento del maggior danno. Nell ipotesi in cui il Comune accerti il verificarsi delle situazioni di cui sopra, procederà alla formalizzazione mediante l invio di una lettera di contestazione degli addebiti, fissando contestualmente un termine congruo (non inferiore a cinque giorni e non superiore a quindici) entro il quale l aggiudicatario può presentare le proprie controdeduzioni. Qualora le giustificazioni presentate vengano ritenute insoddisfacenti, il Comune dispone motivatamente l applicazione della penalità, provvedendo a quantificare l entità dell eventuale maggior danno. Art. 22 Spese contrattuali Il contratto di appalto viene stipulato in forma pubblico amministrativa e tutte le spese consequenziali sono a totale carico dell aggiudicatario. Art Controversie L'aggiudicatario non potrà sospendere l attività né rifiutarsi di eseguire le disposizioni che il Comune di Calenzano darà, a causa di contestazioni che dovessero sorgere fra le parti. Per tutte le controversie che dovessero sorgere nell'esecuzione degli obblighi previsti dal presente capitolato, le parti potranno provare ad esperire il tentativo di conciliazione disciplinato dal regolamento di conciliazione della Camera di Commercio di Firenze. In ogni caso, per tutte le controversie che saranno deferite alla competenza dell'autorità giudiziaria ordinaria, il Foro competente è quello di Prato. Art Revoca gara Il Comune si riserva la facoltà insindacabile di non dar luogo alla gara stessa, di revocarla in qualsiasi momento o di prorogarne la data senza che i concorrenti possano accampare alcuna pretesa al riguardo. Art Norme di rinvio Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente Capitolato speciale si fa richiamo al vigente "Regolamento per la disciplina delle gare e dei contratti adottato dal comune, al Codice Civile e Procedura Civile ed alla normativa vigente. Il Comune si riserva, comunque, il diritto di modificare in tutto o in parte i termini del presente capitolato qualora ne ravvisi l opportunità o intervengano diverse regolamentazioni legislative in materia, dandone comunicazione ai soggetti interessati. 13

AREA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO ATTIVITÀ EDUCATIVE, ASSISTENZA SCOLASTICA E SPORT

AREA SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO ATTIVITÀ EDUCATIVE, ASSISTENZA SCOLASTICA E SPORT CAPITOLATO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI GESTIONE DELLA LUDOTECA COMUNALE MAGICALUNA, DI VIA A. DA SETTIMELLO, 92, PER IL PERIODO DAL 17-09-2012 AL 30/06/2015 Art. 1 Oggetto dell appalto e

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE DI FORNITURE, DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA Art.1 Oggetto Il presente regolamento, adottato ai sensi dell art. 6 del Regolamento per l amministrazione e la contabilità disciplina l acquisizione di forniture e servizi in economia del Consorzio Interuniversitario

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL PERIODO 01.03.2012-31.12.2014 - C.I.G. [ ]. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di presso la Sede

Dettagli

COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA

COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA In attuazione degli indirizzi di programmazione degli interventi relativi alle politiche giovanili da parte dell Assessorato

Dettagli

Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento

Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento COMUNE DI VILLAFRANCA IN LUNIGIANA Provincia di Massa Carrara All. 1) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASILO NIDO COMUNALE Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO

CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DELLE ATTIVITA : CORSI DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI, MEDIAZIONE LINGUISTICA, SOSTEGNO AD ALUNNI STRANIERI IN AMBITO SCOLASTICO, CONSULENZA LEGALE PER CITTADINI

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013 Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

Art. 1: Oggetto dell appalto

Art. 1: Oggetto dell appalto Art. 1: Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo, ed in particolare: o il servizio di assistenza, consulenza e gestione del programma

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari 1 COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari DISCIPLINALE PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN CAPANNONE PER ESSERE ADIBITO

Dettagli

Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino

Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino Capitolato Speciale di Appalto relativo all affidamento del servizio di Brokeraggio assicurativo del Comune di San Giustino ART.1 - OGGETTO DELL APPALTO E CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Il Comune di San

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani

SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Municipio Roma XIV Monte Mario U.O. Servizi Sociali ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONVENZIONE per l affidamento del Progetto Attività Motoria in acqua, Ginnastica Dolce e Posturale per Anziani Art. 1 Oggetto dell

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO SPAZIO FAMIGLIA BUBU SETTETE periodo: NOVEMBRE 2014/MAGGIO 2015 e NOVEMBRE 2015/ MAGGIO 2016 (CIG n. ZF6110FF72) 1 1. Oggetto dell appalto

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE CAPITOLATO DI GARA CIG : 56366430F4 APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA ASSICURATIVA 1 ART. 1 Oggetto dell incarico Il presente

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI ATTIVITÀ EDUCATIVE E LUDICO RICREATIVE RIVOLTE AI MINORI RESIDENTI NEL COMUNE DI CALCINAIA. Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

COMUNE DI BARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO. Pag. 1 di 9

COMUNE DI BARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO. Pag. 1 di 9 COMUNE DI BARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Pag. 1 di 9 Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTRMEDIAZIONE ASSICURATIVA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTRMEDIAZIONE ASSICURATIVA Settore Affari ed Organi Istituzionali, Consulenza alla struttura organizzativa, Provveditorato ed Economato, Contratto e Concessioni CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTRMEDIAZIONE

Dettagli

Allegato C COMUNE DI PISA

Allegato C COMUNE DI PISA Allegato C COMUNE DI PISA CAPITOLATO D'ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E GESTIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI A MESSAGGIO VARIABILE O MAXISCHERMI SU AREE DI PROPRIETA DEL COMUNE

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune.

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune. CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi. Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Conversano, comprendente il ritiro

Dettagli

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO A l l e g a t o C C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Capitolato d oneri per l aggiudicazione del servizio di brokeraggio

Dettagli

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato U.O. Economato SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI RIMINI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Il Responsabile (Dott.

Dettagli

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.

AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035. AREA RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE SERVIZI A RETE E PATRIMONIO Servizio Patrimonio P.zza Matteotti n. 3-24121 Bergamo Tel. 035.399412 / fax 035.399050 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Fornitura professionale di manodopera a termine OGGETTO. Area 02 Organizzazione e sviluppo COMMITTENTE/CONTRAENTE

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI. Fornitura professionale di manodopera a termine OGGETTO. Area 02 Organizzazione e sviluppo COMMITTENTE/CONTRAENTE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI OGGETTO Fornitura professionale di manodopera a termine COMMITTENTE/CONTRAENTE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Area 02 Organizzazione e sviluppo Dott.ssa Marte Guglielmi DEFINIZIONI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL PALAZZETTO DELLO SPORT PACETTI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha come oggetto l affidamento in gestione del palazzetto dello sport

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Rep. n. CONTRATTO DI APPALTO del servizio quinquennale di assicurazione globale fabbricati relativamente agli immobili gestiti

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

Centro Estivo Dante (scuola dell infanzia) Dal 1 al 31 luglio 2015 per 23 giorni max 200 iscritti

Centro Estivo Dante (scuola dell infanzia) Dal 1 al 31 luglio 2015 per 23 giorni max 200 iscritti CAPITOLATO SPECIALE PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI CENTRI ESTIVI 2015 DEL COMUNE DI CORSICO. PERIODO dal 1 LUGLIO al 4 SETTEMBRE 2015. CIG: 62619146E6 ART. 1 OGGETTO E FINALITA DELL APPALTO Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA AZIENDA REGIONALE PER L EDILIZIA ABITATIVA (AREA) SCRITTURA PRIVATA

REPUBBLICA ITALIANA AZIENDA REGIONALE PER L EDILIZIA ABITATIVA (AREA) SCRITTURA PRIVATA REPUBBLICA ITALIANA AZIENDA REGIONALE PER L EDILIZIA ABITATIVA (AREA) SCRITTURA PRIVATA Contratto d appalto per l affidamento del servizio di somministrazione di lavoro a tempo determinato (CUP ).----------------------------------------------------------

Dettagli

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa

Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Capitolato di gara per l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa Articolo 1 Oggetto del servizio Il presente capitolato di gara ha per oggetto l assegnazione del servizio di tesoreria e cassa per

Dettagli

UNITA OPERATIVA AFFARI GENERALI PERSONALE - SERVIZI DEMOGRAFICI **************

UNITA OPERATIVA AFFARI GENERALI PERSONALE - SERVIZI DEMOGRAFICI ************** Comune di Isili Provincia di Cagliari 08033 Piazza San Giuseppe n.6 P.I. 00159990910 Tel.0782/804460-804461 Fax 0782/804469 Email affarigenerali@comune.isili.ca.it Pec protocollo.isili@pec.comunas.it UNITA

Dettagli

CAPITOLATO DEL SERVIZIO EDUCATIVO PER LA TERZA SEZIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE DI TAVARNUZZE

CAPITOLATO DEL SERVIZIO EDUCATIVO PER LA TERZA SEZIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE DI TAVARNUZZE CAPITOLATO DEL SERVIZIO EDUCATIVO PER LA TERZA SEZIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE DI TAVARNUZZE ART.-1 OGGETTO DELL APPALTO 1.1 Il presente capitolato ha per oggetto il servizio educativo per la terza sezione

Dettagli

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA COMUNE DI MELZO Provincia di Milano BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE, EXTRATRIBUTARIE, PATRIMONIALI E ASSIMILATE NON RISCOSSE DIRETTAMENTE

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SEDUTE PER UFFICIO E CONNESSI SERVIZI DI TRASPORTO E CONSEGNA TRA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SEDUTE PER UFFICIO E CONNESSI SERVIZI DI TRASPORTO E CONSEGNA TRA ALLEGATO 2 Servizio Acquisti Divisione Procedure d appalto SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SEDUTE PER UFFICIO E CONNESSI SERVIZI DI TRASPORTO E CONSEGNA TRA BANCA D ITALIA Servizio Acquisti, Via

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI LUDOTECA ANNO 2014 CIG Z2D0C32B17

CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI LUDOTECA ANNO 2014 CIG Z2D0C32B17 COMUNE DI ESCOLCA PROVINCIA DI CAGLIARI Via Dante n. 2-08030 www.comune.escolca.ca.it CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI LUDOTECA ANNO 2014 CIG Z2D0C32B17 Il presente Capitolato contiene le indicazioni

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010.

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. ART. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto la

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 ART. 1. OGGETTO DEL SERVIZIO L incarico comporta lo svolgimento di

Dettagli

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona AREA TERRITORIO AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI Servizio Patrimonio e Demanio BANDO DI GARA PER LOCAZIONE DEL BAR RISTORANTE SITUATO PRESSO GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CITTÀ DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO PISCINA COMUNALE

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

prot. 2015/558 Brindisi, 24.07.2015

prot. 2015/558 Brindisi, 24.07.2015 prot. 2015/558 Brindisi, 24.07.2015 Al sito web della Fondazione All Albo della Fondazione Alle Ditte interessate Oggetto: P.O. PUGLIA F.S.E. 2007/2013 - Avviso Pubblico n.3/2015 Progetti di rafforzamento

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA ART. 2 DURATA DELLA FORNITURA ART. 3 AMMONTARE DELL APPALTO ART. 4 VARIAZIONE

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento dell incarico esterno di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) anni 2015 2016 ai sensi dell art. 81 del D.Lgs. 81/2008. CIG ZDC1420648 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale.

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RELATIVO ALLA FORNITURA DI n 1 MINIBUS ELETTRICO, CHIAVI IN MANO, PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PERSONE ALL INTERNO DEL CIMITERO CIVICO MONUMENTALE 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha ad oggetto l affidamento del

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

COMUNE DI MONTIGNOSO

COMUNE DI MONTIGNOSO COMUNE DI MONTIGNOSO SERVIZIO BIENNALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO DI GARA CIG Art. 1 FINALITA DEL SERVIZIO Il presente servizio ha per oggetto l affidamento, mediante gara a procedura aperta

Dettagli

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia)

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia) COMUNE DI ACCADIA (Provincia di Foggia) PROGETTO PER LA DOTAZIONE DI IMPIANTO DI VODEOSORVEGLIANZA E FORNITURE ARREDI PER GLI IMMOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE DENOMINATI "CASONE PADULI" E "CASONE DIFESA".

Dettagli

FORNITURA MATERIALE DA FERRAMENTA ANNO

FORNITURA MATERIALE DA FERRAMENTA ANNO Tit. 6 Cl. 4 Fasc. 4 C.so Cavour n. 16 28021 Borgomanero (No) DIVISIONE TECNICA Servizio Edilizia Pubblica e Strade tel. 0322 837747 fax 0322 837747 servizio1@comune.borgomanero.no.it MEPA Spett.le DITTA

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la proposta di Capitolato predisposta dal competente ufficio comunale e che allegato alla presente ne fa parte integrante;

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la proposta di Capitolato predisposta dal competente ufficio comunale e che allegato alla presente ne fa parte integrante; LA GIUNTA COMUNALE Premesso: - che il comune di Mese è proprietario di un area sportiva sita in via Vanoni, all interno della quale c è una pizzeria; - che il citato centro sportivo e la pizzeria sono

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO

PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO PROVINCIA DI SIENA SERVIZI ALLA PERSONA CULTURA POLITICHE DEL TURISMO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E CONDUZIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI ADIBITI A GIOCO DI CALCIO CIG -

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL COMUNE DI CINISELLO BALSAMO

GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DEL COMUNE DI CINISELLO BALSAMO COMUNE DI CINISELLO BALSAMO Via XXV Aprile n. 4 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIE E AZIENDE PARTECIPATE SERVIZIO ECONOMATO Tel. 0266023226-Fax 0266023244 e-mail alessia.peraboni@comune.cinisello-balsamo.mi.it

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE Contratto in forma pubblica amministrativa per l affidamento del Progetto VIVERE IN COMUNITÀ ANNO

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE

PROVINCIA DI FIRENZE Repertorio n. Fasc. n. /2008 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per l esecuzione dei lavori di CIG: REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatredici (2013) addí () del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI GRAVINA DI CATANIA PROVINCIA DI CATANIA CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO L incarico ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo di cui al D. Lgs n.209/2005. Le

Dettagli

ALLEGATO C CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

ALLEGATO C CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO C CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO relativo alla procedura aperta bandita ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. n. 163/2006, per l affidamento del servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo per

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA ASSICURATIVA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA ASSICURATIVA COMUNE DI CORSICO Provincia di Milano BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA ASSICURATIVA AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: COMUNE DI CORSICO (Prov. Di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, RICERCA PUBBLICITÀ, DISTRIBUZIONE DEL NOTIZIARIO DELL AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Oggetto dell appalto L oggetto dell appalto è la realizzazione, mediante

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI E GIUDIZIARI. CIG: ZCB14D9F76 1. OGGETTO DELL APPALTO E IMPORTO A BASE DI GARA

L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI E GIUDIZIARI. CIG: ZCB14D9F76 1. OGGETTO DELL APPALTO E IMPORTO A BASE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA GARA CON PROCEDURA NEGOZIATA, MEDIANTE IL SISTEMA DEL COTTIMO FIDUCIARIO DA ESPERIRSI SUL MePA-CONSIP, PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI E GIUDIZIARI. CIG:

Dettagli

CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Art. 12 Art. 13 Art. 14 Art. 15 Art. 16 Oggetto del capitolato

Dettagli

COMUNE DI BORDIGHERA (IM)

COMUNE DI BORDIGHERA (IM) COMUNE DI BORDIGHERA (IM) Repertorio n. APPALTO DEI SERVIZI DI (CIG ). ============= R E P U B B L I C A I T A L I A N A ============== L anno duemila, il giorno del mese di ( / / ), in Bordighera (Im),

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato SERVIZI COMUNALI S.p.A. CONTRATTO DI SMALTIMENTO Rifiuti solidi urbani e assimilati tra con sede legale in n., codice fiscale e partita I.V.A. n., in persona del Suo Legale Rappresentante sig. (di seguito

Dettagli

CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia P.zza Municipio, 1 - CAP 255018 Montichiari (BS) Tel. 030/9656246 - Fax 030/9656351 e-mail: serviziallapersona@montitichiari.it http://www.comune.montichiari.bs.it

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILARE ANZIANI E NON AUTOSUFFICIENTI CODICE CIG: 3717935903 CODICE GARA: 3715959

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILARE ANZIANI E NON AUTOSUFFICIENTI CODICE CIG: 3717935903 CODICE GARA: 3715959 Comune di Bareggio Provincia di Milano Settore Famiglia e Solidarietà Sociale APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILARE ANZIANI E NON AUTOSUFFICIENTI CODICE CIG: 3717935903 CODICE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità

R E G I O N E B A S I L I C A T A Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Servizi alla Persona e alla Comunità D.G.R. N. CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE ED IMPLEMENTAZIONE SOFTWARE, ASSISTENZA E CONSULENZA DEL NODO REGIONALE DELLA BANCA DATI BOVINA INFORMATIZZATA DI CUI AL REGOLAMENTO CE

Dettagli

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO TRIENNIO 2012-2014 ARTICOLO 1 OGGETTO DELL

Dettagli