Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while"

Transcript

1 Esercitazione 4 Comandi iterativi for, while, do-while

2 Comando for for (istr1; cond; istr2) istr3; Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) esegui istr1 2) se cond è vera vai al passo 3 altrimenti termina 3) esegui istr3 4) esegui istr2 e ritorna al passo 2 Nota: se cond è falsa il ciclo non viene percorso istr1 cond T istr3 istr2 F

3 Attenzione Ogni istr3 può essere un blocco, nel qual caso deve iniziare con una parentesi graffa aperta { e terminare con una parentesi graffa chiusa }. Per esempio, se istr3= istr3.1; istr3.2; istr3.3; si deve scrivere for (istr1; cond; istr2) { istr3.1; istr3.2; istr3.3; }

4 Attenzione Anche istr1 e istr2 possono contenere più di un istruzione, ma in questo caso non servono le parentesi. Inoltre le istruzioni sono separate da virgole. Per esempio, possiamo scrivere for (i=1, j=5; i<10 && j<100; i++, j=i*j) istr1 cond istr2

5 Scrivere un programma che calcola la somma di cinque numeri interi immessi dall utente. SOLUZ 1) Usare 5 variabili distinte, una per ogni numero immesso, e poi sommare i loro valori... INEFFICIENTE e POCO GENERALE. SOLUZ 2) Scriviamo un ciclo for che ad ogni iterazione: - legge in input un numero, - lo memorizza nella variabile numero, - aggiorna il valore della variabile somma aggiungendo l ultimo numero letto.

6 (continua) Variabili: somma contiene la somma dei numeri letti fino a quel punto numero contiene l ultimo numero letto Invariante del ciclo: somma contiene la somma dei numeri letti fino a quel punto #include <stdio.h> int main ( ) { int i, somma, numero; somma = 0; for (i=1; i<=5; i++) { /* il corpo del ciclo for è un blocco */ printf ( Inserisci un intero: ); scanf ( %d, &numero); somma += numero; } /* somma = somma + numero */ printf ( Somma: %d\n, somma); }

7 Output Durante l esecuzione del programma l utente sarà chiamato a introdurre cinque numeri interi: Inserisci un intero: 32 Inserisci un intero: 111 Inserisci un intero: 2 Inserisci un intero: 77 Inserisci un intero: 13 Somma: 235

8 Scrivere un programma che calcola la somma di una sequenza di numeri immessi dall utente. Si assuma che la sequenza termini quando viene immesso il numero 0. #include <stdio.h> int main ( ) { int somma, numero; numero = 1; somma = 0; for ( ; numero!=0 ; ) { printf ( Inserisci un intero: ); scanf ( %d, &numero); somma += numero; } /* somma = somma + numero */ printf ( Somma: %d\n, somma); }

9 Output Durante l esecuzione del programma l utente sarà chiamato a introdurre una sequenza di numeri interi. L esecuzione termina quando viene inserito il numero 0. Inserisci un intero: 32 Inserisci un intero: 111 Inserisci un intero: 2 Inserisci un intero: 77 Inserisci un intero: 13 Inserisci un intero: 0 Somma: 235

10 Modifica il programma precedente in modo tale da non dover inizializzare la variabile numero prima dell esecuzione del ciclo for. Suggerimento: Usa il comando do-while in modo che la variabile numero venga inizializzata con il primo valore immesso dall utente.

11 Dire cosa fa il seguente frammento di codice. #include <stdio.h> int main ( ) { int i; for ( i=0; i<=100 ; i+=10 ) printf ( %d\n, i); } stampa

12 Dire cosa fa il seguente frammento di codice. #include <stdio.h> int main ( ) { int i; for ( i=5; i>=5 ; i++ ) printf ( %d\n, i); } stampa

13 Qual è il valore di i al termine dell esecuzione del ciclo for? #include <stdio.h> int main ( ) { int i; for ( i=1; i<1000 ; i+=100 ) printf ( %d\n, i); } Soluzione: i = 1001

14 Comando while while (cond) istruzione; Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) se cond è vera vai al passo 2 altrimenti termina 2) esegui istruzione e ritorna al passo 1 Nota: se cond è falsa il ciclo non viene mai eseguito. Anche qui, istruzione può essere un blocco. T cond F istruzione

15 Scrivere un programma che calcola la somma di cinque numeri interi immessi dall utente. #include <stdio.h> int main ( ) { int i, somma, numero; somma = 0; i = 1; /* inizializzazione delle variabili somma e i */ while ( i<=5 ) { /* il corpo del ciclo while è un blocco */ printf ( Inserisci un intero: ); scanf ( %d, &numero); somma += numero; i++; } printf ( Somma: %d\n, somma); }

16 Si può inserire l incremento della variabile di controllo i del ciclo while all interno della condizione logica presente tra le parentesi rotonde. #include <stdio.h> int main ( ) { int i, somma, numero; somma = 0; i = 1; while ( i++<=5 ) { printf ( Inserisci un intero: ); scanf ( %d, &numero); somma += numero; } printf ( Somma: %d\n, somma); }

17 Si può anche inizializzare i a 5 e decrementare il valore di i ad ogni iterazione. La condizione diviene falsa quando i assume valore zero. #include <stdio.h> int main ( ) { int i, somma, numero; somma = 0; i = 5; while ( i-- ) { printf ( Inserisci un intero: ); scanf ( %d, &numero); somma += numero; } printf ( Somma: %d\n, somma); }

18 Scrivere un programma che calcola la somma e il massimo di una sequenza di numeri immessi dall utente corrispondenti alle spese mensili di una famiglia. Si assume che i numeri immessi siano tutti positivi, la sequenza termini quando viene immesso il numero 0, che non si possano immettere più di 12 numeri (corrispondenti a 12 mesi).

19 Soluzione #include <stdio.h> int main ( ) { int i, somma, spesa_mensile, max; i = 1; scanf ( %d, &spesa_mensile); max= spesa_mensile; somma = spesa_mensile; while (spesa_mensile!= 0 && i<12) { printf ( Inserisci spesa successiva: ); scanf ( %d, &spesa_mensile); if (spesa_mensile > max) //Invariante del ciclo: max = spesa_mensile; //max e somma contengono somma += spesa_mensile; //rispettivamente il massimo e i++; } //e la somma dei valori inseriti printf ( Spesa totale: %d\n, somma); printf ( Spesa massima: %d\n, max); }

20 Comando do-while do istruzione; while (cond) Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) esegui istruzione 2) se cond è vera vai al passo 1 altrimenti termina T istruzione cond F Nota: se cond è falsa il ciclo viene eseguito 1 volta. Anche qui, istruzione può essere un blocco.

21 Attenzione Il comando do-while si usa quando si vuole che il corpo del ciclo venga eseguito almeno una volta.

22 Scrivere un programma che stampa su video n linee e m colonne costituite dal carattere +. #include <stdio.h> int main ( ) { int n, m, i, j; printf( Inserisci il numero di linee e colonne: \n ); scanf ( %d %d, &n, &m); for (i=1; i<=n; i++) { /* ciclo esterno: costruisce una riga printf( \n ); ripetilo n volte */ } for (j=1; j<=m; j++) /* ciclo interno: stampa un + printf( + ); ripetilo m volte */ }

23 Output Il programma produce il seguente output: Inserisci il numero di linee: 5 Inserisci il numero di colonne:

24 Scrivere un programma che legge un numero intero n e scrive i primi n numeri dispari. #include <stdio.h> int main ( ) { int i, n; printf( Inserisci il numero n: \n ); scanf ( %d, &n); for (i=0; i<n; i++) // Invariante del ciclo: printf ( %d, 2*i+1); // Alla fine dell i-esima iterazione ho // stampato i primi i numeri dispari printf ( \n ); }

25 Scrivere un programma che stampa gli interi positivi minori di 100 e divisibili sia per 6 che per 7. #include <stdio.h> int main ( ) { int i; for (i=0; i<100; i++) if (!(i%6) &&!(i%7)) printf ( %d \n, i); }

26 Scrivere un programma come prima usando il comando while. #include <stdio.h> int main ( ) { int i=0; while (i<100) { if (!(i%6) &&!(i%7)) printf ( %d \n, i); i++; } }

27 Scrivere un programma che legga da tastiera una sequenza di 0 e 1, terminata da un 2, calcoli la lunghezza della piu` lunga sottosequenza di 0, e la stampi. ESEMPIO: > 3. #include <stdio.h> int main ( ) { int bit; /* l'elemento della sequenza appena letto */ int cont = 0; /* lunghezza della sequenza corrente di zeri; inizialmente non abbiamo ancora letto nulla */ int maxlung = 0; /* massima lunghezza incontrata finora; inizialmente e` 0 */

28 printf("inserisci una sequenza di 0, 1 terminata da 2\n"); do { scanf("%d", &bit); if (bit == 0) { // e` stato letto un altro 0 cont++; // aggiorna la lunghezza della sequenza corrente if (cont > maxlung) // se necessario, aggiorna il massimo temporaneo maxlung = cont; } else // e` stato letto un 1 (o il 2 finale) cont = 0; // azzera la lunghezza della sequenza corrente } while (bit!= 2); // quando si legge 2 il ciclo termina printf("la piu` lunga sottosequenza di soli zeri e` lunga %d\n", maxlung); }

29 Scrivere un programma che legge una sequenza di caratteri (il carattere # termina la sequenza) per ciascun carattere letto stampa il relativo codice ASCII e, nel caso sia una lettera dell alfabeto minuscola, viene operata la trasformazione in lettera maiuscola.

30 #include <stdio.h> int main ( ) { char C, CM; printf ( Inserire un carattere - # per terminare il programma\n ); scanf ( %c, &C); while (C!= # ) { printf ( Il codice ASCII del carattere %c e %d\n, C, C); /* Se il carattere e una lettera minuscola */ if (C>= a && C<= z ) { /* La differenza a - A e lo scarto fra la rappresentazione ASCII delle lettere maiuscole e minuscole dell alfabeto */ CM = C - ( a - A ); printf ( La lettera maiuscola per %c e %c e il suo codice ASCII e %d\n, C, CM, CM); } printf ( Inserire un carattere - # per terminare il programma\n ); scanf ( %c, &C); } }

Input / Output, Espressioni Condizionali e Cicli

Input / Output, Espressioni Condizionali e Cicli LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Laboratorio di informatica LA Corso di laurea in Ingegneria Informatica - Anno Accademico 2007-2008 Input / Output, Espressioni Condizionali e

Dettagli

Iterazione determinata e indeterminata

Iterazione determinata e indeterminata Iterazione determinata e indeterminata Le istruzioni iterative permettono di ripetere determinate azioni più volte: un numero di volte fissato = iterazione determinata Esempio: fai un giro del parco di

Dettagli

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercitazione 3 Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercizio Si consideri la seguente istruzione: if (C1) if (C2) S1; else S2; A quali delle seguenti interpretazioni corrisponde? if (C1) if

Dettagli

Errori frequenti Cicli iterativi Array. Cicli e array. Laboratorio di Programmazione I. Corso di Laurea in Informatica A.A.

Errori frequenti Cicli iterativi Array. Cicli e array. Laboratorio di Programmazione I. Corso di Laurea in Informatica A.A. Cicli e array Laboratorio di Programmazione I Corso di Laurea in Informatica A.A. 2016/2017 Calendario delle lezioni Lez. 1 Lez. 2 Lez. 3 Lez. 4 Lez. 5 Lez. 6 Lez. 7 Lez. 8 - Introduzione all ambiente

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

Le Strutture di controllo Del Linguaggio C. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni

Le Strutture di controllo Del Linguaggio C. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni Le Strutture di controllo Del Linguaggio C Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni STRUTTURE DI CONTROLLO PRIMITIVE SEQUENZA SELEZIONE (o scelta logica) ITERAZIONE NON PRIMITIVE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo

PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Le tre modalità La modalità basilare di esecuzione di un programma è la sequenza: le istruzioni vengono eseguite una dopo l

Dettagli

Linguaggio C - le strutture di controllo: sequenza, selezione, iterazione

Linguaggio C - le strutture di controllo: sequenza, selezione, iterazione Dipartimento di Elettronica ed Informazione Politecnico di Milano Informatica e CAD (c.i.) - ICA Prof. Pierluigi Plebani A.A. 2008/2009 Linguaggio C - le strutture di controllo: sequenza, selezione, iterazione

Dettagli

Un esempio per iniziare. Il controllo del programma in C. Altri cenni su printf() Esercizi (printf) printf( 8!=%d, fatt);

Un esempio per iniziare. Il controllo del programma in C. Altri cenni su printf() Esercizi (printf) printf( 8!=%d, fatt); Un esempio per iniziare Il controllo del programma in C DD Cap.3 pp.91-130 /* calcolo di 8!*/ #include #define C 8 int main() int i=1; int fatt=1; while (i

Dettagli

Linguaggio C. strutture di controllo: strutture iterative. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

Linguaggio C. strutture di controllo: strutture iterative. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin Linguaggio C strutture di controllo: strutture iterative Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Strutture iterative

Dettagli

INFORMATICA. Strutture iterative

INFORMATICA. Strutture iterative INFORMATICA Strutture iterative Strutture iterative Si dice ciclo (loop) una sequenza di istruzioni che deve essere ripetuta più volte consecutivamente. Si consideri ad esempio il calcolo del fattoriale

Dettagli

6 - Blocchi e cicli. Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java. Paolo Milazzo

6 - Blocchi e cicli. Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java. Paolo Milazzo 6 - Blocchi e cicli Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://pages.di.unipi.it/milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Obiettivi di questa lezione 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Valutazione in cortocircuito In C, le espressioni booleane sono

Dettagli

ISTRUZIONI DI ITERAZIONE

ISTRUZIONI DI ITERAZIONE CHAPTER 6 CICLI 1 ISTRUZIONI DI ITERAZIONE Le istruzioni di iterazione sono usate per realizzare I cicli. Un ciclo è una istruzione il cui compito è di eseguire ripetutamente qualche altra istruzione (il

Dettagli

Le strutture di controllo in C++

Le strutture di controllo in C++ Le strutture di controllo in C++ Docente: Ing. Edoardo Fusella Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell Informazione Via Claudio 21, 4 piano laboratorio SECLAB Università degli Studi di Napoli

Dettagli

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} }

ERRATA CORRIGE. void SvuotaBuffer(void); void SvuotaBuffer(void) { if(getchar()!=10) {svuotabuffer();} } ERRATA CORRIGE Pulizia del buffer di input: come fare? (1) Dopo aver richiamato getchar() per prelevare un carattere dal buffer di input, inseriamo una seconda chiamata a getchar(), senza assegnare il

Dettagli

Laboratorio di programmazione

Laboratorio di programmazione Laboratorio di programmazione 9 novembre 2016 Sequenze di Collatz Considerate la seguente regola: dato un numero intero positivo n, se n è pari lo si divide per 2, se è dispari lo si moltiplica per 3 e

Dettagli

Istruzioni iterative. Istruzioni iterative

Istruzioni iterative. Istruzioni iterative Istruzioni iterative Esempio: Leggere 5 interi, calcolarne la somma e stamparli. Variante non accettabile: 5 variabili, 5 istruzioni di lettura, 5... int i1, i2, i3, i4, i5; scanf("%d", &i1):... scanf("%d",

Dettagli

Esercitazione 6. Array

Esercitazione 6. Array Esercitazione 6 Array Arrays Array (o tabella o vettore): è una variabile strutturata in cui è possibile memorizzare un numero fissato di valori tutti dello stesso tipo. Esempio int a[6]; /* dichiarazione

Dettagli

STRUTTURE DI CONTROLLO DEL C++

STRUTTURE DI CONTROLLO DEL C++ STRUTTURE DI CONTROLLO DEL C++ Le istruzioni if e else Le istruzioni condizionali ci consentono di far eseguire in modo selettivo una singola riga di codice o una serie di righe di codice (che viene detto

Dettagli

ESERCIZI SU IF/WHILE. Esercizio 1) Legge due numeri e controlla se il primo è multiplo del secondo.

ESERCIZI SU IF/WHILE. Esercizio 1) Legge due numeri e controlla se il primo è multiplo del secondo. ESERCIZI SU IF/WHILE Esercizio 1) Legge due numeri e controlla se il primo è multiplo del secondo. #include void main () int m, n; printf("inserire il primo numero:\n"); scanf ("%d", &m); printf("inserire

Dettagli

Strutture di iterazione

Strutture di iterazione Strutture di iterazione 1. Leggi i programmi qui sotto e disegna le tabelle di traccia nelle situazioni seguenti: a. Nel primo e nel secondo programma viene inserito da tastiera il valore 2; b. Nel primo

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica AlgoBuild: Strutture selettive, iterative ed array Prof. Arcangelo Castiglione A.A. 2016/17 AlgoBuild : Strutture iterative e selettive OUTLINE Struttura selettiva Esempi Struttura

Dettagli

COMANDI ITERATIVI. Ivan Lanese

COMANDI ITERATIVI. Ivan Lanese COMANDI ITERATIVI Ivan Lanese Argomenti Comando while Comando do while Comando for Comando while: reminder while (condizione) comando; Semantica: la condizione viene testata: se è vera, viene eseguito

Dettagli

Linguaggio C. strutture di controllo: strutture sequenziali e condizionali. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

Linguaggio C. strutture di controllo: strutture sequenziali e condizionali. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin Linguaggio C strutture di controllo: strutture sequenziali e condizionali Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia

Dettagli

Programmazione di base

Programmazione di base Fondamenti di Informatica Quarto Appello 016-17 4 luglio 017 Rispondi alle domande negli appositi spazi. I punti assegnati per ogni domanda sono indicati nel riquadro a lato. L'esame contiene 10 domande,

Dettagli

Programmare in C. Esempio: Algoritmo del Risveglio

Programmare in C. Esempio: Algoritmo del Risveglio MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) Programmare in C (strutture di controllo) Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1

Dettagli

Linguaggio C Informatica Grafica

Linguaggio C Informatica Grafica Linguaggio C Informatica Grafica Corsi di Informatica Grafica Prof. Manuel Roveri Dipartimento di Elettronica e Informazione roveri@elet.polimi.it Linguaggio C Breve storia Struttura di un programma Variabili

Dettagli

La gestione dei caratteri in C

La gestione dei caratteri in C in C In C i caratteri sono gestiti mediante variabili di tipo char (interi a 8 bit) Ad ogni carattere corrisponde un codice numerico ASCII (American Standard Code for Information Interchange) Un esempio

Dettagli

Esercitazione 11. Liste semplici

Esercitazione 11. Liste semplici Esercitazione 11 Liste semplici Liste semplici (o lineari) Una lista semplice (o lineare) è una successione di elementi omogenei che occupano in memoria una posizione qualsiasi. Ciascun elemento contiene

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 1 Obiettivi di questa esercitazione 1. Array 2 Esercizio 1 Creare un programma che legga da input un numero non noto a priori di interi (al più 10) terminati da 0.

Dettagli

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media.

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. Esercizio 1 Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. #include Esercizio 1 - Soluzione int main() int num1, num2, num3, somma; float

Dettagli

Le strutture di controllo

Le strutture di controllo INFORMATICA B Ingegneria Elettrica Le strutture di controllo Selezione un esempio introduttivo Si disegni il diagramma di flusso di un algoritmo che chiede all utente un valore intero e visualizza il suo

Dettagli

5. Quinta esercitazione autoguidata: liste semplici

5. Quinta esercitazione autoguidata: liste semplici 22 5. Quinta esercitazione autoguidata: liste semplici 5.1. Liste rappresentate mediante strutture e puntatori (LISTE1.C, LISTE2.C) Scrivere un programma che - costruisce una lista di k interi (con k letto

Dettagli

Esempio: somma di due numeri

Esempio: somma di due numeri Esempio: somma di due numeri Scrivere l algoritmo che esegue la somma di due numeri ESEMPIO: somma di due numeri

Dettagli

Programmazione a blocchi. Algobuild Prof. Sergio Roselli

Programmazione a blocchi. Algobuild Prof. Sergio Roselli Programmazione a blocchi Algobuild Prof. Sergio Roselli Blocchi base Inizio programma I Fine programma F Input IN A Output Esecuzione OUT A A = 5 + 1 L interprete Algobuild Algobuildpermette di trascrivere

Dettagli

Cicli annidati ed Array multidimensionali

Cicli annidati ed Array multidimensionali Linguaggio C Cicli annidati ed Array multidimensionali Cicli Annidati In C abbiamo 3 tipi di cicli: while(exp) { do { while(exp); for(exp;exp;exp3) { Cicli annidati: un ciclo all interno del corpo di un

Dettagli

Laboratorio 1. 2) All interno della directory c:\temp\cognome\codici creare il file sorgente hello.c contenente il seguente codice:

Laboratorio 1. 2) All interno della directory c:\temp\cognome\codici creare il file sorgente hello.c contenente il seguente codice: Corso di Ingegneria Biomedica Corso di Ingegneria Elettronica Insegnamento di Informatica I a.a. 2007-08 Laboratorio 1 Durante le esercitazioni verra utilizzato il compilatore a riga di comando DJGPP,,

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica

Corso di Fondamenti di Informatica Corso di Fondamenti di Informatica Le classi di istruzioni in C++ 1 Le classi di istruzioni in C++ SEQUENZIALI Statement semplice Statement composto CONDIZIONALI if < expr.> else switch case

Dettagli

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Stringhe Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

ESECUZIONE DI PROGRAMMI C SU MACCHINE REALI. Docente: Giorgio Giacinto AA 2008/2009. formalizzazione degli algoritmi in linguaggio C

ESECUZIONE DI PROGRAMMI C SU MACCHINE REALI. Docente: Giorgio Giacinto AA 2008/2009. formalizzazione degli algoritmi in linguaggio C Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile - Strutture FONDAMENTI DI INFORMATICA 2

Dettagli

IL PRIMO PROGRAMMA IN C

IL PRIMO PROGRAMMA IN C IL PRIMO PROGRAMMA IN C LO SCOPO Si vuole scrivere un programma in linguaggio C che chieda all utente di introdurre da tastiera due numeri interi e visualizzi il valore della loro somma sul video SOLUZIONE

Dettagli

Linguaggio C. Condizioni composte (operatori logici)

Linguaggio C. Condizioni composte (operatori logici) Linguaggio C Condizioni composte (operatori logici) Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Condizioni composte Talvolta

Dettagli

C: panoramica. Violetta Lonati

C: panoramica. Violetta Lonati C: panoramica Violetta Lonati Università degli studi di Milano Dipartimento di Scienze dell Informazione Laboratorio di algoritmi e strutture dati Corso di laurea in Informatica AA 2009/2010 Violetta Lonati

Dettagli

Programmazione I - Laboratorio

Programmazione I - Laboratorio Programmazione I - Laboratorio Esercitazione 1 - Variabili, costanti, strutture di controllo e input/output Gianluca Mezzetti 1 Paolo Milazzo 2 1. Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/

Dettagli

Istruzioni iterative (o cicliche)

Istruzioni iterative (o cicliche) Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Istruzioni iterative (o cicliche) Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria

Dettagli

Strutture di controllo iterative

Strutture di controllo iterative Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia Laurea in Informatica Corso di Programmazione part-time a.a. 2011/2012 Introduzione Problema Scrivere un programma che acquisisca da standard input un intero

Dettagli

3 Costrutti while, for e switch

3 Costrutti while, for e switch Questa dispensa propone esercizi sulla scrittura di algoritmi, in linguaggio C, utili alla comprensione dei costrutti while, for e switch. I costrutti per costruire cicli in C sono il while, la variante

Dettagli

C espressioni condizionali

C espressioni condizionali C espressioni condizionali Esiste un particolare operatore, detto operatore condizionale, che rappresenta un istruzione if else. estremamente compattata?: Supponiamo di voler inserire nella variabile intera

Dettagli

Laboratorio di programmazione

Laboratorio di programmazione Laboratorio di programmazione Lezione II Tatiana Zolo zolo@cs.unipr.it 1 IL PROGRAMMA C++ Istruzioni (espressioni terminate da ; ) istruzioni di dichiarazione (es. int x = 0;); istruzioni di assegnamento

Dettagli

Formalismi per la descrizione di algoritmi

Formalismi per la descrizione di algoritmi Formalismi per la descrizione di algoritmi Per descrivere in passi di un algoritmo bisogna essere precisi e non ambigui Il linguaggio naturale degli esseri umani si presta a interpret non univoche Si usano

Dettagli

Compitino di Laboratorio di Informatica CdL in Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A

Compitino di Laboratorio di Informatica CdL in Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A Domanda 1 Descrivere, eventualmente utilizzando uno schema, gli elementi funzionali di una CPU. Domanda 2 Java è un linguaggio compilato o interpretato? Motivare

Dettagli

Caratteri e stringhe

Caratteri e stringhe Caratteri e stringhe Il tipo char Variabili char Input/output di char Operazioni sui char Esercizio Quadrati di lettere 2 Il tipo char Variabili char I caratteri in C si memorizzano in variabili di tipo

Dettagli

Esercitazione 5. Procedure e Funzioni Il comando condizionale: switch

Esercitazione 5. Procedure e Funzioni Il comando condizionale: switch Esercitazione 5 Procedure e Funzioni Il comando condizionale: switch Comando: switch-case switch (espressione) { /* espressione deve essere case costante1: istruzione1 di tipo int o char */ [break]; case

Dettagli

Algoritmi e basi del C Struttura di un programma

Algoritmi e basi del C Struttura di un programma Algoritmi e basi del C Struttura di un programma Marco D. Santambrogio marco.santambrogio@polimi.it Ver. aggiornata al 17 Marzo 2015 Compitini Compitini di INFO: 24 Aprile 2015 4.15pm @ C.G.1 (Ed. 9) 21

Dettagli

Sequenze di controllo C:

Sequenze di controllo C: Sequenze di controllo C: sequenza if-else while do-while for break switch 1 Sequenza Una sequenza di istruzioni è racchiusa sempre tra parentesi graffe. Per esempio: leggere e sommare due numeri scanf("%d",&a);

Dettagli

JavaScript Core Language. Prof. Francesco Accarino IIS Atiero Spinelli Sesto San Giovanni via leopardi 132

JavaScript Core Language. Prof. Francesco Accarino IIS Atiero Spinelli Sesto San Giovanni via leopardi 132 JavaScript Core Language Prof. Francesco Accarino IIS Atiero Spinelli Sesto San Giovanni via leopardi 132 Condizioni L utilizzo di operatori relazionali e logici consente di formulare delle condizioni

Dettagli

Fondamenti di Informatica 6. Algoritmi e pseudocodifica

Fondamenti di Informatica 6. Algoritmi e pseudocodifica Vettori e matrici #1 Fondamenti di Informatica 6. Algoritmi e pseudocodifica Corso di Laurea in Ingegneria Civile A.A. 2010-2011 1 Semestre Prof. Giovanni Pascoschi Le variabili definite come coppie

Dettagli

Algoritmi e soluzione di problemi

Algoritmi e soluzione di problemi Algoritmi e soluzione di problemi Dato un problema devo trovare una soluzione. Esempi: effettuare una telefonata calcolare l area di un trapezio L algoritmo è la sequenza di operazioni (istruzioni, azioni)

Dettagli

Introduzione a Visual Basic Lezione 2 Cicli e anomalie

Introduzione a Visual Basic Lezione 2 Cicli e anomalie a Visual Basic Lezione 2 Mario Alviano Introduzione all informatica Università della Calabria http://alviano.net/introinfo A.A. 2008/09 Introduzione Perché i cicli? Un esempio concreto Finora abbiamo visto

Dettagli

Introduzione alla programmazione in linguaggio C

Introduzione alla programmazione in linguaggio C Introduzione alla programmazione in linguaggio C Il primo programma in C commento Header della libreria Funzione principale Ogni istruzione in C va terminata con un ; Corso di Informatica AA. 2007-2008

Dettagli

Fondamenti di Informatica L-A

Fondamenti di Informatica L-A Fondamenti di Informatica L-A Esercitazione del 30/10/07 Ing. Giorgio Villani Ripasso Teoria Ciclo do while do {istruzioni while(espressione); int i; do { printf( Scegli un numero tra 1 e 3 ); scanf( %d,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE STRUTTURATA

PROGRAMMAZIONE STRUTTURATA PROGRAMMAZIONE STRUTTURATA Programmazione strutturata 2 La programmazione strutturata nasce come proposta per regolamentare e standardizzare le metodologie di programmazione (Dijkstra, 1965) Obiettivo:

Dettagli

Costrutti iterativi. Utilizzo dei costrutti iterativi

Costrutti iterativi. Utilizzo dei costrutti iterativi Costrutti iterativi Utilizzo dei costrutti iterativi Costrutti iterativi (1/3) I costrutti iterativi permettono di eseguire ripetutamente del codice Il linguaggio Java mette a disposizione tre costrutti

Dettagli

Esempio: quanto mi piace questo corso! qufuafantofo mifi pifiafacefe qufuefestofo coforsofo!

Esempio: quanto mi piace questo corso! qufuafantofo mifi pifiafacefe qufuefestofo coforsofo! Esercizio 1 Scrivere un programma che acquisisca da tastiera una sequenza di caratteri terminata da! e riporti sul monitor una sequenza derivata dalla precedente secondo le regole dell alfabeto farfallino

Dettagli

Rappresentazione degli algoritmi

Rappresentazione degli algoritmi Rappresentazione degli algoritmi Universitá di Ferrara Ultima Modifica: 21 ottobre 2014 1 1 Diagramma di flusso Utilizzare il diagramma di flusso per rappresentare gli algoritmi che risolvono i seguenti

Dettagli

Istruzioni decisionali

Istruzioni decisionali Istruzioni decionali 1. if 2. if-else 3. switch 91 if-else Sintas if (espresone) istruzione_1 else istruzione_2 92 1 if-else else: : semantica Viene valutata espresone Se l espresone è vera (cioè assume

Dettagli

ELEMENTI DI INFORMATICA L-B. Ing. Claudia Chiusoli

ELEMENTI DI INFORMATICA L-B. Ing. Claudia Chiusoli ELEMENTI DI INFORMATICA L-B Ing. Claudia Chiusoli Materiale Lucidi delle lezioni Date degli appelli Testi di esami precedenti Informazioni e contatti http://www.lia.deis.unibo.it/courses/ Programma del

Dettagli

Stringhe in C. Alessandra Giordani Lunedì 23 aprile 2012

Stringhe in C. Alessandra Giordani Lunedì 23 aprile 2012 Stringhe in C Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 23 aprile 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ Stringhe Sono particolari array: Ogni elemento del vettore è di tipo char La stringa è terminata

Dettagli

VBA è un linguaggio di scripting derivato da Visual Basic, da cui prende il nome. Come ogni linguaggio ha le sue regole.

VBA è un linguaggio di scripting derivato da Visual Basic, da cui prende il nome. Come ogni linguaggio ha le sue regole. Excel VBA VBA Visual Basic for Application VBA è un linguaggio di scripting derivato da Visual Basic, da cui prende il nome. Come ogni linguaggio ha le sue regole. 2 Prima di iniziare. Che cos è una variabile?

Dettagli

Linguaggio C: introduzione

Linguaggio C: introduzione Dipartimento di Elettronica ed Informazione Politecnico di Milano Informatica e CAD (c.i.) - ICA Prof. Pierluigi Plebani A.A. 2008/2009 Linguaggio C: introduzione La presente dispensa e da utilizzarsi

Dettagli

Espressioni semplici e condizionali

Espressioni semplici e condizionali LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Elementi di informatica L Corso di laurea in Ingegneria Chimica - Anno Accademico 2007-2008 Espressioni semplici e condizionali Esercizio 1 Progettare

Dettagli

La programmazione nel linguaggio C

La programmazione nel linguaggio C 3 La programmazione nel linguaggio C 3.0 La programmazione nel linguaggio C c Diego Calvanese Fondamenti di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica A.A. 2001/2002 3.0 0 Introduzione ai programmi

Dettagli

La ripetizione. Cicli ed iterazioni. Flusso di esecuzione ciclico. La ripetizione. Flusso di esecuzione ciclico. Errore frequente

La ripetizione. Cicli ed iterazioni. Flusso di esecuzione ciclico. La ripetizione. Flusso di esecuzione ciclico. Errore frequente oncetto di ciclo Struttura di un ciclo Numero di iterazioni note Numero di iterazioni ignote icli ed iterazioni 5 lusso di esecuzione ciclico È spesso utile poter ripetere alcune parti del programma più

Dettagli

Fondamenti di Informatica L-A

Fondamenti di Informatica L-A Fondamenti di Informatica L-A Esercitazione del 18/10/07 Ing. Giorgio Villani Ripasso Teoria Caratteri char x; x = a ; printf( Il carattere e %c, x); putchar(x); scanf( %c, &x); x = getchar(); Ripasso

Dettagli

Il generatore di numeri casuali

Il generatore di numeri casuali Il generatore di numeri casuali file di libreria: stdlib.h int rand(void) La funzione restituisce un numero casuale di tipo intero compreso tra 0 e RAND_MAX (estremi compresi) Esempio: scriviamo un programma

Dettagli

Informatica e elementi di informatica medica. Laboratori del 19 e del 22 Marzo 2010

Informatica e elementi di informatica medica. Laboratori del 19 e del 22 Marzo 2010 Informatica e elementi di informatica medica Laboratori del 19 e del 22 Marzo 2010 Hello world! 1 Esercizio 1: Hello world! Scrivere un programma in linguaggio C che stampi Hello world! sullo standard

Dettagli

Esercitazioni di Fondamenti Informatica - Modulo A 1

Esercitazioni di Fondamenti Informatica - Modulo A 1 Esercitazioni di Fondamenti Informatica - Modulo A 1 Da MSDN: The while statement executes a statement or a block of statements until a specified expression evaluates to false while ( expression ) statement

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Docente: Camillo Fiorentini 16 ottobre 2007 1 Rappresentazioni di caratteri in C In C un carattere è una costante intera il cui valore è dato dal codice ASCII

Dettagli

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O ... Un esempio per iniziare. printf) Altri cenni su printf() Esercizi 8. (printf(

Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O ... Un esempio per iniziare. printf) Altri cenni su printf() Esercizi 8. (printf( Corso di Fondamenti di Programmazione canale E-O Tiziana Calamoneri Il controllo del programma in C DD Cap. 3, pp.91-130 Un esempio per iniziare /* calcolo di 8!*/ #define C 8 int i=1; int fatt=1; while

Dettagli

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione

Esercizio 1. Esercizio 1 - Soluzione Esercizio 1 Progettare e Codificare in C un programma che permetta di Chiedere all utente quanti numeri vuole inserire Leggere i numeri inseriti dall utente e calcolare la somma dei fattoriali Esempio:

Dettagli

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Lab 06 Array" Lab06 1

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Lab 06 Array Lab06 1 Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni Lab 06 Array" Lab06 1 Esercizio 1" n Creare un programma che legga da input un numero non noto a priori di interi

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Lezione 2. Cristian Del Fabbro

Laboratorio di Programmazione Lezione 2. Cristian Del Fabbro Laboratorio di Programmazione Lezione 2 Cristian Del Fabbro Prossima lezione GIOVEDÌ 29 OTTOBRE 14:00 Input da tastiera package input; import java.io.*; public class Input { public static void main(string[]

Dettagli

Università degli Studi di Brescia. Vettori di variabili. ! Sono variabili aggregate in grado di memorizzare una collezione (organizzata) di oggetti

Università degli Studi di Brescia. Vettori di variabili. ! Sono variabili aggregate in grado di memorizzare una collezione (organizzata) di oggetti Linguaggio C 1! Sono variabili aggregate in grado di memorizzare una collezione (organizzata) di oggetti Oggetti dello stesso tipo Identificazione univoca degli oggetti! Il tipo più semplice ha una sola

Dettagli

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0

STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! a p e \0 STRINGHE: ARRAY DI CARATTERI! Una stringa di caratteri in C è un array di caratteri terminato dal carattere '\0' s a p e \0 0 1 2 3 Un vettore di N caratteri può dunque ospitare stringhe lunghe al più

Dettagli

Strutture di Controllo

Strutture di Controllo Strutture di Controllo Informatica B Istruzioni condizionali #include int main() char c; printf("inserire il carattere maiuscolo: "); scanf("%c", &c); printf("la traduzione e' %c\n",c+32); return

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE DA SVOLGERE INDIVIDUALMENTE - parte 1 -

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE DA SVOLGERE INDIVIDUALMENTE - parte 1 - ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE DA SVOLGERE INDIVIDUALMENTE - parte 1 - Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 1: ESERCIZI DI BASE - di livello di difficoltà inferiore rispetto all

Dettagli

Ricorsione. Unità 5. Domenico Daniele Bloisi. Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR

Ricorsione. Unità 5. Domenico Daniele Bloisi. Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Domenico Daniele Bloisi Docenti Parte I prof. Silvio Salza salza@dis.uniroma1.it http://www.dis.uniroma1.it/~salza/fondamenti.htm

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. E un algebra basata su tre operazioni logiche

Algebra di Boole: Concetti di base. E un algebra basata su tre operazioni logiche Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

Multidimensionali. Array Multidimensionali. Tipi di array. Matrice: array bidimensionale. Array multidimensionale. Dichiarazione di una matrice

Multidimensionali. Array Multidimensionali. Tipi di array. Matrice: array bidimensionale. Array multidimensionale. Dichiarazione di una matrice Tipi di array Array Multidimensionali Antonella Santone Monodimensionali (vettore) Multidimensionali Array multidimensionale Un array multidimensionale è un array, i cui elementi sono a loro volta degli

Dettagli

I costrutti del C. Le Strutture del C. Il costrutto if else (I) Il costrutto if else (II) Condizionali. if-else (else if) switch Iterative

I costrutti del C. Le Strutture del C. Il costrutto if else (I) Il costrutto if else (II) Condizionali. if-else (else if) switch Iterative 1 Le Strutture del C I costrutti del C Strutture condizionali Strutture iterative Introduzione alle funzioni Condizionali if- ( if) switch Iterative while for do while break and continue 1 2 Il costrutto

Dettagli

Strutture di iterazione

Strutture di iterazione Strutture di iterazione 1. Leggi i programmi qui sotto e disegna le tabelle di traccia nelle situazioni seguenti: a. Nel primo e nel secondo programma viene inserito da tastiera il valore 2; b. Nel primo

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Dispensa E04 Esempi di algoritmi e programmi C. Limongelli - A. Miola Settembre 2006 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Esempi

Dettagli

linguaggio di programmazione e programma

linguaggio di programmazione e programma I/O bus CPU memoria elementi di Sistemi Informatici il segnale digitale: conversione analogico-numerica esempi di supporti di memorizzazione dell informazione computer: definizione e struttura (modello

Dettagli

Programmazione di base

Programmazione di base Fondamenti di Informatica Primo Appello 01-17 8 febbraio 017 Rispondi alle domande negli appositi spazi. I punti assegnati per ogni domanda sono indicati nel riquadro a lato. L'esame contiene 10 domande,

Dettagli

Unità Didattica 2 Linguaggio C. Espressioni, Operatori e Strutture linguistiche per il controllo del flusso

Unità Didattica 2 Linguaggio C. Espressioni, Operatori e Strutture linguistiche per il controllo del flusso Unità Didattica 2 Linguaggio C Espressioni, Operatori e Strutture linguistiche per il controllo del flusso 1 Espressioni e assegnazioni Le espressioni sono definite dalla grammatica: espressione = variabile

Dettagli

Costrutti di iterazione

Costrutti di iterazione Costrutti di iterazione Stefano Ferrari Università degli Studi di Milano stefano.ferrari@unimi.it Programmazione anno accademico 2017 2018 Iterazione Data un espressione logica e un blocco di attività

Dettagli

a.a Codice corso: 21012, HOMEWORKS

a.a Codice corso: 21012, HOMEWORKS HOMEWORKS Questi esercizi saranno proposti ogni 2 settimane e forniti sempre SENZA soluzioni. Come materiale complementare ai libri di testo e alle lezioni frontali e di esercitazione, si consiglia di

Dettagli

2. Spiegare brevemente qual è la funzione del compilatore e la sua importanza per il programmatore.

2. Spiegare brevemente qual è la funzione del compilatore e la sua importanza per il programmatore. 1 Esercizio 1 1. Immaginate di avere una calcolatore che invece che poter rappresentare i classici due valori per ogni bit (0/1) possa rappresentare 7 valori per ogni bit. (a) Quanti bit gli occorreranno

Dettagli

9 - Array. Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java. Paolo Milazzo

9 - Array. Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java. Paolo Milazzo 9 - Array Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea

Dettagli