PRIMAVERA LA GIOIA VIEN LA PRIMAVERA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRIMAVERA LA GIOIA VIEN LA PRIMAVERA"

Transcript

1 Pagina 1/40

2 PRIMAVERA PRIMAVERA Primavera è ritornata col vestito a più colori, ha la testa inghirlandata e un gran cesto di bei fiori, nidi e trilli lieta porta e un festoso cinguettare: la natura, che era morta, si ridesta al suo passare. Con la voce più sincera ogni cuore ti saluta, chiara e dolce primavera: Benvenuta, benvenuta! VIEN LA PRIMAVERA Primavera vien danzando, vien danzando alla tua porta. Sai tu dirmi che ti porta? Ghirlandette di farfalle, campanelle di vilucchi, quali azzurre quali gialle; e poi rose, a fasci e a mucchi. E ARRIVATA PRIMAVERA Uccellini non sapete che è arrivata primavera? Solo ieri ancor non c era oggi invece a un tratto è qui! Uccellini non vedete come d oro splende il sole? Salutate tutti in coro con allegri cì cì cì! LA GIOIA C è gioia nell acqua che scorre, nel vento che corre, nel fuoco che brilla, nel canto che trilla. C è gioia nel fiore che sboccia, in tutto è la gioia, la vita, che freme infinita, che ride, che chiama, che palpita ed ama. (M. Bartolini) CHI E? Lucciole belle, venite da me, son principessa, son figlia di re. Ho trecce d oro filato fin fino, ho un usignolo che canta sul pino, una corona di nidi alle gronde, una cascata di glicini bionde, un rivo garrulo, limpido, fresco, fiori di mandorlo, fiori di pesco. Ho veste verde di vento cucita, tutta di piccoli fiori fiorita; occhi di stelle nel viso sereno, dolce profumo di viole e di fieno e per il sonno dei bimbi tranquilli, la ninna nanna felice dei grilli. Pagina 2/40

3 ESTATE L ESTATE L estate è sempre allegra, l estate è sempre bella, si vedono i nanetti ballar la tarantella: tic tac, tic tac, tic tacche, tip tap, tip tap, tip tappe, poi tutti in una volta fanno una giravolta. (R. Hüttner) CALDA ESTATE TUTTA D ORO Calda estate, tutta d oro che cos hai nel tuo tesoro? Pesche, fragole, susine, spighe e spighe senza fine. Prati verdi e biondi fieni, lampi, tuoni e arcobaleni, giorni lunghi, notti belle colme di lucciole e di stelle. VIEN L ESTATE E l estate vien cantando, vien cantando alla tua porta. Sai tu dirmi che ti porta? Un cestel di bionde pesche, vellutate, appena tocche, e ciliegie lustre e fresche ben divise a mazzi e a ciocche. Pagina 3/40

4 AUTUNNO VIEN L AUTUNNO Vien l autunno sospirando, sospirando alla tua porta. Sai tu dirmi che ti porta? Qualche bacca porporina, nidi vuoti, rame spoglie, tre gocciole di brina, e un pugnel di morte foglie. PIOVON FOGLIE GIALLE La nonnetta nello scialle si rannicchia intirizzita. Piovon foglie e foglie gialle sulla terra insonnolita. Nubi grigie, nubi nere van pel cielo a stormi, a frotte, volan rapide le sere scende rapida la notte. FOGLIE GIALLE - MALINCONIA Ma dove ve ne andate povere foglie gialle come tante farfalle spensierate? Venite da lontano o da vicino? Da un bosco o da un giardino? E non sentite la malinconia del vento stesso che vi porta via? FRUTTI D AUTUNNO Un colpo di vento spalanca la porta ed entra l Autunno che regge una sporta. E piena di noci, di frutte nostrane: faremo merenda per più settimane. L Autunno nel bosco va a far la fascina che dopo regala a qualche vecchina. Le rondini liete son tutte partite, a terra le foglie son tutte ingiallite. L AUTUNNO CAVALCANDO Vien l autunno piano piano cavalcando da lontano: sulla testa un gran cappello, foglie rosse nel mantello. Porta grappoli e castagne, nuvolette alle montagne, nei vigneti gli stornelli, acque chiare nei ruscelli. Nelle sacche più profonde nebbia e freddo vi nasconde. Ed i bimbi che son buoni reca belli e ricchi doni. FOGLIE ROSSE FOGLIE GIALLE Foglie rosse, foglie gialle, volan via come farfalle! Resta nudo l alberello, piange un poco e si dispera. Ma verrà la primavera, lo conforta l uccellino: fiori e nidi tu riavrai e in letizia canterai! Pagina 4/40

5 L'INVERNO VIEN L INVERNO E l inverso vien tremando, vien tremando alla tua porta, sai tu dirmi che ti porta? Un fastel d aridi ciocchi, un fringuello irrigidito e poi neve a fiocchi e ghiaccioli grossi un dito. L INVERNO è VICINO Terra nera, nubi oscure, cielo freddo, pioggia, brina, già l inverno s avvicina. Bacche rosse sulle siepi, passerotti infreddoliti; i bei giorni son finiti! Sotto il tetto, un nido vuoto: rondinella pellegrina, sei partita stamattina. Guardo e aspetto. Quando torni, rondinella bianca e nera, tornerà la primavera. (G. Petter) QUANTO FREDDO! Ma cosa accade? Guardati intorno! Alberi spogli è breve il giorno! Oh quanto freddo lungo le strade, forse tra poco la neve cade. Con questo freddo dentro restiamo e un ritornello insieme cantiamo. SOTTO LA TERRA Il ghiaccio e la neve or copron la terra, il rigido gelo gli alberi afferra, ma sotto la terra che è umida e scura, il sema prepara la vita futura. FELICE ANNO NUOVO Nella notte di magia l anno vecchio scappa via non sei neppure addormentato che uno nuovo è già arrivato bello, ricco di giornate sia d inverno che d estate. Anno allegro e fortunato sia quest anno appena nato! Pagina 5/40

6 I MESI I DODICI MESI Va a sciare il buon gennaio, veste in maschera febbraio, marzo ha tante rondinelle, ad april pioggia a catinelle, con le rose viene maggio, con le spighe giugno il saggio, ci fa luglio soffocare, si riposa agosto al mare, a settembre, uhm piace il mosto ha già ottobre a scuola un posto. con le nebbie vien novembre gloria a Dio canta dicembre. MARZO CHE PASSA Attenti bambini la mano al cappello c è marzo che passa che urla che spazza che gioca monello per strade e giardini. Attenti bambini! I DODICI MESI Vien Gennaio freddoloso con la barba di ghiaccioli sotto il ciel cupo e nevoso coi suoi undici figlioli: son Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, poi Settembre il più gentile, ed Ottobre col suo mosto, ed infin Novembre brullo, e Dicembre ultimo nato che riporta nel cuor di ognuno il bambino tanto sognato. Che simpatica famiglia reca sotto il suo mantello! Nessun mese gli somiglia e a suo modo ognuno è bello! LE STAGIONI Luce, tepore, fiori, pioggerella leggera: ecco la Primavera! Caldo sole, biade mature e fonti disseccate: ecco l Estate! Grappoli d oro e foglie secche in danza: l Autunno s avanza! Vento, freddo, neve, tutto ghiacciato e muto l Inverno è venuto! MAGGIO Andiamo a coglier fiori sui prati, lungo i rivi e di tanti colori sceglieremo i più vivi, per far mazzi e ghirlande: freschissimo tesoro, ora che Maggio spande il suo sorriso d oro. (Fanciulli) LE STAGIONI Primavera vien danzando, vien danzando alla tua porta. Sai tu dirmi che ti porta? Ghirlandette di farfalle, campanelle di vilucchi, quali azzurre quali gialle; e poi rose, a fasci e a mucchi. E l estate vien cantando, vien cantando alla tua porta. Sai tu dirmi che ti porta? Un cestel di bionde pesche, vellutate, appena tocche, e ciliegie lustre e fresche ben divise a mazzi e a ciocche. Vien l Autunno sospirando, sospirando alla tua porta. Sai tu dirmi che ti porta? Qualche bacca porporina, nidi vuoti, rame spoglie, tre gocciole di brina, e un pugnel di morte foglie. Pagina 6/40

7 I MESI DELL ANNO GENNAIO porta il ghiaccio sul mantello, FEBBRAIO è corto e porta freddo e neve, MARZO ha con sé il tempo poco bello, APRILE vien con fiori ed aria lieve, MAGGIO ha i fiori ed il tempo mite, GIUGNO fa biondeggiar le messi d oro, LUGLIO porta i bagni e lunghe gite, AGOSTO al contadin porta lavoro, SETTEMBRE mette il vino nelle botti, OTTOBRE getta il seme nella terra, NOVEMBRE porta le lunghe notti, DICEMBRE abbraccia l anno e lo sotterra! GENNAIO Io sono il primo di dodici figli, tutto vestito di candidi fiocchi; spargo brillanti per campi e per cigli, porto ai camini la festa dei ciocchi. Di ghiaccio e neve ricopro le vette e metto al fuoco le dodici ballate. FEBBRAIO Io son Febbraio cortino ma crudo, sbatto nei vetri ghiaccioli e nevischio; poso le gemme sull albero nudo, poto la vigna, ma infurio, ma fischio. Viene a braccetto con me Carnevale e ballo e canto per chi vuol cantare. FEBBRAIO E Febbraio un monellaccio molto allegro e un po pagliaccio; per le piazze e per le sale accompagna il Carnevale. Se fra i mesi suoi fratelli ve ne sono di più belli, il più allegro e birichino sempre è lui, che è il più piccino. GIUGNO Vieni, Giugno tutto d oro! Che cos hai nel tuo tesoro? Pesche, fragole, susine, spighe, spighe senza fine; prati verdi, biondi fieni, lampi, tuoni, arcobaleni; giorni lunghi, notti belle con le lucciole e le stelle. E l inverno vien tremando, vien tremando alla tua porta. Sai tu dirmi che ti porta? Un fastel d aridi ciocchi, un fringuello irrigidito; e poi neve, neve a fiocchi, e ghiaccioli grossi un dito. I DODICI FRATELLI Gennaio vien tremando col cappotto e lo scaldino, vien febbraio schiamazzando in costume d Arlecchino. Marzo porta vento a iosa, una rondine e due viole, porta Aprile un pesco rosa che ti desta al nuovo sole. Maggio canta e da lontano tre usignoli fanno coro, Giugno tiene nella mano una spiga tutta d oro. Luglio porta ceste piene di susine e pesche bionde, porta Agosto due sirene che si specchiano nell onde. Se Settembre si fa bello con tre pampini di vite, reca Ottobre un gran fardello di castagne abbrustolite. Poi Novembre viene stanco per la nebbia che l assale, vien Dicembre tutto bianco con l abete di Natale. Sono dodici fratelli che si tengon per la mano. Tutti buoni, tutti belli: Anno Nuovo, t aspettiamo! MARZO Attenti bambini, la mano al cappello! C è marzo che passa, che urla, che spazza, che gioca monello per strade e giardini. Attenti Bambini! Pagina 7/40

8 APRILE Voi che venite dall orto e dal prato col primo ciuffo di verde falciato; col primo ramo fiorito, dal bosco, che nome avete, che non vi conosco? Non te lo dico, perchè tutti sanno che nome ha il mese più verde dell anno! LA SETTIMANA CHIUSIN CHIUSINO Lunedì chiusin chiusino, martedì bucò l ovino, uscì fuori mercoledì, pio, pio pio, fe giovedì, venerdì un bel pulcino, beccò sabato il granellino, e la domenica mattina avea già la sua crestina. LA SETTIMANA Lunedì fece il bucato, martedì andò al mercato, mercoledì accese il forno per cuocere il pane prima di giorno. Giovedì pian pianino spazzò la casa per benino; venerdì prese il paniere per raccogliere le pere. Sabato ancora lavorò, domenica invece riposò. La settimana è di sette giornate una per volta son tutte passate. FILASTROCCA DEI GIORNI Dò un lavoro da fare a lunedì. Lunedì chiede aiuto a martedì. Martedì corre da mercoledì: Potresti farlo tu con giovedì? Ma giovedì va da venerdì e venerdì lo chiede a sabato. Ma sabato risponde: Tempo non me ne resta: vado con domenica a far festa! POESIA DEI GIORNI (AMPOLLA D ACQUA E COLORI) Lunedì, lunedì tu sei il primo di sette dì, oh principe dal manto violetto io mi inchino al tuo cospetto. Martedì, martedì tu sei il secondo di sette dì, oh cavaliere dal rosso mantello, ogni tuo gesto è come un gioiello. Mercoledì, mercoledì tu sei il terzo di sette dì, oh messaggero dal giallo vestire, armonia gioiosa è ogni tuo dire. Giovedì, giovedì tu sei il quarto di sette dì, arancione è il tuo colore, saggezza è amore ti fanno signore. Venerdì, venerdì tu sei il quinto di sette dì, verde è il tuo regno fa che io possa esserne degno. LA SETTIMANA (CANTO) E verrà quel dì de lune, mi vo al mercà a compran la fune, lune, la fune e fine non avrà e la Rosina bella, va al mercà e la Rosina bella va al mercà. Lune la fune, marte le scarpe, mercore le nespole, soba le ova, venare la senare, sabo lo spago, festa la vesta. Pagina 8/40

9 CANTO DEL BUON GIORNO Buon giorno, buon giorno, buon giorno a noi, comincia un nuovo dì, siam tutti già pronti per ben cominciar e ogni cosa imparar. LA SETTIMANA (CANTO) Lunedì andò da martedì per sentire se mercoledì aveva saputo da giovedì s era vero che venerdì aveva detto a sabato che domenica era festa. TEMPO ATMOSFERICO SALUTO AL SERENO Addio rabbia di tempesta, addio strepito di tuoni vanno in fuga i nuvoloni che pulito il cielo resta. Addio pioggia! Qualche stella dagli alberi si stacca ogni foglia, fiore o bacca al novello sole brilla. Consolato il mondo tace in ciascuna afflitta cosa come un balsamo si posa, la serena unica pace. PIOGGERELLA Pioggerella fina fina che dal cielo scendi giù, tu rimbalzi leggerina sopra i fiori rossi e blu. Beve il tetto, ride il mare, canta lieto un uccellino; al tuo lieve ticchettare s addormenta ogni bambino. Si rinfresca il campo e il prato, ti saluta il ruscelletto, tutto il mondo par beato sotto il provvido bagnetto. Pioggerella fina fina che dal cielo scendi giù PIOVE Piove da un ora soltanto, ma il bimbo pensa che già piova da tanto, da tanto sopra la grande città. Piove sui tetti e sui muri, piove sul viale, piove sugli alberi oscuri con ritmo triste e uguale. LA PIOGGIA La pioggia picchietta sommessa e argentina e narra una favola piccina, piccina, d insetti, di passeri, di grilli, di fiori, di piccoli cuori. Per loro ogni gocciola che stride e saltella che sfrigge e che mormora è come una stella. Pagina 9/40

10 NEVE E BRINA LA NEVE Neve bella, fatta a stella, bianca neve, lieve lieve, vieni in mano, piano piano. Sei per poco dolce gioco, dolce gioco in mille fiocchi che mi frullan sotto gli occhi. ( A. Negri) LENTA LENTA VIEN LA NEVE Lenta, lenta vien la neve e distende un bianco vel, sono stelle piccoline che discendono dal ciel. Gli angioletti le han mandate perché brillino quaggiù: bianche stelle risplendenti come quelle di lassù. LEGGERO NEVICAVA (SIGNORA HOLLE) La bella sorella il dito si ferì la spola sul fondo del pozzo le finì e quando la bimba nel pozzo si gettò su un prato fiorito alfin si trovò. Sentì poi chiamare: Bambina per favor, il pane già cotto nel forno tira fuor. Il melo le disse: Maturi son i frutti se scuoti i miei rami potran cadere tutti. Infine la bimba una casa trovò, e dalla finestra Frau Holle la chiamò. E quando per tempo i letti preparava, allor sulla terra leggero nevicava. Trascorso li un anno per casa poi partì e d oro una pioggia tutta la ricoprì. Il gallo sul pozzo cantò: Chicchirichì, la nostra bimba d oro è ritornata qui. NEVE Dal cielo tutti gli Angeli videro i campi brulli, senza fronde né fiori, e lessero nel cuore dei fanciulli che amano le cose bianche. Scossero le ali stanche di volare ed allora discese lieve lieve la fiorita di neve. (U. Saba) SILENZIOSA VIEN LA NEVE Silenziosa vien la neve con il candido suo vel, tutto copre lieve lieve son gemme bianche son fior di gel che lentamente discendon dal ciel. CI VUOL CORAGGIO Cip, cip, fa un passerino da una pianta: tutto è sepolto nella neve bianca! Cip, cip, piangono gli altri, la va male: non c è più quasi niente da mangiare. Cip, cip-cip, cip, fa il passerotto saggio: eh, nell avversità ci vuol coraggio. Passa l inverno e dopo i suoi rigori si ridiventa tutti gran signori. Pagina 10/40

11 NATURA LA FIAMMA Io sono la fiamma di rosso vestita che fischia e scoppietta, che sibila ardita, che lesta serpeggia, che alzandosi fugge: io sono la fiamma che tutto distrugge! Io sono la fiamma che sprizza faville, che aspira, s innalza, che schizza scintille; che scalda, che cuoce, che splende, che fuma: io sono la fiamma che tutto consuma! LA GIOIA C è gioia nell acqua che scorre, nel vento che corre, nel fuoco che brilla, nel canto che trilla. C è gioia nel fiore che sboccia, in tutto è la gioia, la vita, che freme infinita, che ride, che chiama, che palpita ed ama. (M. Bartolini) PRIMA DI MANGIARE (PREGHIERA) Le nostre mani uniamo e insieme ringraziamo: la cara pioggia che ci disseta, il caro sole che il mondo allieta, la cara terra che ci dà i frutti e il buon Dio che unisce tutti. LUNA CHE FAI? NON DORMI MAI? Dice il bambino dal suo lettino: Luna, che fai? Non dormi mai? Risponde la luna: Ad una ad una conto le stelle, fiammanti e belle. IL CICLO DELL ACQUA Una gocciola di pioggia alla terra un dí guardó, e la vide tanto bella che dall alto si buttó. Cadde e si trovó ruscello fresco, puro, scintillante; poi divenne aspro torrente impetuoso e spumeggiante. Crebbe ancora e fu gran fiume calmo e lento fra le sponde finché giunse al mare, unendo a quelle onde le sue onde. Nella notte il ciel brillava d infinite chiare stelle, cosí limpide e lontane, cosí pure, cosí belle! Sospiró la gocciolina: Vorrei essere lassù! ed appena sorse il sole gli gridó: Tu, sole tu che sei forte, che sei buono, che a nessuno neghi amore, dammi aiuto per salire alla meta del mio cuore! Dentro il raggio il sol la prese, ve la tenne, la scaldó; e la gocciola di pioggia al suo cielo ritornó. AMO (FUOCO, LUCE, ACQUA, TERRA) Amo il bel Fuoco ardente e rosso, che scintilla, che s alza arditamente, che scalda, guizza e brilla. La Luce amo, splendente di qua, di là, d intorno, che chiara e trasparente mi rende bello il giorno. Amo l Acqua fluente, azzurra, tersa e viva, distesa dolcemente tra l una e l altra riva. Amo la Terra bruna che, madre di noi tutti, nel grembo suo ci aduna e nutre dei suoi frutti. Pagina 11/40

12 Vo per l azzurro senza sussurro nei loro lettini bacio i bambini e dentro al mar mi vo a specchiar? LA FIAMMA GUIZZA E BRILLA e la fiamma guizza e brilla e sfavilla e rosseggia balda audace, e poi sibila e poi rugge e poi fugge scoppiettando da la brace ( Il Poeta G. Carducci) ACQUA FRESCA Acqua fresca che saltelli, canticchiando sopra i massi, ti salutan gli alberelli, ristorati, quando passi. E son liete l erbe e i fiori, di specchiarsi nel tuo seno, mentre in alto ti sorride il bel ciel terso e sereno. (E. Minoia) L ORCO L Orco è il vento che nel bosco sta provando il suo vocione con un viso fosco, fosco e con tanto di barbone. Mangerò tutte le foglie, mangerò tutta la Terra, mangerò tutte le nubi che lassù fanno la guerra! Lo si sente: apre le porte e le sbatte forte, forte. Con un passo, lo si sa, corre tutta la città. NUVOLETTA Nuvoletta -disse il Ventovuoi fermarti qui un momento? No, non posso, devo andare, sto nell aria per volare! Tutta rosa e rilucente, per il cielo se ne andava, salutando sorridente le sorelle che incontrava. Ora, piccola e panciuta, s addensava un pochettino; IL VENTO È mite carezza / che passa gentile e tiepida scherza / coi fiori d aprile. È vasto respiro / lanciato sull onda che spinge la vela / in corsa gioconda. È mano che afferra / con dita spiegate e all albero strappa / le foglie dorate. È gelido soffio / che scende dai monti e in ghiaccio tramuta / i rivi e le fonti. Così senza posa, / or rapido, or lento, si svolge l eterno / cammino del vento. LE NUVOLE Pallide nuvole soffici corrono, dentro l azzurro del cielo s inseguono: se con letizia le mani si tendono, bei girotondi giocondi ripetono. Ma se si rotolan, strappano, spingono, presto nel cielo l azzurro nascondono: ecco che tutto di grigio dipingono, ecco la pioggia ed i tuoni che rombano. Se poi pentite, la pace rifanno, senza problemi la mano si danno: ecco che alcune già rosa si fanno, dentro l azzurro più soffici vanno. (adatt. di R. Bon) LA GOCCIA Io sono la piccola garrula goccia che sgorga timida fuor dalla roccia sono la gocciola fresca e lucente che scende querula lungo il torrente sono la tremula splendente stilla che mite e placida nel lago brilla e con innumeri gocce sorelle nell'ampio oceano specchio le stelle. (G. Noseda) C ERA UNA VOLTA UN RUSSCELLO C era una volta un giovane ruscello color di perla, che alla vecchia valle tra molli giunchi e pratelline gialle correva snello. E c era un bimbo e gli tendea le mani dicendo: A chè tutto cotesto foco? Pagina 12/40

13 diventava riccioluta e sembrava un agnellino. Lentamente s allungava distendendosi nel cielo, trasparente diventava e leggera come un velo. Verso l alto si slanciava fra le stelle a curiosare, poi di piume s adornava bianco cigno a figurare. Si tingeva d azzurrino, ali chiare dispiegava e con l oro del mattino un bell Angelo sembrava. TU SEI LA VITA Acqua di monte acqua di fonte acqua piovana acqua sovrana acqua che odo acqua che lodo acqua che squilli acqua che brilli acqua che canti e piangi acqua che ridi e muggi tu sei la vita e sempre, sempre fuggi. Posa un po qui! Si gioca un caro gioco, se tu rimani. Se tu rimani, o movi adagio i passi, un lago nasce e nell argento fresco dalla bell acqua io con le mani pesco gemme di sassi. Fermati, adunque, non fuggir così! L uccello che cinguetta ora sul ramo ancor cinguetterà se noi giochiamo taciti qui. Rise il ruscello e tremolò commosso al cenno delle amiche mani tese: e con un tono di voce cortese disse. Non posso Vorrei : non posso! Il cuor mi vola: ho fretta! A mezzo il piano, a leghe di cammino, la sollecita ruota del molino c è che mi aspetta; e c è la vispa e provvida massaia che risciaquar la nuova tela deve e sciorinarla, si che al sole neve candida paia; e il gregge v è, che a sera porge il muso avido a bere di quest onda chiara e gode se lo sazio, e poi ripara contento al chiuso Lasciami adunque, terminò il ruscello, correre dove il mio voler mi vuole ; e giù nel piano, luccicando al sole, disparve snello. Pagina 13/40

14 ARITMETICA GIOCO CON LE CONCHIGLIE Uno son felice di ricevere, (SX) due, metto nell altra mano, (DX) tre, io dono. (PASSO AL COMPAGNO) Uno, due, tre, quattro, cinque, sei.. UNO, DUE, TRE, QUATTRO Uno due tre quattro, corre, corre, corre il gatto sopra il tetto come un matto, corre, corre, corre il gatto uno, due, tre, quattro. Quattro, tre, due, uno, come me non c è nessuno, biondo, rosso oppure bruno, come me non c è nessuno: quattro, tre, due, uno. NUMERAZIONE DEL TRE - QUATTRO Oh salve vecchia rana: Che ci fai in questa tana? Nella scala mi sto allenando per vincere la gara del salto dell anno! I gradini a tre a tre più veloce son di te! Che fatica mamma mia! E la rana scappa via. Ma in cima voglio arrivare, ogni quattro gradini mi siedo a riposare. DALL UNO AL DIECI 1 il pruno 2 il bue 3 il re 4 il cioccolato 5 le aringhe 6 gli scarabei 7 le civette 8 il biscotto 9 il bove 10 pasta e ceci. NUMERAZIONE DELL UNO E DEL DUE C era un principe forte assai che paura non aveva mai: draghi e maghi aveva combattuto e una principessa aveva chiesto il suo aiuto. Prigioniera nella torre di un castello aspettava il principe bel bello, ma una lunga scala doveva attraversare se la principessa voleva salvare Quanti scalini dovrò fare? e si mise il principe a contare Qui davanti ce ne sono molti ancora per star qui qualche ora! Ora conto più veloce due scalini ad alta voce Pagina 14/40

15 GRAMMATICA E ORTOGRAFIA GUGLIELMO Guglielmo coglie ghiaia dagli scogli. Scagliandola, fa in mar mille gorgogli. LE DOPPIE La pala non è palla e l orsachiotto balla. La casa non è cassa, un nano ride e passa. La sera non è serra, la pace non è guerra. La rena non è renna, la torre non è antenna. La sete non è sette: chi sbaglia ci rimette! La fola non è folla, il chiodo non è molla; il caro non è carro, al sole sta il ramarro. Il nono non è il nonno, l aringa non è tonno. Le note non son notte, il tino non è botte. SUL TAGLIERE GLI AGLI TAGLIA Sul tagliere gli agli taglia, non tagliare la tovaglia. La tovaglia non è aglio: se la tagli fai un sbaglio! QUI QUO QUE QUA Il vecchio Nano Q, che sta sempre con la U, vuole ancor di più. Dice: Soltanto in tre si può star da re! Allora, una per volta, chiama OEIA e finalmente canta: QUO-QUI-QUE-QUA... Pagina 15/40

16 GEOGRAFIA E MINERALOGIA I PUNTI CARDINALI A Nord e a Sud, a Oriente e a Occidente, quattro Angeli da Dio son chiamati. A Nord e a Sud, a Oriente e a Occidente, a protegger la terra destinati. Primavera ed Estate, Autunno ed Inverno in mano loro custoditi stanno, si srotolano lieti nel fluir dell anno. Dalla mia parte, bello e raggiante, si leva il sole dice il Levante. Ed io l accolgo soavemente quando tramonta dice il Ponente. Ardenti raggi io spargo intorno dice superbo il Mezzogiorno! Ed io alle membra già stanche e rotte dono riposo : son Mezzanotte LA ROCCIA PRIMORDIALE E Dio creò la roccia primordiale massiccia, greve dall aspetto ardito, maestosa a vedersi, a nulla uguale, la fè robusta e la chiamò granito. Essa contiene il quarzo trasparente, per l orologio bello e prezioso, la mica che alla fiamma è resistente, l argilla del vasaio pel suo lavoro che viene dai Feldspati gialli e rossi come la terra dei campi e dei fossi; e se questa è feconda e ricca e scura, e grazie a quella roccia e all acqua pura. Pagina 16/40

17 ANTROPOLOGIA E PREGHIERE PRIMA DI MANGIARE Le nostre mani uniamo e insieme ringraziamo: la cara pioggia che ci disseta, il caro sole che il mondo allieta, la cara terra che ci dà i frutti e il buon Dio che unisce tutti. L ETERNA FORZA CREATRICE Nel fuoco arde nella luce vive nell acqua tesse nella pietra opera l eterna forza creatrice di Dio. NEL CIELO STELLATO Nell'aria gli uccellini, nell'acqua i pesciolini in terra i frutti e i fiori, di splendidi colori in cielo tante stelle, ah, quante cose belle. Nel cielo stellato, che guardo ammirato nel sasso nel fiore, ti vedo o Signore nell'essere mio, ti sento buon Dio mi accendi nel cuore, per tutto l'amore. AMMIRARE IL BELLO Ammirare il bello, difendere la verità, venerare ciò che è nobile, decidere il bene. Ciò conduce l'uomo alle mete nella vita, al giusto nelle sue azioni, alla pace nel suo sentire, alla luce nel suo pensare, e gli insegna a confidare nel governo divino in tutto ciò che è nell'universo in fondo all'anima. SOLE CHE PORTI LA NOTTE E IL GIORNO Sole che porti la notte e il giorno L ANIMA NIA Pura come l'oro più fino forte come la roccia limpida come il cristallo sia l'anima mia (Silesio). A FINE GIORNATA Di lavorare ho terminato riposi adesso ciò che ho imparato e viva nel mio cuore per darmi forza, saggezza e puro amore. ANGEL DI DIO VEGLIA SU DI ME Angiol di Dio veglia su di me sono smarrito senza di te. Tu mi proteggi tu mi difendi sulle tue ali l anima prendi e lieve lieve la porti su tra i sogni d oro dove sei tu. IL BIMBO SI SVEGLIA "Dimmi bel sole" chiede il bambino "Che fai levandoti presto al mattino?" Risponde il sole: "Spengo le stelle che della notte sono fiammelle. Fasci di rose spargo sul mare tutta la terra vado a destare. Bacio coi raggi fiori e uccellini batto ai balconi sveglio i bambini". DEL SOL L AMATA LUCE Del sol l'amata luce, il giorno a me rischiara dell'anima la forza, agli arti dà vigore nello splendor solare, onoro o Dio la forza che tu benevolmente, nell'anima ponesti. Che io sia laborioso, di apprendere desideroso nascon così da te, la luce ed il vigore fluisca ognora a te, Pagina 17/40

18 lieto saluto il tuo ritorno, sotto il tuo raggio crescon le piante sotto il tuo raggio sbocciano i fiori tutti vestiti di bei colori, nella tua luce vola l'uccello pascon sui monti pecora e agnello, l'ape ronzando raccoglie i succhi per dare il miele a tutti, a tutti ed io bambino, t'apro il mio cuore perché v'accenda luce e calore come te sole, forte e giocondo vorrei irradiarli in questo mondo. I SENSI Gli occhi son dati all'uomo per vedere la luce del gran mondo e i suoi colori. Le orecchie perché egli possa udire la musica, le voci ed i rumori. Il naso scopre arguto ogni profumo di fiori e frutti i più svariati odori. La bocca con la lingua perchè possa distinguere dolci amari aspri sapori. Grazie all'olfatto e al gusto mediante vista e udito il mondo conosciamo che è bello ed infinito, ma un eco dentro al cuore sentiamo risuonare di gioia e di dolore per tutto ciò che amiamo. Se l'aria fresca e pura ci porta nuova vita com'è gioioso il sangue e all'allegria c'invita. Si gonfiano i polmoni tutto divien giocando e con le mani tese andiamo incontro al mondo. riconoscenza e amore. (Rudolf Steiner) L UOMO Tesse il cuore il sentimento il pensiero nel capo riluce si rafforza negli arti il volere. Tessente luce possente trama lucente forza: ecco l'uomo: L UOMO Sol fra tutti sa stare l'uomo eretto e alle stelle lo sguardo alza diretto, tien alto il capo come un sol rotondo e può accogliere in sé tutto il gran mondo. Flessuoso il tronco come mezza luna che chiara appar nel cielo che s'imbruna, saldo sorregge il capo che riposa e sa far risuonar in sé ogni cosa. Dalle lontane stelle palpitanti scendendo come raggi irradianti le agili membra pronte ad operare perché l'uomo possa agire e camminare. ANGEL DI DIO (CANTO) Angel di Dio angelo d oro veglia Tu su di me porta il mio cuore vicino al Signor angelo di Dio, angelo d or. Pagina 18/40

19 PRIMA DI MANGIARE LE NOSTRE MANI UNIAMO Le nostre mani uniamo e insieme ringraziamo la cara pioggia che ci disseta, il caro sole che il mondo allieta, la cara terra che ci dà i frutti e il buon Dio che unisce tutti TERRA TU IL CIBO CI HAI DATO Terra tu il cibo ci hai dato, sole tu l hai maturato, cara terra, sole amato il nostro cuor vi è tanto grato. IL GATTO E IL BAMBINO Del cibo che metto nel piatto Sempre ne do una parte al mio gattino, e come va che in lui diventa gatto mentre dentro di me divien bambino? PER LA MERENDA (CANTO) Dolci frutti messi d or son del sole doni che coi raggi e col calor crescon sani e buoni. Madre terra ogni dì vogliam ringraziare che quei semi custodì fino a germogliare. (Continua vedi spartito) UN CHICCOLINO (CANTO) Un giorno un chiccolino, giocava a nascondino nessuno lo cercò e allor si addormentò. Dormì sotto la neve un sonno lungo e greve, infine si svegliò e pianta diventò. La pianta era sottile, flessibile e gentile la spiga mise fuor di un esile color. Il sole la baciava il vento la cullava di chicci allor si empì, per il pane di ogni dì. SAN MICHELE PRODE SAN MICHELE Quando il Sol tramonta in cielo e alle nubi dà fulgore, ecco, brilla il Tuo mantello rosso e giallo di splendore! La Tua spada è sfavillante, fiero, indomito guerriero, il Tuo sguardo rilucente ci rammenta sempre il vero. Oh, Tu prode San Michele che nei Cieli hai vinto il Male, dacci forza e puro cuore, ché s affermi alfin l Amore! (R. Bon) Pagina 19/40

20 NATALE LO SPIRITO DEL MONDO Lo spirito del mondo discende sulla Terra e in quel grembo profondo per mesi si rinserra. Con la mano leggera mille fiaccole accende, sì che la notte nera ad un tratto risplende. La pietra si ravviva, si ridestano i semi, la larva si fa viva. Anche nel cuore dell uomo lo spirito discende, e una fiamma d amore e una speranza accende. (Emma Minoia) STELLA, STELLINA Stella, stellina che brilli lassù, ravviva il tuo lume, che passa Gesù. Campana piccina che attendi lassù, intona il tuo canto, che nasce Gesù! O cuore piccino che attendi quaggiù, prepara i tuoi doni, che nasce Gesù. NATALE NATO E IL BAMBINO Nato è il bambino nella capanna, veglia Giuseppe, veglia la mamma. Nel cielo appare la nuova stella, che annuncia al mondo la gran novella. Gli Angeli cantan in una schiera -Risorgi, uomo, risorgi e spera! Fa che il Bambino ti nasca in cuore e che ti porti luce ed amore!- (E. Minoia) NELLA NOTTE OSCURA Nella notte oscura io non ho paura. Brillano le stelle nel cielo così belle. Guardan Gesù Bambino piccolino, piccolino, che ci è nato per amor sulla terra e qui nel cuor. (L. Baratto) Nel cuor dell inverno tra neve e tra geli, discende il Bambino dall alto dei cieli. Riporta alla terra la luce e il calore e accende nei cuori speranza ed amore. (E. Minoia) Pagina 20/40

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Viveva nell azzurra acqua del mare e giocava a dondolarsi con tutti i suoi. Acqua acqua acqua. io con te posso giocare. io con te voglio volare,

Viveva nell azzurra acqua del mare e giocava a dondolarsi con tutti i suoi. Acqua acqua acqua. io con te posso giocare. io con te voglio volare, Viveva nell azzurra acqua del mare e giocava a dondolarsi con tutti i suoi fratellini e tutte le sue sorelline. Acqua acqua acqua io con te posso giocare io con te voglio volare, per danzare con le onde

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

La montagna è come una scala: prima sale e poi scende. La montagna è una roccia grigia come un muro. La montagna assomiglia alla lettera A.

La montagna è come una scala: prima sale e poi scende. La montagna è una roccia grigia come un muro. La montagna assomiglia alla lettera A. LA MONTAGNA La montagna è normale non va al centro commerciale, se la vedi è speciale non sta mai male. Non smette di stupire lo posso ben dire, ha piedi accoglienti e bordi non taglienti; è buona, ma

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa,

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, POESIA DEI BAMBINI Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, una bambinetta tanto magra, e soddisfatta, senza una famiglia,

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

LE FILASTROCCHE DI SPAZIO GIOCO E COCCOLE

LE FILASTROCCHE DI SPAZIO GIOCO E COCCOLE Le filastrocche hanno il potere di calmare e rassicurare, creano un piacevole contenimento sonoro che accompagna il gioco del bambino e scandiscono i tempi dell'incontro. Gli adulti che cantano tutti insieme

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

CERCHIO Tutti dicono che sono grasso, che non muovo neanche un passo. Se mi metti in cima a un sasso, vengo giù con grande spasso. Sono ciccio, un bombolone, gonfio, bonzo, un panettone, ma non perdo mai

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

Educazione alla salute

Educazione alla salute Viva il movimento! Fai sport e movimento per sentirti più contento, segui una sana alimentazione fin dalla prima colazione. A merenda mangia un panino e poi muoviti un pochino. Con gli amici gioca a pallone

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Sofia Signorelli. Giorgio Giannone

Sofia Signorelli. Giorgio Giannone Sofia Signorelli Nei miei occhi Nei miei occhi sbocciano teneri tulipani gialli, si accendono piccole lampade come stelle gioiose che danzano tra le ciglia. Le mie palpebre si muovono su e giù a ritmo

Dettagli

IL MIO LAGO. E' qualcosa di fresco è qualcosa di limpido. Mille e una goccia sa cantare e un gran tesoro sa far trovare.

IL MIO LAGO. E' qualcosa di fresco è qualcosa di limpido. Mille e una goccia sa cantare e un gran tesoro sa far trovare. IL MIO LAGO E' qualcosa di fresco è qualcosa di limpido. Mille e una goccia sa cantare e un gran tesoro sa far trovare. Sa accarezzare e impietosire e tanta gioia sa fornire. E' uno specchio per la pallida

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

I piccoli poeti della 5^ A Scuola Primaria

I piccoli poeti della 5^ A Scuola Primaria I piccoli poeti della 5^ A Scuola Primaria ins. Antonietta Scarcella Il Natale. Ogni anno arriva il Natale E noi bambini felici siamo. Tutti contenti per i doni che riceviamo, Anche gli adulti sono contenti,

Dettagli

Autunno: storie L aquilone

Autunno: storie L aquilone Autunno: storie L aquilone In autunno c è un giorno speciale: dal mare comincia a soffiare un dolce vento, che si fa sempre più forte e va nelle città, nei paesi, nei boschi, alla ricerca degli aquiloni.

Dettagli

Al mare. Al mare. Al mare

Al mare. Al mare. Al mare domani al mare andrò e tanti bagni io farò Poi la crema spalmerò così la pelle non brucerò e se il sole brucia un po' sotto l'ombrellone io starò Ludovica Belmonte 3^C Oggi ho deciso di viaggiare e andare

Dettagli

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno scolastico 2013/14 LA STORIA Questa storia comincia il primo

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Poesie per il nuovo anno. Scritto da

Poesie per il nuovo anno. Scritto da Dopo avervi suggerito una serie di filastrocche e poesie per il nuovo anno da proporre in classe al rientro dalle vacanze, aggiungo altre poesie che vi potranno suggerire nuovi itinerari didattici. O anno

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO FAMIGLIA Famiglia è un insieme di persone che riescono a scaldarti il cuore; ti aiutano a passare i momenti peggiori, sanno sempre che fare, sanno

Dettagli

ISTITUTO ADORAZIONE CADORNA A.S. 2012/2013. Buon Natale a tutti! Andrea (classe terza) A cura dei bambini della scuola primaria.

ISTITUTO ADORAZIONE CADORNA A.S. 2012/2013. Buon Natale a tutti! Andrea (classe terza) A cura dei bambini della scuola primaria. ISTITUTO ADORAZIONE CADORNA A.S. 2012/2013 Buon Natale a tutti! Andrea (classe terza) A cura dei bambini della scuola primaria. E' NATALE di Madre Teresa di Calcutta che sorridi a un fratello e gli tendi

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

natale Gnomi al lavoro!

natale Gnomi al lavoro! natale Gnomi al lavoro! La fabbrica di Babbo Natale è un posto davvero speciale, ci sono gnomi specializzati molto ben organizzati che preparano giochi e dolcetti per riempire tutti i pacchetti: dipingono

Dettagli

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti:

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti: Cari bambini, l altro giorno ho sentito le vostre voci in cortile, quanto sono stato felice. Vorrei tanto che mi raccontaste dei vostri giochi, dei posti che conoscete e che andrete a conoscere, di quello

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Unità III Gli animali

Unità III Gli animali Unità III Gli animali Contenuti - Fattoria - Zoo - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto racconta L Orsoroberto si presenta e racconta ai bambini un poco di sé. L Orsoroberto ama mangiare il miele,

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

SALVIAMO LA TERRA INQUINAMENTO AMBIENTALE. Scuola dell Infanzia Paritaria San Giuseppe - Portegrandi a.s. 2013

SALVIAMO LA TERRA INQUINAMENTO AMBIENTALE. Scuola dell Infanzia Paritaria San Giuseppe - Portegrandi a.s. 2013 Scuola dell Infanzia Paritaria San Giuseppe - Portegrandi a.s. 2013 Insegnanti : Sartorel Vania e Serena Costantini Con la collaborazione audio e video di alcuni genitori SALVIAMO LA TERRA CORO : la terra

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me.

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me. BEATO L UOMO Beato l'uomo che retto procede e non entra a consiglio con gli empi e non va per la via dei peccatori, nel convegno dei tristi non siede. Nella legge del Signore ha risposto la sua gioia;

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e si va Il paese della RABBIA 1. Dove si sente la rabbia 2. Io mi arrabbio quando 3. Cosa mi aiuta 4.

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

Folletto. Gigetto. L' a q u i l a. r e a l e

Folletto. Gigetto. L' a q u i l a. r e a l e Il Folletto Gigetto e L' a q u i l a r e a l e Abbiamo scritto questo libro per tutti i bambini delle Scuole dell Infanzia, così potranno conoscere il nostro amico Gigetto e, chissà che un giorno non vada

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Alunni 2 a B CIPI IN VERSI. scolastica

Alunni 2 a B CIPI IN VERSI. scolastica Alunni 2 a B CIPI IN VERSI scolastica CLASSE 2 a B SCUOLA ELEMENTARE BERGOGNONE MILANO CIPI IN VERSI Liberamente tratto dal racconto di Mario Lodi Testi ed illustrazioni degli Alunni Anno scolastico 2008-2009

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

Rischiamo il Coraggio

Rischiamo il Coraggio Rischiamo il Coraggio Fraternità di Romena Veglia 2013-2014 Coraggio è il venire dell alba, l ora delle stelle e della notte che sogna, canna incrinata che suona ancora, fiamma che resiste scossa dal vento.

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO POLO 2 GALATONE. a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO POLO 2 GALATONE. a.s. 2014/2015 NIDO ISTITUTO COMPRENSIVO POLO 2 GALATONE a.s. 2014/2015 QUESTA MATTINA SONO... (Racconto la mia emozione) CON LE MIE MAESTRE STO VIVENDO UNA GIORNATA NELLA SCUOLA PRIMARIA ; CHISSA COSA VEDRO'! MA STATE

Dettagli

C era una volta. Endi il Folletto

C era una volta. Endi il Folletto C era una volta Endi il Folletto Storia elaborata dalle Classi Terze delle scuole: Le Grazie Pittura San Vito - Politi Endi, il folletto, è un fanciullo di corporatura esile e non molto alto. I suoi occhi

Dettagli

La storia di Gocciolina

La storia di Gocciolina La storia di Gocciolina Gocciolina viveva in un lago alpino, in una splendida valle verdeggiante. Guardava sempre il cielo e sognava di volare. Ah! Se avessi ali per volare, viaggerei per mari e per valli

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Musica Cre-Grest 2011

Musica Cre-Grest 2011 TESTI E ACCORDI Musica Cre-Grest 2011 Indice testi e accordi Battibaleno Rock del Cucù lumaca va Battiti Eri Tu Tic e Tac Tempo 106 la MUSICA BATTIBALENO Mim 7 Si 2v. la la in un battibaleno! E se saltiamo

Dettagli

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C LA NEVE SOFFICE La neve non si sa dov'è ma è bello se c'è. Soffice come un letto dove puoi fare un angioletto, se vai al sole la vedi brillare ma con gli occhiali gli occhi devi riparare. La neve si scioglie

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

POESIE 1B. Insegnante Responsabile: Prof. Alba D Onofrio

POESIE 1B. Insegnante Responsabile: Prof. Alba D Onofrio POESIE 1B Insegnante Responsabile: Prof. Alba D Onofrio Il sole può essere un amico Quando guardo il sole mentre gioco a pallone appare una luce bianca che sembra un illuminazione. Il sole mi sorride e

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Calogero Parlapiano. respirami l anima

Calogero Parlapiano. respirami l anima Poesia Aracne 38 Calogero Parlapiano respirami l anima Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 isbn 978

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

carnevale Beppino il burattino

carnevale Beppino il burattino Beppino il burattino Mi presento son Beppino, sono un simpatico burattino. Ho il vestito di mille colori, ho un cappello pieno di fiori, so suonare la trombetta, amo andare in bicicletta. Sono allegro

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

IL NATALE DEI BAMBINI

IL NATALE DEI BAMBINI IL NATALE DEI BAMBINI Recita (Classe I) E ACCADUTO UN FATTO STRANO Narratore1 MARCO: Babbo Natale vive in un paese lontano, al POLO NORD. Insieme ai suoi folletti, costruisce i giochi che porta ai bimbi

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE II II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE II II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE II ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO QUADRIMESTRE

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere.

Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. 3 scienze L ACQUA Gli uomini, gli animali, le piante hanno bisogno dell acqua per vivere. L acqua si trova nel mare, nel lago, nel fiume. mare lago fiume Gli uomini bevono l acqua potabile. acqua potabile

Dettagli

Unit 4 The picnic / Il picnic 1 Bud: Facciamo un picnic.

Unit 4 The picnic / Il picnic 1 Bud: Facciamo un picnic. TREETOPS 2 a Unit stories Unit 1 Bang! / Bang! 1 Holly: Quanti palloncini, Bud? Bud: Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci. Dieci palloncini. 2 Bud: In alto, in alto e via! Holly

Dettagli

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО, МЛАДЕЖТА И НАУКАТА ЦЕНТЪР ЗА КОНТРОЛ И ОЦЕНКА НА КАЧЕСТВОТО НА УЧИЛИЩНОТО ОБРАЗОВАНИЕ

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО, МЛАДЕЖТА И НАУКАТА ЦЕНТЪР ЗА КОНТРОЛ И ОЦЕНКА НА КАЧЕСТВОТО НА УЧИЛИЩНОТО ОБРАЗОВАНИЕ МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО, МЛАДЕЖТА И НАУКАТА ЦЕНТЪР ЗА КОНТРОЛ И ОЦЕНКА НА КАЧЕСТВОТО НА УЧИЛИЩНОТО ОБРАЗОВАНИЕ ТЕСТ ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК ЗА VII КЛАС I. PROVA DI COMPRENSIONE DI TESTI ORALI Testo 1

Dettagli

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Anno scolastico 2015/2016 anno II DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Siamo finalmente ritornati, non ci credevate più eh!!!, Invece ci siamo. Siamo pronti per ricominciare, per raccontarvi i primi giorni

Dettagli

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE:

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: La frase la maestra scrive sulla lavagna Chiara una foto ai bambini fa Una torta prepara la mamma al cioccolato Giocano con la corda i ragazzi

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

CANZONI NEL CERCHIO I VOLUME

CANZONI NEL CERCHIO I VOLUME CANZONI NEL CERCHIO I VOLUME 1. IL SERPENTE FILIBERTO 2. BUONGIORNO 3. IL TORO NASO D ORO 4. LA RANA 5. IL LUPO DANTE 6. IL GATTO FIFONE 7. SE VUOI CUCINARE 8. IL PICCOLO SEMINO IL SERPENTE FILIBERTO Il

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI per tutte le occasioni SeBook Simonelli electronic Book Tre pensieri prima dei sogni: il primo per i tuoi occhi dolci, il secondo per il tuo viso delicato, il terzo per

Dettagli

ALLA SCOPERTA DELLA FATTORIA

ALLA SCOPERTA DELLA FATTORIA ALLA SCOPERTA DELLA FATTORIA Abbiamo cantato con i bambini la canzoncina Nella vecchia fattoria per introdurre questo percorso partendo dalle loro conoscenze. Verbalizzazioni: Insegnante: - Bambini ma

Dettagli

Modifiche da apportare al testo Per l Infanzia SI Adattare Elementare SI I, II, III Nessuna: adatto come scritto PERSONAGGI

Modifiche da apportare al testo Per l Infanzia SI Adattare Elementare SI I, II, III Nessuna: adatto come scritto PERSONAGGI TITOLO UN FIORE + UNA FARFALLA = PACE Argomento Fiaba sulla pace Il testo è adatto alle seguenti classi: Scuola Adatto Classi di riferimento Modifiche da apportare al testo Per l Infanzia SI Adattare Elementare

Dettagli

Canzoni di Carnevale

Canzoni di Carnevale Canzoni di Carnevale CORIANDOLI Testo e Musica di Pietro Diambrini Prendi un foglio di carta, prendilo colorato, prendi le forbicine col bordo arrotondato, taglia, taglia, taglia, taglia, e tanti coriandoli

Dettagli

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA (Buio, musica, voce narrante inizia a raccontare) VOCE NARRANTE Questa è la storia di Felice, un topolino che vive in un parco meraviglioso. FELICE IL TOPOLINO VIVE IN QUESTO

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

Il mistero del Natale dimenticato. Scuola dell infanzia di Boschi Sant Anna

Il mistero del Natale dimenticato. Scuola dell infanzia di Boschi Sant Anna Il mistero del Natale dimenticato Scuola dell infanzia di Boschi Sant Anna MILLE FIOCCHI BIANCHI Quell anno faceva tanto freddo e a Paesello ognuno se ne stava rintanato al calduccio nella sua casetta.

Dettagli

Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che

Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che storia leggiamo stasera? Lo scalpiccìo dei piedini sulla scala echeggiò per tutta la casa. Tino entrò di corsa, già in pigiama, ansioso di ascoltare una storia.

Dettagli

Gabriela Mesia Bolivar

Gabriela Mesia Bolivar Gabriela Mesia Bolivar Ho visto il cielo arancione e la forma del sole, che tramontava, e un albero che si nascondeva, tra l'oscurità, i gabbiani che se ne andavano, mentre la luce spariva e la notte veniva

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli