LO SPORTELLO D INFORMAZIONE AL CITTADINO DELLA SERIT SICILIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LO SPORTELLO D INFORMAZIONE AL CITTADINO DELLA SERIT SICILIA"

Transcript

1 COMUNE DI PRIOLO GARGALLO Provincia di Siracusa Assessorato Bilancio - Finanze - Tributi AGENTE DELLA RISCOSSIONE Provincia di Siracusa LO SPORTELLO D INFORMAZIONE AL CITTADINO DELLA SERIT SICILIA >> >>

2 2 Concittadini è gradito comunicarvi che a partire dal 01 giugno 2010 funzionerà a Priolo - al piano terra della sede del Palazzo Municipale - lo sportello della SERIT SICILIA (Agente della Riscossione della Provincia di Siracusa), che avrà il seguente orario di ricevimento al pubblico: SERVIZIO INFORMAZIONI SERIT SICILIA Martedì dalle ore 9,00 alle ore 14,00 e dalle ore 14,30 alle ore 16,00 SERVIZIO DI NOTIFICA CARTELLE ESATTORIALI Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00 NUMERO VERDE % TEL Questo nuovo servizio consente di acquisire informazioni su: Cartelle di pagamento: debiti saldati e residui Estratto conto delle tasse Notifiche di atti esattoriali Rateazioni: modulistica e requisiti di accesso Servizio on-line dal sito Viene risolto così l annoso problema che costringeva ciascuno di noi a recarsi a Siracusa ed a fare lunghe file di attesa per ricevere informazioni. Grazie a questo servizio ciascun contribuente risparmierà sia le spese di viaggio che quelle di notifica. Nelle pagine seguenti riportiamo la ordinanza Sindacale relativa alle Informazioni sul pagamento ICI dell anno L Assessore ai Tributi Giovanni Parisi Il Sindaco Antonello Rizza

3 Informazioni sul pagamento ICI relativo all anno 2010 IL SINDACO VISTO il D.lgvo n. 504 e successive modifiche e integrazioni; VISTA la Finanziaria 2009; AVVERTE che sono state fissate le sottoelencate aliquote ICI per l anno 2010: Fabbricati di gruppo A adibiti ad abitazione principale e non adibiti ad abitazione principale escluso cat. A/10 4%o Fabbricati di gruppo A: Cat. A/10 5,5%o Fabbricati B: B/1, B/2, B/3, B/4, B/5, B/6, B/7, B/8 7%o Fabbricati C: C/4, C/5, C/7 7%o Fabbricati C: C/1, C/2, C/3 5,5%o Fabbricati C: C/6 4%o Fabbricati D: D/1, D/2, D/3, D/4, D/5, D/6, D/7, D/8, D/9 7%o Fabbricati: E: E/1, E/2, E/3, E/4, E/5, E/6, E/7, E/8, E/9 4%o Terreni 5,5%o Aree fabbricabili 5,5%o A decorrere dall anno 2009 l unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo è stata esentata dal pagamento dell ICI. Sono escluse dall esenzione le abitazioni di categoria A/1 - A/8 - A/9 (case di lusso, ville, castelli), per le quali è riconosciuta la detrazione di. 207,00. LE DICHIARAZIONI ICI relative alle variazioni 2009 devono essere presentate per: gli immobili che godono di riduzioni dall imposta: i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati e i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli a titolo principale e dai medesimi condotti; gli immobili che sono stati oggetto di atti notarili formati o autenticati prima del 1 giugno 2009 per i quali è stato esteso l utilizzo obbligatorio del MUI solo da tale data. I più comuni di questi atti sono: cessione o costituzione di diritti reali a titolo gratuito; convenzioni matrimoniali; costituzione di fondo patrimoniale; divisioni; donazioni; permuta; rinunzia di legato; acquisto di legato; costituzione di fondo patrimoniale per testamento; gli immobili che sono stati oggetto di locazione finanziaria; gli immobili che sono stati oggetto di un atto di concessione amministrativa su aree demaniali; 3

4 4 gli atti costitutivi, modificativi o traslativi del diritto che hanno avuto ad oggetto un area fabbricabile; i terreni agricoli che sono divenuti area fabbricabile o viceversa; le aree che sono divenute edificabili in seguito alla demolizione del fabbricato; gli immobili che sono stati assegnati ai soci della cooperativa edilizia ( non a proprietà indivisa), in via provvisoria; gli immobili che sono stati assegnati al socio della cooperativa edilizia a proprietà indivisa oppure quelli per cui è stata variata la destinazione ad abitazione principale; gli immobili che sono stati concessi in locazione dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP) e dagli enti di edilizia residenziale pubblica gli immobili che hanno perso oppure che hanno acquistato il diritto all esenzione o all esclusione dall ICI; gli immobili che hanno acquisito oppure hanno perso la caratteristica della ruralità; i fabbricati classificabili nel gruppo catastale D, non iscritti in catasto, ovvero iscritti, ma senza attribuzione di rendita, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati; gli immobili, già censiti in catasto in una categoria del gruppo D, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati, che sono stati oggetto di attribuzione di rendita d ufficio; gli immobili che sono stati oggetto in catasto di dichiarazione di nuova costruzione ovvero di variazione per modifica strutturale oppure per cambio di destinazione d uso (DOC-FA); gli immobili per cui è intervenuta una riunione di usufrutto; gli immobili per cui è intervenuta un estinzione del diritto di enfiteusi o di superficie; gli immobili di interesse storico o artistico ai sensi dell art. 10, comma 1 del D.Lgs. n 42/2004; le parti comuni dell edificio indicate nell art. 1117, n. 2 del codice civile che sono accatastate in via autonoma; gli immobili posseduti, a titolo di proprietà o di altro diritto reale di godimento, da persone giuridiche, interessate da fusione, incorporazione o scissione; gli immobili oggetto dell acquisto o della cessazione di un diritto reale per effetto di legge (ad esempio l usufrutto legale dei genitori); gli immobili che sono stati oggetto di vendita all asta giudiziaria; gli immobili che sono stati oggetto di vendita nell ambito delle procedure di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa; gli immobili acquistati dal soggetto passivo di imposta antecedentemente al 1 gennaio 2009 che nel corso del 2009

5 sono diventati o hanno cessato di essere sua abitazione principale. LA DICHIARAZIONE ICI non deve essere presentata per le variazioni avvenute nel 2009 relative a: gli atti di compravendita di immobili. I modelli possono essere richiesti presso l ufficio tributi del Comune. Con delibera del Consiglio Comunale n 32 del 05/03/2010 è stata adottata la modifica dell art. 5 del regolamento comunale sull Imposta Comunale sugli Immobili, avente per oggetto le pertinenze delle abitazioni principali nel seguente testo: Art.5 - Pertinenze delle abitazioni principali (D. L g s. 15 dicembre 1997, n.446, art.59,comma 1,lettere d) ed e) Agli effetti delle applicazioni delle agevolazioni in materia d imposta comunale sugli immobili, si considerano parti integrante della abitazione principale le sue pertinenze, anche se distintamente iscritte in catasto. L assimilazione opera a condizione che il proprietario o di diritto reale di godimento, anche se in quota parte, dell abitazione nella quale abitualmente dimora sia proprietario o titolare di diritto reale di godimento, anche se in parte, della pertinenza e che questa sia durevolmente ed esclusivamente asservita alla predetta abitazione a condizione che le stesse siano: a) utilizzate direttamente e possedute da chi utilizza e possiede l abitazione principale; b) comprese nella categoria catastale C/6 ed utilizzate come rimesse o autorimesse; c) in numero massimo di uno; d) ubicate nello stesso fabbricato o corpo di fabbrica dell unita immobiliare principale o in caso contrario, acquistate con il medesimo atto di compravendita ovvero con atto successivo, dove ai fini dell imposta di Registro, siano vincolare all unita immobiliare principale e beneficino delle agevolazioni per la prima casa. Qualora le pertinenze dell abitazione principale soddisfano le succitate condizioni di cui alle lettere a), b) e c) e non quelle precedentemente elencate al primo periodo della presente lettera d), possono essere vincolate all unita immobiliare principale con dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà. Le suddette agevolazioni si applicano anche per i casi in cui l immobile e la pertinenza siano state cedute in uso gratuito, così come previsto dall art.31 del citato regolamento. I soggetti passivi tenuti alla presentazione di dichiarazione ICI, ai sensi del comma 4, art.10, D. Lgs.n 504/92 e successive modifiche e integrazioni che beneficiano dell estensione alle pertinenze delle agevolazioni previste per l abitazione principale devono riportare, nello spazio annotazioni della dichiarazione ICI relative all anno in cui dette agevolazioni sono applicate, gli identificativi delle unità immobiliari utilizzate come pertinenza, nonché l indicazione pertinenze dell abitazione principale ; qualora non vi sia obbligo di presentazione di detta dichiarazione per assenza di variazioni, devono consegnare al Comune, entro il termine stabilito per la presentazione della dichiarazione ICI relativa all anno in cui dette agevolazioni sono inizialmente applicate, apposita comunicazione su modulo predisposto dall Ufficio Tributi, 5

6 6 con indicazione di tutti gli elementi utili per la liquidazione dell imposta dovuta. Medesime modalità e termini sono previsti per la comunicazione di cessazione di applicazione delle agevolazioni. Il competente Ufficio è tenuto a dare la massima pubblicità alla presente disposizione. Ai sensi dell art.31 del regolamento comunale, approvato con delibera di C.C. n. 70 del modificata dalla delibera di C.C. n. 16 del è stata adottata l estensione delle agevolazioni previste per le abitazioni principali a quelle concesse in uso gratuito,ai parenti ed affini in linea retta di 1 e 2 grado. Il contribuente, è tenuto a presentare all Ufficio competente, a pena di inammissibilità, apposita dichiarazione attestante i requisiti richiesti entro il termine di pagamento del saldo ICI, con apposito modello da ritirare c/o l Ufficio Tributi. Lo stesso soggetto è tenuto altresì, a presentare all ufficio Tributi, apposita dichiarazione nel caso in cui vengano meno i requisiti per l agevolazione richiesta, pena l applicazione della vigente normativa in tema di sanzioni amministrative. I versamenti vanno effettuati sul c/c postale n intestato a SERIT SICILIA S.p.a. - Priolo Gargallo (SR) Siracusa - ICI. Con Serit Sicilia S.p.a. il Comune ha stipulato apposita convenzione di riscossione ICI e TARSU e protocollo di intesa per l attivazione dello sportello di informazione al cittadino con apertura al pubblico nei sottoelencati giorni: Martedì dalle ore 9.00 alle e dalle ore alle 16.00; Giovedì dalle ore 9.00 alle e dalle ore alle E anche riconosciuta ai contribuenti la facoltà di utilizzare l eventuale credito derivante dalla dichiarazione dei redditi per il versamento tramite F24, dell ICI dovuta per l anno Pagamento 1 rata - ENTRO IL la somma da corrispondere dovrà essere pari al 50% dell imposta dovuta calcolata sulla base dell aliquota e delle detrazioni previste. Pagamento 2 Rata - ENTRO IL dovrà essere versato il saldo dell imposta dovuta per l intero anno con eventuale conguaglio sul primo pagamento. Resta in ogni caso nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell imposta complessivamente dovuta in unica soluzione annuale da corrispondere entro il Con delibera n 33 del 05/03/2010 sono stati fissati gli importi minimi di versamento ICI di.12,00, al di sotto del quale non bisogna effettuare il versamento. L Assessore al Bilancio (Giovanni Parisi) Il Sindaco (Antonello Rizza)

7 La rateizzazione delle cartelle di pagamento 7 Su richiesta del contribuente e nell ipotesi di temporanea difficoltà economica, SERIT SICILIA può rateizzare il pagamento del debito fino a un massimo di 72 rate mensili (6 anni). L instanza di rateizzazione va presentata direttamente agli sportelli o inviata per posta a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all Agente della Riscossione che ha emesso la cartella di pagamento. Moduli e informazioni sono scaricabili dal sito Per debiti fino a 10mila euro, è possibile accedere alla rateizzazione con una semplice istanza. Per debiti oltre i 10mila euro, occorre, invece, dimostrare il possesso dei requisiti richiesti, allegando certificazioni che variano a seconda del soggetto richiedente e in relazione all importo. Pagare le rate alle Poste con il modello F 35 Il cittadino che ottiene la rateizzazione del proprio debito con il fisco riceve a casa il piano di ammortamento e può pagare le rate presso gli Sportelli postali, con il bollettino di Conto Corrente postale F 35, indicando: - il conto corrente postale di SERIT SICILIA (distinto per provincia/sede) c/c postale SERIT SICILIA SpA Provincia Siracusa - nello spazio destinato all indicazione del numero identificativo della cartella, il numero di protocollo dell istanza riportato nel piano di ammortamento; - l estatto importo della rata Pagare le rate da casa CON BONIFICO BANCARIO ON LINE Per i titolari del servizio home banking Attenzione nello spazio destinato alla causale del bonifico, occorre indicare solo il numero di protocollo dell istanza riportato nel piano di ammortamento. Codice IBAN del beneficiario: Agente della riscossione per la provincia di Siracusa IT 97 M

8 8 CONSENTE DI ACQUISIRE NOTIZIE SU: CARTELLE DI PAGAMENTO DEBITI SALDATI E RESIDUI ESTRATTO CONTO DELLE TASSE NOTIFICHE DI ATTI ESATTORIALI RATEAZIONI: MODULISTICA E REQUISITI DI ACCESSO SERVIZI ON-LINE DAL SITO

FITTIZIA ABOLIZIONE DICHIARAZIONE I.C.I. D.L. 223/2006 (cosiddetto Decreto Bersani) Art. 37 commi 53 e 54

FITTIZIA ABOLIZIONE DICHIARAZIONE I.C.I. D.L. 223/2006 (cosiddetto Decreto Bersani) Art. 37 commi 53 e 54 FITTIZIA ABOLIZIONE DICHIARAZIONE I.C.I. D.L. 223/2006 (cosiddetto Decreto Bersani) Art. 37 commi 53 e 54 A decorrere dall anno d imposta 2007 è soppresso l obbligo di presentazione della dichiarazione

Dettagli

La dichiarazione IMU

La dichiarazione IMU La dichiarazione IMU Fonti legislative: art. 10, comma 6, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504; art. 9, comma 6, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23; art. 13, comma 12ter, del decreto

Dettagli

Comune di Benevento SETTORE FINANZE SERVIZIO ENTRATE

Comune di Benevento SETTORE FINANZE SERVIZIO ENTRATE Comune di Benevento SETTORE FINANZE SERVIZIO ENTRATE LA DICHIARAZIONE IMU FONTI LEGISLATIVE: art. 10, comma 6, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504 art. 9, comma 6, del decreto legislativo

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 1 IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 2 Imposta municipale

Dettagli

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA L art. 13 del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 cd Manovra Monti o decreto salva Italia convertito con modificazioni dalla Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 - ha anticipato l istituzione dell Imposta

Dettagli

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 Prot. n. 24405 1 E istituita con decorrenza dal 1 gennaio 2014 l imposta comunale (IUC), con la Legge 27/12/2013,

Dettagli

IMU e TASI I TRIBUTI E LE SCADENZE DEL 2015. A cura dell Area II Programmazione Finanziaria e Tributi dirigente dott. Pino Erba

IMU e TASI I TRIBUTI E LE SCADENZE DEL 2015. A cura dell Area II Programmazione Finanziaria e Tributi dirigente dott. Pino Erba IMU e TASI I TRIBUTI E LE SCADENZE DEL 2015 A cura dell Area II Programmazione Finanziaria e Tributi dirigente dott. Pino Erba CHI DEVE PAGARE? L imposta Municipale Propria (I.MU.) deve essere pagata da

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ANNO 2015 ISTRUZIONI PAGAMENTO ACCONTO IMU E TASI E DICHIARAZIONE IMU 2014

COMUNE DI SENIGALLIA IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ANNO 2015 ISTRUZIONI PAGAMENTO ACCONTO IMU E TASI E DICHIARAZIONE IMU 2014 COMUNE DI SENIGALLIA Ufficio Tributi e Canoni IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) ANNO 2015 ISTRUZIONI PAGAMENTO ACCONTO IMU E TASI E DICHIARAZIONE IMU 2014 L art. 1, comma 639, della Legge 27 dicembre 2013,

Dettagli

Si fa presente che i casi elencati sono indicativi di situazioni per le quali permane l obbligo dichiarativo.

Si fa presente che i casi elencati sono indicativi di situazioni per le quali permane l obbligo dichiarativo. DICHIARAZIONE ICI A partire dal 1 gennaio 2008 è soppresso l obbligo della presentazione della dichiarazione ICI per coloro che acquistano o vendono immobili. Coloro che nell anno 2007 hanno acquistato

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE COMUNE DI ALSERIO REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO Ufficio Tributi VIA CARCANO, 9 22040 ALSERIO Tel. 031.630063 Fax 031.630917 e-mail: ufficiosegreteria@comune.alserio.co.it PARTITA IVA 00600170138

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Con la legge di Stabilità 2014 Legge 27.12.2013 n.147 è stata istituita dal 1 gennaio 2014 l imposta unica comunale (IUC) basata su due presupposti impositivi: il primo costituito

Dettagli

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina COMUNE DI F O R M I A Provincia di Latina Piazza Municipio 0771/7781 - fax 0163/771680 2012 PREMESSA Il Comune di Formia, con la presente informativa, intende fornire al Cittadino/Contribuente uno strumento

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU)

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU) COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano Per qualsiasi chiarimento, informazione e delucidazione in merito l Ufficio Tributi è a disposizione negli orari di apertura al pubblico tel 029010012 fax 0290296960

Dettagli

I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili) INFORMAZIONI UTILI anno 2011

I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili) INFORMAZIONI UTILI anno 2011 I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili) INFORMAZIONI UTILI anno 2011 ESENZIONE ICI PRIMA CASA Si precisa che con decreto legge 93/2008 il governo ha stabilito l esenzione dell Ici per l unità adibita

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO

Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO COMUNE DI BAREGGIO Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO Con la legge di Stabilità 2014 (L. 147 del 27/12/2013) è stata istituita, con decorrenza 1 gennaio 2014, la I.U.C. (Imposta

Dettagli

COMUNE DI LAURIA (PZ)

COMUNE DI LAURIA (PZ) COMUNE DI LAURIA (PZ) Guida ICI per il contribuente CHI DEVE PAGARE L ICI Ai sensi del D.lgs n.504/92, devono pagare l ICI i proprietari (o titolari di altro diritto come, usufrutto, uso o abitazione,

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO P.zza Caduti, 8 Provincia di Treviso Codice fiscale 00565860269

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO P.zza Caduti, 8 Provincia di Treviso Codice fiscale 00565860269 CITTÀ DI MOGLIANO VENETO P.zza Caduti, 8 Provincia di Treviso Codice fiscale 00565860269 Settore Servizi amministrativi, ausiliari ed economico finanziari Dirigente: Dott. Roberto Comis Servizio Tributi

Dettagli

COMUNICAZIONE PER L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

COMUNICAZIONE PER L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI COMUNICAZIONE PER L IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI I ISTRUZIONI GENERALI In quali casi occorre presentare la comunicazione Vi é l obbligo di presentare la comunicazione se si verifica una delle seguenti

Dettagli

Città di Portici Ufficio Tributi Tel. 0817862564 fax 081470711 e mail: a.visone@comune.portici.na.it

Città di Portici Ufficio Tributi Tel. 0817862564 fax 081470711 e mail: a.visone@comune.portici.na.it Città di Portici Ufficio Tributi Tel. 0817862564 fax 081470711 e mail: a.visone@comune.portici.na.it GUIDA PRATICA ALL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA DAL 2012 Con le ultime modifiche apportate dal D.L. 16 Semplificazioni

Dettagli

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per:

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: Imposta Municipale Propria - I M U NOVITA IMU ANNO 2013 La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: - ABITAZIONE PRINCIPALE (escluse cat. A/1,A/8 e A/9) E PERTINENZE

Dettagli

CHIARIMENTI SULLA TASI

CHIARIMENTI SULLA TASI INFORMATIVA IUC CHIARIMENTI SULLA TASI COMUNE DI SONA (VR) ASSESSORATO AI TRIBUTI UFFICIO TRIBUTI - Orari di apertura al pubblico: lun 10.00-12.30 mart - giov 10.00-12.30 e 16.00-18.00 Tel. 045/6091 206-214-251

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL I.MU.P. (Imposta MUnicipale Propria)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL I.MU.P. (Imposta MUnicipale Propria) COMUNE DI SEGUSINO P r o v i n c i a d i T r e v i s o REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL I.MU.P. (Imposta MUnicipale Propria) (approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 18, del 31.05.2014)

Dettagli

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 RATA 1 - ACCONTO RATA 2 - SALDO TERMINI DI VERSAMENTO Rata in acconto

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

L IMPOSTA UNICA COMUNALE comunemente chiamata IUC VADEMECUM

L IMPOSTA UNICA COMUNALE comunemente chiamata IUC VADEMECUM L IMPOSTA UNICA COMUNALE comunemente chiamata IUC VADEMECUM Il presente documento si propone di semplificare la comprensione al cittadino della nuova IUC, nella sua strutturazione di legge. COS E? L Imposta

Dettagli

COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM

COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM Il Sindaco Gualtiero Pastore comunica, spiegando, il pagamento imposte e tasse per l anno 2014: Il Consiglio Comunale del 24.9.2014 ha approvato le

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI CITTÀ DI CASTEL MAGGIORE

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI CITTÀ DI CASTEL MAGGIORE Città di Castel Maggiore - Provincia di Bologna Via Matteotti, 10-40013 Castel Maggiore - Partita I.V.A. 00524081205 - Cod. Fisc. 00819880378 Tel. 051/6386811 - Fax 051/715532 II Settore Servizi Finanziari

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 17 del 3.10.2012 COMUNE DI SINDIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA 1 INDICE Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO, FINALITA ED

Dettagli

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI I.C.I. ANNO 2011

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI I.C.I. ANNO 2011 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI I.C.I. ANNO 2011 SOGGETTI PASSIVI BASE IMPONIBILE ALIQUOTE ANNO 2011 e DETRAZIONI PER ABITAZIONE PRINCIPALE ABITAZIONE PRINCIPALE E SUE PERTINENZE MODALITA E TERMINI DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI ROSTA P r o v i n c i a d i T o r i n o Piazza Vittorio Veneto 1 10090 Rosta(TO) c.fisc/p.iva 01679120012 Tel. 011 9568811- Fax 011 9540038 www.comune.rosta.to.it E-Mail protocollo@comune.rosta.to.it

Dettagli

Regolamento sull imposta municipale propria (IMU)

Regolamento sull imposta municipale propria (IMU) Regolamento sull imposta municipale propria (IMU) Approvato con Deliberazione del C.C. n. 47 del 25.09.2012 Modificato con Deliberazione del C.C. n. 36 del 25.06.2013 Indice Articolo 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

Comune di Sardara Provincia del Medio Campidano Tel. 070/93450217 Piazza A. Gramsci, 1 Fax. 070/9386111 S e r v i z i o T r i b u t i

Comune di Sardara Provincia del Medio Campidano Tel. 070/93450217 Piazza A. Gramsci, 1 Fax. 070/9386111 S e r v i z i o T r i b u t i Comune di Sardara Provincia del Medio Campidano Tel. 070/93450217 Piazza A. Gramsci, 1 Fax. 070/9386111 S e r v i z i o T r i b u t i IUC TASI anno 2014 la TASI nel Comune di Sardara è dovuta per l abitazione

Dettagli

(PROVINCIA DI ROMA) AREA RISORSE E SVILUPPO

(PROVINCIA DI ROMA) AREA RISORSE E SVILUPPO CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) AREA RISORSE E SVILUPPO Gentile Contribuente, con la legge di stabilità 2014 il legislatore è intervenuto nuovamente nella materia dei tributi comunali istituendo

Dettagli

LE NOVITA DELL I.C.I. PER IL 2008

LE NOVITA DELL I.C.I. PER IL 2008 COMUNE DI VIGONOVO 30030 PROVINCIA DI VENEZIA Area Economico-Finanziaria Ufficio Tributi ----------------------------------------- IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) ANNO 2008 LE NOVITA DELL I.C.I.

Dettagli

Informativa per la clientela di studio. Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio. Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Saldo IMU 2014 da versare il 16.12.2014 Gentile Cliente, la presente per comunicarle

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (REGOLAMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 30.10.2012 CON DELIBERAZIONE N. 60/121562) INDICE Art. 1 Oggetto..pag. 3 Art. 2 Abitazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE Allegato alla Deliberazione Consiliare.., n. TITOLO I Art. 1 Oggetto del Regolamento Finalità ed Ambito di applicazione Il presente regolamento, adottato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.)

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) COMUNE DI DORIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) Il presente Regolamento è stato adottato con deliberazione C.C. n. 4 del 24.3.2009,

Dettagli

Comune di Livorno GUIDA PER IL CONTRIBUENTE TASI 2014. numero verde: 800 585678

Comune di Livorno GUIDA PER IL CONTRIBUENTE TASI 2014. numero verde: 800 585678 Comune di Livorno UNITA' ORGANIZZATIVA ENTRATE TASI 2014 GUIDA PER IL CONTRIBUENTE UNITÀ ORG.VA ENTRATE Via Marradi, 118 57126 - LIVORNO L'ufficio è aperto al pubblico: il lunedì e il venerdì dalle ore

Dettagli

IMU, informativa del Comune su come, quanto e chi deve pagare. Scritto da Venerdì 01 Giugno 2012 07:15

IMU, informativa del Comune su come, quanto e chi deve pagare. Scritto da Venerdì 01 Giugno 2012 07:15 Il Comune di Cassano ha predisposto l informativa relativa al pagamento dell imposta municipale propria (I.M.U.) per il 2012, la cui prima rata scade il prossimo 18 giugno. L Ufficio Ragioneria guidato

Dettagli

TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI

TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI COMUNE DI ANCONA TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER L ANNO 2014 1 - Cos è la TASI pag. 2 2 - Presupposto d imposta e soggetti passivi pag. 2 3 - Definizione di

Dettagli

COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA

COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA (Provincia di OLBIA TEMPIO ) Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con atto deliberativo

Dettagli

Comune di CAMPIGLIONE FENILE

Comune di CAMPIGLIONE FENILE IMU 2014 Imposta Municipale Unica GUIDA AL CALCOLO E VERSAMENTO DELL'IMU Decreto Salva Italia - art. 13 D.L. n. 201 del 06.12.2011, convertito con Legge n. 214 del 23.12.2011 -Legge di stabilità 2014 n.

Dettagli

TASI TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI ANNO 2014

TASI TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI ANNO 2014 IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) TASI TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI ANNO 2014 La IUC e le sue componenti La Legge di Stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147) all art. 1, comma 639, ha istituito

Dettagli

Per un importo annuale fino a 10,00 non si deve effettuare il pagamento. I pagamenti si eseguono:» entro il 16 giugno (acconto): l importo

Per un importo annuale fino a 10,00 non si deve effettuare il pagamento. I pagamenti si eseguono:» entro il 16 giugno (acconto): l importo Tutte le informazioni sull ICI a Roma possono essere richieste per telefono al numero 060606. Informazioni generali si trovano anche su Televideo Rai3 alla pag. 623 e su Internet www.comune.roma.it, alle

Dettagli

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 23/06/2015 1 Soggetti Circolare 10 giugno 2004, n. 24/E Nel caso

Dettagli

Imposta Municipale Propria

Imposta Municipale Propria Imposta Municipale Propria Questa Amministrazione sin dal suo insediamento (anno 2009) NON ha mai deliberato aumenti dei tributi/imposte comunali! Aumento costi smaltimento 25% KG. RIFIUTI URBANI MISTI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 26/06/2012 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del

Dettagli

COMUNE DI PEVERAGNO Provincia di Cuneo

COMUNE DI PEVERAGNO Provincia di Cuneo COMUNE DI PEVERAGNO Provincia di Cuneo #DOCUMENTBEGIN Da quest anno entra in vigore l Imposta Unica Comunale (IUC) che si articola in tre componenti: l Imposta Municipale Propria (IMU), il Tributo per

Dettagli

COMUNE DI SESTO FIORENTINO I.M.U. - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA TASI TASSA SERVIZI INDIVISIBILI ALIQUOTE ANNO 2015

COMUNE DI SESTO FIORENTINO I.M.U. - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA TASI TASSA SERVIZI INDIVISIBILI ALIQUOTE ANNO 2015 COMUNE DI SESTO FIORENTINO I.M.U. - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA TASI TASSA SERVIZI INDIVISIBILI 1 ALIQUOTE ANNO 2015 Soggetti tenuti al pagamento IMU I soggetti tenuti al pagamento dell'imposta sono: -

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE Provincia di Treviso Via Roma 2 31010 Cimadolmo c.f. 80012110260 p.iva 00874820269 Area finanziaria amministrativa SERVIZIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI Con l approvazione dell Art.13 del D.L 201/2011 detto Decreto salva Italia, entrerà in vigore in via sperimentale, già a partire dal 01/01/2012, l IMU

Dettagli

6 GLI ADEMPIMENTI FISCALI

6 GLI ADEMPIMENTI FISCALI 6 GLI ADEMPIMENTI FISCALI Acquistare casa non vuol dire pianificare soltanto le attività di ricerca dell appartamento idoneo alle proprie esigenze, verificare i documenti più importanti e i costi per l

Dettagli

COMUNE DI ODALENGO PICCOLO

COMUNE DI ODALENGO PICCOLO COMUNE DI ODALENGO PICCOLO Provincia di Alessandria REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento, finalità ed ambito di applicazione Art.

Dettagli

Durc imprese creditici della PA

Durc imprese creditici della PA CIRCOLARE INFORMATIVA Novità fiscali Scadenze Adempimenti Novità fiscali Durc imprese creditici della PA L'Inail con la circolare 53 dell'11 novembre 2013 ha chiarito che è possibile il rilascio del Durc

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.)

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) VI RIPARTIZIONE-SETTORE ENTRATE TRIBUTARIE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) Approvato con Delibera C.C. n. 19 del 27 marzo 1999 N.B.: Nel presente testo gli emendamenti

Dettagli

COMUNE DI CARTIGNANO (Provincia di CUNEO) Regolamento per l applicazione TRIBUTO PER SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

COMUNE DI CARTIGNANO (Provincia di CUNEO) Regolamento per l applicazione TRIBUTO PER SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) ALLEGATO A) COMUNE DI CARTIGNANO (Provincia di CUNEO) Regolamento per l applicazione TRIBUTO PER SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con delibera di C.C. n.13 del 24-06-2014 Articolo 1 PRESUPPOSTO IMPOSITIVO

Dettagli

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2014

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2014 GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2014 La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e s.m.i.) ha istituito la IUC (Imposta Unica Comunale) di cui la TASI (Tributo per i servizi comunali

Dettagli

Tributi TARSU, TARES, ICI, IMU SUOLO PUBBLICO COSAP, PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI, SERVIZIO LAMPADE VOTIVE

Tributi TARSU, TARES, ICI, IMU SUOLO PUBBLICO COSAP, PUBBLICITA E PUBBLICHE AFFISSIONI, SERVIZIO LAMPADE VOTIVE Tributi TARSU, TARES, ICI, IMU Responsabile: rag. Gino Destro Sede: Ufficio Tributi del Comune di Forte dei Marmi Piazza Dante 1 55042 Forte dei Marmi (LU) Telefono: 0584/280212 (dal lunedì al sabato dalle

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

COMUNE DI APPIGNANO DEL TRONTO (Provincia di Ascoli Piceno) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI APPIGNANO DEL TRONTO (Provincia di Ascoli Piceno) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI APPIGNANO DEL TRONTO (Provincia di Ascoli Piceno) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA 1 SOMMARIO Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA (I.M.U.)

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA (I.M.U.) IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL IMPOSTA (I.M.U.) Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 24 del 20/05/2014 1 SOMMARIO Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO, FINALITA

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) COMUNE DI GROTTE DI CASTRO (Provincia di VITERBO) IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n.

Dettagli

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE FAQ IMU/TASI Di seguito vengono messe a disposizione le risposte ad alcune domande frequentemente poste all amministrazione finanziaria da contribuenti, operatori professionali e dai soggetti che realizzano

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI CUPRA MARITTIMA Anno 2012

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI CUPRA MARITTIMA Anno 2012 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI CUPRA MARITTIMA Anno 2012 Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 31 del 25/09/2012. INDICE Art. 1 - Oggetto 3 Art. 2 - Presupposto

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Comune di Covo Provincia di Bergamo

Comune di Covo Provincia di Bergamo Comune di Covo Provincia di Bergamo SETTORE CONTABILE Ufficio Tributi Tributo sui Servizi Indivisibili Componente servizi IUC 2015 ISTRUZIONI 1 PREMESSA L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) La legge 27 dicembre

Dettagli

IMPOSTE DI REGISTRO, IPOTECARIE E CATASTALI: NOVITÀ 2014

IMPOSTE DI REGISTRO, IPOTECARIE E CATASTALI: NOVITÀ 2014 IMPOSTE DI REGISTRO, IPOTECARIE E CATASTALI: NOVITÀ 2014 REGISTRO SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI Ordinaria 9% Prima casa 2% Terreni agricoli 12% Minimo 1.000 euro Ipotecarie e catastali 50+ 50 euro Assorbiti

Dettagli

Tributo per i Servizi indivisibili 2014 TASI. cosa c è da sapere quanto e quando si paga come effettuare il pagamento

Tributo per i Servizi indivisibili 2014 TASI. cosa c è da sapere quanto e quando si paga come effettuare il pagamento Tributo per i Servizi indivisibili 2014 TASI cosa c è da sapere quanto e quando si paga come effettuare il pagamento TASI - Tributo per i servizi comunali indivisibili La Legge di stabilità 2014 (Legge

Dettagli

TASI 2014. Settore Tributi

TASI 2014. Settore Tributi TASI 2014 Settore Tributi TASI 2014 Il presupposto impositivo per i servizi indivisibili (Tasi) è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, compresa l'abitazione principale, e di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) Adottato con delib. C.C. n. 04 del 16/02/2005 - Modificato con delib. C.C. n. 16 del 20/03/2007 Modificato con delib. C.C. n. 09 del 27/03/2008 Modificato con delib. C.C. n. 03 del 24/02/2010 Modificato

Dettagli

L'ABOLIZIONE DELLA PRIMA RATA IMU 2013 E LE ALTRE NOVITÀ DEL C.D. DECRETO IMU

L'ABOLIZIONE DELLA PRIMA RATA IMU 2013 E LE ALTRE NOVITÀ DEL C.D. DECRETO IMU L'ABOLIZIONE DELLA PRIMA RATA IMU 2013 E LE ALTRE NOVITÀ DEL C.D. DECRETO IMU RIFERIMENTI: DL 31.8.2013, n. 102 IN SINTESI Nell'ambito del c.d. Decreto IMU il Legislatore, oltre all abolizione della prima

Dettagli

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 CHI DEVE PAGARE:

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 CHI DEVE PAGARE: (Aggiornata al 27/05/2015) GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e s.m.i.) ha istituito la IUC (Imposta Unica Comunale) di cui la TASI (Tributo

Dettagli

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili La nuova imposta è composta da tre tributi: Tassa sui servizi indivisibili - TASI Imposta Municipale Unica - IMU Tassa sui rifiuti - TARI TASI Tassa sui Servizi Indivisibili L Amministrazione Comunale

Dettagli

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA AGENZIA IMMOBILIARE LUNIGIANA 2000 Via Apua 24-26, AULLA (MS) Tel 0187.421400 Fax 0187.424684 Cell 335.5383266 335.1321250 E-mail: lunigiana2000@lunigiana.it Web: www.lunigiana2000.it www.lunigiana2000.com

Dettagli

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Cessione di immobili. La disciplina fiscale dell acquisto, della vendita, gli oneri e le agevolazioni fiscali Gentile cliente, desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

OGGETTO: Maggiorazione acconto Ires e abolizione Imu prima casa

OGGETTO: Maggiorazione acconto Ires e abolizione Imu prima casa Ai Signori Clienti Loro sedi Modena, 4.12.2013 OGGETTO: Maggiorazione acconto Ires e abolizione Imu prima casa Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo metterla a

Dettagli

E CAMBIATO QUALCOSA? Rispetto al precedente anno d imposta 2010 le aliquote sono state tutte riconfermate.

E CAMBIATO QUALCOSA? Rispetto al precedente anno d imposta 2010 le aliquote sono state tutte riconfermate. Anche quest anno, con l avvicinarsi del periodo di pagamento dell I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili), l'ufficio Tributi ha pensato di produrre e distribuire tale documento informatico, nell intento

Dettagli

Settembre 2013 SPAZIO AZIENDE ULTIME NOVITÀ FISCALI

Settembre 2013 SPAZIO AZIENDE ULTIME NOVITÀ FISCALI studio cartello Il Consulente Fiscale Settembre 2013 SPAZIO AZIENDE ULTIME NOVITÀ FISCALI Studi di settore e malattia del contribuente Sentenza CTR Umbria n. 33/2013 Agevolazione prima casa abitazione

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

COMUNE DI GIUSSAGO (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI GIUSSAGO (Provincia di Pavia) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI GIUSSAGO (Provincia di Pavia) Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 24 del 26/09/2012 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA 1 SOMMARIO Articolo 1 Articolo

Dettagli

COMUNE DI UTA (Provincia di Cagliari) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI UTA (Provincia di Cagliari) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI UTA (Provincia di Cagliari) Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 30 del 04/10/2012 Modificato con delibera del Consiglio Comunale n. 44 del 28/11/2013 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MOMPANTERO. (Provincia di Torino) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI MOMPANTERO. (Provincia di Torino) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI MOMPANTERO (Provincia di Torino) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n.14 del 27.09.2012 SOMMARIO Articolo 1 Articolo

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

CHE COS E? CHE COSA RIGUARDA? CHI RIGUARDA?

CHE COS E? CHE COSA RIGUARDA? CHI RIGUARDA? La IUC, in vigore dal 1 gennaio 2014, è l imposta comunale costituita da tre componenti: IMU (imposta municipale propria), TASI (tributo per i servizi indivisibili), TARI (tassa sui rifiuti). Poichè nel

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 56 DEL 28-11-1986 REGIONE VALLE D'AOSTA. Norme per la concessione di finanziamenti agevolati a favore delle cooperative edilizie.

LEGGE REGIONALE N. 56 DEL 28-11-1986 REGIONE VALLE D'AOSTA. Norme per la concessione di finanziamenti agevolati a favore delle cooperative edilizie. Legge 1986056 Pagina 1 di 12 LEGGE REGIONALE N. 56 DEL 28-11-1986 REGIONE VALLE D'AOSTA Norme per la concessione di finanziamenti agevolati a favore delle cooperative edilizie. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE

Dettagli

COMUNE DI PORTOMAGGIORE (Provincia di Ferrara) REGOLAMENTO IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Disciplina del tributo sui servizi indivisibili (TASI)

COMUNE DI PORTOMAGGIORE (Provincia di Ferrara) REGOLAMENTO IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Disciplina del tributo sui servizi indivisibili (TASI) COMUNE DI PORTOMAGGIORE (Provincia di Ferrara) REGOLAMENTO IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Disciplina del tributo sui servizi indivisibili (TASI) Anno 2014 TASI Testo adottato con delibera C.C. n. 13 del

Dettagli

IUC 2015 - Imposta Unica Comunale

IUC 2015 - Imposta Unica Comunale IUC 2015 - Imposta Unica Comunale Aggiornamento 04/06/2015 Dal 1 Gennaio 2014 con la normativa introdotta dalla Legge di stabilità ( Legge 147/2013) è stata istituita la IUC, la nuova Imposta Unica Comunale.

Dettagli

COMUNE DI PRECENICCO

COMUNE DI PRECENICCO COMUNE DI PRECENICCO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI - Approvato con deliberazione C.C. n.73 del 23.12.1998 come modificato con C.C. n.5 del 4.2.1999

Dettagli

1. : COMUNE DI MERCOGLIANO - SERVIZIO DI TESORERIA- ICI

1. : COMUNE DI MERCOGLIANO - SERVIZIO DI TESORERIA- ICI Gentile contribuente con la presente, Le ricordiamo che il tributo ICI per l anno 2008 dovrà essere versato nel seguente modo: 1. tramite servizio postale sul conto corrente postale n.70914981 intestato

Dettagli

COMUNE DI USMATE VELATE L APPLICAZIONE DELLA TA.SI ASSEMBLEA PUBBLICA 23/09/2014. Resp. Servizio Finanziario/tributi Dott. T.

COMUNE DI USMATE VELATE L APPLICAZIONE DELLA TA.SI ASSEMBLEA PUBBLICA 23/09/2014. Resp. Servizio Finanziario/tributi Dott. T. COMUNE DI USMATE VELATE L APPLICAZIONE DELLA TA.SI ASSEMBLEA PUBBLICA 23/09/2014 Resp. Servizio Finanziario/tributi Dott. T. Pavano IUC Imposta Unica Comunale Possesso di Immobili «Imu» + Servizi comunali

Dettagli

INFORMATIVA IUC 2014. Modalità per il calcolo

INFORMATIVA IUC 2014. Modalità per il calcolo COMUNE DI TREBASELEGHE Provincia di PADOVA INFORMATIVA IUC 2014 Modalità per il calcolo Dal 1 gennaio 2014 è in vigore l imposta unica comunale (IUC) che si compone dei seguenti tre tributi: - IMU (imposta

Dettagli

«I.C.I. a Cantù: guida breve al calcolo e alle novità per l anno 2011» PREMESSA

«I.C.I. a Cantù: guida breve al calcolo e alle novità per l anno 2011» PREMESSA «I.C.I. a Cantù: guida breve al calcolo e alle novità per l anno 2011» PREMESSA Per l applicazione dell ICI nell anno 2011 non vi sono state modifiche. Non sono state assunte nuove deliberazioni in materia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (T.A.S.I.)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (T.A.S.I.) COMUNE di MEGLIADINO SAN VITALE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (T.A.S.I.) approvato con atto di C.C. n. del in vigore dal 1 gennaio 2014 1 REGOLAMENTO

Dettagli