Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale"

Transcript

1 Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 2 10 gennaio 2018 Immediatamente Eseguibile Oggetto : Adeguamento del Piano Occupazionale 2018 in relazione all'emanazione della circolare n. 3/2017 del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione del 23 novembre Il giorno 10 gennaio 2018 in Cremona, con l osservanza delle formalità prescritte dalla vigente normativa, si è riunita la Giunta Comunale composta dai Signori: Galimberti Prof. Gianluca Ruggeri Dott.ssa Maura Manzi Sig. Maurizio Manfredini Dott.ssa Barbara Viola Dott.ssa Rosita Virgilio Sig. Leonardo Manfredini Ing. Alessia Sindaco Vice Sindaco Assenti Platè Dott. Mauro X Con la partecipazione del Signor Segretario Generale DI GIROLAMO dott.ssa GABRIELLA Relatore il Signor MANZI sig. MAURIZIO

2 Comune di Cremona pagina 2 LA GIUNTA COMUNALE A conclusione del percorso istruttorio, acquisiti i pareri di competenza espressi ai sensi dell art. 49 del D. Lgs. 267/2000 dal Direttore dell'area Segretario Generale e dal Direttore del Settore Economico Finanziario Entrate che si allegano alla presente deliberazione quali parti integranti, la Giunta Comunale, sentito il relatore e con voto unanime favorevole dei presenti espresso nei modi di legge, ha deciso di: DECISIONE 1 - Dare corso all'adeguamento del Piano Occupazionale 2018, modificando parzialmente la propria deliberazione n. 246 del 21 dicembre 2016 come risulta dalla tabella allegato A), definita in coerenza con gli ambiti di programmazione precedentemente individuati e nel rispetto delle disposizioni previste: dall art. 1, comma 557, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 così come riformato dall art. 14, comma 7, del D.L. 31 maggio 2010 n. 78 convertito in legge 30 luglio 2010 n. 122, relativamente al rispetto degli obiettivi di finanza pubblica e la contrazione di spesa di personale; dall art. 1, comma 557- quater, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 così come introdotto dall art. 3, comma 5 bis, del D.L. 24 giugno 2014 n. 90 convertito con modificazione nella legge 11 agosto 2014 n.114 relativamente al contenimento della spesa di personale con riferimento al valore medio del triennio precedente alla data di entrata in vigore della citata disposizione; dall'art.1, comma 228, della legge n. 208/2015 (Legge di Stabilità 2016) che fissa per gli Enti Locali la possibilità di procedere per gli anni e 2018 ad assunzioni di personale a tempo indeterminato di qualifica non dirigenziale nel limite di un contingente corrispondente per ciascun anno ad una spesa pari al 25% del personale cessato nell'anno precedente; dall art 3, comma 5, del D.L. 24 giugno 2014 n. 90, convertito con modificazione nella legge 11 agosto 2014 n.114, così come integrato dall'art. 4, comma 3, del D.L. 78/2015 convertito nella legge 125/2015, che prevede la possibilità di utilizzare le residue capacità assunzionali del triennio precedente; dal D.L. n.50/2017 convertito con modificazioni nella legge n.96/2017, art. 22; dalla legge n.124/2015, dai decreti legislativi n.74 e 75/2017 e dalla circolare n.3 del 23 novembre 2017 del Dipartimento della Funzione Pubblica in ordine agli adempimenti dell'ente di carattere procedimentale, programmatorio e di verifica di natura tecnico contabile; 2. Dare atto che si procederà alla definizione completa ed articolata del Piano Triennale dei Fabbisogni di cui all'art.6 del D.lgs. n.165/2001, a seguito dell'emanazione delle linee di indirizzo e di orientamento di cui all'art.6 ter, introdotto dall'art.4 del D.lgs. n.75/2017, con decreti di natura non regolamentare adottati dal Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione di concerto con il Ministro dell'economia e della finanza pubblica 3. Dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile (vedi nota normativa).

3 Comune di Cremona pagina 3 MOTIVAZIONI 1. L'Ente comunale intende intraprendere per le figure professionali di Assistente Sociale, Istruttore Direttivo in Processi di integrazione ed Istruttore Educatore, un processo di stabilizzazione di cui all'art. 20 Superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni del Dlgs. n.75/ L'art. 20 del D.Lgs. n. 75 prevede che le procedure di reclutamento devono svolgersi in coerenza con il piano triennale dei fabbisogni di cui all'art.6 comma 2 del D.lgs n.165/ La circolare n.3/2017 del 23 novembre 2017 del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione stabilisce che: Tuttavia nelle more dell'adozione delle linee di indirizzo ed orientamento nella predisposizione dei piani dei fabbisogni di personale (ndr si fa riferimento alle direttive applicative previste dall'art.6 ter del D.lgs. 165/2001, come introdotto dall'art.4 del D.Lgs. n.75/2017), le amministrazioni possano comunque procedere all'attuazione delle misure previste dall'art.20 a partire dal 2018, tenendo conto dei limiti derivanti dalle risorse finanziarie a disposizione e delle figure professionali, già presenti nella pianta organica..omissis Stante l'inderogabile urgenza dell'inserimento lavorativo di tali figure lavorative nell'organizzazione dell'ente Comunale, come da delibera di Giunta Comunale n.232 del 13 dicembre 2017 avente ad oggetto: Applicazione dell'art.20 -Superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni - del D.Lgs. 75/2017 e presa d'atto dell'intesa tra l'amministrazione Comune di Cremona e le Organizzazioni Sindacali Territoriali e le RSU sul percorso di valorizzazione dell'esperienza professionale maturata, nelle more dell'adozione del Piano Triennale dei Fabbisogni conforme ai nuovi dettati legislativi e regolamentari, si ritiene necessario dar corso ad un adeguamento del Piano Occupazionale 2018 di cui alla propria deliberazione n.246 del 21 dicembre 2016, per rendere possibile tali inserimenti lavorativi nello spirito della norma citata. 5. In tal senso si è ritenuto di procedere all'adeguamento del Piano Occupazionale 2018, nel rispetto degli strumenti di programmazione già adottati, tenendo conto delle citate sopravvenute evoluzioni, nonché delle esigenze funzionali dell'ente definite sulla base delle criticità emerse anche da un monitoraggio con le figure apicali dell'ente e degli obiettivi contenuti nei vigenti documenti programmatici. Considerate tali nuove dinamiche in ordine alle politiche organizzative e del lavoro, si ritiene pertanto di procedere all'adeguamento del citato allegato A), in modo di favorire la capienza del 2018 rispetto alle citate non posticipabili esigenze di fabbisogno di personale comunque correlate ai processi di stabilizzazione, secondo le dinamiche individuate al 3 comma dell'art.20 del D.Lgs. n.75/2017, dando atto che la programmazione si è esplicitata coerentemente con le risorse individuate negli ambiti di spesa determinati dall'ordinaria capacità assunzionale 2018 (vedi nota percorso istruttorio). EFFETTI E MODALITÀ DI ATTUAZIONE 1. Le procedure individuate nell atto di programmazione saranno realizzate nel rispetto dei disposti normativi vigenti in materia di assunzione di personale degli enti locali, con particolare riferimento ai vincoli in materia di spesa, ampiamente richiamati nella parte introduttiva del provvedimento. 2. Si è data informativa alla delegazione trattante di parte sindacale in data 12 dicembre 2017, a sensi dell art. 7 del CCNL , circa le decisioni assunte con il presente provvedimento. 3. Copia del presente provvedimento sarà trasmessa al Sindaco, agli Assessori, al Segretario Generale, a tutti i Dirigenti, alle Posizioni Organizzative nonché ai Settori Economico Finanziario - Entrate Gestione Giuridico-Amministrativa ed Economica dei Rapporti di lavoro, ai Servizi Organizzazione, Qualità e Sviluppo Risorse, Comunicazione, Controllo di Gestione, all Ufficio Stipendi ed all Archivio e Protocollo per quanto di rispettiva competenza.

4 Comune di Cremona pagina 4 NOTE PERCORSO ISTRUTTORIO 1. Deliberazione di Giunta Comunale n. 236 del 9 dicembre 2015 e successive modificazioni, con cui veniva definito l'attuale schema organizzativo dell Ente Comunale. 2. Deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 23 ottobre 2017 Approvazione del Documento Unico di Programmazione e contestuale ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi. 3. Deliberazione di Giunta Comunale n.246 del 21 dicembre 2016 avente ad oggetto: Programmazione Triennale del Fabbisogno di Personale per il periodo ai sensi del D.Lgs n.267/ Deliberazione di Giunta Comunale n. 232 del 13 dicembre 2017 avente ad oggetto: Applicazione dell'art. 20 -Superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni - del D.Lgs. 75/2017 e presa d'atto dell'intesa tra l'amministrazione Comune di Cremona e le Organizzazioni Sindacali Territoriali e le RSU sul percorso di valorizzazione dell'esperienza professionale maturata. 5. Nota tecnica del Settore Gestione Giuridico-Amministrativa ed Economica del Personale del 22 dicembre 2017 in ordine alle capacità assunzionali 2018 acquisita al P.G. n del 27 dicembre Parere del Collegio dei Revisori del Comune di Cremona in data 28 dicembre 2017 e acquisita al P.G in ordine alla sussistenza delle condizioni per la stabilizzazione del personale dipendente attualmente a tempo determinato di cui alla citata deliberazione della Giunta Comunale n. 232 del 13 dicembre Parere favorevole del Collegio dei Revisori del Comune di Cremona in data 28 dicembre 2017 e acquisita al P.G. 128 del 2 gennaio 2018 in ordine alla Proposta di adeguamento del Piano Occupazionale Deliberazione di Consiglio Comunale n. 17/20596 del 20 marzo 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Approvazione del Bilancio di Previsione e relativi allegati e del Piano degli indicatori e dei risultati attesi di bilancio. 9. Deliberazione di Giunta Comunale n. 59/20899 del 24 marzo 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Riaccertamento ordinario dei residui ai fini della formazione del rendiconto Deliberazione di Giunta Comunale n. 64/22679 del 29 marzo 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Approvazione del Piano Esecutivo di Gestione/Piano della Performance Deliberazione di Consiglio Comunale n. 23/29970 del 27 aprile 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Variazioni al Bilancio di Previsione e relativi allegati 1 provvedimento. 12. Deliberazione di Giunta Comunale n. 92/30393 del 3 maggio 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Piano Esecutivo di Gestione/Piano della Performance Primo provvedimento di variazione. 13. Deliberazione di Consiglio Comunale n. 43/47972 del 10 luglio 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Assestamento generale del Bilancio di Previsione e relativi allegati. 14. Deliberazione di Giunta Comunale n. 148/ del 2 agosto 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Approvazione del Piano Esecutivo di Gestione/Piano della Performance Secondo provvedimento di variazione. 15. Deliberazione di Consiglio Comunale n. 57/72641 del 23 ottobre 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Variazioni al Bilancio di Previsione e relativi allegati -3 provvedimento. 16. Deliberazione di Giunta Comunale n. 196/73858 del 31 ottobre 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Piano Esecutivo di Gestione/Piano della Performance Terzo provvedimento di variazione. 17. Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66/82481 del30 novembre 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Variazioni al Bilancio di Previsione e relativi allegati -4 provvedimento. 18. Deliberazione di Giunta Comunale n. 227 del 6 dicembre 2017, dichiarata immediatamente eseguibile: Piano Esecutivo di Gestione/Piano della Performance Quarto provvedimento di variazione.

5 Comune di Cremona pagina 5 NORMATIVA 1. D.Lgs 30 marzo 2001 n. 165 e s.m.i. 2. D.Lgs 267/2000 e s.m.i. 3. Art. 1, comma 557, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 così come riformato dall art. 14, comma 7, del D.L. 31 maggio 2010 n. 78 convertito in legge 30 luglio 2010 n Art. 1 comma 557 quater, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 così come introdotto dall art. 3, comma 5 bis, del D.L n. 90 convertito con modificazione nella legge n Art. 3, comma 5, del D.L n. 90 convertito con modificazione nella legge n Legge n.208/ Legge n.232/ Legge n.205 / D.L. n. 50/2017 convertito in legge n.96/ Legge n.124/ Decreti legislativi n.74 e 75/2017 e Circolare n.3 del 23 novembre 2017 del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione. 12. Art. 134, 4 comma, del Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267, riguardante la immediata eseguibilità delle deliberazioni.

6 Comune di Cremona pagina 6 FOGLIO PARERI RELATIVO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE CON OGGETTO: Adeguamento del Piano Occupazionale 2018 in relazione all'emanazione della circolare n. 3/2017 del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione del 23 novembre Num. proposta: 1354/2017 PARERE DI REGOLARITA TECNICA Ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000 FAVOREVOLE Cremona, lì _9 gennaio 2018 IL DIRETTORE DEL Area Segretario Generale DI GIROLAMO dott.ssa GABRIELLA Firmato digitalmente da DI GIROLAMO dott.ssa GABRIELLA

7 Comune di Cremona pagina 7 FOGLIO PARERI RELATIVO ALLA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE CON OGGETTO: Adeguamento del Piano Occupazionale 2018 in relazione all'emanazione della circolare n. 3/2017 del Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione del 23 novembre Num. proposta: 1354/2017 PARERE DI REGOLARITA CONTABILE Ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000 FAVOREVOLE Cremona,lì 9 gennaio 2018 IL DIRETTORE DEL SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO - ENTRATE Viani dott. Paolo Firmato digitalmente da Paolo Viani

8 Comune di Cremona pagina 8 Letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE (Galimberti prof. Gianluca) IL SEGRETARIO GENERALE VERBALIZZANTE (Di Girolamo dott.ssa Gabriella) Firmato digitalmente da Gabriella Di Girolamo Firmato digitalmente da Gianluca Galimberti