Biblioteca Digitale della Tana del Lupo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Biblioteca Digitale della Tana del Lupo"

Transcript

1 Biblioteca Digitale della Tana del Lupo Estrapolazioni dal Dogma ed il Rituale dell Alta Magia di Eliphas Levi Trascrizione di Davide Crepuscolo 01 L INIZIANDO Quando un filosofo abbia preso per base una nuova rivelazione della sapienza umana questo ragionamento: Io penso, dunque esisto, ha mutate in certo modo, e a sua insaputa, la nozione antica dell Essere Supremo, quale è secondo la rivelazione cristiana. Mosè fa dire all Essere degli esseri: Io, sono chi sono; Descartes fa dire all uomo: Io sono colui che pensa, e siccome pensare è un interno ragionare, l uomo di Descartes può dire, come il Dio di san Giovanni Evangelista: Io sono quegli in cui è e si manifesta il Verbo: in principio erat Verbum. Che cosa è mai un principio? E una base della parola, è una ragion d essere del Verbo. L essenza del Verbo sta nel principio, il principio è ciò che è l intelligenza, è un principio che parla. Che cosa è la luce dell intelletto? È la parola. Che cosa è la rivelazione? È la parola; l essere è il principio; la parola è il mezzo e la pienezza, lo sviluppo e la perfezione dell essere sono il fine; parlare è creare. Ma dire: penso, dunque esisto, è trarre da una conseguenza un principio, e recenti osservazioni fatte da un grande scrittore (Lamennais), hanno a sufficienza provato l imperfezione filosofica di questo metodo. Io sono, dunque qualche cosa esiste ci parrebbe una base più primitiva e più semplice della filosofia sperimentale. Io sono: dunque l essere esiste. Ego sum qui sum: questa è la prima rivelazione di Dio nell uomo e dell uomo nel mondo, ed è pure il primo assioma della filosofia occulta. L essere è l essere Questa filosofia che ha per principio ciò che è, non ha nulla dunque di ipotetico e d azzardato. Mercurio Trimegisto inizia il suo ammirabile simbolo, che si conosce col nome di tavola di smeraldo, con questa triplice affermazione: E vero, è certo senza errore, è di tutta verità. Prima condizione della vera scienza è: il Vero confermato dall esperimento in fisica, la certezza sciolta

2 da ogni lega d errore in filosofia, la verità assoluta indicata dall analogia nel dominio della religione dell infinito. A questa condizione la Magia sola può rispondere per i suoi adepti. Ma prima di ogni altra cosa, chi sei tu che hai questo libro nelle mani e ti accingi a leggerlo? Sul frontone di un tempio, che l antichità aveva dedicato al Dio della luce, si leggeva questa iscrizione in due parole: Conosci te stesso. Lo stesso consiglio io debbo dare a chiunque si avvicina alla scienza. La magia, che gli antichi dicevano Sanctum Regnum, il santo regno di Dio, Regnum Dei, è fatta solo per i re e per i sacerdoti: siete Re, voi; siete un Sacerdote? Il sacerdozio nella magia non è un sacerdozio volgare, e la sua regalità non ha nulla a che vedere coi principi di questo mondo. I re della scienza sono sacerdoti di verità, e il loro regno è nascosto alle moltitudini, come i loro sacrifici e le loro preghiere. I re della scienza sono uomini che conoscono la verità e che la verità ha fatto liberi secondo la promessa formale del più potente degli iniziatori. L uomo schiavo delle sue passioni e dei pregiudizi di questo mondo non potrà mai essere iniziato: non vi potrà arrivare se non si trasformerà; non sarà dunque mai un adepto giacché la parola Adepto designa colui che è arrivato per mezzo della sua volontà e delle sue opere. L uomo che è attaccato alle proprie idee ed ha paura di perderle, colui che teme le nuove verità e non è disposto a dubitare di tutto, piuttosto che emettere qualche cosa alla leggera, deve chiudere questo libro che per lui è inutile e pericoloso, lo capirebbe male e ne sarebbe turbato; ma lo sarebbe anche di più se per caso lo capisse bene. Se a questo mondo c è cosa che vi prema di più che la ragione, la verità e la giustizia, se la vostra volontà è incerta e dubbiosa, sia nel bene che nel male, e la logica vi spaventa, ed arrossite della nuda verità, se vi si offende toccando gli errori commessi, allora condannate fin da principio questo libro, e, non leggendolo, regolatevi come se per voi non esistesse, ma non diffamatelo come pericoloso: i segreti che rivela saranno capiti da pochi; ma quei pochi li capiranno e non li riveleranno. Mostrare la luce agli uccelli notturni è nascondergliela poiché li acceca o diviene per essi più oscura delle più oscure tenebre. Parlerò dunque chiaramente e dirò tutto, fermamente convinto che gli iniziati soli o quelli che sono degni di esserlo, leggeranno tutto e comprenderanno qualche cosa. C è una vera ed una falsa scienza, una magia divina ed una magia infernale, cioè bugiarda e tenebrosa: dobbiamo svelare l una e smascherare l altra, dobbiamo distinguere il mago dallo stregone, dal ciarlatano l adepto. Il mago adopera una forza che conosce, lo stregone tenta di abusare di ciò che ignora; il Diavolo, se in un libro di scienza è permesso di usare questo nome infame e volgare, il diavolo si dà al mago mentre lo stregone si dà al Diavolo. Il mago è il sovrano pontefice della natura mentre che lo

3 stregone non ne è che il profanatore. Lo stregone sta al mago come il fanatico superstizioso sta all uomo veramente religioso. Prima d ogni altra cosa definiamo però che cosa sia la magia: la magia è la scienza tradizionale dei segreti della natura, che ci viene dai magi. Per mezzo di questa scienza l adepto è investito di una certa onnipotenza relativa e può agire sovrumanamente, cioè in maniera da sorpassare i poteri della comune degli uomini. Per ciò parecchi adepti celebri, quali Mercurio, Trimegisto, Osiride, Orfeo, Apollonio di Tiana ed altri che il nominare potrebbe essere sconveniente e pericoloso, poterono, dopo morti, essere adorati e invocati come dei; per questo altri, seguendo le oscillazioni dell opinione pubblica, che è causa dei capricci del successo, sono divenuti partigiani dell inferno e avventurieri sospetti come l imperatore Giuliano, Apuleio, l incantatore Merlino, e l arcistregone, come ai suoi tempi fu chiamato, l illustre e infelice Cornelio Agrippa. Per giungere al Sanctum Regnum, cioè alla scienza e alla potenza dei maghi, quattro cose occorrono: una intelligenza rischiarata dallo studio, un audacia che nulla trattiene, un inflessibile volontà e una discrezione che nulla può corrompere od inebriare. SAPERE, OSARE, VOLERE, TACERE, ecco i quattro verbi del mago che sono scritti nelle quattro simboliche forme della Sfinge. Questi quattro verbi possono combinarsi insieme in quattro maniere diverse e si spiegano quattro volte l uno con l altro. Il mago è veramente quello che i cabalisti ebrei chiamano il microposopo, cioè il creatore del piccolo mondo. La prima scienza magica era la conoscenza di se stesso, prima anche di tutte le opere della scienza, quella che racchiude tutte le altre e che è principio della grande opera: la creazione di se stesso. Questa espressione deve essere spiegata. Essendo la suprema ragione l unico principio invariabile, e per conseguenza imperituro, giacché mutamento è ciò che noi chiamiamo morto, mentre l intelligenza che fortemente aderisce e s identifica in certo modo con questo principio, per esso si rende invariabile e quindi immortale. Si capisce facilmente come, per aderire invariabilmente alla regione, sia necessario essersi resi indipendenti da tutte le forze che col movimento producono fatalmente e necessariamente le alternative della vita e della morte. Saper soffrire, astenersi e morire sono i primi segreti che mettono al di sopra del dolore, delle veglie sensuali e della paura del nulla. L uomo che cerca e trova una morte gloriosa ha fede nell immortalità, e l umanità intera per lui e con lui vi crede, giacché gl innalza altari e statue in segno di vita immortale. L uomo non diventa re degli animali che domandoli o addomesticandoli; se così non fosse ne sarebbe la vittima o lo schiavo. Gli animali sono immagine delle nostre passioni, sono le forze istintive della natura. Il mondo è un campo di battaglia che la libertà disputa alla forza d inerzia opponendogli la forza attiva; le leggi fisiche sono la mola di cui tu sarai il grano se non saprai esserne il mugnaio.

4 Tu sei chiamato ad essere re dell aria dell acqua della terra e del fuoco; ma per regnare su questi quattro animali del simbolismo è necessario domarli ed incatenarli. Chi aspira alla sapienza ed a conoscere il grande enigma della natura deve essere l erede o lo spogliatore della Sfinge, deve averne la testa umana per averne la parola, le ali d aquila per conquistarne le altezze, i fianchi di toro per lavorare le profondità, e gli artigli del leone per farsi largo avanti e indietro, a dritta ed a sinistra. Tu che vuoi essere iniziato, sei sapiente come Faust? Impassibile come Giobbe? Hai vinto il turbine dei pensieri vaganti? Sei senza indecisioni e senza capricci? Accetti il piacere solo quando lo vuoi, e solo quando lo devi? No, è vero? Non è sempre così? Ma potrai esserlo se lo vorrai. La Sfinge non ha solo la testa di uomo; ha anche le mammelle di femmina; sai tu resistere alle attrattive della donna? No, è vero? O rispondendo ridi, o vanti la tua debolezza morale per glorificare in te la forza vitale e materiale. Sia pure, ti permetto di rendere questo omaggio all asino di Sterne, e d Apuleio; abbia pur l asino il suo merito, ne convengo; era consacrato a Priapo come il capro al dio Mendes; ma lasciamo che resti quello che è; il fatto che deve interessare è se è lui il tuo padrone o se tu puoi essere il suo. Può soltanto possedere la voluttà dell amore colui che ha vinto l amore della voluttà; poter godere ed astenersi è potere due volte. La femmina ti incanta coi suoi desideri? Ebbene, sii padrone dei tuoi desideri, e tu incatenerai la femmina. La più grande offesa per un uomo è quella di essere chiamato vile; ma che cosa vuol dire essere vile? Vile è colui che trascura la cura della sua dignità morale per obbedire ciecamente agli istinti naturali. E naturale in effetto aver paura di fronte al pericolo e cercare di fuggirlo; perché dunque è una vergogna? Perché è legge d onore l anteporre il nostro dovere al nostro piacere e alla nostra paura. E sotto questo punto di vista che cosa è l onore. E l universale presentimento dell immortalità, è il rispetto per i mezzi che ad essa sono guida. L ultima vittoria che l uomo possa riportare sulla morte è trionfare del piacere della vita, non per disperazione, ma per una più alta speranza che la fede racchiude, fede in tutto ciò che è bello e buono, in cui tutto il mondo consente. Imparare a vincersi è dunque imparare a vivere, e le austerità dello stoicismo non erano una vana ostentazione di libertà. Cedere alle forze della natura è seguire le correnti della vita collettiva, vuol dire essere schiavo delle cause seconde. Resistere alla natura e domarla, è formarsi una vita personale ed imperitura, è liberarsi dalle vicende della vita e della morte. Tutti coloro che sono pronti a morire anziché abiurare la verità e la giustizia sono veramente vivi perché immortali nell anima loro. Tutte le antiche iniziazioni avevano lo scopo di trovare o formare tali uomini. Tutte le macerazioni dell ascetismo sono un derivato delle iniziazioni degli antichi misteri e più non esistono poiché gli iniziandi non trovano più iniziatori, e poiché i direttori delle coscienze

5 sono, a lungo andare, divenuti ignoranti come la generalità, tanto che i ciechi si sono stancati di seguire i ciechi, e nessuno ha più voluto subire delle prove che solo conducevano al dubbio e alla disperazione: il cammino della luce era perduto. Per fare qualche cosa necessario sapere ciò che si vuol fare o, almeno, aver fede in qualcuno che lo sappia; ma come potrei mai seguire a caso chi neppure sa dove va, e arrischiare così la mia vita? Nella via delle alte scienze non si deve entrare temerariamente; ma una volta in cammino si deve arrivare o morire. Dubitare è divenir pazzo; fermarsi è cadere, indietreggiare è precipitare in un baratro. Tu dunque che hai cominciato a leggere questo libro pensa che se lo capisci e vorrai leggerlo sino alla fine, farà di te un monarca o un folle. Fa di questo volume ciò che vorrai; non potrai né dimenticarlo, né disprezzarlo. Se sei puro questo libro sarà per te la luce, se sei forte sarà la tua arma, se sei santo sarà la tua religione, se sei saggio regolerà la tua saggezza. Ma se sei un malvagio, esso sarà per te come una torcia infernale, frugherà il tuo petto e lo sbranerà come un pugnale, resterà nella tua memoria come un rimorso, ti riempirà l immaginazione di chimere e con la pazzia ti menerà alla disperazione. Tu vorrai riderne e non potrai che digrignare i denti poiché questo libro è come la lima della leggenda che il serpe tentò di rodere e che gli consumò i denti. Cominciamo ora le serie di iniziazioni. Ho detto che la rivelazione è il Verbo. Il Verbo, in effetto, o la parola, è il velo dell essere e il segno caratteristico della vita. Ogni forma è velo di un Verbo, giacché l idea, madre del Verbo, è l unica ragione d essere della forma. Ogni figura è un carattere e ogni carattere appartiene e ritorna a un Verbo. Per questo i saggi antichi, il cui esponente è Ermete Trimegisto, hanno formulato il loro unico dogma in questi termini: Ciò che è al di sopra è simile a ciò che è al di sotto, e ciò che è al di sotto è simile a ciò che è al di sopra. In altri termini la forma è proporzionale all idea, l ombra è la misura del corpo calcolata nella sua relazione coi raggi luminosi, il fodero è fondo per quanto è lunga la lama, la negazione è proporzionale all affermazione contraria, la produzione è uguale alla distruzione del movimento che conserva la vita, e non v ha punto nello spazio infinito che non sia centro di una circonferenza che indefinitamente si allarga ed estende i suoi limiti nello spazio. Ogni individualità è dunque indefinitamente perfettibile, giacché l ordine morale è analogo all ordine fisico, e non sarebbe possibile il supporre un punto che non possa dilatarsi, ingrandirsi ed estendere i suoi raggi in un cerchio filosoficamente infinito. Ciò che può dirsi dell anima intera, si può dire di ognuna delle sue facoltà.

6 L intelligenza e la volontà dell uomo sono strumenti d una portata e d una forza incalcolabili. Ma l intelligenza e la volontà hanno, per alleato e strumento, una facoltà troppo poco conosciuta e la cui potenza appartiene alla magia esclusivamente; intendo parlare dell immaginazione che i cabalisti chiamano il diafano o il traslucido. L immaginazione è infatti come l occhio dell anima, e in essa si disegnano e si conservano le forme, per essa percepiamo i riflessi del mondo invisibile, essa è lo specchio delle visioni e l apparato della vita magica; per essa possiamo guarire le malattie, influenziamo le stagioni, allontaniamo la morte dai vivi e risuscitiamo i morti giacché essa esalta la volontà e le dà presa sull agente universale. L immaginazione determina la forma del bambino nel seno della madre e fissa i destini degli uomini; essa dà le ali alle epidemie e guida le armi della guerra. Siete in pericolo in battaglia, ebbene: crediatevi invulnerabile come Achille, e voi lo sarete, dice Paracelso. La paura attira i proiettili e il coraggio ne devia il cammino. Si sa che spesso gli amputati si lamentano di dolori alle membra che non hanno più. Paracelso operava sul sangue vivente medicando il risultato di un salasso, guariva a distanza il male di testa operando sui capelli tagliati, aveva oltrepassato di molto tutte le teorie, o piuttosto, tutte le esperienze dei nostri più celebri magnetizzatori con la scienza dell unità immaginaria e della solidarietà fra il tutto e le parti. Così le sue cure erano miracolose ed egli meritò che al suo nome di Filippo Teorfrasto Bombast, si aggiungesse quello di aureo Paracelso, completato dal titolo di divino. L immaginazione è strumento dell adattamento del Verbo. L immaginazione applicata alla ragione è genio. La ragione è unica come unico è il genio nella molteplicità delle sue opere. V ha un principio, una verità, una ragione, una filosofia assoluta ed universale. Ciò che nell unità si considera come principio, ritorna all unità come fine; l uno è nell uno, cioè il tutto è contenuto nel tutto. L unità è principio dei numeri, ed è anche principio del moto e per conseguenza della vita. Tutto il corpo umano si riassume nell unità di uno solo dei suoi organi, e quest organo è il cervello. Tutte le religioni si riassumono nella unità di un sol dogma che è quello che afferma l essere e la sua identità con se stesso, ciò che ne costituisce il valore matematico. Non v ha che un dogma in magia; eccolo: il visibile è manifestazione dell invisibile, e, in altri termini, il Verbo perfetto sta alle cose apprezzabili e visibili esattamente come alle cose inapprezzabili per i nostri sensi ed invisibili ai nostri occhi. Il mago innalza una mano verso il cielo e abbassa l altra alla terra, e dice: Lassù l immensità ancora, l immensità uguaglia l immensità, questo è vero nel visibile come nell invisibile.

7 Dio, dando all uomo la ragione, gli ha dato la parola, e la rivelazione, multipla nelle sue forme ma unica nel suo principio, è tutta intera nel Verbo universale interpretato dalla ragione assoluta. E questo il significato, così mal compreso, di cattolicismo, che in linguaggio ieratico moderno si chiama infallibilità. L Universale in ragione è l assoluto, e l assoluto è infallibile. Se la ragione assoluta inducesse la società intera a credere irresistibilmente alla parola di un fanciullo, questo fanciullo, sarebbe infallibile da parte di dio e da parte dell umanità intera. La fede non è che la fiducia ragionata in questa unità della ragione e in questa universalità del verbo; credere vuol dire accettare come vero ciò che ancora non si sa ma che la ragione ci fa anticipatamente sicuri di sapere o almeno di conoscere un giorno. Sono dunque nell assurdo i pretesi filosofi che dicono: Non credo ciò che non conosco! Povera gente! Sarebbe forse necessario di credere ciò che sapete? Ma si deve credere dunque a caso o senza una ragione? No, è vero? La credenza cieca ed avventata è superstizione, è follia; si deve credere alle cause di cui la ragione ci forza ad ammettere l esistenza dalla testimonianza di effetti conosciuti ed apprezzati dalla scienza. 02 IL PENTAGRAMMA Il Pentagramma esprime il dominio dello spirito sugli elementi; è con questo segno che si incatenano i demoni dell aria, gli spiriti del fuoco, gli spettri dell acqua e i fantasmi della terra. Armato di questo segno e con lo spirito opportunamente disposto e preparato, potrai vedere l infinito, attraverso alla facoltà che si chiama occhio dell anima, e farti servire dalle legioni degli angeli e dalle colonne dei demoni. Per cominciare stabiliamo qualche principio: Non esiste un mondo invisibile; esistono solo degli organi più o meno perfetti. Il corpo è la rappresentazione grossolana, è come la scorza passeggera dell anima. L anima di per se stessa può percepire, per mezzo della sua sensibilità e del suo diafano, senza tramite degli organi corporei, le cose corporee e spirituali che esistono nell universo. Spirituale e corporeo sono parole che esprimono solo gradi di densità o tenuità della materia. Ciò che chiamiamo immaginazione non è altro che la facoltà inerente alla nostra anima di assimilare le immagini e i riflessi contenuti nella luce vivente che è poi il grande agente magnetico. Tali immagini e riflessi sono rivelazioni quando la scienza interviene per rivelarcene il corpo o la sorgente luminosa. L uomo di genio differisce dal visionario e dal pazzo in quanto soltanto le sue creazioni sono analoghe alla verità mentre quelle del visionario e del pazzo sono solo riflessi perduti ed immagini smarrite.

8 Per il saggio immaginare è vedere, come per il mago parlare è creare. Si possono dunque vedere in realtà e in verità i demoni, le anime ecc per mezzo dell immaginazione; ma l immaginazione dell adepto è diafana mentre quella del profano è opaca; la luce della verità traspare dall una come da un lucidissimo cristallo, mentre attraversa l altra come fosse una massa vitrea piena di scorie e di impurità. Ciò che maggiormente influisce sugli errori del volgo e sulle stravaganze della follia sono i riflessi di immaginazioni depravate che fra loro si incontrano. Il veggente invece sa di scienza certa che le cose da lui immaginate sono realtà, e l esperienza conferma sempre le sue visioni. Per mezzo di questa lucidezza i visionari estatici si mettono in comunicazione con tutti i mondi. La tentazione di S, Antonio, coi suoi incubi e i suoi mostri, non fu altro che la confusione dei riflessi coi raggi diretti. Finché l anima lotta, è ragionevole; quando soccombe a questa specie di ebbrezza invadente, diventa pazza. Discernere il raggio diretto e separarlo dal riflesso è l opera dell iniziato. Affermiamo ora ad alta voce che quest opera è stata sempre compiuta nel mondo da alcuni eletti; che per ciò la rivelazione per intuizione è permanente e non esiste una barriera insormontabile che separi le anime, giacché in natura non esistono né brusche interruzioni né mura dirupate che possano separare gli spiriti. Tutto è transizione e sfumatura di maniera che, supponendo la perfettibilità se non infinita, per lo meno indefinita, delle facoltà umane, è possibile supporre che ogni uomo possa giungere a tutto vedere e a tutto sapere, per lo meno in una cerchia che è possibile infinitamente allargare. Non v ha vuoto nella natura: tutto è popolato. Non v ha morte reale in natura: tutto è vivente. Vedete quella stella? diceva Napoleone al cardinale Fesch. No, sire Ebbene io la vedo E certamente la vedeva. Così si accusano talvolta i grandi uomini di essere stati superstiziosi mentre realmente hanno veduto quello che tutti non possono vedere. Gli uomini di genio differiscono dai semplici veggenti in quanto hanno la facoltà di far sentire agli altri ciò che essi veggono e di farsi credere per entusiasmo o per simpatia. Essi sono i medium del verbo divino. Diciamo ora come avviene la visione. Tutte le forme corrispondono a delle idee, non v ha idea che non abbia la sua forma propria e particolare. La luce primordiale, veicolo di tutte le idee, è madre di tutte le forme che trasmette di emanazione in emanazione diminuite od alterate solo in ragione della densità dell ambiente che attraversano. Le forme secondarie sono riflessi che tornano al focolare della luce emanata.

9 Le forme degli oggetti, come modificazione della luce, restano nella luce dove il loro riflesso le rinvia; per ciò la luce astrale o fluido terrestre, che noi chiamiamo il grande agente magico, è saturo d immagini o di riflessi di ogni sorta che la nostra anima può evocare e sottomettere al suo diafano, come dicono i cabalisti. Queste immagini ci sono sempre presenti, e sono soltanto affievolite dalle impressioni più forti della realtà durante la veglia, o dalle preoccupazioni del nostro pensiero che rendono la nostra immaginazione disattenta di fronte al panorama mobile della luce astrale. Quando dormiamo questo spettacolo ci si presenta spontaneamente, ed è così che si producono i sogni, sogni incoerenti e vaghi se qualche volontà dominante non resta attiva durante il sonno e, pure all insaputa della nostra intelligenza, non dà una direzione al sogno che allora si muta in visione. Il magnetismo animale non è altro che un sonno artificiale prodotto dalla volontaria o forzata unione di due anime di cui l una veglia mentre l altra dorme, e la dirige nella scelta dei riflessi atti a cambiare i sogni in visione per sapere così la verità per mezzo delle immagini. La luce astrale ha una diretta azione sui nervi che ne sono i conduttori nell economia animale e la portano al cervello; per ciò nel sonnambulismo è possibile vedere per mezzo dei nervi, senza neppur bisogno della luce raggiante essendo il fluido astrale una luce latente, uguale al calore latente che si conosce in fisica. Il magnetismo a due è senza dubbio una meravigliosa scoperta; ma il magnetismo di uno solo che a volontà possa rendersi chiaroveggente e dirigere se stesso, è la perfezione dell arte magica. Il segreto di questo potere è già stato trovato e fu conosciuto e praticato da un gran numero di iniziati, soprattutto da quel celebre Apollonio di Tiana che ne ha lasciato la teoria. Nel magnetismo praticato fra parecchie persone il segreto della lucidità magnetica e della direzione dei fenomeni del magnetismo è attinente a due cose: all armonia delle intelligenze e all unione perfetta della volontà in una direzione possibile e determinata dalla scienza. Il magnetismo solitario richiede le preparazioni di cui abbiamo parlato nel primo capitolo, là dove abbiamo enumerato e fatto vedere in tutta la loro difficoltà le qualità che si richiedono per un vero adepto. L impero della volontà sulla luce astrale, che è l anima fisica dei quattro elementi, in magia è raffigurato nel PENTAGRAMMA. Anche gli spiriti elementari sono sottomessi a questo segno quando lo si adoperi con intelligenza, ed è possibile, ponendolo nel cerchio o sul tavolo delle evocazioni, renderli docili o, come si dice in magia, imprigionarli. Spieghiamo in poche parole questa meraviglia: Tutti gli spiriti creati comunicano fra loro per mezzo di segni, e tutti convengono in talune verità espresse da formule determinate. La perfezione delle forme aumenta in ragione dello sviluppo degli spiriti, e coloro che non sono appesantiti dalle catene della materia riconoscono a primo intuito se un segno è espressione di un potere reale o di una volontà temeraria.

10 Dunque è l intelligenza del saggio che dà valore al suo pentacolo come la sua scienza dà peso alla sua volontà, e gli spiriti capiscono subito questo potere. In questo modo col pentagramma si possono forzare gli spiriti ad apparire in visione, sia durante la veglia che durante il sonno, conducendo essi stessi di fronte al nostro diafano il loro riflesso analogo al loro verbo spirituale, se non hanno vissuto sulla terra. Avvertiamo soltanto che l uso del pentagramma è pericoloso per coloro che operino senza una completa e perfetta intelligenza. Se qualcuno vorrà sapere come un segno come un segno possa avere tanto potere sugli spiriti, a nostra volta domanderemo la ragione per cui il mondo cristiano si sia prosternato di fronte al segno della croce; il segno di per se stesso è niente; solo ha una forza per il dogma di cui è sintesi e verbo. Per ciò un segno che riassume, esprimendole, tutte le forze occulte della natura, un segno che agli spiriti elementari e agli altri ha sempre manifestato un potere superiore alla loro natura, naturalmente impone loro rispetto e timore, e li forza ad obbedire con l autorità che la scienza e la volontà hanno sull ignoranza e sulla debolezza. 03 L EQUILIBRIO MAGICO Necessità, libertà e ragione formano il grande e supremo triangolo dei cabalisti. Fatalità, volontà e potere formano il ternario magico che, nelle cose umane, corrisponde al triangolo divino. La fatalità è l inevitabile concatenamento di effetti e di cause in un ordine stabilito. La volontà è la facoltà direttrice delle forze intelligenti che concilia la libertà delle persone con la necessità delle cose. Il potere è il sapiente impiego della volontà che fa servire la fatalità stessa a compiere i desideri del saggio. Quando Mosè batte la roccia, non crea la sorgente ma la rivela al popolo, giacché un occulto sapere per mezzo della bacchetta divinatoria gliene ha rivelata l esistenza. Così avviene di tutti i miracoli della magia; esiste una legge che il profano ignora e di cui l iniziato si serve. Le leggi occulte sono spesso diametralmente opposte alle idee comuni; così, ad esempio, il volgo crede alla simpatia dei simili e all avversione dei contrari mentre vera è la legge opposta. In ogni cosa la gente scambia l ombra con la realtà, volge le spalle alla luce e si specchia nell oscurità ch essa con la propria ombra produce. Le forze della natura sono a disposizione di chi sa loro resistere. Se siete assai padrone di voi stesso da non essere mai ubriaco, disporrete del terribile e fatale potere dell ubriachezza. Se volete ubriacare gli altri, date loro il desiderio di bere, ma non bevete. Chi è padrone del proprio amore è anche padrone di quello degli altri; se volete possedere, non datevi.

11 Il mondo è magnetizzato dalla luce del sole e noi siamo magnetizzati dalla luce astrale del mondo. Ciò che avviene nel corpo del pianeta si ripete in noi. Vi sono in noi tre mondi analoghi e gerarchici, come nella natura intera. L uomo è il microcosmo o piccolo mondo e, seguendo la teorica delle analogie, tutto quello che è nel gran mondo si riproduce in lui. Vi sono dunque in noi tre centri di attrazione e proiezione fluidica: il cervello, il cuore, e l organo della generazione. Ognuno di questo organi è unico e doppio, cioè vi si ritrova l idea del ternario; da un lato attira e dall altro respinge; per mezzo di questi apparati ci mettiamo in rapporto col fluido universale che il sistema nervoso ci trasmette; essi sono inoltre tre centri, sede della triplice operazione magnetica. Quando il mago è giunto alla lucidità, con lo sforzo della propria volontà, comunica a volontà, e dirige le vibrazioni magnetiche in tutta la massa della luce astrale di cui divina le correnti con l aiuto della bacchetta magica che è una bacchetta divinatoria perfezionata. Con queste vibrazioni i influenza il sistema nervoso delle persone sottoposte alla sua azione, precipita o sospende le correnti di vita, calma o tormenta, sana o fa ammalare, uccide infine o risuscita Diciamo dunque che una volontà lucida può agire sulla massa della luce astrale e, col concorso di altre volontà ch essa assorbe e seco trascina, determinare grandi irresistibili correnti; che la luce astrale si condensa o si rarefa secondo che le correnti l addensano più o meno in certi centri determinati. Quando manca l energia sufficiente ad alimentare la vita, ne seguono malattie di subita decomposizione che formano la disperazione della medicina. Ogni sforzo intelligente di volontà è una proiezione di fluido o di,luce umana. Occorre qui distinguere la luce umana dalla luce astrale e il magnetismo universale. Usando la parola fluido, usiamo una espressione ormai accettata e cerchiamo di farci capire con questa parola; ma siamo ben lungi dal decidere che la luce latente sia un fluido. Tutto ci porterebbe, in questo caso, a ritenere ch essa sia piuttosto un effetto vibratorio. Qualunque cosa sia questa luce, che è lo strumento della vita, si fissa naturalmente in tutti i centri di vita, si attacca al nocciolo dei pianeti come al cuore dell uomo (e per cuore in magia intendiamo il Gran Simpatico), s identifica con la vita dell essere che anima, e per questa sua proprietà di assimilazione simpatica essa senza confusione si suddivide. Così è terrestre nei suoi rapporti col globo della terra, ed è esclusivamente umana nei suoi rapporti con gli uomini. Perciò l elettricità, il calore, la luce, il magnetismo, prodotti da mezzi fisici ordinari, non solo non favoriscono ma ostacolano il magnetismo animale. La luce astrale, subordinata ad un meccanismo cieco e nascente da centri stabiliti di autotelia, è luce morta e agisce matematicamente, secondo impulsi definiti o leggi fatali. La luce umana, invece, è fatale solo per l ignorante che fa dei tentativi a caso, mentre presso il veggente è subordinata all intelligenza, sottomessa all immaginazione e dipendente dalla volontà. Questa luce, continuamente proiettata dalla nostra volontà, è ciò che Swedenborg chiama atmosfera personale. Il corpo assorbe ciò che lo circonda e

12 irradia senza interruzione proiettando i suoi miasmi e le sue invisibili molecole; la stessa cosa avviene nello spirito, e questo fenomeno, che alcuni mistici chiamano respiro, ha in realtà l influenza che gli si attribuisce, sia nel mondo fisico che nel mondo morale. E veramente contagioso trovarsi a respirare l aria degli ammalati o essere nel cerchio di attrazione e di espansione dei cattivi. Quando l atmosfera magnetica di due persone sia tanto equilibrata che l attrazione dell una aspiri l espansione dell altra, si produce un attrazione che si chiama simpatia. Allora nell immaginazione, che chiama a sé tutti i raggi o riflessi analoghi a ciò ch essa prova, si forma un poema di desideri che trascinano la volontà e, se le persone sono di sesso diverso, si produce in loro, e generalmente nel più debole dei due, una completa ubriachezza di luce astrale che si chiama passione propriamente detta o amore. L amore è uno dei grandi strumenti del potere magico, ma è assolutamente vietato al mago, almeno come ebbrezza o come passione. Sventura al Sansone della Cabala che si faccia addormentare da Dalila! La luce astrale è il seduttore universale raffigurato dal Serpente della Genesi. Come definire interamente e qualificare l azione di questo agente sottile e sempre attivo, sempre sovrabbondante di vigore, sempre fiorito di sogni seducenti e di dolci immagini, questa forza cieca per sé stessa e sommessa a tutte le volontà, sia per il bene che per il male, questo circulus sempre rinascente di una vita indomita che dà la vertigine agli imprudenti, questo spirito corporeo, etere impalpabile e onnipresente, immensa seduzione della natura? Di per sé stesso indifferente si presta al bene come al male, porta la luce e diffonde le tenebre; si può chiamare Lucifero o Lucifugo. E un serpente ma anche un aureola; è un fuoco ma può far parte dei tormenti dell inferno come delle offerte d incenso promesse al cielo. Per impadronirsene bisogna, come la donna predestinata, mettergli il piede sulla testa. Per dominare cioè il cerchio della luce astrale, bisogna giungere a porsi fuori dalle sue correnti, cioè ad isolarsi. Questo torrente di vita universale, è lo strumento dell iniziazione, il mostro che deve essere dominato, è il nemico da vincersi. E lui che manda alle nostre evocazioni e agli scongiuri della goezia le larve e i fantasmi; è in lui che si conservano tutte le forme il cui fantastico e fortuito addensarsi popola di mostri paurosi i nostri incubi. Lasciarsi portare alla deriva da questo fiume gorgogliante è cadere negli abissi della pazzia, più spaventosi di quelli della morte; cacciare le ombre di quel caos e fargli produrre forme perfette per i nostri pensieri vuol dire essere uomo di genio, vuol dire creare, vuol dire aver trionfato dell inferno. La luce astrale dirige gli istinti degli animali e dà battaglia all intelligenza umana che tenta di pervertire col lusso dei suoi riflessi e la menzogna delle sue immagini; azione fatale e necessaria diretta e resa più funesta dagli spiriti elementari e dalle anime in pena le cui inquiete volontà cercano simpatia nella nostra debolezza e ci tentano meno per perderci che per farsi degli amici.

13 I nostri atti modificano il nostro respiro magnetico in modo tale che un chiaroveggente, avvicinandosi a una persona per la prima volta, potrà dire se essa sia innocente o colpevole e quali siano le sue virtù o i suoi vizi. Coloro che rinunziano all impero della ragione e amano sviare la loro volontà nell inseguire i riflessi della luce astrale, sono preda di alternative di furore e di tristezza che hanno fatto immaginare tutte le meraviglie della possessione demoniaca; è vero però che, per mezzo di quei riflessi, gli spiriti impuri possono agire su queste anime, farsene docili strumenti e anche abituarsi a tormentare il loro organismo in cui vengono a risiedere per ossessione o per fattura. E dunque pericolosissimo farsi gioco dei misteri della magia, è, soprattutto sommamente temerario il praticarne i riti per curiosità, per prova e come per tentare le potenze superiori. I curiosi che, senza essere adepti, s impacciano di evocazioni o di magnetismo occulto, sembrano dei ragazzi che giocano col fuoco presso a un barile di polvere: presto o tardi saranno vittime di qualche tremenda esplosione. Per isolarsi dalla luce astrale bisogna soprattutto avere imposto una assoluta tranquillità al proprio cuore e al proprio spirito, essere usciti dal dominio delle passioni ed essersi assicurati della perseveranza di una volontà inflessibile negli atti spontanei. Bisogna anche spesso ripetere gli atti di questa volontà poiché, come vedremo, la volontà si assicura solo con le sue azioni, come le religioni hanno impero e durata solo per le loro cerimonie e i loro riti. Per disporre della luce astrale bisogna comprenderne la doppia vibrazione e conoscere la bilancia delle forze che si chiama equilibrio magico. L equilibrio produce la stabilità e la durata. La libertà genera l immortalità dell uomo, la volontà di Dio mette in opera le leggi dell eterna ragione. L equilibrio delle idee è saggezza, nelle forze è potenza. L equilibrio è rigoroso: se si osserva la legge, esiste; se la si viola, per quanto lievemente si faccia, non è più. Per questo nulla v ha d inutile o di perduto. Ogni parola e ogni movimento sono pro o contro l equilibrio, pro o contro la verità, poiché l equilibrio rappresenta la verità che si compone del pro e del contro conciliati, o del meno equilibrati insieme. Onnipotenza è la libertà più assoluta; ora l assoluta libertà non potrebbe esistere senza un perfetto equilibrio. L equilibrio magico è dunque una delle condizioni principali di successo nelle operazioni della scienza, e lo si deve cercare anche nella chimica occulta, imparando a combinare i contrari senza neutralizzarli l un l altro. Con l equilibrio magico si spiega il grande ed antico mistero dell esistenza del male e la sua relativa necessità. Questa necessità, relativa in magia nera, dà la misura del potere dei demoni o spiriti impuri, a cui le virtù che si praticano sulla terra danno più furore e, in apparenza più forza.

14 Quando i santi e gli angeli compiono apertamente dei miracoli, gli stregoni e i demoni fanno alla loro volta delle meraviglie e dei prodigi: si è che la rivalità è spesso fonte di successo, e si trova sempre un appoggio su quello che resiste. 04 LA REALIZZAZIONE Le cause si rivelano nei loro effetti che sono poi a queste proporzionati. Il Verbo divino, la parola unica, si è formato con la creazione quaternaria: la fecondità umana prova la fecondità divina. L uomo ha capito di essere fatto ad immagine di Dio, ingrandendo all infinito l idea che di se medesimo si è formato. Intendendo Iddio come uomo infinito, l uomo ha detto di sé: io sono il Dio finito. La magia differisce dal misticismo in quanto non giudica a priori; ma dopo aver stabilito a posteriori la base stessa dei suoi giudizi, dopo avere cioè sceverato le cause dagli effetti contenuti nell energia delle cause stesse, per mezzo della legge universale dell analogia. Così nelle scienze occulte tutto è reale, e le teorie si basano soltanto sui risultati dell esperienza. Sono le realtà che costituiscono le proporzioni dell ideale, e il mago ammette come certo nel dominio delle idee solo quello che è stato provato con la realizzazione. In altri termini ciò che è vero nella causa si realizza nell effetto: ciò che non si realizza non è. Un pensiero si realizza divenendo parola; si realizza poi coi segni, coi suoni e con le figure dei segni: questo è il primo grado della realizzazione. Poi si imprime nella luce astrale per mezzo dei segni della scrittura o della parola, influenza altri spiriti riflettendosi su di essi, si rifrange attraverso il diafano di altri uomini, vi prende forme e proporzioni nuove, si traduce in atti e modifica la società e il mondo. Questo è l ultimo grado della realizzazione. Gli uomini che nascono in un mondo modificato da un idea, ne portano seco l impronta, ed è così che il Verbo si è fatto carne. L impronta della disobbedienza di Adamo, conservata nella luce astrale, ha solo potuto essere cancellata dall impronta più forte dell obbedienza del Salvatore, e così in senso magico e naturale si può spiegare il peccato originale e la redenzione. La luce astrale, o anima del mondo, era strumento dell onnipotenza di Adamo; divenne poi strumento del suo supplizio, dopo essere stata corrotta e turbata dal suo peccato che ha mischiato un riflesso impuro alle immagini primitive. La luce astrale, che negli antichi simboli è raffigurata nel serpente che si morde la coda, rappresenta volta a volta la malizia e la prudenza, il tempo e l eternità, il tentatore e il redentore. Questa luce, essendo il veicolo della vita, può servire di aiuto al bene ed al male, e può essere presa per la forma ignea di Satana come per il corpo dello Spirito Santo. Essa è l arma universale della battaglia degli angeli e alimenta tanto le fiamme dell inferno come la folgore di San Michele. Si

15 potrebbe paragonarla ad un cavallo di natura analoga a quella che si attribuisce al camaleonte, che rifletterebbe sempre l armatura del suo cavaliere. La luce astrale è realizzazione o forma della luce intellettuale, come questa è realizzazione o forma della luce divina. Il grande Iniziatore del cristianesimo, avendo compreso che la luce astrale era sovraccarica dei riflessi impuri della corruzione Romana, volle separare i suoi discepoli dalla sfera ambiente dei riflessi e renderli solo attenti alla luce interiore affinché, a mezzo di una fede comune, potessero insieme comunicare per un nuovo cordone magnetico che egli chiamò grazia e vincere così le correnti traboccanti del magnetismo universale a cui egli dava il nome di Diavolo per esprimerne la putrefazione: opporre corrente a corrente significa rinnovellare la potenza della vita fluidica. I rivelatori non hanno dunque fatto altro che divinare, con la esattezza dei loro calcoli, l ora propizia alle reazioni morali. La legge di realizzazione produce ciò che noi chiamiamo il respiro magnetico, di cui si impregnano gli oggetti e i luoghi, ciò che loro comunica una influenza conforme alle nostre volontà dominanti, soprattutto a quelle che sono confermate e realizzate da azioni. In effetto l agente universale, o luce astrale latente, cerca sempre l equilibrio, empie il vuoto ed aspira il pieno, rende il vizio contagioso come una malattia e serve potentemente al proselitismo della virtù. Per ciò la coabitazione con esseri antipatici è un supplizio; per questo le reliquie dei santi o dei grandi scellerati possono produrre dei meravigliosi effetti di improvvisa conversione o di corruzione, per questo l amore sessuale nasce spesso da un soffio o da un contatto, e non solo dal contatto diretto, ma per mezzo anche di oggetti che la persona ha toccato o magnetizzato senza volere. L anima aspira e respira esattamente come fa il corpo; inspira ciò che crede felicità ed espira le idee che risultano dalle sue sensazioni intime. Le anime malate o cattive espirano il vizio nella loro atmosfera morale, cioè mischiano alla luce astrale che le penetra dei riflessi impuri e vi stabiliscono correnti deleterie. Si è spesso meravigliati di essere sorpresi, in società, da cattivi pensieri che non sarebbero creduti possibili, e non si sa che li si debbono a qualche vicinanza infetta. Questo segreto è molto importante poiché mena alla manifestazione delle coscienze, uno dei poteri più incontestabili e più terribili dell arte magica. Il respiro magnetico produce intorno all anima una irradiazione di cui essa è centro, e si circonda dei riflessi delle sue opere che le creano intorno il cielo o l inferno. Non vi sono atti solitari e non vi potrebbero essere atti nascosti poiché tutto ciò che noi realmente vogliamo, cioè tutto ciò che confermiamo con le nostre azioni, resta scritto nella luce astrale ove si conservano i nostri riflessi, riflessi che influenzano continuamente il nostro pensiero mediante il diafano, e che fanno si che ognuno di noi sia veramente figlio delle sue opere. Il corpo fluidico sottomesso come la massa della luce astrale a dei movimenti contrari, di attrazione a sinistra, di repulsione a destra, o viceversa, nei due sessi, produce in noi le lotte dei

16 diversi desideri e contribuisce alle ansietà della coscienza. Spesso poi è influenzato dai riflessi di altri spiriti, e così si producono sia le grazie inattese che le tentazioni sottili. I pensieri che non si traducono in parole sono pensieri perduti per l umanità; le parole che non sono confermate dai fatti sono parole oziose e poca è la differenza fra esse e la menzogna. Il pensiero formulato dalla parola e confermato dall azione costituisce la buona opera o il delitto. Non v ha dunque, sia in vizio che in virtù, parola di cui non si abbia la responsabilità; né vi sono soprattutto delle azioni indifferenti. Le maledizioni e le benedizioni hanno sempre il loro effetto, ed ogni azione; quale essa sia, quando è isopirata dall amore o dall odio, produce effetti analoghi al suo motivo, alla sua portata, alla sua direzione. In generale fa male alla salute avere dei nemici, e non si sfida impunemente l altrui riprovazione. Prima di opporsi ad una forza o ad una corrente bisogna essere ben sicuri in precedenza di possedere o di essere portati dalla forza opposta; in caso diverso si sarebbe schiacciati o fulminati, e molte morti improvvise non hanno altra causa. A causa di queste terribili leggi di solidarietà, il Cristianesimo raccomanda tanto il perdono delle offese che la riconciliazione. Chi muore senza perdonare si getta nell eternità armato di un pugnale e si vota agli orrori di un eterno assassinio. Perdonare non è mai un delitto, mentre maledire è sempre un pericolo ed una cattiva azione. 05 L INIZIAZIONE L iniziato è quegli che ha la lampada di Trimegisto, il mantello di Apollonio e il bastone dei Patriarchi. La lampada di Trimegisto è la ragione illuminata dalla scienza; il mantello d Apollonio è il pieno e intero dominio di Sé che isola il saggio dalle correnti istintive; e il bastone dei Patriarchi è l aiuto delle forze occulte e perpetue della natura. La lampada di Trimegisto rischiara il presente, il, passato e l avvenire, mette a nudo la coscienza degli uomini, rischiara le latbre del cuore delle donne; la lampada arde d una triplice fiamma, il mantello si ripiega tre volte ed il bastone si divide in tre parti. La ragione è stata data a tutti gli uomini; ma non tutti se ne sanno servire; essa è una scienza che bisogna imparare. La libertà è offerta a tutti; ma non tutti possono essere liberi; essa è un diritto che bisogna sapersi conquistare. La forza è per tutti, ma non tutti sanno appoggiarvisi; essa è un potere che bisogna saper conquistare. Giungere a qualche cosa costa sempre più d uno sforzo; è destino dell uomo l arricchirsi di ciò che guadagna e l avere poi, come Dio, la gloria e il piacere di dare. La scienza magica si chiamava un tempo arte sacerdotale ed arte reale, poiché l iniziazione dava al saggio l impero delle anime e l attitudine a governare le volontà.

17 Le azioni umane non lasciano soltanto la loro impronta nella luce astrale: lasciano anche le loro tracce sul viso, modificano il portamento e l andatura, mutano l accento alla voce. L iniziato non ha speranze incerte né assurdi timori, giacché non ha credenze irragionevoli; sa ciò che può ed osare non gli costa nulla. Per lui osare è potere. Ecco dunque una nuova spiegazione degli attributi dell iniziato: la sua lampada rappresenta il sapere, il mantello che l avviluppa è simbolo della sua discrezione, il bastone è l emblema della sua forza e della sua audacia: egli SA, OSA, TACE. Sa i segreti dell avvenire, osa sul presente, tace sul passato. Sa le debolezze del cuore umano, osa servirsene per l opera sua tace dei suoi progetti. Sa la ragione di tutti i simbolismi e di tutti i culti, osa praticarli o astenersene senza ipocrisia e senza empietà, si tace sul dogma unico dell alta iniziazione. Sa l esistenza e la natura del grande agente magico, osa compiere gli atti e preannunciare le parole che lo sottomettono alla volontà umana, si tace sui misteri del grande arcano. Voi lo vedrete forse spesso triste, mai però abbattuto o disperato; spesso povero, mai avvilito o miserabile; spesso perseguitato, mai respinto né vinto. Successore di tante vittime non osa per questo meno di loro, ma più di loro comprende la necessità di tacere. Imitiamo il suo esempio: apprendiamo con perseveranza; quando sapremo, osiamo e tacciamo. 06 LA CATENA MAGICA Il grande agente magico che abbiamo chiamato luce astrale, che altri chiamano anima della terra, questa forza occulta, unica, incontestabile, è la chiave di tutti gli imperi, il segreto di tutte le potenze; è lo specchio universale delle visioni, il nodo delle simpatie, la sorgente degli amori, del dono profetico, della gloria. Sapersi impadronire di questo agente vuol dire essere depositario della potenza stessa di Dio; ivi è riposta tutta la magia reale, effettiva, tutta la vera potenza occulta; e tutti i libri della vera scienza non hanno altro scopo che quello di dimostrarlo. Per ottenere il possesso del grande agente magico, sono necessarie due operazioni: concentrare e proiettare; in altri termini fissare e muovere. L autore di tutte le cose ha dato per garanzia e per base al moto l immobilità; il mago deve agire nello stesso modo. Si dice che l entusiasmo sia contagioso; perché? Perché l entusiasmo non si produce senza credenze ben ferme; la fede produce la fede; credere vuol dire avere una ragione di volere; volere con ragione è volere con forza non dirò infinita ma indefinita. Ciò che si opera nel mondo intellettuale e morale, a più forte ragione si compie nel mondo fisico, e quando Archimede domandava un punto di appoggio per sollevare il mondo non cercava che il grande arcano magico.

18 Su una delle braccia dell androgino di Enrico Kunrath si legge questa parola: Coagula; sull altra: Solve. Riunire ed espandere sono i due verbi della natura; ma come riunire od espandere la luce astrale o l anima del mondo? Si riunisce con l isolamento e si espande con la catena magica. L isolamento consiste per il pensiero in un assoluta indipendenza, per il cuore in un assoluta libertà, per il senso in una perfetta continenza. Ogni uomo che abbia pregiudizi o timori, ogni individuo che abbia delle passioni e ne sia schiavo, è incapace di riunire e di coagulare, secondo l espressione di Kunrath, la luce astrale o anima della terra, perché non ha il dominio del proprio corpo astrale. Tutti i veri adepti sono stati indipendenti sino al supplizio, sobri e casti sino alla morte, giacché per essere padroni di una forza, non bisogna esserne penetrati al punto da dipenderne. Ma dunque, grideranno coloro che cercano nella magia un mezzo di accontentare in modo prodigioso gli appetiti della natura, a che serve un potere di cui non è possibile servirsi per soddisfare sé stessi? Povera gente che lo domandate! Se ve lo dicessi potreste mai giungere a capirmi? Le perle non sono dunque nulla se per il gregge d Epicuro non hanno valore? Non si dovrà essere almeno qualche cosa più che uomo ordinario quando si abbia la pretesa di divenire quasi un Dio? D altra parte mi dispiace affliggervi o scoraggiarvi; ma io qui non invento le alte scienze; le insegno e ne constato le rigorose necessità, ponendo le loro prime e più inesorabili condizioni. Bisogna avere raggiunto l assenza di desiderio cioè una tale larga obbiettività di giudizio da poter considerare la vita unica nel suo insieme si da comprenderne come le soddisfazioni del mondo e dei sensi per grandi che possano essere, non sono che giochi da fanciulli, fuggevoli apparenze, di fronte al gran Tutto. D altra parte queste disposizioni di rinuncia assoluta sono necessarie solo per stabilire le correnti universali e cambiare la faccia al mondo; vi sono operazioni magiche relative e comprese in un certo limite, che non richiedono virtù tanto eroiche. Si potrà agire sulle passioni con le passioni, determinare le simpatie o le antipatie, affliggere anche o guarire senza avere l onnipotenza del mago; bisogna solo essere prevenuti del rischio che si può correre per effetto di una reazione proporzionale all azione, di cui facilmente si potrebbe essere vittima. Formare la catena magica significa stabilire una corrente magnetica che diventa più forte in ragione dell estendersi della catena. Ogni entusiasmo, propagato in una società per una serie di comunicazioni e pratiche stabilite, produce una corrente magnetica e per essa si conserva o si aumenta. Azione della corrente è di suggestionare e di esaltare, spesso oltre misura, le persone impressionabili e deboli, gli organismi

19 nervosi, i temperamenti disposti all isterismo o alle allucinazioni. Queste persone ben presto si trasformano in potenti veicoli di forza magnetica e proiettano con forza la luce astrale nella direzione stessa della corrente; opporsi allora alle manifestazioni della forza, sarebbe, in certo modo, come opporsi alle manifestazioni della fatalità. I cerchi magici e le correnti magnetiche si stabiliscono da se stessi ed influenzano, secondo leggi fatali, coloro che sottomettono alla propria azione. Ognuno di noi è attirato in un cerchio di relazioni che è il suo mondo e di cui subisce l influsso. Non vi sono geni incompresi, vi sono soltanto uomini eccentrici, e questa parola sembra sia stata inventata da un adepto. L uomo eccentrico in genio è colui che cerca di formarsi un circolo lottando contro la forza d attrazione centrale di catene e di correnti già stabilite. Suo destino è spezzarsi nella lotta o riuscire. In questo caso quale è la doppia condizione di riuscita? Un punto centrale e una azione circolare di iniziativa perseverante di stabilità e una forza invincibile di azione e di direzione. L uomo di genio è quello che ha scoperto una legge reale e dispone di conseguenza di una forza invincibile di azione e di direzione. In questa opera potrà anche soccombere; ma anche se morto, ciò che volle dovrà compiersi, spesso a causa appunto della sua morte, poiché la morte, per il genio, è una vera e propria assunzione. Quando mi innalzerò dalla terra, diceva il più grande degli iniziatori, trascinerò meco ogni cosa. La legge delle correnti magnetiche è movimento stesso della luce astrale. Questo movimento è sempre doppio e si moltiplica in senso contrario. Una grande azione prepara sempre una reazione uguale, e segreto dei grandi successi è la prescienza delle reazioni.( Questo è uno dei grandi pregi della magia ) Opporsi ad una corrente che inizia il suo cerchio è volerne essere spezzato come lo fu il grande e disgraziato imperatore Giuliano; opporsi ad una corrente che lo ha terminato vuol dire porsi alla testa della corrente contraria. 07 LE PREPARAZIONI Ogni intenzione, che non si manifesta per mezzo di atti, è una vana intenzione, e la parola che la esprime una parola inutile; è l azione che da la prova della vita ed è pure l azione che prova e dimostra la volontà. Si dice per questo nei libri simbolici e sacri che gli uomini saranno giudicati non secondo le loro idee ma secondo le loro azioni. Per essere si deve operare. Dovremo ora imprendere a trattare della questione grande e terribile delle opere magiche. Non si tratterà più di teorie o di astrazioni; giungeremo alla realizzazione, metteremo fra le mani dell adepto la bacchetta dei miracoli dicendogli: Non ti basare solo sulle nostre parole; ma per conto tuo agisci! Si tratta qui di opere di una relativa onnipotenza, e del mezzo di impossessarsi dei maggiori segreti della natura e di farli servire ad una volontà illuminata ed inflessibile.

20 Così, per una legge provvidenziale o fatale, il mago non può servirsi dell onnipotenza dei suoi poteri che in ragione inversamente proporzionale all utile suo proprio; l alchimista fa tanto più oro quanto più si rassegna alle privazioni e stima la povertà protettrice dei segreti della grande opera. L adepto, col cuore sgombro da ogni passione, disporrà solo dell amore e dell odio di coloro che vorrà fare strumenti della sua scienza. Il mito della Genesi è eternamente vero; Dio non permette l avvicinarsi all albero della scienza che a coloro i quali sono assai astinenti e forti da non desiderare di impadronirsi dei suoi frutti. Voi dunque che cercate nella Magia il mezzo di soddisfare le vostre passioni, fermatevi in questa funesta via: non vi trovereste che la pazzia o la morte. Questo una volta era espresso con la tradizione popolare che il Diavolo presto o tardi finiva col torcere il collo agli stregoni. Il mago sia dunque impassibile, sobrio e casto, disinteressato, impenetrabile e inaccessibile a tutte le specie di pregiudizi e di terrori. Egli deve essere senza difetti fisici e provato a tutte le contrarietà ed a tutte le sofferenze. La prima e la più importante di tutte le opere magiche è quella di giungere a questa rara superiorità. La volontà umana, fatta realtà dall azione, è la palla del cannone che non rincula dinnanzi ad ostacolo alcuno. Essa lo attraversa o vi si spezza, quando con la violenza sia lanciata; ma se essa avanza con perseverante pazienza, non si perde mai, è simile all onda che sempre ritorna e finisce per rodere il ferro. L uomo può essere modificato dall abitudine che, secondo il proverbio, diviene per lui una seconda natura. Con una ginnastica perseverante e graduata le forze e l agilità del corpo si sviluppano o si creano proporzioni meravigliose. Avviene lo stesso con i poteri dell anima. Volete regnare su voi stesso o su gli altri? IMPARATE A VOLERE. Come si potrà imparare a volere? Ecco il primo arcano dell iniziazione magica, e appunto per farne comprendere l intima essenza, gli antichi depositari dell arte sacerdotale circondarono l ingresso del santuario di tanti terrori e di tanto prestigio. Essi non credevano a una volontà che dopo averla sottoposta alla prova, e avevano ragione. La forza non si afferma che con vittorie. Pigrizia ed oblio sono i nemici della volontà, e per questo appunto tutte le religioni hanno moltiplicato le loro pratiche e reso il loro culto minuzioso e difficile. Quanto più ci si preoccupa di una idea, tanto più si accumula della forza in quel senso. Non preferiscono infatti le madri fra i loro figli quelli che più costarono loro di cure o di sofferenze? E anche la forza delle religioni è riposta interamente nell inflessibile volontà di coloro che le praticano. Fino a che vi sarà un solo fedele che creda al santo sacrificio della messa, vi sarà un sacerdote per celebragliela, e fino a che vi sarà un sacerdote che dica ogni giorno il suo breviario, vi sarà un Papa nel mondo. Le pratiche in apparenza più insignificanti, e più estranee per loro stesse al fine proposto, pure vi conducono in quanto servono di esercizio e di educazione della volontà. Un contadino che si

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco

Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco Cammino di perfezione/4 Le ricchezze della povertà Oggi si parla tanto di ricchezza, ma poco di povertà. Invece la povertà bisogna amarla come una madre. Di quanti beni è feconda la povertà e di quanti

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Debora Curulli, Manuela Pisa, Ottavia Persanti, Elena Sambo, don Enrico Garbuio Finito di stampare:

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016

DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016 SABATO 2 GENNAIO 2016 Durante questo trimestre studieremo i risultati della ribellione di Satana, e come fu contrastata dal piano divino

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

L impostazione dottrinaria del De rerum natura

L impostazione dottrinaria del De rerum natura L impostazione dottrinaria del De rerum natura LA LIBERAZIONE DALLA PAURA E DAL DOLORE: l obiettivo principale del poeta è quello di aiutare gli uomini ad ottenere un bene inestimabile, la serenità interiore

Dettagli

DELLA SCUOLA DEL SABATO GESTI SIMBOLICI 4 TRIMESTRE 2015

DELLA SCUOLA DEL SABATO GESTI SIMBOLICI 4 TRIMESTRE 2015 LEZIONE 6 DELLA SCUOLA DEL SABATO GESTI SIMBOLICI 4 TRIMESTRE 2015 SABATO 7 NOVEMBRE 2015 «Ho parlato ai profeti, ho moltiplicato le visioni, e per mezzo dei profeti ho proposto parabole.» (Osea 12:11)

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI

IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI RIVA DEL GARDA, 14 NOVEMBRE 2013 IL MORIRE: IL VISSUTO DELLA PERSONA MALATA ED E I SUOI FAMILIARI Dott.ssa Mara Marchesoni Hospice Amedeo Bettini Medico Da soli o insieme Tutte le persone sono diverse

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Questionario tipi umani

Questionario tipi umani Questionario tipi umani Dare solo una risposta, indicandola con una crocetta, ad ogni item in relazione al livello corrispondente. A - Mi riesce spiacevole realizzare un lavoro non diretto da me. - Se

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te!

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te! Liturgia per matrimonio Versione abbreviata della liturgia di matrimonio della Chiesa luterana danese, autorizzata con risoluzione regale del 12 giugno 1992 ENTRATA (PRELUDIO) DI ENTRATA SALUTO Pastore:

Dettagli

Pretendi il tuo raccolto

Pretendi il tuo raccolto Domenica, 11 marzo 2012 Pretendi il tuo raccolto Galati 6:7-10- Non vi ingannate, non ci si può beffare di Dio; perchè quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà. Perchè chi semina per la sua

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

1Pt 1,3-2,3: Santi ad immagine del Santo che ci ha chiamati

1Pt 1,3-2,3: Santi ad immagine del Santo che ci ha chiamati 1Pt 1,3-2,3: Santi ad immagine del Santo che ci ha chiamati 3 Benedetto (sia) Dio e Padre del Signore nostro, Gesù Cristo, che nella sua grande misericordia ci ha rigenerati per una speranza vivente mediante

Dettagli

I doni dello SPIRITO SANTO CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I doni dello SPIRITO SANTO CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I doni dello SPIRITO SANTO CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I doni dello SPIRITO SANTO CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE

PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE PREGHIERE www.ruksak.sk IL SEGNO DELLA CROCE Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. BREVIARIO INTRODUZIONE O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto. BREVIARIO BENEDIZIONE

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Vediamone una alla volta.

Vediamone una alla volta. SESSUALITÀ: SI APRE UN MONDO! Non lasciarti ingannare anche tu. SESSUALITÀ È TUTTA LA PERSONA UMANA. Secondo il modello proposto da Fabio Veglia 1, l esperienza della sessualità umana si organizza intorno

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Lezione 2 Il Tabernacolo - dove incontriamo Dio

Lezione 2 Il Tabernacolo - dove incontriamo Dio Lezione 2 Il Tabernacolo - dove incontriamo Dio INTRODUZIONE: andare dove Dio è veramente adorato 1. DIO VIENE AD INCONTRARE NOI (Adamo ed Abramo) Adamo: Abramo: Genesi 12:6,7 (Sichem) - Genesi 14:8 (Bethel)

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata.

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata. Canzoncina I. C era una volta un tizio A diciottanni prese il vizio Di bere, e per questa china Lui andò in rovina. Morì a ottantant anni e il perché È chiaro a me e a te. 2. C era una volta un piccolo,

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

START! Chicco, Nanà e la Magica Canzone della Super Attenzione!

START! Chicco, Nanà e la Magica Canzone della Super Attenzione! START! Chicco, Nanà e la Magica Canzone della Super Attenzione! MATERIALE Un pupazzetto a forma di uccellino in un cestino, inizialmente nascosto da qualche parte. Stampa della diapositiva 8, incollata

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani)

CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) CELEBRARE O ESSERE SACRAMENTO DELLE NOZZE? Incontro diocesano dei percorsi di preparazione al matrimonio cristiano. (Marco e Cristina Bazzani) IL SACRAMENTO DELL AMORE EUCARESTIA Nell Eucarestia il segno

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO

GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LA CURA DEL CREATO PROPOSTA PER UN ADORAZIONE EUCARISTICA DI UN ORA* 1 SETTEMBRE 2015 * Prepared by Pontifical Council for Justice and Peace, translated by Franca Silvestri

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

Giornata internazionale della Donna

Giornata internazionale della Donna Giornata internazionale della Donna ( venerdì 8 marzo 2013 ) «Tutto ciò che si fa alla Natura, si fa alle donne, e tutto ciò che si fa alla donne, si fa alla Natura. La donna e la Natura sono un tutt uno.»

Dettagli

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE

IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE IL CORPO, LA MENTE, LA COMUNICAZIONE. Sai che cosa è la propriocezione? SI SENTIRE TUTTE LE PARTI DEL PROPRIO CORPO IN TESTA. Quindi essere padrone delle singole parti del proprio corpo in ogni momento

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Le parole e le cose - Correttore

Le parole e le cose - Correttore Le parole e le cose - Correttore 5 10 15 20 25 Le cose di per sé 1 non hanno nessun nome. Sono gli uomini che hanno dato e continuano a dare i nomi ad esse. Di solito non ci accorgiamo di questa verità

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Sacramento del. I segni importanti del Battesimo sono:

Sacramento del. I segni importanti del Battesimo sono: Sacramento del Il Battesimo è la purificazione dal peccato originale e il dono della Nuova Vita, come amati e prediletti Figli di Dio, appartenenti alla famiglia della Chiesa per mezzo dello Spirito Santo.

Dettagli

Il "messaggio" di Fatima

Il messaggio di Fatima Il "messaggio" di Fatima Ci siamo mai chiesti quale sia il messaggio delle apparizioni e delle rivelazioni di Fatima? L'annunzio della guerra, la conversione della Russia con la caduta del comunismo nel

Dettagli

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini)

Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Linguaggio del corpo per la seduzione (per donne che vogliono sedurre uomini) Come scoprire i significati della comunicazione non verbale per sedurre gli uomini. IlTuoCorso - Ermes srl Via E.De Amicis

Dettagli

Misericordiosi))come) il))padre) Esperienza)della)grazia)nell'unità)

Misericordiosi))come) il))padre) Esperienza)della)grazia)nell'unità) LetteradiNatale2015dell'AbateGeneraleOCist Misericordiosi))come))il))Padre) Roma,8dicembre2015 Solennitàdell'Immacolata Carissimi Vi scrivo questa lettera di Natale proprio mentre inizia il Giubileo della

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT

Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT Parola della Grazia Worship Team Song Book WWW.ALPHAGENERATION.IT/PDGWT Ti servirai di me ( 2006 Giovanni Di Sano & Marta Cascio) Verse Sol#Min Si5 Fa#5 Mi Mio Signore Mio Salvatore Fatti Conoscere Sol#Min

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il padre. La bambina viveva con sua madre, Maria, in via

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli