COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente"

Transcript

1 COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI PER ANNI 5. - ANNI CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Niscemi lì IL R.U.P. ( ing. Concetta Meli ) Il progettista geom. Angelo Baglio

2 Capo 1 Generalità Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto per ogni anno n. 4 interventi di disinfestazione in tutto il territorio del Comune di Niscemi, n. 2 interventi di disinfestazione nelle scuole e negli edifici pubblici e n. 3 interventi di derattizzazioni in tutto il territorio del Comune nelle scuole e negli edifici pubblici. Due interventi di derattizzazione comprenderanno la distribuzione di compresse disinfestanti larvicida. Il servizio dovrà assicurare nei periodi stabiliti dal presente capitolato la disinfestazione la derattizzazione di tutto il territorio del Comune di Niscemi nonché di tutte le scuole e edifici pubblici. Art. 2 Norme generali I rapporti tra l Amministrazione appaltante e la ditta appaltatrice sono regolati dal presente Capitolato e dalle norme generali per la gestione amministrativa ed economica dei lavori e servizi dello Stato. In particolare si richiamano in quanto applicabili: Leggi, decreti, regolamenti e circolari statali e regionali, ordinanze sindacali emanate o emanande e vigenti nel periodo di validità dell appalto in materia di gestione economica dei servizi, di responsabilità, inadempienza dell appaltatore, ecc Contratto collettivo nazionale dei lavoratori per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di igiene ambientale; E esclusa la revisione prezzi contrattuali. E fatto divieto alla ditta appaltatrice del servizio (di seguito indicata semplicemente come ditta) di apportare modifiche al programma di disinfestazione e derattizzazione, salvo la preventiva autorizzazione da parte dell Amministrazione Comunale appaltante (di seguito indicata semplicemente come Amministrazione). Art. 3 Descrizione e consistenza del servizio Il servizio prevede la disinfestazione dell intero territorio Comunale secondo il sottostante programma prefissato: I rapporti tra l Amministrazione appaltante e la ditta appaltatrice sono regolati dal presente Capitolato e dalle norme generali per la gestione amministrativa ed economica dei lavori e servizi dello Stato. In particolare si richiamano in quanto applicabili: Leggi, decreti, regolamenti e circolari statali e regionali, ordinanze sindacali emanate o emanande e vigenti nel periodo di validità dell appalto in materia di gestione economica dei servizi, di responsabilità, inadempienza dell appaltatore, ecc 2

3 Contratto collettivo nazionale dei lavoratori per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di igiene ambientale; E esclusa la revisione prezzi contrattuali. E fatto divieto alla ditta appaltatrice del servizio (di seguito indicata semplicemente come ditta) di apportare modifiche al programma di disinfestazione e derattizzazione, salvo la preventiva autorizzazione da parte dell Amministrazione Comunale appaltante (di seguito indicata semplicemente come Amministrazione). Art. 3 Descrizione e consistenza del servizio Il servizio prevede la disinfestazione dell intero territorio Comunale secondo il sottostante programma prefissato: Intervento Mese Disinfestazione 1 metà maggio 2014 intervento larvicida e adulticida-abbattente residuale; 2 fine giugno 2014 intervento larvicida e adulticida abbattente residuale snidante 3 inizio agosto 2014 intervento larvicida e adulticida-abbattente residuale; 4 fine settembre 2014 intervento larvicida e adulticida abbattente residuale snidante 1 Vacanze Pasquali 2014 Scuole e edifici pubblici 2 Terza decade di agosto 2014 Scuole e edifici pubblici e la derattizzazione dell intero territorio, delle scuole e degli edifici pubblici secondo il sottostante programma: Mese Febbraio 2014 Giugno 2014 Ottobre 2014 Derattizzazione 1 intervento con distribuzione di compresse antilarvale 2 intervento 3 intervento con distribuzione di compresse antilarvale Art. 4 Durata dell appalto 3

4 La durata dell appalto viene fissata in anni cinque. Il proseguimento del rapporto contrattuale avrà luogo se ed in quanto le leggi vigenti lo consentiranno. Art. 5 Costo del servizio Il costo del servizio è pari a quello offerto dalla ditta in sede di gara d appalto. L offerta s intende impegnativa per la ditta in modo assoluto e completo, sia in relazione a quanto previsto dal presente Capitolato, sia a qualunque circostanza ed intervento non previsto ma necessario per l ordinaria funzionalità del servizio. Il prezzo offerto è altresì invariabile in relazione a possibili ulteriori interventi che si rendessero necessari, dietro segnalazione dei cittadini e accertamento dell Amministrazione o dei vigili sanitari. Tutti gli interventi per i servizi resi saranno pagati secondo i prezzi unitari di cui all allegato elenco prezzi per singolo intervento sottoposto al ribasso offerto in sede di aggiudicazione. Art. 6 Emissione fatture L Amministrazione richiede alla ditta, per ciascun intervento programmato e dopo averne verificato l idoneità della prestazione, l emissione delle fatture al netto del ribasso d asta che la ditta ha offerto in sede di gara; la relativa liquidazione avverrà nel termine di centocinquanta giorni dopo la presentazione da parte della ditta dei documenti attestanti l avvenuto espletamento di tutte le prescrizioni contrattuali. Prima di percepire il corrispettivo previsto per ciascun intervento, la ditta dovrà trasmettere all Amministrazione Comunale certificati attestanti la regolarità contributiva e previdenziale rilasciati dall Inps e Inail, la mancata trasmissione comporterà la sospensione del pagamento.- Art. 7 Consegna del servizio La consegna del servizio alla ditta deve avvenire entro 20 giorni dalla data di stipula del contratto. E in facoltà dell Amministrazione consegnare il servizio alla ditta dopo l espletamento della gara e dei relativi adempimenti di legge, ancor prima della stipula del contratto, sotto riserva di legge. Nell ora e nel giorno stabilito per la consegna del servizio la ditta invierà sul posto un incaricato munito dei necessari poteri per ricevere in consegna il servizio. Nel verbale di consegna l incaricato della ditta deve dichiarare di avere preso visione della consistenza del servizio e di essere perfettamente edotto sullo stesso. 4

5 Art. 8 Cessazione del servizio La cessazione del servizio avrà luogo a seguito della naturale scadenza del contratto o prima, nell ipotesi di risoluzione contrattuale come prevista dal successivo art. 29. Art. 9 Controllo del servizio Il responsabile del procedimento verificherà l esecuzione degli interventi di disinfestazione e derattizzazione programmati. Qualora venisse riscontrato il mancato rispetto delle prescrizioni contrattuali, previa contestazione alla ditta, si procederà secondo le prescrizioni delle leggi in materia. Art. 10 Ciclo del servizio Il ciclo del servizio si compone delle seguenti fasi: Mese Disinfestazione 1 metà maggio 2014 intervento a base di Permetrina Pura + Estratto di Piretro + Pbo 2 fine giugno 2014 intervento a base di Deltatrin 2,5 3 inizio agosto 2014 intervento a base di Permetrina Pura + Estratto di Piretro + Pbo 4 fine settembre 2014 intervento a base di Deltatrin 2,5 1 Vacanze Pasquali 2014 Scuole e edifici pubblici a base di Deltametrina pura 2 Terza decade di agosto 2014 Scuole e edifici pubblici a base di Deltametrina pura 5

6 Mese FEBBRAIO 2014 GIUGNO 2014 OTTOBRE 2014 Derattizzazione 1 intervento a base di Bromadiolone + Bitrex; disinfestazione con compresse a base di Diflubenzurone 2 intervento a base di Brodifacum + Bitrex 3 intervento a base di Difenacum + Bitrex ; disinfestazione con compresse a base di Diflubenzuron Art. 11 Orari di servizio Tutti gli orari per lo svolgimento del servizio di cui al presente Capitolato Speciale dovranno essere concordati con l Amministrazione Comunale, detti orari dovranno garantire una idonea efficienza del servizio ed un valido livello di produttività con riferimento al tipo di organizzazione, resta comunque inteso che il servizio di disinfestazione del territorio Comunale dovrà essere effettuato in orario notturno, la derattizzazione e la disinfestazione delle scuole e edifici pubblici dovrà invece realizzarsi in orario diurno. L Amministrazione Comunale si riserva di variare gli orari secondo le stagioni e le esigenze della città. Capo II Oneri della ditta Art. 12 Servizio preventivo e programmato Il servizio preventivo e programmato è costituito dall insieme degli interventi finalizzati a contrastare la nascita e il proliferare di insetti di ogni tipo e specie e dei topi. Esso si attua tramite interventi a scadenza periodica programmata, seguendo le indicazioni fornite in merito dal Dirigente Medico dell Ufficio d Igiene Pubblica di Niscemi, in funzione del ciclo riproduttivo degli insetti per i quali è noto il periodo di vita e di riproduzione. Sono a carico della ditta tutti gli oneri derivanti dalla disinfestazione e della derattizzazione preventiva e programmata, in particolare: DISINFESTAZIONE TERRITORIO COMUNALE La disinfestazione da effettuare nei periodi stabiliti, secondo il calendario riportato al precedente art. 3 dovrà interessare il centro abitato, periferia, zone residenziali, discariche pubbliche, cimitero, magazzini, depositi, automezzi della N.U., zone prossime ai corsi di fiumi, stagni e raccolte d acqua adoperando tassativamente i prodotti indicati al successivo art. 18, pena la risoluzione del contratto; 6

7 Risultano in ogni caso a carico della ditta aggiudicataria, senza ulteriore onere a carico dell Amministrazione, tutti quegli interventi oltre quelli programmati e preventivati, che si rendessero necessari su segnalazione dei cittadini e riscontro dei vigili sanitari, ciò in quanto risulterebbe addebitabile alla ditta la mancata riuscita degli interventi programmati. La ditta dovrà farsi carico degli ulteriori interventi richiesti senza alcun compenso integrativo. Tutti gli interventi dovranno essere effettuati in orario notturno da concordarsi con la Ripartizione Lavori Pubblici ed Ambiente. Tutti gli interventi dovranno essere preventivamente comunicati alla popolazione mediante l affissione, almeno due giorni prima, di 100 manifesti murali il cui costo è a totale carico della ditta. 2. DISINFESTAZIONE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI Il responsabile del procedimento comunicherà, alla ditta appaltatrice, mediante disposizione scritta, l elenco degli immobili (scuole e edifici pubblici) da sottoporre a disinfestazione. La disinfestazione delle scuole e degli edifici pubblici dovrà essere realizzata tassativamente nei giorni comunicati dalla Ripartizione Lavori Pubblici ed Ambiente che cadranno prima dell apertura dell anno scolastico per il primo intervento e durante le vacanze Pasquali per il secondo intervento. Per particolari esigenze di servizio o di natura igienico sanitaria, su richiesta della Ripartizione Lavori Pubblici ed Ambiente, la disinfestazione dovrà avvenire entro 24 ore dalla comunicazione alla ditta. Tutti gli interventi dovranno essere effettuati in orario diurno da concordarsi con la Ripartizione Lavori Pubblici ed Ambiente. 3. DERATTIZZAZIONE TERRITORIO COMUNALE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI La derattizzazione da effettuare nei periodi stabiliti, secondo il calendario riportato al precedente art. 3, dovrà essere effettuata in tutto il territorio comunale, zone residenziali, periferie, reti fognarie e relativi chiusini, discariche pubbliche, Cimitero, tutte le aree libere non recintate e non edificate, anche se private, ricadenti all interno dell abitato, in tutte le caditoie stradali adoperando il particolare tipo di esca sospesa, zone prossime ai corsi di fiumi, stagni e raccolte d acqua, nonchè nelle scuole e edifici pubblici. Sono in ogni caso a carico della ditta aggiudicataria, senza ulteriore onere dell Amministrazione, tutti quegli interventi oltre quelli programmati e preventivati, che si rendessero necessari su segnalazione dei cittadini e riscontro dei vigili sanitari, ciò perché sarebbe addebitabile alla ditta la mancata riuscita degli interventi programmati. La ditta dovrà farsi carico degli ulteriori interventi richiesti senza alcun compenso integrativo. Tutti gli interventi dovranno essere effettuati in orario diurno da concordarsi con la Ripartizione Lavori Pubblici ed Ambiente. Tutti gli interventi dovranno essere preventivamente comunicati alla popolazione mediante l affissione, almeno due giorni prima, di 100 manifesti murali il cui costo è a totale carico della ditta. 4. E onere della ditta approvvigionare tempestivamente, i prodotti chimici, le materie prime, gli attrezzi di lavoro, il materiale vario di consumo, il vestiario, ecc per l effettuazione di tutte le operazioni di disinfestazione e derattizzazione, nella misura, quantità e qualità atta ad assicurare il servizio a perfetta regola d arte e senza alcun interruzione dello stesso. Il responsabile del procedimento verificherà l idoneità di quanto approvvigionato dalla ditta. 7

8 5. Sono a carico della ditta la fornitura dei mezzi di trasporto per gli spostamenti, per il servizio, e dell eventuale personale d assistenza. 6. E fatto obbligo all Appaltatore di comunicare un recapito telefonico per le varie comunicazioni inerenti al servizio. Art. 13 Personale addetto al servizio Prima della consegna del servizio la ditta deve indicare all Amministrazione il proprio domicilio nonché le generalità e le qualifiche di tutto il personale utilizzato per il servizio. La ditta è tenuta ad indicare, prima della consegna del servizio, l elenco degli automezzi che adopererà nel servizio stesso. Compatibilmente con un efficiente ed economica gestione del servizio di disinfestazione e derattizzazione, la ditta deve utilizzare in via prioritaria, personale locale. L impiego del personale operativo dovrà avvenire secondo quanto contemplato nei contratti collettivi di lavoro vigenti e dovrà essere adeguatamente coperto da rischi di infortunio. Il personale addetto allo svolgimento del servizio di disinfestazione e derattizzazione sarà quello appresso indicato: N.1 Autista addetto alla guida dell automezzo; N.1 operaio qualificato, abilitato all uso dei prodotti sanitari, lo stesso dovrà essere in possesso del relativo tesserino rilasciato dalle Autorità competenti e curerà in esclusiva il travaso del prodotto disinfestante per la diluizione prevista. Art. 14 Automezzi I mezzi necessari previsti per l espletamento del servizio in oggetto, dovranno essere quelli appresso indicati: N. 1 automezzo munito di atomizzatore motorizzato e di cisterna; N. 1 motoape per derattizzazione; N. 1 attrezzatura a spalla per la disinfestazione manuale all interno degli immobili; I mezzi e le attrezzature impiegate per il servizio dovranno essere conformi alle leggi ed alle disposizioni vigenti. In caso di guasto o fermate impreviste l Appaltatore dovrà garantire entro 24 ore, la ripresa del servizio. 8

9 Art. 15 Manutenzione delle attrezzature I mezzi e le attrezzature di servizio dovranno essere sempre funzionanti ed idonei, con particolare riferimento alle apparecchiature meccaniche ed elettriche. La pulizia, il lavaggio, la manutenzione ordinaria dei mezzi e dell attrezzatura, dovranno essere effettuati in modo da permettere lo svolgimento del servizio in modo decoroso e igienico, nei tempi previsti. Art. 16 Disciplina del servizio Il servizio oggetto dell appalto è ritenuto sotto ogni profilo quale servizio pubblico essenziale e potrà essere sospeso o abbandonato solo in circostanze di comprovati casi di forza maggiore. Resta salva la facoltà dell Amministrazione d intraprendere qualunque iniziativa a garanzia dell esatto svolgimento del servizio. La ditta, inoltre, deve garantire la perfetta disciplina dello svolgimento del sevizio osservando e facendo osservare al proprio personale un comportamento rispettoso degli obblighi derivanti dal C.C.N.L., il responsabile del procedimento può esigere il cambiamento del personale nei casi di insubordinazione, incapacità o grave negligenza, ferma restando la responsabilità della ditta per i danni derivanti da tali inadempienze. Art. 17 Vestiario ed attrezzi di lavoro Il personale operativo della ditta deve indossare durante l orario lavorativo una decorosa uniforme, fornita dalla ditta medesima. L uniforme completa di accessori deve essere nella foggia e del tipo indicato dal C.C.N.L. E onere della ditta dotare ciascun dipendente di tutti gli attrezzi necessari all espletamento della propria attività lavorativa nel rispetto delle condizioni igieniche ed antinfortunistiche. La ditta, deve inoltre, essere fornita di tutte le attrezzature e/o strumenti necessari per l espletamento delle operazioni necessarie all intero svolgimento del servizio. Gli operatori dovranno essere muniti di maschera idonea ad evitare l inalazione del prodotto durante lo spandimento per nebulizzazione. Art. 18 Prodotto disinfestante L Appaltatore dovrà utilizzare prodotto disinfestante che abbia le caratteristiche e quantità appresso indicate: 9

10 1 intervento Insetticida abbattente residuale a base di Permetrina 4,75% - estratto di Piretro 1,5% - Pbo 2,64% ad azione larvicida ed adulticida (lotta ad azione mista) per pulci, mosche, zanzare, acari ed altri insetti presenti in concimaie, depositi di rifiuti pubblici e industriali, mezzi di trasporto di nettezza urbana, fognature, scoli scoperti, acquitrini, canali a lento deflusso, giardini, depositi di auto in demolizione, ecc. nonché per disinfestare tutti quei luoghi che possono rappresentare habitat ideali di riproduzione. Dosaggio 0,50%, quantità da utilizzare Kg intervento Insetticida altamente residuale a base di Deltatrin 2,5 in microemulsione senza solventi organici ad azione larvicida ed adulticida (lotta ad azione mista) di tutte le specie di zanzare, di mosche, di formiche, scarafaggi, zecche, cimici, pulci, vespe, ragni, tarme, tignole, tarli del legno ecc. presenti in concimaie, depositi di rifiuti pubblici e industriali, mezzi di trasporto di nettezza urbana, fognature, scoli scoperti, acquitrini, canali a lento deflusso, giardini, depositi di auto in demolizione, ecc. nonché per disinfestare tutti quei luoghi che possono rappresentare habitat ideali di riproduzione. Dosaggio 0,50%, quantità da utilizzare Kg intervento Insetticida abbattente residuale a base di Permetrina 4,75% - estratto di Piretro 1,5% - Pbo 2,64% ad azione larvicida ed adulticida (lotta ad azione mista) per pulci, mosche, zanzare, acari ed altri insetti presenti in concimaie, depositi di rifiuti pubblici e industriali, mezzi di trasporto di nettezza urbana, fognature, scoli scoperti, acquitrini, canali a lento deflusso, giardini, depositi di auto in demolizione, ecc. nonché per disinfestare tutti quei luoghi che possono rappresentare habitat ideali di riproduzione. Dosaggio 0,50%, quantità da utilizzare Kg intervento Insetticida altamente residuale a base di Deltatrin 2,5 in microemulsione senza solventi organici ad azione larvicida ed adulticida (lotta ad azione mista) di tutte le specie di zanzare, di mosche, di formiche, scarafaggi, zecche, cimici, pulci, vespe, ragni, tarme, tignole, tarli del legno ecc. presenti in concimaie, depositi di rifiuti pubblici e industriali, mezzi di trasporto di nettezza urbana, fognature, scoli scoperti, acquitrini, canali a lento deflusso, giardini, depositi di auto in demolizione, ecc. nonché per disinfestare tutti quei luoghi che possono rappresentare habitat ideali di riproduzione. Dosaggio 0,50%, quantità da utilizzare Kg. 75. Gli interventi di disinfestazione nelle scuole e negli edifici pubblici da realizzare prima dell apertura dell anno scolastico il primo e durante le vacanze Pasquali il secondo, dovranno essere effettuati con insetticida abbattente snidante/residuale a base di Deltametrina pura gr. 2,5, in microemulsione acquosa per la disinfestazione di scarafaggi, formiche ed insetti striscianti in genere, dermestiti, nonché insetti volanti, in particolare mosche, zanzare, vespe ecc. Dosaggio 0,50%, quantità da utilizzare Kg. 6 per ogni intervento. Tutti i prodotti da utilizzare dovranno essere registrati come presidio chirurgico del Ministero della Sanità. L Appaltatore è tenuto a presentare scheda tecnica del prodotto che intende utilizzare per l esecuzione del servizio, completa delle caratteristiche di composizione e principi attivi. Da tale scheda dovrà inoltre risultare che il prodotto fornito è destinato per l igiene pubblica e non per uso agricolo e/o giardinaggio. L Appaltatore è tenuto a depositare il prodotto da utilizzare per l esecuzione del servizio presso il magazzino del Comune prima dell inizio dell intervento. 10

11 Art. 19 Prodotto derattizzante L Appaltatore dovrà utilizzare prodotto derattizzante che abbia le caratteristiche e quantità appresso indicate: 1 intervento - prodotto derattizzante a base di Bromadiolone 0.005%, Bitrex 0,001% in bustine o zollette per la derattizzazione di tutti quei luoghi abitati e frequentati dall uomo in cui i topi ed i ratti s installano e si riproducono: discariche pubbliche ed abusive, nelle reti fognarie e relativi chiusini, negli insediamenti civili ed industriali, nelle scuole e edifici pubblici, ecc. Quantità da utilizzare Kg 600 per ogni intervento, 2 intervento - prodotto derattizzante a base di Difenacoum 0.005%+ Bitrex 0,001% in bustine o zollette per la derattizzazione di tutti quei luoghi abitati e frequentati dall uomo in cui i topi ed i ratti s installano e si riproducono: discariche pubbliche ed abusive, nelle reti fognarie e relativi chiusini, negli insediamenti civili ed industriali, nelle scuole e edifici pubblici, ecc. Quantità da utilizzare Kg 600 per ogni intervento 3 intervento - prodotto derattizzante a base di Brodifacoum 0.005%,+ Bitrex 0.001% in bustine o zollette per la derattizzazione di tutti quei luoghi abitati e frequentati dall uomo in cui i topi ed i ratti s installano e si riproducono: discariche pubbliche ed abusive, nelle reti fognarie e relativi chiusini, negli insediamenti civili ed industriali, nelle scuole e edifici pubblici, ecc. Quantità da utilizzare Kg 600 per ogni intervento. Nel corso del primo e terzo intervento di derattizzazione si procederà alla distribuzione di larvicida - zanzaricida in compresse a lento rilascio e bassissima tossicità a base di Diflubenzuron 2% per consentire un lento rilascio sulla superficie dell acqua. Tutti i prodotti da utilizzare dovranno essere registrati come presidio chirurgico del Ministero della Sanità. L Appaltatore è tenuto a presentare scheda tecnica del prodotto che intende utilizzare per l esecuzione del servizio, completa delle caratteristiche di composizione e principi attivi. L Appaltatore è tenuto a depositare il prodotto da utilizzare per l esecuzione del servizio presso il magazzino del Comune prima dell inizio dell intervento. Art. 20 Manifesti Sono a carico dell Appaltatore, affissione compresa, i manifesti relativi agli interventi da effettuarsi su tutto il territorio comunale; e pubblicizzate dalla stessa ditta con almeno cinque giorni lavorativi d anticipo. Il manifesto dovrà contenere l indicazione della presenza del veleno, gli elementi identificativi del responsabile del trattamento, la durata del trattamento, le sostanze utilizzate ed il giorno in cui sarà effettuata la disinfestazione o la derattizzazione. Per gli interventi di disinfestazione occorre avvertire la cittadinanza che durante il trattamento provveda a tenere chiuse le porte e di non mettere panni ad asciugare stesi all aperto. 11

12 L Appaltatore dovrà assicurarsi che l Ufficio Affissioni del Comune provveda ad affiggere detti manifesti nelle zone almeno cinque giorni prima dell intervento da effettuarsi. L Appaltatore provvederà inoltre ad avvertire la cittadinanza tramite i mezzi di comunicazione quali T.V. locali private e giornali. Art. 21 Responsabilità per danni Sono a carico della ditta i danni causati a terzi (danni alle persone, agli animali ed alle cose) in relazione alle prestazioni del servizio oggetto del presente appalto. Al fine di evitare danni a persone o cose, la ditta è tenuta a pubblicizzare preventivamente, mediante manifesti murali, comunicati stampa e televisivi, il programma degli interventi, comunicando giorno e ore degli stessi. Art. 22 Cauzione definitiva e spese contrattuali A garanzia dell adempimento di tutte le obbligazioni nascenti dal contratto d appalto nonché del risarcimento dei danni derivanti dall inadempienza delle obbligazioni la ditta deve depositare, nelle forme consentite dalla legge, una cauzione definitiva pari al 10% dell importo contrattuale. La cauzione sarà restituita dopo la verifica positiva relativa allo svolgimento del servizio. Tutte le altre spese conseguenti alla stipulazione del contratto (spese di registrazione, imposte, tasse, spese per copie ed estratti) sono a totale carico della ditta. Art. 23 Documenti che fanno parte del contratto Fanno parte del contratto il presente capitolato con i suoi allegati ed il piano per le misure di sicurezza dei lavoratori. Art. 24 Igiene e sicurezza sul lavoro Il personale della ditta deve osservare le norme di igiene e sicurezza sul lavoro per tutta la durata contrattuale. La ditta deve fornire al proprio personale tutto l occorrente per lo svolgimento dell attività lavorativa nel rispetto delle predette norme. La ditta deve redigere un piano delle misure per la sicurezza fisica dei lavoratori. Tale piano, sottoscritto oltre che dal tecnico compilatore anche dal titolare della ditta o legale rappresentante, deve allegarsi al contratto d appalto. 12

13 La ditta viene ritenuta responsabile del mancato rispetto delle norme di igiene e sicurezza sul lavoro nonché delle prescrizioni del piano suddetto. Art. 25 Oneri particolari E a carico della ditta assuntrice del servizio, senza alcun onere aggiuntivo per l Amministrazione, produrre prima e dopo di ogni intervento programmato, idonea certificazione, rilasciata da tecnico abilitato ai sensi della vigente legislazione, attestante il prodotto da utilizzare e utilizzato e la idonea percentuale di miscelazione da utilizzare e utilizzata, necessaria a dare il servizio a perfetta regola d arte e con i risultati previsti. A richiesta del responsabile del procedimento tale certificazione dovrà essere accompagnata da analisi di laboratorio effettuate sia sul prodotto in origine sia sulla miscela utilizzata. Capo III Divieti e sanzioni Art. 26 Cessione del contratto e subappalti E vietata qualsiasi cessione del contratto e/o subappalto se non espressamente autorizzato dall Amministrazione nel rispetto della normativa vigente. In ogni caso la ditta resta l unica responsabile nei confronti dell amministrazione anche dell operato dei subappaltatori e/o ditte specializzate. Art. 27 Controversie Tutte le controversie che dovessero insorgere tra le parti per l attuazione del presente capitolato, dovranno essere decise in sede di contraddittorio tra l Amministrazione e la Ditta Aggiudicataria. Il permanere di contrasti sull applicazione degli articoli del presente capitolato e del relativo contratto, saranno di competenza del tribunale di Caltagirone. Art. 28 Sanzioni specifiche L Amministrazione applicherà specifiche sanzioni pecuniarie alla ditta nel caso si accerti il mancato rispetto di qualcuna delle prescrizioni contrattuali. In particolare verrà applicata la sanzione di ,00 ogni volta che la ditta non effettuerà nei tempi e nei modi previsti dal programma la disinfestazione o la derattizzazione in tutto il territorio ed ogni volta che la ditta non effettuerà entro i tempi fissati i servizi di disinfestazione e derattizzazione per gli edifici pubblici e le scuole. 13

14 Verrà applicata la sanzione di ,00 se non viene effettuata la comunicazione alla popolazione, mediante l affissione dei manifesti murali, almeno due giorni prima dell intervento programmato. Ferma restando la facoltà d applicare le superiori sanzioni, l Amministrazione può provvedere autonomamente per garantire il buon funzionamento del servizio e/o il rispetto delle prescrizioni contrattuali, procedendo successivamente al recupero delle somme in danno della ditta. Art. 29 Risoluzione del contratto Indipendentemente dall applicazione delle sanzioni previste dal precedente art. 28, l Amministrazione ha la facoltà di procedere alla risoluzione del contratto d appalto senza indennizzo alcuno nei casi di grave inadempienza o qualora la ditta non rispetti una delle condizioni contrattuali, nonostante gli ordini di servizio inviati per almeno due volte. 14

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Note relative al controllo delle blatte

Note relative al controllo delle blatte Estratto dal sito www.disinfestanti.it Note relative al controllo delle blatte La lotta alle blatte è estremamente diffusa perchè questi insetti possono fungere da veicolo per svariati microrganismi patogeni

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 C.F. 80000810863 TEL. +390935521111 Fax +390935500429 Piazza Garibaldi, 2 SETTORE VI Territorio Pianificazione

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana SERVIZIO PER GLI INTERVENTI LARVICIDI ED ADULTICIDI PER LA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE, DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE CONTRO ALTRI INFESTANTI, IN AREE

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

PROGETTO DEL SERVIZIO

PROGETTO DEL SERVIZIO GISEC S.p.A. a Socio Unico Gestione Impianti e Servizi Ecologici Casertani Società soggetta ad attività di Direzione e Coordinamento da parte della Provincia di Caserta Sede Legale in Corso Trieste, 133

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

PROGETTO MOSCHE 3.0 GAMMA COMPLETA DI PRODOTTI PER IL CONTROLLO DELLE MOSCHE

PROGETTO MOSCHE 3.0 GAMMA COMPLETA DI PRODOTTI PER IL CONTROLLO DELLE MOSCHE PROGETTO MOSCHE 3.0 GAMMA COMPLETA DI PRODOTTI PER IL CONTROLLO DELLE MOSCHE INQUADRIAMO QUESTO PROBLEMA Il benessere animale e l igiene ambientale zootecnica costituiscono fattori chiave nella gestione

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO DELL

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

CATALOGO 2013. Come consultare il nuovo catalogo

CATALOGO 2013. Come consultare il nuovo catalogo CATALOGO 2013 Come consultare il nuovo catalogo Frutto dell impegno e dell esperienza COPYR, vi presentiamo il catalogo 2013 che offre ai professionisti del Pest Control prodotti e soluzioni sempre innovative

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI. C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA PRESSO IL CASTELLO DI MONTERIGGIONI C a p o I C A RATTERISTI CHE DELL AP P ALTO Art. 1 - OGGETTO 1. Il presente capitolato ha per oggetto lo svolgimento,

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Comune di Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI SERVIZI COMUNALI DI DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE ART.1

Comune di Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI SERVIZI COMUNALI DI DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE ART.1 Comune di Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI SERVIZI COMUNALI DI DISINFEZIONE E DISINFESTAZIONE ART.1 Il servizio di disinfezione e disinfestazione sarà eseguito dal Comune con personale assunto

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Settembre 2002 1 STUDIO DI SETTORE SM43U Numero % sugli invii Invii

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli