NORMA TECNICA GESTIONE DEGLI ACCESSI DEI LOCALI DI TERMINAZIONE F.O.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NORMA TECNICA GESTIONE DEGLI ACCESSI DEI LOCALI DI TERMINAZIONE F.O."

Transcript

1 NORMA TECNICA GESTIONE DEGLI ACCESSI DEI LOCALI DI TERMINAZIONE F.O. Compilato: F. Fabbro Rivisto: Autorizzato: M. Colonello D. Licursi Versione: 1 Variante: 9 IL PRESENTE DOCUMENTO COSTITUISCE REGISTRAZIONE DELLA QUALITA Tutti i diritti riservati. Proprietà INSIEL SpA. Documento ad uso e circolazione esclusivamente interna.

2 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.2 di 16 Compendio: La presente norma tecnica descrive sia la codifica con cui devono essere identificate le chiavi di accesso a locali tecnici interni, shelter, mini-shelter o armadi da esterno, presso i quali vengono terminati i cavi a fibre ottiche della rete regionale in realizzazione mediante il programma ERMES, sia la possibile gestione degli accessi, compresa pure la gestione degli allarmi. Riferimenti: Altri documenti correlati: Parole chiave: Norma Tecnica, Chiavi, Locali Tecnici, Shelter, Mini-shelter, Armadi da esterno, Codifica, ERMES, banda larga Moduli associati: Principali modifiche rispetto alla versione precedente: Marchi registrati: Revisione ed integrazione nessuno

3 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.3 di 16 Indice Indice... 3 Indice delle figure Oggetto Storia del documento Definizioni Situazione attuale Suddivisione in Aree di riferimento Gestione accessi Bussole Posizionamento bussole Chiavi accesso POP/Punti di concentrazione Allegati Allegato A - Suddivisione POP comunali per aree e relativo codice chiave Allegato B - Verbale consegna chiavi Indice delle figure Figura 1 - Mappa geografica dei POP comunali suddivisi per sottoaree... 6

4 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.4 di Oggetto Il presente documento intende fornire una Norma Tecnica interna per la gestione unificata delle chiavi di accesso agli shelter, ai mini-shelter, agli armadi da esterno ed ai locali tecnici dislocati presso le sedi POP ed i Punti di Concentrazione afferenti al Programma ERMES Regionale. 2. Storia del documento N Versione Data Modifiche Autore 1 Draft 25/06/2009 Prima versione L. Driutti /08/2009 Revisione L. Driutti /02/2010 Revisione A. Fumarola /03/2010 Revisione A. Fumarola /05/2010 Revisione A. Fumarola /07/2010 Revisione F. Fabbro /08/2010 Revisione F. Fabbro /09/2010 Revisione V. Roselli /07/2012 Revisione V.Roselli /01/2013 Revisione specifiche F. Fabbro 3. Definizioni. Nodo di rete: centro di gestione della rete presso il quale si ha l attestazione di più cavi di dorsale. POP: sede presso la quale avviene l attestazione dello spillamento dal cavo di dorsale, sono installati gli apparati di rete e dalla quale vengono effettuate le distribuzioni verso la Sede Comunale, le eventuali altre Sedi Utente ed i Punti di concentrazione. Può essere costituita da uno shelter, da un mini-shelter o da un armadio da esterno, oppure essere realizzata all interno di un locale tecnico. Punto di concentrazione: shelter, mini-shelter o armadio di terminazione da esterno, dislocato in genere presso le Zone Industriali e collegato alla Sede POP di afferenza con fibre conformi allo standard ITU-T G.652D. 4. Situazione attuale Sul territorio regionale sono (o saranno) presenti un gran numero di POP o Punti di concentrazione nei quali saranno terminate le fibre ottiche ed installati gli apparati di gestione delle Rete Pubblica Regionale. Questi elementi sono realizzati in locali tecnici con armadi da interno, presso Comuni o vari Enti, oppure costituiti da shelter, mini-shelter o armadi da esterno di produttori diversi. L accesso a tali siti deve essere opportunamente regolamentato per consentire il regolare svolgimento delle operazioni di manutenzione ordinaria o di intervento a seguito del verificarsi di emergenze.

5 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.5 di 16 Una gestione delle chiavi di accesso basata su una codifica differenziata per ciascuna chiave è stata valutata essere di difficile attuazione viste le condizioni di fornitura non sempre omogenee. Si è pertanto optato per una suddivisione del territorio in cinque aree di afferenza contraddistinte da un codice che identifica l intero gruppo chiavi di quel settore. Ciascuna area fa capo al Nodo di rete di riferimento. In tal modo il codice assegnato ad una certa chiave permette di risalire direttamente anche al Nodo di rete, al quale il POP si collega. Per quanto riguarda i Punti di concentrazione si procede in maniera del tutto simile: la suddivisione del territorio in aree di afferenza è la stessa che per i POP e a ciascuna area verrà assegnato un codice numerico univoco (che sarà diverso da quello dei POP in maniera tale da poter distinguere le due tipologie di siti). 5. Suddivisione in Aree di riferimento L allegato A riporta la suddivisione dei 218 comuni della regione secondo il POP di riferimento. A ciascun POP corrispondono due codici chiave (non riportati in quanto riservati): il primo codice verrà adottato per tutte le bussole (casseforti mini) nelle quali saranno contenute le chiavi dei locali tecnici, degli shelter, dei mini-shelter e degli armadi da esterno costituenti i POP che afferiscono ad uno stesso centro stella; il secondo codice verrà adottato per tutte le bussole nelle quali saranno contenute le chiavi degli shelter, dei mini-shelter e degli armadi da esterno da collocarsi presso le zone industriali che si collegano ai POP stessi. L appaltatore dovrà comunicare al fornitore delle serrature delle bussole solamente il numero di area di afferenza.

6 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.6 di 16 Cod: AREA 1 Cod: AREA 3 Cod: AREA 5 Cod: AREA 2 Cod: AREA 4 Figura 1 - Mappa geografica dei POP comunali suddivisi per sottoaree 6. Gestione accessi Nei pressi di ciascun sito verrà installata una bussola (casseforti mini), come di seguito specificato, dotata di serratura codificata come sopra descritto. L idea base è quella che un gestore/manutentore degli impianti/apparati possa accedere in ogni sito portando con sé cinque sole chiavi codificate (una per ciascuna Area di riferimento). All interno della bussola verranno inserite le chiavi di accesso al sito. Le chiavi di apertura delle bussole dovranno essere del tipo a duplicazione protetta, ovvero la copia dovrà essere consentita solamente tramite la presentazione di apposita card (certificato di proprietà) da parte di INSIEL S.p.A. al fornitore delle stesse. Le chiavi delle porte di ingresso apribili dall esterno dei locali tecnici, degli shelter, dei mini-shelter e degli armadi da esterno verranno inserite all interno della bussola.

7 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.7 di 16 Nel caso che gli shelter, i mini-shelter e gli armadi da esterno non siano direttamente accessibili dall esterno, ma siano accessibili tramite un recinto od un altro tipo di separatore, anche la chiave di apertura del recinto o del separatore andrà inserita all interno della bussola. Gli armadi all interno dei locali tecnici dovranno essere mantenuti chiusi, in modo da evitare intromissioni da parte di terzi. Le chiavi non devono essere contrassegnate con indirizzi/scritte tali da ricondurre all utilizzo nell ambito di INSIEL S.p.A.. Sarà responsabilità del Referente della Società/Ditta: - firmare apposito verbale (allegato B) all atto del ritiro delle chiavi; - restituire le chiavi al termine del periodo di validità del contratto; - dare immediata comunicazione a INSIEL S.p.A. in caso di smarrimento o furto delle chiavi; - restituire sollecitamente le chiavi, su richiesta di INSIEL S.p.A., in caso di uso improprio delle stesse. Si evidenzia che l incauta custodia delle chiavi (in particolare quelle unificate) comporta una pesante ricaduta sulla salvaguardia del patrimonio aziendale, favorendo eventuali intrusioni di terzi non autorizzati all interno dei siti Bussole Per la gestione delle chiavi di accesso ai siti si è scelto di utilizzare delle apposite bussole (casseforti mini), nelle quali saranno custodite le chiavi di accesso al singolo sito POP/Punto di concentrazione. Le bussole dovranno essere del tipo Disec - MB052 o equivalente. I cilindri delle bussole (tipo KABA - GEGE pextra o equivalenti) dovranno avere chiavi con duplicazione protetta, ovvero la copia dovrà essere consentita solamente tramite la presentazione di apposita card (certificato di proprietà) da parte di INSIEL S.p.A. al fornitore delle stesse. Le bussole dovranno avere inoltre una protezione anti trapano, che non permetta la distruzione del cilindro tramite foratura. Un dispositivo di emergenza deve consentire di azionare il cilindro anche se sul lato opposto c'è una chiave già inserita. È raccomandato, comunque, l'impiego delle piastre di protezione (defender), in modo da aumentare la resistenza ai tentativi di effrazione. Sono previste delle bussole portachiavi con le seguenti caratteristiche:

8 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.8 di 16 diametro 50 mm, lunghezza 165mm. Nel caso ci fosse l accesso ad un sito allarmato, all interno delle bussole dovranno essere inseriti anche il codice e le indicazioni per disinserire e reinserire l allarme Posizionamento bussole Di seguito vengono descritti i casi più comuni in cui verranno installate le bussole, dando le indicazioni sul posizionamento delle stesse: nel caso di locale interno senza eventuale recinto o altro tipo di separatore, la bussola dovrà essere installata sulla muratura esterna, previo accordo con l Ente competente, sul lato sinistro della porta di accesso ed all altezza della serratura della porta stessa. In tale bussola sarà custodita la chiave di accesso al locale tecnico; nel caso di shelter o mini-shelter senza eventuale recinto o altro tipo di separatore, la bussola sarà installata sullo zoccolo sinistro anteriore e saldata alla struttura stessa. In tale bussola sarà custodita la chiave di accesso allo shelter o al mini-shelter; nel caso di locale interno, di shelter o mini-shelter con eventuale recinto o altro tipo di separatore, la bussola sarà installata sul lato sinistro della porta di accesso della recinzione ed all altezza della serratura della porta di accesso. Nella bussola sarà custodita la chiave di accesso della recinzione e la chiave di apertura del locale tecnico, dello shelter o del mini-shelter; nel caso di armadio da esterno, la bussola verrà installata sul lato sinistro dell armadio. Se ci fossero delle situazioni che non rientrano nelle sopra citate casistiche il realizzatore dell infrastruttura dovrà concordare con INSIEL S.p.A. il posizionamento della bussola Chiavi accesso POP/Punti di concentrazione Le porte di accesso dei POP/Punti di concentrazione, costituiti da locali tecnici, shelter, mini-shelter e armadi da esterno, dovranno avere una serratura di accesso/apertura con chiavi che potranno avere una codifica a scelta del realizzatore dell opera e verranno inserite all interno della bussola.

9 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.9 di Allegati 7.1. Allegato A - Suddivisione POP comunali per aree e relativo codice chiave Provincia Comune Nodo di rete di afferenza AREA UD Amaro Amaro AREA 1 UD Ampezzo Amaro AREA 1 UD Arta Terme Amaro AREA 1 UD Cavazzo Carnico Amaro AREA 1 UD Cercivento Amaro AREA 1 UD Chiusaforte Amaro AREA 1 UD Comeglians Amaro AREA 1 UD Dogna Amaro AREA 1 UD Enemonzo Amaro AREA 1 UD Forni Avoltri Amaro AREA 1 UD Forni di Sopra Amaro AREA 1 UD Forni di Sotto Amaro AREA 1 UD Lauco Amaro AREA 1 UD Ligosullo Amaro AREA 1 UD Malborghetto Valbruna Amaro AREA 1 UD Moggio udinese Amaro AREA 1 UD Ovaro Amaro AREA 1 UD Paluzza Amaro AREA 1 UD Paularo Amaro AREA 1 UD Pontebba Amaro AREA 1 UD Prato Carnico Amaro AREA 1 UD Preone Amaro AREA 1 UD Ravascletto Amaro AREA 1 UD Raveo Amaro AREA 1 UD Resia Amaro AREA 1 UD Resiutta Amaro AREA 1 UD Rigolato Amaro AREA 1 UD Sauris Amaro AREA 1 UD Socchieve Amaro AREA 1 UD Sutrio Amaro AREA 1 UD Tarvisio Amaro AREA 1

10 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.10 di 16 UD Tolmezzo Amaro AREA 1 UD Treppo Carnico Amaro AREA 1 UD Venzone Amaro AREA 1 UD Verzegnis Amaro AREA 1 UD Villa Santina Amaro AREA 1 UD Zuglio Amaro AREA 1 GO Capriva del Friuli Palmanova AREA 2 GO Doberdò del Lago Palmanova AREA 2 GO Farra d'isonzo Palmanova AREA 2 GO Fogliano Redipuglia Palmanova AREA 2 GO Gorizia Palmanova AREA 2 GO Gradisca d'isonzo Palmanova AREA 2 GO Grado Palmanova AREA 2 GO Mariano del Friuli Palmanova AREA 2 GO Medea Palmanova AREA 2 GO Monfalcone Palmanova AREA 2 GO Moraro Palmanova AREA 2 GO Mossa Palmanova AREA 2 GO Romans d'isonzo Palmanova AREA 2 GO Ronchi dei Legionari Palmanova AREA 2 GO Sagrado Palmanova AREA 2 GO San Canzian d'isonzo Palmanova AREA 2 GO San Floriano del Collio Palmanova AREA 2 GO San Lorenzo Isontino Palmanova AREA 2 GO San Pier d'isonzo Palmanova AREA 2 GO Savogna d'isonzo Palmanova AREA 2 GO Staranzano Palmanova AREA 2 GO Turriaco Palmanova AREA 2 GO Villesse Palmanova AREA 2 UD Aiello del Friuli Palmanova AREA 2 UD Aquileia Palmanova AREA 2 UD Bagnaria Arsa Palmanova AREA 2 UD Bertiolo Palmanova AREA 2 UD Bicinicco Palmanova AREA 2 UD Camino al Tagliamento Palmanova AREA 2

11 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.11 di 16 UD Campolongo Tapogliano Palmanova AREA 2 UD Carlino Palmanova AREA 2 UD Castions di Strada Palmanova AREA 2 UD Cervignano del Friuli Palmanova AREA 2 UD Chiopris-Viscone Palmanova AREA 2 UD Codroipo Palmanova AREA 2 UD Fiumicello Palmanova AREA 2 UD Gonars Palmanova AREA 2 UD Latisana Palmanova AREA 2 UD Lestizza Palmanova AREA 2 UD Lignano Sabbiadoro Palmanova AREA 2 UD Marano Lagunare Palmanova AREA 2 UD Mortegliano Palmanova AREA 2 UD Muzzana del Turgnano Palmanova AREA 2 UD Palazzolo dello Stella Palmanova AREA 2 UD Palmanova Palmanova AREA 2 UD Pocenia Palmanova AREA 2 UD Porpetto Palmanova AREA 2 UD Pozzuolo del Friuli Palmanova AREA 2 UD Precenicco Palmanova AREA 2 UD Rivignano Palmanova AREA 2 UD Ronchis Palmanova AREA 2 UD Ruda Palmanova AREA 2 UD San Giorgio di Nogaro Palmanova AREA 2 UD San Vito al Torre Palmanova AREA 2 UD Santa Maria la Longa Palmanova AREA 2 UD Talmassons Palmanova AREA 2 UD Teor Palmanova AREA 2 UD Terzo d'aquileia Palmanova AREA 2 UD Torviscosa Palmanova AREA 2 UD Trivignano Udinese Palmanova AREA 2 UD Varmo Palmanova AREA 2 UD Villa Vicentina Palmanova AREA 2 UD Visco Palmanova AREA 2 PN Andreis Pordenone AREA 3

