MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO"

Transcript

1 MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA Per presentare una richiesta di contributo alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, finalizzata a sostenere un progetto, si richiede di compilare il presente modulo e di inviarlo firmato in originale e completo degli allegati a: Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Via delle Donzelle, Bologna Sito internet: Indirizzo

2 Criteri da osservare per la richiesta di contributi Il Richiedente può inoltrare una sola domanda di contributo per anno. Eventuali ulteriori domande non saranno prese in considerazione. Premesso che i settori d intervento della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna sono i seguenti: Settori rilevanti: -salvaguardia e sviluppo del patrimonio artistico e culturale; -assistenza anziani; -ricerca scientifica -salute pubblica; -sviluppo locale; Settori ammessi: -crescita e formazione giovanile; -famiglia e valori connessi; -patologie e disturbi psichici e mentali; premesso inoltre che la Fondazione interviene, di norma, a sostegno di progetti, nelle modalità sotto specificate, attraverso contributi finanziari, cioè interventi integrativi di risorse almeno in parte già presenti nei soggetti richiedenti, vengono fissati i seguenti criteri di accesso ai contributi: 1- Soggetti destinatari di contributi - Associazioni senza fini di lucro, istituzioni, fondazioni di gestione, enti (pubblici o ecclesiastici). Le Associazioni, salvo motivate eccezioni, debbono essere operanti da almeno 3 anni. 2- Ambito territoriale - quello delle province di Bologna e di Ravenna. Sono, quindi, esclusi i soggetti che operano fuori dal citato ambito territoriale, nonché quei progetti che vadano a beneficio di comunità residenti al di fuori dei territori indicati; salvo quei progetti di rilevante valenza culturale, sociale e scientifica che, pur proposti da soggetti operanti non sul territorio di pertinenza della Fondazione, abbiano ricadute significative sul territorio di operatività della Fondazione; e salvo progetti di attuazione di iniziative di cooperazione e solidarietà nazionale ed internazionale con particolare attenzione a quelli proposti da soggetti operanti sui territori di riferimento della Fondazione. 3- Che cosa deve illustrare il richiedente nella domanda: - illustrazione del progetto: obiettivi e tempi di realizzazione; - i costi del progetto e le fonti di copertura, evidenziando, in particolare, le risorse destinate direttamente dal soggetto richiedente; - l indicazione di altri soggetti che partecipano, sotto varie forme, alla realizzazione del progetto; - la somma richiesta alla Fondazione; - valutazione benefici e risultati attesi dal progetto presentato ed i parametri da adottare per la verifica del loro conseguimento; - indicazione dell attività svolta nel recente passato; - nel caso di richieste di contributo per interventi di nuove opere, di ristrutturazione o di restauro, il bene o l immobile in oggetto debbono risultare di proprietà del richiedente, ceduti in uso o in comodato o altro titolo che per attribuzioni e durata temporale possa considerarsi equivalente; deve, inoltre, essere prodotta adeguata documentazione in merito al progetto e, in caso di bene artistico, documentazione fotografica e relazione storica. Il richiedente deve dimostrare di aver interpellato con procedura competitiva almeno 2-3 imprese del settore. La Fondazione si riserva di valutare la congruità dei preventivi forniti rispetto ai lavori previsti. Si richiede inoltre un piano definitivo di utilizzazione dell immobile ristrutturato; - per i progetti di ricerca scientifica (riferita alla tutela della salute e alla applicazione di tecnologie complesse), occorre presentare una descrizione

3 analitica del progetto stesso e informazioni sulla composizione e sulle pregresse esperienze del gruppo di ricerca, unitamente al curriculum del responsabile del progetto comprensivo dell elenco delle pubblicazioni scientifiche. 4- Cause di inammissibilità della domanda: - domanda presentata non su modulo; - incompletezza dei dati richiesti dal modulo: - richiesta priva della firma del legale rappresentante; - ritardo rispetto alla scadenza prevista nell avviso (esclusi gli Enti Istituzionali). La mancanza dei requisiti sopra indicati comporta l automatica esclusione della domanda. La Fondazione provvederà ad inviare comunicazione dell esclusione con indicazione dello specifico motivo di inammissibilità. 5- Chi e che cosa non si finanzia - attività ordinaria di Enti, istituzioni, Associazioni: non può essere oggetto di contributo la spesa corrente (stipendi di personale, affitti, consumi ricorrenti e altre spese che rientrano nell ordinaria amministrazione del soggetto richiedente). - manifestazioni a carattere nazionale o internazionale, anche se si svolgono sul territorio delle province di Bologna e Ravenna (festival, raduni, seminari...), salvo motivate eccezioni. - mostre, convegni, e altre iniziative che possono avere, anche indirettamente, uno scopo di lucro, salvo motivate eccezioni. - iniziative spettacolari per la raccolta di fondi di beneficenza. - progetti già realizzati o in corso il cui inizio sia previsto entro 90gg. dalla scadenza di presentazione della richiesta. Per date inizio progetto si intende l avvio delle azioni tese alla sua realizzazione (escluse quindi le attività di progettazione, studi, ecc ). - non possono essere sostenuti progetti il cui inizio è previsto a tempi lunghi. Pertanto, il progetto per il quale è chiesto il contributo deve essere avviato entro sei mesi dalla data della lettera di comunicazione della Fondazione e deve concludersi entro i successivi 12 mesi; superate tali date, il finanziamento o la quota che ne residua saranno revocati. Nel caso di prolungamento dei tempi di attuazione del progetto, si dovrà inoltrare istanza in merito attraverso il modulo predisposto allo scopo; - non sono ammesse erogazioni, dirette o indirette, a favore di persone fisiche, enti con fini di lucro o imprese di qualsiasi natura fatta eccezione delle cooperative sociali (legge n. 381 dell e successive modificazioni) e delle imprese sociali. - i partiti e le associazioni politiche e sindacali o di patronato o associazioni professionali e di categoria. 6- Come avviene l erogazione del finanziamento - L erogazione dei contributi deliberati dalla Fondazione avviene, di norma, a consuntivo e sulla scorta di rendicontazione delle spese effettivamente sostenute. - La rendicontazione deve evidenziare il totale delle spese sostenute per la realizzazione del progetto: alla luce di tale documentazione la Fondazione potrà erogare solo la quota proporzionalmente deliberata rispetto al totale dichiarato in sede di domanda, fatte salve le verifiche sulla congruità e la completezza della documentazione fornita. - E obbligatorio fornire una dettagliata relazione sul progetto realizzato e sui benefici ottenuti. E gradita, qualora il progetto lo consenta, anche una documentazione fotografica. - E facoltà degli Organi della Fondazione di richiedere, oltre a quella esibita, ulteriore documentazione, anche in momenti successivi, nonché di compiere ogni accertamento che ritenga opportuno anche attraverso la diretta audizione dei richiedenti e tramite controlli diretti della Fondazione sui risultati parziali e finali del progetto. - Per gli interventi di maggior rilievo e per quelli che presentano uno sviluppo pluriennale i destinatari delle erogazioni dovranno obbligatoriamente fornire relazioni periodiche di aggiornamento e, al termine dell intervento, un rendiconto circostanziato che illustri, oltre allo stato finale di attuazione, l efficacia in termini quantitativi e qualitativi dell intervento stesso in relazione agli obiettivi perseguiti. - Il contributo concesso sarà liquidato, anche frazionatamente, sulla base della presentazione di copia

4 dei giustificativi di spesa e di rendicontazioni relative al progetto ad insindacabile giudizio della Fondazione. Il mancato rispetto delle norme sopra elencate comporta l esclusione del soggetto proponente per cinque anni.

5 Spett.le Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna Via delle Donzelle, BOLOGNA Luogo Data Riservato alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna Ricevuta il Protocollo n Settore di intervento Richiedente 1 Denominazione Codice Fiscale P. IVA Indirizzo Sede legale C.A.P. Località Provincia Telefono Fax E mail Indirizzo Sede operativa (se diversa dalla legale) Sito web C.A.P. Località Provincia Telefono Fax E mail Sito web Cognome Legale rappresentante Nome Ruolo nell Organizzazione 1 Si specifica che l organizzazione richiedente deve coincidere con il soggetto che sostiene gli oneri per il progetto a fronte del quale viene richiesto il contributo.

6 Telefono E mail Fax Da compilare nel caso l Organizzazione richiedente sia: Associazione, Comitato, Fondazione, Organizzazione di Volontariato, ONG, Cooperative Sociali Finalità dell Organizzazione ( e principali esperienze) Attività svolta Destinatari delle attività L Organizzazione richiedente è stata formalmente costituita? Sì No L Organizzazione richiedente dispone di uno Statuto? Sì No Indicare gli estremi dell eventuale iscrizione a Registri, Albi, ecc L Organizzazione richiedente ha fatto richiesta di servizi ad un Centro di Servizi per il Volontariato? Se sì, quale? Sì No L Organizzazione richiedente beneficia di servizi a supporto provenienti dal Comitato di Gestione Regionale dei fondi speciali per il volontariato (legge 266/91)? Sì No 6

7 Progetto Titolo Cognome Responsabile del progetto Nome Ruolo ricoperto all interno dell Organizzazione richiedente Telefono E mail Fax Oggetto della richiesta: Alleghiamo la descrizione dettagliata del progetto, mettendo in evidenza gli obiettivi, le modalità di realizzazione, la destinazione del contributo,i risultati e i benefici attesi, l ambito territoriale dell iniziativa, i tempi di realizzazione, i soggetti destinatari, gli eventuali partners del progetto, il personale impiegato per la realizzazione dell iniziativa, gli aspetti innovativi e sperimentali. Ambito territoriale del progetto Il progetto è Annuale Pluriennale Durata complessiva del progetto data inizio data fine 7

8 Piano finanziario Sintesi del piano finanziario Costo complessivo del progetto Contributo chiesto alla Fondazione. Previsioni di copertura da parte del Richiedente Risorse proprie. Contributi richiesti ad altri soggetti (indicare) 1)... 2)... 3)... 4)... Contributi già concessi da altri soggetti (indicare) 1)... 2)... 3)... 4)... Voci di spesa: Alleghiamo il piano finanziario dettagliato, suddiviso per centri di costo e contenente ogni elemento ritenuto utile per l istruttoria della pratica (ad esempio per i restauri: calcoli computo-metrici, perizie di spesa ecc ) Comunicazione esterna Modalità di comunicazione dell eventuale contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna Conferenza stampa Sì No Brochure Sì No Pubblicazione Sì No Internet Sì No Articoli Sì No Affissioni Sì No Targa Altro (specificare) Altro (specificare) Altri elementi relativi al progetto che l Organizzazione richiedente ritiene utile comunicare alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna 8

9 DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE Atto costitutivo e Statuto vigente Ultimo Bilancio o rendiconto finanziario regolarmente approvato e relative relazioni Dettagliata relazione illustrativa del progetto Dettagliato piano finanziario Impegni o attestazioni di disponibilità, ove esistenti, da parte di altri enti e soggetti esterni interessati a collaborare al progetto o all iniziativa Qualora il contributo sia destinato ad interventi su immobili, la documentazione dalla quale risulti la proprietà dello stesso o l atto di possesso, le prescritte autorizzazioni ai lavori nonché l esauriente documentazione fotografica pre-opera Dichiarazioni e sottoscrizioni del legale rappresentante 1) Si dichiara che il progetto o l iniziativa per cui si richiede il contributo alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna non ha, né direttamente né occasionalmente, scopi di lucro. Firma del legale rappresentante 2) In merito alla ritenuta d acconto IRPEG del 4%, prevista dal secondo comma dell art. 28 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 si dichiara, sotto la propria responsabilità: Di non essere soggetti alla suddetta ritenuta in quanto non rientranti nella casistica prevista dalla citata norma Di essere soggetti alla ritenuta del 4% 3) Si dichiara che l intervento in oggetto rientra fra le fattispecie ammesse a sgravio fiscale, così come recepito dall art. 15 del D.P.R. 917/86 4) Si dichiara di osservare regolari rapporti fiscali con l Amministrazione Finanziaria e se dotato di dipendenti, di osservare regolari rapporti di lavoro ai sensi delle disposizioni di legge Sottoscrizione della richiesta Firma del legale rappresentante Data e Luogo 9

10 5) Informativa sul trattamento dei dati personali (Art. 13 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali") La Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Titolare del trattamento, informa che al fine di esaminare le richieste di contributo e più in generale le richieste di valutazione di progetti è necessario il trattamento di alcuni dati personali, relativi sia al soggetto giuridico richiedente sia ad alcune persone fisiche riferibili al medesimo soggetto (ad esempio, presidente, referente, componenti degli organi). Il trattamento non coinvolge, di norma, dati sensibili o giudiziari; tali informazioni possono nondimeno emergere in relazione a taluni particolari soggetti (ad esempio, in presenza di una associazione religiosa, oppure di una realtà univocamente connessa ad una specifica patologia, o anche in caso di informazioni che possano emergere dallo stato di famiglia richiesto ai fini di particolari iniziative, ecc.). Il conferimento delle informazioni è facoltativo; il mancato conferimento di alcune di esse può tuttavia precludere la valutazione o il buon esito della richiesta di contributo o della eventuale successiva richiesta di erogazione. I dati sono trattati sia con strumenti elettronici sia su supporto cartaceo, e - sia pure nei limiti del perseguimento delle suddette finalità - possono essere comunicati a: - Istituti di Credito, per l accredito degli eventuali contributi; - Amministrazione Finanziaria per le ritenute di legge; - ACRI, solo in caso di effettiva erogazione di contributo, per finalità statistiche. Alcune informazioni possono essere comunicate altresì a società/consulenti che coadiuvano la Fondazione nella redazione del documento di Bilancio dell Ente. Nell ambito della Fondazione i dati possono essere trattati da specifici Incaricati, oltre che ovviamente dagli organi della Fondazione. Alcune informazioni sintetiche (ragione sociale; contributo accordato; progetto di riferimento) possono essere altresì divulgate a mezzo stampa o sul sito Internet istituzionale per presentare l attività della Fondazione o per rendere noto il documento di Bilancio dell Ente. Per il trattamento finalizzato all attività di valutazione delle richieste ed eventualmente all erogazione di fondi occorre il consenso del/dei soggetto/i interessato/i. Con ulteriore espresso consenso, alcuni dati (nome; cognome; ragione sociale; indirizzo fisico e/o ) possono essere altresì utilizzati per aggiornamenti sulla attività della Fondazione: l interessato potrà in ogni momento chiedere la cessazione di tale utilizzo, rivolgendosi ai recapiti di seguito indicati. Le richieste di esercizio dei diritti previsti dal Codice a favore dell interessato (art. 7 e ss D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196: ad esempio, accesso, cancellazione, aggiornamento, rettificazione, integrazione, ecc.) possono essere rivolte al Titolare del trattamento: Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, via delle Donzelle, Bologna tel fax Responsabile del trattamento è il Segretario Generale della Fondazione, reperibile ai medesimi recapiti. L elenco aggiornato dei Responsabili del trattamento eventualmente nominati può essere richiesto scrivendo a: Consenso al trattamento dei dati personali (Art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali") Bologna, / / Presa visione della informativa, io sottoscritto in qualità di 10

11 esprimo il consenso al trattamento dei dati personali per finalità di valutazione richieste/erogazione di contributi. In fede. Firma Esprimo altresì il consenso a ricevere aggiornamenti sulla attività della Fondazione. In fede. Firma Consenso al trattamento dei dati relativi a soggetti riferibili all ente richiedente, diversi da chi sottoscrive la richiesta di contributo/erogazione Nome, cognome e firma Nome, cognome e firma SEZIONE RISERVATA AGLI ENTI PUBBLICI Sottoscrizione, per presa visione del progetto presentato, del rappresentante legale in carica dell Ente SEZIONE RISERVATA ALLE AUSL E ALLE AZIENDE OSPEDALIERE Sottoscrizione, per presa visione del progetto presentato, del Direttore Generale in carica SEZIONE RISERVATA ALL UNIVERSITA Per progetti di ricerca, allegare apposita delibera del Consiglio del Dipartimento o di Istituto 11

DOMANDA DI FINANZIAMENTO O CONTRIBUTO PER PROGETTI / INIZIATIVE PROMOSSI DA TERZI INFORMAZIONI SUL RICHIEDENTE:

DOMANDA DI FINANZIAMENTO O CONTRIBUTO PER PROGETTI / INIZIATIVE PROMOSSI DA TERZI INFORMAZIONI SUL RICHIEDENTE: MITTENTE: Spettabile FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI MIRANDOLA Piazza Marconi, 23 41037 MIRANDOLA (MO) Tel: 0535-27954 Fax: 0535-98781 e-mail: info@fondazionecrmir.it DOMANDA DI FINANZIAMENTO O CONTRIBUTO

Dettagli

MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16)

MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16) MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16) I CONTRIBUTI NON DEVONO RIGUARDARE L ATTIVITA ORDINARIA DEL SOGGETTO PROPONENTE. Per attività ordinaria a titolo esemplificativo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

Informazioni per la presentazione di domande di erogazione

Informazioni per la presentazione di domande di erogazione Informazioni per la presentazione di domande di erogazione La Fondazione Monte di Parma è una fondazione di origine bancaria nata nell ottobre 1991 in seguito alla trasformazione in società per azioni,

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI ED ORGANISMI VARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI ED ORGANISMI VARI COMUNE DI ZERO BRANCO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI A ENTI, ASSOCIAZIONI ED ORGANISMI VARI Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

(Provincia di Caserta)

(Provincia di Caserta) (Provincia di Caserta) Regolamento comunale per la concessione di contributi ad Enti, Associazioni e Comitati operanti nel campo culturale, della storia, della solidarietà, turistico, sportivo, ricreativo

Dettagli

Spazio riservato alla segreteria. Data di ricevimento Protocollo N. pratica DOMANDA PER PROGETTI DI TERZI - ANNO 2015

Spazio riservato alla segreteria. Data di ricevimento Protocollo N. pratica DOMANDA PER PROGETTI DI TERZI - ANNO 2015 Spazio riservato alla segreteria Data di ricevimento Protocollo N. pratica 2015/ Alla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell Aquila Via Salaria Antica Ovest, 8 67100 L AQUILA DOMANDA PER PROGETTI

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI E DI RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER L ANNO 2015 EMANATO IL 26 FEBBRAIO 2015 SETTORI INTERESSATI:

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI E DI RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER L ANNO 2015 EMANATO IL 26 FEBBRAIO 2015 SETTORI INTERESSATI: 1 AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI E DI RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER L ANNO 2015 EMANATO IL 26 FEBBRAIO 2015 SETTORI INTERESSATI: - ARTE, ATTIVITA E BENI CULTURALI - VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ ALLEGATO ALLA DELIBERQZIONE C.C. N. 43 DEL 01.06.2006 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SUSSIDI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI. Art. 1 Oggetto TITOLO I DISCIPLINA GENERALE.

Dettagli

Via Verdi, 7-54033 Carrara Tel. 0585/775216 Fax. 0585/775219 Email: info@fondazionecrcarrara.com

Via Verdi, 7-54033 Carrara Tel. 0585/775216 Fax. 0585/775219 Email: info@fondazionecrcarrara.com Via Verdi, 7-54033 Carrara Tel. 0585/775216 Fax. 0585/775219 Email: info@fondazionecrcarrara.com L imperfetta compilazione di una parte qualsiasi della presente modulistica, così come la mancanza degli

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Provincia di Latina Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Bando per gli interventi a sostegno delle attività culturali nella Provincia di Latina per gli anni 2014 e 2015, finanziati ai sensi

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a

Dettagli

Allegato B. Domanda di Partecipazione al Bando Fondazione BNL. Servizi Residenziali per Minori

Allegato B. Domanda di Partecipazione al Bando Fondazione BNL. Servizi Residenziali per Minori Allegato B Domanda di Partecipazione al Bando Fondazione BNL Servizi Residenziali per Minori Il sottoscritto (nome e cognome) In qualità di legale rappresentante di (denominazione dell Ente) Vista la documentazione

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO 1 Bando 2009 ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA - RICERCA SCIENTIFICA E IN CAMPO SANITARIO FORMAZIONE - TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DI ATTIVITA

Dettagli

Scheda di valutazione della richiesta di contributo. Protocollo interno: data protocollo: Recapito postale (se diverso dalla sede legale):

Scheda di valutazione della richiesta di contributo. Protocollo interno: data protocollo: Recapito postale (se diverso dalla sede legale): Scheda di valutazione della richiesta di contributo All. A N. Settore di riferimento Protocollo interno: data protocollo: Denominazione del soggetto proponente: con sede legale in: Recapito postale (se

Dettagli

COMUNE DI BORGIO VEREZZI. Provincia di SAVONA REGOLAMENTO

COMUNE DI BORGIO VEREZZI. Provincia di SAVONA REGOLAMENTO Allegato A alla deliberazione C.C. n. 39 del 27.07.2015 COMUNE DI BORGIO VEREZZI Provincia di SAVONA REGOLAMENTO CRITERI PER L ATTRIBUZIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI A PERSONE ED

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000.

TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000. TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000. Art. 1 Principi generali -------------------------------

Dettagli

BANDO 2014. Obiettivi

BANDO 2014. Obiettivi BANDO 2014 Obiettivi La Fondazione persegue esclusivamente fini di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico del territorio e, tenuto conto delle risorse disponibili, realizza la propria

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI

MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Richiedente:.. [ Titolo progetto:.. MODULO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Si richiede di compilare il presente modulo e di inviarlo firmato e completo degli allegati a: Fondazione di Piacenza e Vigevano

Dettagli

Legale rappresentante e relativa qualifica (es. Presidente, Direttore, etc.):

Legale rappresentante e relativa qualifica (es. Presidente, Direttore, etc.): Spett.le Fondazione CARIGE Via D. Chiossone, 10 16123 GENOVA GE (luogo e data) DATI RIGUARDANTI IL RICHIEDENTE: Il richiedente deve coincidere con il soggetto che sostiene gli oneri per l'iniziativa a

Dettagli

COMUNE DI TAVERNERIO. Regolamento delle Associazioni

COMUNE DI TAVERNERIO. Regolamento delle Associazioni COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento delle Associazioni Art. 1 - Finalità del regolamento 1. Il Comune di Tavernerio riconosce ed afferma il valore delle libere e autonome Associazioni e degli organismi di

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI INTERVENTI E DEI CONTRIBUTI

REGOLAMENTO DEGLI INTERVENTI E DEI CONTRIBUTI REGOLAMENTO DEGLI INTERVENTI E DEI CONTRIBUTI (Approvato dal Consiglio di indirizzo in data 16/2/2009) ART. 1 (oggetto) 1. Il presente Regolamento disciplina, ai sensi dell art.2, comma 4, e dell art.17,

Dettagli

Regolamento dei criteri per la concessione di contributi

Regolamento dei criteri per la concessione di contributi Regolamento dei criteri per la concessione di contributi Determinazione dei criteri e delle modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi

Dettagli

3. Codice Fiscale Partita IVA

3. Codice Fiscale Partita IVA MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO INFORMAZIONI SUL SOGGETTO RICHIEDENTE 1. Denominazione (per esteso) ed eventuale sigla 2. Sede legale Indirizzo CAP Comune Telefono E-mail Località Provincia Fax 3. Codice

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI (emanato con decreto rettorale n. 688 del 16 luglio 1997; modificato con delibere del Consiglio di Amministrazione nelle sedute

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE Termine ultimo di presentazione della domanda: 17 novembre 2014 1. Oggetto Obiettivo del bando è assicurare adeguato sostegno alle famiglie potenziando i servizi per l infanzia

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando GUIDA ALLA PRESENTAZIONE 1) Come presentare un progetto al di fuori dei bandi della Fondazione? Per presentare un progetto che non rientra nei bandi della Fondazione Cariplo è necessario: a) compilare

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2014 - Articolo

Dettagli

BANDO N. 4 ANNO 2015. ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE

BANDO N. 4 ANNO 2015. ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE BANDO N. 4 ANNO 2015 ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE BUDGET COMPLESSIVO : Euro 110.000 messi a disposizione dalla Fondazione Cariplo per il tramite della Fondazione

Dettagli

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE DI QUARTU SANT ELENA QUARTU SANT ALENI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E ALTRI BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI OD ORGANISMI PUBBLICI O PRIVATI

Dettagli

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Informazioni

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

CRITERI E MODALITA PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI A FAVORE DI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, AI SENSI DELL ART

CRITERI E MODALITA PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI A FAVORE DI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, AI SENSI DELL ART CRITERI E MODALITA PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI A FAVORE DI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, AI SENSI DELL ART. 12 DELLA LEGGE 241/90, NELL AMBITO DELLE ATTIVITA CULTURALI

Dettagli

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO D Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/10 marca da bollo Indicare il motivo di esenzione : 1 organismi di volontariato iscritti al Registro regionale di cui alla L.R.

Dettagli

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma AVVISO PUBBLICO RISERVATO AI CENTRI ANZIANI DI ROMA E PROVINCIA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PICCOLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2013 - Articolo

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario)

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, nell ambito della propria attività istituzionale relativa al 2008, promuove un Bando a tema per il finanziamento

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia ALLEGATO A CONVENZIONE DEL 23/12/2010 TRA IL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA E LA REGIONE PIEMONTE IN ATTUAZIONE DELL INTESA DEL 29 APRILE 2010 RELATIVA AI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE, LE

Dettagli

Comune di Torino Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie BANDO

Comune di Torino Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie BANDO Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali Direzione Sanità Settore Assistenza Sanitaria Territoriale Direzione Politiche Sociali e Politiche per la Famiglia A.O. Ospedale

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

Comune di Avellino. Art. 1. Art. 2

Comune di Avellino. Art. 1. Art. 2 Comune di Avellino REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E PATROCINI PER ATTIVITÀ CULTURALI ORGANIZZATE DA ASSOCIAZIONI, ENTI PUBBLICI ED ISTITUZIONI Art. 1 I criteri e le modalità per la concessione

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE Provincia di Varese

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE Provincia di Varese COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE Provincia di Varese TITOLO I RAPPORTI CON L ASSOCIAZIONISMO ART. 1: Principi e finalità Il Comune riconosce e promuove il valore culturale, di solidarietà e di promozione sociale

Dettagli

COMUNE DI CARLINO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DEL PATROCINIO ALLE ASSOCIAZIONI E AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI

COMUNE DI CARLINO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DEL PATROCINIO ALLE ASSOCIAZIONI E AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI COMUNE DI CARLINO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DEL PATROCINIO ALLE ASSOCIAZIONI E AD ENTI PUBBLICI E PRIVATI APPROVATO con deliberazione del C.C. n. 30 del 29/09/2009

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 2 Ricerca applicata in campo medico 2015/2016 Istruzione Universitaria e Ricerca 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1

Dettagli

OGGETTO: DOMANDA DI PATROCINIO, AGEVOLAZIONE ECONOMICA E/O CONTRIBUTO FINANZIARIO DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O COOPERATIVE SOCIALI SENZA FINE DI LUCRO.

OGGETTO: DOMANDA DI PATROCINIO, AGEVOLAZIONE ECONOMICA E/O CONTRIBUTO FINANZIARIO DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O COOPERATIVE SOCIALI SENZA FINE DI LUCRO. Servizio CULTURA e BIBLIOTECA tel. e fax. 049-706986 e-mail: biblioteca@cadoneghenet.it AL SIGNOR SINDACO ALLA GIUNTA COMUNALE Alla RESPONSABILE 2.a P.O. Fadia Misri COMUNE DI CADONEGHE PIAZZA INSURREZIONE,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI ART. 1 I Principi L Amministrazione Comunale di Tempio Pausania può concedere contributi finanziari al fine

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti con

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Settore Istruzione, Sport, Cultura, Associazionismo OGGETTO : APPROVAZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI BENEFICI E CONTRIBUTI AGLI

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE Nell ambito del convegno nazionale La figura del tutor all

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

COMUNE DI CARAMANICO TERME. (Provincia di Pescara) -------------------------------------------------------------- REGOLAMENTO

COMUNE DI CARAMANICO TERME. (Provincia di Pescara) -------------------------------------------------------------- REGOLAMENTO Comune di Caramanico Terme (PE) Corso Gaetano Bernardi, 30 - CAP 65023 - tel. (085) 92.90.131 - fax (085) 92.90.202 COMUNE DI CARAMANICO TERME (Provincia di Pescara) --------------------------------------------------------------

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI GRATUITI ED ONEROSI Approvato dal Consiglio Regionale dell'ordine degli Assistenti Sociali con delibera n.78 in data 17/10/2014 Indice Art. 1 Finalità e definizioni

Dettagli

Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI

Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 13/07/2012 INDICE

Dettagli

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata.

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata. Comune di Ornago Provincia di Milano Via Santuario 6 20060 ORNAGO c.f. 05827280156 p.iva 00806390969 tel. 039-628631 - fax 039-6011094 www.comuneornago.it Regolamento per la presentazione ed il finanziamento

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone Prot. N. 31208 San Vito al Tagliamento, 18 novembre 2015 OGGETTO: Bando e domanda contributo per iniziative di educazione permanente a.s. 2015-2016.

Dettagli

Comune di Jelsi. Linee guida per il finanziamento dei programmi di attività: TITOLO I - FI ALITA ED AMBITI DI APPLICAZIO E

Comune di Jelsi. Linee guida per il finanziamento dei programmi di attività: TITOLO I - FI ALITA ED AMBITI DI APPLICAZIO E Comune di Jelsi Linee guida per il finanziamento dei programmi di attività: TITOLO I - FI ALITA ED AMBITI DI APPLICAZIO E Articolo 1 Oggetto Il Comune, nell esercizio dei suoi poteri di autonomia, determina

Dettagli

Albo delle Libere Forme Associative del Comune di Taranto

Albo delle Libere Forme Associative del Comune di Taranto Albo delle Libere Forme Associative del Comune di Taranto 1. Premessa 2. Scheda generale 3. Modalità di iscrizione 4. Segreteria dell Albo 5. Inserimento e cancellazione nell Albo 6. Struttura 1. PREMESSA

Dettagli

Una volta compilato, il presente modulo va consegnato a: FONDAZIONE BAM Corso V. Emanuele, 13 46100 MANTOVA

Una volta compilato, il presente modulo va consegnato a: FONDAZIONE BAM Corso V. Emanuele, 13 46100 MANTOVA MODULO PER BANDO DI CONCORSO 2009-2012 CONTRIBUTI DRIGO ALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO NELLE QUALI OPERINO ATTIVAMENTE DIPENDENTI DELL AREA NORD/EST BANCA AGRICOLA MANTOVANA - MPS Regolamento Bando

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELL ATTIVITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SOCIO-ASSISTENZIALI E DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI ANNO 2014 -.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELL ATTIVITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SOCIO-ASSISTENZIALI E DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI ANNO 2014 -. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELL ATTIVITÀ DELLE ASSOCIAZIONI SOCIO-ASSISTENZIALI E DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI ANNO 2014 -. Il Comune di Fiesso d Artico, interviene mediante l erogazione

Dettagli

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE rende noto Bando Provinciale per l erogazione dei contributi per lo spettacolo dal vivo ai sensi della L.R. 11/2009, del Piano triennale

Dettagli

Avviso 1/2015 Piani aziendali, settoriali e territoriali

Avviso 1/2015 Piani aziendali, settoriali e territoriali Avviso 1/2015 1. Attività finanziabili 1.1. Il Fondo paritetico interprofessionale nazionale Fondo Banche (di seguito FBA), reso operativo con D.M. 91/V/2008 del 16 aprile 2008 del Ministero del Lavoro,

Dettagli

Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile. Avvisa. che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato il REGOLAMENTO

Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile. Avvisa. che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato il REGOLAMENTO COMUNE DI S. STEFANO IN ASPROMONTE 89057 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Il Responsabile dell Area amministrativo-contabile Avvisa che con deliberazione consiliare n. 22 del 31 luglio 2007 è stato approvato

Dettagli

VII B A N D O. PER BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO NELL AMBITO DEGLI STUDI UNIVERSITARI per residenti nell Area Centese 2013/2014

VII B A N D O. PER BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO NELL AMBITO DEGLI STUDI UNIVERSITARI per residenti nell Area Centese 2013/2014 VII B A N D O PER BORSE DI STUDIO PER SOGGIORNI ALL ESTERO NELL AMBITO DEGLI STUDI UNIVERSITARI per residenti nell Area Centese 2013/2014 La Fondazione Cassa di Risparmio di Cento (di seguito Fondazione

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL Indice ART. 1 (FINALITÀ).......... 2 ART. 2 (INTERVENTI AMMISSIBILI)...... 2 ART. 3 (DESTINATARI)........ 2 ART. 4 (MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE)...... 2 ART. 5 (COSTI AMMISSIBILI).........

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione di C.C. n. 12 del 19/04/2001 ART. 1 FINALITA 1. Il Comune di Carugate riconosce

Dettagli

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni Approvato con deliberazione C.C. n. 14 del 26.04.2013 In vigore dal 26.04.2013 1 TITOLO I TITOLO I - ISTITUZIONE

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTO

RICHIESTA DI CONTRIBUTO Spett.le Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia (luogo e data di sottoscrizione) RICHIESTA DI CONTRIBUTO Il sottoscritto (nome e cognome) nato a residente a il Via/Piazza in qualità di legale rappresentante

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino) CAP. 10020 Tel. (011) 91.51.101 Fax (011) 91.56.150

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino) CAP. 10020 Tel. (011) 91.51.101 Fax (011) 91.56.150 REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino) CAP. 10020 Tel. (011) 91.51.101 Fax (011) 91.56.150 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI E CONTRIBUTI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI E CONTRIBUTI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI E CONTRIBUTI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI Art. 1 Oggetto Il presente regolamento detta le norme di attuazione del D. Lgs. 267/2000 e dello Statuto Comunale, disciplinando

Dettagli

Allegato A Guida ai Diritti Guida al sito dell Autorità

Allegato A Guida ai Diritti Guida al sito dell Autorità Criteri per la selezione e il finanziamento di progetti da realizzare nell ambito del Protocollo di intesa tra l Autorità per l energia elettrica e il gas e il Consiglio nazionale dei consumatori e degli

Dettagli

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI

ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI ATTIVITA ISTITUZIONALE - DISCIPLINARE PER GLI INTERVENTI EROGATIVI Il presente documento disciplina le procedure per lo svolgimento dell attività istituzionale riferita alla presentazione di progetti da

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINANZIARI PER MANIFESTAZIONI E INTERVENTI CULTURALI DI RILIEVO NAZIONALE, REGIONALE

Dettagli

BANDO A TEMA RESTAURO BENI MOBILI

BANDO A TEMA RESTAURO BENI MOBILI BANDO A TEMA RESTAURO BENI MOBILI Emanato ai sensi dell art. 2 let. d) del Regolamento per il perseguimento delle finalità istituzionali ed in attuazione del Documento Programmatico Previsionale 2014.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA - 1 - INDICE REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI LIBERALI DELLA BANCA 3 ART. 1 3 ART. 2 3 ART. 3 3 ART. 4 4 ART. 5 4 ART. 6 4 ART. 7 4 ART.8 4 ART. 9 4 ART.

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

PROVINCIA DELL OGLIASTRA Servizio Programmazione Lavoro Politiche Sociali

PROVINCIA DELL OGLIASTRA Servizio Programmazione Lavoro Politiche Sociali PROVINCIA DELL OGLIASTRA Servizio Programmazione Lavoro Politiche Sociali REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PATROCINIO E DI CONTRIBUTI ECONOMICI AD ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO, ENTI, COMITATI E ASSOCIAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. 13) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 08 DI DATA

Dettagli

PROVINCIA DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

PROVINCIA DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Approvato dal Consiglio Provinciale con deliberazione n. 117 del 10.12.2002 Modificato con delibera di Consiglio Provinciale n. 19 del 1.4.2004 1 REGOLAMENTO

Dettagli