MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia Banca e Finanza A. DISPOSIZIONI COMUNI AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI ECONOMIA Presso la Facoltà di Economia dell Università degli Studi dell Insubria sede di Varese, nell anno accademico 2008/2009 sono attivati: il Corso di Laurea magistrale in Economia e Commercio, di durata biennale (classe n. 84/s Scienze Economico-Aziendali ); il Corso di Laurea magistrale in Economia Banca e Finanza, di durata biennale (classe n. 19/s Finanza ). Gli insegnamenti sono organizzati con l adozione dei crediti formativi universitari(cfu). Accesso ai corsi L accesso ad entrambe le lauree magistrali senza debiti formativi è consentito a coloro che sono in possesso della Laurea Triennale in Economia e Commercio (classe 28) e della Laurea Triennale in Economia e Amministrazione delle Imprese (classe 17) conseguite presso questa Università. Per gli studenti in possesso del Diploma Universitario in Economia e Amministrazione delle Imprese è consentito l accesso ai Corsi di laurea magistrale con un debito formativo relativo alla seconda lingua (5 crediti) e alla prova finale (5 crediti). Per gli studenti in possesso della Laurea Quadriennale in Economia e Commercio e gli studenti in possesso di lauree triennali e quadriennali conseguite presso altri Atenei è consentito l accesso previa verifica da parte degli organi didattici competenti della necessità di colmare eventuali debiti formativi. Frequenza ed articolazione dei corsi La frequenza, ad eccezione dei Temi Avanzati (vedi oltre), non è obbligatoria, anche se fortemente consigliata, per la generalità degli studenti. L attività didattica è svolta per ciascun anno di corso in due semestri, suddivisi in due cicli di 7 settimane ciascuno. Salvo quando espressamente specificato, i corsi, che attribuiscono 5 crediti vengono erogati in un ciclo. Per quanto attiene l insegnamento delle lingue si veda la Guida dello Studente a.a. 2008/2009, disponibile anche on line nel sito della Facoltà. 1

2 B. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E COMMERCIO Obiettivi formativi e sintesi degli sbocchi professionali Il corso di laurea magistrale in Economia e Commercio ha l obiettivo di fornire approfondite conoscenze in ambito economico-aziendale, giuridico e matematico-statistico, che permettano ai laureati della classe magistrale di operare con elevata professionalità presso organizzazioni complesse quali aziende private o pubbliche, sia in riferimento alle funzioni di organizzazione e gestione interna, sia rispetto alla determinazione delle strategie di sviluppo e crescita. In particolare, in un contesto caratterizzato da un sempre più accentuato processo di globalizzazione e da crescenti innovazioni tecniche ed istituzionali diviene essenziale formare quadri dirigenti in grado di sviluppare la propria capacità di adattamento ai cambiamenti. In questa ottica il percorso di studio è stato ideato con una forte caratterizzazione interdisciplinare, che costituisce il suo tratto peculiare e qualificante. Alla tesi di laurea viene assegnato un ruolo rilevante nella costruzione di una specializzazione su tematiche teoriche o professionali. I laureati magistrali svolgeranno attività professionali nelle aziende, dove potranno assumere ruoli manageriali o imprenditoriali, nelle pubbliche amministrazioni e nelle libere professioni dell area economica nonché potranno avviarsi a percorsi di studio post laurea e ad attività di ricerca. Il Corso si articola in due percorsi formativi (indirizzi): Economia e Management (EM) ed Economia e Diritto per l Impresa (EDI). Al primo anno è assegnata una funzione di completamento della formazione conseguita con la laurea triennale e di primo approccio a temi specialistici. Ciò è consentito anche con la frequenza ai Temi Avanzati, svolti attraverso una didattica di tipo seminariale nonché attraverso la scelta, di insegnamenti specialistici. Nel secondo anno si procederà al completamento del percorso formativo e si darà ampio spazio all attività di elaborazione della tesi. Indirizzo: ECONOMIA E MANAGEMENT (EM) Il percorso formativo di Economia e Management privilegia l approfondimento di tematiche dell'area economico, aziendale, giuridica e quantitativa in un ottica di applicazione alla gestione di impresa o di sviluppo delle conoscenze di carattere teorico, a seconda delle scelte effettuate nel piano di studi. Lo studente magistrale dovrà conseguire alla conclusione del corso di studio, gli insegnamenti obbligatori indicati nella tabella A sottostante. Qualora uno o più di tali insegnamenti siano già stati superati nel corso della Laurea Triennale, lo studente potrà sostenere altri esami nel rispetto delle indicazioni ministeriali relative ad ambiti e settori scientifico disciplinari, seguendo le indicazioni di uno dei docenti incaricati dell assistenza alla predisposizione dei piani di studio e attingendo dall elenco degli insegnamenti attivabili dalla Facoltà esclusivamente per le lauree magistrali, riportato nella Tabella B. L elenco completo degli insegnamenti attivati per l a.a. 2008/2009 dalla Facoltà è disponibile nella Guida dello Studente a.a. 2008/2009. L elenco dei docenti incaricati è pubblicato nelle bacheche della Facoltà e on line nella sezione Avvisi. INSEGNAMENTI OBBLIGATORI (DEL PRIMO E DEL SECONDO ANNO) Tab. A Tipologia di Insegnamenti Crediti SSD Attività Ambito Prop. Contabilità dei costi 5 SECS-P/07 Caratterizzante Diritto amministrativo 5 IUS/10 Sede Economia e gestione delle imprese internazionali 5 SECS-P/08 Caratterizzante Finanza aziendale A 5 SECS-P/09 Caratterizzante Matematica per l economia 5 SECS-S/06 Sede Organizzazione aziendale 5 SECS-P/10 Caratterizzante Politica economica 5 SECS-P/02 Caratterizzante Politica economica regionale 5 SECS-P/06 Caratterizzante economiche N 08 economiche 2

3 Scienza delle finanze 5 SECS-P/03 Caratterizzante Economiche B 08 Statistica per l impresa 5 SECS-S/03 Sede A 08 Principi di programmazione informatica 5 INF/01 Affiniintegrative complementari SECS-P/01 SECS-P/02 SECS-P03 SECS-P/05 Economia SECS-P/06 Temi avanzati Gestione aziendale e Management Diritto per l Impresa Metodi Quantitativi per l Impresa Attività didattiche a scelta libera 5 Altre attività formative (stage, Erasmus, seminari, attività finalizzate alla tesi, altro) Fino a 8 Prova finale 25 SECS-P/07 SECS-P/08 SECS-P/09 SECS-P/10 SECS-P/11 IUS/01 IUS/04 IUS/05 IUS/07 IUS/09 IUS/10 IUS/12 IUS/13 IUS/14 SECS-S/01 SECS-S/03 SECS-S/06 Temi Avanzati I Temi Avanzati sono attività a frequenza obbligatoria. La frequenza è obbligatoria per tutte le sessioni; è ammessa l assenza ad una sola lezione per un massimo di 2 ore. Per la scelta dei Temi Avanzati da seguire, lo studente dovrà verificare il proprio piano di studi al fine di colmare eventuali debiti formativi ai fini del rispetto dei minimi di legge per SSD, Tipologia e Ambito. L elenco e il calendario dei Temi Avanzati con le indicazioni per la compilazione del piano di studi verranno pubblicati sul sito di Facoltà, entro settembre Il numero massimo di CFU totali che lo studente può conseguire con la frequenza ai temi avanzati è 8. Indirizzo: ECONOMIA E DIRITTO PER L IMPRESA (EDI) Il percorso Economia e Diritto per l'impresa (Professionale) è indirizzato a quanti intendono orientarsi verso la consulenza e la libera professione, la revisione e la certificazione dei bilanci. Oltre alle tradizionali discipline di carattere economico aziendale, particolare attenzione è data agli insegnamenti dell'area giuridica per gli aspetti che interessano chi intraprende la libera professione. L obiettivo è di formare una figura professionale che possieda, oltre ad una profonda cultura economica, una conoscenza degli istituti giuridici e degli strumenti di analisi e di interpretazione delle norme che regolano gli aspetti economici della vita sociale e che sono necessari per l esercizio della professione. Lo studente magistrale dovrà conseguire alla conclusione del corso di studio, gli insegnamenti obbligatori indicati nella tabella A sottostante. Qualora uno o più di tali insegnamenti siano già stati superati nel corso della Laurea Triennale, lo studente potrà sostenere altri esami nel rispetto delle indicazioni 3

4 ministeriali relative ad ambiti e settori scientifico disciplinari, seguendo le indicazioni di uno dei docenti incaricati dell assistenza alla predisposizione dei piani di studio e attingendo dall elenco degli insegnamenti attivabili dalla Facoltà esclusivamente per le lauree magistrali, riportato nella Tabella B. L elenco completo degli insegnamenti attivati per l a.a. 2008/2009 dalla Facoltà è disponibile nella Guida dello Studente a.a. 2008/2009. L elenco dei docenti incaricati è pubblicato nelle bacheche della Facoltà e on line nella sezione Avvisi. INSEGNAMENTI OBBLIGATORI DEL PRIMO E DEL SECONDO ANNO Tab. A Tipologia di Insegnamenti Crediti SSD Attività Ambito Prop. Contabilità dei costi 5 SECS-P/07 Caratterizzante Diritto amministrativo 5 IUS/10 Sede Diritto fallimentare 5 IUS/04 Caratterizzante giuridiche Diritto processuale tributario 5 IUS/12 Sede M 08 Finanza aziendale A 5 SECS-P/09 Caratterizzante Finanziamenti di aziende 5 SECS-P/11 Sede I 08 Istituzioni di diritto tributario 5 IUS/12 Caratterizzante giuridiche Obbligazioni e contratti 5 IUS/01 Sede Affiniintegrative Principi di programmazione informatica 5 INF/01 Organizzazione aziendale 5 SECS-P/10 Caratterizzante Ragioneria 5 SECS-P/07 Caratterizzante Scienza delle finanze 5 SECS-P/03 Caratterizzante SECS-P/01 SECS-P/02 SECS-P03 SECS-P/05 Economia SECS-P/06 Temi avanzati Gestione aziendale e Management Diritto per l Impresa Metodi Quantitativi per l Impresa SECS-P/07 SECS-P/08 SECS-P/09 SECS-P/10 SECS-P/11 IUS/01 IUS/04 IUS/05 IUS/07 IUS/09 IUS/10 IUS/12 IUS/13 IUS/14 SECS-S/01 SECS-S/03 SECS-S/06 complementari economiche B 08 Attività didattiche a scelta libera 5 Altre attività formative (stage, Erasmus, 4

5 seminari, attività finalizzate alla tesi, altro) Fino a 8 Prova finale 25 Temi Avanzati I Temi Avanzati sono attività a frequenza obbligatoria. La frequenza è obbligatoria per tutte le sessioni; è ammessa l assenza ad una sola lezione per un massimo di 2 ore. Per la scelta dei Temi Avanzati da seguire, lo studente dovrà verificare il proprio piano di studi al fine di colmare eventuali debiti formativi ai fini del rispetto dei minimi di legge per SSD, Tipologia e Ambito. L elenco e il calendario dei Temi Avanzati con le indicazioni per la compilazione del piano di studi verranno pubblicati sul sito di Facoltà, entro settembre Il numero massimo di CFU totali che lo studente può conseguire con la frequenza ai temi avanzati è 8. Tab. B INSEGNAMENTI ATTIVABILI Insegnamenti Crediti SSD Tipologia di Attività Ambito Prop. Controllo di gestione 5 SECS-P/07 Sede Diritto del mercato unico europeo 5 IUS/13 Sede L 08 Formazione interdisciplinare Economiche Economia della tassazione 5 SECS-P/03 Caratterizzante Economia e psicologia etica 5 SECS-P/01 Sede Economia monetaria (corso progredito) 5 SECS-P/01 Sede Family business 5 SECS-P/07 Sede Finanza dell innovazione 5 SECS-P/08 Sede Gestione dei rischi 5 SECS-P/11 Sede Macroeconomia internazionale 5 SECS-P/01 Sede Marketing internazionale 5 SECS-P/08 Sede F 08 Organizzazione del lavoro 5 SECS-P/10 Sede G 08 Revisione contabile 5 SECS-P/07 Sede Sistemi finanziari comparati 5 SECS-P/01 Sede Teoria delle decisioni 5 MAT/06 Diritto del lavoro 5 IUS/07 Sede Diritto dell Economia 5 IUS/05 Affiniintegrative Economia dell innovazione 5 SECS-P/06 Sede Sociologia 5 SPS/07 Affiniintegrative Formazione interdisciplinare Strategia e politica aziendale 5 SECS-P/07 Sede H 08 Affiniintegrative Formazione interdisciplinare A 08 5

6 C. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA BANCA E FINANZA Obiettivi formativi e sintesi degli sbocchi professionali Il corso ha l obiettivo di offrire ai laureati una solida conoscenza delle metodologie e degli strumenti matematico-statistici, dell economia politica e dell economia aziendale che permetta loro di affrontare presso società bancarie e finanziarie e imprese industriali le problematiche connesse alla gestione dei rischi, nelle sue diverse accezioni. Particolare attenzione verrà posta allo sviluppo delle capacità di costruire collegamenti fra gli strumenti quantitativi e vari ambiti operativi e gestionali della finanza (specificazione, valutazione, previsione di modelli). Tali capacità permettono di valutare l impatto di diversi scenari macrofinanziari e di interpretare ed elaborare i modelli decisionali caratteristici dei mercati finanziari e intervenire nei processi gestionali tipici delle diverse categorie di intermediari finanziari (gestione dei rischi di mercato, operativi e di, modelli di previsione delle insolvenze, gestione di portafogli di attività finanziarie). Il laureato sarà anche in grado di svolgere funzioni di risk management nelle imprese industriali, oltre che in quelle finanziarie. Al termine del percorso formativo, le competenze che ogni studente dovrebbe aver maturato sono le seguenti: saper prevedere scenari macroeconomici e il relativo impatto sui mercati finanziari saper gestire attivamente un portafoglio di attività finanziarie saper valutare il grado di rischiosità associato ad un settore, ad un azienda, ad un paese, anche attraverso l utilizzo e la costruzione di modelli di previsione delle insolvenze saper effettuare operazioni di copertura di rischio con prodotti finanziari derivati saper interpretare e valutare criticamente i modelli di gestione dei rischi finanziari e operativi nelle banche e nelle imprese industriali e saper elaborare autonomamente semplici modelli. Lo studente magistrale dovrà conseguire alla conclusione del corso di studio, gli insegnamenti obbligatori indicati nella tabella A sottostante. Qualora uno o più di tali insegnamenti siano già stati superati nel corso della Laurea Triennale, lo studente potrà sostenere altri esami nel rispetto delle indicazioni ministeriali relative ad ambiti e settori scientifico disciplinari, seguendo le indicazioni di uno dei docenti incaricati dell assistenza alla predisposizione dei piani di studio e attingendo dall elenco degli insegnamenti attivabili dalla Facoltà esclusivamente per le lauree magistrali, riportato nella Tabella B. L elenco completo degli insegnamenti attivati per l a.a. 2008/2009 dalla Facoltà è disponibile nella Guida dello Studente a.a. 2008/2009. L elenco dei docenti incaricati è pubblicato nelle bacheche della Facoltà e on line nella sezione Avvisi. PRIMO E SECONDO ANNO Insegnamento Crediti SSD Tipologia di Attività Ambito Prop. Economia dei mercati monetari e finanziari B 5 SECS-P/01 Caratterizzante Economico C 08 Economia del mercato mobiliare B 5 SECS-P/11 Caratterizzante Aziendale D 08 Economia monetaria 5 SECS-P/01 Sede Economia industriale 5 SECS-P/01 Caratterizzante Economico Finanza aziendale B 5 SECS-P/09 Sede Affine Istituzioni di diritto tributario 5 IUS/12 integrativa Matematica per l economia 5 SECS-S/06 Sede Modelli finanziari a tempo continuo 5 MAT-06 Caratterizzante Affine Organizzazione aziendale 5 SECS-P/10 integrativa Affine Principi di programmazione informatica 5 INF/01 integrativa INF/01 SECS-P/01 Cultura di contesto Matematicostatistico E 08 Cultura di contesto Cultura di contesto 6

7 Temi avanzati Temi avanzati di Economia Temi avanzati di Gestione aziendale e Management Temi avanzati di Diritto per l impresa Temi avanzati di Metodi quantitativi per l impresa SECS-P/02 SECS-P/03 SECS-P/05 SECS-P/06 INF/01 SECS-P/07 SECS-P/08 SECS-P/09 SECS-P/10 SECS-P/11 IUS/01-/04 IUS/05-/07 IUS/09 IUS/10 IUS/12 IUS/13 IUS/14 INF/01 SECS-S/01 SECS-S/03 SECS-S/06 Attività didattiche a scelta libera 5 Altre attività formative (stage, Erasmus, Fino a seminari, attività finalizzate alla tesi, altro) 8 Prova finale 25 Temi Avanzati I Temi Avanzati sono attività a frequenza obbligatoria. La frequenza è obbligatoria per tutte le sessioni; è ammessa l assenza ad una sola lezione per un massimo di 2 ore. Per la scelta dei Temi Avanzati da seguire, lo studente dovrà verificare il proprio piano di studi al fine di colmare eventuali debiti formativi ai fini del rispetto dei minimi di legge per SSD, Tipologia e Ambito. L elenco e il calendario dei Temi Avanzati con le indicazioni per la compilazione del piano di studi verranno pubblicati sul sito di Facoltà, entro settembre Il numero massimo di CFU totali che lo studente può conseguire con la frequenza ai temi avanzati è 8. Lo studente dovrà scegliere insegnamenti facoltativi fino al completamento dei crediti richiesti rispettando il numero di crediti per tipologia di attività. Gli insegnamenti facoltativi potranno essere scelti fra i seguenti (non attivati nella laurea triennale) o fra tutti i rimanenti insegnamenti delle lauree triennali, magistrali e temi avanzati attivi presso la Facoltà. Insegnamenti consigliati (se attivati) Insegnamenti Crediti SSD Tipologia di Attività Ambito Prop. Affini Culture di Politica economica regionale 5 SECS-P/06 integrative contesto Econometria delle durate 5 SECS-P/05 Sede Economia dell innovazione 5 SECS-P/06 Affine integrativa Cultura di contesto Economia e psicologia etica 5 SECS-P/01 Sede Finanza assicurativa 5 SECS-S/06 SECS-P/11 Sede Economia Monetaria (corso progredito) 5 SECS-P/01 Sede Economia bancaria 5 SECS -P/11 Sede Statistica per l impresa 5 SECS-S/03 Caratterizzante Matematicostatistico A 08 7

8 D. CALENDARIO ACCADEMICO DELLA FACOLTÀ Calendario dei Corsi e degli Esami Le lezioni avranno inizio il 29 settembre Il calendario delle lezioni, degli esami di profitto e degli esami di laurea sono pubblicati sul sito Web della Facoltà. Il Piano didattico è riportato di seguito: Primo semestre Secondo semestre Primo ciclo Esami Secondo ciclo Esami Terzo ciclo Esami Quarto ciclo Esami E. PIANI DI STUDIO DELLE LAUREE MAGISTRALI: INDICAZIONI COMUNI Predisposizione del piano di studi Lo studente dovrà predisporre il piano di studi nel rispetto di quanto previsto dal Manifesto degli studi del Corso di Laurea Magistrale prescelta e tenendo conto dei crediti già acquisiti nel corso della Laurea Triennale. Lo studente potrà rivolgersi per una prima valutazione all ufficio del Manager Didattico e per la redazione definitiva e la validazione del piano di studi a uno dei docenti responsabili per la predisposizione dei piani di studio. L elenco dei docenti sarà reso noto entro settembre 2008 sulla Guida dello studente e on line. La presentazione del piano di studi deve avvenire dall 6 ottobre al 15 dicembre 2008 o contestualmente all immatricolazione se avviene dopo la data indicata. Gli studenti iscritti alla Laurea magistrale in Economia e Commercio dovranno scegliere l indirizzo in concomitanza con la predisposizione del piano di studi. Propedeuticità Si richiedono oltre al superamento degli insegnamenti di base (parte A; prima parte; propedeutico) prima del superamento dei corsi avanzati (parte B, seconda parte, progredito), le seguenti propedeuticità, come indicato nelle tabelle dei piani di studio e nella Guida dello studente secondo la seguente legenda: A 08 richiede il superamento di: Statistica Inferenziale B 08 richiede il superamento di: Istituzioni di Macroeconomia C 08 richiede il superamento di: Economia Monetaria, Economia dei mercati monetari e finanziari A D 08 richiede il superamento di: Economia del mercato mobiliare A, Economia degli intermediari finanziari E 08 richiede il superamento di: Calcolo delle probabilità, Principi di programmazione informatica F 08 richiede il superamento di: Ragioneria, Marketing. G 08 si consiglia il superamento di: Organizzazione aziendale H 08 richiede il superamento di: Economia e gestione delle imprese A per i Corsi di laurea tradizionali; Economia aziendale per il Corso di Laurea modalità part-time I 08 richiede il superamento di: Economia degli intermediari finanziari L 08 richiede il superamento di: Diritto dell Unione Europea M 08 richiede il superamento di: Istituzioni di diritto tributario N 08 richiede il superamento di: Istituzioni di macroeconomia, Macroeconomia progredita Insegnamenti ed esami Nel secondo anno dovranno essere conseguiti, per entrambe le Lauree Magistrali: - 5 crediti a scelta libera - 5 crediti di stage o altro insegnamento a scelta libera - 2 crediti per l attività finalizzata alla elaborazione della tesi di laurea erogata secondo le modalità dei temi avanzati (frequenza obbligatoria) crediti relativi alla prova finale Relativamente ai 5 crediti a scelta libera, lo studente ha la possibilità di scegliere qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l Ateneo, in questo ultimo caso dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiedere la necessaria autorizzazione al Consiglio di Facoltà. 8

9 Gli esami si svolgono generalmente in forma scritta e orale. Potranno essere previsti esami di area o tematici, comuni a più insegnamenti. Le lezioni avranno inizio il 29 settembre Il calendario delle lezioni, degli esami di profitto e degli esami di laurea è pubblicato all Albo della Facoltà e sul sito web. Sono previsti 6 appelli ordinari. Programmi dei corsi I programmi dei corsi, corredati delle indicazioni bibliografiche e di tutte le informazioni utili per il corso stesso, saranno pubblicati da luglio 2008 in apposita Guida disponibile on line nel sito web della Facoltà. Tali programmi saranno periodicamente aggiornati e integrati secondo le indicazioni dei docenti. Stage Lo stage può essere svolto a richiesta dello studente e dovrà essere inserito nel piano di studi. Per eventuali proposte è possibile rivolgersi all Ufficio Stage della Facoltà. Il regolamento della Facoltà relativo allo svolgimento dello stage è disponibile nella Guida dello Studente per l a.a. 2008/2009 e on line nel sito della Facoltà. Qualora lo studente volesse modificare il piano di studi per inserire uno stage al posto dell esame a scelta libera o al contrario per sostituire lo stage con un esame, solo se si tratta degli ultimi i 5 CFU per il completamento degli studi, può rivolgersi alla Segreteria studenti per la modifica del piano di studi anche al di fuori dei termini previsti. 9

10 E. ORIENTAMENTO E TUTORATO Attività di teaching assistant La Facoltà bandisce ogni anno collaborazioni retribuite per attività di teaching assistant, svolte da studenti iscritti alla Laurea Magistrale. Il teaching assistant coadiuverà il docente di riferimento nell attività didattica a favore degli iscritti alle lauree triennali. Tutorato (docenti) Per ogni Corso di Laurea e percorso formativo (indirizzo) vengono indicati dei docenti e/o ricercatori in qualità di tutor. Tali tutor assistono e sostengono gli studenti nella scelta consapevole del corso di studi e nella definizione del piano di studi. Servizio tutorato disabili Presso la Facoltà è nominato un docente referente per l integrazione degli studenti disabili che lavora in stretta collaborazione con il Servizio Disabili di Ateneo, che ha la responsabilità di promuovere, mettere in atto e coordinare interventi per garantire agli studenti con disabilità pari opportunità nel diritto allo studio e nella partecipazione alla vita universitaria. Tutte le indicazioni sono reperibili nella Guida dello studente per l a.a. 2008/2009 (disponibile anche on line nel sito della Facoltà). F. PROVA FINALE Prova finale Alla Prova finale sono riconosciuti 25 crediti. Essa comporta la discussione di un elaborato scritto, anche in lingua straniera, di fronte ad una Commissione composta da almeno 7 docenti e presieduta da un professore di prima fascia di ruolo nella Facoltà. Le modalità di svolgimento della prova finale sono disciplinate da apposito regolamento della Facoltà e pubblicate nella Guida dello Studente per l a.a. 2008/2009 e on line nel sito web della Facoltà. Abbreviazione del corso di studi Il Regolamento Didattico di Ateneo (art. 34, comma 1) stabilisce che lo studente può abbreviare la durata normale del proprio corso di studio di non oltre un semestre nell ultimo anno di corso. Tale abbreviazione non comporta riduzione delle tasse e dei contributi universitari. Le regole per usufruire di tale norma e la disciplina dei vari casi, nel rispetto delle disposizioni amministrative e didattiche che regolamentano il corso di studi, sono indicate per esteso nella Guida dello Studente per l a.a. 2008/2009 (disponibile anche on line nel sito della Facoltà). Varese, 3 GIUGNO 2008 IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO IL PRESIDE DI FACOLTÀ IL RETTORE Dott. Marino Balzani Prof.ssa Rossella Locatelli Prof. Renzo Dionigi 10

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2004/2005 Corso di laurea specialistica in Economia e Commercio Corso di laurea specialistica in Economia

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali ART. 1 Istituzione del corso di laurea in Management (MGT) Presso

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Economia aziendale b)

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Economia e finanza

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Statistica e Informatica per l Economia e la Finanza Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali di Laurea in Scienze e Tecnologie dell Informazione Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/2010

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza Como Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2007/2008 Presentazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56)

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea magistrale in Scienze Economiche, in modalità E-learning, mira a consentire l'acquisizione di conoscenze

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Scienze del lavoro (classe delle

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN MARKETING INTERNAZIONALE

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN MARKETING INTERNAZIONALE MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN MARKETING INTERNAZIONALE ANNO ACCADEMICO 2010 2011 Regolamento ed ordinamento didattico Il Master di primo livello in Marketing del Commercio Internazionale, sarà

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne Classe di laurea L-18 in SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Regolamento didattico del Corso di Laurea L - 18 in Economia aziendale e bancaria usiness administration and banking ai sensi dell

Dettagli

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi:

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE (EFI) - Classe LM- 77 Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 GENERALITA' Classe di

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze del Turismo Sede del corso: Como

Corso di Laurea in Scienze del Turismo Sede del corso: Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza - Como Corso di Laurea in Scienze del Turismo Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2009/20 Presentazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ECONOMICHE E FINANZIARIE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Corso di Laurea di durata triennale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative afferiscono i seguenti corsi di laurea di specialistica: a) corso

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 0BII I FACOLTA DI ECONOMIA 1BREGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO (Classe L33, D.M. 270/2004) 2BArt. 1 Finalità Il presente Regolamento didattico

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E DIRITTO DELL IMPRESA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016-2017 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze del Turismo Sede del corso: Como

Corso di Laurea in Scienze del Turismo Sede del corso: Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza - Como Corso di Laurea in Scienze del Turismo Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 200/2009 Presentazione del

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Economia Aziendale (Adeguamento di corso

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Open Day Lauree Magistrali L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Varese, 6 maggio 2016 Il Dipartimento di Economia 2 Servizi agli studenti: Cosa si trova in Dipartimento? Biblioteca

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 2008-2009

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 2008-2009 FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 200-2009 La Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi del Salento attiva, nell a.a. 200-2009, i seguenti Corsi di studio: Corso di Laurea

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza

Facoltà di Giurisprudenza Facoltà di Giurisprudenza CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA A CICLO UNICO (classe LMG/01) Anno accademico 2011-2012 1. Caratteri, finalità e sbocchi Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza

Dettagli

LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18)

LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18) LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea in Economia Aziendale, in modalità E-learning, offre una formazione che risponde alle esigenze di diverse tipologie

Dettagli

ECONOMIA GIORGIO FUÀ

ECONOMIA GIORGIO FUÀ f a c o l t à d i E CO N O M I A GIORGIO FUÀ UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Piazzale Martelli, 8 60100 Ancona Tel. 071 2207003 presidenza.economia@univpm.it ECONOMIA GIORGIO FUÀ Corsi di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E GIUSPRIVATISTICI CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E GESTIONE DELLE AZIENDE E DEI SERVIZI TURISTICI REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2014-2015

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Corso di Laurea di durata biennale appartenente

Dettagli

Corso di laurea specialistica in Amministrazione e Controllo

Corso di laurea specialistica in Amministrazione e Controllo Corso di laurea specialistica in Amministrazione e Controllo Classe di appartenenza: Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali - Classe 84/S Articolazione degli indirizzi: l presente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI (LM-87) Ai

Dettagli

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE .UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LM77 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE (Sede di

Dettagli

La porta d accesso alle aziende

La porta d accesso alle aziende Laurea Magistrale Economia e Management La porta d accesso alle aziende Presidente: Prof. Maria Francesca Renzi (renzi@uniroma3.it) (lm.economia.management@uniroma3.it ) Indice Obiettivi Struttura e articolazione

Dettagli

Economia E Management

Economia E Management CORSO DI LAUREA TRIENNALE Economia E Management A.A. 2012 / 2013 DIPARTIMENTO Impresa e Management Economia e Management COSA STAI CERCANDO? Gennaro Olivieri DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Il corso di laurea

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Prof. Roberto Di Pietra ROBERTO DI PIETRA MAY, 2015 1 Roberto Di Pietra Informazioni generali

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni) Art. 1 Istituzione La Facoltà di Economia istituisce

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea di Amministrazione ed Economia delle Imprese Classe 17 b (Scienze dell'economia e della gestione aziendale)

Regolamento didattico del Corso di Laurea di Amministrazione ed Economia delle Imprese Classe 17 b (Scienze dell'economia e della gestione aziendale) Regolamento didattico del Corso di Laurea di Amministrazione ed Economia delle Imprese Classe 17 b (Scienze dell'economia e della gestione aziendale) Approvato dal Consiglio di Corso di Laurea nelle sedute

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16) immatricolati fino al 2013/2014

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16) immatricolati fino al 2013/2014 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA IN MANAGEMENT PUBBLICO (MAP) (Classe L-16) immatricolati fino al 2013/2014 GENERALITA' Classe di laurea di appartenenza: L-16

Dettagli

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU www.unipegasotrapani.it ECONOMIA AZIENDALE L-18 triennale 180 CFU Facoltà di Giurisprudenza OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI Il corso di laurea in Economia

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA MANIFESTO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI in ECONOMIA e MANAGEMENT Anno Accademico 2013/14 Introduzione A seguito della riforma dei corsi di studio ex D.M. 270/2004,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN FINANZA E METODI QUANTITATIVI PER L ECONOMIA CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI LM-1 e LM-83 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 (FIN) (Sede

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze del Turismo

Corso di Laurea in Scienze del Turismo hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza Como Corso di Laurea in Scienze del Turismo Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2006/2007 Presentazione del

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea Magistrale in Storia

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE CLASSE DELLE LAUREE IN SERVIZIO SOCIALE L-39 Ai sensi del D.M. 270/2004 (Social Service) A.A. 2014/2015 TITOLO

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56)

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico ha l obiettivo

Dettagli

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso. Economia aziendale

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso. Economia aziendale Università Università degli studi di Genova Classe 17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso Economia aziendale Modifica di Economia aziendale (codice=333)

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN Scienze politiche, sociali ed internazionali (classe 15) REGOLAMENTO 2008-2009

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN Scienze politiche, sociali ed internazionali (classe 15) REGOLAMENTO 2008-2009 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN Scienze politiche, sociali ed internazionali (classe 15) REGOLAMENTO 2008-200 (studenti immatricolati nell a. a. 2008/0) Obiettivi formativi qualificanti Il laureato in Scienze

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALE E SPECIALISTICA ( A.A. 2004-2005 e precedenti)

CORSI DI LAUREA TRIENNALE E SPECIALISTICA ( A.A. 2004-2005 e precedenti) TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA INSEGNAMENTI CORSI DI LAUREA QUADRIENNALI E CORSI DI LAREA TRIENNALI IMMATRICOLATI A.A. 2004/20045 E PRECEDENTI E INSEGNAMENTI NUOVO ORDINAMENTO EX DM 270/2004 CORSI LAUREA

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT

ECONOMIA E MANAGEMENT CORSO DI LAUREA TRIENNALE A.A. 2015 / 2016 COSA STAI CERCANDO? LUIGI MARENGO DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Le solide basi teoriche, la vocazione internazionale e l orientamento in parte specialistico dal

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE 54 Classe delle lauree in Ingegneria Industriale CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE Referente del Corso di Laurea Prof. Mario Tucci e-mail mario.tucci@unifi.it, tel 055/479708, http://www.gestionale.unifi.it

Dettagli

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Corsi di laurea PARTE SECONDA DESCRIZIONE DEI CORSI DI LAUREA E PROGRAMMI DEGLI INSEGNAMENTI 1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Sede Venezia Treviso Amministrazione e controllo Commercio Estero Denominazione

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16 Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/1 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo intende fornire una formazione finalizzata

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE ORGANIZZAZIONI IN UN CONTESTO INTERNAZIONALE

ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE ORGANIZZAZIONI IN UN CONTESTO INTERNAZIONALE Anno Accademico 2010 2011 M A S T E R di I livello in ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE ORGANIZZAZIONI IN UN CONTESTO INTERNAZIONALE Attivato ai sensi del D.M. 509/99 e D.M. 270/2004 Classe LM-77 OBIETTIVI E

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN PUBBLICITA, EDITORIA E CREATIVITA D IMPRESA (Classe LM-19 Informazione e sistemi editoriali e Classe LM-59 Scienze della comunicazione

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

Corso di Laurea in Economia Aziendale. Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale

Corso di Laurea in Economia Aziendale. Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI ECONOMIA SEDE DI TERNI MANIFESTO DEGLI STUDI Corso di Laurea in Economia Aziendale Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA Master Universitario annuale di II livello in IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2014/2015 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Vista la legge 9.5.89, n. 168; Vista la legge 19.11.90, n. 341; Vista la legge 15.5.97, n. 127; il D.P.R. 27.1.98, n. 25; il D.M. 3.11.99, n. 509 recante norme concernenti

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Logistica e trasporti (Adeguamento di corso

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE (Approvato con delibera del CdS e CdF del 03.05.06 e modificato con delibera del CdS del 07.03.07 e del CdF del 04.04.07) Regolamento didattico

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

Accordo tra l Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Brescia e l Università degli Studi di Brescia

Accordo tra l Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Brescia e l Università degli Studi di Brescia Allegato al Verbale del Consiglio di Facoltà del 13 luglio 2011. Accordo tra l Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Brescia e l Università degli Studi di Brescia visto - l articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15 Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, mercati e sviluppo (L33) a.a. 2014/15 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo intende fornire una formazione finalizzata

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze dei Servizi Giuridici per Giuristi d Impresa e della Pubblica Amministrazione Sede del corso: Como

Corso di Laurea in Scienze dei Servizi Giuridici per Giuristi d Impresa e della Pubblica Amministrazione Sede del corso: Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza - Como Corso di Laurea in Scienze dei Servizi Giuridici per Giuristi d Impresa e della Pubblica Amministrazione Sede del corso: Como

Dettagli

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 Corso di Laurea in VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO-CULTURALI Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica

Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica Corsi di laurea triennale sede di Venezia Guida della Facoltà di Economia a.a. 004-0 Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica Classe di appartenenza: Classe delle lauree in Scienze

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Risorse turistiche e beni culturali (Adeguamento

Dettagli

ACCORDO TRA L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PESARO URBINO

ACCORDO TRA L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PESARO URBINO ACCORDO TRA L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI PESARO URBINO E L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTÀ DI ECONOMIA L Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti

Dettagli

07 08 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

07 08 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE www.uniud.it 07 08 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Guida ai corsi della Facoltà di ECONOMIA Facoltà di Economia via Tomadini 30/a 33100 Udine t. 0432 249207 numero verde 800 24 14 33 infostudenti@amm.uniud.it

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA LM 56

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA LM 56 REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA LM 56 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Economia

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA ART. 1 Denominazione e obiettivi formativi Il Master in Economia e Banca nasce (MEBS) dal rapporto di collaborazione tra 1'Università degli Studi di Siena e la

Dettagli

ORDINE dei DOTTORI COMMERCIALISTI e degli ESPERTI CONTABILI di CASERTA

ORDINE dei DOTTORI COMMERCIALISTI e degli ESPERTI CONTABILI di CASERTA Accordo tra l Ordine dei dottori commercialisti e esperti contabili di Caserta e la Facoltà di Economia della Seconda Università di Napoli visto - l articolo 43 del Decreto Legislativo 28 giugno 2005,

Dettagli

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA in CONVENZIONE CON L IPSEF SRL Ente accreditato al MIUR per la formazione al personale della scuola istituisce ed attiva il Corso di Perfezionamento

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche e della Comunicazione (classe LM-78) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 1. DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATI VI All interno dell Ateneo

Dettagli

"TOURISM MANAGEMENT" (1500 h 60 CFU)

TOURISM MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Master di I livello In "TOURISM MANAGEMENT" (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 edizione I sessione I Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma, attiva il Master

Dettagli

2. ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA (Vedi parte comune)

2. ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA (Vedi parte comune) ECONOMIA E COMMERCIO A.A. 2010-11 Classe L-33 Scienze economiche http://ecom.ec.unipi.it/ 1. OBIETTIVI FORMATIVI Il corso, dal punto di vista professionale, ha lo scopo di formare esperti, dirigenti ed

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio DIPARTIMENTO DI ECONOMIA - SCUOLA DELLE SCIENZE ECONOMICHE, AZIENDALI, GIURIDICHE E SOCIOLOGICHE- Universitá "G. d Annunzio" di Chieti-Pescara

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALE E SPECIALISTICA ( A.A. 2004-2005 e precedenti)

CORSI DI LAUREA TRIENNALE E SPECIALISTICA ( A.A. 2004-2005 e precedenti) TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA INSEGNAMENTI CORSI DI LAUREA QUADRIENNALI E CORSI DI LAUREA TRIENNALI IMMATRICOLATI A.A. 2004/20045 E PRECEDENTI E INSEGNAMENTI NUOVO ORDINAMENTO EX DM 270/2004 CORSI LAUREA

Dettagli