D. U. R. C... Una storia infinita!!!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "D. U. R. C... Una storia infinita!!!"

Transcript

1 D. U. R. C.... Una storia infinita!!! (Circolare INPS n. 54 del Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 34/E del 11 aprile 2012) Contributo Professionale Con due precedenti contributi professionali ( Durc non si finisce mai di imparare e Ancora Durc ) abbiamo analizzato le ultimissime rilevanti novità sul DURC e relativi adempimenti, a seguito della Circolare n. 03, del 16 febbraio 2012, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali Direzione generale per l attività ispettiva e della nota INAIL, prot. n del 21 aprile Le direttive, seppur abbastanza precise, avevano lasciato in sospeso l aspetto riguardante le modalità di versamento con il prescritto modello F24. Con il recente provvedimento adottato dall Agenzia delle Entrate e la Circolare Inps n. 54, emanata al riguardo, quasi tutti i tasselli sono andati al posto giusto. Questo ulteriore intervento ha lo scopo di ripercorrere nella sua interezza,si spera, questo ultimo definitivo aspetto normativo e operativo in tema di DURC. Facendo riferimento all art. 4, del DPR n. 207, del 05 Ottobre 2012 (regolamento di esecuzione ed attuazione del D.lgs n. 163/ Codice contratti pubblici), la stazione appaltante, in presenza di un D.u.r.c. irregolare, relativo ad uno o più operatori economici impiegati nell esecuzione del contratto, pone in essere un intervento sostitutivo, precisando che per operatore economico si intende qualsiasi soggetto, sia esso persona fisica o persona giuridica, che sia parte di un rapporto contrattuale soggetto alla disciplina del Codice dei contratti pubblici e che, ai fini del Durc, sia tenuto all'obbligo assicurativo nei confronti di Inail ed Inps e, nel caso di imprese edili, anche nei confronti della Cassa edile. E il R.U.P. che trattiene, dall importo dovuto all operatore economico per lavori,forniture o servizi, le somme indicate a debito nel DURC irregolare, nei confronti di INPS, INAIL, CASSE EDILI e le versa ai relativi creditori. A tal riguardo, recentemente, anche a carico dell INPS è stato posto l obbligo di indicare l importo di cui è debitore l operatore economico risultato irregolare in fase di emissione del DURC, cosi come già avveniva per l INAIL e le Casse. 1

2 In tal modo la stazione appaltante avrà l esatta conoscenza, per poter effettuare l intervento sostitutivo, dell ammontare del debito dell operatore e relativo creditore: uno o tutti e tre. Appare opportuno richiamare l attenzione anche sul fatto che la trattenuta della somma dovuta all operatore economico sarà successiva alla ritenuta dello 0,50%, indicata dal predetto art. 4, comma 3 e che, tale ritenuta, può essere svincolata solo in fase di liquidazione finale dopo l approvazione da parte della stazione del certificato di collaudo o verifica di conformità e previo rilascio del DURC regolare. In presenza di più creditori, opportunamente evidenziati dal DURC, si deve procedere ad individuare la percentuale di quota da versare ad ognuno di essi. In mancanza di specifiche direttive si indica la seguente modalità di ripartizione, da applicare in presenza di più creditori e qualora la somma, su cui operare l intervento sostitutivo, non basti a soddisfare l intero credito: Somma dovuta all operatore economico dalla scuola: 5.000; Debiti dell operatore economico: Inps 2.500,00; Inail 2.000,00; Casse edili 1.500,00. La scuola (stazione appaltante), verserà, dopo aver espletato alcuni adempimenti preventivi di cui in seguito, ai creditori le seguenti somme, proporzionate alle irregolarità dell operatore economico : Formula: A/6.000*100; B/6000*100; C/6000*100. A = credito vantato Inps; B = credito vantato INAIL; C = credito vantato Casse; 6000 = A + B + C 1) 2.083,50 INPS (41,67%); 2) 1.666,50 INAIL (33,33%); 3) 1.250,00 Cassa Edile (25,00%). TOTALE VERSATO IN SOSTITUZIONE: 5.000,00 Vediamo, ai sensi delle predette circolari Inps n. 54 e Inail n , quale adempimento preventivo bisogna porre in essere, per una corretta gestione dell intervento sostitutivo: 2

3 1) Comunicazione preventiva, a mezzo posta elettronica certificata (pec), a Inail e Inps (o Casse) dell intenzione di sostituirsi al creditore per l importo indicato sul DURC (o parte di esso), sottolineando come la comunicazione a mezzo PEC non è obbligatoria ma opportuna vista la delicatezza della procedura che necessità, sicuramente, di comunicazioni certe e documentabili. Gli Istituti/Casse, ricevuta tale comunicazione, verificano prontamente se il debito dell appaltatore è ancora uguale a quello indicato sul DURC irregolare, considerato che, ad esempio, un altra stazione appaltante ha potuto, nel frattempo, avviare un analogo intervento sostitutivo e immediatamente (per l INPS entro 3 giorni dalla comunicazione preventiva) inviano gli appositi modelli all uopo predisposti (sotto riportati) dove viene evidenziata la conferma o la variazione dell importo che la stazione appaltante dovrà, poi, versare a mezzo F24. Tale importo potrà essere identico a quello indicato nella comunicazione preventiva della scuola o risultare adeguato al minor valore indicato dalla competente sede dell' Istituto in presenza di pagamenti intervenuti sulla posizione contributiva, nelle more del perfezionamento del procedimento di intervento sostitutivo. Per tale ragione la stazione appaltante, una volta effettuato il pagamento sostitutivo, ad horas, invierà una copia della ricevuta all Istituto/Cassa a cui è stato indirizzato, in modo da consentire ad altre stazioni appalatanti di ricevere dati aggiornati e reali in fase di intervento sostitutivo. MODALITA DI VERSAMENTO (Circolare Inps n. 54/2012) L Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 34/E dell 11 aprile 2012 ha comunicato, integrando la Tabella codici identificativi, che per indicare un Intervento sostitutivo, ai sensi dell Art. 4 del D.P.R. n. 207/2010, si deve utilizzare il CODICE 51 (riquadro codice identificativo ). In relazione a ciò, nel modello F24 che si andrà a compilare, bisogna indicare i seguenti dati : 3

