FIAT 850 spider: conquistò l america. la little ferrari che

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FIAT 850 spider: conquistò l america. la little ferrari che"

Transcript

1 FIAT 850 spider: la little ferrari che conquistò l america di Marco Chiari Con questo soprannome la piccola spider della Fiat fece breccia nel cuore degli americani che ne decretarono il grande successo commerciale alla fine degli anni 60. Fece da apripista sul mercato statunitense ad altre scoperte della casa torinese. Oggi è l auto ideale per chi, muovendo i primi passi nel mondo delle auto d epoca, vuole distinguersi senza spendere una follia. C arpe diem, ovvero cogli l attimo : forse il grande Nuccio Bertone fece tesoro di questo antico proverbio quando nel 1964 propose ai vertici Fiat di realizzare una versione scoperta della 850 di cui la casa del Lingotto stava approntando un modello sportivo, la coupè: infatti, in pieno boom economico, cominciavano ad esservi automobilisti desiderosi di distinguersi dalla miriade di 600 che aveva motorizzato il paese e che non erano piu disposti ad accontentarsi di una versione elaborata con una livrea bicolore e qualche fregio cromato, ferma restando l esigenza di vetture con costi contenuti; inoltre Bertone sapeva che, nel giro di poco tempo, l Alfa Romeo avrebbe iniziato a produrre direttamente la nuova Giulia coupè e che questo avrebbe automaticamente comportato la fine della produzione della Giulietta Sprint che il carrozziere torinese assemblava per conto della casa del Biscione: per evitare la crisi che nel giro di pochi anni avrebbe spazzato via molti gloriosi marchi di carrozzerie, era necessario acquisire una commessa con numeri importanti che consentissero di sfruttare le capacità produttive dell azienda: la 850 spider avrebbe potuto essere la soluzione ideale perche

2 quattro ruote storiche aveva tutti gli ingredienti per il successo: una meccanica semplice e collaudata, un assistenza capillare, un prezzo di acquisto abbordabile ma soprattutto costi di gestione da utilitaria sotto le spoglie di una linea da vera sportiva che, negli Stati Uniti, frutterà alla spiderina il simpatico appellativo di little Ferrari. Il carrozziere di Grugliasco, però, non ebbe vita facile nell ottenere dai piani alti della Fiat una risposta positiva: infatti la dirigenza della Casa, sebbene convinta della bontà del progetto, sciorinò richieste ben difficili da soddisfare: ad esempio la necessità di realizzare la vettura in modo che questa potesse essere esposta al Salone di Ginevra nel marzo 1965: vale a dire che Bertone aveva a disposizione soltanto pochi mesi per raggiungere l obiettivo, un traguardo quasi impossibile da centrare: tutto era da creare: progetto, industrializzazione, organizzazione delle linee produttive; grazie alla grande flessibilità della sua struttura e ad una squadra di collaboratori di prim ordine (un nome per tutti: Giorgio Giugiaro, autore del disegno della carrozzeria) Bertone rispettò alla perfezione la tempistica, così la spider debuttò al salone elvetico a fianco della coupè, il cui disegno fu realizzato dal centro stile Fiat diretto da Mario e Felice Boano. Il risultato ottenuto lasciò tutti a bocca aperta: la linea era moderna, grintosa ed elegante: il frontale ricalcava gli stilemi sperimentati sulla concept car Testudo realizzata due anni prima su base Chevrolet Corvair, con un muso aerodinamico caratterizzato dai fari carenati a filo della carrozzeria: il segreto stava nell avere posizionato la ruota di scorta in modo orizzontale, vincendo le resistenze della Fiat che l avrebbe preferita verticale sia per presunti motivi di sicurezza che per avere una maggiore somiglianza con la coupè che, in effetti, adottò quest ultima soluzione; peraltro, la scelta fatta con la spider si rivelò vincente in quanto consentì di abbassare il baricentro e migliorare la guidabilità, moderando la tendenza al sovrasterzo e la sensibilità al vento laterale che costituivano il tallone d Achille delle tuttodietro; la fiancata presentava linee tese e leggermente spigolose anticipando le tendenze che si sarebbero diffuse 5

3 alla fine degli anni 60 ed affermate nel decennio successivo; le portiere erano prive di montanti e caratterizzate dall apertura tramite un pulsantino quadrato corredato da una svasatura cromata sulla battuta; la nervatura che percorreva tutto il laterale unita all assenza di profili cromati dava origine ad un insieme armonioso e pulito; infine la coda tronca, caratterizzata da una finta griglia in alluminio satinato fra i due gruppi ottici, denotava una forte personalità sottolineata dai paraurti in due pezzi. Sul frontale e sul cofano posteriore era stato rispolverato il vecchio logo Fiat circolare su sfondo rosso circondato da una corona dorata che da allora caratterizzerà le versioni sportive della casa torinese per un paio di decenni. Dunque una linea originale e moderna che però suscitò anche qualche perplessità: era considerata troppo leziosa per una vettura di derivazione utilitaria e troppo innovativa rispetto alle concorrenti; gli interni, completamente differenti dalla vettura di origine, pur lasciando trasparire in qualche particolare le origini poco nobili, non davano assolutamente la sensazione di trovarsi a bordo di un auto di piccola cilindrata: un elegante cruscotto realizzato in finto legno, una strumentazione ricca al punto da fare invidia ad alcune auto di oggi (completa di contakm parziale, contagiri, manometro olio e reostato illuminazione), ventilatore, tergicristallo a velocità regolabile, accendisigari, cassetto portaoggetti munito di serratura, insomma una dotazione di tutto rispetto per l epoca e per una vettura che non arrivava al litro di cilindrata. Il prezzo al momento del lancio ( ) differiva di sole Lire da quello della coupè, rispettando così un altro dei vincoli imposti dalla Fiat in fase di progettazione. Accessibilità non eccezionale, discreta abitabilità, assetto di guida sportivo e spazio sufficiente per i bagagli (al vano anteriore si aggiunge lo spazio dietro ai sedili quando la capote è chiusa) completano il quadro di una vettura complessivamente riuscita. Ma forse la trovata più geniale, che distingue l 850 dalla maggioranza delle altre spider dell epoca, è la capote a scomparsa: infatti Bertone aveva realizzato un piccolo capolavoro installando fra il cofano motore e l abitacolo uno sportello incernierato posteriormente sotto al quale il mantice della capote spariva come per magia. Era inoltre possibile ottenere su richiesta un hard top metallico che non ne snaturava la linea, anzi la ingentiliva ulteriormente trasformandola in quella di un elegante coupè a due posti. La meccanica derivava ovviamente da quella della

4 quattro ruote storiche 850 berlina ma le modifiche tese a migliorare le prestazioni non mancarono: la potenza fu elevata a 49 CV, fu aumentato il rapporto di compressione e infine furono adottati collettori di scarico sdoppiati e un carburatore Weber a doppio corpo: fu inoltre modificata la testata nei passaggi dell acqua per migliorare il raffreddamento in vista di un uso più sportivo. La vettura venne inoltre dotata di freni anteriori a disco che, sebbene senza servofreno, risultarono efficaci e docili da azionare (si ricordi che fra il target di clientela non mancava il pubblico femminile). Il cambio sincronizzato e lo sterzo leggero rendevano la guida comoda mentre per quanto riguarda il confort i problemi non venivano dalle sospensioni, rigide quanto basta, ma dalla scarsa insonorizzazione. L aspetto più critico della spider era costituito dalla scarsa tenuta

5 8 all acqua: le infiltrazioni erano abbondanti e non solo attraverso la capote; la situazione migliorava sugli esemplari dotati di hard top ma restava il problema del ristagno di umidità negli scatolati e nei pannelli porta che favoriva l insorgere della ruggine. Con una velocità massima di oltre 145 km/h ed un consumo di circa 6,5 litri per 100 km si può dire che fu perfettamente centrato l obiettivo di una vettura con prestazioni sportive e consumi da utilitaria: buona l accelerazione da fermo mentre per avere un buona ripresa alle medie velocità era necessario ricorrere al cambio. Le basi per un modello di successo dunque c erano ma la proverbiale e coriacea cautela di casa Fiat si manifestò anche in questo frangente: a fronte di una potenzialità produttiva di 30 unità al giorno garantita dal nuovissimo impianto di Grugliasco, la dirigenza preferì impostare la produzione sul venduto limitandola ad una decina di esemplari al giorno: una scelta commercialmente suicida che fece schizzare alle stelle i tempi di consegna, ma che soprattutto metteva in difficoltà la Bertone a causa del sottoutilizzo della sua capacità di produzione. Fu quindi giocata la carta della serie speciale, commercializzata con il proprio marchio da un gruppo di concessionari Bertone (all infuori dalla rete Fiat) per cercare di piazzare un maggior numero di esemplari e fare girare a pieno ritmo la catena di montaggio: nacque così la CL, Convertibile Lusso, caratterizzata da finiture più accurate, allestimenti interni più completi, colori speciali, profili d alluminio ai passaruota e un

6 quattro ruote storiche nuovo logo specifico fra i fari posteriori. Questa versione, però, non risolse appieno il problema per cui bisognava trovare nuovi sbocchi alle spiderine: e qui ancora una volta si vide il genio di Nuccio Bertone che iniziò una nuova battaglia per smuovere i vertici Fiat dal loro immobilismo e convincerli ad esportare la vettura negli Stati Uniti: egli era infatti convinto che il mercato americano avrebbe accolto ottimamente una spider di piccola cilindrata di provenienza europea ma si trovò di fronte alla titubanza del management che era restio ad organizzare l aspetto logistico (ricambi, rete vendita) per una vettura ritenuta di nicchia; inoltre le normative antinquinamento d oltreoceano già allora erano particolarmente restrittive e, di conseguenza, si sarebbero resi necessari onerosi interventi sulla meccanica; d altro canto il designer spingeva in quanto preoccupato per le sorti della sua azienda che si trovava nella necessità di dover ottimizzare la produzione per garantirsi un futuro tranquillo: alla fine ancora una volta la spuntò Bertone e i fatti gli daranno ragione: delle spider prodotte oltre varcarono l oceano e inoltre il modello spianò la via ad altre vetture Fiat: inizialmente le 850 berlina e coupè, ma successivamente, grazie a questa operazione altre vetture avranno un successo memorabile: citiamo la 124 spider, ribattezzata Spideramerica che verrà esportata negli USA fino a metà degli anni 80 e la X1/9, realizzata dallo stesso Bertone dal 1972 al Dato che le leggi anti pollution chiudevano un occhio sulle cilindrate inferiori a 819 cc, il problema fu risolto riducendo la cilindrata da 843 a 817 cc: chiaramente le prestazioni vennero un po mortificate; ( curiosamente un provvedimento analogo verrà adottato successivamente per le versioni marchiate Seat e destinate al mercato spagnolo per motivi fiscali); fu inoltre apportata qualche variante alla carrozzeria per adeguarla alle norme USA: rostri, luci di ingombro laterali e fanaleria modificata. Non mancavano infine colori speciali che sul mercato italiano si vedranno solo alcuni anni dopo e limitatamente ad alcune versioni. Sarà necessario attendere il 1968 per vedere un nuovo modello, la 850 sport spider, oggi comunemente chiamata seconda serie : questa versione, ormai in piena ascesa, sarà la più venduta e sancirà il successo internazionale della due posti torinese. Una delle motivazioni che diede semaforo verde alla seconda serie senza le ormai note titubanze fu che la Casa era ormai conscia delle buone potenzialità del mercato americano il quale, però, richiedeva ulteriori aggiornamenti: con la nuova legge che imponeva le parabole dei fari di tipo sealed beam gli escamotages trovati da Bertone per omologare i fari carenati della prima serie non avevano più speranza; inoltre le autorità californiane preannunciarono un ulteriore giro di

7 10 L Abarth elaborò alcune spider che furono ribattezzate OT 1000, con cilindrata portata a 982 cc, 60 cv di potenza e una velocità massima di 160 km/h; inoltre fu realizzata in pochi esemplari una versione a tetto rigido chiamata 1000 OTR che, con i suoi 74 cv, raggiungeva i 175 km/ ora, una vera bomba che fu penalizzata commercialmente da un prezzo proibitivo (costava , come una Giulia). vite alle normative antinquinamento imponendo sistemi che potremmo definire gli antesignani degli odierni catalizzatori e questo costringeva a ripensare qualcosa anche in termini di meccanica per non avere prestazioni eccessivamente modeste. Peraltro anche la clientela europea non avrebbe disdegnato un incremento delle prestazioni. Ecco allora debuttare la seconda serie, caratterizzata da un frontale contraddistinto da fari verticali e luci di direzione sotto al paraurti; nel posteriore un pannello lamierato in tinta con la carrozzeria e riportante il nuovo logo Fiat a rombi prese il posto della finta griglia satinata; i paraurti furono dotati di rostri e anche gli allestimenti interni furono rivisti e migliorati, con l adozione, fra l altro, di una vaschetta portaoggetti davanti alla leva del cambio e di alette parasole, assenti sulla prima serie; la grafica della strumentazione fu modernizzata e il volante nero con razze cromate, che provocava fastidiosi riflessi a vettura aperta, fu sostituito da uno in finto legno con razze brunite. Maggiori furono le modifiche apportate sotto pelle: cilindrata elevata a 903 cc (questo propulsore sopravviverà fino ai nostri giorni motorizzando 127, Panda, Uno ma anche Seat Marbella e Ibiza e alcune versioni della mitica A112), potenza di 52 cv, alternatore al posto della dinamo, modifiche a valvole e carburazione, coppa dell olio in alluminio con alettature in stile Abarth e altre modifiche di minore entità che portarono la simpatica vettura ad una velocità massima di oltre 150 km/h; per la versione America furono proposti allestimenti interni specifici con cruscotto in alluminio spazzolato, spie supplementari, hazard, cinture di sicurezza, sedili con poggiatesta integrato, luci laterali, fari modificati e paraurti con tubolari di rinforzo, colori speciali (anche metallizzati); la cilindrata ridotta fu mantenuta fino al 1970 dopodichè, a seguito di alcune modifiche, il motore 903 risultò in regola con le normative sulle emissioni. Raggiunta la piena maturità, la produzione filava a gonfie vele ma Bertone, visto il successo ottenuto in precedenza con le CL, propose la Racer, caratterizzata da un allestimento più sportivo, migliori finiture e strumentazione supplementare in tre diverse declinazioni: convertibile (di fatto

8 quattro ruote storiche una Sport Spider meglio rifinita), Berlinetta (caratterizzata da tetto rigido in vinile non asportabile,) e Team, (a tetto rigido con allestimenti interni sportivi, fari supplementari e evidenti velleità corsaiole); la Berlinetta, di cui si innamorò Franklin Delano Roosevelt Jr, figlio dell ex presidente degli USA e locale importatore della Fiat, andò a incrementare il numero di 850 circolanti negli States, riscuotendo consensi anche nelle zone in cui la Spider non era proponibile per motivi climatici. Gli esemplari per l Europa prodotti negli ultimi due anni avevano allestimenti interni assimilati a quelli delle versioni USA mentre all esterno erano riconoscibili per i colori precedentemente non disponibili e per le barre tubolari di rinforzo ai paraurti. Nel 1972 la 850 spider doveva ufficialmente uscire di produzione passando il testimone alla più moderna e performante X1/9: tuttavia, la richiesta proveniente dal mercato americano costrinse a mantenere la spiderina in produzione fino al maggio 1973, quando uscì dalla catena di montaggio l ultimo esemplare, il n Per completare il quadro ricordiamo che l Abarth elaborò alcune spider che furono ribattezzate OT 1000, con cilindrata portata a 982 cc, 60 cv di potenza e una velocità massima di 160 km/ h; inoltre fu realizzata in pochi esemplari una versione a tetto rigido chiamata 1000 OTR che, con i suoi 74 cv, raggiungeva i 175 km/ora, una vera bomba che fu penalizzata commercialmente da un prezzo proibitivo (costava , come una Giulia). Le 850 spider hanno avuto anche qualche momento di gloria a livello sportivo, sia nelle gare in salita che imperversavano alla fine degli anni 60, sia in qualche rally pur senza raggiungere punte di eccellenza; negli Stati Uniti, invece, esemplari elaborati con componenti Abarth ed alleggeriti nella carrozzeria hanno spopolato sui circuiti in cui si correva la formula SCCA. Negli anni successivi, soprattutto nel nostro paese, per questa simpatica vettura è iniziato un periodo di declino e di oblio: snobbata dai concessionari, spesso e volentieri finiva la propria carriera nei piazzali dei demolitori; la meccanica veniva cannibalizzata quasi subito in quanto molti pezzi di meccanica erano compatibili con la 127 mentre le carrozzerie, già malconcie per la scarsa protezione antiruggine, erano destinate a scomparire definitivamente. 11

9

10 quattro ruote storiche

11 Dovettero passare parecchi anni prima che ci fosse una riscoperta che, nel frattempo, si era già verificata all estero, soprattutto in Germania, Austria e Olanda, e quando ciò avvenne buona parte degli esemplari circolanti in Italia (soprattutto quelli della prima serie) erano ormai spariti. Anche per questo motivo, oggi la Fiat 850 spider è una vettura molto interessante dal punto di vista collezionistico: è abbastanza rara, e questo è un pregio, perché consente di distinguersi e di ben figurare anche al fianco di vetture più prestigiose; la sua linea riscuote ancora oggi consenso e simpatia, inoltre ha una meccanica semplice, affidabile e con una discreta disponibilità di ricambi. Da qualche anno a questa parte le quotazioni sono in forte ascesa e sul mercato si trovano esemplari a quotazioni nettamente superiori a quelle riportate sulle riviste specializzate: questo perché la domanda è superiore rispetto all offerta per cui per una seconda serie in buono stato si parte dai 7000 euro; per una prima serie in pari condizioni occorre aggiungere almeno altri 1000 euro, così come per le CL e le Racer (non consideriamo la Team in quanto rarissima e quindi con prezzi notevolmente superiori). Per un esemplare perfetto le richieste possono arrivare anche a euro, quindi tutto lascia pensare che la spiderina possa rivelarsi a medio-lungo termine anche un discreto investimento. Chi valuta l acquisto di questa piacevole vettura deve prestare molta attenzione ai punti deboli che, se sottovalutati, comporterebbero un costo di

12 quattro ruote storiche restauro superiore al valore di mercato: occorre quindi controllare con cura il pianale, soggetto a corrosione, e tutti i lamierati in genere, specialmente nelle posizioni più nascoste; verificare che il sottoscocca non sia privo della struttura a X che garantisce la rigidità del telaio; preferire sempre esemplari completi di tutti i particolari in quanto alcuni componenti di carrozzeria o degli interni sono quasi introvabili, altri sono costosissimi (un esempio: i fari anteriori della prima serie sono gli stessi della Lamborghini Miura); la situazione peggiora ulteriormente con i componenti specifici delle serie speciali; infine come in tutte le spider, attenzione alla capote che non deve presentare tagli e abrasioni e che il telaio della stessa sia completo di ganci, centine e leveraggi; a livello meccanico, oltre alle verifiche di rito, concentrare i controlli sulla guarnizione della testata (in quanto le tuttodietro sono soggette a surriscaldamento) e sull efficienza dell impianto di raffreddamento in generale. Infine è da considerare normale un assetto leggermente più basso della parte posteriore per via del peso del propulsore a sbalzo.

13 fiat 850 spider (1ª serie) fiat 850 sport SPIDER (2ª serie) 16 MOTORE: Tipo 100 GC. 000 Sistemazione posteriore Numero cilindri e disposizione 4 in linea Cilindrata cc. 843 Alesaggio x corsa mm. 65 x 63,5 Rapporto di compressione 9,3:1 Potenza max 47 CV DIN a 6200 giri/min. Coppia max 6,1 mkg. DIN a 3600 giri/min. Distribuzione valvole in testa Accensione spinterogeno Ratfreddamento acqua, pompa, termostato (cir: 7,5 I.) Alimentazione pompa, carburatore d. c. Weber 30 DIC 1 (serbatoio: 30 litri) Lubrificazione forzata (coppa: 3,3 Chili) TRASMISSIONE: Tipo semiassi oscillanti Frizione monodisco Cambio 4 marce + RM (tutte sincronizzate) Comando a leva centrale Riduzione finale coppia conica ipoide (Rapp. 8/39) SOSPENSIONI: Anteriore ruote indipendenti, bracci trasversali superiori, balestra trasversale inferiore, arnmortizzatori telescopici, barra stabilizzatrice trasversale Posteriore ruote indipendenti, bracci trasversali molloni elicoidali, ammortizzatori telescopici, barra stabilizzatrice trasversale RUOTE: Disco Pneumatici 5,50-13 FRENI: A pedale idraulico sulle quattro ruote, anteriori a disco A mano meccanico sulle ruote posteriori STERZO: Vite e settore elicoidale Diametro di sterzata m 9,60. IMPIANTO ELETTRICO: Tensione 12 V - Dinamo: 230W - Batteria 48 Ah STRUTTURA: Carrozzeria autoportante MOTORE: Tipo 100 GBC. 000 Sistemazione posteriore Numero cilindri e disposizione 4 in linea Cilindrata cc. 903 Alesaggio x corsa mm. 65 x 68 Rapporto di compressione 9,5:1 Potenza max 52 DIN CV a 6500 giri/min. Coppia max 6,6 mkg. DIN a 4000 giri/min. Distribuzione valvole in testa Accensione spinterogeno Ratfreddamento acqua, pompa, termostato (circuito. 7,5 litri) Alimentazione pompa, carburatore d. c. Weber 30 DIC 2 poi 30 DIC 11 (serbatoio: 30 litri) Lubrificazione forzata (coppa: 3,6 Chili) TRASMISSIONE: Tipo semiassi oscillanti Frizione monodisco Cambio 4 marce + RM (tutte sincronizzate) Comando a leva centrale Riduzione finale coppia conica ipoide (Rapp. 8/39) SOSPENSIONI: Anteriore ruote indipendenti, bracci trasversali superiori, balestra trasversale inferiore, ammortizzatori telescopici, barra stabilizzatrice trasversale Posteriore ruote indipendenti, bracci trasversali, mollorie elicoidale, ammortizzatori telescopici, barra stabilizzatrice trasversale RUOTE: Disco Pneumatici o FRENI: A pedale idraulico sulle quattro ruote, anteriori a disco A mano meccanico sulle ruote posteriori STERZO: Vite e settore elicoidale Diametro di sterzata m 9,60. IMPIANTO ELETTRICO: Tensione 12 V - Alternatore 770 W - Batteria 48 Ah STRUTTURA: Carrozzeria autoportante DIMENSIONI: Passo m. 2,027 Carreggiate Ant. m. 1,158; post. m. 1,212 Lunghezza m. 3,608 Larghezza m. 1,500 Altezze massima m ; minima da terra cm 13,5 PESI: A vuoto kg. 720 A pieno carico kg DIMENSIONI: Passo m. 2,027 Carreggiate Ant. m. 1,170; post. m. 1,222 Lunghezza m. 3,652 Larghezza m. 1,500 Altezze massima m ; minima da terra cm 12,5 PESI: A vuoto kg. 745 A pieno carico kg. 1065

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI LUGLIO 2012 LISTINO PREZZI Volt CHIAVI IN MANO CON IVA MESSA SU STRADA PREZZO DI LISTINO CON IVA PREZZO LISTINO (IVA ESCLUSA) 44.350 ALLESTIMENTI 1.400,00 42.950,00 35.495,87 SPECIFICHE

Dettagli

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY E l anima sportiva di SEAT, l icona del marchio, la massima espressione dei valori del brand: design accattivante, tecnologia all avanguardia

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

un concentrato di tecnologia all avanguardia

un concentrato di tecnologia all avanguardia un concentrato di tecnologia all avanguardia VIP Class L emozione viaggia su due livelli. Nel 1967 NEOPLAN ideò la gamma degli autobus turistici a due piani che ha aperto la strada ad una storia di successo

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata.

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata. SERIE JX 72-95 CV Ambiente di lavoro sicuro e produttivo. Sedile di guida confortevole. Tecnologia funzionale sotto tutti i punti di vista. Disponibili nella versione con o senza cabina, questi trattori

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I

EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I A S T R A EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I Opel. Idee brillanti, auto migliori. MODELLI/MOTORIZZAZIONI Club/Njoy Elegance Sport 3/5 porte - SW 5 porte - SW 3 porte - SW 1.2 benzina 1.4 benzina* 1.6 TWINPORT

Dettagli

GRAND CHEROKEE 2014 PER EUROPA

GRAND CHEROKEE 2014 PER EUROPA GRAND CHEROKEE 2014 PER EUROPA A C C E S S O R I O R I G I N A L I 1 PERSONALIZATION CERCHIO IN LEGA 20 BICOLORE Coprimozzo con logo Jeep. Compatibile con tutti i modelli ad eccezione della versione SRT.

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"?

Seggiolini auto: dov è il vantaggio per le famiglie? Ufficio stampa del TCS Vernier Tel +41 58 827 27 16 Fax +41 58 827 51 24 www.pressetcs.ch Comunicato stampa Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"? Emmen, 15 novembre 2012. Il test del TCS

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

Accendi le luci. Ora anche di giorno.

Accendi le luci. Ora anche di giorno. Accendi le luci. Ora anche di giorno. Più luce, maggiore sicurezza. I veicoli che circolano con le luci anabbaglianti o di marcia diurna accese vengono riconosciuti prima, riducendo così notevolmente il

Dettagli

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37 13/01/2015 19:02:37 20.400,00 INFORMAZIONI PANORAMICA Affrontare le lunghe distanze nel massimo comfort è ciò che la Trophy sa fare meglio. A questa caratteristica si aggiunge la sua sorprendente capacità

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Dalla fondazione agli anni 70

Dalla fondazione agli anni 70 Dalla fondazione agli anni 70 1947 Tipo A Piccoli inizi Oggi si stenta a credere che il semplice ed essenziale Modello A sia l antenato dell intera, supertecnologica gamma Honda. Questo trabiccolo 2 tempi

Dettagli

TIP-ON BLUMOTION. Due funzioni combinate in modo affascinante. www.blum.com

TIP-ON BLUMOTION. Due funzioni combinate in modo affascinante. www.blum.com TIP-ON BLUMOTION Due funzioni combinate in modo affascinante www.blum.com Tecnologia innovativa TIP-ON BLUMOTION unisce i vantaggi del supporto per l apertura meccanico TIP-ON con il collaudato ammortizzatore

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA AT SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA 1 SISTEMA AT. L ULTIMO ORIZZONTE DELLA SICUREZZA. La sicurezza di sentirsi a casa. La sicurezza di ritrovare i propri spazi lasciandosi

Dettagli

Dumper-Nonstop Wacker Neuson Dumper con cabina 3001 6001 9001 10001+

Dumper-Nonstop Wacker Neuson Dumper con cabina 3001 6001 9001 10001+ Dumperonstop Wacker euson Dumper con cabina A ribaltamento rotante DAT TE 10010 kg 3000 kg 6000 kg 9000 kg Peso proprio 2410/2550 kg 4120/4240 kg apacità cassone a raso 1500/1300 l 2400/2400 l 38 4000

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Titolo: SALTO NEL FUTURO

Titolo: SALTO NEL FUTURO Titolo: SALTO NEL FUTURO Nota: questo testo fa seguito alla conferenza organizzata dal RFI sul tema Innovazione Ritmo, tenutasi il 15 marzo 2008 presso il Museo dell Automobile Bonfanti-Vimar di Romano

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

stile carattere Ama il suo nuovo Dice di avere un piccolo gran Uno stile insolente

stile carattere Ama il suo nuovo Dice di avere un piccolo gran Uno stile insolente LA NUOVA www.ligier.it Ama il suo nuovo stile Uno stile insolente Con una personalita incredibile, compatta, moderna, agile ed irresistibile, la nuova IXO fara strage. Il dettaglio della CALANDRA in nero

Dettagli

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com TIP-ON per TANDEMBOX Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia www.blum.com 2 Apertura facile basta un leggero tocco Nel moderno design del mobile, i frontali

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2.

NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2. NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2.5 TONNELLATE MASSIMIZZARE I PROFITTI SCELTA TRA 13 DIVERSI MODELLI MODELLO

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

Guida alle situazioni di emergenza

Guida alle situazioni di emergenza Guida alle situazioni di emergenza 2047 DAF Trucks N.V., Eindhoven, Paesi Bassi. Nell interesse di un continuo sviluppo dei propri prodotti, DAF si riserva il diritto di modificarne le specifiche o l

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW INIEZIONE ACCENSIONE WEBER MARELLI I.A.W. Prima, seconda, terza versione con distributore alta tensione Iniezione elettronica digitale con unica centralina che controlla iniezione e accensione, il comando

Dettagli

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO 1. Un auto lanciata alla velocità di 108 Km/h inizia a frenare. Supposto che durante la frenata il moto sia uniformemente ritardato con decelerazione

Dettagli

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni PANORAMICA Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni Flessibilità, regolazione su richiesta ed efficienza energetica con i sistemi di climatizzazione ad acqua per interni di Swegon www.swegon.com

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

Collettori solari termici

Collettori solari termici Collettori solari termici 1 VELUX Collettori solari. Quello che cerchi. massima durabilità, facile installazione Estetica e integrazione A fferenza degli altri collettori solari termici presenti sul mercato,

Dettagli

Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket

Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket AMC chassis NOVITÀ Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket Telaio ribassato AL-KO amctecnologia ed accessori originali La tecnologia innovativaper la massima sicurezza di guida L esperienza di oltre

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

1350 CC 1350 CX 1370 CX 1770 CX. Proprio quello che serve per stalla e cortile. Piccoli, ma molto potenti.

1350 CC 1350 CX 1370 CX 1770 CX. Proprio quello che serve per stalla e cortile. Piccoli, ma molto potenti. 350 370 770 CC CX CX CX Proprio quello che serve per stalla e cortile. Piccoli, ma molto potenti. La natura delle cose. COMPAGNI DI VIAGGIO. Insieme nella vita di tutti i giorni. Insieme nel dividere le

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

NOVO CULT L innovazione nel segno della tradizione

NOVO CULT L innovazione nel segno della tradizione NOVO CULT L innovazione nel segno della tradizione L innovazione nel segno della tradizione 30 anni da quando, nel 1981, Irsap presentava per la prima volta in Italia il radiatore diventato poi il simbolo

Dettagli

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.01 A - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO... 30R0032/0... 02-99... IT... MANTELLATURA

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

per un fai da te di alta qualità

per un fai da te di alta qualità per un fai da te di alta qualità container su misura e programmati 4 anni insieme senza pensieri La garanzia copre tutto il territorio italiano. qualità tedesca 360 affidabilità Sistema di imballaggio

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 mi lascio l autobus alle spalle Performance Line Dare tutto. Per ricevere ancora di più. puntuale all appuntamento 45 km/h

Dettagli

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw Serie BRIO Approfittate dei vantaggi BALMA Fin dal 1950, BALMA offre il giusto mix di flessibilità ed esperienza per il mercato industriale, professionale e hobbistico

Dettagli

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso PRESS info P09X02IT / Per-Erik Nordström 15 ottobre 2009 Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso Il nuovo Scania Opticruise per autobus completamente

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

NE FLUSS 20 EL PN CE

NE FLUSS 20 EL PN CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 A - CE 0063 AQ 2150 MANTELLATURA 7 3 1 102 52 101 99-97 83 84-64 63 90 139 93 98 4 5

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta Apertura agevole al tocco Apertura affidabile senza maniglia Nel moderno design del mobile, i frontali senza maniglia svolgono un ruolo sempre più importante. Con il supporto per l apertura meccanico di

Dettagli

THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... www.fast-concept.com

THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... www.fast-concept.com THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... SINTESI DELLA RIVOLUZIONARIA TECNOLOGIA DI RIDLEY Basta il suono della parola velocità (FAST), perché il battito del vostro

Dettagli

IL NUOVO NX HYBRID PROVATE

IL NUOVO NX HYBRID PROVATE IL NUOVO NX HYBRID IL NUOVO NX HYBRID PRESENTAZIONE NEL REALIZZARE IL NUOVO NX HYBRID, ABBIAMO PENSATO DI CREARE UN CROSSOVER DISTINTIVO, CAPACE DI COINVOLGERE DA SUBITO IL GUIDATORE. Takeaki Kato, Ingegnere

Dettagli

Radio Caterina Remake

Radio Caterina Remake Radio Caterina Remake Come dice il titolo trattasi di una ricostruzione della radio clandestina, forse la più famosa, costruita nei campi di concentramento nazisti, durante la seconda guerra mondiale,dai

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45

CUT 20 P CUT 30 P GFAC_CUT 20P_30P_Brochure.indd 1 17.9.2009 9:29:45 CUT 20 P CUT 30 P UNA SOLUZIONE COMPLETA PRONTA ALL USO 2 Sommario Highlights Struttura meccanica Sistema filo Generatore e Tecnologia Unità di comando GF AgieCharmilles 4 6 8 12 16 18 CUT 20 P CUT 30

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C.

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO

Dettagli

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE.

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola portoghese in cotto AA IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola di punta nella gamma Imerys-copertura, la sua onda molto pronunciata offre un compromesso ideale per i clienti alla ricerca

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica Personalizza la tua presenza con PARTNER UFFICIAE StandBandiere EspositoriSTRISCIONI DG Idea S.r.l. Via Vercelli, 35/A 13030 Caresanablot (VC) A soli 50 metri da VercelliFiere Tel. e Fax 0161-232945 Tappeti

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente.

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente. Handöl 26 Magnifici focolari Handöl 26T e Handöl 26K sono le prime stufe di grandi dimensioni della serie Handöl 20. Un magnifico focolare di produzione svedese per tutti coloro che sono alla ricerca di

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli