La rappresentazione dell informazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La rappresentazione dell informazione"

Transcript

1 La rappresentazione dell informazione Sui testi di approfondimento: leggere dal Cap. 2 del testo C (Console, Ribaudo): 2.3, 2.4 Parte II La codifica dei dati multimediali I caratteri alfanumerici non costituiscono le uniche informazioni utilizzate dagli elaboratori Le applicazioni multimediali -> WEB utilizzano ed elaborano informazioni contenenti immagini, suoni, filmati 1

2 Sommario Rappresentazione delle immagini Rappresentazione dei suoni Rappresentazione dei video La codifica delle immagini Esistono diverse tecniche usate per la memorizzazione e l elaborazione di un immagine 2

3 La codifica delle immagini Cominciamo col considerare un immagine in bianco e nero, senza alcuna ombreggiatura o livello di chiaroscuro Suddividiamo l immagine tramite una griglia formata da righe orizzontali e verticali a distanza costante -> tecnica dei disegnatori per riprodurre figure rispettandone le proporzioni: rappresento ogni singolo quadratino separatamente, poi visualizzo il risultato d insieme La codifica delle immagini -> si trae spunto da questa tecnica per la rappresentazione digitale di un immagine; idea: memorizzare l informazione relativa all immagine quadratino per quadratino Ogni quadratino prende il nome di PIXEL (picture element): immagine = griglia di pixel. ad ogni pixel viene fatto corrispondere un valore binario secondo una certa convenzione Nella figura di esempio, dove dobbiamo rappresentare solamente due colori, la codifica avviene nel seguente modo: 0 viene utilizzato per per la codifica di un pixel corrispondente a un quadratino in cui il bianco è il colore predominante 1 viene utilizzato per la codifica di un pixel corrispondente a un quadratino in cui il nero è il colore predominante 3

4 La codifica delle immagini Per convenzione la griglia di pixel viene ordinata dal basso verso l alto e da sx verso dx Con questa convenzione otteniamo una rappresentazione della figura di esempio di questo tipo: il che significa che l immagine di partenza viene rappresentata dalla stringa binaria La codifica delle immagini Cosa succede se riconvertiamo la stringa in un immagine sostituendo a ogni 1 un pixel nero e a ogni 0 un pixel bianco? Quella che si ottiene nella codifica è un approssimazione dell immagine originaria: DiGITALIZZAZIONE -> PERDITA di QUALITA 4

5 La codifica delle immagini DiGITALIZZAZIONE -> PERDITA di QUALITA Come si può migliorare la qualità? Esistono tecniche per ingannare l occhio e limitare l effetto scalini della visualizzazione a pixel La rappresentazione sarà più fedele aumentando il numero di pixel 10 x 9 29 x 28 Aumentando la granularità dell immagine -> Aumento la qualità La codifica delle immagini Un immagine digitale può essere caratterizzata mediante due dimensioni: Risoluzione: il numero di pixel che la costituiscono espressi in termini di larghezza per altezza Profondità: il numero di bit che vengono usati per rappresentare un singolo pixel dell immagine -> legata al numero di colori rappresentabili Risoluzione: 10 x 9 1 bit per pixel Profondità = possibili combinazioni -> 2 1 possibili diversi colori nell immagine: bianco e nero 5

6 Risoluzione Lo stesso cerchio con risoluzioni diverse: Gradazioni di grigio Immagini a più colori: la logica è la stessa, per codificare diversi livelli di grigio con una rappresentazione binaria devo far corrispondere a ogni livello di grigio una certa sequenza di bit Esempio: utilizzando 4 bit posso rappresentare 2 4 =16 livelli di grigio, con 8 bit ne posso distinguere 2 8 = gradazioni di grigio 6

7 Colori Lo stesso vale per quanto riguarda il colore Individuare un certo numero di sfumature di colore differenti Codificare ogni sfumatura di colore mediante un opportuna sequenza di bit Come individuare le sfumature di colore? Esiste un modello di rappresentazione dei colori noto come RGB (Red, Green, Blu) secondo cui qualsiasi colore può essere rappresentato componendo Rosso Verde e Blu (colori primari) Invece che di partire da tanti colori e di rappresentarne diverse sfumature, possiamo rappresentare molte sfumature a partire dai 3 colori primari -> tutti i possibili colori ottenuti dalla loro combinazione Colori Questa l idea alla base della cosiddetta codifica RGB A ogni pixel associo una certa combinazione dei 3 gradazioni dei colori primari La gradazione per ogni colore primario è rappresentata mediante un certo numero di bit Esempio: con 8 bit per colore primario ottengo 256 possibili gradazioni per colore primario -> = colori diversi (tutte le possibili combinazioni di tutte le possibili gradazioni di R, G e B) La codifica di 1 pixel richiede 3 byte! -> Si parla di profondità (dell immagine) a 24 bit 7

8 Colori Esempio: la sfumatura di azzurro è determinata da una certa combinazione di R G B. Le sequenze di bit relative a ogni sfumatura di colore primario sono espresse in base decimale: 139 (R), 210 (G),216 (B). I tre numeri sono ovviamente compresi fra 0 e 255. Ogni sfumatura di colore primario è rappresentabile da 1 byte => => => Colori Spesso la codifica è espressa in base esadecimale Perché? La rappresentazione è più concisa, esprimo tutto con due caratteri alfanumerici per colore primario = 8B = D = D8 16 Codifica del colore: 8B D2 D8 8

9 Colori Spesso la codifica è espressa in base esadecimale Esempio: quando si vuole specificare il colore di una pagina Web, lo si specifica in codice esadecimale Colori Alcune combinazioni da ricordare: = nero FFFF FF = bianco FF00 00 = rosso puro 00 FF 00 = verde puro FF = blu puro FF FF 00 = giallo FF00 FF = viola 9

10 Codifica bitmap La rappresentazione di un immagine tramite la codifica dei pixel, viene chiamata codifica bitmap o raster: La dimensione di un immagine bitmap si calcola in base alla risoluzione e alla profondità: Ricordiamo: Risoluzione: il numero di pixel che la costituiscono espressi in termini di larghezza per altezza -> mi dà la misura della granularità dell'immagine Profondità: il numero di bit che vengono usati per rappresentare un singolo pixel dell immagine -> mi dà la misura del numero di colori Dimensione di un immagine Numero di bit per immagine = risoluzione (numero di pixel che compongono l immagine) profondità (quanti bit per pixel) Esempio RGB: per distinguere colori sono necessari 24 bit per la codifica di ciascun pixel Prendiamo un immagine formata da pixel Quanti bit richiede? 24 ( ) = bit ( byte) 10

11 Ottimizzazione La codifica bitmap è estremamente costosa in termini di occupazione di spazio di memoria. Maggiore è la qualità (qualità fotografica), maggiore è lo spazio occupato Web e tempi di trasmissione: è un problema in generale trasferire file di grandi dimensione -> non tutti si collegano a Internet attraverso linee ad alta velocità. Esempio: una bitmap con risoluzione e profondità 24 ha dimensione di circa 480 KB. Ci metterebbe circa 70 secondi a essere visualizzata per intero in una pagina web, data una connessione a Internet via modem telefonico, che consente una velocità massima di scaricamento dei dati di 56kb per secondo Soluzione: tecniche di ottimizzazione Ottimizzare = ridurre le immagini alle dimensioni più piccole possibili mantenendo la qualità dell immagine a livelli accettabili Formati di compressione Esistono delle tecniche di compressione delle informazioni che consentono di ridurre drasticamente lo spazio occupato da immagini e di ridurre il tempo di trasmissione Compressione dei dati digitali in generale: vengono eliminati gli elementi ripetitivi di un file Le più famose tecniche di compressione di immagini: GIF: CompuServe Graphic Interface JPEG: Joint Photographic Experts Group I file di immagine che usano queste codifiche riportano rispettivamente le estensioni.gif e.jpg (si parla di formato gif o jpg) 11

12 Formati di compressione Codec (compression/decompression): programmi che utilizzano una certa tecnica per comprimere l informazione prima di memorizzarla e per decomprimerla prima di visualizzarla GIF e JPEG sono due tecniche di compressione con filosofie diverse -> si può scegliere se usare l una o l altra a seconda delle caratteristiche dell immagine che si ha in partenza Formati di compressione: gif Il formato GIF riduce l occupazione su disco di un immagine limitando il numero di colori che compaiono in essa -> vengono scelti quelli più frequenti, alcune sfumature vengono perse e sostituite dalle sfumature più vicine fra quelle mantenute Naturalmente più si limita il numero di colori più l immagine sarà piccola; il numero può andare da un minimo di 2 ad un massimo di 256. L insieme dei colori utilizzati viene salvato insieme all immagine come palette di colori. il formato GIF è adatto ad immagini geometriche, possibilmente con un numero di colori non elevato 12

13 Formati di compressione: jpg Il formato JPEG riduce l occupazione su disco di un immagine diminuendo la qualità di visualizzazione -> consente di usare tutta la gamma RGB. Mentre il formato GIF è adatto ad immagini geometriche, possibilmente con un numero di colori non elevato, il formato JPEG è adatto ad immagini di tipo fotografico, dove la perdita di qualità si nota di meno, o in generale ad immagini dove un limite sul numero di colori produrrebbe differenze troppo significative Formati di compressione: jpg Se la compressione JPEG è alta si perde molto in termini di qualità dell'immagine, ma si riesce a diminuire di molto la dimensione del file. Se la compressione è bassa, le dimensioni aumentano. Spetta all utente trovare il giusto compromesso tra qualità e dimensione, utilizzando programmi di fotoritocco o visualizzazione come p.e. Photoshop o Fireworks 13

14 Formati di compressione e perdita di informazione In generale si possono classificare i formati di compressione di dati (immagini grafiche, suoni, video) usando come parametro la loro reversibilità. Lossless: una tecnica di compressione che permette di ricostruire esattamente i dati originari, ovvero per cui esiste un algoritmo di decompressione che mi consente di riottenere l informazione di partenza (es. un immagine esattamente uguale pixel per pixel all'originale com'era prima che venisse compresso), viene normalmente definita lossless: senza perdita di informazione -> es. GIF Lossy: una tecnica di compressione che non può assicurare una reversibilità assoluta, viene definito lossy, con perdita di informazione -> es. JPEG Palette: tavolozze dei colori In molti casi non abbiamo bisogno di 16 milioni di colori contemporaneamente -> se però uso la codifica RGB normale l immagine occupa lo stesso un sacco di spazio Idea: si può usare un sottoinsieme di colori (tavolozza) Si considera solo la tavolozza di colori (codificati in RGB) per la codifica dell immagine 14

15 Palette: tavolozze dei colori Ad esempio sono comuni palette a 256 colori, ossia con profondità di immagine a 8 bit (nella figura vedete la palette dei cosiddetti colori web safe) La palette viene memorizzata insieme al resto dei dati relativi all immagine palette dei colori web safe Codifica di immagine con Palette: esempio Dati: palette a 256 colori, ossia con profondità di immagine a 8 bit Immagine di prima con risoluzione La codifica richiede: bit ( byte) = 8 ( ) per l immagine byte = per la palette Totale: byte Usando la codifica RGB senza palette avevamo calcolato che avrei 24 ( ) = bit ( byte) 15

16 Esempio Supponiamo di avere un immagine a 4 colori -> profondità 2; rappresentiamo l'immagine usando una codifica RGB con palette a 4 colori indice del colore nella palette 3 2 Esempio Dimensione: 6 2 (dimensione profondità) + (24 4) (palette: codifica RGB per i 4 colori)= 108 BIT indice del colore nella palette 3 2 Codifica RGB senza palette: 6 24 (per ogni pixel 24 bit relativi alla codifica del colore)= 144 BIT 16

17 Grafica vettoriale Un oggetto grafico bitmap è memorizzato semplicemente come una griglia di pixel a ciascuno dei quali è associato un colore. Una volta disegnata una linea, essa non è più una linea ma solo un insieme di pixel sullo schermo, pertanto non è più possibile modificarne le coordinate. Le manipolazioni che si possono fare su un oggetto bitmap si basano sul concetto di pixel -> colorare differentemente i pixel Photoshop è un programma specializzato nella manipolazione di bitmap Esiste un altro tipo di approccio alla rappresentazione delle immagini -> grafica vettoriale Grafica vettoriale Un oggetto vettoriale è costituito da una sequenza di segmenti, che vengono memorizzati registrando le coordinate delle estremità di ciascun segmento. Tali segmenti possono essere dritti o curvi, e possono essere uniti a formare una linea spezzata, aperta o chiusa. Un oggetto vettoriale ha inoltre degli attributi, come ad esempio il colore e lo spessore della linea, il riempimento se si tratta di una figura chiusa (ad es. un rettangolo), etc. Gli attributi sono memorizzati separatamente dalle coordinate, per cui una volta creato l oggetto è possibile modificare le coordinate La grafica vettoriale è molto usata dai grafici professionisti, e esistono molti altri prodotti che la utilizzano (ad es. CorelDraw, Macromedia Fireworks). 17

18 Grafica vettoriale Grafica vettoriale Un programma che gestisce grafica vettoriale dovrà prima leggere le coordinate e le informazioni sugli attributi, poi riprodurre pixel per pixel le curve Meno occupazione di memoria Zoom senza perdita di qualità ma Più elaborazione per la riproduzione 18

19 Sommario Rappresentazione delle immagini Rappresentazione dei suoni Rappresentazione dei video Codifica dei suoni Anche i suoni possono essere rappresentati in forma digitale Dal punto di vista fisico un suono è un'alterazione della pressione dell'aria che, quando rilevata dall'orecchio umano, viene trasformata in un particolare stimolo al cervello La durata, l'intensità e la variazione nel tempo della pressione dell'aria sono le quantità fisiche che rendono un suono diverso da ogni altro 19

20 Codifica dei suoni Un suono può essere rappresentato mediante un onda che descrive la variazione della pressione dell'aria nel tempo -> onda sonora Sull'asse delle ascisse viene rappresentato il tempo e sull'asse delle ordinate viene rappresentata la pressione corrispondente al suono stesso. Codifica dei suoni Come nel caso delle immagini avevo bisogno di una tecnica di discretizzazione, analogamente nel caso dei suoni ho bisogno di una tecnica che mi permetta di passare dalla rappresentazione fisica continua dell onda sonora a una rappresentazione digitale discreta Intuitivamente: sarebbe difficile e inefficiente memorizzare l informazione completa sull onda -> come nel caso delle immagini devo perdere in qualità dell informazione per avere una rappresentazione digitale 20

21 Codifica dei suoni La conversione di un segnale continuo in una successione di numeri viene eseguita con due successive operazioni elementari: 1. Campionamenti sull onda: si preleva una successione di campioni a intervalli costanti di tempo (in altre parole: si misura il valore dell onda a intervalli di tempo costante) 2. Quantizzazione e codifica: ogni campione viene quantizzato ossia convertito in un numero; la sequenza dei valori numerici ottenuta dai campioni può essere facilmente codificata in forma digitale-> associo una configurazione di bit a ogni campione Codifica dei suoni Quanto più frequentemente il valore di intensità dell'onda viene campionato, tanto più precisa sarà la rappresentazione dell'onda Teoria dei segnali: il segnale può essere riprodotto perfettamente sulla base dei valori campione a certe condizioni sulla frequenza di campionamento = n. di campioni al secondo, misurabile in Herz; (intuitivamente: campionamento abbastanza frequente) Osservazione: Un errore viene comunque introdotto quando si converte il valore analogico di un campione in un numero con un numero limitato di cifre -> la codifica digitale introduce sempre una perdita di qualità 21

22 Codifica dei suoni Esempio di un CD musicale: si mescolano due registrazioni (stereofonia= 2 sorgenti di audio); campioni al secondo per ogni registrazione; 16 bit per memorizzare l informazione su ogni campione. Quindi servono: campioni 16 bit 2 = bit per ogni secondo di registrazione. Osservazione Per calcolare lo spazio occupato da un file di testo, da un immagine, da un file audio, la tecnica è sempre la stessa Si trova lo spazio (bit) occupato da ogni unità elementare costituente il file (un carattere per il testo, un pixel per l immagine, un campione per il file audio) Si trova il numero di unità elementari che costituiscono il file (il numero di caratteri per il testo, il numero di pixel per l immagine -sfruttando la risoluzione, il numero di campioni per il file audio - sfruttando la frequenza di campionamento) Si moltiplicano queste due quantità 22

23 Formati audio formato non compresso WAVE ->.wav MPEG3 (mp3): il formato compresso con perdita di informazioni ->.mp3 formato specializzato per la compressione e la trasmissione di file audio digitali. garantisce una fedeltà molto alta (praticamente indistinguibile dal suono non compresso) Efficienza e grande diffusione: la dimensione del file ottenuto è molto inferiore di quella originale (anche un un decimo o meno), permette di trasmettere file audio anche con connessioni via modem telefonico di 56 kb per secondo MP3 streaming MP3 streaming: compressione dell audio da parte della sorgente audio (per esempio una radio su web) Il dato audio compresso viene trasmesso a un destinatario (per es. il mio PC) Il mio PC possiede il programma codec per la decodifica del dato e io sento il suono real time (man mano che viene trasmesso alla radio) Requisiti: macchina potente, connessioni veloci 23

24 Sommario Rappresentazione delle immagini Rappresentazione dei suoni Rappresentazione dei video Codifica di filmati video Filmato = sequenza di immagini statiche (detti fotogrammi o frame) che, in sequenza veloce, danno la sensazione del movimento. La velocità di riproduzione dei fotogrammi è detta frame rate = velocità per fotogramma. Per rendere la sensazione del movimento, occorrono almeno 24 fotogrammi per ogni secondo -> 24 fps. Fotogrammi: istantanee successive di una scena. Sequenza veloce di fotogrammi che dà la sensazione del movimento. 24

25 Codifica di filmati video Cosa codifico in digitale: dati audio + dati video (sincronizzazione) Sarebbe altamente inefficiente codificare completamente ogni frame Codifica differenziale (compressione): Alcuni frame chiave vengono codificati interamente, altri solo nelle parti che differiscono da quelle adiacenti Esempio del presentatore di un telegiornale Standard di compressione differenziale più importante: MPEG Codifica di filmati video: MPEG MPEG (Movie Picture Experts Group) Estensioni che indicano questo tipo di file:.mpg Opera una compressione sia spaziale (all interno del singolo fotogramma) sia temporale (sfrutta componenti comuni fra fotogrammi successivi per effettuare compressioni su un intera scena) Esistono 3 diversi standard appartenenti a questo gruppo: MPEG-1, MPEG-2, M-PEG4 Esempio: i DVD usano una variazione dello standard MPEG-2 per comprimere dati audio-video 25

26 Codifica di filmati video: altri formati Quicktime (Apple) Avi (Microsoft) Real Video: molto usato in applicazioni di streaming video per la fruizione in tempo reale di un video-> i pacchetti audio-video che rappresentano un filmato vengono trasmessi continuamente l uno dopo l altro e vengono visualizzati man mano che arrivano nell ordine; poi vengono buttati via streaming video versus classico download, dove è necessario attendere lo scaricamento completo di un file prima di poter vedere il video Cosa posso memorizzare in 1MB? 8 milioni di bit (~1MB) 26

27 Informazione e codifica Indipendentemente dall informazione di partenza si ottiene sempre una sequenza di bit! codifica informazione decodifica 27

La rappresentazione dell informazione. La codifica dei dati multimediali. Sommario

La rappresentazione dell informazione. La codifica dei dati multimediali. Sommario La rappresentazione dell informazione Su questa parte vi fornirò dispense Sui testi di approfondimento: leggere dal Cap. 2 del testo C (Console, Ribaudo): 2.3, 2.4 Parte II La codifica dei dati multimediali

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione binaria - operazioni. riporti

Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione binaria - operazioni. riporti Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione binaria - operazioni A queste rappresentazioni si possono applicare le operazioni aritmetiche: riporti 1 1 0 + 1 0 = 1 0 0 24 Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini Analogamente possiamo codificare le immagini a colori. In questo caso si tratta di individuare un certo numero di sfumature, gradazioni di colore differenti e di codificare ognuna mediante un'opportuna

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini Lettere e numeri non costituiscono le uniche informazioni utilizzate dagli elaboratori ma si stanno diffondendo sempre di più applicazioni che utilizzano ed elaborano anche altri tipi di informazione:

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica Cosa abbiamo visto : Rappresentazione binaria Codifica dei numeri (interi positivi, interi con segno, razionali.) Cosa vedremo oggi: Codifica dei caratteri,codifica delle immagini,compressione

Dettagli

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni La codifica delle Immagini Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni Lettere e numeri non costituiscono le uniche informazioni utilizzate dagli elaboratori, infatti

Dettagli

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com Codifica di immagini Codifica di immagini o Un immagine è un insieme continuo di informazioni A differenza delle cifre e dei caratteri alfanumerici, per le immagini non esiste un'unità minima di riferimento

Dettagli

Marta Capiluppi marta.capiluppi@univr.it Dipartimento di Informatica Università di Verona

Marta Capiluppi marta.capiluppi@univr.it Dipartimento di Informatica Università di Verona Marta Capiluppi marta.capiluppi@univr.it Dipartimento di Informatica Università di Verona Classificazione delle immagini Le immagini si suddividono in raster e vettoriali. Le immagini raster sono di tipo

Dettagli

Codifica delle Informazioni

Codifica delle Informazioni Codifica delle Informazioni Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Panoramica Le informazioni gestite dai sistemi di elaborazione devono essere codificate

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini Analogamente possiamo codificare le immagini a colori. In questo caso si tratta di individuare un certo numero di sfumature, gradazioni di colore differenti e di codificare ognuna mediante un'opportuna

Dettagli

Come si misura la memoria di un calcolatore?

Come si misura la memoria di un calcolatore? Come si misura la memoria di un calcolatore? Definizione Il byte è definito come unità di misura di memoria. I multipli del byte sono: KiloByte (KB) - 1 KB = 2 10 byte = 1024 byte MegaByte (MB) - 1 MB

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica dell informazione Il calcolatore memorizza ed elabora vari tipi di informazioni Numeri, testi, immagini, suoni Occorre rappresentare tale informazione in formato facilmente manipolabile dall elaboratore

Dettagli

Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale

Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Codifica binaria dell Informazione Bit Byte Kilobyte Megabyte Gigabyte 0/1 (si/no) 00010010 (8 bit) 2 10 = 1024 byte 2 20 ~ 1.000.000 byte 2 30 ~

Dettagli

Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni

Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni Info Sito del corso: http://home.dei.polimi.it/amigoni/informaticab.html Nicola Basilico, nicola.basilico@gmail.com Problema Abbiamo informazioni

Dettagli

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano Immagini digitali LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

I formati dei file immagine

I formati dei file immagine I formati dei file immagine Le immagini vettoriali Le immagini vettoriali sono caratterizzate da linee e curve definite da entità matematiche chiamate vettori I vettori sono segmenti definti da un punto

Dettagli

Premessa. Per questo tutte le informazioni nel computer debbono essere (e sono) rappresentate in binario.

Premessa. Per questo tutte le informazioni nel computer debbono essere (e sono) rappresentate in binario. Rappresentazione delle Informazioni in un Sistema di Elaborazione Prof. Claudio Maccherani Premessa Il computer, come è noto, è basato sulla logica binaria: tutto al suo interno viene rappresentato in

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Codifica dell informazione (parte 4) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente:

Dettagli

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14 Componenti multimediali per il Web Modulo 14 Obiettivi Valutare e usare strumenti di utilità e produzione grafica anche animata per inserire e modificare componenti multimediali (immagini, immagini animate,

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Codifica dell informazione (parte 4) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente:

Dettagli

C M A P M IONAM A E M NT N O

C M A P M IONAM A E M NT N O IMMAGINE DIGITALE Nelle immagini digitali, il contenuto fotografico (radiometria) viene registrato sotto forma di numeri. Si giunge a tale rappresentazione (RASTER) suddividendo l immagine fotografica

Dettagli

Rappresentazione delle Immagini

Rappresentazione delle Immagini Rappresentazione delle Immagini Metodi di rappresentazione Raster: Informazione grafica rappresentata come matrice di pixel Vettoriale: Informazione grafica rappresentata da relazioni matematiche (funzioni

Dettagli

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd Esistono due tipi di immagini digitali: Immagini vettoriali, rappresentate come funzioni vettoriali che descrivono curve e poligoni Immagini bitmap, (o raster) rappresentate sul supporto digitale come

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in termini numerici.

Dettagli

Rappresentazione delle immagini

Rappresentazione delle immagini Rappresentazione delle immagini Le immagini sono informazioni continue in tre dimensioni: due spaziali ed una colorimetrica. Per codificarle occorre operare tre discretizzazioni. Due discretizzazioni spaziali

Dettagli

Il sistema di numerazione posizionale decimale INFORMATICA DI BASE. Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale

Il sistema di numerazione posizionale decimale INFORMATICA DI BASE. Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale INFORMATICA DI BASE Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Prof. Sebastiano Battiato Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Catania e-mail : {battiato}@dmi.unict.it Il sistema

Dettagli

Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) Rappresentazione caratteri Rappresentazioni immagini Rappresentazione suoni

Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) Rappresentazione caratteri Rappresentazioni immagini Rappresentazione suoni 2009-200 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) 3 Rappresentazione caratteri Rappresentazioni immagini Rappresentazione suoni Lez. 3 Calcolatore e Informazione Tutti i

Dettagli

La rappresentazione delle informazioni

La rappresentazione delle informazioni La rappresentazione delle informazioni In queste pagine cercheremo di capire come sia possibile rappresentare mediante numeri e memorizzare in un file testi, immagini, video, suoni Il computer per lavorare

Dettagli

wave a 44,1 khz, 16 bit, PCM, stereo (standard cd audio) L utilizzo di una risoluzione dipende anche dal supporto che la dovrà ospitare.

wave a 44,1 khz, 16 bit, PCM, stereo (standard cd audio) L utilizzo di una risoluzione dipende anche dal supporto che la dovrà ospitare. Il Suono Digitale Capitolo 3 - Formati e standard digitali dei file audio Il formato Wave, Wave 64, AIFF pag 1 Il Transfert Rate pag 4 Il formato mp3 pag 5 Il trasferimento di file tramite Internet pag

Dettagli

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali.

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali. 1 Le immagini digitali Le immagini digitali Università IUAV di venezia Trattamento di immagini digitali immagini grafiche immagini raster immagini vettoriali acquisizione trattamento geometrico trattamento

Dettagli

Lezione 8: La rappresentazione dell informazione Multimediale Suoni e Video Venerdi 6 Novembre 2009

Lezione 8: La rappresentazione dell informazione Multimediale Suoni e Video Venerdi 6 Novembre 2009 Università di Salerno Corso di FONDAMENTI DI INFORMATICA Corso di Laurea Ingegneria Meccanica & Ingegneria Gestionale Mat. Pari Docente : Ing. Secondulfo Giovanni Anno Accademico 2009-2010 Lezione 8: La

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Compressione delle immagini 2 Tecniche di compressione Esistono tecniche di compressione per

Dettagli

Perché la traduzione in formato numerico è tanto importante? Come avviene la conversione? Perchè vogliamo convertire l'informazione?

Perché la traduzione in formato numerico è tanto importante? Come avviene la conversione? Perchè vogliamo convertire l'informazione? IL MONDO DIGITALE La rivoluzione digitale Sistema Le immagini diventano numeri Dal testo ai numeri e viceversa E i suoni? Anche il video diventa digitale La rivoluzione digitale Musica digitale, cinema

Dettagli

IMMAGINE BITMAP E VETTORIALI

IMMAGINE BITMAP E VETTORIALI BITMAP VETTORIALE VETTORIALE BITMAP IMMAGINE BITMAP è una immagine costituita da una matrice di Pixel. PIXEL (picture element) indica ciascuno degli elementi puntiformi che compongono la rappresentazione

Dettagli

Lezione 2: Codifica binaria dell informazione. Codifica binaria

Lezione 2: Codifica binaria dell informazione. Codifica binaria Lezione 2: Codifica binaria dell informazione Codifica binaria Elaborazione di dati binari Materiale didattico Lucidi delle lezioni, disponibili al sito: http://wwwinfo.deis.unical.it/~irina Oppure sul

Dettagli

1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini

1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini 1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini Bibliografia Curtin, 4.7 e 4.9 (vecchie edizioni) Curtin, 3.7 e 3.9 (nuova edizione) CR pag. 14-18 Questi lucidi La codifica delle immagini: Pixel Un immagine

Dettagli

Codifica delle immagini

Codifica delle immagini Codifica delle immagini Abbiamo visto come la codifica di testi sia (relativamente) semplice Un testo è una sequenza di simboli Ogni simbolo è codificato con un numero Ed ecco che il testo è trasformato

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea in Scienze dell'educazione, 2014-15 Lorenzo Bettini http://www.di.unito.it/~bettini Informazioni generali Ricevimento studenti su appuntamento Dipartimento di

Dettagli

Rappresentazione dell informazione. Bogdan Maris (2014-2015)

Rappresentazione dell informazione. Bogdan Maris (2014-2015) Rappresentazione dell informazione 1 Rappresentare l informazione Per elaborare l informazione è necessario saperla rappresentare in una forma comprensibile per l esecutore Bisogna stabilire un codice

Dettagli

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Sommario Scenario Web Nozioni di grafica on-line Principali programmi di grafica web Realizzazione di banner e layout per il web 2 Risorse online Sito

Dettagli

Dal foglio di carta alla multimedialità

Dal foglio di carta alla multimedialità Dal foglio di carta alla multimedialità Multimediale Che utilizza più mezzi di comunicazione. Nell'ambito delle tecnologie educative significa utilizzare più mezzi didattici integrati. IPERTESTO E IPERMEDIA

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 A2 Elaborazione grafica in 2D 1 Prerequisiti Utilizzo elementare di applicazioni grafiche Conoscenza elementare di dispositivi grafici Elementi di numerazione binaria 2 1

Dettagli

Le immagini digitali: introduzione

Le immagini digitali: introduzione Le immagini digitali: introduzione 1 L immagine digitale Un immagine pittorica è compsta da milioni di pigmenti colorati molto piccoli che, messi vicino l uno all altro, danno l impressione dei vari oggetti.

Dettagli

Publishing & Editing Immagini

Publishing & Editing Immagini Publishing & Editing Immagini Un'immagine digitale è la rappresentazione numerica di una immagine bidimensionale. La rappresentazione può essere di tipo vettoriale oppure raster (altrimenti detta bitmap);

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini La codifica delle immagini Grafica vettoriale: descrizione di elementi geometrici primitivi, i quali vengono specificati individualmente. Non si descrivono i pixel singolarmente. si definiscono le curve

Dettagli

Rappresentazione binaria dei numeri negativi

Rappresentazione binaria dei numeri negativi Introduzione all Informatica 1 Conversione decimale binario (continuazione) La conversione di un numero decimale (es. 112) in binario si effettua tramite l algoritmo della divisione, dividendo successivamente

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI asdf LA CODIFICA DELLE IMMAGINI 3 March 2012 Premessa L'articolo che segue vuole essere, senza alcuna pretesa di rigore scientifico e di precisione assoluta, in quanto non ne possiedo le competenze, una

Dettagli

Lez.8 - Multimedia. Prof. Giovanni Mettivier

Lez.8 - Multimedia. Prof. Giovanni Mettivier Lez.8 - Multimedia Prof. Giovanni Mettivier Dott. Giovanni Mettivier, PhD Dipartimento Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via Cintia, I-80126, Napoli mettivier@na.infn.it

Dettagli

CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS

CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS Maria Teresa Natale (OTEBAC) 12 aprile 2010 Introduzione Argomenti: terminologia

Dettagli

Realizzazione siti web. Le immagini

Realizzazione siti web. Le immagini Realizzazione siti web Le immagini Rappresentqazione digitale delle immagini (immagini bitmapped Si sovrappone all'immagine analogica (ad esempio una fotografia) una griglia fittissima di minuscole cellette.

Dettagli

Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Rappresentazione delle informazioni

Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Rappresentazione delle informazioni Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Anno Accademico 2008/2009 Docente: ing. Salvatore

Dettagli

ELETTRONICA DIGITALE

ELETTRONICA DIGITALE ELETTRONICA DIGITALE Ebbe praticamente inizio nel 1946 con il calcolatore elettronico chiamato ENIAC, realizzato con 18.000 valvole termoioniche, occupava 180 mq e consumava 200 kw. Ma l'idea che sta alla

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini Non sempre il contorno della figura coincide con le linee della griglia. Quella che si ottiene nella codifica è un'approssimazione della figura originaria Se riconvertiamo la stringa 0000000011110001100000100000

Dettagli

Elaborazione testi: immagini

Elaborazione testi: immagini by Studio Elfra sas Gestione Immagini Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi: immagini Il testo di un documento di Word può essere integrato con immagini di vario tipo: 2 1 Elaborazione

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 7 -

Informatica per la comunicazione - lezione 7 - Informatica per la comunicazione - lezione 7 - Campionamento La codifica dei suoni si basa sulla codifica delle onde che li producono, a sua volta basata su una procedura chiamata campionamento.! Il campionamento

Dettagli

Queste dispense sostituiscono il paragrafo 3.3 del testo Introduzione ai sistemi informatici.

Queste dispense sostituiscono il paragrafo 3.3 del testo Introduzione ai sistemi informatici. 3.3 Codifica analogica e codifica digitale Queste dispense sostituiscono il paragrafo 3.3 del testo Introduzione ai sistemi informatici. All inizio del corso è stata presentata la differenza tra segnale

Dettagli

Immagini Digitali Immagini digitali

Immagini Digitali Immagini digitali Immagini digitali Processi e metodi per la codifica e il trattamento dei formati raster e vettoriali Immagini raster Fondamenti Le immagini raster, chiamate anche pittoriche o bitmap, sono immagini in

Dettagli

Sistemi Web per il turismo - lezione 2 -

Sistemi Web per il turismo - lezione 2 - Sistemi Web per il turismo - lezione 2 - 8 Considerare il computer coma una calcolatrice sembra un po limitativo rispetto a quello che solitamente vediamo succedere sui computer intorno a noi come ad esempio

Dettagli

Giorgio Maria Di Nunzio

Giorgio Maria Di Nunzio Università degli Studi di Padova Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell Antichità Fondamenti di Informatica A.A. 2012/2013 Giorgio Maria Di Nunzio Immagini Digitali Ä Dispense aggiuntive

Dettagli

Immagini vettoriali. Immagini raster

Immagini vettoriali. Immagini raster Immagini vettoriali Le immagini vettoriali sono caratterizzate da linee e curve definite da entità matematiche chiamate vettori. I vettori sono segmenti definiti da un punto di origine, una direzione e

Dettagli

Programmazione per il Web

Programmazione per il Web Programmazione per il Web a.a. 2006/2007 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-web/prog-web0607.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Questa dispensa

Dettagli

Imaging. Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@univaq.it

Imaging. Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@univaq.it pierpaolo.vittorini@univaq.it Università degli Studi dell Aquila Dip.to di Medicina Interna, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e dell Ambiente Codifica di segnali I segnali provenienti da un apparato

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Il concetto di FILE FILE: sequenza di byte conosciuta nel computer

Dettagli

Rappresentazione delle informazioni

Rappresentazione delle informazioni Testo di rif.to: [Congiu] - 1.2 (pg. 17 22) -1.h Rappresentazione delle informazioni Testi Immagini Suoni Video Testi: : lo standard ASCII 1 American Standard Code for Information Interchange 7 bit, 2

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini La codifica delle immagini La digitalizzazione La digitalizzazione di oggetti legati a fenomeni di tipo analogico, avviene attraverso due parametri fondamentali: 1. Il numero dei campionamenti o di misurazioni

Dettagli

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOJ GRAFICA E COMUNICAZIONE LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. G. Ciaschetti DATI E INFORMAZIONI Sappiamo che il computer è una macchina stupida, capace

Dettagli

Unione Europea Repubblica Italiana Regione Calabria Cooperativa sociale

Unione Europea Repubblica Italiana Regione Calabria Cooperativa sociale INFORMATICA Lezione 1 Docente Ferrante Francesco fracco2004@alice.it Sito web: http://luis7.altervista.org Obiettivi del corso Una parte generale sull'introduzione dei concetti di base dell'informatica

Dettagli

Parte Introduttiva Video Digitali

Parte Introduttiva Video Digitali Parte Introduttiva 01 01 Video Digitali Giuseppe Pignatello Eadweard Muybridge L'uomo che fermò il tempo (1830-1904) Pioniere della fotografia in movimento Risolse il dubbio fattogli da Leland Stanford:

Dettagli

Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero

Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero 2. Approfondimento su immagini e grafica IMMAGINI l immagine digitale è una matrice bidimensionale di numeri,

Dettagli

La codifica dell informazione

La codifica dell informazione La codifica dell informazione Parte I Sui testi di approfondimento: leggere dal Cap. del testo C (Console, Ribaudo):.,. fino a pg.6 La codifica delle informazioni Un calcolatore memorizza ed elabora informazioni

Dettagli

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale !"$#%!" #% Nella prima lezione... Definizione di Informatica Cosa è una soluzione algoritmica Esempi di algoritmi cicalese@dia.unisa.it 2 Prima parte: Società dell informazione Ma cosa vuol dire società

Dettagli

Lezione 2: Immagini digitali (1)

Lezione 2: Immagini digitali (1) Lezione 2: Immagini digitali (1) Informatica e produzione Multimediale Docente: Umberto Castellani Immagini digitali Digitalizzazione o acquisizione di immagini del mondo reale (es. da una fotografia).

Dettagli

Elementi di progettazione di un sito web

Elementi di progettazione di un sito web Elementi di progettazione di un sito web Lo scopo del web designer è quello di rendere accessibile il proprio sito al maggior numero possibile di utenti, alla luce di questo è importantissimo tenere in

Dettagli

Informatica Personale. Contributi digitali per rappresentare immagini e suoni: Parte I. Dante Picca

Informatica Personale. Contributi digitali per rappresentare immagini e suoni: Parte I. Dante Picca Informatica Personale Contributi digitali per rappresentare immagini e suoni: Parte I Dante Picca 1 Premessa Nella prima parte del corso abbiamo visto che un elaboratore elettronico deve essere in grado

Dettagli

Codifica dei caratteri (ASCII)

Codifica dei caratteri (ASCII) Codifica dei caratteri (ASCII) I caratteri di un testo vengono codificati tramite sequenze di bit, utilizzando un codice di traduzione. Quello più usato è il codice ASCII (American Standard Code for Information

Dettagli

Immagini e formati grafici

Immagini e formati grafici Immagini e formati grafici Cristina Baroglio a.a. 2003/2004 Corso di Tecniche Multimediali Biologia Le immagini gestibili tramite calcolatore possono avere diverse origini: possono essere immagini reali,

Dettagli

Università degli Studi di Palermo. Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica. Informatica per la Storia dell Arte

Università degli Studi di Palermo. Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica. Informatica per la Storia dell Arte Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica Informatica per la Storia dell Arte Anno Accademico 2014/2015 Docente: ing. Salvatore Sorce La compressione

Dettagli

Le immagini digitali. formati, caratteristiche e uso. Testo e foto di Mario Ceppi

Le immagini digitali. formati, caratteristiche e uso. Testo e foto di Mario Ceppi Le immagini digitali formati, caratteristiche e uso Testo e foto di Mario Ceppi GIF Ideale per la rappresentazione di immagini sul Web come gif animate, pulsanti e intestazioni, non è invece adatto alle

Dettagli

Codifica delle immagini (parte I)

Codifica delle immagini (parte I) Codifica delle immagini (parte I) Prof. Marco Dell Oro December 11, 2013 1 Elementi della codifica Le immagini digitali sono risultato della composizione sugli schermi di una serie di elementi di colore

Dettagli

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni?

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? In questo caso la situazione sembra del tutto diversa. Il testo scritto è costruito combinando

Dettagli

Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini. University of L Aquila Dep. of Life, Health and Environmental Sciences

Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini. University of L Aquila Dep. of Life, Health and Environmental Sciences Informatica Prof. Pierpaolo Vittorini University of L Aquila Dep. of Life, Health and Environmental Sciences Pierpaolo Vittorini (UnivAQ) Informatica 1 / 22 Imaging Pierpaolo Vittorini (UnivAQ) Informatica

Dettagli

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB Psicologia e comunicazione A.A. 2013/2014 Università degli studi Milano-Bicocca docente: Diana Quarti INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB A.A. 2013/2014 docente: Diana Quarti

Dettagli

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete Universita' di Verona Dipartimento di Informatica Classificazione delle applicazioni multimediali su rete Davide Quaglia a.a. 2006/2007 1 Sommario Architettura di riferimento Classificazione per funzionalità

Dettagli

Rappresentazione dell informazione

Rappresentazione dell informazione Rappresentazione dell informazione Segnali audio Esempio: la nota LA La pressione dell aria varia in modo sinusoidale con una frequenza di 440Hz 2 1 Analisi dei segnali audio Tu. i suoni possono essere

Dettagli

Lezione 3 Prof. Angela Bonifati

Lezione 3 Prof. Angela Bonifati Lezione 3 Prof. Angela Bonifati Complemento a 2 Algebra booleana Le infrastrutture hardware Esercizi sulla codifica dei numeri Eseguire le seguenti conversioni: Da base 2 e 16 in base 10: 110 2 =???? 10

Dettagli

Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 6.1 Rappresentazione digitale dell informazione

Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 6.1 Rappresentazione digitale dell informazione Rappresentazione digitale dell informazione Introduzione Nelle scorse lezioni, abbiamo mostrato come sia possibile utilizzare stringhe di bit per rappresentare i numeri interi e frazionari, con o senza

Dettagli

Informatica grafica e Multimedialità. 4 Immagini grafiche

Informatica grafica e Multimedialità. 4 Immagini grafiche Immagini raster e vettoriali Le immagini grafiche si distinguono in due classi differenti: immagini raster e immagini vettoriali. Le immagini raster, dette anche pittoriche o pixel-oriented, dividono l

Dettagli

Informatica per la Storia dell Arte

Informatica per la Storia dell Arte Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica Informatica per la Storia dell Arte Anno Accademico 2014/2015 Docente: ing. Salvatore Sorce Rappresentazione

Dettagli

L'algebra di Boole falso vero livello logico alto livello logico basso Volts

L'algebra di Boole falso vero livello logico alto livello logico basso Volts L algebra di Boole L'algebra di Boole comprende una serie di regole per eseguire operazioni con variabili logiche. Le variabili logiche possono assumere solo due valori. I due possibili stati che possono

Dettagli

Il Concetto di Informazione FORMALIZZAZIONE DELL INFORMAZIONE. Informazione e Codifica. Informazione e Codifica. Regole. Principio di Composizione

Il Concetto di Informazione FORMALIZZAZIONE DELL INFORMAZIONE. Informazione e Codifica. Informazione e Codifica. Regole. Principio di Composizione 2 Il Concetto di Informazione FORMALIZZAZIONE DELL INFORMAZIONE Informatica per le Discipline Umanistiche Informazione e Codifica Informazione e Codifica 3 4 il numero dieci I0 10 de il numero dieci de

Dettagli

INFORMATICA. Elaborazione delle immagini digitali. Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale

INFORMATICA. Elaborazione delle immagini digitali. Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale INFORMATICA Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale A.A. 2014/2015 II ANNO II SEMESTRE 2 CFU CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE

Dettagli

TECNICHE DI COMPRESSIONE DATI

TECNICHE DI COMPRESSIONE DATI TECNICHE DI COMPRESSIONE DATI COMPRESSIONE DATI La compressione produce una rappresentazione più compatta delle informazioni è come se si usassero meno parole per dire la stessa cosa in modo diverso. Esistono

Dettagli

Lezione 8: Suono (1) Sommario. Informatica Multimediale. Docente: Umberto Castellani

Lezione 8: Suono (1) Sommario. Informatica Multimediale. Docente: Umberto Castellani Lezione 8: Suono (1) Informatica Multimediale Docente: Umberto Castellani Sommario Introduzione al suono Rappresentazione del suono Elaborazione digitale Standard MIDI Sintesi del suono Parlato (Speech)

Dettagli

Il campionamento. La digitalizzazione. Teoria e pratica. La rappresentazione digitale delle immagini. La rappresentazione digitale delle immagini

Il campionamento. La digitalizzazione. Teoria e pratica. La rappresentazione digitale delle immagini. La rappresentazione digitale delle immagini ACQUISIZIONE ED ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI Teoria e pratica La digitalizzazione La digitalizzazione di oggetti legati a fenomeni di tipo analogico, avviene attraverso due parametri fondamentali: Il numero

Dettagli

Modulo 1: Le I.C.T. UD 1.3f: La Compressione dei Dati

Modulo 1: Le I.C.T. UD 1.3f: La Compressione dei Dati Modulo 1: Le I.C.T. : La Compressione dei Dati Prof. Alberto Postiglione Corso di Informatica Generale (AA 07-08) Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Salerno Compressione

Dettagli

L informazione grafica. Le immagini digitali. Esempi. Due grandi categorie. Introduzione

L informazione grafica. Le immagini digitali. Esempi. Due grandi categorie. Introduzione 1 2 L informazione grafica Le immagini digitali grafica a caratteri grafica vettoriale Introduzione grafica raster 3 4 Due grandi categorie Esempi Immagini reali: acquisite da una scena reale mediante

Dettagli

Informatica. Rappresentazione binaria Per esempio +101010000 diventa +0.10101 10 18/10/2007. Introduzione ai sistemi informatici 1

Informatica. Rappresentazione binaria Per esempio +101010000 diventa +0.10101 10 18/10/2007. Introduzione ai sistemi informatici 1 Informatica Pietro Storniolo storniolo@csai.unipa.it http://www.pa.icar.cnr.it/storniolo/info200708 Numeri razionali Cifre più significative: : sono le cifre associate ai pesi maggiori per i numeri maggiori

Dettagli

Abilità Informatiche

Abilità Informatiche Abilità Informatiche 2 Programma del corso Introduzione L informazione digitale o Un minimo di basi teoriche o Cosa possiamo aspettarci da un computer, e cosa no Architettura degli elaboratori o Come è

Dettagli

Codifica video. Il video digitale. Sistemi Multimediali. Il video digitale. Il video digitale. Il video digitale.

Codifica video. Il video digitale. Sistemi Multimediali. Il video digitale. Il video digitale. Il video digitale. Sistemi Multimediali Codifica video La definizione di video digitale corrisponde alla codifica numerica di un segnale video. Esso eredita numerosissimi concetti dal video analogico, e li trasporta in digitale.

Dettagli