Funzionalità della piattaforma GIS

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Funzionalità della piattaforma GIS"

Transcript

1 Funzionalità della piattaforma GIS 1. Introduzione I GIS sono strumenti evoluti per l archiviazione, la gestione e l analisi di dati spaziali di natura eterogenea; servono per creare un modello rappresentativo della realtà di un territorio e gestiscono tre diverse tipologie di informazioni: quelle di tipo geometrico, utili a rappresentare cartograficamente gli oggetti e a descriverne la forma, la dimensione e la posizione assoluta nello spazio; le informazioni topologiche, che esprimono le relazioni presenti fra questi oggetti e, infine, le informazioni descrittive, più note come metadati, che associano a ciascun oggetto tutti i descrittori utili a distinguerlo all interno di un contesto territoriale. Uno strumento fondamentale per la conoscenza del territorio, dunque, di cui vedremo più avanti alcune applicazioni specifiche sviluppate nell'ambito del progetto AIRT. 2. Differenze tra CAD e GIS. Il dato spaziale ha caratteristiche simili a quello gestito in un sistema CAD e questo ha portato spesso alla convinzione che un sistema GIS potesse essere sostituito da un CAD, al quale fossero semplicemente aggiunte delle funzioni specializzate. Nel tempo questo approccio ha però mostrato i suoi notevoli limiti evidenziando che: un GIS a differenza di un CAD esige un integrazione profonda tra la componente descrittiva e quella spaziale e quindi ha sempre bisogno di un motore database4 di appoggio; la componente spaziale ha una strutturazione meno articolata di quella normalmente trattata da un CAD ma l estensione e la quantità di informazioni sono spesso di qualche ordine di grandezza superiori. L unità di lavoro non è un foglio che può essere caricato nella memoria centrale di un computer ma un intero territorio da consultare e gestire in modalità continua; il dato spaziale viene diffuso non più solo come tipo vettoriale ma anche, ed oggi in misura sempre più consistente, come tipo raster, basti pensare alle rappresentazioni ortofotocartografiche; anche in questo caso vengono trattate aree di territorio vaste che devono comunque essere presentate all utente in una visione continua di scala e di estensione; 1

2 i sistemi di misurazione e riferimento sono alla fine ricondotti a quelli di un sistema cartesiano in due o tre dimensioni come nei sistemi CAD tradizionali, ma il processo che porta il dato finale in questa forma, coinvolge branche molto specializzate della geografia come i sistemi di proiezione e il passaggio tra i vari sistemi di riferimento locali o datum. 3. Brevi cenni normativi: Sul piano normativo, a parte specifiche disposizioni che regolano particolari contesti, i riferimenti di carattere generale più significativi ai fini della realizzazione dell Infrastruttura nazionale comprendono: il diritto d accesso del pubblico all informazione ambientale (D.Lgs. 19/8/05 n.195), la disciplina sul riutilizzo dell informazione del settore pubblico (Direttiva 2003/98/CE D. Lgs. 24/1/2006, n.36), il Codice dell Amministrazione Digitale (CAD, D. Lgs. 7/3/2005, n.82), che istituisce il Comitato per le regole tecniche sui dati territoriali delle pubbliche amministrazioni (Comitato) e il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali (Repertorio). Per il contesto infrastrutturale e tecnologico (rete, protocolli di comunicazione, ecc.), la normativa di riferimento a cui tutte le PA devono attenersi, è quella inerente al Sistema Pubblico di Connettività, che già costituisce, di per se, lo strumento per rendere concreta l interoperabilità, la standardizzazione e la certificazione dei dati. Naturalmente si dovrà ottemperare alle disposizioni della Direttiva Inspire, che nasce con lo scopo di stabilire norme generali per l istituzione dell Infrastruttura per l informazione territoriale nella Comunità Europea (CE) e che, come previsto dall articolo 1, comma 2 della stessa direttiva si fonda sulle infrastrutture per l informazione territoriale create e gestite dagli Stati Membri. Il CAD (Codice dell'amministrazione Digitale) - D.Lgs. 82/2005 Il decreto legislativo 30 dicembre 2010, n. 235 recante il testo del nuovo Codice dell'amministrazione Digitale (CAD) è entrato in vigore dal 25 gennaio 2011 (G.U. n. 6 del 10 gennaio 2011, n. 6 SO n. 8), apportando modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82. La creazione del Comitato tecnico nazionale per il coordinamento informatico dei dati territoriali delle pubbliche amministrazioni, istituito con il decreto del 26 2

3 gennaio 2004, insieme con la creazione del Repertorio dei dati territoriali, così come definito nell art. 61 del codice, rappresenta un punto fermo e di fatto la prima disposizione legislativa che conferisca un chiaro mandato non solo per la definizione delle regole tecniche per la realizzazione di basi di dati ma anche per i dati territoriali al fine della loro definitiva integrazione in quel Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione Applicativa sul quale la Pubblica Amministrazione sta fondando il suo funzionamento collaborativo. Il Codice dell Amministrazione Digitale (Dlgs 82 del ) rende obbligatoria l innovazione nella PA, sancendo il diritto per i cittadini di interagire con essa con modalità digitali ed il dovere per le PA di organizzarsi in modo da rendere disponibili le informazioni in modalità digitale. Direttiva INSPIRE - Direttiva 2007/2/CE L'iniziativa INSPIRE (Infrastruttura dell' Informazione Territoriale in Europa) è stata lanciata dalla Commissione Europea alla fine del 2001 con l'obiettivo di rendere disponibile informazione geografica rilevante, armonizzata e di qualità a supporto della formulazione, implementazione, monitoraggio e valutazione delle politiche comunitarie. L'obiettivo di INSPIRE è la creazione di una cornice legislativa a supporto del'implementazione di Infrastrutture di Dati Territoriali. (Entrata in vigore il 15 Maggio 2007) OGC - Open GeospatialConsortium L' Open GeospatialConsortium è un organismo, internazionale e senza scopi di lucro, di standardizzazione, basata su consenso volontario, attivo nello sviluppo di standard per i servizi geospaziali e LBS. Attraverso dei programmi guidati dal consenso dei suoi membri, OGC lavora con enti governativi, aziende private ed il mondo dell'accademia e della ricerca nella realizzazione di interfacce software aperte ed estensibili per l'informazione Geografica ed i Sistemi Informativi Territoriali. Le attività di OGC sono complementari a quelle di ISOTC211, considerando che ISOTC211 realizza standard di riferimento e OGC specifiche di implementazione. RNDT (Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali) 3

4 Il Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali (RNDT) è stato istituito con l'articolo 59 del Codice dell'amministrazione Digitale (D. Lgs. 82/2005 e s.m.i.) ed è stato individuato, dal successivo articolo 60, come base di dati di interesse nazionale. Come previsto dal citato articolo 59 del CAD, le specifiche tecniche con le quali viene individuato il contenuto del RNDT e le relative modalità di costituzione e aggiornamento sono state definite dal Comitato per le regole tecniche sui dati territoriali delle pubbliche amministrazioni e adottate con il DM 10 novembre 2011 (G.U. n. 48 del 27 febbraio 2012 S.O. n. 37) del Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, di concerto con il Ministro dell ambiente e della tutela del territorio e del mare. Sulla base di tale contesto normativo, il RNDT costituisce il catalogo nazionale dei metadati riguardanti i dati territoriali e i servizi ad essi relativi disponibili presso le Pubbliche Amministrazioni e si configura, altresì, come registro pubblico di tali dati certificandone l'esistenza attraverso la pubblicazione dei relativi metadati. Il RNDT è basato sugli Standard ISO 19115, e TS 19139, prodotti dal Technical Committe ISO/TC211 che si occupa di standard per l'informazione geografica. Il rispetto delle regole tecniche del RNDT in aderenza agli standard ISO di riferimento assicura la contestuale conformità, senza ulteriori adempimenti, al Regolamento (CE) n. 1205/2008 recante attuazione della direttiva INSPIRE per quanto riguarda i metadati. Come previsto dall art. 59 del CAD, l'agenzia per l'italia Digitale è direttamente investita nella gestione organizzativa e tecnologica del RNDT, in coerenza con le disposizioni che disciplinano il Sistema pubblico di connettività e cooperazione. L'Agenzia per l'italia Digitale ha, quindi, realizzato il portale RNDT - interamente con tecnologia open source - attraverso il quale sono fornite le due funzionalità tipiche di un servizio di catalogo: la consultazione dei metadati, accessibile a tutti; la gestione dei metadati, riservata alle Pubbliche Amministrazioni accreditate. 4

5 4. L'Infrastruttura Spaziale AIRT La piattaforma GIS, base di riferimento per la gestione delle Funzioni Associate finalizzata alla realizzazione di un open-source SDI based, fruibile sul portale dedicato L infrastruttura di dati spaziali (SDI) consente di accedere alle banche dati cartografiche attraverso l utilizzo di servizi web per l aggiornamento e la consultazione dei livelli informativi presenti sulla piattaforma, usufruendo di un client desktop GIS o di un browser web. L'architettura della piattaforma si basa sul lato server sull'utilizzo di un RDBMS Spaziale PostgreSQL/PostGIS per la memorizzazione del dato geografico e sul lato client sull'uso di QGIS integrato con moduli personalizzati utilizzando il plugin Processing per l'esecuzione di specifici algoritmi necesssari per l'aggiornamento e la manutenzione dei dati. L architettura è stata realizzata secondo le specifiche dell Open GeospatialConsortium (OGC), garantendo lo standard di interscambio/interoperabilità per i sistemi WebGIS ed in conformità alla direttiva INSPIRE. Architettura informatica Favorisce lo sviluppo digitale delle informazioni territoriali (ICT) Consente la consultazione della banca dati a tutti gli stakeholders interessati attraverso un'interfaccia personalizzata Usa tecnologie aperte: la cartografia interattiva è stata realizzata con l ausilio di un motore cartografico e di interfaccia web basati su soluzioni Open Source Permette l interoperabilità/aggiornamento attraverso l ausilio di standard OGC utilizzando i protocolli WFS/WMS 5. Servizi GIS AIRT Supporto Redazione Quadro Conoscitivo PUC Come riportato nelle linee guida del PTCP per la costruzione del Quadro Conoscitivo dei Piani Urbanistici Comunali, i Comuni, entro la scadenza prevista dal piano, devono effettuare la ricognizione e la conseguente restituzione del quadro conoscitivo del proprio territorio. La Comunità Montana del Vallo di Diano fornirà ai Comuni che hanno sottoscritto con la stessa la convenzione per la gestione associata della funzione urbanistica, gli strumenti necessari per la costruzione del 5

6 quadro conoscitivo, tramite la strutturazione in cartografie tematiche degli strati informativi contenuti nelle tavole del PTCP. L'obiettivo è quello di definire la strutturazione delle singole cartografie del quadro conoscitivo così come previste dal PTCP, con indicazione degli strati informativi da utilizzare per la predisposizione di ogni cartografia; la singola cartografia sarà organizzata come un progetto da aprire tramite il software open source Quantum GIS e con il quale sarà possibile, sempre su piattaforma GIS, modificare e/o integrare gli strati informativi presenti. Fig. 1 Esempio elaborato cartografico. 6

7 Fig. 2 Esempio layout di stampa. Procedure operative PUC L'Ente Comunità montana Vallo di Diano, condividendo tali principi e divenendo parte attiva nel processo pianificatorio attivato in sede di Conferenza permanente d'ambito, ha predisposto sia una piattaforma informatizzata a supporto dei Comuni del comprensorio che hanno sottoscritto la convenzione per la gestione associata della funzione urbanistica, che una serie di documenti contenenti indicazioni e le procedure che facilitano la redazione degli strumenti urbanistici comunali. Procedure specifiche per la definizione degli strati informativi di base necessari alla implementazione dei quadri conoscitivi dei PUC Procedura on-line per l acquisizione, l utilizzo e l elaborazione dei dati cartografici in ambiente GIS Ricognizione dei vincoli A differenza di quanto previsto dalla provincia, la Comunità Montana del Vallo di Diano nell'ambito del progetto AIRT, propone di realizzare due diverse cartografie per la ricognizione dei vincoli presenti, una per i vincoli definiti su base catastale e l altra per i vincoli definiti su base CTR. La carta di dettaglio dei vincoli su base catastale 7

8 Gli altri strati informativi da realizzare, verranno elaborati dai singoli comuni sulla base delle informazioni di seguito riportate. Aree percorse dal fuoco Perimetrazione del vincolo idrogeologico (già disponibile presso il CST) Usi civici Elenco beni vincolati ex art.21 La carta di dettaglio dei vincoli su base CTR Il Comune elaborerà i dati territoriali contenuti nell'elaborato predisposto, contenente tutti i livelli informativi forniti dalla Provincia di Salerno, utilizzando eventualmente anche altri strati informativi non presenti nel precedente elenco ma che di volta in volta potrebbero rendersi utili e che verranno aggiunti dal Centro Servizi Territoriale o dai comuni stessi se già in loro possesso. Nelle elaborazioni dei precedenti strati informativi, i Comuni dovranno prestare particolare attenzione a quello che accade al vincolo nel momento in cui si ingrandisce la scala di visualizzazione: se il perimetro del vincolo incontra edifici o altri ostacoli di qualunque tipo, andrà fatta una segnalazione all ente titolare del vincolo per risolvere la problematica creatasi. Servizi OGC (WMS, WFS) Per Web Map Service si intende una specifica tecnica definita dall'ogc: OpenGIS Web Map Service (WMS) ImplementationSpecification. Un OGC Web Map Service produce dinamicamente mappe di dati spazialmente riferiti a partire da informazioni geografiche. Questo standard internazionale definisce una "mappa" come rappresentazione di informazioni geografiche restituendo un'immagine (es. jpg). È possibile accedere alle mappe rese disponibili dai WMS attraverso client che supportano questo tipo di operazione, come ad esempio EsriArcGIS, Quantum GIS, Autocad MAP conoscendo l'indirizzo (URL) del WMS che si intende visualizzare. WMS Immagini Satellitari 8

9 WMS Ortofoto e CTR WMS Catasto di Impianto Altri WMS, WFS Metadati Al fine della implementazione, dell aggiornamento e dell accesso al repertorio dei set di dati territoriali che interessano il comprensorio, è stato realizzato un modulo di gestione dei metadati sulla piattaforma AIRT utilizzando il framwork open-source GeoNetwork. Il modulo permette la visualizzazione e l'inserimento del metadato associato ad ogni livello informativo presente nel database. É presente anche una profilatura utenti per la l'inserimento e l'aggiornamento del metadato all'interno del repertorio. Fig. 3 Catalogo metadati. 6. Visualizzatore cartografico Per i successivi argomenti verrà mostrato ai partecipanti il portale AIRT, ed in particolare il visualizzatore cartografico e quello con mappe sincrone. Verrà inoltre mostrato solo come esempio, la procedura per il caricamento della cartografia WMS attraverso l'ausilio di QGIS. WebGIS (Comprensoriale e Comunale) 9

10 Nell'ambito della predisposizione dell'infrastruttura tecnologica di supporto ai Comuni è già disponibile per la consultazione un WebGIS sia a livello Comprensoriale che Comunale. Fig. 4 Visualizzatore cartografico - WebGIS MapSync - mappe sincrone è un visualizzatore cartografico che consente la visualizzazione di due mappe in maniera sincrona. L'utente ha la possibilità di differenziare le cartografie per tipologia e per anno e confrontarle simultaneamente. Sulla mappa di destra è possibile accedere alla funzione di geolocalizzazione che consente di eseguire ricerche per nome di strade e/o luoghi. La geolocalizzazione avviene attraverso l'ausilio del motore di geocodingnominatim. 10

11 Fig. 5 MapSnyc, visualizzazione sincrone delle mappe. Come accedere ai servizi OGC attraverso un desktop GIS (QGIS) La Comunità Montana Vallo di Diano nell ambito del progetto AIRT mette a disposizione dei servizi web per consultare liberamente le cartografie utilizzate e prodotte dal progetto. Per maggiori informazioni sui servizi è possibile consultare il sito web Fig. 6 Accesso ai servizi OGC da QGIS. 11

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Brescia, Webinar11 Formez Novembre PA - 27 2010 Novembre 2013 1 Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Massimo Foccardi (*), Delio Brentan (*), Monica Cestaro (**) (*) Regione del Veneto

Dettagli

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag.

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. Newsletter SITAD Aprile 2005 num. 3 Sommario No Risk Il progetto pag. 2 I servizi sviluppati pag. 2 SITAD su SistemaPiemonte pag. 4 La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. 5 SITAD si candida

Dettagli

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Autocad Map 3D Data 28/02/2012 I Servizi WebGIS 1. Introduzione I Servizi WebGIS Il software cartografico AutoCAD Map 3D è un applicazione per la pianificazione

Dettagli

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 :: RNDT repertorio nazionale dei dati territoriali 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 I dati territoriali della Pubblica Amministrazione 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 2 Codice dell Amministrazione Digitale

Dettagli

La tecnologia GIS Roberto Cavallin

La tecnologia GIS Roberto Cavallin La tecnologia GIS Roberto Cavallin Dati territoriali L art. 59 del Codice dell Amministrazione Digitale (CAD) definisce i dati territoriali come: qualunque informazione geograficamente localizzata Secondo

Dettagli

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE SIT Comunali e Open Source IL CASO CONCRETO DEL COMUNE DI SOLARO

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE SIT Comunali e Open Source IL CASO CONCRETO DEL COMUNE DI SOLARO mercoledì 8 ottobre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler a cura di Angelo Armentano L integrazione dei dati nella LR 12/2005 d Informatizzazione degli strumenti urbanistici, e delle procedure ad

Dettagli

WebGis Comune di Novara

WebGis Comune di Novara 1 / 12 Progetto GeoCivit@s 2 / 12 Premesse Con il presente documento si descrive sinteticamente la nuova applicazione personalizzata per la pubblicazione dei dati geografici. Tale documento contiene una

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS Data 28/02/2012 A- I Servizi WebGIS 1 Introduzione I Servizi WebGIS I servizi di webmapping o WebGIS sono sistemi informativi geografici (GIS) pubblicati

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO 10 novembre 2011 Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geotopografici. (Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27/02/2012 - Supplemento

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource I servizi OGC Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it

Dettagli

Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013

Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013 Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013 AUTORI Maurizio Pignone - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - maurizio.pignone@ingv.it Pierluigi Cara - Dipartimento della Protezione

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all'accesso ai Map Service WMS e WMTS con Q-GIS (v. 2.0) Versione 01 novembre 2013 Redazione Arpa Piemonte - Sistema Informativo

Dettagli

Utilizzo dei geoservizi in QGIS

Utilizzo dei geoservizi in QGIS Introduzione a QGIS, software free & Open Source per la gestione di dati territoriali Genova, 27 marzo 2013 Cosa si intende per geoservizio? Un geoservizio permette la consultazione, l elaborazione e la

Dettagli

La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source".

La realizzazione di WebGis con strumenti Open Source. La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source". Esempi di impiego di strumenti a sorgente aperto per la realizzazione di un Gis con interfaccia Web Cos'è un Web Gis? Da wikipedia: Sono detti WebGIS

Dettagli

La nuova Infrastruttura Dati Territoriali Regionale

La nuova Infrastruttura Dati Territoriali Regionale La nuova Infrastruttura Dati Territoriali Regionale 28/01/2015 a cura di Ing. Simone Patella (Funzionario Area Sistema Informativo Territoriale Regionale) Argomenti Trattati Introduzione Riferimenti Normativi

Dettagli

I Decreti Ministeriali 10 novembre 2011 in materia di regole tecniche per i dati territoriali

I Decreti Ministeriali 10 novembre 2011 in materia di regole tecniche per i dati territoriali DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Seconda edizione I Decreti Ministeriali 10 novembre 2011 in materia di regole tecniche per i dati territoriali Relatore: Gian Bartolomeo Siletto

Dettagli

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI I Servizi geografici del Portale Informativo Multicanale della Regione Molise I Sistemi Informativi per la Vigilanza Ambientale e la Gestione del Territorio sono stati realizzati all interno dell Accordo

Dettagli

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO Associazione dei Comuni del Comprensorio TRIGNO-SINELLO PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA E CRONOPROGRAMMA

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo Filippo DEL GUZZO (*), Valentina VALLERIANI (*), Alessandro CACCHIONE (*) (*) Regione Abruzzo, Struttura Speciale di

Dettagli

Domenico Longhi. Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica. Le attività delle Regioni

Domenico Longhi. Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica. Le attività delle Regioni Dalla Informazione Geografica alla Infrastruttura Geografica Le attività delle Regioni Il nuovo contesto EUROPA INSPIRE INfrastructure for SPatial InfoRmation in Europe Lo sviluppo dei sistemi informativi

Dettagli

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO WebGis Rir Il prodotto, costituito da un modulo GISWEB accessibile da rete internet e realizzato con il software ESRI/ArcGIS server, consente di localizzare

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

La visualizzazione del layer informativo in un webgis open source: un sistema di gestione tensoriale del dato ambientale per p.mapper.

La visualizzazione del layer informativo in un webgis open source: un sistema di gestione tensoriale del dato ambientale per p.mapper. La visualizzazione del layer informativo in un webgis open source: un sistema di gestione tensoriale del dato ambientale per p.mapper. M. Comelli IFAC-CNR (Istituto di Fisica Applicata Nello Carrara del

Dettagli

1. Premio nazionale Portali di informazione Geografica 2011 - ASITA 2011

1. Premio nazionale Portali di informazione Geografica 2011 - ASITA 2011 NEWSLETTER n. 5-11 aprile 2012 Questa è la Newsletter Numero 5 del GEOPORTALE del Comune di Torino, strumento realizzato e promosso nell'ambito delle attività divulgative dal Settore Sistema Informativo

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI UFFICIO DEL PIANO EX ART. 12 L.R. 9/86 NODO PROVINCIALE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE LE INIZIATIVE DELLA PROVINCIA DI TRAPANI NEL CAMPO DEI SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte

GEOPORTALE Arpa Piemonte GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all' accesso ai Map Service WMS con ESRI ArcGIS Versione 01 novembre 2011 Redazione Arpa Piemonte - Sistema Informativo Ambientale

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

Strumenti applicativi per l utilizzo distribuito dell'informazione geografica: situazione attuale, potenzialità e prospettive. Diego Mo CSI Piemonte

Strumenti applicativi per l utilizzo distribuito dell'informazione geografica: situazione attuale, potenzialità e prospettive. Diego Mo CSI Piemonte I - Regional Contact Point INSPIRE INFRASTRUTTURA PER L'INFORMAZIONE TERRITORIALE E AMBIENTALE: STRUMENTI DI CONOSCENZA, SOLUZIONI TECNOLOGICHE E STRATEGIE ORGANIZZATIVE Diego Mo CSI Piemonte Centro Congressi

Dettagli

Salvatore Larosa, Maria Petillo, Antonello Azzato, Michele Rienzo, Giuseppe Coiro. XVII Conferenza Nazionale ASITA 2013 Riva del Garda, 5-7 Novembre

Salvatore Larosa, Maria Petillo, Antonello Azzato, Michele Rienzo, Giuseppe Coiro. XVII Conferenza Nazionale ASITA 2013 Riva del Garda, 5-7 Novembre PROGETTO A.I.R.T. - POR CAMPANIA FESR 2007-2011 Obiettivo Operativo 5.1: E-GOVERNMENT ED E-INCLUSION Un'Infrastruttura di Dati Spaziali a supporto delle funzioni associate in materia Urbanistica: l'esperienza

Dettagli

GeoReLink. il punto di accesso unico ai servizi di rete geografici e gli open geo-data di Regioni e Province Autonome italiane

GeoReLink. il punto di accesso unico ai servizi di rete geografici e gli open geo-data di Regioni e Province Autonome italiane GeoReLink il punto di accesso unico ai servizi di rete geografici e gli open geo-data di Regioni e Province Autonome italiane stato documento: finale versione: 1.0 data: 11/06/2015 Centro Interregionale

Dettagli

Utilizzo dei servizi WMS e WFS

Utilizzo dei servizi WMS e WFS Servizi_WMS-WFS_SIT_Puglia.pdf Emesso il : 31/01/2014 Documento per gli utenti internet Utilizzo dei servizi WMS e WFS ABSTRACT Il documento presenta le modalità di connessione a PUGLIA.CON in modalità

Dettagli

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano COMUNE DI TURRI Provincia Medio Campidano Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati

Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati Procedimenti e topologie nell analisi di piani urbanistici informatizzati (Il sistema Gestione Piani Urbanistici GPU della Provincia Autonoma di Trento) Mauro Zambotto - Provincia Autonoma di Trento Alberto

Dettagli

GIS e dati - Breve Introduzione

GIS e dati - Breve Introduzione 44th Annual Conference of the Italian Operational Research Society (AIRO 2014) Como 2-5 September 2014 Polo Territoriale di Como Laboratorio di Geomatica GIS e dati - Breve Introduzione Marco Negretti

Dettagli

I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale

I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale ASITA Bari 2 dicembre 2009 Lucia Pasetti www.cartografia.regione.liguria.it

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione Civile

WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione Civile "S@ve - Protezione dell'ambiente per la gestione ed il controllo del territorio, valutazione e gestione emergenze per il comprensorio del Vallo di Diano" I PRODOTTI: WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione

Dettagli

Paolo Dilda Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia

Paolo Dilda Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Informazioni geografiche per il governo del territorio. L uso di software open source per la gestione della cartografia comunale: l esperienza dei comuni della Provincia di Lecco Dipartimento di Architettura

Dettagli

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT)

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Versione 8.0 Marzo 2014 CRONOLOGIA DELLE RELEASE: Numero Data di release emissione

Dettagli

Aggiornamento catasti consortili: nuove prospettive per i Consorzi di Bonifica

Aggiornamento catasti consortili: nuove prospettive per i Consorzi di Bonifica Napoli, 14/15/16 marzo 2012 VII^ Conferenza Organizzativa Nazionale Aggiornamento catasti consortili: nuove prospettive per i Consorzi di Bonifica Ing. Massimo Natalizio D.G. Consorzio di Bonifica del

Dettagli

COMUNICAZIONE AD AGID DELLE BASI DATI DA PARTE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

COMUNICAZIONE AD AGID DELLE BASI DATI DA PARTE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI COMUNICAZIONE AD AGID DELLE BASI DATI DA PARTE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI L art. 24-quater, comma 2, D.L. n. 90/2014, convertito in Legge n. 114/2014 l'11 agosto u.s., obbliga tutte le pubbliche amministrazioni

Dettagli

Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Rifiuti

Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Rifiuti Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Cosa è OPR? L OSSERVATORIO PROVINCIALE DEI RIFIUTI L Osservatorio Provinciale (OPR) è una struttura operativa con

Dettagli

Il sistema cartografico regionale Moka - Gis

Il sistema cartografico regionale Moka - Gis Il sistema cartografico regionale Moka - Gis Scaletta Collaborazione tra il nostro servizio ed il Simc nell ambito del progetto Eraclito per l Atlante Idroclimatico Il progetto europeo INSPIRE Un applicazione

Dettagli

L esperienza GeoSDI Della Protezione Civile Nazionale

L esperienza GeoSDI Della Protezione Civile Nazionale L esperienza GeoSDI Della Protezione Civile Nazionale a cura di Claudio Schifani Infrastruttura dei dati territoriali per la gestione di scenari di emergenza in Italia - GeoSDI Perchè Realizzare un Sistema

Dettagli

Sfogli@Gis. 1- Presentazione Ufficio e attività. Collana DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE

Sfogli@Gis. 1- Presentazione Ufficio e attività. Collana DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Collana Sfogli@Gis 1- Presentazione Ufficio e attività DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Ufficio GIS, Sviluppo Interno e Georeferenzialità DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Ufficio

Dettagli

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE...

SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE E SERVIZI ATTIVI... 2 OBIETTIVI DEL COMUNE... COMUNE DI FONTE Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO ATTUALE

Dettagli

IV lezione INSPIRE. GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture

IV lezione INSPIRE. GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture IV lezione INSPIRE GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture Be INSPIRED! GIS e Geo WEB: piattaforme e architetture - Cristoforo Abbattista Page 2 Cos è INSPIRE Direttiva Europea 2007/02/EC Stabilisce

Dettagli

I Sistemi Informativi Territoriali

I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi Territoriali Dal Desktop al Web Nuove strategie di condivisione dell Informazione Geografica Palazzo Riccio di Morana INTEA Srl Informatica Territorio e Ambiente I Sistemi Informativi

Dettagli

VII Meeting degli utenti italiani di Grass

VII Meeting degli utenti italiani di Grass VII Meeting degli utenti italiani di Grass Genova 23-24 Febbraio 2006 Sistema Informativo Territoriale della Regione Liguria e i Sistemi Open Source: possibili convergenze ed esigenze ANNA CERRATO REGIONE

Dettagli

Domenico Longhi. Le Iniziative delle Regioni per l Informazione Territoriale

Domenico Longhi. Le Iniziative delle Regioni per l Informazione Territoriale Le Iniziative delle Regioni per l Informazione Territoriale Dalla Rappresentazione del Territorio alla Infrastruttura di Dati Geografici nelle Regioni Italiane Fase 1 La rappresentazione del territorio

Dettagli

OGGETTO: Offerta per l integrazione Contenuti Festival del Lavoro sito Cdlpa.it

OGGETTO: Offerta per l integrazione Contenuti Festival del Lavoro sito Cdlpa.it Palermo, 30/01/2015 Spettabile CDL PALERMO c.a. Consigliere Alessi OGGETTO: Offerta per l integrazione Contenuti Festival del Lavoro sito Cdlpa.it Siamo lieti di presentarvi, nell offerta in oggetto, la

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE EDILIZIA TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I

Dettagli

WEB PER LA P.A. E servizi di E-GOVENRMENT

WEB PER LA P.A. E servizi di E-GOVENRMENT WEB PER LA P.A. E servizi di E-GOVENRMENT Gianluca Venturi PREMESSA Di seguito non si intende trattare in modo esaustivo l'argomento ma solo porre l'attenzione su alcuni aspetti legati alle possibilità

Dettagli

Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia

Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia Paolo Milani, Lombardia Informatica S.p.A. Stefano Gelmi, Lombardia Informatica S.p.A. La Salle (AO), 8 maggio 2012 Sommario Dati (rif. Gelmi)

Dettagli

www.epsilon-italia.ititalia.it

www.epsilon-italia.ititalia.it Provincia di Cosenza Settore Programmazione e Gestione Territoriale SIPITEC2 - Sistema Informativo Territoriale per la Gestione del P.T.C.P. www.epsilon-italia.ititalia.it MACRO ARGOMENTI Che cos è un

Dettagli

Cartografia digitale

Cartografia digitale Cartografia digitale Cartografia digitale Paolo Zatelli Departimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 30 Cartografia digitale Outline

Dettagli

Le prospettive dell Open Data

Le prospettive dell Open Data Le prospettive dell Open Data 28 febbraio 2012 Francesco Tortorelli La disponibilità dei dati Tra l 80% ed il 90% dei dati digitali sono stati creati negli ultimi 2 anni Mentre camminiamo, siamo in auto,

Dettagli

Cataloghi per i dati aperti

Cataloghi per i dati aperti Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Cataloghi per i dati aperti Autore: Vincenzo Patruno Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA Diritti: Dipartimento della

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI VENEZIA Ministero delle Infrastrutture DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE ED

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano.

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Giovanni Di Trapani(*), Franco Guzzetti (**) e Paolo Viskanic (***) *) Comunità Montana Valtellina di Tirano, Via Maurizio Quadrio 11, I-23037

Dettagli

Comunicazione ad AgID delle Basi di dati e degli applicativi che le utilizzano

Comunicazione ad AgID delle Basi di dati e degli applicativi che le utilizzano Comunicazione ad AgID delle Basi di dati e degli applicativi che le utilizzano In considerazione delle numerose richieste ricevute, si informa che nel periodo dal 20 al 30 novembre 2014 è nuovamente disponibile

Dettagli

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione ed il dato territorlale

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione ed il dato territorlale Scuola di Dottorato Il Codice dell Amministrazione Digitale: le origini Alberto Leoni Università IUAV di Venezia a.leoni1@stud.iuav.it 1. I Fondamenti Normativi: Scaletta di Intervento La Direttiva Europea

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ANAGRAFE AGRICOLA UNICA DEL PIEMONTE. Art.1. (Finalità)

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ANAGRAFE AGRICOLA UNICA DEL PIEMONTE. Art.1. (Finalità) LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ANAGRAFE AGRICOLA UNICA DEL PIEMONTE Art.1. (Finalità) 1. Le presenti linee guida disciplinano l anagrafe agricola unica del Piemonte ed il fascicolo aziendale, istituiti

Dettagli

ORDINE REGIONALE GEOLOGI SARDEGNA PROGRAMMA

ORDINE REGIONALE GEOLOGI SARDEGNA PROGRAMMA ORDINE REGIONALE GEOLOGI SARDEGNA PROGRAMMA CORSO E-LEARNING dal titolo GEOGIS Il GIS per i Geologi A.) CORSO E-LEARNING dal titolo GEOGIS Il GIS per i Geologi Il Corso GEOGIS, utilizza la piattaforma

Dettagli

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna 1 Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna L informazione territoriale regionale, i servizi, le attività e i progetti in corso o conclusi nel 2008. 2 Introduzione La Regione Autonoma

Dettagli

STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS

STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS Pierluigi CARA, Maurizio PIGNONE Convegno finale Progetti S Bologna, 4-5 giugno 2015 1 premessa L Allegato

Dettagli

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche

Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche Specifiche tecniche per la condivisione e pubblicazione sul Geoportale

Dettagli

Pubblicazione della Banca Dati CARG sul Web

Pubblicazione della Banca Dati CARG sul Web Pubblicazione della Banca Dati CARG sul Web Uno strumento divulgativo a disposizione della comunità scientifica e dei professionisti AOSTA, 13 maggio 2014 Relatore: Flavio Vallet, Pubblicazione della Banca

Dettagli

StatLomb. Un sistema web che riusa i dati statistici open per l'analisi geo-statistica. Antonio Vincenzo Lentini Maria Grazia Petrin

StatLomb. Un sistema web che riusa i dati statistici open per l'analisi geo-statistica. Antonio Vincenzo Lentini Maria Grazia Petrin StatLomb Un sistema web che riusa i dati statistici open per l'analisi geo-statistica Antonio Vincenzo Lentini Maria Grazia Petrin Cosa è StatLomb Portale che consente la divulgazione degli indicatori

Dettagli

porta i dati al centro

porta i dati al centro REALIZZA IL cambiamento porta i dati al centro Il mondo che cambia Il digitale abilita una relazione virtuosa tra la Pubblica Amministrazione e la collettività, nonché il ridisegno dei processi a partire

Dettagli

Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca:

Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca: Attività previste per lo sviluppo del progetto di ricerca: ICAD-GEO - Studio di fattibilita per la realizzazione di un progetto per la realizzazione di una infrastruttura per la cooperazione applicativa

Dettagli

VII meeting utenti italiani di GRASS Genova, 23-24 febbraio 2006 MapServer e servizi web: introduzione e prime verifiche

VII meeting utenti italiani di GRASS Genova, 23-24 febbraio 2006 MapServer e servizi web: introduzione e prime verifiche VII meeting utenti italiani di GRASS Genova, 23-24 febbraio 2006 MapServer e servizi web: introduzione e prime verifiche Maria Antonia Brovelli maria.brovelli@polimi.it Marco Negretti marco.negretti@polimi.it

Dettagli

MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE

MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE Piero DE BONIS (*), Grazia FATTORUSO (*), Pasquale REGINA (*), Carlo TEBANO (*) (*) ENEA - Centro Ricerche Portici,

Dettagli

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U.

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U. Pagine JSP o PHP o ancora WebService in logica j2ee a seconda delle necessità, e della complessità delle operazioni. Il livello di interfaccia/presentazione è invece rappresentato dal web browser (con

Dettagli

L aspetto digital della Smart City: il Geoportale del Comune di Genova

L aspetto digital della Smart City: il Geoportale del Comune di Genova n. 4-2014 L aspetto digital della Smart City: il Geoportale del Comune di Genova Rosanna Garassino, Danilo Bertini, Marco D Orazi Sommario: 1. Introduzione 2. Un po di storia 3. Il DB Oggetti 4. Il Catasto

Dettagli

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata. Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata. Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata UFFICIO S. I. R.S. RSDI Basilicata Standard per l Interoperabilità con la RSDI Basilicata Autori: Anna Maria Grippo Ufficio SIRS Data di creazione: Ottobre 2012 Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2013 Versione:

Dettagli

Cataloghi per i dati aperti

Cataloghi per i dati aperti Cataloghi per i dati aperti Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica, organismo

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007 SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Il team di progetto Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE QUANTUM GIS

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE QUANTUM GIS Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Titolo Guida all accesso dei Web Service mediante l utilizzo del software Quantum GIS. Autore

Dettagli

La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana

La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana Caterina Flick Linux Day Grosseto, 27 ottobre 2007 1/13 P.A. e acquisizione di software Secondo la normativa vigente le amministrazioni

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI E GOVERNO INTEGRATO DEL TERRITORIO: INTRODUZIONE ALLE BASI DATI GEOGRAFICHE

SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI E GOVERNO INTEGRATO DEL TERRITORIO: INTRODUZIONE ALLE BASI DATI GEOGRAFICHE SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI E GOVERNO INTEGRATO DEL TERRITORIO: INTRODUZIONE ALLE BASI DATI GEOGRAFICHE Rev. 0 03/06/2014 Arch. Chiara Dell Orto IL SIT NON È UNA TRADIZIONALE CARTOGRAFIA DISPONIBILITÀ

Dettagli

I SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO

I SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO I SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO Il corso che si propone ha come obiettivo principale quello di fornire ai partecipanti competenze avanzate relativamente all impiego dei

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) PROVINCIA DI FORLI'-CESENA REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Approvato con Delibera di G.P. n. 141775/456 del 06/12/2013

Dettagli

StatPortal Open Geo Data

StatPortal Open Geo Data StatPortal Open Geo Data La soluzione open source che integra nativamente open data e geoportale Alessandro Greco Sistemi Territoriali S.R.L. a.greco@sister.it CC BY 3.0 IT Teramo, 18 Novembre 2015 Sistemi

Dettagli

Servizi INSPIRE implementati con software liberi (Free Open Source) Francesco D'Alesio Peter Hopfgartner Paolo Viskanic

Servizi INSPIRE implementati con software liberi (Free Open Source) Francesco D'Alesio Peter Hopfgartner Paolo Viskanic Servizi INSPIRE implementati con software liberi (Free Open Source) Francesco D'Alesio Peter Hopfgartner Paolo Viskanic Il progetto FreeGIS FreeGIS è un progetto Interreg Italia-Svizzera cofinanziato dal

Dettagli

Relazione semestrale sullo Stato di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016

Relazione semestrale sullo Stato di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Relazione semestrale sullo Stato di attuazione del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 L emanazione del Decreto legislativo n. 33 del 14 marzo 2013 Riordino della disciplina

Dettagli

Applicazione: Suite Gestione del personale

Applicazione: Suite Gestione del personale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione personale Applicazione: Suite Gestione del personale Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università -

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso

COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso COMUNE DI PADERNO DEL GRAPPA Provincia di Treviso Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L.

Dettagli

Introduzione ai GIS. Potenzialità e limiti & software in commercio

Introduzione ai GIS. Potenzialità e limiti & software in commercio Potenzialità e limiti & software in commercio Introduzione a QGIS, software free & Open Source per la gestione di dati territoriali Genova, 26 marzo 2013 Cos è un GIS (Geographic Information System)? [SIT

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati

Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati COMUNE DI LUSIANA Provincia di Vicenza Progetto: Regolamento Regolamento per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati Redatto ai sensi dell art. 52, comma 1, del D.Lgs. 82/2005 e successive

Dettagli

4 Il WebGIS del Progetto IFFI

4 Il WebGIS del Progetto IFFI 4 Il WebGIS del Progetto IFFI A. Trigila, C. Iadanza Conoscere le frane, la loro ubicazione e pericolosità, rappresenta un attività indispensabile per la realizzazione di nuove reti infrastrutturali (autostrade,

Dettagli

Quantum GIS per la pianificazione urbanistica

Quantum GIS per la pianificazione urbanistica Quantum GIS per la pianificazione urbanistica Piano di Recupero del Centro Storico nel Comune di Montecchio Maggiore Vicenza Flavio Rigolon, ufficio S.I.T. Comune di Montecchio Maggiore http://www.comune.montecchio-maggiore.vi.it

Dettagli