PI SUPER 5 DI H3G Provvedimento n

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PI6168 - SUPER 5 DI H3G Provvedimento n. 17781"

Transcript

1 118 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO 2008 PI SUPER 5 DI H3G Provvedimento n L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 20 dicembre 2007; SENTITO il Relatore Professore Carla Rabitti Bedogni; VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo, nella versione vigente prima delle modifiche introdotte dal Decreto Legislativo 2 agosto 2007, n. 146; VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, di cui al D.P.R. 11 luglio 2003, n. 284; VISTO il provvedimento del 27 giugno 2007con il quale è stata rigettata la sospensione provvisoria del messaggio pubblicitario ai sensi dell art. 26, comma 3, del Decreto Legislativo n. 206/05; VISTI gli atti del procedimento; CONSIDERATO quanto segue: I. RICHIESTA DI INTERVENTO 1. Con richiesta di intervento pervenuta in data 8 giugno 2007 una società concorrente ha segnalato la presunta ingannevolezza di un messaggio pubblicitario diffuso dalla società H3G S.P.A. (di seguito anche H3G) attraverso l emittente televisiva nazionale CANALE 5, il giorno 7 giugno 2007 alle ore 21:58, circa e diretto a promuovere l offerta denominata TRE SUPER5 RICARICABILE. 2. Nella richiesta di intervento si lamenta l inidoneità del messaggio in contestazione a veicolare correttamente, sotto il profilo sia della chiarezza che della completezza informativa, le effettive condizioni economiche dell offerta proposta, con particolare riferimento: (i) all effettivo costo di un minuto di conversazione, posto che le modalità di tariffazione a scatti anticipati di tre minuti comportano un costo, pari a 15 centesimi di euro e non ai conclamati 5 centesimi di euro; (ii) alla necessità di effettuare almeno una ricarica mensile di tre euro per poter usufruire della tariffazione reclamizzata, perché in mancanza sarà applicata la tariffa base di 15 centesimi di euro al minuto e di 16 centesimi di scatto alla risposta; (iii) alla limitazione di validità della tariffazione proposta per un massimo di mille minuti mensili di traffico in uscita, oltre i quali sarà applicata la predetta tariffa base. 3. Con successiva richiesta di intervento, pervenuta in data 14 giugno 2007, sempre la stessa società concorrente ha segnalato, rilevando gli stessi profili di ingannevoli indicati nella precedente segnalazione, la presunta ingannevolezza di un altro messaggio pubblicitario (della durata di circa quindici secondi) diffuso dalla società H3G S.P.A. sull emittente televisiva nazionale CANALE 5, il giorno 13 giugno 2007 alle ore 23:00 circa, e diretto anch esso a promuovere l offerta denominata TRE SUPER5 RICARICABILE. 4. I medesimi messaggi pubblicitari sono stati, inoltre, oggetto: (i) della richiesta di intervento, pervenuta congiuntamente da parte di due consumatori in data 7 giugno 2007 e successivamente

2 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO integrata il 15 giugno 2007, relativa allo spot televisivo, diffuso attraverso l emittente nazionale CANALE 5 il giorno 13 giugno 2007 alle ore 21:25 circa; (ii) della richiesta di intervento, pervenuta in data 8 giugno 2007 da parte dell associazione di consumatori GENERAZIONE ATTIVA e integrata il successivo 21 giugno 2007, relativa allo spot televisivo, diffuso attraverso l emittente televisiva nazionale RAI TRE il giorno 13 giugno 2007 alle ore 22:50 circa; (iii) della richiesta di intervento, pervenuta in data 8 giugno 2007 da parte di un singolo consumatore e successivamente integrata il 26 giugno 2007, relativa allo spot televisivo, diffuso attraverso l emittente nazionale ITALIA 1 il giorno 3 giugno 2007 alle ore 10:50 circa; (iv) della richiesta di intervento, pervenuta in data 8 giugno 2007 da parte di un singolo consumatore successivamente regolarizzata e integrata il 19 giugno 2007, relativa allo spot televisivo, diffuso attraverso le emittenti nazionali CANALE 5 IN DATA 13 GIUGNO ALLE ORE 22:55 CIRCA E 23:20 CIRCA, RAI 2 il giorno 15 giugno 2007 alle ore 21:11 circa e RAI 1 il giorno 16 giugno 2007 alle ore 20:32; (v) della richiesta di intervento, pervenuta congiuntamente da parte delle associazioni di consumatori FEDERCONSUMATORI e ADUSBEF in data 14 giugno 2007 e successivamente integrata il 19 giugno 2007, relativa allo spot televisivo, diffuso attraverso l emittente nazionale CANALE 5 il giorno 4 giugno 2007 alle ore 21:00 circa; (vi) della richiesta di intervento, pervenuta in data 2 luglio 2007 da parte dell associazione di consumatori CONFCONSUMATORI FEDERAZIONE REGIONALE PER LA PUGLIA, relativa allo spot televisivo, diffuso attraverso l emittente nazionale ITALIA 1, il giorno 3 giugno 2007 alle ore 21:00 circa. II. I MESSAGGI 5. I messaggi pubblicitari contestati consistono in due versioni leggermente diverse di un medesimo spot televisivo: 6. Il primo spot si apre con il dialogo dal seguente tenore: A.: Vuoi vedere una cosa bellissima, il mio nuovo TVfonino 3 e, contemporaneamente, appare, nella parte inferiore sinistra del teleschermo e in caratteri grafici molto evidenti la scritta fissa CON 100 DI SCONTO ; nella parte superiore la scritta fissa in caratteri molto ridotti: Per info su tutti i videotvfonini in promozione, copertura, condizioni e costi visita la sezione piani tariffari su o i Negozi 3 e nel margine inferiore inizia a scorrere un serpentone che accompagna la durata dell intero spot e in cui sono riportate le seguenti informazioni: Sconto riferito soltanto a LG U970 Shinex-series. Tariffazione a scatti anticipati di 3 min. tariffa valida con almeno una Ricarica al mese e contributo mensile 3 ; B.: Ma chissà quanto ti costa ; A.: Con super5 costa solo 5 centesimi al minuto, in contemporanea appare, in caratteri molto evidenti, la seguente scritta fissa: Senza scatto alla risposta. Segue una voce fuori campo che afferma: con la nuova ricaricabile Super5 parli con tutti a 5 centesimi al minuto e senza scatto alla risposta. In corrispondenza con tale enunciato appaiono in sequenza e in caratteri molto evidenti, le seguenti scritte fisse: Super5 ricaricabile. Chiamate verso tutti, 5 cent. /min. senza scatto alla risposta. In contemporanea alla voce fuori campo e alle predette scritte, appaiono, nella parte superiore delle schermo e in caratteri molto ridotti, le seguenti informazioni: Il videofonino funziona solo con Usim 3. Offerta valida sino al 31/07/07, salvo esaurimento scorte, non compatibile con altre in corso.

3 120 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO Il secondo spot consiste in una versione più ridotta del precedente (della durata di circa quindici secondi), ma strutturato in modo del tutto analogo. In contemporanea allo svolgimento di una scenetta appaiono in sequenza e, rispettivamente, sul margine superiore e inferiore dello schermo con caratteri grafici ridotti, le seguenti scritte fisse: Per info. su copertura condizioni e costi sezione piani tariffari su o Negozi 3 e Max 1000 min./mese di chiamate. Tariffazione a scatti anticipati di 3 min. Tariffa valida con almeno una ricarica al mese e contributo mensile di 3 euro. Terminata la scenetta si inserisce una voce fuori campo e contestuale scritta fissa in caratteri molto grandi che affermano Super 5 ricaricabile chiamate verso tutti a 5/cent. euro min. Senza scatto alla risposta. III. COMUNICAZIONI ALLE PARTI 8. In data 13 giugno 2007 è stato comunicato alla società segnalante e alla società H3G S.P.A., in qualità di operatore pubblicitario, l avvio di un procedimento ai sensi del Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo n. 206/05, nella versione vigente prima dell entrata in vigore dei Decreti Legislativi 2 agosto 2007, n. 145 e n. 146, precisando che l eventuale ingannevolezza del messaggio pubblicitario oggetto della richiesta di intervento sarebbe stata valutata ai sensi degli artt. 19, 20 e 21 del citato Decreto Legislativo, in relazione alla natura, alle caratteristiche, condizioni e limitazioni economiche e tecniche di fruibilità dell offerta reclamizzata, anche con riferimento al terminale abbinato, all idoneità della formulazione del messaggio in esame a ingenerare nei consumatori falsi affidamenti in ordine all effettiva natura, alle effettive caratteristiche, condizioni e limitazioni economiche e tecniche di fruibilità dell offerta pubblicizzata, con riferimento anche al terminale abbinato, nonché in relazione alla rilevanza di eventuali omissioni informative riscontrabili nel messaggio pubblicitario in questione. 9. In data 18 giugno 2007 e 13 luglio 2007 è stato comunicato, all operatore pubblicitario e a tutti i segnalanti l estensione del predetto procedimento, a seguito delle richieste di intervento successivamente pervenute. IV. RISULTANZE ISTRUTTORIE 10. Contestualmente alla comunicazione di avvio del procedimento è stato richiesto alla società H3G, in qualità di operatore pubblicitario, ai sensi dell art. 5, comma 2, lettera a), del D.P.R. n. 284/03, di fornire informazioni e relativa documentazione riguardanti: (i) la denominazione commerciale dell offerta e il periodo a partire dal quale è stata resa disponibile al pubblico; (ii) il periodo entro il quale è possibile attivare l offerta reclamizzata; (iii) se sia previsto un periodo entro il quale poter, dopo la sua attivazione, fruire dell offerta reclamizzata; (iv) se si tratta di un offerta per telefonia mobile residenziale o affari; (v) se si tratta di un offerta ricaricabile o in abbonamento, in questo caso precisare, altresì, l eventuale previsione di un periodo minimo obbligatorio di abbonamento e di una penale per recesso anticipato (indicandone, nell eventualità, il relativo importo); (vi) se si tratta di un offerta tariffaria o di una condizione accessoria a una determinata offerta tariffaria; in questo caso si richiede, altresì, di specificare all attivazione di quale offerta tariffaria sia subordinata e di precisare i costi e le caratteristiche di tale offerta; (vii) il dettaglio della tariffazione reclamizzata (esempio: costi distinti per direttrice di traffico e operatore chiamato) precisando, altresì, l esistenza e l importo dello scatto alla risposta e le modalità di

4 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO tariffazione (esempio: sugli effettivi secondi di conversazione o a scatti anticipati, precisando, in questo caso, ogni quanti minuti); (viii) eventuali limitazioni alla fruizione della tariffazione reclamizzata precisando, in particolare: (a) se la sua applicazione sia subordinata all effettuazione di periodiche ricariche (indicare il numero e l importo minimo di ricarica richiesto); (b) se sia previsto un monte minutario massimo di traffico in uscita oltre il quale tale tariffazione non trova più applicazione: in tal caso, si richiede di dettagliare, altresì, la struttura tariffaria che trova applicazione superato tale monte traffico massimo in uscita (esempio: costi distinti per direttrice di traffico e operatore chiamata, esistenza e importo dello scatto alla risposta); (c) se sia altresì previsto l obbligo di sviluppare un determinato monte traffico telefonico in entrata; (ix) i modelli di terminali associati alla tariffa reclamizzata, le condizioni per la loro fornitura (esempio: acquisto, comodato d uso, forme di sovvenzione all acquisto) e la previsione di eventuali limitazioni tecnologiche a cui è subordinata la loro disponibilità (esempio: OPERATOR e/o SIM LOCK); (x) i dati di copertura dei segnali UMTS; (xi) il numero di utenti che hanno aderito all offerta reclamizzata. 11. Inoltre, al fine di disporre di elementi utili a una più puntuale valutazione del messaggio segnalato, si è richiesto all operatore pubblicitario di fornire la programmazione pubblicitaria della campagna pubblicitaria a cui il messaggio stesso è riconducibile per il semestre giugno - dicembre 2007, comprensiva di copia di ciascuna tipologia di messaggio e delle indicazioni circa la testata o l emittente interessata, le date e orari di apparizione (per i messaggi a mezzo stampa, televisivi o radiofonici), il luogo, la durata, la numerosità delle affissioni (nel caso di pubblicità esterna) 12. Con memorie pervenute in data 25 giugno e 9 luglio 2007 la società H3G S.P.A. ha rappresentato quanto segue: (i) oggetto dei messaggi pubblicitari in contestazione è il piano tariffario prepagato denominato SUPER 5 RICARICABILE che prevede, per un monte traffico in uscita massimo di mille minuti mensili, una tariffazione minutaria (indipendente dalla direttrice di traffico pagata) di cinque centesimi senza scatto alla risposta, ma tariffata a scatti anticipati di tre minuti e a condizione che il cliente effettui una ricarica mensile (di qualunque importo) e sopporti un contributo mensile di tre euro (le attivazione effettuate entro il 31 luglio 2007che non pagano il contributo mensile fino a settembre 2007). Tale contributo mensile è integralmente compensato da una ricarica di pari importo se il cliente riceve almeno novanta minuti di traffico nazionale da clienti di altri operatori e sempre che soddisfi la condizione di effettuare una ricarica al mese; (ii) se il cliente non effettua una ricarica mensile o superi la soglia dei mille minuti di traffico voce in uscita si applica la tariffa base di H3G che prevede un costo minutario di quindici centesimi al minuto con scatto alla risposta di sedici centesimi; (iii) per un mero errore grafico gli spot televisivi relativi alla campagna Super 5 sono andati in onda senza l indicazione della soglia minuti massima di validità peri a mille minuti nei soli giorni 3, 4, 5 e 6 giugno 2007: accortasi dell errore H3G ha autonomamente e prontamente provveduto, nel pomeriggio del 6 giugno 2007, a sostituire tali messaggi inserendo l indicazione in questione; (iv) fermo quanto precisato al punto precedente, gli spot in contestazione devono ritenersi chiari e completi nell indicare l insieme delle condizioni e limiti che qualificano l offerta tariffaria proposta; (v) i mille minuti mensili sono più che sufficienti a soddisfare l utilizzo medio di un cliente prepagato, fermo restando che, considerando anche le videochiamate, i minuti sono duecento; (vi) i tre euro mensili di contributo sono irrisori e nella maggior parte dei casi recuperabili con il bonus di pari importo riaccreditato da H3G se il cliente riceve nel mese novanta minuti di chiamate da altri operatori; (vii) non è

5 122 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO 2008 previsto un termine di durata della tariffa una volta attivata; (viii) l acquisto di un terminale con lo sconto di cento euro non è condizione necessaria per l attivazione del piano tariffario proposto e tale sconto non vincola il cliente a un periodo contrattuale minimo. Tra i terminali offerti due presentano la limitazione cd. OPERATOR LOCK e due no; (ix) la copertura UMTS è indicata sul sito a cui gli spot rinviano; (x) gli spot contestati sono andati in onda nel periodo compreso tra il 3 e il 24 giugno In data 30 ottobre 2007, è stata comunicata alle parti la data di conclusione della fase istruttoria ai sensi dell articolo 12, comma 1, del D.P.R. 11 luglio 2003, n V. PARERE DELL AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI 14. Poiché il messaggio oggetto del presente provvedimento è stato diffuso per via televisiva, in data 12 novembre 2007 è stato richiesto il parere all Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. 15. Con parere pervenuto in data 11 dicembre 2007 la suddetta Autorità ha ritenuto che i messaggi in esame costituiscono una fattispecie di pubblicità ingannevole ai sensi degli artt. 19, 20 e 21 del Decreto Legislativo n. 206/05, per le ragioni e nei limiti di seguito indicati. 16. In primo luogo, l Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha ritenuto il primo messaggio gravemente omissivo per il fatto di non riportare l informazione relativa all esistenza di una soglia massima di traffico assoggettabile alla tariffa reclamizzata. 17. Con riferimento, invece, a entrambi i messaggi la stessa Autorità ha ritenuto le modalità redazionali (incentrate sulla scelta di una simultanea esposizione di scritte fisse e scorrevoli in contemporanea con lo svolgimento di uno sketch congeniato in modo da assorbire l attenzione dei telespettatori) inidonee a veicolare in modo corretto informazioni essenziali dell offerta proposta (quali: l esistenza di un contributo fisso; l obbligo di effettuare una ricarica mensile e l effettivo costo minutario di una chiamata a fronte dell enfatizzazione di un costo di cinque centesimi al minuto ma con tariffazione a scatti anticipati di tre minuti). 18. L Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha valutato, per contro, che entrambi i messaggi riportino con sufficiente evidenza grafica l avvertenza circa la necessità di verificare previamente la copertura del servizio e la fonte presso cui reperire tale informazione. VI. VALUTAZIONI CONCLUSIVE 19. I messaggi oggetto di contestazione sono diretti a promuovere un nuovo piano tariffario proposto da H3G e denominato SUPER 5 RICARICABILE. 20. Le modalità redazionali scelte dall operatore per promuovere la tariffa in questione sono - come rilevato anche nel parere dall Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - incentrate, nella parte audiovisiva principale, sull indicazione del costo minutario delle chiamate nazionali pari, indipendentemente dalla direttrice di traffico chiamata, a cinque centesimi senza scatto alla risposta ( con la nuova ricaricabile Super5 parli con tutti a 5 centesimi al minuto e senza scatto alla risposta e Super 5 ricaricabile chiamate verso tutti a 5/cent. euro min. Senza scatto alla risposta ). 21. Solo nel margine inferiore del teleschermo appaiono, in caratteri grafici ridotti e simultaneamente allo svolgimento degli sketch e della voce fuori campo, delle scritte fisse non solo di difficile lettura (considerato anche che le scenette che caratterizzano entrambe le versioni degli spot in esame sono

6 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO congegnate in modo da assorbire l attenzione del destinatario degli stessi) ma che altresì rettificano smentendolo sostanzialmente il contenuto persuasivo dei citati claim principali. 22. In tali scritte, infatti, è precisato che la tariffazione proposta è calcolata a scatti anticipati di tre minuti. Tale circostanza, in conformità con le valutazioni espresse dall Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, rende il riferimento del costo minutario di cinque centesimi di cui ai claim principali e alla scritta a tutto schermo che accompagna la voce fuori campo, scorretta, perché non è l effettiva unità di misura applicata al consumatore. 23. Tale fondamentale precisazione, che vale a modificare del tutto l esatta percezione dei costi della tariffa proposta, rende peraltro dubbio se il limite di mille minuti di chiamate nazionali, oltre il quale la predetta tariffa non trova più applicazione, sia effettivo o debba essere calcolato per blocchi di tre minuti. 24. Anche l indicazione del monte minuti massimo di validità della tariffazione reclamizzata (peraltro, del tutto assente nella versione originale e oggetto di segnalazione dello spot televisivo di maggior durata) deve ritenersi, conformemente al parere reso dall Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, informazione qualificante l offerta reclamizzata (come, peraltro, implicitamente riconosciuto dallo stesso operatore pubblicitario nelle sue memorie difensive laddove sottolinea il suo autonomo e tempestivo intervento per modificare il messaggio inserendovi tale limitazione). 25. Questa informazione, infatti, non solo contribuisce significativamente a descrivere il reale contenuto economico della tariffa proposta rispetto a quanto declamato nei claim principali, ma permette, altresì, di comprendere che gli spot in contestazione presentano come tariffazione normale quella che, nella realtà e come conferma l operatore nei propri scritti difensivi, è una tariffazione speciale che si sostituisce - appunto per un limite massimo di mille minuti di traffico in uscita - a quella che è la tariffazione base del piano tariffario offerto e caratterizzata da un costo minutario di quindici secondi e da un cd. scatto alla risposta di sedici centesimi. 26. I messaggi in contestazione si rilevano del pari carenti, sotto il profilo della chiarezza e completezza informativa, anche con riferimento alle condizioni economiche supplementari che il cliente deve soddisfare per poter fruire della tariffazione reclamizzata. Tali informazioni si rendono tanto più necessarie dal momento che la tariffazione in questione costituisce, in realtà, una tariffazione speciale rispetto a quella ordinariamente applicata (la cd. tariffa base). 27. I messaggi in contestazione, pertanto, si rivelano complessivamente del tutto inadeguati a soddisfare quell onere minimo di chiarezza e completezza informativa che, soprattutto nel settore delle telecomunicazioni - come ribadito da costante orientamento dell Autorità 1, confermato dal giudice amministrativo 2, condiviso dell Autorità di regolamentazione di settore deve risultare particolarmente stringente, in ragione di un offerta estremamente varia, articolata e in continua evoluzione tecnologica con conseguente disorientamento, aggravato da una forte asimmetria informativa a favore degli operatori. 1 Indirizzo interpretativo da ultimo sintetizzato nel documento ricognitivo Sintesi degli interventi dell Autorità sui messaggi pubblicitari nel settore delle telecomunicazioni (pubblicato, in data 14 aprile 2007, sul sito Internet dell Autorità). 2 Cfr., a esempio, Tar Lazio, Sez. I^, sentenza n /2006.

7 124 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO 2008 VII. QUANTIFICAZIONE DELLA SANZIONE 28. Ai sensi dell articolo 26, comma 7, del Decreto Legislativo n. 206/05, nella versione vigente prima dell entrata in vigore dei Decreti Legislativi 2 agosto 2007, n. 145 e n. 146, con la decisione che accoglie il ricorso, l Autorità dispone l applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da a euro, tenuto conto della gravità e della durata della violazione. 29. In ordine alla quantificazione della sanzione deve tenersi conto, in quanto applicabili, dei criteri individuati dall articolo 11 della legge n. 689/81, in virtù del richiamo previsto all articolo 26, comma 12, del Decreto Legislativo n. 206/05, nella versione vigente prima dell entrata in vigore dei Decreti Legislativi 2 agosto 2007, n. 145 e n. 146: in particolare, della gravità della violazione, dell opera svolta dall impresa per eliminare o attenuare l infrazione, della personalità dell agente, nonché delle condizioni economiche dell impresa stessa. 30. In ordine alla quantificazione della sanzione deve tenersi conto, in quanto applicabili, dei criteri individuati dall'articolo 11 della legge n. 689/81, in virtù del richiamo previsto all'articolo 26, comma 12, del Decreto Legislativo n. 206/05, nella versione vigente prima dell entrata in vigore dei Decreti Legislativi 2 agosto 2007, n. 145 e n. 146: in particolare, della gravità della violazione, dell'opera svolta dall'impresa per eliminare o attenuare l'infrazione, nonché delle condizioni economiche dell'impresa stessa. 31. Considerati la gravità della violazione - compresa la modalità di diffusione del messaggio, consistente in spot diffusi sulle emittenti televisive nazionali, e l importanza dell operatore - nonché la durata breve della diffusione - avvenuta secondo quanto affermato dall operatore pubblicitario nelle sue memorie difensive, sulla base delle allegazioni fornite in atti dal segnalante nel periodo compreso tra il 3 e il 24 giugno si ritiene di irrogare alla società H3G S.p.A. una sanzione amministrativa pecuniaria pari a (diciottomilaseicento euro). 32. Considerato, altresì, che sussistono nel caso di specie le circostanze aggravanti, in quanto l operatore pubblicitario risulta destinatario di numerosi provvedimenti di ingannevolezza o di illiceità in violazione del Decreto Legislativo n. 206/05 3, si ritiene di irrogare alla società H3G S.p.A. una sanzione pecuniaria pari a (ventottomilaseicento euro). 33. Considerate infine le condizioni economiche dell operatore pubblicitario e in particolare che, dall esame dell ultimo bilancio approvato, risultano perdite, la sanzione pecuniaria è ridotta a (ventitremilaseicento euro). RITENUTO, pertanto e in conformità al parere dell Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che i messaggi pubblicitari in esame sono idoneo a indurre in errore i consumatori in ordine alla natura e alle caratteristiche, nonché alle effettive condizioni economiche e tecniche dell offerta tariffaria reclamizzata, potendo, per tale motivo, pregiudicarne il comportamento economico e ledere le imprese concorrenti le cui offerte tariffarie potrebbero non essere preferite a quella proposta nei messaggi in esame sulla base di una non corretta percezione del suo effettivo contenuto economico e natura; 3 Cfr., intra alia: provv. n , del 7 giugno 2006, in Boll. n. 23/06; provv. n , dell 8 agosto 2006, in Boll. n /06, provv. n , del 3 agosto 2007, in Boll. n. 31/2007; provv. n , del 21 agosto 2007, in Boll. 32/2007; provv. n , del 27 settembre 2006, in Boll. n. 39/2006.

8 BOLLETTINO N. 48 DEL 17 GENNAIO DELIBERA a) che i messaggi pubblicitari descritti al punto II del presente provvedimento, diffusi dalla società H3G S.P.A., costituiscono, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una fattispecie di pubblicità ingannevole ai sensi degli artt. 19, 20, e 21, lettere a) e b) del Decreto Legislativo n. 206/05, e ne vieta l ulteriore diffusione; b) che alla società H3G S.p.A. sia irrogata una sanzione amministrativa pecuniaria di (ventitremilaseicento euro). La sanzione amministrativa di cui alla precedente lettera b) deve essere pagata entro il termine di trenta giorni dalla notificazione del presente provvedimento, con versamento diretto al concessionario del servizio della riscossione oppure mediante delega alla banca o alle Poste Italiane, presentando il modello allegato al presente provvedimento, così come previsto dal Decreto Legislativo 9 luglio 1997, n Decorso il predetto termine, per il periodo di ritardo inferiore a un semestre, devono essere corrisposti gli interessi di mora nella misura del tasso legale a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del termine del pagamento e sino alla data del pagamento. In caso di ulteriore ritardo nell adempimento, ai sensi dell articolo 27, comma 6, della legge n. 689/81, la somma dovuta per la sanzione irrogata è maggiorata di un decimo per ogni semestre a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del termine del pagamento e sino a quello in cui il ruolo è trasmesso al concessionario per la riscossione; in tal caso la maggiorazione assorbe gli interessi di mora maturati nel medesimo periodo. Dell avvenuto pagamento deve essere data immediata comunicazione all Autorità attraverso l invio di copia del modello attestante il versamento effettuato. Ai sensi dell'art. 27, comma 12, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo, come modificato da ultimo dal Decreto Legislativo 2 agosto 2007, n. 146, in caso di inottemperanza alla presente delibera l'autorità applica la sanzione amministrativa pecuniaria da a euro. Nei casi di reiterata inottemperanza l'autorità può disporre la sospensione dell'attività di impresa per un periodo non superiore a trenta giorni. Il presente provvedimento verrà notificato ai soggetti interessati e pubblicato nel Bollettino dell'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Avverso il presente provvedimento può essere presentato ricorso al TAR del Lazio, ai sensi dell articolo 27, comma 13, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo, come modificato da ultimo dal Decreto Legislativo 2 agosto 2007, n. 146, entro sessanta giorni dalla data di notificazione del provvedimento stesso, ovvero può essere proposto ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, ai sensi dell articolo 8, comma 2, del Decreto del Presidente della Repubblica 24 novembre 1971, n. 1199, entro il termine di centoventi giorni dalla data di notificazione del provvedimento stesso. IL SEGRETARIO GENERALE Luigi Fiorentino IL PRESIDENTE Antonio Catricalà

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo;

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo; Provvedimento PI5591 - FASTWEB-TUTTO GRATIS FINO A NATALE tipo Chiusura istruttoria numero 16759 data 18/04/2007 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 16/2007 Procedimento collegato (esito) - Ingannevole Testo Provvedimento

Dettagli

PS7450 - BNC CREDIT-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 23108

PS7450 - BNC CREDIT-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 23108 306 PS7450 - BNC CREDIT-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 23108 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 dicembre 2011; SENTITO il Relatore Professore

Dettagli

Provvedimento PI6462 - OMOGENEIZZATI AL PROSCIUTTO DELLA NESTLÉ. Chiusura istruttoria. numero 18021. data 13/02/2008 PUBBLICAZIONE

Provvedimento PI6462 - OMOGENEIZZATI AL PROSCIUTTO DELLA NESTLÉ. Chiusura istruttoria. numero 18021. data 13/02/2008 PUBBLICAZIONE Provvedimento PI6462 - OMOGENEIZZATI AL PROSCIUTTO DELLA NESTLÉ tipo Chiusura istruttoria numero 18021 data 13/02/2008 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 6/2008 Procedimento collegato (esito) - Ingannevole Testo

Dettagli

VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, di cui al D.P.R. 11 luglio 2003, n.

VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, di cui al D.P.R. 11 luglio 2003, n. Provvedimento PI5990 - SALVA RATE IBL DI IBL BANCA tipo Chiusura istruttoria numero 17586 data 08/11/2007 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 42/2007 PI5990 - SALVA RATE IBL DI IBL BANCA Provvedimento n. 17586

Dettagli

Sintesi degli interventi dell Autorità sui messaggi pubblicitari nel settore delle comunicazioni.

Sintesi degli interventi dell Autorità sui messaggi pubblicitari nel settore delle comunicazioni. AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Sintesi degli interventi dell Autorità sui messaggi pubblicitari nel settore delle comunicazioni. 1. L Autorità, nei quindici anni di applicazione della

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 4 agosto 2008 VIS 74/08 Adozione di un provvedimento ai sensi dell articolo 2, comma 20, lettera c), della legge 14 novembre 1995, n. 481 nei confronti della società Bergamo Energia S.p.A.

Dettagli

PI6247 - UNIVERSITÀ POPOLARE SAN TOMMASO - CAMPUS SICILIA Provvedimento n. 17989

PI6247 - UNIVERSITÀ POPOLARE SAN TOMMASO - CAMPUS SICILIA Provvedimento n. 17989 PI6247 - UNIVERSITÀ POPOLARE SAN TOMMASO - CAMPUS SICILIA Provvedimento n. 17989 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 febbraio 2008; SENTITO il Relatore Giorgio Guazzaloca;

Dettagli

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo;

VISTO il Titolo III, Capo II, del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante Codice del consumo; Provvedimento PI5459 - PROMOZIONE FIAT FIVE tipo Chiusura istruttoria numero 16407 data 25/01/2007 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 4/2007 Procedimento collegato (esito) - Ingannevole Testo Provvedimento PI5459

Dettagli

PS7388 - FAMILY CREDIT-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 23043

PS7388 - FAMILY CREDIT-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 23043 BOLLETTINO N. 48 DEL 19 DICEMBRE 2011 211 PS7388 - FAMILY CREDIT-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 23043 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 30 novembre 2011;

Dettagli

2. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente (Adiconsum) di Pistoia, in qualità di segnalante.

2. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente (Adiconsum) di Pistoia, in qualità di segnalante. PS6548 - PROJECT97-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 22676 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 4 agosto 2011; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

AUTORITA GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Provvedimento 31 luglio 2008 n. 18698 Presidente e Relatore Catricalà

AUTORITA GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Provvedimento 31 luglio 2008 n. 18698 Presidente e Relatore Catricalà Il blocco della funzionalità dell apparecchio di telefonia mobile dopo il periodo di utilizzo esclusivo a favore dell operatore venditore integra limitazione dei diritti contrattuali dell utente, in dispregio

Dettagli

PS5491 - BCC DI BEDIZZOLE TURANO VALVESTINO-VARIAZIONE UNILATERALE TASSO Provvedimento n. 22789

PS5491 - BCC DI BEDIZZOLE TURANO VALVESTINO-VARIAZIONE UNILATERALE TASSO Provvedimento n. 22789 PS5491 - BCC DI BEDIZZOLE TURANO VALVESTINO-VARIAZIONE UNILATERALE TASSO Provvedimento n. 22789 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 settembre 2011; SENTITO il Relatore

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 27 aprile 2009 - VIS 42/09 Adozione di provvedimenti ai sensi dell articolo 2, comma 20, lettere c) e d), della legge 14 novembre 1995, n. 481, nei confronti della società Undis S.p.A. L

Dettagli

Provvedimento PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI FINANZIAMENTO. tipo Chiusura istruttoria. numero 18723. data 07/08/2008 PUBBLICAZIONE

Provvedimento PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI FINANZIAMENTO. tipo Chiusura istruttoria. numero 18723. data 07/08/2008 PUBBLICAZIONE Provvedimento PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI FINANZIAMENTO tipo Chiusura istruttoria numero 18723 data 07/08/2008 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 31/2008 PS426 - GRUPPO CERRUTI MULTISERVICES-COSTI

Dettagli

Bollettino. Settimanale. Anno XXII - n. 27

Bollettino. Settimanale. Anno XXII - n. 27 Bollettino Settimanale Anno XXII - n. 27 Pubblicato sul sito www.agcm.it il 23 luglio 2012 BOLLETTINO N. 27 DEL 23 LUGLIO 2012 49 PS2480 - BNL-SPESE ISTRUTTORIE FIDO Provvedimento n. 23710 L AUTORITÀ GARANTE

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione Presidente

Autorità Nazionale Anticorruzione Presidente Autorità Nazionale Anticorruzione Presidente Regolamento in materia di esercizio del potere sanzionatorio dell Autorità Nazionale Anticorruzione per l omessa adozione dei Piani triennali di prevenzione

Dettagli

3. CRCU Centro di Ricerca e tutela dei consumatori e degli utenti Sede provinciale di Trento, in qualità di segnalante.

3. CRCU Centro di Ricerca e tutela dei consumatori e degli utenti Sede provinciale di Trento, in qualità di segnalante. PS9368 - NEW UNIVERSAL-IMPIANTO FOTOVOLTAICO Provvedimento n. 25062 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 1 agosto 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

2. Un segnalante, in qualità di consumatore ai sensi dell articolo 18, lettera a), del Codice del Consumo.

2. Un segnalante, in qualità di consumatore ai sensi dell articolo 18, lettera a), del Codice del Consumo. PS7253 - ALLIANZ-POLIZZE ASSICURATIVE VITA Provvedimento n. 23042 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 30 novembre 2011; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA del 6 settembre 2012

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA del 6 settembre 2012 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 6 settembre 2012 SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA DI CUI ALLA DELIBERA N. 181/15/CONS

CONSULTAZIONE PUBBLICA DI CUI ALLA DELIBERA N. 181/15/CONS CONSULTAZIONE PUBBLICA DI CUI ALLA DELIBERA N. 181/15/CONS sullo schema di provvedimento recante Misure a tutela degli utenti per favorire la trasparenza e la comparazione delle condizioni economiche dell

Dettagli

PS7471 - HYUNDAI-GARANZIA 5 ANNI Provvedimento n. 23079

PS7471 - HYUNDAI-GARANZIA 5 ANNI Provvedimento n. 23079 PS7471 - HYUNDAI-GARANZIA 5 ANNI Provvedimento n. 23079 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 dicembre 2011; SENTITO il Relatore Dottor Antonio Pilati; VISTA la Parte

Dettagli

PS4729 - MERCEDES-CLASSE A Provvedimento n. 23449

PS4729 - MERCEDES-CLASSE A Provvedimento n. 23449 PS4729 - MERCEDES-CLASSE A Provvedimento n. 23449 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 28 marzo 2012; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte

Dettagli

PS7023 - POSTE ITALIANE-PACCOCELERE INTERNAZIONALE Provvedimento n. 24133

PS7023 - POSTE ITALIANE-PACCOCELERE INTERNAZIONALE Provvedimento n. 24133 PS7023 - POSTE ITALIANE-PACCOCELERE INTERNAZIONALE Provvedimento n. 24133 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 dicembre 2012; SENTITO il Relatore Professore Carla

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 27 NOVEMBRE 2014 583/2014/S/COM AVVIO DI PROCEDIMENTO SANZIONATORIO PER VIOLAZIONE DI OBBLIGHI INFORMATIVI IN MATERIA DI ANAGRAFICA DEGLI OPERATORI E DI RECLAMI PRESENTATI ALLO SPORTELLO

Dettagli

PB791 - GMUNERIS.COM-MODULISTICA FONDI COMUNITARI Provvedimento n. 25437 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PB791 - GMUNERIS.COM-MODULISTICA FONDI COMUNITARI Provvedimento n. 25437 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PB791 - GMUNERIS.COM-MODULISTICA FONDI COMUNITARI Provvedimento n. 25437 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 22 aprile 2015; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

PS4467 - H3G-SMS PREMIUM Provvedimento n. 22750

PS4467 - H3G-SMS PREMIUM Provvedimento n. 22750 PS4467 - H3G-SMS PREMIUM Provvedimento n. 22750 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 settembre 2011; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTO il Titolo

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 22 MAGGIO 2013 221/2013/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI PRONTO INTERVENTO GAS L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 30 aprile 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI SICUREZZA DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE

IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI SICUREZZA DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE DELIBERAZIONE 21 MAGGIO 2015 234/2015/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA IN MATERIA DI OBBLIGHI DI SICUREZZA DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Delibera n. 19302 Applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti del sig. Simone Di Sabato per violazioni dell art. 101, comma 2 e 4, del d.lgs. n. 58/98 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 marzo 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

PS8151 VENDITA FARMACI ON LINE Provvedimento n. 23632

PS8151 VENDITA FARMACI ON LINE Provvedimento n. 23632 PS8151 VENDITA FARMACI ON LINE Provvedimento n. 23632 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 giugno 2012; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTA la Parte

Dettagli

PS1875 - OPEL ITALIA Provvedimento n. 24585

PS1875 - OPEL ITALIA Provvedimento n. 24585 PS1875 - OPEL ITALIA Provvedimento n. 24585 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 29 ottobre 2013; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II,

Dettagli

IP180 - VUELING AIRLINES-COMMISSIONI PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO Provvedimento n. 24314

IP180 - VUELING AIRLINES-COMMISSIONI PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO Provvedimento n. 24314 IP180 - VUELING AIRLINES-COMMISSIONI PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO Provvedimento n. 24314 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 17 aprile 2013; SENTITO il Relatore

Dettagli

DELIBERA N. 173 /12/CSP

DELIBERA N. 173 /12/CSP DELIBERA N. 173 /12/CSP ORDINANZA INGIUNZIONE ALLA SOCIETÀ INCREMENTO FINANZIARIO S.R.L. (EMITTENTE PER LA RADIODIFFUSIONE TELEVISIVA SATELLITARE TV CAPITAL) PER LA VIOLAZIONE DELLA DISPOSIZIONE CONTENUTA

Dettagli

DELIBERA N. 580/10/CONS

DELIBERA N. 580/10/CONS DELIBERA N. 580/10/CONS Ordinanza- ingiunzione alla società H3G S.p.A. per la violazione dell articolo 5, comma 4, della delibera n. 418/07/CONS, con riferimento agli obblighi imposti in materia di tutela

Dettagli

Oggetto: PREZZO CARBURANTI AGIP SERVITO DEPOSITATO PRESSO IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO.

Oggetto: PREZZO CARBURANTI AGIP SERVITO DEPOSITATO PRESSO IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. Roberto Timpani 00137 ROMA Fax Allegato 1 Spett.le Ministero dello sviluppo economico c.a. Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica Fax 064821706

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 ottobre 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. ORDINANZA INGIUNZIONE ALLA SOCIETÀ IN. FORMA S.R.L. (SERVIZIO DI MEDIA AUDIOVISIVO IN AMBITO LOCALE RETEVERSILIA) PER LA VIOLAZIONE DELLE DISPOSIZIONI CONTENUTE NELL ART. 8, COMMA 2, DELLA

Dettagli

PS185 - UNITOMMASO-CORSI DI LAUREA Provvedimento n. 19345

PS185 - UNITOMMASO-CORSI DI LAUREA Provvedimento n. 19345 PS185 - UNITOMMASO-CORSI DI LAUREA Provvedimento n. 19345 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 23 dicembre 2008; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTO

Dettagli

PS9009 - MONDIAL RELAX Provvedimento n. 24854

PS9009 - MONDIAL RELAX Provvedimento n. 24854 PS9009 - MONDIAL RELAX Provvedimento n. 24854 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 27 marzo 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II,

Dettagli

PS6123 - B.M.F. MUTUI E FINANZIAMENTI PER LA CASA Provvedimento n. 22171

PS6123 - B.M.F. MUTUI E FINANZIAMENTI PER LA CASA Provvedimento n. 22171 PS6123 - B.M.F. MUTUI E FINANZIAMENTI PER LA CASA Provvedimento n. 22171 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 2 marzo 2011; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

PB793 - ODM-UFFICIO REGISTRO DEI MARCHI Provvedimento n. 25536 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PB793 - ODM-UFFICIO REGISTRO DEI MARCHI Provvedimento n. 25536 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PB793 - ODM-UFFICIO REGISTRO DEI MARCHI Provvedimento n. 25536 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 1 luglio 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;

Dettagli

DELIBERA n. 5/13/CONS

DELIBERA n. 5/13/CONS DELIBERA n. 5/13/CONS ORDINANZA INGIUNZIONE ALLA SOCIETA VODAFONE OMNITEL NV PER LA VIOLAZIONE DELL ARTICOLO 1, COMMA 31, DELLA LEGGE 31 LUGLIO 1997, n. 249 PER L INOTTEMPERANZA AL PROVVEDIMENTO TEMPORANEO

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA n. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA SANNA / H3G S.P.A. (GU14 n. 922/2013) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 7 maggio 2014; VISTA la legge 14 novembre

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA RESTAG / BT ITALIA S.P.A. (GU14/441/2014) L AUTORITÀ NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 13 ottobre 2014; VISTA la legge 14 novembre

Dettagli

PS8857 - OTTICA AVANZI-2X1 OCCHIALE IN REGALO Provvedimento n. 24534 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS8857 - OTTICA AVANZI-2X1 OCCHIALE IN REGALO Provvedimento n. 24534 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS8857 - OTTICA AVANZI-2X1 OCCHIALE IN REGALO Provvedimento n. 24534 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 2 ottobre 2013; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF );

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF ); Delibera n. 19283 Applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti di esponenti aziendali di Poste Italiane s.p.a. e, a titolo di responsabile in solido, della medesima società per violazioni

Dettagli

PS9694 - CARIGE ASSICURAZIONI-SOLLECITI DI PAGAMENTO Provvedimento n. 25586 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS9694 - CARIGE ASSICURAZIONI-SOLLECITI DI PAGAMENTO Provvedimento n. 25586 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS9694 - CARIGE ASSICURAZIONI-SOLLECITI DI PAGAMENTO Provvedimento n. 25586 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 29 luglio 2015; SENTITO il Relatore Dott.ssa Gabriella

Dettagli

PS7045 - PROFUMERIE LIMONI-10 SCONTO IMMEDIATO Provvedimento n. 22938

PS7045 - PROFUMERIE LIMONI-10 SCONTO IMMEDIATO Provvedimento n. 22938 PS7045 - PROFUMERIE LIMONI-10 SCONTO IMMEDIATO Provvedimento n. 22938 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 3 novembre 2011; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 30 OTTOBRE 2014 526/2014/S/GAS AVVIO DI UN PROCEDIMENTO SANZIONATORIO PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI CONDIZIONI CONTRATTUALI DI FORNITURA DI GAS AI CLIENTI FINALI DEL SERVIZIO DI TUTELA E CONTESTUALE

Dettagli

Il giorno 10 novembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 10 novembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione dei componenti: DELIBERA n. 42/2014 TITOLO 2013.1.10.21.771 2014.1.10.4.1 LEGISLATURA IX Il giorno 10 novembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia- Romagna con la partecipazione

Dettagli

Applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del Sig. Alan Chapman, per una violazione dell art. 94, comma 1, del d.lgs. n.

Applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del Sig. Alan Chapman, per una violazione dell art. 94, comma 1, del d.lgs. n. Delibera n. 19204 Applicazione di sanzioni amministrative nei confronti del Sig. Alan Chapman, per una violazione dell art. 94, comma 1, del d.lgs. n. 58/1998 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) titolari di incarichi politici ex art. 14 del D.Lgs. n. 33/2013 - Pagina 1 di 9 COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) Regolamento per l attuazione degli obblighi di trasparenza e di pubblicazione

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 24 APRILE 2014 188/2014/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI SERVIZIO DI BILANCIAMENTO DEL GAS NATURALE L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA

Dettagli

PS8757 - GUCCI-SITI CONTRAFFATTI Provvedimento n. 24469

PS8757 - GUCCI-SITI CONTRAFFATTI Provvedimento n. 24469 PS8757 - GUCCI-SITI CONTRAFFATTI Provvedimento n. 24469 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 31 luglio 2013; SENTITO il Relatore Professore Carla Rabitti Bedogni; VISTA

Dettagli

PS5701 - SALERNO FORMAZIONE-CORSO PER AGENTE IMMOBILIARE Provvedimento n. 22531 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS5701 - SALERNO FORMAZIONE-CORSO PER AGENTE IMMOBILIARE Provvedimento n. 22531 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS5701 - SALERNO FORMAZIONE-CORSO PER AGENTE IMMOBILIARE Provvedimento n. 22531 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 22 giugno 2011 (*) ; SENTITO il Relatore Dottor

Dettagli

Attuazione dell articolo 14 della direttiva 2005/29/Ce che modifica la direttiva 84/450/Cee sulla pubblicità ingannevole

Attuazione dell articolo 14 della direttiva 2005/29/Ce che modifica la direttiva 84/450/Cee sulla pubblicità ingannevole Testo aggiornato al 10 dicembre 2007 Decreto legislativo 2 Agosto 2007, n. 145 Gazzetta Ufficiale 6 Settembre 2007, n. 207 Attuazione dell articolo 14 della direttiva 2005/29/Ce che modifica la direttiva

Dettagli

PS6291 - LA FORTUNATA-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 22955

PS6291 - LA FORTUNATA-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 22955 PS6291 - LA FORTUNATA-PUBBLICITÀ FINANZIAMENTI Provvedimento n. 22955 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 9 novembre 2011; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA DENOMINATA LIBERO CONSORZIO COMUNALE AI SENSI DELLA L.R. N. 8/2014 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DI COMPETENZA DELLA VIII DIREZIONE AMBIENTE

Dettagli

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007 Delibera n. 96/07/CONS Modalità attuative delle disposizioni di cui all articolo 1, comma 2, del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7 Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della

Dettagli

Bollettino. Settimanale. Anno XXIII - n. 32

Bollettino. Settimanale. Anno XXIII - n. 32 Bollettino Settimanale Anno XXIII - n. 32 Pubblicato sul sito www.agcm.it 19 agosto 2013 SOMMARIO INTESE E ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE 5 A407C - CONTO TV/SKY ITALIA Provvedimento n. 24474 5 A446 - (QG1)

Dettagli

PS1228 - ZENITH-FORMAZIONE PROFESSIONALE Provvedimento n. 20365

PS1228 - ZENITH-FORMAZIONE PROFESSIONALE Provvedimento n. 20365 PS1228 - ZENITH-FORMAZIONE PROFESSIONALE Provvedimento n. 20365 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 7 ottobre 2009; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTO

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. ORDINE NEI CONFRONTI DEL COMUNE DI BERCETO PER LA VIOLAZIONE DELL ARTICOLO 9 DELLA LEGGE 22 FEBBRAIO 2000, N. 28 L AUTORITÀ NELLA riunione di Consiglio

Dettagli

PS5313 - INTESA SANPAOLO-TEMPISTICA SURROGA Provvedimento n. 21989

PS5313 - INTESA SANPAOLO-TEMPISTICA SURROGA Provvedimento n. 21989 PS5313 - INTESA SANPAOLO-TEMPISTICA SURROGA Provvedimento n. 21989 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 5 gennaio 2011; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni

Dettagli

Pubblicata su questo Sito in data 18/04/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.99 del 30 aprile 2007

Pubblicata su questo Sito in data 18/04/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.99 del 30 aprile 2007 Delibera n. 126/07/CONS Misure a tutela dell utenza per facilitare la comprensione delle condizioni economiche dei servizi telefonici e la scelta tra le diverse offerte presenti sul mercato ai sensi dell

Dettagli

CIRCOLARE N. 11/E. Roma, 12 marzo 2010

CIRCOLARE N. 11/E. Roma, 12 marzo 2010 CIRCOLARE N. 11/E Direzione Centrale Normativa Roma, 12 marzo OGGETTO: Regolarizzazione delle omissioni relative al monitoraggio degli investimenti esteri e delle attività estere di natura finanziaria.

Dettagli

DELIBERA N. 664/06/CONS

DELIBERA N. 664/06/CONS DELIBERA N. 664/06/CONS Regolamento recante disposizioni a tutela dell utenza in materia di fornitura di servizi di comunicazione elettronica mediante contratti a distanza (Proposta di modifiche) Articolo

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

Delibera n. 114/ 2015

Delibera n. 114/ 2015 Delibera n. 114/ 2015 Chiusura del procedimento sanzionatorio avviato con Delibera 70/2015 nei confronti di Trenitalia S.p.A. ai sensi del decreto legislativo 17 aprile 2014, n. 70, recante la disciplina

Dettagli

DELIBERA DL/037/15/CRL/UD del 30 marzo 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA F. C. / WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/125/2014)

DELIBERA DL/037/15/CRL/UD del 30 marzo 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA F. C. / WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/125/2014) DELIBERA DL/037/15/CRL/UD del 30 marzo 2015 DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA F. C. / WIND TELECOMUNICAZIONI xxx (LAZIO/D/125/2014) IL CORECOM DELLA REGIONE LAZIO NELLA riunione del 30 marzo 2015; VISTA la

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 29 luglio 2015; SENTITO il Relatore Dott.ssa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

DELIBERA n. 647 /13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LE MONDE DI F. & C. / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 887/13) L AUTORITA

DELIBERA n. 647 /13/CONS. DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LE MONDE DI F. & C. / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 887/13) L AUTORITA DELIBERA n. 647 /13/CONS DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA LE MONDE DI F. & C. / VODAFONE OMNITEL N.V. (GU14 n. 887/13) L AUTORITA NELLA sua riunione del Consiglio del 15 novembre 2013; VISTA la legge 31

Dettagli

PS7380 - UBI BANCA-3% SPOSACI PER INTERESSE Provvedimento n. 23724

PS7380 - UBI BANCA-3% SPOSACI PER INTERESSE Provvedimento n. 23724 PS7380 - UBI BANCA-3% SPOSACI PER INTERESSE Provvedimento n. 23724 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA dell 11 luglio 2012; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci;

Dettagli

DETERMINAZIONE n. 3 del 21 novembre 2013. Oggetto: Definizione della controversia XXXXXX XXXXXXXXX / TeleTu (ora Vodafone Omnitel XX) IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE n. 3 del 21 novembre 2013. Oggetto: Definizione della controversia XXXXXX XXXXXXXXX / TeleTu (ora Vodafone Omnitel XX) IL DIRIGENTE DETERMINAZIONE n. 3 del 21 novembre 2013 Oggetto: Definizione della controversia XXXXXX XXXXXXXXX / TeleTu (ora Vodafone Omnitel XX) IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 "Istituzione dell

Dettagli

DELIBERA N. 143/10/CIR. Definizione della controversia Ditta Bara/H3G S.p.A. L AUTORITA,

DELIBERA N. 143/10/CIR. Definizione della controversia Ditta Bara/H3G S.p.A. L AUTORITA, DELIBERA N. 143/10/CIR Definizione della controversia Ditta Bara/H3G S.p.A. L AUTORITA, 2010; NELLA sua riunione della Commissione per le Infrastrutture e le reti del 17 dicembre VISTA la legge 31 luglio

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA n. 29/2014 TITOLO 1.10.21/619 1.10.4. LEGISLATURA IX Il giorno 11 luglio 2014 si è riunito nella sede

Dettagli

Delibera n. 35/2016 Procedimento avviato con delibera n. 110/2015 nei confronti di Trenitalia S.p.A. Adozione provvedimento sanzionatorio.

Delibera n. 35/2016 Procedimento avviato con delibera n. 110/2015 nei confronti di Trenitalia S.p.A. Adozione provvedimento sanzionatorio. Delibera n. 35/2016 Procedimento avviato con delibera n. 110/2015 nei confronti di Trenitalia S.p.A. Adozione provvedimento sanzionatorio. L Autorità nella sua riunione del 23 marzo 2016 l articolo 37

Dettagli

Unione Comuni Garfagnana Provincia di Lucca

Unione Comuni Garfagnana Provincia di Lucca Unione Comuni Garfagnana Provincia di Lucca Disciplina per la trasparenza della situazione patrimoniale dei titolari di incarichi pubblici. (Ex Art. 14 D. Lgs. 14 Marzo 2013 n. 33) (Approvato con Delibera

Dettagli

150.000 rata 532. 180.000 rata 638

150.000 rata 532. 180.000 rata 638 PS5822 - PROMOFIN ITALIA-MANCATA INDICAZIONE TAN E TAEG Provvedimento n. 22059 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 26 gennaio 2011; SENTITO il Relatore Dottor Antonio

Dettagli

comma 1 sono ricompresi anche i contratti pubblici disciplina apposita

comma 1 sono ricompresi anche i contratti pubblici disciplina apposita Articolo 22 (Norme di interpretazione e modifiche al D.Lgs. 231/2002, recante attuazione della direttiva 2000/35/CE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali Caso

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 ottobre 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

PS4028 - UNIEURO-SOTTOCOSTO SOTTOSCONTO Provvedimento n. 21014

PS4028 - UNIEURO-SOTTOCOSTO SOTTOSCONTO Provvedimento n. 21014 PS4028 - UNIEURO-SOTTOCOSTO SOTTOSCONTO Provvedimento n. 21014 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 aprile 2009; SENTITO il Relatore Professore Piero Barucci; VISTO

Dettagli

DELIBERA N. 628/07/CONS

DELIBERA N. 628/07/CONS DELIBERA N. MERCATO DELLA TERMINAZIONE DI CHIAMATE VOCALI SU SINGOLE RETI MOBILI (MERCATO N. 16 FRA QUELLI IDENTIFICATI DALLA RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA N. 2003/311/CE): VALUTAZIONE AI SENSI

Dettagli

N. 05916/2009 REG.SEN. N. 01525/2009 REG.RIC.

N. 05916/2009 REG.SEN. N. 01525/2009 REG.RIC. N. 05916/2009 REG.SEN. N. 01525/2009 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA Sul

Dettagli

CIRCOLARE N. 40/E. Roma, 4 agosto 2011. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 40/E. Roma, 4 agosto 2011. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 40/E Direzione Centrale Normativa Roma, 4 agosto 2011 OGGETTO: Imposta di bollo sulle comunicazioni relative ai depositi di titoli Decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 convertito con modificazioni

Dettagli

IP109 - BAKKER ITALIA Provvedimento n. 22667

IP109 - BAKKER ITALIA Provvedimento n. 22667 IP109 - BAKKER ITALIA Provvedimento n. 22667 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 4 agosto 2011; SENTITO il Relatore Dottor Antonio Pilati; VISTO il Titolo III del

Dettagli

COMUNE DI ISPICA (Provincia di Ragusa)

COMUNE DI ISPICA (Provincia di Ragusa) COMUNE DI ISPICA (Provincia di Ragusa) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PROCEDIMENTO SANZIONATORIO DI CUI ALL ART.47 DEL D.LGS.14 MARZO 2013, N.33 IN MATERIA DI TRASPARENZA Approvato con deliberazione

Dettagli

Allegato C alla Delibera n. 711/11/CONS

Allegato C alla Delibera n. 711/11/CONS Allegato C alla Delibera n. 711/11/CONS Documento per la consultazione pubblica in materia di Nuove disposizioni in materia di carte dei servizi e qualità dei servizi di televisione a pagamento ai sensi

Dettagli

Verbale n.18 Adunanza dell 8/ settembre 2014

Verbale n.18 Adunanza dell 8/ settembre 2014 Verbale n.18 Adunanza dell 8/ settembre 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno 8 del mese di settembre, alle ore 11.00, in Torino presso la sede del Corecom, via Lascaris 10, nell apposita sala delle

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni DELIBERA N. ORDINE NEI CONFRONTI DEL COMUNE DI PAESE PER LA VIOLAZIONE DELL ARTICOLO 9 DELLA LEGGE 22 FEBBRAIO 2000, N. 28 L AUTORITÀ NELLA riunione di Consiglio

Dettagli

PS8801 - AUDI-PUBBLICITÀ LAND OF QUATTRO Provvedimento n. 24472

PS8801 - AUDI-PUBBLICITÀ LAND OF QUATTRO Provvedimento n. 24472 PS8801 - AUDI-PUBBLICITÀ LAND OF QUATTRO Provvedimento n. 24472 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 31 luglio 2013; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

Dettagli

PS9219 - ENERGY SAVER-RIDUZIONE CONSUMO ELETTRICO Provvedimento n. 25060

PS9219 - ENERGY SAVER-RIDUZIONE CONSUMO ELETTRICO Provvedimento n. 25060 68 PS9219 - ENERGY SAVER-RIDUZIONE CONSUMO ELETTRICO Provvedimento n. 25060 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 1 agosto 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore

Dettagli

Diritto & Diritti - Rivista giuridica elettronica pubblicata su internet. Provvedimento

Diritto & Diritti - Rivista giuridica elettronica pubblicata su internet. Provvedimento Giurisprudenza nazionale AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Provvedimento Adunanza del 30 Giugno 2005 Procedimento numero PI4759 nr. 14469 05, RUM QUINTERO, pubblicato sul bollettino nr.

Dettagli

Roma, 05 novembre 2008

Roma, 05 novembre 2008 RISOLUZIONE N.423/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 05 novembre 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 - Deduzioni dalla base imponibile IRAP di

Dettagli

Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione

Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione In data 25 Marzo 2008 l Agenzia delle Entrate ha divulgato la Circ. n. 25/E in merito alle modifiche apportate alla disciplina

Dettagli

Studio Carlin e Laurenti & associati

Studio Carlin e Laurenti & associati Studio Carlin e Laurenti & associati C O M M E R C I A L I S T I 45014 PORTO VIRO (Rovigo) Palazzo Europa - Via XXIV Maggio n. 3/A Tel. e Fax 0426.025.010 (6 linee r.a.) Circolare nr. 12/2008 del 31 marzo

Dettagli

Tit. 1.10.21/1455 del 19/12/2014. La Responsabile del Servizio Corecom

Tit. 1.10.21/1455 del 19/12/2014. La Responsabile del Servizio Corecom Area Definizione delle controversie DETERMINAZIONE Determinazione n. 10/2014 DEFC.2014.10 Tit. 1.10.21/1455 del 19/12/2014 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X / SKY ITALIA X La Responsabile del

Dettagli

PS10009 - POSTE ITALIANE-CASSA DEPOSITI E PRESTITI/LIBRETTO SMART Provvedimento n. 25758 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

PS10009 - POSTE ITALIANE-CASSA DEPOSITI E PRESTITI/LIBRETTO SMART Provvedimento n. 25758 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO PS10009 - POSTE ITALIANE-CASSA DEPOSITI E PRESTITI/LIBRETTO SMART Provvedimento n. 25758 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 2 dicembre 2015; SENTITO il Relatore Dottoressa

Dettagli

PS7752 - PRESTITEMPO-CONDIZIONI FINANZIAMENTO ABBONAMENTI NAPOLI CALCIO Provvedimento n. 23506

PS7752 - PRESTITEMPO-CONDIZIONI FINANZIAMENTO ABBONAMENTI NAPOLI CALCIO Provvedimento n. 23506 BOLLETTINO N. 16 DEL 7 MAGGIO 2012 37 PS7752 - PRESTITEMPO-CONDIZIONI FINANZIAMENTO ABBONAMENTI NAPOLI CALCIO Provvedimento n. 23506 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA

Dettagli