Regione Toscana COMUNE DI LIVORNO. Anno 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regione Toscana COMUNE DI LIVORNO. Anno 2012"

Transcript

1 Regione Toscana COMUNE DI LIVORNO Anno 2012 Bando di concorso per assegnazione in locazione a canone sostenibile di 26 ALLOGGI all interno della ex Caserma Lamarmora Bando di concorso per assegnazione in locazione a canone sostenibile di 13 ALLOGGI siti in via Galileo Galilei n. 11/13 1

2 Regione Toscana Lamarmora Comune di Livorno BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA INERENTE L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE A CANONE SOSTENIBILE PERMANENTE DI 26 ALLOGGI DI EDILIZIA AGEVOLATA UBICATI A LIVORNO ALL INTERNO DEL COMPLESSO EX CASERMA LAMARMORA Premesso che, in seguito all attuazione della parte del Programma regionale ERP 2003/2005 (D.C.R.T. n. 51/2004 e D.G.R.T. n. 94/2005) relativa alla Realizzazione di interventi finalizzati all incremento e alla diversificazione dell offerta di abitazioni in locazione, è stato predisposto un piano integrato d intervento denominato Ex Caserma Lamarmora che prevede, tra l altro, la realizzazione di n. 26 alloggi di edilizia agevolata da concedere in locazione permanente ad un canone sostenibile pari al 75% del canone concertato, ai sensi dell art. 2, comma 3, della L. n. 431/98, in favore di categorie sociali la cui condizione reddituale è tale da precludere l accesso sia alle ordinarie agevolazioni per l acquisto della prima casa che alle già carenti disponibilità del patrimonio ex edilizia sovvenzionata riservato ai ceti meno abbienti; Visti i Decreti Dirigenziali della Regione Toscana n del 25 luglio 2005 e n del 27 novembre 2006; Vista la Delibera del LODE Livornese n. 6 del 13 dicembre 2005; Vista la Disposizione del Segretario Generale n del 21/07/2009; Vista la Convenzione del 23 dicembre 2009 tra il Comune di Livorno e Casa Livorno e Provincia s.p.a. per la realizzazione del programma integrato di intervento di edilizia residenziale denominato Ex Caserma Lamarmora ; Il Dirigente Unità Organizzativa Entrate-Patrimonio In attuazione della propria determinazione n del 23/05/2012 Rende Noto Che da oggi secondo le scadenze sotto menzionate è indetto un concorso pubblico allo scopo di consentire la formazione della graduatoria delle domande presentate dai partecipanti al presente bando per l assegnazione in locazione a canone sostenibile permanente di 26 alloggi di edilizia agevolata, situati all interno della Ex Caserma Lamarmora. Art. 1 Requisiti per l ammissione al concorso Per l ammissione al presente concorso è necessario il possesso dei seguenti requisiti: a) avere la cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all Unione Europea, oppure di altro Stato purché titolari di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo oppure titolari 2

3 Lamarmora di carta di soggiorno ancora in corso di validità oppure titolari di permesso di soggiorno almeno biennale e, in quest ultimo caso, che esercitino una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo, ai sensi dell art. 40, comma 6 del D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero ; b) avere la residenza anagrafica o esercitare l attività lavorativa, esclusiva o prevalente, nel Comune di Livorno; c) non essere titolari di diritti di proprietà o usufrutto su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, nel Comune di Livorno o nei comuni limitrofi. Ai sensi della lettera c) della tabella A allegata alla L.R.T. n. 96/96, è adeguato l alloggio la cui superficie utile abitabile, intesa quale la superficie di pavimento misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio da un vano all altro, degli sguinci di porte e finestre, sia non inferiore a 30 mq. per 1 persona, non inferiore a 45 mq. per 2 persone, non inferiore a 55 mq per 3 persone, non inferiore a 65 mq. per 4 persone, non inferiore a 75 mq. per 5 persone, non inferiore a 95 mq. per 6 persone ed oltre; d) 1. non essere titolari di diritti di proprietà o usufrutto su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo sfitti o concessi a terzi, ubicati in qualsiasi località, il cui valore catastale complessivo, ai sensi della lett. d) della Tabella A allegata alla L.R.T. n. 96/96, sia uguale o superiore al valore catastale di un alloggio adeguato determinato assumendo come vani catastali quelli di cui alla tabella di seguito riportata con riferimento al nucleo familiare, e come tariffa d estimo quella convenzionale risultante dalla media del valore delle classi della categoria A3 del Comune di Livorno. COMPONENTI DEL NUCLEO FAMILIARE VANI CATASTALI , ed oltre 7 2. Nel caso di quote di proprietà il relativo valore è convenzionalmente ridotto di un terzo. 3. Nel caso di diritto di usufrutto su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo (o su quote di essi), sfitti o concessi a terzi, ubicati in qualsiasi località, il valore catastale degli stessi ai fini della valutazione di cui al comma 1 è convenzionalmente ridotto della metà. Fa eccezione l abitazione principale a condizione che la stessa sia stabilmente e continuativamente occupata dal nucleo familiare di appartenenza e non sia stata interessata da altre diverse agevolazioni a qualsiasi titolo concesse. e) sono in ogni caso esclusi coloro che abbiano già ottenuto, a qualsiasi titolo, contributi per l acquisto, la costruzione o il recupero di alloggi, ovvero abbiano ottenuto in qualsiasi parte del territorio nazionale, l assegnazione in uso, in abitazione, in proprietà o con patto di futura vendita di altri alloggi costruiti con il concorso o il contributo dello Stato, delle Regioni o di altri Enti pubblici, nonché con i mutui di cui alla L. n. 715/50, con esclusione dei casi in cui l alloggio sia stato espropriato, sia inutilizzabile o perito senza dar luogo a risarcimento del danno. L assegnazione in uso o in abitazione non è motivo di esclusione purché la stessa sia formalmente risolta al momento della stipula del contratto di locazione. f) avere un reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore al limite di ,27 determinato ai sensi dell art. 21 della L. n. 457/78 e successive modificazioni (reddito 3

4 Lamarmora convenzionale), e non inferiore al limite stabilito dalla Regione Toscana per l accesso agli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica ( ,00 Deliberazione della Giunta Regionale n. 669 del 01/08/2011). Si precisa che per il limite minimo di accesso si tiene conto del reddito familiare effettivo (senza gli abbattimenti previsti dell art. 21 della L. n. 457/78). Il limite minimo non si applica nei casi specificati all art. 3 del presente bando. A pena di esclusione dalla graduatoria, tutti i requisiti di cui al presente articolo devono essere posseduti da tutti i componenti del nucleo familiare come definito al successivo art. 2 sia al momento della pubblicazione del presente concorso sia al momento della stipula del relativo contratto di locazione e, relativamente ai punti 3) e 4) (titolarità i diritti proprietà e altri diritti reali), per l intera durata del contratto di locazione, pena la rescissione del contratto di locazione stesso. Per nucleo familiare si intende: Art. 2 Nucleo Familiare 1. la famiglia costituita dai coniugi e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti ed adottivi e dagli affiliati con loro conviventi. Fanno altresì parte del nucleo familiare il convivente more uxorio, gli ascendenti, i discendenti, i collaterali fino al terzo grado, purché la stabile convivenza con il richiedente abbia avuto inizio da almeno due anni prima della data di stipula del contratto di locazione e sia dimostrata nelle forme di legge; 2. sono equiparate al nucleo familiare, le situazioni di convivenza finalizzate alla reciproca assistenza morale e materiale, che siano instaurate e durino stabilmente da almeno due anni dalla data di stipula del contratto di locazione e siano dichiarate in forma pubblica con atto di notorietà da parte del richiedente e dei conviventi; 3. nel caso di figli conviventi coniugati ovvero di nuovi nuclei familiari o situazioni equiparate che intendono concorrere autonomamente al bando di concorso, l accertamento dei requisiti soggettivi si valuta sempre in forma cumulativa ma prescindendo dai nuclei familiari di appartenenza. I nuovi nuclei familiari devono risultare formalmente costituiti ovvero dimostrati nelle forme di legge entro e non oltre i sei mesi successivi alla data di stipula del contratto e assumere la residenza nell alloggio. Art. 3 Reddito Il reddito di riferimento è quello relativo all ultima dichiarazione fiscale (dichiarazione 2011 o cud 2011 sui redditi percepiti nell anno 2010). Per reddito annuo complessivo del nucleo familiare si intende la somma dei redditi imponibili di tutti i componenti il nucleo stesso. Oltre all imponibile fiscale vanno computati tutti gli emolumenti, indennità, pensione, sussidi a qualsiasi titolo percepiti, compresi quelli esentasse. Per determinare il reddito convenzionale, ai sensi dell art. 21 della L. 457/78 e successive modificazioni, dal reddito complessivo del nucleo familiare si detrae 516,45 per ogni figlio a carico; inoltre, qualora alla formazione del reddito concorrano redditi da lavoro dipendente, questi, dopo l eventuale detrazione per figli a carico, sono calcolati nella misura del 60%. Si precisa che per il limite minimo di accesso si tiene conto del reddito familiare complessivo, senza gli abbattimenti previsti dal citato art. 21 della L. n. 457/78. Il limite minimo di accesso non si applica per i richiedenti che siano: - persone ultrasessantacinquenni che vivono da sole o il cui nucleo familiare sia composto al massimo da due persone, unicamente al fine di concorrere all assegnazione degli alloggi riservati, ai 4

5 Lamarmora sensi dell art. 6 del presente bando, a coloro che siano soggetti a provvedimento esecutivo di sfratto, non dovuto a morosità o ad occupazione senza titolo; - studenti universitari, residenti o con attività lavorativa nel Comune di Livorno, per i quali l accertamento dei requisiti sarà riferito al nucleo familiare di appartenenza, non residente nel Comune di Livorno. Nel caso di nuclei familiari non ancora formatisi alla data di pubblicazione del bando di concorso, il reddito annuo complessivo è costituito dalla somma dei redditi dei soggetti che andranno a comporre il nucleo stesso. Per il coniuge non legalmente separato, anche se non residente, devono essere dichiarati i dati anagrafici e reddituali; qualora alla data di pubblicazione del bando fosse in atto un procedimento di separazione legale, i dati dovranno essere ugualmente indicati, con riserva di presentare successivamente dichiarazione attestante l intervenuta sentenza di separazione oppure omologa del Tribunale. Art. 4 Formazione e pubblicazione della graduatoria Il Comune procede all istruttoria delle domande dei richiedenti, verificandone la completezza e la regolarità secondo le disposizioni del presente bando. Inoltre provvede ad assegnare una posizione in graduatoria a ciascuna domanda regolarmente presentata, osservando i criteri di priorità e le quote di riserva indicate nel presente bando. Il Comune, entro i 90 giorni successivi al termine fissato nel Bando per la presentazione delle domande, procede all adozione della graduatoria provvisoria la quale, con l indicazione dei modi e dei tempi per l opposizione e del nome del funzionario responsabile del procedimento, è immediatamente pubblicata per 15 giorni consecutivi all albo on line del Comune, secondo le normative previste. Entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria gli interessati possono presentare opposizione al Comune. Entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria, il Responsabile del procedimento inoltra la graduatoria provvisoria alla Commissione di cui all art. 8 della L.R. n. 96/96, unitamente alle opposizioni presentate, corredate dalle relative domande. Entro 30 giorni dal ricevimento degli atti e dei documenti, la Commissione di cui all art 8 della L.R. n. 96/96 decide sulle opposizioni, a seguito di valutazione dei documenti pervenuti entro i termini per l opposizione, purché relativi a condizioni possedute alla data di pubblicazione del bando e dichiarate nella domanda. E valutabile il provvedimento esecutivo di sfratto intervenuto dopo la presentazione della domanda e prima della decorrenza del termine stabilito per l opposizione. Il provvedimento di sfratto diventa titolo esecutivo dalla data fissata dal giudice nell atto di convalida dello sfratto. Entro lo stesso termine la Commissione formula la graduatoria definitiva, che verrà pubblicata per 15 giorni consecutivi all albo on line del Comune, secondo le normative previste. Art. 5 Criteri di selezione delle domande Le domande correttamente presentate saranno ordinate dando precedenza ai valori più bassi dell I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) risultante dall attestazione in corso di validità alla data di pubblicazione del bando, oppure dall attestazione successiva purché richiesta ai C.A.A.F. (Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale) entro il termine di apertura del bando di concorso. A parità di I.S.E.E., ha precedenza il nucleo familiare con il valore dell attestazione I.S.E. (Indicatore della Situazione Economica) inferiore. 5

6 Lamarmora In caso di ulteriore parità, si procederà con sorteggio. Nel caso di nuclei familiari non ancora formatisi alla data di pubblicazione del bando di concorso, il valore I.S.E.E. di riferimento è quello del nucleo familiare di origine o il maggiore se trattasi di più soggetti afferenti a distinti nuclei familiari di origine. Il coniuge non legalmente separato, anche se non residente, deve risultare nella attestazione dell I.S.E.E. e i suoi dati anagrafici e reddituali devono essere dichiarati nella domanda di partecipazione al presente bando; qualora alla data di pubblicazione del bando fosse in atto un procedimento di separazione legale, i dati dovranno essere ugualmente indicati, con riserva di presentare successivamente, e comunque entro i termini per fare opposizione alla graduatoria ai sensi dell art. 4 del presente bando, una dichiarazione attestante l intervenuta sentenza di separazione oppure omologa del Tribunale. In tal caso i requisiti soggettivi di cui all art. 1 del presente bando, diversi dal punto f (I.S.E.E.), saranno valutati escludendo il coniuge dal nucleo familiare partecipante al bando. Art. 6 Destinatari degli alloggi e quote di riserva All interno della graduatoria, così come si sarà formata sulla base dei criteri sopra esposti, saranno evidenziate le domande di coloro per i quali è stabilita una quota di riserva di alloggi. Per ogni quota di riserva saranno formate le relative graduatorie speciali per individuare gli aventi diritto agli alloggi riservati. Sono stabilite le seguenti quote di riserva di alloggi: a) 8 alloggi sono destinati ai primi 8 nuclei familiari, con I.S.E.E. più basso, che siano assegnatari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) nelle condizioni di cui all art. 36 della L.R.T. n. 96/96 (Superamento del limite di reddito per la permanenza dell assegnazione); b) 8 alloggi sono destinati ai primi 8 nuclei familiari, con I.S.E.E. più basso, che siano soggetti a provvedimento esecutivo di sfratto, non dovuto a morosità o ad occupazione senza titolo. I restanti 10 alloggi saranno assegnati ai primi 10 nuclei familiari, con I.S.E.E. più basso, che non siano stati selezionati per una condizione di riserva. Art. 7 Condizioni per beneficiare delle quote di riserva Le condizioni per beneficiare della quota di riserva debbono essere possedute alla data di pubblicazione del bando e dovranno sussistere anche al momento dell assegnazione dell alloggio. Nel caso di perdita del requisito di priorità al momento dell assegnazione, il concorrente non avrà diritto all assegnazione attraverso la quota di riserva ma la domanda resterà collocata in graduatoria per partecipare all assegnazione degli alloggi non soggetti alle quote di riserva. Nel caso in cui le domande ammesse in graduatoria non esauriscano, per ogni categoria di riserva, gli alloggi loro spettanti, si considera l ordine crescente della graduatoria, per i soggetti con reddito non inferiore alla soglia minima di reddito di ,00, di cui all art. 1 punto f ) del presente bando. I concorrenti assegnatari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) nelle condizioni di cui all art. 36 della L.R.T. n. 96/96 (Superamento del limite di reddito per la permanenza dell assegnazione) potranno beneficiare dell assegnazione degli alloggi a canone sostenibile solo se alla data di stipulazione del relativo contratto di locazione saranno in regola con gli adempimenti contrattuali nell E.R.P. (pagamento del canone e delle spese accessorie). Art. 8 Scelta degli alloggi Gli alloggi saranno progressivamente proposti per assegnazione, seguendo l ordine generale determinato dall ammontare dell ISEE, nel rispetto delle quote di riserva evidenziate dalle 6

7 Lamarmora graduatorie speciali. Ogni concorrente potrà scegliere sull intero pacchetto di alloggi non ancora soggetto a scelte precedenti, senza limiti di superficie o numero di vani utili, avvalendosi della priorità data dalla collocazione in graduatoria e dalla appartenenza ad una categoria beneficiaria della riserva. Art. 9 Contratto di locazione e canone di locazione Gli alloggi sono concessi in locazione da Casa Livorno e Provincia s.p.a. (Casalp), che è Ente Gestore, ai sensi dell art. 6 comma 1 lett. F del Decreto Dirigenziale n del 25/07/2005, degli alloggi di proprietà del Comune di Livorno, costruiti con il piano integrato d intervento denominato Ex Caserma Lamarmora. Il canone di locazione di ciascun alloggio sarà un canone sostenibile permanente pari al 75% del canone concertato, calcolato ai sensi dell art. 2 comma 3 della L. n. 431/98 sulla base dei parametri stabiliti nell accordo territoriale, sottoscritto tra le organizzazioni sindacali della proprietà edilizia e degli inquilini, per la stipula dei contratti concertati nel Comune di Livorno. Le altre norme contrattuali sono regolate dal Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n del 25/07/2005, dalla L. n. 431/98 e dalla Convenzione tra il Comune di Livorno e CasaLP per la conduzione degli alloggi. Art. 10 Autocertificazione dei requisiti e documentazione obbligatoria Ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 il richiedente può ricorrere all autocertificazione dei requisiti e delle condizioni per la partecipazione al presente bando, mediante le dichiarazioni previste dal modulo di domanda. In fase di istruttoria, nel caso di dichiarazioni ritenute erronee o incomplete, il Comune provvederà a richiedere il rilascio di nuove dichiarazioni integrative o di rettifica. Art. 11 Validità della graduatoria La graduatoria definitiva avrà efficacia per due anni decorrenti dalla data della sua pubblicazione e sarà utilizzata per la prima assegnazione dei 26 alloggi del piano integrato d intervento denominato Ex Caserma Lamarmora, oggetto del presente bando di concorso, e per la successiva assegnazione dei medesimi alloggi, in caso di cessazione, per qualsiasi motivo, del rapporto locativo. In caso di cessazione del contratto di locazione, gli alloggi recuperati saranno assegnati seguendo l ordine generale della graduatoria, per i soggetti con reddito non inferiore alla soglia minima di reddito di ,00, di cui all art. 1 punto f ) del presente bando. Cessata l efficacia della graduatoria, l Agenzia per l Affitto, costituita con Deliberazione della Giunta Comunale n. 173 del 12/05/2011, provvederà a locare gli alloggi che si renderanno disponibili, nel rispetto delle normative citate in premessa al presente bando. Art. 12 Termini di presentazione delle domande Per la presentazione delle domande il periodo di apertura del bando di concorso è fissato da giovedì 31 maggio 2012 a venerdì 29 giugno Art. 13 Distribuzione, raccolta e modalità di presentazione delle domande Le domande di partecipazione al presente bando di concorso devono essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti da Comune di Livorno. I moduli di domanda verranno 7

8 Lamarmora distribuiti dal Comune di Livorno presso l Ufficio Programmazione e Servizi per il Fabbisogno Abitativo, via Pollastrini n. 1, e presso le sedi delle Circoscrizioni e dell Ufficio Relazioni con il Pubblico, nei giorni e nell orario di apertura al pubblico. Il modulo scaricato dal sito della Rete Civica dovrà essere sottoscritto dal richiedente in ognuna delle pagine di cui è composto. Le domande relative al presente bando di concorso, debitamente sottoscritte, devono indicare l indirizzo per il ricevimento delle comunicazioni relative al concorso. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente presso l Ufficio Programmazione e Servizi per il Fabbisogno Abitativo o essere spedite a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento A.R. (indirizzata a: Comune di Livorno Ufficio Programmazione e Servizi per il Fabbisogno Abitativo Via Pollastrini n Livorno) debitamente sottoscritte e corredate da fotocopia di un documento di identità del richiedente, entro il termine di cui al precedente art. 12. Per le domande spedite a mezzo raccomandata A.R. farà fede il timbro dell Ufficio Postale accettante. Le domande di partecipazione al presente bando di concorso devono essere presentate in bollo ( 14,62), ai sensi del D.P.R n. 642, come modificato dal D.M La domanda potrà essere consegnata anche tramite terze persone, purché essa sia debitamente sottoscritta, corredata di marca da bollo e vi sia allegata fotocopia di un documento d identità valido del richiedente sottoscrittore, ai sensi dell art. 38 del D.P.R. n. 445/2000. Art. 14 Controlli e sanzioni Ai sensi dell art. 71 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni e integrazioni, l Amministrazione Comunale si riserva di procedere in ogni momento ad idonei controlli, anche a campione e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dai partecipanti, avvalendosi delle informazioni in proprio possesso e confrontandole con quelle risultanti dagli archivi, compresi quelli informatici, dell Agenzia delle Entrate e delle altre Pubbliche Amministrazioni. Ai fini dell attuazione dei controlli predisposti, l Amministrazione, nel rispetto dell art. 43 del D.P.R. n. 445/2000, può richiedere ai partecipanti idonea documentazione atta a dimostrare la completezza e la veridicità dei dati dichiarati. Nel caso di dichiarazioni mendaci, rese al fine di ottenere indebitamente l assegnazione di un alloggio oggetto del presente bando, ai sensi degli artt. 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni e integrazioni, l Amministrazione Comunale procederà alla dichiarazione di decadenza dal beneficio eventualmente conseguito e alla denuncia all Autorità Giudiziaria per le sanzioni penali conseguenti. Art. 15 Trattamento dei dati personali I dati personali dei soggetti interessati saranno trattati con criteri atti a garantire la loro riservatezza e sicurezza ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 (codice della privacy). Nel modulo di domanda il richiedente, preso atto dell informativa sull uso dei dati personali ai sensi del D. Lgs. N. 196/2003, esprime il consenso scritto al loro trattamento. Art. 16 Norma finale Per quanto non espressamente previsto nel presente bando si fa riferimento alla vigente normativa in materia ed in particolare alla L. n. 431/1998, alla L.R.T. n. 96/1996, alla deliberazione del Consiglio Regionale n. 51/2004, alla deliberazione della Giunta Regionale n. 94/2005, al Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n. 4114/2005, alla Deliberazione del Lode Livornese n. 6 del 13/12/2005, alla Disposizione del Segretario Generale del Comune di Livorno n del 21/07/2009, alla Convenzione del 23 dicembre 2009 tra il Comune di Livorno e Casa Livorno e Provincia s.p.a. (CasaLP) per la realizzazione del programma integrato di intervento di edilizia 8

9 Lamarmora residenziale denominato Ex Caserma Lamarmora e alla Convenzione tra il Comune di Livorno e CasaLP per la conduzione degli alloggi. Livorno, 30 maggio 2012 Il Dirigente Unità Organizzativa Entrate-Patrimonio Dott. Alessandro Parlanti 9

10 Galilei Regione Toscana Comune di Livorno BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA INERENTE L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE A CANONE SOSTENIBILE DI 13 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DI CASA LIVORNO E PROVINCIA S.P.A., UBICATI A LIVORNO VIA GALILEO GALILEI N. 11/13 Premesso che, in seguito all attuazione delle Misure straordinarie, urgenti e sperimentali, integrative delle azioni previste dal programma di edilizia residenziale pubblica 2003/2005 approvato con deliberazione del Consiglio Regionale 26 maggio 2004, n. 51 (D.C.R.T. n. 43/2009 e D.G.R.T. n. 320/2010) limitatamente alla Misura C Concorso alla realizzazione di alloggi di edilizia residenziale destinati alla locazione a canone sostenibile per almeno 15 anni, Casa Livorno e Provincia s.p.a. (CasaLP), ha predisposto un intervento di ristrutturazione del fabbricato di sua proprietà, posto in via Galileo Galilei n. 11/13, per la realizzazione di n. 13 alloggi di edilizia residenziale da destinare alla locazione per una durata non inferiore a 50 anni ad un canone sostenibile, calcolato ai sensi dell art. 8 comma 3 del Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n del 15/10/2009, e che in nessun caso sarà superiore al canone concertato, stabilito ai sensi dell art. 2, comma 3, della L. n. 431/98, in favore di soggetti la cui capacità economica, seppure superiore a quella per l accesso agli alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) e la permanenza negli stessi, è comunque incompatibile con i canoni di libero mercato; Visti i Decreti Dirigenziali della Regione Toscana n del 15/10/2009 e n del 26/10/2009; Vista la Delibera del LODE Livornese n. 10 del 14/12/2009; Visto l Avviso Pubblico del 21/12/2009 Concorso alla realizzazione di alloggi di edilizia residenziale destinati alla locazione a canone sostenibile per almeno 15 anni, approvato con Disposizione Dirigenziale del Comune di Livorno n del 21/012/2009; Vista la Deliberazione di Giunta Comunale n. 21 del 25/01/2010, di approvazione delle proposte d intervento; Visto il Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n del 06/07/2010, di approvazione della graduatoria delle proposte d intervento; Il Dirigente Unità Organizzativa Entrate-Patrimonio In attuazione della propria determinazione n del 23/05/2012 Rende Noto Che da oggi secondo le scadenze sotto menzionate è indetto un concorso pubblico allo scopo di consentire la formazione della graduatoria delle domande presentate dai partecipanti al presente bando per l assegnazione in locazione a canone sostenibile di 13 alloggi di edilizia residenziale, situati in Livorno, via Galileo Galilei n. 11/13. 10

11 Galilei Art. 1 Requisiti per l ammissione al concorso Per l ammissione al presente concorso è necessario il possesso dei seguenti requisiti: a) avere la cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all Unione Europea, oppure di altro Stato purché titolari di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo oppure titolari di carta di soggiorno ancora in corso di validità oppure titolari di permesso di soggiorno almeno biennale e, in quest ultimo caso, che esercitino una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo, ai sensi dell art. 40, comma 6 del D. Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero ; b) avere la residenza anagrafica o esercitare l attività lavorativa, esclusiva o prevalente, nel Comune di Livorno; c) non essere titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare ubicato nel territorio della Regione Toscana. Ai sensi della lettera c) della tabella A allegata alla L.R.T. n. 96/96, è adeguato l alloggio la cui superficie utile abitabile, intesa quale la superficie di pavimento misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio da un vano all altro, degli sguinci di porte e finestre, sia non inferiore a 30 mq. per 1 persona, non inferiore a 45 mq. per 2 persone, non inferiore a 55 mq per 3 persone, non inferiore a 65 mq. per 4 persone, non inferiore a 75 mq. per 5 persone, non inferiore a 95 mq. per 6 persone ed oltre; d) 1. non essere titolari di diritti di proprietà, ivi compresa la nuda proprietà, di usufrutto, di uso e di abitazione su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo sfitti o concessi a terzi, ubicati in qualsiasi località, il cui valore catastale complessivo, ai sensi della lett. d) della Tabella A allegata alla L.R.T. n. 96/96, sia uguale o superiore al valore catastale di un alloggio adeguato determinato assumendo come vani catastali quelli di cui alla tabella di seguito riportata con riferimento al nucleo familiare, e come tariffa d estimo quella convenzionale risultante dalla media del valore delle classi della categoria A3 del Comune di Livorno. COMPONENTI DEL NUCLEO FAMILIARE VANI CATASTALI , ed oltre 7 2. Nel caso di quote di proprietà il relativo valore è convenzionalmente ridotto di un terzo. 3. Nel caso di diritto di usufrutto, uso o abitazione su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo (o su quote di essi), sfitti o concessi a terzi, ubicati in qualsiasi località, il valore catastale degli stessi ai fini della valutazione di cui al comma 1 è convenzionalmente ridotto della metà. e) non aver ottenuto, a qualsiasi titolo, contributi pubblici per l acquisto, la costruzione o il recupero di alloggi, ovvero non aver ottenuto in qualsiasi parte del territorio nazionale, l assegnazione in uso, in abitazione, in proprietà o con patto di futura vendita, nonché in locazione, di alloggi costruiti, recuperati o comunque fruenti del concorso o del contributo dello Stato, delle Regioni o di altri Enti pubblici. 11

12 Galilei f) avere un valore I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare, come definito dal successivo art. 2 del presente bando, calcolato ai sensi del D. Lgs. N. 109 del , non superiore ad ,00 e non inferiore al limite stabilito dal Comune di Livorno per l accesso ai benefici di Emergenza Abitativa ( ,00 - Deliberazione della Giunta Comunale n. 349 del 28/09/2011). A pena di esclusione dall assegnazione, i requisiti di cui al presente articolo devono essere posseduti da tutti i componenti del nucleo familiare come definito al successivo art. 2 ai termini di scadenza fissati dalle procedure per l individuazione dei beneficiari e devono permanere fino alla stipula del contratto di locazione. Non costituiscono motivo di esclusione dal beneficio degli alloggi di cui alla presente misura straordinaria: 1. l assegnazione di alloggio di edilizia residenziale pubblica, a condizione che la stessa sia formalmente risolta al momento della stipula del contratto di locazione e a condizione altresì che l assegnatario sia in regola col pagamento del canone e non sia incorso in alcuna sanzione prevista dalle norme e da ogni altra disposizione di settore; 2. l acquisto o l assegnazione in proprietà o con patto di futura vendita di alloggio che sia stato espropriato o sia stato dichiarato inagibile dalle autorità competenti o perito senza dar luogo a risarcimento del danno; 3. l aver fruito del contributo per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione di cui all art. 11 della L. n. 431/1998. Art. 2 Nucleo Familiare Ai fini del presente bando: 4. si definisce nucleo familiare la famiglia anagrafica costituita da una o più persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi o aventi finalità di reciproca assistenza morale o materiale, aventi dimora abituale nella medesima abitazione come risultante dai registri dell anagrafe comunale; 5. i coniugi sono considerati appartenenti allo stesso nucleo familiare anche se residenti in abitazioni diverse, tranne i casi per i quali sia stata pronunciata separazione giudiziale o sia intervenuta l omologazione della separazione da parte del tribunale o sia intervenuto in proposito un provvedimento dell autorità giudiziaria; 6. per i soggetti la cui domanda di accesso ai benefici è motivata dalla intenzione di costituire un nuovo autonomo nucleo familiare, l accertamento dei requisiti soggettivi avviene sempre in forma cumulativa ma prescindendo dai nuclei familiari di originaria appartenenza, salvo quanto stabilito all art. 3 del presente bando sull applicazione dell I.S.E.E.. A pena di decadenza dal beneficio e conseguente risoluzione del contratto di locazione, il nuovo nucleo deve risultare anagraficamente costituito e dimostrato nelle forme di legge entro e non oltre i tre mesi successivi alla data di stipula del contratto. Art. 3 I.S.E.E. L I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) utile ai fini del presente bando di concorso deve risultare dall attestazione in corso di validità alla data di pubblicazione del bando, oppure dall attestazione successiva purché richiesta ai C.A.A.F. (Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale) entro il termine di apertura del bando di concorso. Nel caso di nuclei familiari non ancora formatisi alla data di pubblicazione del bando di concorso, il valore I.S.E.E. di riferimento è quello del nucleo familiare di origine o il maggiore se trattasi di più soggetti afferenti a distinti nuclei familiari di origine. Il coniuge non legalmente separato, anche se non residente, deve risultare nella attestazione dell I.S.E.E. e i suoi dati anagrafici devono essere dichiarati nella domanda di partecipazione al 12

13 Galilei presente bando; qualora alla data di pubblicazione del bando fosse in atto un procedimento di separazione legale, i dati dovranno essere ugualmente indicati, con riserva di presentare successivamente, e comunque entro i termini per fare opposizione alla graduatoria ai sensi del successivo art. 4 del presente bando, una dichiarazione attestante l intervenuta sentenza di separazione oppure omologa dal Tribunale. In tal caso i requisiti soggettivi di cui all art. 1 del presente bando, diversi dal punto f (I.S.E.E.), saranno valutati escludendo il coniuge dal nucleo familiare partecipante al bando. Art. 4 Formazione e pubblicazione della graduatoria Il Comune procede all istruttoria delle domande dei richiedenti, verificandone la completezza e la regolarità secondo le disposizioni del presente bando. Inoltre provvede ad assegnare una posizione in graduatoria a ciascuna domanda regolarmente presentata, osservando i criteri di priorità e le quote di riserva indicate nel presente bando. Il Comune, entro i 90 giorni successivi al termine fissato nel Bando per la presentazione delle domande, procede all adozione della graduatoria provvisoria la quale, con l indicazione dei modi e dei tempi per l opposizione e del nome del funzionario responsabile del procedimento, è immediatamente pubblicata per 15 giorni consecutivi all albo on line del Comune, secondo le normative previste. Entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria gli interessati possono presentare opposizione al Comune. Entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria, il Responsabile del procedimento inoltra la graduatoria provvisoria alla Commissione di cui all art. 8 della L.R. n. 96/96, unitamente alle opposizioni presentate, corredate dalle relative domande. Entro 30 giorni dal ricevimento degli atti e dei documenti, la Commissione di cui all art 8 della L.R. n. 96/96 decide sulle opposizioni, a seguito di valutazione dei documenti pervenuti entro i termini per l opposizione, purché relativi a condizioni possedute alla data di pubblicazione del bando e dichiarate nella domanda. E valutabile il provvedimento esecutivo di sfratto intervenuto dopo la presentazione della domanda e prima della decorrenza del termine stabilito per l opposizione. Il provvedimento di sfratto diventa titolo esecutivo dalla data fissata dal giudice nell atto di convalida dello sfratto. Entro lo stesso termine la Commissione formula la graduatoria definitiva, che verrà pubblicata per 15 giorni consecutivi all albo on line del Comune, secondo le normative previste. Art. 5 Criteri di selezione delle domande Le domande correttamente presentate saranno ordinate dando precedenza ai valori più bassi dell I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente). A parità di I.S.E.E., ha precedenza il nucleo familiare con il valore dell attestazione I.S.E. (Indicatore della Situazione Economica) inferiore. In caso di ulteriore parità, si procederà con sorteggio. Art. 6 Destinatari degli alloggi e quote di riserva All interno della graduatoria, così come si sarà formata sulla base dei criteri sopra esposti, saranno evidenziate le domande di coloro per i quali è stabilita una quota di riserva di alloggi. Per ogni quota di riserva saranno formate le relative graduatorie speciali per individuare gli aventi diritto agli alloggi riservati. Sono stabilite le seguenti quote di riserva di alloggi: a) n. 3 alloggi sono destinati ai primi 3 nuclei familiari, con I.S.E.E. più basso, che siano assegnatari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) nelle condizioni di cui all art. 36 della L.R.T. n. 96/96 (Superamento del limite di reddito per la permanenza dell assegnazione); 13

14 Galilei b) n. 3 alloggi sono destinati ai primi 3 nuclei familiari, con I.S.E.E. più basso, che siano soggetti a provvedimento esecutivo di sfratto, non dovuto a morosità o ad occupazione senza titolo. c) n. 1 alloggio è destinato al primo nucleo familiare comprendente portatori di handicap grave o invalidi con percentuale non inferiore a 3/4 (75%), che occupino alloggi con barriere architettoniche, come attestato dalla competente Azienda U.S.L.; d) n. 1 alloggio è destinato al primo nucleo familiare che costituisce una giovane coppia. I restanti n. 5 alloggi saranno assegnati ai primi 5 nuclei familiari, con I.S.E.E. più basso, che non siano stati selezionati per una condizione di riserva. Per giovane coppia si intende un nucleo familiare composto da due persone costituenti una coppia e che, alla data di pubblicazione del bando, siano di età non superiore a 35 anni e abbiano già contratto matrimonio o costituiscano una coppia di fatto oppure che intendano coniugarsi o costituire una coppia di fatto entro e non oltre i tre mesi successivi alla data di stipula del contratto. Per quanti alla pubblicazione del bando costituiscono una giovane coppia di fatto come sopra indicato, occorre che sulla scheda anagrafica di famiglia vi sia l annotazione che trattasi di famiglia anagrafica costituita da persone coabitanti e legate da vincoli affettivi, oppure occorre che tale annotazione sia stata richiesta entro la data di scadenza del bando. Per coloro che costituiranno una giovane coppia di fatto e che dichiarino di essere giovane coppia, occorre che, entro e non oltre i tre mesi successivi alla data di stipulazione del contratto, essi abbiano la medesima residenza anagrafica e che sulla scheda anagrafica di famiglia vi sia l annotazione che trattasi di famiglia anagrafica costituita da persone coabitanti e legate da vincoli affettivi. Art. 7 Condizioni per beneficiare delle quote di riserva Le condizioni per beneficiare della quota di riserva debbono essere possedute alla data di pubblicazione del bando e dovranno sussistere anche al momento dell assegnazione dell alloggio. Qualora il concorrente si collochi in posizione favorevole per l assegnazione attraverso più di una condizione di riserva, l assegnazione sarà effettuata in base alla quota di riserva elencata in posizione inferiore nel precedente art. 6, in modo tale da favorire lo scorrimento della graduatoria speciale relativa alla quota di riserva collocata in posizione superiore. Nel caso di perdita del requisito di priorità al momento dell assegnazione, il concorrente non avrà diritto all assegnazione attraverso la quota di riserva ma la domanda resterà collocata in graduatoria per partecipare all assegnazione degli alloggi non soggetti alle quote di riserva. Nel caso in cui le domande ammesse in graduatoria non esauriscano, per ogni categoria di riserva, gli alloggi loro spettanti, si considera l ordine crescente della graduatoria. I concorrenti assegnatari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) nelle condizioni di cui all art. 36 della L.R.T. n. 96/96 (Superamento del limite di reddito per la permanenza dell assegnazione) potranno beneficiare dell assegnazione degli alloggi a canone sostenibile solo se alla data di stipulazione del relativo contratto di locazione saranno in regola con gli adempimenti contrattuali nell E.R.P. (pagamento del canone e delle spese accessorie). Art. 8 Scelta degli alloggi Gli alloggi saranno progressivamente proposti per assegnazione, seguendo l ordine generale determinato dall ammontare dell ISEE, nel rispetto delle quote di riserva evidenziate dalle graduatorie speciali. Ogni concorrente potrà scegliere sull intero pacchetto di alloggi non ancora soggetto a scelte precedenti, senza limiti di superficie o numero di vani utili, avvalendosi della priorità data dalla collocazione in graduatoria e dalla appartenenza ad una categoria beneficiaria della riserva. Art. 9 Contratto di locazione e canone di locazione Gli alloggi sono concessi in locazione a canone sostenibile, ai sensi dell art. 8 comma 3 del Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n del 15/10/2009 e ai sensi dell art. 2, comma 3, della L. 14

15 Galilei n. 431/98, da Casa Livorno e Provincia s.p.a. (Casalp), che è Ente Proprietario e Gestore dei 13 alloggi di via Galileo Galilei n. 11/13. I contratti di locazione dovranno avere durata minima di quattro anni. Tutti i componenti del nucleo familiare sono obbligati in solido al pagamento di quanto dovuto per la conduzione dell alloggio e al rispetto dei vincoli e delle condizioni conseguenti all ottenimento del beneficio. Le altre norme contrattuali sono regolate dall art. 9 del Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n del 15/10/2009, dalla L. n. 431/98 e dalla Convenzione tra il Comune di Livorno e CasaLP per la conduzione degli alloggi. Art. 10 Autocertificazione dei requisiti e documentazione obbligatoria Ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 il richiedente può ricorrere all autocertificazione dei requisiti e delle condizioni per la partecipazione al presente bando, mediante le dichiarazioni previste dal modulo di domanda. In fase di istruttoria, nel caso di dichiarazioni ritenute erronee o incomplete, il Comune provvederà a richiedere il rilascio di nuove dichiarazioni integrative o di rettifica. Per la valutazione di appartenenza alla categoria di riserva caratterizzata da handicap o invalidità associata alla presenza di barriere architettoniche nell abitazione, occorre produrre i certificati rilasciati dalla competente autorità sanitaria comprovanti la condizione di handicap grave (L. 104/92), di invalidità con percentuale non inferiore a ¾ e di alloggio con barriere architettoniche. Saranno valutati i certificati di invalidità e handicap richiesti in data anteriore alla pubblicazione del bando, ancorché rilasciati successivamente; saranno valutati i certificati sulle barriere architettoniche dell abitazione solo se aventi una data non anteriore a sei mesi rispetto alla data di pubblicazione del bando, oppure una data successiva, purché la richiesta del sopralluogo sia stata inoltrata all Azienda Sanitaria entro il termine di apertura del bando di concorso. Art. 11 Validità della graduatoria La graduatoria definitiva avrà efficacia per due anni decorrenti dalla data della sua pubblicazione e sarà utilizzata per la prima assegnazione dei 13 alloggi di via Galileo Galilei n. 11/13, oggetto del presente bando di concorso, e per la successiva assegnazione dei medesimi alloggi, in caso di cessazione, per qualsiasi motivo, del rapporto locativo. In caso di cessazione del contratto di locazione, gli alloggi recuperati saranno assegnati seguendo l ordine generale della graduatoria. Cessata l efficacia della graduatoria, l Agenzia per l Affitto, costituita con Deliberazione della Giunta Comunale n. 173 del 12/05/2011, provvederà a locare gli alloggi che si renderanno disponibili, nel rispetto delle normative citate in premessa al presente bando. Art. 12 Termini di presentazione delle domande Per la presentazione delle domande il periodo di apertura del bando di concorso è fissato da giovedì 31 maggio 2012 a venerdì 29 giugno Art. 13 Distribuzione, raccolta e modalità di presentazione delle domande Le domande di partecipazione al presente bando di concorso devono essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti da Comune di Livorno. I moduli di domanda verranno distribuiti dal Comune di Livorno presso l Ufficio Programmazione e Servizi per il Fabbisogno Abitativo, via Pollastrini n. 1, e presso le sedi delle Circoscrizioni e dell Ufficio Relazioni con il Pubblico, nei giorni e nell orario di apertura al pubblico. Il modulo scaricato dal sito della Rete Civica dovrà essere sottoscritto dal richiedente in ognuna delle pagine di cui è composto. 15

16 Galilei Le domande relative al presente bando di concorso, debitamente sottoscritte, devono essere corredate da tutta la necessaria ed idonea documentazione, e indicare l indirizzo al quale devono essere trasmesse le comunicazioni relative al concorso. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente presso l Ufficio Programmazione e Servizi per il Fabbisogno Abitativo o essere spedite a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento A.R. (indirizzata a: Comune di Livorno Ufficio Programmazione e Servizi per il Fabbisogno Abitativo Via Pollastrini n Livorno) debitamente sottoscritte e corredate da fotocopia di un documento di identità del richiedente, entro il termine di cui al precedente art. 12. Per le domande spedite a mezzo raccomandata A.R. farà fede il timbro dell Ufficio Postale accettante. Le domande di partecipazione al presente bando di concorso devono essere presentate in bollo ( 14,62), ai sensi del D.P.R n. 642, come modificato dal D.M La domanda potrà essere consegnata anche tramite terze persone, purché essa sia debitamente sottoscritta, corredata di marca da bollo e vi sia allegata fotocopia di un documento d identità valido del richiedente sottoscrittore, ai sensi dell art. 38 del D.P.R. n. 445/2000. Art. 14 Controlli e sanzioni Ai sensi dell art. 71 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni e integrazioni, l Amministrazione Comunale si riserva di procedere in ogni momento ad idonei controlli, anche a campione e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese dai partecipanti, avvalendosi delle informazioni in proprio possesso e confrontandole con quelle risultanti dagli archivi, compresi quelli informatici, dell Agenzia delle Entrate e delle altre Pubbliche Amministrazioni. Ai fini dell attuazione dei controlli predisposti, l Amministrazione, nel rispetto dell art. 43 del D.P.R. n. 445/2000, può richiedere ai partecipanti idonea documentazione atta a dimostrare la completezza e la veridicità dei dati dichiarati. Nel caso di dichiarazioni mendaci, rese al fine di ottenere indebitamente l assegnazione di un alloggio oggetto del presente bando, ai sensi degli artt. 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni e integrazioni, l Amministrazione Comunale procederà alla dichiarazione di decadenza dal beneficio eventualmente conseguito e alla denuncia all Autorità Giudiziaria per le sanzioni penali conseguenti. Art. 15 Trattamento dei dati personali I dati personali dei soggetti interessati saranno trattati con criteri atti a garantire la loro riservatezza e sicurezza ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 (codice della privacy). Nel modulo di domanda il richiedente, preso atto dell informativa sull uso dei dati personali ai sensi del D. Lgs. N. 196/2003, esprime il consenso scritto al loro trattamento. Art. 16 Norma finale Per quanto non espressamente previsto nel presente bando si fa riferimento alla vigente normativa in materia ed in particolare alla L. n. 431/1998, alla L.R.T. n. 96/1996, alla Deliberazione del Consiglio Regionale 29 luglio 2009, n. 43, alla Decreti Dirigenziali della Regione Toscana n del 15/10/2009 e n del 26/10/2009, alla Delibera del LODE Livornese n. 10 del 14/12/2009, all Avviso Pubblico del 21/12/2009 Concorso alla realizzazione di alloggi di edilizia residenziale destinati alla locazione a canone sostenibile per almeno 15 anni e alla Convenzione tra il Comune di Livorno e CasaLP per la conduzione degli alloggi. Livorno, 30 maggio 2012 Il Dirigente Unità Organizzativa Entrate-Patrimonio Dott. Alessandro Parlanti 16

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE VISTO il Decreto n. 4114 del 25 luglio 2005 con il quale il Dirigente della Direzione Generale Politiche Territoriali e Ambientali

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO Il Sindaco rende noto che: A seguito della pubblicazione del Decreto n. 4363 del 15/08/2010 Del. C.R. 29/07/2009 n. 43 Misure straordinarie, urgenti e sperimentali,

Dettagli

REGIONE TOSCANA COMUNE DI PONTASSIEVE AREA 2 SERVIZI AI CITTADINI BANDO PUBBLICO

REGIONE TOSCANA COMUNE DI PONTASSIEVE AREA 2 SERVIZI AI CITTADINI BANDO PUBBLICO REGIONE TOSCANA COMUNE DI PONTASSIEVE AREA 2 SERVIZI AI CITTADINI BANDO PUBBLICO VISTO il Decreto n. 4114 del 25 luglio 2005 con il quale il Dirigente della Direzione Generale Politiche Territoriali e

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFIORITO

COMUNE DI CAMPOFIORITO COMUNE DI CAMPOFIORITO PROVINCIA DI PALERMO ****************** BANDO GENERALE DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI POPOLARI COSTRUITI NEL COMUNE DI CAMPOFIORITO In esecuzione della deliberazione di

Dettagli

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE Indetto ai sensi dell art. 11 della legge 9

Dettagli

COMUNE DI CAROVIGNO. Provincia di Brindisi. c.a.p. 72012 - Cod. Fisc. 81001790740 Tel. 0831.997249/997206/997240 - Fax 0831.995054

COMUNE DI CAROVIGNO. Provincia di Brindisi. c.a.p. 72012 - Cod. Fisc. 81001790740 Tel. 0831.997249/997206/997240 - Fax 0831.995054 COMUNE DI CAROVIGNO Provincia di Brindisi c.a.p. 72012 - Cod. Fisc. 81001790740 Tel. 0831.997249/997206/997240 - Fax 0831.995054 BANDO DI CONCORSO N. 3/2013 INDETTO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 20/12/1984,

Dettagli

Prot.13693 del 17/09/2015 ASSESSORATO AFFARI GENERALI Ufficio CASA - PATRIMONIO

Prot.13693 del 17/09/2015 ASSESSORATO AFFARI GENERALI Ufficio CASA - PATRIMONIO Prot.13693 del 17/09/2015 ASSESSORATO AFFARI GENERALI Ufficio CASA - PATRIMONIO BANDO DI CONCORSO INDETTO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 07/04/2014, N 10 PERL ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DEGLI ALLOGGI

Dettagli

BANDO DI CONCORSO N. 1 DEL 11.05.2010. per la formazione della graduatoria generale valevole ai fini dell'assegnazione in

BANDO DI CONCORSO N. 1 DEL 11.05.2010. per la formazione della graduatoria generale valevole ai fini dell'assegnazione in COMUNE DI DORGALI Provincia di Nuoro BANDO DI CONCORSO N. 1 DEL 11.05.2010 per la formazione della graduatoria generale valevole ai fini dell'assegnazione in locazione degli alloggi di edilizia residenziale

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 indetto ai sensi della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 7 giugno 1999,

Dettagli

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO

AVVISO DI LOCAZIONE. FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO AVVISO DI LOCAZIONE FONDAZIONE CASA AMICA i n c o l l a b o r a z i o n e c o n COMUNE DI BERGAMO RACCOLTA DELLE DOMANDE PER LA LOCAZIONE DI N. 10 UNITA ABITATIVE (BILOCALI) DI NUOVA COSTRUZIONE O CHE

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE VISTA la deliberazione n. 2009/G/00513 (proposta n. 2009/00685) del 23.10.2009 con la quale la Giunta Comunale ha approvato

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

Comune di Ponte dell Olio

Comune di Ponte dell Olio Comune di Ponte dell Olio AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIARIA PUBBLICA. Prot. n. 10300 del 26/10/2010 (L.R. 24/01 Regolamento comunale

Dettagli

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore n. 673 del 02/12/2015 COMUNE DI OLLOLAI Provincia di Nuoro BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A Ai sensi

Dettagli

COMUNE DI VILLAMAINA (PROVINCIA DI AVELLINO)

COMUNE DI VILLAMAINA (PROVINCIA DI AVELLINO) COMUNE DI VILLAMAINA (PROVINCIA DI AVELLINO) BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI 9 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (art. 3 L. R. 02/07/97 n. 18) RISERVATO AI SENSI DELLA L. 4/12/93 N. 493

Dettagli

Settore Servizi alla Persona

Settore Servizi alla Persona BANDO DI CONCORSO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DEGLI ASPIRANTI ALL ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA NEL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO IL DIRIGENTE SETTORE

Dettagli

REGIONE BASILICATA COMUNE DI LAURIA (PROVINCIA DI POTENZA)

REGIONE BASILICATA COMUNE DI LAURIA (PROVINCIA DI POTENZA) REGIONE BASILICATA COMUNE DI LAURIA (PROVINCIA DI POTENZA) Per la formazione ai fini dell assegnazione in locazione semplice di alloggi E.R.P. siti nel Comune di Lauria delle seguenti graduatorie da valere

Dettagli

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o BANDO DI CONCORSO Contributi integrativi ai canoni di locazione - Anno 2014 Legge 9 dicembre 1998, n.431, art.11; Fondo Nazionale per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione E indetto un bando

Dettagli

CONSAPEVOLE CHE CHIEDE

CONSAPEVOLE CHE CHIEDE MARCA DA BOLLO EURO 14,62 COMUNE DI BAGNO A RIPOLI REGIONE TOSCANA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO 2011 PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Dettagli

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010 Sede operativa di Medicina via Saffi 73 AVVISO PUBBLICO PER LA LOCAZIONE DI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO UBICATI NEL COMUNE DI MEDICINA Delibera del consiglio comunale di Medicina n 153 Del 07/11/2005 e

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Comune di Occhiobello Provincia di Rovigo 6,00 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA AI SENSI DELLA L.R. 0.04.996, N. 0, PUBBLICATO

Dettagli

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali Bando di concorso speciale per la formazione della graduatoria per l assegnazione in locazione semplice di n. 0 alloggi di Edilizia

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n.

DOMANDA DI CONTRIBUTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA. Via n. e residente a CAP Prov. Via n. Allegato B ( domanda di contributo) Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche abitative Via di Novoli 26-50127 Firenze AVVERTENZE. Compilare la domanda in stampatello.

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015

Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015 PROVINCIA DI FIRENZE Tel. (055) 819941 Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015 Il presente bando è emanato ai sensi dell art. 11 della legge

Dettagli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI COSTRUENDI ALLOGGI DI E.R.P. (N. 22) SOSTITUTIVI DEGLI ALLOGGI PROVVISORI POST SISMA 80 E PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI DI CUI AL DECRETO

Dettagli

risultare che il richiedente non ha presentato domanda in nessun altro Comune, pena l esclusione dalla graduatoria;

risultare che il richiedente non ha presentato domanda in nessun altro Comune, pena l esclusione dalla graduatoria; COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo Piazza del Municipio, 12 52043 Castiglion Fiorentino (AR) Tel. 0575-65641 - Fax 0575-680103 Partita IVA: 0025642.051.4 BANDO DI CONCORSO Indetto ai sensi

Dettagli

COMUNE DI ADELFIA. provincia di bari SETTORE TECNICO

COMUNE DI ADELFIA. provincia di bari SETTORE TECNICO COMUNE DI ADELFIA provincia di bari SETTORE TECNICO BANDO DI CONCORSO PER L EROGAZIONE DEL FONDO PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCA- ZIONE RELATIVO DELL ANNO 2012 - DELIB. G.R. N. 2199

Dettagli

VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA

VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE A CANONE CALMIERATO DI N.13 ALLOGGI DI PROPRIETÀ

Dettagli

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano Protocollo: Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 4004 Gaggio Montano DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Legge regionale

Dettagli

COMUNE DI BAULADU Provincia di Oristano UFFICIO TECNICO

COMUNE DI BAULADU Provincia di Oristano UFFICIO TECNICO COMUNE DI BAULADU Provincia di Oristano UFFICIO TECNICO Via Gramsci n 7 09070 BAULADU e-mail: tecnico@comune.bauladu.or.it Tel. 0783-51677 Cod. Fisc./P.ta I.V.A. 00072000953 pec: suap.bauladu@legalmail.it

Dettagli

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE indetto ai sensi dell art. 11 della 9 dicembre 1998, n. 431, che istituisce

Dettagli

Comune di Rosignano Marittimo

Comune di Rosignano Marittimo Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2014 ISTRUZIONI PER POTER PRESENTARE LA DOMANDA OCCORRE: 1) essere

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE PROT. Al Comune di BONDENO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI

Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI PRATICA N. Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI DOMANDA PER L ACCESSO ALLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE A CANONE CALMIERATO DI N.25 ALLOGGI DI PROPRIETA DELLA VENERABILE ARCICONFRATERNITA

Dettagli

COMUNE DI CORBOLA. Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015

COMUNE DI CORBOLA. Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015 COMUNE DI CORBOLA Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015 Il Comune di CORBOLA indice il presente Bando di Concorso per l anno 2015 per l assegnazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO REQUISITI PER L AMMISSIONE AL CONCORSO

BANDO DI CONCORSO REQUISITI PER L AMMISSIONE AL CONCORSO BANDO DI CONCORSO Per la locazione di n. 1 alloggio di mq. 66,00 e di 1 alloggio di mq. 68,96 di Edilizia Residenziale Pubblica Agevolata-FIP in VILLADOSSOLA - Via Matteotti n. 16 - e per alloggi che,

Dettagli

SCHEMA DI AVVISO RECANTE CRITERI E MODALITA PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI FAMIGLIE IN DIFFICOLTA

SCHEMA DI AVVISO RECANTE CRITERI E MODALITA PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI FAMIGLIE IN DIFFICOLTA Allegato A) SCHEMA DI AVVISO RECANTE CRITERI E MODALITA PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI FAMIGLIE IN DIFFICOLTA In attuazione di quanto disposto dalla Deliberazione

Dettagli

Il sottoscritto (cognome e nome ) nato a Prov. il stato civile codice fiscale

Il sottoscritto (cognome e nome ) nato a Prov. il stato civile codice fiscale Marca da bollo da 16,00 al Comune di Castelfranco di Sotto Prot. n. del DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO INTEGRATIVO DI CONCORSO - ANNO 2013 PER L'ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE (BOLLO) PROT. Al Comune di COMACCHIO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO

Dettagli

FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI MOBILITA DEGLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, UBICATI NEL COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI MOBILITA DEGLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, UBICATI NEL COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO C O M U N E D I S A N G I O V A N N I V A L D A R N O FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI MOBILITA DEGLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, UBICATI NEL COMUNE DI SAN GIOVANNI VALDARNO

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI I N VAL D'ARNO via Francesco Guicciardini n 61 56020 Montopoli in Val d'arno (PI) 0571/449811

COMUNE DI MONTOPOLI I N VAL D'ARNO via Francesco Guicciardini n 61 56020 Montopoli in Val d'arno (PI) 0571/449811 BANDO INTEGRATIVO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (E.R.P.) ANNO 2010 IL RESPONSABILE DEL SETTORE AMMINISTRATIVO rende noto che dal giorno 01/12/2010 è pubblicato

Dettagli

Settore Socio-Assistenziale e Sanitario Ufficio Servizi Sociali serviziosociale@comunesantateresagallura.it tel. 0789/740912 Fax.

Settore Socio-Assistenziale e Sanitario Ufficio Servizi Sociali serviziosociale@comunesantateresagallura.it tel. 0789/740912 Fax. COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA Provincia di Olbia Tempio Piazza Villamarina 07028 tel 0789 740900 fax 0789 754794 info@comunesantateresagallura.it Settore Socio-Assistenziale e Sanitario Ufficio Servizi

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO. Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009

COMUNE DI DIGNANO. Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009 COMUNE DI DIGNANO Provincia di Udine n 3151 Protocollo Lì, 28/04/2009 BANDO 2009 PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER LE SPESE SOSTENUTE PER IL PAGAMENTO DI CANONI DI LOCAZIONE (L. 09.12.1998, N.431, ART.

Dettagli

Regione Toscana. Comune di Rio Marina. Bando di Concorso Integrativo - Anno 2010

Regione Toscana. Comune di Rio Marina. Bando di Concorso Integrativo - Anno 2010 Regione Toscana Comune di Rio Marina Bando di Concorso Integrativo - Anno 2010 Indetto ai sensi degli artt. 3 e 12 della L.R. 20/12/1996 n. 96 per la formazione della graduatoria inerente l assegnazione

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n.

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. Marca da da bollo bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. CHIEDE l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica adeguato al proprio

Dettagli

Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015

Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015 Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015 Il Comune di POLESELLA indice il presente Bando di Concorso per l anno 2015 per l assegnazione di tutti gli

Dettagli

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA ANGHIARI BADIA TEDALDA CAPRESE MICHELANGELO MONTERCHI SANSEPOLCRO SESTINO UNIONE MONTANA DEI COMUNI DELLA VALTIBERINA TOSCANA Bando per l assegnazione

Dettagli

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE ENTRO IL 14 MARZO 2008 1. INDIZIONE DEL BANDO E indetto il bando

Dettagli

COMUNE DI PONTEDERA (PROVINCIA DI PISA) BANDO DI MOBILITA ANNO 2012

COMUNE DI PONTEDERA (PROVINCIA DI PISA) BANDO DI MOBILITA ANNO 2012 COMUNE DI PONTEDERA (PROVINCIA DI PISA) BANDO DI MOBILITA ANNO 2012 Indetto ai sensi degli artt. 19-20-21-22 della L.R. 20.12.1996 n 96, per la mobilita nel patrimonio pubblico di Edilizia Residenziale

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE PER L ANNO 2009

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE PER L ANNO 2009 1 CITTA DI RAGUSA www.comune.ragusa.it ASSESSORATO SOLIDARIETA' E SERVIZI SOCIALI, FAMIGLIA, CURA DELLE PERSONE e-mail: Servizi.sociali@comune.ragusa.it IL DIRIGENTE Visto l art.11 della legge 09.12.98

Dettagli

CRITERI E PROCEDURE FINALITA

CRITERI E PROCEDURE FINALITA Allegato A) CONTRIBUTI A FAVORE DI GIOVANI COPPIE PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA CRITERI E PROCEDURE FINALITA La presente normativa ha la finalità di agevolare l acquisto della prima casa da parte di

Dettagli

COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI MONDAVIO Provincia di Pesaro e Urbino Ufficio Tecnico IL RESPONSABILE DELL'AREA TECNICA Vista la legge regionale Marche n. 36 del 16/12/2005 e successive integrazioni e modificazioni; Visto l

Dettagli

Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Il/la sottoscritto/a CHIEDE Bollo Al Comune di Cento Servizio Casa 44042 CENTO (Fe) OGGETTO: DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001) Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA Comune di Cinisello Balsamo

REGIONE LOMBARDIA Comune di Cinisello Balsamo REGIONE LOMBARDIA Comune di Cinisello Balsamo BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI per la formazione della graduatoria valevole ai fini dell assegnazione in locazione a canone concordato di n. 7 alloggi. 1. Indizione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO ANNO 2013

BANDO DI CONCORSO ANNO 2013 Regione Toscana Comune di Bucine BANDO DI CONCORSO ANNO 2013 indetto ai sensi dell art.3 della L.R.T. n. 96 del 20 dicembre 1996 ed in attuazione del provvedimento n. 2606 del 30.09.2013 e n. 2811 del

Dettagli

REGIONE TOSCANA COMUNE DI MONTIERI

REGIONE TOSCANA COMUNE DI MONTIERI REGIONE TOSCANA COMUNE DI MONTIERI BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI MONTIERI IL RESPONSABILE DELL AREA in attuazione della

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... il... residente in... Via... n... codice fiscale:

Il sottoscritto... nato a... il... residente in... Via... n... codice fiscale: Domanda per l assegnazione di alloggi di Edilizia Convenzionata GIOVANI COPPIE COMPLESSO RESIDENZIALE BORGO DEI MOLINI PLC COMPARTO B3/a IN VIA LA FORMA Al Sig. Sindaco del Comune di 60020 S I R O L O

Dettagli

COMUNE DI CASTELVECCHIO SUBEQUO

COMUNE DI CASTELVECCHIO SUBEQUO COMUNE DI CASTELVECCHIO SUBEQUO Provincia di L Aquila Via Roma n 64 C.A.P. 67024 Codice Fiscale: 00208410662 e-mail: castelvecchio.subequo@pec.it servizi.castelvecchiosubequo@pec.it comunedicastelvecchiosub@virgilio.it

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA AVVISO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA AVVISO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA AVVISO AL PUBBLICO PER LA LOCAZIONE DI UNITA IMMOBILIARI AD USO ABITATIVO L ATER, con il presente Avviso, intende assegnare in

Dettagli

Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo BANDO DI CONCORSO

Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo BANDO DI CONCORSO Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo 24128 BERGAMO Via Mazzini, 32/a Tel. 035/259595 Fax 035/251185 www.alerbg.it info@alerbg.it BANDO DI CONCORSO per l assegnazione

Dettagli

Assessorato alla Solidarietà Sociale e Sanità

Assessorato alla Solidarietà Sociale e Sanità Assessorato alla Solidarietà Sociale e Sanità B A N D O D I C O N C O R S O PER LA PARTECIPAZIONE AL FONDO PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE - ANNO 2011 (Art. 11, Legge n. 431/1998)

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DAL 21 GENNAIO 2013 AL 28 FEBBRAIO 2013

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DAL 21 GENNAIO 2013 AL 28 FEBBRAIO 2013 COMUNE DI ROZZANO ALER MILANO BANDO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA AI FINI DELL ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN LOCAZIONE PERMANENTE A CANONE DISCIPLINATO AI SENSI DELL

Dettagli

DATI DA DICHIARARE AL FINE DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (AUTOCERTIFICAZIONE) Il RICHIEDENTE:

DATI DA DICHIARARE AL FINE DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA E DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (AUTOCERTIFICAZIONE) Il RICHIEDENTE: Il presente modulo N sostituisce la domanda di assegnazione che dovrà essere inserita nel sistema informatico appositamente predisposto dalla Regione Lombardia e sottoscritta esclusivamente presso la sede

Dettagli

Comune di Cupra Marittima Provincia di Ascoli Piceno

Comune di Cupra Marittima Provincia di Ascoli Piceno BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI FINALIZZATI A SOSTENERE L'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE PRIVATA, AI SENSI DELL'ARTICOLO 11 DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998. N. 431. ANNO

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI Allegato A) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI MONOPARENTALI DIREZIONE PROGRAMMAZIONE INNOVAZIONE E COMPETITIVITA DELL UMBRIA SERVIZIO POLITICHE

Dettagli

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov.

La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. Via n. CAP. La / il sottoscritt. nat_ a Prov., il. residente nel Comune di Prov. finestra PERIODO DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA: dal 15 ottobre al 21 dicembre 2012 Allegato B ( domanda di contributo) Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale Settore politiche

Dettagli

Il sottoscritto/a Nato/a a prov. il Residente prov. Via n. C.A.P. C.F.

Il sottoscritto/a Nato/a a prov. il Residente prov. Via n. C.A.P. C.F. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA PUBBLICA NEL COMUNE DI MALETTO.(da presentare entro 60 gg. dalla pubblicazione del bando, pena

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a a. il e residente in via/piazza. (giorno-mese-anno) n int. C.F.: n tel. CHIEDE

Il/La sottoscritto/a nato/a a. il e residente in via/piazza. (giorno-mese-anno) n int. C.F.: n tel. CHIEDE Approvato con Determinazione del Responsabile del Servizio n. 306 del 15/12/2015 ATTENZIONE si raccomanda di compilare la presente domanda in ogni sua parte e di controllare che sia debitamente firmata.

Dettagli

Comune di CORI AVVISO DI BANDO GENERALE

Comune di CORI AVVISO DI BANDO GENERALE Comune di CORI AVVISO DI BANDO GENERALE Finalizzato alla formazione e all aggiornamento della graduatoria permanente degli aventi titolo all assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, destinati

Dettagli

Il/la sottoscritto / a. nato/a prov. il cittadinanza. nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a, divorziato/a, vedovo/a) C H I E D E

Il/la sottoscritto / a. nato/a prov. il cittadinanza. nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a, divorziato/a, vedovo/a) C H I E D E SCADENZA 30/06/2015 Domanda n º AL COMUNE DI MOSCUFO Servizio Amministrativo Il/la sottoscritto / a nato/a prov. il cittadinanza codice fiscale residente in Moscufo in via nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a,

Dettagli

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO, AI SENSI DELL ART. 11 DELLA L. 431/1998 E DELL ART. 6 DELLA L.R. 6/2003. Art.

Dettagli

COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI COMUNE DI SORA SETTORE II - SERVIZI SOCIALI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI AI CONDUTTORI MENO ABBIENTI - ANNUALITA 2014. (CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2013) VISTA la Legge 9 dicembre

Dettagli

ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015

ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015 ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015 Reddito di autonomia. Sostegno alle famiglie residenti nei Comuni ad elevata tensione abitativa (Delibera CIPE 87/2003 e PRERP 2014-2016) per il mantenimento

Dettagli

Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo BANDO DI CONCORSO

Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo BANDO DI CONCORSO Azienda Lombarda per l Edilizia Residenziale della Provincia di Bergamo 24128 BERGAMO Via Mazzini, 32/a Tel. 035/259595 Fax 035/251185 www.alerbg.it info@alerbg.it BANDO DI CONCORSO per l assegnazione

Dettagli

Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015

Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015 Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di locazione anno 2015 Al Comune di Prato Ufficio Protocollo Piazza del Pesce, 9 59100 PRATO Responsabile del Servizio

Dettagli

BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO RENDE NOTO

BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO RENDE NOTO COMUNE DI CASTELFIORENTINO (Provincia di Firenze) BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO IL RESPONSABILE DEL

Dettagli

COMUNE DI RIPARBELLA Provincia di Pisa

COMUNE DI RIPARBELLA Provincia di Pisa Domanda n. del Bollo da 14,62 COMUNE DI RIPARBELLA Provincia di Pisa DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO ERP - ANNO 2012 (da presentarsi improrogabilmente entro il 08 marzo 2013 ore 12.00) AL

Dettagli

COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) **********

COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) ********** COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) ********** REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE IN PROPRIETA A GIOVANI COPPIE DI ALLOGGIO DI EDILIZIA CONVENZIONATA DA REALIZZARSI IN VIA ROMANA IN SEGUITO

Dettagli

PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ

PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ I locatari o assegnatari in godimento a termine e permanente e gli acquirenti e assegnatari in proprietà degli alloggi devono essere

Dettagli

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Avviso pubblico per la presentazione di proposte per la realizzazione di alloggi da concedere in locazione ai sensi della Deliberazione Consiglio Regionale Toscana n. 51/2004,

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI COMUNALI - ANNO 2011 IL

Dettagli

COMUNE DI PISA Direzione Consiglio Comunale Politiche della casa

COMUNE DI PISA Direzione Consiglio Comunale Politiche della casa COMUNE DI PISA Direzione Consiglio Comunale Politiche della casa BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IL DIRIGENTE In attuazione della propria

Dettagli

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino - UFFICIO TECNICO - BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N 27 ALLOGGI COMUNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E PER ULTERIORI ALLOGGI CHE SI RENDERANNO

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO PROVINCIA DI PORDENONE CAP 33078 L.R.6/2003 ART.6 e L.431/98 ART.11 INTERVENTI A SOSTEGNO DELLE LOCAZIONI ASSESSORATO ALLA TUTELA SOCIALE Vista la Legge Regionale 07.03.2003

Dettagli

COMUNE DI SAN GIULIANO TERME Provincia di Pisa

COMUNE DI SAN GIULIANO TERME Provincia di Pisa COMUNE DI SAN GIULIANO TERME Provincia di Pisa SETTORE 3 SOCIALE ISTRUZIONE CULTURA BANDO GENERALE DI CONCORSO - ANNO 2011 per la formazione della graduatoria inerente l assegnazione in locazione semplice

Dettagli

DICHIARA CHE ALLA DATA DEL BANDO

DICHIARA CHE ALLA DATA DEL BANDO Ad Arezzo Casa spa Via Margaritone n.6 52100 Arezzo Il sottoscritto nato a ( ) il residente in, via/piazza/loc. n. n. di telefono: e-mail: CHIEDE di essere inserito nella graduatoria della mobilità per

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 40 del 4 settembre 2006

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 40 del 4 settembre 2006 Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 40 del 4 settembre 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 3 agosto 2006 - Deliberazione N. 1336 Area Generale di Coordinamento - N. 18 - Assistenza

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA

REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 34 del 22/04/2013 REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA Art. 1 AMBITO

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA

LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA OGGETTO: Criteri per la ripartizione del Fondo per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione di cui all art. 11, L. 431/98. Anno 2006. Approvazione Bando. LA GIUNTA COMUNALE Su proposta dell

Dettagli

Scadenza: ore 12,00 del 30/05/2014

Scadenza: ore 12,00 del 30/05/2014 DOMANDA CONTRIBUTO INTEGRAZIONE CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2014 Scadenza: ore 12,00 del 30/05/2014 Al SINDACO del COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA Il/La sottoscritto/a (cognome e nome) ai sensi dell art.

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO. Art. 1 Oggetto

COMUNE DI GROSSETO. Art. 1 Oggetto COMUNE DI GROSSETO BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA. ( DELIBERAZIONE G.R.T. N 789 DEL 7.7.97 E D.D. N 1778 DEL 18.10.2004 ). Art. 1 Oggetto

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE COMUNE DI CAGLIARI Assessorato delle Politiche Sociali Area dei Servizi al cittadino Servizi Socio Assistenziali ed Asili Nido BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE Ai sensi di

Dettagli

COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento

COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento COMUNE DI APOLLOSA Provincia di Benevento Prot. 6262 BANDO DI CONCORSO Legge 9 dicembre 1998, n. 431 art. 11- Fondo Nazionale per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione. Erogazione contributi

Dettagli

COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) SERVIZIO AFFARI GENERALI E FINANZIARI

COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) SERVIZIO AFFARI GENERALI E FINANZIARI COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) SERVIZIO AFFARI GENERALI E FINANZIARI Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione, indetto ai sensi dell art. 11 della

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO BANDO DI MOBILITA ANNO 2007

COMUNE DI GAVORRANO BANDO DI MOBILITA ANNO 2007 COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) BANDO DI MOBILITA ANNO 2007 Indetto ai sensi degli artt. 19-20-21-22 della L.R. 20.12.1996 n 96, per la mobilita nel patrimonio pubblico di Edilizia Residenziale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE COMUNE DI MERCATO SARACENO Provincia di Forlì Cesena Settore Segreteria Affari Generali REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA

Dettagli

La Responsabile dell Area

La Responsabile dell Area BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI STRAORDINARI A SOSTEGNO DELL AFFITTO IN FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI CON LAVORATORI COLPITI DALLA CRISI ECONOMICA La Responsabile dell Area In applicazione

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA Ente Pubblico Economico ex L.R. 24/2001 Corso Vittorio Veneto, 7 44121 Ferrara - C.F. - Partita IVA 00051510386 Centralino Tel. 0532 230311 - Servizio Clienti

Dettagli

DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 20/07/2015. Il/la sottoscritto/a nato/a il. a Prov. e residente a SAN ROMANO IN G.NA. in Via n.

DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE ENTRO IL 20/07/2015. Il/la sottoscritto/a nato/a il. a Prov. e residente a SAN ROMANO IN G.NA. in Via n. Domanda per la concessione del contributo integrativo per il pagamento del canone di affitto (esente da bollo art. 8 - comma 3 - della Tabella, Allegato B, DPR n. 642/1972) DA PRESENTARSI IMPROROGABILMENTE

Dettagli

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE PER L ANNO 2015 Ai sensi dell art.

Dettagli