ASLRM/F Via Terme di Traiano, 39/ A Civitavecchia (RM)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASLRM/F Via Terme di Traiano, 39/ A 00053 - Civitavecchia (RM)"

Transcript

1 Allegato U ASLRM/F Via Terme di Traiano, 39/ A Civitavecchia (RM) CAPITOLATO SPECIALE PER LA PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI DISINFESATAZIONE, DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DELLE STRUTTURE DELL'ASL ROMA F PER LA DURATA DI 48 MESI 1. Responsabile unico del procedimento fino all'aggiudicazione definitiva, ai sensi dell'art. 10, comma 1, D.Lgs 163/ Codice contratti pubblici: Dr. Francesco Quagliariello. 2. Responsabile Tecnico della gestione del contratto: Dr. Rocco Doganiero 3. CIG Codice Identificativo Gara: Lotto 1 : n ART. n. 1: Oggetto, periodo e importo presunto del servizio. Affidamento attraverso una procedura aperta del servizio di disinfestazione, derattizzazione e disinfezione delle strutture dell'asl Roma F. Periodo contrattuale: Importo a base d'asta annuale: Importo a base d'asta contratto: Importo a base d'asta eventuale rinnovo: 4 anni + eventuale di anno in anno fino ad un massimo di 2 anni Importo a base d'asta contratto + eventuale rinnovo: ,92 + I.V.A ,68 + I.V.A ,84 + I.V.A ,52 + I.V.A. Sarà facoltà di quest'amministrazione: al termine dell'appalto richiedere la proroga tecnica del rapporto contrattuale per ulteriori 6 mesi, alle condizioni tutte degli atti di gara ed al prezzo stabilito nel verbale d'aggiudicazione, senza che l'appaltatore possa pretendere compensi di sorta, ovvero rinnovare il contratto di anno in anno fino a un massimo di 2 anni, sulla base di una proposta economica elo gestionale da parte della Ditta aggiudicataria vantaggiosa per l'azienda Sanitaria. Il servizio in questione è formato da un unico lotto con aggiudicazione indivisibile al 100%. Le prestazioni da fornirsi sono tutte quelle riportate nel presente capitolato speciale e per i servizi indicati nella scheda dell'offerta economica (AllegatoX). L'Aggiudicatario non potrà cedere a terzi, o comunque dare in subappalto, l'intero servizio ovvero parte dello stesso, senza 1 la preventiva autorizzazione scritta dell'azienda Sanitaria, pena l'immediata risoluzione del contratto ed il riconoscimento dei danni e delle spese causate all'azienda appaltante. Nell'ipotesi di subappalto occulto, indipendentemente dalle sanzioni penali previste dalla legislazione vigente, l'impresa Appaltatrice risponderà verso l'ente appaltante ed eventualmente verso terzi di qualsiasi infrazione delle norme del presente Capitolato Speciale e Disciplinare di gara, compiuta dalla ditta subappaltatrice. ART. n. 2: Condizioni di fornitura e modalità di prestazione del servizio Le Ditte offerenti dovranno considerare, a tutti gli effetti, l'ubicazione e le caratteristiche dei luoghi ove dovranno essere eseguite le prestazioni, i percorsi e lo stato di viabilità in genere, al fine di tenerne conto nella prestazione del servizio e per procedere alla perfetta esecuzione dello stesso. Per assumere tutti gli elementi necessari per la presentazione di un'offerta equa e rimunerativa, le Ditte dovranno anche prendere conoscenza di tutte le circostanze generali e particolari che possano aver influito o influire sulla determinazione dei prezzi e delle condizioni contrattuali e sull'esecuzione del servizio. 1 Dalla presente clausola resta escluso l'affidamento a Corrieri della consegna delle merci. In tal caso. tuttavia, anche i Corrieri dovranno rispettare le clausole relative a tempi e modalità di consegna.

2 Quanto sopra premesso: a) L'Aggiudicatario dovrà eseguire, a propria cura, rischio e spese, la prestazione nei tempi, nelle quantità e secondo le modalità che saranno man mano indicate. b) L'aggiudicatario assumerà a proprio carico la responsabilità della puntuale esecuzione del servizio anche nei casi di scioperi o vertenze sindacali, sia del personale dipendente sia del personale di altre imprese a diverso titolo coinvolte, promuovendo tutte le iniziative atte ad evitare l'interruzione o ritardi nell'espletamento del contratto. c) Per l'esecuzione della prestazione, il fomitore non potrà avvalersi di personale dell'azienda Sanitaria. Ogni operazione dovrà essere eseguita dal fomitore, previo eventuale accertamento dell'ubicazione dei locali e degli orari lavorativi del ricevente. d) I tempi di esecuzione della prestazione devono essere quelli espressamente previsti nel Progetto Tecnico presentato in gara. e) Le singole prestazioni saranno considerate regolarmente eseguite solo quando saranno state attestate dal Responsabile Tecnico che si occupa della gestione del contratto. f) Le prestazioni diverse o in quantità superiori da quelle indicate nell'ordine non autorizzate formalmente dall'azienda Sanitaria saranno a totale rischio del fornitore g) L'Azienda Sanitaria potrà, a sua esclusiva discrezione, chiedere all'aggiudicatario la ripetizione del servizio in sostituzione del servizio non reso in modo conforme a quanto previsto nel Progetto Tecnico presentato in gara, oppure provvedervi direttamente sul libero mercato. Nel primo caso, l'aggiudicatario dovrà provvedere nei tempi e modi indicati, reintegrando l'amministrazione d'ogni spesa o danno derivanti dalla male eseguita prestazione. Nel secondo caso, l'aggiudicatario dovrà reintegrare l'amministrazione tanto dell'eventuale maggior spesa quanto dell'eventuale danno. h) Qualora fosse riscontrata, in qualsiasi momento del servizio, la non rispondenza della prestazione alle caratteristiche degli atti di gara tutti, ovvero in caso di continuato ritardo o di mancata esecuzione della prestazione ovvero l'aggiudicatario non fosse in grado per qualsiasi motivo di tenere fede ai propri impegni contrattuali, "Azienda Sanitaria affiderà ad altra Ditta il servizio utilizzando, se possibile, la graduatoria della presente gara e, alla fine dell'esecuzione della prestazione, provvederà ad addebitare alla Ditta inadempiente il maggior costo sostenuto, fatta salva la possibilità di rivalersi per gli eventuali ulteriori danni subiti. ART. n. 3 : RAGGRUPPAMENTO DI IMPRESE. Ai sensi dell'art. 37 del D.Lgs 163/06, sono ammesse a partecipare alla gara di cui trattasi, raggruppamenti temporanei di Imprese. L'impresa che partecipi ad un raggruppamento non può far parte di altri raggruppamenti partecipanti alla gara, né può presentare offerta a titolo individuale per la medesima; in caso di raggruppamenti di Imprese la documentazione richiesta nel bando di gara deve essere presentata da ogni Impresa, laddove specificato. ART. n. 4: Sanzioni per eventuali inadempimenti e penali. Fermo restando quanto previsto al successivo articolo "Risoluzione del Contratto, recesso del contratto" e salvo il risarcimento dell'eventuale maggior danno: 1. In caso di ritardo nell'esecuzione della prestazione, ovvero nel caso l'esecuzione della prestazione fosse eseguita solo parzialmente, l'amministrazione si riserva la facoltà di applicare, a suo insindacabile giudizio e senza formalità, per ogni giorno di ritardo, una penale pari al 0,05% del valore annuo di aggiudicazione. 2. l'azienda Sanitaria si riserva anche la facoltà di applicare una penale forfettaria di 1.000,00 per ogni violazione elo inadempimento degli obblighi contrattuali previsti nel presente Capitolato non eliminati a seguito di nota scritta dall'azienda. In caso d'inadempimento delle disposizioni contrattuali l'azienda Sanitaria potrà rivalersi, senza alcuna formalità e in qualsiasi momento, sulla cauzione prestata ovvero sull'importo delle fatture in attesa di liquidazione. ART. n. 5: Risoluzione del contratto, Recesso del contratto. CLAUSOLA DI RISOLUZIONE L'Azienda Sanitaria avrà facoltà di risolvere il contratto per inadempimento della Ditta aggiudicataria nei seguenti casi: 1) grave violazione ed inadempimento degli obblighi contrattuali, non eliminati a seguito di diffida scritta da parte dell'azienda Sanitaria; 2) impossibilità per qualsiasi motivo a tenere fede ai propri impegni contrattuali; 3) nel caso in cui la Ditta aggiudicatrice non fosse disponibile all'adeguamento a ribasso dei prezzi offerti, nei casi previsti nel disciplinare di gara. 4) in caso di ripetuti ritardi nell'esecuzione della prestazione o di continuata non rispondenza delle prestazioni 2

3 alle caratteristiche degli atti di gara; 5) quando, dopo che l'azienda Sanitaria è stata costretta a richiedere la ripetizione della prestazione eseguita non correttamente; 6) in caso di sospensione o mancata effettuazione della prestazione, anche parziale, da parte della Ditta; 7) in caso di cessione in subappalto non autorizzato; 8) inosservanza delle norme di legge, in particolare in materia di lavoro e previdenza, prevenzione, infortuni, sicurezza. In caso di risoluzione, l'azienda Sanitaria affiderà ad altra Ditta il servizio, utilizzando, se possibile, la graduatoria della presente gara e, incamerata la cauzione prestata, alla fine del periodo contrattuale provvederà ad addebitare alla Ditta inadempiente il maggior costo sostenuto, fatta salva la possibilità di rivalersi per gli eventuali ulteriori danni subiti anche sull'importo delle fatture in attesa di liquidazione In caso di morte del titolare della Ditta aggiudicataria, l'amministrazione avrà la facoltà di chiedere agli eredi di subentrare solidalmente alle obbligazioni contrattuali, owero di ritenere invece immediatamente risolto il contratto stesso. Qualora l'azienda Sanitaria intendesse proseguire il rapporto con gli eredi, i medesimi saranno tenuti, dietro semplice richiesta scritta, a produrre, a proprie cura e spese, tutti gli atti e documenti ritenuti necessari dall'azienda Sanitaria stessa per la regolare giustificazione della successione e per la prosecuzione del rapporto contrattuale. In caso di scioglimento o di liquidazione della Ditta aggiudicataria, owero di cambiamento di ragione sociale, l'azienda Sanitaria potrà pretendere tanto la continuazione del contratto da parte della Società in liquidazione, quanto la continuazione da parte dell'eventuale Ditta subentrante, cosi come parrà opportuno all'amministrazione sulla base dei documenti che la Ditta aggiudicataria sarà tenuta a fornire a propria cura e spese. Invece, in caso di fallimento della Ditta aggiudicataria, il contratto s'intenderà senz'altro risolto fin dal giorno precedente la pubblicazione della sentenza dichiarativa di fallimento, salve tutte le ragioni ed azioni dell'azienda Sanitaria verso la massa fallimentare, anche per danni, con privilegio, a titolo di pegno, sul deposito cauzionale e sulle fatture in attesa di liquidazione. Qualora la Ditta aggiudicataria disdicesse il contratto prima della scadenza convenuta, l'azienda Sanitaria tratterrà, a titolo di penale, tutto il deposito cauzionale ed addebiterà le maggiori spese comunque derivanti per l'assegnazione del servizio ad altra Ditta, a titolo di risarcimento danni, rivalendosi anche sull'importo delle fatture in attesa di liquidazione. In tutti i casi nulla sarà comunque dovuto alla Ditta per gli investimenti messi in atto per l'attivazione del contratto. CLAUSOLA DI RECESSO ART C.C. L'Azienda Sanitaria avrà la facoltà unilaterale di recedere dal contratto in qualsiasi momento lo ritenesse opportuno, con preawiso da notificarsi al fornitore con raccomandata A.R. almeno 60 giorni prima, in conseguenza di eventi discendenti da modificazioni istituzionali dell'assetto aziendale, nonché da eventuali cambiamenti intervenuti nell'ambito delle attività di diagnosi e cura e nel caso in cui nel corso del servizio aggiudicato dali' ASL RM/F, la Regione Lazio dovesse aggiudicare una gara centralizzata per la medesima tipologia di prestazioni, così come previsto nel Disciplinare di gara. In tale evenienza il fornitore non avrà nulla da pretendere se non il pagamento della prestazione effettuata, purché correttamente ed a regola d'arte, secondo il corrispettivo e le condizioni contrattuali, rinunciando espressamente a qualsiasi ulteriore eventuale pretesa, anche di natura risarcitoria, ed a ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso delle spese. ART. n. 6: Responsabilità civile. L'Aggiudicatario sarà direttamente responsabile dell'inosservanza delle clausole contrattuali, anche se questa 2 dovesse derivare dall'attività di personale dipendente da altre imprese a diverso titolo coinvolte. Sarà direttamente responsabile anche di ogni danno che possa derivare all'azienda Sanitaria ed a terzi nell'espletamento del servizio, anche in relazione all'operato e alla condotta dei propri collaboratori elo di personale di altre imprese a diverso titolo coinvolte. La Ditta aggiudicataria e/o le imprese a diverso titolo coinvolte per l'esecuzione del contratto dovranno awalersi di personale qualificato, in regola con gli obblighi previsti dai contratti collettivi di lavoro e da tutte le normative vigenti, in particolare in materia fiscale, previdenziale, dell'igiene e della sicurezza sul lavoro. L'Azienda Sanitaria sarà esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni o altro che dovessero accadere al personale di cui si awarrà la Ditta nell'esecuzione del contratto stesso. L'aggiudicatario è obbligato (ove necessario) a prendere visione presso il competente Servizio aziendale del documento di informazione sui rischi esistenti ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs. n. 626/94 così come modificato dal D.Lgs 81/2008. Egli è altresì 2 A puro titolo esemplificativo. si citano i casi dei corrieri incaricati della consegna. 3

4 obbligato ad attuare tutte le misure necessarie ai fini di un adeguato coordinamento. Con la sottoscrizione del contratto o con la firma per accettazione delle condizioni di servizio egli dichiara di aver ottemperato a tali obblighi. ART. n. 7: REVISIONE PREZZI 1. Per quanto conceme la disciplina dei prezzi, le parti si atterranno alle seguenti disposizioni: A. I prezzi rimarranno fissi ed invariabili per tutta la durata del contratto. I prezzi saranno ancorati all'indice dei "prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati" pubblicato nel Bollettino mensile dell'istituto Centrale di Statistica (ISTAT). B. L'indice iniziale sarà quello del mese nel quale comincerà effettivamente il servizio. Dal primo mese successivo alla scadenza del 1 0 anno, se si sarà verificata una variazione in più od in meno rispetto all'indice iniziale, nell'anno successivo, su richiesta della ditta aggiudicataria, i prezzi saranno aumentati o ridotti di un importo pari alla percentuale di variazione, secondo le tabelle indicate nella G.U. a cura dell'istat. C. Qualora, nel corso del contratto, il sistema di convenzioni per l'acquisto di beni e l'appalto di servizi delle Pubbliche Amministrazioni realizzato dal Ministero dell'economia e delle Finanze ai sensi dell'art. 26 della Legge 488/1999 (CONSIP) comprendessero anche beni e servizi oggetto del contratto, in caso di prezzi superiori rispetto alle Convenzioni CONSIP, l'azienda Sanitaria chiederà alle ditte aggiudicatrici l'adeguamento al ribasso dei prezzi rispetto a quelli praticati nelle procedure aggiudicate dalla CONSIP, con facoltà delle stesse di recedere dal contratto senza l'applicazione di penalità. ART. n. 8: Garanzie di esecuzione, tasse, imposte, spese, documenti. L'esecutore del contratto è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria secondo quanto stabilito dall'art. 113 del D.Lgs 163/2006 (Garanzie di esecuzione e coperture assicurative). La garanzia deve essere costituita da fideiussione bancaria o da polizza assicurativa e deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui art. 1957, comma 2, del Codice Civile, nonchè l'operatività della garanzia medesima entro 15 gg., a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. Non sarà autorizzato lo svincolo ed il ritiro della garanzia definitiva se non quando tutte le pattuizioni contrattuali saranno state integralmente osservate con piena soddisfazione dell'azienda Sanitaria. L'eventuale cauzione prowisoria sarà svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto e non prima della consegna della cauzione definitiva. Nell'attesa della cauzione definitiva, l'azienda Sanitaria potrà rivalersi, per le inadempienze contrattuali dell'aggiudicatario, anche sull'eventuale cauzione prowisoria elo sulle fatture in attesa di liquidazione. La mancata costituzione della garanzia, determina la revoca dell'affidamento e l'acquisizione della cauzione prowisoria. Nessun interesse è dovuto sulle somme costituenti i depositi cauzionali. Saranno a carico dell'aggiudicatario tutte le spese di contratto, stesura, bollo, registrazione, scritturazione delle copie occorrenti alla Ditta stessa ed ai diversi Uffici, i bolli sui mandati di pagamento, e tutte le imposte e tasse che dovessero in awenire colpire il contratto e successive inerenti. Tutti gli oneri a carico dell'aggiudicatario dovranno essere versati, con le modalità indicate in seguito, entro 10 giorni dalla comunicazione dell'awenuta aggiudicazione. L'I.VA resterà a carico dell'azienda Sanitaria e la Ditta aggiudicataria dovrà addebitarla in fattura ai sensi della normativa vigente Oltre alla garanzia definitiva, l'aggiudicatario dovrà presentare i documenti che saranno precisati nella lettera d'aggiudicazione, in particolare: 1. La documentazione prevista dalla vigente normativa antimafia. 2. Ogni altro documento ritenuto necessario dall'amministrazione. Ove previsto dalla normativa, la documentazione potrà essere sostituita da autocertificazione resa nei termini di legge. Qualora l'aggiudicatario non fosse in grado di produrre la documentazione richiesta, owero non fosse in grado di tenere fede ai propri impegni contrattuali, owero risultassero false le dichiarazioni rese nelle autocertificazioni, sarà revocata l'aggiudicazione e l'azienda Sanitaria affiderà ad altra Ditta il servizio, utilizzando se possibile la graduatoria della presente gara. Provvederà inoltre ad addebitare alla Ditta inadempiente il maggior costo sostenuto, fatta salva la possibilità di rivalersi per gli eventuali ulteriori danni subiti anche sull'importo delle fatture in attesa di liquidazione. ART. n. 9: Presentazione fatture e modalità pagamenti. Eseguite le prestazioni, l'aggiudicatario presenterà al competente Ufficio dell'azienda Sanitaria le fatture in duplice copia per la debita liquidazione. 4

5 1. Le fatture dovranno indicare con precisione il numero e la data dell'ordine emesso dall'azienda Appaltante, il tipo e la quantità del servizio prestato e il numero della deliberazione di aggiudicazione indicata nell'ordine. 2. Ai sensi e per gli effetti previsti dall'articolo 3 della Direttiva 35/2000/Ce, viene stabilito che i pagamenti saranno eseguiti entro 120 giorni dalla data di ricevimento fattura (farà fede il timbro di protocollo dell'azienda) a mezzo mandato emesso dall'azienda. 3. Per i fornitori che aderiranno agli accordi regionali stipulati sulla base della Delibera di Giunta della Regione Lazio n. 689/2008 le fatture dovranno essere caricate dal fornitore stesso direttamente sul Portale Regionale (Sanigest) e non inviate in alcun modo all'asl RM/F. Tali fatture saranno liquidate dall'asl RM/F entro 120 gg. dalla data di emissione ed il conseguente pagamento verrà effettuato direttamente dalla Regione Lazio entro 180 gg. dalla data di emissione delle fatture stesse. 4. Per individuare la data di decorrenza del pagamento delle fatture di cui al punto 2 del presente Capitolato Speciale di gara, si farà riferimento alla data di ricevimento delle fatture e, ove non sussistano motivi di contestazione, le fatture si intendono pervenute alle seguenti scadenze: il giorno 15 del mese, relativamentealle fattureregistratetra il 1 0 ed il 15 0 giornodel mese stesso; il giorno30 del mese,relativamenteallefattureregistratetra il 16 0 e l'ultimogiornodel mesestesso. 5. Le note di credito a favore dell'azienda dovranno essere trasmesse con tempestività e, comunque, non oltre 30 giorni dal ricevimento della richiesta. In caso di richiesta di nota di credito, la relativa fattura non potrà essere liquidata, nemmeno parzialmente, fino a quando non sarà pervenuta all'azienda la nota di credito. I termini di cui al precedente punto 2 e 3 decorreranno dalla data di ricevimento delle note di credito. 6. Il fornitore ha l'obbligo di inviare trimestralm~nte il documento DURC al seguente indirizzo di posta elettronica: in caso contrario l'azienda non procederà alla liquidazione delle fatture relative al periodo di riferimento. In caso di ritardo dei pagamenti, in deroga a quanto disposto dall'art. 5 del D. Lgs 231/2002, il saggio d'eventuali interessi moratori sarà pari, in ragione d'anno, al saggio degli interessi legali stabilito dall'art. 1284, 1 0 comma, del Codice Civile. ART. n. 10: Clausola d'aggiornamento tecnologico. Nel caso in cui, durante il periodo contrattuale, si registrasse da parte dell'aggiudicatario la comparsa sul mercato di prodotti e/o materiali e/o metodiche e/o prestazioni con caratteristiche radicalmente innovative o migliorative rispetto a quelli aggiudicati, con lo stesso Aggiudicatario si concorderà, l'esecuzione della nuova prestazione, in sostituzione di quello aggiudicato, alle medesime o più favorevoli condizioni economiche. L'approvazione formale da parte del Responsabile del procedimento sarà subordinata alla valutazione tecnica e al parere favorevole di tutti i servizi aziendali coinvolti. In ogni caso non saranno presi in considerazione aumenti dei prezzi d'aggiudicazione. ART. n. 11: Norma finale. Le parti danno atto che l'asl RM/F attualmente comprende i Presidi Ospedalieri di Civitavecchia numero 4 Distretti suddivisi in varie sedi territoriali. e di Bracciano e Qualora, in relazione ad eventuali nuovi prowedimenti delle competenti autorità regionali, l'assetto strutturale dell'azienda Sanitaria dovesse subire modificazioni, l'aggiudicatario si obbliga sin d'ora: 1. nell'ipotesi d'afferimento all'asl RM/F d'altre strutture: a eseguire le prestazioni, ai sensi delle norme vigenti, alle condizioni tutte di cui agli atti di gara, le maggiori quantità di prestazioni necessarie, salva in ogni caso la facoltà delle parti di convenire un minor prezzo in funzione dell'incremento quantitativo del servizio; 2. nell'ipotesi d'afferimento ad altri Enti di strutture oggi appartenenti all'asl RM/F: a proseguire il servizio, alle condizioni tutte di cui agli atti di gara, a favore dell'ente nuovo assegnatario delle strutture, salvo il diritto di quest'ultimo di recedere dal contratto, mediante raccomandata AfR, da comunicarsi entro sei mesi dalla data d'efficacia del prowedimento che ha disposto la variazione strutturale. L'esercizio di recesso (Art c.c.) determinerà lo scioglimento del vincolo contrattuale senza effetto retroattivo sulle prestazioni già eseguite o in corso d'esecuzione. ART. n.12: ARBITRATO E FORO COMPETENTE. 1. Le eventuali controversie che dovessero insorgere tra le parti nell'esecuzione del Contratto saranno decise da un Collegio di tre arbitri, i cui componenti saranno nominati uno da ciascuna parte ed il terzo dal Presidente del Tribunale di Civitavecchia. Le parti sono obbligate a nominare il componente di propria competenza entro 20 giorni solari dal momento in cui la controparte comunica all'altra!'intenzione di ricorrere all'arbitrato. In caso di mancata nomina dell'arbitro da parte di una delle parti entro il termine di cui sopra (20gg.), quella diligente potrà chiedere al Presidente del Tribunale di Civitavecchia di nominare l'arbitro dell'altra parte. Il giudizio espresso dal Collegio Arbitrale sarà accettato dalle parti come inappellabile. 2. Nel caso il Collegio non esprima il proprio giudizio entro un anno dalla nomina, le parti potranno ricorrere alla Magistratura ordinaria. In tal caso il Foro competente sarà quello di Civitavecchia. 5

6 3. Nelle more dell'arbitrato o del giudizio, la ditta fornitrice non potrà sospendere od interrompere il servizio. In caso contrario l'azienda potrà rivalersi, senza alcuna formalità, sulla cauzione prestata o sull'importo delle fatture emesse in attesa di liquidazione. ART. 13 : TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Si informa che, ai sensi del D.Lgs. 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali", il trattamento dei dati personali raccolti è finalizzato alla scelta del contraente, all'instaurazione del rapporto contrattuale e alla gestione del medesimo. Il conferimento dei dati è obbligatorio ai fini della partecipazione alla gara, pena l'esclusione, nonché ai fini della stipulazione del contratto e dell'adempimento di tutti gli obblighi ad esso conseguenti ai sensi di legge. Il trattamento dei dati verrà effettuato solo da personale appositamente incaricato del trattamento nell'ambito dei procedimenti di scelta del contraente, di instaurazione del rapporto contrattuale e di gestione del medesimo. La ASL RM/F garantisce il pieno rispetto del segreto d'ufficio e dei principi di correttezza, liceità e trasparenza, in applicazione di quanto disposto dallo stesso D.Lgs. 196/03 in modo da assicurare la tutela della riservatezza dell'interessato, fatta salva comunque la necessaria pubblicità della procedura concorsuale ai sensi delle disposizioni normative vigenti. Il trattamento verrà effettuato anche con l'ausilio di mezzi informatici, con la precisazione che l'eventuale elaborazione dei dati per finalità statistiche o di ricerca avverrà garantendo l'anonimato. I dati personali potranno essere comunicati a soggetti terzi che ne abbiano diritto, ai sensi della Legge n. 241/1990 e s. m. i.; i dati potranno essere trasmessi ad altri soggetti, ai fini dell'adempimento degli obblighi di legge in materia di appalti di beni e servizi e per lo svolgimento delle ulteriori funzioni istituzionali dell'appaltante, ai sensi di quanto previsto dal D. Lgs. 196/03 e dalle ulteriori disposizioni integrative. La diffusione dei dati verrà effettuata integralmente ove richiesto in base alla normativa vigente (per finalità di trasparenza degli atti) e, negli altri casi, in forma anonima ai sensi del D. Lgs. 196/03. Il responsabile del trattamento è il Direttore U.O.C. Provveditorato, Dott. Francesco Quagliariello In relazione al trattamento dei dati conferiti, l'interessato gode dei diritti previsti dall'articolo 7 del D. Lgs. n. 196/2003. CAPITOLATO TECNICO ART. 14 DISLOCAZIONE DELLE SEDI E TIPOLOGIA DEL SERVIZIO DA SVOLGERE Le sedi presso le quali dovrà essere svolto il servizio in oggetto sono: PRESIDIO OSPEDALIERO S. PAOLO DI CIVITAVECCHIA PRESIDIO OSPEDALIERO PADRE PIO DI BRACCIANO Distretto F1: SEDE LEGALE VIA TERME TRAI ANO CIVITAVECCHIA CSM VIA DELLE AZALEE CIVITAVECCHIA COMUNITA' TERAPEUTICA P.ZZA CALAMATTA CIVITAVECCHIA CENTRO DIURNO VIA TOSCANA CIVITAVECCHIA VETERINARI VIA DORIA CIVITAVECCHIA VETERINARI ASSOCIATI VIA MOLISE 12 CIVITAVECCHIA CENTRO DIURNO VIA CALISSE CIVITAVECCHIA SERVIZIO DI IGIENE PIAZZA VIDORIO VENETO TOLFA AMBULATORIO VIA CIVITAVECCHIA ALLUMIERE POLIAMBULATORIO VIA ETRURIA CIVITAVECCHIA CENTRO DIURNO VIA MOLISE 4 CIVITAVECCHIA AMBULATORIO VIACADORNA CIVITAVECCHIA POLIAMBULATORIO VIA VALDAMBRINI S. MARINELLA 6

7 Distretto F2 DISTR.lPOLIAMBULATORIO VIA DELL'OSPEDALE CURCIO) (VIA M.M.CROCIFISSA CERVETERI DISTR/CONSUL TNACCINAZ VIA MARTIRI DELLE FOIBE CERVETERI VACCINAZIONI (EX P/SOCC) LARGO VERROCCHIO LADISPOLI CONSUL TORIO VIABIXIO LADISPOLI CSM VIA LAZIO 50 LADISPOLI POLIAMBULATORIO TSMREE VIA AURELIA Km 41,500 LADISPOLI VIA PESCARA 8 LADISPOLI PIT PRONTO SOCCORSO VIA AURELIA Km 41,500 LADISPOLI Distretto F3 VET.lSISP/MEDLEGNACCI VIA DOMENICI BRACCIANO UTRlCSM VIA TRENTO 18 BRACCIANO CONSULTORIO VIA TRENTO 9 BRACCIANO COMUNITA' TERAPEUTICA LOCALITA' SFODERA BRACCIANO DISTREDO/MEDBASE/CAD VIA DEL LAGO BRACCIANO CSM VIA CLAUDIA BRACCIANO GUARDIA MEDICA VIA DELLE COSTE BRACCIANO CENTRO STAMPNARCHIVIO VIA CLAUDIA 68/70 BRACCIANO CONSUL TORIO/CSM VIA VIDORIO VENETO MANZIANA CONSUL TORIO VIA ROSSINI ANGUILLARA S. CONSULTORIO VIA IV NOVEMBRE TREVIGNANO FARMACINMEDLEGNACCIN. VIA S. LUCIA 22 (VIA DELLE COSTE) BRACCIANO ARCHIVIO VIA DELLE PALME BRACCIANO POLIAMBULATORIO VIA A.VOL TA 1 (VIA ANGUILLARESE) ANGUILLARA S. CONSUL TNACCINAZIONI VIA MARCO POLO ANGUILLARA S. Distretto F4: POLIAMBULATORIO VIA LESEN CAMPAGNANO CSM/CONSUL TORIO VIA ADRIANO I CAMPAGNANO MEDICINA LEGALE VIA ADRIANO 1/10 CAMPAGNANO POLIAMBULATORIO VIA TIBERINA CAPENA GUARDIA MEDICA VIA DE GASPERI CASTELNUOVODIPORTO POLIAMBULATORIO/UTR VIA GRAMSCI 8 FIANO ROMANO 7

8 CONSULTORIO/CSM PIAZZA DIAZ MORLUPO CONSUL TORIO V.LE REGINA MARGHERITA FORMELLO UTR/CENTRO DIURNO CONSUL TORIO POLIAMBULATORIONETER. VACCINAZIONI CSMIDMI ARCHIVIO F4 UTR /DSM P.ZZA SAN BIAGIO PIAZZA CAVALIERI VIA VERDI VIA E. BACCELLI VIA RONCACCI VIA L. ARIOSTO VIA GUIDO ROSSA,37/B CACCIA SACROFANO S.ORESTE RIGNANO F. RIGNANO F. MORLUPO RIGNANO F. FIANO ROMANO Il servizio prevede le seguenti tipologie di intervento: Derattizzazione Disinfestazione a carattere repellente rettili Deblattizzazione Allontanamento volatili Allontanamento api Demuscarizzazione Dezanzarizzazione Disinfestazione vespe e calabroni La Ditta dovrà intervenire con modalità idonee secondo la specifica attività svolta in tutti i locali dell'asl RM/F sopracitati e relative pertinenze. Sono pertanto oggetto del servizio la valutazione del rischio ambientale conseguente alle attività svolte e gli interventi di igiene ambientale secondo uno specifico programma operativo che privilegi la prevenzione dai singoli rischi potenziali. Gli interventi dovranno interessare anche i locali dei servizi, cunicoli cantine sottoscala, vani ascensori, zone archeologiche, zone confinanti e le essenze arboree. La Ditta dovrà presentare un progetto tecnico che preveda per ciascun anno di affidamento l'esecuzione di interventi programmati di igiene ambientale per numero e tipo congrui ad evitare qualsiasi rischio potenziale di igiene ambientale secondo le prescrizioni tecnico operative fomite. Tale progetto tecnico deve prevedere. inoltre, un numero annuo pari a 15 interventi "su chiamata" per fare fronte ad esigenze particolari. Il numero sopraindicato degli interventi "su chiamata" deve essere ricompreso nel canone annuo omnicomprensivo indicato nell'offerta economica e non devono comportare un costo aggiuntivo per l'asl RM/F. Eventuali ulteriori interventi "su chiamata", oltre il limite di 1/5 rispetto al numero sopracitato, verranno fatturati dalla Ditta Aggiudicataria a parte dal canone annuo omnicomprensivo. La Ditta è tenuta al rispetto della normativa vigente in materia e a utilizzare solo prodotti e formulati già registrati presso il Ministero della Salute e conformi alla normativa vigente in materia. La Ditta nell'offerta deve indicare i prodotti e i formulati che utilizzerà per gli interventi di igiene ambientale certificandone la conformità alla normativa vigente in materia. La Ditta dovrà comunicare tempestivamente qualsiasi variazione nell'utilizzo di prodotti e formulati dovesse intervenire nel corso di svolgimento del servizio. In conseguenza dell'attivazione o disattivazione di servizi o articolazioni organizzative e/o per il perseguimento di specifici obiettivi di utilizzo razionale delle risorse o per lavori di ristrutturazione delle strutture edilizie, l'azienda ha facoltà di variare il numero delle prestazioni in aumento o in diminuzione, senza che l'esecutore possa reclamare alcuna variazione del prezzo contrattualmente stabilito per le prestazioni, entro il limite di 1/5 (un quinto) dell'importo di aggiudicazione. Le variazioni, in aumento o diminuzione, superiori a 1/5 in termini di superfici da sanificare e igienizzare, saranno oggetto di rinegoziazione contrattuale e come tali formalizzate con Accordo tra le parti. ART. 15 PRESCRIZIONI TECNICO OPERATIVE Il servizio dovrà essere svolto secondo le modalità di seguito indicate: DERATTIZZAZIONE Definizione Procedimento atto a determinare l'eliminazione o la riduzione del numero di ratti e topi. 8

9 Poiché la presenza di ratti crea danni economici ed è responsabile della propagazione di malattie infettive per l'uomo quali la leptospirosi, il tifo, la salmonellosi, la peste ecc., l'esecutore è tenuto ad effettuare gli interventi sulle zone da trattare con l'impiego di derattizzante avente le seguenti caratteristiche e secondo le seguenti modalità:.:. massima appetibilità;.:. resistenza agli agenti atmosferici, senza dispersione;.:. presenza di principi attivi con più basso livello di tossicità per l'uomo, compatibilmente con il mantenimento dell'efficacia.:. Installazione di contenitori/erogatori di derattizzante.:. posizionamento in ambienti interni e in vani tecnici (cavedi, controsoffitti);.:. posizionamento in zone esterne: cunicoli, rete fognante, caditoie, ecc.;.:. individuazione dei locali e delle aree oggetto del trattamento dovranno essere individuate tramite appositi cartelli o segnali di avvertimento.. La Ditta deve installare un numero idoneo di contenitori-erogatori di derattizzante, in materiale plastico, dotati di chiusura di sicurezza, che, creando condizioni di ambiente protetto ed oscuro, riproducono un habitat ideale per il topo. Non è consentito l'utilizzo di contenitori di cartone o altro materiale facilmente deteriorabile. La dislocazione dei contenitori- erogatori, stabilita anche allo scopo di monitorare l'eventuale presenza di topi, può essere variata, tenuto conto dei risultati del suddetto monitoraggio, dopo aver concordato il nuovo posizionamento dei contenitori con le Direzioni Sanitarie dei Presidi Ospedali eri e Distrettuali. La Ditta è tenuta ad indicare nelle piantine dei relativi edifici la posizione dei contenitori installati, al fine di facilitarne l'individuazione. La Ditta deve, altresi, annotare sulle pianti ne tutte le variazioni che, di volta in volta, saranno apportate alla disposizione iniziale dei contenitori. Copia di tali piante e dei risultati dei monitoraggi devono essere trasmessi alle Direzioni Sanitarie sopracitate. Cadenza interventi La derattizzazione dovrà essere effettuata con cadenza mensile. La Ditta deve effettuare gli interventi di derattizzazione in tutti i locali interni ed esterni delle strutture facenti parte dell'asl RM/F indicate nel precedente art. 18 del presente Capitolato Speciale. La derattizzazione deve essere effettuata presso tutti i locali e relative accessioni e pertinenze, ivi compresi giardini, spazi aperti, aree interrate, cantine, soffitte, intercapedini, locali caldaie, magazzini, scantinati etc.), con particolare riferimento a quegli ambienti che per la loro particolare ubicazione elo per il loro particolare utilizzo possono determinare situazione di pericolosità per l'uomo. La Ditta è tenuta a effettuare, in aggiunta agli interventi mensili programmati, tutti quegli interventi su segnalazione richiesti dall'asl RM/F nel precedente art. 14 del presente documento. Nel corso dell'attività di derattizzazione la Ditta dovrà segnalare tutti gli interventi, anche non direttamente inerenti la derattizzazione, (chiusura pertugi nelle mura ecc... ) atti a migliorare le criticità delle strutture. Tutti i prodotti utilizzati devono essere registrati al Ministero della Sanità ed accettati dall'azienda; è inoltre facoltà dell'azienda far sospendere "irrorazione di una determinata sostanza e farla sostituire con altre. DISINFESTAZIONE Definizione Insieme di operazioni atte a colpire sia gli insetti alati (quali mosche, zanzare, moscerini) sia gli insetti striscianti (quali formiche, blatte e scarafaggi), vettori di numerose malattie infettive per l'uomo, poiché a causa della loro spiccata mobilità e delle modeste dimensioni, sono in grado di passare con facilità attraverso tutti gli ambienti, spostandosi da ambienti inquinati, come servizi igienici, depositi di rifiuti, ad ambienti che devono garantire condizioni di perfetta igiene, quali ad esempio stanze di degenza, luoghi di produzione o deposito degli alimenti, ecc. La Ditta è tenuta ad abbattere ogni forma di infestazione attraverso l'utilizzo del sistema maggiormente idoneo ed efficace, nel rispetto delle esigenze di igiene e sicurezza degli ambienti di lavoro. Disinfestazione da insetti alati La Ditta deve effettuare l'intervento mediante nebulizzazione/irrorazione di prodotti idonei secondo il caso. L'intervento deve essere esteso ai volumi interni di tutti gli edifici dell'asl RM/F indicate nell'art. 14 del presente documento ed alle aree esterne di pertinenza degli stessi (parcheggi, viali d'accesso, zone verdi, tombini, caditoie etc.). Il piano di intervento contro gli insetti alati ed in particolar modo contro la zanzara tigre deve iniziare a fine inverno con un'azione larvicida, abbinata a degli interventi di disinfestazione adulticida. Negli interventi antilarvali devono essere trattati tutti i tombini, caditoie e luoghi in cui è presente ristagno d'acqua con prodotto liquido o in compresse. Gli interventi di disinfestazione adulticida devono interessare tutte le arre esterne di competenza dell'asl RM/F (giardini, aiuole, aree verdi, viali, alberi) E' richiesto l'utilizzo di prodotti con principi attivi particolarmente mirati, con impiego di attrezzature e sostanze 9

10 antiparassitarie. Cadenza interventi I trattamenti di disinfestazione antilarvale devono avere luogo dall'inizio del mese di aprile fino a fine ottobre, ogni 15 giomi. I trattamenti di disinfestazione adulticida esterna devono avere luogo nelle ore notturne, dopo le ore e prima delle ore 6.00 nel periodo compreso tra inizio maggio e fine settembre ogni 20 giorni. Durante l'intervento la zona deve essere libera da persone o animali. A causa della dispersione nell'aria del liquido irrorato si devono anche isolare le aree nelle quali si riscontra presenza umana (chiudere finestre ecc... ). Disinfestazione da insetti striscianti Procedimento atto a liberare un luogo da blatte o scarafaggi. Cadenza interventi e modalità di intervento La Ditta è tenuta ad effettuare interventi mirati eseguiti con irrorazione di prodotto biocida, in tutti i tombini, griglie, canali di scolo e di raccordo alla rete fognaria delle strutture. La Ditta è tenuta altresi a trattate tutte le centrali termiche, le zone archeologiche e gli ambienti che per la loro condizione sono soggetti ad infestazione. Tali trattamenti devono essere effettuati nel periodo da aprile a settembre ogni 15 giorni e da ottobre a marzo con cadenza mensile; Gli interventi devono essere mirati e devono essere effettuati solo in zone limitate nelle quali sia stata segnalata la presenza di insetti. In tal caso l'asl RM/F, una volta accertata la necessità di eseguire un intervento mirato, indicherà alla ditta le zone infestate da trattare. La Ditta è tenuta ad utilizzare, a seconda dei casi, il tipo di prodotto e la metodologia occorrente all'eliminazione della specie infestante presente. Deve essere programmata una visita di controllo a due settimane di distanza dal trattamento, per accertarsi della buona riuscita della stesso. Deve essere inoltre previsto un sistema di trappole per consentire il monitoraggio in tutti gli ambienti della consistenza numerica degli insetti. La Ditta deve, inoltre, sensibilizzare i fruitori dei locali disinfestati riguardo le norme igienico sanitarie e comportamentali atte a ridurre le possibilità di reinfestazione. In caso di interventi di disinfestazione di ambienti interni, l'intervento deve svolgersi liberando l'area da trattare da persone e animali. Il prodotto disinfestante deve essere erogato all'interno dei punti di provenienza e di annodamento degli striscianti (generalmente griglie, scarichi dei bagni, cucine, depositi alimentari, ecc) Pertanto, l'intervento deve essere necessariamente seguito da un'accurata pulizia delle aree sottoposte a trattamento prima di essere nuovamente frequentate. PROCESSIONARIA DEL PINO Lotta contro la processionaria La Ditta deve effettuare interventi mirati alle infestazioni da processionaria delle conifere presenti in tutte le strutture dell'asl RM/F, indicate nell'art. 1 del presente documento. La Ditta deve agire direttamente sull'albero infestato con atomizzatore montato su automezzo pick up. L'intervento deve essere effettuato in assenza di persone soprattutto nelle immediate vicinanze dell'albero. Le finestre degli edifici vicini vanno chiuse. Devono essere inoltre allontanate macchine, motorini ecc. dalla zona da trattare. ASPORTAZIONE DI NIDI DI VESPE La Ditta aggiudicataria è tenuta ad eseguire, su richiesta dell'asl RM/F l'asportazione di nidi di vespe ed altri insetti simili eventualmente presenti sulle superfici esterne dei fabbricati delle strutture dell'azienda (ad es. cornicioni, grondaie, sottotetti, vani finestre, porticati, lastrici solari, terrazzi, balconi etc.). L'operazione deve essere eseguita anche in presenza di insetti all'intemo dei nidi. L'intervento deve essere effettuato direttamente sul nido in assenza totale di persone. DISINFEZIONE Definizione La disinfezione costituisce la misura di profilassi sanitaria più importante riguardante le norme generali dell'igiene; può essere definita l'intervento tendente a distruggere o, comunque ad eliminare i microrganismi patogeni presenti IO

11 , nell'ambiente. La Ditta è tenuta ad effettuare interventi in tutte le aree inteme delle strutture dell'asl RM/F indicate nell'art. 1 del presente documento. NUMERO DELLE PRESTAZIONI La Ditta, in aggiunta agli interventi programmati, si impegna a svolgere ogni ulteriore servizio richiesto direttamente dall'asl RM/F, nei limiti fissati nell'art. 14 del presente documento (interventi "su chiamata"), di qualsiasi tipologia esso sia (derattizzazioni, disinfestazioni, disinfezioni, ecc... ), nonché ulteriori interventi "su chiamata oltre i limiti fissati nell'art. 18 e che saranno oggetto di successiva rinegoziazione economica. A discrezione dell'azienda, i servizi dovranno essere svolti sia in orario diurno che notturno, sia nei giomi feriali che festivi. La Ditta deve designare un Responsabile dei Servizi il quale deve essere raggiunto telefonicamente con una reperibilità H24 ed è tenuto ad intervenire nell'immediato con una squadra di operatori qualora si manifestassero situazioni di emergenza. Tutte le prestazioni a richiesta indicate entro i limiti fissati nell'art. 14 del presente documento sono comunque da ritenersi incluse nell'offerta economica presentata in gara. All'atto di awio del servizio la Ditta dovrà concordare con le Direzioni Sanitarie dei Presidi Ospedalieri e Distrettuali il protocollo operativo e il piano operativo dettagliato degli interventi cui è tenuta ad attenersi nel corso dello svolgimento del servizio, che preveda per ciascun anno di affidamento l'esecuzione di interventi di igiene ambientale secondo le prescrizioni tecnico operative fornite. La Ditta aggiudicataria è tenuta a garantire che all'esito di ogni singolo intervento le aree interessate siano rilasciate completamente sanificate, igienizzate, atossiche e immediatamente disponibili per l'utilizzo. La direzione dell'esecuzione del contratto con funzione di vigilanza e controllo sui livelli di qualità, efficacia, efficienza ed economicità delle prestazioni rese dall'esecutore e i conseguenti adempimenti quali il rilascio delle attestazioni necessarie alla liquidazione dei corrispettivi è affidata all' U.O.C. Area Tecnica che prowederà ad ordinare gli interventi con inoltro di ordine formale. Per gli interventi cd "a chiamata" la Ditta è tenuta ad effettuarli entro il giorno successivo a quello dell'ordine. La Ditta dovrà compilare per ogni intervento effettuato una scheda riportante la data e la tipologia della prestazione effettuata e la specifica indicazione dell'area di intervento. Tale scheda dovrà essere sottoscritta per accettazione dal Responsabile dell'esecuzione del contratto e consegnata alla stessa U.O.C. Area Tecnica. La Ditta è tenuta a comunicare senza ritardo per via telematica, ogni evento che possa determinare l'impossibilità di effettuare l'intervento entro i termini stabiliti. Qualora si riscontrasse, la non conformità nello svolgimento del servizio alle condizioni pattuite, si prowederà ad inviare formale diffida con specifica motivata delle contestazioni e con invito a conformarsi nel termine che sarà ritenuto congruo. e ditorato Quagliariello Per accettazione: La Ditta (timbro e firma) Il

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 ALLEGATO C) REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI CONSUMABILI PER MACCHINE D

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO A VALORE PER IL PERSONALE DIPENDENTE

CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO A VALORE PER IL PERSONALE DIPENDENTE CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO A VALORE PER IL PERSONALE DIPENDENTE INDICE Art. 1 Oggetto del servizio Art. 2 Durata dell appalto Art. 3 Erogazione

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 di COMUNE DI TORTORA P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 tel. 0985-7660240-7660216 (ufficio tecnico) fax 0985-7660400

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

!"#$%&!"!"'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE

!#$%&!!'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE DELLE CONDOTTE E DELLE OPERE IDRAULICHE Avellino, IL PRESIDENTE f.to dott. Michele

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DEI LOCALI INTERNI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo LOTTO N. 12 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI PER VISITE FUORI COMUNE. IMPORTO DISPONIBILE 27.272,72 oltre IVA (10%) ART. 1) OGGETTO DEL SERVIZIO, DESCRIZIONE

Dettagli

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia.

Richiesta di preventivo di spesa, finalizzata all affidamento diretto in economia. Prot. n. 2015/0030845 Borgomanero lì, 20 agosto 2015 Tit. 6 Cl. 4 Fasc. 256 C.so Cavour n. 16 28021 Borgomanero (No) DIVISIONE TECNICA tel. 0322 837731 fax 0322 837712 PEC: protocollo@pec.comune.borgomanero.no.it

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO C O M U N E D I P A L E R M O PUBBLICA ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI ARREDI PER GLI ASILI NIDO COMUNALI DI PALERMO Pagina 1 di 7 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA

Dettagli

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE

COMUNE DI GIOIA DEL COLLE COMUNE DI GIOIA DEL COLLE Provincia di Bari Piazza Margherita di Savoia, 10 www.comune.gioiadelcolle.ba.it P.Iva: 02411370725 C.F.: 82000010726 CAPITOLATO D ONERI Fornitura di manifesti di comunicazione

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

ART. 1. In particolare l'incarico riguarda:

ART. 1. In particolare l'incarico riguarda: SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA ARDITO DESIO ART. 1 Con la presente convenzione l Azienda Pubblica

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA Azienda Unità Sanitaria Locale Latina con sede legale in V.le P.L. Nervi Centro Direzionale Latinafiori/torre G2 04100 Latina codice fiscale

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI LOTTO 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI. (PERIODO: gennaio 2016/ dicembre 2016) CIG:

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

n 2011112799 SGQ Certificato n. 1115798

n 2011112799 SGQ Certificato n. 1115798 CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO RIFIUTI BIODEGRADABILI (organico e potatura) RACCOLTI IN CASSONI SCARRABILI DA MC. 25-30, DALLA SEDE SOCIALE DI Bar.S.A. S.p.A. ALLA SEDE

Dettagli

COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio

COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio Piazza S.Eufemia, 7-23036 Teglio (S0) - Tel. 0342/789.011 - Telefax 0342/781336- C/c postale 11837234 P.IVA 00114190143 - Cod.fisc. 83000770145 SETTORE AFFARI GENERALI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO

CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO CITTÀ DI LAMEZIA TERME PROVINCIA di CATANZARO AREA TECNICA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA PERIODICA A NORMA DEL DPR 22 OTTOBRE 2001, N 462 E ART. 13 DPR 162 DEL

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MARANO LAGUNARE PROVINCIA DI UDINE DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO DISCIPLINARE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E BROKERAGGIO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO Il servizio oggetto del presente disciplinare concerne lo svolgimento dell'attività di brokeraggio per

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE. Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI

COMUNE DI FIRENZE. Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI ALLEGATO A COMUNE DI FIRENZE Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE ART. 1 Oggetto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA Le presenti condizioni generali di fornitura regoleranno i rapporti intercorrenti tra: Piaggio & C. S.p.A., con

Dettagli

La fornitura verrà aggiudicata ai sensi dell'art. 83 del D. Lgs. 12/04/2006 n. 163 e successive modifiche ed integrazioni.

La fornitura verrà aggiudicata ai sensi dell'art. 83 del D. Lgs. 12/04/2006 n. 163 e successive modifiche ed integrazioni. 11. FORZA MAGGIORE Le parti non saranno ritenute inadempienti qualora l'inosservanza degli obblighi derivanti dal contratto sia dovuto a forza maggiore. Con l'espressione "forza maggiore" si fa riferimento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

BANDO DI GARA Progetto ENTER

BANDO DI GARA Progetto ENTER Municipio Roma 6 U.O.S.E.C.S. BANDO DI GARA Progetto ENTER ALLEGATO A A. Premessa Il Municipio Roma 6 intende esperire una procedura aperta per affidare il progetto ENTER inserito nel Piano Regolatore

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE NUMERO GARA 2367978 CIG 229069989B CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RIMINI E.. PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI MATERIALE A FAVORE DEI SERVIZI ED ISTITUZIONI FACENTI

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

LETTERA D'INVITO/CAPITOLATO

LETTERA D'INVITO/CAPITOLATO Allegato B PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L'AFFIDAMENTO BIENNALE, EVENTUALMENTE RINNOVABILE DI UNO, DELLA FORNITURA DI MODELLI STAMPATI PER L'AZIENDA SANITARIA DI NUORO. LETTERA D'INVITO/CAPITOLATO

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI 1 SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI Codice CIG L anno duemila, il giorno del mese di nella sede della Casa per Anziani Umberto I - Piazza della Motta

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI

Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Racc. Contr / BOLLO ALLEGATO C Comune di Forlì Servizio ENTRATE TRIBUTARIE BILANCIO INVESTIMENTI Schema di A: c.f. p.iva LETTERA CONTRATTO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA CONTABILE/FISCALE E

Dettagli

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica

PREMESSO. A) che con delibera del 6 aprile 2000 l' Autorità per l'informatica nella Pubblica CONVENZIONE TRA INFOCAMERE SCpA E CIRCUITO DI GARANZIA NAZIONALE PROFESSIONISTI E IMPRESE SRL PER LO SVOLGIMENTO DI ATTlVITA' DI UFFICIO DI REGISTRAZIONE E RILASCIO DI CERTIFICATI DIGITALI DI SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RELATIVO ALLA POLIZZA TRIENNALE INFORTUNI PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA. CIG:

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 238/2014 ai sensi dell art. 125 comma 11 del D.Lgs. n.163/2006 per l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza di carattere

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

COMUNE DI GIOIOSA JONICA

COMUNE DI GIOIOSA JONICA COMUNE DI GIOIOSA JONICA Via Garibaldi n. 16/18-89042 Provincia di Reggio Calabria Comando Polizia Municipale (Partita IVA 00288960800 - Tel. e Fax 0964/51537 e-mail: pmgioiosaionica1957@tiscali.it ) CAPITOLATO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI ART. 1) OGGETTO DELLA FORNITURA E DESCRIZIONE

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI ART. 1) OGGETTO DELLA FORNITURA E DESCRIZIONE COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI: MANGIME PER CANI E GATTI IMPORTO DISPONIBILE 47.603,31 OLTRE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Villacidro Provincia di Cagliari Servizio Affari Generali,Pubblica Istruzione, Sport e Turismo Tel- 070/93442213 15 fax 070/9316066 e-mail affarigenerali@comune.villacidro.vs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

Art. 1 PREMESSA. Art. 2 OGGETTO DELLA GARA

Art. 1 PREMESSA. Art. 2 OGGETTO DELLA GARA allegato B) CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI SACCHETTI IN MATER-BI PER LE RACCOLTE DIFFERENZIATE C.I.G. 3581325ADF Art. 1 PREMESSA 1. Il presente Capitolato d Oneri ha per oggetto l affidamento della

Dettagli

AZIENDA SICILIANA TRASPORTI S.p.A. Via Caduti senza Croce n 28 90146 P A L E R M O

AZIENDA SICILIANA TRASPORTI S.p.A. Via Caduti senza Croce n 28 90146 P A L E R M O AZIENDA SICILIANA TRASPORTI S.p.A. Via Caduti senza Croce n 28 90146 P A L E R M O PUBBLICO INCANTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO PER IL PERSONALE DELL AREA OPERATIVA AMMINISTRAZIONE E SERVIZI Art. 1)

Dettagli

Serv. Personale e AA.GG. Ufficio AA.GG. Palermo

Serv. Personale e AA.GG. Ufficio AA.GG. Palermo ISTITUTO REGIONALE 90144 Palermo Via Ausonia, 83 PER IL CREDITO Telefono (091) 209111 ALLA COOPERAZIONE Persona giuridica pubblica Fax (091) 209247 Istituita con L.R. 7/2/1963 n.12 E-mail posta@ircac.it

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-5-2007 al 31-12-2008 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CONDIZIONI DI ESECUZIONE ART.

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni generali Le presenti Condizioni, oggetto di discussione e negoziazione tra le Parti riguardo ciascuna clausola, ove non derogate da condizioni particolari

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO DI CREDITO PER LA CONTRAZIONE DI MUTUO CHIROGRAFARIO CON GARANZIA FIDEJUSSORIA DEL COMUNE DI SIRMIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI Pagina 1 di 5 ART. 1 Oggetto dell appalto è

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELL'OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CIG 6201196CD0

Dettagli

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale COMUNE DI PISA DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale OGGETTO: Accordo Quadro per la Fornitura di cancelleria e consumabili per gli uffici dell Ente mediante

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI SERVIZI GENERALI I Reparto 1 Divisione Piazza della Marina, 4 00196 - Roma www.commiservizi.difesa.it e-mail: commiservizi@commiservizi.difesa.it Tel.: 06/36806378

Dettagli

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal.

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub E) OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. IMPRESA: (denominazione e codice

Dettagli

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata CONTRATTO RELATIVO AL SERVIZIO DI PULIZIA, DI SANIFICAZIONE E SANITIZZAZIONE, DI FACCHINAGGIO, DI LOGISTICA E MOVIMENTAZIONE/DISTRIBUZIONE MERCI PRESSO I MAGAZZINI FARMACEUTICO ED ECONOMALE, DI PORTIERATO

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE Tra La (P.A..)...in persona del...pro tempore, Sig... nato a...e residente in...qui di seguito denominato Ente affidante. e l impresa...in

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

Condizioni generali di acquisto

Condizioni generali di acquisto Condizioni generali di acquisto 1. Generalità 1.1 Ogni ordine è valido solo se recante la firma del Committente 1.2 L'evasione dell ordine comporta l'esplicita accettazione delle presenti condizioni di

Dettagli

IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI

IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI IL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI Il contratto viene stipulato tra un Comune stazione appaltante e un impresa ESCO appaltatore ADEMPIMENTI PRELIMINARI

Dettagli

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655 DISCIPLINARE DI GARA Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali della sede dell Istituto di Santa Margherita. Art. 2 - LUOGO DI ESECUZIONE DELL'APPALTO I servizi

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A COMUNE DI PIANO DI SORRENTO. (Prov. di Napoli) L'anno duemiladodici il giorno / / - del mese di nell' ufficio

R E P U B B L I C A I T A L I A N A COMUNE DI PIANO DI SORRENTO. (Prov. di Napoli) L'anno duemiladodici il giorno / / - del mese di nell' ufficio R E P. N. R E P U B B L I C A I T A L I A N A COMUNE DI PIANO DI SORRENTO (Prov. di Napoli) CONTRATTO IN FORMA PUBBLICA AMMINISTRATIVA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, ORIGINALE DELLA CASA COMUNALE,

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli