DOMENICA 31 MAGGIO 2015 SCADENZARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOMENICA 31 MAGGIO 2015 SCADENZARIO"

Transcript

1 ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DOMENICA 3 MAGGIO 205 EVENTUALE TURNO DI BALLOTTAGGIO PER L ELEZIONE DIRETTA DEI SINDACI - DOMENICA GIUGNO 205 RIO DEGLI DEGLI UFFICI ELETTORALI COMUNALI E ALTRE SCADENZE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE Il presente calendario, compilato da esperti del ramo, ha valore generale; attenersi alle disposizioni impartite dal Ministero dell Interno e dalle Prefetture. al giorno Pubblicazione sul BUR: - del decreto di convocazione dei comizi elettorali per l'elezione dell Assemblea legislativa e del Presidente Giunta regionale - del decreto di assegnazione dei seggi nel siglio regionale alle singole circoscrizioni provinciali (leggi regionali) Non oltre il 0 giorno convocazione dei comizi elettorali Disporre l ordine dei manifesti di convocazione dei comizi per le ELEZIONI REGIONALI e dei manifesti di assegnazione dei seggi alle circoscrizioni elettorali regionali (artt. 2 e 3 legge n. 08/968; Circ. n. 2397/98, 89 e 90). Disporre l ordine dei manifesti di convocazione dei comizi per le ELEZIONI COMUNALI Inviare alla Prefettura copia dell ordinazione (Circ. n. 2397/98, 79 e 80). A decorrere dal giorno di convocazione dei comizi elettorali, i comuni sono tenuti a mettere a disposizione, senza oneri per i comuni stessi, locali di loro proprietà già predisposti per conferenze e dibattiti (artt. 9 e 20 legge n. 55/993). Assunzione in carico, appena pervenute dalla Prefettura, delle cartoline relative agli elettori residenti all estero; redazione e spedizione del relativo verbale. (Circ. n. 2397/98, ). Compilazione e spedizione delle cartoline, entro il 20 giorno alla pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi (art. 6 legge n. 0/979). Al termine, redigere ed inviare alla Prefettura il relativo verbale (Circ. n. 2397/98, 2 e 3) Adozione preventiva determinazione per la costituzione dell Ufficio comunale e per l autorizzazione al personale ad eseguire lavoro straordinario, dal 55 giorno la consultazione al 5 giorno. (art., c. 00, lettera d), legge n. 7/203).. Le pubbliche amministrazioni non possono erogare compensi per lavoro straordinario se non previa attivazione dei sistemi di rilevazione automatica delle presenze (art. 3, c. 83, legge n. 2/2007) (2 giorno l di convocazione dei comizi) disporre, nei termini fissati dal Ministero dell Interno, gli adempimenti relativi alla revisione dinamica straordinaria delle liste elettorali «PRIMA TORNATA» (art. 32, c.., del T.U. n. 223/967) che interessa anche le liste elettorali aggiunte (Circ. n. 2397/98, ).

2 al giorno Affissione di convocazione dei comizi per le Elezioni Regionali (art. 3, c. 6, legge n. 08/968). Affissione di assegnazione dei seggi alle circoscrizioni elettorali regionali (art. 3, c. 6, legge n. 08/968). Dare immediata assicurazione dell adempimento alla Prefettura (Circ. n. 2397/98, 5). Affissione di convocazione dei comizi per le Elezioni Comunali (art. 8 del T.U. n. 570/960). Dare immediata assicurazione dell adempimento alla Prefettura (Circ. n. 2397/98, ). Da oggi è fatto divieto a tutte le Amministrazioni Pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l efficace assolvimento delle proprie funzioni (art. 9 legge n. 28/2000). Scade il termine per la revisione straordinaria delle liste elettorali «SECONDA TORNATA» (art. 32, c. e art. T.U. 223/967) che interessa anche le eventuali liste elettorali aggiunte (Circ. n. 2397/98, ). Ultima data utile per lo svolgimento ordinario dei consigli comunali. Successivamente adozione da parte dei consigli degli atti urgenti e improrogabili (art. 38, c. 5, del T.U. n. 267/2000). 2/ Termine entro il quale i cittadini di uno stato membro dell Unione europea, che intendano partecipare alle elezioni per il rinnovo degli organi del comune in cui sono residenti, devono presentare al Sindaco una domanda di iscrizione nella lista aggiunta, istituita presso lo stesso comune (art., c., e art. 3, c., del D.Lgs. n. 97/996). Eventuali domande pervenute successivamente non potranno essere accolte Affissione per rendere nota la normativa relativa al voto nell abitazione di dimora (art., c. 3, del D.L. n. /2006; art. legge n. 6/2009). Inizio del termine per la presentazione domanda. Ricognizione minuziosa dell arredamento dei seggi elettorali (Circ. n. 2397/98, 23). Le eventuali revisioni, integrazioni o riparazioni dovranno essere portate a termine entro il 5 giorno dall. ( 25) 7-bis Procedere alla revisione degli infissi e delle porte di accesso ai locali destinati a sede degli Uffici elettorali di sezione nonché al controllo degli impianti elettrici. Disporre affinché ogni seggio sia dotato di mezzo sussidiario di illuminazione (Circ. n. 2397/98, 28 e 29)

3 al giorno Scade il termine per la revisione e l approntamento del materiale (Circ. n. 2397/98, 22). Del compimento delle operazioni dare immediata notizia alla Prefettura Compilazione da parte dell Ufficiale Elettorale di un elenco, in triplice copia, dei cittadini che, pur essendo compresi nelle liste elettorali, non avranno compiuto, nel giorno fissato per la, il 8 anno di età. Una copia di tale elenco è immediatamente trasmessa alla C.E.Ci. che depenna, dalle liste sezionali destinate ai seggi, i nominativi dei cittadini compresi nell elenco stesso. Delle ALTRE DUE COPIE una è pubblicata all albo pretorio e l altra resta depositata nella segreteria comunale (art. 33 del T.U. n. 223/967; Circ. n. 2397/98, 2). Comunicare i dati alla Prefettura. Scade il termine per l ordinazione dei pacchi di cancelleria per i seggi elettorali (Circ. n. 2397/98, 35 e 36). Scade il termine per l ordinazione degli stampati (Circ. n. 2397/98, 79). Prendere i necessari eventuali accordi con le Autorità scolastiche in ordine alla disponibilità dei locali scolastici sede dei seggi elettorali (Circ. n. 2397/98, 30) Inizio del termine entro il quale la Giunta comunale deve stabilire e delimitare gli spazi per la propaganda (art. 2 legge n. 22/956). 7C e 7R Scadenza del termine per l iscrizione degli elettori nelle liste elettorali per motivi diversi dal compimento del 8 anno di età, ovvero per riacquisto del diritto in seguito alla cessazione delle cause ostative (art. 32, c., del T.U. n. 223/967), e dei cittadini di uno Stato membro dell Unione europea che ne hanno fatto richiesta, dopo aver esperito gli accertamenti del caso (art. 3, c., del D.Lgs. n. 97/996). Scade il termine per il compimento delle operazioni di integrazione e di riparazione del materiale di arredamento (Circ. n. 2397/98, 25) Scade il termine per STABILIRE E DELIMITARE gli spazi destinati alle affissioni per la propaganda iniziato il 33 giorno la data (art. 2 legge n. 22/956). N.B. La Giunta comunale provvederà alla ripartizione degli spazi entro i due giorni successivi alla comunicazione delle liste ammesse (art. 5 legge n. 22/956 e s.m.). Per i comuni con popolazione superiore a abitanti, se previsto dagli statuti o dai regolamenti, presentazione dichiarazione preventiva relativa alle spese per la campagna (art. 30, c., legge n. 8/993). Nei comuni con popolazione superiore a abitanti, il deposito delle liste deve comunque essere accompagnato dalla presentazione del bilancio preventivo di spesa cui le liste ed i candidati intendono vincolarsi (art. 30, c. 2, legge n. 8/993). 7C e 7R Ore 8: Inizio del termine per la presentazione, alla Segreteria del Comune, delle candidature alla carica di Sindaco e delle liste dei candidati per la elezione del siglio Comunale che può avvenire solamente durante il normale orario d ufficio e, nell ultimo giorno, fino alle ore 2 (artt. 28 e 32 del T.U. n. 570/960); 6 N.B. Il Segretario comunale: - trasmette le candidature alla C.E.Ci., entro lo stesso giorno (artt. 28 e 32, ultimi commi, del T.U. n. 570/960); - comunica giornalmente alla Prefettura le liste presentate (Circ. n. 2397/98, 52).

4 al giorno Inizio esame ed approvazione da parte C.E.Ci. delle candidature, entro il giorno a quello presentazione (artt. 30 e 33 del T.U. n. 570/960; art. 2 legge n. 25/202). Ore 8: Inizio presentazione delle liste dei candidati alle ELEZIONI REGIONALI, per ogni Collegio, alla Cancelleria del Tribunale Ufficio centrale circoscrizionale, (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n. 8, legge n. 3/995); la consegna può avvenire dalle ore 8 alle ore 20 e, nel secondo giorno, fino alle ore 2. Ore 8: Inizio presentazione delle liste regionali (DOVE PREVISTE) alla Cancelleria Corte d'appello del capoluogo Regione - Ufficio centrale regionale (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n., legge n. 3/995) Inizio del divieto di ogni forma di propaganda luminosa o figurativa e del lancio di volantini (art. legge n. 30/975). Inizio facoltà di tenere riunioni elettorali e comizi senza il preventivo avviso al Questore (art. 6 legge n. 22/956). Per le sole ELEZIONI COMUNALI: Inizio del divieto di svolgere propaganda a mezzo di inserzioni pubblicitarie su quotidiani o periodici, di spot pubblicitari e di ogni altra forma di trasmissioni pubblicitarie radiotelevisive (art. 29, c. e 2, legge n. 8/993). Non rientrano nel divieto: a) gli annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze, discorsi od interventi comunque denominati; b) le pubblicazioni di presentazione dei candidati alla carica di Sindaco e delle liste partecipanti alla consultazione; c) la presentazione e l illustrazione dei loro programmi elettorali. 8 8 L uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all art. 7, c. 2, legge n. 30/ Da questo giorno il Sindaco, prescindendo dalle sanzioni penali a carico dei responsabili, disporrà la defissone del materiale di propaganda indebitamente affisso (Capitolo, 9 Circ. n. 93/980). Ore 2: Scadenza del termine per la presentazione, alla Segreteria del Comune, delle candidature alla carica di Sindaco e delle liste dei candidati per l elezione del siglio Comunale Ore 2: Scadenza del termine per la trasmissione alla C.E.Ci., a cura del Segretario comunale, delle liste dei candidati (artt. 28 e 32, ultimi commi, del T.U. n. 570/960 e art. 6 legge n. 278/976). ELEZIONI REGIONALI Ore 2: Termine ultimo per la presentazione delle liste dei candidati, per ogni Collegio, alla Cancelleria del Tribunale Ufficio centrale circoscrizionale (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n. 8, legge n. 3/995). Ore 2: Termine ultimo per la presentazione delle liste regionali (DOVE PREVISTE) alla Cancelleria Corte d'appello del capoluogo Regione - Ufficio centrale regionale (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n., legge n. 3/995) Ore 2: Scadenza del termine per l esame e l approvazione da parte C.E.Ci. delle candidature alla carica di Sindaco e delle liste dei candidati per la elezione dei sigli Comunali (artt. 30 e 33 del T.U. n. 570/960). Le decisioni C.E.Ci. relative alle liste ammesse sono comunicate al Sindaco ai fini stampa dei manifesti ed al Prefetto per la stampa delle schede (artt. 3 e 3 del T.U. n. 570/960). 6 Pubblicare all albo on-line i programmi delle liste dei candidati al siglio comunale (artt. 7, c.2, e 73, c. 2, del T.U. n.. 267/2000) Inizio del termine per l annunciante la convocazione C.E.Co. per la nomina degli scrutatori, che dovrà avere luogo dal 25 al 20 giorno quello (art. 6, c., legge n. 95/989) Entro i due giorni successivi alla comunicazione delle liste ammesse, rispettivamente per le ELEZIONI REGIONALI e per le ELEZIONI COMUNALI, la Giunta comunale, ricevuta comunicazione delle liste dei candidati, ripartisce in sezioni gli appositi spazi per la propaganda (art. 5 legge n. 22/956). 7C e 7R

5 al giorno Inizio del termine per la nomina degli scrutatori da parte C.E.Co. in pubblica adunanza preannunziata due giorni prima con manifesto pubblicato all Albo Pretorio comunale da effettuarsi alla presenza dei rappresentanti dei partiti, se designati (art. 6 legge n. 95/989 e s.m.). Disporre l immediata notifica dell avvenuta nomina. Scade il termine per la spedizione, con il mezzo postale più rapido, delle cartolineavviso relative agli elettori residenti all estero (art. 6 legge n. 0/979; Circ. n. 2397/98, 37) Ultimo giorno utile per l annunciante la riunione C.E.Co. per la nomina degli scrutatori Termine ultimo per la nomina degli scrutatori (art. 6, c., legge n. 95/989). Scade il termine per la presentazione, da parte degli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione, richiesta per esprimere il voto a domicilio (art., c. 3, del D.L. n. /2006; art. legge n. 6/2009). 7-bis Termine ultimo per la notifica dell avvenuta nomina a scrutatore (art. 6, c. 3, legge n. 95/989). Entro 8 ore dalla notifica di detta nomina, i nominati devono comunicare l eventuale grave impedimento al Sindaco od al commissario, che, a loro volta, provvedono a sostituire gli impediti Scadenza del termine per l attuazione, da parte dell Ufficiale, delle variazioni alle liste elettorali per morte (art. 32, c., del T.U. n. 223/967) e per ripristino posizione anagrafica precedente (art. 5, comma 5-bis, del D.L. n. 5/202, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge n. 35/202). Fino alla chiusura delle operazioni di voto, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull esito delle elezioni e sugli orientamenti politici degli elettori (art. 8, c., legge n. 28/2000).

6 al giorno 3 7 Dare corso, se necessario, all approntamento degli estratti delle liste sezionali da consegnare ai presidenti di seggio. I detti estratti dovranno essere autenticati, in ciascun foglio, dal Sindaco e dal Segretario comunale. La firma autografa può essere sostituita con il timbro o con l indicazione a stampa del soggetto autenticante. Sull ultimo foglio, unitamente all indicazione del numero totale delle pagine lista, permane la necessità di apporre firma autografa (Circ. n. 67/999; Circ. n. 2397/98, 267, n. ) Rilasciare attestato di ammissione al voto a domicilio (art. del D.L. n. /2006). Emettere provvedimento di supporto tecnico operativo per la raccolta del voto a domicilio (art. del D.L. n. /2006). 7-bis Scadenza del termine per l inoltro alla C.E.Ci. da parte dell Ufficiale Elettorale delle eventuali proposte di variazione di sede degli uffici elettorali di sezione (art. 38, c. 3, del T.U. n. 223/967; Circ. n. 2397/98, 3). Scadenza del termine per la consegna, da parte delle ditte fornitrici, dei pacchi di cancelleria (Circ. n. 2397/98, 35) Predisporre, per tempo, la compilazione degli elenchi degli elettori che si trovano in particolari condizioni, da consegnare ai Presidenti di seggio (Circ. n. 2397/98, 33; art. del D.L. n. /2006 e s.m.). 5 e 7-bis Trasmissione al Sindaco, da parte C.E.Ci. di un esemplare delle liste elettorali di sezione debitamente autenticate (art. 8 del T.U. n. 570/960). Sull ultimo foglio di ciascuna lista, unitamente all indicazione del numero totale delle pagine, deve essere apposta la firma autografa del Presidente, dei componenti e del segretario (Circ. n. 2397/98, da 37 a 2). La firma del Presidente sui singoli fogli può essere sostituita con il timbro o con l indicazione a stampa del nome del Presidente stesso.(circ. n. 67/999). Termine ultimo per la pubblicazione nell albo on-line e per l dei 2/3 dei manifesti recanti le liste dei candidati (art. 3 del T.U. n. 570/960, come modificato dall art. 2, c. 5, dell allegato al D.Lgs. n. 0/200; Circ. n. 2397/98, 72). Dare immediatamente alla Prefettura l assicurazione di avvenuta. 2/ Scadenza del termine per la decisione C.E.Ci. sulle eventuali proposte di variazione di sede degli uffici elettorali di sezione (art. 38 del T.U. n. 223/967). Nel caso, darne immediato avviso con apposito manifesto. 27 Approntare l elenco delle persone in grado di sostituire i Presidenti di seggio (Circ. n. 2397/98, 222 e 269). Domani scade il termine per la notifica agli scrutatori supplenti eventuale nomina in sostituzione degli effettivi impediti ad assolvere l incarico (art. 6, c. 3, legge n. 95/989). 2/3

7 al giorno Termine ultimo per la eventuale nomina degli scrutatori in sostituzione degli impediti (art. 6, c. 3, legge n. 95/989) Termine entro il quale debbono pervenire al Comune gli elenchi delle persone autorizzate a designare i rappresentanti di lista presso ogni seggio e presso l Ufficio centrale per le Elezioni Comunali (art., c. 6, legge n. 08/968; art. 35 del T.U. n. 570/960). Scadenza del termine, per gli elettori ricoverati in luoghi di cura e per i detenuti aventi il diritto al voto, per l invio al Sindaco richiesta di esercitare il diritto di voto nel luogo di degenza o di detenzione (art. 2, c. 2, del T.U. n. 570/960; artt. 8 e 9 legge n. 36/976). Predisporre l elenco per i Presidenti di seggio e l immediato rilascio delle attestazioni (N.B. Questo termine non è perentorio). Affissione a cura del Sindaco recante avvertenze agli elettori per le tessere elettorali (istruzioni ministeriali). 6 7 e 8 L Ufficio resta aperto nei due giorni antecedenti la dalle ore 9 alle ore 8 e nel giorno per tutta la durata delle operazioni di voto, per le operazioni relative al rilascio delle tessere elettorali, dei duplicati e degli attestati (art., c. 00, lettera g) legge n. 7/203). Affissione dei residui manifesti recanti le liste dei candidati (Circ. n. 2397/98, 72). segna al Sindaco, da parte Prefettura, delle cassettine contenenti i timbri per le sezioni elettorali e dei pacchi delle schede per la (Circ. n. 2397/98, 8). Pubblicazione del Sindaco con il quale si dà notizia delle eventuali variazioni apportate alle sedi delle sezioni elettorali (art. 38 del T.U. n. 223/967, Circ. n. 2397/98, 3) La C.E.Ci. apporta alle liste elettorali sezionali le variazioni conseguenti all accertamento dell esistenza di errori materiali di scritturazione od omissione di nomi di elettori regolarmente iscritti nelle liste generali (art. 0 del T.U. n. 223/967). Scade il termine per la presentazione, al segretario comunale, delle designazioni dei rappresentanti di lista. Decorso il termine, la designazione potrà essere presentata personalmente al Presidente del seggio, purché prima dell inizio delle votazioni (art., c. 6, legge n. 08/968; art. 35 del T.U. n. 570/960). 6 Termine entro il quale il Sindaco del Comune nel cui territorio sono ubicati luoghi di cura o di detenzione, viste le richieste presentate da elettori iscritti nelle liste del comune stesso, al fine di votare nel luogo di cura in cui sono ricoverati, ovvero nel luogo di detenzione in cui sono ospitati, deve: a) includere i nominativi degli elettori richiedenti negli elenchi da consegnare ai presidenti delle sezioni elettorali; b) rilasciare, ai richiedenti, un attestazione dell avvenuta inclusione negli elenchi di cui alla lettera a). Alle ore 2 cessa la facoltà di nuove affissioni e non è più consentito tenere comizi di propaganda (art. 9, c., legge n. 22/956, come sostituito dall art. 8 legge n. 30/975). 7 Scadenza del termine per la presentazione, da parte dei naviganti, domanda di esercitare il diritto di voto per le Elezioni Regionali nel comune in cui si trovano per motivi di imbarco, pur essendo iscritti in altro comune stessa regione (art. 50 del T.U. n. 36/957; art. del D.L. n. 6/976) 30 segna ai Presidenti dei seggi elettorali del materiale occorrente per le operazioni di (art. 27 del T.U. n. 570/960). Ore 6: Insediamento dei seggi (art. 7 del T.U. n. 570/960). Dall apertura dei seggi alla comunicazione degli ultimi risultati gli Uffici comunali sono tenuti ad osservare l orario fissato con le istruzioni e circolari, assicurando, per ciascun adempimento, scrupolosa tempestività. 9

8 al giorno È vietata ogni forma di propaganda entro il raggio di 200 metri dall ingresso delle sezioni elettorali (art. 9, c. 2, legge n. 22/956, come sostituito dall art. 8 legge n. 30/975). Ore 7: Ricostituzione dell ufficio di sezione da parte del Presidente e apertura (art., c. 399, legge n. 7/203). Prima dell inizio - Presentazione, direttamente ai presidenti dei singoli uffici elettorali di sezione, degli atti di designazione dei rappresentanti delle liste presso la sezione medesima, che non siano stati già presentati, in precedenza, al segretario comunale. Dalle ore 7 alle ore 23: Operazioni di (art., c. 399, legge n. 7/203). Ore 23: Il Presidente dell Ufficio di sezione ammette a votare gli elettori che, a tale ora, si trovano ancora nei locali del seggio (art. 52, c. 2, del T.U. n. 570/960), quindi dichiara chiusa la. Immediatamente dopo la chiusura : inizio, in tutte le sezioni, delle operazioni di riscontro previste dall art. 53 del T.U. n. 570/960, rispettivamente per le ELEZIONI REGIONALI e per le ELEZIONI COMUNALI (accertamento del numero dei votanti, conteggio del numero delle schede rimaste nelle cassette o scatole, per accertare la loro corrispondenza con il numero degli elettori che non hanno votato). Compiute le operazioni di riscontro, il Presidente procede alla formazione e alla spedizione del plico contenente le liste per la utilizzate nella sezione e di quelli contenenti le schede avanzate; dà quindi inizio alle operazioni di scrutinio per l Elezione del siglio regionale, che devono svolgersi senza interruzioni ed essere portate a termine entro 2 ore dal loro inizio. (art. 3 del d.p.r. n. 32/993) Terminate le operazioni di scrutinio per le Elezioni regionali, il Presidente: a) provvede al recapito dei due esemplari del relativo verbale; b) rinvia alle ore del lunedì lo spoglio dei voti per le Elezioni comunali (art. 20 legge n. 08/968). 6 + Giugno Alle ore del lunedì il Presidente, ricostituito l'ufficio di sezione, procede alle operazioni di scrutinio per l Elezione del Sindaco e del siglio comunale. Tali operazioni devono svolgersi senza interruzioni ed essere ultimate entro le ore 2 (art. 20, n. 2, lettera c) legge n. 08/968). ENTRO TRE GIORNI DALLA CHIUSURA DELLE OPERAZIONI RELATIVE ALLO SCRUTINIO PER LE ELEZIONI COMUNALI, IL SINDACO PUBBLICA I RISULTATI DELLE ELEZIONI E LI NOTIFICA AGLI ELETTI (T.U. N. 570/960, art. 6)

9 ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DI DOMENICA 3 MAGGIO 205 CALENDARIO - RIO DEGLI IN CASO DI BALLOTTAGGIO PER LE ELEZIONI COMUNALI SUGLI ESEMPLARI DELLE LISTE SEZIONALI DA DESTINARE ALLA VOTAZIONE DEL TURNO DI BALLOTTAGGIO NON DOVRANNO ESSERE APPORTATE LE VARIAZIONI CHE SI SARANNO VERIFICATE SUCCESSIVAMENTE ALLA CHIUSURA DELLE OPERAZIONI DI REVISIONE DINAMICA STRAORDINARIA DELLE LISTE ELETTORALI, IN QUANTO LA VOTAZIONE DI BALLOTTAGGIO VIENE A CONFIGURARSI GIURIDICAMENTE COME PROSECUZIONE DELLE OPERAZIONI DI VOTAZIONE SVOLTESI NEL PRIMO TURNO. (Circolare telegrafica , n. 7 del MIAITSE) 7 Giugno giorno dalla del primo turno: I candidati alla carica di Sindaco, nei comuni con popolazione superiore a abitanti, ammessi alla di ballottaggio, hanno facoltà di dichiarare il collegamento con ulteriori liste di candidati, rispetto a quelle con cui è stato effettuato il collegamento nel primo turno (La dichiarazione ha efficacia solo se convergente con analoga dichiarazione resa dai delegati delle liste interessate) (art. 72, c. 7 del T.U. n. 267/2000). Appena ricevuta la comunicazione dei candidati a Sindaco disporre l del relativo manifesto. 2 Giugno giorno la di ballottaggio: segna al Sindaco, da parte Prefettura, delle cassettine contenenti i timbri per le sezioni elettorali e dei pacchi delle schede per la di ballottaggio per l elezione diretta del Sindaco. quello di ballottaggio: Inizio del divieto di effettuare, nel giorno precedente ed in quello stabilito per la : i comizi, le riunioni di propaganda diretta o indiretta, in luoghi pubblici od aperti al pubblico; la nuova di stampati, di giornali murali od altri, e di manifesti di propaganda ; la diffusione di trasmissioni radio-televisive di propaganda. 3 Giugno 205 Prima dell insediamento del seggio: segna ai presidenti dei seggi elettorali, a cura del Sindaco, del materiale occorrente per la di ballottaggio, compresi gli elenchi degli elettori che hanno ottenuto l autorizzazione a votare presso il proprio domicilio o nel luogo di cura o di detenzione in cui si trovano, nonché gli altri elenchi previsti dalle istruzioni ministeriali. Ore 6: Costituzione dell Ufficio di sezione da parte del Presidente. di ballottaggio: tinuano ad essere vietati: ogni forma di propaganda entro il raggio di duecento metri dall ingresso delle sezioni elettorali; i comizi, le riunioni di propaganda diretta o indiretta, in luoghi pubblici od aperti al pubblico; la nuova di stampati, di giornali murali od altri, e di manifesti di propaganda ; la diffusione di trasmissioni radio-televisive di propaganda. Giugno 205 Dalle ore 7 alle ore 23 - Operazioni di (art., c. 399, legge n. 7/203). Ore 23: Il Presidente dell Ufficio di sezione ammette a votare gli elettori che, a tale ora, si trovano ancora nei locali del seggio (art. 52, c. 2, del T.U. n. 570/960). quindi dichiara chiusa la. Appena compiute le operazioni di riscontro, il Presidente procede alla formazione e spedizione dei plichi contenenti gli atti e le schede avanzate; dà quindi inizio alle operazioni di scrutinio, che devono svolgersi senza interruzione ed essere ultimate entro 2 ore dal loro inizio (art. 3, n. 2, del DPR n. 32/993).

10 OPERAZIONI POST ELETTORALI Cartella Ritiro del materiale delle sezioni. Non oltre il decimo giorno restituire alla Prefettura le cassette, i timbri e le matite (Circ. n. 2397/98, 295 e 296). Liquidazione competenze ai componenti dei seggi elettorali Liquidazione e rendiconto spese elettorali Entro il mese a quello in cui ha avuto luogo la consultazione, l Ufficiale apporta alle liste elettorali le variazioni, in relazione: a) alle ammissioni al voto disposte dalla C.E.Ci. (art. 32- bis del T.U. n. 223/967) b) alla perdita del diritto in applicazione dell art. 32- ter del T.U. n. 223/ luglio 205 (Primo giorno del secondo mese a quello del primo turno di ): Deposito, nella segreteria comunale, del verbale dell Ufficiale unitamente agli elenchi degli elettori iscritti ed alla relativa documentazione in applicazione dell art. 32, primo comma, n. 5, del T.U. n. 223/967. Affissione del relativo manifesto (sesto comma) ABBREVIAZIONI C.E.Co. = Commissione Elettorale Comunale C.E.Ci. = Commissione Elettorale Circondariale Legge n. 22/956 - Legge aprile 956, n. 22 d.p.r. n. 36/957 - D.P.R. 30 marzo 957, n. 36 T.U. n. 570/960 - Testo unico 5 maggio 960, n. 570 T.U. n. 223/967 - Testo unico 20 marzo 967, n. 223 Legge n. 08/968 - Legge 7 febbraio 968, n. 08 Legge n. 30/975 - Legge 2 aprile 975, n. 30 Legge n. 36/976 - Legge 23 aprile 976, n. 36 Legge n. 6/976 - Legge 3 maggio 976, n. 6 Legge n. 0/979 - Legge 7 febbraio 979, n. 0 Circ. n. 93/980 - Circolare 30 aprile 980, n. 93/V Circ. n. 2397/98 - Circolare Min. Int. aprile 98, n. 2397/AR Circ. n. 2600/L/986 - Circolare Min. Int. febbraio 986, n. 2600/L Legge n. 95/989 - Legge 8 marzo 989, n. 95 Legge n. 8/993 - Legge 25 marzo 993, n. 8 d.p.r. n. 32/993 - D.P.R. 28 aprile 993, n. 32 Legge n. 55/993 - Legge 0 dicembre 993, n. 55 Legge n. 3/995 - Legge 23 febbraio 995, n. 3 D.Lgs. n. 97/996 - Decreto legislativo 2 aprile 996, n. 97 Circ. n. 67/999 - Circ. Min. Interno MIACSE 20 - settembre 999, n. 67 Legge n. 28/ Legge 22 febbraio 2000, n. 28 T.U. n. 267/ Decreto legislativo 8 agosto 2000, n. 267 D.L. n. / Decreto legge 3 gennaio 2006, n. Legge n. 2/ Legge 2 dicembre 2007, n. 2 Legge n. 6/ Legge 7 maggio 2009, n. 6 D.Lgs. n. 0/200 - Decreto Legislativo 2 luglio 200, n.0 D.L. n. 5/ Decreto legge 9 febbraio 202, n. 5 Legge n. 35/202 - Legge aprile 202, n. 35 Legge n. 25/202 - Legge 23 novembre 202, n. 25 Legge n. 7/203 - Legge 27 dicembre 203, n. 7

SCADENZIARIO DELLE PRINCIPALI OPERAZIONI PER LE ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI. del 31 maggio 2015

SCADENZIARIO DELLE PRINCIPALI OPERAZIONI PER LE ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI. del 31 maggio 2015 ... MARZO (giorno di pubblicazione del decreto)... MARZO (5 giorno successivo alla data di pubblicazione del decreto) Domenica 5 APRILE ( 56 giorno precedente la data delle votazioni) Da Lunedì 6 APRILE

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015. Calendario delle operazioni elettorali

ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015. Calendario delle operazioni elettorali ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015 ed eventuale turno di ballottaggio delle elezioni Comunali del 14 GIUGNO 2015 Calendario delle operazioni elettorali Redigere il verbale di assunzione in

Dettagli

REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE Elezione del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio regionale. Calendario delle operazioni elettorali

REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE Elezione del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio regionale. Calendario delle operazioni elettorali REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE Elezione del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio regionale Calendario delle operazioni elettorali 25 maggio 2014 La presente pubblicazione contiene le scadenze

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015 ed eventuale turno di ballottaggio delle elezioni Regionali e Comunali del 14 GIUGNO 2015

ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015 ed eventuale turno di ballottaggio delle elezioni Regionali e Comunali del 14 GIUGNO 2015 ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015 ed eventuale turno di ballottaggio delle elezioni Regionali e Comunali del 14 GIUGNO 2015 Calendario delle operazioni elettorali LEGGE REGIONALE 22 maggio

Dettagli

REGIONE SICILIANA. Servizio Elettorale

REGIONE SICILIANA. Servizio Elettorale REGIONE SICILIANA Servizio Elettorale PUBBLICAZIONE N. 1 R/bis CALENDARIO DELLE OPERAZIONI PREPARATORIE PER L ELEZIONE DIRETTA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE E DELL ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA DI DOMENICA

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI Gli articoli riportati, qualora manchi una diversa precisazione, si riferiscono al Testo unico delle leggi regionali sulla composizione ed elezione degli organi delle

Dettagli

ELEZIONI COMUNALI - DOMENICA 5 GIUGNO 2016

ELEZIONI COMUNALI - DOMENICA 5 GIUGNO 2016 ELEZIONI COMUNALI - DOMENICA 5 GIUGNO ed eventuale turno di ballottaggio delle elezioni Comunali del 19 GIUGNO Calendario delle operazioni elettorali ADEMPIMENTI successivi al decreto di, da adottarsi

Dettagli

Scadenziario SCADENZIARIO ELETTORALE ELEZIONI 2013. ENTRO GIOVEDI 10 gennaio Tra il 70 ed il 45 giorno precedente quello della votazione

Scadenziario SCADENZIARIO ELETTORALE ELEZIONI 2013. ENTRO GIOVEDI 10 gennaio Tra il 70 ed il 45 giorno precedente quello della votazione SCADENZIARIO ELETTORALE ELEZIONI 2013 ENTRO GIOVEDI 10 gennaio Tra il 70 ed il 45 giorno precedente quello della votazione Termine entro il quale il Presidente della Repubblica, su deliberazione del Consiglio

Dettagli

Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014. Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di TORINO

Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014. Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di TORINO Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014 Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Circoscrizionale presso il

Dettagli

Prefettura di Cagliari Ufficio territoriale del Governo

Prefettura di Cagliari Ufficio territoriale del Governo Area II - Raccordo con gli enti locali e consultazioni elettorali Ufficio Elettorale Provinciale Prot. n. 13187/Area II - C.E. Cagliari, 18 febbraio 2008 Circ 3 - CE ex Min. 9/08 Ai Sigg. Sindaci e Segretari

Dettagli

SCADENZARIO DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IN VISTA DELLE ELEZIONI COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015

SCADENZARIO DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IN VISTA DELLE ELEZIONI COMUNALI DEL 31 MAGGIO 2015 SCADENZARIO DEI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IN VISTA DELLE ELEZIONI COMUNALI DEL 31 MAGGIO Giorni rispetto alla votazione Entro il 55 giorno Entro il 45 giorno Dalla data di convocazione dei comizi elettorali

Dettagli

PREFETTURA Ufficio territoriale del Governo di Milano Ufficio Elettorale

PREFETTURA Ufficio territoriale del Governo di Milano Ufficio Elettorale AREA II bis Consultazioni elettorali Trasmissione via pec Milano, data del protocollo Ufficio elettorale circoscrizionale c/o la Corte d Appello di Ufficio elettorale provinciale c/o il Tribunale di MONZA

Dettagli

Prot. n. 13881/2016 Area II Prefettura di Varese Varese, 2 maggio 2016 Ai Sigg. Segretari dei partiti e movimenti politici della provincia LORO SEDI OGGETTO: Elezioni comunali di domenica 5 giugno 2016

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI CIRCOLARE N. 17 / 2014 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA Al COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI AL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA SERVIZI DI PREFETTURA LORO SEDI TRENTO E BOLZANO

Dettagli

PREFETTURA DI MILANO Ufficio Elettorale

PREFETTURA DI MILANO Ufficio Elettorale PROT. N. 532/2008 AREA II BIS ELETTORALE 18 febbraio 2008 AI SIGG.RI SINDACI dei Comuni della provincia di MILANO AI SIGG.RI SINDACI dei Comuni della provincia di MONZA E DELLA BRIANZA ALLA SIG. QUESTORE

Dettagli

Prot. n. 2007003192/EL/AREA II Torino, 23 marzo 2007

Prot. n. 2007003192/EL/AREA II Torino, 23 marzo 2007 Prot. n. 003192/EL/AREA II Torino, 23 marzo Ai signori Sindaci e Commissari Straordinari dei Comuni della Provincia Ai Signori Segretari Comunali dei Comuni della Provincia Ai Signori Presidenti delle

Dettagli

Prefettura di Pistoia Ufficio territoriale del Governo di Pistoia

Prefettura di Pistoia Ufficio territoriale del Governo di Pistoia Prefettura di Pistoia Ufficio territoriale del Governo di Pistoia AREA II raccordo con gli enti locali, consultazioni elettorali Pistoia 7 aprile 2014 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni della provincia LORO SEDE

Dettagli

Prefettura di Ferrara Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Ferrara Ufficio Territoriale del Governo Prefettura di Ferrara Ufficio Territoriale del Governo AREA II RACCORDO CON GLI ENTI LOCALI E CONSULTAZIONI ELETTORALI Prot. n. 9329/2014 Ferrara, 9 aprile 2014 Ai Signori Sindaci, Segretari comunali e

Dettagli

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Sondrio Prot. n. 575 /2013/EL Sondrio, 8 gennaio 2013

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Sondrio Prot. n. 575 /2013/EL Sondrio, 8 gennaio 2013 Prot. n. 575 /2013/EL Sondrio, 8 gennaio 2013 Pubblicata sull area riservata SIGNORI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA LORO SEDI SIGNORI SEGRETARI COMUNALI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA LORO SEDI OGGETTO:

Dettagli

Prot. n. 11255/2009 Area II Prefettura di Varese Varese, 17 aprile 2009 Circolare n. 53 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni della provincia LORO SEDI Al Sig. Commissario del Comune di UBOLDO Al Sig. Commissario

Dettagli

Circolare n. 14 / 2015 Roma, 20 aprile 2015

Circolare n. 14 / 2015 Roma, 20 aprile 2015 Circolare n. 14 / 2015 Roma, 20 aprile 2015 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA LORO SEDI e, per conoscenza: AI COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI AL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI CIRCOLARE URGENTISSIMA N. 2 / 2013 Roma, 04/01/2012 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA AI COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO AL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali Roma, 9 ottobre 2014 AI PREFETTI DELLE PROVINCE DI BOLOGNA FERRARA FORLI -CESENA MODENA PARMA PIACENZA RAVENNA REGGIO EMILIA RIMINI CATANZARO COSENZA CROTONE REGGIO DI CALABRIA VIBO VALENTIA e, per conoscenza,

Dettagli

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. n. 2014-003667/EL/Area II Torino, 28 marzo 2014

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. n. 2014-003667/EL/Area II Torino, 28 marzo 2014 Prot. n. 2014-003667/EL/Area II Torino, 28 marzo 2014 Ai Signori Sindaci e Commissari Straordinari, Signori Segretari Comunali e Signori Ufficiali Elettorali dei Comuni della provincia LORO SEDI Ai Signori

Dettagli

Prot. n. 12275/2015 Area II Varese, 21 aprile 2015 Ai Sigg. Segretari dei partiti e movimenti politici della provincia LORO SEDI OGGETTO: Elezioni comunali di domenica 31 maggio 2015 ed eventuale turno

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PER LE ELEZIONI COMUNALI DEL 10 MAGGIO 2015

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PER LE ELEZIONI COMUNALI DEL 10 MAGGIO 2015 Regione autonoma Trentino Alto Adige GIUNTA REGIONALE Ufficio elettorale Elezioni amministrative Mod. 28-el. Per i comuni della Provincia di Trento CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PER LE ELEZIONI

Dettagli

Prefettura di Perugia

Prefettura di Perugia Rispondere a: elettorale.prefpg@pec.interno.it Perugia, 8 aprile 2014 - Ai Signori Sindaci dei Comuni della provincia LORO SEDI - Al Signor Commissario Straordinario del Comune di CANNARA GUALDO TADINO

Dettagli

AREA II BIS RACCORDO ENTI LOCALI E CONSULTAZIONI ELETTORALI. TELEFAX URGENTISSIMO Roma, 10 febbraio 2010

AREA II BIS RACCORDO ENTI LOCALI E CONSULTAZIONI ELETTORALI. TELEFAX URGENTISSIMO Roma, 10 febbraio 2010 TELEFAX URGENTISSIMO Roma, 10 febbraio 2010 AL SIG. PRESIDENTE DELL UFFICIO CENTRALE ELETTORALE CIRCOSCRIZIONALE presso IL TRIBUNALE DI AL SIG. PRESIDENTE DELL UFFICIO CENTRALE REGIONALE presso LA CORTE

Dettagli

Prot. n. 10027/2011 Area II Prefettura di Varese Varese, 28 marzo 2011 Circolare n. 32 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni della provincia LORO SEDI Al Sig. Commissario Straordinario del Comune di MALNATE e, p.c.

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

CALENDARIO ELETTORALE

CALENDARIO ELETTORALE ELEZIONI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA E DEL CONSIGLIO REGIONALE di domenica 31 maggio 2015 CALENDARIO ELETTORALE Questa pubblicazione contiene il calendario delle operazioni relative all elezione del Presidente

Dettagli

Prefettura di Perugia Ufficio territoriale del Governo

Prefettura di Perugia Ufficio territoriale del Governo Prefettura Perugiia Prot Uscita del 23104!.2015 Numero: 0024540 Classifica: 033.10 f.lf( IIJ JIJI II ~IIHI!I Jlt l J ~ Perugia 23 aprile 2015 - Ai Signori Sindaci dei Comuni della provincia LORO SEDI -

Dettagli

Area Il bis" Raccordo con gli Enti Locali e Consultazioni Elettorali" Prot.n.32922/2015 Salerno, 20 aprile 2015

Area Il bis Raccordo con gli Enti Locali e Consultazioni Elettorali Prot.n.32922/2015 Salerno, 20 aprile 2015 Area Il bis" Raccordo con gli Enti Locali e Consultazioni Elettorali" Prot.n.32922/2015 Salerno, 20 aprile 2015 Ai Sigg. Sindaci e Commissari Straordinari Ai Sigg. Segretari Comunali Ai Responsabili degli

Dettagli

C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 POLIZIA LOCALE

C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 POLIZIA LOCALE C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 POLIZIA LOCALE Tel. 011 9084060 Fax 011 9048763 E-mail: poliziamunicipale@comune.bruino.to.it OGGETTO: VERBALE ASSEMBLEA Il giorno 26 aprile

Dettagli

Calendario delle operazioni elettorali

Calendario delle operazioni elettorali ELEZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO e ELEZIONI COMUNALI DOMENICA 25 MAGGIO 2014 EVENTUALE TURNO DI BALLOTTAGGIO PER L'ELEZIONE DIRETTA DEI SINDACI DOMENICA 8 GIUGNO 2014 Calendario delle operazioni elettorali

Dettagli

COMUNE DI GRAFFIGNANO

COMUNE DI GRAFFIGNANO COMUNE DI GRAFFIGNANO ADEMPIMENTI IN MATERIA DI PROPAGANDA ELETTORALE In vista delle consultazioni elettorali indicate in oggetto, si richiamano di seguito i principali adempimenti prescritti dalla normativa

Dettagli

Ai Sigg. Sindaci, Commissari Straordinari e Prefettizi, Segretari comunali e Responsabili degli uffici elettorali dei Comuni Loro Sedi

Ai Sigg. Sindaci, Commissari Straordinari e Prefettizi, Segretari comunali e Responsabili degli uffici elettorali dei Comuni Loro Sedi Prot.. n. 2059/S.E. Il,9 aprile Ai Sigg. Sindaci, Commissari Straordinari e Prefettizi, Segretari comunali e Responsabili degli uffici elettorali dei Comuni Loro Sedi Ai Sigg. Presidenti della Commissioni

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali. Circolare n. 40 / 2014 Roma, 26 settembre 2014

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali. Circolare n. 40 / 2014 Roma, 26 settembre 2014 Circolare n. 40 / 2014 Roma, 26 settembre 2014 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA NELLE REGIONI EMILIA-ROMAGNA E CALABRIA LORO SEDI AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA DI PALERMO - TRAPANI AI COMMISSARI DEL GOVERNO

Dettagli

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo PEC Roma, data del protocollo AI SIGG.RI SINDACI, COMMISSARI STRAORDINARI E PREFETTIZI DEI COMUNI DI ROMA E PROVINCIA - LORO SEDI AI SIGG.RI SEGRETARI COMUNALI E RESPONSABILI DEI SERVIZI ELETTORALI DEI

Dettagli

Prefettura di Modena Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Modena Ufficio Territoriale del Governo Prot. n. 16555 /2014/SE Modena, 8.4.2014 SINDACI COMUNI PROVINCIA LORO SEDI SEGRETARI COMUNI PROVINCIA LORO SEDI QUESTORE MODENA COMANDANTE PROVINCIALE CARABINIERI MODENA COMANDANTE PROVINCIALE GUARDIA

Dettagli

Prefettura di Grosseto Ufficio Territoriale del Governo Area II Raccordo Enti Locali ed Ufficio Elettorale

Prefettura di Grosseto Ufficio Territoriale del Governo Area II Raccordo Enti Locali ed Ufficio Elettorale Prot. U. 14054 del 10.1.2014 Prefettura di, data del protocollo Presidente dell Ufficio Elettorale Circoscrizionale presso la Corte d Appello di Roma Presidente dell Amministrazione Provinciale di Sindaci

Dettagli

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI ELEZIONI COMUNALI DEL 26 E 27 MAGGIO 2013 PRINCIPALI SCADENZE ED ADEMPIMENTI

INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI ELEZIONI COMUNALI DEL 26 E 27 MAGGIO 2013 PRINCIPALI SCADENZE ED ADEMPIMENTI INFORMAZIONI AMMINISTRATIVE ED APPROFONDIMENTI Anno 1 - Supplemento al n. 17 mese di Aprile 2013. Reg. Tribunale di Milano n. 51 del 1 marzo 2013 Editore : Co.Nord - Piazzale Risorgimento, n 14-24128 BERGAMO

Dettagli

Prefettura di Rovigo Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Rovigo Ufficio Territoriale del Governo CIRCOLARE N. 17/2014 Prefettura di Rovigo TRAMITE PEC Rovigo, (data del protocollo) All. 1 - AI SIGG. SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA L O R O S E D I - AI SIGNORI PRESIDENTI DELLA COMMISSIONE E SOTTOCOMMISSIONI

Dettagli

A lista d inoltro. Circolare n. 6/EL. Udine, 10 aprile 2014

A lista d inoltro. Circolare n. 6/EL. Udine, 10 aprile 2014 Circolare n. 6/EL A lista d inoltro Udine, 10 aprile 2014 TRASMESSA VIA PEC E E-MAIL oggetto: elezioni comunali 2014. Disciplina della propaganda elettorale. Utilizzo dei locali comunali per i partiti

Dettagli

A lista d inoltro. Udine, 29 aprile 2016

A lista d inoltro. Udine, 29 aprile 2016 Circolare n. 06/EL A lista d inoltro Udine, 29 aprile 2016 TRASMISSIONE VIA P.E.C. ED E-MAIL oggetto: Elezioni comunali 2016. Disciplina della propaganda elettorale. PREMESSA In vista delle prossime elezioni

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI Circolare n. 13 / 2015 Roma, 15 aprile 2015 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA LORO SEDI e, per conoscenza: AI COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI AL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI COMUNE DI FLORIDIA PROVINCIA DI SIRACUSA Area Affari Generali - Programmazione REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEI REFERENDUM COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE NELLA SEDUTA DEL 23/11/2009

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015.

COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015. COMUNE DI TRIGGIANO VERBALE RELATIVO AGLI ACCORDI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 31 MAGGIO 2015. L anno duemilaquindici il giorno tredici del mese di maggio alle

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB SIENA

AUTOMOBILE CLUB SIENA AUTOMOBILE CLUB SIENA REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULL ASSEMBLEA, LA PRESENTAZIONE E LA PUBBLICAZIONE DELLE LISTE ELETTORALI E LO SVOLGIMENTO DEL REFERENDUM AUTOMOBILE CLUB SIENA Regolamento deliberato

Dettagli

~w t6m~~"t"othdah/' ~VeMZÒ

~w t6m~~tothdah/' ~VeMZÒ ~~,(aza - ~w t6m~~"t"othdah/' ~VeMZÒ cd~ Prot. n. 2084/s.E. lì, 21.aprile 2015 Ai Sigg. Sindaci, Commissari Straordinari e Prefettizi e Segretari comunali della provincia Loro Sedi Al Presidente dell'ufficio

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA Prot. n. 343 Cagliari, 09/01/2014 trasmissione via PEC Ai Signori Sindaci dei Comuni della Sardegna Ai responsabili degli Uffici Elettorali dei Comuni della Sardegna e,p.c. Ai Dirigenti dei Servizi Elettorali

Dettagli

Circolare n. 11/ 2015 Roma, 8 aprile 2015 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA AI COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI

Circolare n. 11/ 2015 Roma, 8 aprile 2015 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA AI COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI Circolare n. 11/ 2015 Roma, 8 aprile 2015 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA LORO SEDI e, per conoscenza: AI COMMISSARI DEL GOVERNO NELLE PROVINCE AUTONOME DI AL PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA

Dettagli

Vademecum elezioni 2010 Regionali e Comunali

Vademecum elezioni 2010 Regionali e Comunali Comune di Torre di Mosto Provincia di Venezia Vademecum elezioni 2010 Regionali e Comunali ti aspettano nella tua sezione elettorale per eleggere: 1. IL PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO 2. IL SINDACO

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER I REFERENDUM CONSULTIVI

COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER I REFERENDUM CONSULTIVI COMUNE DI BRUGHERIO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER I REFERENDUM CONSULTIVI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 136 del 22.11.1996 Modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

Prot. n. 6697 Cagliari, 14 APRILE 2015

Prot. n. 6697 Cagliari, 14 APRILE 2015 Prot. n. 6697 Cagliari, 14 APRILE 2015 trasmissione via PEC Ai Signori Sindaci e ai Responsabili degli Uffici Elettorali dei Comuni della Sardegna e,p.c. Ai Dirigenti dei Servizi Elettorali delle Prefetture

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONSULTAZIONE DEI CITTADINI ED I REFERENDUM

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONSULTAZIONE DEI CITTADINI ED I REFERENDUM REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONSULTAZIONE DEI CITTADINI ED I REFERENDUM Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 95 del 24.03.1994 Modificato con deliberazione di Consiglio comunale n. 9 del

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como Prot. n. 5585/C16 Anno scolastico 2015-2016 Como, li 26.09.2015 Comunicazione n. 39 Alle Studentesse, agli Studenti e alle loro Famiglie Ai Docenti Ai Docenti collaboratori del dirigente scolastico Al

Dettagli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; gli articoli 4, 5, 6, 7 dello Statuto regionale del PD dell Umbria; l articolo 12 del Regolamento per l elezione del Segretario e dell

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL DIRETTORE (approvato dal Consiglio di Amministrazione il 15/9/2014) Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente regolamento detta le norme per

Dettagli

Ai Sigg.ri Sindaci dei Comuni della Cittd Metropolitana di Firenze LORO SEDI

Ai Sigg.ri Sindaci dei Comuni della Cittd Metropolitana di Firenze LORO SEDI Fasc. n. 435412015 - Area ll S.E. Firenze, 21 aprile 2015 Ai Sigg.ri Sindaci dei Comuni della Cittd Metropolitana di Firenze LORO SEDI Ai Sigg.ri Segretari Comunali dei Comuni della Cittdr Metropolitana

Dettagli

COMUNE DI TORITTO Provincia di Bari SETTORE DEMOGRAFICO CULTURALE

COMUNE DI TORITTO Provincia di Bari SETTORE DEMOGRAFICO CULTURALE COMUNE DI TORITTO Provincia di Bari SETTORE DEMOGRAFICO CULTURALE TESTO INTEGRALE DELL ACCORDO Addì 13 del mese di maggio dell anno 2015, alle ore 10:00, si è tenuta, presso l Ufficio del Sindaco, la riunione

Dettagli

PROPAGANDA ELETTORALE

PROPAGANDA ELETTORALE Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno ELEZIONI REGIONALI 2015 PROPAGANDA ELETTORALE a cura del Settore Supporto Istituzionale e Comunicazione PREMESSA Le presenti istruzioni costituiscono

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO. REGOLAMENTO ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE POPOLARE (Approvato con Delibera n. 68 del Consiglio Comunale del 29/11/2012)

COMUNE DI ROVIGO. REGOLAMENTO ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE POPOLARE (Approvato con Delibera n. 68 del Consiglio Comunale del 29/11/2012) COMUNE DI ROVIGO REGOLAMENTO ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE POPOLARE (Approvato con Delibera n. 68 del Consiglio Comunale del 29/11/2012) TITOLO I CONSULTAZIONE POPOLARE CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Iniziativa

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO La par condicio e le altre norme sulla campagna elettorale 13 aprile 2015 2 INDICE Le spese elettorali dei candidati 3 La par

Dettagli

COMUNE DI MORMANNO 87026 (PROVINCIA DI COSENZA) REGOLAMENTO SUI REFERENDUM CONSULTIVI ED ABROGATIVI. ART. 1 Disposizioni generali sul referendum

COMUNE DI MORMANNO 87026 (PROVINCIA DI COSENZA) REGOLAMENTO SUI REFERENDUM CONSULTIVI ED ABROGATIVI. ART. 1 Disposizioni generali sul referendum COMUNE DI MORMANNO 87026 (PROVINCIA DI COSENZA) REGOLAMENTO SUI REFERENDUM CONSULTIVI ED ABROGATIVI ART. 1 Disposizioni generali sul referendum 1. Il presente Regolamento, ai sensi dell art. 8 dello Statuto

Dettagli

Prefettura di Avellino

Prefettura di Avellino PROT. N. 197/S.E. lì, 8.6.2005 AI SIGG. SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA LORO SEDI e, p.c.: AI SIGG. PRESIDENTI DEI TRIBUNALI DI: AVELLINO ARIANO IRPINO S.ANGELO DEI LOMB.DI ALLA SEZIONE STACCATA DEL

Dettagli

IL REGOLAMENTO DELLE ELEZIONI. Ogni biennio il Presidente pro tempore convoca l assemblea degli iscritti

IL REGOLAMENTO DELLE ELEZIONI. Ogni biennio il Presidente pro tempore convoca l assemblea degli iscritti IL REGOLAMENTO DELLE ELEZIONI 1 Ogni biennio il Presidente pro tempore convoca l assemblea degli iscritti all albo degli avvocati, a mezzo di manifesti da affiggersi all interno del Palazzo di Giustizia

Dettagli

Sanremo, 9 aprile 2014 Al Sindaco Agli Assessori Al Presidente del Consiglio Ai Consiglieri Comunali Ai Dirigenti All Ufficio Elettorale

Sanremo, 9 aprile 2014 Al Sindaco Agli Assessori Al Presidente del Consiglio Ai Consiglieri Comunali Ai Dirigenti All Ufficio Elettorale SEGRETERIA GENERALE Cod. Fisc. 00253750087 Sanremo, 9 aprile 2014 Al Sindaco Agli Assessori Al Presidente del Consiglio Ai Consiglieri Comunali Ai Dirigenti All Ufficio Elettorale Oggetto: Elezioni amministrative.

Dettagli

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto)

Parte I. Votazione delle delibere dell Assemblea Paritetica (Art. 15 dello Statuto) REGOLAMENTO ELETTORALE PER LE VOTAZIONI DELLE DELIBERE DELL ASSEMBLEA PARITETICA, PER LE ELEZIONI, LA NOMINA E LA REVOCA DEI COMPONENTI L ASSEMBLEA DEI DELEGATI, IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ED IL COLLEGIO

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI ED AMMINISTRATIVE DEL 28 E 29 MARZO 2010

ELEZIONI REGIONALI ED AMMINISTRATIVE DEL 28 E 29 MARZO 2010 ELEZIONI REGIONALI ED AMMINISTRATIVE DEL 28 E 29 MARZO 2010 DISCIPLINA DELLA PROPAGANDA ELETTORALE (Legge 4 aprile 1956, n. 212, come modificata dalla Legge 24 aprile 1975, n. 130) RIUNIONE DEL 23 FEBBRAIO

Dettagli

D.P.R. 12 dicembre 1948, n. 1462( 1 ) - Norme per la prima elezione del Consiglio regionale della Sardegna( 2 ).

D.P.R. 12 dicembre 1948, n. 1462( 1 ) - Norme per la prima elezione del Consiglio regionale della Sardegna( 2 ). D.P.R. 12 dicembre 1948, n. 1462( 1 ) - Norme per la prima elezione del Consiglio regionale della Sardegna( 2 ). Art. 1 Il Consiglio regionale per la Sardegna è eletto a suffragio universale con voto diretto,

Dettagli

ELEZIONI COMUNALI 31 maggio 2015

ELEZIONI COMUNALI 31 maggio 2015 ELEZIONI COMUNALI 31 maggio 2015 Vademecum della disciplina sulla par condicio e sull emissione dei MAG per le Radio e le Tv locali durante il periodo della campagna elettorale per le elezioni comunali

Dettagli

E m i l i a - R o m a g n a. Il Consiglio Regionale. Direzione generale. Vademecum. per le elezioni regionali

E m i l i a - R o m a g n a. Il Consiglio Regionale. Direzione generale. Vademecum. per le elezioni regionali E m i l i a - R o m a g n a Il Consiglio Regionale Direzione generale Vademecum per le elezioni regionali gennaio 2005 3 indice Le tappe verso le elezioni pag. 5 La presentazione delle liste 7 Le spese

Dettagli

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE NOTA INFORMATIVA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 Aprile 2014 PREMESSA Le prossime elezioni amministrative, fissate per il 25 maggio, segneranno il rinnovo di 4106 amministrazioni comunali.

Dettagli

U.D.A.I. REGOLAMENTO ELETTORALE DELLA UNIONE DEGLI AVVOCATI D ITALIA SEZIONE DISTRETTUALE DI BARI

U.D.A.I. REGOLAMENTO ELETTORALE DELLA UNIONE DEGLI AVVOCATI D ITALIA SEZIONE DISTRETTUALE DI BARI REGOLAMENTO ELETTORALE DELLA SEZIONE DISTRETTUALE DI BARI Art. 1- Indizione delle elezioni. Il Presidente dell Associazione, su delibera del consiglio direttivo distrettuale, indice le elezioni per il

Dettagli

REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE

REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE (Approvato dalla Direzione del 7 Ottobre 2013) PREMESSA Il

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A Premessa Il presente regolamento è riferito alle elezioni RSU/RLS del Gruppo A2A (perimetro ex-aem) sulla base delle previsioni dell accordo sottoscritto

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI CIRCOLARE N. 24 / 2016 Roma, 29 aprile 2016 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA (ESCLUSI I PREFETTI DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA E DELLA SICILIA) LORO SEDI e, per conoscenza: AI PREFETTI DEL FRIULI-VENEZIA GIULIA

Dettagli

Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997)

Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997) Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997) Art. 1. Denominazione e sede È costituita l associazione denominata EFrem Economia di riconciliazione Onlus Organizzazione Non Lucrativa

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO IN SENO ALL'ASSEMBLEA

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO IN SENO ALL'ASSEMBLEA Pagina 1 di 6 Allegato A al Regolamento Associazione CSV Basilicata REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE DEI DELEGATI DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO IN SENO ALL'ASSEMBLEA Art. 1 Campo di applicazione del Regolamento

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Supplemento - Martedì 12 giugno 2012

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Supplemento - Martedì 12 giugno 2012 Anno XLII N. 144 Iscritto nel registro Stampa del Tribunale di Milano (n. 656 del 21 dicembre 2010) Proprietario: Giunta Regionale della Lombardia Sede Direzione e redazione: p.zza Città di Lombardia,

Dettagli

CITTÁ DI ANGUILLARA SABAZIA

CITTÁ DI ANGUILLARA SABAZIA CITTÁ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVI NCI A DI ROMA U F F I C I O S E G R E T E R I A CRITERI E MODALITA DI SVOLGIMENTO DELLA PROPAGANDA ELETTORALE REFERENDUM DEL 17/4/2016 (approvato con determina dirigenziale

Dettagli

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE

FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE FONDAPI - FONDO NAZIONALE PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE PICCOLE E MEDIE AZIENDE REGOLAMENTO ELETTORALE PARTE I Elezione dei delegati in rappresentanza dei lavoratori per la costituzione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO NORME PER L'ELEZIONE DEL CONSIGLIO NAZIONALE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO APPROVATE CON DELIBERA DELL'8

Dettagli

Elettorale. Stampa dei verbali, degli elenchi e degli altri modelli delle revisioni in formato.rtf personalizzabile o.pdf.

Elettorale. Stampa dei verbali, degli elenchi e degli altri modelli delle revisioni in formato.rtf personalizzabile o.pdf. Stampa dei verbali, degli elenchi e degli altri modelli delle revisioni in formato.rtf personalizzabile o.pdf. Albo scrutatori: creazione, revisione, nomine per Elezioni e relativi verbali, notifiche ed

Dettagli

Elettorale. Stampa dei verbali, degli elenchi e degli altri modelli delle revisioni in formato.rtf personalizzabile o.pdf.

Elettorale. Stampa dei verbali, degli elenchi e degli altri modelli delle revisioni in formato.rtf personalizzabile o.pdf. Elettorale Stampa dei verbali, degli elenchi e degli altri modelli delle revisioni in formato.rtf personalizzabile o.pdf. Albo scrutatori: creazione, revisione, nomine per Elezioni e relativi verbali,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Circ. n. 27 Prot. n. 2939/A4 Lucera, 01 ottobre 2015 All ALBO AL SITO WEB Oggetto: Elezioni Scolastiche : Rappresentanti GENITORI e STUDENTI nei consigli di classe A.S. 2015-2016; Rappresentanti degli

Dettagli

DATA E ORA DI PRESENTAZIONE

DATA E ORA DI PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE DELLE LISTE - ELEZIONI COMUNALI 2015 Tratto dalle Istruzioni Ministeriali 2014 DATA E ORA DI PRESENTAZIONE 1 Le liste vanno presentata al Comune dalle ore 8,00 alle ore 20,00 di venerdì ------

Dettagli

di Basilicata 1. (CONVOCAZIONE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE) 2. (ELETTORATO ATTIVO E PASSIVO)

di Basilicata 1. (CONVOCAZIONE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE) 2. (ELETTORATO ATTIVO E PASSIVO) REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA DELL UNIONE PROVINCIALE DI POTENZA E DI MATERA, DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DI CIRCOLO 1 La Direzione Regionale del Partito Democratico

Dettagli

Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo Prefettura di Venezia Ufficio Territoriale del Governo Ufficio Elettorale Provinciale INDICAZIONI OPERATIVE SULLA PROPAGANDA ELETTORALE 11 APRILE 2011 1 In vista delle consultazioni amministrative del

Dettagli

Il Consiglio Regionale ha approvato. Il Commissario del Governo ha apposto il visto. Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge:

Il Consiglio Regionale ha approvato. Il Commissario del Governo ha apposto il visto. Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge: Legge Regione Campania n. 11 del 28/02/1987 (pubblicata sul BURC n. 14bis del 17/03/87) Norme per la tenuta degli Albi delle Imprese Artigiane e disciplina delle Commissioni Provinciali e Regionale per

Dettagli

LE PRIMARIE DEL POPOLO DELLA LIBERTÀ REGOLAMENTO

LE PRIMARIE DEL POPOLO DELLA LIBERTÀ REGOLAMENTO LE PRIMARIE DEL POPOLO DELLA LIBERTÀ REGOLAMENTO 1 PREAMBOLO Per la scelta del candidato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri nelle elezioni politiche del 2013, il PDL, ispirandosi ai valori del

Dettagli

TITOLO I - IL REFERENDUM CONSULTIVO CAPO I - PRINCIPI GENERALI. Art. 1 (Oggetto, limiti e materie del referendum consultivo)

TITOLO I - IL REFERENDUM CONSULTIVO CAPO I - PRINCIPI GENERALI. Art. 1 (Oggetto, limiti e materie del referendum consultivo) REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL REFERENDUM CONSULTIVO E DELLE CONSULTAZIONI POPOLARI (Deliberazioni del Consiglio Comunale nn. 10/19 del 21.01.1999, 102/21 del 07.02.2000, 358/43 del 23.04.2001 e 685/92

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI PARTECIPAZIONE POPOLARE ALL AMMINISTRAZIONE LOCALE

COMUNE DI PERUGIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI PARTECIPAZIONE POPOLARE ALL AMMINISTRAZIONE LOCALE COMUNE DI PERUGIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI PARTECIPAZIONE POPOLARE ALL AMMINISTRAZIONE LOCALE Approvato con atto del Consiglio Comunale n. 98 del 15/07/2002 ed in vigore dal 21 agosto

Dettagli

PREFETTURA Ufficio Territoriale del Governo di Caltanissetta

PREFETTURA Ufficio Territoriale del Governo di Caltanissetta Prot. n 88/09/Eu./ S.E. Caltanissetta, lì 09 aprile 2009 FAX URGENTISSIMO AI SIGG. SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA LORO SEDI AI SEGRETARI COMUNALI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA LORO SEDI AI SIGG. PRESIDENTI

Dettagli