',..J Y" REGOLAMENTO AZlENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \ ] T,'\S INFORMATICO VERITAS SpA 3 UTILIZZO DI PC PORTATILI, PALMARI, TABLET E AFFINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "',..J Y" REGOLAMENTO AZlENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \ ] T,'\S INFORMATICO VERITAS SpA 3 UTILIZZO DI PC PORTATILI, PALMARI, TABLET E AFFINI"

Transcript

1 V R TAS Conforme alia norma UNI EN ISO 9001:2008 Conforme alia norma UNI EN ISO 14001:2004 Conforme al Modello previsto dal D.Lgs 231/01 Conforme al D.Lgs 196/03

2

3 Rev. 02 de Pagina 2 di 11 I ',..J Y" REGOLAMENTO AZlENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \ ] T,'\S INFORMATICO VERITAS SpA INDICE 2 PREMESSA 1 UTILIZZO DEL PERSONAL COMPUTER 2 MANUTENZIONE DEL PERSONAL COMPUTER 3 UTILIZZO DI PC PORTATILI, PALMARI, TABLET E AFFINI 4 UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA 5 UTILIZZO DELLA RETE INTERNET E DEI RELATIVI SERVIZI 6 UTILIZZI CONSENTITI 7 TRACCIABILITA' DEI DATI 8 PROTEZIONE ANTIVIRUS 9 UTILIZZO DELLE DOTAZIONI TELEFONICHE 10 DUAL RAM 11 RISERVATEZZA DEI DATI 12 NON OSSERVANZA DELLA NORMATIVA AZIENDALE 13 APPLICABILITA' A SOGGETTI DIVERSI DAI DIPENDENTI 14 ENTRATA INVIGORE 15 ALLEGATO AL REGOLAMENTO INFORMATICO ALLEGATO AL REGOLAMENTO INFORMATICO 11 AGGIORNAMENTO DEL Preparazione Verifica Approvazione Contenzioso del lavoro, contrattu il tica, e procedure di Laur ciplinari iorato Sistemi'lnformativi Direzio n is/orjse tur a ne Direzione Amministrazione, Finanza e Pianificazione e Ma, s' Controllo iuano Hiche <l c/tz

4 Rev. 02 de Pagina 3 di 11,,.'.,.../,4 REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \ l q_)\s INFORMATICO VERITAS SpA PREMESSA La progressiva diffusione delle tecnologie informatiche, ed in particolare it libero accesso alia rete internet dai personal computer aziendali, espone Veritas S.p.A. - e le Societ& del Gruppo che utilizzano in service i sistemi informativi della controllante - a rischi di carattere patrimoniale ed a responsabilit& penali con ricadute negative in termini di sicurezza e di immagine dell'azienda stessa. Fermo restando che I'utilizzo delle risorse informatiche e telematiche aziendali deve ispirarsi ai principi di diligenza, correttezza e buona fede (principi questi che sono comunque sottesi al rapporto di lavoro), Veritas S.p.A. ha adottato un Regolamento interno diretto a prevenire, ancorch ad evitare, che comportamenti anche inconsapevoli, possano minacciare e/o compromettere la sicurezza nel trattamento dei dati ovvero che comportamenti scorretti distolgano le risorse aziendali dall'uso cui le stesse sono deputate.. It presente Regolamento si propone quindi di sintetizzare modalit e finalit di utilizzo del sistema informativo aziendale, disciplinando le condizioni per il corretto utilizzo degli strumenti informatici, telematici e telefonici da parte dei dipendenti di Veritas S.p.a e degli altri soggetti che vengono espressamente a ci6 autorizzati. 1 UTILIZZO DEL PERSONAL COMPUTER a) II personal computer affidato al dipendente uno strumento di lavoro il cui utilizzo a fini personali 6 vietato se non in determinate fasce orarie e/o comunque nei limiti di compatibilit cosi come specificati nel successivo art. 6). Ogni utilizzo non inerente I'attivit& lavorativa, che superi i limiti di cui al successivo punto 6) pu6 contribuire ad innescare disservizi, costi di manutenzione e, soprattutto, compromettere la sicurezza dei dati detenuti a vario titolo da Veritas oltrech6 integrare fattispecie di illecito penale. b) I dipendenti cui sono assegnati personal computer sono direttamente responsabili della Ioro custodia e utilizzo. I dipendenti sono tenuti a comunicare tempestivamente all'ufficio Sistemi informativi eventuali furti, e/o danneggiarnenti, anche di lieve entit&, di tall strumenti, nonche eventuali anomalie di funzionamento che possano pregiudicare il normale esercizio dell'attivit lavorativa. c) I dipendenti, nell'utilizzo degli strumenti informatici assegnati, devono evitare comportamenti che possono anche solo potenzialmente recare danno alle strumentazioni ed alle banche dati. d) Ogni dipendente che utilizza un personal computer pienamente responsabile di tutte le azioni che compie sulla fete aziendale. Le azioni eseguite sui server aziendali (accesso a cartelle di rete condivise o database) sono gestite dall'amministratore di Sistema coerentemente con i permessi di accesso concessi all'utente (lettura, scrittura, cancellazione e recupero dei dati limitatamente ad un periodo non superiore ai 7 giorni). Qualora venissero effettuate ed individuate indebite azioni di creazione, cancellazione o modifica dei dati, ramministratore di Sistema dovra inoltrare apposita segnalazione alia Direzione Risorse Umane e Organizzazione e al Responsabile dell' Ufficio Sistemi Informativi utilizzando il modello RU04 (link al modello) per ogni provvedimento conseguente. e) Non e consentito installare autonomamente programmi e/o applicazioni come plugins, codec, programmi freeware/shareware etc., provenienti dall'esterno salvo previa autorizzazione espressa dell'amministratore di Sistema, in quanto sussiste il grave pericolo di portare virus inforrnatici e di alterare la stabilit& delle applicazioni dell'elaboratore. Per Io stesso motivo non e consentito cambiare le configurazioni hardware e software impostate dall'amministratore di Sistema e salvare files non aventi attinenza con la propria attivit& lavorativa che per dimensione e/o contenuto

5 .../4 REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA ' ll,itas INFORMATICO VERITAS SpA siano palesemente in contrasto con la funzione chela dotazione informatica assegnata b chiamata a svolgere, fatto salvo quanto previsto dall'arl 6 ) che segue. f) Non b consentito I'uso di programmi diversi da quelri distribuiti ed installati ufficialmente dall'amministratore di Sistema. L'inosservanza di questa disposizione pub comportare, oltreche il risch]o di danneggiamenti del sistema per incompatibilit& con il software esistente, gravi responsabilit& anche penali, a cadco di Veritas S.p.A. in case di violazione della normativa posta a tutela dei diritti d'autore (si vedano il D.Lgs , n. 518 "attuazione della direttiva 91/250/CEE relativa alia tutela giuridica dei programmi per elaboratore" e la L , n. 248 "nuove norme di tutela del diritto di autore") che impone la presenza nel sistema di software regolarmente licenziato o comunque libero e quindi non protetto da diritto d'autore. g) Non b consentito al dipendente modificare le caratteristiche impostate sul proprio PC, salvo espressa autorizzazione deil'amministratore di Sistema. h) II personal computer deve essere spento al termine dell'orario di lavoro prima di lasciare gli uffici. In case di assenze prorungate (compresa la sosta pranzo) il pc dovr& essere spento ovvero disconnesso, in maniera tale che al primo accesso il sistema chieda I'inserimento di Iogin e password dell'assegnatario. i) Non b consentita I'installazione sul proprio PC di nessun dispositivo di memorizzazione, cemunicazione o altro (ad esempie masterizzatori, modem, etc.) se non con I'autorizzazione espressa dell'amministratore di Sistema. j) E' dovere del djpendente che si assenta dal servizio rendere possibile I'accesso ai files residenti nel PC da parte del responsabile dell'ufficio di appartenenza o da altro dipendente da quest'ultimo I'attivit& dell'ufficio. individuato, qualora sia ritenuto un elemento utile per k) Tutte le informazioni contenute per PC sono da considerarsi documentazione di lavoro di propriet e stretta disponibilit& di Veritas S.p.A. nel rispetto della normativa sui diritti d'autore, sui brevetti, sul segreto professionale che i dipendentj siano tenuti a rispettare. I) I files memorizzati nel PC o altre unit di memorizzazione collegate dovranno essere esclusivamente di pertinenza delle mansioni o comunque derle attivit in generale riconducibili alia prestazione lavorativa del singolo dipendente. E' vietato utilizzare le directory di memoria per salvare files non direttamente riferibili alle mansioni comandate se non nei limiti di cui al successive art.6). m) E' vietato stampare files personali utilizzando le stampanti/fotocopiatrici multifunzione aziendali se non nei IJmiti di cui al successive art. 6). L'attivit che superer& i limiti indicati dall'azienda sat& considerata use indebito delle strumentazioni di lavoro. n) E' vietato fotocopiare documenti personali utilizzando le stampanti/fotocopiatrici multifunzione aziendali, se non nei limiti di cui al successive art. 6).Anche tale attivit sar& considerata use indebito delle strumentazioni di lavoro o) La distrazione ovvero I'utilizzo improprio del PC assegnato dar luogo alle procedure disciplinari previste dall'art. 7 Statute dei lavoratori e dal vigente Codice Disciplinare. p) In case Veritas S.p.A. ravvisi I'utilizzo improprio del PC, assegnato - a fini di tutela del patrimonio aziendale o comunque nell'ambito della correttezza delle relazioni intercorrenti tra datore di lavoro e dipendenti dar& preventive avviso generalizzato o circoscritto a dipendenti afferenti I'Area oil Settore in cui e state rilevato il comportamento anomalo, con I'invito ad attenersi scrupolosamente ai compiti assegnati e alle istruzioni impartite, contrariamente, in case di reiteraziene - potr& previa comunicazione al trasgressore, prelevare il PC ovvero eseguire tutti i controlli ritenuti necessari presso la postazione interessata, compresa la copia dei dati, programmi, files immagazzinati nella memoria interna del PC. Di dette attivit& dovr essere data informazione alia Direzione Risorse Umane e Organizzazione per ogni procedura e/o procedimento inerente. q) I dati raccolti con le modalit& sopra indicate, saranno conservati dal datore di lavoro per il periodo strettamente necessario alia definizione, eventualmente anche in sede contenziosa, di ogni procedura e/o procedimento inerente. AI termine saranno

6 Rev. 02 de Pagina 5 di 11.../A f" REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \ TAS INFORMATICO VERITAS SpA cancellati e/o restituiti al trasgressore nel rispetto della vigente normativa sulla protezione dei dati. 2 MANUTENZIONE DEL PERSONAL COMPUTER a) Se, nelrambito dell'attivit manutentiva, anche in telediagnosi, verr& riscontrato I'utilizzo di programmi, files, etc. non previsti e/o non afferenti I'attivit& lavorativa o comunque eccedenti i limiti di compatibilit& di cui al successivo art.6), II Responsabile dell'ufficio Sistemi Informativi dovr inoltrare apposita segnalazione alia Direzione Risorse Umane e Organizzazione per ogni procedura e/o procedimento inerente. 3 UTILIZZO DI PC PORTATILI, PALMARI, TABLET E AFFINI a) II dipendente e responsabile del PC portatile assegnatoli dall'ufficio Sistemi informativi e deve custodirlo con diligenza sia durante gli spostamenti che nell'utilizzo nel luogo di lavoro. b) Ai PC portatili si applicano le regole relative ai PC di postazione fissa, con particolare riferimento all'utilizzo di programmi/files non autorizzati o comunque non inerenti I'attivit& ]avorativa del dipendente assegnatario ed al lore uso indebito. c) I PC portatili utilizzati in occasione di eventi/attivit esterne (convegni, visite in azienda, etc.), in caso di allontanamento temporaneo dell'assegnatario, dovranno essere custoditi in luogo protetto. d) II dipendente assegnatario che, venendo meno al dovere di diligenza nella custedia,, causi il danneggiamento o smarrimento delle dotazioni informatiche affidate, risponder l personalmente del danno patrimoniale arrecato. 4 UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA a) La casella di posta elettronica assegnata dall'azienda al dipendente 6 uno strumento di lavoro il cui utilizzo per fini personali non 6 consentito se non nei limiti di cui a] successivo art. 6). I dipendenti assegnatari delle caselle di posta elettronica sono responsabili del corretto utilizzo delle stesse. b) Le caselle dj posta elettronica azjendale ovvero vanno utilizzate eminentemente per I'invio di messaggi attinenti il rapporto di lavoro. Ne 6 vietato I'utilizzo per la partecipazione a dibattiti, forum, chat o mail-list, salvo diversa esplicita autorizzazione dall'amministratore del Sistema. Per la trasmissione di files attinenti rattivit lavorativa 6 possibile utilizzare la posta elettronica, prestando attenzione alia dimensione degli allegati. La casella di posta deve essere mantenuta in ordine, cancellando documenti inutili e allegati ingombranti. c) E' obbligatorio controllare i file attachements di posta elettronica prima del Ioro utilizzo (non eseguire download di files eseguibili o documenti di siti Web o Ftp non conosciuti). d) E' vietato inviare catene telematiche. Non si devono in alcun caso attivare gli allegati ai messaggi in questione. e) La casella di posta elettronica, in quanto avente le caratteristiche di cui alia precedente lett. a), non e da intendersi come corrispondenza pdvata del singolo dipendente ma esclusivamente quale corrispondenza e documentazione di lavoro di stretta pertinenza aziendale. Qualora I'Amministratore di Sistema nell'espletamento delle proprie funzioni individui comportamenti anomali potenzialmente pericolosi per i sistemi informativi aziendali, il datore di lavoro potr& inviare un avviso generalizzato o circoscritto a dipendenti afferenti I'area oil settore in cui stata rilevato il comportamento anomalo con I'invito ad attenersi scrupolosamente ai compiti assegnati e alle istruzioni impartite, contrariamente il datore di lavoro potr& effettuare controlli sulla singola casella di posta

7 Rev. 02 de Pagina 6 di 11 I,I /, 1/ REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \ ]_'[_IrFAS INFORMATICO VERITAS SpA f) g) elettronica, anche tramite propri incaricati, con identificazione del mittente, del destinatario e dell'oggetto di ogni mail. E' vietato I'invio di messaggi di posta elettronica interna ad un numero indistinto di utenti (tutti gli utenti o liste di distribuzione), salvo i casi di comprovata necessit& organizzativa che andranno appositamente e preventivamente autorizzati. I dipendenti sono responsabili del contenuto delle proprie comunicazioni e della riservatezza dei dati ivi contenuti, la cui impropria colpevole diffusione potrebbe integrare I'illecito di violazione del segreto d'ufficio o della normativa in materia di tutela dei dati personali. 5 UTILIZZO DELLA RETE INTERNET E DEI RELATIVI SERVIZI a) II PC abilitato alia navigazione in Internet costituisce uno strumento aziendale necessario allo svolgimento dell'attivita lavorativa ed if suo utilizzo per fini personali o comunque non attinenti alle mansioni svolte vietato. E' proibita la navigazione in Internet per motivi diversi da quelli legati alia prestazione lavorativa del dipendente assegnatario del PC abilitato se non nei limiti di cui al successivo art. 6). b) E' fatto dmeto all'utente Io scanco di software anche se gratuito (freeware) e shareware prelevato da siti intemet, se non espressamente autorizzato dall'amministratore di Sistema. c) E' vietata I'effettuazione di ogni genere di transazione finanziada se non nei limiti di cui al successivo art. 6), ivi comprese le operazioni di remote banking, acquisti on line e simili, salvo i casi direttamente autorizzati dal Dirigente della Direzione di competenza e con il rispetto delle normali procedure di acquisto. d) Non e consentita ogni ali'attivit& lavorativa. forma di registrazione a siti i cui contenuti non siano legati e) E' vietata la partecipazione a forum non professionali, social network, gaming on fine, I'utilizzo di chat line, di bacheche elettroniche e le registrazioni in guest books anche utilizzando pseudonimi (nickname). f) E' vietato ['accesso a siti a pagamento, salvo per necessit& esclusivamente aziendali. g) I1 dipendente non e in ogni caso autorizzato a produrre ed a pubblicare siti web personali mediante la rete aziendale. h) L'utilizzo di Internet ammesso ed autorizzato solo attraverso la rete di trasmissione dati aziendale. i) FAmministratore di Sistema provveder a monte, tramite apposite procedure, ad impedire I'accesso ai siti internet di consultazione comune, ai social network (facebook o similari), etc. L'indebito utilizzo del servizio internet da parte del dipendente abilitato comportera I'avvio di ogni procedura e/o procedimento inerente. 6 UTILIZZI CONSENTITI Nel convenire che internet e posta elettronica fanno ormai parte della vita quotidiana e che sempre pit servizi vengono gestiti con la modalit on-line, Veritas S.p.A. riconosce la possibilit& ai destinatari del presente Regolamento di utilizzare le dotazioni aziendali assegnate, anche per fini personali, purch nel rispetto delle prescrizioni sotto indicate: a) le connessioni ad internet di carattere non strettamente lavorativo dovranno avvenire fuori orario di lavoro e quindi durante la pausa pranzo ovvero dopo la fine del servizio; b) per quei lavoratori che hanno robbligo di una sola timbratura al giorno ci si riferisce, c) per la determinazione delrorario di lavoro, a quello comunque consigliato; sono consentite le connessioni per consultazioni varie, la possibilit& di effettuare transazioni bancarie nonch6 di stampare documenti e/o atti purche in misura ragionevole e non indiscriminata e sempre nei limiti di cui al punto a);

8 Rev. 02 de Pagina 7 dj 11 4 g'j' l/ REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA V ' R,{TAS INFORMATICO VERITAS SpA d) I'utilizzo della posta elettronica aziendale consentito semprech6 il numero di mail inviate a titolo personale risulti essere di modesta entit rispetto a quelle gestite a livello lavorativo. Tutte le attivit sopra indicate dovranno ispirarsi ai principi di buena fede contrattuale, non dovranno superare la soglia della ragienevolezza n6 procurare danni alle dotazioni aziendali. L'utilizzatore risponder di eventuali danni arrecati o di un use ingiustificatamente esteso delle citate attivit&. 7 TRACCIABILITA' DEI DATI a) Veritas, anche in esecuzione delle prescrizioni di cui al Provvedimento Garante per la Protezione dei Dati Personali del ed s.m.i. 6 dotata di appositi programmi di tracciabilit e conservazione dei dati e delle operazioni che vengono eseguite dagii Amministratori di Sistema, nominati con lettera di incarico a firma del Titolare del Trattamente, come indicate nel D.P.S. vigente, (nel presente regolamento definiti "Amministratore di Sistema") su tutti i server/pc, collegati alia rete aziendale. Le operazioni compiute da tutti gli utenti (dipendenti/collaberatori, etc.), memorizzate dal sistema operative, vengono conservate per le finalit di cui alle disposizioni normative in materia e al fine di essere rese disponibili a fronte di richieste da parte dell'autorit& Giudiziaria. Unicamente agli Amministratori di Sistema 6 consentito effettuare operazioni sui dati memorizzati. b) La tracciabilit "avvisa" nel case vengano salvati programmi e/o files non autorizzati sui server di Veritas S.p.A. c) Considerata I'importanza strategica dei server stessi, che costituiscono la banca dati della Societ& e quindi il patrimonio imprescindibile per il corretto svolgimento delle attivit aziendali che deve essere adeguatamente preservato, I'Amministratore di Sistema 6 autofizzato ad intervenire immediatamente al verificarsi di dette anomalie. d) Le operazioni difformi compiute dall'utente in seguito individuato, saranno eggetto di segnalazione alia Direzione Risorse Umane e Organizzazione per i conseguenti procedimenti disciplinari. e) Le operazioni collegate all'utilizzo della casella di posta elettronica aziendale vengono altresi menitorate tramite apposite log, nel rispetto delle disposizioni di legge in matefia. La tracciabilit& riguarda selamente i dati identificativi del mittente, destinatado, data e era di spedizione/ficezione de[ messaggio e oggetto della missiva,. f) Operazioni di tracciabilit& dei dati vengone eseguite anche rispetto alle funzioni di stampa attivate dagli utenti connessi alle c.d. stampanti multifunzione di Veritas S.p.A. nel rispetto delle disposizioni di legge in materia. Anche in questo case il monitoraggio riguarder solo il nome dell'utente che ha proceduto alia stampa del file, il nome del file medesimo, il cesto generate, la data e I'ora dell'avvenuta stampa g) Ogni nuovo accesso a internet deve essere richiesto ed autorizzato da parte del Dirigente competente. L'ufficio Sistemi InformatM prevvede all'attivazione del servizio h) Ad ogni nuovo dipendente abilitato al servizio internet ed alia casella di posta elettronica sara preventivamente consegnata una nota informativa della Direzione contenente "Diritti e Doveri del dipendente" in materia di utilizzo del servizio internet aziendale (allegata al presente Regolamento come all. "A"), da sottoscriversi per ricevuta. La sottoscrizione vale quale presa d'atto delle infermazioni e delle disposizioni normative e di legge a presupposto del presente Regolamento. La mancata sottoscrizione non esonera dalle respensabilit previste per ogni utilizzatore da dette disposizioni normative e/o da norme generali e specifiche adottate dall'azienda

9 l!ff i/ REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \QP 'I \S INFORMATICO VERITAS SpA i) J) Ogni nuovo accesso a internet a favore di personale NON dipendente (collaboratori, consulenti, stagisti, etc.) dovr& essere espressamente richiesto dal Dirigente competente. AI dipendente che, per motivi di organizzazione del lavoro, venga trasferito ad altro Settore e/o Ufficio ovvero modifichi sostanzialmente le proprie mansioni, I'accesso al servizio internet aziendale verr automaticamente inibito. Sara cura de{ nuovo Dirigente e/o del diverse, diretto Responsabile, richiedere all'ufficio Sistemi Informativ{ un nuovo accesso specificando eventuali limiti di funzionalit& 8 PROTEZIONE ANTIVIRUS a) Ogni dipendente deve tenere comportamenti tall da ridurre il rischio di attacco al sistema informatico aziendale mediante virus od altro software aggressive. b) E' buena norma per il dipendente controllare il regolare funzionamento e I'aggiornamento periodico del software installato secondo le procedure previste. c) Nel case il software antivirus rilevi la presenza di virus, {'utente dovra immediatamente: 1) sospendere ogni elaborazione in corse senza spegnere il computer; 2) segnalare Paccaduto all'ufficio Sistemi Informativi. d) Non 6 consentito I'utilizzo di floppy disk, cd rein anche riscrivibili, dvd, nastri magnetici, USB key, hard disk esterni, unit di memoria di massa esterne o altro dispositivo di memorizzazione di provenienza ignota. e) Ogni dispositivo magnetico di provenienza esterna alpazienda dovr essere verificato mediante il programma antivirus prima del sue utilizzo e, nel rilevato, dovr& essere consegnato all'ufficio Sistemi Informativi. case un virus venga 9 UTILIZZO DELLE DOTAZIONI TELEFONICHE a) II telefono mobile aziendale - oltrech6 la postazione fissa - rappresentano dotazioni elettroniche/telematiche finalizzate o comunque concorrenti facilitare Io svelgimento delle mansioni affidate al dipendente. a migliorare e/o a b) II personale dipendente assegnatario ne deve avere cura, segnalando ogni anomalia di funzionamento ali'ufficio Sistemi Informativi. c) AI dipendente assegnatario di telefono fisso fatto espresso divieto di: manomettere i componenti dell'apparecchio; effettuare operazioni di programmazione non previste dal manuale d'uso pubblicato sul portale aziendale; collegare ai telefoni apparecchiature non espressamente autorizzate dall'ufficio Sistemi Informativi (ad es. segreteria telefoniche o altro); effettuare chiamate per dettatura di telegrammi (salvo utenti espressamente autorizzati); alterare Fapparecchio con pennarelli indelebili o altro (si invalida la garanzia). d) AI dipendente assegnatario di telefonia mobile e fatto espresso divieto di: rimuovere la SIM dal telefono mobile aziendale per installarla su apparecchio diverse rispetto a quello assegnato; salvo casi di temporanea necessit& utilizzare il telefono in dotazione per use personale o comunque per fini diversi da quelli aziendali; salvo I'abilitazione all'addebito personale utilizzare la connessione internet ovvero la gestione di messaggi di posta elettronica per gli apparecchi dotati delle citate funzionalit& (esclusi dispositivi Blackberry) per scopi differentia quelli lavorativi. e) L'uso indebito delle dotazioni telefoniche aziendali comporter&, a carico del trasgressore, I'apertura a sue carico di una procedura disciplinare. f) II dipendente assegnatario che, venendo meno al dovere di diligenza di cui alia precedente lettera b), causi la perdita (smarrimento) e/o il danneggiamento delle Rev. 02 de Pagina 8 di 11 I

10 ,..../, Y REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA V21 TAS INFORMATICO VERITAS SpA g) dotazioni telefoniche affidate, rispondera patrimoniaimente del danno arrecato se, nell'arco di due ann, avr perso o reso inservibile gi l due apparecchi. AIl'assegnazione de[ terzo apparecchio (fisso e/o mobile) il relativo costo sar l addebitato a cedolino paga. L'azienda utilizza sia a propria tutela che per un efficace controlro dei costi un sistema di documentazione addebiti telefonici che archivia tutte le telefonate uscenti ed i costi generati dal singolo telefono aziendale. L'archivio rispetta le normative di tutela della privacy omettendo I'indicazione delle ultime tre cifre del numero chiamato. 10 DUAL RAM a) I dipendenti assegnatari di telefono mobile aziendale in classe c.d. "aperta" (con la possibilit& cio di effettuare anche telefonate a titolo personale) sono tenuti a attivare, attraverso apposito contratto col fornitore di Telefonia Mobile, il servizio DUAL RAM. Termini e condizioni sono quelle specificate nella comunicazione aziendale del prot. n b) Chi non attiver& il servizio dual ram potr& ottenere in dotazione solo un telefono mobile in classe chiusa. 11 RISERVATEZZA DEI DATI 11 Per "informazioni Riservate" si intendono tutte le informazioni di qualsivoglia natura riferite od apprese in occasione dello svolgimento delle mansioni per le quail il dipendente stato assunto da Veritas. II dipendente stesso si impegna a non comunicarle e/o divulgarle se non per ragioni connesse all'attivjt& lavorativa e nel rispetto defla vigente normativa sulla protezione dei dati personali e ad adottare tutte le misure ragionevolmente necessarie per non pregiudicarne la riservatezza. 12 II dipendente si impegna ad utilizzare le Informazioni Riservate unicamente allo scopo di effettuare r'attivit lavorativa cui e preposto e di conseguenza a non usare tall informazioni per altre fina]it e/o in maniera tale che dalla diffusione delle stesse possa derivare un qualsiasi danno alia societ&. 13 II presente regolamento si applica, in quanto ccmpatibile, ai dipendenti Veritas iscritti ad Albi Professionali che svolgano per Veritas medesima attivit& inerenti la relativa iscrizione, nel rispetto delre disposizioni normative, anche deontorogiche, appricabili ai rispettivi ordini professionali o comunque alia specifica attivit& professionale svoita. Veritas risolver& eventuali contrasti circa I'utilizzo e la conservazione dei dati, anche sensibili, derivanti datla natura delle attivit professionali svolte, applicando le citate disposizioni normative. 12 NON OSSERVANZA DELLA NORMATIVA AZIENDALE a) II presente Regolamento e vincolante per tutti i soggetti che comunque utilizzino reti e/o risorse informatiche e/o telematiche di Veritas s.p.a. b) Di esso sara data adeguata conoscenza anche attraverso la pubblicazione su] portale di Veritas S.p.A. c) II mancato rispetto delle regole contenute nel presente Regolamento comporter I'instaurazione di ogni procedimento e/o procedura inerente impregiudicata ogni responsabilit& civile e penale discendenti dal medesimo fatto. Rev. 02 de Pagina 9 di 11 I

11 il J/ if' REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA \ l TAS INFORMATICO VERITAS SpA 13 APPLICABILITA' A SOGGETTI DIVERSI DAI DIPENDENTI a) Tutte le disposizioni del presente Regolamento si applicano, in quanto compatibili, anche a soggetti diversi dai lavoratori dipendenti (collaboratori, consulenti, stagisti, etc.) che a vario titolo utilizzano la rete di Veritas S.p.A. e/o risultano essere assegnatari di dotazioni informatiche/telematiche e telefoniche aziendali. 14 ENTRATA IN VIGORE a) II presente Regolamento 6 soggetto a modifiche ed aggiornamenti b) II Presente Regolamento ed ogni suo aggiornamento avranno efficacia trascorso un mese dalla data di pubblicazione dello stesso o dell'aggiornamento sul portale aziendale. c) Nelle more dell'entrata in vigore del presente Regolamento e di ogni suo aggiornamento, ogni dipendente assegnatario di PC, PC portatile etc. dovr& verificare la congruit& dei programmi, files, salvati all'interne delle apparecchiature affidate e provvedere alia cancellazione del materiale considerato difforme da quanto previsto dal Regolamento medesimo. 15 ALLEGATO AL REGOLAMENTO INFORMATICO a) b) Costituisce parte integrante del presente Regolamento la nota di cui all'allegato A). La nota di cui all'allegato A) dell'art. 7, punto h) del Rego[amento vigente antecedentemente al sopraesteso aggiornamento da intendersi quale mera informativa circa i diritti e doverl che fanno capo al dipendente/collaboratore e/o dipendente di societ controllate che utilizza strumenti informatici collegati con i server aziendali. L'avvenuta sottoscrizione "per accettazione" e da ritenersi valida ai soil fini della attestazione di ricevimento della nota stessa. Rev. 02 de121, Pagina 10 di 11!

12 ,/4[Y' REGOLAMENTO AZIENDALE PER L'UTILIZZO DEL SISTEMA V I TAS INFORMATICO VERITAS SpA Rif.: Direzione Risorse Umane e Organizzazione Venezia, Prot. n. 265 /RU/CB/Im AI Dipendente OGGETTO: Servizio Internet aziendale All. "A" al Regolamento per I'Utilizzo del Sistema Informatico II presente documento definisce le condizioni generali di accesso al servizio Intemet sfruttando il collegamento alia fete di Veritas S.p.A.. II collegamento alia rete Intemet attraverso I'acceseo aziendale pub avvenire da un qualsiasi PC (personal Computer) di Veritas S.p.A. abilitato al servizio, mediante ineerimento della propria Username e Password (Iogon al sistema). L'attivazione del servizio viene eeeguita dall'ufficio Sistemi Informativi previa richiesta/autorizzazione da parte del Dirigente competente. Diritti e Doveri del dipendente 1. II dipendente prende atto delresistenza del registro dei collegamenti (log) mantenuto da sistema anti intrueione. 2. II dipendente prende atto che Veritas S.p.A., adotta tutte le misure tecniche ed organizzative necessarie a garantire la riservatezza del registro degli eventi. 3. II dipendente prende atto che il registro degli eventi potr essere esibito su riohiesta dell' Autorit& Giudiziaria. 4. II dipendente tenuto, nelrutilizzo del servizio, al rispetto delle vigenti disposizioni normative e di legge in materia. 5. II dipendente d& atto di essere informato sul contenuto del Regolamento Aziendale vigente per rutilizzo del Sistema Informatico e eulle vigenti disposizioni normative e di legge che ne disciplinano ruso. II dipendente (firma per ricevuta) Rev. 02 de] Pagina 11 di 11 ]

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI E SERVIZI INFORMATICI PER GLI ENTI IN GESTIONE ASSOCIATA DEL NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI E SERVIZI INFORMATICI PER GLI ENTI IN GESTIONE ASSOCIATA DEL NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE SIA Sistemi Informativi Associati DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI E SERVIZI INFORMATICI PER GLI ENTI IN GESTIONE ASSOCIATA DEL NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE (approvato con delibera di Giunta n.

Dettagli

Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo

Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo Argomenti 1) Trattamento dei dati personali. Cenno ai principi generali per il trattamento e la protezione

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Procedura per l uso dell informatica aziendale

Procedura per l uso dell informatica aziendale Marsh S.p.A. - Marsh Risk Consulting Services S.r.l. Procedura per l uso dell informatica aziendale (Personal computer e altri dispositivi elettronici aziendali, internet e posta elettronica) Doc. Id.:

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

a. Destinatario dei percorsi formativi on line sono gli operatori della sanità che potranno accedere ai contenuti previa registrazione

a. Destinatario dei percorsi formativi on line sono gli operatori della sanità che potranno accedere ai contenuti previa registrazione CONDIZIONI D'USO 1. Accesso al sito L'accesso al sito www.stilema-ecm.it è soggetto alla normativa vigente, con riferimento al diritto d'autore ed alle condizioni di seguito indicate quali patti contrattuali.

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI I NORME COMPORTAMENTALI PER GLI INCARICATI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI I NORME COMPORTAMENTALI PER GLI INCARICATI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI I DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Università - 2 - PREMESSA Scopo della presente procedura è illustrare le norme comportamentali/tecniche cui gli Incaricati devono

Dettagli

Regolamento per l'accesso alla rete Indice

Regolamento per l'accesso alla rete Indice Regolamento per l'accesso alla rete Indice 1 Accesso...2 2 Applicazione...2 3 Responsabilità...2 4 Dati personali...2 5 Attività commerciali...2 6 Regole di comportamento...3 7 Sicurezza del sistema...3

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni Note legali Termini e condizioni di utilizzo Accettazione dei Termini e Condizioni L'accettazione puntuale dei termini, delle condizioni e delle avvertenze contenute in questo sito Web e negli altri siti

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

Policy per fornitori

Policy per fornitori Policy per fornitori Con riferimento alla Decisione 32/2008 del Presidente dell EUI e in particolare degli articoli 4, 5 e 6 il fornitore è tenuto alla sottoscrizione della Dichiarazione dell impegno del

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART-TIME, DELLE INCOMPATIBILITA' E DEI SERVIZI ISPETTIVI Approvato con D.G. N.40 DEL 10.04.2000 Modificato con D.G. N.79 DEL 04.11.2002 Modificato con D.G. N.70 DEL 13.11.2006

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare 1 Premessa e quadro normativo Il Contratto sottoscritto da Equitalia S.p.A. e ha ad oggetto l affidamento dei servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate - Sistema

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari.

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Condizioni per l utilizzo dei contenuti

Condizioni per l utilizzo dei contenuti Condizioni per l utilizzo dei contenuti Condizioni generali Le presenti disposizioni regolano l uso del servizio del sito web di Internet (di seguito, la "Pagina Web" o il Sito Web ) che CIGNA Life Insurance

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Ai Signori Segretari Regionali

Ai Signori Segretari Regionali Venezia, 14 GEN. 1993, prot. n. 313/SGP Oggetto: L. 7 agosto 1990, n. 241 Ai Signori Segretari Regionali Ai Signori Assistenti Alla Segreteria Generale Ai Signori Assistenti Alla Segreteria per il Territorio

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici

Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Modulo di assunzione di responsabilità per l'acquisizionee il mantenimentodi uno spazio Web presso il Centro Servizi Informatici Art. 1 Oggetto Il presente modulo di assunzione di responsabilità (di seguito

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI Ufficio di Piano dei Servizi e degli Interventi Sociali dei Comuni appartenenti al Distretto di Menaggio REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione Art. 2 Informazione e pubblicità Art. 3 Accesso ai documenti amministrativi Art.

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

REGOLAMENTO RETE INFORMATICA D ISTITUTO. 1. Ogni anno scolastico il Dirigente Scolastico individua un Responsabile per ogni laboratorio d'informatica.

REGOLAMENTO RETE INFORMATICA D ISTITUTO. 1. Ogni anno scolastico il Dirigente Scolastico individua un Responsabile per ogni laboratorio d'informatica. REGOLAMENTO RETE INFORMATICA D ISTITUTO 1. Ogni anno scolastico il Dirigente Scolastico individua un Responsabile per ogni laboratorio d'informatica. 2. Il personale che opera con la rete deve mensilmente

Dettagli

PRIVACY POLICY. Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come "SI") è titolare del sito

PRIVACY POLICY. Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come SI) è titolare del sito PRIVACY POLICY Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come "SI") è titolare del sito www.stonexsmart.com ( Sito ) e tratta i tuoi dati personali nel rispetto della normativa

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro Lo smart working è una modalità di lavoro innovativa basata su un forte elemento di flessibilità, in modo particolare di orari e di sede. Il futuro dell organizzazione del lavoro passa necessariamente

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 Disciplina 1. Il presente regolamento concerne le incompatibilità derivanti dall'assunzione e dal

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

Termini di servizio di Comunicherete

Termini di servizio di Comunicherete Termini di servizio di Comunicherete I Servizi sono forniti da 10Q Srls con sede in Roma, Viale Marx n. 198 ed Ancitel Spa, con sede in Roma, Via Arco di Travertino n. 11. L utilizzo o l accesso ai Servizi

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

ai sensi del D.Lgs 231/2001

ai sensi del D.Lgs 231/2001 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO GASPARINA DI SOPRA Società Cooperativa Sociale Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Sistema Disciplinare 1 ELENCO DELLE

Dettagli

Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali.

Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali. ALLEGATO D Breve manuale sulle cautele da adottare nel trattamento di dati personali. Alle persone che entrano in contatto con medici e strutture sanitarie per cure, prestazioni mediche, acquisto di medicine,

Dettagli

ARTICOLO 4: CONDIZIONI DI REALIZZAZIONE E DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI

ARTICOLO 4: CONDIZIONI DI REALIZZAZIONE E DI FATTURAZIONE DELLE PRESTAZIONI CONDIZIONI PARTICOLARI DI WEB HOSTING ARTICOLO 1: OGGETTO Le presenti condizioni generali hanno per oggetto la definizione delle condizioni tecniche e finanziarie secondo cui HOSTING2000 si impegna a fornire

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli