Brollo Solar. italiano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Brollo Solar. italiano"

Transcript

1 Brollo Solar italiano

2 Il problema energetico sta assumendo oggi un importanza sempre maggiore anche in associazione al cambiamento climatico causato dal riscaldamento globale. Un tema questo già affrontato a livello mondiale in occasione della conferenza di Kyoto nel 1997, a cui parteciparono più di 160 nazioni, con un trattato che è entrato, però, in vigore solo nel Questo prevede l obbligo per i paesi industrializzati di ridurre le emissioni di elementi inquinanti in una misura non inferiore al 5.2%, nel periodo , rispetto a quelle registrate nel Su questo tema l Unione Europea punta ad una riduzione del 20%, entro il 2020, dei gas serra. Misura che per l Italia dovrà essere maggiore dato che è molto lontana dagli obiettivi sia rispetto al protocollo di Kyoto che a livello comunitario. Analogo ragionamento vale per l utilizzo delle energie rinnovabili. Per raggiungere l obiettivo, entro il 2010, che il 25% dell energia elettrica totale prodotta derivi da fonti rinnovabili occorre potenziare i settori del fotovoltaico, dell eolico, biogas, con l aggiunta di minicentrali per potenziare quello idroelettrico. In parallelo all aumento della produzione di energia da fonti rinnovabili, con basso impatto ambientale, occorre incrementare il risparmio energetico (obiettivo UE -20% dell energia totale consumata entro il 2020) sia tramite un miglioramento dell efficienza (ad es. nell illuminazione) che con l aumento dell isolamento termico. Nel campo delle costruzioni si sta già assistendo alla tendenza a realizzare edifici autosufficienti sotto il profilo energetico. Anche nazioni in via di forte industrializzazione come la Cina e l India si muovono in questa direzione. Ad esempio la Cina ha un obiettivo di produrre, con fonti rinnovabili, il 40% dell energia elettrica entro il 2030 e già da ora ha il maggior numero di impianti solari termici per abitanti. Il pannello Brollo Solar può dare un contributo significativo alla soluzione delle problematiche descritte e al raggiungimento degli obiettivi fissati sia a livello comunitario che mondiale.

3 Brollo Solar: il tetto energetico pannello coibentato e lamiera grecata 1

4 2 Marcegaglia building La tecnologia fotovoltaica Il processo fotovoltaico consiste nella trasformazione diretta della radiazione solare in energia elettrica senza produzione di sostanze residue inquinanti e senza l immissione di calore nell atmosfera. L irraggiamento solare ha uno scostamento massimo dalla media, calcolata su decine di anni, del 10% e quindi risulta più affidabile rispetto al flusso dei venti. Inoltre essendo la fonte distribuita, e quindi anche l energia prodotta, si riducono i problemi degli approvvigionamenti e delle perdite delle linee di distribuzione. Molti sono i materiali che singolarmente o congiuntamente riescono nella conversione fotovoltaica, cioè nel catturare i fotoni solari. Ma pochi sono stati poi utilizzati su scala industriale e si sono dimostrati affidabili e duraturi nei tempi richiesti per un ritorno economico degli investimenti necessari al loro impiego. Tra quest ultimi si cita il silicio sia nella forma cristallina (Si-c) che nello stato amorfo (Si-a). La prima tipologia consiste nell utilizzo di monocristalli o più cristalli ricavati dal taglio di lingotti cilindrici o dalla riconversione di prodotti di scarto dell industria dei semiconduttori; la quantità di materiale e di energia necessari per la produzione delle celle fotovoltaiche è relativamente elevata. Il contrario è per celle in silicio amorfo dove gli spessori sono micrometrici e la deposizione del film sottile è totalmente automatica; questo tipo di tecnologia necessita di minor energia per la produzione dei moduli e, quindi, dà un tempo di rimborso (payback time) energetico inferiore. Le celle in Si-a si collocano nella categoria di quelle a film sottile, che include anche quelle in Diseleniuro di Rame e Indio (CIS) e il Tellururo di Cadmio (CdTe). Marcegaglia ha scelto la tecnologia del Si-a (già sul mercato) e, nel breve periodo il CdTe. Contrariamente a quanto si pensa, e viene spesso detto dai costruttori di celle in silicio cristallino, sul silicio amorfo si è fatta una notevole ricerca sia teorica che sperimentale e quindi si ha una notevole esperienza sia per quanto riguarda i processi produttivi che per le applicazioni. Di conseguenza l evoluzione delle caratteristiche delle celle e del film sottile in silicio amorfo è stata maggiore fino ad arrivare ad un prodotto concorrenziale con la tecnologia a silicio cristallino.

5 3 Silicio amorfo - Brollo Solar Legenda: 1 - Elettrodo trasparente 2 - Cella che assorbe luce blu 3 - Cella che assorbe luce verde 4 - Cella che assorbe luce rossa 5 - Strato riflettente 6 - Strato di base flessibile (acciaio inox) 7 - Sp. totale di una cella a tripla giunzione ~ 1 µ Pannelli al Tellururo di Cadmio - Arendi 6 Legenda: 1 - Carico esterno 2 - Luce solare 3 - ITO 400 nm 4 - ZnO 300 nm 5 - Cds 80 nm 6 - Buffer (200 nm) + Mo (200 nm) 1 vetro soda lime CdTe 5-6 μm

6 4 Marcegaglia building Confronto tra le celle in Silicio cristallino e Silicio amorfo Le caratteristiche di tutti i moduli fotovoltaici sono misurate secondo i parametri e le condizioni STC (Standard Test Conditions): temperatura di 25 C, irraggiamento pari a 1000 W/m 2 massa d aria pari a 1,5. Ognuno di questi fattori incide sulle performance dei moduli fotovoltaici indipendentemente dalla tecnologia utilizzata. Sfortunatamente le condizioni operative differiscono significativamente da quelle dei test comparativi cioè raramente si raggiunge la potenza di picco di 1000 W/m 2, la temperatura dei moduli può raggiungere fino a C e lo spettro elettromagnetico cambia continuamente durante il giorno. Inoltre la luce diffusa è predominante durante le giornate nuvolose e nelle ore del mattino e della sera: a seconda della regione può essere fino ad un 40% di tutta la radiazione incidente. Le celle in Si-a sono mediamente più efficienti (dal 25 al 40%) con potenze incidenti inferiori ai 300 W/m 2 (valori tipici in condizioni di radiazione diffusa o di un orientamento non ottimale dei moduli). Un altro aspetto che indica la superiorità del Si-a rispetto al Si-c riguarda il coefficiente termico (fattore che riduce l efficienza) che risulta, per il cristallino, di valore più che doppio rispetto all amorfo (da 0,20 a 0,5 % per C). Ciò significa che alla temperatura di 70 C la potenza in uscita del modulo in cristallino si riduce di circa il 23% (rispetto alla STC) e quello in amorfo solo del 9%. A conferma di quest ultimo tipo di cella ci sono dati di impianti avviati più di 17 anni fa che ancora producono energia nei limiti della garanzia appena citata. Unico aspetto negativo del Si-a rispetto al Si-c è la necessità di disporre di una superficie maggiore a parità di kwp installati; questa esigenza non è molto restrittiva se si vanno a utilizzare le coperture degli edifici per attività industriali, commerciali e agricole. Per quanto riguarda l utilizzo, specie per le coperture, è innegabile la superiorità estetica e l integrabilità del Si-a che permette di ridurre i costi di posa e l eliminazione dei supporti che occorre invece progettare, costruire e montare per sostenere i moduli in Si-c. L insieme delle due caratteristiche sopra descritte sul miglior comportamento dei moduli in Si-a porta ad ottenere una superiore energia prodotta annualmente, che può arrivare al 20% in più di kwh per kw installati, rispetto ai moduli in Si-c nelle stesse condizioni operative. La comparazione può proseguire analizzando il comportamento dell andamento della potenza nel tempo e la vita media delle celle. È stato dimostrato sperimentalmente che la potenza delle celle in Si-a si riduce del 10-15% rispetto al 3-4 % di quelle in Si-c nei primi mesi di vita per poi stabilizzarsi ad un degrado di circa l 1% annuo analogo per i due tipi di celle (i costruttori di celle in Si-a ovviano a questa disparità producendo moduli con potenze unitarie maggiori rispetto al dato di targa per una percentuale pari alla riduzione iniziale). Tipicamente i produttori danno una garanzia sulla potenza dell 80% su 25 anni per il Si-c e dell 80% su 20 anni per i moduli con Si-a.

7 5 La radiazione solare in Italia ed in Europa kwh/m 2 medi annui

8 6 Marcegaglia building Silicio amorfo Brollo Solar Il pannello fotovoltaico Brollo Solar utilizza celle con Si-a e con caratteristiche tali da esaltarne le peculiarità. Per prima cosa le macro celle in Si-a della UNI-SOLAR sono costituite in realtà da tre celle sovrapposte (tripla giunzione) ognuna delle quali ha caratteristiche di assorbimento alla radiazione solare leggermente diverse tali da allargare lo spettro radiativo agli estremi cioè sia verso l ultravioletto che verso l infrarosso. Questo permette di aumentarne il rendimento ai bassi livelli di irraggiamento tipici delle ore mattutine e serali e durante le giornate nuvolose e nebbiose. Inoltre gli strati di Si-a (spessore di circa 1 micron/cad) sono depositati, tramite una tecnica sottovuoto, in continua su una lamina flessibile di acciaio inox che rende possibile coprire superfici curve con raggi minimi che possono arrivare al metro; dipendenti dal substrato metallico che deve espletare la funzione di tetto. Attualmente sono disponibili lamine fotovoltaiche UNI-SOLAR da 11 e 22 celle in serie con potenze nominali rispettivamente da 68, 136 e 144 Wp. Le caratteristiche fisiche/elettriche/dimensionali sono indicate nelle tabelle a lato. Si attende nel breve periodo l introduzione nel mercato di lamine con un incremento della potenza nominale del 6% a parità di superficie delle celle. Il pannello Brollo Solar può essere prodotto con diversi materiali metallici, di supporto e con semplice lamiera o con l isolante termico; gli spessori di isolamento possono variare da 40 a 100 mm. Le lamine vengono incollate sul supporto metallico (acciaio zincato preverniciato, acciaio inossidabile e acciaio con Aluzinc nello spessore di 0.8 mm, alluminio preverniciato nello spessore di 1 mm) che vanno a creare il pannello fotovoltaico, (occorre tener presente che la parte di fotovoltaico, in lun- ghezza, può essere solo un multiplo di 3 m circa; la larghezza utile è sempre pari ad 1 metro). Saranno i progettisti del tetto e dell impianto elettrico fotovoltaico che stabiliranno, volta per volta, le lunghezze e il numero di pannelli ottimali. Nella pagina a fianco sono riassunte le caratteristiche meccanico-termiche del pannello in base allo spessore del coibente e della distanza tra gli appoggi. Marcegaglia è in grado di fornire direttamente il progetto e la realizzazione, oltre all assistenza e alla manutenzione, dell intero impianto elettrico completo di sistemi di controllo. Il pannello o la lamiera grecata fotovoltaica costituiscono un sistema che viene denominato totalmente integrato dalla legislazione vigente usufruendo così della massima incentivazione statale sulla produzione di energia elettrica.

9 7 PVL-68 Specifiche elettriche e meccaniche STC - Condizioni standard di prova: Temperatura celle 1000 W/m 2, AM 1.5, 25 C Potenza massima (Pmax): 68W Tensione a Pmax (Vmp): 16.5 V Corrente a Pmax (Imp): 4.1 A Corrente di corto circuito (Isc): 5.1 A Tensione di circuito aperto (Voc): 23.1 V Corrente nominale massima fusibile: 8 A Coefficiente di temperatura: (Ad irraggiamento AM 1.5, 1000 W/m 2 ) Isc: 5.1 ma/k (0.10%/ C) Voc: -88 mv/k (-0.38%/ C) Pmax: -143 ma/k (-0.21%/ C) Imp: 4.1 ma/k (0.10%/ C) Vmp: -51 mv/k (-0,31%/ C) Lunghezza: 2843 mm Larghezza: 394 mm Spessore: 4 mm Peso: 3,9 kg PVL-136 Specifiche elettriche e meccaniche STC - Condizioni standard di prova: Temperatura celle 1000 W/m 2, AM 1.5, 25 C Potenza massima (Pmax): 136W Tensione a Pmax (Vmp): 33.0 V Corrente a Pmax (Imp): 4.1 A Corrente di corto circuito (Isc): 5.1 A Tensione a circuito aperto (Voc): 46.2 V Corrente nominale massima fusibile: 8 A Coefficente di temperatura: (Ad irraggiamento AM 1.5, 1000 W/m 2 ) Isc: 5.1 ma/k (0.10%/ C) Voc: -176 mv/k (-0.38%/ C) Pmax: -286 ma/k (-0.21%/ C) Imp: 4.1 ma/k (0.10%/ C) Vmp: -102 mv/k (-0,31%/ C) Lunghezza: 5486 mm Larghezza: 394 mm Spessore: 4 mm Peso: 7,7 kg PVL-144 Specifiche elettriche e meccaniche STC - Condizioni standard di prova: Temperatura celle 1000 W/m 2, AM 1.5, 25 C Potenza massima (Pmax): 144W Tensione a Pmax (Vmp): 33.0 V Corrente a Pmax (Imp): 4.36 A Corrente di corto circuito (Isc): 5.3 A Tensione a circuito aperto (Voc): 46.2 V Corrente nominale massima fusibile: 8 A Coefficente di temperatura: (Ad irraggiamento AM 1.5, 1000 W/m 2 ) Isc: 5.3 ma/k (0.10%/ C) Voc: -176 mv/k (-0.38%/ C) Pmax: -302 ma/k (-0.21%/ C) Imp: 4.1 ma/k (0.10%/ C) Vmp: -102 mv/k (-0,31%/ C) Lunghezza: 5486 mm Larghezza: 394 mm Spessore: 4 mm Peso: 7,7 kg

10 8 Marcegaglia building Pannello coibentato Plate module certified acc. to EN Cert. n. C01 08C Electrical insulation certified acc. to IEC Cert. n. C02 08C A Guarnizione autoestinguente Coibentazione Nastro adesivo Supporto metallico PGB FTR3 Pannelli metallici coibentati per coperture discontinue con pendenze 7%, utilizzabili sia in copertura sia in parete ed estremamente economici quando non sussistono particolari necessità progettuali di carico (neve, vento). B PGB FTR3 Spessore pannello Panel thickness Spessore supporti Supports thickness Peso medio Weight U Carico massimo uniformemente distribuito in kg/m 2 acciaio Max load uniformly distributed on kg/m 2 steel Distanza fra gli appoggi in m Supports spacing (m) mm mm kg/ m 2 W/m 2 K campata semplice simple span campata multipla multiple span 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 5,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 5, ,8/0,5 15,9 0,49 > > ,8/0,5 16,3 0,40 > > ,8/0,5 16,7 0,34 > > ,8/0,5 17,5 0,26 > > ,8/0,5 18,3 0,21 > >

11 9 Elemento grecato Plate module certified acc. to EN Cert. n. C01 08C Electrical insulation certified acc. to IEC Cert. n. C02 08C A EGF FLG3 EGF FLG3 Caratteristiche del profilo Spessore Thickness mm Section properties Peso Weight kg/m 2 B 0,8 10 Acciaio preverniciato S250GD (EN 10326) L elemento grecato è posato in opera su campate multiple e luci massime di 1,5 m. In tali condizioni è garantito un carico massimo uniformemente distribuito di 1,50 kn/m 2.

12 10 Marcegaglia building Impianto elettrico A completamento del sistema di copertura Brollo Solar, nell ambito della propria divisione engineering, Marcegaglia progetta e realizza l impianto completo che consente il funzionamento ottimale del tetto fotovoltaico, il suo monitoraggio costante in tempo reale ed il suo collegamento alla rete elettrica di distribuzione nazionale. Fornisce inoltre il servizio di manutenzione e assistenza tecnica dell impianto realizzato. 6 Strings 6 Strings Il sistema elettrico e di monitoraggio Marcegaglia include: gruppi di conversione ca/cc; sistemi di protezione e sezionamento; sistemi di controllo, monitoraggio e visualizzazione dati dell impianto; contatori per la misura dell energia prodotta e consumata Strings Caratteristiche dell impianto I componenti utilizzati nell impianto fotovoltaico sono prodotti standard dei maggiori produttori ampiamente utilizzati e collaudati in ambito di automazione; questo rappresenta garanzia di affidabilità, know-how approfondito e flessibilità di soluzioni, unitamente agli standard di comunicazione utilizzati (RS232, RS485, RS422, Profibus DP, Ethernet, DeviceNet, ControlNet). Il sistema di conversione dell impianto fotovoltaico è principalmente costituito da un Programmable Logic Controller (PLC) e da un inverter: il PLC permette il controllo remoto, l archiviazione in un portale internet dei dati dell impianto e la gestione di messaggistica in caso di avarie; l unità inverter ad IGBT con regolazione PWM, in configurazione master/slave effettua la conversione da energia solare ad energia elettrica. MASTER SLAVE MASTER SLAVE SLAVE MASTER SLAVE SLAVE SLAVE La peculiarità della proposta Marcegaglia è la possibilità di utilizzare configurazioni master/slave, che presentano numerosi vantaggi, fra i quali: maggiore efficienza dell impianto fotovoltaico anche in condizioni di insolazione ridotta; maggiore garanzia di disponibilità dell energia grazie a soluzioni master/slave (la potenza erogata dal sottocampo connesso all inverter guasto non viene persa); DC DC DC maggior durata e affidabilità dell impianto attraverso l ottimizzazione dei tempi di funzionamento di ogni singolo inverter. ISO ISO ISO PLC PLC PLC AC AC AC PLC: Programmable Logic Controller ISO: Isolation monitoring IGBT: Insulated Gate Bipolar Transistor PWM: Pulse Width Modulation

13 11 Accessori Web log La progettazione del sistema di conversione prevede un approfondita analisi e la proposta della configurazione più adatta a seconda della potenza necessaria. Nella soluzione Marcegaglia sono presenti tutti i componenti necessari a garantire la sicurezza elettrica. Fusibili e interruttori automatici per la protezione contro cortocircuiti, SPD per la protezione dalle sovratensioni di origine atmosferica, sezionatori per la messa in sicurezza dell impianto in caso di manutenzione. La presenza di Data Logger con web server connesso al PLC in RS485 permette: l invio di messaggi di notifica (via , fax o SMS) nel caso in cui si verifichi un allarme dell impianto oppure un anomalia nella corrente delle stringhe; l archiviazione dei dati d impianto in un database all interno di un portale internet durante le fasce notturne. Successivamente, accedendo al portale, è possibile la visualizzazione di: grafici di potenza ed energia; confronto tra energia prodotta ed irraggiamento rilevato; performance dell impianto ed altri dati di funzionamento. Tutti questi componenti, così come le altre parti che compongono il sistema - contattori, trasformatori, filtri, unità di alimentazione - sono prodotti standard in uso da anni. La sicurezza elettrica nel campo fotovoltaico, essendo un sistema elettrico flottante, è garantita dal monitoraggio continuo della resistenza verso terra degli ingressi dell azionamento; il valore di questa resistenza deve rimanere sempre al di sopra di limiti di sicurezza, per evitare pericoli derivanti da contatti diretti e indiretti. Al di sotto di una prima soglia di resistenza il sistema genera un preallarme, mentre ad una seconda soglia più bassa corrisponde un allarme vero e proprio con blocco immediato degli inverter. Monitoraggio e controllo remoto È possibile il monitoraggio e il controllo remoto dell inverter, in tempo reale, mediante la connessione di un modem al PLC con opportuna interfaccia. È inoltre utilizzato per operazioni di diagnostica e modifica da remoto del programma PLC. Oltre ai dati di produzione energetica su base giornaliera, mensile ed annuale, è possibile visualizzare i parametri elettrici di macchina, con accesso al pannello frontale dell armadio dell inverter per rilevare eventuali codici di errore, e la percentuale di potenza prodotta dall intero impianto o dal singolo inverter. Grazie a questo dispositivo di controllo remoto è possibile effettuare una verifica del corretto funzionamento delle sole stringhe o dell impianto intero. Così facendo è possibile pianificare eventuali interventi di manutenzione. In accordo con le norme vigenti in materia di compatibilità elettromagnetica, il progetto è provvisto di tutti i filtri necessari per limitare i disturbi causati dalla commutazione. Stazione meteo SPD: Surge Protective Devices Insieme di sensori di temperatura ed irraggiamento, connessi agli ingressi del Web log tramite convertitori di segnale. Questi sensori sono utili per la valutazione delle prestazioni dell impianto al variare della temperatura e dell irraggiamento.

14 12 Marcegaglia building La centrale elettrica fotovoltaica Un impianto fotovoltaico è composto da vari componenti e quindi occorre considerarlo un sistema e come tale va trattato anche se la parte elettrica è preponderante rispetto agli aspetti meccanici. I pannelli o moduli fotovoltaici, costituiti da celle collegate in serie, hanno come minimo due scatole junction boxes da dove partono due cavi, lunghi circa 0.5 metri, con connettori per il successivo collegamento elettrico. Il collegamento in serie di più pannelli costituisce una stringa e più stringhe in parallelo formano il generatore fotovoltaico. Quest ultimo può (e deve nel caso in cui si voglia accedere agli incentivi del conto energia che si tratterà nel seguito) essere collegato alla rete elettrica nazionale o alimentare un utenza autonoma con l ausilio di una batteria di accumulatori. Un parametro importante di un impianto fotovoltaico è il BOS (Balance Of System) cioè il rendimento globale del sistema che tiene conto di tutte le perdite che ci sono a partire dal pannello fino al contatore dell energia che contabilizza la produzione. La quantità di energia elettrica prodotta da un generatore fotovoltaico dipende da diversi fattori: l entità della superficie captante, la posizione dei moduli nello spazio e rispetto al sole, la località dove è installato l impianto, l efficienza delle celle fotovoltaiche e dell intera catena che costituisce il collegamento elettrico tra il generatore e la linea esterna o la postazione di utilizzazione e la temperatura di funzionamento.

15 13 Brollo Solar Quadri di stringa e di campo Brollo Solar Key Inverter Display caratteristiche impianto fotovoltaico Marcegaglia, nell ottica di una consulenza completa ed efficace, offre al cliente un pacchetto integrato di servizi legati al prodotto Brollo Solar. Consulenza di progetto e di ritorno sull investimento Installazione chiavi in mano Contatori Contratto di assistenza e manutenzione nel corso degli anni Finanziamento si prevedono misure di finanziamento ad hoc per chi investe sul prodotto Brollo Solar come sistema fotovoltaico completo Rete nazionale

16 14 Marcegaglia building Il conto energia italiano Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito i criteri e le modalità per incentivare la produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. L ultimo decreto disciplina l accesso alle tariffe incentivanti per un periodo di 20 anni per chi produce energia elettrica, attraverso questa fonte di energia alternativa, differenziandone il valore, espresso in /kwh, in base alle potenze nominali e al livello d integrazione architettonica dell impianto. L iter burocratico prevede che una volta richiesto l allaccio al Gestore di rete locale, e non più al GSE, si possa procedere direttamente alla realizzazione dell impianto e, dopo aver collegato l impianto alla rete elettrica si possa richiedere il riconoscimento, per un periodo di 20 anni, della tariffa incentivante relativa alla tipologia di impianto realizzato. Il decreto citato disciplina l accesso alle tariffe incentivanti per chi produce energia elettrica attraverso impianti fotovoltaici e fissa le tariffe da un minimo di 0.36 ad un massimo di 0.49 per kwh (riduzione annua delle tariffe pari al 2% a partire dal 2009). Possono beneficiarne privati, imprese, enti pubblici, e condomini residenziali. Nella tabella vengono riportate le tariffe in base alla potenza installata e alla tipologia di impianto. È prevista una maggiorazione del 5% delle tariffe nei seguenti casi: 1) Per gli impianti ricadenti nelle righe B e C, colonna 1, in cui i soggetti responsabili sono auto produttori; 2) Per scuole pubbliche e strutture sanitarie pubbliche; 3) Per impianti integrati in sostituzione di coperture contenenti amianto; 4) Per impianti installati da enti pubblici in comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti. Gli incrementi non sono cumulativi Potenza nominale P dell impianto [kwp] Impianto non integrato [ /kwh] Impianto parzialmente integrato [ /kwh] Impianto totalmente integrato [ /kwh] A 1<= P<= ,44 0,49 B 3< P <= 20 0,38 0,42 0,46 C P> 20 0,36 0,40 0,44 Ipotesi di partenza per l analisi del ritorno economico 1) Pi= 20 kwp (superficie coperta : 400 m²) 2) Scambio sul posto e utilizzo totale dell energia prodotta 3) Pannelli rivolti a Sud e con un inclinazione di 30 4) Costo della sola copertura [500 /kwp] 5) Utilizzo di pannelli coibentati (spessore coibente: 60 mm) Brollo Solar 6) Costo impianto FV [6000 /kwp-costo copertura+costo manutenzione, IVA 10% esclusa] 7) Tariffa incentivante 0.46 /kwh LOCALITA Energia media prodotto annualmente nell arco di 20 anni [kwh] Incasso medio annuo [ ] Spesa media di manutenzione & funz. ( annui) Costo impianto [ ] Pay-back time [anni] Utile dopo 20 anni [ ] MILANO ROMA , REGGIO CALABRIA ,

17 15 Per impianti con potenze non superiori ai 20 kwp (la legge finanziaria per il 2008 ha previsto di aumentare la potenza a 200 kwp ma al momento mancano ancora i decreti attuativi) il responsabile dell impianto potrà aderire al Conto Energia in modalità diverse: Cessione in rete L utente consumerà direttamente l energia prodotta solo nel momento e nella quantità prodotta. L energia prodotta in eccesso, per vari motivi, rispetto ai consumi verrà ceduta e venduta in rete. È richiesta la partita IVA. Scambio sul posto Il bilancio tra energia prodotta dall impianto fotovoltaico ed energia prelevata dalla rete avverrà nell ambito delle bollette del distributore locale con eventuale conguaglio a fine anno. Eventuali eccedenze di produzione di energia nell arco dell anno non verranno remunerate ma portate a credito negli anni successivi per un massimo di 3 anni. Per impianti con potenze superiori ai 20 kwp l unica modalità di adesione al Conto Energia è quella della cessione. L incentivo è proporzionale all energia elettrica prodotta, cioè l incentivo viene pagato su tutta l energia elettrica prodotta e non soltanto su quella in eccesso riversata nella rete elettrica. Nel caso di impianti connessi in regime di scambio sul posto può essere riconosciuto un premio abbinato al risparmio energetico. Viene riconosciuta una maggiorazione delle tariffe incentivanti purché si dimostri che, nel periodo successivo all installazione dell impianto fotovoltaico e con apposita certificazione, si è realizzato un intervento atto a conseguire un miglioramento del fabbisogno energetico dell edificio su cui è installato l impianto FV (miglioramento minimo del 10%). Per poter accedere agli incentivi occorre seguire la seguente procedura: a) Occorre avere l autorizzazione amministrativa locale (normalmente basta la DIA); b) Il soggetto responsabile inoltra il progetto preliminare al gestore di rete a chiede la connessione alla rete specificando se intende avvalersi del servizio dello scambio sul posto; c) A lavori ultimati, il soggetto responsabile comunica la conclusione dei lavori al gestore di rete il quale curerà l allaccio alla rete elettrica entro 30 giorni lavorativi per impianti semplici e 120 giorni per quelli più complessi; d) Entro 60 giorni dalla data di entrata in esercizio dell impianto, il soggetto responsabile è tenuto a far pervenire al GSE la richiesta di concessione della tariffa incentivante unita alla documentazione finale di entrata in esercizio dell impianto pena la non ammissibilità alle tariffe incentivanti; e) Entro 60 giorni il GSE verifica il rispetto alle disposizioni del Decreto Ministeriale e comunica al soggetto responsabile la tariffa riconosciuta; Documentazione da inviare al GSE: 1) Progetto finale dell impianto firmato da un professionista o da un tecnico iscritto all Albo professionale; 2) Scheda tecnica con le caratteristiche dell impianto: Ubicazione e potenza nominale dell impianto; Tensione in CC all ingresso del gruppo di conversione in CA; Tensione in CA Caratteristiche dei moduli fotovoltaici; Caratteristiche dell inverter; Produzione annua attesa di energia elettrica; Modalità con le quali viene assicurato il rispetto dei requisiti tecnici; 3) Elenco delle caratteristiche dei moduli fotovoltaici: modello, marca e numero di matricola; 4) Certificato di collaudo dell impianto; 5) Dichiarazione sostitutiva di notorietà autenticata, firmata dal soggetto responsabile, con la quale si attesta: La natura del soggetto responsabile; La tipologia dell intervento per la realizzazione dell impianto; La conformità dell impianto e dei relativi componenti alle disposizioni previsti nel Decreto; La tipologia dell impianto; La data di entrata in esercizio dell impianto; Se l impianto opera o meno in regime di scambio sul posto; Copia della denuncia di apertura dell officina elettrica (se necessaria).

18 16 Marcegaglia building Tripla funzione La produzione di elettricità con la tecnologia fotovoltaica contribuisce alla riduzione della dipendenza energetica del paese dai combustibili fossili e dell emissione di anidride carbonica in atmosfera e, tramite gli incentivi, è in grado di essere una fonte di reddito per chi investe in questo settore. Marcegaglia produce e commercializza la tecnologia fotovoltaica a film sottile in silicio amorfo a tripla giunzione che, oltre ad avere una superiore resa energetica per kwp installati, si può facilmente integrare nelle coperture, industriali, commerciali, agricole e, in minor misura, civili. La tripla funzione di tetto, di isolamento termico e di generatore di energia, senza dimenticare l aspetto estetico non invasivo, rende il prodotto Brollo Solar molto competitivo rispetto ai pannelli tradizionali in silicio cristallino, in modo particolare per le nuove costruzioni o nelle ristrutturazioni delle coperture. Il gruppo Marcegaglia si propone al mercato sia come fornitore del solo pannello o della lastra grecata fotovoltaica che della fornitura dell intero impianto fotovoltaico chiavi in mano. In ogni caso diventa più che mai cruciale la collaborazione tra il progettista dell edificio, sia per quanto riguarda la struttura di sostegno del tetto che per la parte elettrica, e i tecnici che propongono la soluzione della copertura fotovoltaica integrata per l ottimizzazione del binomio copertura/generatore elettrico fotovoltaico minimizzando i costi ed i tempi di realizzazione.

19 Brollo Solar: copertura, isolamento, energia.

20 ottobre 2008 Sales offices: MARCEGAGLIA divisione sistemi fotovoltaici photovoltaic systems division viale Sarca, Milano - Italy phone fax MARCEGAGLIA divisione engineering engineering division via del Commercio, Sovizzo, Vicenza - Italy phone fax Plants: MARCEGAGLIA Milano viale Sarca, Milano - Italy phone fax MARCEGAGLIA Taranto via L. Ariosto, Taranto - Italy phone fax

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di CELLE LIGURE (SV) REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE MAGAZZINO PALAZZETTO TRIBUNA PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE GENERALE Impianto: Impianto

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR)

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 0 PREMESSA... 2 1 IDENTIFICAZIONE DELLA TIPOLOGIA D IMPIANTO... 3 2 COMPONENTI

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV)

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) Individuazione del sito di installazione Il sito individuato per la realizzazione dell Impianto Fotovoltaico si trova nel Comune

Dettagli

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012

Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico. Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico DM 5 luglio 2012 5 Conto Energia Agosto 2012 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile Totally Integrated Power SIESTORAGE Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile www.siemens.com/siestorage Totally Integrated Power (TIP) Portiamo la corrente

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità 25 Gennaio 2012, Roncegno Terme Workshop: la micro-cogenerazione con celle a combustibile SOF e i progetti in corso in Italia RISORSE ENERGETIHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità Omar

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

Quaderni di applicazione tecnica N.10 Impianti fotovoltaici

Quaderni di applicazione tecnica N.10 Impianti fotovoltaici Quaderni di applicazione tecnica N.10 Quaderni di Applicazione Tecnica Indice Introduzione... 4 1 Generalità sugli impianti fotovoltaici... 5 1.1 Principio di funzionamento... 5 1.2 Energia del sole...

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 3 Conto Energia DM 6 Agosto 2010 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 2010 - GSE Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. consultazione.ftv@gse.it

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO

ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO ENERGIE RINNOVABILI FOTO VOLTAICO INDICE DEI CONTENUTI 00. PREMESSA...3 01. L AMBIENTE...4 02. SALVAGUARDARE L AMBIENTE...5 03. L ENERGIA...6 04. FONTI DELL ENERGIA ELETTRICA...7 05. FOTO VOLTAICO...8

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA COME E PERCHÉ Perché produrre energia elettrica Tutta la società moderna si basa sul consumo di energia, per fare qualsiasi attività necessitiamo di qualche forma di energia.

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Università di Torino - Italia RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE Stefano Bechis Francesco Marangon

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma

Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Anno XVIII - Supplemento al numero 44-21 luglio 2006 Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 46/2004) art. 1, comma 2, DCB Roma Energia dal sole Pannelli solari e sistemi fotovoltaici

Dettagli

Tecnologia dei moduli

Tecnologia dei moduli Informazione tecnica Tecnologia dei moduli Gli inverter SMA offrono la soluzione adatta per ogni modulo Contenuto Oltre ai moduli FV in silicio cristallino si fanno costantemente largo sul mercato nuove

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22 pag. E- Descrizione Recuperatore di calore compatto con configurazione attacchi fissa (disponibili 8 varianti. Cassa autoportante a limitato sviluppo verticale con accesso laterale per operazioni d ispezione/manutenzione.

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro Prof.ssa Grazia Maria La Torre è il seguente: Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro SORGENTE SISTEMA DISPERSIVO CELLA PORTACAMPIONI RIVELATORE REGISTRATORE LA SORGENTE delle radiazioni elettromagnetiche

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli