COMPAGNIA DELLE POETE. Madrigne al Forte Fanfulla (Roma)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMPAGNIA DELLE POETE. Madrigne al Forte Fanfulla (Roma)"

Transcript

1 COMPAGNIA DELLE POETE Madrigne al Forte Fanfulla (Roma) Il titolo è un neologismo trasversale che vuole riunire in una sola immagine i ruoli diversi che si trova a ricoprire ogni donna, per ricomporre il quadro di un universo femminile in cui ognuna è se stessa e insieme tutte le altre, in un gioco a incastro di anti-bambole solidali, matrioske sorelle. Madri, matrigne, madrine caustiche, tenere, ilari, voraci, assorte tutte ad esprimere la propria femminilità attraverso una parola poetica che non conosce frontiere né distanze, ma nel cuore pulsante dell esistenza condivisa supera lingue e confini. In scena Livia Bazu, Adriana Langtry, Mia Lecomte, Sarah Zuhra Lukanic, Vera Lúcia de Oliveira, Helene Paraskeva, Brenda Porster, Sally Read, Francisca Paz Rojas, Candelaria Romero, Jacqueline Spaccini con poesie proprie e di: Begonya Pozo, Eva Taylor. Video/scenografia: Janine Von Thüngen Racconto musicale: Andrea Colella (contrabbasso), Emanuele Melisurgo (fiati), Mejrema Reuter (flauto dolce) Luci-audio: Paolo Dal Canto A cura di: Vesna Stanic Ménage (Mia Lecomte) Le pulizie dell universo possono durare anche un giorno la mattina dedicata a spostare il pomeriggio approfittando del vuoto e la sera la sera la sera dopo un giorno niente sarà più come prima quel tal giorno 1

2 (Vera Lúcia de Oliveira) costruire una casa è come rassettare il mondo sistemo un mattone lui resta dove lo metto sono io che scelgo il mattone io che preparo la calce se potesse che tutto io potessi sistemare non avrei questa stretta al cuore no rassetterei il mondo che Dio mi perdoni perfino meglio di lui Traslocare (Helene Paraskeva) Traslocare fa un effetto goffo, scatole chiuse, lettere non lette, libri creduti, appunti persi, e polvere al posto del respiro. E quei fiori vogliosi sulle tende sudice patacche, colpe d'acciaio mai ammesse. Come si fa a trasferire quel divano? Chiamalo piuttosto catafalco, un Gòlgota imbottito di rimpianti stupido, sgraziato, difettoso. Non si alza mai in piedi, non accoglie gli ospiti, non ha maniere. Ora di buttarlo. 2

3 (Candelaria Romero) Non so perché questo filo che lega stringe. No deja a vecez dormir/non lascia a volte dormire. Diviene corda che tutto rammenda hilo que no deja caer/filo che non lascia cadere ett snöre runt livet/un filo attorno la vita. Ecco come si vive da sopravvissuti ancorati come le scarpe di Magritte i tus imàjenes son las mias/ e le tue immagini sono le mie. Nella notte non distinguo ciò che fu mi sueno, tu sueno/mio sogno, tuo sogno mi estar/mio stare. Così passano i giorni en la distancia/nella distanza som barn när dom leker/come bambini quando giocano senza accorgersi. Nel gioco del stare o non stare. abbiamo scelto la cosa più probabile. Nel cielo gli stormi non eravamo noi. Da tempo abbiamo smesso di viaggiare stanchi. Ma ecco la corda di nuovo si tende, stringe chiede vad är du? Hur dör man utan skugga? Chiede. Dove sei? Come si muore senza l ombra? 3

4 (Livia Bazu) Sarò ceneri libere e nessun frammento saprà più degli altri, sarò nell aria e nella terra a nord e a sud nel bianco nel nero nell azzurro e nell oro scenderò sempre più antica fino all inizio del mondo Qui e là II (Adriana Lengtry) La alegría estaba en algún lugar real però distante, en un sitio lejano y a la vez -como dirían aquía portata di mano, -como dirían alláespacio inalcanzable. (Francisca Paz Rojas) Come chi trascina la radice di notte sulla strada ho visto papaveri luminosi, verso l uscita, non ho accettato di caricare 4

5 la sacca con le morte, perché mi si chiede di farlo? Cercavo una voce non padrona per farla sedere dentro, a suo agio, cercavo null altro, avrei condotto i passanti alla festa lungo la città in cui provavo timore luce quagliata da eclisse persistenza delle regioni fredde. Senza contare uno a uno i testamenti ciascuno è solo a immaginarsi l'aria era frivola e funerea, la terra e il mare giacevano come ripiegati. Questa nausea dopo il sogno e l andare senza padre questa nausea ad altezza d albero sopra nidi d uomini la nausea del dominio l aratro che non ci renderà ricchi l azione urgente della notte e tu che chiedi quello che io non posso fare!- veglia: non coprirai per sempre questa estinzione di senso, questi uomini e donne tappezzati di nero nella fuga, dovunque. 5

6 Sulla punta delle mie scarpe (Sarah Zuhra Lukanic) Sulla punta delle mie scarpe C è un mondo intero. Lo osservo incredula E mi chiudo sotto le stringhe Slacciate. Sulla punta delle mie scarpe Ci sono le tracce del dolore Quotidiano. Lo conservo come muschio Sotto il cipresso verde. Sono ferma con la mia pala. Immobile. Scruto le condoglianze dei famigliari. Sulla punta delle mie scarpe Ci sono le gocce di rugiada Mattutina. Come se le mie scarpe piangessero Un altro morto. Identità nascosta (These are pearls that were his eyes) (Helene Paraskeva) Sulla roccia sgretolabile, apro drappo di gloria distesa ad asciugare addosso a creature salmastre. Lì ho nascosto il cuore, sotto una lastra, fra i mostri mitici di marmo, delle grotte marine. 6

7 Con un fucile occultato dalla Storia scopro nel cervello, ogni volta, - maledetta intuizione - nel viaggio di ricognizione a spirale, ogni volta, trovo che gli occhi del poeta si disfanno, si sciolgono. Solo per diventare perle. Quercus robur (Jacqueline Spaccini) Aspetto primavera per correre all'ombra merlettata, maestosa pianta e longeva che con le sorelle germane imperi nel Maksimir zagabrese. Accanto al mio acero un giorno forse ti scoprirò ché l'humus calcareo (ugualmente) za vas è venefico. L'amore mutò in rivelazione quando la manina diletta la lunga foglia bruna mi donò: È per te, mammina cara... Ora che ti vedo nel traffico quotidiano, alla mia destra 7

8 raggiante, - nuda, ma imperterrita orgogliosa - ti dico: attendi anche tu l'estate che viene de mon herbier tu es la reine. Spezzare il collo ai pesci (Sally Read) Lungo Camden High Street ci si attaccò un polposo marciume, grumi scuri di fragole, birra, bile a spruzzi sul pavimento. La luna, sussurravi. La mia chioma bagnata un cespo di ricci nella calura. Un litro d acqua mi sciaguattava dentro. La tua pelle è come la luna; una madonna seducente nel tramonto. Il tuo viso inzuppava il sole. Biascicavi senza posa parole che la mia mente schivava come un pugno indeciso. Vicino al pub, i treni sferragliavano per Euston, urlo rovente di pistone e freni. Volevi brindare, non mi mossi, la lingua grossa, costole cerchiate di metallo: Ai treni. Vedo ancora il tuo leggero ritrarsi, sento il tuo dolce canto incurante Ti amo da morire, e una lucertola di sudore mi sfrecciò improvvisa tra le spalle, ignara. 8

9 Qui e là I (Adriana Langtry) Estoy un poco aquí un poco allá, come sciami d api intorno a fiori di carta me alimento de aquello que no está. I mestieri (Livia Bazu) Io cucitrice Di umile rango Di casta invisibile Sconosciuta Ancora Io cucitrice di pezze perdute dai viandanti nel folto della nuova foresta Lasciando cadere tra le dita troppo mobili Briciole di sé Per riconoscersi Nelle mie vesti arcobaleno ancora Io icaro Mastro curioso nella bottega sull isola nascosta tra i petali della rosa dei venti incollo con linfa d alberi e acqua di mare Le piume degli uccelli che passano Da un orizzonte all altro Lasciando cadere Briciole di sé 9

10 Per ritrovarsi Sull isola nascosta tra i petali della rosa dei venti Ancora Io chirurgo (s)comunicato con incerta, somma perizia adesso pratico la dolceacuta ferita Incido La pelle Minuscolo foro incunea La piuma d altrove Innesto feroce e sottile Che s infiltra appena esistente Nella creatura terrestre per sostenere oltre volo Su Santa Gianna ( ) che morì dopo aver rifiutato le cure mediche a lei necessarie per salvare la vita della sua bambina non ancora nata (Sally Read) Tornando a casa nel Suffolk sono gli alberi d inverno che mi colpiscono: cartilaginei e intricati come bronchi in sezione. Nessun ribollire di verde o piume. Ci vorrebbe un brulicante calore per far germogliare la fede di Giovanna, gli stormi di angeli surrogati che immagino abbia convocato. Penso a lei mentre entro in casa, e, in punta di piedi, sistemo un barattolo sullo scaffale più alto in cucina. Così in alto così fuori dalla mia portata che quasi scivola indietro e cade a terra con fragore. Penso che lasciare un bambino 10

11 dev essere così: sollevarlo verso il futuro lontano oltre i confini possibili dei polpastrelli impotenti. I neonati separati dalle madri non hanno una casa in cui tornare; l aria può avere sempre l odore di una casa altrui. La mia bambina dorme, sebbene incubi nuovi la sveglieranno, prove necessarie della perdita. Fuori alberi dalle forme incostanti nel crepuscolo viscido; una mente pronta potrebbe vederci un volto. Ma solo il mio appare sul vetro, bianco ed esangue come fiamma. Casa di bambola (Mia Lecomte) Sezione della casa. Frontale. Mezza in ombra. Il terzo piano è soffitta. Si svuota. Rotola una palla, costante, e la polvere è viola. Il secondo piano si flette. Tutti i passi dei figli, a migliaia. Dei gatti. Si flette. Al primo piano comincia il dolore. Lei è tutta sul letto, decomposta. Lui la aspetta nella vasca da bagno. Al piano terra è cominciato da giorni. Lei ora è in cucina. Ha già pianto e si affretta. Lui l ha seguita con le sue lenti tabacco. Fuori un groviglio di spade. Il prato col box. C era il nome. La sezione non mostra le scale. Si passa da dietro, tra i piani. I figli lo sanno tutti in fila. In salotto lei ha perso l età. Lui la ragione. Scricchiola un osso qualunque, un molare. 11

12 La polvere si è fatta celeste e riflette. Non si aspettano strade (Francisca Paz Rojas) quel che resta è cambiare percorso alle vie entrare nell azione che denigra se stessa quel che resta è ballare proprio quando non si può più trattenere la morte al tramonto ascoltare a quell ora la notizia e fingere di lasciarla scivolare deporre il perdono dentro una piccola barca e farlo scorrere in acque senza canne senza fede nell io risponderò urtare contraffare entrare ancora in un inizio, annaspando al risveglio sfocati, arrestare ogni falsa preghiera per dire sì questo resta la mobile coscienza sull orizzonte lento dove si sta con piedi di maiale 12

13 e collo di cigno dove s impara una lingua che benda la prima con il suo corpo di lupa; dove l unico dono è Qui inarrestabile altero a tiro di curva, libero di non eleggere l altro, un nodo a cappio, silenzioso, appeso a un muro esterno (Sarah Zuhra Lukanic) Sono sicura che sarei stata felice Con te. Nella verde aiuola della nostra casa Mai costruita. Nelle passeggiate in giornate di festa malinconiche e sottobraccio. Nella nostra città borghese e vecchia Dove le lucine delle vetrine si Confondono con le lacrimucce dei bimbi Frastornati. Sono sicura che sarei stata felice Con te. Ascoltando la Cavalcata delle Walkirie Nella platea del nostro teatro Mai edificato. Sono sicura che sarei stata felice Con te. Nel tirare a indovinare chi di Noi due sarebbe morto per primo. 13

14 Note per una breve commedia sentimentale (Brenda Porster) loro si vogliono bene ma lui talvolta sta male perché insoddisfatto di sé lei si dispiace che lui stia male e scrive una poesia sul male di lui gliela fa vedere. lui sta veramente male quando legge la poesia di lei dice che lei è ipersensibile e decide di rompere il rapporto così alla fine stanno male tutti e due the end Palabras (Adriana Langtry) De los escombros nacen otras palabras. Spuntano come germogli tra i mattoni crollati colmando ogni fessura di radici, spaccano le macerie con la fragilità incombente dei fili d erba, 14

15 inquietas y sinuosas come stelle filanti. No son ésas de ayer né quelle del passato. ambiguas, incrociate, le parole sono altre. Nascono dalle rovine di una lingua bifolca, de la mirada bifronte di un Giano stanco. Si affannano, balbettano, tambalean, si rincorrono nel doppio destino che le affligge, doble como el espejo que refleja y observa, doppio come le rive opposte dell oceano. Nacen de los escombros 15

16 le altre parole. Afloran redundantes picchiettando fra i denti la loro melodia di suoni disparati. Sorgono dalle macerie rellenando el olvido, dando voz al silencio nella lingua sbagliata. Si scontrano, se mezclan, se contagian, su verdor primigenio copre di simboli alterati los restos mudos del derrumbe. Sorgono dalle macerie con un recuerdo antiguo di partenze e addii. Esplenden come stelle filanti nell ibrido cangiante dell occaso. De los escombros nacen otras palabras. Ni ésas ni aquellas, altre. 16

17 Ricetta per il pesce fuor d acqua (Eva Taylor) La maggior parte dei pesci è muto per cui lasciatelo bollire qualche istante fatelo raffreddare nell acqua di cottura infine versatelo nell alfabeto. Imparerà a nuotare, a respirare e a parlare ma avrà sempre l impressione di essere qualcos altro. Il suo lieve sapore amarognolo che alcuni apprezzano altri trovano nauseante vi suonerà come accento. Si può togliere con un filo d olio d oliva. Extra vergine, macinato a freddo. Meglio freddissimo. Quasi come d acqua. Quando verrò (Jacqueline Spaccini) Mihaljevac è il luogo dell'attesa, la mia e di Romain contando e ricontando gli otto, i quindici ed i quattordici che non ti riportano a casa. È la visione dei soffietti - solo per l'otto; due vagoni - è il quattordici, mammina? e quello piccolo che sbaglia rotaia è il quindici, non ci interessa e si vede - subito -. La salita per me inizia dal market di Lovćenska: dico a tutti è facile, uguale ad amore, ma solo per le prime tre lettere... 17

18 Al cimitero certo a piedi non ci arrivo e sto attenta alla curva cieca, alle sue macchine e medito su di noi, mentre sento la fatica nelle gambe (spesso anche sulle spalle, scimmietta oblige). Disperazione e speranza sono strane compagne di strada cui nemmeno la magnitudo dei cedri atlantici dà sollievo. Annuso tendine trasparenti e gatti imprigionati di altre case, altrui ricordi. Quando vedo la catasta di legna ci siamo: (se vecchi frigoriferi e caldaie arrugginite ostacolano i margini vuol dire che è mercoledì) i Karlušic sono - al solito - invisibili. Sommersa da pacchi e scatoloni, lo odio quel cancelletto e sbaglio sempre le chiavi di casa. Ma ho tutto il tempo di correggermi, ché tanto nessuno viene ad aprirmi mai Memento (Livia Bazu) Mai perdere l attenzione, mai la cura, piccola e leggera come sono e quasi trasparente per giunta 18

19 non perdermi tra gli angoli senz anima del labirinto armato in cui si nascondono ingannevoli invisibili e inavvertiti orchi buchi neri avidi di oblii e sfiducie ruminando sempre le nostre impassioni non assolvermi ogni giorno per non condannarmi per tutti i giorni rimproverami fino ad allungare l orecchio alla goccia sottile della clessidra la vaga clessidra nascosta tra i vicoli della mia architettura che versa lacrime e sangue quando si sente mancare e acque allegre fiotti di danza per com è la voglia e il mistero cercare il mio abito e il portatore da vestire con la mia pelle aperta redimere insieme cucire insieme una musica ignota labirinto e uscita Amante missionario (Candelaria Romero) Entra distenditi gioca con la mia pelle d asina 19

20 la nonna dorme accasciata sul tavolo il marito frettoloso russa ma tu entra fai di me la tua speranza gridami dentro prega che non ci sentano muri accolgono carezze ladre ama e fai quello che vuoi (Sarah Zuhra Lukanic) La sua pelle era morbida Come lo zucchero a velo dei Croissant appena sfornati. Sul pube rasato e tirato come Pelle di tamburo. Prendimi così calda e spumosa Sussurravo io con la faringe sfiancata. Impugnava i miei polpacci Come il lievito di birra Un poco intiepidito per un Impasto bianco e scivoloso. E fissavo quel vassoio di silverplate Pensando di fermare nella mente Quelle lenzuola Macchiate e attorcigliate Dai nostri corpi boccheggianti. Quei guanciali candidi Cosparsi sulla moquette azzurrina. Quella litografia color seppia Che rappresentava un immagine di caccia. In caduta libera 20

21 I nostri corpi. Una sosta per respirare. Un sorso d acqua di sfuggita. Per sentirsi vivo e pulsante. Quello che ricordo meglio è il numero Del servizio in camera. Neanche il tuo nome vero, come un souvenir Cetriolo cool (Brenda Porster) Eravamo entrambi in un sonno profondo quando, a un'ora incongrua, abbiamo sentito lo squillo. Tu hai risposto lo stesso e, riconoscendo la voce, hai preso a parlare con un amica lontana: no, non era troppo tardi (lo era); nel dormiveglia ascoltavo frammenti filtrati un bambino, preoccupazioni politiche sonnecchiando, giusto per passare il tempo, ti presi nella mano -- non ti dispiaceva e sei diventato grande mentre chiacchieravi ancora no, meglio non isolare l Austria, ma Haider si, speriamo... ho sentito, mentre parlavi e parlavi, interfacciando attraverso il continente, con un orecchio attaccato a lei, con una mano a me tu eri un cetriolo proprio dritto e così cool - a far stare nel letto tutti i tre! Spezzare il collo ai pesci (Sally Read) La sera dopo, provammo il sesso anale e mentre mi blandivi il collo con i pollici 21

22 pensavo al Wolf s Creek e ai pesci che non prendevi, colli di grasse trote che non ti sentivi di spezzare per portare i pesci morti da tua madre. Nel calore sapevo che il mio culo era morbido, la buccia di una pesca. Ma era quello che c era oltre che ti attirava: un nucleo sensibile, duro il nocciolo di una pesca le ruvide creste, fini filamenti imprigionati nei solchi dove la polpa è strappata via. Qui, al seme della spina, gomitolo di muscolo, hai provato a disfarmi, tenendo fermi i fianchi con le mani, spezzandomi paziente. Quando ci fermammo, mi sciolsi ma rimasi integra intorno a questa durezza, nel busto delle tue braccia finché ci separammo e recuperai lentamente. 22

23 Hai smesso di pescare anni fa. Usavi l immobilità, la patina bronzea dell acqua per volere che il pesce fosse più a fondo. Non potevi guardarli soffocare o sentire lo schiocco di ossa delicate tra il pollice e l indice. O camminare verso casa tracannando birra col freddo umido sulle mani, e bagliori di pelle d argento troppo agevolmente diventate il peso morto di una carne scagliata in fondo al tuo retino. Via Catalani (Mia Lecomte) Della nostra stanza è rimasta soltanto la stanza dalla porta un passeggio felpato lungo tutto l addio e viceversa. Nello specchio ha ceduto da tempo il mercurio una linea bluastra a toccare il riquadro del fondo 23

24 dal fiorame del letto sopra i marmi la visione scentrata dello squarcio in cui crebbe il piacere e viceversa. È rimasta soltanto la stanza della stanza che fummo rasa al cuore a partire da un punto qualunque molto meglio la notte che scompare anche quello e viceversa. (Begonya Pozo) Ad occhi aperti odori la stanza antica. Siedi. Con sguardo intimo ti misuri, e taci. (Vera Lúcia de Oliveira) disse che non sapeva se lo aveva amato quando si sposò era stato per sfuggire alla fatica poi restò incinta lui passava ore fuori casa con gli amici al bar la madre di lui era una donna amareggiata la insultava diceva che lei era una buona a nulla il corpo si gonfiava pian piano se si fosse gonfiato tanto chissà se lei non sarebbe salita come quei palloni nella notte di San Giovanni e scomparsa lontano nell oscurità della notte 24

25 La spogliazione delle poete (Jacqueline Spaccini) Qualcuna inizia sfilandosi le scarpe, le calze e poi la gonna. Qualcun'altra si toglie il maglione, la maglia e il reggiseno. A tutte hanno sottratto almeno un'ora. E quella non ha avuto il tempo di fare la spesa in un'intera settimana. Le colombine alla crema recano la parola mattutina; a una la spremuta d'arancia dà un decimo motivo per esistere, un'altra ha rubato il suo terzo caffè. Qualcuna si sarà tolta la pelle e qualcun'altra l'anima. Un'altra s'è smarrita. Dipende. Sapete com'è, al buio, non sempre si capisce. Del suo colore, le ha rivestite tutte la luce nera. Come una coltre, ma trasparente. (Begonya Pozo) 25

26 Da su in giù levi i pantaloni, lenta, con cerimonia. Rimani nuda sotto le ossa croccanti. La puttana (Candelaria Romero) Primo cliente fu il cane i cugini argentini Milla la vergine finlandese del bagno domenicale Il gatto Rodriguez tutti gli uomini della sorella prestati appestati Mats e l'embrione strappato il sesso perduto in bicchieri di vodka seni aperti mani sorprese pronte ladre. Mi gratifico mentre godono non chiedo nome test nemmeno soldi. Puttana d'onore la Morte nel cuore sputo nel buco Nero e prego che si possa un giorno amare senza la pelle tesa ai quattro venti Ifigenia (Helene Paraskeva) Nel golfo di Aulide afono e piatto, il vento strozzato ancora balbetta. Prima di mezzanotte non si alzerà 26

27 mai, prima del sacrificio ha un impegno. Ma Ifigenia ha fretta, non aspetta più. Trascura lo scalino dell altare, inciampa, crolla e cade sgranocchiando ossa di eroi. Sgomita, scalpita l armata epica di sassi cavalieri e denti opliti che ha in bocca. E nell orecchio la voce di Artemide, rauca e soffocata dalle sigarette, fioca, come le antiche fiamme sull altare, le sussurra maliziosa: Penso che ti dovrai fermare per un po!. La vecchiaia delle stelle (Brenda Porster) anche per i corpi celesti c è un tempo lineare, ineludibile: la giovane stella azzurra è tersa, scattante, attraversa poi la maturità una bianca diamante ma ciò che mi interessa ora è la vecchiaia della stella quando, mostruosamente grande, in rarefatto decadimento si adagia nel cielo, anziana signora stravaccata in poltrona vestita di rosso, soddisfatta 27

28 (Vera Lúcia de Oliveira) aveva imparato a osservare le rondini sempre lì a partire sempre lì a migrare poi tornano non le stesse magari altre della stessa famiglia della stessa specie si trasmettono l odore dei luoghi si trasmettono la dimensione delle cose la memoria le misure dei pieni e dei vuoti il ritorno era sempre una ricognizione come se ognuna dovesse all altra la strada da fare e quella già fatta Una lettera (Brenda Porster) Sono ancora convinta, mio caro, che è tutto questione di potere - il tuo amico Dio entra di nascosto nel nostro giardino a spiarci quando e come gli piace, senza un minimo di ritegno. Ti pone divieti assurdi poi si sente grande quando vede come tu, da bravo ragazzo obbediente, gli dai retta sempre. A dire il vero a questo patto tra uomini non ci ho mai creduto si capisce che con me 28

29 non c avrebbe mai provato. Mi puoi spiegare, poi, perché di tutti i frutti è la conoscenza che ci è negata, saper distinguere il bene dal male, poter scegliere il giusto? Avrai capito ormai il serpente non c entrava affatto. Ero io che volevo dare un taglio definitivo. Basta al giardino recintato, l aria profumata, delizie comandate, il sesso innocente, insipido, spiato. Non riuscivo a prendere fiato. Su, andiamocene di qua là fuori c è il mondo: diviso, mortale, e libero Raperonzolo (Mia Lecomte) Da questa finestra faccio la mia casa con tutto quello che potrebbe essere alle mie spalle dentro la sagoma di una vera casa che non si stagliasse verticale all origine ma abbandonata lungo il piano domestica non tutta sguardo da un solo pertugio proprio qui in cima da cui disfo e rifaccio treccia per treccia la casa vera quale sarebbe alle mie spalle 29

30 portefinestre ceste di zoccoli, galosce, ombrelli una chaise longue col cappello fiorito lui che rientra per levare il caffè lei che riporta i biscotti sul prato la tartaruga procede sicura nell orizzonte al livello del tempo disfo e rifaccio intrecciando la casa alle mie spalle rifaccio e disfo mentre giù in fondo si perde in un ombra quello che là in alto è sembrato Penelope (Candelaria Romero) Penelope ha smesso di lavorare non intreccia non trama più snoda fili Penelope riavvolge matasse protegge colori custodisce tesori la stoffa non più tesa come vela per portare a casa Ulisse che i fili restino a riposo senza pretese di estetica che torni la lana alla pecora al guanaco a coprire le mandrie ed è finalmente silenzio respiro lento odore di onde lontane. Penelope è tornata al mare a nuotare (Francisca Paz Rojas) 30

31 Oggi non si lavora, lo sai e io scrivo, per tramandarti un paese e dal suo grido umido lasciar scorrere le palme aperte menzognere la croce senza schienale dei letti chiusi e lontani; i verbi maledetti di tutti i giorni, il crudo naufragar del nostro peso di cotone oscuro, di ago da ospedale sul ciondolo di destino. Avrai sempre il mio sangue argilla torbida, seme fulgido fertile in fuga, tangibile per te, il segno della mia fronte ti riconoscerà ovunque. Non spostare la coperta di calce, non spostare il pensiero rimani, vivi! È un ponte franato questo paese, è un ponte franato questo paese, ma io ti vedo 31

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Inchiostro in libertà

Inchiostro in libertà Autopubblicati Inchiostro in libertà di Roberto Monti Ci sono parole nascoste in noi, elementi celati negli angoli invisibili dell anima. Fondamenta per la logica umana Abbiamo tutti il diritto ai nostri

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO FAMIGLIA Famiglia è un insieme di persone che riescono a scaldarti il cuore; ti aiutano a passare i momenti peggiori, sanno sempre che fare, sanno

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba CAPITOLO PRIMO RE E STELLA DEL CIELO Re e stella del cielo Il mio nome è uno dei miei primi successi. Ho subito imparato (è stato lui, mi sembra, il primo che mi ha detto questo), che Arturo è una stella:

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

La donna e l uva. Fotografie e versi di. Ico Gasparri 2005-2006

La donna e l uva. Fotografie e versi di. Ico Gasparri 2005-2006 La donna e l uva Fotografie e versi di Ico Gasparri 2005-2006 (1) A02232 corri corri corri e soffri e salta sul cuore della terra e quando sarai felice salta e ridi e porta con te i figli tuoi a ridere

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno scolastico 2013/14 LA STORIA Questa storia comincia il primo

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia!

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia! Introduzione Le rime dell anima, è il titolo di questa raccolta di poesie; tre libri in uno, un universo di emozioni autentiche, scatenate dal cuore, rime suggerite dall anima. Io... voi... e poesia...

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

Rischiamo il Coraggio

Rischiamo il Coraggio Rischiamo il Coraggio Fraternità di Romena Veglia 2013-2014 Coraggio è il venire dell alba, l ora delle stelle e della notte che sogna, canna incrinata che suona ancora, fiamma che resiste scossa dal vento.

Dettagli

Viveva nell azzurra acqua del mare e giocava a dondolarsi con tutti i suoi. Acqua acqua acqua. io con te posso giocare. io con te voglio volare,

Viveva nell azzurra acqua del mare e giocava a dondolarsi con tutti i suoi. Acqua acqua acqua. io con te posso giocare. io con te voglio volare, Viveva nell azzurra acqua del mare e giocava a dondolarsi con tutti i suoi fratellini e tutte le sue sorelline. Acqua acqua acqua io con te posso giocare io con te voglio volare, per danzare con le onde

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Luigi De Simone POESIE

Luigi De Simone POESIE Poesie Luigi De Simone POESIE Culla la mia anima' Entra nel mio cuore e diffonditi,,,, trema il mio sangue e scalpita.. al desiderio di essere sfiorato,,, baciami e culla la mia anima,,,nutrila di piacere

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ Proprietà letteraria riservata 2012 Screenpress Edizioni - Trapani ISBN 978-88-96571-42-2 È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

José Ramón Trujillo. di andare fino alla porta e di aprirla; e spalancare la bocca e bersi quest alba), si alzano all orizzonte clarini di fiamma.

José Ramón Trujillo. di andare fino alla porta e di aprirla; e spalancare la bocca e bersi quest alba), si alzano all orizzonte clarini di fiamma. Terra di nessuno * José Ramón Trujillo Mentre l ombra è ancora, oltre i muri di pietra, un immenso desiderio d esser vivo (un immenso desiderio di mettersia camminare tentoni per la casa; di andare fino

Dettagli

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE:

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: La frase la maestra scrive sulla lavagna Chiara una foto ai bambini fa Una torta prepara la mamma al cioccolato Giocano con la corda i ragazzi

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Chissà se, a Port Lligat, Dalì guarda ancora il mare, ora che il tempo ha nascosto il suo enigma, ora che né Gala né Ana Maria potranno mai più vedere il mare

Dettagli

Cerchi d acqua e policromie cristalline

Cerchi d acqua e policromie cristalline Cerchi d acqua e policromie cristalline Entriamo nella casa del lago. Vanni scruta l ambiente da esperto. Apre le grandi finestre, lasciando entrare l aria fresca e pulita. Un odore d antico c investe.

Dettagli

Natale, primo pomeriggio

Natale, primo pomeriggio Natale, primo pomeriggio «Ha un nome, quell attrezzo?» «Sei sicuro che sia quello che vuoi sapere? Il nome di questo attrezzo?» «No. Per la verità era un pretesto. Voglio capire che cosa ci fa, lei, al

Dettagli

Il soldato si alza. Si abbottona i pantaloni, poi la giacca. Tira fuori un pacchetto di sigarette. Sigaretta? No grazie. Se ne accende una, piantato

Il soldato si alza. Si abbottona i pantaloni, poi la giacca. Tira fuori un pacchetto di sigarette. Sigaretta? No grazie. Se ne accende una, piantato Il soldato si alza. Si abbottona i pantaloni, poi la giacca. Tira fuori un pacchetto di sigarette. Sigaretta? No grazie. Se ne accende una, piantato lì in piedi a gambe larghe, in tutta la sua prestanza

Dettagli

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA La voce della luna Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA Poesie Con questo libro ci sarebbero tanti da ringraziare, ma mi limito solo a ringraziare tutti coloro che mi vogliono bene, e un ringraziamento speciale

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE

da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE Che strano sorriso vive per esserci e non per avere ragione in questa piazza chi confida e chi consola di colpo tacciono è giugno, in pieno sole, l abbraccio

Dettagli

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa,

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, POESIA DEI BAMBINI Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, una bambinetta tanto magra, e soddisfatta, senza una famiglia,

Dettagli

su di me sul filo d erba che ora lo vedo è prostrato sul ciglio della strada ed il verde di quel filo d erba si mescola con la polvere che ora non è

su di me sul filo d erba che ora lo vedo è prostrato sul ciglio della strada ed il verde di quel filo d erba si mescola con la polvere che ora non è malinconianuda sono qui nuda appesa al chiodo della mia malinconia di questa mia grande malinconia che è qui presente incolmabile immensa e mi tiene prigioniera il capo reclinato i capelli sciolti e biondi

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Gabriela Mesia Bolivar

Gabriela Mesia Bolivar Gabriela Mesia Bolivar Ho visto il cielo arancione e la forma del sole, che tramontava, e un albero che si nascondeva, tra l'oscurità, i gabbiani che se ne andavano, mentre la luce spariva e la notte veniva

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2010-2011. Spazio per l etichetta autoadesiva

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2010-2011. Spazio per l etichetta autoadesiva Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2010-2011 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Dark alice in wonderland

Dark alice in wonderland Dark alice in wonderland Laura D Agostino DARK ALICE IN WONDERLAND racconto Ad Elisa, Ciasky, Ary e al mio Bianconiglio Per aver sempre creduto in me TUTTE LE CANZONI FINISCONO MA E UN BUON MOTIVO PER

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio VIA CRUCIS Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio (1698-1782) T eco vorrei, Signore, Oggi portar la Croce, Nella tua doglia atroce Io ti vorrei seguir. Ma troppo infermo, e lasso Donami Tu coraggio,

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti:

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti: Cari bambini, l altro giorno ho sentito le vostre voci in cortile, quanto sono stato felice. Vorrei tanto che mi raccontaste dei vostri giochi, dei posti che conoscete e che andrete a conoscere, di quello

Dettagli

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay La storia di Quim...ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay Editorial Glosa, S.L. Avinguda de Francesc Cambò, 21 V Piano 08003 Barcellona Telefono: 932 684946 / 932

Dettagli