I contratti di finanziamento: Credito al consumo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I contratti di finanziamento: Credito al consumo"

Transcript

1 I contratti di finanziamento: Credito al consumo Definizioni e struttura del rapporto pagina 1

2 Aspetti definitori Per credito al consumo si intende il credito per l acquisto di beni e servizi (credito finalizzato) ovvero per soddisfare esigenze di natura personale concesso ad una persona fisica (consumatore). Può assumere la forma di: Di dilazione del pagamento del prezzo dei beni e servizi acquistati di prestito o altra analoga facilitazione finanziaria pagina 2

3 Aspetti definitori (2) Non costituisce credito al consumo il prestito concesso per esigenze di carattere professionale del consumatore Il credito al consumo è dunque quel contratto in base al quale si concede un credito sotto forma di dilazione di pagamento, di finanziamento o di altra analoga facilitazione finanziaria, ad una persona fisica che agisce per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta (consumatore) Il consumatore si obbliga: a) nel caso di dilazione di pagamento, a corrispondere il prezzo al venditore di beni o servizi alle date convenute; b) nel caso di concessione di un prestito, a restituire l importo concesso (capitale erogato) e a pagare gli interessi calcolati sulla base di un parametro finanziario (tasso di interesse). pagina 3

4 Il merito creditizio Il finanziatore è tenuto a valutare il c.d. merito creditizio (obbiettivo credito responsabile) Il credit scoring è un sistema usato dalle banche e dagli intermediari finanziari per valutare la solvibilità del consumatore. Il sistema combina tra loro una serie di informazioni (solvibilità, caratteristiche del finanziamento, bene finanziato, esposizione debitoria) al fine di pervenire ad un punteggio di accettazione (da parte del soggetto finanziatore) circa il rischio di credito del richiedente in un determinato arco di tempo. In funzione del punteggio, l'intermediario accetta o rifiuta il finanziamento, ne determinare l entità ed il tasso di interesse applicato. pagina 4

5 La fase di rimborso Il rimborso avviene nel tempo Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) è un indice del costo complessivo del contratto di credito al consumo. Attraverso versamenti periodici (le rate), il cui pagamento è di regola mensile. Il consumatore cui è stato concesso il prestito è inoltre tenuto a pagare le spese necessarie per la conclusione del contratto. pagina 5

6 La fase di rimborso (2) Il mancato rispetto delle scadenze previste per le rate determina a carico del consumatore maggiori oneri per l applicazione di interessi di mora, la cui misura deve essere indicata nella documentazione precontrattuale e nel contratto. In base alle regole generali in materia di contratti, la banca e gli intermediari finanziari possono chiedere in tal caso la risoluzione del contratto, con ciò richiedendo l immediato rientro dall esposizione maturata pagina 6

7 La fase di rimborso (3) Per i soli contratti di credito al consumo in cui sia stato concesso un diritto reale di garanzia (a favore della banca o dell intermediario finanziario) sul bene acquistato dal consumatore con il finanziamento Il mancato pagamento di una sola rata, che non superi l ottava parte del prezzo, non dà luogo alla risoluzione del contratto e il consumatore conserva il diritto di pagare le somme dovute alle scadenze prestabilite. pagina 7

8 I contratti di finanziamento: Credito al consumo Fonti normative e disciplina del rapporto pagina 8

9 Fonti normative La prima disciplina del credito al consumo è stata introdotta nell ordinamento nazionale a seguito del recepimento della Direttiva 87/102/Cee. Obiettivo del legislatore comunitario era quello di rimuovere le principali differenze normative esistenti all interno dei vari Stati membri, predisponendo un sistema di tutela minimo che i singoli Stati avrebbero dovuto adottare. E ciò in un ottica di armonizzazione delle azioni a tutela dei consumatori che accedevano al credito pagina 9

10 Fonti normative (2) Il legislatore nazionale diede quindi attuazione alla Direttiva 87/102/Cee mediante gli artt della legge 19 febbraio 1992, n. 142 (Legge Comunitaria per il 1991), disposizioni successivamente abrogate e riprodotte all interno del Titolo VI, Capo II e III, del TUB (d.lgs. 1 settembre 1993, n. 385); nonché quella delle clausole vessatorie nei contratti stipulati con i consumatori (artt del Cod.del Cons. che sostituiscono gli artt.1469 bis e ss.c.c. introdotti dalla L.52/1996, ha rafforzato la tutela dei clienti delle banche quando agiscono quali consumatori pagina 10

11 Fonti normative (3) Proprio con l introduzione del Codice del Consumo (d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206) parte dell art. 125 TUB fu trasposta, senza modifiche, nell art. 42 del Codice stesso Tale disciplina ha recentemente subito radicali modifiche a seguito della nuova Direttiva 08/48/Ce, attuata dal legislatore nazionale con il d.lgs. 13 agosto 2010, n pagina 11

12 Fonti normative (4) La disciplina del credito al consumo è ora contenuta negli artt T.U.B., e si affianca a quella delle clausole vessatorie nei contratti stipulati con i consumatori (artt del Cod.del Cons. che sostituiscono gli artt.1469 bis e ss. C.C. introdotti dalla L.52/1996) così rafforzando significativamente la tutela dei clienti delle banche quando agiscono quali consumatori ossia per scopi estranei all attività professionale/imprenditoriale svolta Gli artt.1469 ss. c.c. operano sul piano dell equilibrio contrattuale e sulla predisposizione delle azioni di tutela anche collettiva (sexies) Le norme del T.U.B. operano sul piano della disciplina del rapporto e sugli obblighi informativi non trascurando l apparato sanzionatorio (nullità di protezione) pagina 12

13 Esclusioni per le regole sul credito al consumo Le regole sul credito al consumo non si applicano Finanziamenti destinati all acquisto, alla conservazione di un diritto di proprietà su un terreno o su un immobile edificato o da edificare ovvero all esecuzione di opere di restauro o di miglioramento contratti di locazione purché non prevedano che il diritto di proprietà possa trasferirsi al locatario finanziamenti senza remunerazione in interessi o altri oneri, salvo il rimborso delle spesevivesostenuteedocumentate finanziamenti rimborsabili in un unica soluzione alla scadenza entro diciotto mesi, con il solo eventuale addebito di oneri, contrattualmente previsti, non calcolabili in forma di interessi; crediti di importo inferiore ad euro 155 e superiore ad euro pagina 13

14 Disciplina del rapporto Al di fuori delle ipotesi di inapplicabilità della disciplina, le norme contenute negli artt T.U.B. declinano una serie di regole che formano presidio delle istanze di tutela dei consumatori che si accedono al credito Tali contratti devono essere perfezionati per iscritto e il consumatore deve ricevere un esemplare del contratto, pena la nullità del contratto stesso (art. 117, commi 1 e 3, del Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, applicabile a tutte le operazioni di credito al consumo in forza del richiamo effettuato dall art. 124 del Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia medesimo). pagina 14

15 (segue) Contenuti del contratto Quanto ai contenuti Il contratto deve contenere quanto meno i seguenti elementi: a) ammontare e modalità del finanziamento; b) numero, importo e scadenza delle rate; c) TAEG ed eventuali modalità della sua modifica; d) oneri non compresi nel TAEG; e) garanzie richieste; f) assicurazioni richieste e non incluse nel TAEG. pagina 15

16 TAEG Tasso effettivo globale annuo (TAEG) È lo strumento principale di trasparenza nei contratti di credito ai consumatori. E' un indice armonizzato a livello comunitario che nelle operazioni di credito al consumo rappresenta il costo totale del credito a carico del consumatore, comprensivo degli interessi e di tutti gli altri oneri da sostenere per l'utilizzazione del credito stesso. Il TAEG è espresso in percentuale del credito concesso e su base annua. pagina 16

17 TAEG (2) Il T.A.E.G. si differenzia dal T.E.G.M. che indica il valore medio del tasso effettivamente applicato dal sistema bancario e finanziario a categorie omogenee di operazioni creditizie (ad esempio: aperture di credito in c/c, crediti personali, leasing, factoring, mutui, ecc.) nel secondo trimestre precedente. Tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all'erogazione del credito. Il tasso effettivo globale medio risultante dall'ultima rilevazione e relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso, aumentato della metà, determina la soglia oltre la quale gli interessi sono sempre usurari sulla base della legge n. 108/96. pagina 17

18 TAEG (3) Il T.A.E.G. si differenzia dal T.E.G. chefornisceelementiutiliadaccertareselecondizionidicosto (spese, interessi e oneri di varia natura) delle operazioni creditizie praticate dalle banche e dagli intermediari finanziari presentano carattere usurario. Le operazioni creditizie sono a tal fine ripartite in categorie omogenee (le categorie di crediti al consumo crediti finalizzati, crediti a rotazione o revolving, prestiti personali, la cessione del quinto dello stipendio e anche altre categorie di rapporti creditizi), e, all interno delle singole categorie omogenee, suddivise per classi di importo. E anche importanterilevarechementreiltaegriguardalesoleoperazionidi finanziamento concluse con i consumatori, il TEG si applica anche ai rapporti creditizi in essere con le imprese. pagina 18

19 La disciplina del rapporto (segue contenuti obbligatori del contratto) I contratti di credito al consumo che abbiano a oggetto l acquisto di determinati beni o servizi contengono inoltre: a) la descrizione analitica deibeniedeiservizi;b) l indicazione del prezzo di acquisto in contanti, del prezzo stabilito dal contratto, l ammontare dell eventuale acconto; c) le condizioni per il trasferimento del diritto di proprietà, nei casi in cui questo non sia immediato. Inoltre è previsto che: a) nessuna somma possa essere pretesa se non sulla base di espresse previsioni contrattuali; b) le clausole di rinvio agli usi sono nulle; c) in caso di assenza o nullità delle clausole concernenti il TAEG o la scadenza del credito, si applicano, rispettivamente, il tasso minimo dei buoni del tesoro annuali nei dodici mesi precedenti la conclusione del contratto e la durata di trenta mesi. pagina 19

20 Diritto di recesso Il consumatore può recedere dal contratto di credito entro Quattordici giorni; il termine decorre dalla conclusione del contratto o, se successivo, dal momento in cui il consumatore riceve tutte le condizioni e le informazioni previste dalla normativa di settore. pagina 20

21 I contratti di finanziamento: Credito al consumo Contratti collegati ed inadempimento del fornitore pagina 21

22 Contratti collegati E'inoltre dettata una disciplina specifica per ic.d. contratti collegati contratto di credito finalizzato esclusivamente a finanziare la fornitura di un bene o la prestazione di servizi specifici se ricorre almeno una delle seguenti condizioni: il finanziatore si avvale del fornitore del bene o del prestatore del servizio per promuovere concludere il contratto di credito; il bene o il servizio specifici sono esplicitamente individuati nel contratto di credito al consumo stipulato allo scopo di accedere alla fornitura pagina 22

23 Contratti collegati (2) Ai sensi dell'art. 125 quniques del T.U.B. (inadempimento del fornitore) In caso di inadempimento da parte del fornitore dei beni o dei servizi il consumatore, dopo aver inutilmente effettuato la costituzione in mora del fornitore, ha diritto alla risoluzione del contratto di credito, se con riferimento al contratto di fornitura di beni o servizi ricorrono le condizioni di cui all articolo 1455 del codice civile (inadempimento di non scarsa importanza). La risoluzione del contratto di credito comporta l obbligo del finanziatore di rimborsare al consumatore le rate già pagate, nonché ogni altro onere eventualmente applicato. La risoluzione non comporta l obbligo del consumatore di rimborsare al finanziatore l importo che sia stato già versato al fornitore dei beni o dei servizi. Il finanziatore ha il diritto di ripetere detto importo nei confronti del fornitore stesso. pagina 23

24 Contratti collegati (3) La ratio della disciplina è quella di fornire al consumatore degli strumenti utili al fine di sciogliere il vincolo che lo legherebbe contrattualmente al finanziatore nelle ipotesi di inadempimento del fornitore In sostanza viene responsabilizzato il fornitore che è tenuto ripetere al finanziatore quanto nel frattempo versato dal consumatore in virtù del contratto pagina 24

CONTRATTI DI CREDITO AL CONSUMO. Daniela Rossi

CONTRATTI DI CREDITO AL CONSUMO. Daniela Rossi CONTRATTI DI CREDITO AL CONSUMO Daniela Rossi Che cosa è il contatto di credito al consumo E quel contratto con cui un finanziatore concede o si impegna a concedere ad un consumatore un credito sotto forma

Dettagli

IL TAEG E IL TEG: ANALOGIE E DIFFERENZE.

IL TAEG E IL TEG: ANALOGIE E DIFFERENZE. IL TAEG E IL TEG: ANALOGIE E DIFFERENZE. Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) viene impiegato come tasso di riferimento per le operazioni di credito al consumo, mentre il TEG (Tasso Effettivo Globale)

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli

1. Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito

1. Identità e contatti del finanziatore. 2. Caratteristiche principali del prodotto di credito 1. Identità e contatti del finanziatore Finanziatore Igea Banca S.p.A.. Indirizzo Sede legale: Via Paisiello, 38 00198 Roma (CT) Telefono 095 7724145 Email segreteria@igeabanca.it Fax 095 7724145 Sito

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING)

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Commercio e Finanza spa Leasing e Factoring. Sede Legale ed Amministrativa: Napoli, Via F.Crispi

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. A LLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. A LLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

LUCA PAGLIOTTA Dottore Commercialista Revisore dei conti. Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e

LUCA PAGLIOTTA Dottore Commercialista Revisore dei conti. Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e 1. Introduzione Dopo aver descritto, nel nostro precedente intervento, il funzionamento giuridico e contabile del rapporto di conto corrente, dedichiamo il presente al tema della pattuizione del tasso

Dettagli

Modifiche alla disciplina del Credito al Consumo

Modifiche alla disciplina del Credito al Consumo Modifiche alla disciplina del Credito al Consumo 1 Premessa Le modifiche in materia di Credito al Consumo sono volte: ad ampliare l ambito di applicazione della disciplina contenuta nel Testo Unico Bancario

Dettagli

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA L AVVISO RIGUARDA LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS.385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO T.U.B.) E DALLE ISTRUZIONI

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 21 dicembre 2015. Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull usura. Periodo di rilevazione

Dettagli

IL CONTO CORRENTE IL TASSO DI INTERESSE

IL CONTO CORRENTE IL TASSO DI INTERESSE IL CONTO CORRENTE IL TASSO DI INTERESSE CONTENUTO DEL CONTRATTO DI CONTO CORRENTE L'art. 117 del Testo Unico Bancario (T.U.B.), impone la forma scritta del contratto di conto corrente Inoltre ai commi

Dettagli

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO 1. Definizioni Nell ambito delle presenti Condizioni di Finanziamento, ciascuno dei seguenti termini, quando viene scritto con l iniziale maiuscola, sia al singolare che al

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. Allegato A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua)

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI NON BANCARI,

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL MUTUO CHIROGRAFARIO

QUANTO PUÒ COSTARE IL MUTUO CHIROGRAFARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO FOGLIO INFORMATIVO Banca Adria Credito Cooperativo del Delta società cooperativa Corso Mazzini nr 60-45011 Adria (Ro) Tel.: 0426 941911 - Fax: 0426 21902 E-mail:

Dettagli

RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA. Nota metodologica

RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA. Nota metodologica RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA Nota metodologica La legge 7 marzo 1996, n. 108, volta a contrastare il fenomeno dell usura, prevede che siano resi

Dettagli

LINEE GUIDA IL CREDITO AL CONSUMO

LINEE GUIDA IL CREDITO AL CONSUMO Gennaio 2015 Cos è il credito al consumo? É un prestito finanziario destinato all acquisto di un bene, durevole o non durevole, concesso al cliente consumatore da una banca o da una società finanziaria

Dettagli

DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V

DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura e, in particolare, l articolo 2, comma 1, in base al quale il Ministro del Tesoro, sentiti

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DEL TESORO

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DEL TESORO MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DEL TESORO DECRETO 19 settembre 2003 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. Periodo ottobre/dicembre 2003. Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108,

Dettagli

Art. 2. IL CAPO DELLA DIREZIONE V

Art. 2. IL CAPO DELLA DIREZIONE V DECRETO 29 settembre 2014. Art. 2. Classificazione delle operazioni creditizie per categorie omogenee ai fini della rilevazione dei tassi effettivi globali medi praticati dalle banche e dagli intermediari

Dettagli

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo, finalizzato. VIA LIBERA acquisto beni per disabilità

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo, finalizzato. VIA LIBERA acquisto beni per disabilità 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 25 giugno 2014 Pubblicazione dei tassi effettivi globali medi ai sensi della legge sull'usura (legge 7 marzo 1996 n. 108). Periodi di rilevazione 1º gennaio

Dettagli

DECRETO 20 dicembre 2002 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. (Periodo gennaio-marzo 2003). IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO - DIREZIONE V

DECRETO 20 dicembre 2002 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. (Periodo gennaio-marzo 2003). IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO - DIREZIONE V DECRETO 20 dicembre 2002 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. (Periodo gennaio-marzo 2003). IL CAPO DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO - DIREZIONE V VISTA la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo finalizzato. VIA LIBERA abbattimento barriere

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo finalizzato. VIA LIBERA abbattimento barriere 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI MODULO 2 CONVENZIONE SOCI SPESE MEDICHE INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE / INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore Indirizzo Telefono* Email*

Dettagli

I contratti di finanziamento

I contratti di finanziamento I contratti di finanziamento La Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti pagina 1 Nozione di Trasparenza bancaria Quando si parla di "trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e

Dettagli

Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge. sull'usura. Periodo di rilevazione 1 ottobre - 31 dicembre 2014.

Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge. sull'usura. Periodo di rilevazione 1 ottobre - 31 dicembre 2014. MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 26 marzo 2015 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull'usura. Periodo di rilevazione 1 ottobre - 31 dicembre 2014. Applicazione

Dettagli

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario

CCIAA di Varese. Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO. Sommario 1raccolta provinciale degli usi 21-07-2005 10:10 Pagina 226 Capitolo 6 - CREDITO AL CONSUMO Sommario Sezione I Usi generali Definizione Art. 1 Sezione II Prestito finalizzato Definizione 2 Modalità di

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. ALLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

2. IL PROCESSO DI AFFIDAMENTO: LE FASI PRECONTRATTUALI 2.3. L analisi dell offerta GLOSSARIO APPROFONDIMENTI 10 NORMATIVA 11

2. IL PROCESSO DI AFFIDAMENTO: LE FASI PRECONTRATTUALI 2.3. L analisi dell offerta GLOSSARIO APPROFONDIMENTI 10 NORMATIVA 11 2. IL PROCESSO DI AFFIDAMENTO: LE FASI PRECONTRATTUALI 2.3. L analisi dell offerta 1 GLOSSARIO 6 APPROFONDIMENTI 10 NORMATIVA 11 2.3. L ANALISI DELL OFFERTA Al termine del capitolo sarai in grado di descrivere

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. ALLEGATO A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

Giuseppe Piano Mortari ASSOFIN. L offerta di carte di credito nel nuovo quadro normativo tra criticità interpretative e rischi di over regulation

Giuseppe Piano Mortari ASSOFIN. L offerta di carte di credito nel nuovo quadro normativo tra criticità interpretative e rischi di over regulation Giuseppe Piano Mortari ASSOFIN L offerta di carte di credito nel nuovo quadro normativo tra criticità interpretative e rischi di over regulation Convegno ABI Carte 2011 Roma, 3/4 novembre 2011 IL FRAMEWORK

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze

Ministero dell'economia e delle Finanze Ministero dell'economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura e, in particolare, l articolo 2, comma 1, in base

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO SOCI - TASSO FISSO -

MUTUO CHIROGRAFARIO SOCI - TASSO FISSO - 1/7 INFORMAZIONI SULLA BANCA B.Pop.Prov.Calabre Via del Mare,22 88046 LAMEZIA TERME (CZ) Tel.: 0965-44128 0968-411237 Fax: 0965-44128 0968-419873 Email: info@bpprovincecalabre.it / sito internet: www.bpprovincecalabre.it

Dettagli

USURA: RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE

USURA: RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 30/09/2015. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO FOGLIO INFORMATIVO relativo a: MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BARBARANO ROMANO VIA 4 NOVEMBRE, 3/5/7-01010 - BARBARANO ROMANO n.

Dettagli

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE PENSIONIAMO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE PENSIONIAMO Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

GUIDA AL CREDITO. GLOSSARIO principali voci di un contratto di finanziamento.

GUIDA AL CREDITO. GLOSSARIO principali voci di un contratto di finanziamento. GUIDA AL CREDITO Vogliamo rappresentare un saldo punto di riferimento per la ns. clientela, nell esercizio dell attività finanziaria. Siamo in grado di venire incontro alle esigenze creditizie del cliente

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Modulo PENS_FCN_UC Agg. n. 006 Data aggiornamento 02.04.2012 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE 1. Identità e contatti del finanziatore/intermediario del credito Finanziatore

Dettagli

Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari - Circolare Banca di Italia del 10 febbraio 2011 - Esegesi Sommario INFORMAZIONI GENERALI 3 T.A.E.G. 4 MODULISTICA PRECONTRATTUALE 5 ANNUNCI

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Aggiornamento numero 5 del 01/10/2014 Agos Ducato S.p.A. - Via Bernina, 7-20158 Milano - www.agosducato.it - Capitale Sociale Euro 638.655.160,00 I.V. Registro delle Imprese di Milano n. di C.F./P.IVA

Dettagli

CREDITO AL CONSUMO. Sommario. Definizione Art. 1

CREDITO AL CONSUMO. Sommario. Definizione Art. 1 T I T O L O VIII Usi negoziali CREDITO AL CONSUMO Sommario A) Prestito finalizzato Modalità di stipulazione del contratto» 2 Rimborso del finanziamento» 3 Divieto di versamenti al venditore» 4 Richiesta

Dettagli

Fissata la soglia dei tassi anti-usura per i mutui da applicare per il periodo dal 1 ottobre fino al 31 dicembre 2005.

Fissata la soglia dei tassi anti-usura per i mutui da applicare per il periodo dal 1 ottobre fino al 31 dicembre 2005. Legge antiusura: tassi usurari per il periodo ottobre-dicembre 2005 Decreto Ministero Economia 21.09.2005 Fissata la soglia dei tassi anti-usura per i mutui da applicare per il periodo dal 1 ottobre fino

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CARTA DI CREDITO BANCA SARA

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CARTA DI CREDITO BANCA SARA Modulo n. MEUCF112 Agg. n. 002 Data aggiornamento 11.06.2011 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CARTA DI CREDITO BANCA SARA Prodotto offerto da UniCredit S.p.A tramite la rete di Promotori Finanziari, Mediatori

Dettagli

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1 PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge Regione Valle d Aosta 23 dicembre 2009, n. 52 Interventi regionali per l'accesso al credito sociale INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Finanziaria Regionale Valle d Aosta -

Dettagli

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze CONVENZIONE per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze TRA - L Azienda Regionale per il Diritto allo Studio

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze

Ministero dell'economia e delle Finanze Ministero dell'economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DEL TESORO DIREZIONE V Vista la legge 7 marzo 1996, n. 108, recante disposizioni in materia di usura e, in particolare, l articolo 2, comma 1, in base

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Allegato A CONVENZIONE....... (codice fiscale.. ), di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il... a., in qualità di.. e.... con sede legale in..... (codice fiscale.... e iscrizione all albo

Dettagli

fino a 5.000,00 11,61 18,5125 oltre 5.000,00 10,20 16,7500 oltre 5.000,00 11,69 18,6125 fino a 25.000,00 7,95 13,9375 oltre 25.000,00 7,48 13,3500

fino a 5.000,00 11,61 18,5125 oltre 5.000,00 10,20 16,7500 oltre 5.000,00 11,69 18,6125 fino a 25.000,00 7,95 13,9375 oltre 25.000,00 7,48 13,3500 RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI NON BANCARI,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONFIDI IMPRESE TOSCANE Società Cooperativa di garanzia collettiva dei fidi

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare:

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare: ATTENZIONE! LE CONDIZIONI RIPORTATE NEL SECCI POTRAN COMUNQUE ESSERE MODIFICATE, A SEGUITO DELLA VALUTAZIONE DEL MERITO CREDITIZIO E DELLA CONSULTAZIONE DELLE BANCHE DATI EFFET- TUABILE SOLO DOPO LA SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Schema di convenzione- tipo per contratti di finanziamento CONVENZIONE L Università degli Studi di Roma La Sapienza (codice fiscale 80209930587) di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il...

Dettagli

Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 5

Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 5 Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI EUROPEE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del finanziatore/intermediario del Finanziatore Indirizzo Telefono Email Fax to web CASSA LOMBARDA

Dettagli

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI

LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI LA TRASPARENZA FA BENE A TUTTI Come cambiano le norme e quali sono gli impatti sull operatività legata al rapporto con il cliente BROCHURE INFORMATIVA PER GLI ESERCIZI COMMERCIALI CONVENZIONATI, AGENTI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al credito al consumo BCC MASTER

FOGLIO INFORMATIVO relativo al credito al consumo BCC MASTER FOGLIO INFORMATIVO relativo al credito al consumo BCC MASTER INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Vittorio Veneto n. 9, - 70020 Cassano delle Murge

Dettagli

28-6-2014. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 148

28-6-2014. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 148 7 RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL USURA Nota metodologica La legge 7 marzo 1996, n. 108, volta a contrastare il fenomeno dell usura, prevede che siano

Dettagli

Decreta: Roma, 22 settembre 2015

Decreta: Roma, 22 settembre 2015 nale, nonché al capitolo 2216 (unità di voto parlamentare 26.1) dello stato di previsione per l anno finanziario 2017 per l importo pari alla somma delle differenze positive fra l ammontare nominale e

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo. Prestito Vacanze

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo. Prestito Vacanze 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO Aggiornato al 01/04/2015 IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO Finanziatore Credito Emiliano SpA Iscrizione

Dettagli

IL CAPO DELLA DIREZIONE V

IL CAPO DELLA DIREZIONE V DECRETO 20 Dicembre 2007: Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. Periodo rilevazione: 1 luglio - 30 settembre 2007. Applicazione dal 1 gennaio fino al 31 marzo 2008 (legge 7 marzo 1996, n. 108).

Dettagli

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE SOLE INCASA

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE SOLE INCASA Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL MUTUO CHIROGRAFARIO

QUANTO PUÒ COSTARE IL MUTUO CHIROGRAFARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO FOGLIO INFORMATIVO Banca Adria Credito Cooperativo del Delta società cooperativa Corso Mazzini nr 60-45011 Adria (Ro) Tel.: 0426 941911 - Fax: 0426 21902 E-mail:

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTRATTO DI CREDITO RIMBORSABILE MEDIANTE RILASCIO DI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO PRO-SOLVENDO DI QUOTE DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE

Dettagli

Contratto di PREFINANZIAMENTO n.

Contratto di PREFINANZIAMENTO n. Contratto di PREFINANZIAMENTO n. Aggiornato al 04/12/2014 INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del Finanziatore / intermediario del credito Finanziatore: Indirizzo:

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE SUL CREDITO AI CONSUMATORI per aperture di credito in conto corrente

INFORMAZIONI EUROPEE SUL CREDITO AI CONSUMATORI per aperture di credito in conto corrente Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI EUROPEE SUL CREDITO AI CONSUMATORI per aperture di in conto corrente 1. Identità e contatti del finanziatore/intermediario del Finanziatore Indirizzo Telefono*

Dettagli

Rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi 2014

Rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi 2014 SOMMARIO Rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi 2014 Decreto Ministero Economia e Finanze 24 dicembre 2014 - Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull'usura.

Dettagli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Le agevolazioni previste per la microimpresa sono rivolte a società di persone di nuova costituzione che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Finanziatore Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle

Dettagli

Sentenza n. 767/2015 pubbl. il 27/06/2015 RG n. 4586/2012

Sentenza n. 767/2015 pubbl. il 27/06/2015 RG n. 4586/2012 N. R.G. 4586/2012 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE ORDINARIO di PRATO Unica CIVILE Il Tribunale, nella persona del Giudice dott. Maria Novella Legnaioli ha pronunciato la seguente

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Finalizzato

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Finalizzato Modulo n. MEUCF089 Agg. n. 004 Data aggiornamento 13.07.2012 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Finalizzato Prodotto offerto da UniCredit S.p.A. tramite la rete di Rivenditori di beni o servizi

Dettagli

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Sistema Energia Famiglie New BIOEDILIZIA tasso variabile

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Sistema Energia Famiglie New BIOEDILIZIA tasso variabile 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE Foglio Informativo n. 5000/37 Data ultimo aggiornamento: 01 Luglio 2010 Dati e qualifica del soggetto che entra in rapporto con il cliente (in caso di offerta fuori sede) Istituto Bancario del Lavoro S.p.A.

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE ANNUNCIO PUBBLICITARIO MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO AI CONSUMATORI TASSO INDICIZZATO ALL' EURIBOR 3M/360 260-261 Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani Oggetto: convenzione disciplinante modalità per la concessione di finanziamenti ai dipendenti da parte di banche ed intermediari finanziari con delegazione convenzionale.

Dettagli

CONVENZIONE. Visti. Premesso

CONVENZIONE. Visti. Premesso CONVENZIONE L anno il giorno del mese di, in Palermo, nella sede di Via ; tra RAP spa Risorse Ambiente Palermo- (cod. fiscale 06232420825), di seguito Azienda, con sede in Piazzetta Cairoli Palermo, rappresentata

Dettagli

Informazioni europee di base relative al credito ai consumatori

Informazioni europee di base relative al credito ai consumatori Informazioni europee di base relative al credito ai consumatori PRESTITO PERSONALE A TASSO FISSO 1. Identità e contatti del creditore / intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Telefono 0761/248207

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che CONVENZIONE MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale Regionale, con sede in Torino, Via Pietro Micca n. 20, (codice fiscale 97613140017), di seguito Amministrazione, nella persona

Dettagli

IL MINISTRO DEL TESORO

IL MINISTRO DEL TESORO Decreto del Ministro del tesoro 8 luglio 1992 (1). Disciplina e criteri di definizione del tasso annuo effettivo globale per la concessione di credito al consumo. IL MINISTRO DEL TESORO VISTO il regio

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale CONTANTE

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale CONTANTE Modulo n MEUCF092 Agg n 002 Data aggiornamento 27102011 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale CONTANTE Prodotto offerto da UniCredit SpA tramite i siti Internet degli Intermediari convenzionati

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. DECRETO 24 giugno 2009

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE. DECRETO 24 giugno 2009 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 24 giugno 2009 Rilevazione dei tassi effettivi globali medi. Periodo rilevazione: 1 gennaio-31 marzo 2009. Applicazione dal 1 luglio fino al 30 settembre

Dettagli

PROPOSTA DI PARERE DEL RELATORE

PROPOSTA DI PARERE DEL RELATORE Schema di decreto legislativo recante ulteriori modifiche ed integrazioni al decreto legislativo n. 141 del 2010, recante attuazione della direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti di credito ai consumatori,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al Mutuo Chirografario per il Credito al CONSUMO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al Mutuo Chirografario per il Credito al CONSUMO FOGLIO INFORMATIVO relativo al Mutuo Chirografario per il Credito al CONSUMO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Emilveneta spa Viale Reiter 34-41126 - Modena Tel.: 059.235785 Fax: 059 4900498 (a) [email info@bancaemilveneta.it

Dettagli

DELEGAZIONE DI PAGAMENTO

DELEGAZIONE DI PAGAMENTO Copia originale per UNICREDIT INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO 1. identità e contatti del finanziatore/intermediario DEL CREDITO Finanziatore UniCredit S.p.A.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

IL CAPO DELLA DIREZIONE V DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO

IL CAPO DELLA DIREZIONE V DEL DIPARTIMENTO DEL TESORO MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 29 marzo 2011 (GU n. 73 del 30-3-2011 ) Rilevazione dei tassi effettivi globali medi per il periodo: 1 ottobre-31 dicembre 2010. Applicazione dal 1 aprile

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR)

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO Sezione I Informazioni sulla banca -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) Alla data del 01/10/2009 BANCA DI RIPATRANSONE CREDITO

Dettagli

I contratti di finanziamento: Il Factoring

I contratti di finanziamento: Il Factoring I contratti di finanziamento: Il Factoring Definizione,fonti e disciplina del rapporto pagina 1 Aspetti definitori Il Factoring E un contratto atipico (socialmente tipico) nato per soddisfare una specifica

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare:

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI. Rate da pagare: Attenzione! le condizioni riportate nel SECCI potranno comunque essere modificate, a seguito della valutazione del merito creditizio e della consultazione delle banche dati effettuabile solo dopo la sottoscrizione

Dettagli

agevolazione prevista dal citato DPR n. 601 del 1973, art. 15, la quale come tutte le disposizioni che prevedono delle agevolazioni tributarie, è

agevolazione prevista dal citato DPR n. 601 del 1973, art. 15, la quale come tutte le disposizioni che prevedono delle agevolazioni tributarie, è RISOLUZIONE N. 121/E Roma, 13 dicembre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio e lungo termine DPR 29 settembre 1973, n. 601, articoli 15 e seguenti Contratti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO PREFINANZIAMENTO (senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello 55 39100 Bolzano Tel.: 0471 996111

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 -

FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 - FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 - LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO GE Capital Servizi Finanziari

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE. Condizioni valide dal 27/02/2013 al 31/03/2013

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE. Condizioni valide dal 27/02/2013 al 31/03/2013 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CESONE DEL QUINTO DELLA PENONE Condizioni valide dal 27/02/2013 al 31/03/2013 1. Identità e contatti del finanziatore /intermediario del credito Finanziatore Indirizzo

Dettagli

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A.

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A. Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Sito web Intermediario

Dettagli

CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso)

CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso) FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società Coop. Sede legale

Dettagli

Contratto di PREFINANZIAMENTO n. INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

Contratto di PREFINANZIAMENTO n. INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI COFIMAR PREMIA SPA Sede legale: Viale Manzoni, 91 00185 Roma Cap. Soc. 3.000.000,00 I.V. Cod.Fiscale /P.Iva 05336800635 Intermediario Finanziario Iscritto al N 1623 dell Elenco Generale ex Art. 106 del

Dettagli

YouGo! Credito Super Prestito

YouGo! Credito Super Prestito INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Reale S.p.A. Sede: Corso Vittorio Emanuele II, 101 10128 Torino Capitale sociale: Euro 30.000.000,00 interamente versato Numero Verde: 803.808 Sito Internet: www.bancareale.it;

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Finalizzato Auto e Moto

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Finalizzato Auto e Moto Modulo n. MEUCF101 Agg. n. 016 Data aggiornamento 22.02.2016 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Finalizzato Auto e Moto Prodotto offerto da UniCredit S.p.A. tramite la rete di Rivenditori di beni

Dettagli