ORE 12:00

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "31.10.2015 ORE 12:00"

Transcript

1 AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI CORRELATI ALLE IMPOSTE LOCALI PAGATE con riferimento al periodo 01/01/ /10/2015 importo stanziato: euro PREMESSO che: - con la deliberazione n. 14 del , di approvazione del bilancio di previsione 2015, il Consiglio Comunale ha stanziato da destinare a contributi alle imprese locali che assumono nuovo personale a tempo indeterminato; - con deliberazione di Giunta comunale n. 50 del è stato approvato il Piano delle risorse e degli obiettivi per l anno 2015 assegnando le risorse ai Responsabili delle Aree; - con Deliberazione n. 46 del la giunta Comunale ha approvato l intervento denominato INTERVENTO - Contributi alle imprese correlati alle imposte locali pagate. Criteri e Direttive stabilendo i criteri e le modalità per la concessione dei contributi e per il perseguimento della finalità di promozione dello sviluppo occupazionale nel territorio comunale. VISTA E RICHIAMATA la determinazione del Responsabile dell Area Amministrativa e Affari Generali n. 101 del con la quale sono state recepite le linee guida di cui alla predetta deliberazione di Giunta comunale n. 46 del per la formulazione dell avviso pubblico relativo all intervento sopra richiamato e del modello di domanda, prenotando l impegno della spesa da destinare allo stesso, ed approvato lo schema del presente Avviso pubblico per l erogazione di contributi correlati alle imposte locali pagate a favore delle imprese, in possesso dei requisiti previsti, che assumono nuovo personale a tempo indeterminato. SI RENDE NOTO Sono aperti i termini per la presentazione delle domande finalizzate ad ottenere i contributi alle imprese correlati alle imposte locali pagate per le seguenti finalità: - promozione dello sviluppo occupazionale nel territorio comunale; Il presente avviso, nel rispetto delle disposizioni dettate dall art. 12 della Legge 7/8/1990 n. 241 e successive modifiche e integrazioni, ha lo scopo di garantire la trasparenza dei procedimenti e i diritti di partecipazione, rendendo noti presupposti, criteri e modalità di attribuzione degli incentivi, così come stabiliti con delibera n. 64/2015 e descritti di seguito. INTERVENTO - Contributi correlati alle imposte locali pagate. TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: ORE 12:00 a) BENEFICIARI DEL CONTRIBUTO 1. Possono beneficiare del contributo, le imprese con unità produttiva fisicamente presente e attiva entro i confini del comune di Durazzano, che hanno assunto o assumono a tempo indeterminato tra la data del e la data di scadenza stabilita con avviso pubblico, per il primo anno, e tra il 01/01 e la data di scadenza stabilita con avviso pubblico per gli anni successivi, lavoratori disoccupati almeno da due mesi e residenti almeno da sei mesi nel Comune di Durazzano alla data dell assunzione e che siano in regola con il pagamento dei tributi comunali.

2 2. Per gli anni successivi al 2015 l erogazione del contributo è, in ogni caso, sottoposta alla condizione dello stanziamento negli strumenti di programmazione economico-finanziaria delle risorse all uopo destinate e nei limiti di queste e alla previa pubblicazione del relativo avviso. b) ESCLUSIONI 1. Sono, in ogni caso, esclusi dai benefici i datori di lavoro domestico e le imprese che esercitano, di diritto e di fatto, una delle seguenti attività: 1. compro oro o attività con finalità similari; 2. installazione/detenzione di apparecchi da gioco automatici (slot-machines), apertura sale V.L.T. (video lottery terminal) o altri tipi di scommesse; 3. vendita con apparecchi/distributori automatici ; 4. vendita di tabacchi o sigarette elettroniche; 5. vendita di armi, munizioni e materiale esplosivo; 6. articoli per soli adulti (sexy shop); 7. agenti di commercio, procacciatori d affari, promotori finanziari; 8. istituti bancari, agenzie di leasing, attività finanziarie e assicurative; 9. imprese e agenzie immobiliari; 10. commercio su aree pubbliche (ex commercio ambulante) 11. attività professionali in genere. c) ENTITÀ DEI CONTRIBUTI 1. L'ammontare del contributo erogato è pari al 10% del tributo IMU e del 10% della Tassa TARI, dovuta per l anno in corso, per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato con un massimo per beneficiario pari al 50% dell ammontare dovuto per ogni singolo Tributo (Imu e Tari). Resta inteso che il valore complessivo del contributo concesso ad ogni impresa, non può essere, in ogni caso, superiore alla somma di 1.000,00 per anno e che i richiedenti devono essere in regola con il pagamento di tutti i tributi di competenza comunale correlati alla propria attività e scaduti alla data di presentazione della domanda,. 2. L importo del contributo erogato è da considerarsi al lordo della ritenuta d acconto del 4%, se ed in quanto dovuta. L impresa richiedente può presentare domanda per la concessione degli incentivi di cui al presente avviso anche qualora fruisca di altri finanziamenti o contributi pubblici (erogati da Provincia, Regione, ecc ). 3. Il contributo viene erogato a tutte le imprese che presentino regolare domanda entro il termine stabilito nell avviso e qualora le istanze pervenute ed ammissibili a contribuzione determinino un valore totale superiore alle risorse allo scopo destinate, i singoli contributi riconosciuti a ciascun beneficiario vengono proporzionalmente ridotti. 4. Qualora le istanze pervenute e ammissibili a contribuzione determinino un valore totale inferiore alle risorse destinate allo scopo, le risorse in avanzo vengono ripartite proporzionalmente tra i soggetti ammessi al contributo fermo restando il limite massimo di

3 1.000,00 per ciascun beneficiario. Eventuali ulteriori avanzi restano nella disponibilità dell ente concedente. d) REQUISITI Tutte le imprese richiedenti - a pena di esclusione - devono necessariamente essere attive e possedere i seguenti requisiti generali alla data di presentazione della domanda: 1. Essere in regola con il pagamento dei Tributi IMU, TARI, Tasi e tributi minori ( a titolo solo esemplificativo imposta sulla pubblicità, tassa per l occupazione del suolo pubblico) etc.) dimostrati dalle copie delle ricevute di pagamento allegate alla domanda, sia al momento della presentazione della domanda che al momento della liquidazione ed erogazione del contributo; 2. Non avere cause ostative di cui al D.Lgs. n. 159/2011 e s.m.i. (normativa antimafia) da parte di tutti i soggetti indicati dal D.P.R. n. 252/1998; 3. Non essersi rese gravemente colpevoli di false dichiarazioni nel fornire informazioni alla Pubblica Amministrazione e non essere stata pronunciata a loro carico alcuna condanna, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che determina l'incapacità a contrattare con la P.A.; 4. Essere regolarmente iscritte alla Camera di Commercio competente per territorio, dalla quale risulti la data di costituzione e inizio attività dell impresa; 5. Essere in regola con il rispetto delle disposizioni in materia di assicurazione sociale e previdenziale e in regola con i versamenti contributivi; 6. Essere in regola con gli adempimenti degli obblighi occupazionali stabiliti dalla L. 68/99 in materia di diritto al lavoro dei disabili, con il D.Lgs 81/2008 e con l applicazione dei CCNNLL; 7. Non aver proceduto a licenziamenti collettivi o individuali per giustificato motivo oggettivo nei 365 giorni antecedenti la data di presentazione della domanda di contributo; 8. Non avere in atto, alla data di presentazione della domanda di contributo, sospensioni di rapporti o riduzioni dell orario di lavoro, con diritto al trattamento di integrazione salariale (Cassa integrazione guadagni ordinaria, Cassa integrazione guadagni straordinaria e Cassa integrazione guadagni in Deroga). 9. I rapporti di lavoro devono essere attivati nel pieno rispetto della legge n. 68/1999, del D.Lgs. n. 81/2008, del Contratto Collettivo Nazionale di lavoro del settore sottoscritto dalle OOSS maggiormente rappresentative sul territorio nazionale. Si specifica inoltre che, ai fini del presente avviso non sono ammissibili né considerabili ai fini del calcolo dell entità del contributo: - le assunzioni di lavoratori provenienti da imprese collegate a livello societario; - le assunzioni di familiare o parenti entro il terzo grado dell'imprenditore o di uno dei soci della società. f) REGIME DEI MINIMIS I contributi di cui al presente avviso sono concessi ai sensi del Reg. (CE) n. 1998/2006 della Commissione Europea del 15/12/2006, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 88 del TFUE agli aiuti d'importanza minore («de minimis»). L importo totale massimo degli aiuti di

4 questo tipo ottenuti da una impresa non può superare, nell arco di tre anni, i limiti d importo previsti per le specifiche tipologia d attività della normativa vigente. g) PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Ai fini dell ammissione al contributo, il richiedente dovrà presentare al Comune di Durazzano, domanda in marca da bollo da 16,00 redatta esclusivamente utilizzando l apposito modulo (Allegato A) scaricabile dal sito internet del Comune di Durazzano o acquisibile presso l ufficio relazioni con il pubblico dello stesso Comune. Le domande dovranno essere compilate in ogni parte, sottoscritte nelle forme previste dalla vigente normativa e corredate dalle dichiarazioni e dai documenti richiesti. Le domande e la documentazione allegata dovranno essere protocollate al Comune di Durazzano nei giorni e orari di apertura al pubblico ovvero spedite con posta raccomandata, posta celere o corriere privato. h) ISTRUTTORIA L Ufficio Commercio ed Attività Produttive verificherà la completezza delle informazioni fornite e dei documenti allegati, nonché la sussistenza dei requisiti obbligatori previsti. Entro 30 giorni dalla data di protocollazione, verrà data alle imprese richiedenti comunicazione, anche via , di ricezione della domanda, ovvero, in caso di mancanza delle dichiarazioni obbligatorie o degli allegati previsti, saranno richieste le relative integrazioni, assegnando al richiedente un temine di 10 giorni per provvedere. Se il richiedente non provvederà nei tempi indicati, la domanda non potrà essere ammessa. Verificati i requisiti e la documentazione pervenuta, potranno essere ammesse le istanze che risulteranno regolari e in conformità con tutte le disposizioni prima stabilite e riportate nell avviso pubblico. La richiesta di regolarizzazione o di completamento della domanda interrompe i termini dell istruttoria. i) MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI I contributi verranno erogati in un unica soluzione mediante bonifico bancario entro 60 giorni dalla comunicazione di ammissione della domanda a contributo che farà seguito alla determina di approvazione e semprechè alla data della liquidazione il beneficiario risulti in regola con il pagamento dei tributi locali dovuti. l) CONTROLLI Ai sensi del DPR 445/2000 le attestazioni rese attraverso autocertificazione sono soggette a controllo da parte dei competenti uffici, anche successivamente alla fase di istruttoria delle domande. L accertamento della non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese, fatte salve le sanzioni previste dalla normativa vigente, comporta l immediata decadenza dai benefici erogati ossia la revoca del contributo eventualmente già concesso. L Amministrazione Comunale verificherà d ufficio con il Centro per l Impiego l andamento delle assunzioni per le quali il beneficiario ha ottenuto contribuzioni ai sensi dell avviso pubblico. m) VERIFICHE E RICERCHE STATISTICHE Le imprese beneficiarie dei contributi si impegnano a rendersi parti attive nel fornire informazioni attraverso la compilazione di questionari in forma anonima sull andamento

5 dell attività d impresa finalizzati alla realizzazione di studi statistici e di materiali a carattere divulgativo a cura del Comune di Durazzano. n) TRATTAMENTO DATI PERSONALI Ai sensi delle disposizioni di cui al D. Lgs. n. 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni, i dati personali forniti dai richiedenti saranno acquisiti per le sole finalità connesse all espletamento delle procedure e delle attività strumentali e di controllo collegate all erogazione dei contributi di cui al presente avviso. Il trattamento dei dati avverrà nei modi e limiti richiesti dal perseguimento di dette finalità, anche attraverso procedure informatizzate. I dati personali acquisiti potranno essere comunicati a soggetti terzi per specifici servizi strumentali al raggiungimento delle finalità sopra indicate. L interessato potrà esercitare in ogni momento i diritti riconosciutigli dall articolo 7 del Decreto Legislativo 196/2003. Titolare del trattamento è il Comune di Durazzano. Responsabile del trattamento è il responsabile del servizio commercio e attività produttive. Incaricati del trattamento sono i dipendenti del Servizio commercio e attività produttive e degli uffici comunali addetti alle operazioni di liquidazione e di controllo collegate all erogazione dei contributi di cui al presente avviso. Durazzano, Il Responsabile del servizio commercio e attività produttive dr. Alfonso Russo

AVVISO PUBBLICO. importo stanziato: 150.000,00 Euro 1

AVVISO PUBBLICO. importo stanziato: 150.000,00 Euro 1 COMUNE DI CESENA SETTORE PROGETTI INTEGRATI - PARTECIPAZIONE LAVORO SVILUPPO GIOVANI - UNIVERSITÀ PGN: 97639/368 Piazza del Popolo 10-47521 Cesena Tel: 0547.356592-323 Fax 0547.356519 E-mail: ravaioli_v@comune.cesena.fc.it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. per la concessione di contributi a favore delle imprese che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio.

AVVISO PUBBLICO. per la concessione di contributi a favore delle imprese che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio. COMUNE DI CESENA SETTORE PROGETTI INTEGRATI - PARTECIPAZIONE LAVORO SVILUPPO GIOVANI - UNIVERSITÀ PGN: 100669/368 Piazza del Popolo 10-47521 Cesena Tel: 0547.356592-323 Fax 0547.356519 E-mail: ravaioli_v@comune.cesena.fc.it

Dettagli

Determinazione Dirigenziale n. 2279 del 24.11.2015. Centro di responsabilita' 071 Centro di Costo 0095 Pratica n. 3671753 del 24.11.

Determinazione Dirigenziale n. 2279 del 24.11.2015. Centro di responsabilita' 071 Centro di Costo 0095 Pratica n. 3671753 del 24.11. Determinazione Dirigenziale n. 2279 del 24.11.2015 Centro di responsabilita' 071 Centro di Costo 0095 Pratica n. 3671753 del 24.11.2015 OGGETTO: APPROVAZIONE DI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

REGOLAMENTO CRITERI E MODALITA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI E INCENTIVI PER LA PROMOZIONE DELLO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE DEL TERRITORIO

REGOLAMENTO CRITERI E MODALITA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI E INCENTIVI PER LA PROMOZIONE DELLO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE DEL TERRITORIO COMUNE DI PERUGIA S.O. Sviluppo Economico REGOLAMENTO CRITERI E MODALITA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI E INCENTIVI PER LA PROMOZIONE DELLO SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE DEL TERRITORIO Approvato con

Dettagli

Focus n.2 dicembre 2014

Focus n.2 dicembre 2014 Focus n.2 dicembre 2014 Un percorso partecipato Mercoledì 25 giugno: presentazione bilancio di previsione 2014; Martedì 15 luglio: approvazione bilancio in Consiglio Comunale; Venerdì 19 settembre: iniziativa

Dettagli

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE

AVVISO. REGIONE CAMPANIA ART. 6 LEGGE REGIONALE n. 12/2007 INCENTIVI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE Decreto Dirigenziale n. 181 del 14 aprile 2008 Area Generale di Coordinamento: Sviluppo Economico n. 12 - L.R. n. 12 del 28.11.2007 - Art. 6 - Incentivi per il Consolidamento delle Passivita' a Breve -

Dettagli

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014 Avviso pubblico e Regolamento per la concessione di contributi a parziale concorso delle spese di organizzazione di viaggi in provincia di Napoli in periodi di bassa e media stagione Annualità 2014 Delibera

Dettagli

SETTORE POLITICHE SCOLASTICHE, GIOVANILI E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO AVVISO PUBBLICO

SETTORE POLITICHE SCOLASTICHE, GIOVANILI E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO AVVISO PUBBLICO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE SPESE DI TRASPORTO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI CHE FREQUENTANO ISTITUTI SUPERIORI DI SECONDO GRADO DELLA PROVINCIA. ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Comune di UTA Provincia di Cagliari Allegato A alla delibera C.C. n.31 del 04/10/2012 Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Approvato con delibera di Consiglio

Dettagli

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 36/ 20 DEL 26.7.2005 Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 Art. 1 Ai fini dell applicazione delle presenti direttive e criteri di

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE.

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Prot. n 1214 AVVISO PUBBLICO BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Il Comune di Molinella,

Dettagli

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del fondo speciale destinato alla creazione di nuova occupazione e di nuove imprese.

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del fondo speciale destinato alla creazione di nuova occupazione e di nuove imprese. COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa Via Antonio Gramsci, 27 - C.A.P. 56043 - P. IVA: 00388480501 - Tel. 050 662622 - Fax 050 662881 www.comune.lorenzana.pi.it Regolamento Comunale per l istituzione e

Dettagli

PROVINCIA DI SALERNO

PROVINCIA DI SALERNO AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE SPESE DI TRASPORTO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI CHE FREQUENTANO ISTITUTI SUPERIORI DI SECONDO GRADO DELLA PROVINCIA. ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

2 SOGGETTI BENEFICIARI

2 SOGGETTI BENEFICIARI Allegato a) BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI ALLA RIQUALIFICAZIONE E AL RILANCIO DI IMPRESE COMMERCIALI ESISTENTI NEL CENTRO STORICO DI REGGIOLO Art. 1 OGGETTO

Dettagli

CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI

CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI SENSI DELLA LEGGE 24.4.1990 N.100, ART. 4, E SUCCESSIVE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

COMUNE DI VILLA D OGNA (Provincia di Bergamo)

COMUNE DI VILLA D OGNA (Provincia di Bergamo) COMUNE DI VILLA D OGNA (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE OPERANTI E DI NUOVA COSTITUZIONE PRESENTI NEL TERRITORIO COMUNALE E PER LE AGEVOLAZIONI PER INTERVENTI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI ALL IMPRENDITORIALITA E/O SGRAVI FISCALI

REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI ALL IMPRENDITORIALITA E/O SGRAVI FISCALI Comune di MONSERRATO Comunu de PAULI Regolamento allegato alla deliberazione C.C. n. 3 del 13.3.2014 REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI ALL IMPRENDITORIALITA E/O SGRAVI FISCALI In favore delle

Dettagli

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

COMUNE DI SOMMACAMPAGNA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO SUI MUTUI CONTRATTI PER L ACQUISTO O IL RECUPERO EDILIZIO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE

Dettagli

Il sottoscritto. via legale rappresentante dell Impresa partecipante al progetto attuato da (indicare il soggetto attuante).

Il sottoscritto. via legale rappresentante dell Impresa partecipante al progetto attuato da (indicare il soggetto attuante). Allegato B Scheda 1 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI AFFIDABILITÀ GIURIDICO ECONOMICO FINANZIARIA (la presente dichiarazione deve essere resa da ciascuna impresa destinataria dell intervento) Il sottoscritto

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Provincia di Bergamo AVVISO PUBBLICO RIVOLTO ALLE IMPRESE (Invito a manifestare interesse) Domanda di accesso ai contributi

Dettagli

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA Erogazione di contributi in conto capitale alle P.M.I. del settore turistico e del settore agricolo localizzati nel territorio provinciale

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 (Approvato dalla Giunta camerale con Delibera n. 19 del 30/01/2014

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INCENTIVAZIONE DEI NUOVI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DI ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER L INCENTIVAZIONE DEI NUOVI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DI ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER L INCENTIVAZIONE DEI NUOVI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DI ATTIVITA IMPRENDITORIALI POIC (Progetti Operativi di Imprenditorialità Comunale) Approvato con Deliberazione di C.C. n. 49 del 31.07.2013

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ. AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE Unità Amministrativa Via Cobelli, 31

COMUNE DI FORLÌ. AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE Unità Amministrativa Via Cobelli, 31 COMUNE DI FORLÌ AREA SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO POLITICHE DI WELFARE Unità Amministrativa Via Cobelli, 31 Prot. N. 0008412 AVVISO PUBBLICO CONTRIBUTO RIVOLTO A FAMIGLIE CON 4 O PIU FIGLI MINORI (COMPRESI

Dettagli

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31.

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012 Misure di sostegno dei piccoli comuni L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Delibera della G.R. n. 48/38 del 01.12.2011 Misure attuative BANDO Assegnazione

Dettagli

Il Comitato Esecutivo della Comunità

Il Comitato Esecutivo della Comunità Bando concessione di provvidenze ad associazioni, comitati, enti privati, società con finalità socialmente utili senza scopo di lucro - Anno 2016 Settore: Sport Il Comitato Esecutivo della Comunità - visto

Dettagli

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Art. 1 Finalità e risorse La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli

REGIONE TOSCANA Regolamento FONDO SPECIALE RISCHI PER LA PRESTAZIONE DI GARANZIE PER LAVORATORI NON IN POSSESSO DI CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO

REGIONE TOSCANA Regolamento FONDO SPECIALE RISCHI PER LA PRESTAZIONE DI GARANZIE PER LAVORATORI NON IN POSSESSO DI CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO ALLEGATO A REGIONE TOSCANA Regolamento FONDO SPECIALE RISCHI PER LA PRESTAZIONE DI GARANZIE PER LAVORATORI NON IN POSSESSO DI CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO Art. 1 (Definizioni) 1. Nel presente regolamento

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

COMUNE DI CESENA AVVISO PUBBLICO. Cesena, 12/12/2013 PGN 97102/335

COMUNE DI CESENA AVVISO PUBBLICO. Cesena, 12/12/2013 PGN 97102/335 COMUNE DI CESENA SETTORE PROGETTI INTEGRATI -PARTECIPAZIONE LAVORO SVILUPPO GIOVANI UNIVERSITÀ SERVIZIO PARTECIPAZIONE-LAVORO-SVILUPPO-GIOVANI (Allegato alla Determina n. 830/2013) Piazza del Popolo 10-47521

Dettagli

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Direzione Sviluppo Economico e Valorizzazione Asset Patrimoniali e Territoriali Servizio SUAP e Polizia Amministrativa INTERVENTI PER ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Provincia di Ravenna Bando per l assegnazione ai datori di lavoro pubblici e privati di contributi all assunzione di persone in situazione di disagio sociale e di donne prive di lavoro e per l assegnazione

Dettagli

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale Bando per la concessione di contributi alle imprese per interventi relativi alla progettazione in materia di efficienza energetica con elevati standard di qualità (es. CasaClima, Leed e simili) superiori

Dettagli

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del Fondo Speciale destinato alla creazione di nuove imprese e di nuova occupazione.

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del Fondo Speciale destinato alla creazione di nuove imprese e di nuova occupazione. CITTA DI OMEGNA PROVINCIA DEL VERBANO-CUSIO-OSSOLA Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del Fondo Speciale destinato alla creazione di nuove imprese e di nuova occupazione. (approvato con

Dettagli

PREMESSO ART. 1 SOGGETTI BENEFICIARI

PREMESSO ART. 1 SOGGETTI BENEFICIARI Prot. n. Budrio, BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, A FRONTE DI SPESE SOSTENUTE, AD IMPRESE ARTIGIANE CON SEDE LEGALE E/O OPERATIVA IN BUDRIO E COMUNQUE OPERANTI SUL TERRITORIO COMUNALE- ANNO 2010.

Dettagli

FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE

FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI UN FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA SUL TERRITORIO COMUNALE 1 ART. 1 - OGGETTO L

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO ANNO 2015 1 Articolo 1 - Finalità Il Centro Estero Umbria, al fine di agevolare l internazionalizzazione

Dettagli

Progetti di tipo II. Rientrano in questa tipologia iniziative culturali su altre tematiche.

Progetti di tipo II. Rientrano in questa tipologia iniziative culturali su altre tematiche. Bando pubblico per la concessione di contributi economici a sostegno di iniziative e progetti culturali proposti da Associazioni culturali di promozione sociale che operino nel Comune di Cesena anno 2016

Dettagli

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5.

Il datore di lavoro potrà inoltrare richiesta di contributi anche per dipendenti già destinatari delle iniziative dei Dispositivi 3.3, 3.4 e 3.5. Provincia di Bergamo 3.6.d ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE 1. Descrizione dell azione L iniziativa finanzia interventi finalizzati a migliorare l accessibilità dei lavoratori disabili nei luoghi

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015. Art.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015. Art. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015 Bando aperto dal 2/3/2015 Disponibilità di bilancio: 45.000 Art. 1 Finalità La Camera

Dettagli

AVVISO 411/E. L incentivo di cui sopra è concesso nel rispetto della regola comunitaria in regime di de minimis.

AVVISO 411/E. L incentivo di cui sopra è concesso nel rispetto della regola comunitaria in regime di de minimis. AVVISO 411/E Allegato A) INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DEGLI EX DETENUTI E DEI DETENUTI CON PERMESSO AI SENSI DELL ART. 21 LEGGE N.354/75 E DEL DECRETO-LEGGE N. 78/2013 1. Obiettivi e principi

Dettagli

SECONDO BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI A SOSTEGNO DEL PICCOLO COMMERCIO LOCALE (PROGETTO INVESTI NEL COMMERCIO )

SECONDO BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI A SOSTEGNO DEL PICCOLO COMMERCIO LOCALE (PROGETTO INVESTI NEL COMMERCIO ) SECONDO BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI A SOSTEGNO DEL PICCOLO COMMERCIO LOCALE (PROGETTO INVESTI NEL COMMERCIO ) OGGETTO E FINALITA' Il Comune di Cremona, nel quadro dei diversi interventi previsti

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA PROGETTO MISE/UNIONCAMERE N.105/2011 REALIZZAZIONE DI SERVIZI INTEGRATI PER FAVORIRE LA NASCITA DI NUOVE IMPRESE GIOVANILI E PER IL SOSTEGNO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA PER L APERTURA DI UN CONTO CORRENTE BANCARIO ORDINARIO

AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA PER L APERTURA DI UN CONTO CORRENTE BANCARIO ORDINARIO ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DELLE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA PER L APERTURA DI UN CONTO CORRENTE BANCARIO ORDINARIO L ATER Azienda Territoriale per l Edilizia

Dettagli

d. ogni altra attività che promuova le finalità di cui all art. 2 comma 2 dello Statuto dell ANG.

d. ogni altra attività che promuova le finalità di cui all art. 2 comma 2 dello Statuto dell ANG. ANG/ 384 /INT REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI BENEFICI SOTTO FORMA DI CONTRIBUTI, VANTAGGI ECONOMICI E PATROCINI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI ED ALTRI ORGANISMI ANCHE DI NATURA PRIVATA

Dettagli

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99

3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 Provincia di Bergamo 3.5.c - STABILIZZAZIONE DEGLI INSERIMENTI LAVORATIVI ex. art. 11 co. 1 e 4 L.68/99 1. Descrizione dell azione L azione eroga contributi finalizzati alla stabilizzazione dei rapporti

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI AMMISSIONE AL BANDO DI EROGAZIONE DI FONDI DI BENEFICENZA

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI AMMISSIONE AL BANDO DI EROGAZIONE DI FONDI DI BENEFICENZA AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI AMMISSIONE AL BANDO DI EROGAZIONE DI FONDI DI BENEFICENZA Oggetto Il presente bando disciplina le modalità di erogazione di fondi di beneficenza finalizzati

Dettagli

Provincia di Prato REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI. Testo approvato con Deliberazione C.P. n.48 del 14.04.2004.

Provincia di Prato REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI. Testo approvato con Deliberazione C.P. n.48 del 14.04.2004. Provincia di Prato REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI Testo approvato con Deliberazione C.P. n.48 del 14.04.2004. 1 Indice PROVINCIA DI PRATO INDICE Art. 1 Oggetto del

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Avviso pubblico relativo all inserimento lavorativo di persone disabili all interno di cooperative sociali di tipo B e loro Consorzi ed interventi di accompagnamento

Dettagli

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI INTERVENTI DI CREDITO AGEVOLATO PER I SETTORI ARTIGIANATO, COMMERCIO, INDUSTRIA Anno 2005 (di cui alla deliberazione della Giunta Camerale n. 14 del

Dettagli

Allegato 1 alla D.C. n. 15 del 22 dicembre 2008 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI

Allegato 1 alla D.C. n. 15 del 22 dicembre 2008 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI Allegato 1 alla D.C. n. 15 del 22 dicembre 2008 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI TITOLO I CRITERI GENERALI ART. 1 PRINCIPI 1. Il presente regolamento

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA C.so Cavour, 2 70100 BARI tel. 080/2174211 Sito web: http//www.ba.camcom.

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA C.so Cavour, 2 70100 BARI tel. 080/2174211 Sito web: http//www.ba.camcom. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA C.so Cavour, 2 70100 BARI tel. 080/2174211 Sito web: http//www.ba.camcom.it INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI SICUREZZA ANTICRIMINE BANDO DI CONCORSO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE (Deliberazione della Giunta della Camera di Commercio di Roma n. 59 del 21/04/2008)

Dettagli

PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI

PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI MCC REGIONE PUGLIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI AREA SERVIZI PER LO SVILUPPO Il presente Regolamento definisce i criteri, le modalità e le procedure cui i soggetti abilitati ad operare

Dettagli

PROROGA AVVISO PUBBLICO

PROROGA AVVISO PUBBLICO REGIONE ABRUZZO DIREZIONE REGIONALE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO SISTEMA INTEGRATO REGIONALE DI FORMAZIONE ED ISTRUZIONE Servizio Politiche Strutturali dell Occupazione PROGRAMMA D AZIONE PER IL REIMPIEGO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. L ASSESSORE delle RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. L ASSESSORE delle RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI D.A. n. 2740 Dip.Int.Strutt. Servizio III Unità operativa n. 32 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA L ASSESSORE delle RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI VISTO lo Statuto della Regione Siciliana; VISTA la

Dettagli

Prot. n. 10187. Treviso, 30.01.2014

Prot. n. 10187. Treviso, 30.01.2014 Prot. n. 10187 Treviso, 30.01.2014 Avviso relativo all inserimento lavorativo di persone con disabilità di cui all art. 1 della legge 68/99, iscritte negli elenchi di cui all art 8 della medesima legge,

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEL CREDITO AGRARIO DI ESERCIZIO ANNO 2016

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEL CREDITO AGRARIO DI ESERCIZIO ANNO 2016 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEL CREDITO AGRARIO DI ESERCIZIO ANNO 2016 TITOLO I CARATTERISTICHE DEL BANDO Art. 1 - Finalità La Camera di Commercio di Livorno, nel quadro delle proprie

Dettagli

Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009

Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009 Prot. 10278 Santa Lucia di Piave, 13.10.2009 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER LA CONVERSIONE A GAS METANO O GPL DEI VEICOLI PRIVATI DEI RESIDENTI NEL COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE

Dettagli

PROGRAMMA INTEGRATO DI SVILUPPO DEL LITORALE NORD

PROGRAMMA INTEGRATO DI SVILUPPO DEL LITORALE NORD PROGRAMMA INTEGRATO DI SVILUPPO DEL LITORALE NORD AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN REGIME DE MINIMIS ALLE IMPRESE ATTIVE NELL AREA LITORALE NORD PER LA VALORIZZAZIONE DEL FATTORE PRODUTTIVO

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE 1 BANDO DI CONCORSO Art. 1- Premessa la Camera di Commercio I.A.A. di Cosenza, nell ambito delle iniziative

Dettagli

(Provincia di L Aquila)

(Provincia di L Aquila) INDICE ART. 1 FINALITÀ ART. 2 SOGGETTI BENEFICIARI E REQUISITI ART. 3 ESCLUSIONI ART. 4 AMMONTARE E GRADUAZIONE DEL CONTRIBUTO ART. 5 TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA ART. 6 TEMPI DI EROGAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI ED ORGANISMI VARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI ED ORGANISMI VARI COMUNE DI ZERO BRANCO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI ED ORGANISMI VARI Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

BANDO DISPONIBILITA. 2.629,00

BANDO DISPONIBILITA. 2.629,00 COMUNE DI GONNOSNÒ PROVINCIA DI ORISTANO Ufficio Servizio Sociale Professionale Via Oristano, 30-09090 GONNOSNÒ P.I. 00069670958 E-mail: protocollo@pec.comune.gonnosno.or.it 0783/931678 0783/931679 L.R.

Dettagli

ZONA SOCIALE N.4 Provincia di Perugia

ZONA SOCIALE N.4 Provincia di Perugia Prot. n. 8639/10.01.07 del 2.4.2015 Albo pretorio n. 406 del 2.4.2015 ZONA SOCIALE N.4 Provincia di Perugia AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UN CONTRIBUTO FINALIZZATO AL CONCORSO DELLE SPESE SOSTENUTE

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI Largo C. Felice, 72 09124 Cagliari tel. 070/605121 - sito web: http//www.ca.camcom.it INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Dettagli

Allegato parte integrante ALLEGATO 1) DISPOSIZIONI PER I PRESTITI PARTECIPATIVI. Pag. 1 di 8 All. 001 RIFERIMENTO: 2009-D323-00102

Allegato parte integrante ALLEGATO 1) DISPOSIZIONI PER I PRESTITI PARTECIPATIVI. Pag. 1 di 8 All. 001 RIFERIMENTO: 2009-D323-00102 Allegato parte integrante ALLEGATO 1) DISPOSIZIONI PER I PRESTITI PARTECIPATIVI Pag. 1 di 8 All. 001 RIFERIMENTO: 2009-D323-00102 1. OBIETTIVI E BENEFICIARI 1. I criteri e le modalità che seguono si riferiscono

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL FONDO DI GARANZIA A SOSTEGNO E PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE BENEFICIARIE DELLE AGEVOLAZIONI GESTITE DA SVILUPPO ITALIA SPA PAG. PARTE I DEFINIZIONI 2 PARTE

Dettagli

COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI Articolo 1 Oggetto e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina la concessione di agevolazioni

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER L ADOZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE CERTIFICATI - EDIZIONE 2014

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER L ADOZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE CERTIFICATI - EDIZIONE 2014 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER L ADOZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE CERTIFICATI - EDIZIONE 2014 Bando aperto dal 18/02/2014 Stanziamento: 144.000,00 TITOLO I CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI CITTÀ DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI FOTOVOLTAICI Approvato con deliberazione di C.C. n. 51 del 29/09/2008

Dettagli

Bando Attività di Vicinato

Bando Attività di Vicinato COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo ALLEGATO B alla Delibera di Giunta Comunale P.G. 87807/06 BANDO ATTUATIVO DI CONCESSIONE CONTRIBUTI ANNO

Dettagli

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO ALLEGATO C INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO 1. BENEFICIARI Possono presentare domanda di agevolazione i soggetti, di cui all articolo 29 della l.r. 34/2008 e s.m.i., che abbiano

Dettagli

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova Provincia di Mantova Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova ART.1 FINALITA La Provincia di Mantova e la Camera di Commercio di Mantova

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 05/11/2014 Circolare n. 137 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

COMUNE DI SIAMAGGIORE Provincia di Oristano Via San Costantino n. 2 Cap. 09070 Siamaggiore - C.F. 00070940954

COMUNE DI SIAMAGGIORE Provincia di Oristano Via San Costantino n. 2 Cap. 09070 Siamaggiore - C.F. 00070940954 COMUNE DI SIAMAGGIORE Provincia di Oristano Via San Costantino n. 2 Cap. 09070 Siamaggiore - C.F. 00070940954 Scadenza: ore 13,00 del giorno 18/03/2014 BANDO Misure di sostegno dei piccoli comuni L.R.

Dettagli

Provincia Regionale di Ragusa Assessorato Sviluppo Economico e Sociale BANDO

Provincia Regionale di Ragusa Assessorato Sviluppo Economico e Sociale BANDO Provincia Regionale di Ragusa Assessorato Sviluppo Economico e Sociale BANDO per l assegnazione di contributi alle piccole imprese del commercio in sede fissa operanti in provincia di Ragusa che provvedono

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI

LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI LINEE GUIDA PER LA CORRETTA GESTIONE DEI PROGETTI PRIVATI MISURA 4.2 AZIONE 4.2.1 POR MOLISE 2000-2006 AIUTI DE MINIMIS ALLE IMPRESE ARTIGIANE S.F.I.D.E. Sviluppo, formazione, ideazione di progetti per

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE DI SITI WEB ED ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE 2016

BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE DI SITI WEB ED ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE 2016 Allegato alla determinazione del Segretario Generale n. 48 del 9.03.2016 BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE DI SITI WEB ED ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE 2016 Art 1-

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014 11 D.g.r. 7 febbraio 2014 - n. X/1339 Incentivi per la riqualificazione degli ostelli della gioventù di proprietà di enti pubblici attraverso l adeguamento al regolamento regionale n. 2/2011 recante Definizione

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA PRIMA DOTE PER I NUOVI NATI PER LE FAMIGLIE CON FIGLI FINO A 36 MESI.

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA PRIMA DOTE PER I NUOVI NATI PER LE FAMIGLIE CON FIGLI FINO A 36 MESI. 1 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DELLA PRIMA DOTE PER I NUOVI NATI PER LE FAMIGLIE CON FIGLI FINO A 36 MESI. FINALITA La Regione Puglia ha inteso finalizzare l erogazione del contributo economico di cui al presente

Dettagli

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA Disposizioni generali Art. 1 Finalità e destinatari A seguito degli eccezionali eventi sismici che hanno colpito, nel mese di maggio 2012, alcune

Dettagli

Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO

Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO PROVINCIA DI FROSINONE Settore Formazione e Lavoro Servizio Attività formative AVVISO PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DI ASPIRANTI PRESIDENTI DI COMMISSIONE D ESAME PER I CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

OGGETTO: Domanda di ammissione al contributo per l'integrazione dei canoni di locazione per l'anno 2015

OGGETTO: Domanda di ammissione al contributo per l'integrazione dei canoni di locazione per l'anno 2015 Al Comune di Larciano Piazza Vittorio Veneto, 15 51036 Larciano Allegato B OGGETTO: Domanda di ammissione al contributo per l'integrazione dei canoni di locazione per l'anno 2015 Il/La sottoscritt, nat_

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011 Art. 1 - Oggetto e finalità La Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI Visto: AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DELLE AVVOCATE E DEGLI AVVOCATI CHE USUFRUISCONO DI STRUMENTI DI FLESSIBILITA E RICHIEDONO L ACCESSO AL FONDO PER IL SOSTEGNO ALLA

Dettagli

DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA. Domande e risposte (FAQ)

DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA. Domande e risposte (FAQ) DOTE IMPRESA INCENTIVI ALL ASSUNZIONE DI PERSONE CON DISABILITA Domande e risposte (FAQ) Ultimo aggiornamento 17/06/2015 IMPRESE BENEFICIARIE D Quali sono le imprese che possono beneficiare degli incentivi?

Dettagli

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO PER IL SOSTEGNO ECONOMICO ALLE IMPRESE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale nr. 68 del 25/10/2010 BOZZA 1 Art. 1 - Finalità

Dettagli

Provincia di Imperia. Settore Centri per l Impiego, Programmazione e Progetti Comunitari UFFICIO COLLOCAMENTO MIRATO PROVINCIALE

Provincia di Imperia. Settore Centri per l Impiego, Programmazione e Progetti Comunitari UFFICIO COLLOCAMENTO MIRATO PROVINCIALE Provincia di Imperia Provincia di Imperia Settore Centri per l Impiego, Programmazione e Progetti Comunitari UFFICIO COLLOCAMENTO MIRATO PROVINCIALE AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE

Dettagli

C I T T A DI M ATINO

C I T T A DI M ATINO C I T T A DI M ATINO PROVINCIA DI LECCE S E T T O R E S E R V I Z I A L L A C I T T A AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DEI MANUFATTI CONTENENTI AMIANTO

Dettagli