Microsoft Windows 2012 per Converged Blade Data Center di Dell Architettura di riferimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Microsoft Windows 2012 per Converged Blade Data Center di Dell Architettura di riferimento"

Transcript

1 Microsoft Windows 2012 per Converged Blade Data Center di Dell Architettura di riferimento Versione 1.0 per server blade Dell PowerEdge, switch Force10 e unità di archiviazione EqualLogic Dell Global Solutions Engineering Revisione: A00 Ottobre 2012

2 Il presente documento è esclusivamente a scopo infor mativo e p otrebbe contener e errori tipografici e imprecisioni tecniche. Il contenuto è fornito così com'è, senza garanzie esplicite o implicite di alcun tipo Dell Inc. Tutti i diritti riservati. Dell e le sue affiliate non possono essere ritenute responsabili per errori od omissioni relativi ai testi o alle fotografie. Dell, il logo Dell, PowerConnect, Compellent, Force10, OpenManage, KACE, EqualLogic, PowerVault e PowerEdge sono marchi commerciali di Dell Inc. Intel e Xeon sono marchi registrati di Intel Corporation negli Stati Uniti e in altri Paesi. Microsoft, Windows, Hyper-V,Active Directory e Windows Server sono marchi commerciali o marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e/o in altri Paesi. VMware e vsphere sono marchi registrati o marchi commerciali di VMware, Inc. negli Stati Uniti e/o altre giurisdizioni. Linux è i l marchio registrato di Linus Torvalds negli Stati Uniti e in altri Paesi. Altri marchi e nomi commerciali possono essere utilizzati nel presente documento sia in riferimento alle aziende che rivendicano i marchi e i nomi che ai prodotti stessi. Dell nega qualsiasi partecipazione di proprietà relativa a marchi e nomi di altri. Ottobre 2012 Rev A00 Dell Inc. ii

3 Cronologia revisioni Revisione Descrizione Data A00 Versione iniziale Ottobre 2012 Dell Inc. iii

4 Sommario 1 Introduzione Gruppo di destinatari Panoramica sulla soluzione Microsoft Windows Server Dell OpenManage Essentials Server blade Dell PowerEdge Switch Dell Force10 MXL Array di archiviazione Dell EqualLogic PS-M4110 e PS Dell Force10 S55 - Opzionale Server di gestione PowerEdge R620 - Opzionale Principi di progettazione Configurazione hardware ottimale per la virtualizzazione Ridondanza senza singolo punto di errore Prerequisiti e pianificazione del centro dati Architettura Architettura di rete del blade Dell Connettività di rete server/blade Connettività delle unità di archiviazione server/blade HA e ridondanza di server/blade Gestione Componenti di gestione Connettività di gestione Architettura di archiviazione Opzioni di archiviazione Protocolli di archiviazione SAN Rete di unità di archiviazione Prestazioni Tipi di unità Modello dell'array RAID Cluster Shared Volumes (CSV, Volumi condivisi cluster) Disponibilità elevata Percorsi multipli iscsi...19 Dell Inc. iv

5 Crittografia e autenticazione Scalabi lità Modello di consegna Ulteriori letture e risorse Documentazione e aggiornamenti hardware/software dei server Dell PowerEdge Documentazione e aggiornamenti del firmware degli switch Dell Force Documentazione di Microsoft Hyper-V...21 Figure Figura 1: Panoramica dei server blade Dell, degli switch di rete Dell Force10, delle unità di archiviazione Dell EqualLogic e di Microsoft Hyper-V... 2 Figura 2: Server blade Dell, switch di rete Dell Force10 e unità di archiviazione Dell EqualLogic... 3 Figura 3: Topologia di rete (vista logica)... 9 Figura 4: Panoramica sulla connettività LAN dei blade Dell...11 Figura 5: Gruppo e configurazione VLAN in un server PowerEdge M Tabelle Tabella 1: Gruppi logici dei componenti... 4 Tabella 2: Descrizione del traffico...12 Tabella 3: Esempio di configurazione di VLAN e subnet...13 Tabella 4: Limiti dei CSV...17 Dell Inc. v

6 1 Introduzione Microsoft Windows 2012 per Converged Blade Data Center di Dell è una soluzione per le infrastrutture aziendali che è stata progettata e convalidata da Dell Engineering (Reparto progettazione Dell). Dell Services (Servizi Dell) distribuirà e configurerà una soluzione adatta alle esigenze commerciali e pronta per essere integrata nel centro dati dell'utente. Questa soluzione utilizza Microsoft Windows Server 2012 con gli hypervisor con il ruolo Hyper-V abilitato. Il presente documento definirà l'architettura di riferimento per la convergenza di rete Dell PowerEdge M420 con la soluzione di archiviazione Dell EqualLogic PS-M4110X. L'architettura definita nel presente documento include server blade Dell PowerEdge M420, unità di archiviazione Dell EqualLogic, switch di rete Dell Force10, Microsoft Windows Server 2012 Datacenter Edition con il ruolo Hyper-V abilitato e due server Dell PowerEdge R620 che gestiscono la soluzione ospitando gli strumenti di gestione Dell. Le configurazioni includono anche SAN HQ EqualLogic e Dell OpenManage Essentials (OME). Per soddisfare le esigenze in merito alle risorse di virtualizzazione, le configurazioni variano nel numero di server blade PowerEdge M420 e di contenitori delle unità di archiviazione. 2 Gruppo di destinatari Il presente documento offre una panoramica delle soluzioni. I lettori, compresi i CTO e i responsabili IT, possono usare il presente documento per comprendere la panoramica e lo scopo della soluzione. Gli amministratori e i gestori IT possono usare il presente documento per comprendere l'architettura della soluzione. 3 Panoramica sulla soluzione La presente sezione fornisce una panoramica di alto livello sui prodotti Microsoft Hyper-V, i server blade Dell PowerEdge, gli switch di rete Dell Force10 e le unità di archiviazione Dell EqualLogic, come illustrato nella Figura 1 e nella Figura 2 più sotto. I lettori possono saltare le sezioni dei prodotti che conoscono bene. Dell Inc. 1

7 Figura 1: Panoramica dei server blade Dell, degli switch di rete Dell Force10, delle unità di archiviazione Dell EqualLogic e di Microsoft Hyper-V Dell Inc. 2

8 Figura 2: Server blade Dell, switch di rete Dell Force10 e unità di archiviazione Dell EqualLogic Dell Inc. 3

9 La Tabella 1 in basso descrive i componenti principali della soluzione e i relativi ruoli. Tabella 1: Gruppi logici dei componenti Componente Descrizione Ruolo Cluster di Hyper-V Unità di archiviazione Switch per il traffico LAN/SAN Cluster di gestione (opzionale) Switch di gestione fuori banda (opzionale) Server blade Dell PowerEdge M420 in cui è in esecuzione Windows Server 2012 Datacenter Edition e con il ruolo Hyper-V abilitato Fino a quattro contenitori delle unità di archiviazione Dell EqualLogic PS-M4110X e/o PS-6110X Due switch Force10 MXL 10 GBE per i l telaio Server Dell PowerEdge R620 in cui è in esecuzione Microsoft Windows Server 2012 Datacenter Edition Un Force10 S55 Macchine virtuali (VM, Virtual Machines) dell'host Fornire unità di archiviazione condivise per il cluster di Hyper-V per ospitare le VM Supportare traffico di VM, Live Migration, gestione, iscsi e cluster Ospitare SAN-HQ EqualLogic e Dell OpenManage Essentials opzionali Fornire connettività di gestione fuori banda 3.1 Microsoft Windows Server 2012 Microsoft Windows Server 2012 è il sistema operativo principale dei server Microsoft che fornisce la piattaforma di virtualizzazione Hyper-V. H yper-v fornisce una piattaforma di virtualizzazione che può consolidare carichi di lavoro di Windows e Linux, consentendo ai gestori IT la possibilità di utilizzare più pienamente le proprie risorse hardware disponibili. Dynamic Memory: Consente alle macchine virtuali (VM) di usare dinamicamente la memoria fisicamente disponibile. Consentendo ai sistemi di avviarsi con memoria minima e, successivamente, di espandere e comprimere la memoria su richiesta, Dynamic Memory aumenta ulteriormente l'ottimizzazione delle risorse fisiche e la densità dei carichi di lavoro delle VM. Live Migration: Integrata come parte del clustering di failover dei server Windows, Live Migration fornisce ai clienti la possibilità di spostare le VM da un host in un cluster ad un altro, con un tempo di inattività vicino allo zero. 3.2 Dell OpenManage Essentials La console Dell OpenManage Essentials (OME) fornisce una singola interfaccia una a molte, facile da utilizzare, tramite la quale gestire le risorse nel sistema operativo multi-vendor e negli ambienti hypervisor. Automatizza le attività di gestione basilari ripetitive, come l'individuazione, il monitoraggio e l'aggiornamento, dei server, dei sistemi di rete e di archiviazione Dell. OME impiega la gestione integrata dei server PowerEdge, Integrated Dell Remote Access Controller 7 (idrac7) con Lifecycle Controller, per consentire la gestione e il monitoraggio remoti senza agenti dei componenti hardware del server, come unità di archiviazione, rete, processori e memoria. Dell Inc. 4

10 OpenManage Essentials aiuta a massimizzare le prestazioni IT e il tempo di attività con funzionalità come: Rilevamento, inventario e monitoraggio automatici dei server Dell PowerEdge, delle unità di archiviazione EqualLogic e PowerVault, e degli switch PowerConnect Monitoraggio dei server senza ag enti come anche aggiornamenti di BIOS, firmware e driver per i server Dell PowerEdge, i sistemi blade e le unità di archiviazione interne Controllo dei server PowerEdge in ambienti Windows, Linux, VMware e Hyper-V Interfaccia con soluzioni di gestione aggiuntive opzionali dei sistemi Dell, che include: Repository Manager per facilitare e garantire il controllo preciso degli aggiornamenti di sistema Service desk per l applicazione KACE K1000 per fornire avvisi tramite posta elettronica eseguibili che descrivono lo stato dei server, delle unità di archiviazione e degli switch Dell Servizi di phone home Dell ProSupport per le risorse del proprio centro dati Per maggiori informazioni su OpenManage Essentials, visitare il sito Dell.com/openmanageessentials. 3.3 Server blade Dell PowerEdge Contenitor e modulare blade: Il Dell PowerEdge M1000e è un telaio blade ad alta densità, efficiente dal punto di vista energetico, che supporta fino a sedici server blade a mezza altezza, oppure otto server blade a tutta altezza e sei moduli di I/O. Un midplane passivo ad alta velocità collega i moduli del server ai moduli di I/O, gestione e alimentazione sul retro del telaio. Il contenitore include uno schermo LCD con rotazione fli pout ( per la configurazione locale), sei alimentatori collegabi li "hot"/ridondanti e nove moduli per ventole ridondanti N+1 collegabili "hot". Server blade: Il telaio del server blade Dell PowerEdge M1000e supporta i server blade Dell PowerEdge M420basati su processori Intel Xeon serie E5. La gestione integrata Dell ospita gli strumenti e i componenti di abilitazione per la gestione direttamente nel server, consentendo agli amministratori di eseguire una serie completa di funzioni di provisioning da un'unica interfaccia intuitiva. Le funzionalità di utilizzo low-touch (automatizzata) senza supporti consentono agli amministratori IT di effettuare il provisioning dei carichi di lavoro in un modo efficace, sicuro e facile da usare. Il contenitore supporta tutti i server blade Dell PowerEdge di 12 a generazione, ma il PowerEdge M420 è stato selezionato come server blade ottimale per questa soluzione. Moduli di I/O: Il contenitore fornisce tre fabric ridondanti usando sei moduli di I/O. I moduli possono essere popolati con switch Ethernet, moduli a fibra ottica (FC, Fibre Channel) e pass-through. Gestione del telaio: Il Dell PowerEdge M1000e ha la gestione integrata tramite un modulo Chassis Management Controller (CMC, Controller di gestione del telaio) ridondante per la gestione dei contenitori e i moduli tastiera, video e mouse (ikvm, Integrated Keyboard, Video, Mouse) integrati. Tramite il CMC, il contenitore supporta la tecnologia FlexAddress Plus che consente al contenitore blade di bloccare i World Wide Name (WWN, Nomi universali) dei controller FC e degli indirizzi Media Access Control (MAC, Controllo di accesso ai supporti) dei controller Ethernet di slot blade specifici. Ciò abilita la sostituzione o l'aggiornamento continuo dei server blade con controller Ethernet ed FC, senza influenzare la configurazione LAN o SAN. Dell Inc. 5

11 Gestione integrata con Lifecycle Controller di Dell: Lifecycle Controller è il motore per la gestione integrata avanzata e viene fornito come parte dell'idrac7 Enterprise nei server blade Dell PowerEdge di 12 a generazione. La gestione integrata include: Unified Server Configurator (USC, Configuratore di server unificato), che consente l'utilizzo locale da 1 a 1 tramite un'interfaccia grafica utente (GUI, Graphical User Interface) per l'installazione, gli aggiornamenti e la configurazione del sistema operativo, e per l'esecuzione della diagnostica nei singoli server locali. In questo modo si elimina la necessità di più ROM opzionali per la configurazione dell'hardware. I server remoti sono interfacce basate su standard che consentono alle console di integrare, per esempio, il provisioning bare-metal e le distribuzioni dei SO da uno a molti per i server localizzati in remoto. Il Lifecycle Controller di Dell trae vantaggio dalle funzionalità sia di USC che dei servizi remoti per fornire un avanzamento e una semplificazione significativi dell'utilizzo dei server. La manutenibilità del Lifecycle Controller intende semplificare il riprovisioning del server e/o la sostituzione dei componenti guasti riducendo, così, il tempo di inattività legato alla manutenzione. Per maggiori informazioni sui Dell Lifecycle Controller e i server blade, visitare il sito e Dell. com/blades. 3.4 Switch Dell Force10 MXL Il Force10 MXL è un modulo per switch a latenza ultrabassa da 10/40 GbE per il telaio M1000e, costruito appositamente per applicazioni in centri dati e ambienti di elaborazione ad alte prestazioni. Utilizzando un'architettura di switch cut-through non bloccante, l'mxl fornisce una funzionalità di inoltro con line-rate L2 ed L3 e latenza ultabassa per massimizzare le prestazioni di rete. Il modello compatto dell'mxl fornisce uno switch per telaio con porte (SFP+) da 1/10 GbE come anche fino a sei uplink QSFP+ da 40 GbE, per semplificare la migrazione a 40 Gbps nel core del centro dati. Ogni uplink QSFP+ da 40 GbE può supportare quattro porte da 10 GbE con un cavo break-out. Le potenti funzionalità Quality of Service (QoS, Qualità di servizio) combinate al supporto Data Center Bridging (DCB, Bridging centri dati), rendono l'mxl idealmente adatto per gli ambienti di archiviazione iscsi. Inoltre, l'mxl integra più funzionalità di architettura che ottimizzano la flessibilità, l'efficienza e la disponibilità di rete dei centri dati, compresa la tecnologia di impilamento di Force10, il flusso d'aria reversibile anteriore-posteriore o posteriore-anteriore per ambienti con corridoi di aria calda/fredda, e gli alimentatori e le ventole ridondanti sostituibili a caldo. Per maggiori informazioni sugli switch Force10, visitare il sito Dell.com/force10. Dell Inc. 6

12 3.5 Array di archiviazione Dell EqualLogic PS-M4110 e PS-6110 L'array di archiviazione Dell EqualLogic PS-M4110 è una soluzione di archiviazione blade che si collega agli switch MXL blade con le interconnessioni 10 GbE ridondanti. Sia lo PS-M4110 che lo PS-6110 dispongono di 2 processori di archiviazione in una configurazione attivo-passivo. Le funzionalità principali comprendono quanto segue: Virtualizzazione dell'unità di archiviazione L'unità di archiviazione viene virtualizzata a livello del disco per creare un insieme flessibile di risorse di archiviazione condivise da tutti i server contemporaneamente. Thin provisioning L'allocazione è completamente separata dall'utilizzo in modo tale che sia possibile creare qualsiasi volume in qualsiasi momento, e che anche la capacità venga utilizzata solo quando i dati vengono scritti. Replica È possibile replicare tutti i dati in gruppi di unità di archiviazione separati. Solitamente è consigliabile che tali gruppi si trovino in posizioni fisiche diverse collegate da reti potenti. Gestione delle unità di archiviazione Tutte le risorse di archiviazione vengono gestite attraverso una singola interfaccia rapida, fornendo una visualizzazione completa dell'intero ambiente di archiviazione. Per maggiori informazioni su Dell EqualLogic, visitare il sito Dell.com/EqualLogic.Contattare il rappresentante di Dell Sales (Vendite Dell) per maggiori informazioni sulle configurazioni e le istruzioni di ridimensionamento delle unità di archiviazione EqualLogic. 3.6 Dell Force10 S55 - Opzionale Lo switch ToR Dell Force10 S serie S55 da 1/10 GbE è progettato per applicazioni per centri dati a prestazioni elevate. L'S55 utilizza un'architettura non bloccante che garantisce uno switching con latenza bassa e line-rate L2 e L3 per eliminare colli di bottiglia di rete. Il modello S55 ad alta densità fornisce porte di accesso da 48 GbE con fino a quattro uplink da 10 GbE in 1-RU per conservare spazio prezioso su rack. L'S55 integra più funzionalità di architettura che ottimizzano l'efficienza e l'affidabilità di rete dei centri dati, incluso il flusso d'aria reversibile anteriore-posteriore o posteriore-anteriore per ambienti con corridoi di aria calda/fredda e alimentatori e ventole ridondanti sostituibili a caldo. 3.7 Server di gestione PowerEdge R620 - Opzionale Il Dell PowerEdge R620 usa i processori Intel Xeon serie E in un fattore di forma rackmount da 1U. Questi server supportano fino a dieci unità da 2,5 e forniscono l'opzione di un LCD posizionato nella parte anteriore del server, per il monitoraggio dell'integrità del sistema, gli avvisi e la configurazione della gestione di base. Nel server sono incorporati un misuratore dell'alimentazione c.a. e un termometro per la temperatura ambiente, che possono essere monitorati in questo schermo senza alcuno strumento software. Il server presenta due zoccoli per CPU e 24 s lot DIMM di memoria che supportano le DIMM da 2, 4, 8, 16 o 32 GB. Le caratteristiche dei modelli ad alta efficienza energetica includono alimentatori dimensionati in modo appropriato per i requisiti di sistema, efficacia dei modelli innovativi a livello di sistema, gestione dell'alimentazione e termica basata sui criteri, e componenti Energy Smart basati su standard altamente efficienti. Per maggiori informazioni, consultare le guide di PowerEdge R620 all'indirizzo Dell.com/PowerEdge. Dell Inc. 7

13 4 Principi di progettazione Questa sezione elenca i principi di progettazione, i requisiti e le capacità delle soluzioni incorporati nell'architettura della soluzione Converged Blade Data Center. 4.1 Configurazione hardware ottimale per la virtualizzazione La soluzione è progettata con una configurazione hardware ottimale per supportare la virtualizzazione. Ciascun server blade è configurato con memoria sufficiente e le schede di rete necessarie per la virtualizzazione. 4.2 Ridondanza senza singolo punto di errore La soluzione è progettata in modo che non vi sia alcun singolo punto di errore e la ridondanza sia incorporata in tutti i componenti cruciali della soluzione. Le applicazioni di gestione non sono progettate con questo livello di ridondanza, perché i carichi di lavoro cruciali continueranno a funzionare in caso di errore di un'applicazione di gestione. La ridondanza di rete per i componenti cruciali viene ottenuta con i controller dell'interfaccia di rete (NIC, Network Interface Controller) ridondanti e gli switch ridondanti. Il gruppo NIC per le LAN e l'mpio per le SAN viene usato per fornire il failover nelle interfacce di rete ridondanti. Per il traffico di rete, le porte NIC sono raggruppate in modo tale da evitare eventuali singoli punti di errore. La High Availability (HA, Disponibilità elevata) di Hyper-V è fornita dal clustering di failover di Windows Server La soluzione include anche alimentatori ridondanti collegati a PDU separate. 5 Prerequisiti e pianificazione del centro dati Per supportare l'architettura, è necessario che i seguenti componenti siano presenti nell'ambiente del cliente: Un'infrastruttura Ethernet da 10 Gb preesistente da integrare. Inoltre, si presuppone che vi sia un'infrastruttura di rete Ethernet da 1 Gb per supportare la rete di gestione. I componenti aggiuntivi, come i cavi di rete e i ricetrasmittori Force10, sono necessari per eseguire l'uplink della soluzione alla rete del cliente. I componenti da aggiungere dipendono dai requisiti di rete e uplink del cliente. Active Directory (AD) Domain Services (AD DS, Servizi di dominio di AD) È necessario che un dominio AD DS sia disponibile in rete. Gli host di Hyper-V verranno aggiunti ad un dominio nuovo o preesistente. Anche i servizi cluster richiedono gli AD DS. Per ulteriori dettagli, rivolgersi ai propri rappresentanti di Dell Sales (Vendite Dell) e Services (Servizi). Domain Name Server (DNS, Server dei nomi di dominio) Il DNS deve essere disponibile nella rete di gestione. Per supportare la soluzione, devono essere presenti una potenza e un raffreddamento sufficienti. I requisiti dettagliati di potenza, peso e raffreddamento per il centro dati sono definiti nella Microsoft Windows 2012 for Dell Converged Blade Data Center Specification (Specifica di Microsoft Windows 2012 per Converged Blade Data Center di Dell). Dell Inc. 8

14 6 Architettura Questa soluzione è costituita da un telaio Dell PowerEdge M1000e popolato con server blade PowerEdge M420 in cui è in esecuzione Windows Server 2012 Data Center Edition. La Figura 3 in basso illustra l'architettura di riferimento di alto livello per la soluzione, inclusi i componenti della soluzione e la connettività ridondante per ciascun fabric I/O. Figura 3: Topologia di rete (vista logica) 6.1 Architettura di rete del blade Dell Il telaio blade Dell ha tre fabric separati indicati con A, B e C. Ciascun fabric ha due moduli di I/O, per un totale di sei slot per moduli di I/O nel telaio. I moduli di I/O sono A1, A2, B1, B2, C1 e C2. Ciascun modulo di I/O può essere uno switch fisico Ethernet, un modulo pass-through Ethernet, uno switch FC o un modulo pass-through FC. Ciascun server blade ad un quarto di altezza dispone di una LAN on Motherboard (LOM, LAN su scheda madre). Il Fabric A del telaio contiene due switch Force10 MXL da 10 GbE ed è usato per tutto il traffico. I server blade PowerEdge M420 usano una dual port Broadcom k da 10 Gb integrata per connettersi al Fabric A. I moduli MXL eseguono l'uplink ad una rete principale per la connettività LAN. Dell Inc. 9

15 Il traffico di rete in ciascun blade include l'iscsi come anche il traffico per la partizione padre (hypervisor), Live Migration, heartbeat cluster e volume condiviso del cluster, e partizioni figlie (macchine virtuali). Uno Smart Load-balancing (SLB, Bilanciamento intelligente del carico) con gruppo di failover viene creato usando le due porte 10 GbE e le schede VLAN vengono create nella parte superiore del gruppo per ciascun tipo di traffico. Viene quindi creato uno s witch di rete virtuale e vincolato alla scheda VLAN della macchina virtuale. 6.2 Connettività di rete server/blade Ciascuna scheda di rete host in entrambi gli host di calcolo e gestione, utilizza la tecnologia di raggruppamento di rete per fornire schede di rete ad elevata disponibilità a ciascun livello dello stack di rete. L'architettura di raggruppamento segue strettamente la Hyper-V: Live Migration Network Configuration Guide (Hyper-V: Guida alla configurazione di rete di Live Migration), ma si estende ulteriormente per fornire una rete altamente disponibile a ciascun tipo di traffico usato nell'architettura. Il NIC 10 GbE integrato viene utilizzato in modalità funzione singola, e il partizionamento di rete (NPAR) non viene utilizzato in questa configurazione. Ciascuna porta ha l'iniziatore iscsi hardware abilitato. Come menzionato in precedenza, ciascun server blade PowerEdge M420 è configurato con una bndc BCM57810 Broadcom che fornisce due porte da 10 GbE. Queste porte sono cablate per i moduli MXL nel Fabric A. A llo stesso tempo, ciascun server rack Dell PowerEdge R620 è configurato con un NIC aggiuntivo Broadcom BCM57810 che fornisce due porte SPF+ da 10 Gb, che sono collegate ai due switch FForce10 MXL. I due switch Force10 MXL sono configurati con gli Inter S witch Links (ISL, Collegamenti inter-switch) usando due collegamenti QSFP+ da 40 Gbps. I Link Aggregation Groups (LAG, Gruppi di aggregazione dei collegamenti) vengono creati tra le due porte QSFP+ da 40 Gbps, fornendo un percorso per la comunicazione tra gli switch.la connettività di rete per l'm420 è illustrata nella Figura 4 seguente. Dell Inc. 10

16 Figura 4: Panoramica sulla connettività LAN dei blade Dell Su entrambi i server PowerEdge M420 e PowerEdge R620, ciascuna delle porte da 10 GbE è configurata per la modalità funzione singola. Quindi, in ciascun server, vengono creati quattro gruppi NIC e configurati come gruppi indipendenti di switch usando l'utilità Broadcom Advanced Control Suite. La Figura 5 illustra la configurazione di rete in un server blade PowerEdge M420 e la configurazione dei server di gestione PowerEdge R620 opzionali. A questi NIC raggruppati vengono assegnati diversi ID VLAN per separare il traffico nell'host e fornire la segmentazione necessaria per gestione dei cluster, Live Migration (Migration), cluster privato (Cluster), macchina virtuale e altri tipi di traffico, come descritto nella Tabella 2 in basso. La configurazione VLAN usata in questa soluzione è elencata nella Tabella 3. Dell Inc. 11

17 Figura 5: Gruppo e configurazione VLAN in un server PowerEdge M420 Tabella 2: Descrizione del traffico Tipo di traffico Hypervisor del nodo di calcolo(gestione) Migration VM Tenant Cluster privato di calcolo Gestione fuori banda Dati iscsi Hypervisor del nodo di gestione Cluster privato di gestione Live Migration per la gestione VM di gestione Utilizzo Supporta il traffico di gestione della virtualizzazione e la comunicazione tra i server host presenti nel cluster. Supporta la migrazione delle VM tra i server host nel cluster. Supporta la comunicazione tra le VM ospitate nel cluster e nei sistemi esterni. Supporta la comunicazione di rete interna del cluster interna tra i server nel cluster. Supporta la configurazione e il monitoraggio dei server tramite l'interfaccia di gestione idrac, gli array di archiviazione e gli switch di rete. Supporta il traffico iscsi tra i server e lo/gli array di archiviazione. Inoltre, è supportato il traffico tra gli array. Supporta il traffico di gestione della virtualizzazione e la comunicazione tra i server di gestione nel cluster. Supporta il traffico del cluster privato per i cluster di gestione. Supporta la migrazione delle VM tra i server di gestione nel cluster. Supporta il traffico delle macchine virtuali per le macchine virtuali di gestione. Dell Inc. 12

18 Tabella 3: Esempio di configurazione di VLAN e subnet Tipo di traffico Esempio di VLAN Esempio di Subnet Gestione fuori banda /24 Gestione del nodo di calcolo /24 Live Migration per i l calcolo /24 Cluster privato di calcolo /24 Rete delle VM di gestione /24 iscsi /24 Hypervisor di gestione /24 LM cluster di gestione /24 Cluster privato di gestione /24 Clustering SQL /24 Rete di VM / Connettività delle unità di archiviazione server/blade In questa configurazione, ciascun PowerEdge M420 usa un PERC H310 del controller RAID interno ed è collegato a due SSD SAS configurate nel RAID-1. Ciascun server di gestione PowerEdge R620 opzionale usa un PERC H710 del controller RAID interno ed è collegato a due HDD SAS configurati nel RAID-1. Questo volume RAID ospita Windows Server 2012 per il SO hypervisor. Ciascun server usa le proprie schede di rete Broadcom integrate con l'iscsi hardware abilitato per connettersi alla rete iscsi. 6.4 HA e ridondanza di server/blade Il contenitore PowerEdge M1000e per telai blade PowerEdge M420 è progettato con alimentatori ridondanti e ventole ridondanti. Ciascun PowerEdge M420 usa un controller RAID PERC H710 e due dischi rigidi configurati in un RAID-1 che ospita il sistema operativo padre. Il modello dei server PowerEdge R620 include funzionalità di disponibilità e ridondanza elevate, come ventole e alimentatori ridondanti che sono distribuiti ad alimentatori indipendenti. I server usano anche i controller PERC H710 con due dischi rigidi configurati con RAID-1 per impedire che il server si blocchi in caso di guasti ai singoli dischi. Dell Inc. 13

19 6.5 Gestione Componenti di gestione Questa sezione descrive più in dettaglio i vari componenti di gestione che sono stati introdotti nella sezione Panoramica. SAN HQ: SAN HQ semplifica la gestione dell'archiviazione fornendo un'unica console centralizzata per l'amministrazione di più sistemi EqualLogic locali e remoti. Gli utenti possono configurare le unità di archiviazione, monitorare la capacità di archiviazione e l'utilizzo dei dischi in tempo reale, e generare rapporti complessivi sull'uso e sulle prestazioni delle unità di archiviazione aziendali. Dell Lifecycle Controller: Contribuisce a ridurre i costi operativi semplificando l'utilizzo e la gestione. Le funzionalità principali includono diagnostica, aggiornamento automatico (UEFI, aggiornamento dei pacchetti di driver), aggiornamenti del firmware (BIOS, FW dei NIC, controller RAID) e la configurazione dell'hardware. CMC e idrac fuori banda: Il CMC fornisce un'unica interfaccia protetta per gestire l'inventario, la configurazione, il monitoraggio e l'invio di avvisi per componenti del telaio (ikvm, CMC), moduli di I/O, server e idrac. Fornisce anche eccellenti capacità di gestione, monitoraggio e invio di notifiche, in tempo reale, relativamente all'alimentazione. Il telaio Dell fornisce agli utenti funzionalità di limitazione dell'alimentazione a livello di sistema, definizione delle priorità in base agli slot e utilizzo dinamico dell'alimentazione. L'iDRAC in ciascun server fornisce la flessibilità per gestire in remoto il server tramite il reindirizzamento della console e le funzionalità CD-ROM/DVD/floppy/flash. Le applicazioni di gestione descritte in precedenza sono installate come macchine virtuali nel cluster di gestione dei server PowerEdge R620. La Figura 6 seguente illustra le macchine virtuali usate nel cluster di gestione assieme ai componenti opzionali. Figura 6: Cluster di gestione opzionale Dell Inc. 14

20 6.5.2 Connettività di gestione Lo switch Force10 S55 è usato come switch di gestione fuori banda da 1 GbE. Ciascuno dei componenti della soluzione è collegato all's55, come mostrato nella Figura 7. Lo switch S55 è collegato in uplink a ciascuno degli switch S4810 per la connettività di rete principale. Figura 7: Connettività dei componenti di gestione. 6.6 Architettura di archiviazione Opzioni di archiviazione Questa soluzione utilizza le unità di archiviazione iscsi EqualLogic, gli array di unità di archiviazione sia blade che rackmount. L'iSCSI è usato per la connettività degli hypervisor e fornisce un fabric SAN per il traffico di archiviazione. Il DCB è usato per garantire agli hypervisor una larghezza di banda dedicata per fornire alle VM un'opzione di latenza bassissima e larghezza di banda elevata per la connettività delle unità di archiviazione. L'iSCSI fornisce anche un'interfaccia affinché le VM abbiano l'accesso diretto per abilitare il clustering nel guest. Dell Inc. 15

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10 PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 10 INDICE: DESCRIZIONE NR. PAGINA 1. PREMESSA 3 2. OGGETTO DELL APPALTO 3 3.

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei. Presentazione della soluzione

Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei. Presentazione della soluzione Scheda Software HP Digital Sending (DSS) 5.0 Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei Presentazione della soluzione Rendendo più fluida la gestione di documenti e dati,

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

ReadyNAS per reti domestiche

ReadyNAS per reti domestiche ReadyNAS per reti domestiche Manuale del software Modelli: Serie Ultra (2, 4, 6) Serie Ultra Plus (2, 4, 6) Pro Pioneer NVX Pioneer 350 East Plumeria Drive San Jose, CA 95134 USA Dicembre 2010 202-10764-01

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence Versione del documento: 4.1 Support Package 3-2014-03-25 Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Sommario 1 Cronologia

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc.

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc. Copyright Acronis, Inc., 2000-2011.Tutti i diritti riservati. Acronis e Acronis Secure Zone sono marchi registrati di Acronis, Inc. Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013 SIMATIC WinCC Runtime Professional V12 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 04/2013 - Architetture Novità

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

HP ProLiant Storage Server. Guida dell utente

HP ProLiant Storage Server. Guida dell utente HP ProLiant Storage Server Guida dell utente Numero di parte: 440584-065 Prima edizione: giugno 2008 Informazioni legali e avvertenza Copyright 1999, 2008 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Software

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli