VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA. Addì

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA. Addì 26-4 - 2012"

Transcript

1 Repertorio n Raccolta n VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA REPUBBLICA ITALIANA Addì L'anno duemiladodici il giorno ventisei del mese di aprile, alle ore quindici e trentacinque In Roma, Via Alessandro Specchi n. 16. Io sottoscritto Paolo Silvestro, Notaro in Roma, iscritto al Collegio dei Distretti Notarili Riuniti di Roma, Velletri e Civitavecchia, con studio in Roma, Via dei Sansovino n. 6, do atto con il presente verbale che si è svolta in data diciannove aprile duemiladodici con inizio alle ore undici e con chiusura alle ore dodici e ventinove, in Fiumicino, presso la sede in Via dell'aeroporto di Fiumicino n. 320, in prima convocazione, l'assemblea ordinaria della Società quotata "GENERALE MOBILIARE INTERESSENZE AZIONARIE - S.P.A.", con sede in Fiumicino (RM), Via dell'aeroporto di Fiumicino n. 320, capitale sociale Euro ,00 (unmiliardoquattrocentosettantaduemilioninovecentosessantamilatrecentoventi virgola zero zero), interamente sottoscritto e versato, codice fiscale e numero di iscrizione presso il Registro delle Imprese di Roma , iscritta al Repertorio Economico ed Amministrativo di Roma al numero , il tutto giusta annotazione in pari data nel mio repertorio al n Più segnatamente avanti a me Notaro si è costituito il Dott. Fabrizio Palenzona, nato a Novi Ligure (AL) il giorno 1 settembre 1953, domiciliato per la carica in Fiumicino, presso la sede sociale, nella sua qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione, il quale mi ha

2 chiesto di redigere il verbale dell'assemblea. Io Notaro sono certo della identità personale del costituito Dott. Fabrizio Palenzona, il quale assume la presidenza dell'assemblea ai sensi dell'art. 9 dello Statuto Sociale. Il Presidente dà atto che sono presenti n. 71 (settantuno) azionisti di cui 2 (due) presenti in proprio e 69 (sessantanove) presenti per delega, rappresentanti n (unmiliardoduecentoventiduemilioniquattrocentonovantaseimilacentoquarantotto) azioni ordinarie, tutte ammesse al voto, pari all'83,208425% delle n azioni ordinarie in circolazione. Invita i presenti ad esprimere, mediante alzata di mano, il loro voto per designare, ai sensi dell'art primo comma del codice civile, il Notaio Paolo Silvestro, segretario dell'odierna assemblea. Invita i contrari e coloro che si astengono ad alzare la mano. Dichiara la designazione approvata all'unanimità. Il Presidente dichiara e dà atto che: - del Consiglio di Amministrazione sono presenti, oltre ad esso Presidente, i Consiglieri Massimo Pini Vice-Presidente, Carlo Bertazzo Amministratore Delegato e Giuseppe Angiolini; - del Collegio Sindacale, composto di tre membri, è presente il Signor: Luca Aurelio Guarna, Presidente, mentre hanno giustificato la loro assenza i Sindaci Effettivi Maurizio Dattilo e Giorgio Oldoini; - è presente il Rappresentante comune degli azionisti di risparmio Dott. Mario Rosario Maglione; - l'avviso di convocazione è stato pubblicato, ai sensi dell'art. 8 dello statuto sociale e dell'art. 125 bis del TUF, in data 8 marzo 2012 sul sito internet della Società e sul

3 quotidiano Corriere della Sera; - non è pervenuta alla Società alcuna richiesta di integrazione dell'ordine del giorno, ai sensi dell'art. 126 bis del TUF; - il capitale sociale interamente versato è attualmente di euro diviso in n azioni ordinarie e n azioni di risparmio prive di valore nominale. Invita coloro che dovessero allontanarsi prima delle votazioni a farlo constare al personale addetto posto all'uscita, restituendo la scheda di partecipazione. Invita a permettere che assistano alla riunione i giornalisti Sibilla Di Renzo di Finanza e Mercati, Andrea Salomone di Radiocor e Eva Palumbo di MF Dow Jones. Sono presenti altresì in sala dipendenti e dirigenti della società e personale tecnico di supporto. Dichiara che: - sono stati depositati ai sensi delle disposizioni di legge presso la sede della Società, presso la Borsa Italiana S.p.A., e sul sito internet a disposizione degli azionisti, la relazione finanziaria annuale al 31 dicembre 2011 (comprendente il progetto di bilancio d'esercizio, il bilancio consolidato e la relazione degli Amministratori sulla gestione), la relazione dei Sindaci, le relazioni della società di revisione, la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari 2011, una sintesi della quale è inserita nella relazione sulla gestione alla pagina 38 del fascicolo di bilancio, nonché le relazioni degli amministratori sul secondo, terzo e quarto punto all'ordine del giorno dell'assemblea ordinaria. Sono stati altresì depositate presso la sede della Società le informazioni di bilancio relative alle società controllate e collegate; - che sono pervenute domande prima dell'assemblea ai sensi dell'art. 127-ter TUF;

4 - che ai sensi dell'art. 135 undecies del TUF, la società ha nominato, quale rappresentante designato, Servizio Titoli S.p.A., che ha comunicato di avere ricevuto tre deleghe; - che dalle risultanze del libro soci alla data del 10 aprile 2012, dalle comunicazioni ricevute ex art. 120 del D.Lgs. 58/1998 e dalle altre informazioni a disposizione, gli azionisti che partecipano, direttamente o indirettamente, in misura superiore al 2%, al capitale sociale sottoscritto rappresentato da azioni con diritto di voto di Gemina S.p.A. sono i seguenti: N azioni ordinarie % cap. ord. % cap. soc. INVESTIMENTI INFRASTRUTTURE S.p.A. (i) ,27 25,21 SILVANO TOTI HOLDING S.p.A. (ii) ,84 12,80 MEDIOBANCA S.p.A ,56 12,53 SINTONIA S.A. (i) ,91 9,89 WORLDWIDE UNITED (Singapore) Pte. Ltd. (iii) ,36 8,34 FONDIARIA - SAI S.p.A. (iv) ,19 4,17 UNICREDIT S.p.A. (v) ,41 3,40 UBS AG (vi) ,20 3,20 ASSICURAZIONI GENERALI S.p.A ,05 3,05 NORGES BANK (The Central Bank of Norvay) ,05 2,04 (i) società controllata da Edizione S.r.l., che pertanto detiene una partecipazione indiretta complessiva di n azioni ordinarie pari al 35,18% del capitale ordinario. (ii) società controllata da SI.TO. FINANCIERE S.A. mediante intestazione fiduciaria alla società FINNAT FIDUCIARIA S.p.A.. (iii) società controllata da Changi Airport Group (Singapore) Pte. Ltd. (iv) società controllata da Premafin Finanziaria Holding di Partecipazioni S.p.A..

5 (v) n azioni ordinarie detenute da Unicredit Bank A.G. titolo di trading. (vi) azioni ordinarie detenute in qualità di prestatore, tutte senza diritto di voto; - che l'elenco nominativo dei soggetti che partecipano all'assemblea in proprio o per delega, con l'indicazione del numero delle azioni per le quali è stata effettuata la comunicazione da parte dell'intermediario all'emittente ai sensi dell'art. 83 sexies del TUF, sarà allegato al verbale di questa assemblea; da tale elenco risulterà altresì il nominativo di ciascun delegante, nonché i soggetti votanti in qualità di creditori pignoratizi, riportatori ed usufruttuari; - che alla Società consta l'esistenza di un Patto parasociale rilevante ai sensi dell'art. 122 del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e relativo alla partecipazione al capitale di Gemina, che raggruppa il 41,77% del capitale ordinario, cui aderiscono i seguenti soggetti con le percentuali di partecipazione sindacata di seguito elencate: AZIONISTI n. azioni sindacate % sul sindacato INVESTIMENTI INFRASTRUTTURE S.p.A ,51% (controllata da Edizione S.r.l.) MEDIOBANCA S.p.A ,89% FONDIARIA - SAI S.p.A ,88% (controllata da Premafin Finanziaria Holding di Partecipazioni S.p.A.) ASSICURAZIONI GENERALI S.p.A ,31% UNICREDIT S.p.A ,70% WORLDWIDE UNITED (SINGAPORE) Pte. Ltd ,71% (controllata da Changi Airport Group (Singapore) Pte. Ltd ,00 - del patto di sindacato è stata data notizia da ultimo sul Corriere della Sera del 22 dicembre

6 2011; - che al solo ed esclusivo fine di agevolare e rendere più puntuale la verbalizzazione, i lavori sono oggetto di registrazione. Dichiara quindi l'assemblea validamente costituita in prima convocazione in sede ordinaria ed idonea a deliberare sui seguenti argomenti all'ordine del giorno che, ai fini del verbale, di seguito si trascrivono: Ordine del giorno 1. Bilancio al 31 dicembre 2011; delibere inerenti e conseguenti. 2. Nomina di un Amministratore; 3. Nomina del Collegio Sindacale e del Presidente; determinazione della durata in carica e dei relativi compensi. 4. Relazione sulla Remunerazione ex art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998. Il Presidente prima di passare alla trattazione del primo punto all'ordine del giorno, comunica che in data 3 aprile 2012 si è tenuta l'assemblea di Aeroporti di Roma S.p.A. che ha approvato il bilancio al 31 dicembre Punto 1. all'ordine del giorno Bilancio al 31 dicembre 2011; delibere inerenti e conseguenti. Il Presidente, considerato che la documentazione è stata depositata presso la Borsa Italiana S.p.A., presso la sede della Società e pubblicata sul sito internet e che la stessa è stata distribuita ai presenti ed inviata agli azionisti che ne hanno fatto richiesta, propone di omettere la lettura della relazione degli Amministratori sulla gestione, della relazione dei sindaci e di quelle della società di revisione Deloitte & Touche S.p.A., nonché del bilancio e degli allegati relativi.

7 L'Assemblea approva. Prima di dare lettura della proposta di deliberazione, il Presidente dà indicazione, in ossequio a quanto richiesto dalla Consob nella Comunicazione n del 18 aprile 1996, del numero delle ore impiegate e del corrispettivo fatturato dalla Deloitte & Touche S.p.A. per la revisione del bilancio d'esercizio e consolidato al 31 dicembre 2011: Numero di ore impiegate per il bilancio d'esercizio 358 Numero di ore impiegate per il bilancio consolidato (incluso il coordinamento del lavoro di revisione del bilancio consolidato e la verifica del procedimento di consolidamento) 588 Numero di ore impiegate per le verifiche di cui all'art. 155 comma 1 lettera A del D.Lgs. 58/ Numero di ore impiegate per le verifiche necessarie per l'espressione del giudizio di coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio 60 Verifiche necessarie per l'espressione del giudizio di coerenza della relazione sul governo societario con il bilancio 20 Totale ore Corrispettivo fatturato (euro) più ISTAT e spese. Dà quindi lettura della proposta di delibera riportata alla pagina 62 del fascicolo: "L'Assemblea degli Azionisti: * preso atto della Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione, * preso atto della Relazione del Collegio Sindacale,

8 * preso atto della Relazione della Società di Revisione, * letto ed esaminato il Bilancio al 31 dicembre 2011, che chiude con una perdita di ,52 (seimilioniseicentosedicimilacentonovantaquattro virgola cinquantadue) euro, delibera di approvare: - la Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione, - il Conto Economico, lo Stato Patrimoniale e la Nota Integrativa al Bilancio d'esercizio chiuso al 31 dicembre 2011 che evidenziano una perdita di euro ,52 (seimilioniseicentosedicimilacentonovantaquattro virgola cinquantadue), così come presentati dal Consiglio di Amministrazione nel loro complesso e nelle singole appostazioni, con gli stanziamenti e gli accantonamenti proposti, di rinviare a nuovo la perdita al 31 dicembre 2011, pari a ,52 (seimilioniseicentosedicimilacentonovantaquattro virgola cinquantadue) euro. Il Presidente apre la discussione sul primo punto all'ordine del giorno ed invita coloro che intendono prendere la parola, a prendere posto a turno davanti al microfono. Informa che le risposte verranno fornite al termine di tutti gli interventi. Chiede ed ottiene la parola l'azionista Giovanni Antolini che, preliminarmente ringrazia l'avv. Roberto Mignucci per la tempestività con cui ha messo a disposizione la documentazione informativa relativa all'assemblea; esprime quindi apprezzamento sulle modalità di redazione del bilancio e sulle economie effettuate dalla Società, pur rammaricandosi per l'intervenuta riduzione del personale. Invita alla riflessione sulla complessità della situazione politica osservando come, in caso di mancato adeguamento delle tariffe entro la fine dell'anno, le prospettive della Società sarebbero estremamente negative. Non comprende come mai si sia

9 addivenuti ad un accordo tra SEA ed Enac, mentre lo stesso non è stato ancora possibile per Aeroporti di Roma. Alle ore undici e minuti venticinque interviene in Assemblea il Consigliere Giuseppe Bencini. Riprende la parola il Presidente il quale si dichiara dispiaciuto per la riduzione del personale effettuata, ma osserva che la previsione per i prossimi dieci anni è quella di creare trentamila nuovi posti di lavoro. Per quanto attiene la trattativa con lo Stato e gli Enti preposti ricorda che la stessa si è conclusa il 17 luglio 2011 con una delibera positiva da parte dell'enac. Fa presente che la situazione di Aeroporti di Roma è molto complessa, non riguarda soltanto un rinnovo economico ma anche normativo ed è attualmente all'attenzione dei Ministeri competenti. Definisce una vera e propria anomalia la mancata distribuzione di dividendi da diversi anni, che può trovare giustificazione nell'importanza del servizio pubblico offerto e nella prospettiva di addivenire a breve ad una remunerazione del capitale investito. L'Amministratore Delegato si associa a quanto riferito dal Presidente. A questo punto il Presidente dà lettura delle domande presentate ai sensi dell'art. 127 ter del T.U.F. e delle relative risposte, secondo il testo che in appresso si trascrive: "Domande ai sensi dell'articolo 127-ter del TUF presentate da Fabris Carlo - Via Gaetana Agnesi Bovisio Masciago (MB) DOMANDE E RISPOSTE Domanda Preliminarmente si chiede se ci sono state richieste, contatti e quant'altro, compreso contatti informali con Consob e Borsa di cui noi azionisti non siamo informati e se si di che genere e cosa hanno riguardato. Risposta

10 NO, ogni adempimento, conformemente alla normativa vigente, viene trasmesso a Borsa Italiana SpA, alla Consob ed inserito sul sito internet Gemina (www.gemina.it) Domanda Inoltre se la Società è stata oggetto di ammende che sono state eventualmente irrorate dalla Consob, dalla Borsa Italiana SpA e/o da altre istituzioni. Risposta NO Domanda Soggetto preposto alla raccolta delle deleghe, quanto costa detto servizio. Risposta Servizio Titoli è il soggetto preposto e questo servizio comporta costi per circa Euro Domanda Entrando nello specifico dell'ordine del Giorno 1. Approvazione del Bilancio d'esercizio al 31 dicembre 2011 Costo dell'assemblea sia come costi diretti che indiretti Risposta A seguito del trasferimento di sede della Società da Milano a Fiumicino e della decisione di far svolgere l'assemblea presso la sede legale in Fiumicino (in home), i costi sono di circa Euro Domanda Ci sono amministratori che sono anche dipendenti della Società o di società controllate? Risposta Il Presidente di Gemina SpA, dott. Fabrizio Palenzona, è anche dirigente di Gemina SpA.

11 Domanda Si chiede un aggiornamento dello stato del contenzioso passivo, cioè cause intentate contro la Società e di quali importi trattasi indipendentemente dalle valutazioni del CdA. Risposta Contenzioso Rizzoli. Nel marzo 2010 è stato notificato a Gemina su richiesta di RCS MediaGroup S.p.A. un atto di citazione per chiamata di terzi nel giudizio instaurato dal Dr. Angelo Rizzoli nei confronti di RCS, Intesa San Paolo S.p.A., Mittel S.p.A., Edison S.p.A. e Giovanni Arvedi. Il Dr. Rizzoli ha formulato una serie di domande volte a reintegrare, sotto il profilo economico, l'asserito pregiudizio subito a seguito della vendita della Rizzoli Editore S.p.A., proprietaria del Corriere della Sera, ad una cordata di imprenditori (fatti risalenti agli anni 1974/1986), richiedendo la condanna in solido di tutti i convenuti (quindi non formulando alcuna richiesta specifica nei confronti di Gemina che infatti è stata chiamata in causa da altro convenuto), per un importo minimo attualizzato pari almeno ad o , oltre maggior valore che tenesse conto "dell'acquisto di valore delle azioni a seguito della loro produttività concretamente emersa negli anni" da determinarsi attraverso CTU. Con sentenza n. 248/2012 dello scorso mese di gennaio, il Tribunale di Milano ha respinto tutte le domande attoree, condannando, peraltro, la parte soccombente alla integrale refusione delle spese di lite nei confronti dei convenuti e terzi chiamati in giudizio (tra cui, in favore di Gemina, ,00 per onorari, 2.814,89 per spese ed per diritti). Con atto notificato lo scorso mese di febbraio il Dr. Rizzoli ha proposto appello (udienza di comparizione delle parti indicata in atti: 14 giugno 2012), richiedendo nel contempo la preventiva sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza appellata, che non risulta

12 essere stata ancora decisa. Manleva contenzioso Agenzia delle Dogane In data 12 dicembre 2002, in occasione dell'ottenimento da parte di IRI del consenso alla vendita al Gruppo Macquarie del 44,74% di ADR, Gemina, Impregilo S.p.A. e Falck S.p.A. si sono sostituite alla stessa IRI assumendo direttamente nei confronti di ADR, rispettivamente con una quota del 50,0%, 13,10% e 36,90%, l'impegno di indennizzo rilasciato da IRI in occasione della privatizzazione di ADR finalizzato a coprire il 51,166% delle minusvalenze che la società avesse dovuto subire per pretese tributarie relative ad atti e dichiarazioni relativi a periodi antecedenti alla privatizzazione intervenuta nel luglio del La vertenza in essere tra ADR e l'agenzia delle Dogane si riferisce al periodo 1993/1998 ed è coperta dalla garanzia citata che potrà essere attivata a seguito del passaggio in giudicato della sentenza di condanna di ADR nei confronti dell'amministrazione Finanziaria. Impregilo S.p.A. e Falck S.p.A. disconoscono la validità della garanzia; ADR ha avviato nei confronti di queste ultime un'azione volta alla condanna al pagamento delle somme dovute condizionatamente all'intervento di sentenza definitiva di condanna di ADR. Nell'ambito di tale azione, all'udienza tenutasi il 30 gennaio 2012 la causa è stata trattenuta in decisione. Si è quindi in attesa dell'emanazione della sentenza. Nel bilancio consolidato è stato stanziato un fondo a fronte del rischio relativo al contenzioso con l'agenzia delle Dogane. Nel bilancio di Gemina è stato effettuato un accantonamento, in ipotesi di totale soccombenza da parte di ADR e di attivazione della garanzia da parte della stessa. Domanda Qual è l'anno fiscalmente definito? Esiste un contenzioso con il fisco?

13 Risposta Il Esiste un contenzioso relativamente al 2006 con accantonamenti al fondo rischi di circa 1,7 M/L Euro. Domanda Quanto è il compenso richiesto dalla Società di Revisione per la firma delle dichiarazioni fiscali. Risposta Il compenso ammonta a circa Euro Domanda A quanto ammonta il contributo di vigilanza versato alla Consob tramite la Società di revisione? Risposta Ammonta a Euro 9.000, pari al 9,2% dei compensi comprensivi dell'adeguamento ISTAT Domanda Chiedo che le domande con le relative risposte siano verbalizzate all'interno del verbale. Si chiede inoltre l'invio del verbale appena pronto, ovviamente via . Risposta Provvederemo in tal senso". Chiede nuovamente la parola l'azionista Giovanni Antolini che, nel ribadire la criticità della situazione della Società in caso di mancata approvazione delle tariffe, ipotizza un ricorso alla Corte dell'aja per il risarcimento del danno. Anticipa quindi la sua non condivisione su alcuni aspetti della Relazione sulla remunerazione sottoposta all'approvazione dell'assemblea, e si sofferma sul rapporto tra patrimonio netto e indebitamento della Società.

14 Invita i presenti a riflettere sulla situazione generale della società che coinvolge sia il piccolo azionista, sia i grandi investitori. Alle osservazioni dell'azionista, l'amministratore Delegato Dott. Carlo Bertazzo replica che nel caso in cui si dovesse verificare la situazione prospettata, il Consiglio di Amministrazione valuterà le alternative a disposizione ma che, a suo parere, allo stato è prematuro affrontare l'argomento. Precisa che il patrimonio netto a livello consolidato (pari a circa 1,6 miliardi) supera l'importo dei debiti (pari a circa 1,2 miliardi), negli ultimi anni, inoltre, la Società ha proceduto ad un monitoraggio dei costi e degli investimenti, concentrando l'attività sulla manutenzione degli asset e riducendo notevolmente l'indebitamento. La contrazione degli investimenti non consente di finanziare progetti di sviluppo a lungo termine. Il Presidente dichiara chiusa la discussione ed invita gli aventi diritto a procedere alla votazione sul primo punto all'ordine del giorno indicato nell'avviso di convocazione. Punto 1. all'ordine del giorno Bilancio al 31 dicembre 2011; delibere inerenti e conseguenti. Il Presidente dichiara che non sono intervenute variazione sul numero degli azionisti rappresentati in Assemblea. Mette in votazione la proposta di deliberazione di cui ha già dato lettura. Invita i contrari ad alzare la mano, gli astenuti ad alzare la mano e i favorevoli ad alzare la mano. Prega i contrari e gli astenuti di recarsi alla postazione in fondo alla sala per registrare il proprio voto. Dichiara approvata la proposta a maggioranza con il voto favorevole di n azioni ordinarie, con il voto contrario di n. 23 azioni ordinarie e nessuna astensione.

15 In allegato al verbale saranno indicati nomi e cognomi degli astenuti, dei contrari in proprio o per delega e di coloro che si sono allontanati prima della votazione, nonché il numero di voti di cui sono portatori. Punto 2. all'ordine del giorno Nomina di un Amministratore. Ricorda che, come riportato nella Relazione predisposta dal Consiglio di Amministrazione distribuita a tutti i presenti, a seguito delle dimissioni rassegnate in data 30 gennaio 2012 dal Consigliere Aldo Minucci, il Consiglio di Amministrazione, stante la prossimità dell'assemblea per l'approvazione del bilancio dell'esercizio chiuso al 31 dicembre 2011, ha deliberato di non procedere alla sua sostituzione, rinviando all'assemblea medesima l'assunzione di ogni determinazione al riguardo. Propone a nome del Consiglio di Amministrazione di nominare Amministratore della Società, con le maggioranze di legge e senza voto di lista, il Dott. Massimo Perona per la durata residua del mandato dell'attuale Consiglio di Amministrazione e, pertanto, per l'esercizio sociale 2012, fino all'assemblea convocata per l'approvazione del bilancio al 31 dicembre Apre la discussione sul secondo punto all'ordine del giorno. Invita coloro che intendono prendere la parola, a prendere posto a turno davanti al microfono. Informa che le risposte verranno fornite al termine di tutti gli interventi. Chiede ed ottiene la parola l'azionista Giovanni Antolini che, pur esprimendo il proprio apprezzamento per il nominativo indicato, auspica contemporaneamente una riduzione del numero dei membri del Consiglio di Amministrazione in un'ottica di contenimento delle spese di gestione.

16 Il Presidente replica che si è già provveduto a ridurre il numero dei Consiglieri e che l'argomento potrà essere ripreso nell'assemblea di l'approvazione del bilancio Il Presidente dichiara chiusa la discussione ed invita gli aventi diritto a procedere alla votazione sul secondo punto all'ordine del giorno indicato nell'avviso di convocazione. Punto 2. all'ordine del giorno Nomina di un Amministratore. Il Presidente dichiara che non sono intervenute variazioni sul numero degli azionisti rappresentati in Assemblea. Mette in votazione la proposta di deliberazione di cui ha già dato lettura. Invita i contrari ad alzare la mano, gli astenuti ad alzare la mano e i favorevoli ad alzare la mano. Prega i contrari e gli astenuti di recarsi alla postazione in fondo alla sala per registrare il proprio voto. Dichiara approvata la proposta a maggioranza con il voto favorevole di n azioni ordinarie, con il voto contrario di n azioni ordinarie e con l'astensione di n azioni ordinarie. In allegato al verbale saranno indicati nomi e cognomi degli astenuti, dei contrari in proprio o per delega e di coloro che si sono allontanati prima della votazione, nonché il numero di voti di cui sono portatori. Punto 3. all'ordine del giorno Nomina del Collegio Sindacale e del Presidente; determinazione della durata in carica e dei relativi compensi. Con le stesse motivazioni già espresse, il Presidente propone che sia omessa la lettura della

17 Relazione degli Amministratori sul terzo punto all'ordine del giorno, distribuita a tutti i presenti. L'Assemblea approva. Informa che sono state regolarmente depositate due liste, di cui è stata distribuita copia. Ricorda che ogni socio può votare una sola lista. La prima lista è stata presentata dall'azionista Investimenti Infrastrutture S.p.A., quale intestataria complessivamente di n azioni ordinarie pari al 25,270% del capitale ordinario di Gemina S.p.A., e riporta i seguenti candidati: Sezione Prima (Sindaci effettivi) 1. Lelio FORNABAIO 2. Mario TONUCCI 3. Guido LENZI Sezione Seconda (Sindaci supplenti) 1. Antonio SANTI 2. Carlo REGOLIOSI 3. Andrea VERNIER La seconda lista è stata presentata da Silvano Toti Holding S.p.A., quale intestataria complessivamente di n azioni ordinarie, pari al 12,84% del capitale ordinario di Gemina S.p.A., e riporta i seguenti candidati: Sezione Prima (Sindaci effettivi) 1. Luca Aurelio GUARNA Sezione Seconda (Sindaci supplenti) 1. Luca ZOANI Segnala che entrambe le liste sono corredate dalla documentazione richiesta dalle applicabili

18 disposizioni di legge, regolamentari e statutarie. Fa inoltre presente che la seconda lista - presentata da Silvano Toti Holding S.p.A. - è altresì corredata da una dichiarazione attestante l'assenza di rapporti di collegamento previsti dall'art. 144-sexies, comma 4, lettera b) del Regolamento Emittenti con gli azionisti della Società che detengono una partecipazione di controllo o di maggioranza relativa nel capitale della stessa. In relazione al disposto di cui all'art. 2400, ultimo comma del Codice civile, dà atto che insieme alle copie delle liste è stata consegnata copia del curriculum vitae di ciascuno dei candidati presenti nelle due liste depositate e, se non compresa nel curriculum vitae, copia dell'elenco degli incarichi di amministrazione e controllo ricoperti da ciascun candidato in altre società; ricorda, altresì, che i curricula vitae e l'elenco degli incarichi sono contenuti nella Relazione sulla nomina del Collegio Sindacale che si allega al verbale dell'odierna assemblea. In ossequio al disposto di cui all'art. 144-octies del Regolamento Emittenti e nei termini ivi previsti, le liste ed i relativi allegati, sono state messe a disposizione del pubblico presso la sede sociale, Borsa Italiana e sul sito internet Ricorda che all'elezione dei Sindaci si procederà come segue: 1. dalla lista che otterrà il maggior numero di voti saranno tratti, in base all'ordine progressivo con il quale sono elencati nelle sezioni della lista, due membri effettivi e due supplenti; 2. dalla seconda lista saranno tratti, in base all'ordine progressivo con il quale sono elencati nelle sezioni della lista, il restante membro effettivo, cui spetterà la Presidenza del Collegio, e l'altro membro supplente. Il Presidente apre la discussione sul terzo punto all'ordine del giorno.

19 Chiede ed ottiene la parola l'azionista Giovanni Antolini il quale auspica che i molti incarichi ricoperti dal Dott. Luca Aurelio Guarna gli consentano comunque, di svolgere al meglio la funzione a cui è chiamato. Il Presidente rassicura l'azionista sulla professionalità del Dott. Guarna. ll Presidente dichiara chiusa la discussione ed invita gli aventi diritto a procedere alla votazione sul terzo punto all'ordine del giorno indicato nell'avviso di convocazione. Punto 3. all'ordine del giorno Nomina del Collegio Sindacale e del Presidente; determinazione della durata in carica e dei relativi compensi. Il Presidente dichiara che non sono intervenute variazioni sul numero degli azionisti rappresentati in Assemblea. Mette in votazione la proposta la deliberazione di cui ha già dato lettura. Tutti gli Azionisti sono pregati di recarsi alla postazione in fondo alla sala per la registrazione dei voti favorevoli ad entrambe le liste e dei contrari e astenuti a tutte le liste. Il Presidente dà lettura dei risultati del voto di lista Comunica l'esito delle votazioni: - lista n. 1 - n azioni; - lista n. 2 - n azioni; - contrari - n azioni; - nessun astenuto. Chiede ed ottiene la parola il delegato dell'azionista Investimenti e Infrastrutture Avv. Silvia Romanelli che, in relazione alla determinazione del compenso spettante al Collegio Sindacale, propone di determinare un emolumento annuo lordo di euro ,00 per il

20 Presidente del Collegio Sindacale, e di euro ,00 per ciascun Sindaco effettivo. Il Presidente mette in votazione la proposta di determinazione del compenso spettante al Presidente del Collegio Sindacale ed ai Sindaci effettivi contenuta nella lista presentata dall'azionista Investimenti Infrastrutture S.p.A. e sopra illustrata. Invita i contrari ad alzare la mano, gli astenuti ad alzare la mano e i favorevoli ad alzare la mano. Prega i contrari e gli astenuti di recarsi alla postazione in fondo alla sala per registrare il proprio voto. Dichiara approvata la proposta a maggioranza con il voto favorevole di n azioni ordinarie, con il voto contrario di n azioni ordinarie e nessun astenuto. In allegato al verbale saranno indicati nomi e cognomi degli astenuti, dei contrari in proprio o per delega e di coloro che si sono allontanati prima della votazione, nonché il numero di voti di cui sono portatori. Conseguentemente, il Collegio Sindacale che rimarrà in carica per il triennio che scadrà con l'assemblea di approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2014 risulta così composto: Luca Aurelio Guarna Lelio Fornabaio Mario Tonucci Antonio Santi Carlo Regoliosi Luca Zoani Presidente Sindaco effettivo Sindaco effettivo Sindaco supplente Sindaco supplente Sindaco supplente Con un emolumento annuo lordo di euro (cinquantacinquemila) per il Presidente del Collegio Sindacale e di euro (trentacinquemila) per ciascun Sindaco effettivo.

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Repertorio n. 34869 Raccolta n. 8880 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' INVESTIMENTI E SVILUPPO S.p.A. TENUTASI IN DATA 19 MARZO 2010 REPUBBLICA

Repertorio n. 34869 Raccolta n. 8880 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' INVESTIMENTI E SVILUPPO S.p.A. TENUTASI IN DATA 19 MARZO 2010 REPUBBLICA Repertorio n. 34869 Raccolta n. 8880 VERBALE DI ASSEMBLEA DELLA SOCIETA' INVESTIMENTI E SVILUPPO S.p.A. TENUTASI IN DATA 19 MARZO 2010 REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemiladieci, il giorno trentuno del mese

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 Norme sui Consigli degli Ordini e Collegi e sulle Commissioni centrali professionali Pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 98 del 23 Dicembre

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Realizzazione e Gestione servizi pubblici locali S.p.A. COGEIDE S.p.A. STATUTO Allegato C al rep. n. 2.728/1.872

Realizzazione e Gestione servizi pubblici locali S.p.A. COGEIDE S.p.A. STATUTO Allegato C al rep. n. 2.728/1.872 Realizzazione e Gestione servizi pubblici locali S.p.A. COGEIDE S.p.A. STATUTO Allegato C al rep. n. 2.728/1.872 Art. 1) Denominazione E' costituita, ai sensi dell'art. 113 lett. e) del D.Lgs. 18.08.2000

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE sede: Casella Postale N.6 C/O Ufficio Postale Rm 161 Via della Fotografia 107 00142 Roma Mail: orti.urbani.tre.fontane@gmail.com REGOLAMENTO INTERNO Art. 1 - Scopo

Dettagli

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I. Statuto sociale con evidenza delle modifiche approvate (AI SENSI DELL ART. IA.2.3.1, CO. 2 DELLE ISTRUZIONI AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.) Emittente:

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

Bio-On S.p.A. PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD

Bio-On S.p.A. PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD Bio-On S.p.A. PROCEDURA OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE AL NOMAD Procedura per l'adempimento degli obblighi di comunicazione al Nomad da parte di Bio-On S.p.A. (la Società ) ai sensi del Regolamento AIM Italia

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

VERBALE DELL' ASSEMBLEA STRAORDINARIA E ORDINARIA DEI SOCI DI MANIFESTO SPA 30 SETTEMBRE 2004 VERBALE DI ASSEMBLEA. REPUBBLICA IT ALlAN A

VERBALE DELL' ASSEMBLEA STRAORDINARIA E ORDINARIA DEI SOCI DI MANIFESTO SPA 30 SETTEMBRE 2004 VERBALE DI ASSEMBLEA. REPUBBLICA IT ALlAN A ...,,.:11:, t'l VERBALE DELL' ASSEMBLEA STRAORDINARIA E ORDINARIA DEI SOCI DI MANIFESTO SPA 30 SETTEMBRE 2004 REPERTORIO 46305 RACCOL T A 8001 VERBALE DI ASSEMBLEA REPUBBLICA IT ALlAN A.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA

STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA Articolo 1 (costituzione e denominazione) È costituita con sede presso il Comune di Brugherio la Società Cooperativa denominata "Il Brugo società cooperativa

Dettagli

LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi

LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi LE DECISIONI DEI SOCI E LE ASSEMBLEE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA Le competenze e i nuovi quorum costitutivi e deliberativi di Claudio Venturi Sommario: - 1. Le decisioni dei soci. 1.1.

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

ALLEGATO -B- 112065/18206. STATUTO SOCIETA SIA s.r.l. TITOLO I DENOMINAZIONE-NATURA -SEDE-DURATA-SOCI-OGGETTO

ALLEGATO -B- 112065/18206. STATUTO SOCIETA SIA s.r.l. TITOLO I DENOMINAZIONE-NATURA -SEDE-DURATA-SOCI-OGGETTO ALLEGATO -B- 112065/18206 STATUTO SOCIETA SIA s.r.l. TITOLO I DENOMINAZIONE-NATURA -SEDE-DURATA-SOCI-OGGETTO Articolo 1. Denominazione. Natura. 1.1. E' costituita una società a responsabilità limitata

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS...

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS... SAPIENZA 1 7 FEB. 2015 Nell'anno duemilaquindici, addì 17 febbraio alle ore 16.00, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il, convocato con nota rettorale prot. n. 0009903 del 12.02.2015, per

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE

REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO A INFORMAZIONI PRIVILEGIATE OVS S.P.A. Approvato dal Consiglio di Amministrazione di OVS S.p.A. in data 23 luglio 2014, in vigore dal 2 marzo 2015 1 1. PREMESSA

Dettagli

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI )

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) ( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) PROCEDURA RELATIVA ALLA TENUTA E AGGIORNAMENTO DEL REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO AD INFORMAZIONI PRIVILEGIATE IN GIOVANNI CRESPI SPA Approvata dal Consiglio

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Assemblea Ordinaria 23 aprile 2015. Nomina del Consiglio di Amministrazione Lista dei Candidati n. 2

Assemblea Ordinaria 23 aprile 2015. Nomina del Consiglio di Amministrazione Lista dei Candidati n. 2 Assemblea Ordinaria 23 aprile 2015 Nomina del Consiglio di Amministrazione Lista dei Candidati n. 2 U. T. COMMUNICATIONS S.p.A. Milano, 30 marzo 2015 Spettabile RCS Mediagroup S.p.A. Via Angelo Rizzoli

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

Statuto ATTO ESENTE IN MODO ASSOLUTO DA DALL IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DEL dpr642/72 art.27bis

Statuto ATTO ESENTE IN MODO ASSOLUTO DA DALL IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DEL dpr642/72 art.27bis Statuto ATTO ESENTE IN MODO ASSOLUTO DA DALL IMPOSTA DI BOLLO AI SENSI DEL dpr642/72 art.27bis Art. 1 - Denominazione E' costituita nel rispetto del codice civile e della L 383/2000 l'associazione di promozione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Sezione IX Del bilancio Art. 2423. Redazione del bilancio. Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO R.G.N, REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Bari -dr. ssa Maria Giovanna Deceglie- nelle controversie individuali di lavoro riunite sub nn. R.G. 22661/07,

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE)

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) STATUTO DI CONSORZIO DI TUTELA VOLONTARIO OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SEGGIANO D.O.P. (EX CONSORZIO OLIVASTA SEGGIANESE) ART. 1 (Denominazione e Sede) E costituito il Consorzio tra produttori di Olio extravergine

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org.

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. giud., Uff, II) Con la presente nota-circolare si ritiene

Dettagli

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi Format Si è modificata la struttura del principio utilizzando il format standard dei nuovi principi salvo apportare i necessari adeguamenti

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

MODULO FORMAZIONE GIOVANI AVVOCATI IMPUGNATIVA DELLE DELIBERE CONDOMINIALI QUADERNO N.

MODULO FORMAZIONE GIOVANI AVVOCATI IMPUGNATIVA DELLE DELIBERE CONDOMINIALI QUADERNO N. CORSO AVVOCATI MODULO FORMAZIONE GIOVANI AVVOCATI IMPUGNATIVA DELLE DELIBERE CONDOMINIALI QUADERNO N. 5 1 L impugnativa delle delibere condominiali L art. 1137, primo comma, c.c. stabilisce che "le deliberazioni

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli