Capitolato Speciale di Appalto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato Speciale di Appalto"

Transcript

1 Gara G220 - Procedura aperta per l affidamento del servizio di trasloco presso alcune sedi Universitarie nel centro di Firenze di arredi, dotazioni e attrezzature da ufficio e quant altro presente nei locali, a seguito di riorganizzazione funzionale delle attività: Lotto 1 imballaggio, trasporto, ricollocazione e/o risistemazione di tutto il materiale di ciascuna unità amministrativa interessata, compreso il servizio di smontaggio e rimontaggio degli arredi. CODICE CIG C3 Capitolato Speciale di Appalto 1

2 Indice: Art. 1 Oggetto dell appalto Art. 2 Sedi e fasi di esecuzione Art. 3 Eventuali sedi e fasi di esecuzione successive, in date da concordare Art. 4 Termine per l esecuzione del servizio Art. 5 Consegna del servizio ed esecuzione anticipata Art. 6 Tempi Art. 7 Orario del servizio Art. 8 - Penali Art. 9 Importo dell appalto Art. 10 Responsabile del servizio Art. 11 Riservatezza Art. 12 Cauzione Art. 13 Subappalto Art Cessione del contratto Art. 15 Adeguamento e revisione dei prezzi Art. 16 Cause di risoluzione del contratto e Foro competente Art Recesso Art. 18 Esecuzione in danno Art. 19 Scorrimento graduatoria di gara Art Garanzie, danni e assicurazione obbligatoria Art. 21 Assicurazioni obbligatorie del personale, identificazione e comportamento Art. 22 Verifica della idoneità tecnico-professionale Art Pagamenti Art Elenco allegati Art Spese contrattuali Art Trattamento dei dati Art. 27- Norme generali di rinvio 2

3 Art. 1 (Oggetto dell appalto) Costituisce oggetto della presente gara d appalto l affidamento del servizio di trasloco presso alcune sedi Universitarie nel centro di Firenze di arredi, dotazioni e attrezzature da ufficio e quant altro presente nei locali, a seguito di riorganizzazione funzionale delle attività: Lotto 1 imballaggio, trasporto, ricollocazione e/o risistemazione di tutto il materiale di ciascuna unità amministrativa interessata, compreso il servizio di smontaggio e rimontaggio degli arredi; Termine inderogabile e fine principale dell operazione è lasciare liberi i seguenti locali: 1) Immobile di Via Cavour n. 82 entro e non oltre il 30 novembre 2009; 2) Immobile di Via del Parione n. 11, entro il e comunque non oltre l anno 2010; 3) Complesso immobiliare di Via Leonardo da Vinci, P.zza Savonarola, Via Valori, entro 12 mesi dalla data di pubblicazione del bando di gara sulla GUUE e comunque non oltre l anno L appalto comprende: a) Imballaggio in appositi contenitori idonei forniti dall operatore economico, (scatoloni in cartone rigido o altri contenitori adeguati ad evitare il deterioramento del materiale nelle fasi di trasloco) di tutto il materiale cartaceo (cartelle contenenti documenti e carteggi correnti e d archivio, libri, faldoni, riviste, carta sfusa e su pancali, etc ) e quant altro presente nei locali oggetto di trasloco; b) Smontaggio degli arredi ed attrezzature specifiche da ufficio e attrezzature varie (smontaggio armadi, scaffalature, mobili vari, pensili, tende, lampadari, macchine da stampa, attrezzature varie, telefoni, personal computers, tecnigrafi, plotter, casseforti da muro e ad armadio, suppellettili, etc.) e comunque quant altro presente nei locali oggetto di trasloco. Si precisa che le segreterie studenti hanno, tra le proprie dotazioni, anche gli armadi rotanti che, successivamente all imballaggio di tutto il materiale cartaceo in 3

4 essi contenuto, dovranno essere smontati, trasportati e rimontati accuratamente nelle nuove sedi oltre al perfetto ricollocamento di tutto l archivio secondo l ordine originale esistente all atto dell imballaggio; c) Carico, trasporto e scarico di tutti gli arredi e attrezzature elencate ai punti precedenti, nelle varie sedi indicate dalla stazione appaltante; d) Collocazione e montaggio a perfetta regola d arte degli arredi e delle attrezzature elencate ai punti precedenti, nei nuovi locali come indicato dalla stazione appaltante; e) Carico, trasporto, scarico e collocazione idonea di materiale cartaceo d archivio nelle varie sedi (potrà essere richiesta, per l insorgere di esigenze particolari della stazione appaltante, la ricollocazione anche in fasi successive al trasloco). e.1) Per alcuni archivi, su richiesta del responsabile dell Ufficio, potrà anche essere prevista, come prestazione opzionale da calcolarsi a metro lineare, la risistemazione degli stessi (per risistemazione si intendono compresi il riordino e/o la nuova classificazione o quant altro si renda necessario per rendere funzionale l archivio stesso); f) Carico, trasporto, scarico e collocazione idonea di eventuali arredi, suppellettili e attrezzature eventualmente in eccedenza in depositi o altri locali ubicati nella città e zone limitrofe indicati di volta in volta dal direttore di esecuzione; g) Carico, trasporto, scarico ed eventuale smaltimento a pubbliche discariche autorizzate, a cura e spese dell operatore economico, dei materiali di resulta (legno, ferro, plastica ecc ) dai vari locali oggetto del trasloco; h) Eventuale custodia, come prestazione opzionale da calcolarsi a metro cubo, di ogni arredo e/o materiale trasportato per i quali si renda necessario il temporaneo deposito nei magazzini dell operatore economico. L offerta dell operatore economico dovrà essere comprensiva di tutti gli oneri e obblighi necessari per l espletamento di detto servizio. In particolare l operatore economico dovrà tener conto di tutte le attrezzature idonee al trasloco (piattaforme, scale elettriche, cartoni e quant altro necessario), 4

5 nonché di tutti i permessi necessari e quanto si renda necessario per l espletamento a perfetta regola d arte del servizio, compreso quello per l occupazione del suolo pubblico. Art. 2 (Sedi e fasi di esecuzione) L avvio del servizio, così come le successive fasi saranno indicate dal Responsabile Unico del Procedimento il quale informerà anche il direttore di esecuzione che dovrà provvedere a quanto impartito; le fasi potranno essere soggette a variazioni, rispetto a quanto di seguito indicato, dovute a esigenze di priorità della stazione appaltante. 1) Presidenza di Scienze della Formazione: da via del Parione 7 a via Laura 48; 2) Dipartimento di Scienze dell Educazione: da Via del Parione nr. 11 (palazzo Corsini) a Via Laura 48; 3) Segreteria Post Laurea (piano terra), Polo Centro Storico (1 e 3 piano), Coordinamento Biblioteche (4 piano), Rapporti Oriente-Occidente (4 piano): da Via Cavour nr. 82 (piani indicati) a Via del Parione nr. 7; 4) Area Servizi Tecnici (1 e 3 piano), Ufficio Patrimonio Immobiliare (3 piano), Servizio Sicurezza e Prevenzione (3 piano), Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti (4 piano), CSIAF (4 piano): da Via Cavour nr. 82 (piani indicati) a Via della Pergola nr. 58/64; 5) Dipartimento di Studi Sociali: da Via Cavour nr. 82 (piano terra e 2 piano) a via Laura 48; 6) Comitato Pari Opportunità (piano terra e 4 piano), Ufficio Relazioni con il Pubblico (piano terra), Sindacato USPUR (piano terra): da Via Cavour nr. 82 (piani indicati) a Piazza Indipendenza nr. 8; 7) Gruppo Valutazione della Didattica: da Via Cavour nr. 82 (piano terra) al Dipartimento di statistica in viale Morgagni; 8) Rivista di Caryologia: da Via Cavour nr. 82 (4 piano) a via La Pira nr. 4 (Dipartimento di Biologia Vegetale); 9) Ufficio Economato: da Via Cavour nr. 82 (4 piano) a P.zza S.Marco (piano terra e primo);lo spostamento di questo ufficio include anche la 5

6 riorganizzazione e spostamento degli uffici presenti nelle stanze n. 6, 19, 13, 23 e ) Archivi: da piano interrato di via Cavour nr. 82 a edifici vari (seguono gli Uffici); 11) Archivio notarile: da Piazza S. Marco nr. 4 e Via Cavour nr. 82 (IV piano) a Via della Pergola nr. 58/64 12) Archivio beni inventariali: da Via Cavour nr. 82 (IV piano) a Piazza S. Marco nr. 4; 13) Archivio della Presidenza di Scienze della Formazione: vuotatura cantine e varie, da via del Parione 7 a via Laura 48 e/o possibili smaltimenti presso pubbliche discariche di materiale di resulta,legno, carta, ferro ecc. La fase di trasloco sopra citata dovrà essere conclusa inderogabilmente entro il 30 novembre 2009 e potrà essere eseguita a discrezione della stazione appaltante e del direttore di esecuzione anche in più sottofasi. 14) Back Office della Segreteria Studenti della Fac. di Lettere (compresi armadi rotanti): da Via S. Gallo n. 10 a Via del Parione n. 7; 15) Polo Centro Storico (Ufficio Servizi alla Didattica e agli Studenti), Centro di Cultura per Stranieri e Segreteria Studenti di Sc. della Formazione (back office compresi armadi rotanti),: da Via Valori/P.zza Savonarola a Via del Parione nr. 7: 16) Segreteria Studenti di Sc. Della Formazione (front office) dalla sede di Via Valori/P.zza Savonarola a Via S.Gallo n. 10; 17) Dipartimento di Italianistica e Centro Studi Palazzeschi: da Via Valori/P.zza Savonarola a Via della Pergola nr. 58/64; 18) Archivi: da piano interrato di Via Valori/P.za Savonarola a edifici vari e da Via del Parione a Via Laura nr. 48 (seguono gli Uffici), compreso l archivio dell Ufficio Personale Docente. La stazione appaltante si riserva di determinare, in base a sopraggiunte esigenze, altri locali diversi da quelli indicati al presente articolo, sempre 6

7 nell ambito del comune di Firenze o nella provincia di Firenze, senza che l operatore economico possa esigere altro ad eccezione dell indennità chilometrica indicata nel modulo-offerta per trasporti fuori dal Comune di Firenze. Si dà atto inoltre che i locali così individuati e i tempi di spostamento possono subire delle variazioni (ad eccezione della sede di Via Cavour 82 i cui tempi sono inderogabili), senza che l operatore economico abbia nulla a pretendere dalla stazione appaltante. Art. 3 (Eventuali sedi e fasi di esecuzione successive, in date da concordare) Un ulteriore trasloco potrà essere eseguito nelle fasi indicate dal Responsabile Unico del Procedimento sulla base delle esigenze della stazione appaltante. 1. Uffici dell Amministrazione Centrale (Servizi Tecnici,Sicurezza, Patrimonio, Ufficio Contratti e due unità CSIAF): da via della Pergola 58/64 a via Gino Capponi Gli archivi relativi agli uffici del punto 1 seguiranno gli uffici medesimi: da via della Pergola 58/64 a via Gino Capponi Dipartimento di Filosofia (immobile Il Pellegrino): da via Bolognese 52 a via della Pergola 58/64, ( nei locali lasciati liberi dagli uffici e loro relativi archivi ). 4. Teatro dell Amicizia in via Il Prato: smontaggio degli arredi dell aula e altre attrezzature in genere, con successiva ricollocazione degli stessi nei locali di via del Parione 7, o in altra sede indicata dalla stazione appaltante, e eventuale smaltimento delle rimanenze o dell intero arredo presso pubbliche discariche autorizzate (nel caso in cui la stazione appaltante non preveda il suo riutilizzo). Resta inteso che le fasi sopra indicate dovranno essere esplicitamente richieste dalla stazione appaltante senza che l operatore economico nulla possa pretendere nel caso in cui non sia dato seguito. 7

