ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 21 ) Delibera N.426 del DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 21 ) Delibera N.426 del DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI"

Transcript

1 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 21 ) Delibera N.426 del Proponente MARINO ARTUSA DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI Pubblicita /Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale Dirigente Responsabile:Maurizio Ferrini Estensore: Maurizio Ferrini Oggetto: Attività di vigilanza e verifica nelle zone sismiche. Circolare attuativa della sentenza della Corte Costituzionale 5 maggio 2006 n Chiarimenti agli uffici regionali per il rilascio delle autorizzazioni di cui agli artt. 93 e 94 D.P.R. 380/2001 e della L. R. 88/1982. Presenti: CLAUDIO MARTINI MARINO ARTUSA ANNA RITA BRAMERINI AMBROGIO BRENNA SUSANNA CENNI RICCARDO CONTI AGOSTINO FRAGAI FEDERICO GELLI ENRICO ROSSI GIANNI SALVADORI MASSIMO TOSCHI MARIA CONCETTA ZOPPI Assenti: GIANFRANCO SIMONCINI ALLEGATI N : 1 ALLEGATI: Denominazione Pubblicazione Tipo di trasmissione Riferimento A Si Cartaceo+Digitale Allegato A Note:

2 LA GIUNTA REGIONALE Vista la Legge Regionale n 88 Disciplina dei controlli sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico ; Ricordato che l art. 2 della citata L.R. 88/82, dispone che per l inizio dei lavori in zone classificate sismiche, non è necessaria l autorizzazione dell Ufficio del Genio Civile regionale competente per territorio; Ricordato altresì che il successivo art. 6 disciplina i criteri per l individuazione delle opere sottoposte a controllo, mediante apposita deliberazione del Consiglio Regionale; Vista la Delibera di Consiglio Regionale n 75 del Criteri per la scelta del campione da sottoporre a controllo ; Vista la Decisione di Giunta Regionale n 514 del Disposizioni agli uffici regionali del genio civile circa il deposito dei progetti e le modalità di controllo ; Preso atto che il p.to 4) della citata Decisione G.R. 514/82 disciplina le modalità di controllo dei progetti sottoposti a sorteggio a campione e quelli a controllo obbligatorio; Visto il D.P.R n 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia ; Considerato che l art. 94 Autorizzazione per l inizio dei lavori del citato D.P.R. 380/01 dispone che nelle zone classificate sismiche, ad eccezione di quelle a bassa sismicità, non si possono iniziare i lavori senza preventiva autorizzazione del competente ufficio tecnico della regione; Vista la Legge Regionale n 1 Norme per il governo del territorio ; Considerato che l art. 105 comma 3 della citata L.R. 1/05, conferma quanto previsto dall art. 2 della L.R.88/82, circa l inizio dei lavori senza la preventiva autorizzazione della struttura regionale competente; Vista la Sentenza della Corte Costituzionale n 182 del , depositata in cancelleria il ; Preso atto che la citata Sentenza C.C. ha dichiarato, tra l altro, l illegittimità costituzionale dell art. 105 comma 3 della L.R. 1/05 che, di fatto, ripristina il regime autorizzativo previsto dall art. 94 del D.P.R. 380/01; Ritenuto necessario provvedere a definire le prime disposizioni agli uffici regionali competenti alla vigilanza e controllo sulle costruzioni in zona sismica, in attesa di una rapida revisione della citata L.R. 1/05, al fine consentire il rilascio delle autorizzazioni da parte dei suddetti uffici; Ritenuto pertanto di approvare l allegato A al presente atto recante chiarimenti agli uffici regionali in ordine al rilascio delle autorizzazioni ed in ordine ai preavvisi con contestuale deposito dei progetti ai sensi dell articolo 93 e dell articolo 94 decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.380 (Testo unico

3 delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) e della legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 (Disciplina dei controlli sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico), tenuto conto della sentenza della Corte Costituzionale 5 maggio 2006, n.182. Visto il parere favorevole espresso dal Comitato tecnico della programmazione nella seduta del 8 giugno 2006 a voti unanimi per i motivi di cui in premessa: DELIBERA 1. di approvare l allegato A al presente atto recante chiarimenti agli uffici regionali in ordine al rilascio delle autorizzazioni ed in ordine ai preavvisi con contestuale deposito dei progetti ai sensi dell articolo 93 e dell articolo 94 decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) e della legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 (Disciplina dei controlli sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico), tenuto conto della sentenza della Corte Costituzionale 5 maggio 2006, n.182; 2. di dare immediata comunicazione del presente atto agli uffici regionali competenti, agli enti locali e alle categorie professionali. Il presente atto è soggetto a pubblicità ai sensi della Legge Regionale n 9/95 in quanto conclusivo del procedimento amministrativo regionale. In ragione del particolare rilievo del provvedimento, che per il suo contenuto deve essere portato a piena conoscenza delle generalità dei cittadini, se ne dispone la pubblicazione per intero, ivi compreso l allegato, sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, ai sensi dell art. 3, comma 2 della Legge Regionale n. 18/96. Il Dirigente Responsabile MAURIZIO FERRINI SEGRETERIA DELLA GIUNTA IL DIRETTORE GENERALE VALERIO PELINI Il Direttore Generale MAURO GRASSI

4 CIRCOLARE Attività di vigilanza e verifica nelle zone sismiche. Chiarimenti agli uffici regionali in ordine al rilascio delle autorizzazioni ed in ordine ai preavvisi con contestuale deposito dei progetti ai sensi dell articolo 93 e dell articolo 94 decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) e della legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 (Disciplina dei controlli sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico), tenuto conto della sentenza della Corte Costituzionale 5 maggio 2006, n.182. I N D I C E PARAGRAFO 1 Oggetto PARAGRAFO 2 Adempimenti per l inizio dei lavori PARAGRAFO 3 Richiesta di autorizzazione e procedimento per il rilascio dell autorizzazione nelle zone ad elevata o media sismicità PARAGRAFO 4 Ulteriori chiarimenti Allegato A Edifici strategici e rilevanti Pag. 1/8

5 CIRCOLARE Attività di vigilanza e verifica nelle zone sismiche. Chiarimenti agli uffici regionali in ordine al rilascio delle autorizzazioni ed in ordine ai preavvisi con contestuale deposito dei progetti ai sensi dell articolo 93 e dell articolo 94 decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n.380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) e della legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 (Disciplina dei controlli sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico), tenuto conto della sentenza della Corte Costituzionale 5 maggio 2006, n.182. PARAGRAFO 1 Oggetto La presente circolare chiarisce quali siano le modalità di effettuazione e svolgimento dell attività di vigilanza e verifica sulle opere e le costruzioni realizzate in zone soggette a rischio sismico, in attuazione dell articolo 1 della legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 (Disciplina dei controlli sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico), nonchè in applicazione dei principi che si desumono dalla sentenza della Corte Costituzionale 5 maggio 2005, n.182 pubblicata sulla Gazzetta ufficiale 10 maggio 2006, n.19. Per quanto in questa sede preme sottolineare, la citata sentenza ha dichiarato l illegittimità costituzionale dell articolo 105, comma 3 della legge regionale 3 gennaio 2005, n.1 (Norme per il governo del territorio) nella parte in cui tale norma non dispone che, per gli interventi in zona sismica, non si possono iniziare i lavori senza la preventiva autorizzazione scritta del competente ufficio tecnico della Regione (così la sentenza). L articolo 105, comma 3 della l.r.1/2005, secondo la Corte Costituzionale, si poneva in contrasto con il principio fondamentale (in quanto concernente una materia quella della protezione civile - di competenza legislativa concorrente regionale ai sensi dell articolo 117, comma 3 della Costituzione) posto dall articolo 94 del d.p.r. 6 giugno 2001, n.380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia), il quale prevede l autorizzazione regionale esplicita. Per mero dovere di precisione, si rileva che l articolo 105 della l.r.1/2005 non è mai entrato in vigore, ai sensi di quanto disposto dall articolo 210, comma 4 bis della l.r.1/2005 per il quale: Le disposizioni di cui al titolo VI, capo V, si applicano dalla data di entrata in vigore del regolamento di cui all articolo 117. Il regolamento di cui all articolo 117 della l.r.1/2005 non è stato ancora emanato. Pertanto, in Toscana, la disciplina legislativa di riferimento per i controlli sulle costruzioni in zone soggette a rischio sismico è quella della l.r.88/1982. Pag. 2/8

6 Ciò nonostante, si rileva che l articolo 2 della l.r.88/1982 ha un contenuto sostanzialmente identico a quello dell articolo 105 e pertanto, l affermazione della Corte Costituzionale in ordine all illegittimità dell articolo 105 della l.r. 1/2005 è da riferire all articolo 2 il quale come l articolo 105 della l.r.1/ non è in linea con il principio fondamentale di cui all articolo 94 del d.p.r. 380/2001. L articolo 94 del d.p.r. 380/2001 stabilisce che non si possono iniziare lavori nelle zone sismiche, ad eccezione di quelle a bassa sismicità, senza la preventiva autorizzazione scritta delle strutture regionali competenti ad effettuare la vigilanza ed il controllo in zona sismica. In considerazione dell importanza delle conseguenze derivanti dall applicazione di questa disposizione sull intero sistema dell attività di vigilanza e controllo (svolta, fino ad oggi, o comunque, fino al 10 maggio 2006, solo mediante il deposito dei progetti, successivamente controllati con il solo metodo a campione), la Giunta regionale ha già predisposto un progetto di legge per riorganizzare il sistema dei controlli sui progetti e sulle opere da realizzare in zona sismica che sta per sottoporre all attenzione del Consiglio regionale. In attesa del varo di tale proposta di legge, per fornire agli uffici i necessari chiarimenti su come già nell immediato le strutture regionali competenti debbano svolgere in coerenza col principio affermato dalla Corte Costituzionale - l attività di vigilanza e verifica nelle zone sismiche si provvede ad emanare la presente circolare. La presente circolare ha pertanto la finalità di chiarire i seguenti aspetti: a) le modalità di presentazione dei progetti relativi alle opere di cui all art. 93 del d.p.r.380/2001 ed ai sensi dell articolo 2 della l.r.88/1982 e delle varianti che comportano mutamenti sostanziali a tali progetti, da assoggettare a preventiva autorizzazione nelle zone sismiche 1 e 2, all uopo definite ad elevata o a media-elevata sismicità ai sensi dell ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri 20 marzo 2003, n.3274 (Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e normative tecniche per le costruzioni in zona sismica) e della deliberazione della Giunta regionale 16 giugno 2003, n. 604 (Indirizzi generali e prime disposizioni sulla riclassificazione sismica della Regione Toscana, in applicazione dell ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n.3274 del 20 marzo 2003) con l indicazione degli elaborati progettuali da allegare al progetto al momento della richiesta di autorizzazione; b) i progetti e le opere non assoggettate al procedimento autorizzativo ai sensi dell articolo 94 del d.p.r.380/2001, in quanto ricadenti nelle zone 3 e 4 all uopo definite a bassa sismicità (ai sensi dell ordinanza ministeriale e nella deliberazione di Giunta già citata), ma in ogni caso assoggettate all obbligo Pag. 3/8

7 del preavviso con contestuale deposito del progetto (articolo 93 del d.p.r.380/2001); c) le opere di carattere strategico e rilevante ricadenti in zone a bassa sismicità (3 e 4), che sono assoggettate al preavviso con contestuale deposito del progetto ed al successivo controllo obbligatorio, come stabilito dalla deliberazione della Giunta regionale 604/2003. La presente circolare chiarisce che per i progetti presentati fino al 10 maggio 2006 restano valide le procedure di controllo previste dall articolo 2 della l.r.88/1982 e pertanto con riferimento ad esse non si applica l articolo 94 del d.p.r.380/2001. La presente circolare chiarisce altresì che la disciplina a cui fare riferimento fino all approvazione della nuova legge regionale in materia è quella contenuta nella l.r.88/1982, nella decisione della Giunta regionale 30 dicembre 1982, n.514 (Legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 Disposizioni agli uffici regionali del genio civile circa il deposito dei progetti e le modalità di controllo) e nella deliberazione del Consiglio regionale 1 febbraio 1983, n.75 (Legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 Criteri per la scelta del campione da sottoporre a controllo), in quanto compatibili con l articolo 94 del d.p.r.380/2001, nonché nella citata deliberazione della Giunta regionale 604/2003. Paragrafo 2 Adempimenti per l inizio dei lavori Dall 11 maggio 2006, per iniziare i lavori di costruzione, riparazione e sopraelevazione nelle zone 1 e 2 (ad elevata o media sismicità) è necessario il rilascio dell autorizzazione preventiva. Per l inizio dei lavori di costruzione, riparazione o sopraelevazione nelle zone 3 e 4 a bassa sismicità è necessario darne preavviso scritto con contestuale deposito del progetto. Con riguardo a tale preavviso si applicano le disposizioni della l.r.88/1982 e le deliberazioni già citate al paragrafo 1, secondo le stesse modalità che hanno regolato il deposito dei progetti, fino al 10 maggio Paragrafo 3 Richiesta di autorizzazione e procedimento per il rilascio dell autorizzazione Le strutture regionali competenti effettuano il controllo sui progetti delle opere ai fini del rilascio dell autorizzazione di cui all articolo 94 del d.p.r.380/2001, accertando la corretta applicazione delle norme tecniche, dei criteri di progettazione ed esecuzione delle opere stesse. Pag. 4/8

8 Il controllo sui progetti, preso atto della relazione di calcolo asseverata dal progettista, è svolto considerando: a) l idoneità del sito e della scelta del sistema strutturale ai fini della resistenza sismica; b) il rispetto delle norme tecniche vigenti per le costruzioni realizzate in zona sismica; c) la congruità degli elementi strutturali e dei particolari costruttivi adottati al fine della realizzazione dello schema resistente previsto. Nel corso dell esame la struttura regionale competente può valutare la necessità di invitare il progettista ad intervenire per un esame contestuale del progetto; ove necessario, la struttura regionale competente può altresì richiedere integrazioni della documentazione progettuale presentata. L autorizzazione, indicante la data ed il numero d ordine del progetto, è rilasciata dal dirigente responsabile della struttura regionale competente. Gli estremi dell autorizzazione sono registrati con numerazione progressiva. Le varianti al progetto assumono il numero del progetto principale. Dal momento del rilascio dell autorizzazione possono essere iniziati i lavori, senza ulteriore comunicazione alla struttura regionale competente. Paragrafo 4 Ulteriori chiarimenti Le varianti in corso d opera di progetti per i quali è stato rilasciato il certificato di deposito entro il 10 maggio 2006 non sono soggette all autorizzazione preventiva, ad eccezione delle varianti ai progetti che comportano mutamenti sostanziali alle strutture portanti dell edificio. Per varianti che comportano mutamenti sostanziali alle strutture portanti si intendono quelle che producono una significativa modifica al comportamento strutturale del progetto originario e che possono trovare riferimento nelle definizioni degli interventi di adeguamento sismico obbligatorio indicati alle lettere a), b), c), d), del punto C dell allegato al decreto ministeriale 16 gennaio 1996 (Norme tecniche per le costruzioni in zone sismiche). In merito alle varianti in corso d opera - di qualunque tipologia - che riguardano progetti già depositati alla data del 10 maggio 2006, si fa presente che la proposta di legge approvata dalla Giunta regionale in corso di esame da parte del Consiglio regionale prevede l applicazione della l.r.88/1982. Pertanto, la proposta di legge - ad oggi non ancora varata dal Consiglio regionale - prevede che a tali varianti non si applichi il regime autorizzatorio. Pag. 5/8

9 I progetti depositati entro il 10 maggio 2006 ma per i quali non è stata data comunicazione di inizio dei lavori ai sensi dell articolo 2 della l.r. 88/1982, sono assoggettati alla disciplina di cui alla l.r.88/1982 e pertanto in relazione ad essi è sufficiente l avvenuto preavviso con il deposito del progetto e non è necessaria l autorizzazione. I progetti presentati alla data del 10 maggio 2006 continuano ad essere assoggettati al controllo a campione secondo le disposizioni di cui alla l.r.88/1982 e alla deliberazione del Consiglio regionale 1 febbraio 1983, n.75 (Legge regionale 6 dicembre 1982, n.88 Criteri per la scelta del campione da sottoporre a controllo). Pag. 6/8

10 Allegato A Elenco degli edifici ed opere strategiche e rilevanti (all. 7 deliberazione della Giunta regionale n.. del A) EDIFICI DI INTERESSE STRATEGICO E OPERE INFRASTRUTTURALI a cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile Gli edifici, il cui uso prevalente sia da considerarsi strategico, possono essere, a titolo di esempio: 1. Strutture Ospedaliere a) Ospedali b) Case di Cura c) Presidi sanitari ambulatori d) Sedi A.S.L. 2. Strutture Civili a) sedi Prefetture b) sedi Regioni c) sedi Provincie d) Municipi e) sedi Comunità Montane f) Stato (uffici tecnici) 3. Strutture Militari a) Caserme delle Forze Armate, Carabinieri, Pubblica Sicurezza, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato 4. Infrastrutture a) Centrali Elettriche b) Centrali Operative c) Impianti per le telecomunicazioni (radio, televisioni, ponti radio della rete nazionale) B) EDIFICI E OPERE INFRASTRUTTURALI che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso Gli edifici, il cui uso prevalente sia da considerarsi rilevante, possono essere, a titolo di esempio: 1. Strutture per l Istruzione a) Asili Nido b) Scuole Materne c) Scuole Elementari d) Scuole Medie Inferiori e) Scuole Medie Superiori f) Licei g) Istituti Tecnici e Professionali h) Palestre i) Università j) Accademie - Conservatori k) Provveditorati - Rettorati 2. Strutture Civili a) Stato (uffici amministrativi, finanziari) b) Sedi comunali decentrate c) Uffici con accesso al pubblico d) Poste e Telegrafi e) Centro Civico Centro per riunioni f) Musei Biblioteche g) Carceri Uffici Giudiziari h) Chiese i) Sale per lo spettacolo, teatri, cinema, sale da ballo, edifici per mostre j) Edifici annessi agli impianti sportivi destinati al pubblico Stadi k) Grandi magazzini di vendita, mercati coperti l) Banche m) Edifici con cubatura >5.000 mc, per Pag. 7/8

11 ogni scala 3. Strutture industriali a) Edifici industriali con forte concentrazione di maestranze b) Edifici a carattere industriale nei quali avvengono lavorazioni di materie pericolose 4. Infrastrutture a) Stazioni ferroviarie b) Stazioni autobus e tranviarie metropolitane c) Stazioni aeroportuali e navali Pag. 8/8

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 28 ) Delibera N.751 del DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 28 ) Delibera N.751 del DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-07-2003 (punto N. 28 ) Delibera N.751 del 28-07-2003 Proponente TOMMASO FRANCI DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 20 ) Proposta Di Legge N.20 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 20 ) Proposta Di Legge N.20 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 12-06-2006 (punto N. 20 ) Proposta Di Legge N.20 del 12-06-2006 Proponente RICCARDO CONTI FEDERICO GELLI DIREZIONE GENERALE POLITICHE

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 13/11/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 63

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 13/11/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 63 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 17 ottobre 2012, n. 489 Modifica dell'allegato 2 della DGR Lazio n. 387 del 22 maggio 2009. Oggetto: Modifica dell Allegato 2 della

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 17 ) Delibera N.278 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 17 ) Delibera N.278 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 14-04-2009 (punto N. 17 ) Delibera N.278 del 14-04-2009 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 6 ) Delibera N.771 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 6 ) Delibera N.771 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 01-08-2005 (punto N. 6 ) Delibera N.771 del 01-08-2005 Proponente MARINO ARTUSA DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA Pubblicita /Pubblicazione:

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 29 ) DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 29 ) DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-07-2008 (punto N. 29 ) Delibera N.586 del 28-07-2008 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 5 ) Delibera N.1 del DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 5 ) Delibera N.1 del DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 09-01-2006 (punto N. 5 ) Delibera N.1 del 09-01-2006 Proponente MARINO ARTUSA DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 5 )

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 5 ) REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 01-12-2008 (punto N. 5 ) Delibera N.991 del 01-12-2008 Proponente CLAUDIO MARTINI DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 3 ) Delibera N.498 del DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 3 ) Delibera N.498 del DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 30-06-2008 (punto N. 3 ) Delibera N.498 del 30-06-2008 Proponente FEDERICO GELLI DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 45 ) Delibera N.1388 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 45 ) Delibera N.1388 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-12-2004 (punto N. 45 ) Delibera N.1388 del 27-12-2004 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

Modifiche alla legge regionale 3 gennaio 2005, n.1 (Norme per il governo del territorio) in materia di costruzioni realizzate in zone sismiche

Modifiche alla legge regionale 3 gennaio 2005, n.1 (Norme per il governo del territorio) in materia di costruzioni realizzate in zone sismiche Modifiche alla legge regionale 3 gennaio 2005, n.1 (Norme per il governo del territorio) in materia di costruzioni realizzate in zone sismiche Art.1 Modifiche all articolo 96 della l.r.1/2005 1. Dopo il

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 1 ) Delibera N.829 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 1 ) Delibera N.829 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-09-2009 (punto N. 1 ) Delibera N.829 del 28-09-2009 Proponente CLAUDIO MARTINI DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 45 ) Delibera N.699 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 45 ) Delibera N.699 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 03-08-2009 (punto N. 45 ) Delibera N.699 del 03-08-2009 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 4 ) Delibera N.265 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 4 ) Delibera N.265 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 06-04-2009 (punto N. 4 ) Delibera N.265 del 06-04-2009 Proponente EUGENIO BARONTI DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 23-12-2013 (punto N 12 ) Delibera N 1146 del 23-12-2013 Proponente STELLA TARGETTI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

ZONA SISMICA 1 e 2 O.P.C.M. n 3274/2003 Del. G.R. 766/03

ZONA SISMICA 1 e 2 O.P.C.M. n 3274/2003 Del. G.R. 766/03 marca ZONA SISMICA 1 e 2 O.P.C.M. n 3274/2003 Del. G.R. 766/03 Allo Sportello Unico per l edilizia del Comune di per l inoltro Alla Regione Lazio Area Decentrata Lavori Pubblici di Roma Via Capitan Bavastro,

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 6 ) Delibera N.841 del DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 6 ) Delibera N.841 del DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-11-2007 (punto N. 6 ) Delibera N.841 del 26-11-2007 Proponente MARCO BETTI DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 17 ) Delibera N.930 del DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 17 ) Delibera N.930 del DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 22-09-2003 (punto N. 17 ) Delibera N.930 del 22-09-2003 Proponente TOMMASO FRANCI DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 19

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 19 SEZIONE I 23.6.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 19 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 21 giugno 2006, n. 24 Modifiche alla legge regionale 3 gennaio 2005, n. 1 (Norme per

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 25 ) Delibera N.560 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 25 ) Delibera N.560 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 21-07-2008 (punto N. 25 ) Delibera N.560 del 21-07-2008 Proponente GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 14 ) Delibera N.627 del DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 14 ) Delibera N.627 del DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 20-07-2009 (punto N. 14 ) Delibera N.627 del 20-07-2009 Proponente FEDERICO GELLI DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 24 )

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 24 ) REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 01-03-2010 (punto N. 24 ) Delibera N.231 del 01-03-2010 Proponente AMBROGIO BRENNA DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 20 ) Delibera N.596 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 20 ) Delibera N.596 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 30-05-2005 (punto N. 20 ) Delibera N.596 del 30-05-2005 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 23 ) Delibera N.459 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 23 ) Delibera N.459 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 03-06-2009 (punto N. 23 ) Delibera N.459 del 03-06-2009 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

Classificazione Sismica del territorio regionale e procedure per la prevenzione del rischio sismico

Classificazione Sismica del territorio regionale e procedure per la prevenzione del rischio sismico Classificazione Sismica del territorio regionale e procedure per la prevenzione del rischio sismico D.P.R. 380/01 Parte II, Capo I..art. 52 In tutti i comuni della Repubblica le COSTRUZIONI sia pubbliche

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 17 ) Delibera N.1002 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 17 ) Delibera N.1002 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 09-11-2009 (punto N. 17 ) Delibera N.1002 del 09-11-2009 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 7 ) Delibera N.705 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 7 ) Delibera N.705 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-07-2010 (punto N. 7 ) Delibera N.705 del 26-07-2010 Proponente ANNA MARSON DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI, AMBIENTALI

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 63 ) Delibera N.373 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 63 ) Delibera N.373 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 22-03-2010 (punto N. 63 ) Delibera N.373 del 22-03-2010 Proponente GIANFRANCO SIMONCINI DIREZIONE GENERALE POLITICHE FORMATIVE, BENI

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 5

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 5 2 3.2.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 5 SEZIONE I teria di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni LEGGI

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 21-11-2011 (punto N 44 ) Delibera N 1008 del 21-11-2011 Proponente STELLA TARGETTI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 5 ) Delibera N.215 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 5 ) Delibera N.215 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 01-03-2010 (punto N. 5 ) Delibera N.215 del 01-03-2010 Proponente CLAUDIO MARTINI ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 11-12-2012 (punto N 43 ) Delibera N 1107 del 11-12-2012 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 15-04-2002 (punto N. 17 ) Delibera N.371 del 15-04-2002 DIPARTIMENTO DIRITTO ALLA SALUTE E DELLE POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 15-04-2002 (punto N. 17 ) Delibera N.371 del 15-04-2002 DIPARTIMENTO DIRITTO ALLA SALUTE E DELLE POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 15-04-2002 (punto N. 17 ) Delibera N.371 del 15-04-2002 Proponente ENRICO ROSSI DIPARTIMENTO DIRITTO ALLA SALUTE E DELLE POLITICHE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 07-07-2014 (punto N 3 ) Delibera N 546 del 07-07-2014 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 09-12-2014 (punto N 51 ) Delibera N 1144 del 09-12-2014 Proponente GIANFRANCO SIMONCINI EMMANUELE BOBBIO DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA'

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 17-12-2012 (punto N 39 ) Delibera N 1161 del 17-12-2012 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

ZONA SISMICA 3 e 4 O.P.C.M. n 3274/2003 Del. G.R. 766/03

ZONA SISMICA 3 e 4 O.P.C.M. n 3274/2003 Del. G.R. 766/03 RISERVATO ALL UFFICIO dell Area Decentrata di Roma marca Posizione n. ZONA SISMICA 3 e 4 O.P.C.M. n 3274/2003 Del. G.R. 766/03 Allo Sportello Unico per l edilizia del Comune di per l inoltro Alla Regione

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 33 ) Delibera N.975 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 33 ) Delibera N.975 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 24-11-2008 (punto N. 33 ) Delibera N.975 del 24-11-2008 Proponente GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 8 ) Delibera N.673 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 8 ) Delibera N.673 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 03-08-2009 (punto N. 8 ) Delibera N.673 del 03-08-2009 Proponente CLAUDIO MARTINI DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 19-09-2011 (punto N 2 ) Delibera N 802 del 19-09-2011 Proponente ANNA RITA BRAMERINI DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI, AMBIENTALI

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 21-12-2015 (punto N 35 ) Delibera N 1262 del 21-12-2015 Proponente CRISTINA GRIECO DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 28 ) Delibera N.1069 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 28 ) Delibera N.1069 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 15-12-2008 (punto N. 28 ) Delibera N.1069 del 15-12-2008 Proponente ENRICO ROSSI FEDERICO GELLI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE

Dettagli

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-12-2016 (punto N 26 ) Delibera N 1363 del 27-12-2016 Proponente CRISTINA GRIECO DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 6 ) Delibera N.1415 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 6 ) Delibera N.1415 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2001 (punto N. 6 ) Delibera N.1415 del 28-12-2001 Proponente TITO BARBINI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita /Pubblicazione:

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 17-12-2012 (punto N 37 ) Delibera N 1159 del 17-12-2012 Proponente LUIGI MARRONI STELLA TARGETTI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 13 ) Delibera N.939 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 13 ) Delibera N.939 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-10-2009 (punto N. 13 ) Delibera N.939 del 26-10-2009 Proponente MARCO BETTI DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

REGIONE PUGLIA SERVIZIO LAVORI PUB- BLICI

REGIONE PUGLIA SERVIZIO LAVORI PUB- BLICI 20492 REGIONE PUGLIA SERVIZIO LAVORI PUB- BLICI Circolare esplicativa - D.P.R. n. 380/01 ss.mm.ii. art. 65, 67, 93, 94, 98, 100. Adempimenti afferenti il deposito di progetti di costruzioni in zona sismica.

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 21 ) Delibera N.225 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 21 ) Delibera N.225 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 10-03-2003 (punto N. 21 ) Delibera N.225 del 10-03-2003 Proponente TOMMASO FRANCI DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 10-07-2012 (punto N 21 ) Delibera N 609 del 10-07-2012 Proponente GIANFRANCO SIMONCINI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA

Dettagli

Vigilanza sismica. DG Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione Marzo 2016

Vigilanza sismica. DG Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione Marzo 2016 Vigilanza sismica DG Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione Marzo 2016 D.G.R. n. 2129 dell'11 luglio 2014 "Aggiornamento delle zone sismiche in regione Lombardia (L.R. 1/2000, art. 3, comma 108, lett.

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 05-10-2009 (punto N. 11 ) Delibera N.860 del 05-10-2009 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 05-10-2009 (punto N. 11 ) Delibera N.860 del 05-10-2009 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 05-10-2009 (punto N. 11 ) Delibera N.860 del 05-10-2009 Proponente ENRICO ROSSI GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE

Dettagli

6) di dare atto che il quadro finanziario generale è 2005, modificando la prenotazione d impegno di così modificato; QUADRO FINANZIARIO GENERALE 2005

6) di dare atto che il quadro finanziario generale è 2005, modificando la prenotazione d impegno di così modificato; QUADRO FINANZIARIO GENERALE 2005 76 16.3.2005 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 5) di dare atto che per l integrazione di 100.000,00 Euro al quadro finanziario della parte Artigianato e cui alla Deliberazione della

Dettagli

L.R. 16/2009, art. 3, c. 3, lett. a) e c) B.U.R. 10/8/2011, n. 32

L.R. 16/2009, art. 3, c. 3, lett. a) e c) B.U.R. 10/8/2011, n. 32 L.R. 16/2009, art. 3, c. 3, lett. a) e c) B.U.R. 10/8/2011, n. 32 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 27 luglio 2011, n. 0176/Pres. Definizione delle tipologie di opere e di edifici di interesse strategico

Dettagli

Decreto del Presidente della Regione 27 luglio 2011, n. 0176/Pres.

Decreto del Presidente della Regione 27 luglio 2011, n. 0176/Pres. Decreto del Presidente della Regione 27 luglio 2011, n. 0176/Pres. Regolamento di attuazione dell art. 3, comma 3, lettere a) e c) della LR 16/2009 (Norme per la costruzione in zona sismica e per la tutela

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 16-12-2013 (punto N 38 ) Delibera N 1104 del 16-12-2013 Proponente ANNA MARSON DIREZIONE GENERALE GOVERNO DEL TERRITORIO Pubblicita

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-02-2012 (punto N 18 ) Delibera N 143 del 27-02-2012 Proponente CRISTINA SCALETTI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 20 ) Delibera N.578 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 20 ) Delibera N.578 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 11-07-2011 (punto N. 20 ) Delibera N.578 del 11-07-2011 Proponente DANIELA SCARAMUCCIA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 1 ) Delibera N.458 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 1 ) Delibera N.458 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 06-06-2011 (punto N. 1 ) Delibera N.458 del 06-06-2011 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE E RISORSE Pubblicita

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 07-04-2014 (punto N 4 ) Decisione N 4 del 07-04-2014 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Individuazione, formazione ed aggiornamento

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N Individuazione, formazione ed aggiornamento Anno XXXIV - N. 24 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II 11.6.2003 - pag. 1683 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 16.05.2003 N. 530 Individuazione, formazione ed aggiornamento dell elenco

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 24 ) Delibera N.148 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 24 ) Delibera N.148 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 15-02-2010 (punto N. 24 ) Delibera N.148 del 15-02-2010 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 37 ) Delibera N.402 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 37 ) Delibera N.402 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-04-2004 (punto N. 37 ) Delibera N.402 del 26-04-2004 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-01-2015 (punto N 14 ) Delibera N 48 del 26-01-2015 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 24-01-2017 (punto N 8 ) Delibera N 36 del 24-01-2017 Proponente VITTORIO BUGLI DIREZIONE ORGANIZZAZIONE E SISTEMI

Dettagli

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 31-01-2017 (punto N 14 ) Delibera N 65 del 31-01-2017 Proponente STEFANIA SACCARDI DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA

Dettagli

DECRETO DEL 21 NOVEMBRE 2003

DECRETO DEL 21 NOVEMBRE 2003 DECRETO 19904 DEL 21 NOVEMBRE 2003 Sommario OGGETTO:...2 ALLEGATO A...3 ALLEGATO B...5 OGGETTO: Disposizioni preliminari per l attuazione dell Ordinanza Presidenza del Consiglio dei Ministri n.3274 del

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale della Lombardia n. 14964 del 07 novembre 2003 (in fase di pubblicazione)

Delibera della Giunta Regionale della Lombardia n. 14964 del 07 novembre 2003 (in fase di pubblicazione) ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Corso di aggiornamento professionale Dott. Ing. Giulio Pandini IX Corso Università degli Studi di Bergamo - Facoltà di Ingegneria Dalmine 14 novembre 2003

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 30-06-2014 (punto N 13 ) Delibera N 538 del 30-06-2014 Proponente SARA NOCENTINI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETO 31 luglio 2012. MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Approvazione delle Appendici nazionali recanti i parametri tecnici per l applicazione degli

Dettagli

SERVIZIO CONTROLLO PRATICHE SISMICHE UNIONE RENO GALLIERA

SERVIZIO CONTROLLO PRATICHE SISMICHE UNIONE RENO GALLIERA SERVIZIO CONTROLLO PRATICHE SISMICHE UNIONE RENO GALLIERA San Pietro in Casale, 10 giugno 2010 L. R. 30 ottobre 2008, n. 19 Norme per la riduzione del rischio sismico Il 01 giugno 2010 è entrata in vigore

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 30-03-2015 (punto N 55 ) Delibera N 361 del 30-03-2015 Proponente GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 56 ) Delibera N.460 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 56 ) Delibera N.460 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 21-03-2005 (punto N. 56 ) Delibera N.460 del 21-03-2005 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 18-05-2015 (punto N 1 ) Delibera N 595 del 18-05-2015 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 14-11-2011 (punto N 16 ) Delibera N 965 del 14-11-2011 Proponente GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2009 (punto N. 47 ) Delibera N.1260 del 28-12-2009 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2009 (punto N. 47 ) Delibera N.1260 del 28-12-2009 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2009 (punto N. 47 ) Delibera N.1260 del 28-12-2009 Proponente ENRICO ROSSI GIANNI SALVADORI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. VISTO l articolo 5, comma 3, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. VISTO l articolo 5, comma 3, della legge 24 febbraio 1992, n. 225; Ordinanza Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI

Dettagli

L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole Criteri di attuazione del Settore Agriturismo

L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole Criteri di attuazione del Settore Agriturismo Parte seconda - N. 143 Euro 2,46 Anno 40 26 novembre 2009 N. 199 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 novembre 2009, n. 1693 L.R. n. 4 del 31 marzo 2009 Disciplina dell agriturismo e della multifunzionalità

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 18 ) Delibera N.604 del DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 18 ) Delibera N.604 del DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 16-06-2003 (punto N. 18 ) Delibera N.604 del 16-06-2003 Proponente TOMMASO FRANCI DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE TERRITORIALI E AMBIENTALI

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 7 ) Delibera N.90 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 7 ) Delibera N.90 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 21-02-2011 (punto N. 7 ) Delibera N.90 del 21-02-2011 Proponente LUCA CECCOBAO DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI, AMBIENTALI

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 21 ) Delibera N.709 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 21 ) Delibera N.709 del DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 15-09-2008 (punto N. 21 ) Delibera N.709 del 15-09-2008 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2012 (punto N 42 ) Delibera N 1224 del 28-12-2012 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

quattrolinee Allegato 10 Riferimenti normativi Ph - Davide Bozzalla

quattrolinee Allegato 10 Riferimenti normativi Ph - Davide Bozzalla quattrolinee Allegato 10 Ph - Davide Bozzalla Riferimenti normativi www.torinofascuola.it info@torinofascuola.it NORMATIVA DI RIFERIMENTO L elenco è riportato a titolo indicativo, restando onere dei concorrenti

Dettagli

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 29-05-2017 (punto N 20 ) Delibera N 564 del 29-05-2017 Proponente CRISTINA GRIECO DIREZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 07-04-2015 (punto N 2 ) Delibera N 395 del 07-04-2015 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 77 ) Delibera N.1128 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 77 ) Delibera N.1128 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2010 (punto N. 77 ) Delibera N.1128 del 28-12-2010 Proponente DANIELA SCARAMUCCIA STELLA TARGETTI DIREZIONE GENERALE DIRITTI

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 16-03-2016 (punto N 27 ) Delibera N 208 del 16-03-2016 Proponente STEFANIA SACCARDI DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-12-2011 (punto N 2 ) Delibera N 1258 del 27-12-2011 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 19-06-2017 (punto N 12 ) Delibera N 646 del 19-06-2017 Proponente VITTORIO BUGLI DIREZIONE AFFARI LEGISLATIVI, GIURIDICI

Dettagli

Modello di denuncia/scheda informativa di cui all articolo 7, comma 3, della l.r. 23/2012

Modello di denuncia/scheda informativa di cui all articolo 7, comma 3, della l.r. 23/2012 ALLEGATO 6.2 ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1603 in data 04/10/2013 Modello di denuncia/scheda informativa di cui all articolo 7, comma 3, della l.r. 23/2012 Spazio riservato uffici regionali

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 22-12-2014 (punto N 70 ) Delibera N 1256 del 22-12-2014 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 78 ) Delibera N.1129 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 78 ) Delibera N.1129 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2010 (punto N. 78 ) Delibera N.1129 del 28-12-2010 Proponente DANIELA SCARAMUCCIA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 28-12-2012 (punto N 46 ) Delibera N 1228 del 28-12-2012 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 04-06-2012 (punto N 24 ) Delibera N 492 del 04-06-2012 Proponente LUCA CECCOBAO DIREZIONE GENERALE POLITICHE TERRITORIALI, AMBIENTALI

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 DELIBERAZIONE 5 dicembre 2016, n. 1261

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 DELIBERAZIONE 5 dicembre 2016, n. 1261 90 21.12.2016 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 DELIBERAZIONE 5 dicembre 2016, n. 1261 Modalità organizzative nonché indirizzi operativi volti ad individuare forme di snellimento e raccordo

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 29-12-2015 (punto N 41 ) Delibera N 1319 del 29-12-2015 Proponente MARCO REMASCHI DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE Pubblicita

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 11-06-2012 (punto N 2 ) Delibera N 499 del 11-06-2012 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE Pubblicita /Pubblicazione

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 32 ) Delibera N.962 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 32 ) Delibera N.962 del DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 15-11-2010 (punto N. 32 ) Delibera N.962 del 15-11-2010 Proponente DANIELA SCARAMUCCIA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-02-2006 (punto N. 25 ) Delibera N.143 del 27-02-2006 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-02-2006 (punto N. 25 ) Delibera N.143 del 27-02-2006 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-02-2006 (punto N. 25 ) Delibera N.143 del 27-02-2006 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 36 ) Delibera N.252 del

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL (punto N. 36 ) Delibera N.252 del REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 11-04-2011 (punto N. 36 ) Delibera N.252 del 11-04-2011 Proponente GIANFRANCO SIMONCINI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 20-12-2010 (punto N. 5 ) Delibera N.1090 del 20-12-2010

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 20-12-2010 (punto N. 5 ) Delibera N.1090 del 20-12-2010 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 20-12-2010 (punto N. 5 ) Delibera N.1090 del 20-12-2010 Proponente STELLA TARGETTI ANNA RITA BRAMERINI DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA'

Dettagli