REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO"

Transcript

1 REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO

2 INDICE ART. 1 - Ambito di applicazione 2 ART. 2 - Tipologie di assunzione 2 ART. 3 - Titoli di ammissione 2 ART. 4 - Indizione del bando e termini di presentazione delle domande di partecipazione 2 ART. 5 - Modalità di assunzione di personale per le categorie B, C e D 3 ART. 6 - Modalità di assunzione di personale per la categoria EP 4 ART. 7 - Commissioni esaminatrici 4 ART. 8 - Disposizione finale 5 ART. 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente regolamento disciplina, in applicazione dei principi stabiliti dall articolo 36 del decreto legislativo 29/1993 e successive modificazioni, le modalità per la costituzione di rapporti di lavoro a tempo determinato di cui all articolo 19 del Contratto Collettivo nazionale di lavoro per il comparto Università e alla legge 18 aprile 1962, n. 230 e successive modificazioni. ART. 2 - Tipologie di assunzione 1. L Università di Trento, a seguito di apposite selezioni, effettua assunzioni a tempo determinato di personale per soddisfare le sottoindicate esigenze. 2. Con riferimento alle categorie B (ex qualifiche III, IV e V) e C (ex qualifiche VI e VII): - per la sostituzione di personale assente, quando l'assenza prevista superi i 60 giorni consecutivi; il lavoratore assunto è mantenuto in servizio per tutta la durata dell'assenza e nei limiti del restante periodo di conservazione del posto del dipendente assente; - per la sostituzione di personale assente per gravidanza e puerperio, nelle ipotesi di astensione obbligatoria e facoltativa previste dalle leggi 30 dicembre 1971, n. 1204, 9 dicembre 1977, n. 903, e 8 marzo 2000, n. 53; - per assunzioni stagionali o particolari punte di attività o per esigenze straordinarie nel limite massimo di sei mesi, quando alle stesse non sia possibile far fronte con il personale in servizio. 3. Con riferimento alle categorie C, D (ex qualifica VIII) e EP (ex qualifiche IX, I rs e II rs): - per lo svolgimento di attività nell'ambito di programmi di ricerca; - per l'attivazione di infrastrutture tecniche complesse; - per la realizzazione di specifici progetti di miglioramento dei servizi offerti. 4. La durata del rapporto a tempo determinato, nei casi di cui al punto due, non dovrà essere superiore a cinque anni compreso il caso di rinnovo o proroga, fermo restando che l'ultimazione dei suddetti programmi o progetti comportano, a tutti gli effetti, la risoluzione del rapporto di lavoro. ART. 3 - Titoli di ammissione 1. Per l ammissione alle selezioni sono richiesti i seguenti titoli: - CATEGORIA B: titolo di studio di scuola dell obbligo; - CATEGORIA B (posizione economica B3): titolo di studio di scuola dell obbligo più qualificazione professionale; - CATEGORIA C: diploma di scuola secondaria di secondo grado; - CATEGORIA C (posizione economica C4): diploma universitario; - CATEGORIA D: diploma di laurea; - CATEGORIA EP: diploma di laurea e abilitazione professionale ovvero diploma di laurea e particolare qualificazione professionale. ART. 4 - Indizione del bando e termini di presentazione delle domande di partecipazione 1. Il bando di selezione è indetto con provvedimento del Direttore Amministrativo e sarà pubblicato mediante affissione all'albo ufficiale dell'università degli Studi di Trento sito in Via Belenzani, 12 - Trento. All'avviso di reclutamento verrà altresì assicurata diffusione mediante pubblicazione all interno del sito Web dell Università. 2. Il termine di venti giorni per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione da parte dei candidati in possesso dei requisiti previsti per l'accesso a posti di cui al presente regolamento decorrerà dalla data di affissione all'albo stesso. 2

3 ART. 5 - Modalità di assunzione di personale per le categorie B, C e D 1. Per le assunzioni a tempo determinato di personale da inquadrare nelle categorie B, C e D si adottano le modalità procedurali di seguito indicate: a) l'assunzione di personale in categoria B per la quale è prescritto il solo possesso del titolo di studio non superiore a quello della scuola dell'obbligo, avviene sulla base di selezioni tra gli iscritti nelle liste di collocamento presso la Sezione circoscrizionale per l'impiego, formate ai sensi dell'art. 16 della Legge 28 febbraio 1987, n. 56, e successive modificazioni ed integrazioni che abbiano i requisiti per l'accesso al pubblico impiego. Le procedure per l'avviamento a selezione sono attuate secondo le disposizioni vigenti in materia. La selezione avviene per colloquio o prova pratica finalizzata ad accertare l attitudine richiesta dal ruolo da ricoprire. b) l'assunzione di personale in categoria B, per la quale è prescritto oltre al possesso del titolo di studio anche una qualificazione professionale, e nelle categorie C e D avviene attingendo prioritariamente alle graduatorie di concorsi già espletati e, in mancanza di graduatorie utili, mediante selezione pubblica. La selezione si articola nella valutazione dei titoli e nello svolgimento di prove selettive; la stessa potrà, in caso di elevata partecipazione, essere preceduta da una preselezione mirata, attraverso al somministrazione di test attitudinali, alla verifica del possesso di requisiti standard sul piano relazionale e comportamentale. I candidati che non otterranno un punteggio minimo nei suddetti test non accederanno alla fase selettiva successiva. 2. Costituiscono categorie di titoli o singoli titoli valutabili: per le categorie B e C: A. il titolo di studio, i titoli professionali e l attività di formazione certificata. per la categoria D almeno tre dei seguenti, secondo quanto disposto nel bando: A. titolo di studio (tenuto conto della valutazione o del giudizio riportato); B. servizio prestato presso pubbliche amministrazioni, presso enti privati ovvero nell ambito di attività professionali, imprenditoriali, commerciali o artigianali svolte in proprio nel rispetto delle norme che disciplinano le suddette attività; C. incarichi svolti nell'ambito dei rapporti di cui al precedente punto B; D. pubblicazioni scientifiche e/o lavori originali; E. attestati di qualificazione e/o specializzazione rilasciati a seguito di frequenza a corsi di formazione professionale organizzati dalle pubbliche amministrazioni o organismi privati formazione documentata (sistema dei crediti, quando a regime); G. didattici (incarichi di insegnamento presso scuole di ogni ordine e grado o università); H. professionali e culturali (diversi da quelli di cui ai punti B e C ma dai quali sia comunque possibile dedurre attitudini professionali in relazione al posto oggetto della selezione (es. docenza o frequenza in convegni e seminari di studio, altri titoli di studio diversi da quelli previsti per l accesso alla categoria, dottorato di ricerca, specializzazione ecc.); I. abilitazioni; J. esiti conseguiti in concorsi banditi da pubbliche amministrazioni per posizioni assimilabili a quella messa a concorso; 3. L'Università predispone appositi elenchi graduati in base al punteggio ottenuto nella valutazione dei titoli, dichiarati nella domanda, eventualmente integrato con quello ottenuto nella prova preselettiva. A parità di punteggio precede il candidato più giovane di età. Il bando potrà prevedere un punteggio minimo per l inserimento nell elenco. 4. Il numero dei candidati da ammettere, tra quelli compresi nell elenco sopra citato, alle prove selettive è definito dal bando di selezione in relazione ai rapporti di lavoro che si intendono costituire. 5. Le prove selettive, volte ad accertare il possesso del grado di attitudine specifica del candidato in relazione al profilo professionale indicato nel bando, consistono in una prova teorica (con soluzione, in tempi predeterminati di appositi test a risposta multipla o di una serie di quesiti a risposta sintetica) o pratica e in un colloquio. In ogni caso, il bando può prevedere lo svolgimento di una prova pratica informatica e la verifica della conoscenza di base di una lingua straniera. 6. Alla valutazione dei titoli, ed all eventuale punteggio dei test pre-selettivi, è riservato il venti per cento del punteggio complessivo; tale percentuale potrà essere prevista in misura maggiore, e comunque entro il quaranta per cento, se così specificato dal bando di selezione. 7. La graduatoria di merito è formulata sommando i punteggi attribuiti nella valutazione dei titoli e nelle prove selettive nonché quelli eventualmente collegati ai test attitudinali. A parità di punteggio precede in graduatoria il candidato più giovane di età. 8. Gli elenchi hanno validità di 18 mesi successivi alla data di pubblicazione all'albo dell'ateneo della graduatoria stessa. Lo svolgimento di ulteriori prove selettive è subordinato all esaurimento della precedente graduatoria di merito. 3

4 ART. 6 - Modalità di assunzione di personale per la categoria EP 1. Per le assunzioni di personale a tempo determinato per la categoria EP si adottano le modalità procedurali di seguito indicate. 2. Il personale è reclutato attingendo prioritariamente dalle graduatorie di concorsi già espletati e, in mancanza di graduatorie utili, mediante selezione pubblica per titoli ed esami. 3. La selezione consiste nella valutazione dei titoli ed in una o più prove di esame come sotto indicato. 4. Le categorie di titoli e i singoli titoli valutabili sono, ad eccezione della abilitazione e della qualificazione professionale richieste come requisito di ammissione: A. titolo di studio (previsto per l accesso alla categoria) (tenuto conto della valutazione o del giudizio riportato); B. servizio prestato presso pubbliche amministrazioni, presso enti privati ovvero nell ambito di attività professionali, imprenditoriali, commerciali o artigianali svolte in proprio nel rispetto delle norme che disciplinano le suddette attività; C. incarichi svolti nell'ambito dei rapporti di cui al precedente punto B; D. pubblicazioni scientifiche e/o lavori originali; E. attestati di qualificazione e/o specializzazione rilasciati a seguito di frequenza a corsi di formazione professionale organizzati dalle pubbliche amministrazioni o organismi privati formazione documentata (sistema dei crediti, quando a regime) G. didattici (incarichi di insegnamento presso scuole di ogni ordine e grado o università); H. professionali e culturali (diversi da quelli di cui ai punti B e C ma dai quali sia comunque possibile dedurre attitudini professionali in relazione al posto oggetto della selezione (es. docenza o frequenza in convegni e seminari di studio, altri titoli di studio diversi da quelli previsti per l accesso alla categoria, dottorato di ricerca, specializzazione ecc.); I. abilitazioni; J. esiti conseguiti in concorsi banditi da pubbliche amministrazioni per posizioni assimilabili a quella messa a concorso. 5. Il bando, in relazione alle caratteristiche proprie del posto oggetto della selezione, indica le categorie di titoli o singoli titoli valutabili ed il relativo punteggio attribuibile per ciascuno di essi; almeno tre delle categorie o titoli sopra elencati, scelti in funzione delle caratteristiche del posto da ricoprire, debbono essere compresi tra quelli previsti dal bando. 6. Ai titoli è riservato il quaranta per cento del punteggio complessivo. 7. Le prove consistono nello svolgimento di prova teorica o teorico-pratica e di colloquio. 8. Il bando prevede in ogni caso la verifica della conoscenza di una lingua straniera. Può, inoltre, prevedere lo svolgimento di una prova pratica informatica. 9. Le prove dovranno accertare la maturità professionale richiesta per la categoria oggetto della selezione e dovranno vertere sulle materie inerenti la tipologia dell'attività lavorativa da svolgere nonché sulla discussione dei titoli posseduti. 10. La valutazione dei titoli dovrà tendere all'accertamento delle esperienze e competenze professionali, delle capacità tecnico-professionali ed operative acquisite dai candidati, e della maturità e delle attitudini degli stessi risultanti dai curricula; per i profili professionali più elevati anche delle capacità organizzative. 11. La graduatoria di merito è formulata sommando i punteggi attribuiti nella valutazione dei titoli e nelle prove selettive. A parità di punteggio precede in graduatoria il candidato più giovane di età. ART. 7 - Commissioni esaminatrici 1. Le commissioni esaminatrici delle selezioni di cui al presente regolamento sono nominate con provvedimento del Direttore Amministrativo. 2. Le commissioni sono composte da esperti nelle materie oggetto della selezione, scelti tra dipendenti dell Amministrazione o estranei alla stessa. 3. Ai sensi di quanto disposto dall'art. 36 del decreto Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, non possono farne parte i componenti dell'organo di governo dell Università di Trento, coloro che ricoprono cariche politiche o che siano rappresentanti sindacali o designati dalle confederazioni ed organizzazioni sindacali o dalle associazioni professionali. 4. Dall'atto di nomina devono risultare il ruolo e la professionalità dei componenti la Commissione. 5. Nel rispetto di tali principi le commissioni sono così composte: - nelle selezioni per l'accesso alla categoria B: da un dipendente inquadrato nella categoria EP in qualità di presidente e da due esperti delle materie oggetto della prova d'esame. Le funzioni di segretario sono svolte da un dipendente inquadrato nella categoria C; 4

5 - nelle selezioni per l'accesso alle categorie C: da un dipendente inquadrato nella categoria EP in qualità di presidente e da due esperti delle materie oggetto delle prove d esame. Le funzioni di segretario sono svolte da un dipendente inquadrato nella categoria C; - nelle selezioni per l'accesso alle categorie D: da un professore o ricercatore universitario o dirigente o dipendente inquadrato nella categoria EP in qualità di presidente e da due esperti delle materie oggetto delle prove d esame. Le funzioni di segretario sono svolte da un dipendente inquadrato nella categoria C; - nelle selezioni per l'accesso alla categoria EP: da un professore universitario o da un dirigente in qualità di presidente, e da due esperti delle materie oggetto delle prove d esame. Le funzioni di segretario sono svolte da un dipendente inquadrato nella categoria C. 6. Alle commissioni possono essere aggregati membri aggiunti per l accertamento delle conoscenze linguistiche e informatiche. ART. 8 - Disposizione finale 1. Per tutto quanto non previsto nel presente Regolamento valgono le disposizioni previste dal contratto collettivo nazionale dei dipendenti del comparto Università e dalle norme vigenti in materia di reclutamento del personale presso l Università degli Studi di Trento. 5

Articolo1 - Ambito di applicazione e principi

Articolo1 - Ambito di applicazione e principi Allegato B Regolamento per lo svolgimento delle prove selettive per la mobilità verticale del personale tecnico amministrativo per l anno 2005 Articolo1 - Ambito di applicazione e principi 1. Il presente

Dettagli

Art. 1 Tipologie di assunzione

Art. 1 Tipologie di assunzione REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART.19, I COMMA, DEL CON TRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO UNIVERSITA Art. 1 Tipologie di assunzione

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE

REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROGRESSIONE VERTICALE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 25.9.2001; 19.7.2006 DECRETO RETTORALE 424/AG dd. 17.10.2001; 1288/2006 dd. 2.8.206

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO A TEMPO INDETERMINATO NELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO A TEMPO INDETERMINATO NELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO A TEMPO INDETERMINATO NELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NELLE CATEGORIE DEL PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO

Dettagli

Regolamento in materia di accesso all'impiego presso l'università di Pisa per il personale tecnico-amministrativo

Regolamento in materia di accesso all'impiego presso l'università di Pisa per il personale tecnico-amministrativo Regolamento in materia di accesso all'impiego presso l'università di Pisa per il personale tecnico-amministrativo D.R. 14 aprile 2003 n. 01/510 Emanazione D.R. 4 febbraio 2005, n.01/2122 Modifiche regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI VICENZA

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI VICENZA REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI VICENZA Art. 1 1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità di assunzione con contratto a tempo determinato

Dettagli

Decreto n.316 IL RETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modifiche ed integrazioni;

Decreto n.316 IL RETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modifiche ed integrazioni; UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale Via Università 4, Modena Decreto n.316 IL RETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive

Dettagli

SERVIZIO STATUTO E REGOLAMENTI IL RETTORE

SERVIZIO STATUTO E REGOLAMENTI IL RETTORE SERVIZIO STATUTO E REGOLAMENTI Decreto n.1223 Regolamento di Ateneo per i procedimenti di selezione e assunzione a tempo determinato di personale Tecnico Amministrativo presso l'università degli Studi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO TEMPO DETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO TEMPO DETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO TEMPO DETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA ART. 1 - Tipologie di assunzione 1. In applicazione dell

Dettagli

REGOLAMENTO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO (emanato con D.R. n. 706 del 20/10/2003)

REGOLAMENTO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO (emanato con D.R. n. 706 del 20/10/2003) REGOLAMENTO ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO (emanato con D.R. n. 706 del 20/10/2003) Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente regolamento, in applicazione dell art.

Dettagli

Prot.n Brescia, DETERMINAZIONE N. 60/SG : CRITERI GENERALI PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO. IL SEGRETARIO GENERALE

Prot.n Brescia, DETERMINAZIONE N. 60/SG : CRITERI GENERALI PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO. IL SEGRETARIO GENERALE Prot.n. 8902 Brescia, 26.3.2003 DETERMINAZIONE N. 60/SG : CRITERI GENERALI PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato datore di lavoro, che

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA QUALIFICA DI DIRIGENTE PRESSO L UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA QUALIFICA DI DIRIGENTE PRESSO L UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA QUALIFICA DI DIRIGENTE PRESSO L UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Emanato con D.D. n. 578 del 25.7.2006 INDICE ART. 1 - OGGETTO E DEFINIZIONI...2 ART. 2 - PRINCIPI

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ACCESSO ALLA QUALIFICA DI DIRIGENTE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ACCESSO ALLA QUALIFICA DI DIRIGENTE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE Area del Personale Divisione Personale Tecnico Amministrativo e Bibliotecario Ufficio Organici REGOLAMENTO RELATIVO ALL ACCESSO ALLA QUALIFICA DI DIRIGENTE PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE 20/11/2009

Dettagli

REGOLAMENTO* PER* LA* COSTITUZIONE* DI* RAPPORTI* DI* LAVORO* TEMPO* DETERMINATO* DEL* PERSONALE* TECNICO* AMMINISTRATIVO*DELL UNIVERSITA *CA

REGOLAMENTO* PER* LA* COSTITUZIONE* DI* RAPPORTI* DI* LAVORO* TEMPO* DETERMINATO* DEL* PERSONALE* TECNICO* AMMINISTRATIVO*DELL UNIVERSITA *CA REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO TEMPO DETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVODELL UNIVERSITA CA FOSCARIVENEZIA ART.1'Tipologiediassunzione 1.In applicazione dell art. 36

Dettagli

2017-UNVRCLE DIREZIONE RISORSE UMANE - Decreti 541/ /03/2017

2017-UNVRCLE DIREZIONE RISORSE UMANE - Decreti 541/ /03/2017 2017-UNVRCLE-0109602 - DIREZIONE RISORSE UMANE - Decreti 541/2017-24/03/2017 Decreto Rettorale Emanazione regolamento IL RETTORE VISTA la Legge 9 maggio 1989 n. 168 di istituzione del Ministero dell università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO REGOLAMENTO PER L ACCESSO E LA PROGRESSIONE VERTICALE DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO ********** ultima modifica artt. 12 e 15 effettuata con Decreto Rettorale 3393

Dettagli

Comune di Lastra a Signa

Comune di Lastra a Signa COMUNE DI LASTRA A SIGNA REGOLAMENTO PER LA STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE A TEMPO DETERMINATO E PER LA RISERVA IN FAVORE DELLE COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE 1 (Art. 1, comma 558 e

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO POLITECNICO DI TORINO REGOLAMENTO RELATIVO AI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE, ASSUNZIONE E GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DEI TECNOLOGI A TEMPO DETERMINATO PRESSO IL POLITECNICO DI TORINO Approvato dal Consiglio

Dettagli

Decreto del Ministro dell interno

Decreto del Ministro dell interno Decreto del Ministro dell interno Regolamento recante Modalità di accesso attraverso concorso pubblico alla qualifica iniziale del ruolo dei funzionari amministrativo-contabili direttori del Corpo nazionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ART. 1: OGGETTO Con il presente regolamento vengono stabiliti i criteri e le modalità per il reclutamento del personale della Società nel rispetto dei principi

Dettagli

SOCIETÀ DI SERVIZI VALLE D AOSTA S.P.A. SOCIETÉ DE SERVICES VALLEE D AOSTE S.P.A.

SOCIETÀ DI SERVIZI VALLE D AOSTA S.P.A. SOCIETÉ DE SERVICES VALLEE D AOSTE S.P.A. SOCIETÀ DI SERVIZI VALLE D AOSTA S.P.A. SOCIETÉ DE SERVICES VALLEE D AOSTE S.P.A. AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI ED ESAMI, PER L ASSUNZIONE DI N. 6 ADDETTI A TEMPO PIENO E INDETERMINATO NEL PROFILO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Direzione Risorse Umane Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale Via Università 4, Modena

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Direzione Risorse Umane Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale Via Università 4, Modena UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Direzione Risorse Umane Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale Via Università 4, Modena IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO VISTO la Legge 9 maggio 1989

Dettagli

VISTO il Contratto collettivo nazionale del personale del comparto Ministeri sottoscritto il ;

VISTO il Contratto collettivo nazionale del personale del comparto Ministeri sottoscritto il ; CRITERI PER LA DEFINIZIONE DELLE PROCEDURE DI SELEZIONE INTERNA PER IL PASSAGGIO DALL AREA B ALL AREA C DEL PERSONALE DELL ISPETTORATO CENTRALE REPRESSIONE FRODI VISTO il Contratto collettivo nazionale

Dettagli

Regolamento per la disciplina della progressione verticale nel sistema di classificazione del personale tecnico amministrativo

Regolamento per la disciplina della progressione verticale nel sistema di classificazione del personale tecnico amministrativo Regolamento per la disciplina della progressione verticale nel sistema di classificazione del personale tecnico amministrativo (Emanato con D. R. n. 4267 del 16/05/2002) INDICE CAPO I Art. 1 Principi generali

Dettagli

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino. Regolamento per le modalità di assunzione all impiego

COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino. Regolamento per le modalità di assunzione all impiego COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino Regolamento per le modalità di assunzione all impiego DISPOSIZIONI PRELIMINARI Art. 1 Procedure di assunzione 1. Il presente Regolamento disciplina le condizioni,

Dettagli

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI Ufficio Concorsi FG/cc Decreto Rettore Repertorio nr. 325-2006 Prot. n. 17794 del 17.07.2006 Tit. VII cl. 1 Oggetto: Regolamento dei procedimenti di selezione a tempo indeterminato

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO Criteri e procedure per la selezione del personale A cura di Domenico Di Cocco Dirigente Generale ARAN 1 FONTI LEGALI E CONTRATTUALI Art. 35, c. 1,3,7 e 36 D. Lgs.

Dettagli

DISCIPLINARE RECANTE LE NORME SUI CONCORSI PER L ASSUNZIONE DI ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO SOMMARIO

DISCIPLINARE RECANTE LE NORME SUI CONCORSI PER L ASSUNZIONE DI ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO SOMMARIO DISCIPLINARE RECANTE LE NORME SUI CONCORSI PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE SOMMARIO ART. 1- Bandi - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA 1 ART. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E DETERMINATO DI PERSONALE TECNICO- AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E DETERMINATO DI PERSONALE TECNICO- AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E DETERMINATO DI PERSONALE TECNICO- AMMINISTRATIVO Art. 1 (Ambito di applicazione) Emanato con D.R. n. 257 del 2017 data

Dettagli

DISPOSIZIONI PRELIMINARI

DISPOSIZIONI PRELIMINARI Allegato alla deliberazione G. C. le n. 147 del 28/09/2010 DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1. Procedure di assunzione 1. Il presente Regolamento disciplina le condizioni, i requisiti, le modalità e le

Dettagli

MINISTERO DELL'INTERNO

MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DELL'INTERNO DECRETO 22 maggio 2013, n. 83 Regolamento recante modalita' di accesso attraverso concorso pubblico alla qualifica iniziale del ruolo degli ispettori e dei sostituti direttori antincendio

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ACCESSO ALL IMPIEGO PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ACCESSO ALL IMPIEGO PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE REGOLAMENTO IN MATERIA DI ACCESSO ALL IMPIEGO PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE 25.9.2001; 29.1.2002; 27.5.2003; 29.03.2005, 29.06.2006

Dettagli

Università degli Studi di Catania

Università degli Studi di Catania Staff di Direzione Amm.va Coordinamento servizio Relazioni Sindacali REGOLAMENTO SULLO SVOLGIMENTO DELLE SELEZIONI PER LA PROGRESSIONE ECONOMICA VERTICALE (P.E.V.) DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

Dettagli

1147/AG dd ; 495/AG dd ; UFFICIO COMPETENTE

1147/AG dd ; 495/AG dd ; UFFICIO COMPETENTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE ED ASSUNZIONE DEL PERSONALE TECNICO- AMMINISTRATIVO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE AI SENSI DELLA LEGGE 15.5.1997, N. 127, ART. 17, COMMA 109

Dettagli

Regolamento in materia di accesso all impiego presso l Università degli Studi di Perugia del Personale Tecnico-Amministrativo e Dirigente

Regolamento in materia di accesso all impiego presso l Università degli Studi di Perugia del Personale Tecnico-Amministrativo e Dirigente Regolamento in materia di accesso all impiego presso l Università degli Studi di Perugia del Personale Tecnico-Amministrativo e Dirigente Emanato con D.R. n. 1114 del 16/6/2004 modificato con D.R. n. 1285

Dettagli

REGOLAMENTO SELEZIONI PER L'ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO, FINO ALLA IV QUALIFICA FUNZIONALE, A TEMPO INDETERMINATO

REGOLAMENTO SELEZIONI PER L'ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO, FINO ALLA IV QUALIFICA FUNZIONALE, A TEMPO INDETERMINATO REGOLAMENTO SELEZIONI PER L'ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO, FINO ALLA IV QUALIFICA FUNZIONALE, A TEMPO INDETERMINATO PARTE I Assunzioni ai sensi dell'art. 16 L. 28.2.87, n. 56. ART. 1 -

Dettagli

Estratto bozza decreto concorso docenti

Estratto bozza decreto concorso docenti Estratto bozza decreto concorso docenti Aggiorniamo le notizie riguardo la procedura concorsuale con la pubblicazione della bozza del bando riguardante lo svolgimento delle prove e la valutazione dei titoli.

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO CONCERNENTE I PROVVEDIMENTI DI SELEZIONE PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO (emanato con decreto direttoriale n.376 del 23 ottobre 2001e modificato con D.D. n. 341 del 5

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali CONCORSI INTERNI PER LA NOMINA A VICE ISPETTORE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO VISTO il testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DELL'ART. 18 DELLA L. 240/2010

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DELL'ART. 18 DELLA L. 240/2010 REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DELL'ART. 18 DELLA L. 240/2010 INDICE Art. 1 Finalità del regolamento...2 Art. 2 Programmazione e copertura finanziaria...2

Dettagli

CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. n. 82 del (Pubblicato sulla G.U. IVa serie concorsi n. 75 del )

CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. n. 82 del (Pubblicato sulla G.U. IVa serie concorsi n. 75 del ) CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI D.M. n. 82 del 24.9.2012 (Pubblicato sulla G.U. IVa serie concorsi n. 75 del 25.9.2012) Autorizzazione Dpcm 12.9.2012 Registrato alla Corte dei Conti il 24.9.2012

Dettagli

COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO Provincia di Lodi REGOLAMENTO PER LA STIPULAZIONE DI CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVORO

COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO Provincia di Lodi REGOLAMENTO PER LA STIPULAZIONE DI CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVORO COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO Provincia di Lodi REGOLAMENTO PER LA STIPULAZIONE DI CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVORO Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 112 del 19.8.2005 Indice Art.

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Padova, 25/01/2016 Il Rettore Prof. Rosario Rizzuto

IL RETTORE DECRETA. Padova, 25/01/2016 Il Rettore Prof. Rosario Rizzuto DIREZIONE GENERALE AREA AFFARI GENERALI Servizio Atti normativi, Affari istituzionali e Partecipate Decreto Rep. 164/2016 Prot. n.7327 Anno 2011 Tit. I Cl. 3 Fasc. 6 OGGETTO Regolamento di Ateneo per i

Dettagli

CONCORSO REGIONALE DOCENTI ABILITATI DLGS N. 59/2017, ART. 17, COMMA 2, LETTERA B)

CONCORSO REGIONALE DOCENTI ABILITATI DLGS N. 59/2017, ART. 17, COMMA 2, LETTERA B) CONCORSO REGIONALE DOCENTI ABILITATI DLGS N. 59/2017, ART. 17, COMMA 2, LETTERA B) Il Decreto Ministeriale prevede che sia pubblicato in ciascuna Regione e per ciascuna classe di concorso, uno specifico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Tipologia di assunzioni

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Tipologia di assunzioni REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Tipologia di assunzioni 1. Il presente regolamento disciplina le assunzioni a tempo determinato effettuate in applicazione e ad integrazione del

Dettagli

S.I.PRO. Agenzia Provinciale per lo Sviluppo S.p.A. Via Cairoli, Ferrara Tel. 0532/ Fax 0532/249247

S.I.PRO. Agenzia Provinciale per lo Sviluppo S.p.A. Via Cairoli, Ferrara Tel. 0532/ Fax 0532/249247 REGOLAMENTO INTERNO PER L ASSUNZIONE DEL PERSONALE Con delibera del Consiglio di Amministrazione del 21/3/2016 nel rispetto dei principi di imparzialità, trasparenza e pubblicità, in attuazione delle disposizioni

Dettagli

IL NUOVO RECLUTAMENTO DOCENTI FIT E CONCORSI A CATTEDRA. USB P.I. Scuola

IL NUOVO RECLUTAMENTO DOCENTI FIT E CONCORSI A CATTEDRA. USB P.I. Scuola IL NUOVO RECLUTAMENTO DOCENTI FIT E CONCORSI A CATTEDRA Che cos è il FIT Il sistema a regime prevede, attraverso il superamento di un concorso per titoli ed esami, l ammissione ad un percorso triennale

Dettagli

Pubblico concorso per reclutamento n. 1 Dirigente Ripartizione IV Tecnica Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Monopoli ALLEGATO A)

Pubblico concorso per reclutamento n. 1 Dirigente Ripartizione IV Tecnica Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Monopoli ALLEGATO A) CITTA DI MONOPOLI (Provincia di Bari) Pubblico concorso per reclutamento n. 1 Dirigente Ripartizione IV Tecnica Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Monopoli ALLEGATO A) In base all'art. 5 del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA"

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA" Area Risorse Umane Ufficio Personale tecnico-amministrativo Settore Concorsi personale TAB universitario e CEL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI TECNOLOGI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI (SELEZIONE DEL PERSONALE)

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI (SELEZIONE DEL PERSONALE) . REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI (SELEZIONE DEL PERSONALE) Approvato con Atto del Presidente n 22 del 27 marzo 2017 Art. 1 Oggetto Le disposizioni contenute negli articoli che seguono disciplinano i criteri,

Dettagli

Avviso di selezione pubblica per l assunzione a tempo determinato per il profilo professionale di Addetto alla Segreteria.

Avviso di selezione pubblica per l assunzione a tempo determinato per il profilo professionale di Addetto alla Segreteria. Avviso di selezione pubblica per l assunzione a tempo determinato per il profilo professionale di Addetto alla Segreteria. Il Collegio Regionale Maestri di Sci Abruzzo, in conformità a quanto disposto

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE PERSONALE

BOLLETTINO UFFICIALE PERSONALE MINISTERO DELL INTERNO PER USO D UFFICIO 2 agosto 2007 Supplemento straordinario n.1 /23 BOLLETTINO UFFICIALE DEL PERSONALE SOMMARIO Decreto del Ministro dell Interno del 30 luglio 2007. Criteri, sistema

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA"

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA" ACCORDO SULL APPLICAZIONE DELL ART. 3, COMMA 94, LEGGE 24 DICEMBRE 2007, N. 244 (FINANZIARIA 2008) Le delegazioni di parte pubblica e di parte sindacale dell

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DEL POLITECNICO DI BARI

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DEL POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DEL POLITECNICO DI BARI Decreto di Emanazione D.R. n. 183 del 17.05.2016 1 Direzione Gestione Risorse e Servizi Istituzionali Settore Ricerca

Dettagli

Il Ministro della Giustizia di concerto con il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione

Il Ministro della Giustizia di concerto con il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione Decreto 20 ottobre 2016 - Di concerto con il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione recante l individuazione dei criteri e le priorità delle procedure di assunzione di un contingente

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DEI PROFESSORI A CONTRATTO NEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DELL ART. 23, COMMA 2, DELLA L. 240/2010

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DEI PROFESSORI A CONTRATTO NEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DELL ART. 23, COMMA 2, DELLA L. 240/2010 REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DEI PROFESSORI A CONTRATTO NEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DELL ART. 23, COMMA 2, DELLA L. 240/2010 Art. 1 (Oggetto, finalità) 1. Il presente regolamento disciplina, ai sensi

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO AVVISO INTERNO

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO AVVISO INTERNO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO AVVISO INTERNO In esecuzione della determinazione n. 171/C.01/09 del 25.9.2009 è indetta selezione interna riservata

Dettagli

Ente Foreste della Sardegna

Ente Foreste della Sardegna Regione Autonoma della Sardegna Ente Foreste della Sardegna AVVISO DI SELEZIONE INTERNA Art. 1) Indizione di selezione. L Ente Foreste della Sardegna indice una selezione interna per titoli ed esami, ai

Dettagli

Regolamento per la mobilità esterna volontaria

Regolamento per la mobilità esterna volontaria Comune di Ardore Provincia di Reggio Calabria Regolamento per la mobilità esterna volontaria Approvato con deliberazione della Commissione Straordinaria n. 42 del 05/11/2013; Pubblicato all Albo Pretorio

Dettagli

I candidati risultati vincitori nelle selezioni dei precedenti corsi di specializzazione, prioritariamente presso il medesimo Ateneo;

I candidati risultati vincitori nelle selezioni dei precedenti corsi di specializzazione, prioritariamente presso il medesimo Ateneo; Breve descrizione Il corso di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, istituito ai sensi dell'art. 13 del D.M. del 10 settembre 2010, n. 249, è un percorso formativo

Dettagli

SANT AGATA SERVIZI SRL

SANT AGATA SERVIZI SRL SANT AGATA SERVIZI SRL società unipersonale soggetta a direzione e coordinamento da parte del Comune di Sant Agata di Puglia sede legale in Piazza XX Settembre - Sant'Agata di Puglia (FG) capitale sociale

Dettagli

Criteri per lo svolgimento dei concorsi pubblici per l accesso alla qualifica di dirigente. Art. 1. Accesso

Criteri per lo svolgimento dei concorsi pubblici per l accesso alla qualifica di dirigente. Art. 1. Accesso Criteri per lo svolgimento dei concorsi pubblici per l accesso alla qualifica di dirigente Art. 1 Accesso 1. L accesso alla qualifica di dirigente, ai sensi dell art. 32 della legge regionale 13 novembre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Principi generali

REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Principi generali REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Principi generali 1. Il presente Regolamento disciplina le assunzioni a tempo determinato presso l Azienda Ospedaliero Universitaria San Luigi Gonzaga

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA"

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA" Area Risorse Umane Ufficio Personale tecnico-amministrativo Settore Concorsi personale TAB universitario e CEL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI TECNOLOGI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DELLA GROSSETO PARCHEGGI S.R.L.

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DELLA GROSSETO PARCHEGGI S.R.L. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DELLA GROSSETO PARCHEGGI S.R.L. Criteri e modalità per il reclutamento del personale e per il conferimento degli incarichi professionali ART.1 OGGETTO Il presente

Dettagli

CONCORSI PUBBLICI =====================

CONCORSI PUBBLICI ===================== DIREZIONE GENERALE Direttore: Dr. Marco Onofri Tel.: 031/585.5214 Telefax: 031/585.5384 e-mail:personale.concorsi@hsacomo.org CONCORSI PUBBLICI ===================== Art. 1 In esecuzione della deliberazione

Dettagli

Regolamento assunzioni

Regolamento assunzioni Regolamento assunzioni Luglio 2017 - V.1 SOMMARIO PREMESSA 3 1. AMBITO DI APPLICAZIONE 3 2. RICHIAMO AI PRINCIPI GENERALI DI COMPORTAMENTO E DI CONTROLLO 3 3. MODALITÀ ESECUTIVE 3 3.1 Selezione del personale

Dettagli

COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI VALLEFOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino TABELLA VALUTAZIONE DEI TITOLI (Allegato A del regolamento sulle modalità di assunzione agli impieghi, requisiti di accesso e procedure concorsuali )

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECLUTAMENTO E DELLA SELEZIONE DI PERSONALE IN ACQUE OVEST BRESCIANO 2

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECLUTAMENTO E DELLA SELEZIONE DI PERSONALE IN ACQUE OVEST BRESCIANO 2 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECLUTAMENTO E DELLA SELEZIONE DI PERSONALE IN ACQUE OVEST BRESCIANO 2 INDICE 1.SCOPO DEL REGOLAMENTO 2.CAMPO D APPLICAZIONE 3 RECLUTAMENTO E SELEZIONE DEL PERSONALE 3.1

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Covelli Carmela Data di nascita 15/05/1960 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Covelli Carmela Data di nascita 15/05/1960 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Covelli Carmela Data di nascita 15/05/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DIREZIONE DEL PERSONALE Dirigente: Dott. Ascenzo Farenti UNITA PROGRAMMAZIONE E RECLUTAMENTO DEL PERSONALE Responsabile: Dott.ssa Laura Tangheroni Prot. n. 52794 del 27/10/2016 Rep. n. 693/2016 Pubblicato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI PERSONALE

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI PERSONALE REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DI PERSONALE ART. 1 Oggetto Il presente regolamento, adottato dalla GE.S.S.TER S.r.l. in attuazione dell art.19 comma 2 e dell art. 25 del D.Lgs. n.175/2016 (T.U.in materia

Dettagli

COGESER S.p.A. REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE

COGESER S.p.A. REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE COGESER S.p.A. REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE Con delibera del consiglio di amministrazione del 30.10.2008, nel rispetto dei principi di imparzialità trasparenza e pubblicità, in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI TEMPI AGENZIA SRL

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI TEMPI AGENZIA SRL REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE DI TEMPI AGENZIA SRL Il presente regolamento individua e disciplina le procedure per l assunzione di nuovi dipendenti e la gestione del personale già

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA COMMISSIONE. Estratto del Verbale n. 1 del 10 marzo2017 Preliminare

CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA COMMISSIONE. Estratto del Verbale n. 1 del 10 marzo2017 Preliminare CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI CAT. D, POSIZIONE ECONOMICA D1, AREA TECNICA TECNICO SCIENTIFICA ED ELABORAZIONE DATI, CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO

Dettagli

REGIONE MOLISE A.S.Re.M Via U. Petrella, 1, Campobasso

REGIONE MOLISE A.S.Re.M Via U. Petrella, 1, Campobasso REGIONE MOLISE A.S.Re.M Via U. Petrella, 1, - 86100 Campobasso AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO /RISOLUZIONE QUESITI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI TEMPORANEI COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO

Dettagli

Ipotesi di lavoro per la introduzione di ELEMENTI INNOVATIVI nella disciplina regolamentare PER L'ACCESSO AGLI IMPIEGHI in una amministrazione locale.

Ipotesi di lavoro per la introduzione di ELEMENTI INNOVATIVI nella disciplina regolamentare PER L'ACCESSO AGLI IMPIEGHI in una amministrazione locale. Ipotesi di lavoro per la introduzione di ELEMENTI INNOVATIVI nella disciplina regolamentare PER L'ACCESSO AGLI IMPIEGHI in una amministrazione locale. Si tiene conto, a tal fine, dei principi stabiliti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Decreto n. 1468/2008 Oggetto: Modifica al vigente REGOLAMENTO PER LE ASSUNZIONI DI PERSONALE A TEMPO DETERMINATO AI SENSI DELL ART. 19, 6 COMMA DEL CONTRATTO COLLETTIVO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO 16/11/015 REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO Con delibera del Consiglio di Amministrazione del 1/10/010, Mondo Acqua S.p.A. adotta il presente regolamento per il reclutamento e la selezione del personale

Dettagli

Approvato con Delibera di CdA n. 21 del 20/06/2017

Approvato con Delibera di CdA n. 21 del 20/06/2017 REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI RAPPORTI DI LAVORO TEMPO DETERMINATO DEL PERSONALE TECNICO E/O AMMINISTRATIVO DELL AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA DISTRETTO CESENA VALLE SAVIO Premesse Richiamato:

Dettagli

Decreto Ministeriale 11 novembre 2011

Decreto Ministeriale 11 novembre 2011 Decreto Ministeriale 11 novembre 2011 Definizione delle modalità di svolgimento e delle caratteristiche delle prove di accesso ai percorsi di tirocinio formativo attivo di cui all articolo 15, comma 1,

Dettagli

Decreto Ministeriale del 11 novembre Atti Ministeriali MIURhttp://attiministeriali.miur.it/anno-2011/novembre/dm

Decreto Ministeriale del 11 novembre Atti Ministeriali MIURhttp://attiministeriali.miur.it/anno-2011/novembre/dm Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Cerca Home» Atti Ministeriali» Anno 2011» Novembre» dm 11112011 Atti Ministeriali Ministero Istruzione Decreto Ministeriale 11 novembre 2011 Definizione

Dettagli

ALLEGATO A PARTE II ACQUISIZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

ALLEGATO A PARTE II ACQUISIZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE ALLEGATO A MODIFICHE ED INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI PARTE II ACQUISIZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE E modificato il comma 2 dell art 50, che viene

Dettagli

Regolamento recante norme sui concorsi per l'assunzione di personale a tempo indeterminato. dell'istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)

Regolamento recante norme sui concorsi per l'assunzione di personale a tempo indeterminato. dell'istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) Regolamento recante norme sui concorsi per l'assunzione di personale a tempo indeterminato dell'istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) 14 marzo 2006 Il testo del Regolamento recante norme sui concorsi

Dettagli

BANDO N. 5/07 SELEZIONE DI PROGRESSIONE VERTICALE, PER TITOLI E PERCORSO FORMATIVO, A 25 POSTI DI CATEGORIA C, POSIZIONE ECONOMICA C1, PRESSO QUESTO

BANDO N. 5/07 SELEZIONE DI PROGRESSIONE VERTICALE, PER TITOLI E PERCORSO FORMATIVO, A 25 POSTI DI CATEGORIA C, POSIZIONE ECONOMICA C1, PRESSO QUESTO POLITECNICO DI TORINO SERVIZIO PERSONALE E SVILUPPO RISORSE UMANE UFFICIO GESTIONE TECNICI AMMINISTRATIVI Corso Duca degli Abruzzi 24-10129 TORINO Tel. 011/564.7955 - Fax 011/564.6043 BANDO N. 5/07 SELEZIONE

Dettagli

CONSIAG SERVIZI COMUNI s.r.l. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE NELLA SOCIETA CONSIAG SERVIZI COMUNI s.r.l.

CONSIAG SERVIZI COMUNI s.r.l. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE NELLA SOCIETA CONSIAG SERVIZI COMUNI s.r.l. CONSIAG SERVIZI COMUNI s.r.l. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE NELLA SOCIETA CONSIAG SERVIZI COMUNI s.r.l. Art. 1 - SCOPO Scopo della presente procedura è definire criteri e modalità da seguire

Dettagli

A.Se.R. SpA. Regolamento interno per il reclutamento del personale. Rev. 2 del (Approvato con CdA del )

A.Se.R. SpA. Regolamento interno per il reclutamento del personale. Rev. 2 del (Approvato con CdA del ) Regolamento interno per il reclutamento del personale Rev. 2 del 10.11.2010 (Approvato con CdA del 01.12.2010) 1 Indice Articolo 1... 3 Articolo 2... 3 Articolo 3... 3 Articolo 4... 4 Articolo 5... 4 Articolo

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA E CONSERVAZIONE DELLE OPERE D'ARTE PARTE NORMATIVA Art. 1 Requisiti per l'accesso al corso Requisiti curriculari

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.LI 18 E 24 DELLA LEGGE

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.LI 18 E 24 DELLA LEGGE REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA DEI PROFESSORI DI PRIMA E SECONDA FASCIA IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT.LI 18 E 24 DELLA LEGGE 240/2010 (EMANATO CON D.R. N. 638/2012 DEL 5 DICEMBRE 2012 ED INTEGRATO CON D.R. N.202/2013

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche MIUR.AOODRMA.REGISTRO UFFICIALE(U).0010703.15-07-2016 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca AVVISO DELLA PROCEDURA DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI PERSONALE DOCENTE E DIRIGENTI

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ARTICOLO 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente regolamento riguarda i criteri e le modalità per

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione. Esaminata la Bozza Regolamento Aziendale per il Personale; sentito il Direttore;

Il Consiglio di Amministrazione. Esaminata la Bozza Regolamento Aziendale per il Personale; sentito il Direttore; AZIENDA SPECIALE MULTISERVIZI DEL COMUNE DI COLLE DI VAL D ELSA Deliberazione n 24 del 20/10/2010 Oggetto: Approvazione Regolamento Generale del Personale. Il Consiglio di Amministrazione Esaminata la

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÀ VOLONTARIA ESTERNA INDICE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÀ VOLONTARIA ESTERNA INDICE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÀ VOLONTARIA ESTERNA INDICE Art. 1 Principi generali Art. 2 Requisiti generali per l ammissione alle selezioni Art. 3 Procedura selettiva Art. 4 Sistema

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ART. 1: OGGETTO Con il presente regolamento vengono stabiliti i criteri e le modalità per il reclutamento del personale della Società nel rispetto dei principi

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO COPIA DELIBERAZIONE N 14269

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO COPIA DELIBERAZIONE N 14269 ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE CONSIGLIO DIRETTIVO DELIBERAZIONE N 14269 Il Consiglio Direttivo dell Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, riunito in Roma il giorno 21 dicembre 2016 - alla presenza

Dettagli

(GU n. 101 del ) ENTE NAZIONALE PER L'AVIAZIONE CIVILE. CONCORSO 21 gennaio 2002

(GU n. 101 del ) ENTE NAZIONALE PER L'AVIAZIONE CIVILE. CONCORSO 21 gennaio 2002 1 (GU n. 101 del 21-12-2001) ENTE NAZIONALE PER L'AVIAZIONE CIVILE CONCORSO 21 gennaio 2002 Procedura selettiva pubblica per cinque posti di laureati in giurisprudenza, sette laureati in economia e commercio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA TRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA TRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ALL. A) Delibera G.C. N. 160/12 REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ ESTERNA VOLONTARIA TRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 Attuazione mobilità esterna volontaria individuazione posti da ricoprire 1. La mobilità

Dettagli

COGESER S.p.A. REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE

COGESER S.p.A. REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE COGESER S.p.A. REGOLAMENTO INTERNO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE Con delibera del consiglio di amministrazione del 30.10.2008, nel rispetto dei principi di imparzialità trasparenza e pubblicità, in

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA SELEZIONE DEL PERSONALE

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA SELEZIONE DEL PERSONALE REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO E LA SELEZIONE DEL PERSONALE Articolo 1 Oggetto. Il presente regolamento disciplina le modalità di assunzione di personale a tempo indeterminato o determinato, in ottemperanza

Dettagli