SOC. CONSORTILE TAORMINA ETNA A R.L. Nota integrativa abbreviata ex Art bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOC. CONSORTILE TAORMINA ETNA A R.L. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2010"

Transcript

1 SOC. CONSORTILE TAORMINA ETNA A R.L. Codice fiscale Partita iva PIAZZA SANTA CATERINA PALAZZO CORVAJA TAORMINA ME Numero R.E.A Registro Imprese di MESSINA n Capitale Sociale ,00 Nota integrativa abbreviata ex Art bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2010 Gli importi presenti sono espressi in unita' di euro PREMESSA Signori Soci, il bilancio chiuso al rispetta i principi e criteri contabili di cui agli artt e seguenti del codice civile così come modificati dal D.Lgs n. 6, in linea con quelli predisposti dai Principi Contabili Nazionali e con l accordo del Collegio Sindacale. In particolare: - la valutazione delle voci è stata fatta secondo prudenza e nella prospettiva di continuazione dell'attività; - i proventi e gli oneri sono stati considerati secondo il principio della competenza; - i rischi e le perdite di competenza dell'esercizio sono stati considerati anche se conosciuti dopo la chiusura di questo; - gli utili sono stati inclusi soltanto se realizzati alla data di chiusura dell'esercizio secondo il principio della competenza. Si precisa inoltre che: - ai sensi dell art bis, comma 1, del codice civile il bilancio è stato redatto in forma abbreviata poiché i limiti previsti dallo stesso articolo non risultano superati per due esercizi consecutivi; - ai sensi del disposto dell art ter del codice civile, nella redazione del bilancio, sono stati utilizzati gli schemi previsti dall art del codice civile per lo Stato Patrimoniale e dall art del codice civile per il Conto Economico. Tali schemi sono in grado di fornire informazioni sufficienti a dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria della Società, nonché del risultato economico; - non si sono verificati eventi tale da imporre deroghe alle disposizioni di legge in merito ai criteri di valutazione adottati; - la società non si è avvalsa della possibilità di raggruppare le voci precedute dai numeri arabi; - gli elementi dell attivo e del passivo che ricadono sotto più voci dello schema di stato patrimoniale sono stati evidenziati; - la relazione sulla gestione può essere omessa in quanto ci si è avvalsi della facoltà prevista dall art bis, comma 4, del codice civile. Pertanto si dichiara che 1) non si possiedono azioni proprie, né quote o azioni di società controllanti, neanche per interposta persona o società fiduciaria; Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 1 di 16

2 2) non si sono né acquistate, né alienate azioni proprie, né azioni o quote di società controllanti anche per interposta persona o società fiduciaria. La presente nota integrativa costituisce parte integrante del bilancio ai sensi dell articolo 2423, comma 1, del codice civile. Sez.1 - CRITERI DI VALUTAZIONE APPLICATI NOTA INTEGRATIVA Art. 2427, punto 1: CRITERI DI VALUTAZIONE ADOTTATI I criteri di valutazione applicati nelle valutazioni delle poste di bilancio dell esercizio 2010 sono stati correttamente determinati sulla base dei principi di redazione indicati dall art bis e dei criteri di valutazione accolti dall art c.c. La valutazione delle voci è stata fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività e, non essendosi verificati nel corso dell esercizio casi eccezionali, non si è reso necessario esperire deroghe alle disposizioni di legge, ai sensi dell art. 2423, comma 4. I valori del bilancio 2010 sono perfettamente comparabili con quelli dell esercizio precedente dal momento che sono stati osservati i medesimi criteri di valutazione e di raggruppamento delle voci in classi omogenee. Criteri di valutazione adottati per le specifiche poste di bilancio: IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE Le immobilizzazioni tecniche acquistate sul mercato sono state iscritte al costo storico di acquisto. I criteri di ammortamento e le aliquote concretamente applicate soddisfano il criterio economico tecnico in base al reale utilizzo del bene. Le aliquote, calcolate sul costo storico sono state le seguenti: Categoria di immobilizzazioni: a) Macchine elettroniche d ufficio b) Mobili e macchine ordinarie d ufficio c) Arredamento d) Impianti telefonici e di rete e) Attrezzatura minuta Aliquota di ammortamento prevista: a) 20% b) 12% c) 15% d) 25% e) 100% IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Fra le immobilizzazioni finanziarie erano state iscritte le spese di costituzione della società, di originarie Euro 2.500,00, ammortizzabili nel periodo convenzionale di cinque anni secondo il criterio dell ammortamento diretto, successivamente stralciate in sede di determinazione del patrimonio netto di trasformazione. Nel 2007, invece, si è acquistato un nuovo cespite ovvero il software gestionale per la contabilità aziendale anch esso ammortizzabile nel periodo convenzionale di cinque anni. Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 2 di 16

3 IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE La società espone le partecipazioni nel Banco di Credito Cooperativo S. Marco e nel GAL ETNA società consortile a rl, entrambe valutate al valore nominale di acquisto. La sottoscrizione della neo costituita società consortile a responsabilità limitata GAL ETNA SCRL si è perfezionata nel corso del 2010, per un numero di quote da 50 cent. cad. CREDITI I crediti iscritti in bilancio sono stati valutati al loro valore nominale e sono certi ed esigibili; Essi derivano in parte da emissione di fatture e in parte da crediti verso l Erario per IVA, imposte sui redditi e per maggiori ritenute pagate. Sono stati annoverati anche i crediti verso il Ministero dello Sviluppo Economico per somme da incassare sul progetto di rimodulazione dei patti Territoriali. Non si è proceduto ad accantonamenti prudenziali in fondi rischi, né a svalutazioni. DEBITI Sono iscritti in bilancio al valore nominale. COSTI E RICAVI Sono stati contabilizzati nel rispetto del principio di competenza economica dell esercizio con particolare riferimento alle partite da liquidare ed alle fatture da ricevere. Ciò ha determinato la contestuale rilevazione di ratei (per interessi passivi maturati) e risconti (su polizze assicurative e costi di pubblicità sostenuti anticipatamente ma di competenza del futuro esercizio). IMPOSTE Non si è proceduto all accantonamento di imposte IRAP o IRES, data la rilevante perdita d esercizio conseguita, in quanto le rettifiche fiscali in aumento non sono riuscite a determinare alcun imponibile. Sez.4 - ALTRE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE. Sez.4 - ALTRE VOCI DELL'ATTIVO. A I CREDITI VERSO SOCI P/VERS.TI ANCORA DOVUTI parte gia' richiamata Consistenza iniziale 312 Consistenza finale 312 Trattasi di crediti verso consorziati per decimi sottoscritti e non ancora versati sulle nuove adesioni di aumento del capitale sociale deliberato in data 30/11/07. B I 01 IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Immobilizzazioni immateriali Consistenza iniziale Consistenza finale Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 3 di 16

4 Come accennato in premessa fra i criteri di valutazione, il valore indicato si riferisce all acquisto del software gestionale Gamma. B I 02 IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI -Fondo ammortamento immob. immateriali Consistenza iniziale 535 Incrementi 214 Consistenza finale 749 B II 01 IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Immobilizzazioni materiali Consistenza iniziale Incrementi Consistenza finale La variazione in aumento si riferisce all acquisto di attrezzatura specifica per il call center dell azienda. B II 02 IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI -Fondo ammortamento immob. materiali Consistenza iniziale Incrementi Consistenza finale La cifra indicata si riferisce alle quote di ammortamento accantonate secondo le aliquote e i criteri indicati in premessa. B III 01 a IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE - Crediti esigibili entro l'esercizio successivo Consistenza iniziale Decrementi 480 Consistenza finale Le somme indicate si riferiscono a depositi cauzionali su contratti pertanto la variazione in diminuzione riguarda lo smobilizzo di una di queste. Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 4 di 16

5 B III 02 IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE Altre immobilizzazioni finanziarie Consistenza iniziale Incrementi Consistenza finale L incremento di valore riguarda l acquisto di numero quote di partecipazione nella Società Consortile a r.l. GAL ETNA sottoscritte al valore nominale di cinquanta centesimi cadauna, per un importo complessivo di Euro 1.735,00. Ad oggi si è versato solo il 25 % della quota sottoscritta per cui, fra gli altri debiti, compare il dovuto residuo di Euro 1.301,00. C II 01 ATTIVO CIRCOLANTE - CREDITI Esigibili entro l'esercizio successivo Consistenza iniziale Decrementi Consistenza finale Il dettaglio dei crediti al 31/12/10 è il seguente: - IVA a credito Euro ,10 - IVA su acquisti sospesa Euro ,32 - Clienti Euro ,83 - Crediti diversi Euro 6.005,65 - Acconti a fornitori Euro 799,62 - Crediti per contrib. Promoz. SAC Euro 2.500,00 - Ritenute attive Euro 818,96 - Erario c/ires Euro ,38 - Regioni c/irap Euro 9.365,00 - Credito v/mise x rimodulaz. Patti Euro ,33 C IV ATTIVO CIRCOLANTE DISPONIBILITA' LIQUIDE Consistenza iniziale Decrementi Consistenza finale In tale sezione sono indicate le disponibilità di cassa e di banca secondo le risultanze contabili a fine esercizio. Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 5 di 16

6 Sez.4 - FONDI E T.F.R. - TRATTAMENTO FINE RAPPORTO LAVORO SUBORDINATO Consistenza iniziale Aumenti di cui formatisi nell esercizio Diminuzioni 6 di cui utilizzati 0 Consistenza finale L incremento rappresenta l accantonamento del maturato al 31/12/10 mentre la diminuzione riguarda lo storno dell imposta sostitutiva sul tfr. Il personale in forza al 31/12/10, è pari a 13 unità di cui 12 impiegati ed un operaio addetto alle pulizie. C Sez.4 - ALTRE VOCI DEL PASSIVO. A I PATRIMONIO NETTO Capitale Consistenza iniziale Consistenza finale Il capitale sociale, così come deliberato nell assemblea straordinaria del 30/11/07 e perfezionatosi il 02/03/2009, non ha subìto ulteriori variazioni. A II PATRIMONIO NETTO Riserva da soprapprezzo delle azioni Consistenza iniziale Consistenza finale La Riserva di sovrapprezzo è stata generata dalla differenza fra il prezzo di sottoscrizione e il valore nominale unitario delle nuove quote sottoscritte in occasione dell ultimo aumento di capitale. A IV PATRIMONIO NETTO Riserva legale Consistenza iniziale Incrementi 80 Consistenza finale Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 6 di 16

7 La variazione nella consistenza della riserva legale rispetto al precedente esercizio è determinata dall accantonamento di parte dell utile d esercizio A V PATRIMONIO NETTO Riserve statutarie Consistenza iniziale Incrementi Consistenza finale L incremento del saldo finale è statutaria. scaturito dall accantonamento dell utile 2009 residuo alla riserva A VII am PATRIMONIO NETTO - Altre riserve Altre riserve Consistenza iniziale Consistenza finale Questa riserva, nata in sede di trasformazione in società consortile, al fine di garantire il mantenimento del patrimonio sociale nella sua consistenza originale, non ha ancora trovato consolidamento nelle recenti delibere di aumento del capitale sociale. D 01 DEBITI Esigibili entro l'esercizio successivo Consistenza iniziale Incrementi Consistenza finale Nei debiti esigibili entro l esercizio compaiono: - clienti c/anticipi Euro 49,37 - fornitori Euro ,41 - fatture da ricevere Euro ,64 - compensi da liquidare Euro ,38 - debiti tributari Euro 3.704,38 - debiti v/istituti previdenziali Euro 7.108,89 - debiti v/fondi pensione Euro 225,93 - dipendenti c/retribuzione Euro ,86 - soci c/rimborsi euro 156,00 - BCC c/finanziamenti Euro ,00 - BCC c/c ordinario Euro ,58 - Debiti diversi Euro 1.905,50 Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 7 di 16

8 RATEI E RISCONTI Consistenza iniziale 667 Decrementi 444 Consistenza finale 223 Come già anticipato in premessa fra i criteri di valutazione, i ratei passivi indicato si riferiscono a quote di spese maturate ma non ancora liquidate; si tratta, nella fattispecie, di spese telefoniche. E Sez.4 - VARIAZIONI PATRIMONIO NETTO. Capitale Sociale Riserva di Capitale Riserva di Capitale A I A II A VII am Riserva da Capitale soprapprezzo delle Altre riserve azioni All inizio dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio precedente Alla chiusura dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio corrente Alla chiusura dell esercizio corrente Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 8 di 16

9 Riserva di Utili Riserva di Utili Risultato d'esercizio A IV A V A IX a Riserva legale Riserve statutarie Utile (perdita) dell'esercizio All inizio dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio precedente Alla chiusura dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio corrente Alla chiusura dell esercizio corrente TOTALI All inizio dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi 0 (,0000 per azione) Altre destinazioni 0 Altre variazioni 96 Risultato dell esercizio precedente Alla chiusura dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi 0 (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio corrente Alla chiusura dell esercizio corrente Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 9 di 16

10 Sez.5 - ELENCO DELLE PARTECIPAZIONI. Banca di Credito Cooper. S.Marco Società Consortile a r.l. Gal Etna Denominazione e Sede Via Currenti 4 Via Aurelio Spampinato Calatabiano CT Adrano CT Capitale Sociale Patrimonio Netto 0 0 Utile o Perdita 0 0 Quota posseduta direttamente 0,017 % 0,010 % Quota posseduta indirettamente 0,000 % 0,000 % Totale quota posseduta 0,017 % 0,010 % Valore di bilancio Credito corrispondente 0 0 Sez.6 - CREDITI E DEBITI. Non ci sono crediti o debiti di durata superiore ai cinque anni. Sez.7Bis - VOCI DEL PATRIMONIO NETTO. Capitale Sociale Riserva di Capitale Riserva di Capitale A I A II A VII am Riserva da soprapprezzo Capitale delle azioni Altre riserve Valore da bilancio Possibilità di utilizzazione ¹ b,c a,b,c a,b Quota disponibile Di cui quota non distribuibile Di cui quota distribuibile Riepilogo delle utilizzazioni effettuate nei tre precedenti esercizi Per copertura perdite Per distribuzione ai soci Per altre ragioni ¹ LEGENDA A = per aumento di capitale B = per copertura perdite C = per distribuzione ai soci Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 10 di 16

11 Riserva di Utili Riserva di Utili Risultato d'esercizio A IV A V A IX a Utile (perdita) Riserva legale Riserve statutarie dell'esercizio Valore da bilancio Possibilità di utilizzazione ¹ b a,b,c c Quota disponibile Di cui quota non distribuibile Di cui quota distribuibile Riepilogo delle utilizzazioni effettuate nei tre precedenti esercizi Per copertura perdite Per distribuzione ai soci Per altre ragioni ¹ LEGENDA A = per aumento di capitale B = per copertura perdite C = per distribuzione ai soci TOTALI Valore da bilancio Possibilità di utilizzazione ¹ Quota disponibile Di cui quota non distribuibile Di cui quota distribuibile Riepilogo delle utilizzazioni effettuate nei tre precedenti esercizi Per copertura perdite 0 Per distribuzione ai soci 0 Per altre ragioni 0 ¹ LEGENDA A = per aumento di capitale B = per copertura perdite C = per distribuzione ai soci Sez.8 - ONERI FINANZIARI IMPUTATI AI VALORI ISCRITTI NELL'ATTIVO DELLO STATO PATRIMONIALE. Non ci sono oneri finanziari imputati allo stato patrimoniale. Sez.11 - PROVENTI DA PARTECIPAZIONI. Ai sensi dell art del c.c. si dichiara che la società non ha conseguito proventi da partecipazioni. Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 11 di 16

12 RENDICONTI FINANZIARI. Rendiconto finanziario consolidato che espone variazioni nella situazione patrimoniale-finanziaria in termini di variazione di capitale circolante netto per l'esercizio chiuso al 31/12/2010 Voce Euro Migliaia FONTI DI FINANZIAMENTO: Utile dell'esercizio (Perdita dell'esercizio) Rettifiche in più (meno) relative alle voci che non determinano movimenti di capitale circolante netto: - Ammortamento e svalutazioni delle immobilizzazioni materiali e immateriali Accantonamento per TFR Ammortamento differenze di consolidamento - Plusvalenze (Minusvalenza) da valutazione partecipazioni al patrimonio netto - Ammortamento avviamento su partecipazioni valutate al patrimonio netto - Minusvalenza su immobilizzazioni finanziarie - Minusvalenza da realizzo immobilizzazioni materiali e immateriali - Plusvalenza su immobilizzazioni finanziarie - Plusvalenza da realizzo immobilizzazioni materiali e immateriali Capitale circolante netto generato (utilizzato) dalla gestione reddituale Valore dei cespiti alienati Aumento dei debiti pagabili oltre dodici mesi Diminuzione di crediti a medio e lungo termine 480 Prestiti obbligazionari assunti nell esercizio Mutui assunti nell'esercizio Differenze di consolidamento Riserve di consolidamento Fondo rischi ed oneri futuri Capitale proprio Aumento capitale sociale (sottoscritto e versato) e altre riserve IMPIEGHI: Aumento dei crediti con esigibilità prevista dopo dodici mesi Diminuzione di debiti verso fornitori a medio e lungo termine Diminuzione di debiti obbligazionari Diminuzione di altre passività a medio e lungo termine Acquisizione di attivo immobilizzato: - Immobilizzazioni materiali e immateriali Immobilizzazioni finanziarie Differenze di consolidamento Dividendi distribuiti Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 12 di 16

13 Riduzione di capitale sociale Riserve di consolidamento Fondo rischi ed oneri futuri Capitale e riserve di terzi Trasferimento delle quote correnti dei prestiti a medio e lungo termine tra le passività a breve TFR pagato DIMINUZIONE DEL CAPITALE CIRCOLANTE NETTO Voce Euro Migliaia AUMENTI (DIMINUZIONI) NEI COMPONENTI IL CAPITALE CIRCOLANTE NETTO Attività a breve: - Disponibilità liquide Crediti verso clienti a breve termine (al netto fondi rischi) Attività finanziarie e diverse a breve termine Ratei e risconti attivi Rimanenze Passività a breve termine: - Debiti verso banche a breve termine Quote dei mutui a lungo termine scadenti entro un anno - Debiti verso fornitori a breve termine Debiti tributari Altre passività a breve termine Ratei e risconti passivi DIMINUZIONE Voce Euro Migliaia VARIAZIONI NELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANZIARIA CHE NON COMPORTANO MOVIMENTI DI CAPITALE CIRCOLANTE NETTO: Impianti conferiti a fronte aumento capitale sociale 0 Partecipazioni acquisite mediante aumento capitale sociale 0 VARIE ED EVENTUALI. INTERESSI E ONERI FINANZIARI Gli interessi passivi esposti nel conto economico al 31/12/2010 provengono essenzialmente dai conti correnti bancari, dato l abbondante ricorso al credito concessoci dalle banche a soccorso della sopravvenuta carenza di liquidità. Agli interessi passivi si contrappongono quelli attivi maturati sui conti correnti bancari in misura di gran lunga superiore. In dettaglio: - interessi su debiti v/banche di credito ordinario Euro 1.327,00 - interessi attivi Euro 2.827,32. Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 13 di 16

14 COMPENSI AMMINISTRATORI E SINDACI Si espongono di seguito i valori deliberati a titolo di compenso spettante ad amministratori e sindaci per l anno 2010: - gettoni di presenza per il consiglio di amministrazione Euro ,89 di cui ,89 non pagati; - direzione operativa per l amministratore delegato Euro ,00 di cui ,00 non pagati; - compensi ai revisori Euro 9.019,24 di cui 9.019,24 non pagati. NUMERO MEDIO DIPENDENTI L organigramma aziendale per l esercizio 2010 ha previsto sia collaborazioni sia dipendenti. Nel corso dell esercizio, tuttavia, diversi contratti a progetto giunti a termine non sono stati rinnovati mentre altri sono stati convertiti in rapporti di lavoro dipendente a tempo determinato. Alla fine del periodo le unità in forza ammontano a 14 e l andamento è evincibile nella tabella sotto indicata. RICAVI E PROFITTI Nell esercizio 2010 si è registrata una contrazione dell attività caratteristica che ha determinato la conseguente riduzione dei ricavi tipici, specialmente quelli legati al funzionamento dell agenzia di viaggi; la società infatti, a causa del mancato incasso dei contributi promessi dal Ministero dello Sviluppo Economico è stata costretta a ridurre quasi a zero l attività del call-center (proprio per minimizzare il costo del personale) ma in tal modo ha pregiudicato il risultato sperato. I ricavi indicati alla voce A5 del conto economico, altri proventi si riferiscono a sopravvenienze attive originate da rettifiche di voci patrimoniali passive (e in particolare degli incassi per acconti ricevuti da clienti per prenotazioni in strutture del distretto turistico) nonché alle somme ottenute da taluni associati quale contributo per la realizzazione della struttura posta a copertura della vecchia aerostazione presso la SAC. COSTI E PERDITE Il dettaglio del conto economico, raggruppando chiaramente per macro aree le voci di costo, pur evidenziando una notevole riduzione complessiva dei costi della produzione rispetto a quelli sostenuti nel 2009 (da ,00 a ,00), pone immediatamente in evidenza i costi per servizi e i costi del personale che rappresentano le spese di maggior rilievo sostenute dalla società. I costi per servizi appaiono contratti rispetto al precedente esercizio perché di fatto sono venute meno tutte le spese di promozione del territorio strettamente legate al Progetto DTE che è arrivato a conclusione nel primo trimestre E doveroso chiarire, inoltre, che nella voce costi per servizi sono compresi sia i compensi spettanti ad amministratori e sindaci (di cui al superiore dettaglio), sia i compensi corrisposti ai collaboratori a progetto con i relativi costi contributivi, sia i compensi corrisposti a terzi per prestazioni professionali nonchè le altre spese per servizi tipiche della gestione ordinaria (telefoniche, canoni, energia, postali, etc.) Sono altresì compresi i costi per le prestazioni di servizi offerte dalla società in qualità di tour operator. Una analisi più attenta merita la voce relativa al costo del personale, in apparente aumento rispetto alla consistenza del Va chiarito, inizialmente, che il personale di cui si è avvalsa in questi anni la Società Consortile ha rivestito principalmente la qualifica di collaboratore a progetto e, fino al 2009, solo tre unità hanno avuto un contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato (di cui una addetta alle pulizie) a cui si aggiunge una ulteriore unità (con contratto part time a tempo determinato) impiegata nell attività dell agenzia di viaggi; pertanto il costo complessivo delle collaborazioni a progetto, essendo inquadrabile giuridicamente come lavoro autonomo parasubordinato, è stato sempre indicato nella voce dei costi per servizi. Al contrario il costo degli emolumenti corrisposti per lavoro dipendente vero e proprio compaiono al n.9 dei costi della produzione come costi per il personale. Nel 2010, a partire dal mese di gennaio, la Società Consortile al fine di proseguire l attività di promozione turistica del territorio, inerente al progetto, assorbe con contratto a part time orizzontale il personale del call center (7 unità in tutto), già precedentemente inquadrato dalla ditta Creativa Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 14 di 16

15 Impresa di Comunicazione srl come previsto nella gara d appalto, e il cui contratto era scaduto a dicembre Nel frattempo nel mese di aprile 2010 giungono a scadenza 4 di questi contratti a part time che non vengono rinnovati, mentre altri contratti di collaborazione ugualmente in scadenza vengono convertiti in rapporti di lavoro dipendente a part time e a tempo determinato giustificando, in tal modo, l incremento del costo complessivo del personale evidenziato in bilancio. L andamento dei livelli occupazionali della consortile è meglio desumibile dalla tabella che segue: tipo contratto 1 trim trim trim trim /02/2011 Dal 01/03/11 Collaborat. aziendali Dipendenti CONCLUSIONI. ALTRE INFORMAZIONI: In ottemperanza a quanto prescritto dall art cod. civ. e dall art bis, ultimo comma, si precisa quanto segue: 1. la società non possiede quote proprie o in società controllanti, né direttamente, né per il tramite di società fiduciarie o per interposta persona; 2. la società non ha acquistato o alienato quote proprie o in società controllanti, né direttamente né per il tramite di società fiduciarie o per interposta persona; 3. non vi sono oneri finanziari imputati allo stato patrimoniale. Infine, quant altro non espressamente indicato nella presente nota integrativa non è rilevante ai fini della significatività dei dati esposti in bilancio. In merito alla destinazione della perdita di esercizio conseguita nella misura di Euro ,60, si propone di provvedere alla sua copertura come segue; quanto ad Euro ,10 mediante utilizzo per intero delle riserve esistenti ed in particolare: - a) la riserva da sovrapprezzo per euro ,00 - b) la riserva legale per euro 4.524,25 - c) la riserva statutaria per euro ,85 - d) la riserva da versam. soci in c/aumento cap. sociale euro 3.500,00. La residua perdita non coperta di Euro ,50 determina l azzeramento del Capitale Sociale e il consequenziale obbligo per questa amministrazione di convocare l assemblea straordinaria che deliberi prima l abbattimento e poi il contestuale ripristino del Capitale sociale al minimo legale, con versamenti dei soci a copertura della perdita residua, nonché le modalità e gli eventuali termini da assegnare ai medesimi per i versamenti stessi. Il presente bilancio corrisponde alle risultanze delle scritture contabili. Taormina, li 05/04/11 Il presidente del C.d.A. Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 15 di 16

16 Bilancio di esercizio al 31/12/2010 Pagina 16 di 16

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Sezione IX Del bilancio Art. 2423. Redazione del bilancio. Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 MONDO ACQUA S.P.A. Codice fiscale 02778560041 Partita iva 02778560041 VIA VENEZIA n. 6/B - 12084 MONDOVI' CN Numero R.E.A. 235902 - CN Registro Imprese di CUNEO n. 02778560041 Capitale Sociale 1.100.000,00

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi Format Si è modificata la struttura del principio utilizzando il format standard dei nuovi principi salvo apportare i necessari adeguamenti

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI 1. Premessa 2. Funzioni del rendiconto della gestione 3. Quadro normativo di riferimento 4. Attività operative per la predisposizione del rendiconto

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Copertura delle perdite

Copertura delle perdite Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 107 09.04.2014 Copertura delle perdite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le assemblee delle società di capitali che, nelle

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT AGENZIA PER LE ONLUS ATTO DI INDIRIZZO ai sensi dell art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT Approvato

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2013 DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede legale: RIMINI RN VIA DARIO CAMPANA 63 Numero REA: RN - 259282 Forma giuridica: SOCIETA' PER AZIONI

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST

Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST Pratica: 1266018 Evasione: 2 giorni Fonti Banche dati Camere di Commercio Italiane Banche dati Atti Pregiudizievoli di Conservatoria Controllo operatori Reports Aggiornamento

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio INDICI DI BILANCIO 1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio Perché sia possibile un calcolo automatico degli indici di bilancio (ratios) è necessario che le informazioni siano memorizzate seguendo i

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 Il contribuente, per la compilazione

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed Appunti di Economia Capitolo 8 Analisi di bilancio Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed indipendenza

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

ALLEGATO. DATA SCADENZA Definitivo STATO --- pubblico 1/9. Legenda

ALLEGATO. DATA SCADENZA Definitivo STATO --- pubblico 1/9. Legenda SERVIZI INGEGNERIA DI ALLEGATO C LINEAMENTI METODOLOGICI PER LA VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DEGLI OPERATORI ECONOMICI 25 novembre 21 Stato: Bozza, In Approvazione, Documento al documento 1/9 1. PRINCIPI

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rimanenze Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui

Principio contabile della contabilità finanziaria. 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Principio contabile della contabilità finanziaria 9.3 Il riaccertamento straordinario dei residui Il riaccertamento straordinario dei residui è l attività prevista dall articolo 3 comma 7, del presente

Dettagli