la Biblioteca di via Senato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "la Biblioteca di via Senato"

Transcript

1 la Biblioteca di via Senato mensile, anno iv Milano n.5 maggio 2012 UTOPIA L utopia pastorale di Sannazaro di gianluca montinaro ANTICO L arte della guerra o Mes Rêveries di annette popel pozzo AVVENTURA Alla ricerca di Tusitala di laura mariani conti e matteo noja PRIME EDIZIONI Paolo Buzzi, l uomo a due teste di valentina conti EMEROTECA Le idee si incontrano sulla Fiera di paola maria farina

2

3 la Biblioteca di via Senato - Milano MENSILE DI BIBLIOFILIA ANNO IV N.5/31 MILANO, MAGGIO 2012 Sommario L Utopia: prìncipi e princìpi L UTOPIA PASTORALE: L ARCADIA DI SANNAZARO di Gianluca Montinaro BvS: Avventura LA MAPPA DEL TESORO: IN CERCA DI TUSITALA di Laura Mariani Conti e Matteo Noja BvS: il Fondo Antico L ARTE DELLA GUERRA O MES RÊVERIES di Annette Popel Pozzo IN SEDICESIMO - Le rubriche CATALOGHI SPIGOLATURE L INTERVISTA D AUTORE RECENSIONI ASTE MOSTRE BvS: il libro ritrovato LE GLORIE DI NAPOLEONE NEI FASTI DI ANDREA APPIANI di Arianna Calò BvS: prime edizioni PAOLO BUZZI, L UOMO A DUE TESTE : AMMINISTRATORE E POETA di Valentina Conti BvS: il Fondo Emeroteca LA CULTURA IN ITALIA SULLE PAGINE DI UNA RIVISTA di Paola Maria Farina BvS: il Fondo Impresa UNA FAMIGLIA DI FOTOGRAFI: I FRATELLI ALINARI di Giacomo Corvaglia BvS: nuove schede RECENTI ACQUISIZIONI DELLA BIBLIOTECA DI VIA SENATO 51 BvS: il Fondo Sicilia LA BIBLIOTECA POPOLARE DI GIUSEPPE PITRÈ di Beatrice Porchera

4 Consiglio di amministrazione della Fondazione Biblioteca di via Senato Marcello Dell Utri (presidente) Giuliano Adreani, Carlo Carena, Fedele Confalonieri, Maurizio Costa, Ennio Doris, Fabio Pierotti Cei, Fulvio Pravadelli, Miranda Ratti, Carlo Tognoli Segretario Generale Angelo De Tomasi Collegio dei Revisori dei conti Achille Frattini (presidente) Gianfranco Polerani, Francesco Antonio Giampaolo Fondazione Biblioteca di via Senato Elena Bellini segreteria mostre Arianna Calò sala Campanella Valentina Conti studio bibliografico Sonia Corain segreteria teatro Giacomo Corvaglia sala consultazione Margherita Dell Utri sala consultazione Paola Maria Farina studio bibliografico Claudio Ferri direttore Luciano Ghirelli servizi generali Laura Mariani Conti archivio Malaparte Matteo Noja responsabile dell archivio e del fondo moderno Donatella Oggioni responsabile teatro e ufficio stampa Annette Popel Pozzo responsabile del fondo antico Beatrice Porchera sala consultazione Gaudio Saracino servizi generali Direttore responsabile Matteo Noja Progetto grafico e impaginazione Elena Buffa Coordinamento pubblicità Margherita Savarese Fotolito e stampa Galli Thierry, Milano Referenze fotografiche Saporetti Immagini d Arte Snc, Milano L editore si dichiara disponibile a regolare eventuali diritti per immagini o testi di cui non sia stato possibile reperire la fonte Immagine in copertina: Robert Louis Stevenson nel giugno 1885 e la mappa dell Isola del Tesoro Organizzazione Mostra del Libro Antico e del Salone del Libro Usato Ines Lattuada Margherita Savarese Ufficio Stampa Ex Libris Comunicazione Direzione e redazione Via Senato, Milano Tel Fax Bollettino mensile della Biblioteca di via Senato Milano distribuito gratuitamente Stampato in Italia 2012 Biblioteca di via Senato Edizioni Tutti i diritti riservati Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana Reg. Trib. di Milano n. 104 del 11/03/2009

5 Maggiolata Maggio risveglia i nidi, Maggio risveglia i cuori; Porta le ortiche e i fiori, I serpi e l usignol. Schiamazzano i fanciulli In terra, e in ciel li augelli: Le donne han ne i capelli Rose, ne gli occhi il sol. Tra colli prati e monti Di fior tutto è una trama: Canta germoglia ed ama L acqua la terra il ciel. E a me germoglia in cuore Di spine un bel boschetto; Tre vipere ho nel petto E un gufo entro il cervel. G. Carducci, Rime nuove, 1894

6

7 maggio 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 5 L Utopia: prìncipi e princìpi L UTOPIA PASTORALE: L ARCADIA DI SANNAZARO La fine dell Umanesimo fra poesia, storia e morte GIANLUCA MONTINARO Regione del Peloponneso, nella Grecia continentale, l Arcadia è più un utopia mentale che un luogo geografico. Antico possedimento di Pan, secondo i racconti della mitologia, questa terra è percorsa da lussureggianti boschi, attraversati da limpidi e placidi torrenti, e da prati verdi e ubertosi. Luogo eletto dai pastori per il pascolo degli armenti, l Arcadia ha avuto grande fortuna letteraria. Sullo sfondo di questa quinta teatrale, Teocrito ha ambientato gli Idilli. Virgilio poi le Bucoliche, storie pastorali di vita semplice e incorrotta, fra amori, suoni di flauto e poesie. Le dieci egloghe (in una delle quali si annuncia la nascita di un puer divino, presto identificato in Gesù Cristo) ebbero grande influenza sulla produzione dei secoli successivi, tanto da diventare uno dei topoi più ripresi e citati, a volte palesemente, a volte cripticamente, di tutta la storia della letteratura europea. Il nome dell Arcadia divenne presto sinonimo di luogo idillico, di paradiso preservato alla corruzione operata dalla civilizzazione (che allontana l uomo dal rapporto semplice e diretto con la natura). A differenze di altre utopie che vedono nel progresso della civiltà la A sinistra: frontespizio inciso dell Arcadia nell edizione di Giovanni Tommaso Masi, Sopra: ritratto di Iacopo Sannazzaro, disegnato e inciso da P. Caronni, e contenuto nella Bibliografia od elenco ragionato delle opere contenute nella collezione de Classici Italiani (Milano, 1814) via per raggiungere la perfezione, in Arcadia la dimensione utopica (assimilabile a una Età dell oro) si realizza nella purezza della vita primordiale. Nel 1504, un umanista napoletano, Jacopo Sannazaro ( ), pubblica un prosimetro significativamente intitolato Arcadia. Di certo non immaginava il successo che la sua opera avrebbe riscosso, divenendo uno dei libri più stampati nei tre secoli successivi, testo di riferimento assoluto, assieme al Cortegiano di Baldassarre Castiglione, della nobiltà cortigiana europea. La vicenda, tanto semplice quanto di oscura interpretazione, si sviluppa su sei giorni. Sullo sfondo si susseguono albe, tramonti e notti. In primo piano la storia, focalizzata sulla figura di Sincero (ipostasi dell autore stesso) il quale, dopo aver abbandonato Napoli a causa di una delusione d amore, si rifugia nella tranquillità dell Arcadia. Qui prende parte alla normale vita dei pastori, fra giochi, amori, cacce e scherzi (ma anche, significativamente, furti e invidie) fintanto che, in seguito a un sogno, rientra a Napoli (attraverso un passaggio sotterraneo) ove viene a sapere del decesso dell amata. Le vicende editoriali dell Arcadia sono piuttosto complesse perché l opera non ricevette mai dal suo autore, nel frattempo impegnato in altre imprese letterarie, una revisione definitiva. Furono i primi stampatori (con edizioni non autorizzate) ad affidare le curatele. Tralasciando l impressione pirata del 1503 (Libro pastorale nominato Arcadio, stampato a Venezia da Bernardino da Ver-

8 6 la Biblioteca di via Senato Milano maggio 2012 celli), la Biblioteca di via Senato conserva, a testimonianza dell importanza dell opera, diverse edizioni dell Arcadia. Fra esse la rarissima princeps (curata da Pietro Summonte, , umanista amico di Sannazaro) conosciuta in Italia solo attraverso dodici esemplari: Arcadia del Sannazaro tutta fornita et tratta emendatissima dal suo originale (In Napoli : per maestro Sigismundo Mayr : con somma & assidua diligenza di Petro Summontio, 1504 del mese di marzo). Altrettanto rara è l edizione di poco successiva: Arcadia del Sannazaro tutta fornita et tratta emendatissima dal suo originale et nuovamente in Napoli restampita, che non riporta né l editore (probabilmente sempre Mayr) né la data (in ogni caso di poco successiva al 1504). I due volumi, in 4to, differiscono anche nel numero delle carte: 98 il primo, 104 il secondo. Altre edizioni di pregio sono le numerose ristampe settecentesche, realizzate in un momento in cui - grazie all Accademia dell Arcadia di Roma - l opera del letterato napoletano visse una seconda giovinezza. Quasi tutte le edizioni di questo periodo ripropongono la versione curata dal poligrafo cinquecentesco Francesco Sansovino annotata da Tommaso Porcacchi. Importanti sono Le opere volgari di M. Sanazzaro cavaliere napoletano; cioè l Arcadia, alla sua vera lezione restituita, colle annotazioni del Porcacchi, del Sansovino, e del Massarengo; Le rime, arricchite di molti componimenti, tratti da codici mss. ed impressi; e Le lettere, novellamente aggiunte dal dottor Gio. Antonio Volpi, e da Gaetano di lui fratello (In Padova A 25. di settembre. Presso Giuseppe Comino), L Arcadia di M. Giacomo Sannazaro. Colle an-

9 maggio 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 7 A sinistra: Proemio dell Arcadia, contenuto nell edizione di Comino del A destra: l Arcadia in un edizione veneziana del 1772 contenente anche annotazioni di Tommaso Porcacchi tiche Annotazioni di Tommaso Porcacchi, Insieme colle Rime dell Autore, ed una farsa del medesimo non istampata altre volte. In questa edizione, accresciuta della Vita dell istesso. Scritta già da Giambatista Crispo (In Venezia, presso Nicolao Pardini, 1772) e L Arcadia di messer Jacopo Sanazzaro (Londra Si vende in Livorno presso Gio. Tom. Masi e comp.). Amore e politica si intrecciano nelle tante letture che sono state date di questo volume. L Arcadia è, in effetti, un opera libresca, densa di citazioni e di rimandi, antichi e moderni. Le sue pagine provocano lo spaesamento del lettore, immerso in una selva intellettualistica e ambigua. Nello spirito molto simile alla misteriosa Hypnerotomachia Poliphili, l Arcadia è il frutto della medesima temperie culturale, della medesima «assurda esplosione patologica della cultura umanista». 1 Ma, a differenza del Polifilo, che godette di minor fortuna letteraria, la lunga durata della fortuna del volume di Sannazaro si deve all utopica idealizzazione di un mondo semplice, lontano dal formalismo delle corti, dagli inganni degli uomini e dalle insidie della vita politica e sociale. Sulla scia della riscoperta dei classici, del rinnovato amore per la campagna e la natura, Sannazaro introduce la tipica figura dell amante petrarchesco in un contesto pastorale, inserendo canti e poesie in una struttura in prosa. Il successo e «la fortuna dell opera sono straordinarie e solo si possono spiegare col fatto che, come nel caso del Cortegiano, anche l Arcadia è un libro che fa sognare e che propone a uomini sempre più privi di un centro e di radici, sempre più pedine della storia, un mitico modello di completezza e di armonia fra il presente e il passato, non più praticabile neppure a livello di illusione, ma tuttavia piacevole da immaginare». 2 Sogliono il più delle volte gli alti e speziosi alberi negli orridi monti dalla natura prodotti, più che le coltivate piante da dotte mani espurgate negli adorni giardini, a riguardanti aggradire. E molto più per i solitari boschi i selvatichi uccelli sopra i verdi rami cantando a chi gli ascolta piacere, che per le piene cittadi dentro le vezzose ed ornate gabbie non piacciono gli ammaestrati. Per la qual cosa ancora (sì come io stimo) avviene che le silvestri canzoni vergate nelle ruvide corteccie de faggi dilettino non meno a chi legge che li colti versi scritti nelle rare carte degli adorni libri. E le incerate canne de pastori porgono per le fiorite valli forse più piacevole suono che i tersi e pregiati bossi de musici per le pompose camere non fanno. [ ] Dunque in ciò fidandomi, potrò ben io fra queste deserte piagge agli ascoltanti alberi, ed a quei pochi pastori che vi saranno, raccontare le rozze egloghe da naturale vena uscite, così d ornamento ignude esprimendole come sotto le dilettevoli ombre al mormorio de liquidissimi fonti da pastori di Arcadia le udii cantare. 3 Almeno una cinquantina di ristampe vedono la lu-

10 8 la Biblioteca di via Senato Milano maggio 2012 A sinistra: frontespizio dell Arcadia in princeps, stampata da Sigismondo Mayr a Napoli nel 1504; a destra: frontespizio de Le opere volgari di M. Sanazzaro cavaliere napoletano (Padova, Giuseppe Comino, 1723) Giace nella sommità del Partenio, non umile monte della pastorale Arcadia, un dilettevole piano, di ampiezza non molto spaziosa [ ] ma di minuta e verdissima erbetta sì ripieno [ ]. Ove son forse dodici o quindici alberi di tanto strana ed eccessiva bellezza che chiunque li vedesse giudicherebbe che la maestra natura vi si fosse con sommo diletto studiata in formarli. Li quali, alquanto distanti, ed in ordine non artificioso disposto, con la loro rarità la naturale bellezza del luogo oltra misura annobiliscono. 4 ce nei cento anni successivi, scatenando un autentica moda che, dal punto di vista architettonico, puntuale riscontro trova nelle numerose edificazioni di ville e residenze suburbane. Rispetto alla sublimazione platonizzante fiorentina, la natura di Sannazaro, come fosse un immagine uscita dal pennello di Giorgione o del primo Tiziano, acquista immediatezza e vivacità, mostrando, nella sua perenne mutazione, il percorso verso il ritorno all origine. L Arcadia è anche la narrazione di un viaggio, che si conclude in un nostos: viaggio sia fisico (la descrizione di luoghi e costumi lontani, attraverso la testimonianza di chi sostiene di averli visti in prima persona) che mentale (le vicende legate alla maturazione del protagonista che torna a Napoli profondamente cambiato dall esperienza arcadica). E di una maturazione, quella di Sincero che, giunto a Napoli, non può che constatare la morte della persona amata, vicenda allegorica che rimanda alla fine della dinastia aragonese e al passaggio del reame napoletano alla corona spagnola. La vista di Napoli si consuma nel dolore: Miserando spettacolo si offerse agli occhi miei. [ ] Lettore, io ti giuro [ ] che io mi trovai in tal punto sì desideroso di morire che di qualsivoglia maniera di morte mi sarei contentato. Et essendo a me medesmo venuto in odio, maladissi l ora che da Arcadia partito mi era, e qualche volta entrai in speranza che quello che io vedeva e udiva fusse per sogno, maximamente non sapendo fra me stesso stimare quanto stato fusso lo spazio ch io sotterra dimorato era. 5 Bibliografia: Iacopo Sannazzaro, Arcadia del Sannazaro tutta fornita et tratta emendatissima dal suo originale et novamente in Napoli restampita, Napoli, s.e. [i.e. Mayr, Sigismondo], s.d., 4to; cc Iacopo Sannazzaro, Le opere volgari di M. Sanazzaro cavaliere napoletano; cioè l Arcadia, alla sua vera lezione restituita, colle annotazioni del Porcacchi, del Sansovino, e del Massarengo; Le rime, arricchite di molti componimenti, tratti da codici mss. ed impressi; e Le lettere, novellamente aggiunte dal dottor Gio. Antonio Volpi, e da Gaetano di lui fratello, Padova, Giuseppe Comino, to; pp. 25; [16], LXIV, 461, [3]. Iacopo Sannazzaro, L Arcadia di M. Giacomo Sannazaro. Colle antiche Annotazioni di Tommaso Porcacchi, Insieme colle Rime dell Autore, ed una farsa del medesimo non istampata altre volte. In questa edizione, accresciuta della Vita dell istesso. Scritta già da Giambatista Crispo. In Venezia Con licenza de Superiori. 12mo; pp.xxxvi, 244, 134, [4]. Iacopo Sannazzaro, L Arcadia di messer Jacopo Sanazzaro. Londra Si vende in Livorno presso Gio. Tom. Masi e comp. 12mo; pp. XVI, 360, [2] cc. di tavola.

11 maggio 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 9 Storia e poesia si intrecciano nel racconto delle vicende umane. L estinzione della dinastia aragonese coincide con il finis Italiae, ovvero con la discesa nella Penisola degli eserciti asburgici e francesi. La civiltà dell Umanesimo italiano, di cui Sannazaro era stato uno degli esponenti di punta, giunge a naturale conclusione, cadendo nel vuoto drammatico della perdita di ogni autonomia politica. Nel triste commiato, indirizzato «a la sampogna» (zampogna), l autore dichiara che imporrà al proprio strumento musicale, secondo il volere del fato, «lungo silenzio forse eterna quiete». Alla zampogna, strumento boschereccio, non si addicono gli alti palagi de prencipi, né le superbe piazze de le populose cittadi, per avere i sonanti plausi, gli adombrati favori, o le ventose glorie: vanissime lusinghe, falsi allettamenti, stolte e aperte adulazioni de l infido volgo. Il tuo umile suono mal si sentirebbe tra quello delle spaventevoli buccine o de le reali trombe. Assai ti fia qui tra questi monti essere da qualunque bocca di pastori gonfiata, insegnando le rispondenti selve di risonare il nome de la tua donna e di piagnere amaramente con teco il duro e inopinato caso de la sua immatura morte, cagione efficacissima de le mie eterne lacrime e de la dolorosa e inconsapevole vita ch io sostengo; se pur si può dir che viva chi nel profondo delle miserie è sepelito. Dunque, sventurata, piagni; piagni che ne hai ben ragione. La poesia nulla può di fronte alla morte della persona amata (ulteriore topos che l Arcadia condivide col Polifilo). Non può richiamarla in vita: solo piangerne l assenza eterna. La poesia nulla può neppure di fronte al fato. Di fronte al dilagare della guerra e della violenza, dell avidità e della corruzione della natura umana, gli umanisti si arrendono, abbandonando per sempre la ricerca di una rigenerazione dell uomo attraverso la cultura e lo studio. Nulla possono più fare per salvare quel mondo (idealizzato e cristallizzato da Castiglione nel Cortegiano) nel quale avevano sperato e per il quale avevano lavorato. Agli uomini di buona volontà non rimane che ritirarsi, serbando nel proprio cuore il seme della cortesia e della civiltà, diventando esempi viventi di stile e sobrietà. Onde per cosa vera e indubitata tener ti puoi che chi più di nascoso e più lontano dalla moltitudine vive, miglior vive; e colui tra mortali si può con più verità chia- mar beato che, senza invidia de le altrui grandezze, con modesto animo de la sua fortuna si contenta. Sannazaro, utilizzando la prima persona plurale, quasi scrivesse a nome di un intera generazione, fa scivolare sul proprio mondo una pietra tombale. Muore la poesia, muore la storia, muore l utopia. Rimane solo il sogno sfumato di un Arcadia lontana, nel tempo e nello spazio. Le nostre Muse sono estinte, secchi sono i nostri lauri, ruinato è il nostro Parnaso, le selve son tutte mutole, le valli e i monti per doglia son divenuti sordi. Non si trovano più ninfe o satiri per li boschi, i pastori han perduto il cantare. [ ] Ogni cosa si perde, ogni speranza è mancata, ogni consolazione è morta. Non ti rimane altro omai, sampogna mia, se non dolerti, e notte e giorno con obstinata perseveranza attristarti. 6 NOTE 1 G. Ferroni, Storia della letteratura italiana, Torino, Einaudi, 2000, I, p J. SANNAZARO, Arcadia, a c. di F. Erspamer, Milano, Mursia, 2000, p. 25 (dall intr. di F. Erspamer). 3 Ibidem, pp Ib., p Ib., pp Ib., pp

12 10 la Biblioteca di via Senato Milano maggio 2012

13 maggio 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 11 BvS: Avventura LA MAPPA DEL TESORO: IN CERCA DI TUSITALA Breve vita di R. L. Stevenson attraverso i libri della BvS LAURA MARIANI CONTI E MATTEO NOJA Robert Louis Stevenson considerava condizioni imprescindibili per vivere bene «la solitudine e la presenza vivificante dell acqua» 1. Per questo l isola è sempre stato per lui un luogo privilegiato. L isola, cirdondata dal mare, è per lui l esatta espressione geografica, adatta a contenere l uomo e la sua avventura. Da piccolo, seguendo il padre, ingegnere civile specializzato nella costruzione di fari, rimase colpito dall isolotto di Earraid, nelle Ebridi Interne, che gli susciterà poi ricorrenti fantasie: ricordato in Memories and Portraits, vi ambienterà il racconto The Merry Men e, soprattutto, lo userà come sfondo per le vicende di David Balfour in Kidnapped. In un altra piccola isola, Upolu in Polinesia, egli terminerà il suo capitolo terrestre. Upolu, incantata e sperduta ai confini del globo, vedrà infatti la fine della storia di Tusitala, l uomo che raccontava storie, in lingua Samoa. Lì verrà sepolto, secondo i suoi desideri, sul monte Vaea. Non è quindi un caso che il suo romanzo di maggior successo, si intitoli L Isola del Tesoro 2. A sinistra: Robert Louis Stevenson nel giugno 1885 e la mappa dell Isola del Tesoro Si è da poco aggiunto ai nostri Fondi un cospicuo numero di libri scritti da R. L. Stevenson. Si tratta di una scelta significativa dei maggiori romanzi e libri di racconti scritti da Tusitala, l uomo che raccontava storie nella lingua delle Samoa. Noto soprattutto per l Isola del Tesoro e Lo strano caso del dottor Jekyll e Mr. Hyde, lo scrittore ci ha lasciato una lunghisima serie di scritti in prosa e in poesia. Partendo da questi testi abbiamo provato a tracciarne un breve profilo biografico. Anche se il titolo non è quello scelto da Stevenson, è sicuramente l isola con la sua presenza fisica a ispirarlo e a condurlo nella narrazione, presenza sublimata nella mappa che la rappresenta e suggerisce. Alcuni anni dopo, in un breve saggio dal titolo My First Book: The Treasure Island 3, egli scriverà: «La mappa era il fulcro della trama. Arriverei a dire che [la mappa] era la trama stessa». La mappa è quindi l origine del racconto, quella mappa disegnata e poi arricchita da Samuel Lloyd Osbourne, figlio della donna che Stevenson sposa nel 1880, e a cui lo scrittore scozzese dedica il romanzo 4 : nell anno in cui viene pubblicato, il ragazzo ha 15 anni. Come ogni mappa è la rappresentazione semplificata, a due dimensioni, di un luogo, in questo caso l isola, che di dimensioni ne ha almeno tre. Così ogni bibliografia, a due dimensioni come la mappa, è la rappresentazione semplificata di un autore, che di dimensioni ne ha più di tre: il suo percorso nella vita, nell arte, nella storia può essere riconosciuto attraverso le brevi note che contraddistinguono le sue opere. Partendo dalla somiglianza tra mappe e bibliografie, tentiamo qui di raccontare la vita dello scrittore descrivendo la consistenza di un piccolo tesoro, tra i tanti altri, pro-

14 12 la Biblioteca di via Senato Milano maggio 2012 A sinistra: Stevenson a 16 anni in piedi accanto al padre; a destra: lo scrittore in piedi sul bompresso dell Equator (1889) tetto e custodito nella Biblioteca di via Senato. Robert Lewis Balfour Stevenson nasce a Edinburgo, in Scozia, il 13 novembre Nel corso degli anni muterà il suo nome, fino ad assumere quello noto di Robert Louis Stevenson. È figlio unico di Thomas Stevenson, ingegnere civile specializzato nella costruzione di fari, e di Magaret Balfour, figlia di un pastore presbiteriano. Dalla famiglia paterna erediterà la passione per il mare e per l avventura, nella casa del nonno materno passerà l infanzia. Lo alleverà la balia, Alison Cunningham, chiamata affettuosamente Cummy, cui lo scrittore dedicherà il primo libro di poesie, A Child s Garden of Verses (1885). È lei che comincia a raccontargli delle storie per bambini, ma anche episodi tratti dalla Bibbia e dalla vita dei Covenanters 5 che saranno i protagonisti della sua prima storia, pubblicata privatamente a spese della famiglia nel 1866, The Pentland Rising. Fin da bambino, Stevenson soffre di tubercolosi, malattia che lo perseguiterà per tutta la vita. Nell infanzia trascorse molto tempo a letto, componendo storie ancor prima di imparare a leggere. Da adulto, per la malattia, ci saranno momenti in cui non potrà indossare la giacca per paura di provocare un emorragia ai polmoni. Nel 1867 comincia a studiare ingegneria ma con scarsi risultati. Frequenta irregolarmente l Università attratto da uno stile di vita affatto diverso da quello che cerca di inculcargli il padre. Legge voracemente di tutto: Shakespeare, Walter Scott, John Bunyan, ma anche Whitman, Daniel Defoe, William Hazlitt. Non sono i calcoli scientifici ad appassionarlo, ma il narrare, lo scorrere delle parole, la letteratura. Unico segno tangibile dei suoi studi d ingegneria rimane la memoria On a New Form of Intermittent Light for Lighthouses, dove spiega i vantaggi economici di un

15 maggio 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 13 In senso orario: la famiglia Stevenson con le domestiche nel 1865 (a destra la balia Cummy, in primo piano il cane Coolin); lo scrittore a Vailima con moglie, figlio e alcuni indigeni; la tomba sul monte Vaea; sulla goletta Equator utilizzo combinato di specchi girevoli e lampade a olio, che legge pubblicamente alla Royal Scottish Society of Arts il 27 marzo 1871 e per la quale riceve una medaglia d argento. Gli ci vuole tempo per riuscire a convincere il padre e la famiglia intera a lasciarlo scrivere. Unico compromesso imposto dai genitori, che egli consegua, almeno, la laurea in legge. I contrasti con il padre sono una costante di tutta la giovinezza di Stevenson: dalla carriera studentesca alla religione, lo scrittore mostrerà un indipendenza di spirito e d opinioni molto spiccata, poco consona all epoca vittoriana e all ambiente presbiteriano, in cui i giovani si mostrano per lo più rispettosi delle tradizioni e del pensiero dei genitori. Ottenuta la laurea in legge nel 1875, intraprende, con l amico Walter Grindlay Simpson, un lungo viaggio a piedi attraverso la Scozia. Il racconto di quel viaggio costituirà la materia del libro An Inland Voyage (1888). Viaggia poi in Belgio e in Francia. Arrivato a Parigi, conosce una donna americana, Fanny Vandegrift Osbourne. Tra loro inizia una storia d amore, benché lei sia già sposata, anche se ufficialmente divisa dal marito. Fanny ha dieci anni più di Robert e anche due figli, Isobel detta Belle e Samuel Lloyd, chiamato poi semplicemente Lloyd; un terzo figlio, Hervey, muore di tubercolosi a Parigi, nel È a Parigi per dimenticare un matrimonio a dir poco tumultuoso. Il marito, cercatore d oro, l ha costretta a una serie di spostamenti tra le diverse città della West Coast e i luoghi impervi dell entroterra, infliggendole violenze e tradimenti. A un certo punto viene creduto morto, ucciso da un orso grizzly; poi, con gran sorpresa, ricompare vivo con l intenzione di condurre una vita virtuosa. I suoi pii propositi durano poco. Torna infatti sulla strada dei vizi: gioco, donne, violenza. La povera Fanny cerca scampo viaggiando ap-

16 14 la Biblioteca di via Senato Milano maggio 2012 punto in Europa, dove a Parigi nel 1876 incontra il giovane scrittore scozzese. Si innamorano e lei lo sostiene, lo cura amorosamente; diventa la sua musa ispiratrice. Quattro anni dopo, il 19 maggio 1880 si sposano a San Francisco, contro il parere dei genitori di lui, soprattutto dell ingegner Thomas. Dal viaggio di nozze, compiuto nella Napa Valley in California, nasce Gli accampati di Silverado (The Silverado Squatters 6 ), che narra del loro soggiorno in un campo abbandonato di minatori, sul monte Saint Helena, a nord di San Francisco. Li accompagna Lloyd, il figlio di Fanny, che da questo momento diventa per Stevenson un vero e proprio fratello con cui giocare e divertirsi; negli anni, il divertimento sfocerà in una proficua collaborazione letteraria. Per la tisi che lo affligge Stevenson si deve recare molto spesso in località termali o in luoghi che abbiano almeno un clima mite, in Inghilterra, in Svizzera, nella Francia del Sud, sulle colline scozzesi. Nel 1883, anno della sua consacrazione e del successo, anche economico, lo scrittore soggiorna durante i mesi invernali a Davos e poi, nei pressi di Nizza, nelle isole di Hières. Qui comincia a scrivere Prince Otto. A Romance 7, fredda ma raffinata fiaba ambientata in un minuscolo, inesistente principato dell impero germanico, che previene tutto un genere, portato al successo poi dal cinema e che avrà come capostipite Il prigioniero di Zenda 8. Nell anno di pubblicazione del Prince Otto, esce il racconto More New Arabian Nights: The Dynamiter 9, scritto in collaborazione con la moglie Fanny anche se qualcuno, tra i critici meno benevoli, dichiara minimi e secondari gli apporti di lui. La storia, abbastanza complicata, ambientata a Londra, ha come protagonista il principe Florizel, personaggio già incontrato nel precedente New Arabian Nights 10. Quest ultima raccolta di racconti contiene alcune tra le migliori prove di Stevenson nelle short stories, e cioè The Suicide Club 11, e The Rajah s Diamond 12, The Pavilion on the Links (1880), A Lodging for the Night: A Story of Francis Villon (1877), The Sire de Maletroit s Door (1878), e Providence and the Guitar (1878). Stevenson ha certamente letto le Arabian Nights Le Mille e una Notte nella classica traduzione di Edward Lane, ma sono quelli gli stessi anni in cui lo scandaloso Richard Francis Burton ritraduce e pubblica in inglese The Book of the Thousand Nights and a Night ( ). Alcune copertine dei libri di Stevenson presenti nella raccolta della BvS: The Black Arrow (1888); The Ebb Tide, scritto in collaborazione con Lloyd Osbourne, figlio della moglie Fanny (1894); The Master of Ballantrae (1889)

17 maggio 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 15

18 16 la Biblioteca di via Senato Milano maggio 2012 A sinistra: incisione nella prima edizione di The Silverado Squatters (1883); a destra in un ritratto di W. B. Richmond (1886) Sono gli anni in cui compaiono anche i racconti raccolti sotto il titolo Merry Men and Other Tales and Fables 13 : The Merry Men (1882), Will o the Mill (1878), Markheim (1885), Thrawn Janet (1881), Olalla (1885), The Treasure of Franchard (1883). Gli Allegri compari del racconto che dà il titolo alla raccolta sono le onde del mare di Scozia, che spesso sono terribilmente cupe e minacciose, «rombando e rombando», ma che, pietosamente, depositano sulla spiaggia i resti dei naufragi; un racconto noir, tra i più belli di Stevenson, dove si intrecciano vicende di tremendi delitti e di tesori di navi affondate. Sempre di tesori si parla nel Tesoro di Franchard, mentre in Will del mulino lo scrittore mette in scena uno strano dialogo a distanza tra la Morte e un ragazzo che, crescendo e diventando uomo, rinuncia a vivere per paura di provare dolore [è presente qui l argomento del coraggio di vivere, costante in tutta la scrittura di Stevenson]. Markheim è un racconto sul tema del doppio, che per certi versi prefigura Lo strano caso del dottor Jekyll e Mr. Hide 14. Con questo ultimo romanzo ha a che vedere anche il racconto Olalla, che narra di un incubo che può ad ogni momento degenerare in follia. Mentre, infine, Janet la storta è la storia dell inconfessata maledizione di un reverendo che vive sulle colline scozzesi. Questo racconto Stevenson lo scrive per una raccolta di storie di fantasmi che doveva comporre con la moglie: lei scrive The Shadow on the Bed mentre lui scrive la storia del reverendo Murdoch Soulis ossessionato dal pensiero della sciancata Janet. Nei giorni in cui scrivono queste storie di spettri non senza qualche brivido, siamo nel 1881, trascorrendo «gran parte del tempo fra le quattro mura di una casa lugubremente nota come il cottage della defunta signorina McGregor» (così racconta lo stesso scrittore) a Pitlochry, nelle Highlands scozzesi, Robert comincia anche a disegnare, insieme a Lloyd, la mappa dell Isola del tesoro.

19 maggio 2012 la Biblioteca di via Senato Milano 17 Il 1887, anno di Merry Men, è comunque per Stevenson un anno travagliato. Muore il padre e lui, per le cattive condizioni di salute e in preda a una crisi depressiva, non riesce a partecipare al funerale. La morte del genitore lo addolora sinceramente. Ma la scrittura lo aiuta a superare la crisi. Tanto più che ora è libero di decidere della sua vita senza dover render conto a nessuno: in agosto salpa per gli Stati Uniti dove, dopo una breve permanenza a New York, raggiunge il lago Saranac, al confine con il Canada. Oltre a Merry Men, esce un volume di saggi, Memories and Portraits 15, e una raccolta di poesie, Underwoods 16 che contiene 38 componimenti in inglese e 16 in scozzese. Già nel titolo Stevenson lascia intendere come per lui la poesia sia meno importante dei lavori in prosa. Le poesie della seconda parte sono interessanti per la lingua usata, lo scozzese, e per la nota che le precede, Table of Vowel Sounds, dove si spiegano i criteri linguistici secondo cui leggerle e recitarle. Tra le poesie in inglese molte sono dedicate ad amici e conoscenti. Una è intitolata allo scrittore americano Henry James, con il quale molto spesso polemizzerà sulla natura del romanzo: se dovesse essere aderente alla realtà come, tra i tanti scrittori attratti dal verismo o dal naturalismo, propugnava l americano ormai trapiantato a Londra, oppure irreale appunto romanzesco come intendeva Stevenson, che si sentiva erede di sir Walter Scott. Ambedue, poi, concordavano amichevolmente sul fatto che la vita è troppo grande e complessa per essere contenuta dall arte. Della morte di Stevenson, James scriverà: «è un assoluta desolazione. Mi agghiaccia e indebolisce, avendo la precisa, timorosa sensazione dello spegnimento, visibile e materiale, di una luce indispensabile». Nel 1888 esce in volume un romanzo che Stevenson ha già pubblicato a puntate sulla rivista Young Folks nel giugno 1883, The Black Arrow: A Tale of Two Roses 17. Storia romantica, è ambientata durante la guerra delle due Rose ( ) per la successione al trono inglese tra i Lancaster e gli York; chiamata così da Walter Scott per gli stemmi dei casati che, rispettivamente, recavano una rosa rossa e una bianca. Nel giugno dello stesso anno si imbarca sullo yacht Casco per un viaggio tra le isole del Pacifico, da San Francisco fino a Tahiti, che raggiunge nel gennaio del «Il viaggio è di due tipi, e questo mio viaggio attraverso l oceano li combina tra loro Non stavo solo viaggiando fuori dal mio paese in latitudine e longitudine, stavo viaggiando fuori da me stesso». Nel 1889 esce il Master of Ballantrae. A Winter s Tale 18, uno dei suoi più riusciti romanzi. Incominciato nel 1887, sul lago Saranac, continuato poi nelle crociere sull oceano, viene terminato a Tahiti. Incentrato sul tema del doppio, sull eterna lotta tra bene e male che lo affascinava, gli fu ispirato dalla lettura del romanzo The Phantom Ship di Robert Marryat. Viene pubblicato anche The Wrong Box 19, scritto a quattro mani con Lloyd Osbourne. È il primo dei lavori scritti con il figlio di Fanny a uscire, cui faranno seguito nel 1892 The Wrecker 20 e nel 1894 The Ebb Tide. A Trio and Quartette 21. Gli scritti in collaborazione con Lloyd vengono portati a termine nella casa di Vailima, nelle Samoa. Stevenson ha lo stesso piacere di condividere le storie con lui anche ora che ha 21 anni, esattamente come quando, Copertina e dorso della prima edizione della raccolta di racconti The Merry Men (1882)

20 18 la Biblioteca di via Senato Milano maggio 2012 Due tavole di Norman Wilkinson tratte dall edizione Chatto & Windus di Virginibus Puerisque & Other Papers del 1921 giovanissimo, era l interlocutore privilegiato durante la stesura dell Isola del Tesoro. Alla morte del patrigno, per un certo periodo di tempo Lloyd sarà vice-console americano nelle isole Samoa. Nell anno in cui esce il Master of Ballantrae, Stevenson si reca con la moglie nelle Hawaii per avere notizie di prima mano su un personaggio molto discusso in quel periodo, il missionario belga padre Damien De Veuster che aveva soccorso i lebbrosi di Molokai e che pochi mesi prima era morto dello stesso morbo. Le testimonianze che raccoglie parlano del grande coraggio e della grande umanità di padre Damien e contraddicono le male lingue che volevano si fosse ammalato di lebbra per aver abusato sessualmente di alcune donne contagiate. Stevenson scrive così Father Damien: An Open Letter to the Reverend Dr. Hyde of Honolulu (1889) per ristabilire la verità sul personaggio. Da Tahiti si imbarca sulla goletta Equator per trasferirsi ad Apia, sull isola di Upolu, la più grande delle Samoa. Nel gennaio 1890 firma il contratto d acquisto per la tenuta di Vailima dove si stabilisce definitivamente. Il nome del villaggio ha una doppia traduzione plausibile: vuol dire acqua [vai] nella mano [lima] molto più probabile e in accordo con una leggenda delle isole Samoa, ma anche cinque [lima, che vuol dire mano ma anche cinque ] fiumi [vai]. Da Upolu si reca alcune volte in Australia, visitando Auckland e la Nuova Zelanda, le isole Cooks, la Nuova Caledonia, le Nuove Ebridi e Naumea. Le memorie del suo vagabondare tra le isole del Pacifico verranno raccolte e edite postume nel 1896 con il titolo In the South Seas 22. Nel raccogliere il materiale per il libro, fatto di attente osservazioni sugli usi e costumi delle varie popolazioni indigene, egli si accorge che queste non sono composte solo da cannibali selvaggi assetati di san-

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Valorizzare la diversità linguistica delle classi

Valorizzare la diversità linguistica delle classi Valorizzare la diversità linguistica delle classi I.C. Andrea Zanzotto Caneva Scuola Primaria di Sarone Classi 1 a 2 a 3 a Gruppo 1 Formatrice: Dott. ssa Graziella Favaro Insegnanti curatori: Enrico Colomberotto

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Orazioni in suffragio

Orazioni in suffragio Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio SHALOM Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio «Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia: nel tuo grande amore cancella il mio peccato».

Dettagli

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto

Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Stelio Mattioni Lo scrittore perduto Intervista a Maria Mattioni Oblique Studio 2010 Stelio Mattioni. Lo scrittore perduto. Intervista a Maria Mattioni di Annalisa Bizzarri Oblique Studio 2010 La signora

Dettagli

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia NLISI DEL TESTO LE FSI DI LVORO 1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia 4) 2 lettura: spiegazione,

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare

Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù. Poesia della mia prima elementare Ricordi, giochi, poesie e abitudini dell infanzia e della gioventù Poesia della mia prima elementare Sebbene faccio la classe prima Non mi è difficile parlare in rima, teco l augurio che il cuor mi detta

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Recensioni e Pensieri

Recensioni e Pensieri Recensioni e Pensieri Allegato al numero di Maggio 2014 SCORRE LA NOTIZIA I.C.S Federico II di Svevia Mascalucia Progetto Giornalismo e Scrittura creativa a cura della Prof.ssa Barbarossa Lucia 1 Bianca

Dettagli

Opere di misericordia 1

Opere di misericordia 1 Percorso di riscoperta delle Opere di misericordia 1 DAR DA MANGIARE AGLI AFFAMATI INSEGNARE AGLI IGNORANTI Spunti di riflessione per un dibattito sull Opera di misericordia corporale Dar da mangiare agli

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

ROSSETTI CHRISTINA GEORGINA

ROSSETTI CHRISTINA GEORGINA ROSSETTI CHRISTINA GEORGINA Rossetti, Christina Georgina (Londra 1830-1894) poetessa inglese, di genitori italiani: Gabriele Rossetti noto carbonaro abruzzese e Francesca Polidori amica di Lord Byron e

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

In onore di Policarpo Petrocchi

In onore di Policarpo Petrocchi In onore di Policarpo Petrocchi Quaderni di storialocale Atti del convegno di studi In onore di Policarpo Petrocchi Pistoia, 7 dicembre 2002 a cura di ANDREA OTTANELLI CARLO O. GORI In onore di Policarpo

Dettagli

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Chissà se, a Port Lligat, Dalì guarda ancora il mare, ora che il tempo ha nascosto il suo enigma, ora che né Gala né Ana Maria potranno mai più vedere il mare

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Scritto da Marzio Domenica 27 Febbraio 2011 19:49 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Febbraio 2011 20:16

Scritto da Marzio Domenica 27 Febbraio 2011 19:49 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Febbraio 2011 20:16 Giacomo Leopardi dedica i versi della poesia A Silvia ad una ragazza in cui si può riconoscere Teresa Fattorini, vicina di casa dello scrittore e morta giovanissima di tubercolosi. Questo poema, che si

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia!

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia! Introduzione Le rime dell anima, è il titolo di questa raccolta di poesie; tre libri in uno, un universo di emozioni autentiche, scatenate dal cuore, rime suggerite dall anima. Io... voi... e poesia...

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo.

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La parola BIBBIA deriva da una parola greca (biblia) che vuol dire I LIBRI. Possiamo dire, infatti che la Bibbia è una BIBLIOTECA perché raccoglie 73 libri.

Dettagli

Tocco d artista per dieci grandi classici

Tocco d artista per dieci grandi classici Tocco d artista per dieci grandi classici NOVITÀ Diec tra i più celebrati e amati si presentano in una veste inedita e preziosa, firmata da Tullio Pericoli. ORIGINALITÀ Il tratto elegante, ironico e vibrante

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12

SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12 SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12 Da discepoli a testimoni. La Parabola di Pietro. Il tema vuole mettere in luce quel discernimento che ha visto divenire Pietro da un semplice discepolo ad un testimone

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI Anno Scolastico 2012/2013 Classe 4^ B PREFAZIONE UNA GRANDE AMICIZIA Questo giornalino è nato dall idea di mettere insieme

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Verona: rifugio del Sommo Poeta

Verona: rifugio del Sommo Poeta Verona: rifugio del Sommo Poeta La nostra fantastica avventura in Veneto incomincia a Verona, importante centro d arte e letteratura italiana. Appena arrivati, dopo un introduzione da parte della guida

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA CAPITOLO XXVII IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA ENTRATO IN POSSESSO DI MANTOVA E DEL MONFERRATO,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Questo libro è un appassionata dichiarazione di amore per la vita.

Questo libro è un appassionata dichiarazione di amore per la vita. Sopravvivere a se stessi. libertà dal cancro. Commento di Uberto Fontana Questo libro è un appassionata dichiarazione di amore per la vita. All apertura del libro è citato un proverbio cinese se vuoi tracciare

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria La regina delle nevi di H.C. Andersen Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria Introduzione Rileggendo queste fiabe di Andersen, con la maturità di oggi, ho potuto cogliere la ricchezza delle descrizioni

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

Io sono l attimo come il fiume che scorre

Io sono l attimo come il fiume che scorre Io sono l attimo come il fiume che scorre Cristina Pia Sessa Sgueglia IO SONO L ATTIMO COME IL FIUME CHE SCORRE Le mie poesie teatro di vita www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Cristina Pia Sessa

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate

Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Argomento: L Odissea Destinatari: studenti con una competenza linguistica B2 Classi: 1^ Istituto Tecnico Tecnologico e Liceo delle Scienze Applicate Il contenuto è la semplificazione di un libro di testo

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

Tutto ciò che manca al salmo in realismo, si realizza nel Figlio di Dio fatto uomo, l idealismo del salmo diviene realtà in Gesù. A.

Tutto ciò che manca al salmo in realismo, si realizza nel Figlio di Dio fatto uomo, l idealismo del salmo diviene realtà in Gesù. A. Il Figlio dell uomo Possiamo affermare legittimamente, realmente, che ogni uomo è signore della terra? Possiamo affermarlo pienamente di qualcuno? Dov è l uomo nel suo candore di bambino, nel suo stupore

Dettagli