12 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.12 di 16 PN Arba Pordenone AREA 3 PN Arzene Pordenone AREA 3 PN Aviano Pordenone AREA 3 PN Azzano Decimo Pordenone AREA 3 PN Barcis Pordenone AREA 3 PN Brugnera Pordenone AREA 3 PN Budoia Pordenone AREA 3 PN Caneva Pordenone AREA 3 PN Casarsa della Delizia Pordenone AREA 3 PN Castelnovo del Friuli Pordenone AREA 3 PN Cavasso Nuovo Pordenone AREA 3 PN Chions Pordenone AREA 3 PN Cimolais Pordenone AREA 3 PN Claut Pordenone AREA 3 PN Clauzetto Pordenone AREA 3 PN Cordenons Pordenone AREA 3 PN Cordovado Pordenone AREA 3 PN Erto e Casso Pordenone AREA 3 PN Fanna Pordenone AREA 3 PN Fiume Veneto Pordenone AREA 3 PN Fontanafredda Pordenone AREA 3 PN Frisanco Pordenone AREA 3 PN Maniago Pordenone AREA 3 PN Meduno Pordenone AREA 3 PN Montereale Valcellina Pordenone AREA 3 PN Morsano al Tagliamento Pordenone AREA 3 PN Pasiano di Pordenone Pordenone AREA 3 PN Pinzano al Tagliamento Pordenone AREA 3 PN Polcenigo Pordenone AREA 3 PN Porcia Pordenone AREA 3 PN Pordenone Pordenone AREA 3 PN Prata di Pordenone Pordenone AREA 3 PN Pravisdomini Pordenone AREA 3 PN Roveredo in Piano Pordenone AREA 3 PN Sacile Pordenone AREA 3

13 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.13 di 16 PN San Giorgio della Richinvelda Pordenone AREA 3 PN San Martino al Tagliamento Pordenone AREA 3 PN San Quirino Pordenone AREA 3 PN San Vito al Tagliamento Pordenone AREA 3 PN Sequals Pordenone AREA 3 PN Sesto al Reghena Pordenone AREA 3 PN Spilimbergo Pordenone AREA 3 PN Tramonti di Sopra Pordenone AREA 3 PN Tramonti di Sotto Pordenone AREA 3 PN Travesio Pordenone AREA 3 PN Vajont Pordenone AREA 3 PN Valvasone Pordenone AREA 3 PN Vito d'asio Pordenone AREA 3 PN Vivaro Pordenone AREA 3 PN Zoppola Pordenone AREA 3 UD Forgaria nel Friuli Pordenone AREA 3 TS Duino Aurisina Trieste AREA 4 TS Monrupino Trieste AREA 4 TS Muggia Trieste AREA 4 TS San Dorligo della Valle Trieste AREA 4 TS Sgonico Trieste AREA 4 TS Trieste Trieste AREA 4 GO Cormons Udine AREA 5 GO Dolegna del Collio Udine AREA 5 UD Artegna Udine AREA 5 UD Attimis Udine AREA 5 UD Basiliano Udine AREA 5 UD Bordano Udine AREA 5 UD Buia Udine AREA 5 UD Buttrio Udine AREA 5 UD Campoformido Udine AREA 5 UD Cassacco Udine AREA 5 UD Cividale del Friuli Udine AREA 5 UD Colloredo di Monte Albano Udine AREA 5 UD Corno di Rosazzo Udine AREA 5

14 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.14 di 16 UD Coseano Udine AREA 5 UD Dignano Udine AREA 5 UD Drenchia Udine AREA 5 UD Faedis Udine AREA 5 UD Fagagna Udine AREA 5 UD Flaibano Udine AREA 5 UD Gemona del Friuli Udine AREA 5 UD Grimacco Udine AREA 5 UD Lusevera Udine AREA 5 UD Magnano in Riviera Udine AREA 5 UD Majano Udine AREA 5 UD Manzano Udine AREA 5 UD Martignacco Udine AREA 5 UD Mereto di Tomba Udine AREA 5 UD Moimacco Udine AREA 5 UD Montenars Udine AREA 5 UD Moruzzo Udine AREA 5 UD Nimis Udine AREA 5 UD Osoppo Udine AREA 5 UD Pagnacco Udine AREA 5 UD Pasian di Prato Udine AREA 5 UD Pavia di Udine Udine AREA 5 UD Povoletto Udine AREA 5 UD Pradamano Udine AREA 5 UD Premariacco Udine AREA 5 UD Prepotto Udine AREA 5 UD Pulfero Udine AREA 5 UD Ragogna Udine AREA 5 UD Reana del Rojale Udine AREA 5 UD Remanzacco Udine AREA 5 UD Rive d'arcano Udine AREA 5 UD San Daniele del Friuli Udine AREA 5 UD San Giovanni al Natisone Udine AREA 5 UD San Leonardo Udine AREA 5 UD San Pietro al Natisone Udine AREA 5

15 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.15 di 16 UD San Vito di Fagagna Udine AREA 5 UD Savogna Udine AREA 5 UD Sedegliano Udine AREA 5 UD Stregna Udine AREA 5 UD Taipana Udine AREA 5 UD Tarcento Udine AREA 5 UD Tavagnacco Udine AREA 5 UD Torreano Udine AREA 5 UD Trasaghis Udine AREA 5 UD Treppo Grande Udine AREA 5 UD Tricesimo Udine AREA 5 UD Udine Udine AREA 5

16 NORME TECNICHE PER LA GESTIONE DELL INFRASTRUTTURA DI RETE Pag.16 di Allegato B - Verbale consegna chiavi Il sottoscritto (nome e cognome) nato a (luogo) il (data), titolare del documento (indicare il tipo di documento e numero), della Società XXXX con sede legale in (indirizzo sede legale), in data odierna riceve da INSIEL S.p.A. n. (indicare quantità) delle seguenti chiavi: Descrizione chiave Descrizione chiave Descrizione chiave Descrizione chiave Descrizione chiave Il sottoscritto si impegna a far rispettare le norme di utilizzo delle chiavi. Società INSIEL S.p.A. Cognome e nome: Data: Firma: Cognome e nome: Data: Firma:

5 per mille 2012 Distribuzione delle scelte e degli importi per attività sociali del comune di residenza Friuli Venezia Giulia

5 per mille 2012 Distribuzione delle scelte e degli importi per attività sociali del comune di residenza Friuli Venezia Giulia 00466330305 AIELLO DEL FRIULI UD FRIULI VENEZIA GIULIA 51 1.050,92 84002950305 AMARO UD FRIULI VENEZIA GIULIA 30 364,25 84001250301 AMPEZZO UD FRIULI VENEZIA GIULIA 36 483,56 81000570937 ANDREIS PN FRIULI

Dettagli

INDICE DEGLI ALLEGATI

INDICE DEGLI ALLEGATI ALLEGATI 122 INDICE DEGLI ALLEGATI 1 Allegato 1. Metodo di calcolo della quantità di rifiuti speciali di imballaggio prodotti 124 2 Allegato 2. Questionario 125 3 Allegato 3. Approfondimento sulle modalità

Dettagli

INFORMASALUTE UDINE. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari

INFORMASALUTE UDINE. I Servizi Sanitari di. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA ISTITUTO NAZIONALE SALUTE, MIGRAZIONI E POVERTÀ MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELL INTERNO Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi terzi INFORMASALUTE

Dettagli

ALLEGATO 5 Criteri localizzativi

ALLEGATO 5 Criteri localizzativi ALLEGATO 5 Criteri localizzativi 260 Provincia di Udine Direzione d Area Ambiente Servizio Risorse Ambientali Programma provinciale attuativo del Piano regionale di gestione rifiuti Sezione rifiuti speciali

Dettagli

CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO 2011

CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO 2011 CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI

Dettagli

Archivio di Stato di Udine

Archivio di Stato di Udine Ministero per i Beni e le Attività Culturali Archivio di Stato di Udine SCHEDA FONDO 3.1.3 Data/e 3.1.4 Livello di descrizione 3.1.5 Consistenza e supporto dell'unità archivistica 3.2.1 Denominazione del

Dettagli

Classificazione sismica del territorio del Friuli Venezia Giulia

Classificazione sismica del territorio del Friuli Venezia Giulia Allegato 1 Classificazione sismica del territorio del Friuli Venezia Giulia (Ordinanza n. 3519 del 28.04.2006 pubblicata sulla G.U. n. 108 del 11.05.2006 - Decreto del Ministro delle infrastrutture del

Dettagli

Tab. 1 Reddito imponibile medio per regione (euro), dichiarazioni Irpef 2014

Tab. 1 Reddito imponibile medio per regione (euro), dichiarazioni Irpef 2014 Tab. 1 Reddito imponibile per regione (euro), dichiarazioni Irpef 2014 n. Regione Reddito imponibile N. di contribuenti 1 Lombardia 22.970 7.080.404 2 Lazio 21.836 3.850.722 3 Emilia-Romagna 21.079 3.349.347

Dettagli

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO 2012

centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO 2012 centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE IN FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO centro di coordinamento raee DOSSIER SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Caratteristiche dell attività professionale richiesta

Art. 1 Finalità. Art. 2 Caratteristiche dell attività professionale richiesta BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER SOLI TITOLI, PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI RILEVATORI DEL 6 CENSIMENTO GENERALE DELL AGRICOLTURA PER IL FRIULI VENEZIA GIULIA Art. 1 Finalità L Ufficio Regionale di

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2014 Settore residenziale. UDINE a cura dell Ufficio Provinciale di UDINE

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2014 Settore residenziale. UDINE a cura dell Ufficio Provinciale di UDINE NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di data di pubblicazione: 26 giugno 2015 periodo di riferimento: secondo semestre

Dettagli

indirizzo sede legale (via) (n.) (cap) (Comune di) (Provincia di)

indirizzo sede legale (via) (n.) (cap) (Comune di) (Provincia di) Modello di domanda ai sensi dell art. 20 della LR 29/2007 e del regolamento emanato con DPReg. 0279/2011 1 SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO (da non utilizzare) data di arrivo SPAZIO RISERVATO AL BOLLO Nota

Dettagli

Descrizione della Rete di Telecomunicazioni

Descrizione della Rete di Telecomunicazioni Allegato A Gestione e manutenzione di infrastrutture in fibra ottica facenti parte Rete Pubblica Regionale del Friuli Venezia Giulia _CSAG Gestione e manutenzione di infrastrutture in fibra ottica Pag.2

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2013 Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Maria Deganutti (referente OMI) data di pubblicazione: 29 novembre 2013 periodo

Dettagli

Sangue cordonale. Organizzazione del trasporto a cura della Protezione Civile della Regione

Sangue cordonale. Organizzazione del trasporto a cura della Protezione Civile della Regione Sangue cordonale Organizzazione del trasporto a cura della Protezione Civile della Regione Hanno aderito 120 Comuni oltre 700 volontari Grazie!!! Tempi di consegna Le unità di sangue cordonale raccolte

Dettagli

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Programma di Attivazione della Rete Pubblica Regionale in banda larga.

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Programma di Attivazione della Rete Pubblica Regionale in banda larga. Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Programma di Attivazione della Rete Pubblica Regionale in banda larga. pag. 1/28 1. Indice 1. Indice...2 2. Glossario...3 3. Premesse...4 4. Sicurezza fisica Rete

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 1 2 Comuni di: AMPEZZO, COMEGLIANS, ENEMONZO, FORNI AVOLTRI, FORNI DI SOPRA, FORNI DI SOTTO, LAUCO, OVARO, PRATO CARNICO, PREONE, RAVASCLETTO, RAVEO, RIGOLATO,

Dettagli

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009 AVIANO CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Consorzio per il Centro di Biomedicina Molecolare - Soc.cons. a r.l. Società 3.000,00 6,00 % COLLOREDO DI MONTE ALBANO CONSORZIO COMUNITA' COLLINARE DEL

Dettagli

Regolamento di Adesione al Club di prodotto Il Cicloturismo nella Terra dei Patriarchi SERVIZI UTILI AL CICLOTURISTA

Regolamento di Adesione al Club di prodotto Il Cicloturismo nella Terra dei Patriarchi SERVIZI UTILI AL CICLOTURISTA Regolamento di Adesione al Club di prodotto Il Cicloturismo nella Terra dei Patriarchi SERVIZI UTILI AL CICLOTURISTA PREMESSE Il progetto Terra dei Patriarchi della Provincia di Udine, finanziato dalla

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. (59_60-61)

LEGGE REGIONALE N. (59_60-61) approvata dal Consiglio regionale nella seduta pomeridiana del 2 ottobre 2014 -----

Dettagli

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009 (CONSUNTIVO)

ELENCO DEI CONSORZI E DELLE SOCIETA' PARTECIPATE DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PER L'ANNO 2009 (CONSUNTIVO) AVIANO CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Consorzio per il Centro di Biomedicina Molecolare - Soc.cons. a r.l. Società 6.000,00 6,00% AVIANO CENTRO REGIONALE DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Pharmadiagen

Dettagli

ASSEMBLEA D AMBITO DEL 19.12.2012 DELIBERAZIONE N. /12

ASSEMBLEA D AMBITO DEL 19.12.2012 DELIBERAZIONE N. /12 AUTORITA D AMBITO ATO CENTRALE FRIULI ASSEMBLEA D AMBITO DEL 19.12.2012 DELIBERAZIONE N. /12 Oggetto: Convenzioni tra AATO Centrale Friuli e Enti gestori salvaguardati:modifiche ed integrazioni - B) CAFC

Dettagli

Punto Operativo Indirizzo Città CAP Tel. Fax Prov. ABI CAB AQUILEIA VIA G. AUGUSTA 34 UDINE 33051 0431 918601 0431 919370 UDINE 06340 63620

Punto Operativo Indirizzo Città CAP Tel. Fax Prov. ABI CAB AQUILEIA VIA G. AUGUSTA 34 UDINE 33051 0431 918601 0431 919370 UDINE 06340 63620 AQUILEIA VIA G. AUGUSTA 34 UDINE 33051 0431 918601 0431 919370 UDINE 06340 63620 AVIANO VIA PORDENONE 17 AVIANO 33081 0434 652600 0434 652998 PORDENONE 06340 64770 AZZANO DECIMO VIA XXV APRILE 39 AZZANO

Dettagli

La rete bibliotecaria del Friuli Venezia Giulia

La rete bibliotecaria del Friuli Venezia Giulia La rete bibliotecaria del Friuli Venezia Giulia Al fine di garantire a tutti i cittadini un adeguato servizio bibliotecario, La Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in attuazione dei principi stabiliti

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA Trieste, 26 agosto 2003 DIREZIONE E REDAZIONE: PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE - TRIESTE - PIAZZA UNITÀ D ITALIA, 1 - TEL. 3773607

Dettagli

La detrazione IRPEF sulle spese per gli interventi di recupero (aggiornato al 1 aprile 2015)

La detrazione IRPEF sulle spese per gli interventi di recupero (aggiornato al 1 aprile 2015) A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale di Confartigianato Udine La detrazione IRPEF sulle spese per gli interventi di recupero (aggiornato al 1 aprile 2015)

Dettagli

Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 finale del 24 settembre 2015 PACCHETTO GIOVANI. Marzo 2016

Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 finale del 24 settembre 2015 PACCHETTO GIOVANI. Marzo 2016 Adottato con decisione della Commissione C(2015) 6589 finale del 24 settembre 2015 PACCHETTO GIOVANI Marzo 2016 La presente pubblicazione ha unicamente lo scopo di orientare i potenziali fruitori del Pacchetto

Dettagli

Area Ambiente. Produzione. rifiuti urbani e Raccolta Differenziata. nella Provincia di Udine

Area Ambiente. Produzione. rifiuti urbani e Raccolta Differenziata. nella Provincia di Udine Area Ambiente Produzione rifiuti urbani e Differenziata nella Provincia di Udine REPORT 2009-2010 Progetto per la pianificazione delle strategie finalizzate alla riduzione della produzione dei rifiuti

Dettagli

Anagrafe impianti del progetto Carburanti Agevolati Regione F.V.G

Anagrafe impianti del progetto Carburanti Agevolati Regione F.V.G COMUNE COD ISTAT COMUNE PROVINCIA AIELLO DEL FRIULI 030001 UDINE AIELLO DEL FRIULI 030001 UDINE AMARO 030002 UDINE AMPEZZO 030003 UDINE AMPEZZO 030003 UDINE AQUILEIA 030004 UDINE AQUILEIA 030004 UDINE

Dettagli

(Pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia n. 9 del 22 ottobre 2014) IL CONSIGLIO REGIONALE.

(Pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia n. 9 del 22 ottobre 2014) IL CONSIGLIO REGIONALE. Numero Atti:49419 Aggiornato al: 15 dicembre 2014 HOME SERVIZI NEWS NEWSLETTER DIRETTIVE UE NUOVA RICERCA ettaglio atto STAMPA ATTO SUDDIVISO 0 EGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Legge regionale 16

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA - GIULIA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI 2007-2013 AREE 107.3,C

REGIONE FRIULI VENEZIA - GIULIA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI 2007-2013 AREE 107.3,C ELENCO DEI REFERENTI PER L'INDIVIDUAZIONE DELLE AREE 107.3.c Per i Comuni parzialmente ammessi in area 107.3.c, sono stati inseriti i riferimenti dei soggetti cui rivolgersi al fine di individuare con

Dettagli

TIPO PUNTO LATITUDINE LONGITUDINE

TIPO PUNTO LATITUDINE LONGITUDINE TIPO PUNTO LATITUDINE LONGITUDINE Media 45.87276 13.3628 Media 45.87276 13.3628 Elementare 45.87205 13.36294 Materna 45.87276 13.3628 Materna 46.37662 13.09821 Elementare 46.37662 13.09821 Elementare 46.41568

Dettagli

PREMESSE OBIETTIVI sistema di rete fra le risorse locali a carattere turistico

PREMESSE OBIETTIVI sistema di rete fra le risorse locali a carattere turistico Regolamento di Adesione al Club di prodotto Il Cicloturismo nella Terra dei Patriarchi PREMESSE Il progetto Terra dei Patriarchi della Provincia di Udine, finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE. N. 43 DEL 22 ottobre 2014. Anno LI n. 43

BOLLETTINO UFFICIALE. N. 43 DEL 22 ottobre 2014. Anno LI n. 43 BOLLETTINO UFFICIALE N. 43 DEL 22 ottobre 2014 Anno LI n. 43 Il Bollettino Ufficiale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia si pubblica di regola il mercoledì; nel caso di festività la pubblicazione

Dettagli

INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA FINANZIATI AI SENSI DELL'ART. 48 D.L. 66/2014 - DELIBERA CIPE DEL 30.6.2014 - REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA FINANZIATI AI SENSI DELL'ART. 48 D.L. 66/2014 - DELIBERA CIPE DEL 30.6.2014 - REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA FINANZIATI AI SENSI DELL'ART. 48 D.L. 66/2014 - DELIBERA CIPE DEL 30.6.2014 - REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA ENTE RICHIEDENTE 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 TRIESTE TS Scuole

Dettagli

ALLEGATO 1 LE AREE RURALI DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

ALLEGATO 1 LE AREE RURALI DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 6 INDICE ALLEGATO 1 LE AREE RURALI DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 7 ALLEGATO 2 LE ZONE SVANTAGGIATE DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 15 ALLEGATO 3 INDENNITà PER SVANTAGGI NATURALI A FAVORE DI

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELLA PRESTAZIONE DELL AGJENZIE REGJONÂL PE LENGHE FURLANE 2014-2016

PIANO TRIENNALE DELLA PRESTAZIONE DELL AGJENZIE REGJONÂL PE LENGHE FURLANE 2014-2016 PIANO TRIENNALE DELLA PRESTAZIONE DELL AGJENZIE REGJONÂL PE LENGHE FURLANE 2014-2016 1 INDICE 1. CONTESTO DI RIFERIMENTO pag. 03 1.1 ANALISI DEI DATI SOCIOLINGUISTICI pag. 03 1.2 LA MINORANZA LINGUISTICA

Dettagli

Incontro con Manager e Mediatori

Incontro con Manager e Mediatori Incontro con Manager e Mediatori FORMAZIONE Progetto di formazione permanente rivolto agli operatori di protezione civile Prima fase: 2002 2003 Impostazione del progetto e formazione teorica di alcune

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 416 DEL 15 MARZO 2012

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 416 DEL 15 MARZO 2012 ALLEGAT ALLA DELIBERA N. 416 DEL 15 MARZ 2012 Regolamento per la concessione e l erogazione di contributi per il sostegno alla costituzione di nuove imprese avvenuta nell ambito del Progetto Imprenderò,

Dettagli

Tabelle riassuntive oneri istruttori

Tabelle riassuntive oneri istruttori Tabelle riassuntive oneri istruttori 1. Oneri istruttori Comuni della Provincia di Pordenone per scarichi rientranti in AUA. Oneri istruttori per Oneri istruttori per Oneri istruttori per Comune nuova/modifica

Dettagli

Il Direttore Centrale

Il Direttore Centrale Contributi destinati a sostenere il servizio di fornitura di libri di testo in comodato gratuito, in attuazione di quanto previsto dall articolo 5, commi 1, 1 bis e 2 della legge regionale 26 gennaio 2004,

Dettagli

SOS servizi in Alto Friuli

SOS servizi in Alto Friuli SOS servizi in Alto Friuli Gemona del Friuli, 12 Marzo 2015 Sos Servizi in Alto Friuli 1 Il futuro assetto territoriale UTI N. COMUNI POPOLAZIONE SUPERFICIE DENSITA CARNIA 28 38.554 1.223,9 31,50 ALTO

Dettagli

Sintesi non tecnica del rapporto ambientale

Sintesi non tecnica del rapporto ambientale ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 2271 DEL 24 NOVEMBRE 2011 Sintesi non tecnica del rapporto ambientale valutazione ambientale strategica del Piano di azione regionale DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, ENERGIA E POLITICHE

Dettagli

La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo. Gennaio 2015

La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo. Gennaio 2015 La Carnia in cifre: tra crisi e strategie di sviluppo Gennaio 2015 osservatorio della montagna friulana ANALISI SOCIO ECONOMICA DELLA MONTAGNA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA gennaio 2015 Via Morpurgo 4-33100

Dettagli

Progetto grafico della copertina: Ufficio stampa Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Progetto grafico della copertina: Ufficio stampa Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali Direzione centrale programmazione, risorse economiche e finanziarie

Dettagli

Campionati a squadre 2015 Squadre regionali che hanno acquisito il diritto a partecipare ai vari campionati a squadre

Campionati a squadre 2015 Squadre regionali che hanno acquisito il diritto a partecipare ai vari campionati a squadre Campionati a squadre 2015 Squadre regionali che hanno acquisito il diritto a partecipare ai vari campionati a squadre Serie A1 Femminile - - Serie A2 TC TRIESTINO 1a squadra TS promossa da serie B - Serie

Dettagli

GENERALITA' E DEFINIZIONI

GENERALITA' E DEFINIZIONI GENERALITA' E DEFINIZIONI ARTICOLO 1 (Natura e contenuti dei Criteri) Le presenti norme contengono i Criteri per l'insediamento sul territorio del Comune di Reana del Rojale delle medie strutture di vendita

Dettagli

Filiali Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia

Filiali Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia A ORG A CARIFVG VIA DEL MONTE, 1 UDINE 33100 - - UDINE 06340 - AQUILEIA VIA G. AUGUSTA, 34 AQUILEIA 33051 0431 918601 0431 919370 UDINE 06340 63620 AREA COR PUB E. CEN VIALE DELL'ARTE 21 ROMA 00144 - -

Dettagli

AQUA Marchio di qualità concesso dalla regione Friuli Venezia Giulia. Prodotto: Mela

AQUA Marchio di qualità concesso dalla regione Friuli Venezia Giulia. Prodotto: Mela Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale E.R.S.A AQUA Marchio di qualità concesso dalla regione Friuli Venezia Giulia Prodotto: Mela DISCIPLINARE DI PRODUZIONE Di

Dettagli

pianura 273.168 montagna 73.673 pianura 17.553 montagna 14.081 montagna 87.754 totale 378.475 378.475 378.475

pianura 273.168 montagna 73.673 pianura 17.553 montagna 14.081 montagna 87.754 totale 378.475 378.475 378.475 1 Visto il Reg. (CE) n. 1788/2003 del Consiglio del 2 settembre 2003, che stabilisce un prelievo nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari; Visto il Reg. (CE) n. 594/2004 della Commissione

Dettagli

MONITORAGGIO CAMPAGNA ELETTORALE ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE 2009 PARTE SPECIALE

MONITORAGGIO CAMPAGNA ELETTORALE ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE 2009 PARTE SPECIALE Struttura di supporto 2 settembre 2009, Trieste MONITORAGGIO CAMPAGNA ELETTORALE ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE 2009 PARTE SPECIALE DONNE E POLITICA. ANALISI DELLE DIFFERENZE DI TRA CANDIDATURE, RISULTATI

Dettagli

Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali AVVISO PUBBLICO

Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali AVVISO PUBBLICO Provincia di Pordenone Settore Politiche Sociali AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE ALL INIZIATIVA LAVORI IN CORSO - EDIZIONE 2015 Progetto di avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro attraverso un

Dettagli

Provincia di Gorizia. Centro Informagiovani via Gradenigo, 24-34073 Grado tel e fax 0431 877139 www.comune.grado.go.it info@informagiovanigrado.191.

Provincia di Gorizia. Centro Informagiovani via Gradenigo, 24-34073 Grado tel e fax 0431 877139 www.comune.grado.go.it info@informagiovanigrado.191. Provincia di Gorizia Puntogiovani via Vittorio Veneto, 7-34170 Gorizia tel e fax 0481 537089 www3.comune.gorizia.it/it/punto-giovani puntogiovani@gmail.it Centro Informagiovani via Gradenigo, 24-34073

Dettagli

RUMORE. Luca Piani ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico

RUMORE. Luca Piani ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico RUMORE 219 RUMORE L inquinamento acustico nuoce sempre di più alla salute e alla qualità della vita dei cittadini. L aumento del traffico, la musica ad alto volume e la costruzione di abitazioni vicine

Dettagli

8. CONCLUSIONI. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia. di Sergio Sichenze e FedericaFlapp

8. CONCLUSIONI. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Friuli Venezia Giulia. di Sergio Sichenze e FedericaFlapp dell Ambiente del 8. CONCLUSIONI di Sergio Sichenze e FedericaFlapp 152 A conclusione di questo lavoro, possiamo provare a riassumere a grandi linee i risultati salienti della ricerca, con tutti i rischi

Dettagli

TABELLE VALORI AGRICOLI 2015

TABELLE VALORI AGRICOLI 2015 COMMISSIONE PROVINCIALE PER LA DETERMINAZIONE DELL INDENNITA DI ESPROPRIO DI CUI ALL ART. 41 DEL D.P.R. 327/2001 Deliberazione Commissione Provinciale Espropri della Provincia di Pordenone n. 478 del 30/01/2015

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE DELLE RISORSE AGRICOLE, NATURALI E FORESTALI SERVIZIO PER LA MONTAGNA

REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE DELLE RISORSE AGRICOLE, NATURALI E FORESTALI SERVIZIO PER LA MONTAGNA Programma INTERREG III B "Spaziio Allpiino" Progetto QUALIMA REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE DELLE RISORSE AGRICOLE, NATURALI E FORESTALI SERVIZIO PER LA MONTAGNA UNIVERSITÀ

Dettagli

Offerta turistica della Provincia di Udine.

Offerta turistica della Provincia di Udine. 100387 luglio 2011 Progetto grafi co: Stampa: Italprint Offerta turistica della Provincia di Udine. VERSIONE 11-07-2011 Palazzo Antonini Belgrado Piazza Patriarcato, 3-33100 Udine Tel. +39.0432.2791 -

Dettagli

F.I.G.C. L.N.D. Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia. Classifiche Ufficiali e Coppa Disciplina

F.I.G.C. L.N.D. Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia. Classifiche Ufficiali e Coppa Disciplina F.I.G.C. L.N.D. Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Classifiche Ufficiali e Coppa Disciplina Stagione Sportiva 2014 / 2015 CAMPIONATO ECCELLENZA (*) Promossa al Campionato di Serie D (**) Retrocessa

Dettagli

Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate. (Art. 1, comma 735, legge 296/2006)

Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate. (Art. 1, comma 735, legge 296/2006) COMUNITÀ MONTANA DELLA CARNIA 33028 TOLMEZZO (UD) Nomine e Compensi degli Amministratori di Parte Pubblica nelle Società Partecipate (Art. 1, comma 735, legge 296/2006) Pag. 1 di 12 Il presente report

Dettagli

AOOUSPPN prot. n. 3129 /U Pordenone, 12 maggio 2015 e - mail. Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole di ogni ordine e grado della Provincia LORO SEDI

AOOUSPPN prot. n. 3129 /U Pordenone, 12 maggio 2015 e - mail. Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole di ogni ordine e grado della Provincia LORO SEDI AOOUSPPN prot. n. 3129 /U Pordenone, 12 maggio 2015 e - mail Ai Dirigenti Scolastici delle Scuole di ogni ordine e grado della Provincia LORO SEDI Alle OO.SS. di Categoria LORO SEDI Agli ATTI Al sito web

Dettagli

U.S.R.-UFFICIO V AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PORDENONE SCUOLA PRIMARIA - POSTI VACANTI PER IMMISSSIONE IN RUOLO - ANNO SCOLASTICO 2015/16

U.S.R.-UFFICIO V AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PORDENONE SCUOLA PRIMARIA - POSTI VACANTI PER IMMISSSIONE IN RUOLO - ANNO SCOLASTICO 2015/16 U.S.R.-UFFICIO V AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PORDENONE SCUOLA PRIMARIA - PER IMMISSSIONE IN RUOLO - ANNO SCOLASTICO 2015/16 PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA COMUNE 31/8/2016 SCUOLA COMUNE

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, ENERGIA E POLITICHE PER LA MONTAGNA

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, ENERGIA E POLITICHE PER LA MONTAGNA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE AMBIENTE, ENERGIA E POLITICHE PER LA MONTAGNA SERVIZIO TUTELA DA INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO ED ELETTROMAGNETICO VALUTAZIONE AMBIENTALE

Dettagli

UDINE NOTA TERRITORIALE. a cura dell Ufficio Provinciale di UDINE Maria Deganutti (referente OMI)

UDINE NOTA TERRITORIALE. a cura dell Ufficio Provinciale di UDINE Maria Deganutti (referente OMI) UDINE NOTA TERRITORIALE a cura dell Ufficio Provinciale di UDINE Maria Deganutti (referente OMI) Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2011 Settore residenziale con la collaborazione della Direzione

Dettagli

Elenco degli utenti amministratori (aggiornamento al 24 dicembre 2014) - 1 di 21 ENTE/COMUNE COGNOME NOME E-MAIL TELEFONO

Elenco degli utenti amministratori (aggiornamento al 24 dicembre 2014) - 1 di 21 ENTE/COMUNE COGNOME NOME E-MAIL TELEFONO Elenco degli utenti amministratori (aggiornamento al 24 dicembre 2014) - 1 di 21 A.S.P. Cordenonese Arcobaleno MORAS FRANCO protocollo@aspcordenonese.it 0434 930440 SANTAROSSA DOMENICA protocollo@aspcordenonese.it

Dettagli

Il criterio del costo nella stima immobiliare

Il criterio del costo nella stima immobiliare AESTIMUM 62, Giugno 2013: 111-127 Giovanni Battista Cipolotti Università degli Studi di Udine E-mail: giovanni.cipolotti@uniud.it Keywords: Appraisal, value, real estate evaluation, production cost Parole

Dettagli

REGIONE IN CIFRE edizione 2008

REGIONE IN CIFRE edizione 2008 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Servizio statistica REGIONE IN CIFRE edizione 2008 SISTAN Sistema Statistico Nazionale "Regione in cifre" è realizzato da: Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 BILANCIO DI PREVISIONE 2012 PRESENTAZIONE ALLA CITTADINANZA Martedì 10 aprile 2012 1 BILANCIO DI PREVISIONE 2012 VARIAZIONE TRASFERIMENTI REGIONALI ORDINARI 2 VARIAZIONE TRASFERIMENTI REGIONALI ORDINARI

Dettagli

Inventario dei prati stabili naturali - Terzo aggiornamento straordinario Richieste di esclusione accolte integralmente

Inventario dei prati stabili naturali - Terzo aggiornamento straordinario Richieste di esclusione accolte integralmente Comune censuario Sezione Foglio Mappale Numero appezzamento Elemento CTR 10.000 Arba B 12 85 203 065020 Arba A 5 558 358 065020 Arba A 1 207 1005 065020 Arba A 7 450, 451, 467, 593 284 065060 Aviano A

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL

MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL Servizio sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale 3.2 Carnia MATERIALI DI LAVORO PER L AGGIORNAMENTO DEL PROFILO DI COMUNITÀ SEZIONE MINORI A CURA DELL OSSERVATORIO POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA

Dettagli

ALBO REGIONALE DEI SINDACI EMERITI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

ALBO REGIONALE DEI SINDACI EMERITI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA ALBO REGIONALE DEI SINDACI EMERITI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA N. Nome e Cognome Luogo e data di nascita Sindaco del comune di 1 Amos D'Antoni Basiliano, 20/12/1940 Basiliano giugno 1980 dicembre 1992 1019/AAL

Dettagli

Programma ERMES e Banda Ultralarga. Udine, martedì 28 luglio 2015

Programma ERMES e Banda Ultralarga. Udine, martedì 28 luglio 2015 Programma ERMES e Banda Ultralarga Udine, martedì 28 luglio 2015 Indice Cessione della fibra ottica agli operatori Avanzamento ERMES Banda Ultralarga OFFERTA ERMES OPERATORI DGR 1373/2014 Con Delibera

Dettagli

Nome Associazione. Pordenone. S. Giorgio di Richinvelda (PN) Trieste. Monfalcone (GO)

Nome Associazione. Pordenone. S. Giorgio di Richinvelda (PN) Trieste. Monfalcone (GO) Nome Associazione Comune 1 A. A. F. T. Sacile Sacile (PN) 2 A. E. Associazione Endometriosi FVG onlus Porpetto (UD) 3 4 5 6 A. I. F. A. Pordenone - Associazione Oitaliana fra Anziani e Volontariato onlus

Dettagli

Legge regionale n. 18/2005, art. 48 ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO O INSERIMENTI LAVORATIVI IN COOPERATIVE

Legge regionale n. 18/2005, art. 48 ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO O INSERIMENTI LAVORATIVI IN COOPERATIVE Legge regionale n. 18/2005, art. 48 ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO O INSERIMENTI LAVORATIVI IN COOPERATIVE D.P.REG. 0237/PRES DEL 07.08.2006 entrato in vigore il 31.08.2006 e s.m.i. di cui al D.P.REG.

Dettagli

Piano per la grande distribuzione.

Piano per la grande distribuzione. L.R. 8/1999, art. 8 bis, c. 1 B.U.R. S.O. 27/6/2005, n. 17 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 15 aprile 2005, n. 781. Piano per la grande distribuzione. VISTA la legge regionale 19 aprile 1999, n. 8,

Dettagli

ABBONAMENTO ANNUALE AL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO COME FARE

ABBONAMENTO ANNUALE AL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO COME FARE CONSULTA DEI GENITORI POZZUOLO DEL FRIULI consultapozzuolo@libero.it ABBONAMENTO ANNUALE AL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO riservato agli studenti corse illimitate su una

Dettagli

BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI GORIZIA APPUNTAMENTI SECONDA SETTIMANA REGIONALE NATI PER LEGGERE 2009

BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI GORIZIA APPUNTAMENTI SECONDA SETTIMANA REGIONALE NATI PER LEGGERE 2009 BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI GORIZIA APPUNTAMENTI SECONDA SETTIMANA REGIONALE NATI PER LEGGERE 2009 DATA ORA LUOGO SEDE EVENTO CURATORE MONFALCONE 17.11.2009 17.00 Monfalcone comunale 17.11.2009 18.00

Dettagli

P r o g _ O c c u p a ti I n iz ia li. So gg Be nl eg _P ro v. Dom_ Nume ro_pro tocoll o. Pro g_d urat a. Prog_Preven tivototalea mmesso

P r o g _ O c c u p a ti I n iz ia li. So gg Be nl eg _P ro v. Dom_ Nume ro_pro tocoll o. Pro g_d urat a. Prog_Preven tivototalea mmesso Denominazione sede legale Dom_Data_ Protocollo Dom_ Nume ro_pro tocoll o So gg Be nl eg _P ro v Prog_Titolo Prog_Descrizione Pro g_d urat a P r o g _ O c c u p a ti I n iz ia li Prog_Preven tivototalea

Dettagli

A.O. Santa Maria degli Angeli (PN) Pordenone SIMEUP-FVG IL VOSTRO BAMBINO PIANGE?

A.O. Santa Maria degli Angeli (PN) Pordenone SIMEUP-FVG IL VOSTRO BAMBINO PIANGE? A.O. Santa Maria degli Angeli (PN) Pordenone SIMEUP-FVG IL VOSTRO BAMBINO PIANGE? Il pianto costituisce, per il bambino, un modo importante di comunicare con voi prima di saper parlare. I bambini piangono

Dettagli

Realtà museali firmatarie dell accordo di collaborazione 2014-2016

Realtà museali firmatarie dell accordo di collaborazione 2014-2016 Realtà museali firmatarie dell accordo di collaborazione 2014-2016 Comune Nome del museo Indirizzo Museo 1 Aiello Del Friuli Museo della Civiltà Contadina del Friuli Imperiale Museo della Civiltà Contadina

Dettagli

Il Dirigente regg. Luigi Torchio (firma autografa sostituita a mezzo stampa, ex art.3, co 2, D.Lgs. 39/93)

Il Dirigente regg. Luigi Torchio (firma autografa sostituita a mezzo stampa, ex art.3, co 2, D.Lgs. 39/93) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia Ufficio VI - Ambito territoriale per la Provincia di Udine Via A. Diaz, 60 33100 Udine

Dettagli

ALLEGATO A -Elenco domande pervenute entro il 31.03.2014. Lavori di straordinaria manutenzione chiesa SS. Canziani Martiri

ALLEGATO A -Elenco domande pervenute entro il 31.03.2014. Lavori di straordinaria manutenzione chiesa SS. Canziani Martiri 1 10916 GO Parrocchia SS. Canziani Martiri - S.Canzian d'isonzo ALLEGATO A -Elenco domande pervenute entro il 31.03.2014 Lavori di straordina manutenzione chiesa SS. Canziani Martiri Criteri attribuiti

Dettagli

Paolo Blarasin. Via L. Garzoni 2/B - 33010 Cassacco (UD)

Paolo Blarasin. Via L. Garzoni 2/B - 33010 Cassacco (UD) F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Indirizzo studio professionale Paolo Blarasin Via L. Garzoni 2/B - 33010 Cassacco (UD) Via Nazionale

Dettagli

SETTIMANA REGIONALE NATI PER LEGGERE PROVINCIA DI UDINE

SETTIMANA REGIONALE NATI PER LEGGERE PROVINCIA DI UDINE SETTIMANA REGIONALE NATI PER LEGGERE PROVINCIA DI UDINE BIBLIOTECA EVENTO E CURATORI LUOGO DATA E ORA A scuola di libri Aiello del Friuli incontro riservato alle classi prime e seconde della scuola primaria

Dettagli

SCARICHI ANALIZZATI. n. 83 DISTRIBUTORI CARBURANTI. n. 69. n. 11 LAVAGGI MEZZI (METEORICHE - INDUSTRIALI)

SCARICHI ANALIZZATI. n. 83 DISTRIBUTORI CARBURANTI. n. 69. n. 11 LAVAGGI MEZZI (METEORICHE - INDUSTRIALI) SCARICHI ANALIZZATI n. 8 AUTO- DEMOLIZIONI (METEORICHE) n. LAVAGGI MEZZI (INDUSTRIALI) DISTRIBUTORI CARBURANTI n. (METEORICHE - INDUSTRIALI) n. 69 Fig. SCARICHI DA DISTRIBUTORI DI CARBURANTE COMPOSIZIONE

Dettagli

PIANO DI AZIONE RELAZIONE TECNICA

PIANO DI AZIONE RELAZIONE TECNICA Rete di competenza di Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 194 Attuazione della direttiva 2002/49/CE relativa alla determinazione e alla gestione del rumore ambientale

Dettagli

Offerta ERMES Operatori. Avviso OEO-1 501. Offerta ERMES Operatori AVVISO

Offerta ERMES Operatori. Avviso OEO-1 501. Offerta ERMES Operatori AVVISO Offerta ERMES Operatori AVVISO per la concessione agli operatori di comunicazione elettronica di risorse della Rete Pubblica Regionale (RPR) ai sensi della D.G.R. 1 37 3 del 1 8 luglio 2 01 4 ID AVVISO:

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo 330-33100 Udine URP SANITARI 4 Centralino 0432 55 312 Fax 0432 806 005 URP - UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 0432 806 051 - Fax 0432 806 005 urp@mediofriuli.it

Dettagli

PATRIMONIO IMMOBILIARE DISPONIBILE REGIONALE

PATRIMONIO IMMOBILIARE DISPONIBILE REGIONALE PATRIMONIO IMMOBILIARE DISPONIBILE REGIONALE DIREZIONE CENTRALE FINANZE, PATRIMONIO, COORDINAMENTO E PROGRAMMAZIONE POLITICHE ECONOMICHE E COMUNITARIE Servizio gestione patrimonio immobiliare [17.12.2013]

Dettagli

ARCHIVIO DI STATO UDINE

ARCHIVIO DI STATO UDINE ARCHIVIO DI STATO DI UDINE Via F. Urbanis, 1 (cod. Post. 33100); tel. 0432/477245, fax 546283. Consistenza totale: bb., filze, fasce., pacchi, regg. e voli. 63.718; mappe e disegni 16.549; pergg. 9.930.

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014-2016

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014-2016 COMUNE DI PREPOTTO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014-2016 - Modello ufficiale Comune di Prepotto RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014-2016 INDICE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI Sezione 1 - Caratteristiche

Dettagli

Elenco cronologico dei decreti emanati per periodi

Elenco cronologico dei decreti emanati per periodi LE IMPRESE IN CIGS NEL FRIULI VENEZIA GIULIA ELENCO DECRETI MINISTERIALI CIGS dal 2005 aggiornamento settimanale in progress al periodo: 01-07/12/2010 Elenco cronologico dei decreti emanati per periodi

Dettagli

Agenzia del Lavoro e della formazione professionale

Agenzia del Lavoro e della formazione professionale Agenzia del Lavoro e della formazione professionale Piano di gestione della situazione di grave difficoltà occupazionale delle imprese collocate nei territori montani delle province di Udine e Pordenone

Dettagli

annuncio n. 14 in comune di Udine alloggio - situato al primo piano- con tre camere, soggiorno e cucina, cantina, posti auto.

annuncio n. 14 in comune di Udine alloggio - situato al primo piano- con tre camere, soggiorno e cucina, cantina, posti auto. annuncio n. cerco offro 1 in Comune di Pasian di Prato o Campoformido fr. Basaldella alloggio con tre camere, soggiorno e cucina, servizi, cantina, garage, con riscaldamento autonomo 2 in Comune di Cervignano

Dettagli

VISTO l articolo 87, quinto comma, della Costituzione; VISTO l articolo 16 del Codice della navigazione, approvato con regio decreto 30 marzo 1942,

VISTO l articolo 87, quinto comma, della Costituzione; VISTO l articolo 16 del Codice della navigazione, approvato con regio decreto 30 marzo 1942, VISTO l articolo 87, quinto comma, della Costituzione; VISTO l articolo 16 del Codice della navigazione, approvato con regio decreto 30 marzo 1942, n. 327; VISTI gli articoli 1 e 2 del regolamento per

Dettagli

del biogas prodotto da residui agricoli

del biogas prodotto da residui agricoli Progetto co-finanziato dall Unione Europea Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) Titolo del progetto/ Projekttitel Autonomia energetica da fonti rinnovabili Selbstversorgung mit erneuerbaren Energien

Dettagli

Case dell'acqua PROVINCIA DI GORIZIA. Costo investimento [ ] Consumo [l/anno] Data di avvio

Case dell'acqua PROVINCIA DI GORIZIA. Costo investimento [ ] Consumo [l/anno] Data di avvio PROVINCIA DI GORIZIA Cormons piazza A. Sfiligoi, angolo via Pozzetto Overland Srl Overland Srl e BBTec Srl nd 01/2013 126.327 3,54 23,34 3 cent/l 7 cent/l Nessuno Nessuna Cormons viale Venezia Giulia Overland

Dettagli

Registro delle associazioni di promozione sociale ai sensi del DPReg 90 del 21/05/2014 CODICE FISCALE COMUNE PROV INDIRIZZO CAP TEL FAX EMAIL PEC

Registro delle associazioni di promozione sociale ai sensi del DPReg 90 del 21/05/2014 CODICE FISCALE COMUNE PROV INDIRIZZO CAP TEL FAX EMAIL PEC NUM ISCR ORGANIZZAZIONE CODICE FISCALE COMUNE PROV INDIRIZZO CAP TEL FAX EMAIL PEC NUM DATA DECR DECR 1 MERICLERE 1219619324 TRIESTE TS VIA MAZZINI 34121 402418750 402418750 elleki555@yahoo.it 18/07/2014

Dettagli

FVGtennis Elenco Tornei 2015 in Friuli Venezia Giulia

FVGtennis Elenco Tornei 2015 in Friuli Venezia Giulia 02/01 06/01 17/01 18/01 28/02 09/03 05/03 22/03 13/03 22/03 20/03 05/04 21/03 22/03 04/04 19/04 11/04 19/04 11/04 26/04 11/04 24/04 17/04 03/05 18/04 26/04 18/04 01/05 25/04 03/05 Eurosporting Junior Cup

Dettagli