PARLAMENTO EUROPEO Commissione per gli affari costituzionali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARLAMENTO EUROPEO 2014-2019. Commissione per gli affari costituzionali"

Transcript

1 PARLAMENTO EUROPEO Commissione per gli affari costituzionali 2014/2040(BUD) EMENDAMENTI 1-10 Danuta Maria Hübner (PE v01-00) Bilancio generale dell'unione europea per l'esercizio 2015 tutte le sezioni (2014/2040(BUD)) AM\ doc PE v01-00 Unita nella diversità

2 AM_Com_NonLegOpinion PE v /8 AM\ doc

3 1 Paragrafo 6 6. sottolinea che la scarsa partecipazione alle recenti elezioni europee è indicativa della necessità di continuare a investire, per tutta la legislatura e non solo in vista delle consultazioni elettorali, nelle campagne di informazione dei cittadini relative all'impatto dell'unione sulla loro vita quotidiana e al ruolo del Parlamento europeo; ritiene che sia fondamentale realizzare una valutazione della recente campagna di comunicazione istituzionale del PE; 6. reputa che la scarsa partecipazione alle recenti elezioni europee non possa essere imputata esclusivamente a una mancanza di consapevolezza riguardo alle elezioni o alle attività dell'unione europea; ritiene che sia fondamentale realizzare una valutazione della recente campagna di comunicazione istituzionale del PE; è inoltre del parere che sia necessario valutare attentamente se il maggiore accentramento dei poteri a Bruxelles, lontano dai cittadini, e i programmi contenuti nel bilancio 2015 volti a conseguire tale obiettivo rispecchino realmente le preferenze espresse dai cittadini europei in occasione dell'elezione del Parlamento europeo nel 2014; 2 Paragrafo 6 bis (nuovo) 6 bis. ritiene che, in sede di valutazione, possa essere difficile dimostrare l'efficacia dei progetti di comunicazione, principalmente a causa dell'assenza di indicatori comuni o adeguati che consentano di giudicarne i risultati; reputa che, per tutte le spese volte a sensibilizzare e informare il pubblico in AM\ doc 3/8 PE v01-00

4 relazione alle questioni europee, sia necessario definire tali indicatori sin dal principio; osserva a tale riguardo che vengono spesso utilizzati dati grezzi quali il numero di visitatori di un sito web, che in assenza di dati comparativi riferiti a organizzazioni simili sono per lo più privi di significato e riguardano solo un aspetto della comunicazione (la disponibilità) senza fornire indicazioni ad esempio sulla qualità del contenuto e sulla facilità di utilizzo; 3 Paragrafo 7 7. è convinto dell'importanza degli strumenti della democrazia partecipativa, quali definiti nel trattato di Lisbona, per i cittadini; si rammarica, in questo contesto, per le difficoltà incontrate nell'attuazione dell'iniziativa dei cittadini europei (ICE) e pone l'accento sulla necessità di prevedere adeguati finanziamenti non solo per le iniziative in sé, ma anche per le relative attività di comunicazione, al fine di accrescere la popolarità e l'affidabilità dell'ice; 7. è convinto dell'importanza degli strumenti della democrazia partecipativa, quali definiti nel trattato di Lisbona, per i cittadini; si rammarica, in questo contesto, per le difficoltà incontrate nell'attuazione dell'iniziativa dei cittadini europei (ICE) e pone l'accento sulla necessità di prevedere adeguati finanziamenti non solo per le iniziative in sé, ma anche per le relative attività di comunicazione, al fine di accrescere la visibilità e l'affidabilità dell'ice; sottolinea che tali finanziamenti sono indipendenti dall'oggetto dell'ice e che tutte le iniziative ricevibili sono trattate equamente, a prescindere dal loro contenuto; 4 PE v /8 AM\ doc

5 Paragrafo 8 8. sottolinea che occorrono opportuni finanziamenti a favore dei diversi strumenti di democrazia elettronica, nell'ottica di rafforzare i processi di democrazia partecipativa grazie all'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione; 8. riconosce il ruolo dei diversi strumenti di democrazia elettronica nell'aprire i processi di democrazia partecipativa grazie all'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione; invita la Commissione a indicare più chiaramente nei prossimi bilanci in che modo intende tenere conto della crescente importanza della democrazia elettronica; 5 Paragrafo 9 9. ritiene che, in vista dell'entrata in vigore del regolamento relativo ai partiti politici europei e alle fondazioni politiche europee, siano necessari finanziamenti adeguati ed equi per consentirne un'attuazione efficace. 9. ritiene che, in vista dell'entrata in vigore del regolamento relativo ai partiti politici europei e alle fondazioni politiche europee, siano necessari finanziamenti adeguati ed equi per consentirne un'attuazione efficace; ritiene giustificata una valutazione di alto livello delle spese sostenute dai partiti politici e dalle fondazioni politiche in relazione alle loro attività volte a promuovere la partecipazione alla vita politica europea; esprime preoccupazione per il fatto che tali organizzazioni beneficiano di cospicui finanziamenti pubblici e ritiene che serva un modello di finanziamento privato dei partiti politici per stimolare al meglio la partecipazione democratica; AM\ doc 5/8 PE v01-00

6 6 Paragrafo 9 bis (nuovo) 9 bis. chiede che le linee di bilancio concernenti le infrastrutture e le spese del Parlamento europeo come pure altre voci relative ai luoghi di lavoro del Parlamento siano articolate in modo da indicare dove vengono sostenute le spese (Bruxelles, Lussemburgo o Strasburgo); 7 Paragrafo 9 ter (nuovo) 9 ter. ritiene che gli elevati livelli di trasparenza e rendicontazione cui aspira il Parlamento presuppongano che le indennità versate ai deputati non siano corrisposte in blocco, bensì sotto forma di rimborsi pagati su presentazione delle ricevute delle spese effettivamente sostenute, e che tutte le richieste di pagamento liquidate siano pubblicate individualmente; chiede che le regole di bilancio e le prassi di lavoro del Parlamento siano modificate in tal senso; PE v /8 AM\ doc

7 8 Paragrafo 9 quater (nuovo) 9 quater. deplora nuovamente che non sia ancora stato dato un seguito alle osservazioni negative formulate dalla Corte dei conti e che la gestione finanziaria del bilancio da parte delle istituzioni europee rimanga del tutto insoddisfacente; 9 Paragrafo 9 quinquies (nuovo) 9 quinquies. ritiene che il trattato di Lisbona abbia conferito poteri al Parlamento europeo in quanto assemblea eletta capace di rappresentare le opinioni dei cittadini di tutta l'unione e di ogni estrazione sociale ed economica; ritiene pertanto che il ruolo del Comitato delle regioni e del Comitato economico e sociale europeo sia stato inglobato in quello Parlamento europeo e del Consiglio, i cui membri sono già responsabili dinanzi agli elettori nazionali; incarica la Commissione di determinare i costi e i risparmi derivanti dalla soppressione del CdR e del CESE e invita il Consiglio e il Parlamento ad avviare il processo giuridico verso la loro progressiva eliminazione; AM\ doc 7/8 PE v01-00

8 10 Paragrafo 9 sexies (nuovo) 9 sexies. prende atto della riduzione delle spese concernenti le relazioni tra le istituzioni europee e i parlamenti nazionali e si rammarica che non ci si adoperi maggiormente per far sì che la partecipazione delle assemblee legislative nazionali diventi una priorità; ritiene che si potrebbe procedere alla revisione di altre spese prima di intervenire su questo elemento di bilancio, in particolare alla luce delle precedenti risoluzioni in cui il Parlamento ha invitato a prestare maggiore attenzione alle possibilità di migliorare l'efficacia di queste relazioni; PE v /8 AM\ doc

20 anni di cittadinanza europea

20 anni di cittadinanza europea 20 anni di cittadinanza europea Nel 2013 ricorre il ventesimo anniversario della cittadinanza dell Unione, istituita dal Trattato di Maastricht, entrato in vigore il 1 novembre 1993. I diritti connessi

Dettagli

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali Consultazione how-to Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali 1 2 3 4 5 Autonomie Territoriali Forma di Governo e Parlamento Parlamentarismo o Presidenzialismo? Secondo te, l attuale

Dettagli

EMENDAMENTI 1-7. IT Unita nella diversità IT 2010/2085(INI) 9.11.2010. Progetto di parere Małgorzata Handzlik (PE450.700v01-00)

EMENDAMENTI 1-7. IT Unita nella diversità IT 2010/2085(INI) 9.11.2010. Progetto di parere Małgorzata Handzlik (PE450.700v01-00) PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per il commercio internazionale 9.11.2010 2010/2085(INI) EMENDAMENTI 1-7 Małgorzata Handzlik (PE450.700v01-00) sulla revisione della direttiva sulla sicurezza generale

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche europee Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche europee Cittadinanza europea: riferimenti normativi 1950 - Convenzione di Roma Richiamandosi espressamente ai principi supremi enunciati

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

COME CAMBIA IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI. Antonio Misiani (Tesoriere nazionale PD) Roma, giugno 2012

COME CAMBIA IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI. Antonio Misiani (Tesoriere nazionale PD) Roma, giugno 2012 COME CAMBIA IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI Antonio Misiani (Tesoriere nazionale PD) Roma, giugno 2012 IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI: LA NORMATIVA ATTUALE (1) Il referendum del 18-19 aprile 1993 ha abrogato

Dettagli

C. 5123 e abbinate Proposta di testo unificato dei relatori

C. 5123 e abbinate Proposta di testo unificato dei relatori C. 5123 e abbinate Proposta di testo unificato dei relatori Norme in materia di riduzione dei contributi pubblici in favore dei partiti e movimenti politici, nonché misure per garantire la trasparenza

Dettagli

IL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI, DALL ORIGINE AI GIORNI

IL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI, DALL ORIGINE AI GIORNI 417 www.freefoundation.com i dossier IL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI, DALL ORIGINE AI GIORNI NOSTRI 25 maggio 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Il finanziamento dei partiti in Italia L introduzione

Dettagli

nella seduta di mercoledì

nella seduta di mercoledì 2003-2004 TESTI APPROVATI nella seduta di mercoledì 24 settembre 2003 P5_TA-PROV(2003)09-24 EDIZIONE PROVVISORIA PE 336.399 INDICE TESTI APPROVATI DAL PARLAMENTO P5_TA-PROV(2003)0402 Brevettabilità delle

Dettagli

30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5

30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5 30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5 REGOLAMENTO (UE) N. 1233/2010 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 dicembre 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 663/2009 che istituisce

Dettagli

EMENDAMENTI 1-7. IT Unita nella diversità IT 2011/2220(DEC) 21.12.2011. Progetto di parere Jutta Haug (PE476.054v01-00)

EMENDAMENTI 1-7. IT Unita nella diversità IT 2011/2220(DEC) 21.12.2011. Progetto di parere Jutta Haug (PE476.054v01-00) PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare 21.12.2011 2011/2220(DEC) EMENDAMENTI 1-7 Jutta Haug (PE476.054v01-00) Discarico 2010: Agenzia europea

Dettagli

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA L UE è uno Stato, una confederazione, una federazione, un organizzazione internazionale? È un organizzazione internazionale dotata di ampi poteri che configurano cessioni

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE APPROVATO IN SEDE REFERENTE DALLA 1 a COMMISSIONE DEL SENATO NELLA SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2014 WWW.RIFORMECOSTITUZIONALI.GOV.IT ELEMENTI

Dettagli

RACCOMANDAZIONE RELATIVA ALLA PROMOZIONE DELLE COOPERATIVE, 2002 1

RACCOMANDAZIONE RELATIVA ALLA PROMOZIONE DELLE COOPERATIVE, 2002 1 Raccomandazione 193 RACCOMANDAZIONE RELATIVA ALLA PROMOZIONE DELLE COOPERATIVE, 2002 1 La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO 20.9.2008 C 241/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 16 maggio

Dettagli

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

PROPOSTA DI RISOLUZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Documento di seduta 3.9.2010 B7-0491/2010 PROPOSTA DI RISOLUZIONE presentata a seguito dell'interrogazione con richiesta di risposta orale B7-0457/2010 a norma dell'articolo

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per l'industria, il commercio estero, la ricerca e l'energia ***I PROGETTO DI RELAZIONE

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per l'industria, il commercio estero, la ricerca e l'energia ***I PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 1999 2004 Commissione per l'industria, il commercio estero, la ricerca e l'energia 5 aprile 2001 PROVVISORIO 2000/0328(COD) ***I PROGETTO DI RELAZIONE sulla proposta di regolamento del

Dettagli

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

DECISIONE N.7/14 PREVENZIONE E LOTTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE MC.DEC/7/14/Corr.1 1 Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa Consiglio dei ministri Basilea 2014 ITALIAN Original: ENGLISH Secondo giorno della ventunesima Riunione Giornale MC(21)

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) 9.1.2004 L 5/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) DECISIONE N. 20/2004/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'8 dicembre 2003 che stabilisce un quadro generale

Dettagli

Diritto all informazione e accesso ai documenti delle Istituzioni, degli organi e agenzie dell UE

Diritto all informazione e accesso ai documenti delle Istituzioni, degli organi e agenzie dell UE Diritto all informazione e accesso ai documenti delle Istituzioni, degli organi e agenzie dell UE Isolde Quadranti Università degli Studi di Verona Centro di documentazione europea Diritto all informazione

Dettagli

Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità

Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità TESTATA: 247.LIBERO.IT TITOLO: Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità 23/11/12 Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali

Dettagli

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010)

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 7 DICEMBRE 2010 N. 19 INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) Il Consiglio regionale

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per il controllo dei bilanci 18.10.2011 2011/0000(NLE) PROGETTO DI RELAZIONE sulla proposta nomina di Karel Pinxten a membro della Corte dei conti (C7-0000/2011

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! La politica di comunicazione dell Unione europea 2007-2013 Tappe Principali Ottobre 2005 - Piano D (Dibattito, Dialogo e Democrazia) Novembre 2005 - Iniziativa

Dettagli

Gli emendamenti SEL all A.C. 2096 EMENDAMENTI IN COMMISSIONE ART. 1

Gli emendamenti SEL all A.C. 2096 EMENDAMENTI IN COMMISSIONE ART. 1 Gli emendamenti SEL all A.C. 2096 Conversione in legge del decreto-legge 28 dicembre 2013, n. 149, recante abolizione del finanziamento pubblico diretto, disposizioni per la trasparenza e la democraticità

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA Quale è la competenze dell Unione europea nell ambito della cultura? Il trattato di Maastricht (1993) ha consentito all'unione europea, storicamente orientata

Dettagli

Bozza 006 13-09-11 risultato da riunione skype Legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta

Bozza 006 13-09-11 risultato da riunione skype Legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta Bozza 006 13-09-11 risultato da riunione skype Legge di iniziativa popolare per togliere il quorum e migliorare gli strumenti di democrazia diretta Obiettivi votati assieme incontro a Bolzano 5-09-11 1)Livello

Dettagli

Anno Europeo dei. Rita Sassu Europe for Citizens Point

Anno Europeo dei. Rita Sassu Europe for Citizens Point Anno Europeo dei Cittadini 2013 Rita Sassu Europe for Citizens Point Base giuridica Decisione n. 1093/2012/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 novembre 2012 Basata sulla Proposta della Commissione

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO

ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO ELEZIONI REGIONALI 2015: LEGGE ELETTORALE, CAMPAGNA ELETTORALE E PAR CONDICIO La par condicio e le altre norme sulla campagna elettorale 13 aprile 2015 2 INDICE Le spese elettorali dei candidati 3 La par

Dettagli

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Lussemburgo, 18 dicembre 2014 Stampa e Informazione Parere 2/13 La Corte si pronuncia sul progetto di accordo sull adesione dell Unione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014. (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014. (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150) COMUNE DI SANT ANGELO A SCALA Provincia di Avellino PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150) Cod. SAS-PTI01 Data: 30/04/2012 Adottato con

Dettagli

importo (in milioni di euro) area 2007 2008 2009 2007 2008 2009 Agricoltura 1.548 1.133 1.621 155 102 125 3.832 4.007 4.931 828 585 1.

importo (in milioni di euro) area 2007 2008 2009 2007 2008 2009 Agricoltura 1.548 1.133 1.621 155 102 125 3.832 4.007 4.931 828 585 1. Il quadro di situazione delle frodi finanziarie all Unione Europea Il corretto, tempestivo e completo utilizzo delle risorse finanziarie dell Unione Europea costituisce un impegno preciso per tutti, allo

Dettagli

Le Istituzioni dell UE

Le Istituzioni dell UE Le Istituzioni dell UE Il Parlamento europeo 754 Membri del Parlamento Potere legislativo condiviso con il Consiglio Potere di bilancio condiviso con il Consiglio Potere di controllo politico Il Consiglio

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2014-2019 Commissione per l'occupazione e gli affari sociali 15.4.2015 2014/2236(INI) PROGETTO DI RELAZIONE sull'imprenditoria sociale e l'innovazione sociale nella lotta alla disoccupazione

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori 10.5.2012 2012/2037(INI) PROGETTO DI RELAZIONE Attuazione della direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE

PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per l'occupazione e gli affari sociali 30.8.2011 2011/2116(INI) PROGETTO DI RELAZIONE sullo statuto della società cooperativa europea per quanto riguarda il coinvolgimento

Dettagli

Legge Regionale 16 agosto 2001, n. 40 Disposizioni in materia di riordino territoriale e di incentivazione delle forme associative di comuni.

Legge Regionale 16 agosto 2001, n. 40 Disposizioni in materia di riordino territoriale e di incentivazione delle forme associative di comuni. Legge Regionale 16 agosto 2001, n. 40 Disposizioni in materia di riordino territoriale e di incentivazione delle forme associative di comuni. Bollettino Ufficiale n. 27, parte prima, del 27.08.2001 Art.

Dettagli

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012; Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza, nell ambito dell azione del Governo volta all analisi ed alla revisione della spesa pubblica, di emanare disposizioni

Dettagli

PROGETTI DI LEGGE REGIONALI DI PARTICOLARE INTERESSE

PROGETTI DI LEGGE REGIONALI DI PARTICOLARE INTERESSE PROGETTI DI LEGGE REGIONALI DI PARTICOLARE INTERESSE Regione Piemonte Proposta di legge regionale d iniziativa consiliare Oggetto n. 248 Istituzione dell anagrafe degli eletti Con il presente progetto

Dettagli

Il supporto a una Direttiva Europea per il Pluralismo dei Media. La nostra azione comune. Oggetto della proposta

Il supporto a una Direttiva Europea per il Pluralismo dei Media. La nostra azione comune. Oggetto della proposta Iniziativa dei Cittadini Europei proposta dalla coalizione Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media La nostra azione comune Questo testo costituisce una proposta per un Iniziativa dei Cittadini Europei

Dettagli

N. 55 / 2015 1 ANALISI COMPARATA PER LA VIGILANZA SUI METODI INTERNI PER IL CALCOLO DEI

N. 55 / 2015 1 ANALISI COMPARATA PER LA VIGILANZA SUI METODI INTERNI PER IL CALCOLO DEI 1 ANALISI COMPARATA PER LA VIGILANZA SUI METODI INTERNI PER IL CALCOLO DEI REQUISITI IN MATERIA DI FONDI PROPRI: L EBA PUBBLICA LA BOZZA FINALE DI RTS, ITS ED UN OPINION 2 POLITICHE DI REMUNERAZIONE: L

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori DOCUMENTO DI LAVORO

Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori DOCUMENTO DI LAVORO PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori 26.10.2009 DOCUMENTO DI LAVORO relativo alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali

Dettagli

Anno europeo dei cittadini (2013) La cittadinanza europea a livello locale e regionale

Anno europeo dei cittadini (2013) La cittadinanza europea a livello locale e regionale Nota informativa Anno europeo dei cittadini (2013) La cittadinanza europea a livello locale e regionale Il presente documento offre una prima introduzione all'anno europeo dei cittadini 2013, di cui esamina

Dettagli

EMENDAMENTI 2-6. IT Unita nella diversità IT 2011/0417(COD) 30.3.2012. Progetto di parere Dimitar Stoyanov (PE485.839v01-00)

EMENDAMENTI 2-6. IT Unita nella diversità IT 2011/0417(COD) 30.3.2012. Progetto di parere Dimitar Stoyanov (PE485.839v01-00) PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione giuridica 30.3.2012 2011/0417(COD) EMENDAMENTI 2-6 Progetto di parere Dimitar Stoyanov (PE485.839v01-00) Fondi europei di venture capital (COM(2011)0860 C7-0490/2011

Dettagli

Terzo ciclo di valutazione. Rapporto intermedio di conformità sulla Svizzera

Terzo ciclo di valutazione. Rapporto intermedio di conformità sulla Svizzera Adozione: 20 giugno 2014 Pubblico Pubblicazione: 4 luglio 2014 Greco RC-III (2014) 14 Terzo ciclo di valutazione Rapporto intermedio di conformità sulla Svizzera «Incriminazioni (STE n. 173 e 191, PDC

Dettagli

RELAZIONE MODIFICHE REGOLAMENTO PER

RELAZIONE MODIFICHE REGOLAMENTO PER COMUNE DI RIETI RELAZIONE MODIFICHE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ONORARIA E BENEMERITA - DISPOSIZIONE SPECIALE: CITTADINANZA ONORARIA IUS SOLI (dott.sa Stefania Mariantoni) 1 RELAZIONE

Dettagli

L 343/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 29.12.2010

L 343/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 29.12.2010 L 343/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 29.12.2010 REGOLAMENTO (UE) N. 1259/2010 DEL CONSIGLIO del 20 dicembre 2010 relativo all attuazione di una cooperazione rafforzata nel settore della legge

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee L 80/29 DIRETTIVA 2002/14/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'11 marzo 2002 che istituisce un quadro generale relativo all'informazione e alla consultazione dei lavoratori IL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

PROPOSTA DI RISOLUZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2014-2019 Documento di seduta 10.4.2015 B8-0000/2015 PROPOSTA DI RISOLUZIONE presentata a seguito dell'interrogazione con richiesta di risposta orale B8-0000/2015 a norma dell'articolo

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale

Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale Sistema di Valutazione della Performance del Segretario Comunale In applicazione dell art. 7 del D. Lgs. 150/2009 recante Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della

Dettagli

SEGNALAZIONE N. 20/2015 DEL 30.03.2015 A CURA DELLA DIREZIONE GENERALE DELLA PRESIDENZA SERVIZIO PER L UFFICIO DI BRUXELLES

SEGNALAZIONE N. 20/2015 DEL 30.03.2015 A CURA DELLA DIREZIONE GENERALE DELLA PRESIDENZA SERVIZIO PER L UFFICIO DI BRUXELLES SEGNALAZIONE N. 20/2015 DEL 30.03.2015 A CURA DELLA DIREZIONE GENERALE DELLA PRESIDENZA SERVIZIO PER L UFFICIO DI BRUXELLES AVENUE DES ARTS, 3-4-5, 1210 BRUXELLES TEL. +32(0)2.894.99.70 FAX +32(0)2.894.99.71

Dettagli

(Atti legislativi) DECISIONI

(Atti legislativi) DECISIONI 23.11.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 325/1 I (Atti legislativi) DECISIONI DECISIONE N. 1093/2012/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 21 novembre 2012 relativa all anno europeo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DE POLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato DE POLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 349 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato DE POLI Istituzione del Garante nazionale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza Presentata

Dettagli

Le politiche di modernizzazione per un amministrazione pubblica di qualità

Le politiche di modernizzazione per un amministrazione pubblica di qualità Le politiche di modernizzazione per un amministrazione pubblica di qualità Pia Marconi Direttore generale Ufficio per il programma di modernizzazione delle PA Dipartimento della Funzione Pubblica 1 Le

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DAMIANO, BARETTA, BELLANOVA, BERRETTA, BOCCUZZI, CODURELLI, GNECCHI, MIGLIOLI, RAMPI, SCHIRRU

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DAMIANO, BARETTA, BELLANOVA, BERRETTA, BOCCUZZI, CODURELLI, GNECCHI, MIGLIOLI, RAMPI, SCHIRRU Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4340 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DAMIANO, BARETTA, BELLANOVA, BERRETTA, BOCCUZZI, CODURELLI, GNECCHI, MIGLIOLI, RAMPI, SCHIRRU

Dettagli

Progetto HOPEurope Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello

Progetto HOPEurope Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello Progetto HOPEurope Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello 6. Istituzioni dell'unione europea La Corte dei conti dell'ue e la Banca europea degli investimenti

Dettagli

EMENDAMENTI 1-51. IT Unita nella diversità IT 2010/2012(INI) 10.5.2010. Progetto di parere Ioannis A. Tsoukalas (PE440.203v01-00)

EMENDAMENTI 1-51. IT Unita nella diversità IT 2010/2012(INI) 10.5.2010. Progetto di parere Ioannis A. Tsoukalas (PE440.203v01-00) PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia 10.5.2010 2010/2012(INI) EMENDAMENTI 1-51 Ioannis A. Tsoukalas (PE440.203v01-00) Completamento del mercato interno del commercio

Dettagli

Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana

Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana Art. 1 Validità Il presente Regolamento è approvato dalla direzione regionale. Le norme in esso contenute sono in attuazione degli statuti

Dettagli

Decida il popolo europeo. Strategia per l azione quadro Milano, 1 marzo 2008

Decida il popolo europeo. Strategia per l azione quadro Milano, 1 marzo 2008 Decida il popolo europeo Strategia per l azione quadro Milano, 1 marzo 2008 Obiettivi politici fissati dal CC (1) avviare un azione-quadro che includa il rilancio del processo costituente anche tra un

Dettagli

Giovanni Battista Pastorino

Giovanni Battista Pastorino CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA PROPOSTA DI LEGGE Iniziativa del Consigliere Giovanni Battista Pastorino SOSTEGNO AGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE, CON LA FORNITURA GRATUITA

Dettagli

Ordinanza contro le retribuzioni abusive nelle società anonime quotate in borsa

Ordinanza contro le retribuzioni abusive nelle società anonime quotate in borsa Ordinanza contro le retribuzioni abusive nelle società anonime quotate in borsa (OReSA) del 20 novembre 2013 Il Consiglio federale svizzero, visti gli articoli 95 capoverso 3 e 197 numero 10 della Costituzione

Dettagli

Erogazioni a partiti politici: novità in materia di detrazione IRES e IRPEF

Erogazioni a partiti politici: novità in materia di detrazione IRES e IRPEF Erogazioni a partiti politici: novità in materia di detrazione IRES e IRPEF Il legislatore, con la Legge 6 luglio 2012 n. 96 recante, tra l altro, norme in materia di riduzione dei contributi pubblici

Dettagli

L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA PROFESIONE FORENSE

L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA PROFESIONE FORENSE L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA PROFESIONE FORENSE La formazione universitaria e post universitaria L attività professionale nel mercato sovranazionale L internazionalizzazione degli studi L evoluzione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 OGGETTO: PARTECIPAZIONE ATTIVA DEI CITTADINI AI PROCESSI DECISIONALI DELL'ENTE LOCALE. APPROVAZIONE REGOLAMENTO 'BILANCIO PARTECIPATIVO' L anno 2013,

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

Pechino 15 anni dopo - Piattaforma delle Nazioni Unite per la parità di genere

Pechino 15 anni dopo - Piattaforma delle Nazioni Unite per la parità di genere P7_TA-PROV(2010)0037 Pechino 15 anni dopo - Piattaforma delle Nazioni Unite per la parità di genere Risoluzione del Parlamento europeo del 25 febbaio 2010 su Pechino +15: Piattaforma d'azione delle Nazioni

Dettagli

AREA TEMATICA RETRIBUZIONE

AREA TEMATICA RETRIBUZIONE AREA TEMATICA RETRIBUZIONE L'area tratta delle problematiche legate alla retribuzione: la retribuzione caratteristiche della retribuzione struttura e sistemi di retribuzione voci della retribuzione adempimento

Dettagli

PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE

PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE 31 della dicembre politica 2008 di PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE 1. Premessa Il presente documento ("Procedure per l approvazione della politica di, per brevità, le Procedure

Dettagli

ASSOCIAZIONE SOCIO POLITICO CULTURALE REA PALUS

ASSOCIAZIONE SOCIO POLITICO CULTURALE REA PALUS ASSOCIAZIONE SOCIO POLITICO CULTURALE REA PALUS S T A T U T O Art. 1 - SEDE E DENOMINAZIONE 1. E costituita con sede in Rapallo l associazione socio politico culturale Rea Palus. 2. I contenuti e la struttura

Dettagli

AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni)

AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) L Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), c.d. Authority delle TLC, è un autorità indipendente, istituita dalla legge Maccanico 31 luglio

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

La partecipazione delle Regioni alla formazione del diritto europeo: il caso dell'assemblea legislativa delle Marche.

La partecipazione delle Regioni alla formazione del diritto europeo: il caso dell'assemblea legislativa delle Marche. La partecipazione delle Regioni alla formazione del diritto europeo: il caso dell'assemblea legislativa delle Marche Barbara Sardella Premessa Gli aspetti procedurali La Regione Marche è stata tra le prime

Dettagli

RISOLUZIONE N. 101/E

RISOLUZIONE N. 101/E RISOLUZIONE N. 101/E Direzione Centrale Normativa Roma, 19 novembre 2014 OGGETTO: Consulenza giuridica ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 SOSTITUTO D IMPOSTA - CESSIONE QUOTE FONDI MOBILIARI

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO. Risoluzione sui diritti delle persone disabili. Annunziata il 22 gennaio 1997

CAMERA DEI DEPUTATI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO. Risoluzione sui diritti delle persone disabili. Annunziata il 22 gennaio 1997 Camera dei Deputati 1 Senato della Repubblica CAMERA DEI DEPUTATI Doc. XII N. 76 RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO APPROVATA NELLA SEDUTA DI VENERDÌ 13 DICEMBRE 1996 Risoluzione sui diritti delle persone

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2002R1606 IT 10.04.2008 001.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B REGOLAMENTO (CE) N. 1606/2002 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL

Dettagli

Convocazione di Assemblea Generale Free Hardware Foundation

Convocazione di Assemblea Generale Free Hardware Foundation Cari membri della fondazione, dopo un'ampia discussione sia all'interno del Consiglio che all'interno dell'esecutivo, siamo giunti alla conclusione, pacifica e condivisa, che la Fondazione abbia raggiunto

Dettagli

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE Nuove regole per i comitati aziendali europei Presentazione della direttiva 2009/38/CE A cosa servono i Comitati aziendali europei? I Comitati aziendali europei (CAE) sono enti che rappresentano i lavoratori

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 11

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 11 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 11 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori BIANCONI e CARRARA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 APRILE 2008 Modifiche alla legge 11 agosto 1991, n. 266, in

Dettagli

Che cosa facciamo. Il Forum per la Finanza Sostenibile si occupa di:

Che cosa facciamo. Il Forum per la Finanza Sostenibile si occupa di: Chi siamo Il Forum per la Finanza Sostenibile è un Associazione senza scopo di lucro nata nel 2001. È un organizzazione multistakeholder; ne fanno parte sia operatori del mondo finanziario che soggetti

Dettagli

POLICY PER L ESERCIZIO DEI DIRITTI INERENTI AGLI STRUMENTI FINANZIARI DEGLI OICR GESTITI

POLICY PER L ESERCIZIO DEI DIRITTI INERENTI AGLI STRUMENTI FINANZIARI DEGLI OICR GESTITI POLICY PER L ESERCIZIO DEI DIRITTI INERENTI AGLI STRUMENTI FINANZIARI DEGLI OICR GESTITI Approvato dal Revisionato dal Consiglio di Amministrazione del 27 aprile 2012 Le presenti linee guida rappresentano

Dettagli

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale CARLO FUSARO I limiti della legislazione elettorale vigente LEGISLAZIONE ELETTORALE: complesso delle norme concernenti

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI

IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI IL FINANZIAMENTO DELLA POLITICA IN ITALIA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, REGNO UNITO, STATI UNITI La presente pubblicazione raccoglie schede di sintesi relative a finanziamento della politica nei principali

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA Doc. XVIII n. 59 RISOLUZIONE DELLA 8ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) (Estensore BUTTI) approvata nella seduta pomeridiana del 20 ottobre

Dettagli

IL PARLAMENTO EUROPEO E I CITTADINI. http://www.europarl.europa.eu/

IL PARLAMENTO EUROPEO E I CITTADINI. http://www.europarl.europa.eu/ IL PARLAMENTO EUROPEO E I CITTADINI http://www.europarl.europa.eu/ La Posta del cittadino Descrizione: La Posta del cittadino è un servizio che consente a qualsiasi cittadino di contattare il Parlamento

Dettagli

10.2.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 42/49

10.2.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 42/49 10.2.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 42/49 Parere del Comitato delle regioni sul tema «Creare uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia per i cittadini europei Piano d'azione per l'attuazione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIULIETTI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIULIETTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2581 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIULIETTI Iniziative e manifestazioni per la celebrazione del sessantesimo anniversario della

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE DANIELI & C. - OFFICINE MECCANICHE S.p.A. Sede: Buttrio (UD), via Nazionale 41 Capitale Sociale Euro 81.304.566 I.V. Numero di Iscrizione al Registro delle Imprese di Udine e Codice fiscale: 00167460302.

Dettagli

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica 2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica L educazione alla cittadinanza democratica (EDC) è il risultato di un dibattito che nasce da diverse problematiche: il basso livello di partecipazione alle

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti legislativi) REGOLAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti legislativi) REGOLAMENTI 24.4.2014 L 122/1 I (Atti legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 375/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 3 aprile 2014 che istituisce il Corpo volontario europeo di aiuto umanitario («iniziativa

Dettagli

Politiche europee per i giovani

Politiche europee per i giovani Politiche europee per i giovani Roma, 25 maggio 2011 Natalja Montefusco della Commissione europea Base giuridica: Trattato di Lisbona Articolo 165 (ex articolo 149 del TCE) L'azione dell'unione è intesa

Dettagli