" " " 5. Spreco e rifiuti " " " "

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "" " " 5. Spreco e rifiuti " " " ""

Transcript

1 5. Spreco e rifiuti 1

2 Strade in Transizione 5.2 Introduzione I FATTI Dobbiamo gestirli bene Ogni anno l Italia produce circa 30 milioni di tonnellate di rifiuti delle quali, i rifiuti che produciamo in casa, sono solo il 9%. Ognuno di noi, a casa, produce circa mezza tonnellata di spazzatura all anno (504 Kg, l Emilia Romagna è al 1 posto con 637 Kg pro capite), di cui in media il 40% circa viene riciclato (50% nord, 33% centro 27% sud). A Monteveglio già da molto tempo facciamo una buona raccolta differenziata, quindi ben oltre il 70% dei nostri rifiuti segue percorsi che riducono l impatto sull ambiente (ma non lo annullano) e permettono il recupero di materiale che può essere riutilizzato. Comunque, la maggior parte del restante 91% della spazzatura prodotta in Italia è dovuta ai rifiuti dell industria e del commercio. Dovremmo ricordarci, tuttavia, che noi tutti contribuiamo direttamente a questa quota consumando beni e servizi, per esempio tutte ciò che compriamo. Se continuiamo a mandare spazzatura in discarica al tasso attuale, in meno di 9 anni le avremo riempite tutte. Ma la soluzione è non crearli Quindi per quali motivi dovremmo sforzarci di ridurre la quantità di rifiuti che produciamo? Risparmio di risorse: molti prodotti gettati contengono risorse che si stanno esaurendo. Usandoli più a lungo ci risparmiamo di doverne estrarre ancora di più. Risparmio di energia: fabbricare nuovi beni richiede energia: meglio usare quelli vecchi il più a lungo possibile. Riduzione del cambiamento climatico: la spazzatura che marcisce produce metano, un gas serra 34 volte più potente della CO2. Scoprite gli effetti del Dirupo di Senaca (vedi pag. 12) COMPRARE MENO Riciclare è importante, ma è ancora più importante innanzitutto provare a usare meno cose. Prima di comprare qualcosa chiedetevi sempre mi serve davvero?. Questo è uno dei modi migliori per tagliare sul serio le spese ed evitare consumi inutili.!2

3 Strade in Transizione 5.3 Cosa possiamo fare? QUINDI? CHE CI POSSIAMO FARE Facciamoli fuori Ognuna di queste azioni ti aiuterà a ridurre la quantità di rifiuti che produci. Nel tuo gruppo, discutete brevemente ciascun tema e poi decidete quali volete affrontare e quando. Registra il tuo piano d azione sulla pagina alla fine di questa sezione. Non serve? Non comprarlo! (5.4)! Riduci e riusa (5.6)! Ricicla (5.7)! Fai il compost (5.8)! Forse non avete mai pensato che siamo l unico animale che si conosce in grado di produrre rifiuti, ovvero di immettere nell ecosistema cose che nessuna altra forma di vita riesce a utilizzare, o che addirittura mettono in pericolo la sicurezza del sistema stesso. Senza pensare a scorie chimiche e atomiche, basta ragionare sulla quantità di plastica che finisce in mare, nel Pacifico c è ormai un isola immensa fatta solo di rifiuti (imm. sotto dal Corriere della Sera).!3

4 Strade in Transizione 5.4 Non serve? Non comprarlo! APPROFONDIRE La storia delle cose Vi invitiamo a guardare questo filmato disponibile su internet: La Storia delle Cose è un piccolo documentario indipendente che propone, in circa 20 minuti, una panoramica rapida e ricca di dati sui lati nascosti dei nostri modelli di produzione e consumo. Rende più chiare le connessioni tra un grande numero di questioni sociali e ambientali, e suggerisce di costruire un mondo più sostenibile e giusto. Spunti di discussione Attenzione: il filmato fa riferimento a situazioni del nord America (USA) e alcuni dati e informazioni sono discutibili (o dovrebbero essere aggiornate o differiscono dalla situazione in Italia), ma in termini generali dà il senso del funzionamento del sistema dei consumi. Dopo aver visto il filmato, discutete in gruppo le seguenti domande (ma tenete d occhio l orologio: non dedicate più di 15 minuti alla discussione): In Italia oggi la gente ha meno tempo libero rispetto al periodo feudale. Perché è così? In quali modi potremmo cambiare la nostra economia per lavorare meno e vivere di più? Come possiamo affrettare questi cambiamenti? Il fine ultimo dell economia americana è quello di creare più beni di consumo. Pensate che valga anche per L Italia? Possiamo/Dobbiamo contribuire a capovolgere questa affermazione cambiando il nostro modo di acquistare? Come possiamo fare sì che il governo si concentri su cose più importanti dei beni di consumo, siano esse la sostenibilità, la giustizia o la sanità? All età di 22 settimane, un cittadino italiano medio sarà responsabile per l emissione di tanta CO2 equivalente quanto un abitante della Tanzania genererà in tutta la sua vita. (Andrew Simms )!4

5 Strade in Transizione 5.5 Riduci e riusa RISPARMI E BENEFICI COSTO RISPARMIO IMPEGNO RISPARMIO CO2 nessuno medio basso medio Cose che potete fare subito Se qualcosa si rompe, cercate di aggiustarlo o di farlo aggiustare (cercate chi è in grado di farlo, seguite corsi per imparare. ecc) Comprate e scambiate oggetti (giocattoli, libri, vestiti ) nei mercati del riuso, a Monteveglio è attivissimo quello della parrocchia. Donate le cose che non vi servono più Usate batterie ricaricabili invece di quelle usa e getta. Il loro costo si ammortizza abbastanza in fretta. Fate circolare riviste, libri e fumetti. Chiedete come fare in biblioteca a Monteveglio dove è attivo un progetto di book-crossing. Utilizzate borracce, bicchieri e bottiglie riutilizzabili invece di bottigliette o lattine usa e getta (usate l acqua del rubinetto). Cercate di acquistare cose fatte di materiali riciclati. Preferite i prodotti alla spina evitando di utilizzare confezioni usa e getta: vale per il latte ma anche per detersivi e moltissimi altri prodotti come pasta, cereali, ecc. (stimolate i negozianti a fornire prodotti in questo modo). Scambia gli oggetti online (ci sono molti portali e gruppi) o considera l acquisto di seconda mano su ebay e altri siti simili. Porta ovunque con te borse la spesa riutilizzabili. Compra prodotti con poco o nessun imballaggio; lascialo in negozio se hai coraggio. Dubbi Ma se al supermercato vendono un ferro da stiro nuovo a meno di 20 euro, aggiustarlo mi costa di più! Più tutto il fastidio di trovare qualcuno che lo faccia, portarglielo, andarlo a prendere Come abbiamo visto nella Storia delle Cose però, 20 non possono essere il vero costo di questo elettrodomestico? Chi sta pagando al posto tuo?!5

6 Strade in Transizione 5.6 Ricicla RACCOLTA DIFFERENZIATA COSTO RISPARMIO IMPEGNO RISPARMIO CO2 nessuno basso basso medio Materie seconde Per prima cosa, quindi, dobbiamo evitare di produrre rifiuti e quello che proprio non riusciamo a eliminare, dobbiamo riciclarlo al meglio. Riciclare di risparmiare materie prime usando materie seconde, ossia recuperate dopo un uso precedente. In questo modo serve meno energia, si preservano gli habitat, e risorse e si emette meno CO2. Gli esatti benefici del riciclo dipendono dal materiale che si sta riciclando: ad esempio, riciclare l alluminio permette di risparmiare il 95% dell energia rispetto alla fabbricazione da zero, mentre riciclare il vetro fa risparmiare il 25%. Detto ciò, il vetro può essere riciclato più volte senza perdere la sua trasparenza o purezza, al contrario di altri materiali. Il riciclo fa risparmiare ogni anno all Italia da 10 a 15 milioni di tonnellate di CO2, un risparmio equivalente a eliminare 3,5 milioni di automobili. Può esserci confusione riguardo cosa riciclare e dove farlo, nella prossima pagina vi diamo alcune indicazioni su come reperire le informazioni corrette. Dubbi Sì ma tutto quello che ricicliamo non va a finire lo stesso in una discarica da qualche parte? No, ogni materiale è avviato a un apposita filiera che lo recupera per poi fornirlo a imprese in grado di servirsene. È importante però differenziare con cura e sarà più facile se scegliamo confezioni monomateriale che rendono facile lo smaltimento corretto. Sì ma non ho abbastanza spazio per differenziare tutto. Con la raccolta porta a porta questo può essere un problema, è importante abituarsi a comprimere bene plastica, e carta prima di inserirle nei sacchi. Se state riducendo i vostri rifiuti, anche lo spazio necessario dovrebbe diminuire nel tempo.!6

7 Strade in Transizione 5.7 Riciclare a Monteveglio PRENDINOTA Indicazioni utili Per tutte le informazioni di servizio sulla raccolta dei rifiuti nella nostra area potete fare riferimento al sito internet del comune di Valsamoggia e in particolare a questo indirizzo internet: indirizzo abbreviato: La gestione della raccolta differenziata a Monteveglio è affidata al momento all impresa Hera che mette a disposizione degli utenti anche Il Rifiutologo che potete trovare qui: casa_racc_diff/casa_rifiutologo/ Intanto, ecco un riassunto rapido delle indicazioni chiave: ORGANICO (contenitori marroni) sì - Avanzi di cibo, cenere di legna spenta, carta da cucina bianca, piccole quantità di erba, fiori, filtri di tè, tisane, caffè, frutta e verdura, gusci d uovo, ossa, pane raffermo, pezzetti di legno, paglia e segatura, fazzoletti, tovaglioli, salviette di carta, piatti/bicchieri/posate biodegradabili.. le bottiglie per l'acqua in materiale compostabile (e solo quelle!!!) possono essere conferite nella raccolta dell'organico, con l'accortezza di togliere il tappo, da smaltire nella plastica no - Non inserire altre tipologie di rifiuti. SFALCI E POTATURE (sacchi rossi) La raccolta di sfalci verdi o piccole potature conferite in sacchi color arancio, viene effettuata insieme a quella delle ramaglie (massimo 5 cm di diametro di taglio e 1,5-2 m di lunghezza, raccolte in fascine) Ricordiamo che tronchi e rami di grosse dimensioni devono essere smaltiti presso il Centro di Raccolta (ex Stazione Ecologica) CARTA (sacchi/contenitori azzurri) sì - Carta da pacco, cartone ondulato, contenitori per bevande in tetrapak (acqua, latte, succhi di frutta...), fotocopie (senza parte adesive, metallo, plastica), fustini di cartone, giornali, libri vecchi, quaderni, riviste, sacchetti di carta, scatole per alimenti. no - Piatti di carta, carta chimica o plastificata, carta oleata o sporca di colla o altre sostanze, nylon, cellophane. PLASTICA (sacchi/contenitori gialli) sì - Bottiglie, buste, sacchi e sacchetti, contenitori per alimenti, contenitori di prodotti igiene e pulizia (PET, PVC, PE), cassette in plastica per prodotti ortofrutticoli, reti per frutta e verdura, confezioni per alimenti, vaschette portauova, barattoli e vaschette alimentari, flaconi detersivi e saponi, prodotti per pulizia casa e persona, nylon, polistirolo, cellophane... no - Oggetti in plastica che non sono imballaggi, giocattoli, grucce appendiabiti, tappetini, spugne e stracci, posate di plastica, arredi ed elettrodomestici in plastica, contenitori in plastica etichettati per materiali pericolosi, tossici, infiammabili o corrosivi.. INDIFFERENZIATO (sacchi/contenitori grigi) sì - Assorbenti igienici, batuffoli e bastoncini di cotone, carta plastificata/cerata, carta oleata, carta carbone, carta per affettati, calze, cassette audio e video e custodie, compact disc e custodie, cocci di vaso/ceramica/porcellana, giocattoli non elettronici, gomma e gommapiuma, guanti di!7

8 Strade in Transizione 5.7 Riciclare a Monteveglio PRENDINOTA gomma, lampade ad incandescenza, lumini con cera, nastro adesivo, pannolini, penne/pennarelli e posate di plastica, polvere, sigarette, spugne, stracci non più riciclabili, tubetti di dentifricio e tutto ciò che non può essere differenziato. no - Tutte le tipologie di rifiuto recuperabili e che possono essere raccolte porta a porta, nelle campane del vetro o nella Stazione Ecologica. È inoltre possibile smaltire pannolini, pannoloni, traverse igieniche e indifferenziato in genere in un apposita area presso il Centro di Raccolta, durante l orario di apertura. VETRO E LATTINE (campane verdi) sì - Barattoli, scatolette in metallo, bicchieri di vetro, bottiglie per acqua, bibite e detersivi, cristallo, lattine (marchiate ACC e AL). no - Oggetti in ceramica e porcellana (piatti, tazzine, ecc.), lampadine, lampade fluorescenti (es. neon), oggetti di vetro che non possono essere inseriti nelle campane perché troppo voluminosi e che quindi devono essere portati alla Stazione Ecologica Attrezzata o, a seconda dei casi (es. specchiera), ritirati attraverso il servizio gratuito a domicilio per i rifiuti ingombranti. come i contenitori sporchi devono essere sciacquati prima di essere introdotti nelle campane; in questo modo si migliora il processo di recupero. È stata potenziata la raccolta di vetro e lattine attraverso le campane verdi collocate sulla sede stradale. ABITI USATI (sacchi bianchi) Al mercatino del riuso o con modalità porta a porta, nei sacchi bianchi, nei giorni da calendario FARMACI SCADUTI: Possono essere conferiti nell apposito contenitore posizionato nelle farmacie. PILE: ii contenitori si trovano presso esercizi commerciali convenzionati. INGOMBRANTI: È attivo il servizio di ritiro gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti (materassi, mobili, ecc.). È sufficiente una telefonata al numero verde (da cellulare , numero a pagamento) lunedì - venerdì 8-18, sabato I materiali vanno depositati nel giorno e all ora concordati in prossimità della propria abitazione su area pubblica accessibile ad autocarro con braccio caricatore. Si possono consegnare fino a un massimo di 3 pezzi per utente e per appuntamento. RIFIUTI PSEUDO EDILI I rifiuti pseudo edili (lana di vetro, lana di roccia, carta catramata, guaina bituminosa, vetroresina e cartongesso ESCLUSO AMIANTO) vengono raccolti su prenotazione al servizio clienti Hera, , l'ultimo lunedì di ogni mese. Quantità massima 3 metri cubi per utenza. OLI ALIMENTARI ESAUSTI Possono essere raccolti in qualunque contenitore o utilizzando l'apposita tanichetta da 5 litri dotata di imbuto e filtro e conferiti nei raccogli-olio collocati: - a Monteveglio in viale Collodi (retro Piazza Libertà) - a Stiore presso il centro sociale - direttamente al centro di raccolta di Monteveglio Forse non sapevate che La gestione dei rifiuti assorbe una considerevole fetta del bilancio di ogni comune, denaro che viene sottratto ad altri servizi.!8

9 Strade in Transizione 5.8 Fai il compost VANTAGGI COSTO RISPARMIO IMPEGNO RISPARMIO CO2 nessuno basso basso basso Una mossa vincente Quando buttiamo via il cibo nel rifiuto indifferenziato, sprechiamo soldi e creiamo gas nelle discariche. Se coltivate qualcosa, potrete presto e con poca fatica, arricchire il terreno del vostro giardino (o dei vostri vasi) con ottimo compost autoprodotto, un alternativa a impatto zero rispetto ai sacchi di terriccio che potete acquistare al supermercato. Il compost aiuta a rendere il tuo giardino, o il tuo davanzale, ben concimato e rigoglioso. Aumenta infatti il livello di nutrienti presenti nel suolo, riduce l erosione e migliora la sua capacità del terreno di trattenere l acqua. Puoi fare il compost anche in appartamento, basta un terrazzo o un luogo in cui poter riporre il contenitore o una lombrichiera (i lombrichi sono veri a propri operai ecologici). Non disturbiamo le torbiere Se proprio devi comprare del terriccio, evita quello a base di torba: oggi le torbiere e la loro fauna sono minacciate a causa dell estrazione di torba per fare compost da giardino. Libellule, farfalle e uccelli dipendono dalla torba per la loro sopravvivenza e i giardinieri possono scegliere delle alternative. Nel mondo, le torbiere coprono circa il 3% della superficie terrestre, tuttavia la quantità di carbonio immagazzinata in esse è enorme, equivalente al doppio di quella di tutte le foreste del mondo messe insieme. La torba si forma molto lentamente, perciò quando si estrae la torba per il compost da giardino, ci vogliono 1000 anni per ogni metro [cubo] estratto. Praticare il compostaggio non è difficile e riduce molto il trasporto dei rifiuti umidi ai centri di compostaggio (che viene effettuato con mezzi a gasolio). Al contrario, facendo il compost, tanta preziosa materia organica rimane ad arricchire il territorio. Non è facile compostare gli sfalci e le ramaglie, serve tempo e spazio, ma si potrebbe pensare a una compostiera di comunità per risolvere anche questo problema con una soluzione locale.!9

10 Strade in Transizione 5.9 Compost, istruzioni per l uso COME FARE Comincia così Puoi fare il tradizionale cumulo del compost oppure usare un contenitore con dei lombrichi. Oggi ci sono molti contenitori in commercio per produrre il compost, anche se compostiere del tutto soddisfacenti possono essere costruite da legno di recupero, bidoni, mattoni, sasso o con reti metalliche. Consigli per realizzare un cumulo del compost sono facilmente reperibili su internet. A Monteveglio la compostiera da giardino ti viene fornita gratuitamente, basta farne domanda in municipio, allo sportello del cittadino. Cosa mettere nel compost! Bucce e scarti di frutta e verdura Bustine di tè e fondi di caffè Gusci d uovo sbriciolati Sfalci d erba, foglie Carta e cartoncino sottile a pezzetti Capelli e peli di animali Cosa non compostare! Escrementi di cani o gatti contengono microorganismi pericolosi che non vengono uccisi dal processo di compostaggio Carne, uova (attraggono vermi e mosche fanno cattivo odore) Latticini (attraggono vermi e mosche fanno cattivo odore) Pannolini usa e getta (anche se biodegradabili) Carta patinata (a causa dei prodotti chimici usati nella stampa) Oggetti duri come i noccioli della frutta Piatti, bicchieri e plastiche biodegradabili (hanno bisogno per disgregarsi di condizioni tipiche da compostiera industriale, a casa è difficile che si producano) Lombricompost: è un contenitore che ospita una colonia di un tipo particolare di lombrichi. I lombrichi possono essere tenuti in casa (gestendoli attentamente, serve tempo e voglia) oppure all esterno e sono ideali per le case senza giardino, dato che producono solo una piccola quantità di compost e un liquido che è un concime concentrato.!10

11 Strade in Transizione 5.10 Il mio piano d azione sui rifiuti LE AZIONI Le azioni suggerite Non serve? Non comprarlo! (5.4)! Riduci e riusa (5.6)! Ricicla (5.7)! Fai il compost (5.8) Quali altre idee ha il nostro gruppo che non rientrano in quelle viste sopra? Aggiungiamole sotto se pensiamo siano importanti.. Azioni Fatto Quando lo farò Note IN GRUPPO Come possiamo aiutarci a vicenda? Facciamo una lista delle azioni da fare in gruppo qui sotto!11

12 Strade in Transizione 5.11 Un nuovo concetto sistemico RIFLESSIONI Il dirupo di Seneca Concetto chiave LA PRODUZIONE DI RIFIUTI TENDE A PROSCIUGARE LE RISORSE DEL SISTEMA CHE LI PRODUCE PORTANDOLO AL COLLASSO.! Si tratta di un concetto recentissimo elaborato da uno scienziato italiano, il Proff. Ugo Bardi. Trae la sua origine da un osservazione che già il filosofo Seneca (proprio da lui il nome) aveva riportato in una lettera all amico Lucillius: Sarebbe una consolazione per la nostra debolezza e per i nostri beni se tutto andasse in rovina con la stessa lentezza con cui si produce e, invece, l'incremento è graduale, la rovina precipitosa. Lucio Anneo Seneca, Lettera a Lucilius, n. 91 L idea che le civiltà, le ricchezze, le fortune umane si costruiscano con lentezza e progressione, ma spesso vengano distrutte in modo repentino, ci accompagna da lungo tempo. Solo recentemente, però, la scienza dei sistemi ha prodotto un modello che ci aiuta a capire meglio perché questo accade. Quello che scopriamo è che un grande ruolo lo gioca la produzione di rifiuti. I rifiuti non possono infatti essere semplicemente ignorati. Ogni sistema deve trovare il modo di gestirli e questo richiede energia e risorse, quando queste energie diventano eccessive il sistema tende al rapido collasso. Se pensiamo per esempio al mondo industrializzato che abbiamo creato nel corso degli ultimi 200 anni, è facile capire che questo tipo di sviluppo è stato accompagnato da una immensa produzione di rifiuti di ogni tipo. L uso dei combustibili fossili ha prodotto l immissione in atmosfera di immense quantità di CO2 ogni anno. Durante questo percorso le aree industrializzate del mondo si sono estese lentamente e progressivamente, ma nel frattempo le conseguenze dell emissione di tanto gas con effetto serra hanno cominciato a farsi sentire. Già oggi si calcolano i costi che il sistema sostiene per far fronte ai cambiamenti climatici, ma nei prossimi anni saranno sempre più intensi e assorbiranno sempre più risorse. Ecco che anche considerando questo solo elemento ci troviamo a fronteggiare un Dirupo di Seneca. Ogni volta che si immagina un percorso o un azione è sempre bene farsi le domande sto producendo rifiuti?, quali?, in che quantità?!12

13 Strade in Transizione 5.12 I costi dei rifiuti invisibili RIFLESSIONI A rischio la civiltà umana Quando si parla di cose così enormi, è molto facile decidere di guardare altrove e non pensarci. Lo abbiamo fatto negli ultimi 50 anni sperando di cavarcela in qualche modo, immaginando che avremmo avuto tecnologie abbastanza potenti da mettere rimedio ad ogni nostro errore. Oggi però, l ultimo studio dell IPCC sugli effetti delle nostre emissioni sul clima (AR5), lancia un allarme che non è più possibile ignorare. Ci sono una manciata di anni per cambiare strada in modo drastico e poi non si potrà fare più nulla. Dopo quella soglia l unica possibilità sarebbe disporre di una tecnologia in grado di togliere CO2 dall atmosfera terrestre e stivarla in qualche luogo sicuro sotto terra. Ma una tecnologia simile non esiste al momento e non è detto che sarà mai sviluppata o disponibile in tempo utile. I cambiamenti climatici sono un effetto prodotto da un rifiuto invisibile, il biossido di carbonio che si produce nei processi di combustione. In pochi anni abbiamo restituito all atmosfera del pianeta il carbonio che le piante avevano sottratto in cicli di milioni di anni in epoche lontanissime. Un rifiuto invisibile che ci sta già costando carissimo in termini economici e che rischia di mettere in discussione il proseguire della civiltà umana sulla terra. Non più di 2 C Nel tentativo di garantire uno spazio di sicurezza per l umanità sul pianeta, la comunità internazionale ha individuato in 2 C di aumento di temperatura media il limite da non superare. Oggi quasi tutti i climatologi convengono che è molto probabile che andremo oltre questa soglia, e se continuasse l attuale inerzia decisionale anche molto oltre. Lo stesso IPCC ha nel suo ultimo rapporto modelli che portano a un aumento di 4 entro fine del secolo. Sì ma io che ci posso fare? L azione locale è una delle possibili risposte a questi problemi e ha il grande vantaggio di essere contagiosa. Diamo il giusto rilievo, la giusta priorità a questo tema nelle nostre vite e in pochi anni potremmo trovarci in un mondo molto diverso e con prospettive molto più rosee. Con questi primi 3 incontri di Strade in Transizione dovreste cominciare ad avere un idea su come fare.!13

14 Strade in Transizione Annotazioni!14

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie Dividere i rifiuti A TIPOLOGIA RIFIUTO abiti accendino accumulatori acidi alcool denaturato alcool etilico alluminio contenitori alluminio oggetti di grandi dimensioni amianto ampolle anticrittogamici

Dettagli

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como www.apricaspa.it www.comune.como.it COMUNE DI COMO 1 2 Indice Insieme verso il 6 5% di raccolta differenziata pag. 4 Perché fare la raccolta

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

Trekking di più giorni

Trekking di più giorni SEZIONE DI MORTARA Trekking di più giorni Cosa portare nello zaino Escursioni di più giorni Per i trekking il discorso peso diventa ancora più importante delle escursioni di un giorno o due. Portare sulle

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... VetReRiA CARtieRA CoMPoStAggio Regione del Veneto Presidente Giancarlo Galan Assessore alle Politiche dell Ambiente Giancarlo Conta Segretario

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 OGGETTO Abbigliamento Abiti Accendini Accumulatori Acetone Acquaragia Adesivi chimici Agende di carta e/o cartoncino Albero di Natale vivo Alimentatori

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Realizzato in PET riciclato La natura ci guida Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Insieme per l ambiente. La nuova vita della plastica Questo supporto è stato realizzato con materiale riciclato:

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE BUONE AZIONI PER RISPARMIARE A cura del Servizio Socio Assistenziale della Comunità Alta Valsugana e Bersntol in collaborazione con i dipendenti delle Casse Rurali di Pergine Valsugana, Caldonazzo, Levico

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino La città di Leonia rifà se stessa tutti i giorni: ogni mattina la popolazione si risveglia tra lenzuola fresche, si lava con saponette appena sgusciate dall'involucro, indossa vestaglie nuove fiammanti,

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente

più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente guida al compostaggio più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente Ho in testa una gran bella idea: Brescia più bella, più sana, più pulita. Un obiettivo possibile, adottando semplicemente

Dettagli

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ ROBOT RASAERBA GARDENA R40Li OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ In completo relax! LASCIATE CHE LAVORI AL VOSTRO POSTO Il 98 % di chi ha comprato il Robot Rasaerba GARDENA lo raccomanderebbe.* Non dovrete più

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA La Direttiva 2008/98/CE introduce una importante distinzione

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

scienza come gioco lampadine bruciate

scienza come gioco lampadine bruciate IS science centre immaginario scientifico Laboratorio dell'immaginario Scientifico - Trieste tel. 040224424 - fax 040224439 - e-mail: lis@lis.trieste.it - www.immaginarioscientifico.it indice Accendiamo

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti il mondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti Lo Sviluppo Sostenibile è quello sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Negli UFFICI. 28 settembre 2010

Negli UFFICI. 28 settembre 2010 Negli UFFICI Come si fa 28 settembre 2010 Dai suggerimenti ai benefici Alcuni sono di facile attuazione, altri sono complessi o/e onerosi economicamente. Ovviamente non è necessario adottarli tutti e subito

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Uno spettroscopio fatto in casa

Uno spettroscopio fatto in casa Uno spettroscopio fatto in casa Angela Turricchia Laboratorio per la Didattica Aula Planetario Comune di Bologna, Włochy Ariel Majcher Centro di fisica teorica, PAS Varsava, Polonia Uno spettroscopio fatto

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Esperienze con l elettricità e il magnetismo

Esperienze con l elettricità e il magnetismo Esperienze con l elettricità e il magnetismo Laboratorio di scienze Le esperienze di questo laboratorio ti permettono di acquisire maggiore familiarità con l elettricità e il magnetismo e di sperimentare

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Brochure La verità sull inchiostro

Brochure La verità sull inchiostro Brochure La verità sull inchiostro Sommario Fai clic sui collegamenti per vederne i paragrafi 1 mito: Le cartucce non originali HP sono affidabili tanto quanto le cartucce originali HP. 2 mito: La resa

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

DAI POLIMERI SINTETICI ALLE PLASTICHE BIODEGRADABILI

DAI POLIMERI SINTETICI ALLE PLASTICHE BIODEGRADABILI IT- Settore Tecnologico - B. FOCACCIA Salerno Piano dell Offerta Formativa 2011/2012 Presentazione del Progetto: DAI POLIMERI SINTETICI ALLE PLASTICHE BIODEGRADABILI Referente Prof. Anna Maria Madaio Cosa

Dettagli

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI Visto che il 20% di un numero è uguale a frazionario per calcolare le percentuali. 20 100 n allora possiamo utilizzare il calcolo DATI n= numero intero p= frazione (percentuale) r= numeratore (tasso di

Dettagli

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve ZHUJIANG BEER Al Rawdatain. Al Rawdatain in breve SETTORE ACQUA & CSD Al-Rawdatain Al-Rawdatain Water Bottling Co. Safat, Kuwait >> cartonatrice SMI WP 300 >> fardellatrice SMI SK 350 T >> manigliatrice

Dettagli

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI ALLEGATO 10 ELENCO DELLE LAVORAZIONI O TRASFORMAZIONI ALLE QUALI DEVONO ESSERE SOTTO- POSTI I MATERIALI NON ORIGINARI AFFINCHÉ IL PRODOTTO FINITO POSSA AVERE IL CARATTERE DI PRODOTTO ORIGINARIO Materie

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t BOCCALE 4 STAGIONI Senza capsula 41,5 cl Quattro stagioni bottiglia 20 CL bottiglia 40 CL SAGITTA VINO BIANCO Calice 44 cl SWING Bottiglia 25 cl Bottiglia 50 cl OFFICINA 1825 Bicchiere 30 cl ROCKBAR Bicchiere

Dettagli

CAPANNORI VERSO RIFIUTI ZERO AL 2020 MARZO 2011. Comune di Capannori 1

CAPANNORI VERSO RIFIUTI ZERO AL 2020 MARZO 2011. Comune di Capannori 1 CAPANNORI VERSO RIFIUTI ZERO AL 2020 MARZO 2011 Comune di Capannori 1 INTRODUZIONE GENERALE Capannori, 46.000 abitanti in Provincia di Lucca, è stato il primo Comune in Italia ad aver aderito alla Strategia

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI

COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI 1. STORIA DELL ALLUMINIO 2. COME SI PRODUCE 3. CICLO DELL ALLUMINIO 4. ALLUMINIO INTORNO A NOI 5. LO SAPEVI CHE? UN PROGETTO DI STORIA DELL ALLUMINIO LE ORIGINI DELL ALLUMINIO

Dettagli

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione Logistica di Amazon Guida rapida alla creazione della spedizione Come inviare le spedizioni Logistica di Amazon ad Amazon in modo efficiente e senza intoppi Agenda 1 2 3 4 5 6 7 Creazione di una spedizione

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI via Belenzani, 18 I 38122 Trento tel. 0461 884935 I fax 0461 884940 servizio_ambiente@comune.trento.it Orario di apertura al pubblico: da lun. a ven. 8. 30-12 LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO:

Dettagli

OLIO EXTRA VERGINE D OLIVA D.O.P. UMBRIA prodotto da Monini S.P.A. CFP EXTERNAL COMMUNICATION REPORT in conformità alla ISO/TS 14067:13

OLIO EXTRA VERGINE D OLIVA D.O.P. UMBRIA prodotto da Monini S.P.A. CFP EXTERNAL COMMUNICATION REPORT in conformità alla ISO/TS 14067:13 MONINI S.p.A. S.S 3 Flaminia Km. 129-06049 Spoleto (PG) Tel. 0743.2326.1 (r.a.) Partita IVA 02625300542- Cap.Soc. EURO 6.000.000,00 I.V. www.monini.com e-mail: info@monini.com Posta Certificata: monini@legalmail.it

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO

PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO REGIONE UMBRIA PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI: PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO 1 INDICE 1. Introduzione: importanza

Dettagli

.3Modulo 3 di 4 Come è successo Le cause

.3Modulo 3 di 4 Come è successo Le cause .3Modulo 3 di 4 Come è successo Le cause Progetto RACES Kit didattico sul cambiamento climatico http://www.liferaces.eu/a_scuola 3Le cause e le origini del cambiamento climatico Il cambiamento climatico

Dettagli