DOMENICA 31 MAGGIO 2015 SCADENZARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOMENICA 31 MAGGIO 2015 SCADENZARIO"

Transcript

1 ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DOMENICA 3 MAGGIO 205 EVENTUALE TURNO DI BALLOTTAGGIO PER L ELEZIONE DIRETTA DEI SINDACI - DOMENICA GIUGNO 205 RIO DEGLI DEGLI UFFICI ELETTORALI COMUNALI E ALTRE SCADENZE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE Il presente calendario, compilato da esperti del ramo, ha valore generale; attenersi alle disposizioni impartite dal Ministero dell Interno e dalle Prefetture. al giorno Pubblicazione sul BUR: - del decreto di convocazione dei comizi elettorali per l'elezione dell Assemblea legislativa e del Presidente Giunta regionale - del decreto di assegnazione dei seggi nel siglio regionale alle singole circoscrizioni provinciali (leggi regionali) Non oltre il 0 giorno convocazione dei comizi elettorali Disporre l ordine dei manifesti di convocazione dei comizi per le ELEZIONI REGIONALI e dei manifesti di assegnazione dei seggi alle circoscrizioni elettorali regionali (artt. 2 e 3 legge n. 08/968; Circ. n. 2397/98, 89 e 90). Disporre l ordine dei manifesti di convocazione dei comizi per le ELEZIONI COMUNALI Inviare alla Prefettura copia dell ordinazione (Circ. n. 2397/98, 79 e 80). A decorrere dal giorno di convocazione dei comizi elettorali, i comuni sono tenuti a mettere a disposizione, senza oneri per i comuni stessi, locali di loro proprietà già predisposti per conferenze e dibattiti (artt. 9 e 20 legge n. 55/993). Assunzione in carico, appena pervenute dalla Prefettura, delle cartoline relative agli elettori residenti all estero; redazione e spedizione del relativo verbale. (Circ. n. 2397/98, ). Compilazione e spedizione delle cartoline, entro il 20 giorno alla pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi (art. 6 legge n. 0/979). Al termine, redigere ed inviare alla Prefettura il relativo verbale (Circ. n. 2397/98, 2 e 3) Adozione preventiva determinazione per la costituzione dell Ufficio comunale e per l autorizzazione al personale ad eseguire lavoro straordinario, dal 55 giorno la consultazione al 5 giorno. (art., c. 00, lettera d), legge n. 7/203).. Le pubbliche amministrazioni non possono erogare compensi per lavoro straordinario se non previa attivazione dei sistemi di rilevazione automatica delle presenze (art. 3, c. 83, legge n. 2/2007) (2 giorno l di convocazione dei comizi) disporre, nei termini fissati dal Ministero dell Interno, gli adempimenti relativi alla revisione dinamica straordinaria delle liste elettorali «PRIMA TORNATA» (art. 32, c.., del T.U. n. 223/967) che interessa anche le liste elettorali aggiunte (Circ. n. 2397/98, ).

2 al giorno Affissione di convocazione dei comizi per le Elezioni Regionali (art. 3, c. 6, legge n. 08/968). Affissione di assegnazione dei seggi alle circoscrizioni elettorali regionali (art. 3, c. 6, legge n. 08/968). Dare immediata assicurazione dell adempimento alla Prefettura (Circ. n. 2397/98, 5). Affissione di convocazione dei comizi per le Elezioni Comunali (art. 8 del T.U. n. 570/960). Dare immediata assicurazione dell adempimento alla Prefettura (Circ. n. 2397/98, ). Da oggi è fatto divieto a tutte le Amministrazioni Pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l efficace assolvimento delle proprie funzioni (art. 9 legge n. 28/2000). Scade il termine per la revisione straordinaria delle liste elettorali «SECONDA TORNATA» (art. 32, c. e art. T.U. 223/967) che interessa anche le eventuali liste elettorali aggiunte (Circ. n. 2397/98, ). Ultima data utile per lo svolgimento ordinario dei consigli comunali. Successivamente adozione da parte dei consigli degli atti urgenti e improrogabili (art. 38, c. 5, del T.U. n. 267/2000). 2/ Termine entro il quale i cittadini di uno stato membro dell Unione europea, che intendano partecipare alle elezioni per il rinnovo degli organi del comune in cui sono residenti, devono presentare al Sindaco una domanda di iscrizione nella lista aggiunta, istituita presso lo stesso comune (art., c., e art. 3, c., del D.Lgs. n. 97/996). Eventuali domande pervenute successivamente non potranno essere accolte Affissione per rendere nota la normativa relativa al voto nell abitazione di dimora (art., c. 3, del D.L. n. /2006; art. legge n. 6/2009). Inizio del termine per la presentazione domanda. Ricognizione minuziosa dell arredamento dei seggi elettorali (Circ. n. 2397/98, 23). Le eventuali revisioni, integrazioni o riparazioni dovranno essere portate a termine entro il 5 giorno dall. ( 25) 7-bis Procedere alla revisione degli infissi e delle porte di accesso ai locali destinati a sede degli Uffici elettorali di sezione nonché al controllo degli impianti elettrici. Disporre affinché ogni seggio sia dotato di mezzo sussidiario di illuminazione (Circ. n. 2397/98, 28 e 29)

3 al giorno Scade il termine per la revisione e l approntamento del materiale (Circ. n. 2397/98, 22). Del compimento delle operazioni dare immediata notizia alla Prefettura Compilazione da parte dell Ufficiale Elettorale di un elenco, in triplice copia, dei cittadini che, pur essendo compresi nelle liste elettorali, non avranno compiuto, nel giorno fissato per la, il 8 anno di età. Una copia di tale elenco è immediatamente trasmessa alla C.E.Ci. che depenna, dalle liste sezionali destinate ai seggi, i nominativi dei cittadini compresi nell elenco stesso. Delle ALTRE DUE COPIE una è pubblicata all albo pretorio e l altra resta depositata nella segreteria comunale (art. 33 del T.U. n. 223/967; Circ. n. 2397/98, 2). Comunicare i dati alla Prefettura. Scade il termine per l ordinazione dei pacchi di cancelleria per i seggi elettorali (Circ. n. 2397/98, 35 e 36). Scade il termine per l ordinazione degli stampati (Circ. n. 2397/98, 79). Prendere i necessari eventuali accordi con le Autorità scolastiche in ordine alla disponibilità dei locali scolastici sede dei seggi elettorali (Circ. n. 2397/98, 30) Inizio del termine entro il quale la Giunta comunale deve stabilire e delimitare gli spazi per la propaganda (art. 2 legge n. 22/956). 7C e 7R Scadenza del termine per l iscrizione degli elettori nelle liste elettorali per motivi diversi dal compimento del 8 anno di età, ovvero per riacquisto del diritto in seguito alla cessazione delle cause ostative (art. 32, c., del T.U. n. 223/967), e dei cittadini di uno Stato membro dell Unione europea che ne hanno fatto richiesta, dopo aver esperito gli accertamenti del caso (art. 3, c., del D.Lgs. n. 97/996). Scade il termine per il compimento delle operazioni di integrazione e di riparazione del materiale di arredamento (Circ. n. 2397/98, 25) Scade il termine per STABILIRE E DELIMITARE gli spazi destinati alle affissioni per la propaganda iniziato il 33 giorno la data (art. 2 legge n. 22/956). N.B. La Giunta comunale provvederà alla ripartizione degli spazi entro i due giorni successivi alla comunicazione delle liste ammesse (art. 5 legge n. 22/956 e s.m.). Per i comuni con popolazione superiore a abitanti, se previsto dagli statuti o dai regolamenti, presentazione dichiarazione preventiva relativa alle spese per la campagna (art. 30, c., legge n. 8/993). Nei comuni con popolazione superiore a abitanti, il deposito delle liste deve comunque essere accompagnato dalla presentazione del bilancio preventivo di spesa cui le liste ed i candidati intendono vincolarsi (art. 30, c. 2, legge n. 8/993). 7C e 7R Ore 8: Inizio del termine per la presentazione, alla Segreteria del Comune, delle candidature alla carica di Sindaco e delle liste dei candidati per la elezione del siglio Comunale che può avvenire solamente durante il normale orario d ufficio e, nell ultimo giorno, fino alle ore 2 (artt. 28 e 32 del T.U. n. 570/960); 6 N.B. Il Segretario comunale: - trasmette le candidature alla C.E.Ci., entro lo stesso giorno (artt. 28 e 32, ultimi commi, del T.U. n. 570/960); - comunica giornalmente alla Prefettura le liste presentate (Circ. n. 2397/98, 52).