4 1) sezione CONTRIBUENTE: Codice fiscale e dati del contribuente beneficiario del pagamento (vale a dire dell operatore economico per cui si sta operando il pagamento sostitutivo); 2) sezione CODICE FISCALE del coobligato/erede/tutore/curatore:codice fiscale della scuola (stazione appaltante)che versa; 3)sezione CODICE IDENTIFICATIVO: codice 51. La "Sezione INPS" del Modello F24 dovrà essere,invece, compilata secondo le indicazioni che la stazione appaltante riceverà dalla struttura Inps di riferimento, in riscontro alla già citata comunicazione preventiva. Al momento non sono state ancora fornite le successive informazioni dell INAIL, cosi come annunciato con la nota Prot. INAIL.60010, punto 4, in merito al versamento tramite F24. A parere dello scrivente, assodato che il codice identificativo rimane il 51, anche per i versamenti dovuti all INAIL vale la stessa procedura sopra indicata per la compilazione del modello F24, fermo restando che per la Sezione altri enti previdenziali ed assicurativi - INAIL si seguiranno, invece, le eventuali indicazioni fornite dall Istituto stesso in fase di risposta alla comunicazione preventiva CONTROLLO EQUITALIA Qualora la somma dovuta all operatore economico supera i DIECIMILA EURO e, nell effettuare il controllo previsto dall art.48 bis del D.P.R. 602/73 prima di procedere al pagamento, (EQUITALIA esistenza cartelle esattoriali di pari importo o superiore), emerge un altra situazione debitoria dell operatore anche verso il fisco, la scuola dovrà prima soddisfare il credito di Inps/Inail e Cassa e, solo successivamente, quello vantato dall erario, secondo le modalità di rito. Ciò proprio al fine di consentire agli operatori economici di regolarizzare la propria posizione contributiva nei confronti degli Istituti/Cassa, poter continuare ad operare sul mercato e, di conseguenza, poter soddisfare anche gli ulteriori debiti verso il fisco. 4

5 SITI WEB Si segnala,infine, che i modelli predisposti dall INAIL sono reperibili sul sito > assicurazioni > modulistica > download modelli e che le sedi provinciali INAIL e il relativo indirizzo di posta certificata sono individuabili nel sito selezionando uffici territoriali e la regione di interesse, mentre quelli predisposti dall Inps,unitamente agli indirizzi di posta certificata delle varie sedi sono reperibili sul sito: 5

6 (1) - FAC SIMILE DI MODELLO PER COMUNICAZIONE INAIL CARTA INTESTATA Modulo Intervento sostitutivo DURC comunicazione preventiva Alla Sede INAIL Oggetto: DURC - Intervento sostitutivo Comunicazione preventiva. Codice fiscale ditta irregolare Codice ditta INAIL DURC C.I.P. Protocollo Emesso il gg /mm /aaaa Il sottoscritto.., in qualità di responsabile del (nome e cognome) procedimento della stazione appaltante, (denominazione istituto) codice fiscale SA., comunica di voler attivare l intervento sostitutivo ai sensi dell articolo 4, comma 2, del D.P.R. n. 207/2010 per l irregolarità segnalata nel DURC in oggetto per un importo di euro (importo da versare all INAIL) e, a tal fine, chiede di conoscere gli estremi per effettuare il relativo versamento. Il sottoscritto si impegna ad effettuare tempestivamente il pagamento e ad inviare alla Sede copia della ricevuta di versamento. Per eventuali comunicazioni, si forniscono i seguenti recapiti: Tel. Ufficio:.. Fax Ufficio:.. Ufficio: PEC Ufficio:.. Il Dirigente Scolastico 6

7 (2) - FAC SIMILE DI MODELLO PER COMUNICAZIONE INPS CARTA INTESTATA Alla Sede Inps DURC - INTERVENTO SOSTITUTIVO COMUNICAZIONE PREVENTIVA Denominazione/Ragione sociale Codice fiscale della ditta irregolare Matricola/Codice azienda DURC CIP Protocollo Emesso il (gg/mm/aaaa) Il sottoscritto (nome e cognome) codice fiscale in qualità di responsabile del procedimento della Stazione Appaltante, (denominazione) codice fiscale Stazione Appaltante comunica di voler attivare nei confronti dell Inps l intervento sostitutivo previsto dalla legge (articolo 4, co.2, del D.P.R. n. 207/2010) per l irregolarità segnalata nel DURC in oggetto per l importo pari a euro (indicare l importo che si intende versare all Inps), determinato in base ai criteri fissati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la Circolare n. 3/2012. Il sottoscritto si impegna ad effettuare tempestivamente il pagamento (entro 30 giorni dalla ricezione della comunicazione di conferma del debito comunicato nel Durc) e ad inviare alla Sede copia della ricevuta di versamento. A tal fine chiede di conoscere gli estremi per effettuare il relativo versamento. Per eventuali comunicazioni, si forniscono i seguenti recapiti: Tel. Ufficio: Fax Ufficio: Ufficio: PEC Ufficio: Il Dirigente scolastico 7

8 Agropoli Il Coordinatore Nazionale della Consulta A.A. Saverio Prota 8

ANCORA D. U. R. C. (Circolare INAIL 60010.21/03/2012.0002029) Contributo Professionale

ANCORA D. U. R. C. (Circolare INAIL 60010.21/03/2012.0002029) Contributo Professionale ANCORA D. U. R. C. (Circolare INAIL 60010.21/03/2012.0002029) Contributo Professionale Con la Circolare n. 03 del 16 febbraio 2012, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 13/04/2012

Direzione Centrale Entrate. Roma, 13/04/2012 Direzione Centrale Entrate Roma, 13/04/2012 Circolare n. 54 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Circolare Informativa n 21/2013

Circolare Informativa n 21/2013 Circolare Informativa n 21/2013 DURC negativo ed intervento sostitutivo della stazione appaltante e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 6 INDICE Premessa pag.3 1) Intervento

Dettagli

OGGETTO: ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SOSTITUTIVI INPS, INAIL E CASSE EDILI REGIONE EMILIA ROMAGNA E COMMISSARIO DELEGATO DL N.

OGGETTO: ISTRUZIONI OPERATIVE PER GLI INTERVENTI SOSTITUTIVI INPS, INAIL E CASSE EDILI REGIONE EMILIA ROMAGNA E COMMISSARIO DELEGATO DL N. DIREZIONE GENERALE CENTRALE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIO SERVIZIO GESTIONE DELLA SPESA REGIONALE IL RESPONSABILE MARCELLO BONACCURSO TIPO ANNO NUMERO REG. PG / 2014 / 377035 DEL 15 / 10 / 2014 Alle

Dettagli

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI)

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) ORIGINALE COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE TECNICO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE REG. N. 173 DEL 29/05/2013 OGGETTO: LAVORI ADEGUAMENTO IMPIANTI ALLE NORME DI SICUREZZA, SISTEMAZIONI

Dettagli

Area Servizi Tecnici

Area Servizi Tecnici COMUNE DI LANUSEI Provincia dell' Ogliastra Area Servizi Tecnici DETERMINAZIONE N. 30 DEL 26/01/2016 OGGETTO:LAVORI DI SOMMA URGENZA RELATIVI ALLA MANUTENZIONE DI IMMOBILI COMUNALI - LIQUIDAZIONE A SALDO

Dettagli

COMPENSAZIONE DI CARTELLE ESATTORIALI EQUITALIA CON CREDITI ERARIALI

COMPENSAZIONE DI CARTELLE ESATTORIALI EQUITALIA CON CREDITI ERARIALI COMPENSAZIONE DI CARTELLE ESATTORIALI EQUITALIA CON CREDITI ERARIALI a cura del Dott. Vito SARACINO e Revisore Contabile in Bitonto (BA) Nella evoluzione delle procedure in materia di riscossione, a seguito

Dettagli

DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A.

DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A. DURC e Certificazione dei Crediti nei confronti della P.A. Art. 13 bis comma 5 d.l. n. 52/ 2012 ART. 13 BIS, COMMA 5, D. L. 7 MAGGIO 2012, N. 52 CONVERTITO DALLA L. N. 94 DEL 6 LUGLIO 2012 «Il documento

Dettagli

Prot. n 6040 /p/cv Roma, 27 gennaio 2014. A tutte le Casse Edili. e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE.

Prot. n 6040 /p/cv Roma, 27 gennaio 2014. A tutte le Casse Edili. e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Prot. n 6040 /p/cv Roma, 27 gennaio 2014 Lettera Circolare n 3/2014 A tutte le Casse Edili e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Oggetto: Durc ex art. 13 bis, comma

Dettagli

Area Servizi Tecnici

Area Servizi Tecnici COMUNE DI LANUSEI Provincia dell' Ogliastra Area Servizi Tecnici DETERMINAZIONE N. 46 DEL 28/01/2016 OGGETTO:SERVIZIO QUADRIENNALE DI MANUTENZIONE ASCENSORI E SERVOSCALA UBICATI NEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA'

Dettagli

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA)

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA) DURC SINTESI DELLE LEGGI E NORMATIVE AGGIORNATO A OTTOBRE 2013 Entrato in vigore il 2 gennaio 2006, il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) è un certificato che, sulla base di un'unica richiesta,

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Gennaio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 30/01/2014

Direzione Centrale Entrate. Roma, 30/01/2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 30/01/2014 Circolare n. 16 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA Informative e news per la clientela di studio Oggetto: IL 5 PER MILLE ENTRA A REGIME È partita lo scorso 26 marzo la procedura che enti e associazioni devono seguire per richiedere ai contribuenti la destinazione

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione News per i Clienti dello studio del 6 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

Incontro Cassa Edile Provincia di Torino e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Ivrea, Pinerolo e Torino

Incontro Cassa Edile Provincia di Torino e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Ivrea, Pinerolo e Torino Incontro Cassa Edile Provincia di Torino e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Ivrea, Pinerolo e Torino IL DURC NELL EDILIZIA Le procedure di richiesta, le semplificazioni e particolari

Dettagli

1 - LA MANCATA ISCRIZIONE AL VIES NON CONSENTE DI EFFETTUARE OPERAZIONI IN AMBITO UE

1 - LA MANCATA ISCRIZIONE AL VIES NON CONSENTE DI EFFETTUARE OPERAZIONI IN AMBITO UE Pesaro, lì 05 novembre 2012 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE n. 15/2012 1 IL MODELLO VIES - LA MANCATA ISCRIZIONE AL VIES NON CONSENTE DI EFFETTUARE OPERAZIONI IN AMBITO UE 1 - LA MANCATA ISCRIZIONE

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI NEWSLETTER N. 2/2014 NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITA FISCALI GESTIONE SEPARATA INPS: ALIQUOTE VE 2014 CIRCOLARE INPS N. 18 DEL FEBRRAIO 2014 DIFFERIMENTO AUTOLIQUIDAZIONE

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Febbraio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Circolare n. 15 del 24 ottobre 2014 Crediti commerciali certificati

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI Servizio Ec. Finanziario e Politiche Sociali C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI LIQUIDAZIONE DI SPESA N. 510 del 01/07/2014 del registro

Dettagli

IL NUOVO DURC ON LINE E LA RESPONSABILITA SOLIDALE

IL NUOVO DURC ON LINE E LA RESPONSABILITA SOLIDALE Cassa Edile Spezzina IL NUOVO DURC ON LINE E LA RESPONSABILITA SOLIDALE Claudio Battolini Direttore Cassa Edile Spezzina Responsabile Sportello Unico per la Cassa Edile Spezzina La Spezia - Sala Pozzoli

Dettagli

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8 D O T T. C A R L O O R S E N I G A Commercialista - Revisore Contabile 20123 - MILANO Via Vincenzo Monti, 32 Tel. +39.02.36.55.04.76 Fax +39.02.89.07.49.33 Circolare n. 1 del 18 febbraio 2014 Compensazione

Dettagli

Circolare n. 5. Crediti commerciali certificati vantati nei confronti di Amministrazioni pubbliche - Utilizzo in compensazione - Novità INDICE

Circolare n. 5. Crediti commerciali certificati vantati nei confronti di Amministrazioni pubbliche - Utilizzo in compensazione - Novità INDICE Circolare n. 5 del 21 Luglio 2013 Crediti commerciali certificati vantati nei confronti di Amministrazioni pubbliche - Utilizzo in compensazione - Novità INDICE 1 Premessa... 3 2 Utilizzo dei crediti commerciali

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 Premessa Le seguenti disposizioni procedurali riguardano la certificazione dei crediti prevista

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO LA CESSIONE, PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO, DEI CREDITI

Dettagli

DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE

DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE CASSA EDILE BRESCIA VIA DEI MILLE 18 25122 BRESCIA TEL. 030 289061 FAX 030 3756321 / 030 5030823 www.cassaedilebrescia.it DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE 01. RICHIESTA DEL DURC pag. 2 - lavori

Dettagli

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI Regolamento Cassa Edile Macerata di cui all art 7 dello Statuto del 02.03.2012, approvato dal Comitato di Gestione n 346 del 5 novembre 2014. (In rosso le modifiche apportate) ARTICOLO 1 DENUNCIA NOMINATIVA

Dettagli

Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Loro sedi

Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Loro sedi Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015 A tutte le Casse Edili e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Comunicazione n. 570 Oggetto: Procedure DURC on line Si forniscono

Dettagli

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Con il decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 (art. 9, co. 3-bis) sono state introdotte

Dettagli

Circolare n. 2/Enti/2015 Alle Stazioni Appaltanti / Amministrazioni Procedenti

Circolare n. 2/Enti/2015 Alle Stazioni Appaltanti / Amministrazioni Procedenti CE/bs Cuneo, 24 giugno 2015 Circolare n. 5/Imprese-Cdl/2015 Alle IMPRESE EDILI Ai CONSULENTI DEL LAVORO Circolare n. 2/Enti/2015 Alle Stazioni Appaltanti / Amministrazioni Procedenti Loro Sedi Oggetto:

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 1424 Trieste 09/05/2014 Proposta nr. 436 Del 09/05/2014

AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 1424 Trieste 09/05/2014 Proposta nr. 436 Del 09/05/2014 AREA SERVIZI AL CITTADINO U.O. POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Determinazione nr. 1424 Trieste 09/05/2014 Proposta nr. 436 Del 09/05/2014 Oggetto: Regolamento di cui agli artt. 29, 30, 31, 32, 33 e 48 L. R.

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 10 del 22 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMPENSAZIONE E CESSIONE DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Procedura di certificazione degli stessi 1.

Dettagli

Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012. Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica

Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012. Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica Circolare N.149 del 25 Ottobre 2012 Certificazione crediti PA. Pronta la piattaforma telematica Certificazione crediti PA: pronta la piattaforma telematica Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione

Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Ai gentili clienti Loro sedi Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Premessa Coloro che intendono partecipare alla procedura di liquidazione dei crediti nei

Dettagli

DOCUMENTO UNICO di REGOLARITA CONTRIBUTIVA D.U.R.C. COMPENDIO DELLE NORME E CRITERI DI UTILIZZO

DOCUMENTO UNICO di REGOLARITA CONTRIBUTIVA D.U.R.C. COMPENDIO DELLE NORME E CRITERI DI UTILIZZO DOCUMENTO UNICO di REGOLARITA CONTRIBUTIVA D.U.R.C. COMPENDIO DELLE NORME E CRITERI DI UTILIZZO OBBLIGATORIETA DEL DURC Circolare del Ministero del Lavoro n. 35 del 08/10/2010 DM 24/10/2007 e Circolari

Dettagli

OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A.

OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A. Informativa per la clientela di studio N. 157 del 29.10.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La compensazione dei crediti con la P.A. Il Mef ha previsto particolari modalità di compensazione nel

Dettagli

Cassa Edile Emilia Romagna

Cassa Edile Emilia Romagna DURC: SINTESI DELLE LEGGI E DELLE NORMATIVE 01. RICHIESTA DEL DURC pag. 2 02. VALIDITA DEL DURC pag. 3 03. BNI pag. 4 04. CASSA EDILE COMPETENTE AL RILASCIO DEL DURC pag. 4 05. CARTA FILIGRANATA pag. 5

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 403 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 217 NUMERAZIONE GENERALE N. 27/05/2015.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 403 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 217 NUMERAZIONE GENERALE N. 27/05/2015. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Tecnico Cirina Sergio NUMERAZIONE GENERALE N. 403 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 217 in data 27/05/2015 OGGETTO: CIG: ZA2144238E - REALIZZAZIONE DI CONDOTTA

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 FEBBRAIO 2011 DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI A decorrere dal 1 Gennaio 2011 sono entrate in vig ore nuove limitazioni per le compensazioni

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto:

Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto: Internet:www.cassaedilesavona.it E-mail: info@cassaedilesavona.it - Codice Fiscale:80005350097 ALLE IMPRESE ISCRITTE Savona, 20/12/2005 Prot. n. 25241/Dir Circolare n.17/2005 Oggetto: DURC Dichiarazione

Dettagli

MODELLO EAS ENTRO IL 31 MARZO IN CASO DI VARIAZIONI DEI DATI GIÀ COMUNICATI

MODELLO EAS ENTRO IL 31 MARZO IN CASO DI VARIAZIONI DEI DATI GIÀ COMUNICATI MODELLO EAS ENTRO IL 31 MARZO IN CASO DI VARIAZIONI DEI DATI GIÀ COMUNICATI Riferimenti Art. 30, DL n. 185/2008 Art. 1, comma 1, DL n. 225/2010 Risoluzione Agenzia Entrate 6.12.2010, n. 125/E Circolare

Dettagli

Il Durc on line Note esplicative Dal 1 luglio 2015, chiunque vi abbia interesse, compresa la medesima Impresa, verifica con modalità esclusivamente telematiche ed in tempo reale la regolarità contributiva

Dettagli

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc Cos è il Durc E il certificato che, sulla base di un unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di una impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL e Cassa Edile, verificati sulla

Dettagli

CIRCOLARE N.22/E. Roma, 11 luglio 2014

CIRCOLARE N.22/E. Roma, 11 luglio 2014 CIRCOLARE N.22/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 11 luglio 2014 OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori

Dettagli

CIRCOLARE N. 3/2005. Premessa. PROT. n 14511

CIRCOLARE N. 3/2005. Premessa. PROT. n 14511 CIRCOLARE N. 3/2005 PROT. n 14511 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: Direzione dell Agenzia Modalità di gestione della Convenzione per la riutilizzazione commerciale dei documenti, dei dati e delle informazioni

Dettagli

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 BANDO DI GARA NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI Alle ditte RCO - l.bassotti@rcoonline.it Vema Copy info@vemacopy.it BASCO BAZAR info@basco-bazar2.it FASTREND

Dettagli

OGGETTO: Cinque per mille. L iscrizione nell elenco dei beneficiari

OGGETTO: Cinque per mille. L iscrizione nell elenco dei beneficiari Roma, 10/04/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Cinque per mille. L iscrizione nell elenco dei beneficiari Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla

Dettagli

Prot. n 6840/p/cv Roma, 03 luglio 2015. A tutte le Casse Edili. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE.

Prot. n 6840/p/cv Roma, 03 luglio 2015. A tutte le Casse Edili. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Prot. n 6840/p/cv Roma, 03 luglio 2015 A tutte le Casse Edili e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Lettera Circolare n. 26/2015 TESTO CONGIUNTO INPS INAIL CNCE Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI ANDRANO Provincia di Lecce

COMUNE DI ANDRANO Provincia di Lecce COMUNE DI ANDRANO Provincia di Lecce SETTORE 4 - LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONE COPIA DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 317 Registro Generale N. 116 Registro del Servizio DEL 07-08-2014

Dettagli

ANNULLAMENTO AUTOMATICO DI CARTELLE E ACCERTAMENTI SECONDO LE NUOVE REGOLE INTRODOTTE DALLA C.D. LEGGE DI STABILITA LEGGE 24 DICEMBRE 2012, N.

ANNULLAMENTO AUTOMATICO DI CARTELLE E ACCERTAMENTI SECONDO LE NUOVE REGOLE INTRODOTTE DALLA C.D. LEGGE DI STABILITA LEGGE 24 DICEMBRE 2012, N. ANNULLAMENTO AUTOMATICO DI CARTELLE E ACCERTAMENTI SECONDO LE NUOVE REGOLE INTRODOTTE DALLA C.D. LEGGE DI STABILITA LEGGE 24 DICEMBRE 2012, N. 228 a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) 1. Premessa

Dettagli

PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario. Dati Richiedente. Dati Accordo Pagamento

PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario. Dati Richiedente. Dati Accordo Pagamento PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario Dati Richiedente ESTAV/AZIENDA SANITARIA DEBITORE DENOMINAZIONE AZIENDA FORNITRICE INDIRIZZO CAP LOCALITA PROVINCIA P.IVA/CF REFERENTE

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO FORNITORI

REGOLAMENTO ALBO FORNITORI ALL. TO 3 REGOLAMENTO ALBO FORNITORI 1 Art. 1 ISCRIZIONE. L iscrizione: a) è riservata alle imprese individuali o collettive legalmente costituite; b) viene effettuata per categorie merceologiche o per

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE Allegato parte integrante All.1) Schema di protocollo SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO

Dettagli

Prot.n 6844/p/fdm Roma, 10 luglio 2015. e p.c. Ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Oggetto: invio delibera Comitato bilateralità

Prot.n 6844/p/fdm Roma, 10 luglio 2015. e p.c. Ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Oggetto: invio delibera Comitato bilateralità Prot.n 6844/p/fdm Roma, 10 luglio 2015 A tutte le Casse Edili e p.c. Ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Lettera circolare n. 29/2015 Oggetto: invio delibera Comitato bilateralità

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856 N.P. 09 del 18 gennaio 2012 PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856 SETTORE 7 VIABILITA E TRASPORTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 37 DEL 24.01.2012 OGGETTO: Lavori

Dettagli

in qualità di legale rappresentante della Ditta Partita IVA/Codice fiscale n..

in qualità di legale rappresentante della Ditta Partita IVA/Codice fiscale n.. ALLEGATO 1 Al Dirigente IIS Baronissi 84081 Baronissi (SA) Oggetto: Manifestazione d interesse Il sottoscritto nato a ( ) il.., residente a via, n., telefono email PEC in qualità di legale rappresentante

Dettagli

Oggetto: Riemissione pagamenti di aiuti e premi comunitari non andati a buon fine.

Oggetto: Riemissione pagamenti di aiuti e premi comunitari non andati a buon fine. ORGANISMO PAGATORE Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.646 Fax 06.49499.757 Prot. N. UMU.2013.1147 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 19 giugno 2013 A Tutti gli interessati Agli

Dettagli

AUTORIZZAZIONE all'effettuazione delle OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

AUTORIZZAZIONE all'effettuazione delle OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE Circolare informativa per la clientela n. 6/2011 del 17 febbraio 2011 AUTORIZZAZIONE all'effettuazione delle OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE In questa Circolare 1. Riferimento normativo 2. Sistema a «regime»

Dettagli

REGOLE DURC PER LE CASSE EDILI

REGOLE DURC PER LE CASSE EDILI REGOLE DURC PER LE CASSE EDILI 1.Denuncia e Versamento - L impresa è regolare se ha non solo versato ma ha anche presentato la denuncia entro il mese successivo a quello di competenza. - In caso di versamento

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA C.F. 80000810863 Tel. 0935.521111 Fax 0935.500429 SETTORE I Affari Generali DIRIGENTE - Dott. Giuseppa Gatto Tel. 0935 521.215 Fax 0935 521217 Pec: protocollo@provincia.enna.it

Dettagli

24 giugno 2015. Alle Imprese Edili Loro Sedi. Ai Consulenti del Lavoro Loro Sedi. Circolare congiunta n.1/2015

24 giugno 2015. Alle Imprese Edili Loro Sedi. Ai Consulenti del Lavoro Loro Sedi. Circolare congiunta n.1/2015 CASSA EDILE DI GORIZIA Via Del Monte Santo 131/42 34170 Gorizia Tel. 0481533825 - fax 0481536406 email: info@cassaedilego.it P.E.C.: GO00@infopec.cassaedile.it sito web: www.cassaedilego.it CASSA EDILE

Dettagli

OGGETTO: DURC E CONTRATTI PUBBLICI CHIARIMENTI SULLE MODIFICHE NORMATIVE APPORTATE DAL DECRETO DEL FARE

OGGETTO: DURC E CONTRATTI PUBBLICI CHIARIMENTI SULLE MODIFICHE NORMATIVE APPORTATE DAL DECRETO DEL FARE OGGETTO: DURC E CONTRATTI PUBBLICI CHIARIMENTI SULLE MODIFICHE NORMATIVE APPORTATE DAL DECRETO DEL FARE L art. 31 del decreto-legge n. 69/2013 - il c.d. Decreto del fare, convertito dalla legge n. 98/2013

Dettagli

Sede: via Alessandria, 215 00198 Roma Tel: 06852614 - Fax: 0685261500 www.cnce.it e-mail: info@cnce.it

Sede: via Alessandria, 215 00198 Roma Tel: 06852614 - Fax: 0685261500 www.cnce.it e-mail: info@cnce.it Prot. n 5604/p/ep Roma, 13 novembre 2012 A tutte le Casse Edili e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Lettera circolare n. 33/2012 Oggetto: DURC Richiesta di rilascio utenze Stazione

Dettagli

RISOLUZIONE N. 15/E. Roma, 12 febbraio 2015

RISOLUZIONE N. 15/E. Roma, 12 febbraio 2015 Direzione b Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 15/E Roma, 12 febbraio 2015 OGGETTO: Istituzione dei codici tributo per il versamento, mediante i modelli F24 ed F24 Enti pubblici, dell IVA

Dettagli

Fiscal News N. 160. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 160. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 160 05.04.2012 Cinque per mille, l iscrizione negli elenchi dei beneficiari La domanda per l iscrizione può essere presentata già dal 21 marzo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA L anno duemilatre il giorno tre del mese di dicembre, presso la Prefettura di

Dettagli

Allegato 1. Modalità operative per l iscrizione. all Albo Fornitori Toscana Aeroporti SpA

Allegato 1. Modalità operative per l iscrizione. all Albo Fornitori Toscana Aeroporti SpA Allegato 1 Modalità operative per l iscrizione all Albo Fornitori Toscana Aeroporti SpA 1) STRUTTURA DELL ALBO FORNITORI L Albo Fornitori è articolato nelle seguenti categorie: - Categoria A: Servizi e

Dettagli

Circolare n. 26/2012 Compensazione crediti commerciali verso amministrazioni pubbliche.

Circolare n. 26/2012 Compensazione crediti commerciali verso amministrazioni pubbliche. PERNI & DORENTI PARTNERS OLIVIERO PERNI LUCA DORENTI OF COUNSEL ROBERTO GRUTTADAURIA GIOVANNI INTRIGLIOLO BARBARA BONSIGNORI INTERNATIONAL PARTNERS LUCA SOLDATI LINDA MULLER MAURO BRAMBILLA MARCO GUBLER

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

Direzione Centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Roma, 24/11/2010 Circolare n. 148 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 30 gennaio 2015. Semplificazione in materia di documento unico di regolarità contributiva (DURC). IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

Dettagli

RESPONSABILE DEL SERVIZIO

RESPONSABILE DEL SERVIZIO COMUNE DI LOCERI Provincia dell' Ogliastra Area Tecnica DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 327 del registro generale N.199 DATA 27/10/2015 OGGETTO:BANDO GAL OGLIASTRA MISURA 321 DEL PIANO

Dettagli

ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO

ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 27 marzo 2014 Sommario Articolo 1 Oggetto del Regolamento... 2 Articolo 2 Definizione

Dettagli

MODELLO EAS - VARIAZIONI DEI DATI GIÀ COMUNICATI

MODELLO EAS - VARIAZIONI DEI DATI GIÀ COMUNICATI MODELLO EAS - VARIAZIONI DEI DATI GIÀ COMUNICATI Riferimenti Art. 30, DL n. 185/2008 Art. 1, comma 1, DL n. 225/2010 Risoluzione Agenzia Entrate 6.12.2010, n. 125/E Circolare Agenzia Entrate 24.2.2011,

Dettagli

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali Fiscalità Edilizia Commissione Referente Economico - Fiscale Tributario 10 aprile 2014 Schema operativo GLI STRUMENTI DI UTILIZZO DEI CREDITI

Dettagli

Tutti gli interessati Agli Assessorati all Agricoltura delle Regioni e Province Autonome Loro Sedi

Tutti gli interessati Agli Assessorati all Agricoltura delle Regioni e Province Autonome Loro Sedi UFFICIO MONOCRATICO Via Palestro 81 00185 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.4453940 Prot. N.AGEA.UMU.2011.186 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma, li 11 FEBBRAIO 2011 Circolare n. 7 A Tutti gli interessati Agli Assessorati

Dettagli

Prot. n 4799 /p/cv Roma, 21 marzo 2011

Prot. n 4799 /p/cv Roma, 21 marzo 2011 Prot. n 4799 /p/cv Roma, 21 marzo 2011 A tutte le Casse Edili e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Lettera Circolare n 5/2011 Oggetto: Versione 4.0 Sportello Unico

Dettagli

Allegato A) R E L A Z I O N E

Allegato A) R E L A Z I O N E Allegato A) MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DI QUANTO PREVISTO DALL ART. 9 D.L. 01/07/2009, N. 78 CONVERTITO IN LEGGE 03/08/2009, N. 109 DECRETO ANTICRISI R E L A Z I O N E Si richiama innanzitutto,

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE.

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Prot. n 1214 AVVISO PUBBLICO BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Il Comune di Molinella,

Dettagli

RESPONSABILITÀ SOLIDALE SUGLI APPALTI

RESPONSABILITÀ SOLIDALE SUGLI APPALTI RESPONSABILITÀ SOLIDALE SUGLI APPALTI Per rispondere ai dubbi avanzati durante il seminario breve sulle novità fiscali tenuto lo scorso 18 febbraio in materia di responsabilità solidale tra committente

Dettagli

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D Saronno, 07 luglio 2014 Prot. 1666 / 2014 OGGETTO: Invito alla procedura negoziata per la messa in sicurezza definitiva del pozzo dismesso Amendola e trasformazione in piezometro del pozzo ad uso potabile

Dettagli

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali alberto.vanelli@regione.piemonte.it LETTERA D INVITO: PROCEDURA PER IL SERVIZIO DI FORNITURA E POSA DI NUOVA CALDAIA COMPLETA DI BRUCIATORE,

Dettagli

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO REGIONE TOSCANA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) 2007-2013 Reg. CE n. 1698/2005 MODALITA RICHIESTA ANTICIPO Soggetti privati Versione 01 Portoferraio, aprile 2012 (file disponibile all indirizzo http://www.galetruria.it/psrasse4/default.aspx

Dettagli

Tutti gli aspetti connessi all uso e al funzionamento della carta acquisti sono di competenza di Poste Italiane.

Tutti gli aspetti connessi all uso e al funzionamento della carta acquisti sono di competenza di Poste Italiane. Messaggio N. 002881 del 04/02/2009 OGGETTO: Carta acquisti. Ulteriori chiarimenti. 1. Premessa Con i messaggi n. 26673 del 28 novembre 2008 e n. 27260 del 4 dicembre 2008 sono state fornite le prime informazioni

Dettagli

CONSIGLIO PROVINCIALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI CASERTA A CURA DEL CENTRO STUDI LUIGI CAMPI

CONSIGLIO PROVINCIALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI CASERTA A CURA DEL CENTRO STUDI LUIGI CAMPI CONSIGLIO PROVINCIALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO DI CASERTA A CURA DEL CENTRO STUDI LUIGI CAMPI DURC INTERNO APPROFONDIMENTI E NOTE OPERATIVE LA GENESIANNO 2006 LEGISLAZIONE L articolo 1, comma

Dettagli

CONTROLLI FISCALI PER LE PA PER PAGAMENTI SUPERIORI A 10.000 EURO

CONTROLLI FISCALI PER LE PA PER PAGAMENTI SUPERIORI A 10.000 EURO CONTROLLI FISCALI PER LE PA PER PAGAMENTI SUPERIORI A 10.000 EURO - a cura Federico Gavioli - Il Collegato alla legge Finanziaria per il 2007 ha introdotto importanti novità in materia di controlli fiscali

Dettagli

119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014

119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014 Equitalia, con il comunicato stampa del 26 agosto 2014, ha reso noto che la notifica

Dettagli

CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese)

CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese) CITTÀ DI BUSTO ARSIZIO (Provincia di Varese) SETTORE: Settore VIII Strategie Territoriali OO.PP. Infrastrutture UFFICIO: TUTELA AMBIENTALE Oggetto: Assegnazione di contributi per l installazione sulle

Dettagli

REGOLAMENTO ELENCO OPERATORI ECONOMICI PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI

REGOLAMENTO ELENCO OPERATORI ECONOMICI PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI REGOLAMENTO ELENCO OPERATORI ECONOMICI PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI PREMESSE Art. 1 ISCRIZIONE. Art. 2 - MODALITA. Art. 3 CASI DI NON ACCETTAZIONE. Art. 4 CASI DI SOSPENSIONE DELL ISCRIZIONE. Art. 5 CANCELLAZIONE

Dettagli

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. n. 2015/13193 Approvazione del modello per la richiesta di accesso alla procedura di collaborazione volontaria per l emersione ed il rientro di capitali detenuti all estero e per l emersione nazionale.

Dettagli

Direzione Didattica Statale 2 Circolo Cortona -Terontola SEDE: Via Dante, 27 TERONTOLA- 52044 -CORTONA (AR) - tel 0575 67033 - fax 0575 67033

Direzione Didattica Statale 2 Circolo Cortona -Terontola SEDE: Via Dante, 27 TERONTOLA- 52044 -CORTONA (AR) - tel 0575 67033 - fax 0575 67033 Direzione Didattica Statale 2 Circolo Cortona -Terontola SEDE: Via Dante, 27 TERONTOLA- 52044 -CORTONA (AR) - tel 0575 67033 - fax 0575 67033 CF: 80006200515 - cod. MIUR: AREE019004 - email: aree019004@istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CANARO. Provincia di Rovigo Ufficio Tecnico Comunale IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO IL COMUNE DI CANARO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO Oggetto: indagine di mercato per la ricerca, individuazione e selezione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata senza previa pubblicazione

Dettagli

REGOLAMENTO ADESIONE SOGGETTI FISCALMENTE A CARICO

REGOLAMENTO ADESIONE SOGGETTI FISCALMENTE A CARICO FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DEI MINISTERI, DELLE REGIONI, DELLE AUTONOMIE LOCALI E SANITÀ, DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI, DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, DELL

Dettagli

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009 Notizie Flash Quota A - pagamento contributi 2010 Il 30 giugno è scaduta la seconda rata del contributo di Quota A. Qualora l avviso sia pervenuto dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 28/09/2012

Direzione Centrale Entrate. Roma, 28/09/2012 Direzione Centrale Entrate Roma, 28/09/2012 Circolare n. 118 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli