Esegesi e teologia biblica del Nuovo Testamento: Letteratura paolina A.A

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esegesi e teologia biblica del Nuovo Testamento: Letteratura paolina A.A"

Transcript

1 Esegesi e teologia biblica del Nuovo Testamento: Letteratura paolina A.A Indicazioni per il colloquio d esame Prof. don Michele Marcato Il colloquio d esame sarà suddiviso in due momenti: nel primo lo studente avrà la possibilità di presentare un saggio di esegesi su una pericope scelta tra quelle indicate di seguito (punto 1); nel secondo momento il colloquio verterà su questioni introduttive relative alla figura e al messaggio teologico di Paolo e dell epistolario paolino nonché su alcuni elementi essenziali riguardanti ciascuna (punto 2). Per quanto riguarda la presentazione del saggio di esegesi, pur seguendo la specifica impostazione del commentario di riferimento, si dovranno sempre evidenziare 1) i dati rilevanti relativi alle varianti testuali, 2) gli elementi essenziali per la delimitazione della pericope e per la composizione della stessa, 3) il ruolo argomentativo all interno dell intera lettera o, comunque, della parte di lettera presa in considerazione, 4) un paio di punti ritenuti più interessanti dell analisi esegetica e filologica particolareggiata, 5) per poi riassumere il contenuto fondamentale di tutto il testo considerato. 1. Pericopi tra le quali sceglierne una per l approfondimento personale Lettera ai Romani NB: della pericope scelta sarà necessario vedere accuratamente le note di critica testuale e le pagine relative allo sguardo d insieme. Il commento particolareggiato deve essere letto per esteso, anche se per l esposizione all esame sarà sufficiente (e necessario) scegliere su quali espressioni (due o tre al massimo) si pensa di concentrare la propria attenzione. Il commentario di riferimento dovrà essere R. PENNA, Lettera ai Romani I-III, SOC 6, EDB, Bologna (nelle indicazioni si fa riferimento alle pagine di questa prima edizione in tre volumi, ma esiste anche una nuova edizione in volume unico: R. PENNA, Lettera ai Romani, Introduzione, versione, commento, SOC 6, EDB, Bologna 2010). Rm 1,1-7 (cf. R. PENNA, Lettera ai Romani I, ) Rm 3,1-8 (cf. R. PENNA, Lettera ai Romani I, ) Rm 3,21-26 (con introduzione a tutta la sezione 3,21 5,21; cf. R. PENNA, Lettera ai Romani I, ) Rm 5,1-11 (cf. R. PENNA, Lettera ai Romani I, ) Rm 6,1-14 (cf. R. PENNA, Lettera ai Romani II, 13-49) Rm 8,1-17 (cf. R. PENNA, Lettera ai Romani II, ) Rm 12,1-8 (cf. R. PENNA, Lettera ai Romani III, 37-54) Rm 15,1-6 (cf. R. PENNA, Lettera ai Romani III, ) Prima lettera ai Corinzi NB: della pericope scelta sarà necessario vedere accuratamente quella che l autore chiama articolazione letteraria (gli approfondimenti relativi al contesto storico possono essere semplicemente letti). Il commento (Analisi) più specifico deve essere studiato per esteso, anche se per l esposizione all esame sarà sufficiente (e necessario) scegliere su quali espressioni (due o tre al massimo) si pensa di concentrare la propria attenzione. Il commentario di riferimento sarà G. BARBAGLIO, La prima lettera ai Corinzi, SOC 16, EDB, Bologna Cor 1,18-25 (nel contesto di 1,17 2,5; cf. G. BARBAGLIO, La prima lettera ai Corinzi, ) 1Cor 7,1-16 (nel contesto di tutto il cap. 7; cf. G. BARBAGLIO, La prima lettera ai Corinzi, ) 1

2 1Cor 15,1-11 (nel contesto di tutto il cap. 15; cf. G. BARBAGLIO, La prima lettera ai Corinzi, ) Seconda lettera ai Corinzi NB: vedere lo specifico contesto letterario nel quale è inserita la pericope. L analisi esegetica deve essere studiata per esteso, alla luce della breve sezione introduttiva ad ogni pericope, anche se per l esposizione all esame sarà sufficiente (e necessario) scegliere su quali espressioni (due o tre al massimo) si pensa di concentrare la propria attenzione. Si segua il commentario di A. PITTA, La seconda lettera ai Corinzi, Commenti biblici, Borla, Roma Cor 3,4-11 (nel contesto di 2,14 4,6; cf. A. PITTA, ) 2Cor 12,1-10 (nel contesto di 2Cor 11,1 12,18; cf. A. PITTA, ) Lettera ai Galati Cf. A. PITTA, Lettera ai Galati, SOC 9, EDB, Bologna Gal 4,21 5,1 ( Il midrash delle due disposizioni, cf. A. PITTA, Lettera ai Galati, ) Gal 5,16-26 ( L aretalogia paolina, cf. PITTA, Lettera ai Galati, ) Lettera agli Efesini Cf. R. PENNA, Lettera agli Efesini, SOC 10, EDB, Bologna Ef 1,3-14 (L euloghia nel corpo epistolare; cf. R. PENNA, Lettera agli Efesini, ) Ef 4,1-16 (Unità e diversità dei battezzati; cf. R. PENNA, Lettera agli Efesini, ) Lettera ai Filippesi Cf. A. PITTA, Lettera ai Filippesi, I Libri Biblici. Nuovo Testamento 11, Paoline, Milano Fil 2,5-11 (nel contesto di 2,1 3,1a; cf. A. PITTA, ) Fil 4,2-9 (nel contesto di 4,2-23; cf. A. PITTA, ) Lettera ai Colossesi Cf. J.-N ALETTI, Lettera ai Colossesi, SOC 12, EDB, Bologna Col 1,15-20 (L espansione cristologica; cf. J.-N ALETTI, ) Prima lettera ai Tessalonicesi Cf. P. IOVINO, La Prima Lettera ai Tessalonicesi, SOC 13, EDB, Bologna Ts 1,2-10 (cf. P. IOVINO, La Prima Lettera ai Tessalonicesi, ) 1Ts 4,13-18 (cf. P. IOVINO, La Prima Lettera ai Tessalonicesi, ) Lettera agli Ebrei CF. C. MARCHESELLI-CASALE, Lettera agli Ebrei, I libri biblici. NT 16, Paoline, Milano Eb 1,1-4 (cf. C. MARCHESELLI-CASALE, Lettera agli Ebrei, ) Eb 3,1-6 (entro Eb 3,1 5,10, cf. C. MARCHESELLI-CASALE, Lettera agli Ebrei, ) Eb 8,1-13 (cf. C. MARCHESELLI-CASALE, Lettera agli Ebrei, ) Eb 10,19-25 (cf. C. MARCHESELLI-CASALE, Lettera agli Ebrei, ) 2. Punti fondamentali da approfondire in vista del colloquio d esame 1. Questioni introduttive. - Come si è formato il corpus paolino? (cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, 39-43). - La trasmissione testuale e la composizione tipica delle lettere paoline (cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, 43-44; 51-52). 2. Paolo e la sua scuola. - Le 7 lettere indiscusse (Rm, 1-2Cor, Gal, Fil, 1Ts, Flm); le lettere della prigionia e le lettere pastorali: approccio storico-critico, pseudepigrafia e questione della canonicità. L essenziale si 2

3 trova in A. SACCHI, ed., Lettere paoline, 48-50; altri approfondimenti si possono reperire in S. ROMANELLO, Lettera agli Efesini, I Libri Biblici. Nuovo Testamento 10, Milano 2003, Fonti per ricostruire la vita di Paolo. - Fonti canoniche cristiane (lettere e Atti degli Apostoli), fonti apocrife cristiane, fonti profane (cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, 61-63). - La cronologia paolina: i documenti della cronologia relativa (il proconsole Gallione, l Imperatore Claudio, il Re Areta, Antonio Felice e Porcio Festo a Cesarea) e i riferimenti per la cronologia ricostruibile entro l epistolario paolino (la colletta per i poveri di Gerusalemme); quadro sintetico della cronologia paolina (cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, 63-68). 4. Dove nasce il pensiero di Paolo? - L antica fede cristiana, la tradizione biblico-giudaica e l influsso ellenistico (cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, 69-78). 5. La Prima Lettera ai Tessalonicesi. all interno del corpo epistolare); dati sintetici sulla comunità cristiana destinataria (soprattutto da Atti degli Apostoli) e sull ambiente storico e culturale di riferimento (ricostruzione storica). Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, La Seconda Lettera ai Tessalonicesi. di composizione: nell ipotesi che sia proprio di Paolo e nell ipotesi che sia di scuola paolina). Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, La Prima Lettera ai Corinzi. (soprattutto da Atti degli Apostoli) e sull ambiente storico e culturale di riferimento (ricostruzione storica). Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, La Seconda Lettera ai Corinzi. - Qualità della trasmissione testuale, suddivisione dei contenuti principali e composizione (ipotesi che si tratti di più lettere unite forse dallo stesso Paolo). (soprattutto da Atti degli Apostoli) e sull ambiente storico e culturale di riferimento (ricostruzione storica). Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline,

4 8. La Lettera ai Galati. - Qualità della trasmissione testuale, suddivisione dei contenuti principali. - Identificazione dei destinatari (quale Galazia?) e delle motivazioni che hanno provocato la scrittura della lettera (a partire dall attenta lettura di prescritto e post-scritto epistolare, con eventuali altri passaggi all interno del corpo epistolare); dati sintetici sulla comunità cristiana destinataria della lettera (soprattutto da Atti degli Apostoli) e sull ambiente storico e culturale di riferimento (ricostruzione storica). Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, La Lettera ai Filippesi. - Qualità della trasmissione testuale e suddivisione dei contenuti principali. (soprattutto da Atti degli Apostoli) e sull ambiente storico e culturale di riferimento. Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, La Lettera a Filemone. 11. La Lettera ai Romani. - Lettura per esteso di tutto il testo, con l aiuto dello schema sulla composizione presentato in classe. - Recupero dei dati relativi al mittente (con il luogo e la data presunta e paoline, La Lettera agli Efesini. - Sguardo complessivo sui contenuti essenziali della lettera. - Recupero dei dati relativi al mittente (con il luogo e la data presunta di composizione: nell ipotesi che sia proprio di Paolo e nell ipotesi che sia di scuola paolina). - Dati sintetici sulla comunità cristiana destinataria della lettera (soprattutto da Atti degli Apostoli) e paoline, La Lettera ai Colossesi. - Sguardo complessivo sui contenuti essenziali della lettera. di composizione: nell ipotesi che sia proprio di Paolo e nell ipotesi che sia di scuola paolina). - Dati sintetici sulla comunità cristiana destinataria della lettera (soprattutto da Atti degli Apostoli) e paoline, Le Lettere Pastorali. - Trasmissione testuale ed accoglienza nel canone cristiano. - Recupero dei dati relativi al mittente, indicando anche il luogo e la data presunta di composizione: 4

5 a) nell ipotesi che si possa parlare di una seconda carriera di Paolo, ricostruendo il viaggio che avrebbe effettuato dopo la prigionia romana raccontata da Atti degli Apostoli; b) nell ipotesi che si tratti di scritti di scuola paolina. - Elementi essenziali sui destinatari (Tito e Timoteo, con le relative comunità cristiane) e sulle motivazioni che hanno provocato la scrittura delle lettere (a partire dall attenta lettura di prescritto e post-scritto epistolare). Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, La Lettera agli Ebrei. - Sguardo complessivo sui contenuti. - Ipotesi sull autore dello scritto (o sull ambiente di origine) e data presunta di composizione. - Ricostruzione dei destinatari e delle motivazioni che hanno provocato la scrittura della lettera. Cf. A. SACCHI, ed., Lettere paoline, Le Lettere Cattoliche. - La Lettera di Giacomo, le Lettere di Pietro e quella di Giuda. - Il motivo del nome cattoliche e alcune sintetiche osservazioni sui mittenti. - Trasmissione testuale ed accoglienza nel canone cristiano. 17. Linee essenziali per una teologia paolina - Le diverse possibilità: approccio epistolare, ricerca di un centro, enucleazione di alcuni temi principali, approccio canonico. - Considerazione dei temi centrali della teologia paolina: 1. Centralità della figura di Gesù e dell evento pasquale; 2. Giustizia di Dio e giustificazione per fede; 3. La Chiesa; 4. La morale paoliina, alla luce di un attenta considerazione del messaggio complessivo della Lettera ai Romani. 5

LE LETTERE DI SAN PAOLO

LE LETTERE DI SAN PAOLO LE LETTERE DI SAN PAOLO Anno della fede Incontri biblici, 2012-2013 INTRODUZIONE Le lettere di san Paolo nel canone cattolico INTRODUZIONE Le lettere di san Paolo nel canone cattolico 1. Lettera ai Romani

Dettagli

Indice. 1. Motivi e importanza della questione retrospettiva Le più antiche raccolte ed esposizioni complessive La Fonte dei discorsi 27

Indice. 1. Motivi e importanza della questione retrospettiva Le più antiche raccolte ed esposizioni complessive La Fonte dei discorsi 27 Prefazione........................................ 5 1. Il nuovo inizio postpasquale...................... 9 1. Le più antiche formule di fede e di professione di fede 9 1.1. La formula della risurrezione

Dettagli

SACRA SCRITTURA. I. - INTRODUZIONE AI VANGELI Cairoli don Marco

SACRA SCRITTURA. I. - INTRODUZIONE AI VANGELI Cairoli don Marco SACRA SCRITTURA Nei corsi si presenta in prospettiva sintetica ed introduttoria la letteratura neotestamentaria. L intento di fondo è favorire l ingresso graduale degli studenti nell orizzonte storico-culturale,

Dettagli

FACOLTA DI TEOLOGIA DIPARTIMENTO DI TEOLOGIA BIBLICA ESAME DI SINTESI PROGRAMMA B

FACOLTA DI TEOLOGIA DIPARTIMENTO DI TEOLOGIA BIBLICA ESAME DI SINTESI PROGRAMMA B FACOLTA DI TEOLOGIA DIPARTIMENTO DI TEOLOGIA BIBLICA 2015-16 ESAME DI SINTESI PROGRAMMA B Febbraio 2015 2 SCOPO E MODALITÀ Scopo dell esame di sintesi è l acquisizione di una visione organica e critica

Dettagli

CONSIGLI BIBLIOGRAFICI SU PAOLO DI TARSO

CONSIGLI BIBLIOGRAFICI SU PAOLO DI TARSO CONSIGLI BIBLIOGRAFICI SU PAOLO DI TARSO Prof. Franco Manzi 1. BIOGRAFIA DI PAOLO - BARBAGLIO, G., Paolo di Tarso e le origini cristiane, Cittadella, Assisi 2 1989. [**] - BECKER J., Paolo, L'apostolo

Dettagli

I ANNO. Antico Testamento. Scopi. Materie fondamentali

I ANNO. Antico Testamento. Scopi. Materie fondamentali IL PIANO DI STUDI I ANNO TEOLOGIA ESEGETICA Antico Testamento 1. Promuovere la conoscenza di questa parte del Canone biblico 2. Studiare la storia biblica d'israele e la funzione del profetismo veterotestamentario

Dettagli

PASTORALE FAMILIARE ANIMATORI FILIPPO E GRAZIELLA ANFUSO

PASTORALE FAMILIARE ANIMATORI FILIPPO E GRAZIELLA ANFUSO PASTORALE FAMILIARE ANIMATORI FILIPPO E GRAZIELLA ANFUSO Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori - Catania www.parrocchiadellaguardia.it N U O V O GUIDA ALLA STRUTTURA DELLA BIBBIA LETTERE

Dettagli

TEOLOGIA MORALE FAMILIARE a.a. 2016/2017. corso semestrale di 3 ects/cfu prof. p. Fabrizio Zorzan

TEOLOGIA MORALE FAMILIARE a.a. 2016/2017. corso semestrale di 3 ects/cfu prof. p. Fabrizio Zorzan TEOLOGIA MORALE FAMILIARE a.a. 2016/2017 corso semestrale di 3 ects/cfu prof. p. Fabrizio Zorzan Il corso vuole essere una presentazione dei temi inerenti la vita coniugale e sessuale alla luce della riflessione

Dettagli

ANTICO TESTAMENTO CRISTIANO

ANTICO TESTAMENTO CRISTIANO ANTICO TESTAMENTO CRISTIANO È il modo con cui, a partire dal II secolo, sono state definite le Scritture ebraiche, viste come un anticipazione profetica della venuta di Cristo. Il termine Antico Testamento

Dettagli

Facoltà Valdese di Teologia Formazione biblica e teologica Certificati ~ Percorso uditori

Facoltà Valdese di Teologia Formazione biblica e teologica Certificati ~ Percorso uditori Facoltà Valdese di Teologia Formazione biblica e teologica Certificati ~ Percorso uditori I corsi di Certificato permettono una fruizione molto diversificata dell'offerta formativa della Facoltà. Rispetto

Dettagli

Come scriviamo una lettera?

Come scriviamo una lettera? Parrocchia Natività di Maria Santissima CUPELLO Anno pastorale 2011-20122012 Catechesi agli adulti Come scriviamo una lettera? + Luogo e data Cupello, 12 dicembre 2011 + Nome e indirizzo del destinatario

Dettagli

Un calendario per leggere tutta la Bibbia in un anno (365 giorni)

Un calendario per leggere tutta la Bibbia in un anno (365 giorni) Un calendario per leggere tutta la Bibbia in un anno (365 giorni) Quanto sono dolci al mio palato le tue parole: più del miele per la mia bocca (Sal 119,103). PRESENTAZIONE Questo è un calendario preparato

Dettagli

PROGRAMMA PRIMO CICLO - BACCELLIERATO AMMISSIONE PIANO DI STUDIO

PROGRAMMA PRIMO CICLO - BACCELLIERATO AMMISSIONE PIANO DI STUDIO PROGRAMMA 2010-11 PRIMO CICLO - BACCELLIERATO Al primo ciclo sono ammessi coloro che: AMMISSIONE possono iscriversi all università nel Paese di provenienza; hanno frequentato un biennio filosofico di livello

Dettagli

PROGRAMMA DI RELIGIONE. Classe II A

PROGRAMMA DI RELIGIONE. Classe II A Classe II A Analisi semantica di terminologie bibliche (Religione Religiosità Esperienz a religiosa Sacro - Profano) Conoscenza analitica del libro dell'esodo Il Profetismo biblico Le fasi della Rivelazione

Dettagli

Il Pensiero teologico di Paolo

Il Pensiero teologico di Paolo Il Pensiero teologico di Paolo Bibliografia G.BARBAGLIO, Il pensare dell apostolo Paolo, Bologna, EDB, 2004 ID., La teologia di Paolo, abbozzi in forma epistolare, Bologna, EDB, 2001 J.D.G. DUNN, La teologia

Dettagli

Bibliografia Generale

Bibliografia Generale Studio Teologico Interdiocesano Mons. Enrico Bartoletti (Camaiore) Anno Accademico 2010/2011 Collegato con la Facoltà Teologica dell'italia Centrale Svolgimento del corso: Corpus Paulinum e Lettere Cattoliche

Dettagli

1. L esistenza del magistero della Chiesa Le radici del ministero apostolico La Scrittura...131

1. L esistenza del magistero della Chiesa Le radici del ministero apostolico La Scrittura...131 Fondamenti del dogma Indice Pr e f a z i o n e d e l l a u t o r e... 5 Ab b r e v i a z i o n i... 7 No t a d e l c u r a t o r e... 9 In t r o d u z i o n e a l l o p e r a t e o l o g i c a d e l Ca

Dettagli

Facoltà di Teologia II CICLO TEOLOGIA BIBLICA ESAME DI SINTESI PROGRAMMA A. Roma, ottobre 2014

Facoltà di Teologia II CICLO TEOLOGIA BIBLICA ESAME DI SINTESI PROGRAMMA A. Roma, ottobre 2014 Facoltà di Teologia II CICLO TEOLOGIA BIBLICA 2015-2016 ESAME DI SINTESI PROGRAMMA A Roma, ottobre 2014 di titoli e, per ogni testo biblico, solo due o tre fra i migliori commentari e due o tre articoli.

Dettagli

1 mese Piano giornaliero di lettura della Bibbia

1 mese Piano giornaliero di lettura della Bibbia 1 mese Piano giornaliero di lettura della Bibbia Quello seguente rappresenta il piano di lettura per il mese di Gennaio. 1 Genesi 1-3 2 Corinzi 1 2 Genesi 4-7 2 Corinzi 2 3 Genesi 8-11 2 Corinzi 3 4 Giobbe

Dettagli

La lettera ellenistica

La lettera ellenistica Le lettere del N.T. L AT contiene qualche lettera (Ger 29,1-29; Baruc 6; 2Mac 1,1-9; 1,10-2,18 ecc.) ma nessun libro dell AT ha forma di lettera. Nel NT le lettere sono invece 21 su 27 documenti: la forma

Dettagli

IL VANGELO DI GESÙ CRISTO QUERINIANA

IL VANGELO DI GESÙ CRISTO QUERINIANA Walter Kasper IL VANGELO DI GESÙ CRISTO QUERINIANA INDICE GENERALE Prefazione.... 5 INTRODUZIONE ALLA FEDE Introduzione.... 9 1. La situazione della fede... 12 1. Crisi o kairós della fede 12 2. I fondamenti

Dettagli

Un calendario per leggere tutta la Bibbia in un anno

Un calendario per leggere tutta la Bibbia in un anno Un calendario per leggere tutta la Bibbia in un anno Presentiamo, per gentile concessione dell'autore, un calendario preparato da p.pierbattista Pizzaballa, francescano, parroco della comunità cattolica

Dettagli

Liceo Scientifico Statale B.Touschek

Liceo Scientifico Statale B.Touschek Liceo Scientifico Statale B.Touschek PROGRAMMA SVOLTO DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 1 Sez H DOCENTE: VIVIANA BARBERI Definizione della parola Religione. I vari tipi di religione.

Dettagli

A. MARTIN - C. BROCCARDO - M. GIROLAMI,

A. MARTIN - C. BROCCARDO - M. GIROLAMI, 1. Introduzioni Come introduzioni alle lettere di Paolo sono da segnalare due ottimi strumenti della nuova collana Graphé e un libro di J.D.G. Dunn apparso in inglese nel 2011, frutto di diverse conferenze

Dettagli

Data Lettura Preghiera

Data Lettura Preghiera Questo è un piano annuale per la lettura della Bibbia, che vi aiuterà nel vostro cammino quotidiano con Dio. Il vostro impegno giornaliero si dividerà in due parti: una lettura di carattere generale e

Dettagli

Calendario per leggere tutta la Bibbia in due anni (tranne i salmi)

Calendario per leggere tutta la Bibbia in due anni (tranne i salmi) Gennaio 1 Genesi 1-2 Vangelo di Matteo 1 2 Genesi 3-5 Vangelo di Matteo 2 3 Genesi 6-8 Vangelo di Matteo 3 4 Genesi 9-11 Vangelo di Matteo 4 5 Genesi 12-14 Vangelo di Matteo 5,1-26 6 Genesi 15-17 Vangelo

Dettagli

TITOLI UNIFORMI DELLA BIBBIA

TITOLI UNIFORMI DELLA BIBBIA TITOLI UNIFORMI DELLA BIBBIA INTERVENTI DI RIORDINO EFFETTUATI...2 RACCOMANDAZIONI...3 SPECCHIETTO RIASSUNTIVO DEI T.U. DELLA BIBBIA...5 Redazione di Giuliana Bassi Versione 1.0 del 12/09/2011 1 INTERVENTI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez.

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

LETTERE DI PAOLO E ALTRE LETTERE DEL NUOVO TESTAMENTO

LETTERE DI PAOLO E ALTRE LETTERE DEL NUOVO TESTAMENTO I. S. S. R. L E O N E T O N D E L L I DI REGGIO EMILIA-GUASTALLA ANNO ACCADEMICO 2014-2015 Filippo Manini LETTERE DI PAOLO E ALTRE LETTERE DEL NUOVO TESTAMENTO AD USO DEGLI STUDENTI Reggio, novembre 2014

Dettagli

Laurea triennale in Scienze Religiose

Laurea triennale in Scienze Religiose Laurea triennale in Scienze Religiose Il titolo accademico di laurea triennale in Scienze Religiose è propedeutico a successivi titoli di laurea magistrale (per il titolo magistrale è attivo l' indirizzo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 CLASSE II A B C D II L Classico A

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 CLASSE II A B C D II L Classico A LICEO A. VOLTA SEZ. SCIENTIFICA E CLASSICA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 CLASSE II A B C D II L Classico A FINALITA L IRC, favorendo lo sviluppo della

Dettagli

LE LETTERE DEL NUOVO TESTAMENTO

LE LETTERE DEL NUOVO TESTAMENTO LE LETTERE DEL NUOVO TESTAMENTO Ouverture Sul totale dei ventisette scritti del NT, ventuno portano il nome di lettere. Questo fatto è tanto più sorprendente se si pensa che nessuno dei quarantasei libri

Dettagli

UN ANNO CON PAOLO DI TARSO SCHEDE PER L IRC di Cesare Bissoli Università Salesiana - Roma

UN ANNO CON PAOLO DI TARSO SCHEDE PER L IRC di Cesare Bissoli Università Salesiana - Roma Corso Nazionale di aggiornamento L insegnamento della religione cattolica nel percorso di revisione delle Indicazioni: la relazione docente-studente MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

LA BIBBIA: BREVE INTRODUZIONE A COLORI

LA BIBBIA: BREVE INTRODUZIONE A COLORI LA BIBBIA: BREVE INTRODUZIONE A COLORI Cos è la Bibbia? La Bibbia è il libro sacro della tradizione ebraico-cristiana, il punto di riferimento ieri come oggi di milioni di credenti che la considerano Parola

Dettagli

www.studibiblici.eu Giuseppe Guarino Introduzione alla lettura della Bibbia Appendice IV Cronologia delle epistole dell'apostolo Paolo

www.studibiblici.eu Giuseppe Guarino Introduzione alla lettura della Bibbia Appendice IV Cronologia delle epistole dell'apostolo Paolo Giuseppe Guarino Introduzione alla lettura della Bibbia Appendice IV Cronologia delle epistole dell'apostolo Paolo Indice Introduzione Gli eventi principali della vita di Paolo - schema La cronologia delle

Dettagli

INDICE. L'lNTERESSE PER IL CONTESTO STORICO DELLA LETTERA AI ROMANI DA ORIGENE AI NOSTRI GIORNI 15

INDICE. L'lNTERESSE PER IL CONTESTO STORICO DELLA LETTERA AI ROMANI DA ORIGENE AI NOSTRI GIORNI 15 INDICE Abbreviazioni e sigle Introduzione di Vincenzo Scippa L'ATTUALITÄ DELLA LETTERA AI ROMANI Romano Penna L'lNTERESSE PER IL CONTESTO STORICO DELLA LETTERA AI ROMANI DA ORIGENE AI NOSTRI GIORNI 15

Dettagli

METODO DI CATALOGAZIONE (Dewey modificato)

METODO DI CATALOGAZIONE (Dewey modificato) METODO DI CATALOGAZIONE (Dewey modificato) 220 220.1 220.2 220.3 220.4 221 221.1 221.2 221.3 221.4 222 223 224 225 225.1 225.2 225.3 225.4 226 227 228 229 Bibbia: testo Bibbia: introduzione Bibbia: dizionari

Dettagli

RELIGIONE MODULI OPERATIVI:

RELIGIONE MODULI OPERATIVI: RELIGIONE INDICATORE DISCIPLINARE Avviare alla conoscenza della realtà religiosa del territorio ed degli elementi essenziali del linguaggio religioso per costruire un sapere che evidenzi la dimensione

Dettagli

Atti degli apostoli. Sulla base di Atti1:8 e voi mi sarete testimoni Fondazione in Gerusalemme Transizione in Giudea e Samaria

Atti degli apostoli. Sulla base di Atti1:8 e voi mi sarete testimoni Fondazione in Gerusalemme Transizione in Giudea e Samaria Conoscere la Bibbia Atti degli apostoli Sulla base di Atti1:8 e voi mi sarete testimoni Fondazione in Gerusalemme Transizione in Giudea e Samaria Fin qui l apostolo Pietro Da qui l apostolo Paolo Missione

Dettagli

Facoltà di Teologia I CICLO. TESARIO ANNO II 1 semestre

Facoltà di Teologia I CICLO. TESARIO ANNO II 1 semestre Facoltà di Teologia I CICLO TESARIO ANNO II 1 semestre 2016 2017 Roma, dicembre 2016 Anno II: La Chiesa, sacramento di Cristo TP1010 Liturgia 3 TP1012 Corpo Paolino 5 TP1013 Ecclesiologia 7 TP1015 Sacramenti

Dettagli

Programma per la lettura quotidiana della Bibbia

Programma per la lettura quotidiana della Bibbia Programma per la lettura quotidiana della Bibbia Con il seguente programma saremo in grado di leggere l intera Bibbia in un solo anno in modo semplice e piacevole. Esso è stato studiato per ripartire la

Dettagli

Biblia Hebraica Stuttgartensia, Stoccarda 1977 (e ristampe).

Biblia Hebraica Stuttgartensia, Stoccarda 1977 (e ristampe). EBRAICO I, Marinella Casadei Il corso di ebraico I ha come obiettivi il saper leggere un testo della Bibbia ebraica ad alta voce, l acquisire un vocabolario fondamentale, il riconoscere e saper interpretare

Dettagli

ISTITUTO TEOLOGICO INTERDIOCESANO DI BASILICATA. I L Antropologia teologica: storia e questioni epistemologiche

ISTITUTO TEOLOGICO INTERDIOCESANO DI BASILICATA. I L Antropologia teologica: storia e questioni epistemologiche ISTITUTO TEOLOGICO INTERDIOCESANO DI BASILICATA ANTROPOLOGIA TEOLOGICA ED ESCATOLOGIA docente: Sac. Gianluca Bellusci PROGRAMMA I PARTE I L Antropologia teologica: storia e questioni epistemologiche 1.1:

Dettagli

Introduzione al Nuovo Testamento ed ai Vangeli Sinottici

Introduzione al Nuovo Testamento ed ai Vangeli Sinottici Introduzione al Nuovo Testamento ed ai Vangeli Sinottici Programma Introduzione generale al Nuovo Testamento Introduzione ai Vangeli Sinottici Presentazione dei Vangeli di Marco, Matteo e Luca Studio esegetico

Dettagli

TEOLOGIA FONDAMENTALE. FENOMENOLOGIA DELL EVENTO FONDATORE Antonelli don Mario Castiglioni don Luca

TEOLOGIA FONDAMENTALE. FENOMENOLOGIA DELL EVENTO FONDATORE Antonelli don Mario Castiglioni don Luca tesario dei singoli corsi TEOLOGIA FONDAMENTALE FENOMENOLOGIA DELL EVENTO FONDATORE Antonelli don Mario Castiglioni don Luca Introduzione storica 1. Il disegno dell apologetica 1.1 Sguardo complessivo

Dettagli

Esempio di canone per primo la Genesi, poi l Esodo, poi il Levitico, e dopo questo i Numeri e quindi il Deuteronomio, di seguito a questi c è Giosuè,

Esempio di canone per primo la Genesi, poi l Esodo, poi il Levitico, e dopo questo i Numeri e quindi il Deuteronomio, di seguito a questi c è Giosuè, Canone e apocrifi Contenuto del canone e varietà dei canoni Esempio di canone antico: Atanasio (367): Ci sono dunque in tutto ventidue libri dell Antico Testamento tante, infatti, come ho sentito dire,

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE LETTERE DI PAOLO

INTRODUZIONE ALLE LETTERE DI PAOLO Claudio Doglio INTRODUZIONE ALLE LETTERE DI PAOLO 1. L APOSTOLO PAOLO San Paolo è la personalità meglio conosciuta di tutto il Nuovo Testamento: sono innanzi tutto i suoi scritti che ce lo presentano direttamente,

Dettagli

CORSI BASE DI FORMAZIONE BIBLICO-TEOLOGICA

CORSI BASE DI FORMAZIONE BIBLICO-TEOLOGICA CORSI BASE DI FORMAZIONE BIBLICO-TEOLOGICA Accanto al corso triennale di Laurea in Scienze Bibliche e Teologiche, la Facoltà Valdese di Teologia offre l'opportunità di corsi brevi che rappresentano una

Dettagli

Liceo G. Galilei Trento

Liceo G. Galilei Trento Liceo G. Galilei Trento PIANI DI STUDIO IRC - INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA - Unità orarie settimanali 1^biennio 2^biennio 5^anno Classi 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Indirizzo Doppia lingua 1 1 1 1 1 Indirizzo

Dettagli

III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO

III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO 2016/17 CLASSI PRIME Percepire la dimensione del sé, dell altro e della condivisione nello stare insieme Scoprire

Dettagli

14, , , ,29 121; , , , , , , , , ,22 148; 149.

14, , , ,29 121; , , , , , , , , ,22 148; 149. Libri biblici Antico Testamento Genesi 1,2 115 1,6-7 273 1,6-8 115 1,8 109 1,10 110 1,26 88; 329 1,26-27 113 2,7 329 2,8 86 2,8ss 87 3,15 157 3,20 281; 293 3,21 118 4,7 314 4,11 273 5 158 9,5 122 9,13-17

Dettagli

ISSR di Crema Cremona Lodi Esame di Laurea comprensivo del I Triennio

ISSR di Crema Cremona Lodi Esame di Laurea comprensivo del I Triennio ISSR di Crema Cremona Lodi Esame di Laurea comprensivo del I Triennio In vista del prossimo esame di laurea triennale, porto alla conoscenza di tutti alcune note normative e qualche indicazione pratica.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE MARIE CURIE. Programma di Religione Cattolica svolto dal docente Giannuzzi Tommaso. Classe I sez. E

LICEO SCIENTIFICO STATALE MARIE CURIE. Programma di Religione Cattolica svolto dal docente Giannuzzi Tommaso. Classe I sez. E Classe I sez. E Classe I sez. F Classe I sez. G Classe II sez. F Presentazione della classe; Il fenomeno religioso; La risposta religiosa: in ricerca di Dio; Introduzione alle religioni del mondo; Introduzione

Dettagli

NOTES Appunti Adunanze

NOTES Appunti Adunanze NOTES Appunti Adunanze Nome e Cognome: Congregazione: SCUOLA DI MINISTERO TEOCRATICO Qual era la lettura biblica settimanale? Prepara un commento su un punto della lettura che ti è piaciuto? Quale punto

Dettagli

A15 Scienze teologico religiose

A15 Scienze teologico religiose A15 Scienze teologico religiose Francesco Arduini Stefano Pizzorni La Bibbia prima del dogma La Traduzione del Nuovo Mondo come paradigma dell ermeneutica biblica Prefazione di Edgar Foster Copyright

Dettagli

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA (Via Cisa n. 5-1^ traversa Sarzana) Domenica 18 settembre 2011 LITURGIA. del.

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA (Via Cisa n. 5-1^ traversa Sarzana) Domenica 18 settembre 2011 LITURGIA. del. CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA (Via Cisa n. 5-1^ traversa Sarzana) Domenica 18 settembre 2011 LITURGIA del culto battesimale Benedizione finale e AMEN cantato Attività della chiesa a martedì alterni

Dettagli

Penitenza e unzione dei malati

Penitenza e unzione dei malati Angelo Maffeis Penitenza e unzione dei malati Queriniana Indice generale Introduzione.... 5 parte prima Penitenza 1. Il sacramento della penitenza tra passato e presente... 11 1. La confessione nella chiesa

Dettagli

Corsi di Evangelizzazione

Corsi di Evangelizzazione Corsi di Evangelizzazione A. PRIMO LIVELLO: TRE TAPPE CON 21 CORSI a. TAPPA FONDAMENTALE: VITA CRISTIANA Si stabilizzano i fondamenti della vita cristiana, così come l abilità per essere testimoni della

Dettagli

Lettera agli Ebrei. Ciclo di conferenze tenute al Centro culturale S. Fedele di Milano. Conversazioni bibliche. Gianfranco Ravasi

Lettera agli Ebrei. Ciclo di conferenze tenute al Centro culturale S. Fedele di Milano. Conversazioni bibliche. Gianfranco Ravasi Conversazioni bibliche Gianfranco Ravasi Gianfranco Ravasi Il libro della Genesi/1-2 Deuteronomio e Levitico Rut, Giuditta, Ester I libri di Samuele I libri dei Re Proverbi e Siracide Il libro del Qohelet

Dettagli

AUTORITA ISPIRAZIONE CANONE

AUTORITA ISPIRAZIONE CANONE BIBLIOLOGIA AUTORITA ISPIRAZIONE CANONE TUTTA 2timoteo 3:16-17 LA SCRITTURA E ISPIRATA DA DIO E UTILE A: FEDE OPERE INSEGNARE RIPRENDERE CORREGGERE EDUCARE ALLA GIUSTIZIA AFFINCHE - CIO CHE E VERO - CIO

Dettagli

Indice. Prefazione 9 Introduzione Chi ha bisogno del Gesù storico? 13

Indice. Prefazione 9 Introduzione Chi ha bisogno del Gesù storico? 13 Indice Prefazione 9 Introduzione Chi ha bisogno del Gesù storico? 13 Il Gesù storico 15 La prima ricerca 16 La teologia senza il Gesù storico 18 Perché il Gesù storico? 21 La ricerca di Dio 23 1. Il Gesù

Dettagli

2. LA DEFINIZIONE DEL PROBLEMA

2. LA DEFINIZIONE DEL PROBLEMA 2. LA DEFINIZIONE DEL PROBLEMA Lo scopo di questo capitolo che precede la tripartizione dell intero Corso è quello di formulare i termini del problema esegetico relativi all epistolario paolino. Ogni Corso

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Traguardi delle competenze L alunno: Riconosce che la Bibbia

Dettagli

INDICE. Prefazione. digitalisiert durch IDS Basel/Bern, im Auftrag der Schweizerischen Nationalbibliothek

INDICE. Prefazione. digitalisiert durch IDS Basel/Bern, im Auftrag der Schweizerischen Nationalbibliothek INDICE Prefazione Prologo AVERE UN CUORE CHE ASCOLTA Sulla della teologia di Benedetto XVI.... 9 Amicizia con il Dio vivente 9 2. Essere a servizio di un 3. Chiesa profeticamente mariana 13 Capitolo Primo

Dettagli

Per me vivere. è Cristo. (Fil. 1,21) La centralità del Signore Gesù nella vita del catechista

Per me vivere. è Cristo. (Fil. 1,21) La centralità del Signore Gesù nella vita del catechista Per me vivere è Cristo (Fil. 1,21) La centralità del Signore Gesù nella vita del catechista 1. Paolo un appassionato di Cristo L apostolo Paolo non conosce mezze misure: dal disprezzo per Cristo > all

Dettagli

Ambrogio Spreafico MARCO IL PRIMO VANGELO. seconda edizione URBANIANA UNIVERSITY PRESS

Ambrogio Spreafico MARCO IL PRIMO VANGELO. seconda edizione URBANIANA UNIVERSITY PRESS Ambrogio Spreafico MARCO IL PRIMO VANGELO seconda edizione URBANIANA UNIVERSITY PRESS Ambrogio Spreafico Marco. Il primo Vangelo Spiritualita n. 7 Seconda edizione ISBN 978-88-401-9004-4 2010 Urbaniana

Dettagli

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ OBIETTIVI FORMATIVI Osservare e scoprire nel mondo i segni di una presenza divina. Riconoscere l importanza delle ricorrenze religiose nella vita degli

Dettagli

CONCORDANZA DELLA SACRA SCRITTURA

CONCORDANZA DELLA SACRA SCRITTURA CONCORDANZA DELLA SACRA SCRITTURA COMPILATA SULLA VERSIONE RIVEDUTA VOLUME PRIMO A-L A CURA DI ILLUMINATO BUTINDARO ROMA 2000 BUTINDARO Illuminato Piazza G. Segantini, n. 7 A/4 00125 ROMA Tel. 0652351677

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE PER GRUPPI DIDATTICI MATERIA: I.R.C. CLASSI PRIME Riconoscere l importanza delle domande di senso per ogni uomo e orientarsi fra le varie proposte odierne con senso critico. Le domande di senso Dibattito. Riflessione personale.

Dettagli

II. IL CANONE DEI LIBRI SACRI

II. IL CANONE DEI LIBRI SACRI II. IL CANONE DEI LIBRI SACRI 1. Come si è formato il canone Canone è una parola greca (kànon) che originariamente significava «canna», uno strumento di misura di lunghezza; poi passò a significare, in

Dettagli

Pier Giordano Cabra LA VITA CONSACRATA. Appunti di teologia e spiritualità. terza edizione. Editrice Queriniana

Pier Giordano Cabra LA VITA CONSACRATA. Appunti di teologia e spiritualità. terza edizione. Editrice Queriniana Pier Giordano Cabra LA VITA CONSACRATA Appunti di teologia e spiritualità terza edizione Editrice Queriniana Nota dell editore Queste pagine che escono con il titolo La vita consacrata. Appunti di teologia

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE ALLA BIBBIA

BREVE INTRODUZIONE ALLA BIBBIA Opuscolo informativo a cura della CHIESA DI CRISTO PISA BREVE INTRODUZIONE ALLA BIBBIA 9 «La tua Parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero» ( Salmo 119:105 ) BREVE INTRODUZIONE ALLA

Dettagli

RELIGIONE: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

RELIGIONE: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE RELIGIONE: TERZO BIENNIO classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Riconoscere che il rapporto con Dio è esperienza fondamentale nella vita di molte persone, individuare

Dettagli

nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione riconoscimento -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio

nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione riconoscimento -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio RELIGIONE CATTOLICA nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione classe 1^ -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio sa riflettere -su Dio Creatore -su Dio Padre sa osservare

Dettagli

9,00-9,45 9,55-10,40 10,50-11,35 11,45-12,30 14,30-15,15 15,25-16,10 AA16052 Storia della Filosofia Patristica e Medievale ORAZZO

9,00-9,45 9,55-10,40 10,50-11,35 11,45-12,30 14,30-15,15 15,25-16,10 AA16052 Storia della Filosofia Patristica e Medievale ORAZZO PONTIFICIA FACOLTÀ TEOLOGICA DELL ITALIA IDIONALE - SEZIONE S. LUIGI BACCALAUREATO IN SACRA TEOLOGIA Anno 1 del Quinquennio (Aula 9) AA16052 AA16052 CO16012 CO16012 Storia della Filosofia Storia della

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI Religione

COMPETENZE DISCIPLINARI Religione COMPETENZE DISCIPLINARI Religione AL TERMINE DEL PRIMO BIENNIO RELIGIONE COMPETENZA ABILITA L alunno è in grado di CONOSCENZE L alunno conosce Esperienze di vita - Universalità/molteplicità del fatto religioso

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione

RELIGIONE CATTOLICA. Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione Individuare differenze di caratteristiche esteriori, atteggiamenti, pensieri tra compagni di scuola. Dimostrare disponibilità all accoglienza

Dettagli

UNITA DIDATTICA. Sviluppo metodologico. Riferimenti per la verifica

UNITA DIDATTICA. Sviluppo metodologico. Riferimenti per la verifica Titolo: L'insegnamento della Religione Cattolica nella scuola Codice: UD A1 Ore previste: 3 1. Accoglienza Test di ingresso 2. La situazione attuale: la libertà di scelta 3. Natura e finalità dell' IRC

Dettagli

TESTI E CANONE DEL NUOVO TESTAMENTO

TESTI E CANONE DEL NUOVO TESTAMENTO TESTI E CANONE DEL NUOVO TESTAMENTO IL TESTO DEL NUOVO TESTAMENTO: Con il termine Nuovo Testamento si indica una raccolta di 27 scritti cristiani giudicati normativi dalla Chiesa per l'insegnamento e per

Dettagli

IMMACOLATA CONCEZIONE

IMMACOLATA CONCEZIONE DICEMBRE 2006-C 1 Luca 1,1-25 + salmo 107 17 3 a DOMENICA DI AVVENTO (3 a S.S.) 2 1,26-38 (lectio divina ore 21-22) Sof 3,4-18; Fil 4,4-7; 3 1 a DOMENICA DI AVVENTO (1 a S.S.) Lc 3,10-18 Ger 33,14-16;

Dettagli

PROGRAMMAZIONE RELIGIONE CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PROGRAMMAZIONE RELIGIONE CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE RELIGIONE CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, ANNO SCOLASTICO 2015/2016 INDICATORI CLASSI PRIME, SECONDE, TERZE, QUARTE, QUINTE. Conoscere espressioni, documenti, in particolare la Bibbia

Dettagli

SULLE TRACCE DI FRANCESCO

SULLE TRACCE DI FRANCESCO THADD E MATURA SULLE TRACCE DI FRANCESCO Testamento francescano EDIZIONI QIQAJON COMUNITÀ DI BOSE INTRODUZIONE Fin dal mio ingresso nella vita francescana, piô di settant anni fa, la mia iniziazione alla

Dettagli

Facoltà di Teologia I CICLO. TESARIO ANNO II 1 semestre 2014 2015. Roma, dicembre 2014

Facoltà di Teologia I CICLO. TESARIO ANNO II 1 semestre 2014 2015. Roma, dicembre 2014 Facoltà di Teologia I CICLO TESARIO ANNO II 1 semestre 2014 2015 Roma, dicembre 2014 2 Anno II: La Chiesa, sacramento di Cristo TP1012 Esegesi Biblica: Corpo Paolino 4 TP1013 La Chiesa di Cristo: A) Rivelazione

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE INTRODUZIONE AL PROBLEMA DELLA SOCIALITÀ NEL PENSIERO DI GIOVANNI AMBROSETTI CAPITOLO I

SOMMARIO PRESENTAZIONE INTRODUZIONE AL PROBLEMA DELLA SOCIALITÀ NEL PENSIERO DI GIOVANNI AMBROSETTI CAPITOLO I SOMMARIO PRESENTAZIONE.1. Oggetto della trattazione 1.2. Le questioni di fondo 2.3. Le tesi sottostanti al presente lavoro 3.4. La struttura argomentativa 5.5. Indicazioni sullo stile espositivo 7 CAPITOLO

Dettagli

DISCIPLINA: Religione Cattolica

DISCIPLINA: Religione Cattolica CLASSE PRIMA DISCIPLINA: Religione Cattolica SCUOLA PRIMARIA COMPETENZE INDICAZIONI SINTETICA DI TEMI (CONTENUTI) O ARGOMENTI TRATTATI 1. Individuare ed esplicitare le domande di senso comuni agli uomini.

Dettagli

L ORA DI RELIGIONE una materia scolastica. Anno Scolastico 2010/11

L ORA DI RELIGIONE una materia scolastica. Anno Scolastico 2010/11 L ORA DI RELIGIONE una materia scolastica Anno Scolastico 2010/11 Le motivazioni della presenza dell IRC nella scuola pubblica Che cos è l Ora di Religione nella scuola pubblica? Quali sono i suoi obiettivi?

Dettagli

Insegnanti di Religione Cattolica

Insegnanti di Religione Cattolica Corso di Aggiornamento per Insegnanti di Religione Cattolica COME NARRA(RE) LA BIBBIA Area Umanistica e Beni Culturali F O R M A Z I O N E P E R M A N E N T E I s t i t u t o S u p e r i o r e d i S c

Dettagli

Attività di potenziamento e recupero. 1. Chi sono gli uomini che Gesù chiama attorno a sé all inizio della sua predicazione?

Attività di potenziamento e recupero. 1. Chi sono gli uomini che Gesù chiama attorno a sé all inizio della sua predicazione? Attività di potenziamento e recupero 5. La Chiesa La Chiesa (attività e verifiche) 1 ATTIVITA DI POTENZIAMENTO Disegna su un cartellone la cartina del tuo paese o della tua città indicando le chiese più

Dettagli

INDIRIZZO MAT PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE MARINANGELI ROBERTO. Classe II MAT Sezione. Data di presentazione 15/11/2015

INDIRIZZO MAT PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE MARINANGELI ROBERTO. Classe II MAT Sezione. Data di presentazione 15/11/2015 Istituto Statale d'istruzione Superiore R.FORESI LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENZE UMANE FORESI ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO BRIGNETTI ISTITUTO ALBERGHIERO E DELLA

Dettagli

Rappresentazioni dell inizio della creazione

Rappresentazioni dell inizio della creazione Indice Prefazione................................. 5 Introduzione La rilevanza delle teologie bibliche della creazione.. 7 I. Rappresentazioni dell inizio della creazione... 15 1. Gioco alterno tra caos

Dettagli

Qualcuno afferma che il Cristianesimo si fonda sul vangelo oppure sui vangeli. Che dire di queste affermazioni?

Qualcuno afferma che il Cristianesimo si fonda sul vangelo oppure sui vangeli. Che dire di queste affermazioni? UNITÀ 2 Capitolo 1 VANGELO e VANGELI In questo capitolo vedremo se il Cristianesimo si fondi sul vangelo o sui vangeli. Per questo esporremo: - Il significato della parola "vangelo" - Il contenuto del

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE. Sede di Brescia. Istituto Superiore di Scienze Religiose

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE. Sede di Brescia. Istituto Superiore di Scienze Religiose UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Sede di Brescia Istituto Superiore di Scienze Religiose ANNO ACCADEMICO 2009/2010 Istituto Superiore di Scienze Religiose È promosso dall Università Cattolica del Sacro

Dettagli

Introduzione alla Teologia

Introduzione alla Teologia Introduzione alla Teologia Terza lezione: Teologia e sacra scrittura Istituto Superiore di Scienze Religiose Giuseppe Toniolo - Pescara Prof. Bruno Marien Anno Accademico 2008-2009 06 novembre 2008 Qualche

Dettagli

PER CONOSCERE PAOLO dal libro di C. Mesters Paolo Apostolo un lavoratore che annuncia il vangelo

PER CONOSCERE PAOLO dal libro di C. Mesters Paolo Apostolo un lavoratore che annuncia il vangelo PER CONOSCERE PAOLO dal libro di C. Mesters Paolo Apostolo un lavoratore che annuncia il vangelo VITA DI PAOLO 1 PERIODO: GIUDEO PRATICANTE (dalla nascita ai 28 anni) Nascita a Tarso Gioventù Educazione

Dettagli

1.ANALISI DELLA CLASSE: Discrete

1.ANALISI DELLA CLASSE: Discrete Classe V Sez F Materia : LATINO Docente: Lucia Tancredi Conoscenze Competenze Capacità 1.ANALISI DELLA CLASSE: Discrete Più che sufficiente Più che sufficiente Prerequisiti : - Conoscenza di base della

Dettagli

Prof. Antonio IZZO LA BIBBIA

Prof. Antonio IZZO LA BIBBIA Prof. Antonio IZZO LA BIBBIA La parola Bibbia deriva dal greco (τα Βιβλια) e significa I LIBRI E il testo sacro della RELIGIONE CRISTIANA e della RELIGIONE EBRAICA Prima di essere scritta la Bibbia è stata

Dettagli

VANGELO deriva DALLA PAROLA GRECA EUANGHELION che significa BUONA NOTIZIA è l'annuncio del Regno di Dio proclamato da Gesù ai discepoli è l'annuncio

VANGELO deriva DALLA PAROLA GRECA EUANGHELION che significa BUONA NOTIZIA è l'annuncio del Regno di Dio proclamato da Gesù ai discepoli è l'annuncio I VANGELI FANNO PARTE DEL NUOVO TESTAMENTO LA SECONDA PARTE DELLA BIBBIA FORMATA DA 27 LIBRI RACCOLTI IN: VANGELI ATTI DEGLI APOSTOLI LETTERE APOSTOLICHE APOCALISSE VANGELO deriva DALLA PAROLA GRECA EUANGHELION

Dettagli

Convegno di studi sulla riforma degli studi teologici mercoledì 20 maggio 2009

Convegno di studi sulla riforma degli studi teologici mercoledì 20 maggio 2009 Convegno di studi sulla riforma degli studi teologici mercoledì 20 maggio 2009 Valderice 3-5 giugno 2009 Diocesi di Trapani Ufficio per l Insegnamento della Religione Cattolica Ufficio per l Educazione,

Dettagli

PAOLO, LA STORIA DI UN CREDENTE in NPG 42 (2008) 5-11

PAOLO, LA STORIA DI UN CREDENTE in NPG 42 (2008) 5-11 PAOLO, LA STORIA DI UN CREDENTE in NPG 42 (2008) 5-11 Un abbondanza di fonti Non c è modo migliore di conoscere una persona se non vedere come vive, ciò che fa, e sentire ciò che dice. Se la persona in

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI SCIENZE RELIGIOSE GIOVANNI DUNS SCOTO NOLA

ISTITUTO SUPERIORE DI SCIENZE RELIGIOSE GIOVANNI DUNS SCOTO NOLA ISTITUTO SUPERIORE DI SCIENZE RELIGIOSE GIOVANNI DUNS SCOTO NOLA N. Nominativo Cond. Eccl.(n.1) ORGANICO DEI DOCENTI 2013/2014 e-mail Qualifica Disciplina /Area disciplinare 1. Autiero Annamaria L aautiero@libero.it

Dettagli