PROGRAMMA SEMINARI CORSI Data Argomento Relatori

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA SEMINARI CORSI 2016. Data Argomento Relatori"

Transcript

1 di AGGIORNAMENTI IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI per il mantenimento dell iscrizione negli elenchi del Ministero dell Interno ai sensi del D.M. 5 agosto 2011 Procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell'interno di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139 PROGRAMMA SEMINARI CORSI 2016 mercoledì 01/06/2016 REMILIA HOTEL Via Danubio 7 SEMINARIO 1 REGOLAMENTO SULLA SEMPLIFICAZIONE DELLA DISCIPLINA DEI PROCEDIMENTI RELATIVI ALLA PREVENZIONE DEGLI INCENDI D.P.R. 01/08/2011 n. 151 Principali decreti abrogati Dal DM 37/98 ad oggi, dalla DIA alla SCIA L Allegato I : le nuove attività soggette (80) per la prima volta soggette ai controlli di prevenzione incendi, le attività del D.M (97) Nuove procedure, categorie, rinnovi, il NOF, il sopralluogo in corso d opera Responsabilità dei DdL, sanzioni previste per mancata richiesta di conformità o rinnovo Responsabilità dei professionisti ( SCIA ), sanzioni previste DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE CONCERNENTI I PROCEDIMENTI DI PREVENZIONE INCENDI E ALLA DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE D.M. 07/08/2012 Ing. Salvatore Demma Ing. Fortuna Rognetta 4 H 07/06/2016 SEMINARIO 2 IL NUOVO CODICE DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 03/08/2015 Applicazione dell approccio prestazionale alla sicurezza antincendio Ing. Fortuna Rognetta Per. Ind. Antonio Sgrò 4 H 09/06/2016 REMILIA HOTEL Via Danubio 7 R I N V I A T O SEMINARIO 3 RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO Le responsabilità civili e penali del Professionista Antincendio, anche ed in particolare a seguito della introduzione della SCIA Cosa accade quando, a seguito deposto SCIA, si modificano le condizioni o lo stato dei luoghi, per ragioni non dipendenti dal Professionista. Le azioni dei Comandi dei Vigili del Fuoco in occasione dell attività di controllo/ispezione. Ing. Salvatore Demma Dott. Rosario Arigò 3 H Avv. Maura Catellani 1 H PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 1 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

2 di 14/06/2016 REMILIA HOTEL Via Danubio 7 a ) CORSO 1 TECNOLOGIA DEI SISTEMI E DEGLI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA: IMPIANTI DI ESTINZIONE IL DECRETO IMPIANTI D.M. 20/12/2012 Idranti Cenni su impianti di erogatori manuali di schiuma integrati o meno in reti idranti: Alimentazioni idriche antincendio: Impianti sprinkler Il D.M. 20/12/2012 ( Decreto Impianti ) : "Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l'incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi" Ing. Marco Montanari Ing. Fortunato Rognetta 14/06/2016 REMILIA HOTEL Via Danubio 7 a ) CORSO 2 TECNOLOGIA DEI SISTEMI E DEGLI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA: EVACUATORI DI FUMO Normativa di riferimento componentistica Esempi applicativi Ing. Luca Marzola PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 2 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

3 di 16/06/2016 CORSO 3 AZIENDE NELLE QUALI È PRESENTE IL PERICOLO D ESPLOSIONE: RESPONSABILITÀ E ATTIVITÀ DI PREVENZIONE a ) Il Titolo XI del D.Lgs. 81/08 La classificazione delle aree con pericolo d esplosione (direttiva 1999/92/CE) e la scelta dei prodotti idonei da utilizzare in tali aree (direttive 1994/9/CE e 2014/34/UE) Il documento sulla protezione contro le esplosioni e la responsabilità della gestione delle attività all interno delle aree con pericolo d esplosione Valutazione del rischio esplosione nelle attività soggette: obblighi di documentazione e certificazione da parte dei titolari di attività e dei professionisti antincendio per le strutture nelle quali è presente il rischio di atmosfere esplosive. La Regola Tecnica Verticale Aree a rischio atmosfere esplosive Ing. Gianfranco Tripi Comando VVF Bologna Ing. Fortunato Rognetta 16/06/2016 a ) CORSO 4 PREVENZIONE INCENDI E IMPIANTI FOTOVOLTAICI Impianti fotovoltaici, introduzione Modalità di funzionamento e componentistica principale Dispositivi di sicurezza e intercettazione, anche in relazione alla prevenzione incendi Introduzione alla norme/linee guida relative agli impianti fotovoltaici Aspetti significativi in caso di incendio per gli interventi da parte dei Vigili del Fuoco Valutazione del rischio incendio Circolare Min. Interno DCPREV n del Guida all installazione di impianti fotovoltaici e considerazioni Altre circolari e norme in merito agli impianti fotovoltaici Procedimenti di prevenzione incendi/comunicazioni in merito agli impianti fotovoltaici esistenti e impianti di nuova installazione Ing. Vincenzo Puccia Comando VVF Padova PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 3 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

4 di lunedì 20/06/2016 a ) CORSO 5 APPROCCIO INGEGNERISTICO ALLA SICUREZZA ANTINCENDIO D.M. 09/05/2007 Introduzione all approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio D.M. 9 maggio 2007 Direttive per l attuazione dell approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio Modalità di presentazione dei progetti in relazione all approccio ingegneristico Ing. Antonio La Malfa Comando VVF Genova PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 4 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

5 di 23/06/2016 CORSO 6 PREVENZIONE INCENDI E IMPIANTI ELETTRICI ILLUMINAZIONE DI SICUREZZA a ) Il D.M. 37/2008 e la prevenzione incendi Gli impianti elettrici secondo il nuovo Codice di Prevenzione Incendi La norma UNI EN 1838:2013 Illuminazione di emergenza L Allegato IV del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Le regole tecniche di prevenzione incendi attinenti La norma UNI 11222: Impianti di illuminazione di sicurezza negli edifici Procedure per la verifica periodica, la manutenzione, la revisione e il collaudo La norma CEI EN Sistemi di illuminazione di emergenza La norma CEI EN Apparecchi di illuminazione Parte 2 22: Prescrizioni particolari Apparecchi di emergenza Ing. Gianfranco Tripi Comando VVF Bologna 2 H Alessandro Tedeschi Tecnico 2 H EVENTO NON TENUTO IN PRECEDENTI CICLI 23/06/2016 a ) CORSO 7 IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA: RILEVAZIONE ED EVACUAZIONE FUMI IMPIANTI DI ALLARME Rivelazione automatica di incendio Normativa di riferimento componentistica Indicazioni tecnico/parametriche di riferimento Impianti di allarme evacuazione Ing. Lorenzo Rossi Dott. Rosario Arigò PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 5 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

6 di 28/06/2016 a ) CORSO 8 PROTEZIONE PASSIVA RESISTENZA AL FUOCO Protezione passiva definizioni e finalità introduzione Il D.M. 16 Febbraio 2007 metodologie di certificazione della resistenza al fuoco Modulistica nazionale VVF Certificazioni di tipo sperimentale (DM 16 febbraio 2007 e DM 3 agosto 2015) Norme EN per classificazione dei prodotti con intrinseca resistenza al fuoco (13645/6) Norme EN per la valutazione di protettivi (13381 x) Tipologie materiali e loro modalità di impiego (campo di diretta applicazione ed applicazione estesa) Cenni sulla durabilità ai fini dell asseverazione di rinnovo Ing. Marco Antonelli Tecnico 28/06/2016 a ) CORSO 9 PROTEZIONE PASSIVA RESISTENZA STRUTTURE ACCIAIO, CLS E LEGNO. LA REAZIONE AL FUOCO Resistenza al fuoco delle strutture in acciaio: principi e metodi di calcolo Resistenza al fuoco delle strutture in calcestruzzo armato, normale e precompresso: principi e metodi di calcolo Resistenza al fuoco delle strutture in legno: principi e metodi di calcolo Valutazione della resistenza al fuoco delle strutture in muratura (cenni) Reazione al fuoco dei materiali: classificazione nazionale Reazione al fuoco dei materiali: classificazione europea Prodotti vernicianti ignifughi Modulistica EVENTO NON TENUTO IN PRECEDENTI CICLI Ing. Francesco Maestri Per. Ind. Antonio Sgro PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 6 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

7 di NOTE IMPORTANTI In relazione al D.M. 05/08/2011, ciascun Professionista Antincendio (coloro che sono iscritti negli elenchi ministeriali Ex Legge 818), al fine di mantenere l iscrizione all elenco ministeriale in materia di prevenzione incendi, ha l obbligo di frequentare almeno 40 ore di aggiornamento nell'arco di cinque anni dalla data di iscrizione nell'elenco o, per coloro già iscritti a tale data, entro il 27/08/2016 (data di entrata in vigore del D.M. 05/08/2011). In caso di inadempienza agli obblighi suddetti all agosto 2016, il professionista sarà sospeso dagli elenchi sino ad avvenuto adempimento. Con Nota 7213 del 25/05/2012 e 1284 del 02/02/2016, il Dipartimento Centrale dei Vigili del Fuoco ha precisato le regole attuative di tale formazione, aspetti didattici compresi. IN PARTICOLARE PER CHI NON HA FREQUENTATO ALCUN AGGIORNAMENTO, O PER CHI DEVE COMPLETARE IL PROPRIO MONTE ORE, gli Ordini e Collegi interessati propongono la presente programmazione, CHE IN DIVERSI CASI, ESPLICITAMENTE INDICATI NEL PROGRAMMA, È UNA RIPROPOSIZIONE DI SEMINARI E CORSI TENUTI DAL 2012 AD OGGI; in ogni modo anche gli eventi che vengono ripetuti considerano comunque gli ultimi aggiornamenti e le esperienze ad oggi evolutesi. INVITIAMO PERTANTO A VERIFICARE che l evento a cui ci si iscriva non sia già stato frequentato (in tal caso non potrebbe essere conteggiato ai fini del monte ore per l aggiornamento antincendio, mentre ogni Ordine/Collegio valuterà se la partecipazione ripetuta sia da considerare ai fini formazione continua professionale). Comunichiamo che la programmazione potrebbe subire leggere variazioni in relazione alla collaborazione in merito con il Comando VVF di RE e all iter autorizzativo normativo a cui si è dato avvio presso la Direzione Regionale VVF. Iscrizione e quote di partecipazione: L iscrizione agli incontri dovrà essere formalizzata tramite la scheda allegata, con le scadenze ivi indicate. Le quote di partecipazione sono indicate nella scheda d iscrizione e saranno da versare alla Fondazione Nello Bottazzi, organismo di emanazione del Collegio Periti Industriali di RE, organizzatore del seminario per conto degli Ordini e Collegi professionali interessati. E possibile la partecipazione di iscritti agli Ordini e ai Collegi di altre province. E possibile la partecipazione di non iscritti agli elenchi ministeriali, come uditori, con rilascio di attestato di frequenza valido ai fini della sola formazione continua professionale, alle medesime condizioni economiche. Numero massimo partecipanti Seminari: non previsto Corsi: limite alla partecipazione revocato da recenti circolari Dipartimento Centrale VVF, tuttavia, in funzione delle iscrizioni che perverranno si cercherà di contenere il numero di iscritti ai fini di una didattica efficace. Eventuali ripetizioni potranno essere valutate solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. Docenza La docenza sarà a cura di funzionari del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco e di tecnici esperti in materia. E comunque prevista la presenza di un funzionario del Comando Provinciale VVF a ciascun incontro al fine di introdurre e portare il punto di vista dello stesso sul tema trattato, oltre che in funzione dello svolgimento dei test di verifica apprendimento al termine di ciascun corso. Verifiche di apprendimento finali sui corsi Nei Corsi (a differenza dei Seminari) è previsto un test di verifica dell apprendimento, strutturato in 10 domande a risposta chiusa. In caso di non superamento del test, verrà data la possibilità al partecipante di ripeterlo dopo 15 gg circa, senza aggravio economico. PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 7 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

8 di Frequenza, registrazione presenze Le ore di aggiornamento frequentate possono essere suddivise in frequenza a incontri per massimo 30% relativamente a seminari, mentre il restante monte ore deve essere costituito da corsi. Le presenze saranno raccolte a mezzo di registro cartaceo sul quale i partecipanti apporranno firma di ingresso e di uscita; i registri saranno trasmessi alle Segreterie di ciascun Ordine/Collegio, al fine di aggiornare la posizione sul portale nazionale VVF per ciascun iscritto agli elenchi ministeriali. Gli attestati saranno messi a disposizione dalle rispettive Segreterie di Ordini/Collegi al termine del ciclo. Ai sensi delle disposizioni normative, ai fini del rilascio dell attestato non saranno considerate valide frequenze incomplete sul totale delle ore di cui è composto il corso/seminario (non sono possibili ingressi ritardati e uscite anticipate). Materiali didattici Saranno resi disponibili per il download, in via informatica, sul sito internet immettendo le credenziali d accesso rilasciate agli iscritti. Validità di seminari e corsi come aggiornamento RSPP ASPP In relazione alle tematiche proposte nei diversi eventi, gli Ordini e i Collegi proponenti potranno ritenere i seminari e i corsi validi come aggiornamento anche ai sensi dell Accordo Stato Regioni del 2006 sulla formazione degli RSPP e ASPP (in tal caso tale opportunità viene specificamente indicata). Informazioni Fondazione Nello Bottazzi, organizzatrice per conto Ordini/Collegi : tel PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 8 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

9 di SCHEDA DI ISCRIZIONE AGGIORNAMENTI IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI per il mantenimento dell iscrizione negli elenchi del Ministero dell Interno ai sensi del D.M. 5 agosto 2011 Procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell'interno di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139 Cognome Nome ISCRITTO/A presso Ordine Collegio Provincia al n Provincia al n N iscrizione elenco ministeriale prevenzione incendi Luogo di nascita Data di nascita DATI PER FATTURAZIONE Ragione sociale azienda/ente/studio Via Comune CAP Tel. fisso Tel. mobile Indirizzo Codice Fiscale Partita IVA CHIEDO DI ISCRIVERMI ai seguenti incontri di aggiornamento in materia di prevenzione incendi (INDICARE con una X ) Seminario 1 del 01/06/2016 REGOLAMENTO SEMPLIFIC. DISCIPLINA PROCEDIMENTI PREVENZIONE INCENDI - D.P.R ,30 (iva 22% già compresa) Seminario 2 del 07/06/2016 IL NUOVO CODICE DI PREVENZIONE INCENDI - D.M. 03/08/ ,30 (iva 22% già compresa) Seminario 3 del 09/06/2016 RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI DEL PROFESSIONISTA ANTINCENDIO 79,30 (iva 22% già compresa) Corso 1 del 14/06/2016 TECNOLOGIA DEI SISTEMI E DEGLI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA: IMPIANTI DI ESTINZIONE 91,50 (iva 22% già compresa) Corso 2 del 14/06/2016 TECNOLOGIA DEI SISTEMI E DEGLI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA: EVACUATORI DI FUMO 91,50 (iva 22% già compresa) Corso 3 del 16/06/2016 AZIENDE CON PERICOLO D ESPLOSIONE: RESPONSABILITÀ E ATTIVITÀ DI PREVENZIONE 91,50 (iva 22% già compresa) Corso 4 del 16/06/2016 PREVENZIONE INCENDI E IMPIANTI FOTOVOLTAICI 91,50 (iva 22% già compresa) Corso 5 del 20/06/2016 APPROCCIO INGEGNERISTICO ALLA SICUREZZA ANTINCENDIO - D.M. 09/05/ ,00 (iva 22% già compresa) Corso 6 del 23/06/2016 PREVENZIONE INCENDI E IMPIANTI ELETTRICI - ILLUMINAZIONE DI SICUREZZA 91,50 (iva 22% già compresa) Corso 7 del 23/06/2016 IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA: RILEVAZIONE ED EVACUAZIONE FUMI - IMPIANTI DI ALLARME 91,50 (iva 22% già compresa) Corso 8 del 28/06/2016 PROTEZIONE PASSIVA - RESISTENZA AL FUOCO 91,50 (iva 22% già compresa) Corso 9 del 28/06/2016 REAZIONE AL FUOCO 91,50 (iva 22% già compresa) PRENDO ATTO che la partecipazione è possibile tramite pagamento della quote di partecipazione, allego contabile dell avvenuto pagamento della quota d iscrizione mediante bonifico bancario eseguito a favore della Fondazione Nello Bottazzi (organizzatore del seminario per conto degli Ordini e Collegi professionali interessati) sul conto Unicredit Banca IT 03 M A seguito del ricevimento del pagamento sarà emessa fattura. Le iscrizioni diverranno effettive solo a seguito del pagamento della quota. Eventuali richieste di variazioni all iscrizione o rimborsi saranno accolte solo fino a 7 gg prima dell incontro, per motivi organizzativi. Per l attivazione di ciascuna edizione del corso è previsto un numero minimo ed un massimo di partecipanti; in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti la quota d iscrizione sarà resa per intero ai partecipanti. Garanzia di riservatezza Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 sulla tutela dei dati personali, la informiamo che i suoi dati saranno custoditi negli archivi elettronici della Fondazione Nello Bottazzi e saranno utilizzati da tale ente nel rispetto della vigente normativa. La informiamo inoltre che, ai sensi dell art. 7 dello stesso Decreto ha diritto di conoscere, aggiornare, rettificare i suoi dati oppure opporsi all utilizzo degli stessi scrivendo all'indirizzo della Fondazione Nello Bottazzi : via, 74/10, oppure Data Firma COMPILARE IN OGNI PARTE E TRASMETTERE LA PRESENTE, UNITAMENTE A CONTABILE BANCARIA DELL AVVENUTO BONIFICO per o fax alla Segreteria della Fondazione Nello Bottazzi : - fax PROGRAMMA SEMINARI CORSI AGGIORNAMENTO PROFESSIONISTI ANTINCENDIO 2016 PAG. 9 DI 9 REV. 1 DEL 13/06/2016

CORSI IN AMBITO IMPIANTISTICO PER LA PREVENZIONE INCENDI di interesse per Progettisti Validi anche per aggiornamento RSPP/ASPP

CORSI IN AMBITO IMPIANTISTICO PER LA PREVENZIONE INCENDI di interesse per Progettisti Validi anche per aggiornamento RSPP/ASPP di CORSI IN AMBITO IMPIANTISTICO PER LA PREVENZIONE INCENDI di interesse per Progettisti Validi anche per aggiornamento RSPP/ASPP martedì 14/06/2016 CORSO 1 TECNOLOGIA DEI SISTEMI E DEGLI IMPIANTI DI PROTEZIONE

Dettagli

PROGRAMMA SEMINARI CORSI Data Argomento Relatori

PROGRAMMA SEMINARI CORSI Data Argomento Relatori AGGIORNAMENTI IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI per il mantenimento dell iscrizione negli elenchi del Ministero dell Interno ai sensi del D.M. 5 agosto 2011 Procedure e requisiti per l'autorizzazione e

Dettagli

PROGRAMMA SEMINARI CORSI Data Argomento Relatori

PROGRAMMA SEMINARI CORSI Data Argomento Relatori di AGGIORNAMENTI IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI per il mantenimento dell iscrizione negli elenchi del Ministero dell Interno ai sensi del D.M. 5 agosto 2011 Procedure e requisiti per l'autorizzazione

Dettagli

EVENTI FORMATIVI. 3 Corsi da 8 ore per un totale di 24 ore di aggiornamento. 2 Corsi da 8 ore per un totale di 16 ore di aggiornamento

EVENTI FORMATIVI. 3 Corsi da 8 ore per un totale di 24 ore di aggiornamento. 2 Corsi da 8 ore per un totale di 16 ore di aggiornamento EVENTI FORMATIVI DI AGGIORNAMENTO IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI, FINALIZZATI AL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DI CUI ALL ART. 7 DEL D.M. 5 AGOSTO 2011. EVENTI FORMATIVI 3

Dettagli

Impianti di pressurizzazione idrica per reti antincendio

Impianti di pressurizzazione idrica per reti antincendio CORSO DI AGGIORNAMENTO DI PREVENZIONE INCENDI ART. 7 D.M. 05/08/2011 Impianti di pressurizzazione idrica per reti antincendio Normativa e criteri di verifica 1 marzo 2017 Per. Ind. Massimo Angiolini Ispettore

Dettagli

ORGANIZZA. CICLO di CORSI DI AGGIORNAMENTO IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI (EX LEGGE 818/84 E D.M. 05 AGOSTO 2011)

ORGANIZZA. CICLO di CORSI DI AGGIORNAMENTO IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI (EX LEGGE 818/84 E D.M. 05 AGOSTO 2011) Via A. Perpenti, 10 - Casella Postale 162 63900 Fermo (FM) Tel: 0734 228664 - Fax: 0734 220357 e-mail: info@ordineingegneri.fermo.it pec: ordine.fermo@ingpec.eu Cod.Fisc. 01854290440 ORGANIZZA CICLO di

Dettagli

Corso di formazione e aggiornamento

Corso di formazione e aggiornamento Corso di formazione e aggiornamento Corso tecnico di aggiornamento in materia di prevenzione incendi Art. 7 D.M. 05.08.2011 aggiornamento obbligatorio professionisti antincendio Art. 7 D.P.R. 07.08.2012

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI FERMO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI FERMO ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI FERMO via A. Perpenti, 10 - Casella Postale 162 63900 Fermo (FM), Tel: 0734 228664 - Fax: 0734 220357 e-mail: info@ordineingegneri.fermo.it - Pec: ordine.fermo@ingpec.eu,

Dettagli

CORSO AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO

CORSO AGGIORNAMENTO ANTINCENDIO bergamo Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bergamo Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bergamo Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati

Dettagli

ASSOCIAZIONE PRO FIRE organizza

ASSOCIAZIONE PRO FIRE organizza ASSOCIAZIONE PRO FIRE organizza PRO FIRE ENTE ACCREDITATO AUORIZZATO - D.M. art. 7 D.M. 05/08/2011 Corso tecnico di aggiornamento in materia di prevenzione Incendi. Art. 7 DPR 7/08/2012 n. 137 Corso tecnico

Dettagli

DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO ALESSANDRIA

DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO ALESSANDRIA DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO ALESSANDRIA DPR 151/2011 Istruttoria e modulistica di Prevenzione incendi Regolamento

Dettagli

ai sensi del D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151

ai sensi del D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151 Como, 5 dicembre 2016 A TUTTI I PROFESSIONISTI INTERESSATI LORO SEDI CORSO AGGIIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI ai sensi del D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151 7-14 MARZO 2017 dalle 14.30 alle 18.30 ISTITUTO DON

Dettagli

Mercoledì 13 Marzo 2013 Best Western Hotel Piacenza Assemblea Generale Associazione

Mercoledì 13 Marzo 2013 Best Western Hotel Piacenza Assemblea Generale Associazione Mercoledì 13 Marzo 2013 Best Western Hotel Piacenza Assemblea Generale Associazione Novità normative per la prevenzione incendi il D.M. 20/12/12 Impianti di protezione attiva contro l incendio Geom. Luca

Dettagli

ORDINE ARCHITETTI VARESE N. 5 CORSI DA 8 ORE - 40 ORE TOTALI PROTEZIONE ATTIVA E PASSIVA & DECRETO IMPIANTI D.M

ORDINE ARCHITETTI VARESE N. 5 CORSI DA 8 ORE - 40 ORE TOTALI PROTEZIONE ATTIVA E PASSIVA & DECRETO IMPIANTI D.M Associazione Pro Fire Via Lorenteggio 36-20146 Milano PROPOSTA FORMATIVA 2016 Ai sensi del ART. 7 DM 5/08/2011 PER IL MANTENIMENTO DEI PROFESSIONISTI ISCRITTI NEGLI ELENCHI DI CUI ALLA LEGGE EX 818/84.

Dettagli

Ing. Luigi Giudice. Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco 18/12/2014 1

Ing. Luigi Giudice. Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco 18/12/2014 1 Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l'incendio installati nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi Ing. Luigi Giudice Comandante Provinciale

Dettagli

LA QUALIFICAZIONE DEL PROGETTO ANTINCENDIO ALLA LUCE DELLE NUOVE REGOLE TECNICHE ORIZZONTALI DM

LA QUALIFICAZIONE DEL PROGETTO ANTINCENDIO ALLA LUCE DELLE NUOVE REGOLE TECNICHE ORIZZONTALI DM Il 20 novembre 2015 è entrato ufficialmente in vigore il nuovo DM 03 agosto 2015 Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'art. 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

Dettagli

Sassari e Olbia - Maggio e Giugno 2016

Sassari e Olbia - Maggio e Giugno 2016 Corso di ALTA Formazione Professionale AGGIORNAMENTO PER PROFESSIONISTI ANTINCENDIO (ai sensi del D.M. 05 Agosto 2011) FINALIZZATI AL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI di cui alla ex L. 818/84

Dettagli

!! "! #! $! % $ &&#! '( #%)*(+, -. 3&!!! * 45 3 && * 4 , 2 #& ""8 )*( &! ""

!! ! #! $! % $ &&#! '( #%)*(+, -. 3&!!! * 45 3 && * 4 , 2 #& 8 )*( &! !! "! #! $! % $ #! '( #%)*(+, -. /012 3!!! * 45 3 67 -- * 4, 2 # ""8 )*(+ -. 0 2 9 8 8! "" #! : )3 8;3 / 8< + 22. ' 8 =!"#$%! "%" %#$!'())'%*!"#$%! %%+!$+!$'#''",-.#$'('=! 2> / "4? @+ - @@1! # (# # A!$'./$'##'(,(#$'%$,'"'+$%0!..'%"('=!:8>

Dettagli

PREVENZIONE INCENDI Sede Corso Villa Gianetti Sala Bovindo Via Roma 22 SARONNO (VA)

PREVENZIONE INCENDI Sede Corso Villa Gianetti Sala Bovindo Via Roma 22 SARONNO (VA) ORDINE ARCHITETTI PPC PROVINCIA VARESE organizza in collaborazione con PRO FIRE ENTE ACCREDITATO Corso tecnico di aggiornamento in materia di prevenzione Incendi Art. 7 D.M. 05/08/2011 AUTORIZZATO Corso

Dettagli

Sede Corso VALLO DELLA LUCANIA Via Zaccaria PINTO c/o Consorzio IRRIGUO

Sede Corso VALLO DELLA LUCANIA Via Zaccaria PINTO c/o Consorzio IRRIGUO ENTE ACCREDITATO ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO organizza in collaborazione con PRO FIRE Corso tecnico di aggiornamento in materia di prevenzione Incendi. Art. 7 D.M. 05/08/2011. AUTORIZZATO

Dettagli

ATTIVITA DELLA CONSULTA E PRESENTAZIONE DEI CORSI DI AGGIORNAMENTO PER L ANNO 2014

ATTIVITA DELLA CONSULTA E PRESENTAZIONE DEI CORSI DI AGGIORNAMENTO PER L ANNO 2014 CONSULTA INTERISTITUZIONALE PER LA PREVENZIONE INCENDI PROTOCOLLO D INTESA DEL 17/12/2012 ATTIVITA DELLA CONSULTA E PRESENTAZIONE DEI CORSI DI AGGIORNAMENTO PER L ANNO 2014 Ing. Guido Parisi Direttore

Dettagli

MODULI 5 e 6. martedì 4 giugno 2013 e giovedì 13 giugno 2013 ore 14.30-18.30 Istituto Carlo Bazzi via Cappuccio 2 Milano

MODULI 5 e 6. martedì 4 giugno 2013 e giovedì 13 giugno 2013 ore 14.30-18.30 Istituto Carlo Bazzi via Cappuccio 2 Milano corso di aggiornamento Mantenimento requisiti di Prevenzione Incendi per l'iscrizione negli elenchi del Ministero dell'interno ai sensi dell'articolo 7 del D.M. 05.08.2011 MODULI 5 e 6 martedì 4 giugno

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA PER L ABILITAZIONE D.M. 5 AGOSTO 2011

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA PER L ABILITAZIONE D.M. 5 AGOSTO 2011 EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA PER L ABILITAZIONE DEI PROFESSIONISTI ANTINCENDIO D.M. 5 AGOSTO 2011 Parma 16 novembre 2012 S.D.A.C. Arch. Fabrizio Finuoli NUOVA NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.M. 5 agosto 2011

Dettagli

PREVENZIONE INCENDI ULTIMI DECRETI

PREVENZIONE INCENDI ULTIMI DECRETI PREVENZIONE INCENDI ULTIMI DECRETI dott. ing. Antonio Monaco DIRETTORE REGIONALE VIGILI DEL FUOCO LOMBARDIA FEDERCHIMICA - 6^ CONFERENZA RESPONSABILI STABILIMENTO - MILANO 11 APRILE 2013 Obiettivi semplificazione

Dettagli

Impianti Idrici Antincendio Strategia Antincendio ( Sezione S5 S10 )

Impianti Idrici Antincendio Strategia Antincendio ( Sezione S5 S10 ) Ordine degli Ingegneri della provincia di NUORO CORSO DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI AI FINI DELL ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO D.M. 05.08.2011 ( ex

Dettagli

DM 07/08/2012 NUOVE MODALITÀ DI PRESENTAZIONE ISTANZE E PROCEDIMENTI DI PREVENZIONE INCENDI

DM 07/08/2012 NUOVE MODALITÀ DI PRESENTAZIONE ISTANZE E PROCEDIMENTI DI PREVENZIONE INCENDI Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza DM 07/08/2012 NUOVE MODALITÀ DI PRESENTAZIONE ISTANZE E PROCEDIMENTI DI PREVENZIONE INCENDI Venerdì 26 ottobre 2012 - ore 14.30-17.30 Centro congressi

Dettagli

D. M. del 5 agosto 2011 (G.U. n. 198 del 26/08/2011)

D. M. del 5 agosto 2011 (G.U. n. 198 del 26/08/2011) D. M. del 5 agosto 2011 (G.U. n. 198 del 26/08/2011) Procedure e requisiti per l'autorizzazione e l'iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell'interno di cui all'articolo 16 del decreto

Dettagli

LE GIORNATE DELLA PREVENZIONE INCENDI

LE GIORNATE DELLA PREVENZIONE INCENDI CASERTA 28 E 29 SETTEMBRE 2017 LE GIORNATE DELLA PREVENZIONE INCENDI Città Caserta AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI Date 28 e 29 settembre 2017 Location Grand Hotel Vanvitelli Viale Carlo III 81100 Caserta

Dettagli

Le lezioni si terranno nella sala Convegni dell Ordine degli Ingegneri di Bologna Palazzo Gioanetti - Strada Maggiore 13

Le lezioni si terranno nella sala Convegni dell Ordine degli Ingegneri di Bologna Palazzo Gioanetti - Strada Maggiore 13 CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI DI 120 ORE FINALIZZATO ALLA ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO (D.M. 5 agosto 2011, art. 4) Le lezioni si terranno

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it

Dettagli

La verifica di un Sistema di evacuazione fumo e calore per l asseverazione in fase di rinnovo periodico. Luca MARZOLA

La verifica di un Sistema di evacuazione fumo e calore per l asseverazione in fase di rinnovo periodico. Luca MARZOLA La verifica di un Sistema di evacuazione fumo e calore per l asseverazione in fase di rinnovo periodico Luca MARZOLA Milano, 8 Marzo 2017 Sistema di Evacuazione Naturale Fumo e Calore S E NF C? Principio

Dettagli

LA QUALIFICAZIONE DEL PROGETTO ANTINCENDIO ALLA LUCE DELLE NUOVE REGOLE TECNICHE ORIZZONTALI DM [SECONDA EDIZIONE AGGIORNATA]

LA QUALIFICAZIONE DEL PROGETTO ANTINCENDIO ALLA LUCE DELLE NUOVE REGOLE TECNICHE ORIZZONTALI DM [SECONDA EDIZIONE AGGIORNATA] Il 20 novembre 2015 è entrato ufficialmente in vigore il nuovo DM 03 agosto 2015 Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'art. 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

Dettagli

INDICE SOMMARIO Soccorso e prevenzione: il modello italiano Nuovi scenari per la prevenzione incendi

INDICE SOMMARIO Soccorso e prevenzione: il modello italiano Nuovi scenari per la prevenzione incendi INDICE SOMMARIO Capitolo 1 - Soccorso e prevenzione: il modello italiano p 1 11 Premessa» 1 12 Il modello italiano a confronto con l Europa» 1 Capitolo 2 - Nuovi scenari per la prevenzione incendi» 5 21

Dettagli

PRIMA UNITA DIDATTICA CORSO n.1 ORE 12

PRIMA UNITA DIDATTICA CORSO n.1 ORE 12 5/08/2011 N.ORE DOCENTI ARGOMENTI DELLE LEZIONI PER PRIMA UNITA DIDATTICA CORSO n.1 ORE 12 1 Cod. Corso 1 06/12/13 Petitto Antonio PROCEDIMENTI DI PREVENZIONE INCENDI Le Nuove Procedure di Prevenzione

Dettagli

LE GIORNATE DELLA PREVENZIONE INCENDI

LE GIORNATE DELLA PREVENZIONE INCENDI CASERTA 28 E 29 SETTEMBRE 2017 LE GIORNATE DELLA PREVENZIONE INCENDI Città Caserta AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI Date 28 e 29 settembre 2017 Location Grand Hotel Vanvitelli Viale Carlo III 81100 Caserta

Dettagli

LA CRISI D IMPRESA. IL SALVATAGGIO DELLE IMPRESE IN CRISI E GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Revisione e strategie di comportamento

LA CRISI D IMPRESA. IL SALVATAGGIO DELLE IMPRESE IN CRISI E GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Revisione e strategie di comportamento SEMINARIO LA CRISI D IMPRESA. IL SALVATAGGIO DELLE IMPRESE IN CRISI E GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Revisione e strategie di comportamento Verona, 22 marzo 2013 Hotel San Marco Via Longhena

Dettagli

RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) (D.LGS 9 APRILE 2008 N. 81, ART. 37, COMMA 10, 11 E ART. 47, 48 E 50 E S.M.I.

RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) (D.LGS 9 APRILE 2008 N. 81, ART. 37, COMMA 10, 11 E ART. 47, 48 E 50 E S.M.I. PROGRAMMA DEL CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (R.L.S.) (D.LGS 9 APRILE 2008 N. 81, ART. 37, COMMA 10, 11 E ART. 47, 48 E 50 E S.M.I.) Durata del corso Date e orari del corso Sede del

Dettagli

CIRCOLARE CORSI DI FORMAZIONE D.LGS. 81/2008 TESTO UNICO SULLA SICUREZZA

CIRCOLARE CORSI DI FORMAZIONE D.LGS. 81/2008 TESTO UNICO SULLA SICUREZZA CIRCOLARE 04-2017 DESTINATARIO Titolare dell attività Responsabile servizio prevenzione e protezione Responsabile A ambientale MITTENTE DA TecnoAdda S.a.s. Email info@tecnoadda.com TEL. N. 0341.281459

Dettagli

DOCUMENTI NORMATIVI PER L EVACUAZIONE FUMO E CALORE. Norme di sistema UNI 9494:2007

DOCUMENTI NORMATIVI PER L EVACUAZIONE FUMO E CALORE. Norme di sistema UNI 9494:2007 Ing. Maurizio D Addato Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica del Dipartimento dei Vigili del Fuoco Direttore Area Protezione Attiva CONVEGNO: UNI CEI EN 45020 Normazione ed attività

Dettagli

Commissione Prevenzione Incendi

Commissione Prevenzione Incendi Commissione Prevenzione Incendi ASSOCIAZIONE TECNOLOGI PER L EDILIZIA CORSO 8 + 8 + 8 + 8 (totale 32 ore) / 8 + 8 + 8 + 8 CFP (totale 32 CFP) Calcolo delle Strutture Resistenti al Fuoco (Parte 1, 2, 3,

Dettagli

L iscrizione avviene tramite il sito di Associazione Congenia

L iscrizione avviene tramite il sito di Associazione Congenia Rimini, 30 ottobre 2013 L Ordine degli ingegneri di Forlì Cesena e l Ordine degli ingegneri di Rimini hanno predisposto, con segreteria organizzativa delegata ad Associazione Congenia, due corsi di aggiornamento

Dettagli

La responsabilità dei professionisti nei procedimenti di prevenzione incendi. Giuseppe MERENDINO Comando provinciale vigili del fuoco di Palermo

La responsabilità dei professionisti nei procedimenti di prevenzione incendi. Giuseppe MERENDINO Comando provinciale vigili del fuoco di Palermo La responsabilità dei professionisti nei procedimenti di prevenzione incendi Giuseppe MERENDINO Comando provinciale vigili del fuoco di Palermo D.P.R. 151/2011 DPR 151/11 Il titolare dell attività SEGNALA,

Dettagli

SQUADRE ANTINCENDIO D.M. 10/03/1998 D. Lgs 81/08 e s.m.i. RISCHIO BASSO e MEDIO

SQUADRE ANTINCENDIO D.M. 10/03/1998 D. Lgs 81/08 e s.m.i. RISCHIO BASSO e MEDIO Tipologia CORSO: SQUADRE ANTINCENDIO D.M. 10/03/1998 D. Lgs 81/08 e s.m.i. RISCHIO BASSO e MEDIO Premessa Questo corso di formazione, specifico per gli addetti antincendio, illustra in dettaglio le procedure

Dettagli

RISCHIO INCENDIO E CRITERI DI PREVENZIONE INCENDI NELL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DEGLI EDIFICI CIVILI ED INDUSTRIALI

RISCHIO INCENDIO E CRITERI DI PREVENZIONE INCENDI NELL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DEGLI EDIFICI CIVILI ED INDUSTRIALI Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza RISCHIO INCENDIO E CRITERI DI PREVENZIONE INCENDI NELL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DEGLI EDIFICI CIVILI ED INDUSTRIALI seminario

Dettagli

Alla c.a. delle aziende clienti Oggetto: CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ANTINCENDIO RISCHIO INCENDIO MEDIO (COD. C_AI_M_02/2017)

Alla c.a. delle aziende clienti Oggetto: CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ANTINCENDIO RISCHIO INCENDIO MEDIO (COD. C_AI_M_02/2017) Pagina 1 di 5 Alla c.a. delle aziende clienti Oggetto: CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ANTINCENDIO RISCHIO INCENDIO MEDIO (COD. C_AI_M_02/2017) Il D.Lgs. 81/08 e s.m.i. stabilisce che il datore di lavoro

Dettagli

DM 07/08/2012 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

DM 07/08/2012 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE DM 07/08/2012 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE Con il D.M. 07/08/2012 (g.u. N. 201 DEL 29/08/2012) si dà concreta attuazione al DPR 151/2011 DM 07/08/2012 Riferimenti

Dettagli

Organizzato dall'ordine degli ingegneri della provincia di Sassari, in collaborazione con la società di ingegneria EOS srl

Organizzato dall'ordine degli ingegneri della provincia di Sassari, in collaborazione con la società di ingegneria EOS srl Corsi di ALTA Formazione Professionale AGGIORNAMENTO PER PROFESSIONISTI ANTINCENDIO (ai sensi del D.M. 05 Agosto 2011) FINALIZZATI AL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI di cui alla ex L. 818/84

Dettagli

SCHEDA DI ISCRIZIONE CORSO PER RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA

SCHEDA DI ISCRIZIONE CORSO PER RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA SCHEDA DI ISCRIZIONE CORSO PER RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Periodo presunto di attivazione: dal 11 al 21 aprile 2011 Durata: 32 ore Docenti: Esperti del settore 430,00 euro + IVA PER

Dettagli

CORSO RSPP ASPP MODULO A di base - MODULO DAT. LAV. MODULO B8 Pubblica Amministrazione - Istruzione

CORSO RSPP ASPP MODULO A di base - MODULO DAT. LAV. MODULO B8 Pubblica Amministrazione - Istruzione Corso di Formazione per Responsabili ed Addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP ASPP Modulo A) (RSPP Dat. Lavoro) edizione Titolo I Capo III Sez. III D.Lgs. 81/2008 ex art. 4 comma 5 lettera

Dettagli

COMUNE DI FORNO DI ZOLDO Provincia di Belluno

COMUNE DI FORNO DI ZOLDO Provincia di Belluno via Roma, 26 3202 Forno di Zoldo (BL) tel. 0437/7844 fax. 0437/7834 sito web: www.comune.forno di zoldo.bl.it e mail: fornodizoldo@clz.bl.it pec: comune.fornodizoldo.bl@pecveneto.it P.IVA 00205920259 Protocollo

Dettagli

Gli effetti del D.Lgs. 105/2015 sulle attività degli stabilimenti a rischio di Incidente Rilevante Attuazione della direttiva 2012/18/UE SEVESO III

Gli effetti del D.Lgs. 105/2015 sulle attività degli stabilimenti a rischio di Incidente Rilevante Attuazione della direttiva 2012/18/UE SEVESO III Gli effetti del D.Lgs. 105/2015 sulle attività degli stabilimenti a rischio di Incidente Rilevante Attuazione della direttiva 2012/18/UE SEVESO III Possibili modalità applicative degli adempimenti in materia

Dettagli

CORSO PER LAVORATORI RISCHIO AZIENDALE BASSO Parte generale + Parte specifica durata: 4 ore + 4 ore = 8 ore

CORSO PER LAVORATORI RISCHIO AZIENDALE BASSO Parte generale + Parte specifica durata: 4 ore + 4 ore = 8 ore FORMAZIONE OBBLIGATORIA IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO PER LAVORATORI, DIRIGENTI E PREPOSTI Accordo Stato-Regioni del 21.12.2011 e Linee Guida Formazione del 25.07.2012 Alla luce

Dettagli

2. Ai fini degli adempimenti di cui al comma 1, le attività soggette sono distinte nelle sottoclassi indicate nell Allegato III al presente decreto.

2. Ai fini degli adempimenti di cui al comma 1, le attività soggette sono distinte nelle sottoclassi indicate nell Allegato III al presente decreto. 2006, n. 139, si applicano le tariffe previste dal decreto del Ministro dell interno 3 febbraio 2006, adottato di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, mentre per le nuove attività introdotte

Dettagli

SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO CORSO Addetto al servizio antincendio Attività a rischio di incendio BASSO DURATA 4 ORE Il corso è rivolto a: Agli addetti antincendio designati alla prevenzione incendi

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ai fini della sicurezza antincendio, con relativa asseverazione

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ai fini della sicurezza antincendio, con relativa asseverazione IN QUALI CASI PUOI UTILIZZARE QUESTO MODULO? Per tutte le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi secondo il D.P.R. n 151/2011. Il presente modello deve essere trasmesso al Comando Provinciale

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI PISTOIA

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI PISTOIA COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI SEDE: VIA PENNA n 159 Loc. S.Agostino 51100 Pistoia TEL. & FAX: 0573 32216 e-m@il: cpi.pt@tin.it PEC: collegiodipistoia@pec.cnpi.it COD.

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e Difesa Civile

Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e Difesa Civile Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e Difesa Civile CONVENZIONE TRA IL COMANDO PROVINCIALE DEI VIGILI DEL FUOCO DI ROMA E PROVINCIA DI ROMA Con la presente Convenzione

Dettagli

Sede Corso Nocera Inferiore (SA) Bonifica Nocera Sarno - Via G. Atzori, 1 c/o Sala Convegni del consorzio

Sede Corso Nocera Inferiore (SA) Bonifica Nocera Sarno - Via G. Atzori, 1 c/o Sala Convegni del consorzio ENTE ACCREDITATO ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI SALERNO organizza in collaborazione con PRO FIRE Corso tecnico di aggiornamento in materia di prevenzione Incendi. Art. 7 D.M. 05/08/2011. AUTORIZZATO

Dettagli

Percorso Direttiva Macchine

Percorso Direttiva Macchine Percorso Direttiva Macchine Progettazione integrata 1 a Edizione Progettare funzionalità, sicurezza, ergonomicità e manutenibilità di una macchina in conformità alla Direttiva Macchine 2006/42/CE e alle

Dettagli

La Prevenzione Incendi nelle Strutture Sanitarie. il DM 19 marzo 2015

La Prevenzione Incendi nelle Strutture Sanitarie. il DM 19 marzo 2015 La Prevenzione Incendi nelle Strutture Sanitarie il DM 19 marzo 2015 Le Procedure Autorizzative Sulla Gazzetta Ufficiale n 221 del 22 settembre 2011 è stato pubblicato il testo del DPR 1 agosto 2011 n

Dettagli

Corso per la qualifica di Auditor Interno nel settore ortofrutticolo

Corso per la qualifica di Auditor Interno nel settore ortofrutticolo T I T O L O D E L C O R S O Corso per la qualifica di Auditor Interno nel settore ortofrutticolo D U R A T A : 16 ORE D A T A : 08-09 Giugno 2017 S E D E : D E S T I N A T A R I E O B I E T T I V I : Sala

Dettagli

D.M. 3 agosto 2015 Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

D.M. 3 agosto 2015 Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. D.M. 3 agosto 2015 Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. (GU n. 192 del 20/8/2015 - S.O. n. 51) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE REQUISITI GENERALI AUTORIZZATIVI STRUTTURE SANITARIE E SOCIOSANITARIE APPENDICE

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE REQUISITI GENERALI AUTORIZZATIVI STRUTTURE SANITARIE E SOCIOSANITARIE APPENDICE APPENDICE Edizione 2 Revisione 0 05/01/2011 Pagina 1 di 5 APPENDICE Principale normativa e legislazione di riferimento per i requisiti strutturali ed impiantistici. Tale elencazione non è esaustiva e risulta

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI ALLA CONDUZIONE DI CARRELLI ELEVATORI SCHEDA INFORMATIVA E PROGRAMMA Il decreto legislativo 81/08, agli articoli 21, 22 e 37 e all accordo Stato/Regione pubblicato il 12/3/2012

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI P.P.C. DELLA PROVINCIA DI CASERTA CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI AI SENSI DEL D.

ORDINE DEGLI ARCHITETTI P.P.C. DELLA PROVINCIA DI CASERTA CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI AI SENSI DEL D. ORDINE DEGLI ARCHITETTI P.P.C. DELLA PROVINCIA DI CASERTA CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI AI SENSI DEL D.Lvo 139/006 P R O G R A M M A Modulo A: Obiettivi e fondamenti della prevenzione

Dettagli

ORDINE DEGLI INGENGNERI DELLA PROVINCIA DI NAPOLI

ORDINE DEGLI INGENGNERI DELLA PROVINCIA DI NAPOLI ORDINE DEGLI INGENGNERI DELLA PROVINCIA DI NAPOLI CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI PER L ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO (DM 5 agosto 0, art.

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE ISTITUZIONE SERVIZI EDUCATIVI SCOLASTICI CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CORREGGIO Viale della Repubblica, 8 - Correggio (RE) 42015 tel. 0522/73.20.64-fax 0522/63.14.06 P.I. / C.F. n. 00341180354 DETERMINAZIONE

Dettagli

Decreto Ministeriale 20/12/2012 (Gazzetta ufficiale 04/01/2013 n. 3)

Decreto Ministeriale 20/12/2012 (Gazzetta ufficiale 04/01/2013 n. 3) Decreto Ministeriale 20/12/2012 (Gazzetta ufficiale 04/01/2013 n. 3) Ministero dell'interno - Regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti di protezione attiva contro l'incendio installati nelle

Dettagli

Con il Gratuito Patrocinio di

Con il Gratuito Patrocinio di Con il Gratuito Patrocinio di SEMINARIO DI APPROFONDIMENTO SULLA CONCILIAZIONE Martedì 10 Dicembre 2008 Roma, Sala del Consiglio della Camera di Commercio, Via dé Burrò 147 Iscrizioni entro il 01/12/2008

Dettagli

REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO

REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCUOLA COMUNE DI PREMESSA L art. 5 del D.P.R. 37/98 obbliga i responsabili di attività soggette ai controlli di prevenzione incendi a mantenere in stato di efficienza i sistemi,

Dettagli

ELEMENTI DI DOMOTICA E AUTOMAZIONE DELL EDIFICIO

ELEMENTI DI DOMOTICA E AUTOMAZIONE DELL EDIFICIO ELEMENTI DI DOMOTICA E AUTOMAZIONE DELL EDIFICIO DESTINATARI: ARCHITETTI, GEOMETRI, INGEGNERI, PERITI INDUSTRIALI, IMPIANTISTI ELETTRICI, CONSULENTI DEL SETTORE, ENERGY MANAGER, IMPRENDITORI NEL SETTORE

Dettagli

ATTESTAZIONE DI SUSSISTENZA DEI REQUISITI PREVISTI DALL ART. 24 COMMA 1 DEL D.P.R. 380/01 E S.M.I.

ATTESTAZIONE DI SUSSISTENZA DEI REQUISITI PREVISTI DALL ART. 24 COMMA 1 DEL D.P.R. 380/01 E S.M.I. ATTESTAZIONE DI SUSSTENZA DEI REQUITI PREVISTI DALL ART. 24 COMMA 1 DEL D.P.R. 380/01 E S.M.I. l sottoscritt... nat... a il / / residente in CAP via n. tel. cell. pec C.F. iscritto/all'ordine/collegio

Dettagli

LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE: LINEE GUIDA PER COSTRUTTORI E PROGETTISTI

LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE: LINEE GUIDA PER COSTRUTTORI E PROGETTISTI MODULO DI ISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE: LINEE GUIDA PER COSTRUTTORI E PROGETTISTI Titolo del corso Codice di riferimento del corso LA NUOVA DIRETTIVA MACCHINE

Dettagli

Organizzato dall'ordine degli ingegneri della provincia di Sassari, in collaborazione con la società di ingegneria EOS srl

Organizzato dall'ordine degli ingegneri della provincia di Sassari, in collaborazione con la società di ingegneria EOS srl Corsi di ALTA Formazione Professionale AGGIORNAMENTO PER PROFESSIONISTI ANTINCENDIO (ai sensi del D.M. 05 Agosto 2011) FINALIZZATI AL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI di cui alla ex L. 818/84

Dettagli

IL COLLEGIO PROVINCIALE DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI ROMA con la collaborazione della QUALITY AND MANAGEMENT SERVICES s.r.l.

IL COLLEGIO PROVINCIALE DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI ROMA con la collaborazione della QUALITY AND MANAGEMENT SERVICES s.r.l. IL COLLEGIO PROVINCIALE DEI GEOTRI E GEOTRI LAUREATI DI ROMA con la collaborazione della QUALITY AND MANAGENT SERVICES s.r.l. - Roma ORGANIZZA I corsi di aggiornamento in prevenzione incendi finalizzati

Dettagli

Aziende e Uffici. Maria Francesca Conti Comando Provinciale Vigili del Fuoco IMPERIA

Aziende e Uffici. Maria Francesca Conti Comando Provinciale Vigili del Fuoco IMPERIA Aziende e Uffici Maria Francesca Conti Comando Provinciale ATTIVITA 71/A Aziende ed uffici con oltre 300 e fino a 500 persone presenti SCIA asseverazione articolo 4 comma 1 d.p.r. 151/2011 D.M. 22 febbraio

Dettagli

Corso di formazione per Addetto al Servizio di Emergenza Prevenzione incendio - Aziende a basso, medio ed alto rischio -

Corso di formazione per Addetto al Servizio di Emergenza Prevenzione incendio - Aziende a basso, medio ed alto rischio - Prevenzione incendio - Aziende a basso, medio ed alto rischio - Studio di Consulenza e Formazione Consulting Professional Napoli - Corso Arnaldo Lucci 102 Cell. 393.943.81.57 Centro di formazione Riferimenti

Dettagli

Corso per la qualifica di Auditor Interno nel settore ortofrutticolo

Corso per la qualifica di Auditor Interno nel settore ortofrutticolo T I T O L O D E L C O R S O Corso per la qualifica di Auditor Interno nel settore ortofrutticolo D U R A T A : 16 ORE D A T A : 27-28 Aprile 2016 S E D E : Aule Più (Aule+), via de Carracci 91, 40131 Bologna

Dettagli

CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B

CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B CORSO PER RSPP - ASPP MODULO B Il modulo B di specializzazione è relativo al corso di formazione che tratta la natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative.

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di pavia Pavia 23.11.2010 Prot. 1698 Agli ISCRITTI Loro indirizzi Circolare informativa SOMMARIO Dalla Segreteria QUOTA

Dettagli

ANPE - 2a Conferenza Nazionale

ANPE - 2a Conferenza Nazionale L EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI SICUREZZA NELLA NORMATIVA DI PREVENZIONE INCENDI DAL D.P.R. 151/2011 AL NUOVO CODICE DI PREVENZIONE INCENDI Dott. Ing. Vasco Vanzini IL D.P.R. 151/2011 Regolamento di carattere

Dettagli

DECRETO 16 febbraio 2007

DECRETO 16 febbraio 2007 DECRETO 16 febbraio 2007 Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da costruzione. (GU n. 74 del 29-3-2007- Suppl. Ordinario n.87) IL MINISTRO DELL'INTERNO Visto

Dettagli

ATTIVITA DI PREVENZIONE INCENDI SVOLTA DAL. settembre 2012 novembre 2014

ATTIVITA DI PREVENZIONE INCENDI SVOLTA DAL. settembre 2012 novembre 2014 ATTIVITA DI PREVENZIONE INCENDI SVOLTA DAL GRUPPO DI LAVORO SICUREZZA DEL CNI settembre 2012 novembre 2014 Incontro marco area nord Ordine degli Ingegneri g di Milano dott. ing. Marco Di Felice Introduzione

Dettagli

quattrolinee Allegato 10 Riferimenti normativi Ph - Davide Bozzalla

quattrolinee Allegato 10 Riferimenti normativi Ph - Davide Bozzalla quattrolinee Allegato 10 Ph - Davide Bozzalla Riferimenti normativi www.torinofascuola.it info@torinofascuola.it NORMATIVA DI RIFERIMENTO L elenco è riportato a titolo indicativo, restando onere dei concorrenti

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA Ricorso TAR CONCORSO VIGILI DEL FUOCO -Personale volontario-

SCHEDA INFORMATIVA Ricorso TAR CONCORSO VIGILI DEL FUOCO -Personale volontario- SCHEDA INFORMATIVA Ricorso TAR CONCORSO VIGILI DEL FUOCO -Personale volontario- OBIETTIVO DEL RICORSO Come noto, il bando pubblicato il 16 novembre 2016 non consente la partecipazione al concorso a coloro

Dettagli

Corso per la qualifica di Auditor Interno su Sistemi di Gestione per la Qualità ISO 9001 nel Settore Agroalimentare

Corso per la qualifica di Auditor Interno su Sistemi di Gestione per la Qualità ISO 9001 nel Settore Agroalimentare T I T O L O D E L C O R S O Corso per la qualifica di Auditor Interno su Sistemi di Gestione per la Qualità ISO 9001 nel Settore Agroalimentare D U R A T A : 16 ORE D A T A : 22-23 Maggio 2017 S E D E

Dettagli

PROFESSIONISTI ANTINCENDIO

PROFESSIONISTI ANTINCENDIO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA AREA PREVENZIONE INCENDI PROFESSIONISTI ANTINCENDIO (ex D.lgs.

Dettagli

Salute e sicurezza sul lavoro, elemento determinante per la competitività delle imprese

Salute e sicurezza sul lavoro, elemento determinante per la competitività delle imprese Ferrara, 29 giugno 2015 Salute e sicurezza sul lavoro, elemento determinante per la competitività delle imprese La Prevenzione Incendi nei luoghi di lavoro Ing. Massimo Fratti Corpo Nazionale Vigili del

Dettagli

Seminari Progettazione di collegamenti in acciaio

Seminari Progettazione di collegamenti in acciaio PROGRAMMA Coord. Scientifico del corso Prof. Ing. Andrea Dall'Asta Venerdì 15.05.2015 Lezione 1 ore 14:00 Registrazione Partecipanti; ore 14:30 Saluti del Presidente dell Ordine degli Ingegneri di Fermo

Dettagli

Prevenzione incendi nelle strutture sanitarie. L evoluzione normativa dopo l emanazione del D.M 19/03/2015, il ruolo del RTSA

Prevenzione incendi nelle strutture sanitarie. L evoluzione normativa dopo l emanazione del D.M 19/03/2015, il ruolo del RTSA Prevenzione incendi nelle strutture sanitarie L evoluzione normativa dopo l emanazione del D.M 19/03/2015, il ruolo del RTSA Dott. Ing. Luca Crobu - 7 Giugno 2016-1 Il concetto di SGSA - D.Lgs. 334/99:

Dettagli

DM 1 luglio 2014 IL MINISTRO DELL'INTERNO

DM 1 luglio 2014 IL MINISTRO DELL'INTERNO DM 1 luglio 2014 Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio delle attività di demolizioni di veicoli e simili, con relativi depositi, di superficie superiore a

Dettagli

DM 7 agosto Attività Allegato I del DPR 151/2011

DM 7 agosto Attività Allegato I del DPR 151/2011 DM 7 agosto 2012 Allegato I Documentazione tecnica allegata all istanza di valutazione dei progetti Stessa struttura allegato I del DM 4.05.98 Riferita a istanze del DPR 151/2011 e aggiorna quella da allegare

Dettagli

Corso per la qualifica di Auditor/Lead Auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità nel settore agroalimentare (40 ore)

Corso per la qualifica di Auditor/Lead Auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità nel settore agroalimentare (40 ore) T I T O L O D E L C O R S O : Corso per la qualifica di Auditor/Lead Auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità nel settore agroalimentare (40 ore) Il corso è qualificato da KHC (Organismo di certificazione

Dettagli

Mercoledì 22 aprile 2015 ore Sala Green 02 - Mi.Co. Gate 15 - via Gattamelata 5 - Milano

Mercoledì 22 aprile 2015 ore Sala Green 02 - Mi.Co. Gate 15 - via Gattamelata 5 - Milano Valido ai fini del mantenimento dei requisiti di Prevenzione Incendi per l'iscrizione negli elenchi del Ministero dell'interno ai sensi dell'articolo 7 del D.M. 05.08.2011 organizzato da Collegio dei Periti

Dettagli

Formazione Continua martedì e martedì Sede Collegio - via Carroccio 6 - Milano CORSO DI FORMAZIONE

Formazione Continua martedì e martedì Sede Collegio - via Carroccio 6 - Milano CORSO DI FORMAZIONE di esposizione ai campi elettromagnetici metodologie di analisi in sito, misure sugli impianti, progettazione delle schermature, utilizzo di software di simulazione Organizzato da: Collegio Periti Industriali

Dettagli

Ruolo del CNVVF nel D.Lgs 105/2015 e le nuove procedure di prevenzione incendi

Ruolo del CNVVF nel D.Lgs 105/2015 e le nuove procedure di prevenzione incendi Ruolo del CNVVF nel D.Lgs 105/2015 e le nuove procedure di prevenzione incendi Ing. Settimio Simonetti Dirigente Area Rischi Industriali Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Catalogo corsi di formazione delle figure coinvolte nel sistema di sicurezza aziendale, previste dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Catalogo corsi di formazione delle figure coinvolte nel sistema di sicurezza aziendale, previste dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Catalogo corsi di formazione delle figure coinvolte nel sistema di sicurezza aziendale, previste dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. ATTENZIONE! L'avvio dei corsi è subordinato al raggiungimento di un numero minimo

Dettagli