8 La stazione appaltante si riserva di determinare, in base a sopraggiunte esigenze, altri locali diversi da quelli indicati al presente articolo, sempre nell ambito del comune di Firenze, ovvero nella Provincia di Firenze senza che l operatore economico possa esigere altro rispetto a quanto indicato in sede di offerta ad eccezione dell indennità chilometrica per trasporti fuori dal Comune di Firenze. Art. 4 (Termine per l esecuzione del servizio) Il servizio oggetto del presente contratto dovrà essere svolto secondo la tempistica indicata ai precedenti articoli e al successivo art. 6 e dovrà concludersi entro il 30 giugno La stazione appaltante si riserva la facoltà di prorogare il termine per un ulteriore anno, in funzione di eventuali ulteriori necessità legate al trasloco di altri uffici e/o unità amministrative, ovvero per terminare le fasi di trasloco già incluse all art. 2 e all art.3. Art. 5 (Consegna del servizio ed esecuzione anticipata) L inizio del servizio è previsto per il 15 luglio 2009 e si concluderà il 30 giugno L inizio del servizio, nonché le successive fasi, risulteranno da apposita comunicazione notificata mediante fax all operatore economico aggiudicatario e al direttore di esecuzione dal Responsabile Unico del Procedimento. La stazione appaltante si riserva di procedere, per ragioni di urgenza, alla consegna anticipata del servizio nelle more della stipula del contratto di appalto, ovvero anche in pendenza dell efficacia del provvedimento di aggiudicazione definitiva. L operatore economico dovrà completare il trasloco nei giorni successivamente indicati, naturali e consecutivi, assegnati per ciascun ufficio e/o unità amministrativa, salvo diverso termine indicato dall operatore economico in sede di offerta per gli uffici e le unità amministrative indicate dalla stazione appaltante. 8

9 Per la 1 fase: l inizio del servizio è previsto per il 15 luglio 2009 e dovrà terminare inderogabilmente entro il 30 novembre 2009, come indicato nell articolo 2 (dal punto 1 al punto 13). Per ogni fase (o eventuali subfasi) sarà affidato un termine entro il quale dare esecuzione al servizio, secondo i tempi indicati all art.6, salvo diversa offerta dell operatore economico aggiudicatario. Le ulteriori fasi saranno seguenti alla prima ed organizzate sulla base delle necessità della stazione appaltante, vedi art. 6. In ogni caso tutte le fasi e le subfasi saranno organizzate e disposte dalla stazione appaltante sulla base delle necessità e della disponibilità degli edifici o parte di essi ad ospitare gli uffici e le unità amministrative. Il servizio che l operatore economico è chiamato a svolgere dovrà creare il minimo intralcio alle attività lavorative e dovrà essere svolto nel più breve tempo possibile senza interruzioni delle singole fasi e subfasi. La stazione appaltante potrà richiedere anche l esecuzione contemporanea del servizio in più edifici: di ciò l operatore economico deve tenerne conto nel formulare la propria offerta e nell organizzazione del servizio. Art. 6 (Tempi) I tempi previsti per ciascun ufficio e unità amministrativa oggetto del trasloco sono i seguenti: o Presidenza di Scienze della Formazione: da via del Parione nr. 7 a via Laura 48: 15 giorni lavorativi; o Segreteria Post Laurea (piano terra): 4 giorni lavorativi; Polo Centro Storico (1 e 3 piano): 15 giorni lavorativi; Coordinamento Biblioteche (4 piano): 10 giorni lavorativi, Rapporti Oriente- Occidente (4 piano): 2 giorni lavorativi; da Via Cavour nr. 82 (piani indicati) a Via del Parione nr. 7; o Area Servizi Tecnici (1 e 3 piano): 15 giorni lavorativi, Ufficio Patrimonio Immobiliare (3 piano): 5 giorni lavorativi; Servizio Sicurezza e Prevenzione (3 piano): 5 giorni lavorativi; Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti (4 piano): 5 giorni lavorativi; CSIAF (4 9

10 piano): due giorni lavorativi; da Via Cavour nr. 82 (piani indicati) a Via della Pergola nr. 58/64; o Dipartimento di Studi Sociali (piano terra e 2 piano) : 10 giorni lavorativi, da via Cavour 82 a via Laura 48; o Comitato Pari Opportunità (piano terra e 4 piano): 2 giorni lavorativi; Ufficio Relazioni con il Pubblico (piano terra): 2 giorni lavorativi; Sindacato USPUR (piano terra): 1 giorno lavorativo; da Via Cavour nr. 82 (piani indicati) a Piazza Indipendenza nr. 8; o Gruppo Valutazione della Didattica (piano terra): 2 giorni lavorativi; da Via Cavour nr. 82 al Polo delle Scienze Sociali, in Via delle Pandette; o Rivista di Caryologia (4 piano): 1 giorno; da Via Cavour nr. 82 a via La Pira nr. 4 (Dipartimento di Biologia Vegetale); o Dipartimento di Scienze dell Educazione: 10 giorni lavorativi ;da Via del Parione nr. 11 (palazzo Corsini) a Via Laura 48; o Ufficio Economato (4 piano): 8 giorni lavorativi; da Via Cavour nr. 82 a P.zza S.Marco (piano terra e primo) compresa la riorganizzazione degli uffici, come indicato al punto 9 dell art. 2 del presente capitolato; o Archivi: da piano interrato di via Cavour nr. 82 a edifici vari (seguono gli Uffici) 5 giorni lavorativi, comprensivi degli eventuali smaltimenti; o Archivio notarile: 5 giorni lavorativi; da Piazza S. Marco nr. 4 e Via Cavour nr. 82 (IV piano) a Via della Pergola nr. 58/64; o Archivio beni inventariali: 5 giorni lavorativi; da Via Cavour nr. 82 (IV piano) a Piazza S. Marco nr. 4. o Archivio della Presidenza di Scienze della Formazione: vuotatura cantine e varie, da via del Parione 7 a via Laura 48 e/o possibili smaltimenti presso pubbliche discariche di materiali di resulta - legno,carta, ferro- ecc. : 10 giorni lavorativi; La fase di trasloco fino qui elencata, dovrà concludersi inderogabilmente entro il 30 novembre 2009 e potrà essere eseguita a discrezione della stazione appaltante e del direttore di esecuzione anche in più sottofasi. 10

11 o Polo Centro Storico (Ufficio Servizi alla Didattica) : 5 giorni lavorativi; Centro di Cultura per Stranieri: 5 giorni lavorativi; Segreteria Studenti di Scienze della Formazione (back- office): 6 giorni lavorativi; da Via Valori/P.zza Savonarola a Via del Parione nr. 7; Segreteria Studenti di Scienze della Formazione (front-office): 4 giorni lavorativi; da via Valori/P. zza Savonarola a via S.Gallo n.10; o Dipartimento di Italianistica: 10 giorni lavorativi; Centro Studi Palazzeschi: 5 giorni lavorativi; da Via Valori/P.zza Savonarola a Via della Pergola nr. 58/64; o Segreteria Studenti Facoltà di Lettere e Filosofia (back-office): 6 giorni lavorativi ; da Via San Gallo nr. 10 a Via del Parione nr. 7; o Archivi degli uffici: da piano interrato di Via Valori/P.za Savonarola a edifici vari, compreso l archivio dell Ufficio Personale Docente: 10 giorni lavorativi; o Teatro dell Amicizia: 1. smontaggio, trasporto e rimontaggio del materiale dell aula: 5 giorni lavorativi; 2. smontaggio e eventuale smaltimento e/o deposito del materiale dell aula: 3 giorni lavorativi. o Dipartimento di Filosofia (immobile Il Pellegrino): da via Bolognese 52 a via della Pergola 58/64, ( nei locali lasciati liberi dagli uffici e loro relativi archivi ): 10 giorni lavorativi. Art. 7 (Orario del Servizio) Le prestazioni dovranno essere eseguite durante l orario di apertura delle sedi, dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:00 alle ore 19:30. In caso di necessità e per particolari esigenze di carattere organizzativo-logistico da parte dell operatore economico, potranno essere richieste prestazioni anche fuori dell orario stabilito. In questo caso la stazione appaltante, per motivate, compravate ed eccezionali necessità, non dipendenti dall operatore economico, potrà autorizzare le 11

12 prescrizioni di svolgimento dell orario che l operatore stesso è tenuto ad osservare, senza richiedere per questo alcun compenso aggiuntivo. Art. 8 (Penali) La stazione appaltante applicherà una penale di. 300,00 (trecento/00) per ogni giorno di ritardo rispetto ai termini fissati all art.6 salvo offerta migliorativa e riferiti alla prima fase indicata all art. 2 (punti da 1 a 13) mentre, di uro 150,00 (centocinquanta/00) per ogni giorno di ritardo rispetto ai termini fissati all art.6 salvo offerta migliorativa, per le restanti fasi dell art. 2(punti da 14 a 18) ed art. 3 (punti da 1 a 4). Le penali verranno trattenute sull ammontare del corrispettivo delle prestazioni effettuate. Art. 9 (Importo dell appalto) L importo dell appalto è stimato in uro ,00 (duecentomila /00) + IVA, di cui uro 4.000,00 + IVA, quali oneri generali per la sicurezza e uro 1.560,00- + IVA quali oneri da interferenza, entrambi non soggetti a ribasso. L importo stimato di uro ,00- + IVA costituisce base d asta non superabile; l importo contrattuale sarà determinato sulla base dei prezzi offerti nel modulo offerta e all operatore economico saranno riconosciuti i compensi per tutte le attività effettivamente eseguite. Tale importo è comprensivo di tutte le spese (a titolo esemplificativo e non esaustivo: costo del personale, costi di noleggio, manutenzione e esercizio di automezzi e attrezzature, materiali di imballaggio ecc.). Nella formulazione dell offerta l operatore economico dovrà tenere conto di tutte le condizioni, delle circostanze generali e particolari, di quanto rilevato in fase di sopralluogo, nonché di tutti gli oneri e obblighi previsti dalla vigente legislazione che possano influire sul servizio e quindi sulla determinazione dei prezzi offerti. L offerta sarà redatta su apposito modulo offerta e dovrà contenere le voci sotto elencate: 1. prezzo a corpo per ufficio e per unità amministrativa, che comprenda l esecuzione di tutti i servizi indicati all art prezzo unitario a ml. per l eventuale ricollocazione di archivi su richiesta dei responsabili degli uffici, come al punto e.1) dell art.1; 12

13 3. prezzo unitario a mc. per l eventuale deposito di materiali presso i magazzini dell operatore economico, come al punto h) dell art indennità chilometrica per eventuale trasloco fuori del comune di Firenze, come indicato all art. 2 penultimo capoverso. 5. costo orario per il servizio di facchinaggio, e costo orario per autocarro inferiore a 35 q.li con autista, per tutti i servizi ulteriori che si dovessero rendere necessari, nel corso della durata del presente contratto. Resta inteso che le voci 2.,3.,4. e 5 saranno corrisposte sole se specificamente richieste dalla stazione appaltante. L importo del servizio potrà subire variazioni sia in aumento che in diminuzione nel limite del 50% dell importo posto a base di gara. In previsione di uffici e/o unità amministrative che saranno oggetto di doppio trasloco, nel corso della durata del contratto, come all art. 2 punto 4 (e relativi archivi) e all art.3 punti 1 e 2, l importo rimarrà invariato anche per il secondo, come indicato nel modulo offerta. Art. 10 (Responsabile del servizio) L operatore economico deve individuare un responsabile dell esecuzione del servizio, incaricato di coordinare le squadre di operai e autisti, il cui nominativo deve essere comunicato alla stazione appaltante ( Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti, fax ) entro dieci giorni dall aggiudicazione definitiva. Tale responsabile dovrà essere reperibile telefonicamente, per tutta la durata del servizio. Pertanto dovrà fornire un numero di telefono fisso e cellulare, e un numero di fax, attivo 24 h/24h. Art. 11 (Riservatezza) L operatore economico aggiudicatario, si impegna ad osservare la massima riservatezza nei confronti delle notizie di qualsiasi natura comunque acquisite nello svolgimento del servizio, in conformità a quanto previsto dal decreto legislativo 196/2003 e s.m.. Art. 12 (Cauzione) Al momento della stipulazione del contratto, l operatore economico è obbligato a costituire una garanzia fidejussoria nella misura e con le modalità previste 13

14 dall art. 113 del D.lgs. n. 163 del 2006 e s.m.., da calcolarsi sull importo netto contrattuale compresi gli oneri generali per la sicurezza e quelli da interferenza. Art. 13 (Subappalto) Il subappalto è regolato dall art. 118 del D. lgs. n. 163/2006 e s.m. L operatore economico potrà, nei limiti di cui al suddetto art. 118, richiedere l autorizzazione al subappalto per il 30% dell ammontare complessivo del contratto sulla base delle prestazioni indicate all art. 1 e preventivamente dichiarate in sede di offerta. Le istanze di richiesta di autorizzazione al subappalto dovranno essere inoltrate al competente Ufficio Edilizia Universitaria e Contratti il quale dovrà eventualmente rilasciare la relativa autorizzazione. Si precisa che, anche in caso di subappalto, rimane solidalmente responsabile l operatore economico contraente, il quale continuerà a rispondere pienamente di tutti gli obblighi contrattuali, sollevando la Stazione Appaltante medesima da ogni pretesa dei subappaltatori o da richieste di risarcimento danni eventualmente avanzate da terzi in conseguenza dell esecuzione delle prestazioni subappaltate. I pagamenti relativi a parti di servizio eseguite dai subappaltatori verranno effettuati direttamente dall operatore economico il quale dovrà trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato a proprio favore, copia delle fatture quietanzate con l indicazione delle eventuali ritenute a garanzia effettuate. La mancata presentazione delle fatture quietanzate, o nel caso di irregolarità di Durc, legittima la Stazione Appaltante a trattenere, in fase di liquidazione del corrispettivo l importo corrispondente. Il subappalto non autorizzato comporta le sanzioni penali previste dalla legge 28 giugno 1995 nr. 246 e s.m., e rappresenta una causa di risoluzione del presente contratto per grave inadempimento, così come le eventuali irregolarità contributive (INPS e INAIL). Art. 14 (Cessione del contratto) 14

15 Non è ammessa la cessione del contratto, in tutto o in parte, a pena di risoluzione del medesimo, con conseguente perdita della garanzia definitiva, fatto salvo ogni ulteriore risarcimento dei danni eventualmente arrecati alla Stazione Appaltante. La cessione del credito è ammessa alle condizioni di cui all art. 117 del decreto legislativo 163/06 e s.m. Art. 15 (Adeguamento e revisione dei prezzi) I prezzi stabiliti resteranno impegnativi per l intera durata dell appalto. Non è ammessa la revisione dei prezzi. L adeguamento del prezzo è regolato secondo quanto previsto dall art. 115 del d.lgs 163/2006 e s.m. L adeguamento del prezzo sarà effettuato sulla base di apposita istruttoria ai sensi dell art. 7, comma 4, lettera c) e comma 5 del d.lgs. medesimo, condotta dal Responsabile Unico del Procedimento. In mancanza della pubblicazione dei predetti prezzi da parte dell ISTAT l adeguamento potrà essere operato sulla base dell indice di variazione rilevata dalla Camera di Commercio di Firenze. Art. 16 (Cause di risoluzione del contratto e Foro competente) La stazione appaltante si riserva la facoltà di risolvere il contratto nei casi e con le modalità e conseguenze indicate all art. 135, 136 e 137 del d. lgs. 163/2006 e s.m., ovvero di recedere ai sensi dell art. 134 del suddetto decreto. Nel caso in cui la risoluzione del contratto avvenisse per gravi violazioni degli obblighi contrattuali (arbitraria sospensione e ingiustificata mancata esecuzione, grave ritardo, difetti nell esecuzione della fornitura, fornitura non conforme ai requisiti minimi prescritti nel presente capitolato o comunque per colpa dell operatore economico) ogni maggior costo della fornitura, comprese tutte le spese per gli atti, risulterà a carico del medesimo. Il contratto potrà altresì sciogliersi negli altri modi previsti dal codice civile. Per qualunque controversia dovesse sorgere durante l esecuzione delle attività inerenti il presente capitolato, è responsabile il Foro di Firenze. Art. 17 (Recesso) 15

16 La stazione appaltante, per quanto di proprio interesse, ha diritto nei casi di giusta causa e reiterati inadempimenti dell operatore economico, anche se non gravi, di recedere unilateralmente dal contratto in tutto o in parte, in qualsiasi momento, senza preavviso. Per giusta causa si intende a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, qualsiasi fattispecie che faccia venire meno il rapporto di fiducia sottostante il contratto. La stazione appaltante potrà recedere per qualsiasi motivo dal contratto, in tutto o in parte, avvalendosi della facoltà consentita dall art cod. civ. con un preavviso di almeno 30 (trenta) giorni solari, da comunicarsi all operatore economico con lettera raccomandata A.R. purché tenga indenne l operatore economico delle spese sostenute, delle prestazioni rese e del mancato guadagno. In ogni caso l operatore economico si impegna a porre in essere ogni attività necessaria per assicurare le continuità del servizio a favore della stazione appaltante. Art. 18 (Esecuzione in danno) Qualora l operatore economico ometta di eseguire, anche parzialmente, la prestazione oggetto del contratto, con le modalità e entro i termini previsti, la stazione appaltante potrà ordinare ad altro operatore economico l esecuzione parziale o totale di quanto omesso dallo stesso, al quale saranno addebitati i relativi costi e i danni eventualmente cagionati alla stazione appaltante. Per la rifusione dei danni, la stazione appaltante potrà rivalersi, mediante trattenute, sugli eventuali crediti dell operatore economico, ovvero, in mancanza, sul deposito cauzionale, che dovrà, in tal caso, essere immediatamente reintegrato. Art. 19 (Scorrimento graduatoria di gara) La risoluzione del contratto per gravi inadempienze contrattuali fa insorgere a favore della stazione appaltante la facoltà di affidare il servizio all operatore economico che segue in graduatoria. Alla parte inadempiente verranno addebitate le maggiori spese sostenute dalla stazione appaltante, fatta salva 16

17 ogni ulteriore responsabilità civile o penale della ditta per il fatto che ha determinato la risoluzione. Art. 20 (Garanzie, danni e assicurazione obbligatoria) Nei casi di danni accidentali, deterioramento degli immobili, guasti, distruzione totale o parziale, smarrimento degli oggetti, delle attrezzature, degli arredi, ecc. e tutto ciò che sia in dotazione, noleggio o di proprietà della stazione appaltante stessa o di terzi, o a conto terzi, questa stazione appaltante si riserva il diritto di addebitare all operatore economico i danni quantificati secondo il valore di mercato e le spese conseguentemente sostenute. A garanzia l operatore economico dovrà risultare assicurato previa presentazione di polizza assicurativa con i seguenti minimi massimali: ,00 (tre milioni,00) per danni a cose ,00 (tremilioni, 00) per danni a persone A garanzia l operatore economico dovrà dimostrare prima dell inizio del servizio e comunque prima della stipula del contratto la sottoscrizione dell assicurazione in questione. La mancata stipulazione della polizza assicurativa comporterà per l aggiudicatario la decadenza dell aggiudicazione stessa. L operatore economico dovrà fare in modo di mantenere indenne la stazione appaltante da tutti i rischi di esecuzione del servizio oggetto del presente capitolato, nonchè dai rischi di responsabilità civile per danni a terzi. Resta inteso che rimane a esclusivo carico dell aggiudicatario: 1. ogni eventuale multa o contravvenzione 2. la conservazione e il ripristino delle vie, dei passaggi e dei servizi pubblici o privati che venissero interrotti per l esecuzione del servizio. 3. il risarcimento dei danni che in dipendenza dal modo di esecuzione del servizio venissero arrecati a proprietà pubbliche e private o a persone, restando libere e indenni l amministrazione appaltante e il suo personale. 4. consentire il libero accesso ai locali ad altre imprese o ditte eventualmente impegnate in altri lavori senza diritto a compenso aggiuntivo per tutto il tempo occorrente all esecuzione del servizio. 17

18 Art. 21 (Assicurazioni obbligatorie del personale, identificazione e comportamento) Tutto il personale impiegato dall operatore economico dovrà risultare regolarmente assunto e assicurato a norma di legge. I lavoratori, ai sensi del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e succ. mod., devono esporre apposita tessera di riconoscimento, corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l indicazione del datore di lavoro. Durante lo svolgimento del servizio all interno delle strutture universitarie il personale addetto al servizio dovrà essere sempre identificabile dimostrando in modo visibile lo stato di appartenenza ed inoltre, il personale impiegato dovrà operare nel rispetto delle normative vigenti in materia del rischio e della prevenzione infortuni. E richiesto inoltre un comportamento corretto e di rispetto da parte del personale dell operatore economico e che in ogni caso sia tale da non ostacolare le normali attività della stazione appaltante. Questa stazione appaltante si riserva il diritto di richiedere l allontanamento e la sostituzione di quei soggetti, ivi compreso il responsabile del servizio- art. 10-, che dovessero risultare non idonei e comunque non graditi dalla stazione appaltante. Art. 22 (Verifica della idoneità tecnico-professionale) L operatore economico aggiudicatario dovrà essere in regola con la vigente normativa in materia di sicurezza, salute e tutela dei lavoratori, in particolare con gli obblighi connessi con quanto disposto dall art. 26 del D. lgs 81/08 e s.m.. Ai fini della sicurezza l operatore economico dovrà dimostrare di aver ottemperato ai vigenti disposti normativi in particolare per quanto riguarda la redazione del Documento di Valutazione dei Rischi, la presenza dei Dispositivi di Protezione Individuali, l avvenuta nomina del Servizio Prevenzione e Protezione con il suo Responsabile, la formazione/informazione del personale. Si precisa che, a seguito dell aggiudicazione definitiva, il Responsabile Unico del Procedimento convocherà una riunione con il direttore di esecuzione, con 18

19 l operatore economico aggiudicatario e con gli eventuali subappaltatori; a seguito di detta riunione l operatore economico potrà fare proposte integrative al D.U.V.R.I. che, se accolte, faranno parte integrante del contratto che sarà stipulato. Art. 23 (Pagamenti) Il pagamento avverrà bimestralmente, dopo il completamento delle prestazioni riferite ad ogni singola fase del trasloco, previa verifica della regolare esecuzione del servizio attestata dal Direttore di esecuzione e presentazione della relativa fattura. Il pagamento sarà relativo al prezzo indicato dall operatore economico per ogni singola fase sul modulo offerta. Per tutti gli archivi indicati nei precedenti articoli e soggetto a trasloco, qualora l Amministrazione frazioni lo spostamento in più fasi, sarà preso a riferimento come calcolo per il pagamento della parte eseguita il parametro a metro lineare che l operatore economico avrà indicato in sede di offerta, nell apposito Modulo Offerta, fino alla concorrenza indicata per lo specifico archivio sempre in offerta. I pagamenti saranno effettuati previa verifica della regolarità contributiva previdenziale ed assistenziale (DURC) e, se necessario, presso Equitalia. Art. 24 (Elenco allegati) Faranno parte integrante del contratto i seguenti allegati: Capitolato speciale di appalto Planimetrie degli edifici Offerta tecnica, tempo ed economica Dichiarazioni di offerta; D.U.V.R.I.; Documento di valutazione dei rischi aziendali dell operatore economico; Eventuali proposte integrative dell operatore economico aggiudicatario accolte; I documenti di valutazione dei rischi dell Ateneo per gli edifici interessati, anche se non materialmente allegati, faranno parte integrante del contratto. 19

20 Art. 25 (Spese contrattuali) Sono a carico dell operatore economico tutte le spese del contratto, compresi diritti e registrazioni e tutte le altre spese inerenti il contratto stesso, attuali e conseguenti. Art. 26 (Trattamento dei dati) I dati forniti dall operatore economico sono trattati dalla stazione appaltante esclusivamente per le finalità connesse alla gara e per l eventuale stipula e gestione del contratto. Il Titolare del trattamento dei dati sono i dirigenti e i responsabili degli uffici coinvolti nel servizio. Art 27 (Norme generali di rinvio) Per quanto non previsto nel presente capitolato e a completamento delle disposizioni in esso contenute si applicano le disposizioni legislative in materia. Il Responsabile Unico del Procedimento (sig. Lombardo Lombardi) 20

Capitolato Speciale di Appalto

Capitolato Speciale di Appalto Capitolato Speciale di Appalto. G220 Procedura aperta per l affidamento del servizio di trasloco presso alcune sedi Universitarie nel centro di Firenze di arredi, dotazioni e attrezzature da ufficio e

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento dell incarico esterno di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) anni 2015 2016 ai sensi dell art. 81 del D.Lgs. 81/2008. CIG ZDC1420648 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA Questa Amministrazione deve procedere, mediante cottimo fiduciario, ai sensi del D. Lgs. 267/00 e del vigente

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo LOTTO N. 12 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI PER VISITE FUORI COMUNE. IMPORTO DISPONIBILE 27.272,72 oltre IVA (10%) ART. 1) OGGETTO DEL SERVIZIO, DESCRIZIONE

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO Uffici Giudiziari CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO Uffici Giudiziari CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Uffici Giudiziari CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DEGLI ARCHIVI DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI PIAZZA GALLO E VIA MAZZINI, DEGLI ARREDI, ATTREZZATURE ED ARCHIVI DELLA

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese

COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese COMUNE DI GAVIRATE Provincia di Varese CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEGLI IMMOBILI E DELLE RETI DI PROPRIETA COMUNALE OPERE DA IMPRENDITORE EDILE ANNI 2010 2011-2012 UFFICIO

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio

AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio L appalto ha per oggetto il servizio di trasporto e facchinaggio nei vari Presidi Ospedalieri

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO BIENNALE DEL SERVIZIO DI DEPOSITO CONTENITORI CON DOCUMENTAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO BIENNALE DEL SERVIZIO DI DEPOSITO CONTENITORI CON DOCUMENTAZIONE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO BIENNALE DEL SERVIZIO DI DEPOSITO CONTENITORI CON DOCUMENTAZIONE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO 1. Il presente Capitolato disciplina l appalto per l espletamento

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA Servizio di manutenzione di tutti gli estintori installati presso gli Uffici Comunali. Questa Amministrazione

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI CATALOGAZIONE, ARCHIVIAZIONE, GESTIONE E CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CIG:

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

PROVINCIA DI BRINDISI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO $//(*$72³% DOOD'HWHUPLQD]LRQH'LULJHQ]LDOH1GHO PROVINCIA DI BRINDISI 9LD'H/HR%5,1',6, CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO 6(59,=,2',67(127,3,$&20387(5,==$7$ 5(62&217$=,21(75$6&5,=,21((67$03$'(,/$925, '(/&216,*/,23529,1&,$/($66(0%/((5,81,21,

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GAS METANO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 60347701BF CAPITOLATO SPECIALE Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli 1 INDICE Art. 1 Glossario Art. 2 Oggetto dell Appalto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Villacidro Provincia di Cagliari Servizio Affari Generali,Pubblica Istruzione, Sport e Turismo Tel- 070/93442213 15 fax 070/9316066 e-mail affarigenerali@comune.villacidro.vs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO INCARICO DI ESPLETAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL PERSONALE E DEI COLLABORATORI PER IL PERIODO 1/1/2012-31/12/2013 CIG Z990278489 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 -

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PROVINCIA DI FIRENZE. Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA

SCHEMA DI CONTRATTO PROVINCIA DI FIRENZE. Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. Fasc. n. /2011 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaundici (2011) addì ( ) del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

Art. 1: Oggetto dell appalto

Art. 1: Oggetto dell appalto Art. 1: Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo, ed in particolare: o il servizio di assistenza, consulenza e gestione del programma

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE TRIENNALE DEL SERVOSCALE SITO PRESSO IL SETTORE RISORSE IMMOBILIARI DI VIA ASTORINO 36. Importo complessivo 6.840,00 oltre iva di cui : 3.564,00

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA = PREZZO PIU BASSO DETERMINATO MEDIANTE MASSIMO RIBASSO SULL IMPORTO DEI LAVORI APPALTO CON CORRISPETTIVO A CORPO = LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL COMUNE DI MONTALE Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL GIARDINO DEL XXI SEC VILLA CASTELLO SMILEA MONTALE CAPOLUOGO. REP. 2/2015

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA: SCHEMA DI CONTRATTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI: (a) PULIZIA AEROMOBILI, (b) SMISTAMENTO BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 ******** I Settore Servizio Segreteria CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE,

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune.

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune. CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi. Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Conversano, comprendente il ritiro

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI LOTTO 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI. (PERIODO: gennaio 2016/ dicembre 2016) CIG:

Dettagli

Piazza San Marco, 4-50121 Firenze c.f./p.i. 01279680480 PROCEDURA APERTA

Piazza San Marco, 4-50121 Firenze c.f./p.i. 01279680480 PROCEDURA APERTA Piazza San Marco, 4-50121 Firenze c.f./p.i. 01279680480 PROCEDURA APERTA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE DI CONSUMO PER GLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE CENTRALE 1 1 OGGETTO

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Città di Marigliano Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE III RESPONSABILE DEL SETTORE III: ing. A. Ciccarelli Registro Generale n. 1689 del 29.12.2014 Registro Settore n. 25

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

COMUNE DI CONFLENTI Prov. di Catanzaro Ufficio Tecnico

COMUNE DI CONFLENTI Prov. di Catanzaro Ufficio Tecnico COMUNE DI CONFLENTI Prov. di Catanzaro Ufficio Tecnico CAPITOLATO D ONERI Per Affidamento del servizio di Adempimenti della Sicurezza e Salute sui luoghi di lavoro del comune di Conflenti Art. 1 Contratto

Dettagli

IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI

IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI Il contratto viene stipulato tra un Comune stazione appaltante e un impresa ESCO appaltatore ADEMPIMENTI PRELIMINARI

Dettagli

Comune di Mori Provincia di Trento

Comune di Mori Provincia di Trento FORMAZIONE OBBLIGATORIA SICUREZZA D. LGS. 81/08 CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DELLA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI MORI

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di manutenzione programmata e straordinaria

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SENSIBILIZZAZIONE ED INFORMAZIONE DEL CONSORZIO CISS

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SENSIBILIZZAZIONE ED INFORMAZIONE DEL CONSORZIO CISS Sede legale: P.zza Battisti, 1 Palazzo Comunale 80023 CAIVANO (NA) Sede amministrativa: c/o In.co.farma s.p.a. Centro Direzionale Isola C 9 scala A int. 80 16 piano Via Taddeo da Sessa - NAPOLI - 80143,

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 238/2014 ai sensi dell art. 125 comma 11 del D.Lgs. n.163/2006 per l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza di carattere

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI 1 SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI Codice CIG L anno duemila, il giorno del mese di nella sede della Casa per Anziani Umberto I - Piazza della Motta

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

COMUNE DI QUALIANO PROVINCIA DI NAPOLI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE

COMUNE DI QUALIANO PROVINCIA DI NAPOLI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto la manutenzione ordinaria e straordinaria dell impianto di illuminazione pubblica di tutto il territorio comunale, ivi compreso le linee elettriche

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA. Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA Area 6^ - Urbanistica DISCIPLINARE DI CONCESSIONE ART. 1 OGGETTO DELLA CONCESSIONE 1. Il Comune di Nicolosi affida in concessione la gestione degli

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLA PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA SERVIZIO DI ODONTOPROTESI PER LA REALIZZAZIONE DI PROTESI MOBILI A FAVORE DI ONCOLOGICI E PER ORTODONZIA INTERCETTIVA

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO ED OBBLIGHI DEL PROFESSIONISTA

MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO ED OBBLIGHI DEL PROFESSIONISTA CAPITOLATO speciale di appalto per Servizi di domiciliazione e sostituzione di udienza dinanzi alla Corte di Cassazione ed alle altre giurisdizioni superiori con sede in Roma ed agli altri organi giurisdizionali

Dettagli

3529,1&,$',%5,1',6, $57 2JJHWWRGHOO DSSDOWR

3529,1&,$',%5,1',6, $57 2JJHWWRGHOO DSSDOWR $OOHJDWR³* DOOD'HWHUPLQD]LRQHQƒGHO 3529,1&,$',%5,1',6, &$3,72/$7263(&,$/(' $33$/72 2JJHWWRGHOO DSSDOWR L appalto ha per oggetto i lavori di manutenzione ordinaria, pronto intervento e interventi straordinari

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASPORTI NELLE STRUTTURE OSPEDALIERE E TERRITORIALI DELL AZIENDA SANITARIA DI NUORO CIG 0598984939 - C.U.P. H69E10000920002 CAPITOLATO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO BIENNALE DI PROGETTAZIONE GRAFICA, PRODUZIONE E STAMPA DI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO BIENNALE DI PROGETTAZIONE GRAFICA, PRODUZIONE E STAMPA DI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO BIENNALE DI PROGETTAZIONE GRAFICA, PRODUZIONE E STAMPA DI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato speciale d

Dettagli

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc

BANDO DI GARA. C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc BANDO DI GARA C.I.G. assegnato dall autorità di Vigilanza sui contratti pubblici:0228880dbc 1) Stazione appaltante: INPS Direzione Regionale UMBRIA UTR Via Mario Angeloni, 90-06124 Perugia Telefono: 075

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art. 1 - Ente Emittente: Progetto Ambiente S.p.A. - Sede Legale: P.zza Dei Bersaglieri n 30 04011 Aprilia (LT) - Sede Amministrativa: Via delle Valli Snc 04011 Aprilia (LT)

Dettagli

COMUNE DI MARIGLIANO PROVINCIA DI NAPOLI AREA VIGILANZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI MARIGLIANO PROVINCIA DI NAPOLI AREA VIGILANZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARIGLIANO PROVINCIA DI NAPOLI AREA VIGILANZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Capitolato Speciale per programma di previdenza integrativa fondo pensione aperto - per il Corpo di Polizia Municipale

Dettagli

OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05.

OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05. OGGETTO: servizio di pulizia e sanificazione degli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste periodo dal 1.06.2014 al 31.05.2017 IMPRESA: (denominazione e codice fiscale) REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Capitolato speciale per i servizi di distruzione della documentazione e di trasferimento degli archivi presenti presso le sedi ex IRRE

Capitolato speciale per i servizi di distruzione della documentazione e di trasferimento degli archivi presenti presso le sedi ex IRRE AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INDICIZZAZIONE, TRASPORTO E DISTRUZIONE DI MATERIALE CARTACEO, SELEZIONATO A SEGUITO DELLE OPERAZIONI DELLO SCARTO D ARCHIVIO EFFETTUATE DALL INDIRE PRESSO LE SEDI DEGLI Ex-IRRE

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI ART. 1) OGGETTO DELLA FORNITURA E DESCRIZIONE

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI ART. 1) OGGETTO DELLA FORNITURA E DESCRIZIONE COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI: MANGIME PER CANI E GATTI IMPORTO DISPONIBILE 47.603,31 OLTRE

Dettagli

Art. 2. Destinatari della fornitura Destinataria della linea HDSL è la Biblioteca Centrale della Regione siciliana, in Via Vittorio Emanuele,

Art. 2. Destinatari della fornitura Destinataria della linea HDSL è la Biblioteca Centrale della Regione siciliana, in Via Vittorio Emanuele, C APITOLATO S PEC IALE D O NERI Pubblico incanto per la fornitura del servizio di installazione di n. 2 connessioni comprensi ve di apparato di tele comuni cazi oni Art. 1. Oggetto dell appalto Il presente

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GASOLIO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 6489807627 CAPITOLATO SPECIALE IL Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli pag. 1 di 8 Cap. soc. 2.600.000,00 i.v. socio unico:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 OGGETTO DELL INCARICO Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale di

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO

SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO SCHEMA DI CONTRATTO-TIPO CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI Tra... d ora in avanti denominato il committente residente in. C.F... P. IVA - da una parte e.. d ora in avanti

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli