Come la Città di Torino ha investito nel 2013 su Smart City

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Come la Città di Torino ha investito nel 2013 su Smart City"

Transcript

1 Giugno

2 Come la Città di Torino ha investito nel 2013 su Smart City LA CITTÀ DI TORINO NEI TAVOLI SMILE PARTECIPAZIONE e MOTIVAZIONE 77 persone partecipanti di cui 55 sui tavoli di lavoro e 22 nei comitati (guida e operativo) Tutte le Direzioni coinvolte COMPETENZE FORMAZIONE IN MANAGEMENT DELLE SMART CITIES per 77 Dirigenti in collaborazione con INPS per 60 Giovani Amministratori under 35 con ANCI 2

3 Risultati concreti a livello Europeo Progetti europei 14 progetti vinti in due anni per un valore di 3,5 MLN per la Città su un totale di 42 Mln di finanziamento: SCI Network, CIE, CLUE, My Generation at work, CROSS, INNOCAT, PRO-LITE, TRIBUTE, OPTICITIES, ALMANAC, PROBIS, TOGETHER 2020, ENERGISE, STEP by STEP 4 Sustainability Bando MIUR SmartCities and Communities 11 progetti di giovani under 30 per 7 MLN nella sezione Social Innovation 6 progetti di ricerca per circa 100 MLN di euro. Decision Theatre, OPLON, Urbe-LOG, SMARTOUR, Smart Concrete, S[m2] art Bando Cluster Tecnologici Capofila Torino Wireless del Cluster Nazionale Tecnologie per le Smart Communities 3

4 Progetti europei SCI-NETWORK - Sustainable Construction & Innovation through Procurement Programma: CIP Programme /Lead Market Initiative Tematica: Appalti di Innovazione Descrizione: creare un network di collaborazione e confronto fra autorità pubbliche (ma non solo) sul tema degli appalti di innovazione in ambito edilizio ( Construction Procurement ). Valore economico complessivo: ,93, di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 36 mesi, dicembre 2009 dicembre 2012 Partner (8): Culminatum Innovation, Alpen Adria Universitat Klagenfurt, Mayor of London, Defra, Motiva, Piano DutchPublic Procurement Expertise Centre, Città di Torino, ICLEI Local Governments for Sustainability 4

5 Progetti europei PRO-LITE - Procuring Lighting Innovation and Technology Programma: CIP Programme Tematica: Stimolare l innovazione nel mercato dell illuminazione pubblica Descrizione: sfruttare la leva della domanda pubblica per stimolare l innovazione nel mercato dell illuminazione pubblica. Torino partecipa alle attività di studio finalizzate alla definizione delle procedure e alla realizzazione di un appalto di innovazione per l'approvvigionamento di soluzioni innovative volte al rinnovamento dei sistemi di illuminazione negli edifici scolastici. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 48 mesi, settembre 2012 settembre 2016 Partner (5): Greater London Authority - Transport for London, Città di Torino, Città di Brema, Ente Vasco de la Energia, CONSIP, PIANO 5

6 Progetti europei INNOCAT - Procurement of Eco-Innovative Catering Programma: CIP Programme Tematica: Appalti coordinati di eco-innovazione nel settore della ristorazione collettiva Descrizione: realizzare appalti coordinati di eco-innovazione nel settore della ristorazione collettiva. La novità della call è rappresentata dalla cooperazione fra buyer pubblici e privati nella definizione di procedure d acquisto per stimolare soluzioni eco-innovative. Per Torino è l occasione per costruire capitolati di gara per le mense scolastiche in chiave di sostenibilità ambientale e per studiare il prossimo appalto, ridisegnando il servizio al fine di minimizzarne gli impatti ambientali e promuovere l innovazione. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 36 mesi, marzo 2013 marzo 2016 Partner (7): RESAH-IDF, Johnson Matthey, Città di Torino, Environment Park, Motiva, SP Technical Research Institute of Sweden, ICLEI 6

7 Progetti europei PROBIS - Supporting Public Procurement of Innovative Solutions Programma: CIP Programme Tematica: Appalti di innovazione per l edilizia sostenibile Descrizione: il progetto PROBIS toccherà tutte le fasi di un appalto di innovazione, incentrato sul tema di un Energy Management System (EnMS) innovativo per la gestione dell'energia del patrimonio immobiliare comunale. Sarà poi lanciata una procedura di gara e verranno implementate 4 sperimentazioni -pilota, di cui si valuteranno i risultati. La sperimentazione, a Torino,verrà testata su un edificio pubblico pilota, al momento identificato nella sede comunale di Via Bologna 74. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 36 mesi, gennaio 2014 dicembre 2016 Partner (10): Environment Park Torino, Città di Torino, Agencia Andalusa de l'energia, Institut Andaluzo de Technologia, SP Technical Research Institute of Sweden, Regione Lombardia, The European House Ambrosetti Spl, Nemzeti Innovacios Hivital, Miskolk Holding Önkormányzati Vagyonkezelö Zártkörüen Müködö Részvénytársasá, Borlänge Kommun 7

8 Progetti europei TRIBUTE - Take the energy bill back to the promised building performance Programma: VII Programma Quadro Tematica: Buildings Energy Management Descrizione: minimizzare il divario tra prestazioni energetiche predette e reali attraverso il miglioramento della capacità predittiva degli attuali sistemi di monitoraggio e controllo delle performance energetiche degli edifici, sviluppando un sistema intelligente di monitoraggio e controllo dell energia. Tale sistema, che prenderà in considerazione anche l impatto dei comportamenti degli utenti sui consumi finali, verrà sperimentato su tre edifici in Europa; a Torino, l edificio pilota è stato individuato nella Biblioteca Civica Calvino di Lungo Dora Agrigento, 94. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 48 mesi, ottobre 2013 ottobre 2017 Partner: CSEM (Centre Suisse d'electronique et de microtechnique) - capofila, Schneider Electric Industries, Cork Institute of Technology, IBM Ireland, Technische Universitat Dresden, Equa simulation AB, Communauté d'agglomeration de la Rochelle, Université de la Rochelle, Città di Torino, Politecnico di Torino, Zedfactory Europe Limited, Fundacion institut de recerca de l'energia de catalunya, Tekever - Technolodias de informaçao SA, NXP Semiconductors Netherlands BV, Amires Sro. 8

9 Progetti europei TOGETHER TOrino is GEtting THERe Programma: CIP EIE/MLEI - PDA (Mobilizing Local Energy Investments - Public Development Assistance) Tematica: Risanamento energetico edifici pubblici tramite Energy Performances Contracting Descrizione: Il progetto intende avviare un azione coordinata tra autorità regionale, provinciale e comunali, istituzioni finanziarie e investitori/imprese locali al fine di lanciare un programma di investimenti (59 interventi, di preciso) nell ambito della riqualificazione energetica degli edifici pubblici e dell illuminazione pubblica, mediante PPP e finanziamento tramite terzi delle Energy Service Company (ESCo). La Provincia di Torino fungerà da stazione appaltante su delega dei Comuni. Per la Città di Torino, la gara riguarderà la Piscina nel Complesso Sportivo Gaidano degli anni '70, sito in Via Modigliani. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 30 mesi, gennaio 2014 giugno 2016 Partner (4+Comuni associati): Provincia di Torino (capofila), Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino 9

10 Progetti europei OPTICITIES Optimizing Citizens Mobility and Freight Management in Urban Environments Programma: VII Programma Quadro Tematica: Soluzioni innovative per la mobilità di merci e persone Descrizione: supportare le città europee nella sperimentazione di servizi che integrino i dati sulla viabilità (traffico, limitazioni alla circolazione ed agli accessi delle auto) con quelli del trasporto pubblico, dei servizi per la mobilità ciclabile e del car pooling. Tale sperimentazione avverrà attraverso l utilizzo sul campo, da parte di un selezionato gruppo di persone, di un apposito navigatore multimodale installato su smartphone. Il valore aggiunto del progetto consiste nel mettere a sistema diverse fonti di dati, di garantirne qualità e aggiornamento e, ove possibile, aprire i dati a terzi in forma di open web services. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 36 mesi, novembre 2013 novembre 2016 Partner (24): Communaté Urbaine de Lyon, SPIE SUD-EST Sas, Algoe, Cityway Sas, Fondation Partenariale Mov'eotec, Centre National de la recherche scientifique, Ayuntamento de Madrid, Ingenieria y Consultoria para el control automatico SL, Universidad Politecnica de Madrid, Città di Torino, CSI Piemonte, 5T Srl, Politecnico di Torino, Goteborgs Kommun, Chalmers Tekniska Hoegskola AB, Volvo Technology AB, Wroclaw Miasto, Neurosoft SP Zoo, Birmingham City Council, Eurocities Asbl, Union internationale des transports publics, European Road Transport Telematics Implementation coordination Organisation Scrl - ERT, Hacon Ingenieurgesellschaft mbh, Helmut Berends 10

11 Progetti europei ALMANAC Reliable Smart Secure Internet of Things for Smart Cities Programma: VII Programma Quadro Tematica: Smart Platform per la gestione innovativa del ciclo dei rifiuti e di quello dell acqua Descrizione: sfruttando la rete di applicazioni, sensori, misuratori esistente sul territorio, si realizzerà una piattaforma ( Almanac Smart City Platform ) in grado di raccogliere, aggregare, analizzare e tradurre in tempo reale i dati provenienti da questa rete. Il controllo in tempo reale di questi dati è teso a fornire all amministrazione supporto nelle gestione delle politiche di una smart city. Tra le molteplici applicazioni, ALMANAC ne ha selezionate due (altamente rappresentative della complessità delle Smart City) per il testing del funzionamento della piattaforma : la gestione dei rifiuti (testing su 8 isole ecologiche della Città) e la distribuzione dell acqua (testing c/o sede torinese di Telecom Italia). Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 36 mesi, settembre 2013 settembre 2016 Partner (7): ISMB(capofila), Città di Torino, Telecom Italia, due importanti centri di ricerca (il Fraunhofer Insitute/Germania e l Alexandra Institute/Danimarca) e due piccole-medie imprese innovative(la danese In-Jet e la svedese CNET). 11

12 Progetti europei CIE Clean Tech Incubation Europe Programma: Interreg IV C Tematica: Clean-Tech / Clean Tech Incubator Descrizione: Progetto di scambio di esperienze che coinvolge autorità pubbliche, centri di ricerca e incubatori per confrontarsi su politiche, facilities, procedure per incoraggiare l incubazione in ambito cleantech nonché per creare un business environment favorevole allo sviluppo di impresa nell ambito citato. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE FdR Durata: 36 mesi, dicembre 2011 dicembre 2014 Partner (12): Università tecnologica di Delft (capofila), Città di Delft, Città di Helsinki, Green Net Finland, Szent Istvan University (Ungheria), Peterborough City Council e Opportunity Peterborough (UK), ParisTech, Essonne Region e Novagreen (FR), I3P e Città di Torino (IT) 12

13 Progetti europei CLUE - Climate Neutral Urban Districts in Europe Programma: Interreg IV C Tematica: Green Urban District Descrizione: obiettivo del progetto di sviluppo è accrescere le capacità regionali e locali nello sviluppo di politiche che facilitino l implementazione di nuove soluzioni e tecnologie a supporto dell economia a basse emissioni in aree urbane così come creare una visione condivisa di un Quartiere Urbano Climaticamente Neutrale, attraverso una più stretta relazione tra politiche di sviluppo urbano e misure di mitigazione climatica. Valore economico complessivo: ,36, di cui ,83 UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE FdR Durata: 36 mesi, dicembre 2011 dicembre 2014 Partner (12): Città di Stoccolma (capofila), Edimburgh Napier University, Free and Hanseatic City of Hamburg, KTH Royal Institute of Technology, Città di Torino, Città di Roma, Risorse per Roma, Barcelona Regional, Delft University of technology, Città di Vienna, Municipality di Poggiao (Grecia), Malopolska Region (Polonia) 13

14 Progetti europei My generation at Work Programma: Urbact II Tematica: Promuovere l occupazione giovanile Descrizione: scambio di esperienze per promuovere l occupazione dei giovani in un mercato del lavoro in continua evoluzione, coinvolgendo le imprese, il settore dell educazione, le istituzioni locali, le agenzie di impiego e i giovani stessi. Il focus individuato dal partenariato, in particolare, riguarda lo sviluppo e l accrescimento delle skills e delle attitudini imprenditoriali giovanili. Ogni Città si fa portatrice della propria esperienza, strutturandosi su una tematica specifica. Per Torino, il focus prescelto è quello dell innovazione sociale. Valore economico complessivo: Quota di progetto per Torino: , di cui UE FdR Durata: 26 mesi, febbraio 2013 aprile 2015 Partner (12): Città di Rotterdam, Città di Torino, Città di Anversa, Città di Glasgow, Città di Riga, Città di Danzica, Città di Tampere, Città di Varsavia, Città di Maribor, Città di Valencia, Città di Braga, Città di Salonicco 14

15 Progetti europei CROSS - Citizen Reinforcing Open Smart Synergies Programma: CIP Programme Tematica: Social Innovation - Servizi digitali - Volontariato Descrizione: promuovere un ecosistema innovativo in grado di generare servizi digitali e applicazioni attraverso l uso di informazioni generate dagli utenti. Focus del progetto è il mondo del volontariato e dell economia non monetaria: si intende, infatti, promuovere lo sviluppo di servizi e applicazioni informatiche adatte a questo settore emergente del mercato unico digitale, che ha il potenziale per una crescita sostenibile, inclusiva e intelligente. Il progetto sarà sperimentato in 5 città europee Roma, Torino, Siviglia, Manchester, Budapest coinvolgendo direttamente le municipalità, aziende di servizi e associazioni del terzo settore. Si stima che la sperimentazione coinvolgerà oltre utenti finali. Valore economico complessivo: , di cui UE Quota di progetto per Torino: , di cui UE Durata: 36 mesi, gennaio 2013 dicembre 2016 Partner (10): Poste Italiane, Comunità di S.Egidio, Città di Torino, Città di Roma, Manchester Digital Development Agency, Sparta Technologies, Città di Siviglia, Everis, Tecnalia Research & Innovation, KAS Kultúra és Segélyegyle Alapítvány 15

16 Bandi MIUR - Smart Cities and Communities SMART CONCRETE Ambito: Architettura sostenibile e materiali Descrizione: Sviluppo di tecnologie e sistemi efficienti, ad alte prestazioni e a basso costo, per il monitoraggio strutturale interno di edifici e opere civili in calcestruzzo e per la loro messa insicurezza Valore economico complessivo: 7,6 milioni Partner: Stmicroelectronics s.r.l. (capofila), SPEA, PoliMI, PoliTO, INGV, UniNA, Tensoacciai Spa. Come enti pubblici sono coinvolti la Regione Sicilia e il Comune di Torino. DECISION THEATRE Ambito: Cloud computing technologies per Smart Government) Descrizione: Pianificazione strategica per lo Smart Government mediante lo sviluppo di un sistema avanzato di supporto alle decisioni in grado di trasformare in maniera sintetica e lineare molteplici informazioni provenienti da più fonti complesse e correlate. Valore economico complessivo: 8,6 milioni Partner: SAS, Selex Sistemi Integrati (capofila), Santer Reply, Siemens, Telecom, PoliTO, Università Milano Bicocca, Università di Genova, PMI in Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lombardia. Come enti pubblici sono coinvolti le Regioni Piemonte e Lombardia e i Comuni di Genova, Milano, Torino. 16

17 Bandi MIUR SMART TOUR Ambito: Cultural Heritage Descrizione: Piattaforma integrata di servizi innovativi per la gestione dinamica, interattiva, sicura ed inclusiva dell esperienza turistica nelle città d arte e cultura. Valore economico complessivo: 12,4 milioni Partner: ATI Selex Galileo e Selex SI (capofila), PoliTO, Università di Trento, Università di Perugia, CNR Istituto Picone, PMI (AME, Icampus, Montalbano, Nimbus, Touring Editore). Come enti pubblici sono coinvolti i Comuni di Torino, Trento, Firenze, Roma, Salerno e Milano. OPLON Ambito: Invecchiamento della Società Descrizione: migliorare la qualità della vita delle persone anziane (over 65) autosufficienti ma malate, al fine di ridurre il periodo di degenza in ospedale e consentendo, attraverso l utilizzo della tecnologia, di trascorrere più tempo possibile nella propria abitazione anziché in ospedali o luoghi di cura. Valore economico complessivo: 8,9 milioni Partner: Santer Reply (capofila), ATI GI Mercato (Santer Reply, NoemaLife Spa, Telbios Spa, CUP 2000 Spa), ATI PMI (Cooperativa EDP La Traccia Srl, Tecnoikos srl, Anastasis SocCoop, MR&D Spa), Università di Bologna, PoliTO, Università di Bari, Istituto Nazionale Riposo e Cura Anziani. Come enti pubblici sono coinvolti le Regioni Piemonte, Emilia Romagna e Puglia e il Comune di Torino. 17

18 Bandi MIUR URBe-Log Ambito: Logistica Last Mile Trasporti e Mobilità Terrestre Descrizione: s viluppare e sperimentare una piattaforma telematica innovativa per la gestione della logistica merci di ultimo miglio in città, aggregando gli operatori della distribuzione, le pubbliche amministrazioni e le associazioni di categoria nella gestione della distribuzione delle merci fino alla consegna. Valore economico complessivo: 8,1 milioni Partner: Telecom (capofila); ATI di PMI costituita da Fit Consulting, Italdata Spa e Tema; Scuola Superiore Sant Anna di Pisa; Iveco Spa; PoliTO; Selex Elsag Spa; TNT Spa; Università Commerciale Luigi Bocconi. Come enti pubblici sono coinvolti i Comuni di Torino, Milano, Genova e Napoli. S[m2]ART Ambito: Tecnologie welfare e inclusione Descrizione: creare un sistema composto da arredi urbani intelligenti e infrastrutture informatiche di gestione e configurazione che sia aperto, integrato con l infrastruttura esistente e configurabile dinamicamente in modo efficiente ed economico Valore economico complessivo: 7,6 milioni Partner: Telecom (capofila), MetalCo, iguzzini, Reply, Technogym, PoliMI, PoliTO, ATI con GTP, Neriwolff, Helian, Winext, Hs Astrel. Come enti pubblici sono coinvolti i Comuni di Torino e Milano. 18

19 Bandi MIUR - Social Innovation Nell ambito del Bando MIUR/tematica Social Innovation, su un totale di 40 progetti ammessi a finanziamento, ben 10 provengono dall area torinese. Si tratta dei progetti: 1) EASY-TOWN (ambito: Giustizia) 2) CITYBUGS (ambito: Cloud computing technologies per smart government) 3) POWER AWARE (ambito: Smart Grids) 4) ORTI GENERALI (ambito: Tecnologie Welfare e Inclusione) 5) DO IT ALONE (ambito: Waste Management) 6) ITIF (ambito: Invecchiamento della Società) 7) FOOD HUB TO CONNECT (ambito: Logistica Last Mile) 8) FIRST LIFE (ambito: Tecnologie Welfare e Inclusione) 9) E-LISIR (ambito: Invecchiamento della Società) 10)PARLOMA (ambito: Invecchiamento della Società) 19

20 SMILE: i numeri della partecipazione 20

21 Cosa è emerso da SMILE Imprese, Università, Associazioni, PA: 350+ persone coinvolte Città di Torino: Direttori e Funzionari Assessorati 100+ PROPOSTE 45 IDEE AZIONI PER PIANO- PROGRAMMA AZIONI TOP 21

22 Coinvolgimento del Sistema Locale In SMILE, il Sistema Locale si è organizzato, si è confrontato e ha condiviso idee, proposte e progetti Enti di Ricerca Imprese Associazioni Enti/Istituzioni Osservatorio ANCI Altre Città italiane Cluster Nazionali 22

23 23 23

24 24 24

25 25 25

26 26 26

27 27 27

28 Le iniziative già in corso La città SMART va in bicicletta Il trasporto pulito delle merci Obiettivo: una piena cittadinanza digitale nelle scuole e per gli anziani Creazione di imprese innovative - Social Innovation La città a misura di cittadini e lavoratori: promozione del telelavoro 28

29 Le iniziative già in corso Torino dà un valore ai rifiuti e combatte le discariche abusive Nuovi quartieri ecosostenibili Il pranzo a scuola non inquina Torino più sicura grazie ad occhi intelligenti Un piano per il turismo sostenibile Case e uffici a bassa emissione Le luci accese senza spreco Capire per governare: il cruscotto urbano per la programmazione La città acquista innovazione 29

30 Come si finanzia la Smart City Riorientamento Public Procument Fondi europei e nazionali Partnership pubblico- privato 30

31 IL Verifica dell allineamento delle 45 idee Smile con i bandi europei in collaborazione GRUPPO DI LAVORO Centri di Ricerca, Fondazione Torino Smart City, CCIAA di Torino, Unione Industriale, Torino Wireless e gli altri attori di Smile che si candideranno. 31

32 IL Potenzialità metropolitana delle idee e dei progetti GRUPPO DI LAVORO Torino Strategica, Torino Wireless, Fondazione Torino Smart City, CSI Piemonte e gli altri attori di Smile che si candideranno. 32

33 IL 2014 IL PON NAZIONALE 3 Presentazione sul PON, per finanziamento, delle idee Smile più mature GRUPPO DI LAVORO Osservatorio Nazionale Smart City ANCI, Cluster «Tecnologie per le Smart Communities», Fondazione Torino Smart City 33

34 SMAU: la Città di Torino vince il premio SMART CITY Il premio è promosso da SMAU e ANCI ed è stato attribuito per la realizzazione del masterplan SMILE progetto innovativo, esempio virtuoso di sviluppo delle moderne città intelligenti. 34

35 SMART CITY INDEX: Torino dal 5 al 2 2 posto in un anno La classifica è frutto di un attento monitoraggio territoriale realizzato da Between, che da 10 anni analizza il livello di innovazione tecnologica (dalla banda larga ai servizi digitali) delle nostre città. Lo SMART CITY INDEX si sviluppa seguendo l evoluzione delle innovazioni. Sono state aggiunte all analisi: 3 nuove aree tematiche (Smart Culture&Travel, Smart Urban Security, Smart Justice), 6 nuove sotto aree (Wi Fi, Energie Alternative, Smart Grid, Giustizia Digitale, Sicurezza Urbana e Digital Security). 35

36 SMART CITY INDEX 2014 TORINO 36

37 37

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ALLEGATO 2 Progetti di Innovazione Sociale ex art. 7 comma 6 dell Avviso 391/ric, Architettura sostenibile

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT PRISMA Progetto PRISMA SMART CITIES AND COMMUNITIES AND SOCIAL INNOVATION Cloud Computing per smart technologies PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER

Dettagli

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE Progetto SEE-ITS in breve SEE-ITS è un progetto transnazionale che mira a stimolare la cooperazione, l'armonizzazione e l'interoperabilità tra Sistemi di Trasporto Intelligenti (ITS) nel Sud-Est Europa.

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli

Efficienza Capitale 1

Efficienza Capitale 1 Efficienza Capitale 1 Efficienza energetica, abbattimento Co2, risparmio e investimenti, controllo social PREMESSA Gli edifici pubblici devono essere i luoghi dove curare il nostro presente. Le scuole

Dettagli

Osservatorio Internet of Things

Osservatorio Internet of Things Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, angela.tumino@polimi.it Innovation Day, 25 Settembre 2014 L Internet of

Dettagli

Sistemi d informazione innovativi per il trasporto pubblico

Sistemi d informazione innovativi per il trasporto pubblico O9 P o l i c y A d v i C E n ot e s innovativi per il trasporto L iniziativa CIVITAS è un azione europea che sostiene le città nell attuazione di una politica integrata dei trasporti sostenibile, pulita

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

La nuova era delle città

La nuova era delle città La nuova era delle città Res Novae: il cuore intelligente della città. Res Novae Un progetto innovativo, che ricerca e sperimenta un sistema di gestione avanzata ed efficiente dei flussi energetici a livello

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile

Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile Note legali: La responsabilità per il contenuto di questa pubblicazione è degli autori. Esso non necessariamente riflette

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana. ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05.

QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana. ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05. QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05.2013 Il progetto QUEST Gli obiettivi Offrire supporto alle città

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION digitale La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 10 ANNI DI PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO IN ITALIA INDICE DEI CONTENUTI 1 INDICE Introduzione Definizioni e procedure di PPP PARTE PRIMA 1. IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE 2. IL MERCATO DEL PARTENARIATO

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (OVVERO PIANO NAZIONALE D AZIONE SUL

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Evola. Evolution in Logistics.

Evola. Evolution in Logistics. Evola. Evolution in Logistics. Viaggiamo nel tempo per farvi arrivare bene. Siamo a vostra disposizione ed operiamo per voi dal 1993, inizialmente specializzati nel mercato italiano e successivamente come

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

uno sguardo d insieme Daniela Luise Project manager ECO Courts

uno sguardo d insieme Daniela Luise Project manager ECO Courts Il progetto ECO Courts: uno sguardo d insieme Daniela Luise Project manager ECO Courts IL PROGETTO IN BREVE ECO Courts è l acronimo di ECOlogical COurtyards United for Resources saving through smart Technologies

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment Interreg IIIB CADSES Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment POLY.DEV. Seminario Progetti INTERREG III Sala Verde, Palazzo Leopardi - 8 novembre

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

NUVOLA ROSA: 1.500 RAGAZZE ARRIVANO A MILANO DALL ITALIA E DAL MONDO PER ACCRESCERE LE PROPRIE COMPETENZE TECNICO-SCIENTIFICHE

NUVOLA ROSA: 1.500 RAGAZZE ARRIVANO A MILANO DALL ITALIA E DAL MONDO PER ACCRESCERE LE PROPRIE COMPETENZE TECNICO-SCIENTIFICHE NUVOLA ROSA: 1.500 RAGAZZE ARRIVANO A MILANO DALL ITALIA E DAL MONDO PER ACCRESCERE LE PROPRIE COMPETENZE TECNICO-SCIENTIFICHE Oggi aprono le pre-iscrizioni sul sito www.nuvolarosa.eu 150 corsi gratuiti,

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI

CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI Il presente documento contiene la classificazione dei servizi pubblici adottata per l iniziativa Mettiamoci la faccia. Si tratta di una classificazione e non di una

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA Tagung der Alpenkonferenz Réunion de la Conférence alpine Sessione della Conferenza delle Alpi Zasedanje Alpske konference XIII TOP / POJ / ODG / TDR B4b IT OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA 1 ACXIII_B4b_1_it

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI

inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI Artigiana Marmi S.r.l. Via L.Nobili, 9-61032 Rosciano di Fano (PU) tel. +39 0721.820216 - fax +39 0721.868497 info@artmarmi.it - www.artmarmi.it

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Editoriale. Indice. www.pro-ee.eu. Newsletter N. 5

Editoriale. Indice. www.pro-ee.eu. Newsletter N. 5 Editoriale La quinta edizione della newsletter sugli acquisti verdi energeticamente efficienti focalizza sui corsipilota di formazione di pro-ee: presenta una sintesi degli approcci e dei concetti di formazione,

Dettagli