1. OSSERVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE E DEI REGOLAMENTI 2. IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO ESTATE/INVERNO COMUNE DI NISCEMI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. OSSERVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE E DEI REGOLAMENTI 2. IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO ESTATE/INVERNO COMUNE DI NISCEMI"

Transcript

1 1. OSSERVAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DI LEGGE E DEI REGOLAMENTI 2. IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO ESTATE/INVERNO 1

2 1 Riferimenti legislativi a) per l impianto in generale: NORMA TITOLO PUBBLICAZION E Legge N.10 Norme di risparmio energetico G.U. n.13 del DPR N.412 Regolamento art. 4 comma 4 della legge 10/91 G.U. n.242 del DM Modelli tipo della relazione tecnica art.28 G.U. n.297 del Cir n.231/f Art.28 della legge 10/91 - Chiarimenti G.U. n.297 del Cir n.233/f Art.11 del DPR 412/93 - Chiarimenti G.U. n.90 del Modificazioni dati climatici dei comuni G.U. n.197 del Recepimento norme UNI attuative del DPR 412 G.U. n.197 del DM Modificazioni dati climatici dei comuni G.U. n.119 del DM Modificazioni dati climatici dei comuni G.U. n.242 del (Norme applicative della Legge 10/91) NORMA TITOLO NOTE UNI Impianti aeraulici a fini di benessere - Richiamata dalla Generalità, classificazione e requisiti - UNI Regole per la richiesta d offerta, l offerta, Sostituisce la UNI l ordine e la fornitura 5104 UNI Riscaldamento degli edifici - Calcolo del Norma recepita con UNI UNI fabbisogno di energia Riscaldamento e raffrescamento degli edifici - Trsmittanza dei componenti edilizi finestrati - Metodo di calcolo Norma recepita con Riscaldamento e raffrescamento degli Norma recepita con 2

3 UNI UNI UNI UNI UNI UNI UNI UNI UNI edifici - Scambio di energia termica tra terreno ed edificio - Metodo di calcolo Riscaldamento e raffrescamento degli Norma recepita con edifici - Energia termica scambiata tra una tubazione e l ambiente circostante - Metodo di calcolo Riscaldamento degli edifici - Rendimento Norma recepita con dei sistemi di riscaldamento - Metodo di calcolo Riscaldamento e raffrescamento degli Norma recepita con edifici - Dati climatici Materiale da costruzione - Conduttività Norma recepita con termica e permeabilità al vapore Murature e solai - Valori della resistenza Norma recepita con termica e metodo di calcolo Calcolo della temperatura interna estiva Norma recepita con degli ambienti Isolamento termico degli impianti di Norma recepita con riscaldamento e di raffrescamento degli edifici Riscaldamento degli edifici - Fabbisogno Norma recepita con energetico convenzionale normalizzato - Metodo di calcolo e verifica Generatori di calore - Misurazione in opera Norma recepita con del rendimento di combustione ed alle norme sulla sicurezza vigenti. 3

4 2. IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO ESTATE/INVERNO Le soluzioni adottate, nel rispetto della normativa e legislazione vigente, sono caratterizzate dall affidabilità, dalla economicità di gestione e dal contenimento dei consumi energetici. Nelle scelte progettuali sono stati considerati i seguenti fattori: semplicità di funzionamento per ottenere una notevole affidabilità del sistema e dei suoi componenti; massima standardizzazione dei componenti per avere la garanzia di una futura facile reperibilità sia in caso di modifiche che di sostituzione in fase manutentiva o per invecchiamento; frazionabilità di ogni sezione del sistema per ottenere una gestione flessibile e capillare, economica e di facile controllo; adattabilità degli impianti alle strutture dell edificio, soprattutto nell ottica di garantire una facile accessibilità durante le operazioni di manutenzione e controllo; sicurezza degli impianti nei confronti degli utenti e delle condizioni di utilizzo. Il progetto prevede l installazione di un sistema di condizionamento del tipo ad espansione Il progetto prevede l installazione di un sistema di condizionamento del tipo ad espansione diretta a portata variabile, con regolazione climatica per singola stanza e controllore centralizzato. Saranno installate due unità motocondensanti esterne, ubicate all ultimo piano confinante, e unità interne, del tipo a parete osoffitto, nei laboratori, di varie potenzialità a seconda del fabbisogno frigorifero..2.1 Dati Climatici Le condizioni termoigrometriche di progetto per il dimensionamento degli impianti e dei relativi collaudi sono: INVERNO - dati climatici esterni: T est =3 C - temperatura interna di esercizio: 4

5 T int =20 C ESTATE - dati climatici esterni: T est =34 C, 50% u.r. - condizioni interne: T int =26 C, 50% u.r. Sono inoltre assicurati i ricambi d aria previsti dalle norme UNI 7357/74 e UNI Sorgenti interne di calore Nel calcolo estivo sono state prese in considerazione le seguenti fonti interne di calore sensibile: - potenza termica dovuta all illuminazione per unità di superficie p=1,25. L/( e i ) dove: L è il livello medio di illuminamento (lux); e è la resa delle lampade; i è il rendimento di illuminazione. - potenza termica dovuta ad altre apparecchiature elettriche q=f u. P dove: f u è un fattore di utilizzazione; P è la potenza elettrica delle apparecchiature presenti. - potenza termica sensibile dovuta alle persone q ps =70 W - potenza termica sensibile dovuta alle infiltrazioni d aria relative a 1 vol/h e le seguenti sorgenti interne di calore latente: - potenza termica latente dovuta alle persone q pl =70 W - potenza termica latente dovuta alle infiltrazioni d aria relative a 1 vol/h 2 Descrizione e caratteristiche generali caratteristiche generali apprechiature e materiali 2,1 Unita Esterne Unità esterna, a volume di refrigerante variabile, condensata ad aria, ad espansione diretta, del tipo a inverter a pompa di calore, a gas R410A. Struttura composta dall'abbinamento di uno o più moduli. Provvista di compressori di tipo ermetico scroll in numero da uno a nove (da uno a tre con controllo ad inverter, gli altri con funzionamento tipo on/off). Olio etere tipo DAPHNE FVC68D, provvista di 1/2/3 ventilatori elicoidali. 5

6 2.2 Caratteristiche tecniche: potenza delle unità interne collegabili compresa tra un minimo del 50% fino ad un massimo del 200% di quella erogata dalla motocondensante, numero massimo di unità interne collegabili 64; lunghezza massima effettiva totale delle tubazioni 1000 m. Dislivello massimo tra unità esterna ed interne fino a 90 m,distanza massima tra unità esterna e l unità interna più lontana pari a 165m; funzione di autodiagnostica per le unità interne ed esterne tramite il bus dati, accessibile tramite comando manuale locale e/o dispositivo di diagnostica, possibilità di stampa dei rapporti di manutenzione. funzione automatica per la carica del refrigerante che provvede autonomamente al calcolo del quantitativo di refrigerante necessario e alla sua carica all interno del circuito; tale funzione è in grado di provvedere automaticamente anche alla verifica periodica del contenuto di gas nel circuito. 2.3 unita interne Unità interna per installazione a parete, a R410A, ventilatore a flusso incrociato, scambiatore di calore costituito da tubi in rame e alette in alluminio, valvola elettronica con controllo a microprocessore PID, opzionale l'utilizzo di una valvola esterna ( non collegabile au un sistema con recupero di calore), filtro dell'aria in rete di resina lavabile. Alimentazione: V, monofase, 50 Hz. Unità interna pensile a soffitto, a R410A, ventilatore di tipo scirocco, scambiatore di calore costituito da tubi in rame e alette in alluminio, valvola elettronica con controllo a microprocessore PID, filtro a rete di resina antimuffa. Alimentazione: V, monofase, 50 Hz. 2.4 Distribuzione Tubo di rame crudo in barre con isolamento in polietilene espanso a cellule chiuse a bassissima densità senza CFC a finitura esterna corrugata colorata, conformi alla norma EN 1057 e Legge 10/91, resistenza al fuoco classe 1, temperatura d'impiego da -30 C a +95 C, in opera comprese le sagomature di percorso, le centrature in asse agli attacchi dei corpi scaldanti, eseguiti a mano e/o con l'ausilio di piegatubi. Per impianti di condizionamento. Collettori di derivazione per sistemi multisplit, in rame ricotto, coibentato con guscio in poliuretano a cellule chiuse. 6

7 2.5 Rete Condensa Tubazioni di PVC rigido ad innesto per realizzazione della rete di scarico condensa nei diametri 25, 32 mm, 40 mm, 50 mm come indicato in progetto. 2.6 Regolazione Comando locale a filo per sistemi multisplit a R410a, con limite di funzionamento (min/max) regolabile,orologio e timer di regolazione, protezione antigelo, direzione del flusso d'aria Comando centralizzato "Intelligent Touch Controller" per sistemi multisplit a R410A, con schermo a cristalli liquidi. 2.7 Rete Trasmissione Dati Cavo per trasmissione dei segnali del tipo 1 mmq minimo x 2, non schermato per collegamento tra comando remoto centralizzato, unità esterna, unità interna, comandi locali 2.8 Installazioni elettriche Il grado di protezione richiesto per le apparecchiature elettriche (quadri, motori, ecc.) dovrà essere : IP55 per installazioni all esterno; IP44 per installazioni all interno. Tutto il materiale sarà messo in opera in accordo con le norme CEI e norme antinfortunistiche 2.9 Dotazioni impianti igienici Tutti i servizi igienici saranno dotati di un "Impianto aeraulico di estrazione idoneo a mettere in depressione i servizi igienici e garantire un ricambio di aria non inferiore a 8 ricambi/h ai sensi della norma UNI (prospetto III)" I Progettisti 7

Art. 1 - PREMESSE. Art. 2 - INVOLUCRO EDILIZIO

Art. 1 - PREMESSE. Art. 2 - INVOLUCRO EDILIZIO Art. 1 - PREMESSE La presente relazione ha lo scopo di descrivere i parametri che dovranno essere presi come basi per la stesura della progettazione definitiva ed esecutiva, e stabilisce la tipologia impiantistica

Dettagli

2. DESCRIZIONE IMPIANTO

2. DESCRIZIONE IMPIANTO INDICE 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Impianto di condizionamento... 2.2 Regolazione... 3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL IMPIANTO PROPOSTO 3.1 Tecnologia ad inverter... 3.2 Carica automatica del

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA "RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI RAGUSA OGGETTO: PROGETTO PER LA "RISTRUTTURAZIONE DEL COMPENDIO EDILIZIO EX CPTA DI VIA NAPOLEONE COLAJANNI IN RAGUSA, DA ADIBIRE A CENTRO POLIFUNZIONALE PER L'INSERIMENTO SOCIALE E LAVORATIVO

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione Regionale per i Beni Cultuali e Paesaggistici della Calabria

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione Regionale per i Beni Cultuali e Paesaggistici della Calabria Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione Regionale per i Beni Cultuali e Paesaggistici della Calabria Regione Calabria Unione Europea POR CALABRIA FESR 2007-2013 ASSE V RISORSE NATURALI,

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO TERMICO. da realizzarsi in un edificio a destinazione terziario ad uso uffici, sale riunioni e sportelli bancari

PROGETTO DI IMPIANTO TERMICO. da realizzarsi in un edificio a destinazione terziario ad uso uffici, sale riunioni e sportelli bancari COMUNE CROTONE PROGETTO DI IMPIANTO TERMICO da realizzarsi in un edificio a destinazione terziario ad uso uffici, sale riunioni e sportelli bancari RELAZIONE TECNICA La presente relazione si accompagna

Dettagli

ixquadra HP Accessori a richiesta Kit antivibranti - Cod. 20Z03440 1/6

ixquadra HP Accessori a richiesta Kit antivibranti - Cod. 20Z03440 1/6 ixquadra HP Pompa di calore per installazione splittata di tipo aria/acqua Inverter per il riscaldamento ed il raffrescamento di ambienti di piccole e medie dimensioni. Ideali per impianti con ventilconvettori

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/90 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/98 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/1990 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/1998 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L'ABITARE ARCA SUD SALENTO Via Trinchese 61/D Galleria 73100 LECCE tel. 0832 446111 fax 0832 315034

AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L'ABITARE ARCA SUD SALENTO Via Trinchese 61/D Galleria 73100 LECCE tel. 0832 446111 fax 0832 315034 AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L'ABITARE ARCA SUD SALENTO Via Trinchese 61/D Galleria 73100 LECCE tel. 0832 446111 fax 0832 315034 PROGETTO ESECUTIVO PER LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEI FABBRICATI SITI

Dettagli

1. Scheda tecnica fornitura e installazione di condizionatori portatili a tubo ( SOLO FREDDO )

1. Scheda tecnica fornitura e installazione di condizionatori portatili a tubo ( SOLO FREDDO ) 1. Scheda tecnica fornitura e installazione di condizionatori portatili a tubo ( SOLO FREDDO ) Condizionatore autonomo monoblocco portatile, senza unità esterna, solo freddo, con potenza specifica, funzionante

Dettagli

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati IMPIANTO TERMICO 1. Impianto termico La presente relazione riguarda il dimensionamento dell impianto termico a servizio dell edificio in progetto da adibire struttura a servizio del Comune di Orbassano

Dettagli

Comune di PALERMO. Provincia Palermo LAVORI RELATIVI ALL'INSTALLAZIONE DI NUOVI CONDIZIONATORI TIPO MONOSPLIT, PRESSO VARIE SEDI AZIENDALI

Comune di PALERMO. Provincia Palermo LAVORI RELATIVI ALL'INSTALLAZIONE DI NUOVI CONDIZIONATORI TIPO MONOSPLIT, PRESSO VARIE SEDI AZIENDALI Comune di PALERMO Provincia Palermo Oggetto : Stazione appaltante : LAVORI RELATIVI ALL'INSTALLAZIONE DI NUOVI CONDIZIONATORI TIPO MONOSPLIT, PRESSO VARIE SEDI AZIENDALI AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI

Dettagli

Air Conditioning Division

Air Conditioning Division Air Conditioning Division ARGOMENTI TRATTATI PAG Caratteristiche salienti 2 Tipologia unità interne collegabili 3 Caratteristiche tecniche 4 Tavole di configurazione 5 Fattori di correzione (capacità)

Dettagli

International DEUMIDIFICATORI PER PISCINE

International DEUMIDIFICATORI PER PISCINE International DEUMIDIFICATORI PER PISCINE DEUMIDIFICAZIONE PER PISCINE SERIE ET I deumidificatori fissi serie ET sono apparecchi di elevate prestazioni, utilizzabili in molteplici applicazioni sono parti

Dettagli

Auchan Bussolengo Ampliamento Progetto di ampliamento dell Auchan di Bussolengo (VR) RELAZIONE TECNICA IMPIANTI TECNOLOGICI

Auchan Bussolengo Ampliamento Progetto di ampliamento dell Auchan di Bussolengo (VR) RELAZIONE TECNICA IMPIANTI TECNOLOGICI INDICE 1 OGGETTO 3 2 NORME TECNICHE DI RIFERIMENTO PER GLI IMPIANTI E I COMPONENTI 4 3 RIEPILOGO DEGLI IMPIANTI PREVISTI 8 4 DATI GENERALI 8 4.1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO OGGETTO DELL INTERVENTO...8 5

Dettagli

Agenda. Ing. Claudia Guardini. Introduzione Ventilazione meccanica controllata. Tipologie edilizie ed impianti di ventilazione. Indoor Air Quality

Agenda. Ing. Claudia Guardini. Introduzione Ventilazione meccanica controllata. Tipologie edilizie ed impianti di ventilazione. Indoor Air Quality 27 05 11 Ing. Claudia Guardini Agenda Introduzione Ventilazione meccanica controllata Tipologie edilizie ed impianti di ventilazione Indoor Air Quality Riferimenti normativi Certificazione energetica Tipologie

Dettagli

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Classificazione apparecchio: Pompa di calore monoblocco aria/acqua per installazione da esterno con integrato generatore termico a gas metano.

Dettagli

La ventilazione meccanica controllata [VMC]

La ventilazione meccanica controllata [VMC] La ventilazione meccanica controllata [VMC] Sistemi di riscaldamento e di raffrescamento - Principio di funzionamento: immissione forzata di aria in specifici ambienti. - Peculiarità: garantisce il controllo

Dettagli

TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS

TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS IT TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS EBH EDS TERMOVENTILANTI EBH EDS Le unità termoventilanti da incasso delle serie EBH - EDS, grazie ai loro ventilatori ad alta prevalenza, sono indicate

Dettagli

GHE Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza

GHE Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza Display I deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza della serie sono stati progettati per garantire la deumidificazione

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

Impianti di riscaldamento convenzionali

Impianti di riscaldamento convenzionali Impianti di riscaldamento convenzionali convenzionale Impianti di riscaldamento Schema di un impianto con caldaia Combustibile Generazione regolazione emissione Carichi termici Distribuzione Impianti di

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

DATI TECNICI DI PROGETTO Condizioni termoigrometriche esterne: Stagione Temperatura ( C) Umidità relativa (%) Inverno -5 85 Estate 32 50

DATI TECNICI DI PROGETTO Condizioni termoigrometriche esterne: Stagione Temperatura ( C) Umidità relativa (%) Inverno -5 85 Estate 32 50 RELAZIONE GENERALE Oggetto del presente progetto è la messa a norma dell impianto di ricambio d aria dei locali di Didattica degli edifici sportivi siti in Via Montelungo e Via Casorati. Attualmente, infatti,

Dettagli

Impianto in pompa di calore tipo splittata in caldo e freddo con integrazione solare e produzione di acqua calda sanitaria:

Impianto in pompa di calore tipo splittata in caldo e freddo con integrazione solare e produzione di acqua calda sanitaria: 41 Impianto in pompa di calore tipo splittata in caldo e freddo con integrazione solare e produzione di acqua calda sanitaria: 1- Unità esterna 8- Impianto per riscaldamento o raffrescamento 2- Unità interna

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : EDIFICIO : Appartamento VICENZA INDIRIZZO : COMUNE : VICENZA INTERVENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE REGIONE PUGLIA P.O.F.E.S.R. 2007-2013ASSE II - LINEA DI INTERVENTO 2.4 AZIONE 2.4.1 PROMOZIONE DEL RISPARMIO ENERGETICO NELL'EDILIZIA PUBBLICA NON RESIDENZIALE CITTA' DI CONVERSANO Provincia di Bari RELAZIONE

Dettagli

N. CODICE DESCRIZIONE U.M. Quantità Prezzo Unitario IMPORTO E.P.U. in Euro in Euro

N. CODICE DESCRIZIONE U.M. Quantità Prezzo Unitario IMPORTO E.P.U. in Euro in Euro Pag. 1 OPERE COMPIUTE RAFFRESCAMENTO 1 33. 16 CONDIZIONATORE ESTERNO ED INTERNO. Fornitura e posa in opera di condizionatore a pompa di caloread espansione diretta con condensazione ad aria e DC inverter

Dettagli

MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO A SPLIT DEGLI IMMOBILI DEL PATRIMONIO REGIONALE ALLEGATO 2 ELENCO PREZZI

MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO A SPLIT DEGLI IMMOBILI DEL PATRIMONIO REGIONALE ALLEGATO 2 ELENCO PREZZI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE ENTI LOCALI E FINANZE SERVIZIO TECNICO MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI IMPIANTI DI

Dettagli

Sezione 1: Norme relative al calcolo del fabbisogno globale di energia negli edifici (basate sui risultati ottenuti con le norme della sezione 2)

Sezione 1: Norme relative al calcolo del fabbisogno globale di energia negli edifici (basate sui risultati ottenuti con le norme della sezione 2) Sezione 1: Norme relative al calcolo del fabbisogno globale di energia negli edifici (basate sui risultati ottenuti con le norme della sezione 2) 15217:2007 15603:2008 pren 15429 15459:2008 TR 15615 Prestazione

Dettagli

DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO

DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO L intervento in oggetto consiste nel completamento di un porzione del Polo Scolastico di Trescore Balneario (BG) attraverso la creazione del terzo piano al corpo di fabbrica

Dettagli

Efp E 8-I (cod. 2C01102T)

Efp E 8-I (cod. 2C01102T) Efp E 8-I (cod. 2C01102T) Pompe di calore aria/acqua Inverter adatti per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria di ambienti di piccole e medie dimensioni. Ideali per

Dettagli

basso consumo energetico

basso consumo energetico Impianti radianti a pavimento negli edifici a basso consumo energetico Verona, 4 ottobre 2012 Prof. Michele De Carli Dipartimento di 2 Dipartimento di Edifici a basso consumo, definizione: Edifici a basso

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : CONI SPA EDIFICIO : PISCINA MILANO CONI INDIRIZZO : VIA MONTEVIDEO N.20

Dettagli

DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD

DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD DEUCLIMATIZZATORE DP 24RD 1 Indice 1. Descrizione del prodotto 3 1.1 Funzionamento con aria neutra 3 1.2 Funzionamento in integrazione 4 2. Descrizione componenti principali 5 2.1 Predisposizione e ingombri

Dettagli

10 settembre 2015. MUSEO CIVICO Climatizzazione della sala Cremona CUP: D14E15000240004 283D - ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTI MECCANICI

10 settembre 2015. MUSEO CIVICO Climatizzazione della sala Cremona CUP: D14E15000240004 283D - ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTI MECCANICI 10 settembre 2015 Progetto: MUSEO CIVICO Climatizzazione della sala Cremona CUP: D14E15000240004 Codice e livello progetto: 283D - ESECUTIVO Elaborato tecnico: RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTI MECCANICI

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 230:1997 31/10/1997 Bruciatori monoblocco di olio combustibile a polverizzazione. Dispositivi di sicurezza, di comando e di regolazione. Tempi di sicurezza. UNI EN 247:2001 31/05/2001 Scambiatori

Dettagli

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti:

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: all articolo 3 del D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità immobiliari Committente(i) Progettista(i)

Dettagli

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 INDICE 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 2.2 - trattamento acqua di consumo e produzione acqua calda sanitaria pag.

Dettagli

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA Il presente documento riguarda il progetto esecutivo per la sostituzione della centrale termica a servizio della Villa Andrea facente parte del complesso Ville Ponti in Varese. E inoltre compresa l installazione

Dettagli

NOVITA' IMPOSTE DAL DECRETO LGS. n. 311/2006 SULLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

NOVITA' IMPOSTE DAL DECRETO LGS. n. 311/2006 SULLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI NOVITA' IMPOSTE DAL DECRETO LGS. n. 311/2006 SULLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Il decreto legislativo n. 311 del 29.12.2006 (che modifica il precedente decreto n. 192/2005), pubblicato sulla

Dettagli

EEDIT08-100. dati tecnici. sistemi di climatizzatori MKS-G2V1B. Unità esterne. Split - Sky Air

EEDIT08-100. dati tecnici. sistemi di climatizzatori MKS-G2V1B. Unità esterne. Split - Sky Air EEDIT08-00 dati tecnici MKS-G2VB Unità esterne sistemi di climatizzatori Split - Sky Air EEDIT08-00 dati tecnici MKS-G2VB Unità esterne sistemi di climatizzatori Split - Sky Air Unità esterne R-40A MKS-G2VB

Dettagli

Refrigeratori d acqua elicoidali condensati ad aria serie KH e KR 5 32

Refrigeratori d acqua elicoidali condensati ad aria serie KH e KR 5 32 I refrigeratori ad acqua e le pompe di calore Krio sono disponibili in un ampia gamma di soluzioni: con ventilatori elicoidali, centrifughi, a pompa di calore, condensati ad aria ed ad acqua. 21 grandezze

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI E UTENZE ENERGETICHE

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

Capitolato Prestazionale Impianti Meccanici Brisighella

Capitolato Prestazionale Impianti Meccanici Brisighella SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 3 3. SCELTE PROGETTUALI... 6 4. CALDAIA... Errore. Il segnalibro non è definito. 5. SOLARE TERMICO... Errore. Il segnalibro non è definito. 6. RADIATORI...

Dettagli

PLUS Comune di Monterotondo (RM) Intervento n 3: Nuova sostenibilità del verde

PLUS Comune di Monterotondo (RM) Intervento n 3: Nuova sostenibilità del verde 0 Indice 0 Indice... 2 1 Premessa... 3 2 Impianto termico... 3 3 Impianto idrico sanitario... 4 3.1 Descrizione impianto acqua potabile... 4 3.2 Dati di progetto impianto distribuzione acqua potabile...

Dettagli

POMPE DI CALORE. GAMMA AUDAX Pompe di calore aria-acqua ad Inverter

POMPE DI CALORE. GAMMA AUDAX Pompe di calore aria-acqua ad Inverter POMPE DI CALORE GAMMA AUDAX Pompe di calore aria-acqua ad Inverter IMMERGAS: DA OLTRE 40 ANNI NEL FUTURO DELL ENERGIA Immergas, attiva da oltre 40 anni nel settore delle caldaie a gas e degli impianti

Dettagli

Tipologie di intervento

Tipologie di intervento CORSO DI LAUREA INGEGNERIA EDILE- ARCHITETTURA La certificazione energetica degli edifici IL DECRETO LEGISLATIVO 192/2005 Tipologie di intervento TIPOLOGIA 1 Edifici di nuova costruzione; Ristrutturazione

Dettagli

INDICE 1. GENERALITA 2 2. PARAMETRI DI PROGETTO 6 3. IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE 8 4. IMPIANTO IDRICO - SANITARIO 13. 1.

INDICE 1. GENERALITA 2 2. PARAMETRI DI PROGETTO 6 3. IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE 8 4. IMPIANTO IDRICO - SANITARIO 13. 1. INDICE 1. GENERALITA 2 1.1 Oggetto 2 1.2 Normative di riferimento 3 1.3 Attività svolta 4 1.4 Elenco degli impianti previsti in progetto 5 2. PARAMETRI DI PROGETTO 6 2.1 Introduzione generale 6 2.2 Carichi

Dettagli

Contesto di riferimento. Descrizione

Contesto di riferimento. Descrizione EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI CONTENUTI: Contesto di riferimento. Descrizione delle tecnologie. Interventi sull involucro. Interventi sui dispositivi di illuminazione.

Dettagli

1) ESPOSIZIONE PIANO SECONDO

1) ESPOSIZIONE PIANO SECONDO 1) ESPOSIZIONE PIANO SECONDO 1.01 Fornitura e posa ventilconvettori ribassato tipo EURAPO modello RIBASSATI CVR-EST 216 o similare: - Potenza termica riscaldamento = 4,59 kw - Potenza termica raffrescamento

Dettagli

Pompe di calore ARIA-ACQUA HRC 70

Pompe di calore ARIA-ACQUA HRC 70 Pompe di calore ARIA-ACQUA HRC 70 17 kw monofase 230 V o trifase 400 V 20 kw monofase 230 V 25 kw trifase 230 V Cascate da 34, 40, 50, 75 e 100 kw GARANTISCONO IL RISCALDAMENTO DELL ACQUA FINO A 70 C,

Dettagli

UNIVERSITTA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA - POLO UNIVERSITARIO DI COMO CALCOLI ESECUTIVI DEGLI IMPIANTI, DATI DI PROGETTO

UNIVERSITTA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA - POLO UNIVERSITARIO DI COMO CALCOLI ESECUTIVI DEGLI IMPIANTI, DATI DI PROGETTO SOMMARIO DATI DI PROGETTO... 3 VERIFICA POTENZA EDIFICIO ESISTENTE... 9 CARICHI TERMICI INVERNALI MANICA LUNGA... 12 CARICHI TERMICI ESTIVI MANICA LUNGA... 32 Pagina 2 DATI DI PROGETTO INTRODUZIONE La

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLEGATO TECNICO al regolamento per la certificazione dei consumi di energia negli edifici

ALLEGATO 1 ALLEGATO TECNICO al regolamento per la certificazione dei consumi di energia negli edifici ALLEGATO 1 ALLEGATO TECNICO al regolamento per la certificazione dei consumi di energia negli edifici COMUNE DI PERANO (CH) CERTIFICAZIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA NEGLI EDIFICI RELAZIONE TECNICO INDICE

Dettagli

Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI E UTENZE ENERGETICHE

Dettagli

TALIA GREEN HYBRID. Il comfort di una caldaia e l efficienza energetica di una pompa di calore.

TALIA GREEN HYBRID. Il comfort di una caldaia e l efficienza energetica di una pompa di calore. sistema ibrido caldaia a condensazione e pompa di calore TALIA GREEN HYBRID Il comfort di una caldaia e l efficienza energetica di una pompa di calore. Chaffoteaux presenta Talia Green Hybrid, un sistema

Dettagli

FORMULARIO PER LA PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI FORMATIVI CONNOTAZIONI GENERALI DELL INTERVENTO

FORMULARIO PER LA PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI FORMATIVI CONNOTAZIONI GENERALI DELL INTERVENTO FORMULARIO PER LA PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI FORMATIVI PAG. 1 CONNOTAZIONI GENERALI DELL INTERVENTO A.1 - SOGGETTO PROMOTORE: ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO CARLO CATTANEO

Dettagli

REALIZZAZIONE TORRE CIVICA IMPIANTI MECCANICI E IDRICO-SANITARIO

REALIZZAZIONE TORRE CIVICA IMPIANTI MECCANICI E IDRICO-SANITARIO REALIZZAZIONE TORRE CIVICA IMPIANTI MECCANICI E IDRICO-SANITARIO INDICE 1 PREMESSA 3 2 IMPIANTI TERMICI, DI CONDIZ±IONAMENTO DELL ARIA, DI RISCALDAMENTO E DI VENTILAZIONE 3 2.1 DATI DI PROGETTO 3 2.2 TIPOLOGIE

Dettagli

OGGETTO... 2. Requisiti... 2. Descrizione del sistema di climatizzazione... 3

OGGETTO... 2. Requisiti... 2. Descrizione del sistema di climatizzazione... 3 SOMMARIO OGGETTO... 2 1. IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE... 2 Requisiti.... 2 Descrizione del sistema di climatizzazione.... 3 PARAMETRI DI CALCOLO... 7 2. IMPIANTI IDRICO-SANITARI... 10 3. IMPIANTI DI ESTINZIONE

Dettagli

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC

Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC Scaldacqua in pompa di calore a basamento SPC SPC: scaldacqua in pompa di calore aria/ acqua, monoblocco Baxi è da sempre attiva nella progettazione di soluzioni tecnologicamente avanzate ma con il minimo

Dettagli

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA UNITÀ DI TRATTAMENTO ARIA CANALIZZABILI CON RINNOVO E RECUPERO MODELLI / CARATTERISTICHE midificazione estiva con modulazione della

Dettagli

I climatizzatori della Linea Commerciale migliorano la qualità dell aria in negozi, ristoranti e luoghi di lavoro

I climatizzatori della Linea Commerciale migliorano la qualità dell aria in negozi, ristoranti e luoghi di lavoro Linea Coerciale I climatizzatori della Linea Coerciale migliorano la qualità dell aria in negozi, ristoranti e luoghi di lavoro L inverter a corrente continua di SANYO è eccezionale per la sua capacità

Dettagli

Mynute Rain Green. Condensazione. Murali ecologiche a condensazione da esterno. Residenziale

Mynute Rain Green. Condensazione. Murali ecologiche a condensazione da esterno. Residenziale Mynute Rain Green Murali ecologiche a condensazione da esterno Condensazione Residenziale Mynute Rain Green Mynute Rain Green: la tradizione si evolve La gamma Mynute Rain Green da esterno offre sia versioni

Dettagli

RAPPORTI DI CONTROLLO

RAPPORTI DI CONTROLLO RAPPORTI DI CONTROLLO Allegato II (Art.2) RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 ( gruppitermici ) RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 (gruppi termici)... Cognome... me...

Dettagli

Pompe di calore per la produzione di acqua calda sanitaria Il principio di funzionamento

Pompe di calore per la produzione di acqua calda sanitaria Il principio di funzionamento Il principio di funzionamento La pompa di calore è una macchina che trasferisce calore da una sorgente a temperatura più bassa ad un ambiente (o volume) a temperatura più alta La pompa di calore è costituita

Dettagli

DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE

DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE DEH Unità di deumidificazione e rinnovo dell aria con recupero di calore in abbinamento con sistemi di raffrescamento radiante Installazione a controsoffitto Configurazione

Dettagli

ACU UNITA DI CLIMATIZZAZIONE

ACU UNITA DI CLIMATIZZAZIONE ACU UNITA DI CLIMATIZZAZIONE ACU Unità di climatizzazione aria/aria in pompa di calore con recupero integrato per il ricambio dell aria con neutralizzazione dei carichi termici esterni ove già si disponga

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE REGIONALE PER LA SICILIA SEDE PROVINCIALE INPS DI MESSINA. VIA TOMMASO CAPRA

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE REGIONALE PER LA SICILIA SEDE PROVINCIALE INPS DI MESSINA. VIA TOMMASO CAPRA ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE SEDE REGIONALE PER LA SICILIA COORDINAMENTO ATTIVITA TECNICO EDILIZIA PALERMO. Via M. Toselli, 5. SEDE PROVINCIALE INPS DI MESSINA. VIA TOMMASO CAPRA OGGETTO:

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Direttamente dal Produttore all Utente Privato. sistema solare termodinamico

Direttamente dal Produttore all Utente Privato. sistema solare termodinamico Direttamente dal Produttore all Utente Privato sistema solare termodinamico M A D E I N I T A L Y Il nuovo sistema solare termodinamico per avere l acqua calda risparmiando fino all 85% Acqua calda Risparmio

Dettagli

MCH MCH-A SPECIFICHE TECNICHE. Minichiller Solo Freddo e Pompa di Calore. Sistemi di climatizzazione. Accessori. Particolarità

MCH MCH-A SPECIFICHE TECNICHE. Minichiller Solo Freddo e Pompa di Calore. Sistemi di climatizzazione. Accessori. Particolarità MCH-A Minichiller Solo Freddo e Pompa di Calore Accessori CONTROLLO REMOTO FILTRO ACQUA SEZIONATORE GENERALE Particolarità Refrigerante R22, R407C Ventilatore elicolidale Compressore scroll Controllo a

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

PROGETTO EDIFICIO-IMPIANTO: alcune questioni da considerare

PROGETTO EDIFICIO-IMPIANTO: alcune questioni da considerare PROGETTO EDIFICIO-IMPIANTO: alcune questioni da considerare 1 Obiettivo del progetto edificio-impianto - sistema impiantistico che soddisfi le esigenze di: - comfort (termico, luminoso, acustico e della

Dettagli

SOLUZIONI ENERGETICHE CON POMPA DI CALORE

SOLUZIONI ENERGETICHE CON POMPA DI CALORE SOLUZIONI ENERGETICHE CON POMPE DI CALORE 28 29 SOLUZIONI ENERGETICHE CON POMPE DI CALORE Pompa di calore per sanitario BOLLITORE 120/150 litri CON POMPA DI CALORE Pompa di calore Eldom GREEN LINE con

Dettagli

Comuni di Sirolo e Numana

Comuni di Sirolo e Numana Progettista: Arch. Giorgio Pagnoni LUGLIO 2012 RELAZIONE TECNICA IMPIANTO RISCALDAMENTO I STRALCIO FUNZIONALE Service & Consulting Immobiliare s.r.l. - Via Trieste n. 21-60124 Ancona - tel 071 3580027

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI CONDIZIONAMENTO E VMC RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI DI VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA La ventilazione meccanica controllata degli ambienti con aria esterna rappresenta il sistema più efficace per controllare le condizioni

Dettagli

livello progettazione: Relazione Impianto di Riscaldamento ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA

livello progettazione: Relazione Impianto di Riscaldamento ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA COMUNE DI TROIA (Provincia di Foggia) denominazione progetto: Fondo Per lo Sviluppo e Coesione 2007-2013 Accordo di programma quadro "Settore Aree Urbane - Città" Realizzazione di n. 18 alloggi di edilizia

Dettagli

Le normative ed il risparmio ottenibile mediante l utilizzo della Ventilazione Meccanica Controllata Claudio Buttà Dir. Relazioni Esterne Aldes spa

Le normative ed il risparmio ottenibile mediante l utilizzo della Ventilazione Meccanica Controllata Claudio Buttà Dir. Relazioni Esterne Aldes spa Le normative ed il risparmio ottenibile mediante l utilizzo della Ventilazione Meccanica Controllata Claudio Buttà Dir. Relazioni Esterne Aldes spa 1 2 3 4 5 6 7 le infiltrazioni naturali. UNI 10344: "Riscaldamento

Dettagli

CITTA di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA. Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà

CITTA di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA. Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà Polo bibliotecario e delle Arti visive. Recupero funzionale del Palazzo del Podestà RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI CLIMATIZZAZIONE E VENTILAZIONE Descrizione del progetto Il progetto prevede il rifacimento

Dettagli

ANNI di EVOLUZIONE TECNOLOGICA

ANNI di EVOLUZIONE TECNOLOGICA 14 ANNI di EVOLUZIONE TECNOLOGICA MASSIMO COMFORT,MASSIMA EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO Condizionamento Riscaldamento Acqua Calda Sanitaria è un sistema innovativo per la produzione di acqua calda

Dettagli

Climatizzazione commerciale

Climatizzazione commerciale Climatizzazione commerciale Cassette e canalizzabili inverter SDH 17 Cassette Canalizzabili Depliant Climatizzazione Commerciale Gennaio 2015.indd 1 23/12/14 10:36 Simbologia Inverter DC I compressori

Dettagli

pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO

pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO POMPE DI CALORE ARIA/ACQUA REVERSIBILI A RECUPERO TOTALE. > RISCALDAMENTO > CLIMATIZZAZIONE > RAFFRESCAMENTO > RAFFREDDAMENTO > DEUMIDIFICAZIONE > ACQUA CALDA SANITARIA

Dettagli

Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici

Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici 1. Informazioni Generali art. 28 Legge n. 10 del 09/01/91 D.Lgs. 29 dicembre

Dettagli

DEUCLIMATIZZATORE DCS 26RD

DEUCLIMATIZZATORE DCS 26RD DEUCLIMATIZZATORE DCS 26RD 1 Indice 1. Descrizione del prodotto 3 1.1 Funzionamento con aria neutra 3 1.2 Funzionamento in integrazione 4 2. Descrizione componenti principali 5 3. Dimensioni 6 4. Dati

Dettagli

Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 -

Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 - Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 - La gaa più completa di Sistemi VRF Esclusivo compressore HITACHI SCROLL ad Alta Pressione, garanzia di elevata resa e grande affidabilità nel tempo Scambiatori di calore

Dettagli

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE Gli oneri economici relativi al riscaldamento invernale e alla climatizzazione estiva di un edificio residenziale sono da considerarsi tra le componenti di spesa principali

Dettagli

Climatizzatori. Dati Tecnici. Applicazione monosplit EEDIT11-100 RXS-J

Climatizzatori. Dati Tecnici. Applicazione monosplit EEDIT11-100 RXS-J Climatizzatori Dati Tecnici Applicazione monosplit EEDIT11-100 RXS-J Climatizzatori Dati Tecnici Applicazione monosplit EEDIT11-100 RXS-J INDICE RXS-J 1 Caratteristiche......................................................

Dettagli

Murali Eco Condensing da esterno e ad incasso. Rendimento NOVITÁ. secondo Direttiva Europea CEE 92/42 AREA CONDENSING K 25 S / 25 SR

Murali Eco Condensing da esterno e ad incasso. Rendimento NOVITÁ. secondo Direttiva Europea CEE 92/42 AREA CONDENSING K 25 S / 25 SR Murali Eco Condensing da esterno e ad incasso Rendimento secondo Direttiva Europea CEE 92/42 NOVITÁ AREA CONDENSING K 25 S / 25 SR AREA CONDENSING K AREA CONDENSING K 25 S / 25 SR Caldaie murali ecologiche

Dettagli

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE CONDENSATI AD ARIA refrigerante R410A RSA-EF A solo condizionamento, standard RSA-EF S solo condizionamento, silenziata RSA-EF SS solo condizionamento, supersilenziata RSA-EF HA pompa di calore, standard

Dettagli

Standard Dati Tecnici Prodotto E12EK NSB-E12EK UA3

Standard Dati Tecnici Prodotto E12EK NSB-E12EK UA3 Via DELL UNIONE EUROPEA,6 20097 San Donato Milanese (MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500 Standard Dati Tecnici Prodotto 1 Egregi Signori, Vi inviamo la presentazione tecnica relativa al sistema di climatizzazione

Dettagli

Gamma parete. [ NOME MODELLO ] Pagina HND 26 HKD 28 PARETE MONOSPLIT E MULTISPLIT NUOVO HOD 24 PARETE MONOSPLIT E MULTISPLIT VERSIONE AGGIORNATA

Gamma parete. [ NOME MODELLO ] Pagina HND 26 HKD 28 PARETE MONOSPLIT E MULTISPLIT NUOVO HOD 24 PARETE MONOSPLIT E MULTISPLIT VERSIONE AGGIORNATA [ NOME MODELLO ] Pagina PARETE MONOSPLIT E MULTISPLIT NUOVO HOD 24 PARETE MONOSPLIT E MULTISPLIT VERSIONE AGGIORNATA HND 26 PARETE MONOSPLIT E MULTISPLIT VERSIONE AGGIORNATA HKD 28 Gamma parete 22 Parete

Dettagli

Via ALDO ROSSI 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500. Canalizzabile. Bassa Prevalenza. Dati Tecnici Prodotto CB09L N12

Via ALDO ROSSI 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500. Canalizzabile. Bassa Prevalenza. Dati Tecnici Prodotto CB09L N12 Via ALDO ROS 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500 Canalizzabile Bassa Prevalenza Dati Tecnici Prodotto CB09L N12 1 UNITA CANALIZZABILI PER STEMI MULTI Egregi Signori, Vi inviamo la presentazione

Dettagli

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema

Giampiero Colli Anima/Coaer. Logo associazione nello schema Work shop tecnico: Edifici Impianti a pompa di calore per la climatizzazione annuale e la produzione di acqua calda sanitaria: soluzioni per edifici polifunzionali, residenziali, uffici. Giampiero Colli

Dettagli

INDUSTRIALE Ideale l installazione delle pompe di calore anche per grandi opere industriali

INDUSTRIALE Ideale l installazione delle pompe di calore anche per grandi opere industriali GUARDARE AL FUTURO SI PUO Le nuove caldaie in pompa di calore sono quanto di meglio il presente può offrire in termini di rendimento e di efficienza. In tutta Europa queste nuove tecnologie verdi a salvaguardia

Dettagli

DEUMIDIFICATORI PROFESSIONALI FISSI

DEUMIDIFICATORI PROFESSIONALI FISSI DEUMIDIFICATORI PROFESSIONALI FISSI DEUMIDIFICATORI PROFESSIONALI FISSI SERIE FDK I deumidificatori professionali fissi Fral serie FDK sono apparecchi di elevate prestazioni, compatti, facilmente installabili

Dettagli

IMPIANTI MECCANICI RELAZIONE TECNICA SOMMARIO 1 GENERALITÀ... 1 2 CRITERI PROGETTUALI... 1 3 NORMATIVE E DISPOSIZIONI LEGISLATIVE...

IMPIANTI MECCANICI RELAZIONE TECNICA SOMMARIO 1 GENERALITÀ... 1 2 CRITERI PROGETTUALI... 1 3 NORMATIVE E DISPOSIZIONI LEGISLATIVE... SOMMARIO 1 GENERALITÀ... 1 2 CRITERI PROGETTUALI... 1 3 NORMATIVE E DISPOSIZIONI LEGISLATIVE... 1 4 INPUT DI PROGETTO... 4 4.1 DATI CLIMATICI... 4 4.2 FLUIDI TERMOVETTORI UTILIZZATI... 4 4.3 RETI DI DISTRIBUZIONE

Dettagli