ASSICURAZIONE RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI (fabbricati e rischi diversi) INA ASSITALIA/RAS N. 273/60/475042

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSICURAZIONE RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI (fabbricati e rischi diversi) INA ASSITALIA/RAS N. 273/60/475042"

Transcript

1 ASSICURAZIONE RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI (fabbricati e rischi diversi) INA ASSITALIA/RAS N. 273/60/ ART. 1 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare, a titolo di risarcimento (capitale, interessi e spese), quale civilmente responsabile ai sensi di Legge, per danni corporali e materiali involontariamente cagionati a terzi, in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in relazione all attività istituzionale da esso svolta quale, a titolo puramente esemplificativo e non esaustivo: - proprietà e/o conduzione fabbricati; - attività didattica, di formazione, di orientamento e di consulenza; - attività di progettazione e direzione lavori edili, nonché restauro di opere aventi particolare valore artistico/culturale; - organizzazione di concorsi interni cui possono partecipare anche elementi esterni; - attività di ricerca, consulenza e di servizio a favore di soggetti pubblici e privati anche a mezzo di apposite risorse, strutture e personale; - proprietà, locazione, comodato ed uso di macchine ed impianti vari. L assicurazione vale anche per la responsabilità civile che possa derivare all Assicurato per danni corporali e materiali imputabili a fatto doloso di persone addette alle attività per le quali è prestata l assicurazione e delle quali debba rispondere ai sensi di legge. ART. 2 ESCLUSIONI L assicurazione R.C.T. non comprende i danni: a) da circolazione su strade di uso pubblico o aree equiparate di veicoli a motore, da navigazione di natanti a motore e da impiego di aeromobili; b) derivanti dall uso di veicoli a motore, macchinari od impianti che siano condotti od azionati da persona che non abbia compiuto il 16 anno di età, o comunque non sia in possesso dei requisiti psicofisici necessari per l abilitazione a norma delle disposizioni in vigore; c) da furto, e quelli a cose altrui derivanti da incendio di cose dell Assicurato o da lui detenute; d) provocati da persone non dipendenti dell Assicurato e di cui questi si avvalga nell esercizio della propria attività; e) alle cose trasportate su mezzi di trasporto, sia in fase di carico o scarico, sia durante la sosta nell ambito di dette operazioni; nonché a quelle che l Assicurato detenga a qualsiasi titolo ed a quelle in ogni caso trasportate, rimorchiate o sollevate; f) ai mezzi di trasporto sotto carico o scarico, ovvero in sosta nell ambito di esecuzione di dette operazioni; g) alle opere in costruzione, alle cose sulle quali si eseguono i lavori ed a quelle trovantisi nell ambito di esecuzione dei lavori; h) cagionati da macchine, merci e prodotti fabbricati, lavorati o venduti dopo la consegna a terzi; da opere od installazioni in genere dopo l ultimazione dei lavori o, qualora si tratti di operazioni di riparazione, manutenzione o posa in opera, quelli non avvenuti durante l esecuzione dei lavori; per le opere che richiedono spostamenti successivi dei lavori e, comunque, ad esecuzione frazionata con risultati parziali distintamente individuabili, si tiene conto del compimento di ogni singola parte, che si considera compiuta dopo l ultimazione dei lavori che la riguardano e, comunque, dopo 30 giorni da quando la stessa è stata resa accessibile all uso ed aperta al pubblico; i) a condutture ed impianti sotterranei in genere; a fabbricati ed a cose dovuti ad assestamento, cedimento, franamento o vibrazioni del terreno, da qualsiasi causa determinati;

2 j) dei quali l Assicurato debba rispondere per responsabilità volontariamente assunte e non direttamente derivategli dalla legge; k) da attività di ricerca e sperimentazione clinica o farmacologica effettuata su terzi. L assicurazione R.C.T. non comprende i danni derivanti da detenzione o impiego di esplosivi. ART. 3 RISCHI ATOMICI E DANNI DA INQUINAMENTO Sono esclusi dall assicurazione i danni connessi con trasformazioni od assestamenti energetici dell atomo, naturali o provocati artificialmente (fissione e fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratrici, ecc.) Sono esclusi, altresì, dall assicurazione R.C.T., i danni da inquinamento di qualsiasi natura e da qualsiasi causa determinato, da interruzione, impoverimento o deviazione di sorgenti e corsi d acqua, alterazioni od impoverimento di falde acquifere, di giacimenti minerari ed in genere di quanto trovasi nel sottosuolo che sia suscettibile di sfruttamento. ART. 4 GESTIONE DELLE VERTENZE DI DANNO SPESE LEGALI La Società assume, fino a quando ne ha interesse, la gestione delle vertenze tanto in sede stragiudiziale che giudiziale, sia civile che penale, a nome dell Assicurato, designando, ove occorra, legali e tecnici ed avvalendosi di tutti i diritti ed azioni spettanti all Assicurato stesso. Sono a carico della Società le spese sostenute per resistere all azione promossa contro l Assicurato, entro il limite di un importo pari al quarto del massimale stabilito in polizza per il danno cui si riferisce la domanda. Qualora la somma dovuta al danneggiato superi detto massimale le spese vengono ripartite tra Società e Assicurato in proporzione al rispettivo interesse. La Società non riconosce, peraltro, spese incontrate dall Assicurato per legali o tecnici che non siano da essa designati e non risponde di multe od ammende ne delle spese di giustizia penale. CONDIZIONI PARTICOLARI QUALIFICA TERZI Sono considerati terzi: - il Rettore, i Componenti del Senato Accademico, i Componenti del Consiglio di Amministrazione, i Componenti del Consiglio degli Studenti, i Componenti degli Organi dei Dipartimenti (Direttore, Consiglio e Giunta), i dipendenti di ogni ordine e grado; - tutti i dipendenti, limitatamente agli infortuni subiti in conseguenza di lavoro. Tale garanzia è prestata fino alla concorrenza dei massimali per sinistro e per persona convenuti per l assicurazione di responsabilità civile verso dipendenti (R.C.O.), il massimale R.C.O. rappresenta il limite globale di esposizione della Società; - i dirigenti, incluso il Legale Rappresentante, limitatamente alle lesioni corporali e nei limiti R.C.O. Tale garanzia si intende riferita agli aventi verificatisi in occasione di lavoro o di servizio; - i fornitori, clienti, rappresentanti ed altri che possono prendere parte occasionalmente a operazioni di carico e scarico. PROPRIETA E/O CONDUZIONE FABBRICATI L assicurazione è estesa alla Responsabilità Civile derivante all assicurato nella sua qualità di proprietario e/o conduttore di tutti i fabbricati e relative parti comuni se in condominio di cui all allegato 1), da lui occupate per l esercizio delle proprie attività, nonché degli impianti e/o attrezzature stesse ivi esistenti, compreso ascensori e/o montacarichi e cancelli anche elettrici. L assicurazione comprende inoltre la responsabilità civile verso terzi derivante da lavori di pulizia, manutenzione ordinaria e straordinaria dei fabbricati ed impianti, gestione e manutenzione degli

3 impianti idrici e di riscaldamento nonché di lavori di scavo e condutture sotterranee, effettuati in proprio o ceduti in appalto: - per i danni cagionati a terzi da fatto di persone addette ai lavori di pulizia, sorveglianza, riscaldamento e di ditte appaltatrici per lavori di ordinaria manutenzione da esse eseguiti per conto dell assicurato, derivante all assicurato medesimo quale committente dei lavori stessi; - per danni cagionati da spargimento di acqua o da rigurgito di fogna, purché conseguenti a a guasti o rotture accidentali di tubazioni, condutture e impianti, con la sola esclusione dei danni cagionati da umidità o insalubrità dei locali. PROPRIETA ED USO DI MACCHINARI E MACCHINE ELETTRONICHE La garanzia è estesa alla proprietà ed uso di macchinari e macchine elettroniche di ogni genere nell ambito dei locali occupati dall Università ed in tutta l area di sua competenza. IMPRUDENZA, IMPERIZIA, NEGLIGENZA E COLPA GRAVE Le garanzie della presente polizza sono valide anche per i sinistri cagionati da imprudenza, imperizia, negligenza e colpa grave delle persone dipendenti e non delle quali l Assicurato deve rispondere a norme di legge. INGESTIONE OD ASSORBIMENTO SOSTANZE AVVELENAMENTI Le garanzie sono estese alla Responsabilità Civile derivante dalla somministrazione di cibi e bevande, anche tramite distributori automatici, compresi i casi di avvelenamento da cibi e bevande guaste. Tale estensione di garanzia vale anche per i danni corporali subiti dai dipendenti e/o da tutti i collaboratori dell Assicurato. Si precisa che la gestione dei Bar e dei distributori automatici è affidata a terzi, la presente assicurazione garantisce quindi la responsabilità civile che incombe sull assicurato in qualità di committente. SERVIZIO DI VIGILANZA Le garanzie sono estese alla Responsabilità civile derivante all Assicurato dall espletamento del servizio di vigilanza affidato a terzi e pertanto garantisce l Assicurato solo in qualità di committente. R.C. DIPENDENTI Le garanzie sono estese alla Responsabilità Civile derivante all assicurato, ai sensi dell art del cod. civ., per danni involontariamente cagionati a terzi dai suoi dipendenti o commessi alla guida di autovetture, ciclomotori, motocicli, purché i medesimi non siano di proprietà dell Assicurato o a lui intestati al P.R.A. o a lui locati o a lui dati in usufrutto o da lui dati in locazione. La garanzia vale anche per i danni corporali cagionati alle persone trasportate ed è prestata con uno scoperto pari ai massimali minimi di legge per la circolazione e comunque resterà a secondo rischio rispetto alla copertura della polizza RC per la circolazione. R.C. PERSONALE DIPENDENTI La garanzia è estesa a favore di tutti i dipendenti dell Assicurato per l eventuale responsabilità civile loro derivante nello svolgimento delle loro mansioni professionali a seguito di danni fisici occorsi sul lavoro ad altri dipendenti: tale estensione si intende prestata entro i limiti dei massimali convenuti in polizza per la garanzia R.C.O. per sinistro, il quale resta ad ogni effetto unico anche in caso di corresponsabilità dei dipendenti con il contraente o tra loro. RIVALSA INAIL VERSO DIPENDENTI E compresa in polizza RCT personale dei dipendenti soggetti all assicurazione obbligatoria infortuni con rinuncia in favore di questi e da parte della Società assicuratrice del diritto di rivalsa.

4 RCT CONSULENTI, INCARICATI, PREPOSTI NON DIPENDENTI DELL ASSICURATO A parziale deroga dell Art. 2 lettera d) delle Condizioni Generali di Assicurazione è compresa in garanzia la RCT per danni provocati da persone non dipendenti dell Assicurato quali, a puro titolo di esempio, consulenti, incaricati e/o preposti di cui lo stesso si avvalga nell esercizio dell attività dichiarata in polizza. In favore di tali soggetti la Società dovrà rinunciare al diritto di surroga nei loro confronti esclusi i casi di dolo e ciò entro i limiti ed i massimali convenuti in polizza per ciascun sinistro il quale resta, ad ogni effetto unico, anche nel caso di corresponsabilità con l Assicurato e/o tra loro. DEROGA DIRITTO DI RIVALSA La Società rinuncia all azione di rivalsa nei confronti di dipendenti, collaboratori, dirigenti, consulenti e tutti quelli che svolgono attività per l Università, solo per lesioni corporali e danneggiamenti a cose tangibili di terzi, esclusi i casi di dolo. R.C. VEICOLI IN SOSTA Le garanzie sono estese alla responsabilità civile per i danni arrecati agli autoveicoli, motoveicoli, biciclette di terzi o dipendenti in sosta nell area dove si svolgono le attività dell Università. Tale garanzia resterà a secondo rischio rispetto ai danni cagionati da mezzi soggetti all assicurazione obbligatoria ex legge n. 990 del EVENTI NATURALI Le garanzie sono estese ai danni conseguenti ad eventi naturali come il mancato sgombero tempestivo della neve, di accumulo di foglie, allagamenti, ecc. R.C. CONVEGNI, CONGRESSI E CORSI Le garanzie sono estese alla responsabilità civile verso terzi, compresi i partecipanti a gli studenti, derivante all assicurato dall organizzazione di convegni, congressi e di corsi professionali. DANNI A COSE ALTRUI La garanzia comprende i danni a cose altrui da incendio, esplosione e scoppio di beni di proprietà o in custodia presso l Assicurato. ESTENSIONE TERRITORIALE L assicurazione vale per i danni verificatisi nel territorio del mondo intero in occasione di viaggi a scopo scientifico, di apprendimento, ecc. La Società qualora non sia legalmente autorizzata o non possa per qualsiasi ragione assistere legalmente l Assicurato o a sua sola opzione scelga di non farlo, rimborserà direttamente all Assicurato tutte le somme (comprese quelle legali sostenute con il suo consenso) nei limiti dei massimali previsti, per le quali l Assicurato sarà obbligato a pagare in conseguenza di una responsabilità di legge. R.C. TIROCINANTI (studenti, laureati) La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, a titolo di risarcimento danno (capitale e interessi) per danni involontariamente cagionati a terzi, per morte, lesioni personali e per danneggiamenti a cose in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in relazione all attività di tirocinio svolta dagli studenti iscritti alle Facoltà, a corsi di Diploma Universitario, a corsi e scuole di perfezionamento, a corsi di tirocinio post-lauream ecc. ai sensi dell art. 18 della L. n. 196/97 e successivo regolamento di attuazione del n. 142 nonché all attività di tirocinio pratico e di apprendimento prevista dagli ordinamenti didattici. Tale garanzia dovrà essere valida ed operante per l attività svolta all interno delle strutture dell Ateneo o in strutture extra universitarie sia pubbliche che private purché preventivamente autorizzata dall Università.

5 R.C. STUDENTI ISCRITTI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA (ex D.Lgs. 257/91) La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, a titolo di risarcimento danno (capitale, interessi e spese) per danni involontariamente cagionati a terzi, per morte, lesioni personali e danneggiamenti a cose, in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in relazione all attività svolta dagli iscritti alle scuole di specializzazione della Facoltà di Medicina e Chirurgia in qualità di medici specializzandi, ai sensi del D.Lgs. 257/91, così come prevista dal loro corso di studi. Dovrà essere prevista la possibilità di sospensione del rischio assicurato per singoli soggetti, per cause ammesse dalle norme vigenti ed il conseguente rimborso del premio pagato e non goduto. R.C. PROFESSIONALE INGEGNERI, ARCHITETTI, GEOMETRI ECC. E TECNICI UU.TT. SEZIONE I: copertura RC per danni materiali (attività progettista e/o direttore lavori e collaudatore) Art. 1 Oggetto dell assicurazione La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, a titolo di risarcimento (capitale, interessi e spese) di danni involontariamente cagionati a terzi per morte, lesioni corporali o danneggiamenti a cose, in conseguenza di un fatto accidentale direttamente connesso all esercizio dell attività professionale indicata in polizza. L assicurazione vale per la R.C. che possa derivare all Assicurato da fatto doloso di persone delle quali debba rispondere, e comprende anche i danni corporali o materiali cagionati a terzi compresi i clienti, in relazione alla conduzione dei locali adibiti all attività dell Assicurato e delle attrezzature ivi esistenti. L attività dell Assicurato deve riferirsi a lavori di progettazione e/o direzione di: - costruzioni civili, industriali, rurali; - impianti di servizi generali interni a stabilimenti o a costruzioni civili; - impianti per la distribuzione delle acque, fognature urbane; e comunque il cui costo complessivo singolo non superi 10 miliardi. Si precisa a puro titolo esemplificativo, ma non esaustivo, che resta sempre escluso dalla garanzia la progettazione e/o direzione dei lavori riguardanti: - impianti telefonici; - opere subacquee; - strade ferrate o ferrovie; - bacini o dighe. Sono altresì compresi in garanzia i danni derivanti da interruzione e sospensione, totali o parziali, di attività industriali, commerciali, artigianali, agricole o di servizi, purché conseguenti a sinistro indennizzabile a termini di polizza. Per tale garanzia il limite di esposizione per sinistro e anno assicurativo è di 500 milioni, con l applicazione di uno scoperto pari al 10% per ogni sinistro con il minimo di 1 milione ed il massimo di 10 milioni. Art. 2 Delimitazioni dell assicurazione L assicurazione non vale:

6 a) se al tempo dell esplicazione dell attività professionale indicata in polizza, l Assicurato non era iscritto al relativo Albo professionale; b) se i lavori progettati e/o diretti non rientrano nelle competenze professionali stabilite dalle Leggi o dai Regolamenti; c) se i lavori sono eseguiti da imprese dell Assicurato o di cui lo stesso sia socio a responsabilità illimitata, amministratore e/o dipendente; d) per i danni alle opere in costruzione o a quelle su cui e in cui si eseguono i lavori; e) per i danni ai macchinari, attrezzature, materiali o strumenti destinati all esecuzione dei lavori; f) per i danni da furto e a cose altrui derivanti da incendio di cose dell Assicurato o da lui detenute; g) per i danni da circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate di veicoli a motore, nonché da navigazione di natanti a motore o da impiego di aeromobili; h) per i danni a cose che l Assicurato abbia in consegna o custodia o detenga a qualsiasi titolo e alle cose trasportate su mezzi di trasporto sotto carico e scarico; i) per i danni verificatisi in occasione di maremoti o movimenti tellurici in genere o simili; j) per i danni derivanti da responsabilità volontariamente assunte dall Assicurato e non direttamente derivategli dalla legge; k) per i danni derivanti dalla mancata rispondenza delle opere all uso e necessità cui sono destinate; sono però compresi i danni materiali e corporali che derivino da effetti pregiudizievoli delle opere stesse; l) per i danni arrecati dalle opere progettate e/o dirette dall Assicurato e per le quali i lavori di costruzione erano già iniziati alla data della stipula della presente polizza, salvo quanto previsto dal successivo art. 7); m) all ambiente e/o conseguenti a inquinamento dell aria, dell acqua e del suolo; ad interruzione, impoverimento o deviazione di sorgenti e corsi d acqua, alterazione o impoverimento di falde acquifere, di giacimenti minerali ed in genere di quanto trovasi nel sottosuolo suscettibile di sfruttamento, nonché per danni derivanti da sviluppo di energie e radioattività. Relativamente alla costruzione di stabilimenti industriali, la garanzia non vale per la responsabilità civile dell'assicurato conseguente alla progettazione o direzione di lavori di montaggio d impianti specificamente connessi all attività industriale svolgentesi nello stabilimento stesso. Ultimazione della o delle opere Ad ogni effetto contrattuale si precisa che per data di ultimazione dei lavori si deve intendere la data in cui si sia verificata anche una sola delle seguenti circostanze ancorché il contratto sia ancora in vigore: sottoscrizione del verbale di ultimazione dei lavori o rilascio del certificato provvisorio di collaudo; consegna anche provvisoria dell opera al committente; uso delle opere secondo destinazione. Art. 3 Limiti di indennizzo L assicurazione è prestata fino a concorrenza del massimale di Lire per ciascun sinistro ed un massimo di Lire per più sinistri verificatisi nello stesso periodo. In caso di più richieste di risarcimento originate da uno stesso comportamento colposo, la data della prima richiesta sarà considerata come la data di tutte le richieste, anche se presentate successivamente alla cessazione dell assicurazione. A tal fine, più richieste di risarcimento originate da uno stesso comportamento colposo sono considerate unico sinistro. Qualora la garanzia sia estesa ai danni verificatisi dopo l ultimazione dei lavori, per i sinistri denunciati alla Società dopo la cessazione del contratto, il limite di indennizzo, indipendentemente dal numero dei sinistri stessi, non potrà superare il massimale indicato in polizza.

7 L assicurazione è prestata con uno scoperto del 10% per ciascun sinistro, con il minimo di Lire ed un massimo di Lire fermo quanto disposto all ultimo comma dell art. 1) (danni indiretti). Nel caso in cui la garanzia sia estesa anche al danno alle opere, relativamente ai danni subiti dalle opere stesse e alle spese imputabili all Assicurato per neutralizzare o limitare le conseguenze di un grave difetto che incida sulla stabilità dell opera, lo scoperto del 10% per ciascun sinistro avrà un minimo di Lire ed un massimo di Lire Se l Assicurato stipula altre polizze che coprano gli importi compresi nello scoperto, la garanzia di cui alla presente polizza cessa di operare a partire dal giorno di efficacia della nuova polizza. SEZIONE II: copertura RC per danni patrimoniali (Attività diverse da quelle di progettista e direttore dei lavori e collaudatore, ma comunque rientranti nelle competenze professionali stabilite dalle leggi e regolamenti relativi alle professioni di ingegnere, architetto o geometra). Art. 4 Oggetto dell assicurazione La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile, per perdite patrimoniali involontariamente cagionate a terzi (compreso il committente) nell esercizio dell attività professionale descritta in polizza, svolta nei termini delle leggi e regolamenti vigenti. L assicurazione comprende altresì le sanzioni di natura fiscale, le multe e le ammende inflitte ai clienti dell Assicurato per errori imputabili all Assicurato stesso. Art. 5 Delimitazione dell assicurazione L assicurazione non vale: a) se al tempo dell esplicazione dell attività professionale garantita in polizza, l Assicurato non era iscritto al relativo Albo professionale; b) per le perdite patrimoniali conseguenti a smarrimento, distruzione, o deterioramento di denaro, preziosi o titoli al portatore, nonché quelli derivanti da furto, rapina o incendio; c) per le perdite patrimoniali inerenti l attività svolta dall Assicurato nell ambito di incarichi di consigliere di amministrazione o di sindaco di società ed enti; d) per le perdite patrimoniali conseguenti ad omissioni nella stipulazione o modifica di assicurazioni private o ritardi nel pagamento dei relativi premi; e) per le perdite patrimoniali conseguenti a sospensione di attività industriali, artigianali, commerciali o agricole o di servizi; f) per le perdite patrimoniali derivanti da responsabilità volontariamente assunte dall Assicurato e non derivategli dalla legge; g) per perdite patrimoniali conseguenti a danni all ambiente e/o all inquinamento di aria, acqua, suolo; ad interruzione, impoverimento o deviazione di sorgenti e corsi d acqua, alterazioni o impoverimento di falde acquifere, di giacimenti minerali ed in genere di quanto trovasi nel sottosuolo suscettibile di sfruttamento, nonché per danni derivanti da sviluppo di energia o radioattività. Art. 6 Limiti di indennizzo L assicurazione è prestata fino a concorrenza del massimale di Lire per ciascun sinistro ed un massimo di Lire per più sinistri verificatisi nello stesso periodo; le sanzioni di natura fiscale, multe ammende conseguenti ad errori imputabili all Assicurato stesso sono prestate nell ambito del massimale suddetto con un sottolimite di Lire 300 milioni e con l applicazione di uno scoperto del 10% per sinistro con il minimo di Lire

8 Per ogni altro tipo di sinistro verrà applicato uno scoperto del 10% con il minimo di Lire ed un massimo di Lire NORME COMUNI ALLE SEZIONI I E II Art. 7 Inizio e termine della garanzia La copertura assicurativa vale per le richieste di risarcimento che siano state presentate per la prima volta all Assicurato durante il periodo di validità dell assicurazione a condizione che tali richieste siano conseguenza di comportamenti colposi posti in essere non oltre 5 anni prima della data di effetto dell assicurazione. La garanzia è operante ai sensi degli artt e 1893 C.C. sulla base delle dichiarazioni rese dall Assicurato di non essere a conoscenza di atti o fatti che possano comportare richieste di risarcimento a termini di polizza. Inoltre, relativamente all attività di progettista e/o direttore dei lavori, si conviene che nei primi due anni di validità del contratto, la garanzia assicurativa verrà limitata alle sole richieste di risarcimento avanzate in relazione ad errori (atti od omissioni) commessi: a) dopo la data di effetto della polizza; b) anche precedentemente a tale data, purché relative a prestazioni che riguardino opere: - la cui costruzione abbia avuto inizio dopo la data di effetto della polizza; - in fase di costruzione alla data di effetto della polizza, con esclusione in ogni caso dei danni subiti o causati dalla porzione già costruita a tale data, e fermo restando che nel caso di estensione di garanzia ai danni all opera, sono sempre esclusi i danni subiti dalla porzione stessa. Per individuare tale porzione si farà riferimento al Giornale di Cantiere di cui alla legge n del e successive variazioni, oppure, in assenza del Giornale suddetto, al primo certificato attestante lo stato di avanzamento dei lavori successivo alla data di effetto della polizza, rilasciato da chiunque per conto terzi, o da altri documenti ufficiali. Art. 8 Estensione territoriale L assicurazione vale per le richieste di risarcimento originate da comportamenti colposi posti in essere nel territorio della Comunità Europea per l attività di progettista e direttore dei lavori, mentre nei paesi USA, Canada e Messico è limitata alla sola attività di progettazione, restando quindi esclusa l attività di direzione dei lavori. Art. 9 Persone non considerate Terzi Non sono considerate terzi: a) il coniuge, i genitori, i figli dell Assicurato, nonché qualsiasi altro parente o affine con lui convivente; b) quando l Assicurato non sia una persona fisica, il legale rappresentante, il socio a responsabilità illimitata, l amministratore e le persone che si trovino con loro nei rapporti di cui alla lettera a); c) le persone che, essendo in rapporto di dipendenza con l Assicurato, subiscano il danno in occasione di lavoro o di servizio. Art Esclusioni Fermo restando quanto previsto dagli artt. 2) e 5) (delimitazione dell assicurazione), la garanzia non opera per i danni riconducibili a responsabilità del professionista per attività svolte: ai sensi della legge Merloni n. 109/94 e successive modifiche. La garanzia è comunque operante, nei limiti e nei termini di polizza, per i casi di morte, lesioni corporali e danni materiali a cose tangibili di terzi per i danni provocati a terzi da lavori su committenza anche di enti pubblici in genere, restando comunque esclusa ogni responsabilità diretta e specificatamente derivante dalla legge Merloni n. 109/94 e successive modifiche;

9 ai sensi del D.Lgs. n. 626 del 19/09/94 in qualità di consulente esterno specializzato in materia di salute e sicurezza sul lavoro; ai sensi del D.Lgs. n. 494 del 14/08/96 relativamente a tutte le funzioni dallo stesso previste. L assicurazione non vale altresì per danni conseguenti a mancato rispetto dei vincoli urbanistici, di norme edilizie e di altri vincoli imposti dalle pubbliche Autorità. Art. 11 Vincolo di solidarietà L assicurazione vale esclusivamente per la personale e diretta responsabilità dell Assicurato, con esclusione quindi di ogni responsabilità che gli possa derivare, in via solidale, dal rapporto con altri professionisti non assicurati con la presente polizza. Art. 12 Gestione delle vertenze di danno/spese legali La Società assume fino a quando ne ha interesse la gestione delle vertenze tanto in sede stragiudiziale che giudiziale, sia civile che penale, a nome dell Assicurato, designando dove occorra legali e tecnici, ed avvalendosi di tutti i diritti ad azioni spettanti all Assicurato stesso. Sono a carico della Società le spese sostenute per resistere all azione promossa contro l Assicurato entro il limite di un importo pari al quarto del massimale stabilito in polizza per danno cui si riferisce la domanda. Qualora la somma dovuta al danneggiato superi detto massimale, le spese vengono ripartite tra la Società e l Assicurato in proporzione del rispettivo interesse. La Società non riconosce le spese incontrate dall Assicurato per i legali o tecnici che non siano da essa designati e non risponde di multe o ammende né delle spese di giustizia penale. Art. 13 Cessazione dell assicurazione Oltre a quanto previsto dalla legge e dal presente contratto, il rapporto assicurativo si considera risolto nei seguenti casi: - decesso dell Assicurato; - cessazione da parte dell Assicurato dell esercizio della professione con conseguente cancellazione dall Albo professionale; - radiazione o sospensione per qualsiasi motivo dall Albo professionale. In tali casi il rapporto assicurativo cessa con la prima scadenza annuale della polizza. Art. 14 Sostituzione del contratto L Assicurato rinuncia ad ogni diritto nascente da eventuale altra assicurazione precedentemente stipulata con la Società per il medesimo rischio. In caso di esistenza di precedente copertura assicurativa stipulata per il medesimo rischio con altra Società, la presente garanzia opererà per l eccedenza rispetto alle somme ivi previste e nei limiti del massimale indicato nella presente polizza. Condizioni particolari Compreso il danno alle opere in costruzione in cui e su cui si eseguono i lavori per sinistri verificatisi sia durante l esecuzione dei lavori che dopo la loro ultimazione. L assicurazione di cui all art. 1) è prestata per i danni verificatisi durante l esecuzione dei lavori di ciascuna opera, ed entro i 10 anni successivi alla data di sua ultimazione (vedere art. 14), fermo restando che la garanzia farà esplicito riferimento ad opere progettate, dirette e completate durante il periodo di efficacia del contratto assicurativo. Condizione particolare 2 Danno alle opere Limitatamente ai soli errori di progettazione e direzione dei lavori, la garanzia a parziale deroga dell art. 2) lett. d), è estesa ai danni alle opere in costruzione a quelle su cui e in cui si eseguono i lavori, provocati da rovina totale o parziale delle opere stesse.

10 Ferma ogni altra Norma che regola l Assicurazione si precisa che l assicurazione comprende altresì le spese imputabili all Assicurato per neutralizzare o limitare le conseguenze di un grave difetto che incida sulla stabilità dell opera, con l obbligo da parte dell Assicurato di darne immediato avviso alla Società. In caso di disaccordo sull utilità delle spese ai fini previsti o sull entità di esse, le Parti si obbligano a conferire, con scrittura privata, mandato di decidere se ed in quale misura siano dovuti gli indennizzi, ad un Collegio di tre periti nominati uno per Parte ed il terzo dalle Parti di comune accordo o, in caso contrario, dal Presidente del Tribunale avente giurisdizione nel luogo ove deve riunirsi il Collegio. Questo risiede, a scelta della Società, presso la Direzione della Società stessa o presso la sede dell Agenzia a cui è stata assegnata la polizza. Ciascuna delle Parti sostiene le proprie spese e remunera il perito da essa designato, contribuendo per la metà delle spese e competenze del terzo perito. Le decisioni del Collegio peritale sono prese a maggioranza di voti, con dispensa da ogni formalità di legge, e sono obbligatorie per le parti anche se uno dei periti si rifiuti di firmare il relativo verbale. Condizioni aggiuntive Involontario mancato rispetto dei vincoli urbanistici, regolamenti edilizi locali e altri vincoli imposti dalla Pubblica Autorità A parziale deroga dell art. 10) delle esclusioni, la garanzia di cui alla sezione II danni patrimoniali, sarà operante anche per le sanzioni di natura fiscale, multe e ammende inflitte ai clienti dell Assicurato in conseguenza di un involontario mancato rispetto dei vincoli urbanistici, norme edilizie ed altri vincoli imposti dalla Pubblica Autorità. Tale estensione riguarderà esclusivamente le richieste di risarcimento presentate per la prima volta dall Assicurato alla Società durante il periodo di efficacia del contratto e afferenti comportamento colposi posti in essere successivamente alla data di effetto dell assicurazione. Ferme le esclusioni di cui agli artt. 5) e 10), la presente garanzia non sarà operante: 1) se l opera non è stata realizzata in conformità alla concessione edilizia rilasciata per l opera stessa; 2) per contributi di concessione o autorizzazione in sanatoria nell ambito delle regolazioni di violazioni edilizie. Tale estensione di garanzia verrà prestata con il sottolimite di 100 milioni già indicato nell art. 18, e con l applicazione di uno scoperto del 10% per ciascun sinistro con il minimo di Lire Consulenza in materia di sicurezza sul lavoro (D.Lgs. 626/94) La copertura assicurativa si intende estesa alla RC ascrivibile all Assicurato per morte, lesioni personali e danneggiamenti a cose nonché alle perdite patrimoniali, derivante dallo svolgimento dell attività di responsabile esterno del servizio di prevenzione e protezione nei luoghi di lavoro come disposto dall art. 4 comma 4 D.Lgs. 626/94 e successive modifiche od integrazioni. La garanzia non è operante: - per le spese affrontate dal Committente per modifiche, sostituzioni, rifacimenti, migliorie resi necessari a causa della inadeguatezza degli interventi indicati dall Assicurato; - per mancata rispondenza delle opere all uso e necessità cui sono destinate; - per la consapevole inosservanza delle norme previste dalla legge; - per i danni conseguenti a interruzione e sospensione, totali o parziali, di attività industriali, commerciali, artigianali, agricole o di servizi. La garanzia opera per la personale e diretta responsabilità dell Assicurato, con esclusione di ogni responsabilità che gli possa derivare in via solidale dal rapporto con altri professionisti o dal rapporto con il committente e/o datore di lavoro.

11 Fermi i massimali di cui alle sezioni di garanzia I e II, la presente estensione sarà prestata con i seguenti sotto limiti: milioni per sinistro e anno assicurativo per i danni materiali; milioni per sinistro e anno assicurativo per i danni patrimoniali, comprese le sanzioni di natura fiscale, multe e ammende inflitte ai clienti dell Assicurato nonché dal Committente all Assicurato stesso. La garanzia viene prestata con una franchigia assoluta per ciascun sinistro con un minimo di Lire Tale estensione di garanzia riguarderà esclusivamente le richieste di risarcimento presentate per la prima volta dall Assicurato alla Società durante il periodo di efficacia del contratto e afferenti comportamenti colposi posti in essere successivamente alla data di effetto dell assicurazione. Dlgs. 494 del 14/08/96 L estensione di garanzia di cui alla precedente condizione aggiuntiva D) viene estesa alla RC derivante all Assicurato nell espletamento dell attività di coordinatore della progettazione o di coordinatore per l esecuzione dei lavori ai sensi del Dlgs. 494/96 e successive modifiche od integrazioni. Restano confermate le esclusioni e i sottolimiti e scoperti di cui alla precedente condizione aggiuntiva. ESTENZIONE GARANZIA R.C.T. La garanzia, inoltre, si estende, come indicato nella descrizione del rischio, a tutte le attività istituzionalmente svolte dall Università comprese quelle di seguito elencate: - danni causati da recinzioni e cancelli elettrici o da muri di recinzione; - titolari o dipendenti ditte terzi mentre svolgono attività nell ambito delle varie ubicazioni dell Università La Sapienza per danni a loro causati dall Assicurato o da loro causati a terzi; - tubature dell acqua potabile; - acquedotto; - tutela del suolo; - approvvigionamento idrico; - controlli dei rifiuti solidi urbani; - tutela degli alimenti; - odori e rumori molesti; - inquinamento accidentale; - attività medico legali; - somministrazione, distribuzione, utilizzazione di prodotti farmaceutici, parafarmaceutici e protesi, anche in via di sperimentazione, direttamente o tramite enti o persone convenzionate; - esistenza o esercizio di laboratori chimici e di analisi, compreso il rischio conseguente all elaborazione di esiti e referti; - esercizio di asili, colonie estive ed invernali, scuole di istruzione professionale, compresi danni cagionati dai bambini e/o dagli ospiti e la R.C. personale del personale docente e/o incaricato della sorveglianza; - attività sportiva e ricreative aziendali, anche svolte tramite CRAL aventi autonoma personalità giuridica; - proprietà di cani e servizio di guardie armate compreso l eccesso colposo di legittima difesa; - danni derivanti da interruzioni o sospensioni totali o parziali di attività industriali, commerciali, artigianali o di servizio; - danni da furto, sottrazione, smarrimento di cose consegnate e non; - danni a cose di terzi trovantesi nell ambito di esecuzione di lavori di manutenzione ordinaria.

12 Tutte queste attività rientrano nel quadro della polizza essendo parte delle attività istituzionali dell Università, garantite dalla polizza nella sua premessa e definizione. R.C.O. La Compagnia si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare (capitale, interessi e spese) quale civilmente responsabile: 1) ai sensi degli artt. 10 e 11 del D.P.R. 30/6/1965, n verso i dipendenti per gli infortuni sofferti dai propri prestatori di lavoro da lui dipendenti ed addetti all attività per la quale è prestata l assicurazione. La Società si impegna a rifondere all assicurato le somme richieste dall INAIL a titolo di regresso nonché gli importi richiesti a titolo di maggior danno dall infortunato e/o aventi diritto sempre che sia stata esperita azione di regresso dell INAIL e quest ultima sia riferita a capitalizzazione per postumi invalidanti. L Assicurato è esonerato dall obbligo di denunciare delle posizioni assicurative accese presso l INAIL, fermi l obbligo in sede di regolazione del premio di denunciare tutte le retribuzioni erogate al personale INAIL e non INAIL; 2) ai sensi del Codice Civile a titolo di risarcimento di danni non rientranti nella disciplina del D.P.R n. 1124, cagionati ai dipendenti INAIL e non INAIL per morte e per lesioni personali dalle quali sia derivata un invalidità permanente; 3) per tutto il personale durante l orario di servizio, ivi inclusa la guida di automezzi o autovetture di proprietà, se in servizio. ESTENSIONE GARANZIA R.C.O. La garanzia R.C.O. si estende a: Responsabilità personale dei preposti La garanzia di Responsabilità Civile verso i prestatori di lavoro (R.C.O.) viene estesa a favore delle persone incaricate dall Assicurato della direzione o della sorveglianza del lavoro, per la eventuale responsabilità personale loro derivante a seguito di infortuni subiti nello svolgimento delle relative mansioni professionali da dipendenti dell Assicurato o loro sottoposti. Malattie professionali L assicurazione inerente alla Responsabilità Civile verso i prestatori di lavoro dell Assicurato ai sensi del D.P.R. 30 giugno 1965 n è estesa al rischio delle malattie professionali secondo la tassativa elencazione di cui alle tabelle in vigore al momento della stipulazione del contratto. L estensione spiega i suoi effetti a condizione che le malattie si manifestino in data posteriore a quella della stipulazione della polizza e siano conseguenza di fatti colposi commessi e verificatisi per la prima volta durante il tempo dell assicurazione. La Società ha diritto di effettuare in qualsiasi momento ispezioni per verificare e/o controllare sullo stesso stato degli stabilimenti dell Assicurato, ispezioni per le quali l Assicurato stesso sia tenuto a consentire il libero accesso ed a fornire le notizie e la documentazione necessaria. Ferme, in quanto imputabili, le norme che regolano l assicurazione in generale in punto di denuncia sinistri, l Assicurato ha l obbligo di denunciare alla Società l insorgenza di una malattia professionale rientrante nella garanzia con la massima tempestività. Danno biologico La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare (capitale, interessi e spese) quale civilmente responsabile: 1) ai sensi degli artt. 10 e 11 del D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, per gli infortuni sofferti da prestatori di lavoro da lui dipendenti addetti alle attività per le quali è prestata l assicurazione;

13 2) ai sensi del Codice Civile a titolo di risarcimento di danni non rientranti nella disciplina del D.P.R. 30 giugno 1965 n. 1124, cagionati ai dipendenti INAIL e non INAIL per morte e per lesioni personali dalle quali sia derivata un invalidità permanente non inferiore all 11% calcolato sulla base delle tabelle di cui agli allegati al D.P.R. 30 giugno 1965 n INTERPRETAZIONE NORME In caso di dubbia interpretazione delle norme contrattuali verrà data l interpretazione più estensiva e più favorevole all Assicurato su quanto contemplato dalle norme tutte di assicurazione. MASSIMALI - R.C.T.: Lire 10 miliardi per sinistro col massimo di: Lire 3 miliardi per danni a persona; Lire 1 miliardo per danni a cose o animali; e con i seguenti limiti di risarcimento dovuti a: - danni a cose altrui Lire ; - danni a veicoli in sosta Lire ; - danni ai mezzi sotto carico e scarico Lire ; - danni da inquinamento accidentale Lire ; - danni da furto, smarrimento, ecc. Lire R.C.O.: Lire 5 miliardi per sinistro col massimo di Lire 3 miliardi per persona.

14 R.C. PROFESSIONALE DEI SOSTITUTI DI IMPOSTA Art. 1 DEFINIZIONE Con il termine sinistro, si definisce la richiesta di risarcimento relativa ai danni per i quali è prestata l assicurazione. Art. 2 - PREMESSA Premesso che: - L Azienda Università degli Studi di Roma La Sapienza (di seguito denominato Assicurato ) dichiara di adempiere, nella qualità di sostituto di imposta dei propri lavoratori dipendenti agli obblighi imposti dai commi 13, 14 e 15 dell art. 78 della legge 30 dicembre 1991 n. 413, nel testo in vigore alla data di sottoscrizione della presente assicurazione; - L Assicurato si impegna a comunicare al momento della sottoscrizione della polizza il nominativo dei dipendenti incaricati dello svolgimento degli adempimenti di cui sopra, nonché a comunicare tempestivamente ogni variazione, si conviene quanto segue: Art. 3 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare quale civilmente responsabile ai sensi di legge a titolo di risarcimento (capitale, interessi, spese) di danni patrimoniali involontariamente e direttamente cagionati ai dipendenti in conseguenza di errori accidentalmente commessi nell esercizio degli adempimenti descritti in premessa. Art. 4 - ESCLUSIONI Sono esclusi dall assicurazione: - i danni subiti dall amministratore, dal legale rappresentante dell Assicurato e dalle persone che si trovano con essi nei rapporti di coniuge, genitore, figlio nonché, in quanto convivente, di affine o di parente, diverso dai precedenti; - i danni subiti dai dipendenti dell Assicurato addetti allo svolgimento degli adempimenti per i quali è prestata l assicurazione nonché da quelli che si trovano con essi nei rapporti di coniuge, genitore, figlio e, in quanto convivente, di affine o di parente; - i danni derivanti dall utilizzazione, divulgazione o comunicazione per fini diversi da quelli istituzionali, di dati, fatti o notizie inerenti direttamente od indirettamente ai terzi utenti dell esercizio assicurato; - i danni derivanti da obbligazioni volontariamente assunte dall Assicurato e non direttamente derivantegli dalla legge; - i danni derivanti dal compimento di operazioni od atti diversi da quelli indicati al comma 13 dell art. 78 della legge 30 dicembre 1991 n. 413; - i danni derivanti da omissioni nel pagamento delle imposte per conto degli utenti. Art. 5 INIZIO E TERMINE DELL ASSICURAZIONE L assicurazione vale per le richieste di risarcimento pervenute all Assicurato durante il periodo di efficacia del contratto e denunciate nei limiti e nei termini previsti dalle Condizioni Generali di Assicurazione indipendentemente dalla data in cui si è verificato l atto od il fatto che ha originato il danno. Agli effetti di quanto disposto dall art del Codice Civile, l Assicurato dichiara e la Società ne prende atto, di non essere a conoscenza di circostanze o situazioni che possono determinare, durante il periodo di validità del contratto, richieste di risarcimento occasionale da fatti già verificatisi prima della data di effetto della presente polizza.

15 Art. 6 LIMITI DI INDENNIZZO La presente assicurazione è prestata fino alla concorrenza di: Lire per anno assicurativo, con il limite di Lire per ogni sinistro, fermo il limite di Lire per ogni sinistro in serie Limitatamente alle sanzioni in genere, s intende pattuito un sottolimite di un terzo del massimale per sinistro. Il massimale per anno assicurativo si intende riferito a sinistri conseguenti a comportamenti colposi posti in essere nel medesimo anno assicurativo. Qualora il comportamento colposo si protragga attraverso più atti successivi, esso si considererà avvenuto nel momento in cui è stata posta in essere la prima azione od omissione colposa. Per sinistri in serie si intendono più sinistri originati da un medesimo errore, anche se riferito a più dichiarazioni e manifestazioni in diversi periodi annui di assicurazione. Art. 7 SCOPERTO OBBLIGATORIO Resta tra le parti convenuto che la garanzia è prestata con uno scoperto pari ad 1/10 dell importo di ogni sinistro, col minimo assoluto di Lire Per quanto riguarda sanzioni in genere, la garanzia è prestata con uno scoperto pari a 2/10 dell importo di ogni sinistro con il minimo assoluto di Lire per ogni contribuente danneggiato. Gli scoperti dovranno restare a carico dell Assicurato senza che egli possa, sotto pena di decadenza del diritto al risarcimento, farli assicurare da altre Società.

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi 1 LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi S OMMARIO DEFINIZIONI pag. 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Oggetto dell assicurazione R.C.T. pag. 3 Oggetto

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI E DIPENDENTI

POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI E DIPENDENTI POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI E DIPENDENTI stipulata tra il COMUNE DELLA SPEZIA e l'impresa di Assicurazioni: Decorrenza: ore 24,00 del 31/12/2012 Scadenza: ore 24,00 del 31/12/2015 1 Le

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR)

RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR) Allegato 1 Lotto 1 CAPITOLATO SPECIALE PER COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR) La normativa, qui di seguito dattiloscritta,

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE. Corso Vittorio Emanuele,143. 84143 Salerno. Codice Fiscale: 80000590655

CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE. Corso Vittorio Emanuele,143. 84143 Salerno. Codice Fiscale: 80000590655 Assicurazione RESPONSABILITA' CIVILE Verso TERZI e PRESTATORI D'OPERA CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE Corso Vittorio Emanuele,143 84143 Salerno Codice Fiscale: 80000590655 CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni.

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni. AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ Le polizze più complete per i tuoi veicoli Condizioni di assicurazione www.toroassicurazioni.it Indice Pagina AUTOSYSTEM PIÙ - DRIVERSYSTEM PIÙ - MOTOSYSTEM

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Tua Assicurazioni S.p.A.

Tua Assicurazioni S.p.A. Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio del Condominio Tua Casa Il presente Fascicolo Informativo, contenente a) Nota informativa, comprensiva

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

GENERALI SEI IN AUTO

GENERALI SEI IN AUTO GENERALI SEI IN AUTO AUTOVETTURE Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa, comprensiva del Glossario Condizioni di Assicurazione deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Condizioni contrattuali polizza motocicli, ciclomotori e altri veicoli

Condizioni contrattuali polizza motocicli, ciclomotori e altri veicoli Condizioni contrattuali polizza motocicli, ciclomotori e altri veicoli La Compagnia di assicurazione diretta del INDICE Servizio Assistenza Clienti Servizio Sinistri +390306762100 Per chiamate dall estero

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990)

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990) Scia/82 ¹ Segnalazione certificata di inizio dell attività pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (Legge n. 82 del 25/1/94) La/il sottoscritta/o nata/o a (Prov. ) il in

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ. Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni

AUTOSYSTEM PIÙ. Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni AUTOSYSTEM PIÙ Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni Contratto di assicurazione di Tutela Legale per la copertura dei rischi di assistenza stragiudiziale e giudiziale

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI Il presente fascicolo informativo contenente: a) Nota Informativa, comprensiva del glossario; b) Condizioni di assicurazione Deve essere consegnato al contraente

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

IL RISARCIMENTO DEL DANNO

IL RISARCIMENTO DEL DANNO IL RISARCIMENTO DEL DANNO Il risarcimento del danno. Ma che cosa s intende per perdita subita e mancato guadagno? Elementi costitutivi della responsabilità civile. Valutazione equitativa. Risarcimento

Dettagli

Nobis Compagnia di Assicurazioni INFORMATIVA, COMPRENSIVA DEL GLOSSARIO NOBISTRUCK A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE LA CIRCOLAZIONE

Nobis Compagnia di Assicurazioni INFORMATIVA, COMPRENSIVA DEL GLOSSARIO NOBISTRUCK A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE LA CIRCOLAZIONE Indice Nobis Compagnia di Assicurazioni I. NOTA NOBISTRUCK INFORMATIVA, COMPRENSIVA DEL GLOSSARIO Pagina della Nota informativa A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE... 1.... 2. DI RESPONSABILITÀ... CIVILE PER

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Definizione di RLS (Art 2, comma 1, lettera i) del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Auto Fascicolo informativo Contratto di Assicurazione per Autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A.

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE Genertel S.p.A. CASA Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione, deve essere consegnato al contraente

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come Breve riassunto operativo per la notifica: 1. La comunicazione all INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008. 2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene:

Il presente Fascicolo viene consegnato al Contraente prima della sottoscrizione del contratto e contiene: Servizio Clienti: 02 2805.2806 Servizio Sinistri: 02 2805.2808 Assistenza: 02 2660.9396 Contratto di assicurazione per la Casa Io e la mia Casa Fascicolo Informativo Edizione 3/2015 Il presente Fascicolo

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco Contratto di assicurazione per la copertura dei Rischi Tecnologici POLIZZA DI ASSICURAZIONE TUTTI I RISCHI DELLA COSTRUZIONE DI OPERE CIVILI Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa,

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO professione sicurezza ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO 2 Le norme applicabili sono previste nel Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) Sicurezza sul lavoro

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli