Introduzione a LINUX

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione a LINUX"

Transcript

1 Introduzione a LINUX Laboratorio di Reti Ing. Telematica - Università Kore Enna A.A. 2008/2009 Ing. A. Leonardi

2 Ambiente utilizzato: LINUX Ambiente di riferimento del corso: S.O. GNU/Linux Perche Linux? E Open Source Ha tutte le funzionalità dei sistemi operativi moderni e ad oggi fa funzionare una parte consistente di Internet Ha raggiunto una soddisfacente compatibilità con l hardware in commercio E' molto flessibile: funziona su molti hardware diversi (es. una SBC).

3 Cos è LINUX? Linux è un nucleo (kernel) di sistema operativo, concettualmente simile a quello di UNIX. Come UNIX, è un SO multitasking e multiutente Le componenti fondamentali sono: il kernel la shell i programmi di servizio SHELL utente PROGRAMMA PROGRAMMA KERNEL HARDWARE

4 Le distribuzioni Ci vuole qualcuno che raccolga la varie parti in un complesso funzionante, organico, facile da installare/usare. Questo è il ruolo delle distribuzioni. - RedHat - SuSE - Mandrake - Slackware - Debian - Knoppix - Immunix - Ubuntu Ogni distribuzione è tarata per un certo tipo di utilizzo. Se ne conoscono circa 200!!!

5 Il Kernel (1) Il kernel amministra le risorse del sistema e fornisce servizi alle applicazioni per mezzo delle chiamate di sistema Principali compiti del kernel: scheduling (con prelazione o pre-emptive) allocazione e protezione della memoria trasferimento dati accesso all hardware

6 Il Kernel (2) Il kernel avvolge idealmente l'elaboratore e i suoi dispositivi fisici, ovvero tutto l'hardware, occupandosi di interagire con i programmi che ignorano l'elaboratore fisico.

7 Tipi di Kernel Esistono diversi tipi di kernel: Monolitico E' un singolo file binario eseguibile in modalità "kernel" che contiene il gestore del processo, della memoria, del sistema e tutto il resto. Microkernel E' un piccolo nucleo ridotto ai minimi termini che ha il compito di gestire le comunicazioni fra i gestori di sistema, processi separati eseguiti al di fuori dal kernel. Esempi di tali sistemi sono BE OS, GNU HURD, MINIX. Modulare E un'estensione del kernel monolitico, con la capacità di caricare/scaricare parti di codice (moduli) secondo necessità e richieste. In sostanza, quando Linux è impostato come SO modulare, i suoi moduli sono quelli che in altri sistemi vengono definiti driver.

8 La Shell Il kernel offre i suoi servizi e l'accesso ai dispositivi attraverso chiamate di funzione. I programmi accedono direttamente a questi servizi. L'utente per accedere ai servizi del sistema ha bisogno di un programma particolare che si ponga come intermediario tra l'utente e il kernel. Questo tipo di programma è detto shell.

9 La Shell La shell è il programma che consente all'utente di accedere al sistema. (N.B: i terminali attraverso cui si interagisce con la shell sono comunque parte dell'hardware controllato dal kernel) Un programma shell può essere qualunque cosa, purché in grado di permettere all'utente di avviare e possibilmente di controllare i programmi.

10 La Shell La shell più semplice è la linea di comando. (Ha il vantaggio di poter essere usata su qualunque terminale, anche su una telescrivente) Nella sua forma più evoluta, può arrivare a un sistema grafico di icone o di oggetti grafici, oppure a un sistema di riconoscimento di comandi in forma vocale. È in ogni caso una shell.

11 La Shell Quando una shell è in attesa di comandi mostra un prompt, che può essere configurato. La bash mostra il simbolo $ per gli utenti e # per root. I comandi validi dal prompt della shell si dividono in due categorie: Built-in, implementati all'interno della shell Programmi, eseguibili presenti nel filesystem

12 Il filesystem di Linux (slackware) /bin contiene i comandi principali per l'esecuzione del sistema operativo. /boot contiene i file necessari al boot loader (LILO di default) /dev contiene la mappatura delle periferiche. Es. hda = periferica collegata su ide1 master, hdb = periferica collegata su ide1 slave... /etc qui ci sono i file di configurazione del sistema. /home la directory principale degli utenti (tranne root). /lib contiene le librerie essenziali per il sistema. /mnt contiene i punti di montaggio generici per le periferiche. Es: /mnt/cdrom indica il lettore CD. /opt contiene i pacchetti opzionali installati da Slackware. Di solito solo KDE. /proc punto di montaggio per l'interazione proc con il kernel di linux. /root la directory principale per l'utente root. /sbin qui sono immagazzinati i comandi di sistema eseguibili solo da root. /tmp directory temporanea alla quale tutti hanno accesso sia in lettura che in scrittura. /usr programmi a disposizione degli utenti. /var contiene i log di sistema e tutti quei file gestiti dai processi del sistema.

13 Linux File System e Mount point #fdisk l <unita > visualizza le partizioni del disco Es: #fdisk l /dev/hda

14 I comandi di shell Fare riferimento alla dispensa doc allegata alla presentazione. Qui solo i principali # Ottenere ulteriori informazioni man : formatta e mostra le pagine della guida in linea. info : sistema di consultazione dei manuali tramite ipertesti. help : richiama l'help per i comandi built-in della shell. # Lavorare con file e directory cd : cambia la directory corrente. ls : mostra il contenuto di una directory. cp : copia file e directory. mv : muove o rinomina un file o una directory. rm : cancella file e directory. mkdir : crea una directory. ln : crea link a file e directory. pwd : mostra la directory corrente. chmod : modifica i permessi di accesso di un file. chown : cambia il proprietario di un file. cat : mostra il contenuto di un file. find : cerca un file tra le directory. vi : l'editor di testo. # Sistema halt : chiude il sistema. reboot: : riavvia il sistema. hostname: : mostra e cambia il nome dell'host. # Vari startx: : avvia l'ambiente grafico (X Window System). date : mostra la data. gzip : comprime e decomprime file.gz. tar : crea backup di file (file.tar). more : separa l'output in piu' pagine (anche less). reset : resetta il terminale alle impostazioni iniziali. lynx : browser web solo testo. zip/unzip: : comprime e decomprime file.zip. # Filesystem e processi df : mostra lo spazio libero sul disco fisso. free : mostra lo stato della memoria. mount : monta un filesystem. umount : disattiva un filesystem. ps : visualizza un elenco dei processi correnti. kill : invia un messaggio (TERM default) ad un processo.

15 Conosciamo Slackware Processo di avviamento di Linux Slackware (1/4) Linux Slackware ha una gestione dei moduli di avvio tutta particolare. Il primo script che viene eseguito dopo il kernel, è init. Questo legge il file /etc/inittab per scegliere la modalità di avvio. Subito dopo esegue lo script etc/rc.d/rc.s per preparare il sistema alla selezione del runlevel desiderato, abilitando la memoria virtuale, montando il filesytem, inizializzando le periferiche e caricando gli altri script. Runlevels: 0 halt, 1 single-user, 2 multi-user senza servizi di rete, 3 multi-user, 4 non usato, 5 multi-user con interfaccia grafica, 6 reboot Gli altri script a venire eseguiti, sono tutti presenti nella cartella /etc/rc.d/. I principali sono: rc.modules: questo script è incaricato di caricare ed inizializzare i moduli necessari per il funzionamento del sistema e delle periferiche. rc.pcmcia: script utile soprattutto per gli utenti di pc portatili, infatti serve per configurare le periferiche PCMCIA rc.serial script di configurazione per le porte seriali.

16 Conosciamo Slackware Processo di avviamento di Linux Slackware (2/4) Finita l'inizializzazione del sistema, si procede con la selezione del runlevel selezionato. Il compito dei runlevel è quello di stabilire il modo di avvio della macchina e i servizi da lanciare di conseguenza. Ad esempio, in base al runlevel scelto, verrà impostata la modalità di login, se ad utente singolo o multiutente, se grafico o testuale etc. Il runlevel predefinito (multiutente testuale su Slackware) è impostato nel file /etc/inittab, ed in particolare è impostato alla linea id:3:initdefault. Gli script specifici di ogni livello sono contenuti /etc/rc.d/rc.* vediamoli nel dettaglio. rc.0: script per l'arresto del sistema. (Il file che gestice il riavvio e lo spegnimento è rc.6, infatti questo è solo un link a tale file) rc.4 script per l'avvio con impostazioni multiutente ma in ambiente grafico. Il login verrà effettuato all'interno del server X predefinito. rc.6 come già detto questo + il file che gestice il riavvio del sistema rc.k avvio in modalità utente singolo rc.m avvio predefinito in Slackware Linux. Modalità multiutente con login in modalità testuale

17 Conosciamo Slackware Processo di avviamento di Linux Slackware (3/4) I runlevel rc.4 e rc.m richiamano e lanciano altri script per l'inizializzazione della rete, quali: rc.inet1 questo file è il responsabile della configurazione di rete, infatti è stato creato con netconfig. rc.inet2 Viene richiamato da rc.inet1 per lanciare i servizi di rete basilari. rc.atalk script per l'avvio dei servizi AppleTalk rc.httpd script per la gestione dell'avvio del web server Apache rc.samba script di avvio del server di interfacciamento fra computer linux e windows rc.news avvio del server news

18 Conosciamo Slackware Processo di avviamento di Linux Slackware (4/4) Come avrete potuto notare, nella directory /etc/rc.d/ ci sono altri file oltre a quelli elencati, ad esempio: rc.sysvinit cercherà ed eseguirà gli script system-v presenti nella directory rc.d. Il System V init è un sistema di gestione dei processi di avvio. Slackware invece utilizza lo stile BSD, ovvero ha uno script per ogni runlevel. Questo file è stato introdotto a partire da Slackware 7.0 per omologarsi con le altre distribuzioni che ne fanno già suo, e per le quali alcuni produttori di software proprietario creano programmi che necessitano di script system-v. rc.gpm è uno script per l'esecuzione di GPM, un programma per l'utilizzo del "copia e incolla" nelle console di linux attravero il mouse. rc.local è uno script (vuoto di default) che viene lanciato alla fine del processo di avvio e ti consente di far partire altri programmi utili sulla tua macchina. Nella directory /etc/rc.d/ alcuni file non sono eseguibili (attributo x). Questo è dovuto al fatto che all'avvio vengono lanciati solo i file con permesso di esecuzione, quindi se volete che uno script non venga lanciato, basterà togliergli l'attributo di esecuzione con il comando: chmod a-x rc.*****

19 Variabili d ambiente (1/3)

20 Variabili d ambiente (2/3)

21 Variabili d ambiente (3/3)

22 Altri comandi

23 Redirezione

24 Redirezione di stdout

25 Redirezione di stdin

26 Esempi di redirezione (1/2)

27 Esempi di redirezione (2/2)

28 Simboli speciali per i comandi

29 Comando di ricerca in un testo

30 Comando di ricerca di un file

31 Creazione di link simbolici

32 Controllo spazio occupato (1/2)

33 Controllo spazio occupato (2/2)

34 Gestione dei permessi (1/2) Ogni oggetto (file o directory) ha un proprietario (owner) appartenente ad un gruppo di utenti (group) e presenta determinati permessi di accesso Visualizzazione tramite il comando ls -l 9 bit determinano i permessi di lettura, scrittura ed esecuzione (r,w,x) per il proprietario, il gruppo del proprietario e per gli altri utenti del sistema (u,g,o)

35 Gestione dei permessi (2/2) chmod <permessi> <file> 2 formati per i permessi: Formato ottale(abc): a,b,c = r*4+w*2+x (r, w, x: booleani) Esempio: chmod 644 <file> (rw for u, r per g e o) Formato simbolico. Facile da capire con esempi: chmod go+r: aggiungi permesso di lettura a gruppo e altri chmod u-w: togli permesso di scrittura all'utente chmod a-x: (a: all) rimuovi permesso di esecuzione per tutti

36 Gestione Utenti e Gruppi useradd crea un account utente userdel elimina un account utente usermod modifica un account utente passwd cambia password groupadd crea un gruppo groupdel elimina un gruppo groupmod modifica un gruppo Esempio: useradd -g utenti -d /home/newusr -p newpasswd -s /bin/bash -c Nuovo Utente newusr

37 Gestione Utenti e Gruppi /etc/passwd contiene l elenco degli account e relative informazioni newusr:x:503:100:nuovoutente:/home/newusr:/ bin/bash /etc/shadow contiene l elenco delle password cifrate e la loro scadenza newusr:$1$sppz2wcbqrciuu: 12145:-1:99999:-1::: /etc/group contiene l elenco dei gruppi utenti:x:100:oldusr1,oldusr2,newusr

38 Le righe di /etc/passwd si presentano nella seguente forma: Username:Password:UserID:GroupID:Info:HomeDirectory:Shell Username: Nome dell'user, la login con cui può accedere al sistema; Password: Campo riservato alla password dell'utente. Può essere scritta direttamente in forma criptata o esserci semplicemente una x (la password c'è ma è scritta altrove, di solito in /etc/shadow). Se c'è un * (asterisco) significa che l'utente o non ha una password o la password non è valida (in questo caso non gli è permesso di login); UserID: ID dell'user; GroupID: ID del gruppo di appartenenza; Info: Contiene informazioni sull'utente non necessarie al sistema (nome esteso, numero di telefono, mail ecc...); HomeDirectory: Indica la directory della home dell'utente; Shell: Indica la shell di default per quell'utente.

39 Gestione Utenti e Gruppi Quando si avvia una shell, vengono eseguiti degli script di inizializzazione Bashlogin: /etc/profile poi ~/.bash_profile oppure /etc/profile poi ~/.bash_login oppure /etc/profile poi ~/.profile Bash logout: ~/.bash_logout Bash interattiva: ~/.bashrc

40 Esercizi 1. creare un nuovo gruppo lab 2. creare un nuovo utente utente appartenente a lab 3. creare una home per il nuovo utente

41 Installazione SO stand alone disco partizionato con windows e boot loader virtual machine vmware solutions vmxbuilder + vmplayer

Introduzione a LINUX. Ambiente utilizzato: LINUX

Introduzione a LINUX. Ambiente utilizzato: LINUX Introduzione a LINUX Laboratorio di Sistemi Wireless Ing. Telematica Specialistica Universita Kore Enna Ing. A. Leonardi Ambiente utilizzato: LINUX Ambiente di riferimento del corso: S.O. GNU/Linux Perche

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti I.S. Sobrero Dipartimento di Informatica Utilizzo install.linux@home 1 La shell La shell di Linux è a linea di comando. Appare obsoleta e difficile da usare, ma in realtà è molto più potente e versatile

Dettagli

Terza lezione: Directory e File system di Linux

Terza lezione: Directory e File system di Linux Terza lezione: Directory e File system di Linux DIRECTORY E FILE SYSTEM Il file system di Linux e Unix è organizzato in una struttura ad albero gerarchica. Il livello più alto del file system è / o directory

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

Shell di Linux e Comandi Utente

Shell di Linux e Comandi Utente Shell di Linux e Comandi Utente Sistemi Operativi Roberto Aringhieri DTI Crema - Università degli Studi di Milano Sistemi Operativi - Shell di Linux e Comandi Utente Roberto Aringhieri p.1/23 Outline Accesso

Dettagli

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso base GNU/Linux 2014 Latina Linux Group Sito web: www.llg.it Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso Base 2014 Lezione 3 15/04/2014 1 / 21 Obiettivi di questo incontro Conoscere cosa

Dettagli

Il File System di Linux

Il File System di Linux Il File System di Linux La struttura ad albero / Cartella radice, detta ROOT DIRECTORY, di cui sono figlie tutte le altre Ci si muove nel file system con percorsi relativi o percorsi assoluti In un albero,

Dettagli

SHELL GNU/Linux Bash. Conoscere e configurare il proprio ambiente bash. Kernel speaks: dmesg

SHELL GNU/Linux Bash. Conoscere e configurare il proprio ambiente bash. Kernel speaks: dmesg SHELL GNU/Linux Bash Obiettivi : Gestire i permessi sui file Conoscere e configurare il proprio ambiente bash Editare testi Capire ed utilizzare i redirezionamenti Kernel speaks: dmesg Init e Runlevels

Dettagli

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell 1 GNU/Linux è un sistema operativo, cioè un insieme di programmi che collaborano fra di loro rendendo utilizzabile un calcolatore, infatti senza

Dettagli

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Reti Informatiche Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Ing. Domenico De Guglielmo 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Linux Ubuntue ilcompilatorec. Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas. Dipartimento di Biotecnologie

Università degli Studi di Verona. Linux Ubuntue ilcompilatorec. Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas. Dipartimento di Biotecnologie Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Laurea in Biotecnologie Corso di Informatica2014/2015 Linux Ubuntue ilcompilatorec Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas Caratteristiche di

Dettagli

Corso UNIX avanzato. Utente avanzato. Amministratore. Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file

Corso UNIX avanzato. Utente avanzato. Amministratore. Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file Corso UNIX avanzato Corso UNIX avanzato Utente avanzato Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file Amministratore Gestione utenti Aggiunta rimozione hardware Backup

Dettagli

GNU/Linux Concetti di base

GNU/Linux Concetti di base GNU/Linux Concetti di base Sommario GNU/Linux Open Source e GPL Login/Logout Shell e comandi Files Stdin, stdout Redirezione e pipe Filesystem 2 Cos'è Linux Linux è basato su UNIX (filosofia, comandi,

Dettagli

Utenti e gruppi. Ogni utilizzatore di UNIX ha associato: Nomeutente nome alfanumerici UID identità numerica

Utenti e gruppi. Ogni utilizzatore di UNIX ha associato: Nomeutente nome alfanumerici UID identità numerica Utenti e gruppi Utenti e gruppi Ogni utilizzatore di UNIX ha associato: Un identità univoca Nomeutente nome alfanumerici UID identità numerica Uno o più gruppi Nomegruppo nome alfanumerico GID identità

Dettagli

Corso di Linux. Dott. Paolo PAVAN pavan@netlink.it

Corso di Linux. Dott. Paolo PAVAN pavan@netlink.it Corso di Linux Dott. Paolo PAVAN pavan@netlink.it Origini di Linux Nasce a fine anni 1980 ad opera del finlandese Linus Torvalds Linux non è gratis e neanche freeware è protetto da licenza GNU: "GNU non

Dettagli

fare hard link fra file system diversi e su directory.

fare hard link fra file system diversi e su directory. Un sistema GNU/Linux, come ogni Unix, ha una directory principale, chiamata root ed indicata con / sotto la quale si trovano TUTTE le altre directory e TUTTI gli altri filesystems eventualmente montati

Dettagli

Installare GNU/Linux

Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Linux non è più difficile da installare ed usare di qualunque altro sistema operativo Una buona percentuale di utenti medi si troverebbe in difficoltà ad installare

Dettagli

Il software del PC. Il BIOS

Il software del PC. Il BIOS Il software del PC La parola software è un neologismo che è stato coniato in contrapposizione all hardware (ferraglia). L hardware si può prendere a calci, contro il software si può solo imprecare. Il

Dettagli

Linux-Unix. Pregi di Linux

Linux-Unix. Pregi di Linux Linux-Unix Linux è un termine che può assumere più di un significato. A seconda del contesto infatti può indicare il kernel originariamente sviluppato da Linus Torvalds, oppure il sistema operativo basato

Dettagli

Introduzione ai sistemi UNIX/Linux

Introduzione ai sistemi UNIX/Linux Introduzione ai sistemi UNIX/Linux Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica Ing. Simone Brienza E-mail: simone.brienza@for.unipi.it Pervasive Computing & Networking Lab () http://www.perlab.it

Dettagli

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Installazione di Ubuntu 10.04 Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Operazioni preliminari Backup di tutti i dati dalla partizione Windows Deframmentazione di tutte le partizioni Windows (n volte...) Abilitare

Dettagli

Utilizzo di putty. L uso base e molto semplice: richiede solo di specificare:

Utilizzo di putty. L uso base e molto semplice: richiede solo di specificare: Utilizzo di putty Client ssh liberamente utilizzabile (www.chiark.greenend.org.uk/~sgtatham/putty/download.html) Tra le molte opzioni di configurazione di putty sono utili: Window - Translation: per selezionare

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

Utilizzo Base del Sistema Operativo Ubuntu GNU/Linux

Utilizzo Base del Sistema Operativo Ubuntu GNU/Linux C o r s o d i A l f a b e t i z z a z i o n e I n f o r m a t i c a Utilizzo Base del Sistema Operativo Ubuntu GNU/Linux Autore di questo modulo: ing. Pedretti Fabio pedretti@eco.unibs.it Questo materiale

Dettagli

Laboratorio di Programmazione

Laboratorio di Programmazione Laboratorio di Programmazione Federico Spizzo Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza 006 Tel: 0532 974231 E-mail: federico.spizzo@unife.it Gianluigi Cibinetto Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CONSUNTIVA Codice Mod. RQ 23.2 Pag 1/5. Sistemi e Reti (articolazione Telecomunicazione) Classe

PROGRAMMAZIONE CONSUNTIVA Codice Mod. RQ 23.2 Pag 1/5. Sistemi e Reti (articolazione Telecomunicazione) Classe I.T.C.S. ERASMO DA ROTTERDAM Liceo Artistico indirizzo Grafica - Liceo delle Scienze Umane opz. Economico sociale ITI Informatica e telecomunicazioni - ITI Costruzioni, ambiente e territorio Edile Elettronico

Dettagli

Università degli Studi di Messina Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea Triennale in Informatica (D.M. 270)

Università degli Studi di Messina Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea Triennale in Informatica (D.M. 270) Università degli Studi di Messina Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea Triennale in Informatica (D.M. 270) Sistemi Operativi + Laboratorio di Sistemi Programma del corso (anno accademico 2009

Dettagli

Linux. Linux. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 24

Linux. Linux. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 24 Linux Linux Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 24 Linux Outline 1 Linux 2 Interfaccia 3 File e directory 4 Comandi

Dettagli

Gestione degli Utenti e dei Permessi

Gestione degli Utenti e dei Permessi Corsi Linux Amministrazione di Sistema Seconda Lezione Prima Parte Gestione degli Utenti e dei Permessi C2011 Salvatore Mesoraca UTENTI Linux è un S.O. multiutente, questo significa

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

Lezione T11 Virtual File System

Lezione T11 Virtual File System Lezione T11 Virtual File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3. Corso Linux base: primo incontro Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.0 Sommario 1. hardware 2. software 3. concetti base 4. cos'è GNU/Linux 5. le

Dettagli

GNU/Linux Intermedio. Terza lezione: AVVIO DEL SISTEMA OPERATIVO

GNU/Linux Intermedio. Terza lezione: AVVIO DEL SISTEMA OPERATIVO GNU/Linux Intermedio Terza lezione: AVVIO DEL SISTEMA OPERATIVO Il processo di avvio Abbiamo già accennato un paio di volte al meccanismo di avvio di un sistema GNU/Linux. Abbiamo parlato del boot-loader

Dettagli

Introduzione alla. Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 27 febbraio 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ 1

Introduzione alla. Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 27 febbraio 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ 1 Introduzione alla Shell di UNIX Alessandra Giordani agiordani@disi.unitn.it Lunedì 27 febbraio 2012 http://disi.unitn.it/~agiordani/ 1 Composizione di un sistema informativo: Hardware (CPU, periferiche,

Dettagli

PRECORSO DI INFORMATICA. Laboratorio Prima Parte

PRECORSO DI INFORMATICA. Laboratorio Prima Parte PRECORSO DI INFORMATICA Laboratorio Prima Parte ARGOMENTI DI OGGI Avviare Linux KDE e gli altri D.E. Bash Gestione file system Redirezione input/output Gestione dei processi Man Info Configurazione del

Dettagli

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Attività svolta dal dr. Alessi e dal dr. Farolfi Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Milano Knoppix è una distribuzione

Dettagli

Il Sistema Operativo Linux

Il Sistema Operativo Linux Il Sistema Operativo Linux Sistema Linux storia Unix deriva da Unix open source software libero software open source GNU, GPL, LGPL storia Linux amministrazione struttura concetti base comandi shell Unix

Dettagli

Linux: Controllo di accesso, gestione utenti, gruppi, permessi. http://www.lugcr.it

Linux: Controllo di accesso, gestione utenti, gruppi, permessi. http://www.lugcr.it Linux: Controllo di accesso, gestione utenti, gruppi, permessi http://www.lugcr.it 1 Perché? Perché devo utilizzare un preciso nome utente? 1 : salvaguardia del sistema Utilizzando il sistema come amministratore

Dettagli

6.1 LA STRUTTURA GERARCHICA AD ALBERO

6.1 LA STRUTTURA GERARCHICA AD ALBERO CAPITOLO 6 IL FILESYSTEM DI LINUX Pietro Buffa Uno degli scogli con cui un novello utente Linux deve fare i conti è indubbiamente la gestione dei files. La prima cosa che salta agli occhi è infatti la

Dettagli

Linux Terminal Server Project (LTSP)

Linux Terminal Server Project (LTSP) Linux Terminal Server Project (LTSP) Gabriele Zucchetta g zucchetta@virgilio.it Entropica http://www.entropica.info/ Linux Terminal Server Project (LTSP) p. Introduzione Creare postazioni di lavoro con

Dettagli

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux)

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) Miniguida n. 150 Ver. 1.0 Ottobre 2011 Il

Dettagli

Permessi, utenti e gruppi

Permessi, utenti e gruppi Permessi, utenti e gruppi Daniele Venzano 9 novembre 2003 Indice 1 Introduzione 1 2 Concetti generali 2 2.1 Esempio..................................... 2 3 File importanti 2 3.1 /etc/group...................................

Dettagli

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I Università di Pisa Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I a cura di Marco Cococcioni a.a. 2013-2014 Un po di terminologia

Dettagli

Organizzazione di Sistemi Operativi e Reti

Organizzazione di Sistemi Operativi e Reti Organizzazione di Sistemi Operativi e Reti Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Sara Lioba Volpi (sara.volpi@iet.unipi.it) Quarta esercitazione Sommario Virtual file system (VFS) concetto

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Struttura del sistema operativo GNU/Linux

Struttura del sistema operativo GNU/Linux Struttura del sistema operativo GNU/Linux http://www.glugto.org/ Cos'è un filesystem Cosa vuol dire FHS Composizione albero di directory Concetto di Mount Utente root Permessi su files e directory GNU/Linux

Dettagli

Cosa e come installare (Definire cosa si vuole fare - Sapere cosa si può installare - Selezione dei pacchetti)

Cosa e come installare (Definire cosa si vuole fare - Sapere cosa si può installare - Selezione dei pacchetti) Lunedì 12 aprile 2010 Introduzione a Linux - Sapere cos'è Linux, come è nato e si è evoluto - Avere riferimenti sulla diffusione e l'uso di Linux nel mondo - Conoscere la differenza fra kernel e distribuzioni

Dettagli

Introduzione a LINUX. Unix

Introduzione a LINUX. Unix Introduzione a LINUX Introduzione a Linux 1 Unix 1969: Ken Thompson AT&T Bell Lab realizza un ambiente di calcolo multiprogrammato e portabile per macchine di medie dimensioni. Estrema flessibilità nel

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. BreveguidaLinux. Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. BreveguidaLinux. Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Biologia molecolare Laboratorio di Bioinformatica II BreveguidaLinux Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas Caratteristiche di Linux Nel 1991,

Dettagli

Informatica Generale 1 - Esercitazioni Introduzione all uso della command-line shell

Informatica Generale 1 - Esercitazioni Introduzione all uso della command-line shell Informatica Generale 1 - Esercitazioni Introduzione all uso della command-line shell Daniele Pighin pighin@fbk.eu FBK Via Sommarive, 18 I-38050 Trento, Italy March 5, 2008 Outline 1 Sistema operativo e

Dettagli

Il laboratorio virtuale VLAB

Il laboratorio virtuale VLAB Il laboratorio virtuale VLAB Vlab è un sistema che permette di creare delle macchine virtuali connesse tra loro mediante hub virtuali. Poiché le macchine virtuali non sono altro che dei pc Linux virtuali

Dettagli

C era una volta una scienza. Di tutti. Per tutti.

C era una volta una scienza. Di tutti. Per tutti. C era una volta una scienza. Di tutti. Per tutti. Nicola Corriero 26.10.2013 Scienza o business? I programmi fanno parte della nostra cultura come le poesie o i brani musicali. Al contrario ci vogliono

Dettagli

Benvenuti/e. www.dueville.linux.it 2vilug@gmail.com

Benvenuti/e. www.dueville.linux.it 2vilug@gmail.com Benvenuti/e www.dueville.linux.it 2vilug@gmail.com Piccolo glossario SOFTWARE: Tutto ciò che è immateriale. HARDWARE: Tutto ciò che si può prendere a calci. Sistema operativo Il sistema operativo è l'insieme

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

SUSE Linux Enterprise Desktop 10

SUSE Linux Enterprise Desktop 10 SUSE Linux Enterprise Desktop 10 Riferimento ramarpido di installazione SP1 Novell SUSE Linux Enterprise Desktop 10 GUIDA RAPIDA Marzo 2007 www.novell.com SUSE Linux Enterprise Desktop Utilizzare i seguenti

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

GNU/Linux 101. intro to system administration. SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015. This work is licensed under a

GNU/Linux 101. intro to system administration. SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015. This work is licensed under a GNU/Linux 101 intro to system administration SaLUG! @ Manifatture KNOS 22 Gennaio 2015 This work is licensed under a Creative Commons by-nc-sa 4.0 International License by ALCA Società Cooperativa About

Dettagli

I - Sistema Operativo. 2007 Alberto Cammozzo La copia letterale di quest'opera è consentita purché questa nota resti inclusa.

I - Sistema Operativo. 2007 Alberto Cammozzo La copia letterale di quest'opera è consentita purché questa nota resti inclusa. I - Sistema Operativo 2007 Alberto Cammozzo La copia letterale di quest'opera è consentita purché questa nota resti inclusa. Indice 1) Cenni storici 2) Funzioni del sistema operativo 3) Struttura interna

Dettagli

Appunti Corso Linux 2011 Lez. 6

Appunti Corso Linux 2011 Lez. 6 Utenti, Gruppi e Permessi elenco degli utenti - /etc/passwd Appunti Corso Linux 2011 Lez. 6 In un sistema Linux (ma anche Unix, *BSD, Mac) gli utenti locali del sistema operativo sono registrati in un

Dettagli

Interfaccia del file system

Interfaccia del file system Interfaccia del file system Concetto di file Modalità di accesso Struttura delle directory Montaggio di un file system Condivisione di file Protezione 9.1 File E un insieme di informazioni correlate e

Dettagli

#GNU/Linux for NaLUG member

#GNU/Linux for NaLUG member #GNU/Linux for NaLUG member Sistemistica di base per hardcore associate members - Brainstorming #2 - Filesystem Init daemons && runlevel Terminale (operazioni su files e cotillons) Filesystem (in teoria)

Dettagli

Raid1-mini-Howto. Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003

Raid1-mini-Howto. Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003 Raid1-mini-Howto Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003 1 Introduzione Scopo di questo documento è la descrizione sommaria dell installazione di un sistema raid1 (mirroring)

Dettagli

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Organizzazione logica ed implementazione di un File

Dettagli

Modulo 4: Gestore del File System (Memoria secondaria) Componenti

Modulo 4: Gestore del File System (Memoria secondaria) Componenti Parte 3 Modulo 4: Gestore del File System (Memoria secondaria) Componenti Interfaccia utente Gestore dell I/O Gestore del File System Gestore dei Processi Gestore della Memoria Centrale *KERNEL Informatica

Dettagli

Guida dell utente di RTAI LiveCD

Guida dell utente di RTAI LiveCD Guida dell utente di RTAI LiveCD La distribuzione RTAI LiveCD è una distribuzione live di Linux con kernel 2.6.13 ADEOSipipe RTAI 3.3. Tutti i pacchetti software presenti sono stati presi da una distribuzione

Dettagli

Server Samba con Debian 6.0.0 Squeeze

Server Samba con Debian 6.0.0 Squeeze Server Samba con Debian 6.0.0 Squeeze Creerò le cartelle una per ogni ufficio esempio: - documenti // per tutti solo lettura e per utente amministratore tutto - magazzino // tutto per utenti mag1,mag2,mag3

Dettagli

Retrospect 7.7 Integrazione della Guida per l'utente

Retrospect 7.7 Integrazione della Guida per l'utente Retrospect 7.7 Integrazione della Guida per l'utente 2011 Retrospect, Inc. Portions 1989-2010 EMC Corporation. Tutti i diritti riservati. Guida per l'utente di Retrospect 7.7, prima edizione. L'uso di

Dettagli

Ecco una piccola guida (molto generica) sui script di avvio di slackware 14. Non vi e' nessuna pretesa di completezza, e' solo un promemoria.

Ecco una piccola guida (molto generica) sui script di avvio di slackware 14. Non vi e' nessuna pretesa di completezza, e' solo un promemoria. Ecco una piccola guida (molto generica) sui script di avvio di slackware 14. Non vi e' nessuna pretesa di completezza, e' solo un promemoria. rc.0 utilizzato allo spegnimento del sistema rc.4 utilizzato

Dettagli

Brevissima Introduzione a eduknoppix.

Brevissima Introduzione a eduknoppix. Brevissima Introduzione a eduknoppix. Francesco Paparella 21 Marzo 2005 Sommario Questo documento spiega come creare una home directory permanente su di un disco fisso o su di un dispositivo rimovibile

Dettagli

Avvio di UNIX. Lettura GRUB (Grand Unified Boot loader) in genere risiede nel MBR (stage1) e legge le informazioni nel file /boot/grub.

Avvio di UNIX. Lettura GRUB (Grand Unified Boot loader) in genere risiede nel MBR (stage1) e legge le informazioni nel file /boot/grub. Avvio e Shutdown Avvio di UNIX Lettura GRUB (Grand Unified Boot loader) in genere risiede nel MBR (stage1) e legge le informazioni nel file /boot/grub.conf Caricamento del kernel Il percorso del kernel

Dettagli

Sicurezza su linux... e considerazioni varie. Gianluca Antonacci email: giaaan@tin.it

Sicurezza su linux... e considerazioni varie. Gianluca Antonacci email: giaaan@tin.it Sicurezza su linux... e considerazioni varie Gianluca Antonacci email: giaaan@tin.it Sommario Protezione del PC: firewall e antivirus - configurazione di Firestarter - configurazione di ClamAV Indicizzazione

Dettagli

Le Interfacce Grafiche

Le Interfacce Grafiche Le Interfacce Grafiche Applicazione Client-Server Un'applicazione client-server (letteralmente cliente-servente) è un tipo di applicazione di rete nel quale un computer client istanzia l'interfaccia utente

Dettagli

17.2. Configurazione di un server di Samba

17.2. Configurazione di un server di Samba 17.2. Configurazione di un server di Samba Il file di configurazione di default (/etc/samba/smb.conf) consente agli utenti di visualizzare le proprie home directory di Red Hat Linux come una condivisione

Dettagli

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1. Docente: Dr Damiano Macedonio Lezione 1 03/10/2013

LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1. Docente: Dr Damiano Macedonio Lezione 1 03/10/2013 LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 1 1 Docente: Dr Damiano Macedonio Lezione 1 03/10/2013 Original work Copyright Sara Migliorini, University of Verona Modifications Copyright Damiano Macedonio, University

Dettagli

Tecnologie Open Source per Giuristi

Tecnologie Open Source per Giuristi Tecnologie Open Source per Giuristi GIOVEDI 20 APRILE 13.30 16.30 GIOVEDI 27 APRILE 13.30 16.30 Università degli studi di Bologna, facoltà di Giurisprudenza Laboratorio CIRSFID II piano, Palazzo Malvezzi

Dettagli

By E.M. Comandi fondamentali per LINUX

By E.M. Comandi fondamentali per LINUX By E.M. Comandi fondamentali per LINUX Terminale... pg.2 Proprietà dei file... pg.5 Periferiche del computer... pg.7 Pulitura del disco... pg.8 Editor... pg.8 Wireless... pg.8 Terminali per Seriali...

Dettagli

SAMBA COS È? Samba è un software che fornisce servizi di condivisione utilizzando il protocollo SMB (Server Message Block). A differenza di altri programmi, Samba è gratuito e Open Source, e permette l

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0 BACKUP APPLIANCE User guide Rev 1.0 1.1 Connessione dell apparato... 2 1.2 Primo accesso all appliance... 2 1.3 Configurazione parametri di rete... 4 1.4 Configurazione Server di posta in uscita... 5 1.5

Dettagli

Guida all installazione di METODO

Guida all installazione di METODO Guida all installazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. Introduzione a Linux. Dr. Sergio Marin Vargas

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. Introduzione a Linux. Dr. Sergio Marin Vargas Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Biochimica - Laboratorio di Bioinformatica I (CdL. Bioinformatica) Bioinformatica e banche dati biologiche (CdL. Biotecnologie) Modulo Laboratorio

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 3 Introduzione 4 Cosa ti occorre 5 Panoramica dell installazione 5 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 5 Passo 2: Per preparare

Dettagli

Castelli Flavio - 2009. Panoramica su Linux

Castelli Flavio - 2009. Panoramica su Linux @ Un po' di storia Castelli Flavio - 2009 Linus Torvalds Un po' di storia D: Chi è Richard Stallman? R: Uno degli hacker più talentuosi del MIT D: Qual'era il suo problema? R: la progressiva chiusura del

Dettagli

IBM SPSS Modeler Social Network Analysis 16 Guida all'installazione e alla configurazione

IBM SPSS Modeler Social Network Analysis 16 Guida all'installazione e alla configurazione IBM SPSS Modeler Social Network Analysis 16 Guida all'installazione e alla configurazione Indice Capitolo 1. Introduzione a IBM SPSS Modeler Social Network Analysis.... 1 Panoramica di IBM SPSS Modeler

Dettagli

UBUNTU. Sopravvivere alla console. Comandi Base del Terminale

UBUNTU. Sopravvivere alla console. Comandi Base del Terminale UBUNTU Sopravvivere alla console Comandi Base del Terminale 1 Indice Premessa...pag. 3 Spostiamoci all'interno del Computer...pag. 5 Operare su Files e Directory...pag. 6 Cercare/Installare/Rimuovere Applicazioni...pag.

Dettagli

NAL DI STAGING. Versione 1.0

NAL DI STAGING. Versione 1.0 NAL DI STAGING Versione 1.0 14/10/2008 Indice dei Contenuti 1. Introduzione... 3 2. Installazione NAL di staging... 3 VMWare Server... 3 Preistallazione su server linux... 6 Preinstallazione su server

Dettagli

Laboratorio di Reti di Telecomunicazioni LA

Laboratorio di Reti di Telecomunicazioni LA Laboratorio di Reti di Telecomunicazioni LA A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Complemento pratico/applicativo dei corsi di Reti di Telecomunicazioni Obiettivo: effettuare esperienze didattiche di

Dettagli

INTRODUZIONE AI SISTEMI OPERATIVI

INTRODUZIONE AI SISTEMI OPERATIVI INTRODUZIONE AI SISTEMI OPERATIVI Il sistema operativo è il software che permette l esecuzione di programmi applicativi e lo sviluppo di nuovi programmi. CARATTERISTICHE Gestisce le risorse hardware e

Dettagli

Utenti. Il cuore del sistema di gestione degli utenti si trova nei file. Anche altri file sono (più o meno) importanti in questo processo:

Utenti. Il cuore del sistema di gestione degli utenti si trova nei file. Anche altri file sono (più o meno) importanti in questo processo: Utenti Il cuore del sistema di gestione degli utenti si trova nei file /etc/passwd /etc/group /etc/shadow Anche altri file sono (più o meno) importanti in questo processo: /etc/skel/ /etc/motd... /etc/passwd

Dettagli

Per montare una directory condivisa NFS da un altro computer, digitate il comando mount:

Per montare una directory condivisa NFS da un altro computer, digitate il comando mount: Capitolo 16. NFS (Network File System) L'NFS permette di condividere file tra computer in rete come se fossero sul disco fisso locale del client. Red Hat Linux può essere sia un server che un client NFS,

Dettagli

Università degli studi di Catania Corso di Studi in Informatica. Laboratorio di Amministrazione dei Sistemi Operativi

Università degli studi di Catania Corso di Studi in Informatica. Laboratorio di Amministrazione dei Sistemi Operativi Università degli studi di Catania Corso di Studi in Informatica Laboratorio di Amministrazione dei Sistemi Operativi Documentazione Cartacea: UNIX: manuale per l'amministratore di sistema (Pearson Education)

Dettagli

LPIC-1 Junior Level Linux Certification

LPIC-1 Junior Level Linux Certification Corso 2012/2013 Introduzione a GNU/Linux Obiettivi Il percorso formativo ha l obiettivo di fornire ai partecipanti le competenze basilari necessarie per installare, configurare e gestire un server/workstation

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

seconda lezione Introduzione al sistema operativo GNU/Linux

seconda lezione Introduzione al sistema operativo GNU/Linux Piove di Sacco - 21/03/2007 seconda lezione Introduzione al sistema operativo GNU/Linux Manuele Rampazzo Associazione di Promozione Sociale Faber Libertatis - http://faberlibertatis.org/

Dettagli

COMANDI PER VI. Se voglio impostare come editor predefinito VI, nella bash scrivo il seguente comando: export EDITOR= vim

COMANDI PER VI. Se voglio impostare come editor predefinito VI, nella bash scrivo il seguente comando: export EDITOR= vim COMANDI PER VI Ci sono due modalità: COMANDI e INSERIMENTO. La modalità COMANDI [Esc] serve per eseguire i comandi all interno dell editor, mentre la modalità INSERIMENTO [Esc i] serve per scrivere. Per

Dettagli

COPIARE FILE E DIRECTORY

COPIARE FILE E DIRECTORY COPIARE FILE E DIRECTORY Creiamo il file prova2.txt nella directory prove: touch prova2.txt Fare una copia del file prova1.txt assegnando il nome copia1bis.txt cp prova1.txt copia1bis.txt Se vogliamo che

Dettagli

jt - joetex - percorsi didattici

jt - joetex - percorsi didattici jt - joetex - percorsi didattici Primi passi con linux Avvio della macchina Spegnere (o riavviare) il Computer Installare su HD il programma Linux EduKnoppix a. Avvio della macchina Una volta spento il

Dettagli

La Shell di una distribuzione GNU/Linux

La Shell di una distribuzione GNU/Linux Associazione Radioamatori Italiani, Siena. La Shell di una distribuzione GNU/Linux 24 Febbraio 2009 Paolo Sammicheli 1 paolo@sammiche.li www.siena.linux.it/ari/ appunti.linux.it wiki.ubuntu-it.org 2 Come

Dettagli

Per questo motivo le distribuzioni Live richiedono la presenza di un maggior quantitativo di RAM rispetto ad una installazione tradizionale.

Per questo motivo le distribuzioni Live richiedono la presenza di un maggior quantitativo di RAM rispetto ad una installazione tradizionale. LiveCD LiveCD è un termine generico utilizzato per indicare una distribuzione di un sistema operativo in grado di essere avviato ed eseguito senza richiedere una preventiva installazione su hard disk.

Dettagli