Prof.ssa Maria Luisa Panno. Professore associato di Patologia Clinica (MED/05) Dipartimento di Biologia Cellulare, Facoltà di S.M.F.N.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prof.ssa Maria Luisa Panno. Professore associato di Patologia Clinica (MED/05) Dipartimento di Biologia Cellulare, Facoltà di S.M.F.N."

Transcript

1 Prof.ssa Maria Luisa Panno Professore associato di Patologia Clinica (MED/05) Dipartimento di Biologia Cellulare, Facoltà di S.M.F.N. Università degli Studi della Calabria Arcavacata di Rende Cosenza

2 Panno Maria Luisa Prof. associato di Patologia Clinica Dott. in Scienze Biologiche Dott. in Scienze Naturali Recapito universitario : Università degli Studi della Calabria Dipartimento di Biologia Cellulare Arcavacata di Rende, Cosenza. Tel Fax

3

4 CARRIERA UNIVERSITARIA Allieva interna presso il Dipartimento di Biologia Cellulare dell Università degli Studi della Calabria Laurea in Scienze Naturali presso l Università degli Studi della Calabria Consulenza professionale esterna svolta presso il Dipartimento di Biologia Cellulare dell Università degli Studi della Calabria Titolare di un assegno di formazione professionale del C.N.R. presso l Istituto per le Malattie Ereditarie e Carenziali di Cosenza Laurea in Scienze Biologiche presso l Università di Messina Ricercatore Universitario gruppo 76 sottosettore di Fisiologia Generale e Cellulare presso il Dipartimento di Biologia Cellulare dell Università degli Studi della Calabria Conferma in ruolo gruppo 76 sottosettore di Fisiologia Generale e Cellulare presso il Dipartimento di Biologia Cellulare dell Università degli Studi della Calabria Inquadramento nel settore scientifico F04A : Patologia Generale Professore associato di Patologia Generale presso la Facoltà di S.M.F.N. dell Università degli Studi della Calabria Conferma in ruolo come Professore associato di Patologia Generale 2008 Cambio di settore scientifico disciplinare dal MED/04 Patologia Generale al MED /05 Patologia Clinica, approvato con Decreto Rettorale del 16 giugno 2008

5 ATTIVITA DIDATTICA Ha organizzato e svolto le esercitazioni didattiche per gli insegnamenti di Fisiologia Generale I e Fisiologia Generale II, Endocrinologia Generale, Metodi ed Apparati di Misura per la Biologia, per il corso di laurea in Scienze Biologiche ed ha allestito i laboratori sperimentali per le stesse Ha organizzato e svolto le esercitazioni didattiche per gli insegnamenti di Fisiologia Generale I e Fisiologia Generale II, per il corso di laurea in Scienze Naturali ed ha allestito i laboratori sperimentali per le stesse

6 Ha collaborato con la Cattedra di Endocrinologia Generale alla messa a punto di metodiche microanalitiche per la determinazione di parametri ormonali Ha assistito gli studenti interni per lo svolgimento e l elaborazione di tesi sperimentali E componente delle commissioni di esami di profitto per i corsi di Fisiologia Generale I, Fisiologia Generale II, Fisiologia Generale corso base, Metodi ed Apparati di Misura per la Biologia, Istologia ed Embriologia, Fisiopatologia Endocrina, Endocrinologia (corso di laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di Sc.M.F.N.) E componente delle commissioni di esami di profitto per i corsi di Fisiologia Generale I e Fisiologia Generale II (corso di laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di Sc.M.F.N.) E componente di commissioni di laurea in Scienze Biologiche e Naturali Organizza e svolge le esercitazioni didattiche per i corsi di Fisiopatologia Endocrina ed Endocrinologia per il corso di laurea in Scienze Biologiche ed allestisce i laboratori sperimentali per le stesse Ha organizzato in collaborazione con la Cattedra di Endocrinologia un corso teorico pratico di Endocrinologia sperimentale tenuto dal Prof. A.Vermeulen (Dir. del Dip. di Endocrinologia dell Università di Gent, Belgio) presso l Università della Calabria Ha organizzato in collaborazione con la Cattedra di Endocrinologia un corso teorico pratico di Endocrinologia sperimentale tenuto dal Prof. J.J. Thijssen (Dir. del Dip. di Biochimica Clinica dell Università di Utrecht, Olanda) presso l Università della Calabria.

7 Docente di Fisiologia Generale I (corso di laurea in Scienze Naturali, Facoltà di Sc.M.F.N.), corso tenuto per supplenza Ha organizzato in collaborazione con la Cattedra di Endocrinologia un corso teorico pratico di Endocrinologia sperimentale tenuto dal Prof. B. van der Burg (Università di Utrecht, Olanda) presso l Università della Calabria Ha collaborato con la Cattedra di Fisiopatologia Endocrina alla messa a punto di metodiche di binding analysis per la determinazione di recettori ormonali Ha organizzato ed allestito all interno del Dip. di Biologia Cellulare dell Univerità della Calabria un settore laboratoristico di colture cellulari avviando la nuova sezione di Oncologia endocrina. 1993fino a tutt oggi Docente di Endocrinologia (corso di laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di Sc.M.F.N.) Ha organizzato in collaborazione con la Cattedra di Fisiopatologia Endocrina un corso teorico pratico di Endocrinologia sperimentale tenuto dal Prof. M.Mc Phaul (Dip. di Endocrinologia dell Università del Texas Dallas) presso l Università della Calabria Ha organizzato in collaborazione con la Cattedra di Patologia generale il workshop in Oncologia endocrina Aromatase gene expression in breast cancer tenuto dal Prof. E.Simpson (Cecil & Ida Green Center dell Università del Texas-Dallas) presso l Università della Calabria. Dal 1994 Dal 1994 E componente delle commissioni di esami di profitto per il Corso di Patologia Generale Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Facoltà di Farmacia. E componente delle commissioni di esami di profitto per il corso di Patologia Generale, Corso di Laurea in Farmacia, Facoltà di Farmacia Dal 1994 E componente delle commissioni di esami di profitto per il Corso di Patologia Generale Corso di Laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di Sc.M.F.N.

8 Docente di Fisiopatologia Generale (corso di laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Facoltà di Farmacia ), corso tenuto per supplenza. 2001fino a Docente del corso di Oncologia Molecolare, corso di Laurea in Scienze in tutt oggi Biologiche, Facoltà di S.M.F.N. presso l Università degli Studi della Calabria. 2001fino Cicli di lezioni tenuti per il Dottorato di Ricerca in Biologia Animale, a tutt oggi Dipartimento di Biologia Cellulare, Facoltà di S.M.F.N., Università degli Studi della Calabria fino Docente del corso di Patologia Generale, corso di Laurea in Scienze a tutt oggi Biologiche, Facoltà di S.M.F.N. presso l Università degli Studi della Calabria fino Tiene il corso di Patologia Generale, Scuola di Specializzazione a tutt oggi in Patologia Clinica, Facoltà di Farmacia, presso l Università degli Studi della Calabria Docente del corso di Endocrinologia Molecolare, corso di Laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di S.M.F.N. presso l Università degli Studi della Calabria 2003fino Tiene il corso di Patologia Molecolare per il Master in Biotecnologie a tutt oggi presso il Dip. di Biologia Cellulare 2006 fino Docente del corso di Patologia Genetica e Molecolare II, Facoltà di

9 a tutt oggi Farmacia, Corso di Laurea in Farmacia, presso l Università della Calabria

10 DOTTORATI DI RICERCA, SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE, MASTER Componente del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca di Biochimica e Patologia dell Azione dei Farmaci, Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, Università degli Studi di Salerno fino Componente del Collegio dei Docenti del Dottorato di ricerca in a tutt oggi Biologia Animale, Università degli Studi della Calabria fino Componente del Collegio dei Docenti della Scuola di Specializzazione in a tutt oggi Patologia Clinica, Facoltà di Farmacia, Università degli Studi della Calabria fino Componente del Collegio dei Docenti del Master in Biotecnologie, a tutt oggi Università degli Studi della Calabria

11 ALTRE ATTIVITA DIDATTICHE SVOLTE Relatore e co relatore di numerose tesi sperimentali di laurea in Scienze Biologiche. Tutor di tesi sperimentali di Dottorato di Ricerca in Biologia Animale Componente di numerose commissioni di esami di Laurea in Scienze Biologiche, Facoltà di S.M.F.N., Università degli Studi della Calabria Componente della commissione Esami di Stato di Abilitazione all Esercizio della Professione di Biologo Relatore di tesi sperimentali per la Scuola di Specializzazione in Patologia Clinica, presso la Facoltà di Farmacia dell Università della Calabria

12 SOGGIORNO DI STUDI PRESSO LABORATORI ALL ESTERO Settembre/Ottobre 1990 Dip. di Reumatologia Kliner voor Fysiotherapie en Orthopedie Prof. Dr. E. Veys, Prof. A. Vermeulen, UZ, Gent (Belgium) Novembre 1990

13 Dept. of Radiotherapy and Nuclear Medicine Laboratory for Experimental Cancerology, Prof.Dr. M.Mareel, UZ, Gent (Belgium) Settembre/Novembre 1991 Hubrecht Laboratory for Biology and Chemical Laboratory of Endocrinolgy of the Medical faculty of the University of Utrecht Academisch Ziekenhuis, Prof. J. Thijssen, Dr. Bart van der Burg, Utrecht The Netherlands. Da Febbraio a Luglio 2003 Si è recata in qualità visiting Professor presso il Kimmel Cancer Center, Dipartimento di Microbiologia e Immunologia, Thomas Jefferson University, Philadelphia (U.S.A.) per svolgere ricerche nell ambito del progetto: Role of C/EBPBeta in BCR/ABL leukemogenesis

14 LINEE DI RICERCA : 1. Modificazioni della biosintesi androgenico testicolare in rapporto all attività spermatogenetica 2. Interazioni funzionali tra secrezione androgenico surrenalica e gonadale nel ratto maschio adulto 3. Influenza dell ipotiroidismo sulla biosintesi androgenico testicolare nel ratto maschio pre e postpubere. 4. Influenza dell ormone tiroideo sull assetto recettoriale androgenico ed estrogenico in cellule del Sertoli 5. Ruolo di alcuni fattori ormonali sull assetto recettoriale estrogenico in linee cellulari di tumore mammario: interazione funzionale tra pathway trasduzionale del recettore insulinico e del recettore estrogenico.

15 6. L interazione funzionale e biomolecolare tra ormoni steroidei e pathway trasduzionali insulino/igfi dipendenti in linee cellulari di tumore mammario 7. Ruolo della produzione estrogenica durante l ontogenesi maturativa delle cellule del Sertoli 8. Basi biomolecolari della regolazione dell enzima aromatasi in linee cellulari di tumore mammario 9.Effetti di alcune molecole di origine vegetale sulla proliferazione e sopravvivenza di cellule tumorali mammarie

16 FULL PAPERS 1) Evidence that Bergapten, independently of its photoactivation, enhances p53 gene expression and induces apoptosis in human breast cancer cells Panno M. L., Giordano F., Palma M. G., Bartella V., Rago V., Maggiolini M., Sisci D., Lanzino M., De Amicis F., Andò S. Curr. Cancer Drug Targets (submitted 2008) 2) Interaction between estrogen receptor alpha and insulin/igf signaling in breast cancer Lanzino M, Morelli C, Garofalo C, Panno ML, Mauro L, Andò S, Sisci D. Curr. Cancer Drug Targets (in press) 2008, Bentham Science Publ LTD, The Netherlands 3) A cross talk between the androgen receptor and the epidermal growth factor receptor leads to p38 MAPK dependent activation of mtor and cyclin D1 expression in prostate and lung cancer cells Recchia AM., Musti AM., Lanzino M., Panno ML., Turano E., Zumpano R., Belfiore A., Andò S., Maggiolini M. The Int. J. of Biochem & Cell Biology (in press) 2008, Pergamon Elsevier Science LTD, England 4)Evidence that low doses of Taxol enhance the functional transactivatory properties of p53 on p21 waf promoter in MCF 7 breast cancer cells. Panno ML, Giordano F, Mastroianni F, Morelli C, Brunelli E, Palma MG, Pellegrino M, Aquila S, Miglietta A, Mauro L, Bonofiglio D, Andò S. FEBS Lett. 2006; April 17, 580(9): Elsevier Science BV, The Netherlands 5) Inducible activation of CEBPB, a gene negatively regulated by BCR/ABL, inhibits proliferation

17 and promotes differentiation of BCR/ABL expressing cells. Guerzoni C., Bardini M., Mariani SA., Ferrari Amorotti G., Neviani P., Panno ML., Zhang Y., Martinez R., Pernotti D., Calabretta B. Blood May 15;107(10): Amer Soc Hematology, USA 6)Evidence that mouse insulin receptor substrate 1 belongs to the gene family on which the promoter is activated by ERα through its interaction with Sp 1. Panno ML, Mauro L, Marsico S, Bellizzi D, Rizza P, Morelli C, Salerno M, Giordano F, Andò S. J Mol Endocrinol, 2006; Feb 7, 36: Soc Endocrinology, England 7) Endogenous coattivator ARE70 interacts with Er and modulates the functional ER/AR interplay in MCF 7 cells. Lanzino M, De Amicis F, McMcPhaul, Marsico S, Panno ML, Andò S. J.B.Chem ; May 27, 280(21): Amer Soc Biochemistry Molecular Biology Inc, USA 8) Leptin induces, via ERK1/2 signal, functional activation of estrogen receptor (ER) in MCF 7 cells. Catalano S, Mauro L, Marsico S, Giordano C, Rizza P, Rago V, Montanaro D, Maggiolini M, Panno ML, Andò S. J.B. Chem. 2004, May 7, 279 : Amer Soc Biochemistry Molecular Biology Inc, USA

18 9) Insulin can modulate MCF 7 cell response to paclitaxel. Miglietta A, Panno ML, Bozzo F, Gabriel L, Bocca C. Cancer letters 2004, June 25, 209 : Elsevier Ireland LTD, The Netherlands 10) Leptin enhances, via AP 1, expression of aromatase in MCF 7 cell line. Catalano S, Marsico S, Giordano C, Mauro L, Rizza P, Panno ML, Andò S. J Biol Chem. 2003, Aug 1, 278 : Amer Soc Biochemistry Molecular Biology Inc, USA 11) Breast cancer: from estrogen to androgen receptor. Andò S, De Amicis F, Rago V, Carpino A, Maggiolini M, Panno ML, Lanzino M. Mol Cell Endocrinol. 2002, Jul 31, 193: Elsevier Ireland LTD, The Netherlands 12) Effects of tri iodothyronine on alternative splicing events in the coding region of cytochrome P450 aromatase in immature rat Sertoli cells. Pezzi V., Panno M.L., Sirianni R., Forastieri P., Casaburi I., Lanzino M., Rago V., Giordano F., Giordano C., Carpino A., Ando S. Journal of Endocrinology. 2001, Aug, 170: Soc Endocrinology, England 13) Estrogen Receptor alpha mediates the proliferative but not the cytotoxic dose-dependent effects of two major phytoestrogens on human breast cancer cells. Maggiolini M., Bonofiglio D., Marsico S., Panno M.L., Cenni B., Picard D., Andò S. Molecular Pharmacology. 2001, Sept, 60: Amer Soc Pharmacology Experimental Therapeutics, USA 14) Estradiol increases IRS-1 gene expression and insulin signalling in breast cancer cells. Mauro L., Salerno M, Panno M.L., Bellizzi D., Sisci D., Miglietta A., Surmacz E.,Andò S. Biochemical Biophysical Research Communications. 2001, Nov 2, 288: Academic Press Inc Elsevier Science, USA 15) Role of IRS 1 signaling in insulin induced modulation of estrogen receptors in breast cancer cells. Andò S., Panno M.L., Salerno M., Sisci D., Mauro L., Lanzino M., Surmacz E.

19 Biochemical and Biophysical Research Communications. 1998, Dec 18, 253: Academic Press Inc Elsevier Science, USA 16) A time course study on the "in vitro" effect of T3 on androgen and estrogen receptors in peripuberal primary rat Sertoli cells. Sisci D., Panno M.L., Salerno M., Maggiolini M., Pezzi V., Morrone E.G., Mauro L., Aquila S., Marsico S., Lanzino M., Andò S. Experimental and Clinical Endocrinology and Diabetes. 1997, Dec 12, 105 : Barth Verlag Medizinverlage Heidelberg GMBH, Germany Johann Ambrosius 17) Effect of estradiol and insulin on proliferative pattern and on estrogen and progesteron receptor contents in MCF 7 cells. Panno M.L., Salerno M., Pezzi V., Sisci D., Maggiolini M., Mauro L., Morrone L., Andò S. Journal of Cancer Research and Clinical Oncology 1996, Feb 14, 122: Springer, Germany 18) Growth inhibition by anti estrogens and progestins in TGF beta resistant and sensitive breast tumor cells. E. Kalkhoven, E. Beraldi, M.L.Panno,J.P De Winter, J.H.H.Thjissen and B. van der Burg Int. J. of Cancer, 1996, Mar 1, 65: Wiley Liss, Switzerland 19) Effect of triiodothyronine administration on estrogen receptor contents in peripuberal Sertoli cells. Panno M.L., Sisci D., Salerno M., Lanzino M., Mauro L., Morrone L., Morrone E.G., Pezzi V., Palmero S., Fugassa E., Andò S. European J. of Endocrinol. 1996, May 2, 134: Bio Scientifica LTD, England 20) Thyroid hormone modulates androgen and estrogen receptor content in the Sertoli cells of peripuberal rats.

20 M.L. Panno, D. Sisci, M. Salerno, M. Lanzino, V. Pezzi, G. Morrone, L.Mauro, S. Palmero, E.Fugassa, S.Andò. J. of Endocrinol 1996, Jan 23, 148: Soc Endocrinology, England 21) Follow up study on the effects of thyroid hormone administration on androgen metabolism of peripuberal rat Sertoli cells. M.L.Panno, M.Salerno, M.Lanzino, G.De Luca, M.Maggiolini, S.V.Straface, M.Prati, S.Palmero, E.Bolla, E.Fugassa, S.Andò. European J. of Endocrinol 1995, Feb 1, 132: Bio Scientifica LTD, England 22) Influence of thyroid hormone on androgen metabolism in peripuberal rat Sertoli cells. M.L.Panno, E.Beraldi, V.Pezzi, M.Salerno, G.De Luca, M.Lanzino, M.Le Pera, D.Sisci, M.Prati, S.Palmero, E.Bolla, E.Fugassa, S.Andò. J. of Endocrinol. 1994, Mar 1, 140: Soc Endocrinology, England 23) Changes of intratesticular sex steroid concentrations during the annual spermatogenic cycle of male lizards Podarcis Sicula. M.L.Panno, E.Beraldi, D.Sisci, M.Salerno, M.Buffone, S.Aquila, V.Pezzi, G.Bolelli, S.Andò. Comparative Biochemestry and Physiology 1992, Mar 18, 102 : Pergamon Press Ltd, England 24) Sex steroids levels in the plasma and testis during the reproductive cycle of lizard Podarcis S.Sicula Raf. S.Andò, G.Ciarcia, M.L.Panno, E.Imbrogno, G.Tarantino, M.Buffone, E.Beraldi, F.Angelini, V.Botte. General and Comparative Endocrinology 1992, Jan 16, 85:1 7. Academic Press Inc Elsevier Science, USA 25) Plasma sex hormone concentrations during the reproductive cycle in the male lizard, Podarcis Sicula

21 S.Andò, M.L.Panno, G.Ciarcia, E.Imbrogno, M.Buffone, E.Beraldi, D.Sisci, F.Angelini, V.Botte. J.Reprod.Fert.1990, Nov 5, 90 : Soc for Reproduction & Fertility, England 26) Influence of hypothyroidism on in vitro testicular steroidogenesis in adult rats. S.Andò,M.L.Panno,E.Beraldi,G.Tarantino,M.Salerno,S.Palmero, M.Prati,E.Fugassa. Experimental and Clinical Endocrinol. 1990, Nov 10, 96 (2): Leipzig: J.A. Barth, Germany 27) The in vitro transformation of H 3 dehydroepiandrosterone into its principal metabolites in the adrenal cortex of adult castrated male rats and following sreroid treatment. M.Canonaco,S.Andò,A.Valenti,R.Tavolaro,M.L.Panno,M.Maggiolini,F.Dessì Fulgheri. Journal of Endocrinol.1989, Jun 3, 121: Soc Endocrinology, England 28) The in vitro conversion of H 3 Androstenedione to testosterone and dihydrotestosterone in the adrenal gland of castrated male rat: influence of gonadal steroid administration. S.Andò,M.Canonaco,A.Valenti,S.Aquila,R.Tavolaro, M.Maggiolini, M.L.Panno and F.Dessì Fulgheri. Experimental and Clinical Endocrinol.1989, April 4, 93: Leipzig : J.A. Barth, Germany 29) Physiological changes in androgen plasma levels with elapsing of time from castration in adult male rats. S.Andò,S.Aquila,E.Beraldi,M.Canonaco,M.L.Panno,A.Valenti and F.Dessì Fulgheri. Horm.Metab.Res.1988, Feb 3, 20: Georg Thieme Verlag KG, Germany 30) The influence of sampling point on testicular steroid concentrations in spermatic venous blood: A physiological approach to evaluate testicular secretion. S.Andò,M.L.Panno,G.M.Colpi,E.Beraldi,S.Aquila. Horm.Res.1987, Dec 5, 27: Karger, Switzerland

22 31) Testosterone precursors in spermatic venous blood of normal men and varicocele patients.a study of delta 4 patway of testosterone biosynthesis. S.Andò,C.Giacchetto,G.M.Colpi,E.Beraldi,M.L.Panno,G.Sposato. Acta Endocrinol.1985, Feb 3, 108: Karger, Switzerland. 32) Progesterone,17 OH progesterone,androstenedione and testosterone plasma levels in spermatic venous blood of normal men and varicocele patients. S.Andò,C.Giacchetto,E.Beraldi,M.L.Panno,A.Carpino,C.Brancati. Horm.Metab.Res.1985, Feb 10, 17: Georg Thieme Verlag KG, Germany 33) Physiopathological aspects of Leydig cell function in varicocele patients. S.Andò,C.Giacchetto,G.M.Colpi,E.Beraldi,M.L.Panno,A.Lombardi, G.Sposato. J.Androl.1984, May Jun, 5: Amer Soc Andrology, Inc, USA 34) The influence of age on Leydig cell function in patients with varicocele. S.Andò,C.Giacchetto,E.Beraldi,M.L.Panno,A.Lombardi,G.Sposato,G.M.Colpi. Int.J.Androl.1984, Apr 12, 7: Blackwell Publishing, Denmark 35) Testosterone and dihydrotestosterone seminal plasma levels in varicocele patients. S.Andò,C.Giacchetto,E.Beraldi,M.L.Panno,A.Carpino,G.Sposato, A.Lombardi. Andrologia.1983, Jul Aug, 15: Blackwell Publishing, Germany 36) Plasma levels of 17 OH progesterone and testosterone in patients with varicoceles. S.Andò,C.Giacchetto,G.M.Colpi,M.L.Panno,E.Beraldi,A.Lombardi, G.Sposato.

23 Acta Endocrinol. 1983, Mar 2, 102: Karger, Switzerland NATIONAL PAPERS 1) Livelli di fruttosio seminale e testosterone plasmatico in pazienti con varicocele idiopatico. S.Andò,C.Giacchetto,A.Carpino,G.Sposato,G.Gallippi,M.L.Panno,E.Beraldi. B.M.L.1983,3: ) Recenti acquisizioni sul significato biologico della determinazione del testosterone libero nel plasma umano. S.Andò,F.Munaò,S.Zafarana,G.Giannone,C.Giacchetto,M.L.Panno, G.Pitrelli. Bollettino Soc.Med.Ch.Catania 1980,49: ) Dosaggio radioimmunologico del testosterone e del DHT nel plasma umano. Considerazioni sul rapporto T/DHT nelle varie età e deduzioni di ordine fisiopatologico. S.Andò,C.Giacchetto,S.Zafarana,M.L.Panno,F.Munaò. Boll.Soc.Med.Ch.Catania.1980,49: ABSTRACTS 1) Evidences that Bergapten is an antitumoral agent that enhances p53 gene expression independently of its photoactivation. Panno ML., Giordano F., Rago V., Bartella V., Palma MG., Bonofiglio D., De Amicis F., Cione E., Andò S..

24 XXIX National Congress Italian Society of Pathology, Rende, Cosenza, Italy, Sept , ) Evidences that BRL in combination with 9 cis RA at low doses inhibits cell growth and induces apoptosis in MCF 7 human breast cancer cells. Qi H, Bonofiglio D, Cione E, Pingitore A, Perri M, Catalano S, Panno ML, Giordano F, Genchi G, Andò S. 1 st World Cancer Congress, Shanghai, China, June 12 15, ) Activated pathway through which Rosiglitazone and 9 cis Retinoic Acid, when combined at low doses, induce apoptosis in human breast cancer cells Cione E, Bonofiglio D, Qi H, Perri M, Pingitore A, Catalano S, Panno ML, Genchi G, Andò S. FASEB Summar Research Conferences, Bethesda, U.S.A, June 15 20, ) Bergapten affects cell survival and induces apoptosis in human breast cancer cells Panno ML, Giordano F, Palma MG, Bartella V, Mastroianni F, Rago V, Aquila S, Catalano S, Bonofiglio D, Lanzino M, Sisci D, Pezzi V, De Amicis F, Casaburi I, Ando S. Apoptosis World 2008 From mechanism to applications, Luxembourg January 23 th 26 th, 2008, pg ) A role for the anandamide in human sperm survival Aquila S, Panno ML, Sisci D, Bonofiglio D, Catalano S, Lanzino M, Guido C, Maggiolini M, Giordano F, Bruno R, Marsico S, Casaburi I, Pezzi V, De Amicis F, Laezza C, Santoro A, Andò S, Bifulco M Apoptosis World 2008 From mechanism to applications, Luxembourg January 23 th 26 th, 2008, pg ) Evidences that leptin upregulates E cadherin expression in breast cancer : effects on tumor growth and progression

25 Andò S, Catalano S, Pellegrino M, Bossi G. Barone I, Morales S, Giordano C, Giordano F, Bartella V, Panno ML, Mauro L. Annual Meeting of Professional Research Scientists, Experimental Biology 2007, Washington DC, April 29 May 2, 2007, The Fased Journal, #A77 7) Evidences that leptin upregulates E cadherin gene expression in breast cancer and promotes tumor cell growth and progression. Mauro L., Catalano S., Pellegrino M., Bossi G., Barone I., Morales S., Giordano C., Giordano F., Bartella V., Panno ML., Andò S. 29th Antonio Breast Cancer Simposium,, San Antonio, Texas, USA, December 14 17, 2006, # ) Molecular mechanism through which leptin upregulates e cadherin expression and influences breast cancer cell growth and progression. Mauro L., Pellegrino M., Catalano S., Bossi G., Barone I., Morales S., Giordano C., Giordano F., Bartella V., Salerno M., Panno ML., Andò S. XXVIII Congresso Nazionale Società Italiana di Patologia, Pavia settembre 2006, p 40 9) The modulatory role of IRS 1 on cell adhesion in human breast cancer cells. Salerno M., Panno ML., Mauro L., Pellegrino M., Cadavero ML., Morelli C., Garofano C., Casaburi I., Andò S. XXVIII Congresso Nazionale Società Italiana di Patologia, Pavia settembre 2006, p 39 10) Taxol activates p21 waf promoter, via p53, in MCF 7 breast cance cells. Panno ML., Giodano F., Mastroianni F., Palma MG., Pellegrino M., Salerno M., Maglietta A., Bartella V., Andò S. XXVIII Congresso Nazionale Società Italiana di Patologia, Pavia settembre 2006, p 15

26 11)Molecular mechanism through which leptin upregulates e cadherin expression in breast cancer: In Vitro and Vivo effects on tumor cell growth and progression. Mauro L, Pellegrino M, Catalano S, Bossi G, Barone I, Morales S, Giordano C, Giordano F, Bartella V, Panno ML, Andò S. Atti del Convegno The Endocrine Society s 88th Annual Meeting, Boston, MA, USA june, ) Effetti delle basse dosi di Tassolo sull espressione di alcune proteine segnali che anticipano il blocco mitotico nella linea cellulare di tumore mammario MCF-7. Panno ML, Giordano F, Mastroianni F, Morelli C, Lanzino M, De Amicis F, Bartella V, Andò S. XXVII Congresso Nazionale della Società Italiana di Patologia, Modena febbraio ) Nuclear compartimentalization of proteins involved in cell survival is induced by low doses of paclitaxel : an early event which precedes block of MCF-7 cell cycle progression. Panno ML.,Giordano F., Mauro L., Mastroianni F., Rizza P., Maggiolini M., Andò S. The Endocrine Society s 86th Annual Meeting, New Orleans, June 16 19, 2004, Abstract #P3 7 14) Leptin stimulates aromatase expression and induces functional activity of ER in breast cancer cells: a new potential role on tumor progression. Catalano S, Mauro L, Marsico S, Giordano C, Rizza P, Panno ML, Andò S. The Endocrine Society s 85th Annual Meeting, San Francisco, June 19-22, 2003, Abstract #P ) Leptin stimulates, via MAPKinase, aromatase PII/1.3 promoter activity in MCF-7 cell line. Andò S., Catalano S., Marsico S., Giordano C., Mauro L., Rizza P., Panno M.L. VI Int. Aromatase Conference, Kyoto, Japan, 26-30/10/2002. Abstract #P ) Effetti dell estradiolo sull attività trascrizionale del promotore di IRS-1 in cellule di carcinoma mammario MCF-7. Panno M.L., Mauro L., Salerno M., Giordano F., Andò S. 26 Congresso Naz. Società Italiana di Patologia. Catania 29.09/ 2.10 / 2002, pg ) Estradiol enhances insulin receptor substrate-1 (IRS-1) mouse promoter in a non-classic pattern: not through a direct binding to estrogen receptor elements (EREs), but through estrogen receptor (ERalpha) interaction with Sp1. Bellizzi D., Mauro L., Salerno M., Sisci D., Panno M.L., Ando S. The Endocrine Society s 84th Annual Meeting, San Francisco, June 19-22, 2002

27 Abstract #P ) Fibronectin and collagen activate estrogen receptor a and modulate motility in breast cancer cell lines through the c-src pathway. Sisci D, Aquila S, Middea E, Panno ML, Salerno M, Mauro L, Giordano C, Miglietta A, Andò S. 25 th Annual San Antonio Breast Cancer Symposium. San Antonio, TX. Dec Abstract # ) Functional interactions between extracellular matrix proteins and estrogen receptor in modulating adhesion and motility in breast cancer cell lines. Sisci D., AquilaS., Middea E., Panno ML., Salerno M., Mauro L., Giordano F., Miglietta A., Andò S. 24th Annual S. Antonio Breast Cancer Symposium, December 10-13, )Androgen receptor activation inhibits the genomic effect of estradiol in MCF-7 cells. A molecular basis of its antiproliferative action. Lanzino M., De Amicis F., Giordano F., Giordano C., Panno M.L., Maggiolini M., McPhaul M.J., Andò S. The Endocrine Society s 83 rd Annual Meeting, Denver, June 20-23, Abstract # P )Estradiol enhances IRS-1 gene expression and amplifies insulin signaling in ER-positive breast cancer cells. Salerno M., Mauro L., Panno M.L., Bellizzi D., Sisci D., Miglietta A., Surmacz E., Ando S. The Endocrine Society s 83rd Annual Meeting, Denver, Colorado, June 20-23, Oral Communication #OR )Estrogen receptor mediates the proliferative but not the cytotoxic dose-dependent effects of two major phytoestrogens on human cancer cells. Maggiolini M., Bonofiglio D., Marsico S., Panno ML., Cenni B., Picard D., Andò S. Embo Workshop, Nuclear Receptor Structure and Function. Erice, May 12-15/2001. P41 23) IRS 1: a target of estrogen action in breast cancer cells. Ando S., Panno M.L., Salerno M., Mauro L., Surmacz E. (abstract #474). 22nd Annual San Antonio Breast Cancer Symposium. San Antonio, TX. Dec ) Insulin receptor substrate 1 (IRS 1) a target of hormonal regulation in breast cancer cells. Panno M.L, Salerno M., Mauro L., Bonofiglio D., Morelli C., Surmacz E., Ando S. Sixth International Congress on Hormones and Cancer. Jerusalem, Israel, Sept. 5 9, )Down regulatory effect of antiestrogens on IRS 1 substrate of insulin signalling pathway in

28 hormone dependent and hormone independent MCF 7 derived cell lines. Salerno M., Panno M.L., Giordano C., Giordano F., van der Burg B., and Ando S. 21st Annual San Antonio Breast Cancer Symposium. San Antonio, TX. Dec ) IRS 1 pathway negatively regulates ER expression in breast cancer cells. Ando S., Panno M.L., Salerno M., Lanzino M., Mauro L., Surmacz E. X International Congress on Hormonal Steroids, Quebec City, Canada, June 17 21, ) Up regulatory effects of androgens on estrogen receptor in MCF 7 breast cancer cells. Maggiolini M., Mauro L., Bonofiglio D., Lanzino M., Marsico S., Panno M.L. Ando S. III Congresso Nazionale Societa Italiana di Andrologia Medica, Roma 2 3 Aprile 1998, Int. J. Andro., vol. 21, suppl ) Role of IRS 1 signaling in the modulation of the estrogen receptor function by insulin. Ando S., Panno M.L., Mauro L., Salerno M., Sisci D., Surmacz E. 20th Annual San Antonio Breast CAncer Symposium. San Antonio, TX. Dec Breast Cancer Research and Treatment vol.46(1), ) L effetto di up regulation dell insulina sul recettore estrogenico e ruolo del pathway trasduzionale IRS 1 dipendente in cellule MCF 7. Ando S., Panno M.L., Salerno M., Sisci D., Mauro L.,Nolam M.K.,Surmacz E. XXVII Congresso Nazionale della Società Italiana di Endocrinologia, Sorrento 4 7 Giugno J. Endocrinol. Invest. 20, suppl. 4, 158, ) Influence of genistein on the up-regulatory effects induced by insulin on cell growth and on ER content in two MCF-7 parental sublines. M.L,Panno, D.Sisci, M.Salerno,L.Mauro, E.G.Morrone, V.Pezzi, B.van der Burg,S.Andò. 19th Annual San Antonio Breast Cancer Symposium, December 11 14,1996.

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Biomolecolari. Corso di Immunologia Molecolare

Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Biomolecolari. Corso di Immunologia Molecolare Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Biomolecolari ANTONELLA GROSSO Corso di Immunologia Molecolare ILAN RIESS LA MOLECOLA Interleukin 4 From Wikipedia, the free encyclopedia Interleukin-4, abbreviated

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso Il sistema endocrino Il sistema endocrino o sistema ormonale è rappresentato da un insieme di ghiandole e cellule (dette ghiandole endocrine e cellule endocrine) le quali secernono delle sostanze proteiche

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF

SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF Dr. Vincenzo Piazza La Sindrome da resistenza agli ormoni tiroidei,descritta per la prima volta da Refetoff, è una patologia molto

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63 RESIDENZA: via Ugo Foscolo n 18-00040 Castel Gandolfo - (Rm) STATO CIVILE: Separato SERVIZIO

NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63 RESIDENZA: via Ugo Foscolo n 18-00040 Castel Gandolfo - (Rm) STATO CIVILE: Separato SERVIZIO Via Ugo Foscolo 18 Castel Gandolfo - Marino - Roma Tel.: 3351572723 e-mail fbusico@inwind.it CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI NOME: Fabio COGNOME: Busico LUOGO DI Roma NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

Introduzione ai Microarray

Introduzione ai Microarray Introduzione ai Microarray Anastasios Koutsos Alexandra Manaia Julia Willingale-Theune Versione 2.3 Versione italiana ELLS European Learning Laboratory for the Life Sciences Anastasios Koutsos, Alexandra

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Michele De Bortoli is at present Full Professor of Molecular Biology at the Faculty of Sciences of the University of Turin.

Michele De Bortoli is at present Full Professor of Molecular Biology at the Faculty of Sciences of the University of Turin. CURRICULUM VITAE Prof. Michele De Bortoli Michele De Bortoli is at present Full Professor of Molecular Biology at the Faculty of Sciences of the University of Turin. He is Director of the Interdisciplinary

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70

La nutrizione nei primi 1000 giorni. Contributo n 70 Mediterranean Nutrition Group La nutrizione nei primi 1000 giorni Contributo n 70 MeNu GROUP MediterraneanNutrition LA NUTRIZIONE NEI PRIMI 1000 GIORNI UN OPPORTUNITÀ PER PREVENIRE SOVRAPPESO E OBESITÀ

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

Di seguito sono mostrati alcuni esempi della prova scritta riguardante il I Parziale.

Di seguito sono mostrati alcuni esempi della prova scritta riguardante il I Parziale. L esame di Chimica Farmaceutica e Tossicologica I, a.a. 2014-2015, consiste in una prova scritta ed una orale. La prova scritta viene effettuata nei giorni, luoghi ed orari che sono presenti on-line (sito

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

Nuove acquisizioni patogenetiche nell osteodistrofia renale.

Nuove acquisizioni patogenetiche nell osteodistrofia renale. Nuove acquisizioni patogenetiche nell osteodistrofia renale. Sequenza di eventi patogenetici (seconda metà anni 70 seconda metà anni 90) IRC deficit di attivazione ridotta escrezione della vitamina D di

Dettagli

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza

La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza La profilassi con vitamina K: un approccio basato sull evidenza Fiammengo P., Coscia A., De Donno V., Tulisso S., Maula S., Bianco M., Dall Aglio M., Farinasso D., Alessi D., Foco L., Costa L. Mentre la

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Giampà Massimo Data di nascita 18/07/1975

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Giampà Massimo Data di nascita 18/07/1975 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Giampà Massimo Data di nascita 18/07/1975 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO Dirigente

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Gli standard per la crescita staturo-ponderale dai 2 ai 18 anni

Gli standard per la crescita staturo-ponderale dai 2 ai 18 anni Cenƒsthesis... dalla Ricerca Gli standard per la crescita staturo-ponderale dai 2 ai 18 anni A. Luciano, G. Zoppi, F. Bressani I Cattedra di Pediatria Università di Verona 8 Più di 40.000 soggetti sono

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1. Insensibilità Completa agli Androgeni e condizioni simili

AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1. Insensibilità Completa agli Androgeni e condizioni simili AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1 Insensibilità Completa agli Androgeni e condizioni simili AISIA_Warne Dati NEW 03:AISIA 30-05-2012 11:29 Pagina 1 Insensibilità Completa agli Androgeni

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Fonti alimentari di Inositolo

Fonti alimentari di Inositolo Fonti alimentari di Inositolo Agrumi Cereali integrali Frutta secca(arachidi) Semi(germe di grano) Legumi(fagioli) Lievito di birra Gli alimenti freschi contengono molto più Inositolo rispetto ai prodotti

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

La nucleoplastica percutanea a coblazione nel trattamento dell ernia discale lombare e cervicale

La nucleoplastica percutanea a coblazione nel trattamento dell ernia discale lombare e cervicale La nucleoplastica percutanea a coblazione nel trattamento dell ernia discale lombare e cervicale G.Bonaldi Neuroradiologia Osp. P. Giovanni XXIII - Bergamo Storia della chirurgia miniinvasiva del disco

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO INTERNO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI (D.R. n. 1445 del 30 luglio 2002)

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO INTERNO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI (D.R. n. 1445 del 30 luglio 2002) REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO INTERNO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOLOGICHE ED AMBIENTALI (D.R. n. 1445 del 30 luglio 2002) TITOLO PRIMO CAPO PRIMO Natura e caratteristiche del Dipartimento Articolo 1

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli