Mafia e politica, la retata di Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mafia e politica, la retata di Roma"

Transcript

1 ANNO 136- N 330 1,20* ITALIA Sped. Abb. Post. legge 662/85 art.2/19 Roma Edizione Nazionale Mercoledì3Dicembre2014 S. FrancescoSaverio IL GIORNALE DEL MATTINO Commentale notiziesuilmessaggero.it Il libro Roberto Gervaso si racconta: «Così ho vinto la depressione» A pag. 26 L evento Lo Hobbit, arriva lo scontro finale Presentato l ultimo capitolo della saga Satta a pag. 27 La denuncia Allarme dei Nas: «Doping in mano alla criminalità organizzata» Bernardini nello Sport Mafia e politica, la retata di Roma `Terremoto giudiziario nella Capitale: 37 arresti per la cupola guidata dall ex Nar Carminati `Alemanno tra i 100 indagati. Coinvolti esponenti Pd. Tangenti bipartisan per appalti e nomine Oltre l inchiesta Discontinuità contro il partito del malaffare Mario Ajello «I o non sono particolarmente appassionato di Gotham City. È come se qualcuno abbia costruito un incubo di metallo e di pietra». Parla così Superman, nel celebre film, che prende il titolo da quella metropoli terrificante. Ma adesso quella pellicola americana è diventata realtà qui e ora, è andata in scena veramente e Gotham City è Roma. Così, in unincubo che è anche e soprattutto mafia, è stata ridotta la Capitale d Italia, stando almeno alla lettura delle carte degli inquirenti. E Mafiopoli è peggio di Tangentopoli. Si è verificato un ribaltamento clamoroso rispetto a uno schema purtroppo classico. Prima, erano i partiti che si servivano di quella zona grigia - o «terra di mezzo», come la chiama il guercio Carminati, una vita tra Nar e Banda della Magliana eadesso al centro di questa rete da mani sporche sulla città e di questo film dell orrore- in cui simescolavano affari epolitica. E quest ultimausava la criminalità per i propri voti, per i proprifini, peril propriodisonore. Continua a pag. 16 Rete trasversale Un sistema copiato da Cosa Nostra Massimo Martinelli G L arresto di Carminati Umberto Ambrosoli iuseppe Pignatone era stato profetico. Solo sabato scorso aveva lanciato il suo sasso nello stagno della politica capitolina, parlando all assemblea programmatica del Pd: «Le indagini nei prossimi mesi ci diranno se ci sono organizzazioni mafiose che operano in città e checaratteristiche abbiano». Sono bastati pochi giorni e il capo della procura di Roma ha messo in tavola le sue carte, fornendo una risposta chiara a tutti coloro che si erano interrogati sui motivi che avevano portato l alto magistrato a intervenire in un consesso politico. C era da far capire, guardando negli occhi i responsabili della politica romana, che la città era finita inmanoadunapiovra dellaquale nessuno sospettava l esistenza; che viveva in un mondo di mezzo passando inosservata e condizionando la politica, il tessuto sociale e l economia della città. Non ciera riuscita nemmeno la Banda della Magliana, nella quale il capo di questa nuova entità criminale, Massimo Carminati, siera costruitounareputazione. Continua a pag. 16 Qualunque cosa succeda prefazione di Carlo Azeglio Ciampi Giorgio Ambrosoli oggi Da questo libro il film RAI con Pierfrancesco Favino Disponibile anche in edizione per la scuola Francesco licenzia a sorpresa il capo delle Guardie svizzere Franca Giansoldati I «Dai rifiuti agli immigrati, in strada comandiamo noi» Silvia Barocci e Sara Menafra L l Papa ha rimosso il capo della Guardia Svizzera. L annuncio a sorpresa è apparso sulla prima pagina dell Osservatore Romano all interno della rubrica «Nostre Informazioni», quellasolitamente più seguita in curia. Il metodoseguito èapparso irrituale rispetto al passato. Una specie di fulmine a ciel sereno all interno del piccolo Stato. «Il Santo Padre ha disposto che il colonnello Daniel Rudof Anrig termini il suo ufficioil31 gennaio2015, alla conclusione della proroga concessa dopo la fine del suo mandato». A pag. 17 a «mafia capitale» di Massimo Carminati è pensata per dominare la città, ma nasce in quattro strade nel quartiere di Vigna Clara. È in un bar di Vigna Stelluti che Carminati esprime al suo braccio destro l idea di come gli imprenditori debbano rivolgersi all organizzazione. A pag. 5 TORO, AFFRONTATE LE PROSSIME SFIDE Buongiorno, Toro!Non vi dovete sentire minacciati da colleghi o concorrenti: accettate le sfide, quando vengono lanciate, e affrontatele con calma, nel miglior modo possibile. Dicembre vi riserva due passaggi della Luna, questo di oggi e domani e quello di San Silvestro, da considerare come l augurio delle stelle per il Auguri. L oroscopo a pag. 33 ROMA Mafia e politica, un ciclone giudiziario si abbatte sulla Capitale. Trentasette arresti, tra cui l ex Nar Massimo Carminati, un centinaio di indagati, compreso l ex sindaco di Roma Alemanno e sequestri milionari: sono i numeri di una indagine della Procura di Roma che va dagli appalti all usura. Coinvolti anche esponenti del Pd. Si tratta del primo esempio di organizzazioneromana conmetodi mafiosi, senza infiltrazioni dal Sud. Allegri e Canettieri alle pag. 2, 3, 4, 5 e 6 RAGUSA La madre di Loris, il bambino di otto anni ucciso in provincia di Ragusa, è stata convocata in Questura ieri sera. Ha dovuto spiegare perché le telecamere sabato mattina - nel tragitto dalla casa alla scuola - avevano fissato l immagine sua e di Diego, il figlio più piccolo, di un anno appena, e non quella di Loris. Lo sconcertodella procura: la popolazione non collabora. Cirillo a pag. 19 I SERVIZI Il modello «Noi tra i vivi e i morti nel mondo di mezzo» Il personaggio «Sono il re di Roma» Gli affari del guercio Loris, la mamma sotto torchio: giallo telecamere `Ragusa, il bimbo mai inquadrato nei video `Lo sconcerto della Procura: nessuno parla Concordia L accusa: a Schettino venti anni di galera Silvia Pasquini L Errante a pag. 3 Mangani a pag. 4 a sua verità Schettino l ha raccontata ieri, per 7 ore, davanti ai giudici del tribunale. A pag. 18

2 2 Primo Piano «Mafia romana» Decine di arresti anche Alemanno tra gli indagati `Ai vertici l ex Nar Massimo Carminati. Il procuratore Pignatone: organizzazione trasversale. L ex sindaco: «Ne uscirò a testa alta» L INCHIESTA L inchiesta Mondo di mezzo ROMA E un terremoto politico-giudiziario destinato a riscrivere gli ultimi anni di vita istituzionale della Capitale. Un'inchiesta, definita «solida» dal ministro Alfano, che, come una bomba, si abbatte su Roma. Trentasette arresti e un centinaio di indagati: l ipotesi di associazione a delinquere di stampo mafioso ha portato in cella l'ex Nar Massimo Carminati e sotto accusa l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno («sono estraneo a fatti e lo dimostrerò, ne uscirò a testa alta»). Gli inquirentil'hanno ribattezzata «Mondo di mezzo», perché è così che lo stesso Carminati definisce l'area di confine tra i due diversi «mondi», quello legale e quello illegale, in grado di garantire le relazioni funzionali al conseguimento degli interessi dell'organizzazione, dalla giunta Alemanno a quella Marino. In questo «sottomondo» di malaffare, fatto anche di collegamenti tra ambienti di estrema destra e politica, il ruolo primario è di Carminati, uomo dellabanda dellamagliana. Unpassato che non passa. Grazie all' uso costante della minaccia e della violenza e al controllo degli appalti pubblici, il re di Roma gestiva una holding del malaffare versatile: dagli appalti LA RETE ROMA Che i suoi amici impresentabili gli fossero rimasti a fianco era stato chiaro dalla quantità di braccia tese nel saluto romano sotto al Campidoglio al momento dell elezione a sindaco di Gianni Alemanno. Ma adesso le carte della procura raccontano un altra storia: la mafia capitale, evoluzione in formadibusinessdelladestra violenta e criminale, che tanti anni fa un giovanissmo Alemanno aveva incrociato, ha pilotato la nomina ai vertici di alcune municipalizzate, controllava appalti a sei zeri, decideva e incassava. Quegli amici avrebbero finanziato la campagna elettorale dell ex camerata e versato contributi alla Fondazione del sindaco, Nuova Italia. «Non hai idea di quante ce n'ho, pago tutti, pago. Anche due cene con il sindaco, 75mila euro, ti sembrano pochi?», dicein una conversazione intercettatasalvatore Buzzi, una condannaperomicidioallespalle,trait d union tra Massimo Carminati e la politica. E Buzzi a cercare la claque per il sindaco durante la campagna elettorale, 50 uomini, pronti ad applaudirlo. L 11 maggio 2014 l uomo di Carminati parla al telefonoconalemanno,leeuropee sono alle porte: «Devo fare delle telefonate? devo fare qualcosa?» chiede l ex sindaco. E Buzzi: «No, no tranquillo. Ora manderemo a Milardi (della segreteria di Alemanno ndr) l elenco delle persone, nostri amici del sud che ti possono dare una mano con parecchi voti». Ese il procuratore Giuseppe Pignatone spiega che «la posizione di Alemannoè ancora tutta da vagliare», poi aggiunge: «Alcuni uomini vicini ad Alemanno sono componenti a pieno titolo dell organizzazione guidata da Massimo Carminati». Gli appalti assegnati dall ex ad dell Ama Franco Panzironi «pubblico ufficiale a libro paga» e le procedure per la scelta del suo successorelodimostrerebbero. LA RETE In testa ai fedelissimi c è Riccardo Mancini, un passato nell estrema destra e una condanna per violazione della legge sulle armi, tesoriere e curatore della campagna elettoraledall exsindaco,nominatoad di Eur spa. Quando Mancini viene all'estorsione, dall'usuraal recupero crediti. Aveva contatti con manager, politici e col crimine di ogni specie: da Michele Senese, boss in odore di camorra, alla «batteria» di Ponte Milvio che controlla i locali della movida romana, dalla potente famiglia nomade romana dei Casamonica alla spiccia criminalità di travolto dalle inchieste e arrestato percorruzione,il sistema avverte le prime scosse. A sostituirlo è arrivato Luca Gramazio, figlio del senatore Domenico e capogruppo del Pdl in Comune. «E l amico mio che sta in Comune», dice Carminati. Ma nell elenco degli indagati c è anche Antonio Lucarelli, che da portavoce di Forza Nuova si è trovato capo segreteria del sindaco. «Ho scoperto oggi dal sindaco che non ci stanno i soldi su Castel Romano (campo nomadi)» dice Buzzi.Poi aggiunge: «Pure ilsindaco dice: saihoincontrato Salvatore...mi strada. LA RICOSTRUZIONE L'organizzazione, secondo il gip FlaviaCostantini, ha potuto contare su figure apicali dell'amministrazione capitolina dal 2008 al Su richiesta dei pm Giuseppe Cascini, Paolo Ielo e Luca Tescaroli, coordinati dall aggiunto Michele Prestipino, in manette sono finiti, oltre a Carminati, il suo braccio destro Salvatore Buzzi, l ex consigliere Enav Fabrizio Franco Testa, l ex ad di Eur spa Riccardo Mancini, l ex ad di Ama Franco Panzironi, il suo successore Giovanni Fiscon. L operazione del Ros dei carabinierie della Guardia di Finanza ha svelato come la Mafia capitale controllasse i settori produttivi della Capitale, compreso il business dell'accoglienza degli immigrati e quello dei campi nomadi. GLI ILLECITI Tra gli arrestati c'è anche Luca Odevaine, già capo di gabinetto nel 2006 dell'allora sindaco di Valter Veltroni, che nella sua qualità di appartenente al Tavolo di Coordinamento nazionale Mancini, Panzironi e gli altri fedelissimi il cerchio nero dell ex primo cittadino L EX AD DI AMA «PUBBLICO UFFICIALE A LIBRO PAGA» INDAGATI ANCHE LUCA GRAMAZIO E LUCARELLI IL SISTEMA ILLECITO Una holding di affare sporchi nella città di Roma costituita tra politica, mafia ed ex pezzi dell'eversione di destra e della criminalità per aggiudicarsi appalti e finanziamenti pubblici dal Comune di Roma e dalle aziende municipalizzate GLI ARRESTI 29 persone in carcere 8 persone ai domiciliari LA BANDA GESTIVA DALL USURA AGLI APPALTI INTERVIENE ALFANO: «L INCHIESTA È SOLIDA» GLI INDAGATI Circa 100 persone, tra le quali l'ex sindaco della capitale Gianni Alemanno I REATI CONTESTATI Associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, usura, riciclaggio, turbativa d asta, false fatturazioni I BENI SEQUESTRATI 200 milioni di euro ANSA RICCARDO MANCINI Ex ad dell'ente Eur, arrestato in passato per un giro di presunte mazzette legate all'appalto per la fornitura di filobus FABRIZIO FRANCO TESTA Considerato dai magistrati una testa di ponte dell'organizzazione, si occupava della nomina di persone gradite LE PERQUISIZIONI I carabinieri ieri in Campidoglio ANTONIO LUCARELLI Ex leader di Forza Nuova a Roma, è stato capo di gabinetto del sindaco del Comune di Roma Gianni Alemanno mancano i soldi sul bilancio de Castel Romano». E Buzi: «Tu c hai il fondo per lo sforamento di Castel Romano...ma i due milioni di euro di Castel Romano erano spalmati su non c hai una lira». E Lucarelli: «Lo dobbiamo rateizzare col debito», con l assestamento dobbiamo fà la rateizzazione, che dobbiamofa?». L uomo chiave degli affari, però, è FrancoPanzironi che con Alemanno condividegli interessi nella Fondazione Nuova Italia ed è stato a lungo ad Ama. Prima di essere travolto dall indagine su Parentopoli EX SINDACO Gianni Alemanno IL COMITATO D AFFARI AVEVA RAPPORTI CON I BOSS DELLA MALAVITA NELLA RETE ANCHE IL PD ODEVAINE assegna commesse alle coop riconducibili al gruppo, gli succede un altrofidatissimo, Giovanni Fiscon, suo successore. Nel lungo elenco c è anche Fabrizio Franco Testa, uomo di Carminati, già coinvolto nell inchiestaenav. LE NOMINE AMA Scrive ilgip: «Un territorio istituzionale, target privilegiato del sodalizio criminale, è Ama spa, società posseduta dal Comune, incaricata di pubblico esercizio, ente aggiudicatario di appalti». Sulla scelta dei verticici sono decine diintercettazioni così come sugli appalti. E il 4 marzo 2013 quando Alemanno nominaberti nel cda Ama: «Leindagini svolte - scrive il gip - hanno consentito di evidenziare che Berti, avvocato civilista, sia stata la persona cheha espressogliinteressi, all internodelcdadiamaapartiredalla sua nomina, del gruppo criminale sull'accoglienza per i richiedenti e titolari di protezione internazionale, ha orientato, in cambio di uno «stipendio» mensile di 5 mila euro garantito dal clan, le scelte del tavolo per l'assegnazione dei flussi di immigrati alle strutture gestite da uomini dell' organizzazione. Sul registro degli indagati anche i nomi dell'assessore alla Casa Daniele Ozzimo e quello del presidente dell' assemblea capitolina, Mirko Coratti, entrambi del Pd, che si sono già dimessi dichiarandosi «estranei». Sotto accusa è finito pure il responsabile della DirezioneTrasparenzadel Campidoglio, Italo Walter Politano, che domani sarà rimosso dal suo incarico. Un business a sei zeri e nomi che tornano, come quello di Gennaro Mokbel, già condannato a 15 anni per la maxitruffa TelecomSparkle efastweb ocome il manager Fabrizio Franco Testa che curava, dall'interno delle strutture politico-amministrative, gli interessi dell'organizzazione. Le indagini, ancora in corso, potrebbero riservare nuove sorprese. Silvio Gentile FRANCO PANZIRONI Ex amministratore delegato di Ama, a fronte del periodico pagamento di tangenti e di versamenti in favore di Fondazioni della sua stessa area politica, si è reso disponibile per l'aggiudicazione di appalti riconducibile a Buzzi Carminati e Testa, che si interfacciava con tale plesso della pubblica amministrazioneattraverso lesocietà cooperative gestite da Buzzi». E invece sulla sofferta nomina del successore dipanzironi che le energie la politicae lalobbycriminale cercanoun punto di incontro. Dopo lunghe trattative, la scelta cade su GiovanniFiscon. L ORDINANZA Scrive il gip: «Quello che può essere,allo stato dell'indagine, affermato con certezza è che vi erano dinamiche relazionali precise, che si intensificavano progressivamente, tra Alemanno, sindaco di Roma, e il suo entourage politico e amministrativo, da un lato e il gruppo criminalecheruotavaintornoabuzzi ecarminati,dall'altro». Valentina Errante

3 Primo Piano 3 IL SISTEMA La vendetta dell ex skipper ROMA «È la teoria del mondo di mezzo, compà. Ci stanno...come si dice...i vivi sopra e i morti sotto, enoistiamo nelmezzo». La rivisitazione del mondo vista da Massimo Carminati passa per Tolkien e il Signore degli anelli: «Ci sta un mondo in mezzo in cui tutti si incontrano e dici come cazzo è possibile, come se io domani posso stare a cena con Berlusconi». Politica, alta finanza, istituzioni, tutti a inseguire lo stesso obiettivo: la conquista del tesoro. È in questa intercettazione telefonica tra l ex terrorista dei Nar e il suo braccio destro e sodale SalvatoreBrugia, la filosofiadi quella che i magistrati chiamano la Mafia Capitale. Una sorta di Banda della Magliana dei tempi moderni, dove non sono i banditi a cercare accordi con la politica, ma è la politica ad alimentarsi e a convivere con la criminalità, senza farsi infiltrare dalle mafie storiche che arrivano dal Sud. Sarebbe sbagliato definirla nuova mafia, assimilandola a quelle tradizionali. Per dirla con il gip Flavia Costantini è «un organizzazionecriminaletanto pericolosa quanto poliedrica che - secondo le parole di uno dei suoi esponenti più autorevoli e pericolosi, quello stesso Carminati che ha continuato a comandare sulla città - «opera soprattutto in un mondo di mezzo, un luogo dove per effetto della potenza e dell autorevolezza di Mafia Capitale, sirealizzanosinergie criminali e si compongono equilibri illeciti tra il mondo di sopra, fatto di colletti bianchi, imprenditoria e istituzioni, e il mondo di sotto, composto da batterie di rapinatori, trafficanti di droga, gruppi che operano illecitamente con l uso delle armi». Le rivelazioni del pentito Grilli hanno fatto partire l inchiesta C è anche un pentito in questa nuova inchiesta sulla mafia a Roma. Si chiama Roberto Grilli, ex skipper arrestato con 500 chili di cocaina in barca, è già stato sentito nel processo a Cassia. E lui scrive il gip a dare indicazioni su quali siano i luoghi in cui si vede l organizzazione. «L'ubicazione del distributore a Corso Francia, il negozio di Alessia Marini, e la presenza di Riccardo Bruglia e di Massimo Carminati nei pressi del distributore di benzina di Corso Francia». Grilli spiega La tela criminale, dai rifiuti ai rifugiati «Nel mondo di mezzo tutto è possibile» `È il primo esempio di organizzazione romana con metodi mafiosi, senza infiltrazioni dal Sud AVEVANO MESSO LE MANI ANCHE SUL BUSINESS DELL ACCOGLIENZA DEGLI IMMIGRATI E SULLE CICLABILI anche che il gruppo ha una vera e propria armeria: «Indica il gruppo facente capo a Carminati come punto di riferimento per l'acquisizione di armi da parte di altri gruppi ed organizzazioni criminali. Grilli, in particolare, spiegava di aver sempre saputo che qualunque criminale avesse avuto necessità di reperire un'arma "pulita" (cioè non utilizzata in precedenti azioni violente), si sarebbe potuto rivolgere a Brugia Riccardo, individuato come "armiere" dell'organizzazione». GLI AFFARI PRINCIPALI SONO QUELLI ORGANIZZATI DALL AMA: CONTRATTI PER MILIONI DI EURO CON TANGENTI CONSIDEREVOLI LE NOMINE PILOTATE È graziea questo rapporto di forze che l organizzazione si aggiudica appalti, decide le nomine politiche, orienta le elezioni. E il tutto avviene in maniera rigorosamente bipartisan, tra «appartenenti per storia e per scelte politichead areediverse, spessoancheopposte, nellequalial radicalismo delle posizioni ideali professate fa da contrappunto l assenza totaledi remore a comporre, con soddisfazioneeapprezzamento reciproci, affari illeciti». I capitoli fondamentali della collusione tra l organizzazione criminale e le istituzioni riguardano le commesse nella gestione dei business di rifugiati e nomadi, rifiuti e verde pubblico. In testa, le cooperative riconducibili a Buzzi per la gestione del campo nomadi di Castel Romano. Un affareda17 milioni di eurospalmati in tre anni, che vengono recuperati con assestamenti di bilancio e dopo lunghe trattative. Perché dicono gli indagati al telefono, «con i rom si fanno più soldi che con la droga». Ma anche l emergenza immigrazione, per il gruppo criminale, diventa business. I RIFUGIATI A maggio 2013 l uomo di Carminati, Salvatore Buzzi, organizza le strutture per accogliere i rifugiati. E la Eriches 29 ottiene la commessa per il Cara di Castelnuovo di Porto. Anche se gli appalti principali sono quelli assegnati dall Ama di Franco Panzironi: secondo gli inquirenti, sulla garada 5milioni di euro cheriguarda il Multimateriale viene pagata una tangente da 120 mila euro. C è poi il mega appalto da 21milioni 450 mila euro, quattro dei cinque lotti se li aggiudica `La cupola pilotava tutti gli appalti. Nomine gestite per ottenere il consenso bipartisan delle istituzioni La citazione Quella terra inventata dei romanzi di Tolkien È la Terra di mezzo, il continente inventato da Tolkien nel Signore degli anelli, il «Mondo di mezzo» a cui fa riferimento Carminati nelle intercettazioni. (Nella foto, la scena di uno dei film tratti dalla saga di Tolkien). Cns, Consorzio nazionale servizi cooperativa Bologna, che li gira alle coop di Buzzi. «Il valore del contratto è di circa 10 milioni di euro all anno - si legge nell ordinanza di custodia cautelare - poi il Cns l ha suddiviso in tre cooperative. La quota spettante alla 29 giugno sevizi è di circa 4 milioni, altrettanti per la 29 giugno onlus. Appare assai significativa la circostanza che il giorno successivo all aggiudicazione della raccolta differenziata, le società riconducibili a Buzzi eroghino, a favoredella fondazione riconducibile a Panzironi e Alemanno (Nuova Italia, ndr) la somma pari a 30 mila euro. Alle coop vanno anche le commesse per le piste ciclabili, il verde pubblico e i lavori per l emergenza neve. Valentina Errante Cristiana Mangani

4 4 Primo Piano L ex Nar Carminati il Nero burattinaio della mala romana «Sono l ultimo re» `Protagonista degli anni di piombo, assolto più volte, sopravvissuto anche a un colpo di pistola sparato in testa IL PERSONAGGIO ROMA L ultimo re di Roma è caduto, trascinato forse dalla convinzioni di farla franca anche questa volta. È il senso di impunità che sembra aver reso Massimo Carminati, un mito. Quella capacità di uscire quasisempre pulito dai più grandi misteri della storia italiana. Nato a Milano 56 anni fa, il Cecato si è trasferito a Roma subito dopo, dove è cresciuto tra attentati, trame nere, stragi e depistaggi. A Roma Nord lo conoscono tutti. Identificarlo è facile: l occhio sinistro riporta un antica ferita. Un colpo di pistola esploso a distanza ravvicinatada uncarabinierenel 1981 per poco non gli è costato la vita. È sopravvissuto a una pallottola in testa, e haconquistato lafamadi immortale. «Èil re di Roma cheviene qua, io entro dalla porta principale - dicedi sestesso inuna intercettazioneregistratadal Rosdei carabinieri - Nella strada tanto comandiamo sempre noi, nella strada tu c'avrai sempre bisogno». LE ATTIVITA I suoi avvocati lo hanno descritto come una persona senza reddito, sostenendo che, dopo aver pagato l ultimo debito con la giustizia, il cecato ha soltanto gestito il negozio di abbigliamento Blue Marlin, che fa capo alla Amc Industry srl, di cui è amministratore unico lamogliealessia Marini. Ilsuonome, infatti, non compare neanche come socio. Anche perché è sempre la Amc a prendere in affitto la villa a Sacrofano, alle porte di Roma, dopo averla regalata al commercialista Marco Iannilli, già coinvolto nell inchiesta Fastweb. CHIAMATO ANCHE IL CECATO PER LA FERITA ALL OCCHIO USCÌ IMPUNITO DAI PIÙ GRANDI MISTERI ITALIANI I misteri La banda I legami con i boss della Magliana Alla fine degli anni Settanta Carminati entra in contatto con i boss della banda della Magliana. Le cronache di quei tempi parlano di una stretta collaborazione tra criminalità ed estremismo di destra. L assoluzione L omicidio di Mino Pecorelli Secondo alcuni pentiti, Carminati effettuò per conto della Magliana l omicidio del giornalista Mino Pecorelli. Dopo tre gradi di giudizio, però,venne assolto dalla Cassazione. Romanzo Criminale Al cinema il Nero è Scamarcio La figura di Carminati ha ispirato il personaggio del Nero nel libro di De Cataldo Romanzo criminale. Nel film che ne verrà poi tratto il personaggio del Nero fu interpretato da Scamarcio. Carminati spiega perché: «Nun me posso intestà niente - dichiara a un amico - Me lo portano subito via». La sua biografia è leggendaria: ha ispirato il Nero, uno dei protagonisti di Romanzo criminale. Ed è legato indissolubilmente agli anni 70, anni di attentati e terrorismo, durante i quali approda ai Nar, probabilmente tirato dentro da uno che lo stimava molto, il suo compagno di scuola, Valerio Giusva Fioravanti. «Il fenomeno Carminati - scrive il gip Flavia Costantini nell ordinanza di custodia cautelare - è riscontrato già ai primordi della sua carriera criminale, allorché militava nella formazione di estrema destra Nuclei armati rivoluzionari, e al contempo, era coinvolto in gravi attività delittuose che hanno segnato la storia della Banda della Magliana per aver stretto rapporti fiduciari con alcuni degli appartenenti di maggiore spicco». Una trasversalità, divisa tra borghesia e crimine, che lo ha reso invincibile. L arresto di Massimo Carminati, ieri mattina, da parte dei Carabinieri I PROCESSI Sempre a un passo dall ergastolo, è riuscito a cavarsela con pene minori. Enonè sologiusvafioravanti, l amico dell'istituto paritario Federico Tozzi del quartiere di Monteverde, perché frequenta anche Alessandro Alibrandi, figlio di un noto giudice della Capitale, Franco Anselmi, ex missino e fondatore dei Nar. È stato processato e assolto per l omicidio del giornalista Mino Pecorelli e per il depistaggio relativo alla strage di Bologna, così come per l omicidio di Fausto e Iaio, Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, all'epoca diciottenni, frequentatori del Centro Sociale Leoncavallo, uccisi da 8 colpi di pistola per mano di estremisti di destra. Indagato per essere l'ideatore del furto al caveau della Banca di Roma interno al Palazzo di Giustizia di piazzale Clodio nel 1999, viene coinvolto nell'inchiesta sul calcioscomesse. Da quasi 40 anni le mani di Massimo Carminati sono sulla città di Roma. Gli è andata meno bene, condanna a dieci anni, nel processo per il pentimento di Maurizio Abbatino, che ha chiuso la stagione dei vecchi della Banda della Magliana. Poca cosa se si pensa a tutti i reati che gli hanno contestato. Ha tessuto rapporti con forze dell ordine e servizi segreti. Da sempre in mezzo ai mondi, così come vuole la sua filosofia, era ora un uomo libero. E proprio questo, secondo il gip - quelle pronunce di assoluzione per alcune delle più gravi accuse, «sembrano aver contribuito ad alimentarne la fama criminale, favorendo la creazione di una sorta di mito dell impunità». Un mito che, forse, ieri è caduto. Cristiana Mangani Carminati a processo nel 96 FU INDAGATO PER LA RAPINA ALLA BANCA DEL TRIBUNALE DI PIAZZALE CLODIO COINVOLTO ANCHE NEL CALCIOSCOMMESSE Buzzi, da estremista rosso a mediatore con il potere IL RITRATTO ROMA Rossi e neri uniti insieme per il comune obiettivo di fare soldi e affari. Massimo Carminati, infatti, aveva un braccio destro proveniente dall estrema sinistra. Salvatore Buzzi, 59 anni, arrestatoieri insiemeconl exterrorista dei Nar, intercettato dai carabinieri del Ros, dice: «La politica è una cosa, gli affari sò affari». E lui, condannato in passato per l omicidio di due escort, si era inventato prima una cooperativa sociale con ex detenuti e poi aveva creato un piccolo impero nel settore. Capace di mettere al tavolo - in senso letterale - esponenti didestraedi sinistra, alui Carminati aveva chiesto di «mettersi la minigonna e battere» per ingraziarsi la nuova giunta Marino. Buzzi viene definito dal gip, il «braccio destro imprenditoriale» del Nero. Nell ordinanza di arrestoèscritto: «Ilsuoruolo apicale indiscusso, la sua posizione di primazianel settoredell organizzazione volto alla sfera pubblica, la sua presenza operativa in tutti i numerosissimi reati commessi nel settore. L'analisi del suo percorso criminale - prosegue il giudice - consente di cogliere la particolare propensione a delinquere dell indagato. Condannato per omicidio e per calunnia, sfrutta tutte le aperture dell ordinamento giudiziario per reinserirsi in circuiticriminaliadun livellodecisamente più alto e raffinato. Fruisce di liberazione anticipata e della liberazione condizionale, benefici palese frutto di una manipolazione verso gli organi che li hanno concessi, evidentemente ingannati circa la volontà di cooperare all opera di rieducazione, seilrisultato sonoifatti, gravissimi, per cui si procede». La sua propensione a delinquere si evince dagli investimenti in capitale istituzionale che egli fa con il cambio di maggioranza al comune di Roma, «iniziando - aggiunge il giudice - un'attività intesa a introdurre nel suo circuito criminale gli esponenti della nuova amministrazione, espressione della ricerca di una continua espansione in forma allargata del sistema corruttivo. Eloquente esempio di tale ricerca di espansione criminale è la vicenda relativa al comune di Morlupo, nella quale egli sta per ottenere l'assegnazione di lavori». S. G. IN CARCERE PER L OMICIDIO DI DUE ESCORT, POI CREATORE DI UNA COOPERATIVA IL SUO MOTTO: «GLI AFFARI SÒ AFFARI»

5 Primo Piano 5 La banda e gli affari da destra a sinistra: «Metti la gonna e vai a battere in Comune» `Gli ordini di Carminati a Salvatore Buzzi dopo l elezione di Marino: «Pijamo le misure al sindaco» `«Stai attento che per la strada comandiamo noi» Così l organizzazione terrorizzava il mondo politico Le perquisizioni Trovati anche quadri di Warhol e Pollock Nel corso delle perquisizioni compiute nelle abitazioni e negli uffici degli indagati, i carabinieri hanno trovato una sorpresa: venti quadri di notevole valore, tra cui opere di Andy Warhol e di Jackson Pollock, conservate nella casa di uno degli indagati. I beni sarebbero riconducibili allo stesso Massimo Carminati, l ex terrorista dei Nar a capo della organizzazione colpita dall operazione Mondo di mezzo e dall inchiesta della procura di Roma. La notizia è stata riferita dal capo dei Carabinieri del Ros, generale Mario Parente, nel corso di una conferenza stampa. Altri dipinti, circa 25, sarebbero stati trovati proprio a casa di Carminati. I quadri verranno ora analizzati dagli esperti per accertare se si tratta di opere autentiche o di falsi. Nell abitazione di un altro indagato sono invece stati sequestrati 570mila euro in contanti. (Nella foto, un quadro di Jackson Pollock). LE INTERCETTAZIONI ROMA La «mafiacapitale» dimassimocarminati èpensataper dominarela città, ma nasce in quattro strade nel quartiere di Vigna Clara, a nord della Capitale, dove la Roma fascio mafiosa ha sempre preferito assestarsi. E in un bar di Vigna Stelluti, il 13 dicembre 2012, che Carminati esprime al suo braccio destro Riccardo Brugia, l idea dicome gli imprenditori debbano rivolgersi all organizzazione. Per ottenereprotezione e decidere di lavorare con loro: «Allora qual è il discorso? Che noi dobbiamo intervenire prima, tu lo devi mettere seduto glidevi di tu vuoi stare tranquillo? Allora mettiamoci a fermare il gioco, perché dopo ci mettiamo d accordo con quelli che ti rompono... je devi dì che stai facendo? Ho sentito voci che te vonno rubà, tu daglieli 4 sordi! Perché qui a noi ci chiamano sempre dopo compà!». «COMANDIANO NOI» L avvicinamento, è solo un primo passo. Carminati: «Devono essere nostri esecutori... devono lavorare per noi, non si può fare più come una volta... Che noi arriviamo dopo e facciamo i recuperi... Senti lo sai che c è? I recuperi vatteli a fa da solo! Non siamo più gente che potemo fa una cosa del genere pe du lire» Brugia: «E chiaro»; Carminati: «E normale che dall amicizia deve nascere un discorso che facciamo affari insieme, perché tanto nella strada glielo devi dire... a come ti chiami? comandiamo sempre noi... non comanderà mai uno come te nella strada, tu c avrai sempre bisogno». L inchiesta curata dal procuratore aggiunto Michele Prestipino e dai pm Giuseppe Cascini, Paolo Ielo e Luca Tescaroli, squaderna un meccanismo che vale non solo per i commercianti. Ma che viene applicato alla politica. Prima con la giunta Alemanno e, poi, con quella del Pd. CHE TE SERVE? E proprio l elezione di Marino al Campidoglio che impone a Carminati un cambio di rotta per continuare a gestire soldi e affari. Il pirata ha le idee chiare e ne parla con un altro ex Nar, MarioCorsi, noto commentatore radiofonico : «Allora nel progetto, perchévoi fate liprogetti.. la politica.. adesso che progetti c'avete? Teneteci presenti per i progetti che c'avete, che te serve? Che cosa posso fare? Come posso guadagnare, che te serve il movimento terra? Che ti attacco i manifesti? Che ti pulisco il culo.. ecco, te lo faccio io perché se poi vengo a sape' che te lo fa un altro, capito? Allora è una cosa sgradevole.. però famolo se no.. se perdemo la battuta». A Salvatore Buzzi, capo della cooperativa 29 giugno e trait-union con la politica, Carminati lo dice senza mezzi termini: «Allora mettiti la minigonna e vai a battere con questi, amico mio. Bisogna vendere il prodotto. C è da pija le misure a Marino». FINMECCANICA A spiegare quanto Carminati sia «intoccabile» e il peso che abbia assunto persino all interno di Finmeccanica è lo stesso Buzzi: «Ma lo sai perché Massimo è intoccabile? Perché eralui che portava i soldi per Finmeccanica! Bustoni di soldi! A tutti li ha portati Massimo! 4 milioni dentro le buste! Alla fine mi ha detto è sicuro che l ho portati a tutti! Tutti! Pure a Rifondazione!». Il rapporto resta vivo negli anni. Nel 2013, dopo che diverse inchieste hanno già smontato il vecchio sistema Finmeccanica, Carminati e l ex direttore commerciale dell azienda del ministero del Tesoro sono ancora in ottimi rapporti. Le intercettazioni La foto Quella cena bipartisan MA SAI PERCHÈ MASSIMO È INTOCCABILE? PERCHÉ LUI PORTAVA BUSTONI DI SOLDI PER FINMECCANICA Buzzi racconta i retroscena sul potere di Carminati CAPISCI BENE, SENNÒ TI TAGLIO LA GOLA... PORTAME I SOLDI SENNÒ T AMMAZZO PURE I FIGLI Le minacce di Calvio all imprenditore Manattini TENETECI PRESENTI PER I VOSTRI PROGETTI SE TE LO FA UN ALTRO DIVENTA SGRADEVOLE Carminati parla del futuro al telefono con Mario Corsi DEVI DÌ: COMANDIAMO NOI, UNO COME TE AVRÀ SEMPRE BISOGNO NON COMANDERÀ MAI Carminati spiega a Brugia come si deve comportare 2010, a tavola c era anche un Casamonica Lafoto risaleal 2010: attorno al tavolo Salvatore Buzzi, l allora sindaco Gianni Alemanno, l ex capo dell Ama Franco Panzironi, un esponente del clan Casamonica, Luciano, in semilibertà (con la maglia dell Italia), il dimissionario assessore alla casa Daniele Ozzimo e il deputato Pd Umberto Marroni PANETTA Oltreaicompagnidi destra, quelli che si è portato dietro nel tempo come Riccardo Mancini (ex ad di Eur Spa), Carminati vanta amicizie. Anche quella con Fabio Panetta, oravicedi Draghi alla Bce. Sono «tutti amici da una vita eh - dice l ex Nar intercettato - Poiuno hapresounastrada. Loro lo possono dì sono amico di Mancini ma con Mancini abbiamo fatto dieci processi quando eravamo ragazzini... Stavamo al Fungo insieme. Ma come tante persone che magari hanno fatto carriera, che in questo momento magari non sono indagate, non hanno problemi che... per cui ho fatto cioè... ci sta che ne so... Fabio Panetta è il vice di Draghi alla Bce è amico mio... eravamo amici da quando eravamo ragazzini... cioè che vuoi dì.. ognuno fa la vita sua». L EMERGENZA IMMIGRATI Gli affari si fanno su tanti fronti. Droga, usura ed estorsioni non solo i soli filoni d impresa per Carminati. Che punta molto sull emergenza immigrati trarre profitti illeciti enormi. Lo dice chiaramentebuzzi alla sua collaboratrice, Piera Chiaravalle: «Tu c haiidea diquanto ceguadagnano sugli immigrati? Il traffico di droga rende meno». Carminati provaadinterferirenelle decisioni dell Assemblea Capitolina in occasione della programmazione del bilancio pluriennale 2012/2014 e relativo bilancio di assestamento di Roma Capitale per rifinanziare i campi nomadi, la pulizia delle aree verdi e dei Minori per l emergenza Nord Africa, tutti settori in cui operano le società cooperative di Salvatore Buzzi. GLI ALTRI CLAN Per tenere sotto controllo i problemi che sarebbero potuti insorgere con i nomadi, Carminati si avvale della collaborazione di un altro potente clan dei Casamonica. Il loro capo, Luciano, è definito «mediatore culturale». «Mi informo domani, io conosco bene Luciano», rassicura Carminati al telefono con uno dei suoi. E per superare il problema del campo nomadi di Castel Romano dato in gestione alla cooperativa di Buzzi, a Casamonica vengono assicurati 20 mila euro al mese. Immancabili i rapporti col gotha della criminalità organizzata romana Ernesto Diotallevi e MicheleSenese. Ma ora, con l arresto di Carminati, è la capitolazione dei re di Roma. Silvia Barocci Sara Menafra E Di Stefano restò con un solo avvocato: l altro è indagato IN PROCURA ROMA L'interrogatorio di Marco Di Stefano, deputato del Pd ed ex assessore al Demanio della giunta Marrazzo, cade nel giorno più buio della politica capitolina. Quando si pensava di aver raggiunto il culmine dello scandalo conl'affaire Enpam (unapresunta tangente da quasi 2 milioni intascata dal deputato dem, un indagato-testimone scomparso, e cariche pubbliche sfruttate per favorire amici e conoscenti), la Procura scoperchia l'esistenza di un intreccio tra mala e colletti bianchi, tra criminali e rappresentanti di spicco del Comune di Roma. Arresta 37 persone, ne indaga 100in tutto. Contesta l'associazione per delinquere di stampomafioso. E Di Stefano, dalcanto suo, arriva a piazzale Clodio a testa bassa, accompagnato da un solo avvocato, Francesco Gianzi. Perchè l'altro difensore dell'ex assessore, Pier Paolo Dell'Anno, è stato coinvolto nell inchiesta su Carminati e i suoisodali. MarcoDi Stefano, difronteaipmmaria Cristina Palaia e Corrado Fasanelli, che gli contestano i reati di corruzione, abuso d'ufficio, IL LEGALE COINVOLTO NELLE INDAGINI SULLA MAFIA ROMANA IL DEPUTATO SI AVVALE DELLA FACOLTÀ DI NON RISPONDERE truffa e turbativa d'asta, si avvale della facoltà di non rispondere. Almeno per il momento sceglie direstare insilenzio. «Misono riservato di produrre una memoria per chiarire le vicende che mi riguardano e conseguentemente di sottopormi alle domande degli inquirenti», fa poi sapere in unanota. «Ho manifestato aimagistratila necessità diriacquistare una minima serenità personale che mi permetta di ricostruire con precisione avvenimenti e vicende diverse tra di loro, che risalgono a parecchi anni fa», continua. LE ACCUSE Ilpolitico èaccusato diaver intascato una mazzetta da 1 milione e 800 mila euro dagli imprenditori Antonio e Daniele Pulcini, Marco Di Stefano nel 2009, quando era assessore al Demanio. In cambio, avrebbe manipolatole pratiche per faraffittare alla Lazio Service, una società controllata dalla Regione, due palazzi di proprietà degli imprenditori al prezzo esorbitante di 3 milioni e 725 mila euro ciascuno. Gli stessi immobili sarebbero poi stati venduti all' Enpam con una plusvalenza che superava il 50% dell'effettivo valore. Ma non è tutto: Di Stefano è sospettato anche di aver pilotato un appalto relativo ad un terreno situato sulle sponde del Tevere, di aver manovrato una commessadella Regioneperlarealizzazione di un evento, e di aver «comprato» un esame universitario di Diritto Privato. Le uniche domande a cui l'ex assessore ha risposto, riguardano la scomparsa di Alfredo Guagnelli, che gli inquirenti definiscono «braccio destro» del deputato, e che lui invece ricorda come «un caro amico». L AMICO Guagnelli, sparito nel 2009, avrebbe fatto da intermediario nell'affare con i Pulcini, ottenendo circa 300 mila euro. Di Stefanosarebbe statol'ultimoa vederlo vivo. Di fronte al pm Tiziana Cugini, che indaga contro ignoti per omicidio e che ha ascoltato il politico come persona informata sui fatti, Di Stefano ha smentitodiessereinaffari conguagnelli. «Eravamo legati da una profonda amicizia, nulla di più», avrebbe detto. Michela Allegri

6 6 Primo Piano «Ci siamo comprati anche Coratti» Terremoto sul Pd `Le intercettazioni inguaiano i dem: indagati il presidente del Consiglio comunale e l assessore Ozzimo, che si dimettono I personaggi Coratti Mirko Coratti (41 anni, Partito democratico), presidente del Consiglio comunale di Roma, è indagato nell inchiesta. Coratti si dice totalmente estraneo a tutta la vicenda. Si è dimesso ieri pomeriggio. IL CASO ROMA La terra di mezzo decantata nelle intercettazioni da Massimo Carminati non temeva niente. Nemmeno le urne. Ecco perché nel giugno 2013 appena il centrosinistra riconquista il Comune di Roma con Ignazio Marino, il capo della Mafia Capitale dà un consiglio molto pratico a Salvatore Buzzi, suo braccio destro con delega alla mala politica: «Allora mettiti la minigonna e vai a battere con questi, amico mio. Bisogna vendere il prodotto. C è da pija le misure a Marino». Per pilotare nomine, sbloccare gare d appalto, scegliere i dirigenti. «HO QUATTRO CAVALLI» «Bussacchiare in Comune», per poi mettere in piedi sulle scrivanie, sintetizza Buzzi, presidente della cooperativa sociale 29 giugno, in cui lavorano da sempre ex GLI UOMINI DEL CLAN PARLANO AL TELEFONO «COSENTINO È PROPRIO AMICO NOSTRO, A LUI 80 VOTI E 140 A GIUNTELLA» detenuti di ogni credo politico, dall estrema destra alla sinistra. Buzzi, alla vigilia delle elezioni spiega ai suoi che la partita è complessa, ma gli appoggi bipartisan consentono all organizzaizone di lavorare con tutti. «E se sbagli investimento, c ho quattro cavalli che corrono col Pd, poi con la Pdl ce ne ho tre». Il giorno delle elezioni comunali, si fa presto a fare i conti. Buzzi: «E mo vedemo Marino, ce pigliamo e misure con Marino». Il suo collaboratore: «Va bè mò Marino tramite Luigi Nieri...» Buzzi: «Noi c avevo Ozzimo, Duranti, Pastore e Nigro». L amiciziacolpd Ozzimoèsicuramente stretta. Al punto che c è almeno l ipotesi di sostenerlo con un voto disgiunto. Alla vigilia delle elezioni, Buzzi chiama Alemanno. Alemanno: «Allora? Ma è vera 'sta storia del disgiunto?» Buzzi: «Facciamo il disgiunto, facciamo. Ozzimo ed Alemanno. (ride)» Alemanno: «Eh, questo... questo mi onora molto». Buzzi: «No, ma non sefapiù...». Proprio Ozzimootterrà di lì a poco la nomina ad assessore alla casa. Ieri ha scelto di dimettersi. Nieri, vicesindaco in quota Sel, resta un punto di riferimento quando si tratta di discutere della nomina di direttori di dipartimento a settori cruciali, come le politiche sociali. Quando l appalto non viene concesso, chiedono comunque aiuto. Buzzi: «Dacce una mano perché stamo veramente messi male» Nieri: «Come no? Assolutamente va bene? Poi ce vediamo pure». Nell elenco, con un finanziamento di 5mila euro al mese, c è anche Luca Odevaine, incaricato di facilitare un appalto a Castelnuovo di Porto. GIUNTELLA E COSENTINO Del resto, il gruppo si organizza praticamente per ogni occasione. Al momento delle elezioni primarie dell ottobre 2013 del Pd, quelle che incoronano Renzi, la Mafia romana ha due candidati. E sempre Buzzi ad occuparsene. E spiega: «Stiamo a sostene' tutti e due... avemo dato centoquaranta voti a Giuntella (Tommaso Giuntella, ndr) e80a Cosentino (Lionello, senatore pd, ndr)». Puntualizzando: «Cosentino è proprio amico nostro». I carabinieri ieri in Campidoglio «ME SO COMPRATO CORATTI» Non è poi così difficile farsi spazio nella nuova maggioranza. Il 23 gennaio 2014, Buzzi, registrato dai microfoni del Ros, racconta ad un collega di aver incassato un appoggio decisivo. Buzzi: «Me so' comprato Coratti, lui sta con me... gioca con me ormai»; Caldarelli: «Quindi io stasera...»; Buzzi: «Gli ho detto guarda lo stesso rapporto che abbiamo con Giordano lo possiamo avere con te... m ha capito subito!»; Caldarelli: «Perché il capo segreteria suo ha rapporto con quell altro»; Buzzi: «Al capo stipendio suo noi gli diamo 1000 euro al mese... so tutti a stipendio Claaa... Io solo per metteme a sede a parlà con Coratti 10mila gli ho portato». Il segretario di Coratti, Figurelli, chiede per il suo aiuto uno stipendio fisso. Spiega l ordinanza: «Figurelli veniva retribuito con euro mensili, oltre a euro pagati per poter incontrare il Presidente Coratti, mentre a quest'ultimo venivano promessi euro qualora fosse intervenuto per sbloccare un pagamento di 3 milioni sul sociale», per la raccolta multimateriale con Ama. Per la stessa gara, chiedono aiuto anche ad Eugenio Patané sempre del Pd, che chiede 150milaeuroma si deveaccontentare. «Abbiamo deciso che comunque a Patané gli abbiamo dato euro per carinerie e li finisce, non gli diamo più una lira». IL SEGRETARIO DI MARINO Per arrivare nelle stanze che contano davvero in Campidoglio, la Mafia capitale stringe relazioni anche con Mattia Stella, anche lui indagato, dirigente della segreteria del sindaco Marino. Scrive il gip: «Un collaboratore di Buzzi gli dice al telefono che occorreva "valorizzare" Mattia e "legarlo" di più a loro». Simone Canettieri Sara Menafra Ozzimo Daniele Ozzimo (anche lui Pd) ha 42 anni ed è l assessore alla Casa della giunta Marino. Anche lui è indagato nell operazione Mondo di mezzo : «Sono estraneo ma rimetto il mio mandato». Patanè Eugenio Patanè ha 42 anni ed è consigliere regionale del Lazio per il Partito democratico. Anche lui è indagato e ieri mattina i carabinieri hanno perquisito il suo ufficio alla Pisana.

7 16 Commenti, opinioni, e - lettere Oltre l inchiesta Discontinuità contro il partito del malaffare Mario Ajello segue dalla prima pagina Oggi invece è questa zona grigia che diventa, secondo il racconto dei magistrati, zona nera, nerissima e trasversale, e si serve della politica per dettare legge e per imporre duramente le sue regole sulla città simbolo del nostro Paese. Con questo ribaltamento, con questo salto di qualità, con questo ennesimo passo in avanti sulla via del degrado politico-civile e dello sconfinamento nella criminalità più spaventosa, Roma diventa simile a Rete trasversale segue dalla prima pagina I De Pedis, i Giuseppucci, gli Abbruciati lottavano con i denti per guadagnarsi uno spazio in una città in cui operavano le cosche napoletane e siciliane; e finirono con il diventare un esercito armato che, più o meno inconsapevolmente, serviva gli interessi di pezzi deviati dello Stato. Pignatone voleva far capire che la città era in mano ad una mafia nuova, autoctona, che aveva mutuato i sistemi criminali dei clan siciliani e calabresi ritagliandoli su misura per la Capitale. Per i commercianti dei quartieri alti come per gli imprenditori della periferia Est, per i funzionari pubblici e, soprattutto, per la politica locale. Insomma, Massimo Carminati lo Stato se lo era comprato. Aveva i soldi, e tanti; sapeva che un busta con cinquemila euro apre qualsiasi porta se infilata nella tasche di un dirigente che ne guadagna duemila. Sapeva che ancora più efficaci sono i pacchetti di voti, che raccoglievano prima per i politici del centro destra e subito dopo per quelli del Palermo, a Reggio Calabria, a Milano dove la ndrangheta lombarda ha sfigurato quella che un tempo, assai remoto, veniva pomposamente chiamata la capitale morale d Italia. Il problema naturalmente è morale, ma prima ancora è squisitamente politico. E impone in maniera forte una questione di discontinuità. L inchiesta romana, con tutte le storie nere della destra, della sinistra e della politica mafiosa che la compongono, è la riprova che occorre ormai prescindere da questi partiti, per liberarsi dall illegalità di cui spesso questi partiti - a leggere i documenti giudiziari che li riguardano - Un sistema copiato da Cosa Nostra Massimo Martinelli centrosinistra, convogliando in una direzione o nell altra le preferenze di centinaia di sicari prezzolati. E ancora, Massimo Carminati conosceva il potere psicologico che si può esercitare sull essere umano esibendo la violenza fisica. L ordinanza firmata da tre pubblici ministeri che da quando si occupano di Carminati hanno dovuto rafforzare la scorta, fornisce la fotografia nitida di un sodalizio criminale che avrebbe potuto uccidere definitivamente l imprenditoria sana di questa città. «Questi devono essere i nostri esecutori, devono lavorare per noi», diceva Carminati al suo luogotenente Buzzi, seduto ai tavolini del bar Vigna Stelluti, uno dei luoghi culto dei giovani di Roma Nord. E «questi», nell immaginario individuale di Carminati erano i politici ma non solo. Erano gli imprenditori agricoli che dovevano cedere i terreni; i venditori di automobili che dovevano pensare al parco macchine della banda; erano i commercialisti che dovevano nascondere dentro scatole cinesi societarie la titolarità di negozi e ristoranti comprati con i soldi della droga. E se non bastavano le migliaia di euro che Buzzi distribuiva a piene mani, allora Carminati passava la mano ai sodali di un tempo, agli amici dal coltello facile e con la mano pesante. Anche loro finiti in manette nella retata di ieri per aver rotto una gamba, o aver marchiato con una lama la pelle di qualcuno che ritardava a capire chi fosse a comandare. Prepotenza, ma anche sono diventati lo scheletro, l architrave, l ubi consistam. In un sistema nel quale il romanzo criminale si è mangiato il mondo politico, non tutto per fortuna, e divorandolo si è sostituito ad esso. Siamo insomma davanti alla conferma che la vera discontinuità, a cui deve aspirare il governo di una grande città, non è tanto quella tra la ricetta di un partito e la ricetta di un altro partito, in un alternanza che è la riproposizione del sempre uguale, ma è quella tra l illegalità e la legalità, tra la mafia e il buon funzionamento trasparente ed efficiente della cosa pubblica. Più che azzerare una giunta, c è da protezione. Perchè quelli che sceglievano di stare con la banda del benzinaio di Corso Francia, dove Carminati riuniva i suoi fedelissimi, sapeva di poter contare su un assicurazione sulla vita. Ne sa qualcosa Marco Iannilli, il brillante commercialista diventato milionario con le tangenti Finmeccanica: quando Gennaro Mokbel, forse il più violento dei protagonisti di quella stagione di corruzione, Diario d Autunno Maurizio Costanzo U na nuova e orribile storia di malasanità: il 29 marzo del 2014, una bambina, Giovanna Fatello, entra in una sala operatoria di una clinica romana per una operazione di routine al timpano. Purtroppo muore. L intervento era cominciato alle 9.30 del mattino e alle la bambina era venuta a mancare, ma la sua morte venne dichiarata alle Giustamente ci si domanda cosa sia successo in quelle tre ore e venti minuti. Sono dieci gli indagati e speriamo che un giorno si arrivi alla verità. I genitori di Giovanna vogliono questo: sapere, dopo tanta omertà, la verità. liquidare una classe dirigente che si è rivelata bipartisan nel suo cuore di tenebra e nella palude che ha creato, quindi intercambiabile perché figlia delle medesime logiche assai pericolose. Se non si vuole aspettare che sia ogni volta la magistratura a fare pulizia, mentre i partiti perdono progressivamente terreno e dignità, serve un colpo di reni da parte delle forze sane della Capitale. E un opera di riscatto da parte della buona politica per riconquistare, agli occhi dei cittadini, la propria sovranità e la libertà per tutti dal malaffare. mise nel mirino Iannilli per farsi restituire otto milioni di euro, intervenne Carminati, con l autorevolezza che solo un capomafia può esercitare. Dalla panchetta del benzinaio spese poche parole per dire che Iannilli non si toccava. E Mokbel, che pure a quei tempi poteva permettersi una scorta armata di kalashnikov anche per circolare in viale Parioli, si inchinò. Le lettere firmate con nome e cognome e città, possono essere inviate a: Indirizzo postale Lettere al Messaggero, via del Tritone 152, Roma Fax Vietare il fumo negli stadi In Italia bisognerebbe fare come all estero, ad esempio a Washington: vietare il fumo anche negli stadi. In uno stadio si sta talmente appiccicati l uno all altro che la giustificazione che si tratti di un luogo aperto è del tutto risibile. Se - come è impossibile che non accada - ti capitano attorno dei fumatori, sei condannato a un ora e mezza di fumo passivo. Perché devo soffrire (e prendermi un tumore) per colpa di altri? Giorgio Sabatini Roma La riforma del lavoro I dipendenti, i lavoratori, i giovani disoccupati, i precari della scuola e della sanità aspettano con ansia le decisioni che il governo prenderà sulla riforma sul lavoro. Questa riforma è necessaria e urgente per la stabilità del Paese perché è stato raggiunto un tasso di disoccupazione molto alto. Non si può litigare su argomenti così importanti come quello del lavoro. Il nostro Paese ha bisogno di investire per incrementare la crescita. Perciò i governanti devono usare tutte le loro competenze, senza tirarsi indietro e soprattutto senza lasciarsi influenzare dalle varie lobby, nel prendere decisioni importanti. Ovviamente ci vuole un segnale forte da parte di tutto il parlamento nell appoggiare, con serietà, la riforma del lavoro. Questo impegno deve essere considerato come una vera e propria missione per salvare l Italia e gli italiani tutti, salvaguardando il lavoro. Antonio Guarnieri Cisternino (Br) Becchini disperati A tu per tu Roberto Gervaso Come ha ben scritto con humor nero il mio vecchio amico e banchiere Riccardo Riccardi in una delle sue rubriche, i becchini sono disperati. E pour cause. Si muore meno perché i funerali costano troppo. Un lusso, le esequie, che solo i ricchi possono permettersi. I poveri e i clochard, destinati alle fosse comuni. Noi, né ricchi né barboni, ma solo afflitti da un niagara di acciacchi, siamo idonei al trapasso e ai suoi riti, macabri solo per i vivi e per i dolenti, non per il defunto. Il quale, se non oberato da peccati mortali, ha la speranza di finire, dopo una pausa purificatrice in Purgatorio, in Paradiso, locazione accogliente e confortante, ma mortalmente noiosa. Noi, che ne abbiamo viste e fatte di tutti i colori, complice la generosa e spensierata gioventù, e non ci siamo mai pentiti di quello che la Chiesa considera, non a torto, il più mortale dei peccati, noi, lo sappiamo per certo, siamo condannati alla sorte di Paolo e Francesca, nel girone dantesco dei lussuriosi, quali, per ragioni di forza maggiore, e non solo anagrafiche, non possiamo più considerarci. Lo confessiamo con infinito rammarico, memori di epici amplessi e felici abbandoni. In Francia, solo in Francia, la patria dei miei amatissimi Montaigne e Voltaire, la mortalità, grazie alla crisi dei consumi e alle conseguenti diete spartane, è diminuita del quattro per cento. Che, diciamo la verità, non è poco. Io,modestamente, sono amico (l'ultima new entry) del più famoso e conteso impresario di pompe funebri mantovano, Primo, che, mi assicurava poco fa al telefono, flessioni non ne ha avute. I suoi cittadini, gaudenti a tavola e a letto, non hanno rinunciato, e non intendono rinunciare, in barba a Imu, Irpef, Iva e Irap, all'altare di Trimalcione e di Pantagruel, di Afrodite ed Eros. Gli esiti, per fortuna, non sono sempre fatali, ma i rischi esistono, e di portata spesso letale. Nella terra dei Gonzaga, dei portici, della nebbia e delle zanzare, ma anche dei tortelli alla zucca e della sbrisolona, si muore con il boccone in bocca e la poppa in mano. Si muore, quando si muore, sull'unico campo che dà dignità all'ineluttabile congedo: il campo dell'onore. Ognuno dovrebbe conoscere un becchino, avere un impresario di pompe funebri di fiducia. Io, di Primo, mi fido ciecamente. Lasciate che vi racconti come l'ho incontrato, favorito da un destino particolarmente benigno. Mi trovavo con la "Volpe", la mia astutissima moglie Vittoria, a Scilla, ospite del professor Romeo, cardiologo di fama planetaria che anni fa, con un'occhiata e due by-pass, mi ha salvato la vita, con grande sorpresa di chi mi vedeva già morto, e disappunto di chi morto mi avrebbe voluto. Stavo facendo colazione in uno stellato albergo di Scilla, quando mi si avvicinò al tavolo con la sua inseparabile compagna Pierangela, tortellinara di rara maestria, nota in tutta la provincia, e anche oltre i suoi ubertosi confini. Mi disse,lusingandomi (sensibile come sono alle adulazioni, purché smaccate), IL GRILLO PARLANTE Chi non muore, se fortunato, sopravvive che era un mio fan. Mi chiese se capitassi mai a Mantova. Gli risposi che nel mese di Ottobre avrei presentato il mio nuovo libro. "Sarò in prima fila" mi promise "con la mia Pierangela". Gli chiesi il numero di telefono per annunciargli la data del solenne evento, di cui tutta la città avrebbe parlato e che il resto del mondo colpevolmente ignorato. Mise la mano nella tasca dei bermuda che gli arrivavano al ginocchio e ne estrasse una bara d'argento. Rimosse il coperchio e spuntò la mano di un misirizzi che faceva le corna. Girò il mesto trofeo, su cui era enfaticamente cesellato il nome della sua preclara agenzia funebre e il suo numero telefonico. A Ottobre andai con mia moglie a Mantova, dove, detto fra noi, nel secolo e nel millennio scorso conobbi Vittoria, e che ha dato illustri natali a mio genero Filippo, avvocato di grido. Senza porre tempo in mezzo, chiamai Primo che, in quel momento, con il figlio Omar, stava brindando all'inaugurazione di un nuovo, piccolo cimitero nella Bassa. Mi diede l'appuntamento per la sera a cena nella nota trattoria Capretta, così chiamata dal nome della proprietaria, la signora Capra. Un convivio a due che sarebbe riduttivo definire rinascimentale, a base di antipasti misti, tortelli di zucca, per i quali non ho mai spasimato, e tortellini alla mortadella e al formaggio, ambrosia da resuscitare i morti. Era il caso di dirlo, e lo dissi, senza ferire la suscettibilità del mio anfitrione, che di morti vive. E anche bene. I suoi affari, vi posso garantire, vanno a gonfie vele. A Mantova si tira la zampa, che sarebbe meglio chiamare lo zampone, più che mai, con un gran peso sullo stomaco e il sorriso sulle labbra. Se Vittoria, che non è mai d'accordo con me, lo fosse, mi trasferirei nella patria di Virgilio domani. La buona tavola è garantita e garantita è anche la buona morte. Le bare di Primo, come ho avuto l'onore di constatare, sono più confortevoli di un'alcova, decorate con gusto: borchie d'argento e, a richiesta, anche d'oro massiccio, seta cinese di prima qualità, fregi di alta fattura. Una visita ve la consiglio. Ma evitate le soste troppo lunghe. Sono di pessimo auspicio. FONDATO NEL 1878 DIRETTORE RESPONSABILE: Virman Cusenza VICEDIRETTORI: Osvaldo De Paolini, Giancarlo Laurenzi, Stefano Regolini REDATTORI CAPO CENTRALI: Stefano Cappellini (Responsabile) Lucia Pozzi, Raffaele Alliegro, Alessandro Di Lellis, Angela Padrone, Massimo Pedretti PRESIDENTE: Francesco G. Caltagirone VICEPRESIDENTI: Gaetano Caltagirone, Azzurra Caltagirone AMMINISTRATORE DELEGATO: Albino Majore CONSIGLIERI: Alessandro Caltagirone, Carlo Carlevaris, Mario Delfini DIRETTORE GENERALE: Alvise Zanardi IL MESSAGGERO S.P.A. Sede legale Via del Tritone, Roma - Tel Copyright Il Messaggero S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati. PIEMME S.P.A. - CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Via Montello, Roma - Tel Registrazione R.S. Tribunale di Roma n. 164 del 19/6/1948 STABILIMENTI STAMPA DE «IL MESSAGGERO»: Il Messaggero S.p.A., Viale di Torre Maura 140, Roma; RCS Produzioni Milano S.p.A., via Rosa Luxemburg 2, Pessano con Bornago (MI); Martano Editrice s.r.l., viale delle Magnolie 23 - Z. I. - Bari La tiratura di martedì 2 dicembre 2014 è stata di copie Certificato ADS n del

MALAROMA, LA MAFIA CAPITALE : TUTTI I NOMI DELLE PERSONE COINVOLTE CON RELATIVI REATI IMPUTATI.

MALAROMA, LA MAFIA CAPITALE : TUTTI I NOMI DELLE PERSONE COINVOLTE CON RELATIVI REATI IMPUTATI. MALAROMA, LA MAFIA CAPITALE : TUTTI I NOMI DELLE PERSONE COINVOLTE CON RELATIVI REATI IMPUTATI. Indagati destinatari di ordinanza di custodia cautelare in carcere: 1. BRACCI Raffaele, nato Roma il 24.2.1975,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013 Classe II D Prof.ssa Daniela Simone PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Radio Kreattiva, web radio scolastica per la diffusione della cultura della legalità,

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

Report a cura del Presidio di Libera Francesca Morvillo MAFIE IN LIGURIA. Dall infiltrazione ai processi dei nostri giorni

Report a cura del Presidio di Libera Francesca Morvillo MAFIE IN LIGURIA. Dall infiltrazione ai processi dei nostri giorni Report a cura del Presidio di Libera Francesca Morvillo MAFIE IN LIGURIA Dall infiltrazione ai processi dei nostri giorni Il radicamento Liguria terra di confine: meta dei soggiorni obbligati (anni 70),

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

SOLIDARIA società cooperativa sociale a r.l. - onlus

SOLIDARIA società cooperativa sociale a r.l. - onlus Introduzione alla manifestazione conclusiva del concorso per il miglior manifesto antiracket per l assegnazione del Premio Libero Grassi 2005 Care amiche e cari amici, grazie a tutti per aver voluto partecipare

Dettagli

Mafie in Veneto Dati statistici

Mafie in Veneto Dati statistici Mafie in Veneto Dati statistici Raccolta di dati a cura di Avviso Pubblico Le mafie Scheda informativa sintetica 1 Diverse sono le ipotesi etimologiche del termine mafia. La più accreditata ritiene che

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

L attività della Guardia di Finanza di Palermo nel contrasto alla criminalità organizzata, alla corruzione ed al riciclaggio.

L attività della Guardia di Finanza di Palermo nel contrasto alla criminalità organizzata, alla corruzione ed al riciclaggio. L attività della Guardia di Finanza di Palermo nel contrasto alla criminalità organizzata, alla corruzione ed al riciclaggio. Gen. B. Stefano Screpanti Nel porgere un sentito saluto agli illustri Deputati

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati.

A scagliarsi contro la mediazione civile obbligatoria sono stati soprattutto gli avvocati. MEDIAZIONE decreto del fare di Claudia Di Pasquale DA CHE TEMPO CHE FA DEL 29/09/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Tra le cose che abbiamo fatto in questi cinque mesi c è stata una riforma della

Dettagli

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 I 18 Segreti per Avere Successo nel Multi-Level Marketing 2 Titolo NETWORK MARKETING 3X Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

Vuoi Essere Padrone della tua vita?

Vuoi Essere Padrone della tua vita? Vuoi Essere Padrone della tua vita? Ti servono 3 cose! Caro Amico/a, con queste pagine vorrei condividere con te un sistema semplice per tutti, per poter diventare padrone della propria vita! Vuoi diventare

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

Progetti ed eventi per promuovere la Cultura della Legalità realizzati nel nostro secondo anno di attività operativa

Progetti ed eventi per promuovere la Cultura della Legalità realizzati nel nostro secondo anno di attività operativa Associazione di Volontariato per la promozione e lo sviluppo della Cultura della Legalità CON L ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Milano, 3 settembre 2014. Progetti ed eventi per promuovere la Cultura

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

INDICE. Prefazione di'roberto Lago Ila p. 13. Introduzione II crimine dei potenti e il rischio democratico di Alessandro Dino p.

INDICE. Prefazione di'roberto Lago Ila p. 13. Introduzione II crimine dei potenti e il rischio democratico di Alessandro Dino p. INDICE Prefazione di'roberto Lago Ila p. 13 Introduzione II crimine dei potenti e il rischio democratico di Alessandro Dino p. 17 PARTE PRIMA IL CRIMINE DEI COLLETTI BIANCHI: MODELLI, DEFINIZIONI, CARATTERISTICHE

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Metropoli, ritratto underground

Metropoli, ritratto underground tempi moderni Metropoli, ritratto underground di Laura Mandolini Nelle foto: l attore e regista Luigi Lo Cascio L attore Luigi Lo Cascio diventa regista. Il suo film è un giallo morale, come è stato definito

Dettagli

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto.

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto. L AZIENDUCCIA Analisi: Sketch con molte battute dove per una buona riuscita devono essere ben caratterizzati i personaggi. Il Cavalier Persichetti e il cavalier Berluscotti devono essere 2 industriali

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

EDUCAZIONE ALLA LEGALITA EDUCAZIONE ALLA LEGALITA I bambini hanno letto una nuova storia: Per questo mi chiamo Giovanni di Luigi Garlando Giovanni è un bambino nato e cresciuto a Palermo e frequenta la scuola primaria. Per il

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

COME È ANDATA A FINIRE? Di Giovanna Boursier

COME È ANDATA A FINIRE? Di Giovanna Boursier COME È ANDATA A FINIRE? Di Giovanna Boursier FUORI CAMPO L Automobil Club di Brescia gestisce la Mille Miglia, ma due anni fa è stato commissariato perché aveva debiti con l ACI centrale per 6milioni e

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

Gli investimenti delle mafie

Gli investimenti delle mafie Progetto PON Sicurezza 2007-2013 I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento della criminalità all impiego di

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 2/3 Edilizia & Territorio (Sole 24 Ore) 13/12/2014 PIANO CASA, IN TRE KEGIONI SOLO UNA MINI-PROROGA LA SARDEGNA DICE NO (M.Frontera/M.Voci)

Dettagli

ALESSANDRO BOTTO COMPONENTE AVCP E CONSIGLIERE DI STATO

ALESSANDRO BOTTO COMPONENTE AVCP E CONSIGLIERE DI STATO Di Bernardo Iovene MILENA GABANELLI IN STUDIO Questa storia val la pena di capirla bene. Quando un dipendente pubblico, viene chiamato a svolgere un incarico presso un ministero, una commissione parlamentare,

Dettagli

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante di Alice Vaccaro - 25, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/adrano-fabio-mancuso-bilancio-comunale-falso-e-ferrante/ 1 / 6 ADRANO Ex sindaco

Dettagli

Inchiesta su Massimo Carminati e la cupola mafiosa. Brani tratti dall'ordinanza cautelare 30546/10 R.G. Mod. 21. Tribunale di Roma, Ufficio VI Gip

Inchiesta su Massimo Carminati e la cupola mafiosa. Brani tratti dall'ordinanza cautelare 30546/10 R.G. Mod. 21. Tribunale di Roma, Ufficio VI Gip Inchiesta su Massimo Carminati e la cupola mafiosa Brani tratti dall'ordinanza cautelare 30546/10 R.G. Mod. 21 Tribunale di Roma, Ufficio VI Gip La teoria del mondo di mezzo Guarnera: Guarnera: è la teoria

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE. Reggio Calabria, 5 aprile 2013

GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE. Reggio Calabria, 5 aprile 2013 GLI INVESTIMENTI DELLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE NELL ECONOMIA LEGALE Reggio Calabria, 5 aprile 2013 Introduzione L obiettivo della lezione odierna è individuare: i motivi per cui le mafie investono nell

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

IL SONNO DELLA RAGIONE 1

IL SONNO DELLA RAGIONE 1 IL SONNO DELLA RAGIONE 1 Roma, Novembre 2007 Trentacinque per cento. Abbiamo provato, per due giorni di seguito, il sedici e il diciassette novembre del duemila e sette a misurare lo spazio delle prime

Dettagli

Carlo Giuliani, quando il padre diceva a sua moglie: "Speriamo di fargli presto un bel funerale"

Carlo Giuliani, quando il padre diceva a sua moglie: Speriamo di fargli presto un bel funerale Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA @COISPpolizia PAPA' GIULIANI

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

ECOMAFIE DEL NORD. Sergio Cannavò, Legambiente Lombardia

ECOMAFIE DEL NORD. Sergio Cannavò, Legambiente Lombardia ECOMAFIE DEL NORD Sergio Cannavò, Legambiente Lombardia La parola ecomafia è un termine coniato da Legambiente nel 1994 per indicare le organizzazioni criminali e altri soggetti che commettono reati arrecanti

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

NON BASTANO GLI APPELLI,LE COMMEMORAZIONI,I RACCONTI.

NON BASTANO GLI APPELLI,LE COMMEMORAZIONI,I RACCONTI. NON BASTANO GLI APPELLI,LE COMMEMORAZIONI,I RACCONTI. LA LOTTA ALLE MAFIE SI FA QUOTIDIANAMENTE,NON CON LE PAROLE,MA CON LE INVESTIGAZIONI E LE DENUNCE La corruzione in Italia e,con essa,la pervasività

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1 Inserisci il tuo nome- Your Name: E-Mail: Data : Puoi dare questa pagina al tuo insegnante per la valutazione del livello raggiunto Select correct answer and give these pages to your teacher. Adesso scegli

Dettagli

Giacomo Bruno FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE

Giacomo Bruno FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE Giacomo Bruno FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE La Formula e i Trucchi Segreti per essere Primo su Google Adwords 2 Titolo FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Siti internet

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

''Come Vendere ai tuoi Contatti''

''Come Vendere ai tuoi Contatti'' ''Come Vendere ai tuoi Contatti'' @ Secondo Reporter: Che cosa devi fare perche i tuoi contatti comprino quello che tu vendi? Ciao sono GIUSEPPE ANGIOLETTI e sono il creatore di COME GUADAGNARE CON 7EURO

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

Rassegna Stampa del 23-09-2010

Rassegna Stampa del 23-09-2010 Roma 23 settembre 2010 Rassegna Stampa del 23-09-2010 PRIME PAGINE 23/09/2010 Corriere della Sera Prima pagina... 1 23/09/2010 Sole 24 Ore Prima pagina... 2 23/09/2010 Repubblica Prima pagina... 3 23/09/2010

Dettagli

IL CONTRASTO AL CRIMINE ORGANIZZATO ATTRAVERSO LA UTILIZZAZIONE DEI MASS MEDIA

IL CONTRASTO AL CRIMINE ORGANIZZATO ATTRAVERSO LA UTILIZZAZIONE DEI MASS MEDIA IL CONTRASTO AL CRIMINE ORGANIZZATO ATTRAVERSO LA UTILIZZAZIONE DEI MASS MEDIA *********** 1. Premessa sulla sociologia dei media. Si dice comunemente che viviamo in una società della informazione. Una

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

Precariato in Italia e Olanda

Precariato in Italia e Olanda Precariato in Italia e Olanda Gentile signora, Mi chiamo Tonnie van Bezouw e sono una studentessa olandese. Mi sono laureata in lingua e cultura italiana presso l Università Utrecht e al momento sto scrivendo

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli