ALLO SCARICO / ALL ALLACCIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLO SCARICO / ALL ALLACCIO"

Transcript

1 MODULO UNICO DI RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO / ALL ALLACCIO ACQUE REFLUE COMUNI DI LANGHIRANO E LESIGNANO DE BAGNI

2 LA COMPILAZIONE DEI MODULI DEVE ESSERE PRECEDUTA DALLA CORRETTA CLASSIFICAZIONE DELLO SCARICO DOMESTICI DI CLASSE A ASSIMILATI AI DOMESTICI DI CLASSE B e C INDUSTRIALI

3 CLASSIFICAZIONE DELLO SCARICO SOLO DOPO AVER CORRETTAMENTE CLASSIFICATO LO SCARICO occorre scegliere ed utilizzare il rispettivo modulo contenente la documentazione tecnico amministrativa da allegare alla richiesta SI SUGGERISCE DI FARE RIFERIMENTO ALLE LINEE GUIDA ALL APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO DI FOGNATURA IN QUANTO E IL DOCUMENTO PIU ESAUSTIVO PER LA CORRETTA CLASSIFICAZIONE DELLO SCARICO

4 SCARICHI DOMESTICI DI CLASSE A Scarichi derivanti esclusivamente da servizi igienici, cucine, mense, indipendentemente da fatto che provengano da edifici ad uso abitativo, uffici, edifici commerciali, attività artigianali o industrie. A titolo esemplificativo (p.to 2.2, D.G.R. 1053/2003) danno origine alla predetta tipologia: Parrucchiere, barbiere, istituto di bellezza Lavanderia, stireria per utenze residenziali Vendita al dettaglio di generi alimentari anche con annesso laboratorio (pasticceria, gelaterie, gastronomie, panifici, ecc.) Attività di ristorazione ed alberghiera

5 SCARICHI INDUSTRIALI ASSIMILATI AI DOMESTICI DI CLASSE B GLI SCARICHI INDUSTRIALI CHE PRESENTANO CARATTERISTICHE QUALI - QUALITATIVE, PRIMA DI OGNI EVENTUALE TRATTAMENTO, CONFORMI ALLA Tab. 1, p.to 5 della D.G.R. n 1053/2003 Quantitative: portata entro i mc/giorno 15,00 Qualitative: analisi chimiche dello scarico entro i limiti tabellari Per i nuovi scarichi potrà essere fatto riferimento ai dati e alla documentazione riferita a scarichi provenienti da processi produttivi analoghi, da dimostrare entro 6 mesi dalla effettiva attivazione dello scarico (D.G.R. n 1053/2003 p.to 5)

6 SCARICHI INDUSTRIALI ASSIMILATI AI DOMESTICI DI CLASSE C ASSIMILIATI PER LEGGE, e precisamente: Imprese dedite alla coltivazione del fondo Imprese dedite all allevamento del bestiame Imprese dedite alla coltivazione del fondo e/o all allevamento del bestiame che esercitano anche attività di trasformazione o di valorizzazione della produzione Dovranno comunque essere soddisfatti specifici requisiti delle aziende fissati al punto 2.3 delle Linee guida

7 ACQUE REFLUE INDUSTRIALI Gli scarichi prodotti da insediamenti industriali che non rientrano negli assimilati di classe B o C

8 AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO E ALL ALLACCIO ALLACCIO: realizzazione dell impatto fisico alla PUBBLICA FOGNATURA di una linea di scarico PRIVATA SCARICO: caratterizzazione quantitativa e qualitativa delle acque reflue scaricate da uno stabile

9 AUTORIZZAZIONE ALL ALLACCIO L autorizzazione all ALLACCIO dovrà essere sempre richiesta in presenza di un nuovo impatto alla pubblica fognatura, indipendentemente dalla classificazione dello scarico. Si precisa che l autorizzazione all allaccio dovrà essere richiesta anche quando, per effetto di cambi di destinazione, ampliamenti, ristrutturazione che comportino modifiche quali - quantitative alla rete privata precedentemente autorizzata Il Gestore del S.I.I. rilascia il parere tecnico, prescrivendo anche eventuali sistemi di pretrattamento, regolamentazioni sul recapito delle acque bianche, ecc...

10 AUTORIZZAZIONE ALL ALLACCIO L autorizzazione all allaccio è soggetta al parere tecnico del Gestore del S.I.I. Inoltre per tutti i nuovi impatti il Gestore rilascerà il certificato di regolare esecuzione dei lavori di allaccio alla pubblica fognatura, emesso a seguito di sopralluogo del Gestore stesso durante l esecuzione dei lavori Il CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE costituisce documento necessario per il rilascio da parte del Comune del Certificato di abitabilità / agibilità dell edificio

11 AUTORIZZAZIONE ALL ALLACCIO Nel rispetto del principio generale enunciato dal Testo Unico Ambiente (art. 107 del D. Lgs. N 152/2006) che prevede che gli scarichi civili siano sempre ammessi a recapitare in fognatura nel rispetto delle prescrizioni del gestore del servizio idrico integrato, lo SCARICO DOMESTICO DI CLASSE A è soggetto alla sola AUTORIZZAZIONE ALL ALLACCIO

12 AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO L autorizzazione allo SCARICO deve essere chiesta per l ammissione, con propria caratterizzazione, delle acque reflue in FOGNATURA (o in ACQUE SUPERFICIALI) La richiesta di autorizzazione allo SCARICO è soggetta al parere di conformità del Gestore del S.I.I. Nel caso di contestuale richiesta di autorizzazione allo scarico e all allaccio la documentazione tecnico amministrativa dovrà essere prodotta in riferimento al modulo di autorizzazione allo scarico. In tal caso L AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO E ALL ALLACCIO SARA EMESSA IN UN UNICO ATTO.

13 AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO Nel rispetto del principio generale enunciato dal Testo Unico Ambiente (art. 124 del D.Lgs. N 152/2006) che prevede che tutti gli scarichi devono essere preventivamente autorizzati (vista la deroga alla sola autorizzazione in fognatura per gli scarichi civili di classe A ) sono soggetti a richiesta di AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO gli scarichi industriali e gli scarichi industriali assimilati di classe B e C

14 AUTORIZZAZIONI ALLO SCARICO CON RECAPITO DIVERSO DALLA FOGNATURA COMUNALE Per gli scarichi civili di classe A la richiesta dovrà essere inoltrata al COMUNE, utilizzando il MODULO UNICO (MODULO 1, SCHEDA TECNICA 1), prevedendo i trattamenti previsti dalla D.G.R /2003. A tale proposito la SCHEDA TECNICA - MODULO 1 impone di scegliere uno degli impianti di depurazione previsti dalla D.G.R. n 1.053/2003 Per gli scarichi INDUSTRIALI e industriali ASSIMILATI di classe B e C la richiesta dovrà essere inoltrata alla Provincia di Parma - Servizio Ambiente, tramite lo sportello S.U.A.P

15 ULTERIORI CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI Entrambi i Comuni hanno aggiornato con delibera di Giunta Comunale (con decorrenza dal 01/07/2012) le spese di istruttoria delle pratiche di autorizzazione allo scarico, uniformando le spese. Occorre tuttavia prestare attenzione al C.C.P., in quanto le tesorerie dei due Comuni rimangono DISTINTE e SEPARATE. Ad esclusione di scarichi contenenti sostanze pericolose, o per particolari esigenze di classificazione dello scarico, NON è più previsto l ottenimento del parere A.R.P.A. (sia per scarichi industriali, sia per scarichi civili di classe A in acque superficiali), con SGRAVIO economico da parte del richiedente del pagamento delle spese di istruttoria di A.R.P.A.

16 ULTERIORI CHIARIMENTI AMMINISTRATIVI Nel caso di semplice rinnovo, presentato per semplice scadenza dell autorizzazione in essere, potranno NON essere prodotti parte dei documenti amministrativi richiesti (come specificato nel MODULO 2), rimandando agli Uffici Ambiente / Gestore alla pratica precedentemente autorizzata

17 Classificazione Origine Criteri assimilabilità Prescrizioni Titolo abilitativo Refluo domestico classe A Servizi igienici, docce, lavabi, cucine provenienti da edifici ad uso abitativo, uffici, magazzini, edifici commerciali, attività artigianali ed industriali Puramente domestico Sempre ammesso salvo alcuni casi con obbligo di pretrattamento Autorizzazione all allaccio da parte del comune (previo parere da parte del Gestore) Refluo assimilato al domestico classe B Acque di lavorazione da attività di servizio o produzione beni (Artigianale/Industriale) anche se frammiste a domestiche di classe A Assimilabile al domestico per caratteristiche qualiquantitative Rispetto limiti di portata e tabellari come da paragrafo 2) delle linee guida delle acque reflue domestiche Autorizzazione del Comune previo parere di conformità e/o allacciabilità del Gestore. L autorizzazione è rilasciata all interno del provvedimento finale in capo al SUAP. Refluo assimilato al domestico classe C Acque di lavorazione da attività di servizio o produzione beni (Artigianale/Industriale) anche se frammiste a domestiche di classe A Assimilabile al domestico per legge Mantenimento delle caratteristiche di assimilabilità e rispetto dei limiti di portata e tabellari come da paragrafo 3) delle linee guida delle acque reflue domestiche Autorizzazione del Comune previo parere di conformità e/o allacciabilità del Gestore. L autorizzazione è rilasciata all interno del provvedimento finale in capo al SUAP. Refluo industriale Acque di lavorazione, lavaggio, raffreddamento, dilavamento e prima pioggia da attività di servizio, artigianale ed industriale e relativi piazzali (anche se frammiste a domestiche), ma non contenenti sostanze pericolose Prettamente industriale per portata e qualità Rispetto dei limiti di accettabilità della Tabella 3 Allegato 5 del Dlgs 152/06 e smi e/o di quelli più permissivi fissati dal Gestore Autorizzazione del Comune previo parere del Gestore (conformità e/o allacciabilità). L autorizzazione è rilasciata all interno del provvedimento finale in capo al SUAP. Refluo industriale (sostanze pericolose) Acque di lavorazione da attività di servizio, artigianale ed industriale, con presenza di sostanze pericolose (anche se frammiste a domestiche, prima pioggia e/o dilavamento) Prettamente industriale per portata e qualità Rispetto dei limiti di accettabilità della Tabella 3 Allegato 5 del Dlgs 152/06 e smi e/o di quelli più permissivi fissati dal Gestore (esclusi i parametri elencati in tab.5) Autorizzazione del Comune previo parere di Arpa e del Gestore (conformità e/o allacciabilità). L autorizzazione è rilasciata all interno del provvedimento finale in capo al SUAP.

PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18)

PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18) PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18) Il gestore a seguito di richiesta rilascia: Nulla Osta con la quale dichiara la congruità tecnica dell allacciamento con le reti

Dettagli

PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18)

PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18) PER RILASCIO NULLA OSTA PROCEDURA ALL ALLACCIAMENTO AL S.I.I. (ART. 18) Il gestore a seguito di richiesta rilascia: Nulla Osta con la quale dichiara la congruità tecnica dell allacciamento con le reti

Dettagli

REGOLAMENTO DI ASSIMILAZIONE DELLE ACQUE REFLUE ALLE ACQUE REFLUE DOMESTICHE

REGOLAMENTO DI ASSIMILAZIONE DELLE ACQUE REFLUE ALLE ACQUE REFLUE DOMESTICHE Via Borgo Vico n. 148 22100 COMO Tel. 031-230.475-397 - 386 Fax 031-230.345 E-mail ato@ato.como.it PEC aato@pec.provincia.como.it Ufficio d Ambito di Como REGOLAMENTO DI ASSIMILAZIONE DELLE ACQUE REFLUE

Dettagli

Allegato 4 Procedura autorizzazione per lo scarico di acque reflue industriali ed industriali assimilabili alle domestiche

Allegato 4 Procedura autorizzazione per lo scarico di acque reflue industriali ed industriali assimilabili alle domestiche REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PARTE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE Allegato 4 Procedura autorizzazione per lo scarico di acque reflue industriali ed industriali assimilabili alle domestiche

Dettagli

SI EVIDENZIA CHE ACQUE VERONESI NON È GESTORE DELLA PIATTAFORMA SUAP ON-LINE,

SI EVIDENZIA CHE ACQUE VERONESI NON È GESTORE DELLA PIATTAFORMA SUAP ON-LINE, INFORMAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN FOGNATURA DEI REFLUI DERIVANTI DA ATTIVITA PRODUTTIVE, SIA CLASSIFICABILI DI TIPO INDUSTRIALE CHE ASSIMILABILE AL CIVILE.

Dettagli

Gli scarichi industriali nell'autorizzazione Unica Ambientale

Gli scarichi industriali nell'autorizzazione Unica Ambientale Gli scarichi industriali nell'autorizzazione Unica Ambientale Inquadramento normativo e caratteristiche del territorio Brianteo Speaker Giuseppe Spina 05 maggio 2016 Definizioni scarico: qualsiasi immissione

Dettagli

MODULO AUTOCERTIFICATIVO SCARICO SUL SUOLO (ai sensi dell art. 47 del DPR , n. 445) (da utilizzare nel caso di scarichi sul suolo)

MODULO AUTOCERTIFICATIVO SCARICO SUL SUOLO (ai sensi dell art. 47 del DPR , n. 445) (da utilizzare nel caso di scarichi sul suolo) MODULO AUTOCERTIFICATIVO SCARICO SUL SUOLO (da utilizzare nel caso di scarichi sul suolo) Servizio Ambiente l sottoscritt nat a... il, residente in.. via..n.... in qualità di.. del fabbricato sito in via...

Dettagli

ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE AI SENSI DELL ART.28 DELLE

ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE AI SENSI DELL ART.28 DELLE ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE AI SENSI DELL ART.28 DELLE IL SOTTOSCRITTO NTA DEL PTA DELLA REGIONE MARCHE (DAALR 145/2010) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ Indicata alla lett.

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI:

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI: DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI: ACQUE REFLUE DOMESTICHE CHE NON RECAPITANO IN PUBBLICA FOGNATURA La domanda di autorizzazione allo scarico deve essere presentata in triplice copia di cui una

Dettagli

Oggetto: domanda di autorizzazione allo scarico di acque di piscina nella fognatura consortile

Oggetto: domanda di autorizzazione allo scarico di acque di piscina nella fognatura consortile Riservato al Consorzio AXA n. prot. Data di ricezione / /20 Firma Spett.le CONSORZIO STRADALE CENTRO RESIDENZIALE AXA Via di Macchia Saponara, 153 00125 Roma Oggetto: domanda di autorizzazione allo scarico

Dettagli

SCARICHI IDRICI Se l acqua fosse acqua che voglia di bere. (NOMADI)

SCARICHI IDRICI Se l acqua fosse acqua che voglia di bere. (NOMADI) NORME IN MATERIA AMBIENTALE SCARICHI IDRICI Se l acqua fosse acqua che voglia di bere. (NOMADI) Art. 74 definizioni Acque reflue domestiche: derivate da insediamenti di tipo residenziale e da servizi derivanti

Dettagli

Cognome Nome. Data di nascita Luogo di nascita Prov. ( ) Comune di CAP Prov. ( ) Via/Piazza N. Denominazione o Ragione sociale

Cognome Nome. Data di nascita Luogo di nascita Prov. ( ) Comune di CAP Prov. ( ) Via/Piazza N. Denominazione o Ragione sociale Aggiornato al 16 marzo 2018 Spazio per la vidimazione del S.U.A.P. MODELLO E-11 Segnalazione Certificata di inizio attività ai fini della attivazione dello scarico delle acque reflue assimilate alle acque

Dettagli

COMUNE DI CASACALENDA (Provincia di Campobasso)

COMUNE DI CASACALENDA (Provincia di Campobasso) COMUNE DI CASACALENDA (Provincia di Campobasso) Marca da bollo 14,62 Al Responsabile del Settore Tecnico del Comune di Casacalenda Corso Roma n.78 86043 CASACALENDA (CB) DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO

Dettagli

ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE AI SENSI DELL ART.28 DELLE NTA DEL PTA DELLA REGIONE MARCHE (DAALR 145/2010)

ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE AI SENSI DELL ART.28 DELLE NTA DEL PTA DELLA REGIONE MARCHE (DAALR 145/2010) ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE AI SENSI DELL ART.28 DELLE NTA DEL PTA DELLA REGIONE MARCHE (DAALR 145/2010) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETÀ Indicata alla lett. b) comma 1 dell

Dettagli

RICHIESTA DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO DEL SUAP

RICHIESTA DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO DEL SUAP DOMANDA SUAP ORDINARIA Bollo in valore corrente Prot. Gen. AL SERVIZIO ATTIVITA PRODUTTIVE SUAP DEL COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) telefono: 051 598 229 fax:

Dettagli

IL RUOLO DEL GESTORE NEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

IL RUOLO DEL GESTORE NEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO IL RUOLO DEL GESTORE NEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO A CURA DI MICHAELA FADONI GESTIONE CLIENTI INDUSTRIALI UFFICI A RESPONSABILITÀ UNIFICATA GRUPPO CAP - BRIANZACQUE 1 BRIANZACQUE SRL E il GESTORE SERVIZIO

Dettagli

ALLEGATO 1 NOTIZIE GENERALI

ALLEGATO 1 NOTIZIE GENERALI ALLEGATO 1 DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE E/O ASSIMILABILI ALLE DOMESTICHE CHE RECAPITANO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE, SUL SUOLO E NEGLI STRATI SUPERFICIALI DEL SOTTOSUOLO. NOTIZIE

Dettagli

LE COMPETENZE AMBIENTALI DELLA NUOVA PROVINCIA

LE COMPETENZE AMBIENTALI DELLA NUOVA PROVINCIA LE COMPETENZE AMBIENTALI DELLA NUOVA PROVINCIA Pesaro, 5 dicembre 2017 LA DISCIPLINA DEGLI SCARICHI DI ACQUE REFLUE IL RUOLO DELLA PROVINCIA LE RECENTI SEMPLIFICAZIONI NORMATIVE Provincia Pesaro e Urbino

Dettagli

Domanda di ammissione allo scarico di acque domestiche in pubblica fognatura e/o allacciamento alla rete fognaria comunale

Domanda di ammissione allo scarico di acque domestiche in pubblica fognatura e/o allacciamento alla rete fognaria comunale DICHIARA Che le acque reflue provenienti dall insediamento situato nel comune di (prov. di ) via/n./frazione tel. è definito, ai sensi del D.Lgs 152/06 e dal Regolamento della Regione Lombardia n. 3 del

Dettagli

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE Titolo abilitativo: autorizzazione allo scarico in fognatura di acque reflue industriali e/o di prima pioggia

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE Titolo abilitativo: autorizzazione allo scarico in fognatura di acque reflue industriali e/o di prima pioggia AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE Titolo abilitativo: autorizzazione allo scarico in fognatura di acque reflue industriali e/o di prima pioggia NOTE A CHIARIMENTO DA LEGGERE CON ATTENZIONE - ai fini dell

Dettagli

RICHIESTA DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO DEL SUAP PER:

RICHIESTA DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO DEL SUAP PER: DOMANDA SUAP SEMPLIFICATA Bollo in valore corrente Prot. Gen. AL SERVIZIO ATTIVITA ECONOMICHE SUAP DEL COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) telefono: 051 598 229

Dettagli

SCARICHI FUORI FOGNATURA

SCARICHI FUORI FOGNATURA SCARICHI FUORI FOGNATURA Data/Prot. di presentazione COMUNE DI VAIANO Area 1 Pianificazione e Gestione del Territorio (n. 3 copie una con marca da bollo) Il sottoscritto Cognome Nome Data di nascita /

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ufficio Acque e Monitoraggio Ambientale

PROVINCIA DI FERRARA Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ufficio Acque e Monitoraggio Ambientale PROVINCIA DI FERRARA Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ufficio Acque e Monitoraggio Ambientale DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI E ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE

Dettagli

ALLACCIAMENTO ALLA PUBBLICA FOGNATURA ACQUE NERE DI SCARICHI AZIENDALI DI ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE - INFORMAZIONI

ALLACCIAMENTO ALLA PUBBLICA FOGNATURA ACQUE NERE DI SCARICHI AZIENDALI DI ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE - INFORMAZIONI NULLAOSTA ALLO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE ALLEGATO INFORMATIVO Area territoriale Saccisica ALLACCIAMENTO ALLA PUBBLICA FOGNATURA ACQUE NERE DI SCARICHI AZIENDALI DI ACQUE REFLUE

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ARCOLA UFFICIO AMBIENTE. sito internet: www.comune.arcola.sp.it e.mail: sportelloscarichi@comune.arcola.sp.

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ARCOLA UFFICIO AMBIENTE. sito internet: www.comune.arcola.sp.it e.mail: sportelloscarichi@comune.arcola.sp. 1 AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ARCOLA UFFICIO AMBIENTE 1 sito internet: www.comune.arcola.sp.it e.mail: sportelloscarichi@comune.arcola.sp.it GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DELLA DICHIARAZIONE

Dettagli

Oggetto: Autodenuncia di scarico civile preesistente ai sensi dell art. 38 della L.R. 27/86 e richiesta autorizzazione al mantenimento dello scarico

Oggetto: Autodenuncia di scarico civile preesistente ai sensi dell art. 38 della L.R. 27/86 e richiesta autorizzazione al mantenimento dello scarico Marca da bollo di. 16,00 Responsabile del Procedimento Dott. Geol. Simone Castorina Al Comune di Aci Castello AREA 4^ - SERVIZI TECNICI Demanio e Patrimonio Ecologia ed Ambiente Protezione Civile - Manutenzione

Dettagli

SCHEDA TECNICA FOGNATURE

SCHEDA TECNICA FOGNATURE Dipartimento Provinciale di Milano Sede di Melegnano 20077 (MI) - v. Maestri 2 Tel. 02.98115388 Fax 02.98115367 Unità Organizzativa Territorio e Attività Integrate SCHEDA TECNICA FOGNATURE Le indicazioni

Dettagli

Provincia di Asti Normativa AUA per le autorizzazioni allo scarico

Provincia di Asti Normativa AUA per le autorizzazioni allo scarico Provincia di Asti Normativa AUA per le autorizzazioni allo scarico Dott. Marco Bertolino Dott.ssa Valentina Cerigo Definizione di scarico Qualsiasi immissione di acque reflue in acque superficiali, sul

Dettagli

PROVINCIA SUD SARDEGNA

PROVINCIA SUD SARDEGNA Regolamento per il rilascio delle autorizzazioni allo scarico delle acque reflue fuori dalla pubblica fognatura, approvato con delibera del Consiglio provinciale del 23 novembre 2016, n. 20 PREMESSA La

Dettagli

RICHIESTA DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO DEL SUAP PER:

RICHIESTA DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO UNICO DEL SUAP PER: DOMANDA SUAP SEMPLIFICATA Bollo in valore corrente Prot. Gen. AL SERVIZIO ATTIVITA PRODUTTIVE SUAP DEL COMUNE DI CASALECCHIO DI RENO Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) telefono: 051 598 229

Dettagli

TUTELA DELLE ACQUE. Disciplina degli scarichi. Acque reflue domestiche in zone non servite da pubblica fognatura

TUTELA DELLE ACQUE. Disciplina degli scarichi. Acque reflue domestiche in zone non servite da pubblica fognatura TUTELA DELLE ACQUE Disciplina degli scarichi Acque reflue domestiche in zone non servite da pubblica fognatura P. Ch. Marta Maggioni Provincia di Lecco -Servizio Risorse Idriche Lecco, 17 Maggio 2016 Premessa

Dettagli

UFFICIO D'AMBITO DELLA PROVINCIA DI SONDRIO Pag. 1 di 9

UFFICIO D'AMBITO DELLA PROVINCIA DI SONDRIO Pag. 1 di 9 Pag. 1 di 9 PROGRAMMA DI CONTROLLO DEGLI SCARICHI DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI, DI PRIMA PIOGGIA E DI LAVAGGIO DELLE AREE ESTERNE, RECAPITATE NELLE RETI FOGNARIE DEI COMUNI RICADENTI NELL'AMBITO TERRITORIALE

Dettagli

Codice Fiscale Comune o Stato Estero di nascita Provincia Data di nascita. Domiciliato per la carica a (Comune) Provincia Via N civico

Codice Fiscale Comune o Stato Estero di nascita Provincia Data di nascita. Domiciliato per la carica a (Comune) Provincia Via N civico DOMANDA DI NUOVA/RINNOVO/VOLTURA 1 AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE ASSIMILABILI ALLE DOMESTICHE NELLA PUBBLICA FOGNATURA DEL COMUNE DI E DICHIARAZIONE DI ASSIMILABILITÀ ALLE ACQUE REFLUE DOMESTICHE

Dettagli

Ambito di applicazione. Requisiti AUTORIZZAZIONE AGLI SCARICHI IDRICI. Industrie Insalubri di Prima Classe e Seconda Classe

Ambito di applicazione. Requisiti AUTORIZZAZIONE AGLI SCARICHI IDRICI. Industrie Insalubri di Prima Classe e Seconda Classe Industrie Insalubri di Prima Classe e Seconda Classe Ambito di applicazione Il decreto del Ministero della Sanità 5 settembre 1994 ha distinto in due classi le manifatture o fabbriche che producono vapori,

Dettagli

Parere n. 319/AUA del 10/06/2015. Il Responsabile

Parere n. 319/AUA del 10/06/2015. Il Responsabile Autorità Idrica Toscana Destinatario Sig. ALESSIO CIAMPI CIAMPI ALESSIO (P.IVA 05405590489) Sede legale: Via Provinciale di Mercatale n. 8/10 nel Comune di Vinci (FI) Oggetto: Parere A.U.A. per lo scarico

Dettagli

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Dal 13 giugno 2013 è in vigore il regolamento sull'autorizzazione Unica Ambientale (AUA) - D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59, a seguito della sua pubblicazione in Gazzetta

Dettagli

Consorzio Autorità d Ambito provincia di Brescia

Consorzio Autorità d Ambito provincia di Brescia RACCOMANDATA A.R. Al Gestore del servizio di Fognatura e Depurazione Via OGGETTO: Domanda di ammissione allo scarico di acque reflue domestiche in pubblica fognatura e/o allacciamento alla rete fognaria

Dettagli

Oggetto: istanza di autorizzazione unica ambientale ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013 n. 59 1

Oggetto: istanza di autorizzazione unica ambientale ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013 n. 59 1 1 Riportare il numero identificativo della marca da bollo utilizzata (L imposta di bollo sulla domanda di AUA assolve quella relativa ai singoli procedimenti istruttori) Data di arrivo Protocollo ALLO

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI AMBIENTALI

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS AREA DEI SERVIZI AMBIENTALI Regolamento per il rilascio delle autorizzazioni allo scarico delle acque reflue fuori dalla pubblica fognatura PREMESSA La Provincia, ai sensi della Parte III del D.Lgs del 03.04.2006 n. 152 art. 124,

Dettagli

Al COMUNE di BERTINORO

Al COMUNE di BERTINORO Riportare il numero identificativo della marca da bollo utilizzata PROTOCOLLO Al COMUNE di BERTINORO Settore IV - LL.PP. - A.E. Servizio Ambiente OGGETTO: ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (A.U.A.)

Dettagli

NOTE INFORMATIVE DA LEGGERE CON ATTENZIONE

NOTE INFORMATIVE DA LEGGERE CON ATTENZIONE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE Richiesta titolo abilitativo di cui alla lett. a) co.1 art.3 del D.P.R. n.59/2013: - autorizzazione allo scarico in fognatura di acque reflue industriali e/o di prima pioggia

Dettagli

Azienda Speciale Ufficio d Ambito

Azienda Speciale Ufficio d Ambito Azienda Speciale Ufficio d Ambito della Provincia di Mantova REGOLAMENTO DI FOGNATURA DELL AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA 25 Febbraio 2016 Premessa Piano D Ambito 2015 D.Lgs. 152/2006

Dettagli

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Modello CA (01/02/2013) Allo Sportello Unico per l Edilizia Pagina 1 di 6 COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO SETTORE TECNICO URBANISTICO - AMBIENTE - PATRIMONIO Cod. Fisc. 83001510714 P. IVA: 00464280718 Piazza

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA PER ACQUE REFLUE : INDUSTRIALI

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA PER ACQUE REFLUE : INDUSTRIALI COMUNE DI ROTTOFRENO Settore Progettazione architettonica e pianificazione territoriale e ambientale Provincia di Piacenza Tel 0523 780361-59 Fax 0523 780358 e-mail: ambiente.rottofreno@sintranet.it home

Dettagli

Autorità Idrica Toscana

Autorità Idrica Toscana Grosseto 05/04/2013 Prot. P. or. Spett. Unione Comuni Montani Colline del Fiora Sig. Daniele Magnapane P.or Spett. Dipartimento ARPAT Grosseto Dr. Fabio Anedda P.or Spett. Acquedotto del Fiora S.p.A. Ing.

Dettagli

Reflui piscine in fognatura pubblica: senza autorizzazione è reato

Reflui piscine in fognatura pubblica: senza autorizzazione è reato Reflui piscine in fognatura pubblica: senza autorizzazione è reato L agriturismo che immette in pubblica fognatura, senza la prescritta autorizzazione, le acque di scarico della piscina, commette reato

Dettagli

COMUNE DI MONTALTO PAVESE REGOLAMENTO COMUNALE. Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 24 giugno 2005.

COMUNE DI MONTALTO PAVESE REGOLAMENTO COMUNALE. Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 24 giugno 2005. COMUNE DI MONTALTO PAVESE (Provincia di PAVIA) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI FOGNATURE E SCARICHI AL SUOLO Approvato con deliberazione del C.C. n. 14 del 24 giugno 2005. +++++++++++++++ S O M

Dettagli

SCHEDA 1 CARATTERISTICHE DELLE ATTIVITÀ SVOLTE NELLO STABILIMENTO

SCHEDA 1 CARATTERISTICHE DELLE ATTIVITÀ SVOLTE NELLO STABILIMENTO RELAZIONE TECNICA Allegata alla domanda di autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura di acque reflue industriali e acque di prima pioggia e lavaggio delle aree esterne SCHEDA 1 CARATTERISTICHE

Dettagli

RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DI PROCEDIMENTO UNICO PER IMPIANTO PRODUTTIVO DI BENI O SERVIZI (D.P.R. n. 160/2010)

RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DI PROCEDIMENTO UNICO PER IMPIANTO PRODUTTIVO DI BENI O SERVIZI (D.P.R. n. 160/2010) Marca Bollo da 16,00 (solo su questo modulo nel caso di domanda, da non applicare nel caso di SCIA) II/LA sottoscritto/a RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DI PROCEDIMENTO UNICO PER IMPIANTO PRODUTTIVO DI BENI O

Dettagli

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013 Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013 Il sottoscritto Alla Provincia di Pistoia tramite lo sportello Unico per le Attività Produttive di Nome Cognome codice

Dettagli

CITTÀ DI TOLMEZZO Provincia di Udine

CITTÀ DI TOLMEZZO Provincia di Udine CITTÀ DI TOLMEZZO Provincia di Udine SCHEDA TECNICA DI RILEVAMENTO DATI SCARICHI IN CORPO IDRICO, SUL SUOLO O NEL SUOLO, DI ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE 1. Dati anagrafici 1.1 Ditta:.... 1.2

Dettagli

Consorzio Autorità d Ambito provincia di Brescia

Consorzio Autorità d Ambito provincia di Brescia RACCOMANDATA A.R. Al Gestore del servizio di Fognatura e Depurazione Via OGGETTO: Domanda di ammissione allo scarico di acque reflue domestiche in pubblica fognatura e/o allacciamento alla rete fognaria

Dettagli

Autorità Idrica Toscana Destinatario Sig. MARES SRL (P.IVA ) Sede legale: Via Tuffarelli II n. 70 nel Comune di San Giorgio a Cremano (NA)

Autorità Idrica Toscana Destinatario Sig. MARES SRL (P.IVA ) Sede legale: Via Tuffarelli II n. 70 nel Comune di San Giorgio a Cremano (NA) Autorità Idrica Toscana Destinatario Sig. MARES SRL (P.IVA 03083751218) Sede legale: Via Tuffarelli II n. 70 nel Comune di San Giorgio a Cremano (NA) Oggetto: Parere A.U.A. per lo scarico di acque reflue

Dettagli

CAFC S.p.A. Sistema di Gestione Integrato

CAFC S.p.A. Sistema di Gestione Integrato CAFC S.p.A. Sistema di Gestione Integrato DOMANDA DI NULLA OSTA ALL'ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA PER L AMMISSIONE AL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE DI ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE (

Dettagli

PRESIDENTE DEL CdA della 2 OMSI TRASMISSIONI SPA ROE' VOLCIANO. VIA SAN PIETRO, 60 tel. 0365.563400 fax FABBRICAZIONE ORGANI DI TRASMISSIONE

PRESIDENTE DEL CdA della 2 OMSI TRASMISSIONI SPA ROE' VOLCIANO. VIA SAN PIETRO, 60 tel. 0365.563400 fax FABBRICAZIONE ORGANI DI TRASMISSIONE RACCOMANDATA A.R. Al Gestore del servizio di Fognatura e Depurazione GARDA UNO S.P.A. Via ITALO BARBIERI, 20 25080 PADENGHE s/g (BS) OGGETTO: Domanda di parere preventivo su schema fognario interno Il/La

Dettagli

1. Specifiche relative all attività

1. Specifiche relative all attività ALLEGATO E-11 SCIA ai fini della attivazione dello scarico delle acque reflue assimilate alle acque reflue domestiche (L.R. 27/86 - Circolare prot. 19906 del 4 aprile 2002 della Regione Siciliana - Ass.to

Dettagli

L approvazione del Piano di prevenzione e gestione è necessaria per le attività indicate nell art. 7 del Regolamento Regionale n. 4/2009.

L approvazione del Piano di prevenzione e gestione è necessaria per le attività indicate nell art. 7 del Regolamento Regionale n. 4/2009. Modalità di presentazione delle istanze di approvazione del piano di prevenzione e gestione delle acque meteoriche di dilavamento ai sensi del Regolamento Regionale n. 4/2009 e dell art. 113 del D. Lgs.

Dettagli

D.P.R. 13 marzo 2013 n. 59

D.P.R. 13 marzo 2013 n. 59 D.P.R. 13 marzo 2013 59 Regolamento recante la disciplina l autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese

Dettagli

cap. 1 - paragrafo 1.6 "sconti": (40% per "EMAS"; 30% per "ISO 14001): gli sconti non sono tra loro cumulabili

cap. 1 - paragrafo 1.6 sconti: (40% per EMAS; 30% per ISO 14001): gli sconti non sono tra loro cumulabili Calcolo oneri - Parte Generale CODICE PRATICA AUA Sconti per certificazioni ambientali AUA Riferimenti alla dgr 3827/2015 ("tariffario AUA") istanza - ID pratica AUA intestazione modulistica AUA GUIDA

Dettagli

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) L'Autorizzazione Unica Ambientale è un provvedimento destinato a semplificare gli adempimenti delle piccole e medie imprese e non solo, in attuazione dell art. 23

Dettagli

Ufficio d Ambito di Brescia Pagina 1 di 6

Ufficio d Ambito di Brescia Pagina 1 di 6 RACCOMANDATA A.R. Al Gestore del servizio di Fognatura e Depurazione Azienda Servizi Valtrompia SpA Via Matteotti, 325 25063 Gardone Val Trompia (BS) OGGETTO: Domanda di ammissione allo scarico di acque

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA TOTALE PARZIALE (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001)

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA TOTALE PARZIALE (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001) Città di Domodossola Provincia del VCO Ripartizione Pianificazione Territoriale Ufficio Edilizia Privata Marca da bollo da 14,62 DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA TOTALE PARZIALE (articoli

Dettagli

ALLEGATO N. 6 DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI CHE RECAPITANO IN PUBBLICA FOGNATURA

ALLEGATO N. 6 DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI CHE RECAPITANO IN PUBBLICA FOGNATURA (*) Scarico N. Estremi catastali del punto di scarico FOGLIO N. MAPPALI N. Scarico in : pubblica rete fognaria pubblica rete fognaria recapitante nel collettore consortile collettore consortile pubblico

Dettagli

COMUNE DI BUDRIO. Provincia di Bologna ALLEGATO 1

COMUNE DI BUDRIO. Provincia di Bologna ALLEGATO 1 COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna ALLEGATO 1 D. Lgs. n 152/ 06 - DGR 286/05 e DGR 1860/06 SCHEDA DI RILEVAMENTO DELL ATTIVITA E DELLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI E/O DI ACQUE METEORICHE DI

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 122 Presentata dai Consiglieri Violino, Follegot, Franz,

Dettagli

EMISSIONI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE: DAL 18 FEBBRAIO 2012, QUALCOSA È CAMBIATO

EMISSIONI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE: DAL 18 FEBBRAIO 2012, QUALCOSA È CAMBIATO Pagina 1 di 9 EMISSIONI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE: DAL 18 FEBBRAIO 2012, QUALCOSA È CAMBIATO Dal 18 febbraio 2012, sono in vigore due importanti novità per le piccole e medie imprese (di seguito, PMI),

Dettagli

Allegato 1 D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152

Allegato 1 D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152 Allegato 1 D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152 SCHEDA DI RILEVAMENTO DI SCARICO DELLE ACQUE REFLUE PRODOTTE DALLO STABILIMENTO (da allegare sempre alla domanda di autorizzazione allo scarico) IDENTIFICAZIONE DELL

Dettagli

Anagrafica dell Azienda. *partita IVA codice ATECO attività principale.. CHIEDE

Anagrafica dell Azienda. *partita IVA codice ATECO attività principale.. CHIEDE Riservato al PROTOCOLLO CAFC S.P.A. DOMANDA DI NULLA OSTA ALL'ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA PER L AMMISSIONE AL SERVIZIO DI FOGNATURA E DEPURAZIONE DI ACQUE REFLUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE (Art. 29

Dettagli

Richiesta RILASCIO titolo abilitativo: autorizzazione allo scarico in fognatura di acque reflue industriali e/o di prima pioggia, ai fini

Richiesta RILASCIO titolo abilitativo: autorizzazione allo scarico in fognatura di acque reflue industriali e/o di prima pioggia, ai fini Richiesta RILASCIO titolo abilitativo: autorizzazione allo scarico in fognatura di acque reflue industriali e/o di prima pioggia, ai fini dell inclusione nell Autorizzazione Unica per gli impianti di smaltimento

Dettagli

Comune di Baranzate Provincia di Milano Ufficio Ecologia

Comune di Baranzate Provincia di Milano Ufficio Ecologia DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA E DI LAVAGGIO IN FOGNATURA COMUNALE AL SINDACO DEL COMUNE DI BARANZATE via Conciliazione n. 19 Baranzate 20021 Domanda di autorizzazione

Dettagli

UFFICIO D'AMBITO DELLA PROVINCIA DI SONDRIO

UFFICIO D'AMBITO DELLA PROVINCIA DI SONDRIO Pag. 1 di 8 PROGRAMMA DI CONTROLLO DEGLI SCARICHI DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI, DI PRIMA PIOGGIA E DI LAVAGGIO DELLE AREE ESTERNE, RECAPITATE NELLE RETI FOGNARIE DEI COMUNI RICADENTI NELL'AMBITO TERRITORIALE

Dettagli

Calcolo oneri - Parte Generale. Riferimenti alla modulistica AUA. istanza - ID pratica AUA intestazione modulistica AUA

Calcolo oneri - Parte Generale. Riferimenti alla modulistica AUA. istanza - ID pratica AUA intestazione modulistica AUA Calcolo oneri - Parte Generale AUA Riferimenti alla dgr 3827/2015 ("tariffario AUA") CODICE PRATICA AUA istanza - ID pratica AUA intestazione modulistica AUA Sconti per certificazioni ambientali Selezionare

Dettagli

Il sottoscritto (1) in qualità di della Ditta Sede Legale in Via Prov. (recapito telefonico n. ) esercente l attività di

Il sottoscritto (1) in qualità di della Ditta Sede Legale in Via Prov. (recapito telefonico n. ) esercente l attività di marca da bollo legale AL COMUNE DI XXX Il sottoscritto (1) in qualità di della Ditta Sede Legale in Via Prov. (recapito telefonico n. ) esercente l attività di classificata industria insalubre non classificata

Dettagli

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-AMB-2016-2022 del 27/06/2016 Oggetto Autorizzazione

Dettagli

COMUNE DI SALA CONSILINA

COMUNE DI SALA CONSILINA COMUNE DI SALA CONSILINA REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE DI COMPETENZA COMUNALE Approvato con la delibera del Consiglio Comunale n 3 del 27/02/2013

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA PER ACQUE REFLUE :

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA PER ACQUE REFLUE : COMUNE DI GOSSOLENGO Settore Tecnico Provincia di Piacenza Tel 0523 770777 Fax 0523 779291 e-mail: appalti.gossolengo@sintranet.it urbanistica.gossolengo@sintranet.it PEC: comune.gossolengo@legalmail.it

Dettagli

Il sottoscritto Nato a il Codice fiscale/partita IVA In qualità di dell insediamento di seguito indicato, con sede in CARMAGNOLA via

Il sottoscritto Nato a il Codice fiscale/partita IVA In qualità di dell insediamento di seguito indicato, con sede in CARMAGNOLA via Al g. ndaco del Comune di C A R M A G N O L A Pagina 1 di 5 BOLLO VIGENTE Domanda di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche o ad esse assimilabili in ricettore diverso dalla pubblica fognatura

Dettagli

Il PIANO REGIONALE DI TUTELA DELLE ACQUE

Il PIANO REGIONALE DI TUTELA DELLE ACQUE CONFINDUSTRIA VICENZA Il PIANO REGIONALE DI TUTELA DELLE ACQUE Luca Passadore Vicenza, 27 maggio 2010 art. 6 Definizioni c) acque di lavaggio: acque, comunque approvvigionate, attinte o recuperate, utilizzate

Dettagli

ALLEGATO 1 NOTIZIE GENERALI

ALLEGATO 1 NOTIZIE GENERALI ALLEGATO 1 DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE E/O ASSIMILABILI CHE RECAPITANO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE, SUL SUOLO E NEGLI STRATI SUPERFICIALI DEL SOTTOSUOLO. NOTIZIE GENERALI SCARICO

Dettagli

COMUNE DI CARBONATE Provincia di Como

COMUNE DI CARBONATE Provincia di Como COMUNE DI CARBONATE Provincia di Como SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE Imposta di bollo assolta in modo virtuale Numero seriale 01161046211488 del 01.06.2017 Prot. n. 6167 / fm Carbonate, lì 06.10.2017

Dettagli

Definizioni Scarico: Scarico esistente: c)

Definizioni Scarico: Scarico esistente: c) ¾D.lgs 11 maggio 1999 n. 152 Disposizioni sulla tutela delle acque dall inquinamento e recepimento della direttiva 91/271/CEE concernente il trattamento delle acque reflue urbane e della direttiva 91/676/CEE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PARTE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE. Allegato 3 Tabelle

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PARTE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE. Allegato 3 Tabelle REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PARTE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE Allegato 3 Tabelle - assimilabilità secondo l articolo 101 comma 7 del D.Lgs.152/06 - parametri di assimilabitità degli

Dettagli

AMBIENTE Autorizzazione unica ambientale

AMBIENTE Autorizzazione unica ambientale Numero 2151 Reg. Determinazioni Registrato in data 21/11/2017 AMBIENTE Autorizzazione unica ambientale Dirigente: CLAUDIO CONFALONIERI OGGETTO DPR 13.03.2013 N 59, AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DITTA

Dettagli

MODULO PER LA COMUNICAZIONE/RICHIESTA DI ASSIMILAZIONE AD ACQUE REFLUE DOMESTICHE. Sezione 1 Dati anagrafici titolare dello scarico

MODULO PER LA COMUNICAZIONE/RICHIESTA DI ASSIMILAZIONE AD ACQUE REFLUE DOMESTICHE. Sezione 1 Dati anagrafici titolare dello scarico MODULO PER LA COMUNICAZIONE/RICHIESTA DI ASSIMILAZIONE AD ACQUE REFLUE DOMESTICHE Spazio riservato al Protocollo Spett.le UFFICIO D AMBITO della Provincia di Cremona C.so Vittorio Emanuele, 28 26100 Cremona

Dettagli

Attività Produttive. autorizzazione unica ambientale Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Descrizione

Attività Produttive. autorizzazione unica ambientale Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Descrizione Attività Produttive autorizzazione unica ambientale Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Descrizione UTILIZZARE LA MODULISTICA FORNITA DALLA PROVINCIA DI TERNI L'Autorizzazione Unica Ambientale è un unico

Dettagli

Procedimento per il rilascio dell AUA. Il ruolo della Provincia quale Autorità Competente

Procedimento per il rilascio dell AUA. Il ruolo della Provincia quale Autorità Competente Procedimento per il rilascio dell AUA Il ruolo della Provincia quale Autorità Competente Alberto Mortera STER Como - 20 marzo 2014 Le Autorità coinvolte nel procedimento Autorità procedente Sportello Unico

Dettagli

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPAE Agenzia regionale per la prevenzione, l'ambiente e l'energia dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-AMB-2016-1897 del 17/06/2016 Oggetto DPR 59/2013 -

Dettagli

prov. p. iva registro CCIAA di n. codice univoco n. pec quale (proprietario, locatario...) e utilizzatore dell insediamento sito in Comune di

prov. p. iva registro CCIAA di n. codice univoco n. pec quale (proprietario, locatario...) e utilizzatore dell insediamento sito in Comune di Pag. 1/5 DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DELLE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI / PRIMA PIOGGIA / DILAVAMENTO RECAPITANTI IN FOGNATURA (D.Lgs. 152/06 e s.m.i.) da inviare alla sede territoriale

Dettagli

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) Dal 13 giugno 2013 è in vigore il regolamento sull'autorizzazione Unica Ambientale (AUA) - D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59, a seguito della sua pubblicazione in Gazzetta

Dettagli

Spett.le. Il sottoscritto Cognome... Nome.. Data di nascita././ Luogo di nascita... (Prov. ) Residenza: Comune di... CAP (Prov..) Via/Piazza... n..

Spett.le. Il sottoscritto Cognome... Nome.. Data di nascita././ Luogo di nascita... (Prov. ) Residenza: Comune di... CAP (Prov..) Via/Piazza... n.. Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 26 del 20 giugno 2012 81 ALLEGATO A MODELLO DI DOMANDA DI ASSIMILAZIONE AD ACQUE REFLUE DOMESTICHE IN PUBBLICA FOGNATURA (ai sensi

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DELL ATTIVITÀ DENOMINAZIONE E RAGIONE SOCIALE SEDE LEGALE INDIRIZZO NUMERO TELEFONO E FAX CODICE FISCALE/PARTITA IVA

IDENTIFICAZIONE DELL ATTIVITÀ DENOMINAZIONE E RAGIONE SOCIALE SEDE LEGALE INDIRIZZO NUMERO TELEFONO E FAX CODICE FISCALE/PARTITA IVA SCHEDA TECNICA PER IL RINNOVO DELL AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA PER EDIFICI OD INSTALLAZIONI IN CUI SI SVOLGANO ATTIVITA COMMERCIALI O DI PRODUZIONE DI BENI DAI QUALI DERIVINO ACQUE

Dettagli

COMUNE DI PREDAPPIO PROVINCIA DI FORLI CESENA

COMUNE DI PREDAPPIO PROVINCIA DI FORLI CESENA COMUNE DI PREDAPPIO PROVINCIA DI FORLI CESENA Il sottoscritto.residente a.. in Via.c.f.. in qualità di..del fabbricato sito in.. Via.dati catastali fg.part INOLTRA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO

Dettagli

DICHIARAZIONE DA PARTE DI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI CHE RECAPITANO IN FOGNATURA SOLO ACQUE REFLUE DOMESTICHE

DICHIARAZIONE DA PARTE DI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI CHE RECAPITANO IN FOGNATURA SOLO ACQUE REFLUE DOMESTICHE DICHIARAZIONE DA PARTE DI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI CHE RECAPITANO IN FOGNATURA SOLO ACQUE REFLUE DOMESTICHE Tutta la documentazione tecnica dovrà essere presentata in triplice copia e firmata da tecnico

Dettagli

COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA

COMUNE DI CASALGRANDE PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA Bollo 16,00 AL RESPONSABILE DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE IL/I SOTTOSCRITTO/I Primo richiedente Gestore Proprietario Altro Residente a / N iscrizione Registro Imprese Provincia di In

Dettagli

CHECK LIST PER TRASMISSIONE PRATICHE SUAP :

CHECK LIST PER TRASMISSIONE PRATICHE SUAP : AUTORITÀ DI AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N.1 CAMPANIA - CALORE IRPINO Comune di Prot. S.U.A.P. Ditta/Richiedente Indirizzo Prot. ATO Calore Irpino Codice Pratica CHECK LIST PER TRASMISSIONE PRATICHE SUAP

Dettagli

PROVINCIA DI TERNI IL DIRIGENTE

PROVINCIA DI TERNI IL DIRIGENTE Ditta: AMERINA S.r.l. Sede legale: Via Di Saponara, 638 ROMA Ubicazione insediamento produttivo : Loc. Pizzogallo AMELIA (TR) IL DIRIGENTE Premesso: che con nota del SUAP del Comune di Amelia prot. n.

Dettagli