4 al giorno Inizio esame ed approvazione da parte C.E.Ci. delle candidature, entro il giorno a quello presentazione (artt. 30 e 33 del T.U. n. 570/960; art. 2 legge n. 25/202). Ore 8: Inizio presentazione delle liste dei candidati alle ELEZIONI REGIONALI, per ogni Collegio, alla Cancelleria del Tribunale Ufficio centrale circoscrizionale, (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n. 8, legge n. 3/995); la consegna può avvenire dalle ore 8 alle ore 20 e, nel secondo giorno, fino alle ore 2. Ore 8: Inizio presentazione delle liste regionali (DOVE PREVISTE) alla Cancelleria Corte d'appello del capoluogo Regione - Ufficio centrale regionale (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n., legge n. 3/995) Inizio del divieto di ogni forma di propaganda luminosa o figurativa e del lancio di volantini (art. legge n. 30/975). Inizio facoltà di tenere riunioni elettorali e comizi senza il preventivo avviso al Questore (art. 6 legge n. 22/956). Per le sole ELEZIONI COMUNALI: Inizio del divieto di svolgere propaganda a mezzo di inserzioni pubblicitarie su quotidiani o periodici, di spot pubblicitari e di ogni altra forma di trasmissioni pubblicitarie radiotelevisive (art. 29, c. e 2, legge n. 8/993). Non rientrano nel divieto: a) gli annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze, discorsi od interventi comunque denominati; b) le pubblicazioni di presentazione dei candidati alla carica di Sindaco e delle liste partecipanti alla consultazione; c) la presentazione e l illustrazione dei loro programmi elettorali. 8 8 L uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all art. 7, c. 2, legge n. 30/ Da questo giorno il Sindaco, prescindendo dalle sanzioni penali a carico dei responsabili, disporrà la defissone del materiale di propaganda indebitamente affisso (Capitolo, 9 Circ. n. 93/980). Ore 2: Scadenza del termine per la presentazione, alla Segreteria del Comune, delle candidature alla carica di Sindaco e delle liste dei candidati per l elezione del siglio Comunale Ore 2: Scadenza del termine per la trasmissione alla C.E.Ci., a cura del Segretario comunale, delle liste dei candidati (artt. 28 e 32, ultimi commi, del T.U. n. 570/960 e art. 6 legge n. 278/976). ELEZIONI REGIONALI Ore 2: Termine ultimo per la presentazione delle liste dei candidati, per ogni Collegio, alla Cancelleria del Tribunale Ufficio centrale circoscrizionale (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n. 8, legge n. 3/995). Ore 2: Termine ultimo per la presentazione delle liste regionali (DOVE PREVISTE) alla Cancelleria Corte d'appello del capoluogo Regione - Ufficio centrale regionale (art. 9, c., legge n. 08/968; art., n., legge n. 3/995) Ore 2: Scadenza del termine per l esame e l approvazione da parte C.E.Ci. delle candidature alla carica di Sindaco e delle liste dei candidati per la elezione dei sigli Comunali (artt. 30 e 33 del T.U. n. 570/960). Le decisioni C.E.Ci. relative alle liste ammesse sono comunicate al Sindaco ai fini stampa dei manifesti ed al Prefetto per la stampa delle schede (artt. 3 e 3 del T.U. n. 570/960). 6 Pubblicare all albo on-line i programmi delle liste dei candidati al siglio comunale (artt. 7, c.2, e 73, c. 2, del T.U. n.. 267/2000) Inizio del termine per l annunciante la convocazione C.E.Co. per la nomina degli scrutatori, che dovrà avere luogo dal 25 al 20 giorno quello (art. 6, c., legge n. 95/989) Entro i due giorni successivi alla comunicazione delle liste ammesse, rispettivamente per le ELEZIONI REGIONALI e per le ELEZIONI COMUNALI, la Giunta comunale, ricevuta comunicazione delle liste dei candidati, ripartisce in sezioni gli appositi spazi per la propaganda (art. 5 legge n. 22/956). 7C e 7R

5 al giorno Inizio del termine per la nomina degli scrutatori da parte C.E.Co. in pubblica adunanza preannunziata due giorni prima con manifesto pubblicato all Albo Pretorio comunale da effettuarsi alla presenza dei rappresentanti dei partiti, se designati (art. 6 legge n. 95/989 e s.m.). Disporre l immediata notifica dell avvenuta nomina. Scade il termine per la spedizione, con il mezzo postale più rapido, delle cartolineavviso relative agli elettori residenti all estero (art. 6 legge n. 0/979; Circ. n. 2397/98, 37) Ultimo giorno utile per l annunciante la riunione C.E.Co. per la nomina degli scrutatori Termine ultimo per la nomina degli scrutatori (art. 6, c., legge n. 95/989). Scade il termine per la presentazione, da parte degli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione, richiesta per esprimere il voto a domicilio (art., c. 3, del D.L. n. /2006; art. legge n. 6/2009). 7-bis Termine ultimo per la notifica dell avvenuta nomina a scrutatore (art. 6, c. 3, legge n. 95/989). Entro 8 ore dalla notifica di detta nomina, i nominati devono comunicare l eventuale grave impedimento al Sindaco od al commissario, che, a loro volta, provvedono a sostituire gli impediti Scadenza del termine per l attuazione, da parte dell Ufficiale, delle variazioni alle liste elettorali per morte (art. 32, c., del T.U. n. 223/967) e per ripristino posizione anagrafica precedente (art. 5, comma 5-bis, del D.L. n. 5/202, convertito in legge, con modificazioni, dalla legge n. 35/202). Fino alla chiusura delle operazioni di voto, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull esito delle elezioni e sugli orientamenti politici degli elettori (art. 8, c., legge n. 28/2000).

6 al giorno 3 7 Dare corso, se necessario, all approntamento degli estratti delle liste sezionali da consegnare ai presidenti di seggio. I detti estratti dovranno essere autenticati, in ciascun foglio, dal Sindaco e dal Segretario comunale. La firma autografa può essere sostituita con il timbro o con l indicazione a stampa del soggetto autenticante. Sull ultimo foglio, unitamente all indicazione del numero totale delle pagine lista, permane la necessità di apporre firma autografa (Circ. n. 67/999; Circ. n. 2397/98, 267, n. ) Rilasciare attestato di ammissione al voto a domicilio (art. del D.L. n. /2006). Emettere provvedimento di supporto tecnico operativo per la raccolta del voto a domicilio (art. del D.L. n. /2006). 7-bis Scadenza del termine per l inoltro alla C.E.Ci. da parte dell Ufficiale Elettorale delle eventuali proposte di variazione di sede degli uffici elettorali di sezione (art. 38, c. 3, del T.U. n. 223/967; Circ. n. 2397/98, 3). Scadenza del termine per la consegna, da parte delle ditte fornitrici, dei pacchi di cancelleria (Circ. n. 2397/98, 35) Predisporre, per tempo, la compilazione degli elenchi degli elettori che si trovano in particolari condizioni, da consegnare ai Presidenti di seggio (Circ. n. 2397/98, 33; art. del D.L. n. /2006 e s.m.). 5 e 7-bis Trasmissione al Sindaco, da parte C.E.Ci. di un esemplare delle liste elettorali di sezione debitamente autenticate (art. 8 del T.U. n. 570/960). Sull ultimo foglio di ciascuna lista, unitamente all indicazione del numero totale delle pagine, deve essere apposta la firma autografa del Presidente, dei componenti e del segretario (Circ. n. 2397/98, da 37 a 2). La firma del Presidente sui singoli fogli può essere sostituita con il timbro o con l indicazione a stampa del nome del Presidente stesso.(circ. n. 67/999). Termine ultimo per la pubblicazione nell albo on-line e per l dei 2/3 dei manifesti recanti le liste dei candidati (art. 3 del T.U. n. 570/960, come modificato dall art. 2, c. 5, dell allegato al D.Lgs. n. 0/200; Circ. n. 2397/98, 72). Dare immediatamente alla Prefettura l assicurazione di avvenuta. 2/ Scadenza del termine per la decisione C.E.Ci. sulle eventuali proposte di variazione di sede degli uffici elettorali di sezione (art. 38 del T.U. n. 223/967). Nel caso, darne immediato avviso con apposito manifesto. 27 Approntare l elenco delle persone in grado di sostituire i Presidenti di seggio (Circ. n. 2397/98, 222 e 269). Domani scade il termine per la notifica agli scrutatori supplenti eventuale nomina in sostituzione degli effettivi impediti ad assolvere l incarico (art. 6, c. 3, legge n. 95/989). 2/3

7 al giorno Termine ultimo per la eventuale nomina degli scrutatori in sostituzione degli impediti (art. 6, c. 3, legge n. 95/989) Termine entro il quale debbono pervenire al Comune gli elenchi delle persone autorizzate a designare i rappresentanti di lista presso ogni seggio e presso l Ufficio centrale per le Elezioni Comunali (art., c. 6, legge n. 08/968; art. 35 del T.U. n. 570/960). Scadenza del termine, per gli elettori ricoverati in luoghi di cura e per i detenuti aventi il diritto al voto, per l invio al Sindaco richiesta di esercitare il diritto di voto nel luogo di degenza o di detenzione (art. 2, c. 2, del T.U. n. 570/960; artt. 8 e 9 legge n. 36/976). Predisporre l elenco per i Presidenti di seggio e l immediato rilascio delle attestazioni (N.B. Questo termine non è perentorio). Affissione a cura del Sindaco recante avvertenze agli elettori per le tessere elettorali (istruzioni ministeriali). 6 7 e 8 L Ufficio resta aperto nei due giorni antecedenti la dalle ore 9 alle ore 8 e nel giorno per tutta la durata delle operazioni di voto, per le operazioni relative al rilascio delle tessere elettorali, dei duplicati e degli attestati (art., c. 00, lettera g) legge n. 7/203). Affissione dei residui manifesti recanti le liste dei candidati (Circ. n. 2397/98, 72). segna al Sindaco, da parte Prefettura, delle cassettine contenenti i timbri per le sezioni elettorali e dei pacchi delle schede per la (Circ. n. 2397/98, 8). Pubblicazione del Sindaco con il quale si dà notizia delle eventuali variazioni apportate alle sedi delle sezioni elettorali (art. 38 del T.U. n. 223/967, Circ. n. 2397/98, 3) La C.E.Ci. apporta alle liste elettorali sezionali le variazioni conseguenti all accertamento dell esistenza di errori materiali di scritturazione od omissione di nomi di elettori regolarmente iscritti nelle liste generali (art. 0 del T.U. n. 223/967). Scade il termine per la presentazione, al segretario comunale, delle designazioni dei rappresentanti di lista. Decorso il termine, la designazione potrà essere presentata personalmente al Presidente del seggio, purché prima dell inizio delle votazioni (art., c. 6, legge n. 08/968; art. 35 del T.U. n. 570/960). 6 Termine entro il quale il Sindaco del Comune nel cui territorio sono ubicati luoghi di cura o di detenzione, viste le richieste presentate da elettori iscritti nelle liste del comune stesso, al fine di votare nel luogo di cura in cui sono ricoverati, ovvero nel luogo di detenzione in cui sono ospitati, deve: a) includere i nominativi degli elettori richiedenti negli elenchi da consegnare ai presidenti delle sezioni elettorali; b) rilasciare, ai richiedenti, un attestazione dell avvenuta inclusione negli elenchi di cui alla lettera a). Alle ore 2 cessa la facoltà di nuove affissioni e non è più consentito tenere comizi di propaganda (art. 9, c., legge n. 22/956, come sostituito dall art. 8 legge n. 30/975). 7 Scadenza del termine per la presentazione, da parte dei naviganti, domanda di esercitare il diritto di voto per le Elezioni Regionali nel comune in cui si trovano per motivi di imbarco, pur essendo iscritti in altro comune stessa regione (art. 50 del T.U. n. 36/957; art. del D.L. n. 6/976) 30 segna ai Presidenti dei seggi elettorali del materiale occorrente per le operazioni di (art. 27 del T.U. n. 570/960). Ore 6: Insediamento dei seggi (art. 7 del T.U. n. 570/960). Dall apertura dei seggi alla comunicazione degli ultimi risultati gli Uffici comunali sono tenuti ad osservare l orario fissato con le istruzioni e circolari, assicurando, per ciascun adempimento, scrupolosa tempestività. 9

8 al giorno È vietata ogni forma di propaganda entro il raggio di 200 metri dall ingresso delle sezioni elettorali (art. 9, c. 2, legge n. 22/956, come sostituito dall art. 8 legge n. 30/975). Ore 7: Ricostituzione dell ufficio di sezione da parte del Presidente e apertura (art., c. 399, legge n. 7/203). Prima dell inizio - Presentazione, direttamente ai presidenti dei singoli uffici elettorali di sezione, degli atti di designazione dei rappresentanti delle liste presso la sezione medesima, che non siano stati già presentati, in precedenza, al segretario comunale. Dalle ore 7 alle ore 23: Operazioni di (art., c. 399, legge n. 7/203). Ore 23: Il Presidente dell Ufficio di sezione ammette a votare gli elettori che, a tale ora, si trovano ancora nei locali del seggio (art. 52, c. 2, del T.U. n. 570/960), quindi dichiara chiusa la. Immediatamente dopo la chiusura : inizio, in tutte le sezioni, delle operazioni di riscontro previste dall art. 53 del T.U. n. 570/960, rispettivamente per le ELEZIONI REGIONALI e per le ELEZIONI COMUNALI (accertamento del numero dei votanti, conteggio del numero delle schede rimaste nelle cassette o scatole, per accertare la loro corrispondenza con il numero degli elettori che non hanno votato). Compiute le operazioni di riscontro, il Presidente procede alla formazione e alla spedizione del plico contenente le liste per la utilizzate nella sezione e di quelli contenenti le schede avanzate; dà quindi inizio alle operazioni di scrutinio per l Elezione del siglio regionale, che devono svolgersi senza interruzioni ed essere portate a termine entro 2 ore dal loro inizio. (art. 3 del d.p.r. n. 32/993) Terminate le operazioni di scrutinio per le Elezioni regionali, il Presidente: a) provvede al recapito dei due esemplari del relativo verbale; b) rinvia alle ore del lunedì lo spoglio dei voti per le Elezioni comunali (art. 20 legge n. 08/968). 6 + Giugno Alle ore del lunedì il Presidente, ricostituito l'ufficio di sezione, procede alle operazioni di scrutinio per l Elezione del Sindaco e del siglio comunale. Tali operazioni devono svolgersi senza interruzioni ed essere ultimate entro le ore 2 (art. 20, n. 2, lettera c) legge n. 08/968). ENTRO TRE GIORNI DALLA CHIUSURA DELLE OPERAZIONI RELATIVE ALLO SCRUTINIO PER LE ELEZIONI COMUNALI, IL SINDACO PUBBLICA I RISULTATI DELLE ELEZIONI E LI NOTIFICA AGLI ELETTI (T.U. N. 570/960, art. 6)

9 ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI DI DOMENICA 3 MAGGIO 205 CALENDARIO - RIO DEGLI IN CASO DI BALLOTTAGGIO PER LE ELEZIONI COMUNALI SUGLI ESEMPLARI DELLE LISTE SEZIONALI DA DESTINARE ALLA VOTAZIONE DEL TURNO DI BALLOTTAGGIO NON DOVRANNO ESSERE APPORTATE LE VARIAZIONI CHE SI SARANNO VERIFICATE SUCCESSIVAMENTE ALLA CHIUSURA DELLE OPERAZIONI DI REVISIONE DINAMICA STRAORDINARIA DELLE LISTE ELETTORALI, IN QUANTO LA VOTAZIONE DI BALLOTTAGGIO VIENE A CONFIGURARSI GIURIDICAMENTE COME PROSECUZIONE DELLE OPERAZIONI DI VOTAZIONE SVOLTESI NEL PRIMO TURNO. (Circolare telegrafica , n. 7 del MIAITSE) 7 Giugno giorno dalla del primo turno: I candidati alla carica di Sindaco, nei comuni con popolazione superiore a abitanti, ammessi alla di ballottaggio, hanno facoltà di dichiarare il collegamento con ulteriori liste di candidati, rispetto a quelle con cui è stato effettuato il collegamento nel primo turno (La dichiarazione ha efficacia solo se convergente con analoga dichiarazione resa dai delegati delle liste interessate) (art. 72, c. 7 del T.U. n. 267/2000). Appena ricevuta la comunicazione dei candidati a Sindaco disporre l del relativo manifesto. 2 Giugno giorno la di ballottaggio: segna al Sindaco, da parte Prefettura, delle cassettine contenenti i timbri per le sezioni elettorali e dei pacchi delle schede per la di ballottaggio per l elezione diretta del Sindaco. quello di ballottaggio: Inizio del divieto di effettuare, nel giorno precedente ed in quello stabilito per la : i comizi, le riunioni di propaganda diretta o indiretta, in luoghi pubblici od aperti al pubblico; la nuova di stampati, di giornali murali od altri, e di manifesti di propaganda ; la diffusione di trasmissioni radio-televisive di propaganda. 3 Giugno 205 Prima dell insediamento del seggio: segna ai presidenti dei seggi elettorali, a cura del Sindaco, del materiale occorrente per la di ballottaggio, compresi gli elenchi degli elettori che hanno ottenuto l autorizzazione a votare presso il proprio domicilio o nel luogo di cura o di detenzione in cui si trovano, nonché gli altri elenchi previsti dalle istruzioni ministeriali. Ore 6: Costituzione dell Ufficio di sezione da parte del Presidente. di ballottaggio: tinuano ad essere vietati: ogni forma di propaganda entro il raggio di duecento metri dall ingresso delle sezioni elettorali; i comizi, le riunioni di propaganda diretta o indiretta, in luoghi pubblici od aperti al pubblico; la nuova di stampati, di giornali murali od altri, e di manifesti di propaganda ; la diffusione di trasmissioni radio-televisive di propaganda. Giugno 205 Dalle ore 7 alle ore 23 - Operazioni di (art., c. 399, legge n. 7/203). Ore 23: Il Presidente dell Ufficio di sezione ammette a votare gli elettori che, a tale ora, si trovano ancora nei locali del seggio (art. 52, c. 2, del T.U. n. 570/960). quindi dichiara chiusa la. Appena compiute le operazioni di riscontro, il Presidente procede alla formazione e spedizione dei plichi contenenti gli atti e le schede avanzate; dà quindi inizio alle operazioni di scrutinio, che devono svolgersi senza interruzione ed essere ultimate entro 2 ore dal loro inizio (art. 3, n. 2, del DPR n. 32/993).

10 OPERAZIONI POST ELETTORALI Cartella Ritiro del materiale delle sezioni. Non oltre il decimo giorno restituire alla Prefettura le cassette, i timbri e le matite (Circ. n. 2397/98, 295 e 296). Liquidazione competenze ai componenti dei seggi elettorali Liquidazione e rendiconto spese elettorali Entro il mese a quello in cui ha avuto luogo la consultazione, l Ufficiale apporta alle liste elettorali le variazioni, in relazione: a) alle ammissioni al voto disposte dalla C.E.Ci. (art. 32- bis del T.U. n. 223/967) b) alla perdita del diritto in applicazione dell art. 32- ter del T.U. n. 223/ luglio 205 (Primo giorno del secondo mese a quello del primo turno di ): Deposito, nella segreteria comunale, del verbale dell Ufficiale unitamente agli elenchi degli elettori iscritti ed alla relativa documentazione in applicazione dell art. 32, primo comma, n. 5, del T.U. n. 223/967. Affissione del relativo manifesto (sesto comma) ABBREVIAZIONI C.E.Co. = Commissione Elettorale Comunale C.E.Ci. = Commissione Elettorale Circondariale Legge n. 22/956 - Legge aprile 956, n. 22 d.p.r. n. 36/957 - D.P.R. 30 marzo 957, n. 36 T.U. n. 570/960 - Testo unico 5 maggio 960, n. 570 T.U. n. 223/967 - Testo unico 20 marzo 967, n. 223 Legge n. 08/968 - Legge 7 febbraio 968, n. 08 Legge n. 30/975 - Legge 2 aprile 975, n. 30 Legge n. 36/976 - Legge 23 aprile 976, n. 36 Legge n. 6/976 - Legge 3 maggio 976, n. 6 Legge n. 0/979 - Legge 7 febbraio 979, n. 0 Circ. n. 93/980 - Circolare 30 aprile 980, n. 93/V Circ. n. 2397/98 - Circolare Min. Int. aprile 98, n. 2397/AR Circ. n. 2600/L/986 - Circolare Min. Int. febbraio 986, n. 2600/L Legge n. 95/989 - Legge 8 marzo 989, n. 95 Legge n. 8/993 - Legge 25 marzo 993, n. 8 d.p.r. n. 32/993 - D.P.R. 28 aprile 993, n. 32 Legge n. 55/993 - Legge 0 dicembre 993, n. 55 Legge n. 3/995 - Legge 23 febbraio 995, n. 3 D.Lgs. n. 97/996 - Decreto legislativo 2 aprile 996, n. 97 Circ. n. 67/999 - Circ. Min. Interno MIACSE 20 - settembre 999, n. 67 Legge n. 28/ Legge 22 febbraio 2000, n. 28 T.U. n. 267/ Decreto legislativo 8 agosto 2000, n. 267 D.L. n. / Decreto legge 3 gennaio 2006, n. Legge n. 2/ Legge 2 dicembre 2007, n. 2 Legge n. 6/ Legge 7 maggio 2009, n. 6 D.Lgs. n. 0/200 - Decreto Legislativo 2 luglio 200, n.0 D.L. n. 5/ Decreto legge 9 febbraio 202, n. 5 Legge n. 35/202 - Legge aprile 202, n. 35 Legge n. 25/202 - Legge 23 novembre 202, n. 25 Legge n. 7/203 - Legge 27 dicembre 203, n. 7

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE NOTA INFORMATIVA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 Aprile 2014 PREMESSA Le prossime elezioni amministrative, fissate per il 25 maggio, segneranno il rinnovo di 4106 amministrazioni comunali.

Dettagli

Istruzioni per le operazioni dei seggi

Istruzioni per le operazioni dei seggi Parlamento europeo Pubblicazione n. 4 Elezione del Parlamento europeo Istruzioni per le operazioni dei seggi Le pagine che seguono sono una proposta di riformulazione delle Istruzioni per le operazioni

Dettagli

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione MINISTERO DELL INTERNO Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale dei Servizi Elettorali Elezioni comunali, provinciali e regionali Pubblicazione n. 14 Elezione diretta del presidente

Dettagli

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 1. Il Senato della

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione MINISTERO DELL INTERNO Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale dei Servizi Elettorali Elezioni Politiche Pubblicazione n. 6 Elezione della Camera dei deputati Elezione del

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

Approvazione del testo unico delle leggi per la disciplina dell'elettorato

Approvazione del testo unico delle leggi per la disciplina dell'elettorato D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223 (1). Approvazione del testo unico delle leggi per la disciplina dell'elettorato attivo e per la tenuta e la revisione delle liste elettorali. (1) Pubblicato nella Gazz. Uff.

Dettagli

D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223, pubblicato nella Gazz. Uff. 28 aprile 1967, n. 106.

D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223, pubblicato nella Gazz. Uff. 28 aprile 1967, n. 106. D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223, pubblicato nella Gazz. Uff. 28 aprile 1967, n. 106. Approvazione del testo unico delle leggi per la disciplina dell'elettorato attivo e per la tenuta e la revisione delle

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

L. 10 dicembre 1993, n. 515. Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica.

L. 10 dicembre 1993, n. 515. Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. L. 10 dicembre 1993, n. 515. Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. 1. Accesso ai mezzi di informazione. 1. Non oltre il quinto giorno

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Istruzioni per le operazioni dell ufficio centrale

Istruzioni per le operazioni dell ufficio centrale DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI Elezioni comunali, provinciali e regionali Pubblicazione n. 20 Elezione diretta del sindaco e del consiglio

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O 1. Costituzione In applicazione della normativa nazionale ed europea al fine di: - Promuovere le politiche di pari

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

a cura dell Ufficio Confederale RSU/RSA dell Unione Generale del Lavoro

a cura dell Ufficio Confederale RSU/RSA dell Unione Generale del Lavoro a cura dell Ufficio Confederale RSU/RSA dell Unione Generale del Lavoro 1 Indice Tempistica delle procedure elettorali...3 Tempistica dettagliata e adempimenti....4 ACCORDO COLLETTIVO QUADRO PER LA COSTITUZIONE

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO 5 UFFICIO ELETTORALE

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO 5 UFFICIO ELETTORALE REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO 5 UFFICIO ELETTORALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE PUBBLICAZIONE N. 3 PRESENTAZIONE

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

Decreto legislativo Luogotenenziale 10 marzo 1946, n. 74 (in Suppl. alla Gazz. Uff., 12 marzo, n. 60).

Decreto legislativo Luogotenenziale 10 marzo 1946, n. 74 (in Suppl. alla Gazz. Uff., 12 marzo, n. 60). Decreto legislativo Luogotenenziale 10 marzo 1946, n. 74 (in Suppl. alla Gazz. Uff., 12 marzo, n. 60). Norme per l'elezione dei deputati all'assemblea Costituente Preambolo In virtù dell'autorità a Noi

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada).

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Aggiornamento 12.07.2014 COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Praticamente esistono due modi per proporre

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte.

ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012. Le domande e le risposte. ELEZIONI RSU PUBBLICO IMPIEGO 5 7 MARZO 2012 Le domande e le risposte. La Commissione elettorale 1. Componenti della Commissione Elettorale e scrutatori. Comunicazione all'amministrazione I componenti

Dettagli

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari.

Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Legge 20-11-1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari. Preambolo La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014)

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014) Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti (testo in vigore al 1º luglio 2014) Nota dell editore: Per ottenere i dettagli delle modifiche del Regolamento d Esecuzione

Dettagli

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE (Modulistica Fedra e programmi compatibili) Versione 1.3 rilasciata in data 20.4.2009 Area Studi Giuridici Settore Anagrafico La redazione del documento

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia Anno CXXXVI - Numero 1 Roma, 15 gennaio 2015 Pubblicato il 15 gennaio 2015 BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia PUBBLICAZIONE QUINDICINALE SOMMARIO PARTE PRIMA CONCORSI E COMMISSIONI DIPARTIMENTO

Dettagli

le parti concordano e stipulano quanto segue

le parti concordano e stipulano quanto segue Logo Prefettura Logo Ufficio Scolastico Regionale BOZZA PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Prefetto di.. nella persona del dott.. e il Direttore dell Ufficio Scolastico Regionale di.,. nella persona del dott....,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli