Na cantata e Natale. di Vincenzo Pepe

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Na cantata e Natale. di Vincenzo Pepe"

Transcript

1 Na cantata e Natale di Vincenzo Pepe

2 In uno dei numeri passati di questa rivista ebbi modo di accennare a un idea che mi ha sempre intrigato nella mia professione di anglista, forse per effetto dell inevitabile interferenza che si è venuta a determinare tra l inglese, che studio da una vita, e il napoletano, mia lingua materna. Quest idea è che il napoletano si presti più, e forse meglio di altre lingue, alla resa traduttiva di testi letterari inglesi. So bene che, non reggendosi su una base di scientificità, e invero puntellato solo sui precari appoggi dell empiricità e della sentimentalità, questo convincimento rischia di vacillare paurosamente, e perciò lo tengo nascosto; ma per riaffiorare prorompente ogni tanto, a reclamare di essere ribadito e sostenuto, specialmente in occasione della pubblicazione di indovinate traduzioni i cui autori sembrano sintonizzati sulla mia stessa lunghezza d onda teoretica. E mi piace ribadirlo e sostenerlo ora, perché l invito di Aniello Langella a contribuire alla preparazione del numero di Natale della rivista, mi dà la possibilità di parlare di una deliziosa traduzione napoletana di A Christmas Carol del Dickens, che, come si sa, è una delle opere più significative tra quelle che celebrano la festività del Natale. La traduzione si intitola Na cantata e Natale ed è opera di Roberto D Ajello. Pubblicata da Franco Di Mauro Editore nel 2006, è corredata sul piano figurativo da otto tavole di Lello Esposito, e, su quello linguistico, da un glossario e da una lista dei modi di dire che non poco aiuto offrono al lettore e al cultore di cose napoletane. Prima, però, di dare un idea della bellezza e della originalità del lavoro del D Ajello, mi sembra opportuno spendere qualche parola sull originale, e in particolare sulla trama, a beneficio di quei lettori che non ricordassero l opera del Dickens di cui qui si tratta. Prima, e più famosa, delle storie di Natale del Dickens, A Christmas Carol apparve nel 1843, e fu poi inserita insieme ad altre di pari genere nel Christmas Book, nel È ambientata a Londra e prende l avvio la vigilia di Natale, quando allo spregevole taccagno e misantropo Scrooge appare l ombra del suo socio Jacob Marley, morto sette anni prima. L inatteso e pauroso ospite lo informa che se vuole evitare le infinite peregrinazioni alle quali è sottoposta la sua anima, dovrà accettare che gli facciano visita tre spiriti: quello del Natale Passato, del Natale Presente e del Natale Futuro. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 2

3 Scortato da ciascuno di questi a turno, Scrooge ripassa in rassegna le scene della sua infanzia; successivamente, si rende conto degli stenti in cui versa la famiglia di Bob Cratchit, suo impiegato; infine, accompagnato dal terzo spirito, è in grado di prevedere i guai che segneranno la sua esistenza se non cambierà modo di vivere. Toccato da queste esperienze, e reso sensibile e consapevole delle avversità e delle sofferenze in cui versa il prossimo, Scrooge decide subito di cambiare vita, e come primo segno del suo ravvedimento, manda un tacchino al suo povero impiegato, al quale aumenta anche lo stipendio, va a trovare un suo nipote affettuoso e onesto, e devolve una lauta somma in beneficenza. La storia si conclude in un atmosfera di calore e bontà, quale si conviene a un vero Natale, e con l esaltazione della solidarietà quale unico valore che ci può salvare. Questo, in sintesi, lo svolgimento della vicenda e il messaggio del testo inglese. Ma se i fatti narrati sono semplici e lineari, densa e suggestiva è la scrittura del Dickens il quale anche in queste piccole favole dà prova della sua perizia tecnica, della sua capacità di caratterizzare con pochi colpi di penna ambienti e personaggi, e, soprattutto, della sua grande carica di ironia, che gli permette di rimarcare i giochi chiaroscurali dell esistenza, le miserie e le contraddizioni della vita. Un testo solo apparentemente facile, dunque. La scrittura del Dickens deve essere però congeniale al D Ajello, perché questi cattura subito il tono, il ritmo, e lo spirito del racconto, come si può vedere dalla resa del seguente brano dell incipit 1, nel quale viene presentata la figura del micragnoso protagonista, i cui difetti morali sembrano ripercuotersi anche sulla conformazione dei suoi tratti fisici: 1 Per comodità del lettore che non avesse dimestichezza con la lingua dell originale, né col napoletano, i brani inglesi citati saranno seguiti dalla traduzione italiana letterale del sottoscritto. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 3

4 Oh! But he was a tight fisted hand at the grindstone. Scrooge! A squeezing, wrenching, grasping, scraping, clutching, covetous, old sinner! Hard and sharp as flint, from which no steel had ever struck out generous fire; secret, and selfcontained, and solitary as an oyster. The cold within him froze his old features, nipped his pointed nose, shrivelled his cheek, stiffened his gait. Oh! Ma era una mano dal pugno stretto al mulino. Scrooge! Un peccatore incallito, avido, che spremeva, stringeva, abbrancava, grattava, afferrava! Duro e aguzzo come una pietra focaia, dalla quale nessun acciaio aveva mai fatto scoccare fuoco generoso; segreto, e autosufficiente e solitario come un ostrica. Il freddo dentro di lui gli aveva congelato i vecchi tratti, intirizzito il naso appuntito, raggrinzito le guance, e irrigidito l andatura Nel napoletano di d Ajello il brano scorre come segue: Scrooge teneva a mana int e guantare! Era na màcena, na vecchia, cannaruta anema perza, ca spremeva, scippava, aggranfava, arresugliava, abbrancava! Tuosto e sicco comm a na preta e fucile, ca nun ce steva acciaro ca n avesse potuto caccià na scintilla; mesteriuso, acetuso e rummito comm a n ostrica. O ggelo ca teneva ncuorpo le ghiacciava a cèra, le pogneva o naso appezzuto, l arrappava e mmasche, le ntustava a cammenatura. Dove è da notare la felicissima resa del costrutto metaforico del primo rigo. Nel testo inglese l avidità è connotata con un immagine complessa della mano dal pugno stretto al mulino. Il testo napoletano solo momentaneamente si allontana dall originale con l impiego di un modo di dire che connota pur sempre l avidità, ma che è iconograficamente incentrato sull immagine del guanto. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 4

5 Subito dopo, però, il contesto mulino dell originale viene recuperato con l inserimento della parola macena ad aprire una fuga di imperfetti verbali ( spremeva, scippava, aggranfava, arresugliava, abbrancava ) uno dei quali di straordinaria appropriatezza ed efficacia ( arresugliare non dà solo l idea del racimolare, ma anche del lesinare ). Lo stesso dicasi dell altra successione di tre aggettivi che qualche rigo dopo connotano la selvatichezza del personaggio ( mesteriuso, acetuso e rummito ). Qui il traduttore ha efficacemente esplicitato, secondo me, un riferimento al carattere mutrioso del personaggio, che nel testo inglese è solo implicito. Ma se si volesse un ulteriore esempio della percettività del traduttore rispetto a queste costruzioni paradigmatiche, si deve andare un po più avanti nel testo, al punto in cui vengono descritti i due bambini macilenti e terrorizzati che si intravedono tra le pieghe svolazzanti della veste del secondo spirito, e che allegorizzano il prodotto dello spirito del Natale attuale. Ecco il testo originale: They were a boy and a girl. Yellow, meagre, ragged, scowling, wolfish but prostrate, too, in their humility. Where graceful youth should have filled their features out, and touched them with its freshest tints, a stale and shrivelled hand, like that of age, had pinched and twisted them, and pulled them into shreds. Where angels might have sat enthroned, devils lurked, and glared out menacing. Erano un bambino e una bambina. Gialli, scarni, logori, accigliati, lupeschi, ma prostrati, anche, nella loro umiltà. Là dove la grazia giovanile avrebbe dovuto rassodare i loro tratti, e toccarli con le sue tinte più fresche, una mano decrepita e raggrinzita, come quella della vecchiaia, li aveva sfigurati, contorti, e scarnificati. Dove angeli avrebbero potuto sedere in trono, si nascondevano diavoli, e guardavano minacciosi. Ed ecco la traduzione napoletana, nei primi due righi della quale non può sfuggire l effetto musicale che il D Ajello riesce a ottenere dalla forte alternanza vocalica di aggettivi che sanno tanto di antico, che richiamano alla nostra mente la lingua del Basile e del Cortese: Se trattava e nu nennillo e na nennella, gialluòteche, peliente, vrenzuluse, sgrignate, cu n aria lupigna, ma pure abbelute e murtefecate. Addò a giuvinezza graziosa avesse avut a regnere e tegnere chelli faccelle d e culure cchiù lucente, na mana grànceta e arrappata, comm a chella d a vicchiaia, l aveva arrugnate, turciute, e sbramate. Addò nce avessero avut a essere angiule npiercolo, s acquattavano riavule ca guardavano fora grunnuse. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 5

6 Di pari effetto è la resa traduttiva della descrizione di un altro personaggio: la nipote di Scrooge, la quale per la solarità del sorriso e del carattere, e la bellezza dei tratti, dello zio è l esatto contrario: She was very pretty, exceedingly pretty, with a dimpled, surprised-looking, capital face; a ripe little mouth, that seemed made to be kissed as nodoubt it was; all kinds of good little dots about her chin, that melted into one another when she laughed; and the sunniest pair of eyes you ever saw in any little creature s head. Altogether she was what you would have called provoking, you know; but satisfactory, too. Oh, perfectly satisfactory! Era molto carina, straordinariamente carina, con un viso perfetto, con le fossette e l espressione sorpresa: una boccuccia matura che sembrava essere fatta per essere baciata, come era certamente; attorno al mento tutti i tipi di bei puntini che si fondevano l uno nell altro quando rideva; e il più solare paio di occhi che abbiate mai visto nel volto di una piccola creatura. Nel complesso era quella che avreste definito provocante, sapete; ma anche soddisfacente, del tutto soddisfacente]. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 6

7 Nella traduzione napoletana, come si vedrà subito, l idea della particolare bellezza della ragazza, innocente eppure conturbante allo stesso tempo, è sapientemente sottolineata questa volta da un gioco di diminutivi la cui efficacia mi sembra accentuata dalla carica di rimandi ad un altro filone della nostra nobile tradizione poetica. Se nella descrizione di Scrooge, come dicevamo, si può pensare di ravvisare l influenza del Basile, qui a orientare il gusto del traduttore mi sembra intervenire la lezione del Di Giacomo: Essa era bellella assaie, troppo bellella. Cu e fussetelle nfaccia e a cèra ncantata e assenziale. Na vucchella ammatura che pareva fatta p essere vasata, comme certamente era. Ncopp a vàvera na vranchetella e lemmìccule, ca quanno rereva addeventavano na cosa sola, e o cchiù lucente paro d uocchie c avite visto maie nfront a na criatura. Nzomma, era chella ca vuie putìsseve chiammà na ddia e bbona, ma pure suddisfacente. Oh, suddisfacente pe tutte regule. Né sono solo i personaggi ad acquisire ulteriore smalto nella riscrittura napoletana del d Ajello, perché anche la resa delle descrizioni degli ambienti è ottenuta dal traduttore con una meticolosa attenzione ai valori espressivi del testo inglese. Si prenda, per esempio, il seguente brano nel quale Dickens descrive un esterno di una freddissima, nebbiosa, spettrale vigilia di Natale: Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 7

8 It was cold, bleak, biting weather; foggy withal: and he could hear the people in the court outside, go wheezing up and down, beating their hands upon their breasts, and stamping their feet on the pavement stones to warm them. The City clock had only just got three, but it was quite dark already -it had not been light all day- and candles were flaring in the windows of the neighbouring offices, like ruddy smears upon the palpable brown air. The fog came pouring in at every chink and keyhole, and was so dense without, that, although the court was of the narrowest, the houses opposite were mere phantoms. Il tempo era livido, di freddo pungente, per di più nebbioso, e sentiva la gente fuori nel cortile andare spasmodica su e giù, battendosi le mani sul petto, e i piedi sul selciato per riscaldarseli. L orologio della City aveva battuto solo le tre, ma era tutto buio non c era stata luce per tutta la giornata e nelle finestre degli uffici vicini le candele accese erano come macchie rossastre sulla palpabile aria marrone. La nebbia si infiltrava in ogni crepa e serratura, ed era così densa all esterno, che, sebbene il cortile fosse di quelli più stretti, le case di rimpetto erano meri fantasmi. Era na jurnata fredda, scura, pugnente, pe gghionta e ruotolo chiena e neglia, e isso puteva sèntere a gente for o curtiglio ca s affannava sotto e ncoppa, vattènnose e mmane mpietto e ncasanno e piere ncopp e vàsule pe piglia calore. E rilorge d a città êvano sunato allora allora e ttre, ma s era fatto già quase scuro, cu tutto che pe tutt a jurnata nun c era maie stata luce, e e cannele lucevano, arreto e ffeneste e ll ufficie d o vicinato, comm a nguacchie russagne ncopp a ll aria quagliosa e scura. A neglia se mpizzava dint a tutt e ssenghe e mmascature, e ã via e fora era accussì fitta che, cu tutto c o curtiglio era d e cchiù astrinte, pure e ccase e rimpetto erano sule fantàseme. Al traduttore sono bastati pochi tocchi indovinati, non solo per ricreare l atmosfera di gelida spettralità che incombe sulla scena londinese, ma anche per naturalizzarla, facendo sentire nella trascrizione la partecipazione del napoletano di fronte allo scenario desolato, come è chiaro, credo, dalla simpatica espressione figurata pe gghionta e ruotolo al posto della più asettica inoltre del testo inglese, e dalla bellissima similitudine degli effetti cromatici provocati dai riflessi della luce delle candele sulla nebbia scura e densa: comm a nguacchie russagne ncopp a ll aria quagliosa e scura. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 8

9 È che il traduttore prova piacere a leggere e dialogare col testo straniero; a volte vi gioca e scherza anche, arricchendolo e colorandolo delle proiezioni della sua percettività linguistica; ma avendone grande rispetto; e pure quelle poche volte che si concede delle libertà, lo fa per far risaltare la bellezza dell originale e non per capriccio. Per esempio, quando rende la semplice frase, riferita a Scrooge altrove nel testo he is very rich con l espressione più colorita sta sfunnato e renare, sentiamo che, accentuando la piacevolezza del testo, il traduttore intende partecipare al lettore anche il piacere della sua lettura, della sua interpretazione, che sono quelle di una persona colta e ricca del senso della dignità e autorevolezza della sua propria antica, prestigiosa lingua e letteratura. Il traduttore, insomma, mi sembra concorrere con la mente e col cuore, e con la straordinaria ricchezza e plasticità della lingua napoletana ( majateca e nchiantuta come l aveva definita proprio il Basile) a riempire spazi e interstizi che in inglese un lettore non attento potrebbe lasciarsi sfuggire. Risultato di tutto ciò è la forte percezione, che, nonostante nomi e luoghi appartengano a un milieu che da Napoli è assai lontano, la vicenda narrata si svolga tuttavia a Napoli; non, beninteso, nella Napoli come entità storico-geografica, ma in una Napoli ideale, una Napoli dell anima, quella celebrata da narratori e pittori, una Napoli universale, e dove perciò stesso anche il Natale può acquistare ancora un senso. Questo punto credo possa essere suffragato da parecchi brani, il primo dei quali mi affretto a trascrivere per intero, perché è troppo bello per essere accorciato. È una composizione natalizia di rutilanti leccornie esposte in strada: Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 9

10 There were great, round, potbellied baskets of chestnuts, shaped like the waistcoats of jolly old gentlemen, lolling at the doors, and tumbling out into the street in their apopleptic opulence. There were ruddy, brown-faced, broad-girthed Spanish onions, shining in the fatness of their growth like Spanish friars, and winking from their shelves in wanton slyness at the girls as they went by, and glanced demurely at the hungup mistletoe. There were pears and apples clustered high in blooming pyramids; there were bunches of grapes, made, in the shopkeeper s benevolence, to dangle from conspicuous hooks that people s mouth might water gratis as they passed; there were files of filberts, mossy and brown, recalling, in their fragrance, ancient walks among the woods, and pleasant shuffling ankle deep through withered leaves; there were Norfolk Biffins, squab and swarthy, setting off the yellow of the oranges and lemons, and, in the great compacteness of their juicy persons, urgently entreating and beseeching to be carried home in paper bags and eaten after dinner. C erano grandi canestri di castagne, rotondi, panciuti, a forma dei gilè di vecchi signori gioviali, che si stendevano sulla soglia riversandosi fino in strada nella loro opulenza apoplettica. C erano cipolle grosse spagnole dalla faccia marrone, rossastra, che luccicavano nella loro grassezza come monaci spagnoli, e dalle loro scansie facevano l occhietto d intesa maliziosa alle ragazze che passavano, ma lanciavano un occhiata casta al vischio pendulo. C erano pere e mele accatastate in forma di lussureggiante piramide; c erano grappoli d uva, che per la benevolenza del droghiere venivano fatti pendere da grossi ganci, in modo che i passanti potessero fare gratis l acquolina in bocca; c erano mucchi di noccioli, muschiosi e bruni, che nella loro fragranza facevano venire in mente antiche passeggiate attraverso i boshi, e piacevole strofinio di caviglie immerse tra le foglie avvizzite; c erano mele cotogne, tozze e brune, che facevano risaltare il giallo delle arance e dei limoni, e, nella grande compattezza delle loro succose figure, chiedeno imploranti di essere subito portate a casa in sacchetti di carta e mangiate dopo cena. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 10

11 Si tratta, come si vede, di un pregevole pezzo di bravura il cui soggetto solo impropriamente si potrebbe definire natura morta ; perché è pregno di pulsante vitalità sottolineata dal gioco dei colori, delle forme, e dalla serie di rinvii diretti o indiretti al mondo degli uomini (si veda la similitudine tra i monaci spagnoli e le cipolle alle quali lo scrittore attribuisce anche atteggiamenti umani, perché occhieggiano dalle scansie le ragazze che passano in strada ). E non è solo una festa degli occhi che campeggia nel quadro, perché c è anzi il coinvolgimento di tutti gli altri sensi, dal gusto (il riferimento alla acquolina in bocca ) all olfatto (il riferimento alla fragranza dei noccioli che catalizza il ricordo di antiche passeggiate ). Sembrerebbe quasi che Dickens stia componendo avendo sotto gli occhi qualche particolare di presepe napoletano; o che stia commentando (ammesso che li avesse mai conosciuti) i versi del Genoino Chiazze e ppoteche sbommecate stanno/ de tanta sciorte de provvisione/ che ll uocchie nfronte strevellà te fanno./ E pparate de frutte a li pontone, e mmontagne de vruoccole, e torzelle,/ e carrette de pigne e de capune. O è il D Ajello che traduce Dickens avendo sotto gli occhi particolari del presepe, o i versi del Genoino? Sia come sia, il traduttore napoletano ci riconsegna tutta la festa dei sensi alla quale assistiamo nell originale inglese: Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 11

12 Ce stevano caneste e castagne grosse, tonne e panzute c assummigliavano a gilè e viecchie signore spassuse, ca sbucavano da e pporte e se menavano mmiez a via cu na bella panza e vierme. Ce stevano cepolle spagnole russagne, cu a faccia marrò e ccenture larie, che, chiatte comm erano, lucevano comm a tanta figlie e ntrocchia, facevano ll uocchie a zennariello a e gguaglione ca passavano e smicciavano, scurnose, o visco appiso. Ce stevano pére e méle ammuntunate comm a na peràmmete sciuruta; ce stevano pigne d uva che a generusità d e putecare faceva pennulia a certi ancine mperecuòccolo, accussì ca chille che passavano putevano fa sputazzelle mmocca senza pava niente; ce stevano muntune e nucelle, muscose e brune, ca cu l addore che cacciavano facevano veni a mmente antiche passiàte mmiez e vuosche e o sfizio d affunna e ggaveglie dint e fronne secche; ce stevano mele cutogne, chiattulelle e brune, ca facevano scumpari o giallo d e purtualle e d e limune e, quagliose comm erano, scungiuravano e supprecavano d essere purtate â casa dint a na sacchetta e carta, e strafucate doppo magnato. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 12

13 Il secondo brano descrive ancora un esterno, un quartiere malfamato della periferia di Londra: The ways were foul and narrow; the shops and houses wretched; the people half naked, drunk, slipshod, ugly. Alleys and archways, like so many cesspools, disgorged their offences of smell and dirt, and life upon the struggling streets; and the whole quarter reeked with crime, with filth, and misery. Le strade erano laide e strette; i negozi e le case fatiscenti; la gente mezzonuda, ubriaca, trasandata, brutta. Vicoli e supportici, come tante fogne, riversavano le loro offese di fetore e sporco, e la vita sulle strade animate; e tutto il quartiere trasudava crimine, sporco, miseria. E vvie erano zuzzose e strette, e pputeche e e ccase scarrupate, a ggente mez annura, mbriaca, ciavattona, brutta. Fùnnache e suppuòrteche, comm a tanta samente, spannevano pe tutt e vvie l uffesa d o fieto, d a fetenzia, d a vita lloro, e tutt o quartiere feteva e delitto, fracetumma e pezzenteria. Dove non è difficile percepire nel traduttore ancora il riverbero di un eco digiacomiana (penso, ancora ad alcuni versi di O fùnneco verde), o la suggestione di alcune tele del Migliaro. Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 13

14 Ma è con il terzo brano che voglio concludere queste note; perché, riconsegnandoci l atmosfera di gioiosa attesa di bambini che scartocciano trepidanti e felici i doni di Natale nell intimità domestica, esso mi dà l occasione di formulare i migliori auguri a tutti i lettori di questa rivista, per una vita sempre ricca di soddisfazioni e liete sorprese: But now a knocking at the door was heard, and such a rush immediately ensued that she, with laughing face and plundered dress, was borne towards it the centre of a flushed and boisterous group, just in time to greet the father, who came home attended by a man laden with Christmas toys and presents. Then the shouting and the struggling, and the onslaught that was made on the defendless porter! The scaling him, with chairs for ladders, to dive into his pockets, despoil him of brownpaper parcels, hold on tight by his cravat, hug him round his neck, pummel his back and kick his legs in irrepressible affection! The shouts of wonder and delight with which the development of every parcel was received! Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 14

15 Ma ora si sentì bussare alla porta, e ne seguì tale scompiglio che lei, con una risata radiosa e la veste scompigliata fu trascinata verso di essa in mezzo a un gruppo accaldato e schiamazzante, appena in tempo per salutare il padre che tornava a casa accompagnato da un uomo carico di giocattoli e regali di Natale. Poi il vocio e il parapiglia e l assalto cui fu soggetto il fattorino che non si poteva difendere! L arrampicarsi su di lui, con sedie in mancanza di scale, per tuffarsi nelle sue tasche, depredarlo dei pacchi ricoperti di carta marrone, aggrapparsi alla sua cravatta, abbracciargli il collo, prenderlo a pugni nella schiena, e a calci negli stinchi con incontenibile affetto! Le grida di meraviglia e gioia con le quali fu accolta l apertura di ogni pacco. Ma a chisto punto se sentette tuzzulia a porta e, subbeto, succedette tale n azzardo ca essa, a faccia a rrisa e e vveste sciambrate, fuie strascenata mmiezo a n arruocchio accalurato e sfrenato, a ttiempo a ttiempo pe saluta o pate ca se reterava nzieme cu n ommo ca o veneva appriesso carreco e pazzielle e riale e Natale. Allora l ammuina, a guerra e l assardo se scarrecàieno ncuoll a chillo povero portarrobbe! Le s arrampecàieno ncuollo, ausanno e seggie comm a scale, pe le summuzza dint e sacche, p o spuglia d e paccotte e carta scura, pe l afferra astrinto p a cravatta, pe le s attacca a o cuollo, vàtterlo arret e rine, e adderezzarle cauce dint e cosce, cu n affezione ca nun se puteva cuntene! L allucche e maraveglia e e contentezza, cunfromme ca s arapeva ogne paccotto ca s era avuto! Immagini: Vincenzo Migliaro ( ). Vincenzo Pepe Vincenzo Pepe: Na cantata e Natale. 15

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King. Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/

What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King. Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Esistono ancora moltissimi malintesi circa cos è un kahuna hawaiano. Scrivo questo articolo per

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI MODAL VERBS PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI ----------------------------------------------- 3 2 di 15 1 Verbi modali: aspetti grammaticali e pragmatici

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Elenco dialoghi sia in italiano che in inglese

Elenco dialoghi sia in italiano che in inglese by Lewis Baker 44 Elenco dialoghi sia in italiano che in inglese 1. Present Simple (4 dialogues) Pagina 45 2. Past Simple (4 dialogues) Pagina 47 3. Present Continuous (4 dialogues) Pagina 49 4. Present

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Presentazione di un caso

Presentazione di un caso Presentazione di un caso Corso Tutor per l autismo (Vr) Roberta Luteriani Direzione Didattica (BS) Caso: Giorgio 8 anni! Giorgio è un bambino autistico verbalizzato inserito in seconda elementare. Più

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

SCUOLA PARITARIA BEATA VERGINE DI LUORDES. Holy Christmas Night FESTA DI NATALE 2013/2014. Spiderman

SCUOLA PARITARIA BEATA VERGINE DI LUORDES. Holy Christmas Night FESTA DI NATALE 2013/2014. Spiderman SCUO PARITARIA BEATA VERGINE DI LUORDES Holy Christmas Night FESTA DI NATALE 2013/2014 Spiderman 22/12/2013 CANONE MARCIA DEI - DA LONTAN ARRIVANO T - MI 7 SU T CAMMELLI FIERI E DRAPPEGGIATI - DA LONTAN

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli