AMICO. Il mio. Ayrton. Intervista a Leo Turrini, veterano del giornalismo sportivo ed esperto di automobilismo. Personaggi Un modenese da Formula uno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AMICO. Il mio. Ayrton. Intervista a Leo Turrini, veterano del giornalismo sportivo ed esperto di automobilismo. Personaggi Un modenese da Formula uno"

Transcript

1 Personaggi Un modenese da Formula uno Intervista a Leo Turrini, veterano del giornalismo sportivo ed esperto di automobilismo Il mio AMICO Ayrton Un esperienza così dolorosa che per vent anni non è riuscito a farne parola. Ma adesso nell anniversario della morte di Senna, per il giornalista modenese è venuto il momento di raccontare. Nel suo ultimo libro c è la storia di una grande amicizia con il pilota brasiliano e soprattutto il ricordo vissuto in prima persona di un lutto che sconvolse il mondo intero di Paolo Reggianini - Foto di Elisabetta Baracchi 92 OUTLOOK - LUGLIO/AGOSTO 2014

2 Personaggi Un modenese da Formula uno Gruppo BPER. La nostra forza è la tua forza. «Conobbi personalmente Ayrton Senna grazie a un amicizia comune e mi prese in simpatia. Avevamo la stessa età» Banca Popolare dell Emilia Romagna Banca della Campania Banca di Sassari Banca Popolare del Mezzogiorno Banca Popolare di Ravenna Banco di Sardegna Cassa di Risparmio di Bra Questo è il marchio del Gruppo BPER. Un gruppo bancario composto da 7 banche con 1300 sportelli e uomini. Compito facile, ma al tempo stesso difficile, intervistare Leo Turrini. Facile perché è un tipo tutt altro che banale: lui parla, tu scrivi e l articolo è chiuso. Difficile perché Leo, autentico fuoriclasse del giornalismo spor - tivo italiano, è un amico e soprattutto è quello che ha avviato l autore di queste righe, alla professione gior - na listica. Imbarazzante, no? Occasione di questa chiacchierata un libro di grande successo (dal titolo «Senna. In viaggio con Ayrton», e dito da Imprimatur) che Tur - ri ni ha voluto dedicare alla memoria del grande pilota brasiliano, a 20 anni dalla morte, avvenuta durante una gara, l 1 maggio del 1994 sul circuito di Imola. Non un libro biografico, ma l esperienza di vita di un gio vane cronista che ha avuto la fortuna di incrociare nel proprio percorso professionale un campione straordinario e un uomo di grande umanità. Senti Leo, del libro parleremo tra un attimo. Prima for - se è il caso di ricordare l inizio della tua storia. Gior na li - stica ovviamente. Che non tutti conoscono. «Raramente me lo chiedono, ma rispondo molto vo - lentieri. Avevo 15 anni e mi piace ricordare un collega che non c è più, Maurizio Davolio Marani. Fu lui, era il novembre del 1975, a farmi scrivere sulla vecchia Gazzetta di Modena. In quel momento iniziò tutto». Poi l esperienza al «Carlino Modena». Studiavi giurisprudenza, scrivevi, e sognavi questa professione. Il profilo Lo sport nel sangue Leo Turrini è nato a Sassuolo il 18 marzo Laureato in giurisprudenza, ha cominciato a scrivere sui giornali locali ancora giovanissimo: non aveva nemmeno sedici anni quando apparve il suo primo articolo. È uno dei più autorevoli giornalisti sportivi italiani. Attualmente è inviato speciale per le testate del grup - po Poligrafici («Il Resto del Carlino», «La Nazione», «Il Giorno») ed è opinionista di «Sky» per il campionato di Formula Uno. Sposato con Daniela ha due figlie, che, come Turrini ama spesso ripetere, «per loro fortuna non leggono gli articoli del padre». Nella sua lunga e brillante carriera giornalistica ha seguito direttamente tredici edizioni delle Olimpiadi, tra estive e invernali (e per questo ha ricevuto un riconoscimento speciale dal Comitato olimpico internazionale), quasi 400 gran pre - mi di Formula uno e numerosissimi altri eventi riguardanti il calcio, lo sci e la pallavolo, raccontando la straordinaria ascesa di Alberto Tomba ai vertici dello sci mondiale, ma anche il boom della pallavolo italiana agli inizi degli anni No - vanta sotto la guida di Julio Velasco. È autore di molti libri, dalla biografia di Enzo Ferrari a quella di Gino Bart ali, dalla storia di Lucio Battisti alle memorie dei cento anni dell Inter (sua squa dra del cuore), dalla tragedia di Marco Pantani, alla vita di Michael Schu ma cher. L ultima sua fatica è di quest anno: «Senna. In viaggio con Ayrton» (e dito da Imprimatur) fin dal la sua uscita ha ottenuto un grande successo editoriale in tutta Italia. Diver si i premi vinti, tra cui il premio Coni, il premio Dino Ferrari e recentemente il premio Beppe Viola. Edmondo Berselli, grande giornalista e scrittore suo amico, nel libro «Quel gran pezzo dell Emilia» lo definì il «più grande narratore orale italiano». LUGLIO/AGOSTO OUTLOOK 95

3 5 BUONI MOTIVI PER AFFIDARE A NOI LA VOSTRA SICUREZZA Personaggi Un modenese da Formula uno DIGIEYE CERTIFICATO CONFORME AI REQUISITI PREVISTI DALLA NORMATIVA PRIVACY L ente di certificazione riconosciuto da ACCREDIA (ex Sincert), dopo le attività di verifica e audit, ha rilasciato il certificato di conformità dei DVR e NVR DigiEye ai requisiti previsti dalla normativa PRIVACY in vigore. DigiEye infatti garantisce il rispetto delle misure minime di sicurezza e di quelle idonee previste dal T.U.P. e dal provvedimento specifico in materia di videosorveglianza. INNOVAZIONE DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE Il primo DigiEye è nato nei primi anni 90. Questo approccio pionieristico ha permesso di guardagnare un know-how unico condiviso da anni con partner ed utenti finali. 2 ASSISTENZA TECNICA E COMMERCIALE AFFIDABILITA E CONTROLLO HARDWARE/SOFTWARE Il pieno controllo sia dell harware che del software è uno dei nostri maggiori punti di forza. I nostri nostri sistemi sono MADE IN ITALY, progettati e sviluppati presso l AREA SCIENCE PARK di Trieste e prodotti in TECHBOARD Modena. Il Customer Care e il Supporto Tecnico sono le chiavi del nostro successo. Forniamo supporto telefonico, on-line e sul campo. Siamo presenti nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni customizzate ed integrate e garantiamo formazione completa a partner nuovi ed esistenti. PRESENZA GLOBALE Ci affidiamo a filiali in tutto il mondo. I nostri clienti e partners sono aziende di alto profilo. Scelgono noi perché ci impegniamo a sviluppare soluzioni personalizzate, facili da usare e dalle alte prestazioni in grado di soddisfare le loro complesse esigenze di sicurezza. Via della Scienza 50, Modena - Tel R&D - Area Science Park, Padriciano 99, Trieste - Tel SYAC TB, Divisione Sicurezza - Area Science Park, Padriciano 99, Trieste - Tel EMC TB, Divisione Comunicazioni - Via della Scienza 50, Modena - Tel «Senna non era solo un campione, Aveva un umanità speciale. Le persone lo avvertivano. E lo amavano per questo» «È stata una meravigliosa avventura. Era l inizio del 1981, quando tu ed io mettemmo insieme la prima redazione sportiva del Carlino Modena. Non ho di men - ticato i nomi dei nostri primi collaboratori, come il per - fido Andrea Dondi alla pallavolo. Poi inserimmo Otto (Ma lagoli) per i motori, Elio Giusti per le biciclette, En - rico Aimi (sì, il politico) per il nuoto, Riccardo Ca vaz zo - ni per il volley femminile. C era anche un certo Giberti per il rugby poi sostituito da Olmo Solmi. Albertino Jori si occupava di baseball e Guidone Macchelli di ho - ckey a rotelle. Più tardi arrivarono anche Luca Se ra fi - ni e Claudio Fantini. Eravamo una squadra un po paz - za, ma facevamo cose meravigliose». Ci sarà stato qualcuno che ha pesato più di altri sulla tua crescita professionale. «Dico Graziano Manni, il capo del Carlino Mo de na di allora. È ed è stato un grande giornalista e ha fatto diventare tali me, te e perfino altri che senza il suo tirocinio non ce l avrebbero fatta». Avviciniamoci a Senna. Partendo però dalla Ferrari, che tu hai iniziato a seguire quando avevi 24 anni, arrivando a raccontare 400 gran premi di F1. E da Enzo Ferrari. LUGLIO/AGOSTO OUTLOOK 97

4 Personaggi Un modenese da Formula uno C È SEMPRE UNA ROSSA FATTA APPOSTA PER TE. Il bello di scegliere RCM è che non ti puoi sbagliare. Con due linee complete di motoscope e lavasciuga per la pulizia professionale e una gamma di oltre 40 modelli in costante evoluzione, RCM ha esattamente la soluzione che cerchi. Macchine robuste, efficienti, pensate per rendere ogni lavoro di pulizia più semplice e più rapido. In più RCM ti offre soluzioni per il noleggio e ti garantisce il miglior servizio di assistenza post vendita. Ecco perché con una macchina RCM non sbagli mai. Riconoscerla è facile, abbandonarla è impossibile! RCM S.p.A. Casinalbo Modena Italia Tel Fax «Il Drake mi voleva bene ma non ti so dire il motivo. Ho ancora delle sue lettere autografe. Forse lo incuriosiva che un ventenne modenese si occupasse di lui. Una volta mi regalò la copia di una prima pagina della Gaz - zetta dello Sport, era del 1919 o giù di lì, c era un suo articolo (proprio firmato da lui) sulla partita Modena- Inter, finita 7-1 per i nerazzurri. Un aiuto per avvicinarmi a Ferrari me lo diede il carissimo Franco Gozzi. Fu lui nella primavera del 1982 a procurarmi una in - cre dibile intervista esclusiva al Drake, che era in si len - zio stampa, dopo un gran premio malamente perso da Gil - les Villeneuve, che sa reb be poi morto poche settimane dopo». Perché un libro su Senna? «Ero molto legato a lui, prima di tutto per ragioni ge - nerazionali. Io sono nato il 18 marzo 1960, Ayrton tre gior ni dopo. I lettori non ci fanno ca - so, non sono tenuti a pensarci, ma è molto diverso per un cronista raccontare di una persona che appartiene alla sua stessa fascia anagrafica, con gli stessi gusti musicali e culturali, ad esempio. Da fuori, la gente non può conoscere questi aspetti, ma visti da dentro cambiano i rapporti». Prima di parlare di motori, tu sei anche un grande appassionato di calcio. Hai scritto di pallone ai mondiali ad esempio, ma anche del Sassuolo e del Modena in gioventù. E sei pure tifoso dell Inter. L introduzione del tuo libro è stata scritta da Dino Zoff. Perché? «Quando ho ideato questo libro ho pensato che fosse il caso di chiedere l introduzione non a uno specialista, non a un pilota, ma a uno di noi che vive la Formula uno guardando la tv. Sapevo che Zoff aveva una grande passione per i motori: ci siamo incontrati, conosciuti, ma non per parlare di come giocava l Italia di Bear - zot, ma di quella sua curiosità sulla Ferrari e sul mon - do delle corse. Mi ha fatto un regalo meraviglioso e sia - mo diventati, come si dice, cul e camicia». Perché hai scelto Senna e non un altro protagonista di questo sport? «Non volevo scrivere una biografia. Questa è la storia della mia amicizia con lui, due persone che si incontrano: uno fa il giornalista e l altro è un fuoriclasse dell automobilismo. Due persone che si conoscono e fanno «La sua morte mi colpì moltissimo. Il mio direttore mi convinse a seguire il funerale in Brasile. Presi il primo volo disponibile e, senza averlo programmato, finii sull aereo che riportava in patria le spoglie di Senna. Fu un esperienza sconvolgente» un pezzo di strada insieme». Come si sono incrociate le vostre strade? «Senna aveva un amico fin dai tempi in cui correva nei kart, un fotografo di Bologna che lavorava per Au - tosprint. Si chiama Angelo Orsi, e un giorno mi disse: Se lo vuoi conoscere, non è poi così difficile. Soprat tut - to se vieni introdotto da qualcuno». Quindi? «Ci incontrammo e Senna mi prese in simpatia, for - se anche per quel discorso ge nerazionale. Io all epoca ero il più giovane tra i giornalisti che seguivano la Formula uno. Può anche darsi che non si trovasse benissimo con professionisti della comunicazione che a vevano anni più di lui. Così mi sono trovato a vi - vere questa esperienza che ri - tengo irripetibile e memorabile. Lui era già un campione, mentre io in quegli anni avevo iniziato da poco a seguire l automobilismo. Fino all ultimo gior no mi manifestò sempre una simpatia, una cortesia che io non sono mai riuscito a di - men ticare: poi ci si è messo an - che il destino». Il titolo del libro fa riferimento al tuo viaggio con Senna. «La sua scomparsa mi colpì nel profondo. Stavo male. L al - lora direttore del Resto del Carlino, Marco Leonelli, fece una sforzo per convincermi, fino quasi a obbligarmi, ad andare a raccontare il funerale a San Paolo in Brasile. Prenotarono il primo volo disponibile, era un martedì dopo la tragedia dell 1 maggio, un Parigi-San Paolo». Il racconto di quel volo è davvero emozionante. «Erano le nove di sera; appena salito sull aereo fui accolto da una hostess che, dopo avere letto la mia car - ta di imbarco, mi disse: L accompagno io al posto e ca - pirà il motivo. Avevano tolto quattro file della business class per fare posto alla bara di Senna, avvolta nella bandiera brasiliana. L hostess proseguì: Per noi è un eroe nazionale, le salme dovrebbero viaggiare nel - la stiva, ma lui no. Abbiamo voluto che volasse qui, cer - chi di capire». È stato dunque questo il «tuo» viaggio. Unico giornalista su quel volo, un altro segno del destino. «Durante quelle dieci ore di volo a diecimila metri LUGLIO/AGOSTO OUTLOOK 99

5 Personaggi Un modenese in Formula uno apvd.it di altitudine presi parte alla più incredibile veglia fu - nebre della mia vita. Il comandante annunciò che stavamo portando a casa Ayrton e chi voleva l avrebbe po - tuto salutare. Di solito in questi voli così lunghi i bambini piangono, la gente perde la pazienza. Invece, fu una cosa pazzesca, non si sentì ronzare una mosca. Un silenzio che non mi sono mai tolto dalla testa». Che ricordi hai invece del funerale? «Dopo la tragedia, il presidente del Brasile Itamar Franco chiamò il nostro presidente Oscar Luigi Scal - faro dicendogli: Fate quello che potete, ma è importante che Senna torni a casa il pri - ma possibile. Non teniamo più la gente che vuole riabbracciare il suo campione. Arrivati a San Paolo mi è rimasta una sola immagine: cinque milioni di persone lungo la strada ad aspettarlo. Lui era ed è rimasto nella memoria collettiva del suo Paese perché, pur provenendo da una famiglia be - nestante, aveva una sensibilità nei confronti della povera gente che gli faceva davvero onore. Non cercava pubblicità, ma era risaputo che destinava ingenti somme per aiutare i bambini di strada. Non lo diceva mai in pubblico, ma lo faceva». Senna non nascose mai i suoi principi religiosi. «Il suo era un sentimento religioso molto profondo e radicato. Semplicemente lui considerava tutto ciò che gli era capitato come un dono di Gesù Cristo». La tua testimonianza fa affiorare i contorni di un uomo speciale. «Un campione speciale, direi. Così lo considera la gente. Ce lo ricordiamo non solo per le sue imprese in pi sta, ma anche per quel sorriso triste. Aveva capito che questo mondo non funziona. Definirei Senna una persona capace di andare oltre la dimensione del professionista del volante. Le persone lo avvertivano. Ec - co perché quel giorno, al funerale erano tutti in lacrime, senza distinzioni, poveri e ricchi. Tutti. Spesso gli chiedevo: Perché alla fine di ogni corsa ti fai dare la bandiera brasiliana?. E lui rispondeva: «Io vivo in un Paese che è la fotografia di un mondo profondamente ingiusto, dove vivono insieme quelli che stanno bene e quelli che non hanno niente». Il libro scritto da Leo Turrini, «Senna. In viaggio con Ayrton» (e dito da Imprimatur), non è un libro biografico, ma l esperienza di un giovane cronista diventato amico del pilota brasiliano, scomparso l 1 maggio del 1994 sul circuito di Imola È quasi un adorazione la tua. «Lo adoravo per la sua trasparenza. Guai però a de - finirlo un santo: in gara era uno che per vincere avrebbe asfaltato la mamma. Me lo diceva lui, capito?». Ritieni che Senna sia stato il più grande di sempre? «Non so rispondere. Lo definirei uno degli ultimi e - roi del mondo sportivo. Ed è stata una grande fortuna per me averlo conosciuto». Dal tuo libro si avverte la tua partecipazione emotiva fortissima in quell ultimo viaggio con Senna. Confesso che non immaginavo tanto. «Questa vicenda mi annientò dentro. E per questo non so - no mai riuscito a parlarne. Mi avevano chiesto di farlo già die ci anni fa, ma non mi sentivo pronto. Questa volta grazie anche alla mia famiglia ho a - perto il mio libro dei ricordi. E ho raccontato tutto». Non abbiamo ancora toccato il tema dell incidente in quel tragico weekend di Imola dove morì anche il pilota austriaco Ratzen - ber ger. «Sba gliando, eravamo convinti, che il livello di sicurezza fosse tale da precludere situazioni del genere. Poi all improvviso venimmo stuprati dalla re - altà. Senna non mi aveva rac - contato che, appena passato alla Williams, si era subito lamentato delle dimensioni dell abitacolo. Aveva ottenuto che gli abbassassero il piantone dello sterzo, ma il lavoro non venne fatto al meglio e lui quella domenica si trovò a guidare una macchina che non curvava più. Anche dalla immagini tv di quel giorno si vede che lui capisce ciò che sta succedendo e tenta una decelerazione pazzesca, cercando di ridurre la velocità sperando che l angolo di impatto sia il meno devastante possibile. Purtroppo un braccetto staccatosi della sospensione si trasformò in un pro iettile, lo prese sulla visiera e gli entrò nel cervello. Se avesse preso il casco, come poi capitò a Felipe Mas sa sul circuito di Budapest nel 2009, forse se la sarebbe cavata. Si vede che era destino che dovesse andare così. L unica consolazione è che, dopo quel tragico weekend, vennero imposte modifiche alle macchine, cambiarono i circuiti e da allora sono passati vent anni e nessuno ha più dovuto raccontare lutti come quelli». ISOLAMENTO TERMICO CO, SOSTENIBILITÀ, GREEN,, RISPARMIO ENERGETICOETICO NAVIGARE, NUOTARE, GALLEGGIARE CREARE, IMMAGINARE, INVENTARE RIEMPIRE, COLMARE, RIVESTIRE, INCOLLARE RISIEDERE, ABITARE, VIVERE TRASPORTARE, CONVOGLIARE, MUOVERE, IMBALLARE,, PROTEGGERE Chimica applicata per soluzioni a OUTLOOK - LUGLIO/AGOSTO 2014 DUNA-CORRADINI SpA - Via Modena Carpi, Soliera (MO), Italy - Tel.: Fax:

6 Personaggi C è stato un momento nella carriera di Sen na in cui la Ferrari ha pensato a lui come prima guida? «Avessero ascoltato Forghieri, Ayrton Senna sarebbe arrivato a Maranello già nel Ma non andò così. Nel 1990 ci fu una trattativa portata avanti da Cesare Fiorio, ma forse era più un disturbo verso Prost allora in Ferrari e avversario-nemico di Ayrton. È vero, invece, che pochi mesi prima di morire incontrò Montezemolo e Todt sul lago di Como e disse loro che era disposto a parlare del passaggio alla Fer - rari, ma solo nel momento in cui gli fosse stata fornita una vettura non più lenta di mezzo secondo dalla migliori. Perché quel mezzo secondo ce l avrebbe messo lui con il suo talento. Non fu possibile, e la Ferrari il suo grande investimento lo fece più avanti andando a ingaggiare Schumacher, il più grande dopo Senna». Cosa possiamo aggiungere ancora? «Sono felice di aver conosciuto una persona così. Ti faceva sentire meglio solo il fatto di sapere che c era un uomo simile al mondo. La sua conoscenza è l unica cosa a cui sento di non poter rinunciare in 35 an - ni di carriera». Torniamo alla domanda di partenza, a pro - posito di anni e di carriera: quanto è cambiata la professione del giornalista? «Probabilmente, quelli come me e come te saranno gli ultimi dei mohicani. Oggi ov viamente tutto è cambiato: Internet e la digitalizzazione hanno completamente cap pottato il no stro mondo. Una volta si co minciava cercando di presentare un te - sto di venti righe in una redazione e poi si seguiva una certa trafila. Non voglio dire che oggi sia peggio, però il modo in cui cercare di diventare giornalisti è diventato diversissimo: da un verso forse più facile, perché sul web può scrivere chiunque e di qualunque cosa, dall altro senz altro più ar duo. Rendere la passione un mestiere che dia da vivere è una avventura complicatissima. Lo dico soprattutto ai giovani». Ultima cosa, il prossimo libro? «Non so, forse questo è stato l ultimo. Volevo scriverlo da 20 anni e questa opera chiude idealmente un cerchio».

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 ANNO 16. N. 10 (726), 14 marzo 2015. Poste Italiane

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Rassegna del 28/04/2015

Rassegna del 28/04/2015 Rassegna del 28/04/2015... 28/04/15 Adige 47 Intervista a Diego Mosna - Mosna: «Noi sempre freddi» M.bar. 1 28/04/15 Adige 46 Macerata vuole Lanza... 4 28/04/15 Adige 46 Trento si gioca la finale L'occasione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE

IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE IMPARARE AD ESSER PIÙ MOTIVATO IN OGNI SITUAZIONE di Claudio Belotti Self Help. Allenamenti mentali da leggere in 60 minuti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-426-0 Introduzione... 4 COME ESSERE

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI Regolamento Art. 1 PROMOTORI E TEMA DEL CONCORSO La Regione del Veneto e il Comitato Pro Loco - Unpli Veneto lanciano il Concorso letterario Racconta le

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli